Psyops, 70 anni di guerra psicologica in Italia

Psyops, 70 anni di guerra psicologica in Italia
Dalla prima guerra mondiale al trattato di Lisbona

venerdì 25 gennaio 2013

L'inferno di Pier Paolo Zaccai


1. Pier Paolo Zaccai. 2. Il dilemma. 3. Inferno, scandaloso mistero. 


1. Pier Paolo Zaccai.

Conobbi l’onorevole Pier Paolo Zaccai un giorno che ascoltai Radio Ies alla trasmissione Ouverture di David Gramiccioli. Rimasi colpito dalle cose che diceva. Pedofilia internazionale, coperture eccellenti, tribunale dei minori con regole tutte da riscrivere perché predisposte appositamente per coprire determinati crimini. Mentre lo ascoltavo mi facevo delle domande: “Possibile che un politico dica queste cose? A quest’ora dovrebbero già averlo fatto fuori. Come è possibile che parli in questo modo. Sarà mica uno di quei bidoni che ogni tanto David si tira dietro ingenuamente?”
Ormai da qualche tempo conosco David. So che unisce ad un coraggio da leone, ad una forza fuori dall’ordinario, e ad un’irruenza anche esagerata a volte, un ingenuità disarmanti, tirandosi dietro in trasmissione veri e propri “bidoni” che usano la sua trasmissione come trampolino di lancio per sembrare persone pure; lì per lì quando uno li ascolta vorrebbe dirglielo, vorrebbe telefonargli e dirgli: “David ma che minchia fai? Ma non ti accorgi che quello che hai chiamato ti sta tirando un bidone, che è un delinquente?”; ma poi desisto, perché poi magari mi sbaglio, magari sì è un delinquente ma anche lui/lei ha del buono, poi sembra che mi comporto come una fidanzata, che sia geloso del fatto che oltre a me e Mazzucco chiama altri paladini della controinformazione, e allora taccio. Tanto so che prima o poi lui se ne accorge da solo, so che alla fine li scopre, perché il gioco non può durare a lungo, e quindi lascio correre.
E allora mi dico: “Andiamo a vedere chi è questo Pier Paolo Zaccai. Facciamo una ricerca. Se è un politico, delle tracce di lui in internet ci saranno”. E quindi faccio la ricerca e francamente non so che sperare. Se Zaccai è una bufala, emergeranno riconoscimenti, premi assegnati dalla Camera e dal Senato, Napolitano che ne esalta i pregi nella lotta contro la pedofilia. Se è una persona onesta temo che saranno guai, nel futuro di Zaccai o nel suo passato.

Digito Pier Paolo Zaccai su Google.
Eccolo lì. Tana.
A luglio 2010 il consigliere provinciale Pier Paolo Zaccai – cosi raccontano i giornali – è stato sorpreso in un festino a base di coca e trans. Manco a dirlo è la prima notizia che viene fuori. Voglio dire... ne avrà fatte di cose in vita sua questo Zaccai, in anni e anni di politica. Ma guarda tu che caso, il festino a base di trans e coca è la prima cosa che viene fuori.
Perfetto, mi dico, vuol dire che è una persona onesta ed è eterosessuale. In un mondo in cui i politici di spicco sono quasi tutti pedofili, e dove la maggioranza sniffa coca, per finire sul giornale con questa notizia vuol dire che è tutto il contrario.
Con un parlamento poi in cui molti politici sono condannati o indagati per reati anche gravi come associazione mafiosa, uno che fa “solo” un festino a base di coca e trans comunque sarebbe un candido angioletto.
Capisco quindi che questo articolo e il fatto in cui è incappato è solo un avvertimento: la prossima volta quindi lo ammazzano.

Bravo guerriero David. Hai fatto centro ancora una volta, hai portato alla gente la voce di una persona onesta. Hai fatto conoscere una persona il cui operato non passerà inosservato a tutti, ma getterà un piccolo seme.
Ora, a questo punto, scatta il dilemma.


2. Il dilemma.

Il dilemma che ho con Pier Paolo Zaccai è lo stesso che ho con molte persone. Ormai dall’esperienza che mi sono fatto riesco a intuire il grado di pericolo che una persona corre. E Zaccai, sia per l’argomento di cui si occupa, sia per il modo in cui i giornali hanno trattato la cosa, è destinato ad essere assassinato.
Potrebbe salvarsi, se si rendesse conto del pericolo e prendesse le sue contromisure.
Quindi vorrei avvertirlo, ma come fare?
Ha un profilo su facebook, ma non posso mica chiedere l’amicizia ad uno e dirgli: “Onorevole, scusi, le chiedo l’amicizia perché credo che vogliano accopparla e vorrei discutere con lei alcune cosette, tipo il modo in cui la accopperanno, cosa fare per prevenirlo, ecc. Prevedo che la impiccheranno, sa, ma non è detto invece che non decidano di ucciderla facendola trovare morto dopo un festino gay... vorrei anche parlare con lei poi del senso della vita e della morte, perché se non supera la paura di morire, mi dispiace dirglielo, ma lei è già morto e tant’è che si suicidi da solo. Invece se legge il libro di Paramahansa Yogananda, o i libri di Rudolf Steiner sul Karma, lei capirà che... ecc...”
Il rischio è che mi mandi a fanculo e che non ottengo l’effetto desiderato e che faccia la fine di Fantozzi quando si arrampica alla finestre di una casa chiedendo “scusi, chi ha fatto palo?” e si becca un pugno in faccia.

In questi anni, poi, ho capito che nessuno si salva, se non lo vuole lui stesso. Nessuno salva nessuno, tranne la persona stessa.
Come ho spiegato molte volte, la maggior parte delle vittime vuole il suo destino di vittima, e non c’è niente da fare per fargli cambiare idea. Serve solo a farti prendere per pazzo, a farti perdere tempo, e non aiuta gli altri.
Spesso, in questi anni, ho assistito e assisto al disastro sistematico di intere famiglie, o aziende, che non vedendo il disegno dietro di loro, perdono un familiare dopo l’altro, un collaboratore prezioso e un affare dopo l’altro, ma non intuendo neanche lontanamente quello che succede attorno a loro, vivono in un perenne stato di angoscia cercando di controllare una situazione che credono dipenda da una serie di eventi sfortunati.
Parlando con loro – e spesso si tratta di persone a cui voglio davvero bene, e per cui provo un dolore che talvolta è soffocante – faccio qualche timida domanda per vedere se hanno qualche sospetto, se c’è un’apertura al dialogo. Ma raramente mi capita di trovarlo.

Hai avuto un incidente? Ah, e come è capitato? Non lo sai, ti sei ritrovato fuori strada senza sapere perché e come? Che sfiga! Ah, anche tuo fratello ha avuto un incidente? Uh, ma è proprio una sfiga al quadrato, specie dopo il suicidio di tua madre l’anno scorso. E quindi? Ok, passiamo alle cose importanti: il libro migliore, per preparare diritto civile, è quello dello Zatti.

Tuo padre si è suicidato con un coltello nella schiena? Ma proprio nella schiena? Ah ok, capisco non vuoi parlarne. Capisco, la famiglia vuole il silenzio. Sì, i miei stanno bene, anche se è parecchio che non li vedo. Grazie, presenterò i saluti.

Quindi ti sei svegliato addormentato sul cadavere di tua moglie, in un lago di sangue, e non ricordi altro? Ah. E in che sezione della procura lavoravi? Ai delitti in famiglia? Proprio ai delitti in famiglia e guarda caso uccidi tua moglie senza ricordare nulla? Ah, e i tuoi colleghi carabinieri hanno testimoniato il falso contro di te? Ah, capisco. Vuoi approfondire? Capisco, no. Preferisci non parlarne. Capisco. Parliamo d’altro. Ci sono tante cose interessanti di cui parlare nella vita. Ci mancherebbe.

Ma credo che il massimo sia stato quando ricevetti l’incarico da un marito, di far luce sulla moglie, all’ergastolo per aver ucciso una persona. Studiato il materiale, telefono trionfante all’uomo perché avevo quelle che – a mio parere – erano le inequivocabili prove dell’innocenza della donna, e quello mi fa: “Scusi avvocato, ma c’è la finale di campionato. Possiamo sentirci domani?”
Bè. Certo, rispondo. Ci mancherebbe. Ubi maior minor cessat. Sennò poi il mio amico Daniele mi dice che sono troppo altezzoso e spocchioso verso gli amanti del calcio e che faccio il superiore. Allora ricaccio la voglia di mandarlo a fanculo e gli dico “certo, richiami pure domani”. 

Talvolta invece si apre qualche timido spiraglio di comprensione, e allora può nascere un’amicizia, una collaborazione professionale stupenda. Ricordo una collega. Hai avuto un incidente e hai distrutto l’auto? Come sarebbe che hai avuto un colpo di sonno in pieno centro storico, quando eri appena partita? Ma in che giorno e in che ora? Ah che coincidenza, lo stesso giorno e la stessa ora in cui ha vuto un incidente ed è entrato in coma il proprietario di un’azienza che conoscevo, stesso giorno e stessa ora in cui tra l’altro perdeva la vita una famiglia intera sull’A1, sette persone. Proprio un giorno e un’ora sfigati. Ma come sarebbe che non eri stanca? Ma hai qualche dubbio su questa dinamica? Sì?
Ok, allora si può approfondire. Qualcuno ogni tanto ha dei dubbi, capisce, e decide di approfondire.

Questo il dilemma con Pier Paolo Zaccai. Non lo conosco, e se ho difficoltà con le persone che conosco, figuriamoci con uno sconosciuto. Però ci provo.
Gli scrivo.
“Salve onorevole, ho ascoltato la trasmissione, e le faccio i complimenti. Se lei ha capito un po’ il sistema, forse già lo sa. Se non lo sa, volevo dirle che dopo la questione dei trans e della coca, che è chiaramente un avvertimento, seguiranno altre azioni, molto più pesanti. Ma forse lei il sistema lo conosce meglio di me”.

