mercoledì 15 maggio 2013

Border nights puntata 87 (con Massimo Mazzucco)


Gli argomenti:
l'attentato di Boston
11 settembre
Cure alternative, cancro, cura Di Bella.
Delitti e ritualità

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border_nights_puntata_87_14_05_2013


109 commenti:

Frammenti di Realtà ha detto...

A Mazzucco il 'quarto livello' proprio non gli entrava in testa... pensate quanto sia difficile comprendere questi argomenti per chi non ha che una formazione mainstream. Interessantissima trasmissione comunque...

Francesco Paoletti ha detto...

Mazzucco ha dei limiti di consapevolezza evidenti... E' fermo al movimento 5 stelle... nun ne esce purtroppo...

Non potrà mai unire i puntini...

Frammenti di Realtà ha detto...

Secondo me certe persone non vogliono unire i punitini. Si perde il contatto con la realtà in certi argomenti, soprattutto per persone che si occupano da anni di 'complottismo'. QUando scoprono un mondo nuovo 99/100 lasciano perdere dicendo che hanno 'già abbastanza complotti a cui correre dietro'. Il problema è che questo quarto livello o cmq il sistema massonico,rosa rossa etc, stanno sopra tutti gli altri livelli e determinano gli accadimenti che poi altri, come mazzucco, esaminano da un punto di vista diverso, più pratico. Paolo e chi si informa di queste tematiche cerca di unire i puntini, come dicevi tu Paoletti... è difficilissimo e spesso si perde l'orientamento ma è l'unico modo per comprendere o tentare di intuire la 'direzione' in cui si va, diciamo il trend e il perchè venga attuato....

Maria AA ha detto...

Oggi alla libreria Roma (nota nome) della mia citta' in piazza Moro (nota nome) , conferenza dei Rosacroce d' Oro sul mistero della vita e della morte (!!!!!!!!!!!!). Ingresso libero. Non scherzo. Avevo pensato di andarci per curiosita', ma poi ho riflettuto sul fatto che potevano offrire degli stuzzichini ed ho desistito. Qualcuno di voi ha idea del motivo per cui fanno ste cose? Mi farebbe piacere avere la vostra opinione.

Anonimo ha detto...

Maria AA non ti preoccupare, quella è molto probabilmente una delle tante scuola neo-spiritualiste che dicono di discendere dai veri rosacroce così da poter fare proselitismo più facilmente.
http://www.lectoriumrosicrucianum.it/
http://www.cesnur.org/religioni_italia/r/rosacroce_04.htm

Maria AA ha detto...

Forse ho cambiato idea e vado alla conferenza dei Rosacroce. Al massimo se mi si avvicinano e mi dicono:"Tutti i tesori della terra saranno tuoi se ci adori" rispondo " Lungi da me! Date piuttosto qualche milionata al Franceschetti che mo si vende pure le braghe per difendere le Bestie di Satana." Io ti voglio bene Paolo, lo sai.

Maria AA ha detto...

E si' anonimo, ma a me sono successi strani episodi legati proprio ai lectoriumrosicruciarum. Ma forse vado davvero. La conferenza e' libera ed e' in una libreria, non al ristorante.
Ahah..risata isterica
Che puo' succedere? Mi sequestrano? Ma non sono mica un agente 007..

Maria AA ha detto...

E poi non parliamo di culinaria rosacrociana sui cui articoli io e Paolo abbiamo dibattuto e sui cui temi se ci incontriamo ci prendiamo per capelli (che lui non ha per cui risulterebbe avvantaggiato nello scontro). Per cui taccio, taccio moltissimo. Anche perche' l'ultima volta che ho accennato a questi ristoranti non vegani nonostante i gestori rigorosamente animalisti, ho passato ben tre giorni, e dico tre, nel cesso senza toccare cibo per il vomito e la diarrea. Miracoli del contrappasso!

Maria AA ha detto...

Inoltre vorrei chiedere ad Andteatta, dal basso della mia bonobaggine profana, ma cosa minchia e' l'antropocrazia di cui sempre scrive?

Giorgio Andretta ha detto...

Appunto, come sostiene lei, signora Maria AA: Una minchiata !!!

Anonimo ha detto...

@Maria


Non credi faresti meglio ad andare, invece che alla conferenza, da uno psicologo?


Ciro

Anonimo ha detto...

@Giorgio Andretta.


Continuare a divulgare il pensiero di Steiner e dell' Antropocrazia non può che far bene.

La conoscenza di concetti etici, retti, ugualitari e rispettosi dell' umanità è sempre cosa buona.
Solo la divulgazione di pensieri malati, egoistici e distorti, e l' ignoranza, è cosa cattiva.


Ciro

Maria AA ha detto...

Grazie Andreatta per la risposta.
Ultimamente va sempre piu' facendosi strada la teoria del complotto del complotto. E' il livello successivo della matrioska. Molto di buono ho trpvato in questo blog ma la manipolazione non risparmiera' nessuno. Paolo fuggi. Mieteranno anche te quando servira'. La gente che ora ti applaude non ricordera' chi sei nel giro di pochi minuti. Fuggi, il tuo destino e' segnato. Chi parla piu' del martirio della Carlizzi? Neanche tu che l'hai avuta cara. Negli ultimi tempi diceva di essersi sentita usata. Da chi?

Anonimo ha detto...

Notizia per FRANCESCHETTI: come per l'omicidio scazzi anche l'attentato dell''undici settembre é stato bellamente messo in scena in un telefilm americano andato in onda tra marzo e aprile 2001 dal nome di "the lone gunmen" (una costola di X-files). su internet si trova il PILOT dove i protagonisti "sventano" un attentato alle torri gemelle fatto con un aereo kamikaze i cui comandi sono stati controllati da terra ed organizzato dai servizi USA!
danno anche una loro spiegazione di come poi é possibile incolpare un dittatore e fargli la guerra... ecc.. sono davvero impudenti;
Anche un episodio dei simpsons aveva l'annuncio dell'attentato ma era un pó piú nascosto (su internet anche questo!)... insomma l'annuncio per rendere efficicace il sacrificio umano c'é stato abbondantemente, solo mazzucco non lo ha visto!

Anonimo ha detto...

Maria AA: ci puoi raccontare questi strani episodi che ti sono capitati legati ai lectoriumrosicruciarum ? sempre se puoi/vuoi, si intende ;-)
ciao.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

MariAAA,eccoti accontentata:l ANTROPOCRAZIA,che si fonda su tre principi fondamentali:

1) Redditto di cittadinanza universale esteso a tutti,con la possibilità di decidere cosa fare della propria vita,slegato dalla schiavitù del lavoro salariato come bisogno primario.

2)Immediata abolizione di qualsiasi tassa possibile,con incremento della massa monetaria come fonte di ricchezza per il benessere di una nazione quindi a avvantaggio dei suoi cittadini.

3)Prelievo del 8%annuo sui risparmi,a differenza delle tasse che sono imposte sui redditi quindi sul lavoro.

X finire;In queste parole di Rudolf Steiner,ce l essenza dei principi dell antropocrazia. In avvenire il denaro non dovrà essere un equivalente per la forza umana di lavoro, ma solo per la merce. Solo merce si potrà avere in avvenire per denaro, non forza umana di lavoro.

GIAN un po di classe con una DONNA,PLEASE.


GRAZIE & CIAO.

Giorgio Andretta ha detto...

La ringrazio per l'apprezzamento, egr. Ciro.


Non faccio distinzioni tra gameti, egr.BB, come non lo fa l'idiozia.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

GIAN capisco che non fai differenza di sesso se una spara una esternazione non adeguata,ma rispondendo,questo si,in modo adeguato fai chiarezza e disarmi l offesa.

La prossima volta che qualcuno di chiede o rivolge domande e quesiti sull antropocrazia, digli pure di rivolgersi ha me x delucidazioni, LUCULENTEMENTE-MENTALI.
D accordo.In PACE ed ARMONIA.


GRAZIE & CIAO.

Giorgio Andretta ha detto...

Devo complimentarmi con lei, egr.BB, perché è stato più che chiaro nella sua essenziale delucidazione dell'antropocrazia e, come da lei suggerito, le indirizzerò ognuno che chieda lumi in proposito.
Con riconoscenza.

Anonimo ha detto...

Giusto per non far perdere la memoria a qualcuno:


http://www.stampalibera.com/?p=63109

Anonimo ha detto...

