mercoledì 24 dicembre 2014

Border Nights puntata 143 (Gianfranco Carpeoro e Alessandro e Alessio de Angelis)


Inizio di puntata con Gianfranco Carpeoro, tra gli argomenti che toccheremo ci sarà quello della figura di Bettino Craxi e dei delitti rituali. 
Poi Alessandro e Alessio De Angelis ci sveleranno la parte finale delle loro ricerche su Gesù. Quindi andremo a ruota libera con Paolo Franceschetti. Border Nights va in onda ogni martedi alle 22 su Web Radio Network.

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-fpuntata-143-23-12-2014

20 commenti:

Atanor Venice ha detto...

Bellissima trasmissione, l'audio lo avete messo a posto e si sente veramente bene....avanti cosi di questo passo... grande Paolone

Anonimo ha detto...

Ah, paolo, buone feste, e buone magnate, ma come, a noi, ci fai fare la dieta vegana, e ci fai nutrire col sole (scie,chimik) e tu, mangi, maiale e macdonal a manetta, eh paolone mio...

saluti, e vi voglio bene a te, e frate fabio.

ALBERTO.DI QUI.

Anonimo ha detto...

... meno male che indagate voi su Gesu'... allora siamo sicuri che farete uno scoopp eccezionale !!
come i mormoni che Lo aspettano su un disco volante con i posti numerati... li va a prendere a casa uno per uno...
FANTASTICO !!!

Anonimo ha detto...

Off topic, un'altro:
dicevo che vedo un nesso tra buddismo, in particolare il concetto di Karma, e rosicrucianesimo. Guardate su youtube il video del 'comizio' di Benigni, presentato dal Monni, a Capalbio, un vecchio video molto divertente. All'inizio trovate sia il Karma che l'immancabile Rosa Rossa.
Buone Feste.

Atanor Venice ha detto...

per scendere in profondita nei discorsi si puo dare un' occhiata anche a un ottimo libro free che spiega in parole povere la kabbala certo non e basico ma da una ideaa di questa fantastica scienza universale http://www.kabbalah-arizal.nl/italiano/pdf/KfCLM_it.pdf da non farselo sfuggire

Luca C. ha detto...

Carpeoro affascinante come sempre. La sua analisi su Craxi presenta degli elementi molto interessanti. Lo stesso si dica per quello che riguarda il pensiero magico.

Anonimo ha detto...

Gesù???....oppure Tammuz?

Anonimo ha detto...

OT
oggi ho appreso una lezione bruciante sull'umiltà quindi chiedo perdono a quanti ho offeso con i miei interventi in passato.
grazie
jj

Anonimo ha detto...

la storia di gesu' si conosce benissimo ed e' tutto scritto su un libro chiamato bibbia ma che nessuno e ripeto nessuno legge.
il resto sono solo cazzate filo new age inventate da personaggi come de angelis,bigino ecc.... che guarda caso hanno legami con la massoneria,colpevole di voler distruggere il cristianesimo e la chiesa cattolica.
l'unico e vero salvatore dell'umanità' e' stato gesu,e gli altri sono tutti santoni improvvisati o meno ai quali la gente ignorante o in preda a disperazione si affida.
ps leggetevi le bolle papali e le encicliche contro la massoneria e poi ne riparliamo....

Il Viandante ha detto...

I magistrati della massoneria, a cura di Gianni Lannes:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/12/quanti-e-chi-sono-i-magistrati-italiani.html#more

Anonimo ha detto...

volevo scrivere delle cose interessanti ma vista l'ora buon anno a tutti anche ai cattivoni

oponoponoponoopppoonnononopopono

comunque Dio esiste e anche la sincronicità, oggi ne ho avuto le PROVE

chi non è d'accordo con me è un ebbreo (cit. Corrado Guzzanti)

jj

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=qARDwd6b43Q

Possibile che non menta?

Prometeo ha detto...

CARPEORO ESEMPLARE COME SEMPRE.

Era tempo che lavoravo ad una semplificazione del concetto di CERCHIO e dopo l'ascolto di questa reistrazione sono riuscito a buttare giù qualcosa, se vi dategli un occhiata.

IL CERCHIO MAGICO
Ogni organo di potere nella Storia dell'Uomo si è avvalso del meccanismo della creazione di CERCHI MAGICI, in quanto il pensiero magico, quello che permette alla gente comune di ragionare al di fuori degli schemi logici di causa effetto -se essa si trova all'interno di uno di questi cerchi (quello che oggi distinguiamo in pensiero politico, religioso, scientifico, etc.) - è accessorio al Potere stesso.

http://giovaneopinionista.blogspot.it/2015/01/il-cerchio-magico.html

Anonimo ha detto...