Ho gettato l’amo.
Non potevo spiegargli bene tutto, ho solo detto due parole sintetiche, di cui lui mi ringrazia.
Il mio scopo è quello di gettare un amo che possa servire per il futuro, se Pier Paolo uscirà vivo dall’inferno che senz’altro attraverserà.
La mia speranza è che quando tenteranno di ucciderlo sopravviva, e che si ricordi di quello che ho scritto. Allora mi telefonerà, parleremo, ci confronteremo, e forse inizieremo a crescere insieme, e a camminare insieme per una parte del nostro percorso, condividendo uno stesso fine.
Mi dico che è un sogno, sarebbe una delle prime volte che succede, a parte Solange. Un altro caso del genere successe con Paolo Ferraro, quando scrissi l’articolo “Prima che suicidino il magistrato Paolo Ferraro”. Con lui abbiamo iniziato un cammino insieme, anche se ogni tanto ci azzuffiamo e ha un carattere insopportabile solo un filino più di quello di Solange, oltre ad un modo di scrivere talmente contorto che mi verrebbe da andare da quelli che lo volevano ammazzare e proporre loro il contrappasso perfetto: “Signori, dopo aver raccolto in volume le sue discovery illeggibili, e dopo averle rilegate con copertina rigida e di pregio, uccidetelo a colpi di discovery”.
Il cammino di certe persone, tra cui quello di Solange, me, Ferraro, Gramiccioli e tanti altri, è una discesa all’inferno. Con molta fatica si riesce infine a raggiungere il purgatorio, per poi alla fine arrivare al paradiso, ma non tutti ce la fanno, e molti rimangono nella selva oscura. In questo Dante aveva perfettamente ragione, e in questo la massoneria ha una sua saggezza.
Non so se Pier Paolo Zaccai ce la farà a sopravvivere all’inferno.
Ma so che se sopravviverà forse lo reincontrerò.


3. Inferno, scandaloso mistero.

Poco tempo dopo comincia per Pier Paolo Zaccai la discesa all’inferno. I giornali riportano un suo tentativo di suicidio. Questo il link.

Capisco che è al centro dell’inferno, che sta passando il peggio del peggio.
Gli scrivo ma non mi risponde.
Spero che ne esca, e spero un giorno di risentirlo.

Passano i mesi e non lo sento più.

A novembre, infine, mi chiama e ci incontriamo.
Mi racconta del festino a base di coca e trans, in realtà un pestaggio in piena regola da parte di uomini della polizia di stato che lo hanno gonfiato di botte fino a farlo arrivare in ospedale in stato di morte cerebrale, da cui si è ripreso per miracolo.
Mi racconta del periodo passato.
Un altro tentato omicidio, minacce a lui e alla sua compagna Luisa. Una delle figlie di Luisa verrà investita violentemente da un’auto e viene minacciata pubblicamente su facebook.
Sta cercando di uscire dall’inferno, vuole pareri, consigli, cerca di capire come muoversi. Non è il primo – politico, magistrato, avvocato, imprenditore – che si scontra frontalmente con certi poteri rimanendo sconvolto dalla loro potenza e dal tipo di mezzi che utilizzano.
Gli consiglio altre persone competenti a cui rivolgersi.
Gli spiego che la vicenda della droga e dei trans nasce dal fatto che lui è uno dei pochi politici eterosessuali e onesti, e quindi per contrappasso gli fanno quello scherzetto. Gli spiego del contrappasso dantesco, di alcuni sistemi che usano per destabilizzare le persone scomode, per ucciderle socialmente prima che fisicamente.
Gli dico poi che siccome non ha nulla da perdere, ormai non deve temere per la sua vita. La sua situazione peggio di così non potrebbe essere. Quindi non abbia timore di fare mosse avventate. La sua vita potrà solo migliorare, e peggio di così non potrebbe stare, quindi stia tranquillo, e inizi a lavorare per il bene.
Mi ricordo le parole di Gabriella Carlizzi, quando la incontrai il 23 dicembre del 2007: “Ormai non hai scampo. Ti ammazzano di sicuro. L’unica possibilità che hai per rimanere vivo è occuparti ufficialmente di queste cose. In questo modo forse ti salvi”.
Ripeto a lui le stesse parole. Identiche.
La differenza tra me e Pier Paolo è che io, all’epoca, dovetti sdraiarmi su una poltrona pieghevole perché le gambe non mi reggevano per lo shock. Pier Paolo invece pare prenderla abbastanza bene, probabilmente perché dopo tutto quello che ha passato ormai difficilmente può passare di peggio.

Nei giorni seguenti Pier Paolo si confronterà con me ma anche con altre persone più specializzate di me, inizia il suo percorso nel purgatorio e la sua risalita.

Qualche giorno fa, una novità.
Il 18 gennaio, arriva la notizia dell’assoluzione nel processo in cui lo avevano coinvolto, quello dei trans e della coca. Era stato accusato di cessione di sostanze stupefacenti. Assolto per non aver commesso il fatto.
Il festino a base di trans e coca era una bufala.
La sera stessa, alle 21, danno fuoco alla casa di sua sorella, con due bambini piccoli dentro che in quel momento stanno guardando la TV. La casa è distrutta, i mobili distrutti, e le fiamme saranno domate solo dopo ore e ore di intervento dei pompieri, alle 4 del mattino. Poteva essere una strage. 

Buon cammino, Pierpaolo. Da adesso inizia il tuo percorso umano, ma soprattutto spirituale, che ti porterà in paradiso, quando farai come Dante, che al canto 33 vede Dio, comprendendo che Dio è “pinto della nostra effige”.
A me ci è voluto un po’ per capirla quella frase, e forse ancora non l’ho capita bene, perché mi trovo ancora nel purgatorio, sia pure nel tratto finale, spero, quello nella prossimità del fiume Lete, dove è primavera sempre ed ogni frutto.
Troverai ad accompagnarti tante persone in questo cammino. Ci sarò io, per quel che potrò; ci sarà Solange, devi solo stare attento a non farla incazzare troppo perché ha un rottweiler e tra i due il cane da guardia non è il rottweiler; c’è Paolo Ferraro che ti farà venire voglia di prenderlo a pugni ogni tanto, ma è una bravissima persona e ce ne fossero di magistrati coraggiosi e onesti come lui, con la forza di riprendersi da una batosta come quella che ha subito (simile alla tua) e rialzarsi ed entrare in politica; ci sarà David, il paladino dei deboli, lo sponsor di tutti gli sfigati dell’antisistema che se non avessero lui non li conoscerebbe nessuno; ci sarà Fausto, che è ad alti livelli del cammino spirituale e quindi lo contattano da mezzo mondo con problemi che vanno dall’omicidio del marito al brufoletto sulla guancia che la persona non riesce a mandare via con la crema; poi Stefania che è piccola ma sta crescendo come la piccola Rae, e tante altre persone che conoscerai col tempo.

Soprattutto, però, troverai te stesso, perché ti posso assicurare che in questo cammino perdi molte cose, amici, colleghi, familiari, ma una cosa la ritrovi sicuramente se avrai forza: te stesso. Quel te stesso che certi apparati, una certa politica, ci fanno dimenticare, per correre dietro a cose che sono solo specchietti per le allodole.
E quando ti sarai ritrovato, riderai quando rileggerai gli articoli sui festini a base di trans e coca. Solo chi ha conosciuto l’inferno può apprezzare il paradiso. E il mistero dell’inferno è che dipende solo da noi stessi.



PS. Caro Pier Paolo, adesso ti dirò una cosa che suonerà un po’ delirante. Non ho mai capito per lungo tempo il titolo di un libro molto particolare, unico, scritto da Marino Alberto Balducci, che è una riscrittura del capolavoro dantesco. Anche il titolo è particolare: “Inferno, scandaloso mistero”.
Non ho capito perché l’autore lo definisce scandaloso, ma credo di aver capito qual è il mistero.
L’inferno siamo noi stessi.
Non esistono i poteri occulti, tranne quelli che albergano dentro noi stessi.
Il paradiso è quello, e quando sarai in grado di capire la Divina Commedia, troverai il paradiso.
La differenza tra noi e Dante è che noi non abbiamo Virgilio a guidarci, dobbiamo farcela da soli, andando a intuito, sbagliando più volte, e quando faccio il conto di quanti sono e chi sono i paladini dell’antisistema su cui uno può contare nei momenti del bisogno (quelli che un mio carissimo amico intimo chiama i “luchador antirosicruciani”), mi pare di far parte dell’Armata Brancaleone.








87 commenti:

Sor Pampurio ha detto...

Allora non sono l'unico che non capisce le Discovery di Ferraro! Mi conforta!

Grande Paolo e Grande Pierpaolo!
Grandi Tutti!

l'ho capito subito che la storia dei trans era una bufala! Grazie Paolo che mi hai aperto gli occhi tanto tempo fa!

Anonimo ha detto...

Lei, caro Paolo, scrive e parla con sentimento, con semplicità ed umiltà. Mi ha davvero commosso.

A.R.

Anonimo ha detto...

"Non esistono i poteri occulti, tranne quelli che albergano dentro noi stessi.". Siamo sicuri,Paolo?Come puoi affermare cio'?Proprio tu???Quali sono i "sottintesi" di questa affermazione?

Anonimo ha detto...

DAL PROFONDO DEL CUORE GRAZIE... GRAZIE AL SIG. FRANCESCHETTI, GRAZIE AL CRIPTICO FERRARO, GRAZIE AL SIG ZACCAI ED A TUTTI I CORAGGIOSI CHE AIUTANO AD APRIRCI GLI OCCHI... IO SONO ANCORA NEL LIMBO, NEANCHE NELL'INFERNO E FORSE ON VEDRò MAI IL PARAGISO, MA RINGRAZIO IL CIELO DI AVERE QUEL FUOCO DENTRO CHE MISPINGE A RICERCARE E CHE MI FA TROVARE PERSONE COME VOI... GRAZIE ANCORA. DANIELE

mariatere ha detto...

Esprimo tutta la mia solidarietà al Signor Zaccai per quello che ha subito a causa del fatto che ha parlato troppo.
Ho sentito questa sua intervista:

http://www.youtube.com/watch?v=HMZfGKtBX90

e mi sembra assurdo che ci siano 1500 persone che lo abbiano insultato via mail.
Mi interrogo sempre, quando vedo e sento, che per vari fatti di cronaca esiste gente che va a insultare le persone coinvolte. Ritengo che ci si debba vergognare di agire cosi'.
Complimenti per il lavoro che fa, e mi creda se Le dico che non tutte le persone son fesse e prendono per oro colato quanto ci propinano giornali e tv.Io alcuni anni fa trovavo strane certe notizie e certi fatti, allora ho iniziato a documentarmi,e sono arrivata fino al Blog di Paolo che mi ha aperto un mondo. Ed è grazie a questo blog che ho finalmente trovato la risposta ai troppi dubbi insoluti che avevo.

Anna ha detto...