@Beppebologna

queste h

Anonimo ha detto...

Beppe-Bologna è un anarchico grammaticale. Sovverte e destrutturizza regole e convenzioni calcificatesi nel tempo, in grado di condizionarci persino leggendo.
Il piccolo fastidio per il refuso cercato e voluto da Beppe, è in realtà un piccolo elettro-shock in grado di far sobbalzare la piccola certezza quotidiana del leggere parole immutabili. Beppe ci posiziona su una piastra instabile dai punti di riferimento variabili. Vai Beppe, mutatis mutandis...

PREGO & CIAO A TE.

:)

Anonimo ha detto...

trovo BB mitopoietico e trovo stimolante la colta e distaccata superbia di Andretta, a quasi ogni suo intervento sono costretto all'utilizzo del trito zingarelli o del pesante devoto oli, ma quello che è imbattibile è il potere curativo delle grasse risate di paolo fabio e massimo nelle registrazioni delle varie puntate
il riso è un dono degli dei
il riso è di per se stesso divinità
le streghe usano il riso per volare, il riso si presenta quando le vibrazioni di una persona o di un gruppo si alzano. il riso è lo sberleffo ai potenti e al potere, il riso è espressione della gioia di vivere che non sono ancora riusciti a toglierci

http://www.atopon.it/index.php?page=riso-dono-dei

jj

Giorgio Andretta ha detto...

Chieda al Nostro che mi conosce personalmente, egr.jj, se sono ammantato di superbia o se semplicemente certo di ciò che affermo e pronto al confronto con chicchessia.
Quanto al trito Zingarelli ed al pesante Devoto Oli li tiene come arredo onusti di ragnatele?
Conosco numerosi sedicenti intellettuali che posseggono migliaia di testi e come me vivono giornate di 24 ore, spesso mi chiedo: ma se li sono portati da incarnazioni precedenti?
Perché se la matematica non è un'opinione od i numeri non sono fatti di caucciù, in quale magazzino hanno recuperato tutto il tempo necessario a spolverarli?
La ringrazio per quanto riterrà rispondermi.

Anonimo ha detto...

Sara' vero sara' falso?:

http://socialmediabar.com/swissindo

Anonimo ha detto...

Concordo con Andretta sulla chiarezza della sintetica esposizione dell' Antropocrazia fatta da B.B.

Bravi tutti e due: diversi ma complementari formano un connubio perfetto.

A.M.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Ragazzi sono COMMOSSO, x tutte queste belle parole,spero in futuro di mantenere questo stato ANARCO-GRAMMATICO come licenza MITOPOETICA:)

Vai Beppe, mutatis mutandis....in quanto cambiabili e non dogmatiche:)

Il riso non abbonda nella bocca degli sciocchi,ma in quella dei coscienti di spirito:)


Queste H come HAPPY HELP:)


GRAZIE & CIAO.

Giuseppe ha detto...

Ciao Paolo, sinceramente non ho ancora capito(per quanto riguarda le malattie)in cosa credi.

La teoria del tumore come fungo, magari è quella giusta e le malattie hanno origini "fisiche", ma seguendo le teorie di Malanga o del Dott. Hamer,
la vera causa non ha nulla a che fare con l'esterno. Mi meraviglia che tu, che ormai ha dato tanta importanza al lato spirituale
ti soffermi ancora con funghi, virus o similari. Ovviamente posso aver frainteso. ciao.
(Craven Road)

Anonimo ha detto...

avete fatto una donazione?
o venite qui solo per soddisfare il vostro ego scrivendo puttanate a ripetizione o al massimo qualche copia/incolla per apparire colti?

fangala...

pietro villari ha detto...

Ah, ecco, anche la "mitopoiesi"!
Noto che anche in Italia si inizia con il giochetto dei termini forti, inseriti "ad minchiam" tra i commenti di blog seguiti da migliaia di utenti in rete.

La tecnica ha gia' praticata da oltre un secolo, ma negli ultimi tempi e' molto usata, a tal punto da fare sospettare che si tratti di una operazione in corso e gestita a livello internazionale.

Introducendo questo termine nel blog di Franceschetti, un anonimo (e chi altro meglio di un fantasma?), sa bene di provocare la curiosita' di molti lettori, quindi la consultazione in rete e l'assimilazione dei dati abilmente precedentemente sistemati in rete presso siti di "controinformazione" appositamente costruiti e in realta' finanziati da organizzazioni che stanno conducendo la piu' grande manipolazione della Storia a discapito delle masse del pianeta.

Tra le tante in corso, questa operazione consiste in una sorta di "semina" di parole chiave che, elaborate nella mente dei "riceventi", agiscono progressivamente come lo sviluppo di un'erba infestante, in questo caso condizionando il comportamento, orientandolo.

Nella fattispecie, "mitopoiesi" e' un termine emblematico in quanto "rivela" che in condizioni repressive l'individuo (e le masse) e' soggetto a shock emotivi da trauma cognitivo che inducono a determinati processi mentali, borderline o propriamente deviati.

Puo' anche essere che questo fenomeno effettivamente accada in qualcuno. Ma non e' questo il punto. E non ha nemmeno importanza se chi attua questa tactica ne sia coscente o a sua volta inconsciamente indotto (come forse nel caso del nostro anonimo).

Considerando l'insieme delle operazioni di questo tipo, centrate sull'uso di termini e di fatti, risulta ovvio como il fine sia quello di provocare nel lettore una fortemente radicata convinzione che il sistema in cui viviamo sia infido e pericoloso, un nemico da combattere.
Il passo successivo, avviene autonomamente nel lettore, e consiste nell'identificazione fisica del "nemico" con le classi egemoni, e la reazione violenta verso di esso, vista come l'unica via di uscita, di liberazione dal problema.
E' pura manipolazione e in un futuro purtroppo non lontano potrebbe produrre un sanguinoso raccolto nell'ambito della attuale lotta tra gruppi di potere.

Anonimo ha detto...

Vai Beppe che sei tutti noi! Un nuovo poeta si affacia in su per la terra di Romagna, recitando in un nuovo italico volgare detto anche "itagnol" che desta stupore e ammirazione. Abbiamo colui che sta per gettare le basi di un nuovo rinascimento letterario...Oh Beppone mio, dacci ancora la tua saccenza che riflessa nei lidi di maggio possa condurci lontano dalle tenebre, affinché esorti il nuovo Dante di Bologna a scrivere un epico poema chiamato "La Disfatta Commedia".

cioa

ps: avete fatto la donazione stronzi? o sei tutti milionari solo quando vi presentate nelle chat per parlare con qualche zoccola dell'ultima ora?

Anonimo ha detto...

ma quanti spruzza velenooooo

Anonimo ha detto...

@Pietro Villari

"Introducendo questo termine nel blog di Franceschetti, un anonimo (e chi altro meglio di un fantasma?)"

Il concetto espresso in linea di massima l'ho afferrato, ma credo che abbia "ciccato" l'autore.
Dato che il fantasma di cui parla è attratto da ben altri interessi che non riguardano la sfera propriamente terrestre nè le implicazioni semantiche espresse su questo pianeta.
Per meglio far capire:

http://solarimg.org/artis/

http://iswa.gsfc.nasa.gov/IswaSystemWebApp/iSWACygnetStreamer?timestamp=2038-01-23+00%3A44%3A00&window=-1&cygnetId=261

http://grb.sonoma.edu/


Ghost

Giorgio Andretta ha detto...

Sul blog di Giannino c'è uno che si firma B.B. ma non capisce nulla di antropcrazia, egr.Beppe Bologna, ma in altri, non mi chieda quali, sostengono che lei sia un troll, retribuito mensilmente da un'organizzazione sovra-partitica con una somma che fluttua tra i 4-5000€, proprio in forza della sua prossemica.
Gli ho tacciati di corrività, perché, come già espresso, il suo modo di scrivere lo ritengo una specie di diegesi, alla pari di N.Frassica, e non un lonfo.
Con rinnovata simpatia.

Anonimo ha detto...

Il nonsense surreale di BB é inarrivabile per tutti voi.

Mi auguro dal profondo che decidiate di togliervi gentilmente dalle palle..fatemi un fischio il giorno che prenderete questa decisione, così almeno avrò modo di leggere certamente qualcosa di meno banale e noioso. Certamente non sentirò la puzza di questa intellighenzia autoreferenziale che sta tutti i giorni a rompere il cazzo su questo blog.

ad ...

pietro villari ha detto...

