venerdì 28 ottobre 2016

Forme d'Onda - puntata 3. Vita, morte e reincarnazione: con Daniela Ghizzi


Torna con noi Daniela Ghizzi, chiaroveggente e ricercatrice spirituale. Riprendiamo i discorsi aperti nella scorsa puntata. In particolare ci soffermiamo su tematiche che riguardano la vita, la morte, la reincarnazione, il ricordo delle vite passate, le forme pensiero... ma toccando anche altri argomenti nel campo della spiritualità, grazie anche alle domande e alle riflessioni degli ascoltatori.

http://www.spreaker.com/user/formedondaradio/forme-donda-3-puntata-27-10-2016



6 commenti:

Anonimo ha detto...

Daniela attenta ai Lux!

Anonimo ha detto...

Bellissima trasmissiome molto interessante che tutti dovrebbero ascoltare.
Ma a proposito di forme pensiero, è vero che chi si ammazza va all'inferno o sono scemenze inventate dalla religione?

Anonimo ha detto...

gentile Daniela interessante il Suo Intervento [anche Alexandra Rendhell parla di Argomenti simili, grazie di buon Cuore ad entrambi per le necessarie Condivisioni, in questa comune Esperienza di Vita, in cui questi Temi devono essere conosciuti e cosiddetto Pane quotidiano per ogni Individuo, come lo dovrebbe essere la Medicina ovvero, ogni Nozione concernente il Corpo umano inteso quale Organismo e Sistema di Natura psico-somatica o, somato-psichica: specialmente, Organi interni, Sistema endocrino, Fasi di Vita e Caratteristiche, sicché ognuno possa occuparsi adeguatamente di sè e, anche degli altri, in Contesto privato o pubblico (Insegnamenti di Orientamento ben diverso da quelli impartiti attualmente a Scuola in cui il Corpo umano si conclude in Organi genitali, e loro Uso nell'Amplesso sessuale, senza quasi Menzione circa l'Aspetto sentimentale coinvolto o da coinvolgere nell'Atto, not to mention la totale Assenza del Discorso attorno all'Aspetto spirituale coinvolto in ciò, cfr. Michael Omraam Aivanhov ''il Drago alato'' oppure ''l'Educazione inizia prima della Nascita'' oppure ''la Galvanoplastica spirituale'' e altri, Edizioni Prosveta, il quale Discorso invece è il principale di tutto l'Argomento sessualità, evolutiva o evoluta!)],

e sulla Caccia di Neri africani vorrei aprire il Discorso attorno alla Schiavitù, Tema principale che è il principale ad affliggere, nelle sue Dinamiche, l'Umanità [così fu ed è]: Schiavitù viene dal Termine ''Slavo'' infatti gli Salvi sono stati i primi ad essere ab-usati quali Schiavi e ricordiamo che, Cattività [Schiavitù], è un Termine assonante a Cattiveria,

i quali due Termini hanno molto in comune ovvero, chi viene catturato e tratto in Cattività, diventa cattivo [ed ecco che ci si riallaccia al Discorso attorno ai Poteri prepotenti o ai, prePotenti, che usano la Cattività, a cui sottomettono gli altri, per nutrirsi della Cattiveria che ne viene sviluppata ovvero, Sadismo, il quale, come ogni Concetto disequilibrato, richiama l'Opposto e Complementare, ovvero in questo caso, Masochismo].