E bravo Paolo. Chi va in cerca della verita' prima o poi capisce che e' se stesso che deve cercare, e imparare a conoscersi.
Conosci te stesso e conoscerai l'intero universo. Che sei sempre tu.
Chi crede che i poteri occulti non siano entro se stesso, ma che siano una cosa "esterna" a se', qualcosa a cui lui non da il suo consenso anche inconscio o e' cieco, o un illuso, o forse piu' semplicemente un caso disperato.

Coraggio che non siete, non siamo soli.

milarepa ha detto...

secondo voi riescono ad inoculare il cancro?

Sandro Sabene ha detto...

Parole di vita!

Grande!

Dar56 ha detto...

Uno degli articoli più belli in assoluto.
....non voglio mancare di rispetto verso Pierpaolo (l'unico politico forse che mi sento di chiamare per nome) e verso quello che ho passato ma mentre leggevo il tuo articolo, nonostante tutto, gli ho invidiato la tua amicizia (perché gli amici "speciali" abitano sempre a non meno di 300 km e invece nel raggio di pochi metri sembra di vedere solo coglioni è un mistero che non riesco a risolvere). Ho avuto l'onore di incontrarti ad una conferenza a Verona e ogni tuo articolo e intervista non fa che confermare quell'impressione sperimentata "dal vivo".
Comunque anche tu fai parte delle mie amicizia in un certo modo e come gli amici più cari ti ritrovo quando leggo i tuoi articoli o quando ascolto le tue interviste e non sei l'unico amico mio in questo senso, tanti altri ce ne sono e un grazie va a tutti voi per quello che mi insegnate. Certo sarebbe bello poterci vedere di quando in quando ma per molti di questi amici il problema ovviamente non è solo spaziale ma anche temporale (non tutti sono di questo periodo - la magia dei libri).
Ciao, ciao ^_^
Ps: La piccola Rae è una citazione da "Nessun Luogo è Lontano" di Richard Bach (un altro amico)?!

Anonimo ha detto...

Mi sbaglio o gli episodi avvenuti a Zaccai assomigliano a quanto successo a Marrazzo!?!?

Anonimo ha detto...

Per la legge del contrappasso voui salvarlo per...?

Anonimo ha detto...

@ Paolo Franceschetti.

Caro Paolo, malgrado tu mi faccia incazzare ogni tanto, per motivi che non starò a spiegare adesso, sono convinta che tu sia una persona FODAMENTALMENTE pulita.
E questo tuo BELLISSIMO articolo, scritto con tanta SINCERITA', MODESTIA ed EMPATIA, me lo conferma.

Lilith

Billy The Kid ha detto...

E se...
PIER PAOLO Pasolini avesse ritratto SE' STESSO in "Salò - o le 120 giornate di Sodoma"?
Se, cioè, quello dei "nazifascisti" non fosse altro che uno specchio rovesciato (in pieno stile satanico) per poter rappresentare quello che avviene in realtà (anche?) nella ROSA ROSSA, di cui anche lui avrebbe fatto parte...?
g

Anonimo ha detto...

@ Dar56.

....Richard Bach ( un altro amico )?!

UN ALTRO AMICO SENZ' ALTRO ! ( per lo meno MIO ! )
Ma di cui TROPPI non hanno capito il COMPLESSO e SOTTILE messaggio.....addossandogliene ADDIRITTURA un altro RIDUTTIVO e sostanzialmente DIVERSO.

Lilith

mariatere ha detto...

per l'anonimo del 25 gennaio 2013 21:30

Se non sbaglio Marrazzo era un assiduo frequentatore di festini contrariamente al singolo episodio accaduto al Sig. Zaccai. Marrazzo inoltre si era scusato pubblicamente rivelando il suo "peccatuccio", contrariamente a Zaccai che ha espresso la sua totale estraneità ai fatti; mi pare quindi alquanto diversa la faccenda.
Evidentemente volevano far fuori Marrazzo per diversi motivi e per farlo hanno rivelato il suo segreto; mentre nel caso di Zaccai dava fastidio il suo impegno contro la pedofilia, ed hanno cercato di fermarlo con questa accusa falsa ed infamante.

Lorenzo Cricca ha detto...

siamo in tanti Paolo ... una folla silenziosa che è con te e che magari non conoscerei mai che ascolta la radio di David , che va ai comizi di paolo Ferraro ... alle varie conferenze e che fa il tifo ... PER VOI non siete soli ... forse sarà poco ma io un pensiero per te quando leggo i tuoi articoli ce l'ho sempre . E spero che questo piccolo incoragiamento ti possa scaldare e tu possa trasmettere questo calore a tutti quelli che ne hanno bisogno .... che possano non sentirsi soli

Raffaele ha detto...

Ciao Paolo,
bellissimo articolo, anche se mi permetto di dissentire quando dici che "i poteri occulti in realtà sono dentro di noi", perchè in ospedale dubito che ce lo abbiano fatto finire i poteri occulti che stavano dentro di lui ma quelli esterni in carne ed ossa. o sbaglio?
sai bene che persone ben più forti e potenti di Zaccai hanno fatto una brutta fine e ripeto non per mano dei poteri occulti dentro loro stessi. Le paure stanno dentro di noi ma chi muove i fili è terribilmente reale.

Cordialmente

O'COMPLOTTIST ha detto...

articolo bellissimo!
scusa Paolo, si puo' sapere qual'è il giorno e l'orario degli incidenti? almeno non viaggiamo in quel giorno :-)
secondo te la vicenda di Marrazzo cosa nasconde?
altra domanda ke nn c'entra in questo contesto: cosa pensi dell'entrata in politica di Ingroia?
t'ho fatto anke una domanda nei commenti (il 5°) al post precedente.
ovviamente, come sempre, sono gradite opinioni da kiunque!

Anonimo ha detto...

!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

"cosa pensi dell'entrata in politica di Ingoia?"

Un video emblematico:
http://video.corriere.it/crozza-imitazione-ingroia/02f5cbe0-6792-11e2-8a76-cd5e3242e53f

Maria AA ha detto...

Lettera aperta all’Ordine della Rosa Rossa e della Croce d’Oro

Ebbene sì una lettera aperta e cercherò di farla pubblicare sul sito di Franceschetti e su quello dei Carlizzi, ma è possibile che me la censurino, ma in fondo in questa storia c’è da aspettarsi di tutto.
Questa storia comincia con la ricerca della verità all’interno della storia. E dove si arriva? A tutta una serie di matrioske per i cercatori di verità. E così arrivo a votare Rifondazione Comunista al liceo pur provenendo da un’educazione rigidamente cattolica. Ma perché? Per un insegnamte di filosofia che aveva una spiccata preferenza per me, mi perdonava tutto anche quando non studiavo, forse mi trovava intelligente, più semplicemente mi compativa per l’atroce fine di mio padre.
Oh mio padre, che modo sottile di rovinarmi la vita! Che coerenza Bertinotti! All’università si passa al PDS, poi DS, ma dai! Non potevo mica essere così idiota da votare Berlusconi, quello che ha impapocchiato l’Italia con quattro spot idioti, con le foto della famiglia dietro le spalle. Come non ricordarlo quel1994, avevo 19 anni e pensavo che gli italiani si fossero rincoglioniti in massa ed io ero la più ganza di tutti, perché avevo capito tutto, io votavo a sinistra. Poi incontro un ex metallaro con aspirazioni giornalistiche che mi dice:” Hai notato che sui cappelli d’uniforme nazisti c’è un teschio con delle ossa incrociate?” “No, dico io, ma cosa mi dici? Sarà una coincidenza, una premonizione del destino…” “E no cara, fa lui, guarda sto documentario, si chiama ‘l’esoterismo nazista’. “Strano, dico io, ma questi davvero facevano le invocazioni? Ma si sa, dai, erano dei pazzi criminali”. E lui “e i dischi dei Black Sabbat al contrario? Comunque, faccio la tesi sul caso Moro..”
“auguri”, dico io. Un giorno lo chiamo, eravamo nel 1998, e gli dico.”Sai hanno fatto un servizio al telegiornale su Pacciani, hanno inquadrato una trave di casa sua, non ci crederai, ma c’era disegnato sopra un triangolo con unocchio dentro, non è un simbolo massonico?” E lui:” e ma si sa, quei delitti erano comandati da chissà chi..”.
(parte 1)

Maria AA ha detto...

Successivamente inizio ad avere dubbi anche sui DS, innanzi tutto perché sentivo troppo spesso dire che D’Alema era un grande statista,( ma de che?) e poi per uno strano episodio accaduto il giorno del G8 a Genova, quando hanno ucciso Giuliani. Ebbene, all’epoca bazzicavo le sezioni di partito e per Genova doveva partire anche una delegazione della sinistra giovanile della mia città. All’ultimo momento i vertici del partito hanno imposto ai ragazzi della sinistra giovanile di non partire. Io, me ne sto a casa davanti alla tv, e guardo il casino accaduto. Ad un certo punto rifletto sul fatto che se avevano impedito di partire allora…allora erano veggenti…e poi ho pure pensato ai ragazzi della sinistra extraparlamentare, povera carne da macello…
Gli anni passano ed io continuo ad essere di sinistra e a sfanculare più o meno velatamente i berlusconiani, ma ci sono stati anni in cui è stata davvero dura, se eri di sinistra eri comunista e beota..
Un giorno un mio amico mi fa:”Hai mai letto niente di David Icke? Tiè, ti presto ‘…e la verità vi renderà liberi’ , dice la verità anche se talvolta svariona con rettili e dinosauri”
Ed io penso che mi si è aperto l’universo, la verità è quella. E su internet ore di pippe mentali con le conferenze di Icke, vado anche a vederlo di persona. A tradurre per la conferenza c’è una mia cara amica, che nella pausa fra una discussione e l’altra viene anche invitata da Icke per un riposino nella sua cameretta d’albergo. Ma la mia amica porta anche me e il grande Icke mi guarda in cagnesco, mentre io non ne capisco il motivo.
Successivamente approdo sul sito di Grillo e sento per la prima volta parlare di signoraggio.
Fantastico! La moneta, il denaro, tutta un’illusione. E’ tutta colpa dei banchieri. Approdo anche sul sito di uno che si occupa solo di signoraggio, amico pure di Franceschetti, ma all’epoca il grande Paolo era a me sconosciuto. Per grazia del destino, Grillo non l’ho mai visto di persona, anche perché chissà quanti quattrini avrei dovuto cacciar fuori. Altro che illusione monetaria!
(parte 2)

Maria AA ha detto...