Wow! G., adesso gioca anche a fare l'anonimo? Una megamitopoiesi, promossa sul campo: da una e' diventata trina!
La prossima volta si rivolga direttamente a Bourne...

Anonimo ha detto...

Allarme Allarme! Blog in crisi. Si richiede rientro immediato vecchi commentatori.

Anna ha detto...

Ma beato BB se prende 4-5000 Euro mensili per fingere di scrivere scrauso. Dovrebbero indire concorsi così risolveremmo il dramma disoccupazione, data l'enorme quantità di analfabeti -veri- di ritorno (o anche solo andata) che popolano l'Italia.
Altro che mitopoiesi qua dentro..orchite a palla (LOL).

Anonimo ha detto...

sof ha ucciso il blog

Giorgio Andretta ha detto...

Tanto scrauso non mi sembra se tanto mi da tanto, anzi.

Giorgio Andretta ha detto...

Tutto tace e chi lo fa acconsente, egr.BB, o no?
Almeno così recita l'adagio popolare.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Io conoscevo HAL9000 di 2001: odissea nello spazio, e non TROLL4000 di 2013 odissea nella rete, neanche nella mia più Per-FerVFida immaginazione mi sarei aspettato tanto.Poveri noi che finiamo nelle menti ha labirinto cieco di questi poveri cristi.

Cmq se la dittocrazia,con qualche buona anima istituzionale vuole cacciare i DENARI, qua gli estremi x mandarli.


http://youtu.be/pGQu7pLKl38



GRAZIE & CIAO.

Giorgio Andretta ha detto...

Non è sufficiente il RdC, egr.BB?
Tutto il resto con l'8% viene azzerato e diventa faticoso ed impegnativo mantenerlo, troppa fatica!
Le maiuscole fanno parte del corredo o assumono altro significato?

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

GIAN sono domande che ti hanno posto o cosa,o qualcuno si spaccia x te?

GRAZIE & CIAO.

Giorgio Andretta ha detto...

Non è la prima volta che si spaccerebbero per il sottoscritto, egr.BB, e spesso mi propongono domande inspiegabili, è successo anche in quest'ostello.
A mio avviso l'antropocrazia è estremamente semplice e mi chiedo come le persone non l'adottino, l'unica spiegazione che sono in grado d'avanzare è la coazione, subita in millenni dalle varie istituzioni, tale da averli privati completamente di volontà e di conseguenza di libertà, fino a renderli virtualmente lobotomizzati.
Con simpatia.

Democrito ha detto...

Leggo esterrefatto la spiegazione di BB sull’antropocrazia e mi domando seriamente se sia possibile, per una persona abitante nell’emisfero occidentale, arrivare a tale punti di ignoranza, oppure volontariamente si dicono bestialità, contando sull’ignoranza altrui.
A dire il vero ho aspettato qualche giorno a dire la mia, per permettere a qualcuno di farsi grasse risate delle teorie proposte ed intavolare una discussione seria, ma non è successo, il che da sostegno alle mie supposizioni sulle vere intenzioni della maggior parte dei frequentatori del blog.
Ovviamente rinuncio a parlare oltre di questa stupidaggine, e mi ritiro mettendomi le mani nei capelli e considerando amaramente che se questo è il livello del confronto, allora il potere non ha tutti i torti a trattare la gente a pesci in faccia. NON MERITANO ALTRO.
È voi sareste gli evoluti? Quelli che si propongono di cambiare il mondo? Di ribaltare il Sistema?
CHE DIO CI SCAMPI DA TALE SCIAGURA.
In mano a questi folli, ci sarebbero solo miseria, superstizione, diffidenza e ostilità. Il pianeta stesso esploderebbe in pochi giorni, a causa delle decisioni deliranti di chi si troverebbe a dover decidere qualcosa che coinvolga altre persone.
Amici miei, VOI siete il frutto avvelenato di secoli di poter massonico. Il nuovo MEDIOEVO che volevano re-instaurare, lasciare le persone nella povertà (in tutti i sensi) e nell’ignoranza, in modo da poterli sfruttare, come si fa con gli animali.
La compassione si esercita verso chi si ritrova in questa condizione senza colpe, ma chi sceglie di ritrovarcisi volontariamente non merita alcuna pietà.
Ben presto in Italia ci ritroveremo alla fame, e ce lo saremo meritato, se il massimo che riusciamo ad esprimere sono corbellerie del tipo citato. Finchè il piatto è pieno ci si può permettere di dire cazzate, ma poi….
Però, CONTENTI VOI….

Democrito ha detto...

Ciao Villari,
concordo in pieno con il tuo pensiero. Purtroppo il sistema è talmente sofisticato da far passare per alternative, quindi fighissime e degne di fede, vere e proprie truffe ai danni delle persone. Questo vale per la medicina, ma anche per la politica, la scienza, la fede e la “spiritualità”. Il capolavoro del sistema è quello di aver saputo creare un contro-sistema, contrario ma simile a se stesso nell’essenza. Si tratta di manipolazione che si autoalimenta attraverso l’uso di parole chiave, tag che indirizzano l’ignaro utente, attraverso il mare magnum della rete, ad acquisire informazioni distorte, spacciate per verità alternative alle informazioni distorte dell’ufficialità.
La truffa, come tu dici, ha dato i suoi frutti avvelenati. Sarebbe occorsa una rifondazione, guidata dall’onestà intellettuale, per evitare le peggiori conseguenze del nostro agire. Una rivisitazione di tutti i valori che si sono affermati nel mondo, almeno negli ultimi 600 anni, ma questo non è avvenuto, se non in casi isolati e di poco conto. Ora temo sia troppo tardi per un inversione di tendenza. La confusione domina imperante e una nuova Babele, dove tutti parlano una lingua diversa e nessuno è più in grado di comunicare, si è formata. Si esprimono i valori della stupidità e l’alternativa è la superstizione, credere in qualunque cosa ci venga propinata, senza alcun senso critico.
La fine dell’intelligenza viene spacciata per evoluzione. Questo è in realtà il punto più basso a cui si poteva arrivare.
CHE DIO CI AIUTI...

Chupologo di professione ha detto...

Democrito guarda che se non riesci ad uscire dallo stallo mentale che ti affligge non è colpa di BB...esistono altri modelli di società e di economia, se non ci arrivi ridi pure tu che noi abbiamo di meglio da fare che seguire i tuoi post lunghi e tediosi e pro sistema.

pietro villari ha detto...

@ Democrito
La tua descrizione della "manipolazione che si autoalimenta attraverso l'uso di parole chiave" possiede la forza di quella impietosa lucidita' di chi, come me, ha compreso il sistema troppo tardi, alla sera.

Truffe dovunque guardi, attorno e persino dentro ognuno di noi.
La nostra onesta' intellettuale (la studieranno ad archeologia dell'eta' industriale? E quale sara' la definizione?) e' servita ad altri, come perle non "date ai" ma "rubate dai" porci. Non gli bastava, si sono presi anche l'ideologia.

Dal semino velenoso al frutto: eccoci arrivati al sistema gianiforme, "conservatore" e "alternativo", come il "grillus" inciso nelle pietre semipreziose, incastonate negli anelli dei patrizi romani di eta' imperiale (curioso che nessuno sinora abbia segnalato questa forte bivalenza magica del nome). Ma forse hai ragione tu, e sono solo vittima della superstizione. Unzione estrema o estremista.

Si, penso anch'io che sia troppo tardi e credo che alcuni pensatori della fine dell'Ottocento e del primo quarto del Novecento fossero giunti ad avere una sommaria idea di quel che si sarebbe verificato in questi pochi decenni che ci separano dalla fine dell'Umanita' come noi la conosciamo.

Tu ti separi dalle tue riflessioni con l'esortazione apotropaica "che Dio ci aiuti". Credo pero' che tu sappia bene che non bastera' nemmeno allargare l'esortazione a "che un dio ci aiuti".

Mi da molto fastidio questa coincidenza mitopoietica (toh, eccolo qui, subito suggerito in penna dall'inconscio manipolato... Miserere), questa coincidenza tra l'arrivo dell'anzianita' e l'inizio della fine del nostro mondo. Uno struggente Crepuscolo degli Dei a cartoni animati, una realta' virtuale che si fa "vera" grazie ai mass media.
E' con lo stesso eroismo di quel pollo che non sa di saper volare, ci godiamo il vuoto del precipizio al computer, in ciabatte e vestaglia: alla guerra come alla guerra.

