mercoledì 1 maggio 2013

Border Nights puntata 85. Confronto con Paolo Attivissimo.

Inizio con una particolare colonna sonora suggerita da un'ascoltatrice, poi dopo "Ocean of time" inedito confronto tra Paolo Attivissimo e Paolo Franceschetti su complottismo e anticomplottismo.
Musica e chiacchierata settimanale con Paolo Franceschetti: governo Letta, attentato, domande & risposte dagli ascoltatori, con l'ascolto del brano "La mano di Gloria" degli Ianva. (che farà rimpiangere Minghi a molti ascoltatori, essendo uno dei pezzi più brutti della musica leggera attuale, inferiore anche a Leone di Lernia)
Inoltre la rubrica "La domanda stronza".


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border_nights_puntata_85_30_4_2013



74 commenti:

Anonimo ha detto...

ATTIVISSIMO é un CAXXONE, sentite quali balle dice??/
i complottisti semplificano??? MAZZUCCO é molto dettagliato nelle analiisi..
I RUSSI hanno abbandonato la missione lunare perché hanno capito che era tecnicamente impraticabile!!

ecc...

non tutti i complotti sono veri ma i dettagli abbondano...

Jonny B ha detto...

heheh grande Paolo

- "La mano di Gloria" degli Ianva. (che farà rimpiangere Minghi a molti ascoltatori, essendo uno dei pezzi più brutti della musica leggera attuale, inferiore anche a Leone di Lernia) -

avevo segnalato il brano più per i contenuti che per la melodia, non facendo parte (IANVA) del panorama della musica leggera e non essendo il pezzo una canzone ma un recitato (spoken) mi permetto di dire che il tuo paragone è abbastanza infondato
lungi da me criticarti, de gustibus...e comunque apprezzo come sempre la tua ironia dissacrante, IANVA non piacciono del tutto nemmeno a me, almeno non tanto quanto mi piace minghi!
colgo l'occasione per segnalare un altro brano di una band new wave italiana di fine anni 80. che nel testo cita tematiche care ai lettori di questo blog.

http://www.youtube.com/watch?v=6RHNIOI_eIE

ossequi

Jon

Salvatore ha detto...

un SALUTO a PAOLO FRANCESCHETTI ho seguito la puntata 85 e devo dire francamente che per come siamo abituati a sentire le tue conferenze, mi sei sembrato troppo educato complimentoso e accomodante con un interlocutore come Paolo
Attivissimo che non si può ascoltare. in modo subliminale ha pure detto che lo pagano per disinformare.Massimo Mazzucco lo avrebbe demolito.comunque hai dimostrato eleganza e rispetto.buon lavoro saluti Salvatore

MYHEART ha detto...

io non capisco la necessità di dare spazio a disinformatori come Attivissimo, come se non se ne prendessero già abbastanza di loro. Per essere politicamente corretti? Per dimostrare come siamo educati e bravi? Dal mio punto di vista, dare spazio a Paolo Attivissimo è una gran perdita di tempo (per non parlare del danno che fa all'ulcera delle persone sensibili).
Bene ha fatto intendere Franceschetti: Attivissimo è SEMPLICEMENTE in male fede. E allora basta dargli spazio

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Fabio F;dopo aver invitato Paul Kattivizzimo,che l unico complotto ce la nella sua MENTE.

Xche non inviti gente del calibro,x dirne uno o due ha caso,Niccolo Giuseppe Bellia,x parlare di ANTROPOCRAZIA,o il più grande fisico al mondo a mio parere Massimo Corbucci, che ha rifatto la tavola degli elementi,inserendo nel mezzo della tavola ,una T dove nasce tutto ciò che e, cioè colui che tutto provvede.

Almeno ci annoiamo meno,e dico forse impariamo qualcosa di utile x il nostro sentire.


GRAZIE & CIAO.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

L avv,Antonio Pimpini e stato l avvocato di Giacinto Auriti nelle sue vicende processuali.


GRAZIE & CIAO.

Anonimo ha detto...

scusate una domanda: è pericoloso registrarsi ai siti dei vari ordini?

Paolo Franceschetti ha detto...

Invitare Attivissimo serve per crescere, per capire di più. Per capire di più anche di noi stessi, a dirla tutta, perchè li dove lui riesce a mettermi in difficoltà, ad esempio, significa che li devo lavorare ancora sul mio lavoro e sul mio metodo, o perlomeno solo sulla mia cultura, per colmare una lacuna. Personalmente poi quando uno parla, cerco sempre di distinguere il vero dal falso, e non appartengo a quelle categorie per le quali una fonte di informazione è tutta nera o tutta bianca. Ad esempio ritengo il lavoro della Carlizzi eccezionale, anche se in passato mi ha accusato di cose che io sapevo perfettamente essere false. Ma ciò non mi ha impedito di distinguere nel suo lavoro le eccezionali verità che contenevano. Anche nel lavoro di Paolo Attivissimo ci sono molte cose vere tra l'altro, anche se la maggioranza rimangono false, come falso rimane il metodo fintamente scientifico che usa (eccezionale ad esempio quando dice che basta chiedere a un qualsiasi pompiere di new york per sapere non ricordo quale cazzata; o quando dice che ha chiesto a degli psicologi il motivo per cui la gente crede alle tesi complottiste); a me il confronto con Paolo Attivissimo fa crescere molto e fa capire anche molte cose della realtà attorno a noi. Paolo Attivissimo fa parte, in fondo, del mondo di cui io vorrei capire i meccanismi e capire lui, e confrontarsi con lui, significa confrontarsi con quel mondo che io fino a poco tempo fa non capivo.

Giuseppe ha detto...

A me il confronto e' piaciuto molto. Il tema della puntata non era un complotto in particolare, dove ci si sarebbe potutti "azzannare" a piacere, ma la contrapposizione di due metodologie diverse che cercano di spiegare, da diversi punti di vista, alcuni eventi. Il tanto vituperato Attivissmo e' stato anzi piuttosto chiaro in quello che ha detto (chi ha orecchie per intendere...). Entrando nello specifico, le teorie debunkanti (si puo' dire?) sull'11 settembre di PA non reggono di fronte a quelle di Mazzucco ma se si parla del complotto dell'allunaggio Attivissimo risulta molto convincente. Consiglio a tutti (anche a Paolo Franceschetti, se ha voglia e tempo) di scaricare e leggere dal sito di PA il suo libro sulla Luna - e' davvero molto bello (anche per le numerose notizie storiche e curiosita') e fornisce pareccchi esempi su come certe bufale o cantonate possano essere smontate se si applica uno studio rigoroso e con criterio. Leggetelo e capirete perche' PF dice che PA e' un personaggio piuttosto intelligente. Pur non essendo d'accordo con tutto quello che dice PA, lo considero una risorsa piu' che una iattura.
Giuseppe, UK

Il domandiere stronzo ha detto...

Per la domanda stronza:
ma non doveva esserci il black out? Ah ah aha aha ahahahaha


quanto guadagni franceschetti con il sangue delle bestie di geppo? Puoi dirci i tuoi onorari e renderli pubblici senza schermarti dietro ai "devo chiedere al mio commercialista"?

Anonimo ha detto...

per coloro che credono ancroa al moonlanding, la recente ricerca nasa per la spedizione su MArte (se non le sparano grosse, non si divertono!!), presenta un intero capitolo dedicato al pericolo raggi cosmici durante il viaggio, problema NON risolto che farebbe cuocere gli astronauti, ANCHE DENTRO LA NAVICELLA, come polli nel micronde!!
Come dice ATTivissimo basta leggere!!! vi figurate stare alla luce del sole sulla luna (oltre 100 gradi sulla superficie lunare!) con un DOMOPACK come tutina!! sarebbero stati cotti AL CARTOCCIO!!
ma finiamola con queste buffonate!!!

Un Osservante ha detto...