E finalmente, dico finalmente, il sito di Paolo Franceshetti…Era la fine del 2009.
Il primo mese ho passato ore ogni giorno a leggere i suoi articoli : c’era di tutto, la moto, la digos, e Solange avvelenata, il padre massone, il giudice con la lettera verde, Gabriella Carlizzi, e le zuffe con la Carlizzi, e il mostro di Firenze e……ultima ma sicuramente non per importanza la Rosa Rossa.
La mia vita non è stata più la stessa, Rose Rosse dappertutto. Questa fissa l’ho ancora adesso per la verità.
Inizio a pensare alla morte di mio padre. Cazzo, non è stato un suicidio, non avrebbe potuto esserlo. Scrivo a Franceschetti. Si scatena l’inferno: iniziano ad accadermi strani episodi.
Parto per un viaggio a Venezia e trovo un oggetto spostato, un oggetto a me caro che ero sicura si trovasse da un’altra parte. Forse ha valenza simbolica o di avvertimento. Inizio a vedere cose che prima non vedevo, tutto è collegato da un linguaggio universale, esoterico. Prevedo la data di sparizione di Yara Gambirasio. Mi arriva una busta a casa con confetti rossi, sigillata con ceralacca con sopra squadra e compasso, dal figlio di un professore che si occupa delle intercettazioni ambientali del caso Scazzi. Voglio i libri della Carlizzi, ma per una serie di ritardi e ritardi e paure, riuscirò a leggerli completamente solo dopo due anni. Telefono a Franceschetti, ci sentiamo assiduamente per un paio di mesi. Decido di seguirlo per una conferenza a Firenze, prima della partenza ricevo minacce esplicite sul blog e non ne capisco la ragione, ma parto comunque. A Firenze conosco Carmelo Carlizzi, con il quale inizierà un rapporto epistolare che continua ad oggi.
Prevedo la data di sparizione di Melania Rea e lo scrivo tre settimane prima sul blog. I rapporti con Paolo si raffreddano. Non risponde più ai miei messaggi ed alle mie telefonate e non ne capisco la ragione. Intanto gli strani episodi continuano, mi sento pedinata. Continuano le minacce anche se in maniera più velata e sottile, forse per evitare denunce. Addirittura gli avvertimenti mi arrivano in maniera anche sottile attraverso i libri e li leggo sul blog. Cerco Paolo, ma lui non risponde.
Quando finalmente gli parlo, mi dice di farmi una nuotata in piscina, che lui fa così. E poi più nulla, mi evita per mesi e mesi. Paolo è uscito dalla mia vita. Intanto conosce Ferraro, diventa l’avvocato delle Bestie di Satana. Solange non scrive più sul blog da anni E’ sempre più popolare.
(parte 3)

Maria AA ha detto...

Ed io non mi spiego come sia possibile che uno così possa accusare il procuratore Vigna di essere il mostro di Firenze senza che nessuno interverga. Franceschetti non ha prove in merito e continua a ribadirlo. Franceschetti mente sapendo di mentire, perché fa comodo nascondere il vero mostro. Il mostrologo Mario Spezi, che per decenni si è occupato della vicenda, un esperto sul caso, in una intervista del 2004 alla domanda ‘chi è il mostro di Firenze?’ rispose “ A Firenze tutti lo sanno.”
Quindi per sapere chi è il vero mostro fatevi un giro a Firenze, magari chiedetelo al tassista.
Tutti lo sanno, tranne gli inquirenti. Tutti lo sanno, ma il nome non può essere detto. Per capirlo occorre leggere i libri della Carlizzi, che lo indica, ma non facendone il nome. E sapete perché?
Perché non voleva essere querelata. Franceschetti invece non lo tocca nessuno.
Possibile inoltre che nessuno capisca che quanto dice sulle Bestie di Satana non può essere obiettivo perché l’avvovato Franceschetti è il loro difensore e viene pagato per questo?
Sul blog di Franceschetti vengono dette verità comode, quelle scomode sono taciute.
Ennesima matrioska nella mia vita.
E poi , Carmelo, parla tu se vuoi del Monte dell’Orazione e di ciò che c’è stato dopo.
Vorrei dire a chi mi legge che le sofisticazioni del male sono infinite e che forse la verità va cercata in noi stessi e non all’esterno.
Questo viaggio per capire è un viaggio dentro di noi, altrimenti non ha senso.
Gli altri saranno sempre una delusione.
E con ciò mi complimento con la schola esoterica più potente del mondo, con i signori del mondo e i padroni della conoscenza, per il tempo che ho perduto inutilmente a cercare di capire, per il sofisticato sistema di trappole predisposto per i cercatori.
Con un inchino vi saluto, tacerò per un po’ perché tutto ciò che finora ho cercato di esprimere non è stato ascoltato e forse non è così importante.
(fine)

Dar56 ha detto...

@ Lilith:

Adoro la poesia di Richard Bach. E adoro la filosofia che si cela dietro la sua poesia. Una poesia che non tutti possono capire e quelli che non la capiscono non arrivano nemmeno a vedere la sua filosofia ma li dentro c'è tutto. TUTTO!
Ho amato e letto più volte "Illusioni", "Via dal nido" e l'ultimo (stupendo) "Il cielo ti cerca".
....da piangere di gioia..... ^_^
E quindi puoi immaginare la gradita sorpresa quando ho letto la citazione di Paolo, un "ESSERE UMANO VERO"!
Ciao, ciao ^_^

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

Articolo utile e interessante.
Anche a me è venuta in mente la vicenda Marrazzo che ritengo sia stata pilotata e strumentalizzata.
Nel senso che sicuramente l'ex governatore aveva i suoi giri ed era potenzialmente ricattabile, ma la storia dei video mi puzza di falso e nessuno di noi ha mai visto quei filmati, esistono veramente???

Magari lo hanno minacciato e anche Marrazzo ha dovuto sottostare a ordini ricattatori, accettando di racconatre vicende mai accadute...
Di cosa avrebbe dovuto aver paura?
Di video che lo vedevano amoreggiare con dei trans?
Di video dove lui si faceva una pippatina?
Ma andiamo, questi sbirri sono agenti mandati dai servizi per creare l'EVENTO e poter controllare la vita politica, spostando cariche governative e cambiare l'assetto politico ogni qual volta si renda necessario farlo, per ovvi motivi politici e strategici...

Vuoi cambiare un leader???
Inventi o piloti uno scandalo e via andare, minacciando la persona e costringendola a confermare una storia inesistente...
Se fosse stata vera la sua storia ed io fossi stato in lui, me ne sarei fregato dicendo che loro potevano anche veicolare questi video dove mi facevo inculare da transoni... cazzo me ne frega!!!

E poi questi video a chi sarebbero dovuti arrivare???
A magistrati???
Alla famiglia???
Non aveva nulla da temere, invece ha tutto da temere nel contraddire la storia per ovvi motivi di ricatto e minacce, fino ad essere d'accordo nel sostenere una tesi mediatica inventata...
I trans che sono stati uccisi, nel caso avessero realmente avuto rapporti con lui, li avrebbero tenuti in vita, avrebbero dovuto rafforzare le tesi delle frequentazioni, invece li hanno fatti fuori... perchè???
Avevano paura che qualcuno dicesse la verità, quindi mettesse in discussione il fatto???
Secondo me si, in caso contrario, se la storia fosse stata vera, li avrebbero usati come testimoni...
Invece, solitamente, i testimoni vengono fatti fuori quando possono rivelare tesi contrarie a quelle veicolate, ERGO, PER LOGICA, non è successo quello che hanno raccontato... :-)

Idem per ZACCAI, magari non ha mai fatto festini, ma non sono riusciti a cooptarlo e allora lo hanno menato per punirlo, cosa che non è avvenuta a MARRAZZO...
Ma poi se entrambi avessero per ipotesi ANCHE fatto eventuali festini... chissenefrega...
Il popolo bue si accontenta del capro e della piazza e come un tempo accadeva pubblicamente dal vivo, oggi butta merda su coloro che vengono additati a mascalzoni o persone immorali...pensando esista una giustizia al di sopra delle parti, accettando di fatto l'ipnosi, E' QUESTO IL DRAMMA, LA GENTE IGNORANTE CHE NON VUOL ACCETTARE DI ESSERE PARTE DI UN MECCANISMO PIU' GRANDE DI LORO...


Anonimo ha detto...

Grande Paolo.

Questo post è stato scritto con l'anima.
Con l'amore e il coraggio dell'anima.

Certuni vengono turbati più da queste parole che da quelle nate dalla falsità e dall'odio.

Falsità e odio fuggono e si nascondono davanti all' amore e al vero.

Caro Paolo, più ci si perfeziona e più si rimane soli ma.....


A.R.

Paolo Franceschetti ha detto...

Maria solo due leggerissimi appunti alle stronzate che hai detto.

1) Per la vicenda delle bestie di Satana non mi paga nessuno. Casomai ho sborsato io svariati migliaia di euro a vario titolo. Credo ad oggi di avere speso a conti fatti circa 15.000 euro, senza mai aver visto un euro da chicchessia.

2) Visto che non dico verità scomode, potresti segnalarcele tu? Magari apri anche un blog con le tue verità scomode, ma se proprio non hai tempo e voglia, facci un elenco qui, per favore.

Infine, concludi la tua lunga lettera con "tacerò per un po'". ecco, è quel "per un po'" che mi preoccupa.

Paolo Franceschetti ha detto...

Si, concordo anche io che la vicenda marrazzo è simile.

Su Ingroia non mi pronuncio. Che devo pensare? La politica è una presa in giro, e lui partecipa a questo teatrino.

Maria AA ha detto...

Le stronzate caro Franceschetti le racconti tu, perchè nonostante le svariate conferenze, non hai uno straccio di prova del fatto che Vigna sia il mostro di Firenze.
Le verità scomode le ha segnalate la Carlizzi nei suoi libri,e pensa un pò neanche lei ha fatto i nomi ed io se mi azzardassi a farli come invece ti permetti di fare tu, senza che nessuno mai intervenga, verrei immediatamente querelata. A te nessuno ti tocca proprio perchè fa comodo ciò che dici.
La vicenda delle Bestie di satana ti ha portato guadagno e prestigio come avvocato, perchè si tratta di un caso nazionale.
La persona che difendi è stata condannata in via definitiva, e ciò che dici su di loro non può essere obiettivo perchè obbedisce ad una precisa strategia difensiva.
Un ultimo appunto:
attacchi tanto i cattolici ma pensi davvero di aver capito tutto solo perchè reciti davanti all'altarino del namiorenghekkio?
No scrivo un blog perchè non mi va. Oggi si è qualcuno solo se si scrivono dei blog. Per cosa poi? Per aspirare ad essere come Franceschetti.
Ma vaffanculo.