Silvano Agosti parla della Schiavitù evidente a cui l'Essere umano [questo è il suo Focus: per altri ogni Essere senziente è il Focus, per i Buddhisti quantomeno, quelli veri, sinceri] è assoggetto da Poteri prepotenti temporali,

ma dimentica di menzionare il Razzismo che soggiace a tale Pratica, la quale è sempre o da sempre collegata a quello [c'è sempre un Popolo eletto che schiavizza, in Modo evidente e/o occulto, un altro o altri Popoli, considerandoli meno eletti oppure, negletti (da negligere) e, rovinare, distruggere:

fra i Popoli più negletti e abusati, loro Terre incluse, ricordiamo gli Indiani dell'India, gli Africani neri, i Nativi americani, i Nativi australiani, e probabilmente andrebbe aperta una Parentesi sui Popoli nativi europei, ma per ora passo e chiudo],

specialmente se il Razzismo è applicato dal Popolo a cui egli stesso appartiene [ma vedere la Pagliuzza nell'Occhio altrui e dimenticarsi di vedere la Trave nel proprio, è un Mal comune dell'Essere, involuto oppure, in Evoluzione]:

grazie di buon Cuore a lui per i Temi che solleva, perché se ne prenda Coscienza, così da evolvere, e ritrovare l'Equilibrio, l'Equanimità, il Pardes perduto, o il Gan 'Eden [il Giardino interiore, che poi si manifesta esteriormente]; a tale proposito le Pratiche buddhiste [Meditazione, Mantra consapevolmente ...seminati], aiutano a ristabilire la Giustezza-e-Pace oppure, il Regno della Luce [Regno di Dio] che è l'Alfa e l'Omega da realizzare nella nostra Esistenza, ma anche a tale proposito è necessario più spazio e comunque, Daniela Ghizzi parla di alcuni Princìpi che governano il Pardes].

Felicità interiore-esteriore ovunque-sempre a tutti.

IndoEuropean

Anonimo ha detto...

sul Buddhismo quale buona Via invece, va detto qualcosa di più ovvero che fa parte degli anAtmanismi [Religioni focalizzate sul Concetto di Impermanenza dell'Anima/Ego o Inesistenza di essa, poiché si considera che siamo Aggregati temporanei di Spirito e Materia e quindi, dobbiamo evitare di identificarci con l'Ego, il quale è un'Emergenza (emerge da) rispetto all'Aggregato di cui sopra] assieme al Jainismo, di cui Ambra Guerrucci illustra i 5 Precetti [non-Nocenza o aHimsha, non-Furto/Desiderio o aSteya, Sincerità/Verità o Satya, Purezza o Brahmacharya, non-Possesso/Dipendenza o aParigrah],

diversi dagli Atmanismi [Religioni focalizzate sul Concetto di Anima/Ego (vedere sopra)] di cui i 10 Comandamenti [evito di riproporli pensando che siano noti, ed essi derivano dal Libro egiziano dei Morti ovvero, ai Requisiti che, specialmente, un Faraone doveva aver assecondato per procedere (in una sorta di quel che i Tibetani buddhisti chiamerebbero Bardo), dopo la Dipartita terrena, verso ...la Luce (o il Paradiso, per chi è avvezzo a tale Concetto: la Tripartizione postDipartita, così come ne parla anche Dante Alighieri nella sua ''Commedia'')],

e nel mezzo c'è la cosiddetta Laicità senza Credenze particolari in Esseri o Stati dell'Essere ultraterreni [diversi dall'Essere terreno/terrestre, incarnato sulla Terra], governata generalmente dai Dettami del, per riassumere, Capitalismo [in poche parole: Culto dell'Ego quale ''Io'' temporale, generalmente orientato al Materialismo, che potrebbe essere ulteriormente spiegato, ma per ora vien solo citato)], riassunti nei 7 Vizi capitali[stici], che pure evito di menzionare credendo che siano noti a chiunque;

anAtmanismo corrisponde al vero Universalismo, ovvero all'Impersonalità [per Esempio: Etica universale], dei Princìpi che governano e devono governare la Vita [di ognuno e sociale], e per così dire, è una Via che ...ci vede con 3 Occhi,

mentre Atmanismo corrisponde al falso Universalismo, ovvero alla Personalità [per Esempio: Morale personale, ovvero Costumi personali)], dei Princìpi che governano e si presume debbano governare la Vita [di ognuno e sociale], e per così dire, è una Via che ...ci vede con 2 Occhi [ma il 3. è cieco: ignora l'Interconnessione che se si vedesse, permetterebbe di abbracciare l'Universalismo],