1/3
Bene! Vengono presentate oggi le nuove banconote da 5 euro che fanno parte della serie "Europa" con la firma di Mario "Draghi".
Europa è finalmente matura per essere formata e verrà il momento in cui verrà rapita da Zeus che si cammufferà in un Toro per portarla via e che poi diventerà un Aquila per poterla sopraffare sessualmente. Tutto questo, ovviamente, proprio mentre il Sole si trova nel segno del Toro. Chi non conoscesse la narrazione mitologica al quale alludo può leggerla ad esempio nella parte centrale di questo articolo della notizia:
http://www.articolotre.com/2013/05/arriva-la-nuova-banconota-da-5-euro/165731

Un fratello di Europa è invece Fenice, che è l'equivalente della fenice per gli egizi, chiamata Bennu. Si cita: "Io sono il Bennu, l’anima di Ra, la guida degli Dei del Duat (equivalente simbolico del pentacolo, ndr). Che mi sia concesso entrare come un falco, ch’io possa procedere come il Bennu, la Stella del Mattino".
Ci colleghiamo anche qui alla stella del mattino, che è Lucifero, o la Madonna, la dea pagana dell'iconografia "cattolica" che ha sovvertito la figura biblica di Maria (semplice madre di Gesù), o ancora con Stella del Mattino ci ricolleghiamo a Venere (pianeta inoltre astronomicamente detto "di Lucifero"), o a Diana, o ad Artemide, oppure, ritornando alla mitologia egizia, ci riferiamo a Iside, moglie di Osiride (Dio degli inferi) e madre di Horus (Dio Sole/Falco, equivalente di Apollo), al quale era rimasto, nella lotta con suo fratello Seth (Dio del Caos) ancora in corso, il fatidico "occhio che tutto vede" (anche chiamato occhio di Ra), perchè l'altro l'aveva perso nella lotta con lo zio.
Poi succede che Osiride (Dio degli inferi) viene fatto resuscitare, con la magia di Iside, in Horus, ed è un processo che poi si associa a Satana (il serpente, l'avversario, ofiuco...) che s'incarna in Lucifero, l'angelo caduto che rappresenta il 33, perchè con un terzo degli angeli di Dio si ribella e cade e che assieme alle due bestie (l'aquila bifronte) forma...eccetera eccetera eccetera.

Un Osservante ha detto...

2/3
Comunque si può parlare all'infinito. Analizzando il contesto attuale, ci troviamo in una fase in cui sta ad esempio operando Iside (o Venere) e lo si deduce anche dall'ascesa al potere delle donne. Attendiamo prossimamente anche la nascita della prima creatura generata da William (figlio di Diana) e Kate, futuri Re e Regina.

Per capirci qualcosa, ci sarà anche utile conoscere argomenti come quelli mitologici, ma è sicuramente nella Bibbia che risiede la chiave per aprire davvero gli occhi sul mondo. E' li che c'è tutto quello che serve sapere.
Per il resto mi sono reso conto che non ci sono segreti che valgano la pena di essere scoperti, perchè sono solo una indiretta e illusoria riconferma di ciò che in fondo dentro di noi tutti sappiamo. Anche perchè col tempo di segreti ce ne saranno sempre di meno e l'esistenza stessa di Blog come questo, ne sono una prova che lo testimoniano. In questa fase il segreto nascosto ed elitario diventa pubblico, a dosi sempre più elevate. Il Diario tenuto nascosto sotto il letto con il lucchetto, diventa ora il Diario pubblico di Facebook. Ed è la stessa elite temporale che lo vuole. Già qui si parla di "magia" come se niente fosse. Se qualcuno ai vertici non avesse voluto l'avrebbe impedito tranquillamente. Questa elite, che cambia facce nei secoli ma mantiene la stessa linea, l'iniziazione della massa deve essere portata avanti. Il "nuovo regno" dev'essere formato. Lo sapeva Mazzini, considerato il patriota italiano (quando invece parlava di internazionalità), lo sapeva il suo amico Albert Pike, il suo amico Garibaldi e la sua amica Helena Petrovna Blavatsky.
Infatti la base di appoggio su cui vengono edificati luoghi virtuali come questo (dandoci una falsa idea di libertà) è proprio internet, che è un parallelo universo binario fatto di 0 e di 1 ed è controllato dall'alto, diversamente a quanto siamo portati a credere. La "Rete" è stata preparata per pescare i pesci giusti e portarli dall'era dei pesci verso l'era dell'acquario, scartando invece quelli non idonei (eugenetica applicata) e ci sarà poco da ridere.
Niente è casuale. La casualità se la possono raccontare tra loro gli evoluzionisti bigotti. Anche negli ambienti scientifici si preferisce non parlare chiaramente, anzichè continuare ad arrimpicarsi sugli specchi. La scienza non può diffondere teorie come dati oggettivi, altrimenti si sputtana. E quindi ora si passerà alla diffusione delle dottrine panteistiche che ci diano l'idea che noi Tutti siamo Uno, ossia il "De pluribus unum" esoterico.
Ma la verità invece, è unica ed assoluta, ed è chiara e semplice. E' una verità che abbiamo proprio sotto al naso, ma abbiamo troppa paura di focalizzarla.

Un Osservante ha detto...

3/3
Ci fa comodo per adesso vedere qualcos'altro, giustificandoci ogni volta col nostro relativismo ideologico. Ma siete stati avvisati e potete stare certi che questo temporeggiare non durerà a lungo.
Il processo di mutazione dualistica (come per gli opposti maschile-femminile) sta avvenendo in fretta e non possiamo fare nulla per fermarlo.
La luce gnostica che sta ricevendo l'umanità, ci farà ascendere verso un piano superiore. Stiamo assistendo a quello che Alice Bailey chiamava Esteriorizzazione della Gerarchia.
Sta gradualmente formandosi, tramite un'alchemica metamorfosi, una coscienza globale che è virtuale ma sembra fisica, che è artefatta ma sembra naturale, che è indotta ma sembra spontanea, che ci è familiare ma non è propriamente nostra.
Durante questo processo globale, sarà poi solo una questione di scelta individuale, secondo il nostro libero arbitrio.
Ancora viviamo in questa dimensione dialettica, ma quando la fenice risorgerà dalle ceneri (simbolicamente evocata anche alle scorse olimpiadi a Londra), ma quando le nostre maschere cadranno giù, e dopo varie vicissitudini ed eventi importanti, ci verrà detto "Se non sei parte della soluzione, allora sei parte del problema", le possibilità di scelta quindi andranno via via diminuendo, fino ad essere solo "2".
Associazione o dissociazione. E' un out out. Di neutrali non possono essercene e l'ateismo è quindi solo una fase interlocutoria verso la soluzione finale. Di "fedi" ne resteranno perciò alla fine due. Una è la fede in Dio e l'altra è la fede negli uomini. Non è difficile influenzare le scelte degli uomini, basta prendere le "sembianze giuste". Osservate con attenzione il nuovo papa che fa parte della Compagnia di Gesù (che con Gesù a parte il nome c'entra poco). Notate come Francesco sia visto con simpatia anche dai non credenti. Evviva Babilonia la Grande, la madre di tutte le prostitute.
Ricordatevi già adesso quali sono queste due fedi e riflettete su voi stessi. Tenete a mente che l'unica cosa che ci differenzia dagli altri esseri viventi è proprio la comprensione e soprattutto il giudizio tramite la nostra coscienza individuale che la civiltà ha tentato di guidare sostituendola con la morale e poi collettivamente con l'etica. Il bene e il male esistono non solo nella Genesi biblica, anche perchè l'uomo vuole sapere, ormai l'ha voluto, attendiamo quello che succede dopo e vedremo poi come ognuno di noi si comporterà. Negare che il Bene e il Male esistano significa credere che ogni cosa è necessaria (come credono i massoni) o che sia dettata dalla casualità (come credono per ora gli evoluzionisti). Negare che il Bene e il male esistano significherà innalzarsi nelle decisioni al di sopra di questi due aspetti. Significherà anche riaffermare la "volontà di potenza" di un nostro ipotetico nuovo status di superuomini.
Il bene è il male li abbiamo conosciuti non appena da bambini abbiamo ricevuto dall'esterno anche il senso della malizia e ci siamo sentiti improvvisamente nudi. Il bene e il male sono due aspetti distinguibili, nonostante gli operanti del Grande Architetto si siano da sempre sforzati ad introdurre elementi equivoci e di alterazione illusoria. L'abbiamo voluta la conoscenza "divina"? E adesso siamo obbligati a giudicare prima di agire e ad essere giudicati di conseguenza dal nostro Creatore.
La "scelta" è tra lo status umano e lo status divino, ed è vincolata a un dubbio che risiede nel confine tra l'essere e l'identità. L'Avatar è proprio quest'ultimo atto identificativo, ed è stato simbolicamente annunciato anche nell'omonimo film, quello più visto di sempre nel mondo. Dopo questa consapevolezza omogenea, il completamento finale che possa fornire una premessa per una "nuova caduta", si verifichera nel momento in cui l'uomo aspirerà nuovamente a diventare Dio.
In ogni era, siamo ciclici nel ripere sempre i nostri errori, come il moto galattico del "lucente" Sole.
O forse no?