Democrito ha detto...

****esistono altri modelli di società e di economia****
caro chupologo,
e quali sarebbero di grazia?
Il valore è valore e viene prodotto in un solo modo.
La rappresentazione del valore è la rappresentazione del valore e serve a implementare lo scambio dei prodotti. Non esiste al mondo un solo posto dove queste coordinate non siano rispettate, tranne forse in qualche sconosciuta tribù nella jungla amazzonica.
Senza nulla togliere agli indios, saremmo noi in grado di sopravvivere alla foresta amazzonica, senza nemmeno l’aiuto di un temperino?
Che ti piaccia o meno tu vivi della tecnologia che ti fornisce il sistema cattivone, senza la quale, come tutti noi, non saresti in grado di durare 2 giorni.
Occorrerebbe quindi un sistema più umano, ma prima di proporre qualcosa occorrerebbe studiare bene il sistema presente, capirne i meccanismi, capire dove non funziona, in modo di evitare di dire stupidaggini.
Come già detto, non so se BB ci fa o ci è, ma tu che lo segui nel suo delirio dovresti davvero studiare un po’ di più prima di dare la tua approvazione a qualunque proposta ti venga propinata. Allora sapresti perché la ricetta non può funzionare.
Detto in 2 parole, la rappresentazione del valore esiste solo se c’è un valore che deve essere rappresentato. In mancanza di un valore da rappresentare, la massa monetaria vale una cippa e ci compri una cippa.
Il valore è dato dal lavoro umano, in cui concorrono sia la quantità che la qualità del lavoro svolto.
Niente valore, niente denaro, quindi niente risparmio. Come fai a risparmiare ciò che non possiedi, per il semplice fatto che non lo produci? Le tasse poi hanno 2 funzioni, l’una è l’imposizione della moneta corrente, la seconda è una funzione anticiclica, un po’ come fossero il volano nel motore a scoppio. A meno che tu non sia particolarmente ricco, dovresti lottare affinché si paghino un sacco di tasse, non tanto per usufruire di servizi che altrimenti non potresti permetterti, quanto per contenere un aumento dei prezzi che ti ridurrebbe sul lastrico.
Si lo capisco che studiare sia a volte un po’ noioso, “tedioso” come dici tu, e che tu hai altro da fare, cioè divertirti, ma poi non ti lamentare se le cose ti vanno male e soprattutto evita di dire che vuoi rovesciare un sistema che nemmeno capisci.
Adolescenti a vita? Ok ma muti però.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Bella Demo complimenti x le argomentazioni date alle mie BAGGIANATE.Invece di immettere pregiudizi a NON-SENSE,ti sei mai documentato seriamente su gli studi di Bellia?se vuoi ti indico un sito dove ci sono svariate ore di interviste radiofoniche,da cui potrai farti un idea ampia e chiara sull antropocrazia,dimmi tu? se poi dopo tutto questo, non ci vuoi arrivare,che ti ripeto e come fare, (uno piu 1= due e non una somma qualsiasi)allora io non ci posso fare niente e un tuo limite come io ho i miei limiti, e come del resto tutti quanti ne hanno.

Ed IO sarei un TROLL4000,ha posto siamo, ma dico IO.


GRAZIE & CIAO.

Giorgio Andretta ha detto...

Quando ha elaborato il commento sull'antropocrazia indirizzato all'egr.Beppe Bologna era seduto davanti ad uno specchio, egr.Democrito?
Sono convinto che solamente lei non abbia consapevolizzato che i suoi commenti erano, sono e resteranno dei copia/incolla, in quanto farina del suo sacco non ce n'è. A supporto di quest'affermazione ci sono le innumerevoli richieste di approfondimento da me avanzategli rimaste inesorabilmente inevase. Questo sta a significare il vuoto che sorregge ogni suo scritto, infatti, oltre che spargere veleno, lei non è stato in grado di cimentarsi in una critica propositiva sul contenuto del progetto in oggetto, offrendo ad ogni ospite di quest'albergo l'opportunità di pronunciarsi o meno sulla validità delle sue idee.
Dal momento che l'antropocrazia l'ho presentata io, e quindi ne conservo la genitura, le correva l'obbligo di rivolgersi al sottoscritto e non al buon Beppe Bologna, sfoderando, così facendo, del buon senso che evidentemente le scarseggia e non cimentandosi nella furbizia di parlare a nuora perché suocera intenda.
Mi scuso con tutti per la geremiade a cui sono stato costretto, essendo mia abitudine l'essenzialità.

Giorgio Andretta ha detto...

Egr.Beppe, quando posso passare all'incasso?
Le ho fornito una difesa in barba alla mancanza di laurea in giurisprudenza e licenza di avvocatura, infatti mi sono destinato a lei e non alle Bestie di Satana.
Con simpatia.

Democrito ha detto...

Andretta, pensi di avere l'esclusiva sull'antropocrazia? Parli di contributi oreiginali, come se tu ne sfornassi di nuovi ad ogni piè sospinto.
Come sempre si accusano gli altri di fare quello che facciamo noi per primi. Nessuna obbiettività e nessuna lungimiranza, nessuno studio, altro che sistemi alternativi.
Gli approfondimenti richiesti potranno venire solo se ci sono le basi di conoscenza dell'argomento trattato, non ad minchiam. Dimostrami di sapere quale sia il ruolo delle tasse nello stato moderno, e allora parleremo di tasse e di come andrebbe affrpontato l'argomento. Dimostrami di sapere quale differenza ci sia tra valore d'uso, valore di scambio e prezzo di un prodotto, allora ci potrebbe essere un confronto sulle varie teorie economiche e si potrebbero approfondire gli argomenti trattati. Invece di fronte all'ignoranza, alle dichiarazioni di fede, alle frasi buttate li senza che si capisca dove si voglia andare a parare, meglio lasciar perdere che è tempo sprecato.

Democrito ha detto...

Beppe, se parlo con te, vorrei una risposta da te, non dal Bellia. Lo sai cosa sia il valore di un bene e da cosa sia determinato? Sto parlando di valore, non di prezzo. Lo sai quale sia la differenza tra le due cose? Se non lo sai, come diavolo fai a sostenere le ragioni di chicchessia? Sulla base di cosa? Di quale ragionamento?
Ti ripeto, non so se ci sei o ci fai, certo è che questo è il tipico atteggiamento di chi crea confusione, non di chi vuol vederci chiaro.
La teoria proposta potrebbe essere la panacea di tutti i mali, come anche una cazzata pazzesca, ma se tu che la imbracci per primo non ci capisci un cazzo, di cosa stiamo a discutere? di quello che ci prende meglio? E su via, famoce 'na canna...

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

"Non so se ci sei o ci fai"

IO SONO, tutto qui, un essere divino come TE.

"Lo sai cosa sia il valore di un bene e da cosa sia determinato?"

In questa frase ce la risposta: il denaro non dovrà essere un equivalente per la forza umana di lavoro, ma solo per la merce. Solo merce si potrà avere in avvenire per denaro, non forza umana di lavoro.R-STEINER.

"Dimostrami di sapere quale sia il ruolo delle tasse nello stato moderno."

Semplicismo pura usura nient'altro,o secondo te non viviamo in un sistema usurocratico?.

"se parlo con te, vorrei una risposta da te, non dal Bellia"

Siccome io non pendo dalle labbra di Bellia, ma in me ce la regola che mi dice ( io non credo ha niente e indago ogni cosa ).E approfondendo con svariate ore di ascolto quello che aveva da esporre,e aggiunta alle mie ricerche sul tema dell usura monetaria mondiale,l antropocrazia e la soluzione matematica-aurea.

"La teoria proposta potrebbe essere la panacea di tutti i mali, come anche una cazzata pazzesca ".

Giusto allora studiala che da quello che scrivi non ne sai MEZZA,poi ognuno si tiene le sue IDIOZIE.


GRAZIE & CIAO.

Anna ha detto...

Il solo e semplice fatto che tu non riesca a concepire la vita senza denaro è estremamente triste, Democrito.
Ma si sa, tu ami la filosofia del panettiere a un tanto al mese...
Adolescenti a vita? No, bambini proprio, grazie.