e invece l'Egocentrismo puro o ...Capitalismo o aTeismo o meglio, Materialismo verace, corrisponde al Personalismo tout-court, alla Morale personale o ai Costumi personali quali Stile di Vita sia ammesso e concesso ed ...adorato, praticamente senza alcuna particolare Considerazione per ciò che si cagiona, o meno, agli altri [Esseri senzienti], e per così dire, è una Via che ...ci vede con un Occhio [l'altro lo tien chiuso per evitare di vedere ...i suoi propri Limiti, specialmente in quanto ad Etica (vedi anche Interconnessione di cui detto sopra), e va da sè che il 3. Occhio è cieco o volontariamente accecato (Ignoranza volontaria vis-à-vis l'Interconnessione, così da ''fare ciò che si vuole'' nella totale Negligenza di ciò che si cagiona o meno agli altri)];

[continua]

Anonimo ha detto...

[Continuazione]

va sottolineato il Senso del Concetto ''Verità'' nelle 3 Vie distinte [seppure in qualche Modo, indirettamente, connesse e certamente, trovantesi sulla stessa Spirale evolutiva, ma qualcuna di queste Vie fa girare la Spirale, o la Ruota, in Senso evolutivo o ...dharmico, altre in Senso involutivo o ...karmico]:

. nell'Universalismo la Verità è assoluta e appunto, per così poter essere, impersonale;

. nell'Atmanismo la Verità è solo apparentemente assoluta ma viene in Realtà interpretata secondo il Metro e la Misura della Cultura che la adotta, secondo l'implicito Adagio ''non è vero ciò che è vero, ma è vero ciò che fa comodo a sé [e specialmente: alla propria Comunità etnica razziale-culturale]'', ed è a tal proposito proprio questo il Significato del Termine ''Emet'' [e qui si potrebbe aprire o andrebbe aperta una Parentesi sulla ...Propaganda politica, così orientata, a cui siamo assoggettati in Occidente (Europa e Nordamerica) da circa 7 Decenni a questa parte; Gianfranco Pecoraro consiglierebbe, fosse universalista, di chiedersi (di fronte alla Propaganda politica) ''Qui prodest?'' così da smascherarne il Contenuto veridico ...e meglio, ''emetico'' (veridico secondo quanto beneficia la Comunità che lo veicola)];

. nell'Egotismo ''Verità'' probabilmente non esiste nemmeno a Livello essenziale, deve essere probabilmente una Parola vuota, di Facciata o Apparenza, così come ogni altra Parola e ogni altro Fatto, in quel, per così chiamarlo, Movimento culturale [o incolto oppure, involuto o involutivo: quantomeno l'Atmanismo considera l'Egotismo puro quale Fenomeno relativo al, diciamo, Destino infernale, sebbene poi l'Atmanismo stesso pratichi una Forma di Egotismo, però parzialmente spiritualizzato o teizzato, diverso da quello venerato nel mero Materialismo (l'Egotismo spiritualizzato corrisponde alla Credenza che il proprio Ego, personale e comunitario, sia divino e meglio ''eletto'' ...da Dio); mentre nell'anAtmanismo l'Egotismo ed il Culto dell'Ego è un no-go totale, viene insegnato proprio a distaccarsene (vedi il Dhammapada, on-line tradotto da Max Müller, oppure il Dào dé Jïng su yellowbridge dot com)], al quale siamo economicamente, quasi completamente, assoggettati [o da cui siamo soggiogati quasi completamente] oggigiorno.