Giorgio Andretta ha detto...

E per chi, come il sottoscritto, non ha fede ne in Dio ne negli uomini, egr.Un Osservante?

Anonimo ha detto...

Bello il confronto..su Paolo attivissimo che dire...due sono le cose..o lui proprio non ci arriva..nel senso che 11 settembre..geoingegneria clandestina..ecc.ecc.per lui semplicemente nn esisstono e comunque ci guadagna facendo conferenze blog e quant'altro..oppure sa benissimo dell'esistenza di tutto cio' ma finge perche' ovviamente pagato e anche in questo caso ci gua dagnerebbe comunque...in entrambi i casi parlando di lui e invitandolo gli si fa sempre e comunque un favore..che non meriterebbe assolutamente!!



cozzalo nero

Un Osservante ha detto...

1/2
Gentile Sig. Andretta, non avevo più intenzione di scrivere in questo luogo virtuale, ma le farò comunque la cortesia di rispondere a quella sua domanda diretta e considerando che dopo non farò più altre repliche, cercherò di essere il più chiaro ed esaustivo possibile nell'esprimerle il mio pensiero.
Tornando alla sua domanda Lei potrà stare tranquillo finché potrà, anche se dovrebbe conoscere bene i processi di sintesi in una dialettica, che prevedono lo scontro delle Tesi e delle Antitesi che abbiamo intorno, e che sono davvero una marea. Pensi che dopo ogni Sintesi ne vengono create continuamente di nuove (Tesi e Antitesi) e si va avanti fino a quando non si arriva al passaggio successivo verso gli atti finali.
Presumo da ciò che ha scritto, che Lei preveda la possibilità anche di una terza scelta con cui si possa astenere.
Ebbene, giusto interrogativo, me lo potei fare anch'io anni addietro, anche se probabilmente sono più giovane di Lei.
Come avevo già accennato e come probabilmente saprà, viviamo in una dualità fatta di opposti. Come ad esempio il giorno e la notte, o come il bianco e il nero della scacchiera sul quale viviamo e con il quale giocano le partite coloro che si ergono al di sopra di noi (mi vengono in mente i "simboli" introdotti nei recenti film di Sherlock Holmes).
Se ci pensa anche lo 0 e l'1 sono dualità e potrebbero anche tranquillamente esserlo On e Off, ossia accensione e spegnimento ripetuti all'infinito se consideriamo il linguaggio informatico. A proposito di PC, ha presente quando carica o sposta ad esempio un grosso file sul suo computer, o quando apre un video su internet? Viene spesso fuori un simbolo che lo potremmo chiamare simbolo del caricamento/loading o attesa.
Questo qui intendo:
http://thumbs.dreamstime.com/thumblarge_550/1287982183tOP79Q.jpg
Ecco, come può notare, in quel simbolo vi è una sorta di rappresentazione stilizzata dell'oroborus antico, il classico serpente/drago che si mangia la coda. E' un simbolo che inoltre può trovare ovunque come nel Marchio della Vodafone, che ha ripreso la parte centrale di un vecchio simbolo che rappresentava il KKK (KU KLUX KLAN), quello fondato dal sopracitato massone e satanista convinto Albert Pike, per capirci.

Un Osservante ha detto...

2/2
Dove voglio arrivare con ciò?
Quel simbolo del serpente circolare antico, che viene chiamato il "custode del tempo", e che avrà già visto altrove, rappresenta tra i vari aspetti la natura ciclica dell'universo, dentro cui noi uomini siamo immersi.
Noi in realtà siamo una riproduzione di noi stessi, anche se non vogliamo ammetterlo per orgoglio. Dal modo dei due con cui reagiamo alla fine di ogni ciclo, si può comprendere se abbiamo capito l'insegnamento oppure no. In quest'ultimo caso riprenderemo a fare parte del loop.
In questo finale frangente ciclico stiamo gradualmente ed inesorabilmente perdendo la nostra memoria, considerando che affidiamo i nostri pensieri e i nostri ricordi (dati) sempre di più a una memoria di massa come potrebbe essere una pendrive, o ancor peggio a un server lontano da noi come nel caso del "nostro" profilo di Facebook.
In questo momento ci troviamo in una fase in cui non manca molto perchè si verifichi lo spegnimento, dopo il quale riaverrà una nuova riaccensione.
Durante queste "concitate" fasi spazio-temporali si arriva ciclicamente ad un punto ben preciso e a delle particolari condizioni in cui non esiste più una Terza scelta.
Se ha ben compreso, sto quindi affermandole che il contesto collettivo verso il quale siamo diretti potrebbe essere Unico, mentre le possibilità di scelta individuale potrebbero essere esclusivamente Due. Probabilmente ciò a cui Lei starà pensando in questo momento è che si troverà comunque un qualche "modo" per evitare una delle Due scelte.
E' normale che Lei pensi questo, è la nostra natura autoillusoria che ci porta a pensarlo, ed io non sono in fondo diverso da Lei. Anch'io ogni tanto ripenso a quanto sarei felice se le cose non andassero come debbano andare e che quindi la direzione verso cui siamo diretti sia diversa e più positiva rispetto a quella che ci è stata preannunciata.
La invito a fare una piccola riflessione. Nei televisori sa bene che ci sono i "canali" e che anche su Youtube o simili ci sono questi cosiddetti canali. I Media sono dei "mezzi", degli "strumenti", dei punti "medi" che fungono da tramite connettivo tra una parte e un altra, e che si riferiscono sia esotericamente che etimologicamente anche ai comuni "Medium". Sulla base di ciò forse potrebbe dedurre che ci riferiamo quindi alla canalizzazione, che è una pratica operata sin dall'antichità nello "spiritismo". In diversi passi della Bibbia si accenna a queste tematiche come ad esempio in Levitico 19:31 o in Deuteronomio 18:9-12 o in Atti 16:16-18.
Ma a questo punto Le faccio un piccolo quesito.
Ora, supponiamo che gli uomini siano come una "massa" fluida.
E supponiamo anche che questo liquido venga versato dentro un imbuto. Secondo Lei da quali dei 2 lati dell'imbuto è più probabile che possa Entrare e che possa Uscire rispettivamente e con estrema facilità tutto il liquido versato???

Le faccio i miei più grandi e sinceri auguri per il futuro. La saluto.

Un Osservante ha detto...

Dimenticavo, per non andare solo OFF TOPIC:
anche Paolo Franceschetti e Paolo Attivissimo sono esempio di Tesi e di Antitesi, anche se condividono solo il nome di battesimo.
Tutti veniamo in qualche maniera coinvolti, nessuno escluso.

Parole di chiavi per la pubblicazione: "which ermttee"

Un saluto a tutti. Dio Vi benedica.