Anonimo ha detto...

Democrito.

Sei tu a dovere apportare le prove sulla incongruenza di un argomento che non condividi, e non chi lo ha esposto.
Tu però, oltre a non avere, in generale, nulla di buono da proporre se non negatività, rassegnazione e sconforto, non contrapponi nulla di sensato all' Antropocrazia, e non perchè non ci siano(a mio avviso)argomenti contrastanti validi alla sua realizzazione, ma perchè non è quella la vera ragione del tuo intervento.

Ed ora andiamo al punto: dato che il tuo intervento non è stato causato dalla mancanza di condivisione con il tema suddetto (quello è solo una scusa a cui ti sei appigliato), qual' è dunque la vera ragione?
Eccola: La cruda verità risiede nella tua velleità che, ignorando in malafede l' uso del copia/incolla e la mancanza di farina di tua proprietà, presume di trovarsi in primo piano e si indigna di vedervi, invece sua, il GRANDE e POSITIVO Beppe Bologna.

Insomma, si tratta delle tue note e meschine caratteristiche: l' INVIDIA INCONTROLLATA e una MALAFEDE SENZA RITEGNO!!!


A.C.

Anonimo ha detto...

Anna.

Hai ragione, diventare come i bambini dovrebbe essere l'ambizione più alta, l'unica evoluzione da prefiggersi.

Solo quando riusciremo in questo progetto, e solo allora, potremo considerarci umani.


A.C.

pietro villari ha detto...

Ciao BB, potreste dirmi come spiegare a una serie di gentili signore (e sopratutto convincere i loro Jack) che farebbero bene a rinunciare a farsi pagare in denaro, bensi' accettare beni in natura...
Spremiti, ti prego, e soffiami la strada antroposofica.

Ah, si! Riguardo alle donazioni in denaro per i poveri?

Paolo Franceschetti ha detto...

Salve Villari. A proposito di donazioni... Grazie della donazione, che è arrivata. :-)

pietro villari ha detto...

Paolo: la tua rivelazione mi ha rovinato. Adesso che il fisco e le mie ex sono a conoscenza che ho versato un milione di dollari ad una associazione per le attivita' di una rara specie di panda, dovro' rifugiarmi in Nord Corea.

Tanto per non rovinarmi la reputazione: possiamo metterci daccordo che in verita' si tratta di un prestito con interessi al 350% ?

Secondo te, godersi un onesto film con Cetto la Qualunque e' un buon antitodo per digerire la frittatina antroposoficizzata?

Anonimo ha detto...

Villari.


"La botte piena e la moglie ubriaca" non può, per sua implicita contraddizione, far parte della salubre concezione antroposofica.

Se i suoi "beni in natura" non sono considerati di pari valore alle prestazioni richieste da colei con cui vorrebbe eseguire il baratto, cerchi chi apprezza lo scambio o si dia pace e rinunci; altrimenti smetta di lagnarsene e paghi per il lavoro PRETESO.
Senza tanto menar il can per l' aia, ossia: raccontarsela e raccontarcela, che i tempi sono duri(anche se non per lei!) e non è il caso.

A.C.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

GIAN in base alle mie esauste finanze, posso assumerti come uso patrocinio e dunque x incassare devi passare x l avvocatura di stato,AUGURI.Grazie x la difesa ineffabile, riflettevo sul oceano di lacrime dove galleggia l antropocrazia con il rischio di affogare prima di vedere terra,e mi veniva da piangere poi mi sono detto e no, non me lo posso permettere se no rischio con le mie lacrime di fare annegare l antropocrazia, come la lacrima a goccia che fa traboccare il vaso.


Anna, si bambini,guarda questo video, e la mia insegnante di YOGA la + brava del mondo.

http://youtu.be/91FcWkCwVpU


A.C.mi ricordi la mia amica LILITH,dove sei mi manchiiii....
Grazie di cuore.



GRAZIE & CIAO.


Giorgio Andretta ha detto...

La sua comicità ed ironia sono inarrivabili, egr.BB, però mi ha condotto ad annegare definitivamente l'antropocrazia, perché con le lacrime che ho prodotto a causa dell'ilarità ho provocato uno tsunami.
A prescindere la difenderò sempre in forza della mia licenza ad onore ad esercitare l'avvocatura conferitami dal mio insegnante d'italiano, naturalmente in regime antropocratico e quindi gratuito.


Egr. A.C., le sono riconoscente della solidarietà e della conferma che lo zoppo non manifesta il proprio handicap solamente in mia presenza, ma, come sempre creduto, peripateticamente diuturnamente erga omnes.

Giorgio Andretta ha detto...

Sbaglio o mi segue anche in altri blogs, egr.BB, ho notato che ha ripreso termini da me usati in quelle sedi.
Sempre con simpatia.epalgih

Anonimo ha detto...

2:43:20
PF: "...e per altro nella casaleggioassociati c'erano e ci sono personaggi legati ai grandi banchieri internazionali. Quindi, cioè, di che parlaimo, insomma."
MM: "Non lo so. Dimmelo tu."
PF: "Sono gli stessi poteri che stanno dietro a tutti gli altri."
MM: "Anche dietro a lì sono. Minchia! ma sono dietro a tutti questi qua. Non ti puoi muovere."

E a questo punto mi son piegato in due dalle risate :)

Democrito ha detto...

BB,
rispondo solo a te, perché mi sembri l’unico, in questo posto sempre più triste e malfrequentato, a voler discutere serenamente di una questione. La malafede e la cattiva emotività degli altri (che si ritengono evoluti), specie di chi provoca senza aver niente da dire, è evidente.
Allora, il valore di un bene è dato dal lavoro. È un dato di fatto. Le merci non hanno alcun valore intrinseco. Essendo il denaro la rappresentazione del valore, quindi del lavoro umano, in cui però concorrono, per stabilire il prezzo di un prodotto, altri fattori, quali la domanda e l’offerta, cioè la speculazione finanziaria, esso è di fatto la rappresentazione del lavoro.
Non è che noi ci alziamo alla mattina e a volontà ribaltiamo le regole dell’universo. Noi paghiamo il lavoro con la rappresentazione dello stesso, al di fuori del quale non esiste alcun valore.
Una società senza denaro non è possibile, almeno in senso economico, perché si creerebbero degli squilibri insanabili.
La qualità e la qualità del lavoro, se riportata a zero, appiattirebbe qualunque valore a zero, perciò lo scambio non avrebbe luogo se non in termini puramente speculativi. Se io ho bisogno di qualcosa che tu possiedi, tu determinerai il prezzo sulla misura, non del valore del lavoro impiegato, ma della natura del mio bisogno, perciò mi farai pagare tantissimo qualcosa che a te costa pochissimo in termini di tempo ed impegno.
E sarà pure una truffa, perché tra un prodotto ben fatto ed uno fatto con i piedi non vi sarà alcuna differenza di valore, se non quello assegnato arbitrariamente (le merci hanno valore, quindi non possono essere le merci ad assegnare valore. In questo caso parliamo di valore arbitrario, cioè speculativo). In parole povere avremmo creato un mondo dove la finanza domina incontrollata e la speculazione sarebbe l’unico parametro degli scambi. Non è che questa fosse l’intenzione di Steiner, che tra l’altro era un massone? L’implementazione dell’economia virtuale (finanza) a scapito di quella reale. È quello che sta avvenendo, infatti pare che lo stipendio sia diventato un optional, che il lavoro debba venire pagato sempre meno (tanto non ha valore, vero?), mentre ci si arricchisce con le operazioni finanziarie (bolle di nulla). Il sistema economico attuale somiglia ai principi dell’antropocrazia, non trovi? Niente stato, niente valore se non quello fissato dalla speculazione sulle merci, nessuna qualità del prodotto, tanto la qualità non si paga e non ha valore, marchi venduti a prezzi esorbitanti, per soddisfare il bisogno narcisistico delle persone, tanto i bambini che lavorano nel terzo mondo non si pagano.

pietro villari ha detto...

@ A.C., ore 00:36
Cara, l'antropocrazia, per sua definizione, non puo' essere salubre per l'ordine naturale.
E' un dato di fatto, inutile stravolgere la realta' delle cose attribuendo a uomini poteri che, per loro natura, non possono permettersi di reclamare.

E' dura da digerire, ma cosi' funziona l'Universo.
"La botte piena e la moglie ubriaca" erroneamente da lei citate sono esempio proprio di quell'ordine naturale.
Tanto le dovevo.

