mercoledì 18 novembre 2015

Border Nights - puntata 175. Si parla degli attentati in Francia (con Mazzucco, Carpeoro, Magaldi, Carotenuto)


Puntata interamente dedicata alla tragedia degli attentati in Francia ed alla loro interpretazione.
Intervengono:

MASSIMO MAZZUCCO
PAOLO FRANCESCHETTI
GIANFRANCO CARPEORO
GIOELE MAGALDI
FAUSTO CAROTENUTO
MAESTRO DI DIETROLOGIA
GIULIO PERROTTA

Border Nights va in onda in diretta ogni martedi alle 22 su Web Radio Network. Per intervenire: bordernights@webradionetwork.eu gruppo Facebook Border Nights blog: www.bordernights.it


CLICCA QUI PER ASCOLTARE:

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-175-mazzucco-magal





6 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con Carpeoro quando dice che in queste azioni di strategia della tensione il livello di consapevolezza è quasi nullo in chi agisce, i terroristi, e anche in chi interviene, cioè la polizia. Per questo motivo penso anche io che i morti sono tutti veri e che non ci sono 'attori' che fanno finta di piangere o messinscene teatrali.
Non sono d'accordo sull'analisi della strategia: Secondo me gli attentati allo stadio non erano stati progettati per avere successo, ci sarebbe stato troppo sangue, gli uomini bomba mandati allo stadio ed esplosi senza fare altre vittime che se stessi sono serviti solo come monito di quale sarebbe potuta essere la scala dell'orrore in quel venerdì 13. Il fulcro simbolico era il Bataclan, dove, come nella data, era criptato il messaggio massonico dell'atto terroristico. Le bombe allo stadio sono servite come cassa di risonanza di quel 'pensa a come poteva essere', che serve ad ingigantire un terrore già enorme.

Anonimo ha detto...

...che i morti sono tutti veri e che non ci sono 'attori' che fanno finta di piangere o messinscene teatrali...

sempre, sempre no! qualche volta...


http://deepinsidetherabbithole.com/The_Boston_Bombing_Hoax.html

Anonimo ha detto...

Concordo con Carpeoro:

nel film jack the reacher - la prova decisiva: la trama parla di una persona che doveva essere assassinata e - solamente per coprire il vero obiettivo - il cecchino ne uccideva altre per far sembrare l'opera di un pazzo senza senso.

Nella strage di Charlie Hebdo viene ucciso Bernard Maris...era il vero obiettivo ?!?!!?

Anonimo ha detto...

Blitz della polizia francese, con esplosione, a Charleville. La Marsigliese cantata ossessivamente in tutto il mondo. La Marsigliese, inno massonico, il cui autore Rouget de Lisle era iscritto...AL GRANDE ORIENTE DI... CHARLEVILLE. Avete ancora dubbi sui mandanti massonici di questi attentati? Maurizio

Anonimo ha detto...

Matteo Renzi firma con una ROSA ROSSA la sua solidarietà ai FRATELLI francesi dopo gli attentati... http://www.matteorenzi.it/enews-400-giovedi-19-novembre-2015/

Anonimo ha detto...

Nel corso della puntata sono state fatte alcune affermazioni errate nei confronti delll' Islàm o della storia dell'Islàm. Anzitutto i Nizari (gli assassini) non utilizzavano una speciale miscela di hashish nè tantomeno erano educati al martirio suicida come i moderni kamikaze (parola di origine giapponese e non araba non a caso...) in realtà il termine assassino inteso come consumatore di hashish era stato dato ai Nizari dai loro avversari politico religiosi di ortodossia sunnita ed era inteso in senso dispregiativo essendo i Nizari di orientamento shiita ismailita.Costituirono delle città stato con territorio piuttosto esteso in Siria ed Iran e furono eliminati dai Mongoli. Non erano assassini perchè uccidevano sotto l'effetto dell'hashish ...è come dire che uno si ubriaca per guidare meglio... Erano famosi perché facevano fuori i propri nemici come un moderno servizio segreto, silenziosamente e senza clamore, tant'è che le loro abilità furono usate anche dai crociati previo cospicuo pagamento in oro e denaro per omicidi su comissione.
Un'altra inesattezza si riferisce alle genti del libro "perché ciascuno di loro ha un libro sacro" , ma no ! Ogni gruppo religioso ha un libro sacro, allora sarebbero tutti salvi ? in realtà il Libro Sacro è il Corano, per cui se la gente era nominata nel Corano era libera di vivere sotto il regime islamico pagando una tassa.Se non era nominata nel Libro era costretta a lasciare i territori islamici o a convertirsi all'Islàm ma non era concesso loro esercitare la prorpia religione, pena la morte. Per cui questi pagliacci del da'ish che decapitano un cristiano non hanno nemmeno letto la Basmala del Corano ! !
Infine,,perché nessuno dice che hanno sulla bandiera la shahada scritta invertita ? Facendo un blasfemo collage della prima parte della shahada (la ilah illa Allah) con l'antico timbro postale dell'impero ottomano (Allah, rasul, Muhammad) e quindi di fatto invertendo la sacra professione di fede ? Perché nessuno fa notare che quando si fanno fotografare in preghiera non c'è nessuno che becca la qibla ? Chi si piega a destra , chi a sinistra, ma La Mecca è da una sola parte.