Paolo Franceschetti ha detto...

Ancora con questa storia del guadagno. Ma è una persecuzione.

Maria AA ha detto...

Facciamo un patto:
io i nomi li faccio, ma se mi querelano mi difendi gratis ed in più anticipi pure 15000 euro.

mariatere ha detto...

Cara Maria AA,
ma il tuo unico scopo nella vita si basa sull'offesa gratuita? Chi offende lo fa perchè non ha argomentazioni valide per supportare la sua tesi.Se trovi tanto orride e insulse le argomentazioni di questo blog, perchè lo segui fedelmente? Perchè scrivi continuamanete??! Quando si prova ribrezzo per qualcosa o per qualcuno di solito si reagisce ignorandolo: MA CHE CI FAI ANCORA QUI? Hai stancato cara Maria, usando un francesismo ti dico che hai VERAMENTE ROTTO LE SCATOLE.
Amichevolente ciao.

Anna ha detto...

Non ho mai avuto modo di leggere i libri della D.ssa Carlizzi, pero' se devo basarmi sui post di MariaAA una domanda mi sorge spontanea:
perche' scrivere migliaia di pagine di libro dedicato all'infinita storia del Mostro di Firenze evitando accuratamente di fare nomi onde evitare querele?
Eppure la compianta Carlizzi una querela e per di piu' ingiusta se l'era presa a proposito di questa vicenda, e ne aveva parlato lei stessa qua dentro specificando appunto che essendo la querela a suo carico del tutto assurda e ingiustificata ne era uscita pulita. Quindi dubito temesse ulteriori querele: la Carlizzi era una che lottava e ci metteva la faccia, non si nascondeva di sicuro.
Scrissi gia' a suo tempo che la Carlizzi almeno i libri se li stampava di tasca sua, ma cosa pensare di tutti coloro che con libri pubblicati dalle maggiori case editrici i quali seminano di indizi a loro avviso fondamentali per capire chi fosse il Mostro guadagnano lautamente da anni sul sangue di innocenti scannati come cani?
I nomi, o si fanno chiaramente e GRATIS o grazie, il libro non mi interessa comprarlo per finanziare carriere scrittorie non certo da Premio Nobel per la letteratura.
Paolo ha fatto dei nomi su un blog gratuito e quindi dovrebbe essere ammazzato come conseguenza? Che bel discorso logico, complimenti. A me invece la logica suggerisce che se accadesse qualcosa a Paolo in virtu' del fatto che ha esplicitamente accusato delle persone di essere gli esecutori materiali, questa sarebbe la prova definitiva che aveva fatto Bingo, e quindi quei signori la' si sarebbero dati la classica zappa sui piedi da soli.

Non ho mai capito cosa i "cercatori di verita' " si aspettino da blog come questo; a me bastano gli spunti di riflessione, non chiedo nomi ne' prove di nulla perche' mi interessa fare le mie ricerche da sola, non avere la pappa scodellata da Paolo o chi per lui. Soprattutto non mi tormento sul fatto che ancora nessuno l'abbia fatto fuori in senso legale o addirittura fisico per aver detto cose di cui si prende la piena responsabilita'.

Paolo Franceschetti ha detto...

Casomai Maria, pagherei 15.000 euro per togliermi dalle palle le decine di rompicoglioni che pensano di aver capito tutto della vita, di essere al centro del mondo, ma che in genere si pongono solo al centro di questo blog riempendolo di stronzate.

Maria AA ha detto...

I'm in no time
I'm in no space

CENTRO DEL MONDO

CENTRO DEL MOONDOOO

Sergio Cuvato ha detto...

ciao paolo
vorrei sapere se conosci questo video e la ricerca di "felce mirtillo" e cosa ne pensi.
grazie
http://www.youtube.com/watch?v=UoP93XiJYwU

Anonimo ha detto...

Ognuno di noi è padrone del suo spazio e ne rispetta le proprie regole. se maria vuol fare i nomi che li faccia senza accusare paolo. In quel caso avrá dimostrato di sapere qualcosa in piu e di aver coraggio. credo che paolo non esiterebbe a difendere da querele gente con un coraggio e una saggezza cosi. fallo o non accusare. paolo: la reazione di maria è piena di rabbia ma anche paura quindi potrebbe conoscere la verita oppureè un ottima attrice

Anonimo ha detto...

@ Maria AA.

Ma la tua vita, di cui ci racconti le varie tappe, credi sia INTERESSANTE ?!
A me sembra piuttosto una piccola e piatta mappa geografica.....nessuna esperienza importante o particolare, nessuna RIFLESSIONE se non BANALE, nessuna EMOZIONE; insomma, NIENTE di cui valga la pena raccontare se non ad un tuo amico TOLLERANTE.....tanto per facilitargli il sonno !

Ma andiamo al punto cruciale dei tuoi 4 lunghi e VUOTI commenti, dunque: tu sostieni che Paolo, TANTO bravo e valido prima, perchè con INFINITA pazienza ti dava ascolto, è diventato IMPROVVISAMENTE tutto l' opposto ( addirittura gli fai accuse PESANTI pretendendo una bella cifretta per provarlo...SIC ! ) dal momento in cui non ti ha più PERMESSO di romperglie le scatole, smettendo di risponderti al telefono......Di che ti LAMENTI ?!? io, da quel che ho capito di te, sarei durata un' UNICA telefonata !

Una "vita SPERICOLATA" l' hai avuta SOLO nella tua IMMAGINAZIONE !......Mettiti l' anima in PACE, o se no REALIZZALA !

E guarda che, se non l' hai ancora capito, qui CIRCOLA gente SMAGATA ! ! ! !

Scusami, sono senz' altro stata troppo DIRETTA, ma la tua BORIA, EGOCENTRISMO e MEGALOMANIA non mi permettono CONCESSIONI nei tuoi confronti.

Lilith

Anonimo ha detto...

@ Dar56.

Anche io mi sono sorpresa quando Paolo ha citato "la piccola Rae", che se non sbaglio faceva parte della "TRILOGIA".....

Il secondo e il terzo che citi non li ho letti, ma tanti altri, tra cui "Illusioni" che è il mio preferito, anche io PARECCHIE volte.....e che non ti annoia mai !

Per me, che ero molto giovane ed angosciata, prima di leggerlo, perchè stavo passando esperienze simili ma non trovavo QUASI nessuno con cui condividerle, Bach fu un' IMPORTANTE CONFERMA e aiutò MOLTO il mio cammino PSICOFISICO.
Ciao :-)))

Lilith

Anonimo ha detto...

Trovo questo post leggermente inquietante, ma giusto un pochino...
Cioè questi, hanno preso un parlamentare, l´hanno ammazzato di botte (quasi) ecc ecc.
Un parlamentare. Pensate cosa può succedere a chi parlamentare non è...

Direi abbastanza inquietante da recarsi all´aeroporto più vicino, e prendere il primo volo disponibile per .

TR

Democrito ha detto...

****Casomai Maria, pagherei 15.000 euro per togliermi dalle palle le decine di rompicoglioni che pensano di aver capito tutto della vita, di essere al centro del mondo, ma che in genere si pongono solo al centro di questo blog riempendolo di stronzate.****

Ma come, il proprietario del Blog lancia un’accusa così forte agli utenti e nessuno nemmeno si sogna di chiedergli spiegazioni? Conigli!
Cosa vuole dire? E i nomi (NIck)? Con chi ce la ha veramente? E perché? Sono domande importanti ed è buona cosa giocare a carte scoperte, invece che vivere nella ambiguità, a meno che anche voi non facciate parte della famigerata organizzazione.
Ma come, gente sgamata come voi, che non ha paura di indagare e dire la propria sui poteri occulti? Gente che capisce subito, o pensa di capire subito, con chi ha a che fare? Leccaculi, avete paura di indagare su qualcosa che vi tiri in ballo di persona?
Personalmente, se fossi sgradito al proprietario preferirei saperlo. Voi no, voi preferite illudervi di essere amati ed apprezzati, invece di affrontare la cruda realtà. Pagliacci.

Anonimo ha detto...

ma questo http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=hldLqhVK8sg#!

è un tuo amico?

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=JYBb2x-zOFQ

Anna ha detto...

Sai qual e' il vero dramma Demo? Che anche tu, come molti altri, prendi la vita dentro 'sto blog troppo sul serio. Postare qua dentro e' lecito, e stare eventualmente sul cazzo al gestore e non avere i commenti pubblicati non e' propriamente una tragedia sai. Si molla il blog e adios amigo.
Tutte 'ste polemiche sono noiose, noiose, e ancora du' palle !!
Se poi c'e' chi si illude di essere amato e apprezzato (ma da chi, da Paolo? Ahahahah) su un blog di perfetti sconosciuti, si e' grave ma e' ancora poca cosa rispetto all'imbecillita' davvero oscena che la maggioranza delle persone ostenta nella vita reale e i risultati sono sempre molto evidenti, oltre che avvilenti.
Paolo ha ragione, quindi per me il discorso e' chiuso.

Anonimo ha detto...

MAH! A me sembrate una banda de matt!
Allora, un insegnate famoso nel campo della recitazione americano (dal cognome MOLTO noto)disse:
GLI ITALIANI DICONO UN SACCO DI CAZZATE CONTESTUALIZZATE..
Beh... direi che ha ragione...
vi sfugge sempre il goal, l'obbiettivo finale, il traguardo..
come una pallina da golf che gira e rigira intorno al BUCO ... MAH

Messiadicasamia

Anonimo ha detto...

si tratta di un consigliere provinciale, non di un parlamentare.

Per me son tutte cazzate!

Anonimo ha detto...

Ma Democrito, è evidentissimo; Semplicemente agli altri lettori, di quella frase, non interessa quanto a te. E non farmi proseguire perchè si tratterebbe di questioni alquanto miserevoli (anche Anna ti è stata gentile)

Goditi la vita piuttosto
Epicuro

Etienne Fiori ha detto...