Billy The Kid ha detto...

@OSSERVANTE

Condivido molte delle cose che Lei dice: denotano grande profondità di pensiero.

Ma la questione degli esseri extraterrestri? Dei CREATORI extraterrestri? Dei contatti fra gerarchie extraterrestri e gerarchie terrestri al fine di guidare l'evoluzione umana...?

E la questione della apparenza ed illusorietà di ogni dualità?

A cominciare da quella fra DIO e SATANA, entrambi esseri alieni...?

Con rispetto

g

Anonimo ha detto...

Scusa Oss, va bene tutto (banalità ed orrori vari), però per carità "out out" non si può proprio sopportare. La locuzione è "aut aut", ed è latino!! Va pronunciata come la si scrive e non reinterpretata inglesisticamente (ovvero ad minchiam!)
Anche perché i significati sarebbero in ogni caso del tutto differenti.

KG

Mario80 ha detto...

E' apparsa questa notizia sul corriere della sera: Cannibalismo tra i primi coloni in America - Tracce riscontrate sui resti di una ragazza di 14 anni risalenti al terribile inverno del 1609 in Virginia. ( http://goo.gl/cqXOv )

Sulla home page del Corriere della Sera, in aggiunta allo stesso articolo c'è un link
( http://goo.gl/hWNsb ) dove si fa notare "La straordinaria somiglianza tra la riscostruzione del volto di Jane, la ragazza di 14 anni morta nel 1609-1610 a Jamestown (Virginia) sui cui resti sono state trovate tracce di cannibalismo, e un famoso ritratto della regina Elisabetta da giovane.

Riguardo alla straordinaria somiglianza è come dire che la comica Luciana Littizzetto assomigli straordinariamente a Nicole Kidman, poi per quanto riguarda l'apertura del cranio più che cannibalismo a me pare un rito satanico.


Anonimo ha detto...

anto per far capire ad Attivissimo, che bisogna riconoscere che è molto abile a distorcere la realtà, dandogli atto che in parte è vero quello che dice in chiave di lettura anticomplottista, che gia nel lontano 1980, dico 1980, quando in italia non si sapeva cosa erano il computer portatile, per diretta esperienza in un congesso organizzato in un albergo in svizzera da aziende che erano l'elite delle nuove frontiere tecnologiche, si è sperimentato l'utilizzo di un satellite che riuscì a zummare un articolo di giornale letto da un anonimo citadno fuori da un bar. Per chi ha orecchie intenda.

Un Osservante ha detto...

KID,
Dio è un Creatore Extra-Terrestre, ma non è come viene comununemente inteso. L'iconografia degli extraterrestri concepiti oggi è uscita (tramite letteratura e soprattutto film come ad esenpio E.T. di S.Spilberg)con intento depistativo da quello stesso ambiente gnostico consapevole che gli alieni siano una rappresentazione immaginaria ed exoterica di quelle entità che adorano e che identificano essi stessi come demòni. Il messia gnostico, in tal senso, verrà presentato a tutti nel momento opportuno e in accordo con le varie branchie occulte diffuse che sono solo apparentemente diverse tra loro e che presto verranno riunite.
I prossimi eventi riguarderanno infatti anche lo scontro tra religioni, in cui dalla sintesi ne resterà una sola e prevederà per tutti la dottrina di Lucifero. Lascio a tal proposito tre citazioni a caso della letteratura occulta.
Helena Petrovna Blavatsky, che tra l'altro influenzò moltissimo la successiva dottrina ariosofica dell'era hitleriana, scrisse ne "La dottrina Segreta":
"E ora è stato provato che Satana, o il Dragone Rosso Infuocato, il "Dio del Fosforo" e Lucifero, o "Portatore di Luce" è in noi: è la nostra Mente, il nostro tentatore e Redentore, il nostro liberatore intelligente e Salvatore dall'animalismo più puro".

Rudolf Steiner, un po' più diplomatico invece scrisse ne "La scienza occulta" (Milano 1969, p.202): "Gli spiriti luciferici diedero all'uomo la possibilità di esplicare nella sua coscienza una libera attività ma lo esposero anche alla possibilità dell'errore e del male".

Lavey invece più esplicitamente scriveva a pag 23, nella sua "The Satanic Bible":
"The twilight is done. A glow of new light is borne out of the night and Lucifer is risen, once more to proclaim: "This is the age of Satan! Satan Rules the Earth!" The gods of the unjust are dead. This is the morning of magic, and undefiled wisdom. The FLESH prevaileth and a great Church shall be builded, consecrated in its name. No longer shall man's salvation be dependent on his self-denial. And it will be known that the world of the flesh and the living shall be the greatest preparation for any and all eternal delights!"


KG
Non perda di vista la sostanza concentrandosi sulla forma nelle parole di chi magari si sveglia alle 5 e mezza del mattino ed esprime di getto le proprie sensazioni. Sono consapevole della mia imperfezione e l'accetto in quanto consapevole di ciò che sono.
Noto che Lei ha capito, l'importante è che Lei abbia capito. Si distinga. Di parecchi esseri umani deumanizzati tra un po' rimarrà soltanto l'involucro.
La forma ci farà perdere la sostanza, nel momento in cui il "contenuto" diventa il "contenitore".
Facebook ad esempio è la copertina di un libro.
Con rispetto.


Addio a tutti.

Giorgio Andretta ha detto...

Le sono riconoscente della cortesia riservatami, egr. Un Osservante, ma non ha risposto alla mia domanda, comunque non si crucci di ciò perché si trova in corposa compagnia.
Non esclusivamente in questo blog ma nella rete tutta è invalso l'uso di non rispondere ai quesiti, probabilmente troppo banali e conseguentemente non meritevoli di parificazione.
Tanto le dovevo.

Un Osservante ha detto...

Vede, Sig. Andretta, la sua domanda non era affatto banale, ma evidentemente non sono stato abbastanza chiaro. Farò un ultimo tentativo. Le lascio una risposta, mi auguro più semplice ed esplicita, alla sua domanda direttamente citando uno stralcio di Albert Pike, in una lettera scritta il 15/8/1871 a Mazzini riguardo alla necessità di tre successive guerre mondiali.
La fonte (che io posseggo) è ad opera di un commodoro canadese, William Guy Carr che scrisse "Pawns - In the Game" (1958), in cui riportò il contenuto della lettera esposte al pubblico diversi anni prima al British Museum Library di Londra.
Questa è una possibile risposta alla sua domanda.
Riguardo alla "Terza guerra mondiale" (le prime due guerre le salto, ma può facilmente trovarle), Pike scrisse a Mazzini:

"Noi scateneremo i nichilisti e gli atei e provocheremo un cataclisma sociale formidabile che mostrerà chiaramente, in tutto il suo orrore, alle nazioni, l'effetto dell'ateismo assoluto, origine della barbarie e della sovversione sanguinaria. Allora ovunque i cittadini, obbligati a difendersi contro una minoranza mondiale di rivoluzionari, questi distruttori della civiltà, e la moltitudine disingannata dal cristianesimo, i cui adoratori saranno da quel momento privi di orientamento alla ricerca di un ideale, senza più sapere ove dirigere l'adorazione, riceveranno la vera luce attraverso la manifestazione universale della pura dottrina di Lucifero rivelata finalmente alla vista del pubblico, manifestazione alla quale seguirà la distruzione della Cristianità e dell'ateismo conquistati e schiacciati allo stesso tempo!"

Tanto le dovevo.

Anonimo ha detto...

osservante mi ricordi tanti nick.
ti stancherai mai?

Billy The Kid ha detto...

@OSSERVANTE

Condivido (a livello di semplice studio) molte delle Sue affermazioni e citazioni.

Mi chiedo però, in relazione alla questione delle entità extraterrestri e dei Creatori, se conosce gli studi di Corrado Malanga e se Lei ne condivide o meno le teorie e le conclusioni.

"Un Osservante" di che cosa...?

g

Youkai ha detto...

