sabato 2 maggio 2015

Forme d'Onda - puntata 29. Gladio e i Servizi segreti


29^ puntata di Forme d'Onda, la trasmissione condotta da Stefania Nicoletti e Rudy Seery, andata in onda giovedì 30 aprile su www.newliferadio.it

Nel 1990 si venne a sapere dell'esistenza di un'organizzazione paramilitare fino ad allora rimasta segreta: il suo nome è Gladio ed è dietro a tutte le stragi italiane e agli omicidi eccellenti. Fu un'operazione coordinata dai servizi segreti e ufficialmente è stata sciolta. Ma è davvero così, o invece le stesse strutture continuano ad operare?

IL PODCAST: http://www.spreaker.com/user/formedondaradio/forme-donda-29-puntata-30-04-2015



In questa puntata si parla di Gladio e dei servizi segreti, e anche di come i servizi infiltrano i vari movimenti. L'argomento cade a pennello, dato che ieri ci sono stati disordini a Milano per l'apertura dell'Expo: la città è stata messa a ferro e fuoco dai Black Block, agenti provocatori infiltrati della Digos e dei servizi segreti.

Qui potete trovare un approfondimento sui Black Block (articolo scritto nel 2010): http://paolofranceschetti.blogspot.it/2010/06/i-black-block-al-g8-di-genova-chi-erano.html




3 commenti:

Francesco T ha detto...

Ciao,

ho notato che l'articolo originale del 2010 (bello,chiaro e semplice) non ha l'etichetta "black block". Provvedere !

Un abbraccio,
F.

roberto ha detto...

complimenti per la trasmissione anche se ogni tanto è spuntata qualche inesattezza, poi corretta. A proposito di Nardi, morto in un incidente stradale in Spagna nel 1976 e lì sepolto, nel 1993 Donatella Di Rosa, nota come Lady Golpe, affermò di aver partecipato a riunioni segrete, con l’intento di raccogliere fondi e organizzare un colpo di stato, con alti esponenti delle Forze Armate ma anche con Gianni Nardi. Nove giorni dopo la salma fu riesumato in Spagna e in pochi giorni ne fu confermata l’identità. Inutile dire che i "complottisti" ritengono che Nardi fu fatto "morire" e nel contempo dotato di nuova identità.
Buona domenica

roberto ha detto...

il movimento giovanile che ha portato alla contestazione del '68 fu affossato dai poteri forti soprattutto con la diffusione delle droghe.