No cara Anna. Il mio problema non è quello, ma il fatto che nella vita, finora, ho visto troppe buone iniziative andare a monte a causa della vigliaccheria e della meschinità degli attivisti. Anche adesso che sono vecchio, certe cose mi irritano dal profondo.
Hai ragione a sostenere che la vita reale si svolge fuori di qui, ma dovresti dire “si dovrebbe svolgere”. In realtà non c’è nulla di fattivo e sinceramente non sono quelli come me che possono iniziare a smuovere qualcosa. Dovrebbero farlo i ragazzi, quelli a cui stanno scippando la vita, ma non succede nulla. Questa è la vera “Gioventù Bruciata”, io per mio conto ho già dato fin troppo. Se esiste la reincarnazione la prossima volta mi faccio più furbo, ma poi sarebbe finito il divertimento.
Quindi meglio fesso e contento.
Di Paolo, riguardo alle pubblicazioni dei miei commenti, non mi posso certo lamentare. Ha sempre pubblicato tutto, tranne qualche insulto che ha fatto bene a censurare.
La vita continua, nella sua meschinità. Io sono un vecchio dal brutto carattere, ma che ce voi fa?
Domenica non avevo nulla da fare e sono andato ad una lezione di Yoga gratuita, ma appena entrato ho scazzato con l’insegnante e la ho mandata a fanculo. I convinti, specie i convinti religiosi, mi irritano tanto quanto i vigliacchi.
Forse dovrei curarmi l’orticaria.

Democrito ha detto...

Epicuro@
È una questione di sensibilità e di rispetto. Io non amo essere in ambienti dove non sono gradito (ovviamente dal padrone di casa). Evidentemente a te non fa ne caldo ne freddo, quindi chi sia il miserabile fra me e te, te lo lascio immaginare.
Quanto a godersi la vita, non ti preoccupare troppo per me, ma riguardati da te stesso, che forse ne hai più bisogno.

Democrito ha detto...

cazzo, sono entrato con la e-mail di una collega che mi aveva occupato il computer.
anna, il commento è mio.
ciao

Anonimo ha detto...

Demò che tristezza che fai poveretto


Anonimo ha detto...

Dai su Demò, come potevi pensare di riuscire a mettere gli utenti contro Paolo, per di più con quella allusione a tutti chiara. Sei davvero andato?

Vabbè, però adesso non insistere più con l' argomento in cui ti sei infognato, che ti sei già sputtanato abbastanza.

E non cercare, come fai con Epicuro qui sopra, di girare le tue solite frittatine, se non vuoi diventare penoso.....piuttosto apri una tavola calda: "Le frittate di Demo"

Anonimo ha detto...

Demo, sei di uno squallore e stupidità senza pari. la tua stragia per mettere gli utenti contro Paolo aveva una forza pari a questo: PPRRRRRRRRRRRRRRRR!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Rudolf Steiner...
cos'è...il Fraanceschetti TEOSOFICO?
Questa è la vera notizia dell'articolo.
...adieu

Anonimo ha detto...



Con chi ce l'ha Paolo VERAMENTE Demo lo sa benissimo. Ma voleva fare il furbetto come fa qui sopra con Epicuro.....le sue famose "frittate", gira e rigira, gira e rigira!

Paolo ce l'ha con i rompicazzi, e tutti quelli che si "sentono" chiamati in causa è perchè lo sono.

Ce l' ha con coloro che credono di essere il "Sole" intorno a cui girano gli altri, i "pianeti"; quando di fatto sono solo PATACCHE, i più stupidi, e non brillano che delle scintille provocate dalla loro stessa stizza.

Ecchecazzo, non se ne può più di tutta 'sta falsità e di tutti 'sti giochetti ipocriti e idioti.....ma ndo' stamo ! ! ! ! !

Lilith

Paolo Franceschetti ha detto...

Secondo me Democrito scherzava. Ma è non è stato compreso.

Solidale ha detto...

ATTENZIONE!!!

Il giornalista d'inchiesta Gianni Lannes ha subito da poche ore un attentato alla sua vita.

Il proprietario del blog

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/

…doveva intervenire a RADIO ROMA CAPITALE con DAVID GRAMICCIOLI…

ha mandato un messaggio…..INCIDENTE STRADE….SABOTATI I FRENI….ma sembra che stia bene!

Billy The Kid ha detto...

Allora... Mi sono sempre chiesto come mai queste organizzazioni segrete hanno i nomi che hanno: GRANDE ORIENTE (D'ITALIA), ORDO TEMPLI ORIENTIS, GOLDEN DAWN (ALBA DORATA) ecc.
La risposta è semplice, ma non scontata: TUTTE fanno riferimento al SOLE, sole NASCENTE, sole LEVANTE.
Perché?
Perché l'esoterismo internazionale ha radice nell'ANTICHITA', in particolare nelle civiltà originarie dell'Egitto, della Mesopotamia, dell'India, dell'Estremo Oriente, delle Americhe.
Questo esoterismo storico HA ORIGINE COMUNE nella CIVILTA' del SOLE, L'IMPERO "ANTIDILUVIANO" DEL MU, la MADRETERRA (non a caso situato nell'oceano Pacifico).
E questo IMPERO DEL SOLE altro non era che una COLONIA DEGLI DEI-ASTRONAUTI, venuti da altri pianeti e sistemi di mondi.

TUTTA LA MASSONERIA MONDIALE E L'ESOTERISMO INTERNAZIONALE (e TUTTE LE RELIGIONI dell'umanità) hanno COMUNE ORIGINE nel RICORDO DI QUESTA COLONIZZAZIONE EXTRATERRESTRE.

Io affermo ciò, ma, PER ORA, sono come un profeta nel deserto.

Attreverso questo collegamento si può comprendere tutto il SISTEMA, i suoi fini, le modalità con cui opera.

E per ora TUTTI I PEZZI mi coincidono perfettamente...

Grazie a Paolo Franceschetti per lo spazio di libertà e le intuizioni contenute in questo blog.

g

Anonimo ha detto...

"non è stato compreso"!?!AHAHAHAHAHAHAHAH AHAHAHAHAHAHAH!!!!

bugs bunny ha detto...

grande articolo,
di una verita' ed onesta' commoventi.
A parte tutta la simpatia per Zaccai,Marazzo,
Franceschetti, Gasparri e Sircana(e per tutti i poveri bistrattati trans ovviamente);
il post descrive benissimo
quest'italia cosi' ipocrita e farisea e'
sempre uguale a se stessa:
Caro paolo ,
sarai pure della soka gakkai ma prima che un buddista sei proprio un'italiano.
In ogni caso Buona recita del mantra.

@ Maria AA
non disperare e non t'arrabbiare piu' di tanto; it's only a blog.
Per trovare la Verita', la Via, la Vita bisogna rivolgersi a qualcUnaltro !

carmelo maria carlizzi ha detto...

Mi permetto di intervenire con un contributo di chiarezza nello scontro fra Maria e Paolo visto che si parla anche di Gabriella e di talune sue cose. Secondo me questo confronto fra i due si può in qualche modo paragonare per comprenderne la probabile illogicità a quelli fra Gabriella e Paolo. Intanto Gabriella era una donna, moglie e madre di famiglia, poi scrittrice, giornalista di inchiesta in innumerevoli vicende sino a Meredith, candidata in politica al Parlamento e al Comune di Roma, guida di uno dei primi enti di beneficenza cattolici del dopoguerra, poi carismatica contrastatissima dalla Chiesa, insomma una donna la cui caratteristica principale è stata la scomodità. I nomi però li ha fatti sempre e in tutte le sedi, sia che avesse ragione o torto. Ma specialmente nel primo caso, quando aveva ragione, è stata perseguitata e colpita duramente. Due volte ha subito gli arresti, altre volte è stata avvertita di arresto in corso di interrogatorio, molte volte ne è stato richiesto l’arresto e processata per aver calunniato statisti (Andreotti e Craxi), brigatisti, mafiosi, politici, criminali. Ha imparato in cosa consistesse il reato di calunnia e come si concretasse – pensate un po’ – proprio a Firenze nel ’95 e direttamente dall’allora pm Piero Luigi Vigna, che le chiedeva: “Ma signora Carlizzi, secondo lei chi è il Mostro di Firenze?”. Gabriella che ha sempre avuto un sacro rispetto per la Giustizia, ovviamente allora non sapeva ancora con chi parlava e quindi andava a ruota libera. Ma lei avrebbe fatto lo stesso se le avesse mostrato anche le proprie fotografie, perché ha sempre ritenuto che occorre aiutare anche il peggior criminale a redimersi, a liberarsi dalla legatura esercitata dal Male. Quindi ha continuato a “calunniare” poiché era l’unico modo per far emergere la verità, e così sino a Meredith. La paura del carcere non l’ha mai trattenuta e ne sanno qualcosa i suoi innumerevoli avvocati che ha fatto sempre disperare. E’ (siamo) stata spogliata di ogni bene, anche futuro. Ci sono due o tre noti personaggi che ogni tanto, nelle loro conferenze, o in tv nei programmi di maggiore ascolto, essendo spericolati amanti del rischio, direttamente o tramite loro scudieri si divertivano a dire “Pensate un po’ sono stato indicato dalla Carlizzi come il Mostro di Firenze”, provocando la inconsapevole risata del pubblico presente e di quello a casa. Fra gli innumerevoli uomini di legge che l’hanno ascoltata ne ricordo due che le hanno creduto, Ingroia e Paolo. Ed eccoci finalmente tornati al punto di partenza. Ma anche Maria le ha creduto e voluto bene. E allora? Allora, la realtà è quella della manipolazione delle informazioni con le fragilità che ciascuno di noi porta con sé. Far litigare due amici (poiché Paolo mi diceva sempre bene di Maria e viceversa) è lo sport nazionale più seguito nella terra dell’intrigo e del veleno.

Democrito ha detto...

A volte si sa, scherzando scherzando, si dicono delle grandi verità.

Democrito ha detto...

Lilith, e sarei io il furbetto? Ti esprimi per enigmi. Di chiaramente a cosa ti stai riferendo.
Tu dici: ***Paolo ce l'ha con i rompicazzi, e tutti quelli che si "sentono" chiamati in causa è perchè lo sono****.
Ma qui nessuno, tranne me, si sente tirato in causa, quindi è evidente che Paolo, quando parlava di decine, e sottolineo decine, di persone stava delirando.
Ma no, stava anche lui scherzando e tu, al contrario di me che sono un po’ scemo, lo hai capito subito molto bene. Naturalmente tu non ti senti tirata in ballo, perché non sei una rompicoglioni come me, non giri le frittate, come faccio io di solito, ma soprattutto sei una fonte di conoscenze e di idee originali, senza paragoni, come si evince dai tuoi post dove citi Schopenhauer.
Sono stupefatto e ammirato da tanta grazia, cultura e intelligenza, nonché dalla fortuna che ho nel leggere i tuoi commenti, sempre precisi eleganti e puntuali. Ancora meglio quando posti come “anonimo”. Vero?