Ma quanti PAOLO ci sono nel mondo dell'informazione che scotta? Quanti evangelizzatori del Verbo...

Comunque, Attivissimo, la tua faccia di bronzo è impresentabile, dopo le balle che continuamente racconti e che sottobanco spacci sono imperdonabili dato che partecipi molto attivamente nel far rimanere la gente a dormire, del resto se non c'eri tu c'era qualcun altro; il tuo nome ti sta una meraviglia, guarda il caso della vita. Sempre in svizzera voi state, del resto i benefattori di questo mondo stanno nei paradisi fiscali a distribuire cibo e bevande ai bisognosi in cerca di un lavoro sicuro un toccasana per il proprio spirito e soprattutto per la propria anima, che ormai la vostra ha finito le lacrime se non ha già lasciato il corpo, a cui fa un piacere immenso distribuirvi energia per questo fine... ma del resto se il mondo gira come gira, non è certo il carcere che fa paura.

Anonimo ha detto...

incommensurabili livelli di fuffa.

Anonimo ha detto...

"osservante mi ricordi tanti nick.
ti stancherai mai?"

No, è l'uomo dai mille adii più uno.

Anonimo ha detto...

Non si capisce perchè sei cosi gentile con attivissimo. Gli hai fatto i complimenti pure e vi siete fatti la cera a vicenda , sono perplesso molto perplesso.

poi perchè ignori Paolo Ferraro che dice le stesse cose tue ma tu sei libero e felice e vai in USA e lui rischi il TSO.

poi questi complimenti al cicap cosi diplomatici... sono perplesso e mi sembri l'ennesimo bluff :(

michiamoaldo ha detto...

@Un osservante
Beh, avrei un centinaio di domande. Forse per questo l'addio?
Spero ci ripensi, altrimenti è' possibile incontrarLa altrove?
Grazie

Giorgio Andretta ha detto...

Il tema è la: fede, egr. Un Osservante, e non il pensiero di qualche esoterista o di un qualsiasi supposto massone; quindi ascriviamo alla mia incapacità ricettiva o d'interpretazione delle sue "graziose" risposte e tronchiamo il nostro scambio, stucchevole e pernicioso nel suo futuro.
Con simpatia.

Fulvio ha detto...

Complimenti Paolo, gli hai fatto un mazzo tanto. E invidio la tua capacità di rimanere calmo dinanzi alle sue panzane.

Giorgio Andretta ha detto...

Al peggio non c'è mai fine!!!!!!

Caro Franceschetti, ti spiego Attivissimo
luogocomune.net - Commento di Massimo Mazzucco ad un incontro radio avvenuto fra Paolo Franceschetti e Paolo Attivissimo sul tema del complottismo (solo audio - 17 min.) Qui la puntata originale di "Border Nights"....

Quando pensi di aver toccato il fondo si apre una botola.

Anonimo ha detto...

Gnomo

Minuto 56.23 Paolo Attivissimo: In Inghilterra si muore di morbillo perché i vaccini fanno male (rendono autistici).
Rispondo: Ma il morbillo a chi ha mai ucciso? Da piccoli lo si prendeva normalmente e non c'era il vaccino!

Se questo è un debunker ... ... anche mia nonna di 90 anni è una complottista :-)

Anonimo ha detto...

Non so perche', ma anche la viola, mi inquieta... Viola, violetta..

Anna ha detto...

Ad Andretta purtroppo non è mai stato molto chiaro che anche solo l'atto di vivere è un atto di fede, ed è perfettamente inutile che voglia nel caso dire di no. Sennò abbia la bontà di illustrarci i motivi per cui crede di restare al mondo. Posto che siano convincenti a lui stesso.

Stef ha detto...

Ciao Paolo,
Massimo Mazzucco ti ha dedicato un post sul tuo dialogo con Paolo Attivissimo:

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=4241

Un saluto

Stefano

Anonimo ha detto...

Video risposta di Mazzucco:





http://www.youtube.com/watch?v=iokQjaPr13w

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo,
Io Attivissimo nemmeno lo considero, peró credo che sia superficiale da parte tua chiedergli perchè si occupa di "smascherare" i complottisti, è ovvio che la risposta è: per difendere i poveri cittadini dai complottisti cattivi che plagiano le menti. Una missione! Chiunque ha un motivo (di facciata) onorevole, che ti aspettavi che ti dicesse? Che lo fa perchè senno lo cacciano dal Cicap? Comunque ti voglio bene
Stefano

B ha detto...

ANM1750,grazie x aver postato il video di Mazzuccco.

Ho un appunto da fare ad Mazzucco che riguarda grillo,lui fa capire che grillo non paga il dazio, cioè non parla più degli argomenti del passato che conosciamo,x arrivare un giorno ad avere un forte appoggio popolare ed elettorale x poi affrontare i veri guai che pendono sulle nostre vite.Potrebbe anche essere una strategia furba,ma io credo ha mio parere che il grillo non sia li per il bene comune del popolo anzi vedo questa visione abbastanza ingenua,come dire che bisogna stare in guardia non solo da KATTIVIZZIMO.

Qua la la puntata in questione:

in diretta dal sito http://it.1000mikes.com/show/ufocast venerdì 3 alle ore 22:00


GRAZIE & CIAO.

Giorgio Andretta ha detto...

Com è possibile che le sia sfuggito, signora Anna, la mia continua ripetizione di vivere in Terra come punizione?
Ho esaurito, a riguardo, le forme tautologiche d'espressione.
Ne io e ne voi siamo proprietari della vita quindi non possiamo togliercela o darla, figurando come meri vettori, come possiamo decidere su qualcosa che non ci appartiene?
Soprassediamo circa la fede.
Tanto le dovevo.

Democrito ha detto...

Non sono un frequentatore del blog di Attivissimo, ne estimatore del Cicap, ma mi sembra che in alcune cose Paolo Attivissimo abbia assolutamente ragione.
Sto parlando della necessità di documentarsi, di avere delle evidenze e di confrontarle con quelle della parte avversa, di ascoltare e di capire cosa ci sta dicendo l’altro prima di prendere posizioni tanto sciocche quanto pregiudiziali. Questo atteggiamento, che dovrebbe essere la norma in qualunque dibattito, diventa ancora più importante e fondamentale se ci si riferisce a fatti dove, se di complotto si tratta, riferiscono per la parte avversa veri esperti di settore, cioè persone la cui conoscenza del settore è immensamente superiore alla nostra.
Eppure non succede, o meglio, succede per alcuni (non tutti, anzi direi pochi, pochissimi) addetti ai lavori, ma non è certo questo l’atteggiamento della maggior parte dei sostenitori delle varie teorie del complotto.
Il motivo di questa ottusità è ben spiegato da Attivissimo all’inizio dell’intervista e mi trova perfettamente d’accordo. L’utente medio delle teorie del complotto non è affatto interessato ai complotti, prova ne sia che non ha alcuna intenzione di approfondire in modo scientifico, o semplicemente culturale, i temi trattati, ma è solo interessato a giustificare il proprio fallimento esistenziale addossandone la colpa ad avvenimenti esterni non controllabili.
Scaricare il disagio sul mondo e sulla società, facendo leva su particolari reali, ma asserendoli in maniera fideistica e cercando la compagnia intellettuale dei soli correligionari.
Leggono, si informano, ma solo nell’ambito del loro mondo e diventano impermeabili a qualunque tesi alternativa, che si rifiutano anche solo di prendere in considerazione.
A questo punto è chiaro che Attivissimo è un disinformatore, cosa tra l’altro possibile, come spiega Franceschetti nell’intervista. Lo è perché così è stato deciso, ma almeno si tratta di un disinformatore informato, mentre nel mondo dei teorizzatori del complotto, abbiamo una serie infinita di piccoli o grandi disinformatori, per la maggior parte nemmeno tanto informati e, cosa ancor più grave, che nemmeno vogliono informarsi pur di non rinunciare alle castronerie che cercano di propagandare.
Come reagisce il “complottista” medio a queste accuse? Incazzandosi, scaricando il proprio livore, in modo più o meno palese, su chi gli chiede conto di quanto vada affermando, e lo fa proprio accusando l’altro di ciò di cui lui è responsabile.
Devo dire che questo blog mi diverte molto. Si tratta di un esperienza sociologica di un certo livello e di questo dobbiamo ringraziare Franceschetti che ci da l’opportunità di esprimerci su qualunque cosa senza censura o limiti di sorta.
A proposito, visto che la moderazione era stata introdotta per bannare MDD, considerando che gli interventi del suddetto sono molto rari e che corre voce, perlomeno da parte sua, di un vostro riavvicinamento, che ne diresti di superare fattivamente una fase già superata, togliendo la moderazione? A già, dimenticavo, Franceschetti non legge i post dei suoi lettori. Tutto sommato direi che fa bene.