Giorgio Andretta ha detto...

Finalmente siamo in condizioni di valutare la farina del sacco del sig. Democrito, perché finora si era prodotto e presentato solamente con il copia/incolla.
Mi assumo totale responsabilità nell'affermare che la trasparenza dei suoi ragionamenti è pari a quella di una miscela di acqua ed anice, o sbaglio?
Nell'ultima ipotesi sfido chiunque a proporne un sunto e confrontarlo a tutti gli altri commenti a sua firma.
Il passaggio su Steiner e l'antropocrazia li considero la ciliegina sulla torta.
A divertirsi.

Anna ha detto...

@Democrito

"Non è che noi ci alziamo alla mattina e a volontà ribaltiamo le regole dell’universo. Noi paghiamo il lavoro con la rappresentazione dello stesso, al di fuori del quale non esiste alcun valore.
Una società senza denaro non è possibile, almeno in senso economico, perché si creerebbero degli squilibri insanabili.
La qualità e la qualità del lavoro, se riportata a zero, appiattirebbe qualunque valore a zero, perciò lo scambio non avrebbe luogo se non in termini puramente speculativi. Se io ho bisogno di qualcosa che tu possiedi, tu determinerai il prezzo sulla misura, non del valore del lavoro impiegato, ma della natura del mio bisogno, perciò mi farai pagare tantissimo qualcosa che a te costa pochissimo in termini di tempo ed impegno."

La quantità spropositata di assurdità che dici spacciandole per pensiero compiuto è scandalosa. Faccio bene io a preferire gli animali all'essere umano.

Qui altro che acqua e anice Andretta, siamo all'impasto di calcestruzzo.

Anonimo ha detto...

Democrito.

Tu affermi: "In parole povere avremmo creato un mondo dove la finanza domina incontrollata e la speculazione sarebbe l’unico parametro degli scambi. Non è che questa fosse l’intenzione di Steiner, che tra l’altro era un massone?....".

L' abbiamo creato già da tempo, nel caso non te ne fossi accorto: "questo mondo dove la finanza domina incontrollata e la speculazione è l' unico parametro degli scambi". E tutto ciò senza l' intervento di Steiner, che tra l' altro dice cose opposte.

E quando mai "il valore di un bene è stato dato dal lavoro"? Ma cosa cazzo scrivi? Se così fosse i più poveri sarebbero i più ricchi e viceversa!

Come al solito ti contraddici e parli a vanvera, senza nemmeno conoscere quello che pretendi contestare; perchè, come già detto, a te preme SOLTANTO nutrire il tuo ego, anche se di sole illusioni!

A.C.

Giorgio Andretta ha detto...

Non male l'"impasto di calcestruzzo", signora Anna.

Anonimo ha detto...

Villari.

Vedere negativamente il mondo, e limitate le possibilità e capacità umane è una sua scelta e non "un dato di fatto".

Come funziona l' universo lei non l' ha capito affato, ci si è avvicinato(e questo le fa credere di "saperla lunga") ma ad un certo punto ha dovuto arrestarsi; e questo, a mio parere, dovuto ai limiti delle sue condizioni che la legano ai vantaggi ottenuti e che altrimenti avrebbe paura di perdere.

E' solo una giostra quella su cui è salito e su cui sta girando a vuoto senza raggiungere nulla, un' ILLUSIONE, non è la realtà.
Se solo avesse abbastanza curiosità, generosità ed il coraggio di scendere se ne renderebbe conto.

"La botte piena e la moglie ubriaca" era pertinente al suo discorso. Questo atteggiamento TRUFFALDINO non riguarda la natura umana ma unicamente di alcuni, che per giustificarsi ne universalizzano il concetto.

A.C.

Anonimo ha detto...

@ BEPPE-BOLOGNA.


..........:-)))

Anonimo ha detto...

Giorgio Andretta & Beppe-Bologna

Non c' è di che.

Ho simpatia per tutti coloro che hanno un atteggiamento positivo e altruistico; e che cercando di fare luce denunciano gli errori dell' umanità proponendosi di porvi rimedio.
Mentre non mi aggrada l' atteggiamento distruttivo, pigro e vigliacco di chi si adagia "rassegnato", e che per giustificarsi universalizza PRESUNTUOSAMENTE i propri limiti così da non doversi impegnare per cercare di superarli.

La natura dell' uomo, a mio parere, non è cosa fissa ma cangiante, e si adatta sempre più alla sua coscienza, che da quando è nata non può che espndersi(malgrado QUALSIASI ostacolo)esigendo una realtà esterna che le rassomigli. Cosicchè, sotto un certo aspetto e in una data misura, la natura condiziona l' uomo sempre meno, perchè egli vuole e quindi deve superarne i limiti per adeguarla alla sua coscienza che glielo ESIGE .

Gli errori di questo percorso sono tanti. Ma è noto che sbagliando si impara!


A.C.

pietro villari ha detto...

@ A.C. ore 16:37

Resto sempre basito dalla straordinaria possibilita' che gente come lei ha di ritenersi detentore di onniscenza e persino della saggezza.
Lei e' la triste espressione del fanatismo, pericolosa malattia di esclusivo appannaggio umano, che rende vano qualsiasi barlume di speranza per il futuro di questo disgraziato pianeta.

Per tale feccia, che lei impersona nell'anonimato gradasso e liberticida, chi piscia pensieri fuori dalla vostra tazza e' un individuo asociale, da isolare e normalizzare.
Siamo gia' alla lotta agli eretici, ai carrettini del tribunale dell'inquisizione.

Nessuno puo' piu' sperare di sfuggire all'orrido programma riservatoci dal vostro monoteismo traviato e fanatico che ha maldestramente manomesso l'antichissima tradizione iniziatica euroasiatica.

Negli ultimi decenni state operando la piu' grande "pulizia etnica" della Storia e con modalita' non piu' silenziose, al punto che oggi non avete nessuno che puo' contrastarvi, qualunque cosa decidiate. Avete distrutto tutti i centri che potevano opporre un minimo di fastidiosa resistenza.
La massa e' ormai manipolata in ogni sua scelta, al punto di accettare, fare proprie e difendere con violenza fanatica teorie socio-economiche che la danneggiano gravemente.
E il moderno adettamento materialistico dell'antroposofia e' una delle tante in questa folle marea montante antropocentrica, ove persino la bellezza della luminosa e leggerissima via iniziatica e' ridotta a un oscuro e pesante fardello.


Giorgio Andretta ha detto...

Ringrazio e ricambio, egr.A.C., vale la pena di partecipare allo scambio in rete solamente per incontrare riflessioni come le sue.
Ciò mi sottopone ad un oneroso costo affrontando l'olimpiade della demenzialità che normalmente vi impera ed ad un arduo slalom per evitare i dardi velenosi che da molte parti mi vengono scagliati.
E' impossibile dialogare con chi non ha ancora raggiunto lo stadio umano ma si è soffermato in quello dei primati, certo è doveroso guardare avanti in considerazione dell'eternità, prima o poi ne usciranno e con un po' d'impegno potranno recuperare.
Con altrettanta condivisione.

Anonimo ha detto...

Giorgio Andretta

La ringrazio per la condivisione.

E si, è esattamente così come lei scrive. Unicamente con l' interpretazione oggettiva e un quadro chiaro e ampio della vita: passata, presente e futura (ed eterna), si può far fronte ai soggettivi demenziali punti di vista e alla pretenziosa arroganza di quella parte del "momentaneo" prodotto ibrido dell' umanità; e in tal modo ostacolarne, con mille fatiche, l' immane potenza negativa!

Cordiali saluti.


A.C.

Anonimo ha detto...

Villari scrive rivolgendosi al sottoscritto:
"Lei e' la triste espressione del fanatismo, pericolosa malattia di esclusivo appannaggio umano, che rende vano qualsiasi barlume di speranza per il futuro di questo disgraziato pianeta".

Vede: in nessuna delle sue parole sono riconoscibile; nulla di ciò che ho manifestato può dare logico luogo alle sue parole; ciò che lei afferma è frutto di un moto di stizza incontrollato.

In quanto alla "feccia" a cui mi associa: dovrebbe per lo meno sapere, che essa è composta da quella parte minoritaria di popolazione che vive sguazzando piacevolmente in una fogna a cielo aperto, e che per mantenersi: inganna, manipola, sfrutta, deruba e uccide la restante maggioranza. Per cui, vivendo da sempre su una nuvola, come posso appartenevi?