Anonimo ha detto...

E' sempre l'attaccamento che frega l'uomo. Attaccamento alle cose, e persino all'immagine che si crede di dare agli altri di sé.. addirittura in un blog! Senza accorgersi quando e quanto questo attaccamento divenga 'anomalo'

sporchibanchieri ha detto...

Quando l'omicidio potrebbe essere controproducente e farti diventare più forte (vedi Obi-Wan Kenobi), ci sono altri modi più subdoli.

Un saluto

Anna ha detto...

@ Demo
"Il mio problema non è quello, ma il fatto che nella vita, finora, ho visto troppe buone iniziative andare a monte a causa della vigliaccheria e della meschinità degli attivisti"

Si, sono d'accordo e l'ho detto piu' volte anche qua dentro, attirandomi l'ira funesta dei soliti idioti; io non sono un'attivista perche' non ho ideologie a cui mi rifaccio, ma agisco nella mia realta' secondo (la mia) coscienza. Pero' voglio dire, che vuoi fare allora, beccare gli utenti uno per uno e tirargli due sberle perche' secondo te sono meschini e fancazzisti?
In quanto ai ragazzi, hanno dei pessimi esempi e lo sai, ma sono meno scemi di quello che a molti benpensanti puo' sembrare. Io parlo con un sacco di ragazzi del posto dove vivo, e hanno quasi tutti una gran voglia di cambiamento, cosi' come tanta stanchezza di vedere sempre i loro diritti calpestati, si sfogano con me e chi li ascolta senza giudicare, e poi tornano a casa per trovare dei genitori deficienti che li stressano per andare a lavorare in fabbrica perche' devono portare a casa i soldi che c'e' crisi e bisogna prendere tutto quel che si trova !!. Quindi la gioventu' e' bruciata si, ma da altre persone che non hanno il minimo rispetto per i sogni e i progetti dei figli !!
E allora che devono fare, andare a sfasciare tutto come i black blocs in giro per farsi ascoltare?? Io poi cerco di fargli capire che infilarsi dentro ai partiti politici non serve assolutamente a nulla, se non a farsi schiavizzare ancor piu' da quello stesso sistema di cui sono stanchi.

Tu poi pensi di aver dato fin troppo, io invece finche' vivo cerchero' di dare sempre di piu' perche' reputo che ognuno di noi abbia un debito con la vita, e dobbiamo fare piu' bene che possiamo perche' non basta mai. Non mi sento fessa ne' mai troppo contenta pur nel mio benessere, perche' la felicita' ebete non fa per me.
E poi Demo, anche questo tuo ribadire spessissimo il fatto che hai gia' dato, che vuoi farti piu' furbo se ti reincarni, che ti senti fesso, sta ad indicare che le azioni che compi ed hai compiuto, anche a fin di bene, le vedi e le vivi come un sacrificio, e facendo cosi' hai gia' vanificato quello che hai fatto, perche' da come ne parli sembra che tu ne sia pentito. E qui allora le cose sono due: o le cose le fai col cuore costi quello costi e non ti penti mai di nulla, come potresti?, o come dicono dalle mie parti "te ne stai nel tuo" e non dai nulla ne' ti aspetti nulla, ma neanche ti lamenti e ti irriti di come va il mondo.

Anonimo ha detto...

Anna ti leggo e apprezzo spesso la tua schiettezza ma in questo caso è inutile ciurlare tanto nel manico. Al Demo gli si è chiusa la vena con quella frase di Paolo sentendosi toccato o temendo che qualcuno potesse pensarla rivolta anche a lui, non sia mai!!
Ora è soltanto un divincolarsi. è il colmo ! ha chiamato CONIGLI E PAGLIACCI gli altri che non chiedevano a Paolo Franceschetti le cose che LUI pur avendone irresistibile desiderio NON HA AVUTO IL CORAGGIO di chiedere direttamente! e che si vede gli importano tanto.. più di chiunque altro probabilmente,per non dire solo a lui!. Quindi ha tenuto LUI per PRIMO un comportamento da pagliaccio e coniglio (ossia un comportamento da pavido ipocrita).Cmq continuare a parlarne è squallido quanto cercare di far diventare nobile la question.
Io ieri quando ho letto i commenti ho scitto solo che era una tristezza vedere robe così in un blog come questo e stop.
Avevo aggiunto e poi cancellato che Paolo COME TUTTI ha i suoi momenti di incazzo e scazzo,e in questo caso ci stava anche direi. O forse come MariaAA, pretendiamo da lui la perfezione semidivina?
Quindi semplicemente gli altri lettori non ne hanno chiesto perchè fondamentalmente non gliene frega niente.
e poi di non preoccuparsi più di tanto perchè di solito a Paolo queste fasi di scazzo passano presto e di solito pone, in una qualche forma, rimedio. (cosa ke poi puntualmente si è verificata!!con una mezza toppa
Non mi piace leggere e parlare di robe così soprattutto in un sito diciamo alternativo,ma come dicono al sud quando ce vò ce vò! perchè la figura barbina è stata fatta e speriamo sia finita qui senza mettersi a ciurlare facendone una questione di rettezza morale o differenze generazionali che si finisce per offendere tutto il mondo per difendere una propria scivolata.Ognuno pensasse al proprio ombelico senza rigirare la questione ammantandosi di finta modestia che palesemente è cmq un altro modo per fare il pistolotto saccente agli altri. per piacere!!
E con questo ho concluso.Scusate ma di tizi che anche quando sbagliano ne approfittano per dargli su ai giovani ne ho le tasche piene!
Cmq grazie Anna

Anonimo ha detto...

@anonimo 29 gennaio 17:03
non ti stare a preoccupare
vedrai, un altro post e passa tutto.

Anonimo ha detto...

Non c´entra assolutamente nulla, ma...
È una mia impressione o in questo periodo pre-elettorale i giudici, magistrati eccetera sono diventati praticamente tedeschi nell´amministrazione della giustizia ?
Vanno in galera i poliziotti omicidi di Aldrovandi (almeno così dicono), sono andati anche a riprendere quell´idiota di corona, ecc ecc...
Dopo le elezioni naturalmente tornerà tutto come prima, ci scommetto.
Qual´è il messaggio che i nostri amici con gembiulino e cazzuola ci voglio dare ?
Abbiate fiducia nello stato, andate a votare ?

ROTFL :-))


Anonimo ha detto...

Gianni Lannes: Su La Testa! Attentati e Segreti di stato.
ACCUSO LO STATO ITALIANO
di Gianni Lannes

Non c'è dubbio: doveva essere un incidente stradale! Questa volta niente esplosivo o incendi. Doveva passare come una banale casualità. Ignoti hanno manomesso i freni dell'auto! Le conseguenze non sono state drammatiche per un caso fortuito! Volevano solo impedirmi di parlare pubblicamente a Radio Roma Capitale, o c'è dell'altro?

Ho un desiderio, niente di vendicativo: avere per le mani in alto mare per 5 minuti gli sciacalli di ieri. Tanto per fargli comprendere fino in fondo il valore della vita.

So che devo guardarmi le spalle da alcuni apparati al vertice dello Stato italiano, più che dalla criminalitàorganizzata.

Due precisazioni a scanso di equivoci: dietro l'affare delle "navi dei veleni" ci sono gli Stati occidentali e quello italiano in particolare, comprese le multinazionali chimiche & nucleari.

A provocare i terremoti artificiali in Italia sono i criminali del governo USA ed i macellai della Nato, col benestare di chi comanda dall'estero per conto terzi nel nostro Paese. Ormai sono emerse le prove e saranno pubblicate a breve.

In conseguenza: milioni di persone in Italia si sono gravemente ammalate e migliaia muoiono ogni anno. Mezza Penisola è in balia dei terremoti innescati dalla mano militare.

Fatevene una ragione: la gente deve sapere la verità!

A tutt'oggi il magistrato applicato al caso dei miei attentati subiti in passato, non ha ancora cavato un ragno dal buco con l'ausilio dei carabinieri. Eppure ho sporto una dozzina di denunce documentate e circostanziate. Sono addirittura passati da casa a rubare un computer e qualcos'altro, nonostante la presenza all'ingresso dei carabinieri e non hanno lasciato segni di effrazione! Ma che bravi!

Ben due governi, Berlusconi e Monti hanno eluso le numerose interrogazioni ed interpellanze sul mio caso, non fornendo alcuna risposta!

Il 19 luglio 2011 con una semplice telefonata (eventounico in Italia) e senza alcuna motivazione il Ministero dell'Interno ha revocato la scorta della Polizia di Stato e la vigilanza dei carabinieri sotto la mia abitazione. E temo che la protezione accordata per quasi due anni - come mi avevo confidato un giudice - sia stata in realtà un modo per controllarmi più da vicino. Infatti, il primo capo scorta (da me scoperto e fatto allontanare) era soggetto molto vicino ai Servizi Segreti.

Ergo: non ho più alcuna fiducia nelle istituzioni e nelle autorità italiane.

Non sono un eroe, ma un uomo che non teme la morte! E' facile uccidere un essere umano; ma le sue idee non si possono ammazzare, mai. Esse si muoveranno nel cuore e nella mente di altri. Esprimo il mio plauso alla trasmissione radiofonica Ouverture (a David e Andrea, in particolare) e a quanti stimano ed apprezzano il mio lavoro.

Sono commosso: grazie per la solidarietà e gli attestati di stima fraterna.

C'è da arrestare un genocidio e salvare l'Italia!

FONTE


ANCORA MINACCE DI MORTE!
di Gianni Lannes

Ho aperto ora la posta, come di consuetoed ho trovato una mezza dozzina di messaggi inviati da tale "max cady" chescrive dal seguente indirizzo: . Ignoro chi sia. Magari è solo un esaltato! Chissà!

A parte gli insulti gratuiti, questo mittente anonimo mi raccomanda un "crepa"; e subito dopo, mi anticipa che sarà lui a "mettermi una corda al collo"!

Incredibile: pensavo ad una fine più spettacolare: magari una esplosione con un grande botto. A quanto pare, dopo tante ruberie legalizzate a danno delpopolo italiano, in tempi di magra, l'intelligence (sic!) è fatta da pidocchiosi mentecatti di quart'ordine.