Anonimo ha detto...

Democrito, invece è proprio il contrario. Nella maggior parte dei casi l'acritico è proprio colui che sostiene/difende la versione ufficiale (pappa pronta). Ma questo è anche logico. La novità nell'interpretazione d'un evento, di cui ci viene offerta una spiegazione ufficiale (da accettare), nasce proprio dallo sforzo di ragionare con la propria testa. Ovviamente il "complottista" puro, è un malfidato (e ci mancherebbe altro visto ciò che è accaduto nella storia). Ma il ribaltamento dei piani è sintomo di un cervello attivo e non catatonico.
Poi è ovvio che un complottista onesto possa incappare in panzane colossali. Questo è quello che capita agli esploratori. Non vorrei essere troppo banale ma Galilei, Giordano Bruno e tantissimi altri erano tutti complottisti per l'ordine costituito del loro tempo. E sai quanti padri della nostra scienza e del nostro pensiero tra le vette delle loro scoperte presero anche delle sonore cantonate? Testa e cuore indipendenti portano ad entrambe le cose.
L'importante è lo sforzo di indipendenza ed onestà (soprattutto verso se stessi).

Quindi fai un errore molto semplice. Confondendo l'acritico con il complottista.
L'acritico è sia tra coloro che difendono la versione ufficiale che tra coloro che non la accettano.
Quindi La dicotomia non è tra complottista e debunker. Ma tra persona che ragiona (per quanto possibile) con la propria testa e chi no.
C'è la versione ufficiale e chi la accetta senza porsi domande (per varie ragioni) e la versione complottista e chi la sostiene senza porsi domande.
Ma come ho scritto all'inizio la maggior parte di coloro che accettano acriticamente una versione è ovviamente (per logica e numeri) dalla parte della versione ufficiale. E questo avviene per tanti motivi, soprattutto di ordine psicologico e sociale.

Ricorda che Berlusconi per spiegare come trattare telespettatori ed elettori, disse ai collaboratori di rivolgersi loro come se avessero 13 anni. E questo non significa che lo faccia solo B., anzi. Solo che, come spesso capita, dei suoi pensieri stronzi e giochetti infingardi lo si deve sapere.

NxT

Anna ha detto...

Egregio Andretta,

No, non mi era affatto sfuggito ciò che Lei pensa riguardo al restare al mondo, ma mi perplime assai il suo ritenere che non si possa dare o togliere la vita in quanto essa non ci appartiene, ed allo stesso tempo accettare però passivamente lo stare al mondo, neanche fosse qualcosa di ineluttabile o imposto da chissà chi.
Che ne è del cosiddetto libero arbitrio, Andretta? Debbo ritenere che secondo Lei una volta che si è venuti al mondo bisogna starci volenti o nolenti? A cosa servono dunque secondo Lei tutte quelle emozioni anche negative che sono legate allo stare al mondo?
Siamo dei pupazzi nelle mani di chi? Vettori per far contento chi? Chi a suo parere vuole punirci facendoci incarnare in questa sciagurata dimensione terrena?

Attendo lumi, e non me ne voglia per la sfilza di quesiti ai quali risponderà solo se ne ha voglia, ovviamente.

Anonimo ha detto...

Fosse anche solo per la faccia, rivelatrice della sua brutta anima e con cui madre natura lo ha castigato palesandogliela, Paolo Cattivissimo è INAFFIDABILE.


Fisiognomista

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Beh che dire al posto del dividi e impera,si potrebbe usare UNITI X 1,DIVISI X 0.


GRAZIE & CIAO.

Democrito ha detto...

Nxt
Concordo con te, ma il ragionare con la propria testa è qualcosa di molto raro e dovrebbe essere presente in entrambe le parti, non esclusiva caratteristica di una sola.
Molte delle teorie complottiste mi convincono per la loro veridicità, mentre altre mi lasciano alquanto perplesso. La cosa che quindi mi resta da fare è verificare, per quelle che sono le mie possibilità, quanta realtà c'è negli uni e negli altri.
Ma il senso del mio intervento non è tecnico, ma sociologico, riguardo ai blog e all'interazione via internet. Ora, succede che la maggior parte dei commenti diano per assolutamente scontate ed acquisite, questioni che non sono affatto scontate ed acquisite.
Succede perchè in ogni gruppo sociale si tende ad avere una certa visione della realtà, dei presupposti di base che devono necessariamente essere condivisi, in modo da mantenere aperto il dialogo tra i componenti del gruppo stesso, per una questione di identificazione.
Ogni gruppo sociale, ovviamente, tende a considerarsi il migliore, cioè il più vicino alla verità, pertanto ogni interferenza con le verità rivelate costituiranno motivo di scandalo e di repulsione da parte dei componenti nei confronti dell'eretico.
Ogni gruppo ha, oltre i suoi punti di riferimento, anche le sue persone di riferimento. Se nel suo blog Franceschetti dice che Attivissimo è un debunker prezzolato, tranquillo che i suoi lettori inizieranno a dare per scontata questa realtà e Attivissimo diventerà, nel giro di poco tempo, un nemico che si può solo criticare, ma mai apprezzare qualcosa di interessante che possa dire. Anzi, basterà citarlo per essere criticati ed assimilati al nemico del blog.
Il punto è che Franceschetti ha i suoi motivi per affermare che sia un debunker, che lui stesso spiega nel corso dell'intervista, ma l'utente medio del suo blog non ne ha alcuno, se non l'assimilazione acritica delle idee del proprietario in mancanza di proprie idee a riguardo.
In questo caso la differenza tra il "complottista" e l'assimilato al sistema si fa minima e riguarda semplicemente la condizione di disagio personale nei confronti della società in cui viviamo.
Il miglior investigatore di complotti è quello che in partenza non ci crede. Si trova di fronte ad avvenimenti insoliti, o che destano sospetto, vuole indagare ed è lui il primo a non credere a ciò che scopre e vuole non una, ma mille prove di quello che vede.
Occorre equilibrio e sanità di mente, mentre spesso l'impressione che si ha è quella di un ricovero di pazzi.
Spesso si dice che la realtà supera la fantasia, e quindi tutti ad immaginare in modo selvaggio situazioni impossibili. Nessuno si accorge di come la normalità sia di gran lunga superiore alla fantasia più sfrenata.
Come la chiamiamo? Ricerca della verità o fuga dalla noia e dalla frustrazione? La ricerca della verità ha la caratteristica che il ricercatore non dovrebbe saperla in anticipo e dovrebbe quindi essere in grado di accettare ciò che trova, senza troppi giudizi o pregiudizi. Quanti sono in quella condizione? Ognuno lo sa per se stesso, oppure se la racconta come crede.

Anonimo ha detto...


Democrito,
che ti manchi il dono della sintesi è ormai risaputo.
E' altresì noto l'assiduo impegno con cui ti cimenti nello scrivere su qualsiasi argomento venga trattato;senza però,purtroppo spesso,nulla dire.

Non credi,per beneficio tuo e dei lettori,che faresti bene ad occuparti di queste manchevolezze invece di mettere il becco dappertutto,tanto per metterlo?