In tutti i modi va bene così.
Daltronde cosa aspettarsi da un ipocrita conservatore a cui questo "disgraziato pianeta" va, di fatto, a pennello.


A.C.


pietro villari ha detto...

Sono certo che "A.C." non provi alcuna vergogna in questa sua infame pratica dell'anonimato, dietro alla quale nasconde la vera e inconfessabile natura, tanto gradita ai suoi pari partigiani.


Democrito ha detto...

***La quantità spropositata di assurdità che dici spacciandole per pensiero compiuto è scandalosa. Faccio bene io a preferire gli animali all'essere umano.***
e quali sarebbero le assurdità? Quelle che tu hai deciso essere assurdità e quindi come tali devono essere considerate dal resto del mondo? Un po’ arbitrario, non trovi? Mi sa che a forza di coltivare patate, ne hai estratto lo spirito e te lo sei bevuto.
Preferisci gli animali forse perché sei come loro, capace solo di grugnire cazzate e incapace di fare un minimo di ragionamento obbiettivo. Solo emotività e negatività malcelata, camuffata da prese di posizione mal argomentate e strumentali a qualcos’altro, probabilmente di inconfessabile. La malafede è evidente, tanto quanto l’involuzione del tuo personaggio, perso in una deriva autarchica.
A me stanno sul cazzo i talebani. Loro non discutono, non si confrontano, sono solo capaci di sparare sentenze. Vivi la tua vita da religiosa e non rompermi ulteriormente i coglioni con le tue sentenze del cazzo.
Sei di una noia mortale.

Democrito ha detto...

***Non male l'"impasto di calcestruzzo", signora Anna.***
Dio li fa e poi li accoppia.
Che tu fossi un vecchio bavoso lo sapevo, ma che arrivassi al punto di leccare il culo alla prima deficiente che passa, solo perché ti da ragione, mi mancava.
Siete noiosi e stupidi, penso che sono stufo di perdere tempo con degli ignoranti della vostra risma.
Tanto ti dovevo e tanto hai ricevuto, se ti piace venire insultato puoi continuare a scrivermi.

Democrito ha detto...

AC, mi ricordi qualcuno, ma in una versione meno intelligente. Sei peggiorata, cara mia. Nell’altra versione qualcosa di interessante ogni tanto lo tiravi fuori, adesso invece è solo imbecillità allo stato puro.

Anonimo ha detto...

Democrito ha ucciso il blog (e rotto i coglioni)

Giorgio Andretta ha detto...

Non ho remore nel riconoscere il merito e conseguentemente attribuirne onore, egr.Democrito, perciò estemporaneamente alla signora Anna, che pure non molto tempo fa dichiarava di esserle sodale, le riservo, in sintonia con il mio presente pensiero, i miei complimenti.
Analogamente mi comporterei con lei o con chiunque altro qualora pubblicamente si esercitasse in un atto di resipiscenza.
Tutto ciò perché la mia interiore spinta propulsiva scaturisce dal mio IO e non dall'anima di gruppo, e quindi in grado di discernere in esclusiva ciò che può essere più o meno in sintonia con la mia evoluzione, dal momento che il karma è personale.
Ora se lei desidera trattenersi nel dileggio ne ha piena facoltà, tanto tutto andrà ascritto nel suo di karma.
Una cosa mi diverte particolarmente che lei ed altri, arrivati ad un certo punto del confronto, vi rivolgiate alla luna(a giusto motivo) e tralasciate di citare il vostro diretto interlocutore, come difesa infantile disarmati di valide argomentazioni.
Con osservanza.

Anna ha detto...

Quando hai finito lo show per bambini isterici facci un fischio, Democrito. Sennò chiamo Topo Gigio e il Mago Zurlì e vediamo se riesci a essere un pò più comico, ma ne dubito che non a caso hai scelto
il nick del filosofo più scrauso della storia.
Quello che c'era da dire su di te l'ha egregiamente e più volte espresso Andretta, direi che non ti resta che incassare di più e incazzarti di meno. E impara l'arte di metterti in discussione, che il copia e incolla è superatissimo (e sappiamo benissimo cercare le definizioni da soli sul dizionario, grazie).

Anna ha detto...

@ A.C.

Pienamente d'accordo con tutto quanto scrivi. Tra l'altro, già solo la realtà della banca del tempo alla quale molti comuni stanno finalmente aderendo e che riscuote enorme successo, smentisce subito e tranquillamente quanto postato dai filosofi de noantri e della disgrazia perenne.
A tutti consiglio di informarsi sulle banche del tempo, non solo hanno ridefinito in modo umano il concetto di scambio lavoro -soldi, ma hanno proprio ridato valore al lavoro stesso, ed hanno tolto dalla depressione e altri pensieri molesti molte persone disoccupate che sono tornate a sentirsi utili per la comunità senza l'angoscia del soldo in tasca.

@Andretta

Sono sempre solidale con idee a mio parere valide quando queste emergono; delle persone che le esprimono dentro questo spazio virtuale, a me felicemente e perennemente sconosciute, non me ne può fregare di meno. Per cui a idea scadente o ad una non-idea rispondo ciò che penso, sempre.
La solidarietà a prescindere non mi appartiene, con mia somma gioia.
Come Lei, ci tengo particolarmente alla mia evoluzione, e questa presuppone ed esige selezione.

Saluti.


pietro villari ha detto...

La invito a non rispondere agli insulti, "Democrito", e' purtroppo ovvio che si tratta solo di gente che trova sollievo o piacere nel provocare.

Spero che lei continui a postare i suoi commenti, che sono indubbiamente sempre interessanti e comunque costruttivi nell'ambito di un dialogo tra gente che si vuole parlare, anche se talora si trova su posizioni opposte.
Il suo e' un apprezzabile anonimato costruttivo.

Molti altri validi commentatori sono andati via da questo sito a causa di gente che, al riparo di un anonimato vigliacco, si cimenta solo a prevaricare e offendere.
Non reagiamo quindi, e' un problema del nostro ospite intervenire o perderci: il siparietto per vivacizzare il sito, da adesso, lo facciano altri.

Anonimo ha detto...

Andrò per immagini:

Vedo in Democrito e Villari, affratellati da scelte mediocri e superficiali, e di conseguenti vite false, il terrore di doverne prenderne atto.

Logiche quindi, le violente reazioni verso chiunque stia compiendo l' opposto cammino.

Troppo tardi per ricredersi, non possono che negare disperatamente ogni verità.

A.C.

Giorgio Andretta ha detto...

A giusta ragione si deve essere solidali con le idee, signora Anna, perché sono loro che ci vivificano o ci opprimono, gli individui ne sono dei semplici vettori, strumenti di esseri più evoluti.
Occasionalmente solidale.

Giorgio Andretta ha detto...

Più che violente mi sembrano inconsulte le reazioni, egr.A.C., perché nel primo caso un minimo di volontà trasparirebbe, mentre nel secondo l'unica guida è l'atassia.
Quanto la verità è come l'olio, sempre e comunque in superficie, invece la negazione della prima si assimila "all'impasto di calcestruzzo", inesorabilmente nel fondo, dove la luce non arriva.
E' un piacere.

Anonimo ha detto...

http://www.cineblog01.net/shadow-program-programma-segreto-1997/

pietro villari ha detto...

L'Associazione Guerriero Dragone, istituzione filantropica diretta da Paolo Franceschetti e Stefania Nicoletti,l'affidabilita' dei quali tutti noi conosciamo, ha sino ad oggi raccolto fondi esigui rispetto alle migliaia di visitatori e commentatori di questo blog.

E' importante che ognuno di noi sostenga l'iniziativa di questi due nostri amici, mossi da un vero altruismo, dal forte desiderio di Verita' e di Giustizia.

Anche due euro, valgono il pensiero e l'azione, per il bene di coloro che non possono piu' difendersi e sono ormai costretti all'angolo.

Aiutiamo Paolo e Stefania nella loro iniziativa filantropica.
Fare bene e' un atto d'Amore.

Paolo Franceschetti ha detto...

Grazie Villari. Molto carino da parte tua. :-)

Anonimo ha detto...

