venerdì 27 novembre 2015

Forme d'Onda - puntata 11. Ospite Solange Manfredi


Torna ospite di Forme d'Onda Solange Manfredi. Tra gli argomenti trattati: gli attacchi dell'Isis a Parigi e le conseguenze; la guerra psicologica in atto; la storia del Medio Oriente e le tecniche di manipolazione; l'applicazione di specifici protocolli per il declassamento dell'istruzione e della cultura; la creazione del nemico e la disumanizzazione.

http://www.spreaker.com/user/formedondaradio/forme-donda-11-puntata-26-11-2015


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Concordo con Solange per quasi tutto, ma non sul fatto dell'"identità": il Nuovo Ordine Mondiale vuole appunto creare una nuova umanità che non abbia più nessun riferimento, nemmeno quello della propria identità individuale e collettiva. La razza UNICA è il loro obiettivo finale, "e pluribus unum"...

Mi dispiace ma qui Solange cade a piè pari nella trappola massonica del "melting pot", del "diventiamo tutti una cosa sola"...

Maurizio

Luca C. ha detto...

Indubbiamente le analisi di Solange Manfredi sono di un certo spessore, e molte delle cose che dice sono sicuramente corrette. Vedo tuttavia una certa unilateralità nel suo discorso. E non vorrei che tutto finisse nelle supercazzole United Colors of Benetton.
Insomma, controllare l'immigrazione resta comunque una necessità. Un afflusso eccessivo di immigrati (il più delle volte dequalificati, oltretutto) in paesi economicamente depressi è comunque distruttivo. I crimini commessi dagli immigrati non sono superiori a quelli dei nostri connazionali, ma sono comunque crimini che si vanno a sommare a quelli dei nostri connazionali (che non mancano). Gli immigrati non ci tolgono la nostra identità, che è un concetto piuttosto fumoso, ma le case popolari, i posti letto negli ospedali, i posti negli asili nido, quelli sì...
E aggiungo che anche se Churchill provava piacere a fare la guerra, lui lo confessava con un certo pudore, come una specie di perversione, e non urlava "guerra, sola igiene del mondo" come Mussolini. Ammetterete che c'è un po' di differenza. Non trovi, Stefania?

Anonimo ha detto...

La precarizzazione del mondo del lavoro attraverso l'invenzione e la proliferazione dei CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO, nonché l'indebolimento dei paesi europei resi così più deboli economicamente attraverso la MASSICCIA IMMISSIONE DI POPOLAZIONI IMMIGRATE ANCORA PIÙ POVERE E DISPERATE...tutto questo è uno dei punti focali dell'agenda del Nuovo Ordine Mondiale. Solange forse non ha il coraggio di guardare in faccia la seconda delle due questioni, in quanto la SINISTRA l'ha trasformata in un dogma (razzismo = omofobia = antisionismo...cioè vogliono la MESCOLANZA DELLE RAZZE, L'INVERSIONE DEI SESSI IN VISTA DELL'ANDROGINIA, LA
NTRAZIONE DEI POTERI IN MANI EBRAICHE.) Purtroppo chi è di sinistra non potrà mai ammettere questa realtà per ragioni ideologiche. Maurizio