Concetti di Verità legato a Bene e a Bellezza appartengono anche alla Cultura dell'antica Grecia, perloppiù dimenticata nella Pratica, ma forse anche a Livello educativo, oggigiorno: ricordiamo le Epoche cosiddette d'Oro in cui l'Universalismo è trionfato, ovvero il 600 a.C., l'Anno 0, il 600 d.C. e così a Scadenza di ogni 600 Anni [cfr. Conferenze di Manly P. Hall, fra altri, sul Tema, e si trovano su youtube al Canale Promienie Gwziad], diverse dall'Epoca attuale cosiddetta del Ferro [ma andrebbe chiamata del Piombo], che per essere guarita necessita dell'Intervento alchemico ovvero, dell'Applicazione della cosiddetta Pietra del Filosofo o Pietra filosofale, la Philosopher Stone, ovvero, ...l'Agape [lascio ricercare ognuno/ognuna di più sul Soggetto vivo/vivente: l'Amore ...universale].

Felicità interiore-esteriore ovunque-sempre e Bene dentro più Forza fuori a tutti.

IndoEuropean

Anonimo ha detto...

dopo aver parlato dellEgotismo va aggiunto che c'è ancora un Passo successivo ovvero,

il cosiddetto Satanismo, in cui volontariamente si compiono anche Misfatti [a Danno altrui] per boost one's Ego [o l'Ego di una Comunità]: su tale Soggetto e considerato il Lavoro sugli Omicidi rituali compiuto da Paolo Franceschetti, va detto che l'Ego di questi Satanisti o il Satanismo di questi Egotici, fa [far] loro sì che, chiunque osi criticare qualcuno che poi si riveli essere aderente a quel Gruppo egotico/satanista, viene metaforicamente o letteralmente ucciso;

nella mia Esperienza di Vita sto notando che ...chi osi criticare qualcuno che poi si riveli essere aderente alla Comunità giudaica [praticante o laica, probabilmente israelita (legata allo Stato d'Israele), viene condannato a Morte, per quanto la Critica sia pertinente e mossa bonariamente ovvero, per risolvere un Problema [senza Motivi di Odio per Esempio etnico culturale-razziale o altro]:

mi/ci saprà dire Paolo Franceschetti qualcosa di più su eventualmente anche da lui mappati, Omicidi rituali giudaici [o israelitici: vedi Stato d'Israele], e la Simbologia o Numerologia oppure, le Motivazioni, [col]legati ad essi <- il Numero 29 per Esempio [et cfr. Omicidi rituali giudaici, per Esempio]?

Naturalmente l'Organizzazione logistica [Potere temporale e materiale, senza Etica] attorno a questi Gruppi ed eventualmente, a questi Omicidi, è talmente fitta da impedire a chiunque di ...scamparla o, salvarsi la Vita, per quanto egli/ella abbia il Diritto divino di vivere ed anzi, conduce una Vita nobile, secondo i Parametri diciamo spirituali [cfr. anAtmanismo];

quest'ultimo Movimento, egotico/satanico, non ci vede non alcun Occhio, è cieco, manca della Luce [Daniela Ghizzi forse direbbe, è guidato dalla Luce buia o dalla Luce nera: e se ne vanta pure!].

Chi e quali sono, aggiornatamente, questi Gruppi [la cosiddetta Rosa rossa vi appartiene]?

Sennò tornando alle Pratiche di Liberazione o Autoprotezione citate da Daniela Ghizzi, si può forse aggiungere quella legata all'anAtmanismo buddhista, in cui si ricorda il Buddha dei 3 Tempi, e quindi, visualizzare la Luce nei 3 Tempi [propri e altrui: nel Passato, nel Presente e nel Futuro], secondo il Princìpio per cui ''arriva la Luce e il Buio se ne va'' oppure ''appare la Luce, il Buio scompare'' [e la Luce guarisce eventuali Ferite passate che ingenerano Circoli viziosi di Sofferenza, e fa morire eventuali Frutti che stan maturando appartenenti allo stesso Circolo vizioso,

ingenerando invece Circoli virtuosi ovvero, come verrebbe detto in Termini buddhisti, avviando la Ruota del Dharma].

Felicità/Bene dentro più Felicità/Forza fuori ovunque-sempre a tutti.

IndoEuropean