Scusate,
ma Non posso credere a Carpeoro quando dice che Craxi non era un massone. Il machiavellismo, il mito di Garibaldi, il supporto al piano imprenditoriale di Berlusconi, ci sono troppe evidenze del fatto che lo fosse. Poi, credo che lui abbia pagato piuttosto Sigonella. Mi piace l'atteggiamento di Carpeoro che è critico nei confronti del potere, e favorevole ad un percorso dell'essere, ma ho l'impressione che ne dica una vera e due no.
Un saluto

Anonimo ha detto...

Provato a postare un commento in cui dissentivo da Carpeoro, ma evidentemente non si può fare. Me ne farò una ragione. Volevo invece fare presente come Vallanzasca, contestualmente alla sua testimonianza nel caso pantani, sia stato immediatamente incastrato ed accusato del furto di due paia di mutande ad un supermercato. Potete immaginare che per uno che ha due ergastoli, che era riuscito ad ottenere di poter lavorare fuori dal carcere, mettersi nei guai per il furto di due mutande, oltretutto della taglia sbagliata, sarebbe veramente una sciocchezza gigantesca che lo costringerebbe a marcire in carcere per il resto della propria vita. Aggiungeteci la beffa (a questi piace tanto la beffa) di far processare un vecchio protagonista della malavita milanese per furto di mutande ed il gioco è fatto. Voilà: processo pantani? Un testimone in meno ed un articolo del più autorevole gatekeeper Marchino 'Sir Biss' Travaglio e la vita continua. Io, tu e le rose.

Anonimo ha detto...

Finalmente sono riuscita ad ascoltare Caepeoro, che mi infonde serenità con la sua voce pacata e mi arricchisce di conoscenze (anche se rare volte non condivido il suo punto di vista:-))

Craxi non stava simpatico neanche a me, ma forse nemmeno a se stesso. Comunque sono d'accordo con ciò che ha detto Carpeoro a proposito.

Uno dei punti salienti, oltre a quello dei "cerchi magici",interessantissimo; è quel:"...sapere quando stai facendo qualcosa perché la fai...la gente vuole risposte alla domanda "come", non alla domanda "perché". Dare CONSAPEVOLEZZA alle cose che facciamo...chiedersi perché si fanno e darsi una risposta SERIA".

Quindi, tutto interessante (a parte padre Pio e le stigmate...che per quanto mi riguarda...!!!); incluso il discorso sulla "rosa rossa", che è una bella conferma al coraggioso lavoro fatto da Paolo in questi anni per far conoscere a chi, come me (malgrado fossi smagata fin da bambina:-), ignorava questa PSICOPATICA e squallidissima realtà.

Non ho potuto ascoltare l' intera trasmissione per problemi di computer.....rimedierò

Comunque grazie a tutti.


Lilith

Anonimo ha detto...


Discorso triste ma coraggioso del grande Giulietto Chiesa:

SHOCK CULTURALE
Fatto sta che piano piano il degrado estetico distruggerà ogni speranza come già da anni fa. la mancanza di una propria identità artistica e culturale (in quanto ormai l'arte è globalizzata), l'immoralità insensata, l'abbassamento della qualità artistica attuale sono una finestra verso il futuro... come il futurismo che dalla follia di marinetti si è pienamente realizzato dopo le due guerre, come il minimalismo (che rappresenta il capitalismo in ogni suo aspetto: si crede senza altri sbocchi) formatosi negli anni 60 rappresenta la società post urss, come la pop-art che dalla madonna come simbolo di idolatria (se così si vuol vedere) è passato a madonna (quella di like a virgin) e così ciò che ora è arte (tutte e 7, ma anche 8 o 9) mostra un futuro inquietante di confusione, caos e promiscuità assoluta. già viviamo nella distopia più totale (dal termine gay che isola e ghettizza alla prigione ora definizione di democrazia) le speranze di convincere una massa senza uno shock culturale sono piccolissime... e non sappiamo neanche se uno shock culturale sarebbe accettato... cosa fare: combattere una partita probabilmente persa senza mezzi? andarsene fra i boschi e mandare tutti a quel paese perchè tanto ormai le persone vogliono andarci al centro commerciale (fino a che guerra non li separi..)? mettersi per strada, ovunque, sempre a ripetere come un mantra le verità mentre ti guardano come un testimone di geova? la gente, lo si legge ormai negli occhi, è spenta e non si fida di nessuno... era bello quando si poteva far autostop...
Draw Gay Tea, 8 gennaio 2015
Caro amico,
il degrado è un dato evidente e generale. Quello italiano è solo parte di un insieme. Degrado culturale, di costume, morale, intellettuale. Che si accompagna alla disgregazione dei rapporti personali, all'isolamento individualistico, allo sfarinamento di tutti i centri che, un tempo, facevano formazione, educavano, incivilivano...
Purtroppo va detto (e bisogna esserne consapevoli) non abbiamo strumenti per invertire la rotta. Purtroppo (va detto e bisogna esserne consapevoli) siamo trascinati in guerra dai centri del potere mondiale che puntano al caos, non essendo più in grado, nemmeno loro, di definire un ordine.
L'alleato unico che abbiamo è la gigantesca crisi in cui stiamo entrando. Lo chock arriva, di gran carriera, e sarà esso che costringerà i più preparati alla riflessione e all'organizzazione per la difesa collettiva. La grande massa, priva di strumenti per comprendere, sarà in preda al panico. Dunque - sapendo che la situazione è disperata - compito essenziale di ognuno è non perdersi d'animo e cercare compagni di strada per organizzare, appunto, una resistenza collettiva la più ampia possibile. Le classi, scompaginate, non sono più l'unico modo di organizzare le masse. Ma un'organizzazione delle masse è indispensabile. E' l'epoca delle "casematte" gramsciane. Intelligenza e conoscenza saranno le armi di questi drappelli. Gli unici luoghi dove si potrà intravvedere il futuro e dove ci si potrà preparare per reggere la tormenta. Se ti guardi intorno, allora vedrai che ci sono molti occhi non ancora spenti. E' a loro che bisogna parlare

Anonimo ha detto...

Ebbene sono riuscita ad ascoltare tutto!
Mi ha colpito la tristezza e disillusione di Paolo, che però, essendo in fase autocritica, era comunque aperto mentre i De Angelis sostenevano che Gesù non è mai esistito, a mio avviso con ragione poiché le prove storiche sono inconfutabili. Credo inoltre che Giuseppe Flavio (ebreo ma poi "divenuto"romano) e un certo numero di suoi discendenti, abbiano scritto i vangeli.
Roma aveva bisogno di una religione monoteista ma più manipolatrice e schiavista dell' ebraica, dove il popolo non fosse "l' eletto" da dio e con un "bel paradiso-inferno", affinché nessuno si azzardasse a voler uscire dal "cerchio magico" per paura.
QUESTA maledetta PAURA che in fondo NON ESISTE, che E' SOLO un "FALSO PENSIERO", e NON una REAZIONE ad un PERICOLO REALE nel qual caso invece il corpo-mente reagisce nella maniera più APPROPRIATA, anche se può fallire per forze maggiori, ma in cui NON HA certo il TEMPO per PENSARE qualcosa che gli impedirebbe la NATURALE reazione DIFENSIVA. Infatti basta SCACCIARE VIA il PENSIERO della VILE-PAURA per LIBERARSENE.

Puntata molto interessante, tutti bravi incluso Fabio. E meno male che c'è questa stazione radio....

Però, che PROPRIO dopo che quel POVERO sciocco ha "cercato" invano di criticare MaestroDiDietrologia, non lo si sia ascoltato come d'abitudine, mi è parso alquanto STRANO ! ! !


Lilith

Anonimo ha detto...

@Anonimo 06/01 15.45
Riguardo al "bel René" è evidente il contrappasso: un criminale che ai tempi era affascinante e che ha fatto colpo su parecchie donne - compresa il suo avvocato - è stato letteralmente preso con le mutande in mano.
Come dire "occhio che hai cercato di fotterci e ci mettiamo zero a fottere te"

T21

Anonimo ha detto...

Allora: Fermo restando il valore di carpeoro; ma dico: Credete davvero, x il resto, alle blasfemita' di questi stronzi anti cristiani che vogliono inventarsi un lavoro? Ma andassero ad auto ghigliottinarsi in compagnia di biglino, questi insulti alla parola uomo. Franceschetti: Vergogna vergogna e vergogna. Tu più sono grandi le balle più le vuoi. Parapanza jakaranda. Ma parla come sei nato no? Pranico a parole, rotondo e goloso come un pallone gonfiato a pizze e marmellate. Tieni. Giocati il tris. 13 50 47