E fare figuracce!


Fisiognomista




Anonimo ha detto...

Demo' ha ragione il frescobaldo...con i tuoi pleonasmi del cazzo c'hai rotto proprio il cazzo!

oggi non avendo un cazzo da fare ho seguito il matrimonio di quella zoccola della marini con il berti testimone. ho visto colui che rappresentava gli ideali di liberta' e uguaglianza della mia infausta gioventu', cazzeggiare gioiosamente insieme ai vips e mi sono commosso a tal punto che faccio lo sciapo pure io...

Lilith, amore mio, mostrami le tue bellezze nascoste e ci sposiamo pure noi, ma senza "limusin" pero' che non me basta li sordi!

ciao a tutti 'sti tromboni che amano dileggiare sui massoni

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Demo sei sicuro che," l'utente medio del suo blog non ne ha alcuno, se non l'assimilazione acritica delle idee del proprietario in mancanza di proprie idee a riguardo."Io non li farei cosi STUPIDI me compreso si intende.

Il ragionare con la propria testa è qualcosa di molto raro,e si xche alle volte non significa niente ragionare con la propria testa,e da vedere di chi sono i pensieri dei tuoi ragionamenti.


GRAZIE & CIAO.

Anonimo ha detto...

Una volta Attivissimo, che vede bufale a ogni passo, ha parlato di una cosa (l'INPS e la gestione separata) di cui sapeva poco e male, ed è stato contraddetto da persone che come me conoscono bene il sistema, perché hanno lavorato in tale gestione. La sua mancanza di correttezza gli ha impedito non solo di correggere il suo post sballato, ma anche di scusarsi o di ringraziare per la segnalazione. Uno così è in malafede e non merita di essere ascoltato.

Democrito ha detto...

che ti manchi il dono della sintesi è ormai risaputo.

TESI: l'utente medio del blog è un frustrato in cerca di riscatto sociale
ANTITESI:c'è qualcuno a cui interessano gli argomenti trattati, indipendentemente dalla condizione sociale o psicologica.
SINTESI: per avere una media occorre un eccellenza e una deficenza, pertanto così come esistono persone intelligenti, allo stesso modo esistono le teste di cazzo come te, che ovviamente ristabiliscono la media.

Fisiognomista

Cambia il nick, a volte sei semplicemente anonimo, ma la scemenza è sempre quella.

Giorgio Andretta ha detto...

Nel teatrino della vita, egr.Democrito, i ruoli sono interscambiabili quindi se gli attori da lei citati vestono i panni dei loro compagni di scena nulla cambia nel copione della commedia/tragedia.
A lei l'ardua pacificazione.

Giorgio Andretta ha detto...

Sono tutte affermative le risposte ai suoi quesiti, signora Anna.
Lei m'intriga particolarmente perché, se non erro, si è sempre dichiarata atea che nell'accezione comune si può anche intendere materialista, ma spesso si sofferma a trattare il trascendente.
Quindi si decida su che filosofia vuole piazzarsi.
Einstein sosteneva, come gli orientali, che la materia non esiste, anzi pervicacemente (contraddittoriamente?) era alla ricerca della particella di Dio ed è stato l'estensore della relatività.

Nello specifico lei si è data una risposta a tutto quello che ha proposto al sottoscritto, in quanto per formulare le domande si deve possederne già le personali pacificazioni, quindi le esponga e vediamo di dibatterne.
Quanto al libero arbitrio sono della convinzione che non esista.
Ritengo profondamente immorale non rispondere ai quesiti che ti vengono posti, forte dell'assioma che recita:"Chiedere è lecito rispondere cortesia.", ovviamente ritengo maleducati tutti coloro che non sottostanno a tale assunto.
Successivamente le posterò un estratto di una conferenza di R. Steiner in cui ampiamente mi riconosco.
Tanto le dovevo.

Giorgio Andretta ha detto...

Come promessole, signora Anna, le copio/incollo:

Evoluzione umana.


Dobbiamo ritornare fino all' antica epoca Lemurica, in cui, per la prima volta, delle individualità umane discesero dalle altezze divine e si incarnarono in corpi terreni, fino all'avvenimento che ci viene indicato nell'Antico Testamento con "la tentazione del serpente".
Esso è veramente straordinario!
Delle sue conseguenze patirono tutti gli uomini, mentre si incarnarono.
Se infatti quell'accaduto non si fosse verificato, l'intera evoluzione dell'umanità sulla terra sarebbe stata diversa e gli uomini avrebbero transitato in una condizione molto più perfetta da una incarnazione all'altra.
A causa di ciò essi si trovarono più profondamente intricati nella materia, il che allegoricamente viene indicato con il peccato originale.
Fu, però, tale evento che per primo suscitò nell'uomo la sua attuale individualità; in tal modo egli, quale individuo che passa da incarnazione ad incarnazione, non è responsabile del peccato originale.
Artefici dell'avvenimento furono gli Spiriti Luciferici.
Dobbiamo perciò dire che l'Evento Divino Soprasensibile, per mezzo del quale venne imposto all'uomo un più profondo inserimento nella materia, si era verificato prima che questi fosse diventato tale nel senso terrestre.
L'uomo, attraverso questo fatto arrivò veramente alla libertà e alla realizzazione dell'amore, ma gli fu addossato qualcosa che per forza propria egli non avrebbe potuto conseguire.
Questo inserimento nella materia non fu opera umana, ma un atto divino accaduto prima che gli uomini potessero cooperare al proprio destino.
E' qualcosa che le Potenze Superiori, dell'evoluzione progrediente, eseguirono assieme a quelle Luciferche.
Per ciò che allora era accaduto occorreva un pareggio!
Il fatto preumano, avvenuto nell'uomo: il peccato originale, aveva bisogno di una compensazione, di qualcosa che per cosi dire, fosse a sua volta non una vicenda degli uomini, ma unicamente degli Dei fra di loro.
Vedremo che tale accadimento doveva svolgersi entro la materia tanto profondamente quanto al di sopra di essa si era consumato l'altro evento. Questo si verificò prima che l'uomo fosse a sua volta intricato nella suddetta.
La divinità dovette immergersi nella materia quanto vi aveva fatto penetrare in essa gli uomini.
Lasciamo agire questo fatto in tutto il suo peso su di noi e comprenderemo allora che l'incarnazione del Cristo in Gesù di Nazareth fu una vicenda che concerneva il Cristo stesso.
Ma a quale scopo fu implicato l'uomo?
Anzitutto, per contemplare la Divinità che pareggia nuovamente il verificato del peccato originale, creando una azione di riequilibrio.
Non sarebbe stato possibile ottenere ciò nella figura di un iniziato poichè questi si risolleva per lavoro proprio dalla caduta nella materia; il fatto era quindi solo possibile in una personalità che fosse completamente un vero uomo che, come tale, non soverchiasse gli altri consimili: Gesù di Nazareth.
Per mezzo di quel che allora accadde l'evoluzione dell' umanità fu resa testimone di un evento divino, come al principio nell'epoca Lemurica.
Gli uomini furono così partecipi di una vicenda che si svolgeva fra gli Dei.
Questi ultimi permisero agli umani di assistervi, poichè dovettero ricorrere al mondo del piano fisico affinchè il Loro fatto si potesse svolgere.
Piuttosto che adoperare altra formula, è perciò meglio dire: " Il Cristo offri agli Dei l'espiazione che egli poteva attuare soltanto in un corpo umano fisico".
E gli uomini assistettero così ad un evento divino.

Rudolf Steiner

Certo di averle fatto cosa gradita, cordialità.

Democrito ha detto...