Non ho tempo da perdere con gli squilibrati. In ogni caso, se qualcuno può identificare questo minus habens che si nasconde dietro uno pseudonimo, vorrei prontamente segnalarlo a chi di dovereper una lezione indimenticabile!

Anonimo ha detto...

"Non c'è dubbio: doveva essere un incidente stradale! Questa volta niente esplosivo o incendi. Doveva passare come una banale casualità. Ignoti hanno manomesso i freni dell'auto! Le conseguenze non sono state drammatiche per un caso fortuito! Volevano solo impedirmi di parlare pubblicamente a Radio Roma Capitale, o c'è dell'altro?" - Gianni Lannes

Anonimo ha detto...

Demo scrive:

"Lilith, e sarei io il furbetto ? Ti esprimi per enigmi. Di chiaramaente a cosa ti stai riferendo...."

Enigmi ? Più chiara di come sono stata ! !

Davanti alla scimmietta che si copre occhi, orecchie.....ma NON la bocca, NON c' è chiarezza che tenga.

Mi ricordi TROPPO i preti, i politici e il potere in generale. Per cui ne deduco, che: o sei stato troppo CONTAMINATO o sei un loro STRUMENTO....
In ognuno dei due casi, proprio come i summenzionati, mi hai DAVVERO ROTTO.... ! ! !

Condivido il commento di Anna; e, nel caso specifico, soprattutto quello dell' anonimo 17:03.

Lilith

Anonimo ha detto...

Per il sig. Lilith:

Davvero l'ha contattata Max Cady ?

Cavoli ! Allora, fossi in lei mi guarderei bene le spalle perchè - e mi creda se glielo dico - Max Cady è un tipo davvero poco raccomandabile, è un personaggio da tenere veramente alla larga.

E, l'Avvocato Franceschetti, per amor della categoria a cui appartiene, ne dovrebbero sapere qualcosa..... ah! ah! ah! ah!

Avvocato !!!! ah! ah! ah! ah!

Scherzi a parte :

Fu un grande e mitico Robert dei Niro nel film Cape fire ( il promontorio della paura).

Lilith !!! temo che la stiano - come si dice a Roma - a cojonà !!!!

Ola !

Parsifal

Anonimo ha detto...

per Lilith

ecco il suo molestatore.

http://www.youtube.com/watch?v=Cxdp
6XtaLZI

....paura... eh ?

Anonimo ha detto...

Ma "....paura... eh ?" de che?!

Gianni Lannes, giustamente, si lamenta dei 'suoi' minus habens
ma anche qui in quanto a tali non si scherza ultimamente!

Parsifal, quelle lamentele di minacce sono di Lannes! E sì che c'è tanto di titolo in caratteri mauscoli, seguito dall'indicazione dell'autore, immediatamente a monte del brano, repetita iuvant:

"ANCORA MINACCE DI MORTE!
di Gianni Lannes"

Nessuna ambiguità, quindi. Ma soltanto la sua spiritosaggine, che rimane sconclusa al pari di un peto boccale durante l'esecuzione dell'opera di cui lei, indegnamente, si è appropriato del nome.

Le consiglio di continuare a guardarsi i filmetti producendosi nelle sue grasse risate, invece di dispensar sconsigli mostrando, per giunta, un insano piacere nel saper di gente minacciata.
Non finirà mai di stupirmi abbastanza lo scoprire dove alcuni trovino la fonte per il proprio trastullamento.

A.

Democrito ha detto...

Se io ti ricordo un prete, allora tu ricordi direttamente Gesù Cristo.
Scendi dall’altare, deficiente, che rischi che qualcuno ti prenda sul serio e ti inchiodi mani e piedi.

Democrito ha detto...

Anna@
Mai come ora siamo stati su posizioni tanto diverse. Va bene così, ci sono cose che non si possono comunicare. Se la vuoi vedere in modo positivo, e ovviamente sei libera di farlo, buon per te. Io personalmente in quanto succede non ci vedo nulla di buono e a mio parere tutto si incarterà nello spazio di una generazione.
Non è questione di essere delusi o di aspettarsi qualcosa, la nostra permanenza è troppo breve per potercelo permettere. E non è nemmeno questione di isolarsi in una torre d’avorio. Non si tratta di avere dei rancori o delle lamentele.
La questione è diversa. Si tratta di reagire a modo proprio alla realtà che ti circonda. A qualcuno non piace il mio modo? È un problema suo, non mio.
Io, pur non condividendo quello che proponi come tua esperienza personale, non lo critico ne lo giudico, perché è il tuo modo proprio di reagire alla realtà circostante.
Voler invece universalizzare le proprie convinzioni e quello che io chiamo religione.
Si tratta di qualcosa di molto sottile e scivoloso, e ne siamo tutti invischiati fino al midollo, consapevoli o meno. Fa parte della nostra natura e della nostra cultura ed è l’origine di tutti i problemi del pianeta.
Dici di non avere ideologie. Dal mio punto di vista questo è impossibile. Io so di essere pieno di credenze, ma ho imparato a non dare loro più credito di quel che meritano e questo è quanto.

Democrito ha detto...

Anonimo 17,03@
Buffone, se hai qualcosa da dire a me, allora non ti nascondere dietro il dito di mamma Lilith o di Anna, sperando in un appoggio che regolarmente arriva da parte della tua mammina, ma rivolgiti direttamente a me senza contare sull’aiuto di altri.
Tu non hai capito un cazzo ne di me, ne di Lilith e nemmeno di Anna.
ti saluto e spero di non risentirti.

Anna ha detto...

@ Democrito

Il tuo modo di reagire alla tua realta' non deve piacere a me, ma a te. E forse il punto e' quello. Mi sembri insoddisfatto, sbaglio?
Le credenze le abbiamo tutti, bisogna poi vedere quali sono e fino a che punto ci influenzano e come, e soprattutto se vanno troppo verso l'esterno o sono utili a esplorare dentro noi stessi.
Sempre con la consapevolezza che non possiamo capire e piu' in la' di tanto non possiamo andare.
Positivo, negativo...punti di vista che vanno col giorno e col tempo meteorologico.
Il vero dramma del mondo in effetti e' l'assolutizzazione, ma dell'esperienza umana, che invece non e' nulla di cosi' importante nello schema universale delle cose.
Che noi esistiamo o scompariamo non fa differenza, facciamocene davvero una ragione.

michy ha detto...

grazie paolo x tutto quello che fai......
spero ritorni a farci graditissima visita in quel di vittorio veneto.
con stima sincera.
michy

Democrito ha detto...

***Il tuo modo di reagire alla tua realtà non deve piacere a me, ma a te***
veramente non dicevo a te, ma in generale. Però tocchi un punto importante: e chi lo ha detto che deve piacere a qualcuno? Come se la soddisfazione sia forzatamente legata al narcisismo. Chi lo ha detto mai che uno si debba piacere? Quel tipo di soddisfazione è effimera, va bene solo per chi è innamorato della propria immagine. Quando ti guardi allo specchio cosa vedi? Vedi te stessa o qualcos’altro?

***Mi sembri insoddisfatto, sbaglio?***
sbagli, come al solito, nell’assolutizzare. A volte mi sento soddisfatto, a volte insoddisfatto. La vita è piena di alti e bassi.

***Che noi esistiamo o scompariamo non fa differenza, facciamocene davvero una ragione.****
Accidenti, siamo pieni di immaginazione. È una caratteristica che però andrebbe gestita, non lasciata wild. Non fa differenza per chi? Per noi stessi? Per gli altri? In assoluto?
Per noi stessi è impossibile che non faccia differenza. Al contrario direi che sia la differenza più importante.
Per gli altri….sorvoliamo, in fondo che ci frega, e se ci frega è solo una questione di immagine.
In assoluto…è la parte più divertente. Noi, che diciamo umilmente a noi stessi di non contare nulla e di non poter capire nulla, ragioniamo in assoluto. Ci mettiamo al posto dell’Universo e decidiamo cosa sia importante in assoluto e cosa no, e diciamo agli altri di farsene una ragione.
Non si tratta di una critica, non mi fraintendere, è che trovo tutti, me compreso, talmente buffi….
Non contiamo nulla, o almeno così ce la raccontiamo, ma se qualcuno ci contraddice, lottiamo fino alla morte per le nostre idee.
Io sono così e sono ridicolo quanto e più di te.
In realtà, penso sia una bella gabbia di matti.

Anonimo ha detto...

Salve Paolo, le (ti?) faccio davvero i complimenti, sto leggendo gli articoli del blog e li trovo molto interessanti. Per esempio non conoscevo i risvolti successivi di questa vicenda e ne sono rimasta tanto colpita. Non ho molte conoscenze del diritto ma quando i giornali pubblicano cose che poi una sentenza smentisce, non sarebbero tenuti a rettificare? Oppure non si potrebbe pretendere che lo facciano? Grazie ancora per il tuo impegno e per la divulgazione di aspetti oscuri in cui potremmo rischiare di finire tutti. Il blog è già nei miei preferiti! Totina

Anonimo ha detto...

Azz!!!

Chiedo scusa a Lilith !

Lei, però, (caro Anonimo delle 17:10 ) secondo me, è un tantinello aggressivo!

Dovrebbe essere più gentile con le persone che non conosce ! Si rilassi ! Non facciamo sempre i "leoni" al sicuro, dietro l'anonimato di un tastiera di computer !

E' ovvio che stavo scherzando !

E mmeno male che l'ho scrissi pure !

Però !Che palle Avvocà !!! Con questi macigni che frequentano il Suo - peraltro - bel Blog !!! Se ne liberi !!!

Parsifal

Billy The Kid ha detto...

Vedo purtroppo che molte persone che scrivono qui non sono animate da uno schietto spirito di ricerca, ma dagli animosi spiriti della gazzarra...
Buddisticamente, il mondo di "Collera" che imperversa...

:(

g

Anonimo ha detto...

INSOMMA, I PAZZI E I VIOLENTI VOGLIONO, IN PIU', FAR PASSARE PER DEMENTI E AGGRESSIVI GLI ALTRI, GIOCANDO SUL MALINTESO.......

Ma annate AFFANCULO, FURBETTI, una BUONA VOLTA !

Lilith

Anonimo ha detto...

Ringrazio e mi complimento con l' anonimo 17:03 e con A. 17:10, che da ciò che scrivono evidenziano empatia, saggezza, perspicacia ed equilibrio.

Lilith