venerdì 11 dicembre 2015

Forme d'Onda - puntata 13 (Cinema italiano)


Con Giuseppe Rausa ( www.giusepperausa.it ) analizziamo il Cinema Italiano dagli anni '40 agli anni '70, toccando anche film degli ultimi decenni. Come attraverso questa forma artistica e le sue diverse forme stilistiche sono stati veicolati propaganda, messaggi più o meno occulti, descrizioni e derive della società italiana a partire dal dopoguerra fino agli anni di piombo.

http://www.spreaker.com/user/formedondaradio/forme-donda-13-puntata-10-12-2015



3 commenti:

Anonimo ha detto...

Puntata interessante, dove emerge che anche il cinema "politico di protesta" non era altro che un espediente voluto da certi Poteri (Massoneria, Rosa Rossa) per determinati scopi: poi, quando non è stato più utile al Sistema...ciao ciao e basta sovvenzioni. È così che i vari registi alla Bertolucci, sempre fedeli a QUEI POTERI, si sono "evoluti" verso film più fumosi e di cassetta...ed anche il cinema è morto. Maurizio

Luca C. ha detto...

Una bella puntata, anche per la panoramica molto generosa di Rausa.

Anonimo ha detto...

Un'immagine della Madonna avvolta dalle fiamme (Nuovo Cinema Paradiso), immagini di tori sgozzati e sacrificati con profluvio di sangue (Nuovo Cinema Paradiso - Baaria), la volontà di fare un film sulla setta segreta dei Beati Paoli... Giuseppe Tornatore è un Massone Satanista? Per questo ha vinto l'Oscar, assieme al suo amico Massone Morricone?