--Preferisci gli animali forse perché sei come loro, capace solo di grugnire cazzate e incapace di fare un minimo di ragionamento obbiettivo. Solo emotività e negatività malcelata, camuffata da prese di posizione mal argomentate e strumentali a qualcos’altro, probabilmente di inconfessabile. La malafede è evidente, tanto quanto l’involuzione del tuo personaggio, perso in una deriva autarchica.
A me stanno sul cazzo i talebani. Loro non discutono, non si confrontano, sono solo capaci di sparare sentenze. Vivi la tua vita da religiosa e non rompermi ulteriormente i coglioni con le tue sentenze del cazzo.
Sei di una noia mortale.---

http://www.youtube.com/watch?v=MK6TXMsvgQg&feature=player_embedded

Democrito ha detto...

^^^Quello che c'era da dire su di te l'ha egregiamente e più volte espresso Andretta, direi che non ti resta che incassare di più e incazzarti di meno^^^

Già, e cosa ha detto Andretta? Niente come al solito. Sono anni che vi prende per il culo e nemmeno ve ne accorgete. Siete solo patetici personaggi in cerca di un padre e come salta fuori uno stravagante subito vi identificate nella sua scemenza.
Povera Anna, hai 40 anni e ancora caschi in questi trucchetti da 4 soldi. Di quali argomenti parli? Io ho letto solo affermazioni senza fondamento e quando parli di bambini isterici, penso tu stia parlando di te stessa. Pensi di aver in mano una qualche certezza, solo perchè ne hai disperato bisogno e reagisci in modo isterico quando qualcuno mette in discussione una tua certezza.
Mi dispiace di dirti questo in modo così diretto, di solito uso più tatto verso le persone, ma tu ti stai irrigidendo in modo preoccupante e volevo metterti in guardia.
Lo so che sono parole inutili, ora mi dirai di farmi gli affari miei ed è giusto, se lo dici, che tu lo dica. Lo farò non temere, ma se mi esorti a dire ciò che penso senza fare lo spiritoso, ecco, quello che penso seriamente di te-
Non sono incazzatoi, le cose che mi fanno incazzare sono altre, non certo gli scambi in un blog.
Vedo tutto questo spreco e dico la mia, tutto qui. Se a qualcuno non piace, libero di mandarmi a quel paese. Quanto al copia-incolla, chiesi ad Andretta tempo fa di produrre prove di quanto affermava, ma finora nessuna risposta e voi tutti dietro al pagliaccio. Autonomia di pensiero no, vero? Non sia mai che abbiate un'idea vostra, una vostra convinzione, vero? Solo seguire le farneticazione di un vecchio bavoso, quello si che fa moda, vero?
Prima di parlare di teorie cosmologiche,non sarebbe forse il caso di mettere un po di ordine nella vostra vita, o no?romihng rural

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

ANM del,25 maggio 2013 16:54.

Messaggio ricevuto tutto a posto:)),so che ci SEI, questo mi rincuora,rispetto il tuo cambio di connotati telematici:)*:))

.........:-))) a te con affetto.


GRAZIE & CIAO.

Anonimo ha detto...

Democrito

In casa tua ci devono essere troppi specchi, perchè si da il caso che, IMMANCABILBENTE, quando critichi qualcuno sembra proprio che ti autoanalizzi.

Tu sei una iena(altro che balle!), e questo perchè nel profondo del tuo inconscio sicuramente ti detesti e ti stai autodivorando.

E poi a che episodi cerchi di appigliarti, PETTEGOLO e MESCHINO che non sei altro? Ma ti sei VISTO?

Per concludere: E' palese che nessuno può venire fuori integro da una società malata come questa! ma ciò non toglie che ci siano persone che, malgrado tutto, riescono a vedere dietro falsità e imboniture varie e a rimanerlo di più, anche a prezzo di sofferenze ed errori vari pagati personalmente, con coraggio e umiltà. L' importante è capire quando si sbaglia, COSA CHE A TE NON SUCCEDE MAI, e la DIFFERENZA FONDAMENTALE tra te, ed Andretta e Anna, oltre alla tua COMPLETA mancanza di ETICA, sta proprio LI'.


A.C.

Giorgio Andretta ha detto...

Franceschetti, che utilità produce pubblicare un commento come quello a firma Democrito datato 29 maggio ore 00.00?
Oltre a sporcare tutti i chakra dell'autore lorda anche quelli del blog, quindi la conclusione è l'inevitabile cassazione.
Si devono accettare solo apporti a contenuto morale oltre che custodi di senso evolutivo ed accrescitivo della sfera spirituale, la zavorra si può agevolmente scaricare.
In attesa, cordialità.

Anna ha detto...

Democrito, di anni ne ho 42 e ringrazio l'Universo (quindi me stessa) ogni giorno per non essere come te e quelli come te. Non che questo sia un caso eh, ma un grosso lavoro spirituale che faccio da anni su me stessa, e il risultato è che NON SONO COME TE. Sono FELICE, al contrario di te.
Mi sei stato però utile per comprendere ancora di più da che parte stare e scrollarmi di dosso la fuffa caccolosa e babbiona che tu rappresenti.
Adesso però puoi anche smammare insieme alla tua scadente e copiaticcia filosofia (il nick ti si addice proprio); preferisco di gran lunga lo stile di Andretta che mi diverte moltissimo, alle tue penose e deprimenti pugnette mentali.

Giorgio Andretta ha detto...

"Papà" Franceschetti, non sono stato sufficientemente comprensibile?
Ripeto, i commenti offensivi di Democrito devono essere cassati.
Va da sé che se non si usa oculatamente la libertà prima o poi viene sottratta ed io lo valuto a giusta causa, internet non può rappresentare un porto franco dove la mancanza di rispetto tra individui trova albergo, diversamente il livello di civiltà invece d'innalzarlo si abbassa.
Esigo una risposta da lei.

Giorgio Andretta ha detto...

La moderazione dei commenti è stata attivata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autore del blog.
Ritengo che lei, Franceschetti, abbia letto con superficialità o con poca attenzione i commenti scritti da Democrito, se così non fosse, in forza del suo avviso "ai naviganti", lo devo ritenere complice.
Tanto le dovevo.

Paolo Franceschetti ha detto...

Andretta, purtroppo non leggo tutti i commenti che approviamo. Democrito poi per tanto tempo postava commenti a mio parere noiosi (che quindi non leggevo mai) ma mai con insulti. Ora ha cambiato evidentemente genere, ma non sono in grado di capire se è nato prima l'uovo o la gallina, perchè non so se sia stato provocato o meno, vedo che spesso gli insulti sono reciproci.

Giorgio Andretta ha detto...

Non scriverò più una riga, "mentre la sto' ascoltando", Franceschetti, e farò venia se lei mi proporrà un solo mio insulto all'indirizzo di Democrito.
La palla è nel suo campo.

Giorgio Andretta ha detto...

Che senso ha attivare la moderazione dei commenti, Franceschetti, se per sua stessa ammissione non le destina sufficiente attenzione?
Tanto vale non esercitarla, in modo che la responsabilità di ciò che viene scritto penda maggiormente dal lato dell'autore.
In attesa ed "in ascolto".

Giorgio Andretta ha detto...

Dimenticavo! Franceschetti, il soggetto in questione non si è limitato ad infangare solo il sottoscritto ma, infingardamente, essendosi dichiarato a favore delle donne, ha adottato la stessa metodologia anche con le signore che frequentano il suo ostello, vedi signore Anna e Lilith, facendo scadere il livello del blog ad un postribolo estremo orientale.
Lei potrà anche condividere un simile alloggio, sulle scelte personali non si può disquisire, ma il sottoscritto non si ritiene a proprio aggio in un albergo con già descritti parametri.
A lei la scelta, ma può ricorrere all'aiuto di Jacopo, nell'eventuale sua indecisione.

Giorgio Andretta ha detto...

Da questo momento in avanti, Franceschetti, che lei lasci o sottragga da questo post i commenti offensivi di Democrito, per me non assume alcuna importanza, ho tratto le mie conclusioni.

pietro villari ha detto...

Una mia curiosita', Paolo. Hai provato a interloquire con un Dipartimento di Fisica per comparare i picchi di aggressivita' presenti nei commenti ai tuoi post, con i fenomeni fisici che negli ultimi anni stanno interessando il nostro pianeta ? A me sembra che potrebbero esserci spunti per nuove riflessioni d'interesse socio-economico e politico.