Beppe@
Come dicevo, per stabilire una media occorre tener conto dell'eccellenza, come della deficienza.
Il problema nasce quando un blog viene infestato da persone frustrate, debunker per l'appunto, il cui scopo è solo quello di sfogare la proria rabbia e la propria frustazione sugli altri, sputtanando qualunque discussione sia in atto, e facendo passare in secondo piano gli argomenti proposti.
Qui si parlava di Attivissimo e delle considerazioni degli utenti sull'intervista, della reazione sociologica nel blog e si è finiti a parlare di...nulla... Come mai? Perchè un idiota dai vari nick, che a volta posta pure come anonimo senza nick, continua a sparare cazzate. Voleva attenzioni e che ci occupassimo di lui/lei. Ok, lo facciamo per dirgli: Porta le tue frustrazioni da un'altra parte, che qui hai rotto i coglioni a sufficenza.
L'utente medio del blog non sei tu, ne nessun altro, ma è solo un riferimento per spiegare alcuni meccanismi automatici, di cui spesso nemmeno ci rendiamo conto, che condizionano fortemente le nostre scelte ideologiche. Vale per molti di noi e vale per Attivissimo, il quale mi sembra che accanto alle inevitabili manchevolezze, dica anche cose condivisibili.
A me il complottismo a tutti i costi non piace affatto. Vi sono cose interessanti sia nelle versioni ufficiali che in quelle alternative, così come a volte si dicono cazzate, sia da una parte che dall'altra.
In tema di evoluzione, per esempio, una discussione che si stava facendo interessante, è stata interrotta dal solito scemo e non si è arrivati a nessuna conclusione. Conclusione non significa omologare il pensiero di tutti, ma semplicemente che tutti spieghino le loro posizioni ed eventualmente ne ricavino spunti di riflessione critca sulle proprie convinzioni.
Vale per le discussioni interne degli utenti e vale per il confronto esterno, specie con chi viene da un mondo lontano anni luce dal generico complottismo e rigetta la dietrologia come normale metodo di indagine.
Un confronto può essere un'occasione di crescita culturale (non stimo parlando dello Spirito, beninteso) ed intellettuale e non andrebbe gettata alle ortiche per le frustrazioni di qualcun'altro, ma purtroppo si deve registrare una carenza di strumenti critici efficaci, base questa di qualunque complottista che si rispetti.

Giorgio Andretta ha detto...

Ricevo in toto, egr.Democrito, il suo commento del 5 maggio u.s. delle ore 10,21, dissento solo nell'ultima parte quando sostiene che il Nostro fa bene a non leggere tutti i commenti, a differenza ritengo, come ho già risposto all'internauta Anna, che sia indice di maleducazione in ciò accompagnato da lei e da molti altri.
Tanto le dovevo.

Democrito ha detto...

***Nel teatrino della vita, egr.Democrito, i ruoli sono interscambiabili...***
Non sempre, Andretta, non sempre.
Io non riuscirei a calarmi nei panni di un ingegnere nucleare, perchè non ne ho le competenze. Non mi vedrei molto bene nemmeno nei panni di un centrometrista che si appresta a correre la finale olimpica.
E poi vuoi mettere, pur nello stesso ruolo, la bravura di Totò con quella di Bisio o di Zalone?
Ad ognuno il suo, senza rimpianti e lamentele inutili.

Giorgio Andretta ha detto...

Oltre a quello della Marini c'è un altro matrimonio in vista tra il Nostro ed i fratelli Marcianò.
Vedi:http://zret.blogspot.it/2013/05/rose-rosse-per-te.html.


Se desidera recitare il ruolo d'indiano, egr. Democito, è liberissimo di farlo.

Anonimo ha detto...

Attivissimo anche in svizzera viene a fare il guru racconta BALLE.
Vergognoso

Billy The Kid ha detto...

E' un OT, ma ho scoperto che Wilhelm Reich già nel 1955 parlava di SCIE CHIMICHE in relazione alla geoingegneria e al problema U.F.O.!!!

In "Contact With Space" - http://www.youtube.com/watch?v=xF5W4cWjjFI

elkenika ha detto...

Il commento di Attivissimo sul suo blog:
http://attivissimo.blogspot.it/2013/05/le-cose-che-non-colsi-20130505.html

Anonimo ha detto...


Andretta,
la sua incongruenza e tale da dovermi inserire tra lei e ciò che immagino sia il pensiero di Anna,a cui così risponde:

"Nello specifico lei si è data una risposta a tutto quello che ha proposto al sottoscritto, in quanto per formulare le domande si deve possederne già le personali pacificazioni, quindi le esponga e vediamo di dibatterne".

Cosicché,Andretta,le risposte sono insite soltanto nelle domande a lei rivolte ma non viceversa,in quanto lei ritiene,parole sue:-profondamente immorale non rispondere ai quesiti che ti vengono posti, forte dell'assioma che recita:"Chiedere è lecito rispondere cortesia".

Andretta,il suo scafo fa acqua da tutte le parti:si tratta di ruggine?


Fisiognomista

Anna ha detto...

Andretta, la ringrazio per il passo di Steiner che debbo prendere come una sua risposta alle mie domande?, e le rispondo per ora brevemente che Lei a mio avviso si abbarbica troppo a schematismi del linguaggio, che come Le è o dovrebbe esserle noto non è che convenzione sociale e una trappola, nulla di più. Deve esserle sfuggito che da sempre mi definisco atea di qualunque Dio sdoganato da una qualunque religione organizzata e gerarchica, ma non ho mai detto di non credere ad una suprema coscienza intelligente che "governa" il cosmo. Si da il caso però che non sia un dietto antropomorfo e vendicativo come da Bibbia. Credo inoltre nella reincarnazione come i buddisti, non a caso ritenuti "atei", sappiamo perchè.

Personalmente trovo terminologie come ateo, credente e milioni di altri aggettivi del tutto inutili ed insufficienti a definire veramente concetti che non basterebbe una vita a spiegare tanto sono complessi.
Ogni individuo è un universo intero, per cui veda Lei se è possibile, utile o esaustivo scegliere tra una filosofia o l'altra.

Saluti.

elisa ha detto...

Ciao paolo, puoi consigliare presto libri sull'astrologia? Grazie.

Giorgio Andretta ha detto...

Dal momento che mi ritengo educato le rispondo, egr. Fisiognomista, VADA A SCUOLA!!

Giorgio Andretta ha detto...

In parte è una risposta alle sue domande, signora Anna.
Ateo è chi non crede in nessuna divinità.
Ora se lei vuole sbizzarrirsi in sofismo è libera di farlo ma non le sarò compagno in detto esercizio, perché se lei non intende definire questa superiore entità come Dio ma come "coscienza intelligente che il mondo" decide di posizionarsi fuori dalla convenzione e dalla semantica comune, come intende relazionarsi con i suoi simili dal momento che frequenta questo stallo?

Inoltre lei parla di filosofia io di scienza, la prima non ha mai riempito il piatto di alcuno, o quando pesta il suo orto recita il Dáimon (Δαίμων) socratico e magicamente le piovono nel cesto gli ortaggi?
A disposizione per ogni altra ed eventuale.

Anonimo ha detto...


Andretta,
non se la prenda!

Riguardo al suo incomprensibile:"coscienza intelligente che il mondo",e di tutto ciò che lo precede e ne segue,secondo me i suoi spropositi derivano dai suoi ingranaggi che ormai inceppano.
Prima che sia troppo tardi(se non lo è già),provi ad oliarli col suo buon olio di oliva bollente(come facevano i caldei),o se no ricorra all'antiruggine.


Fisiognomista

Anonimo ha detto...


NxT,
condivido in toto il tuo logico e intelligente discorso,che non lascia dubbi sulla lucidità e ampiezza di visione della tua mente.
Complimenti.


Fisiognomista

Anonimo ha detto...

genova di nuovo giano bifronte

Giuditta ha detto...

Non ho mai ascoltato niente di piu' noioso e inconcludente.
Anni e anni di "ricerche" e questo tipo continua a usare sempre e solo le solite baggianate!
Per fortuna, ogni volta che mi stavo per addormentare intervenivi tu Paolo ...
Grazie pe il tuo sottile umorismo.