sabato 19 gennaio 2013

Il diritto di sovranità individuale, Santos Bonacci, la bufala del diritto e della dichiarazione di sovranità.




Paolo Franceschetti

1. Premessa. 2. In cosa consiste il diritto di sovranità individuale. 3. La differenza tra sistemi di civil law e di common law. 4. Il concetto di diritto e norma di legge. Il diritto come imposizione di forza. 5. Il concetto di diritto. Il diritto come sistema di regole per l’annientamento dell’individuo. 6. Il diritto di sovranità nella nostra legislazione. 7. Conclusioni. 


1. Premessa.

Da qualche tempo non passa giorno che qualcuno non mi domandi via mail o per telefono, o su facebook, o alle conferenze, qualcosa sul diritto di sovranità individuale, diffuso sul web da un personaggio che si chiama Santos Bonacci, e successivamente ripreso da altri siti, tra cui “Tempo di cambiare” di Italo Cillo.

Scrivo quindi questo articolo, per dare una risposta cumulativa a tutti anticipando le conclusioni: questa questione vale per il diritto anglosassone (forse, e non ne ho la certezza). Ma certamente non vale per il nostro diritto e per i sistemi di civil law in generale. Vediamo nel dettaglio perché.


2. In cosa consiste il diritto di sovranità individuale.

Partiamo dal concetto di sovranità individuale.
Secondo Santos Bonacci e diverse persone che sono andate dietro a questa bufala, il cittadino italiano potrebbe rivendicare il proprio diritto di sovranità individuale rispetto allo Stato, dichiararsi quindi uomo libero, non soggetto al diritto dello Stato.
Secondo questa teoria, per fare questo basterebbe indirizzare una raccomandata al Prefetto e al Ministero dell’Interno, scritta con inchiostro rosso (sic!), firmata con impronta digitale (sic!) e con tre testimoni.
Sempre secondo i sostenitori di questa tesi, il diritto di rivendicare la propria sovranità nasce da un’attenta analisi delle leggi esistenti; analizzando tali leggi infatti si capisce che l’Italia è una società privata, registrata come corporazione dal 1933. Il nostro Ministero delle Finanze invierebbe a questo registro, che sarebbe di proprietà del Vaticano (sic!), un report periodico. 
Il sistema in cui viviamo sarebbe basato sul silenzio-assenso; se non rispondi all’avvertimento che ti viene dato è come se accettassi l’imposizione che lo Stato ti fa.
Le norme traggono valore dal principio di non essere state mai contestate. Sono riconosciute valide perché nessuno le ha mai contestate.
Quindi se io contesto la validità delle norme statali, queste non sono valide.
A riprova di ciò, le persone portano dei video in cui un cittadino americano ha messo in difficoltà un giudice dichiarando di non riconoscere la sovranità dello Stato.
Cosa sia questo registro delle corporazioni non l’ho mai capito, perché le persone a cui mi sono rivolto mi hanno solo dato una serie di link incomprensibili, ma non un solo riferimento normativo.
Le mie conoscenze giuridiche mi permettono però di pronunciarmi sulla questione della contestazione delle leggi e sul principio del silenzio-assenso.


3. La differenza tra sistemi di civili law e di common law.

Intanto una prima cosa da dire è che tra i sistemi di common law, come quelli cui si riferisce Santos Bonacci, e i nostri corre una certa differenza.
I sistemi di civil law hanno una rigida scala gerarchica di leggi che hanno valore differente; prima di tutto vengono le leggi dell’UE, poi quelle costituzionali, poi le leggi ordinarie, ecc. In linea di massima non sono valide le leggi precedenti alla Costituzione, salvo eccezioni e salvo che non siano state confermate esplicitamente. Le leggi, poi, da noi disciplinano esplicitamente quasi tutto quello che il cittadino può fare o non fare.
In teoria (in teoria, la pratica è un po’ differente) i giudici applicano solo la legge.

I sistemi di common law invece sono basati su un serie di leggi che regolano i principi base, mentre poi l’applicazione della legge è lasciata al giudice.
Il giudice cioè crea la legge.
Quindi ammesso e non concesso che nei sistemi anglosassoni i principi giuridici fatti propri da questa teoria siano validi, essi non lo sono altrettanto per il nostro ordinamento.
Se in America o in Inghilterra una sentenza emanata da un giudice che dichiarasse valida la sovranità individuale sarebbe – in teoria – una vera e propria regola giuridica, da noi la stessa cosa sarebbe impossibile perché il giudice dovrebbe indicare esattamente quale norma ha applicato (quindi, in sostanza, o si trova una norma giuridica che affermi valido il diritto di sovranità oppure non è possibile fare un’affermazione del genere); e anche se poi un giudice dichiarasse valida la sovranità individuale, non è detto che ciò venga poi fatto da altri giudici.


4. Il concetto di diritto e di norma di legge. Il diritto come imposizione di forza.

Occorre a questo punto spiegare cosa è la legge, come nasce, e in cosa consiste.
La legge è, né più né meno, un atto di forza imposta dai vincitori a un popolo sottomesso.
In Italia la nostra Costituzione risale al 1947, e fu creata ad hoc dopo la fine della seconda guerra mondiale dai nostri politici, sotto il controllo degli USA che ne hanno gestito la formazione dopo l’occupazione.
Prima di allora le leggi erano state imposte da Mussolini agli italiani; il fascismo era una dittatura e quindi le leggi non erano certo scelte dal cittadino a proprio favore, ma erano imposte di forza dallo Stato anche a chi non voleva piegarsi ad esse.
Del resto Mussolini aveva semplicemente operato sul sistema preesistente: la Costituzione Albertina del 1848, dal 1861 fu imposta a forza ai territori strappati allo Stato Pontificio e ai Borbone, contro la volontà di costoro, e contro addirittura la volontà degli abitanti del meridione, la maggior parte dei quali contrari all’Unità d’Italia.
D’altronde in precedenza in quei territori c’erano stati, oltre alla Chiesa cattolica, i Romani, e prima dei Romani gli Etruschi. E ciascuno aveva sempre strappato all’altro il proprio territorio imponendo le proprie leggi con la forza.

Gli USA, per volgere lo sguardo oltreoceano, sono nati perché gli europei hanno colonizzato quei territori, occupando con la forza i territori abitati dai nativi americani: Apache, Seminole, Nez Piercé, Sioux, ecc., vivevano a milioni in quei territori, da millenni. Ma un bel giorno siamo arrivati noi europei, li abbiamo cacciati ed abbiamo imposto le nostre democratiche leggi. In alcuni casi tali leggi sono state imposte a popolazioni, come i Nez Piercé, che non conoscevano proprio il concetto di “conflitto” e “guerra” e che hanno accettato supinamente la cosa senza azzardare nessuna reazione.

Poi gli USA ogni tanto decidono di andare altrove (ad esempio nelle isole Hawaii) e, sterminando chi vi si oppone, decidono che quello è uno stato americano.

Poi decidono di esportare la democrazia in Iraq, vanno in Iraq, fanno milioni di morti, e instaurano un governo democratico (la stessa cosa che hanno fatto in Italia nel ’47, più o meno).

Il diritto è quindi un’imposizione, un atto di forza. E chi si ribella alle regole viene messo in galera, distrutto economicamente, e piegato con tutti i mezzi.
Sei contrario alle trasfusioni perché sei Testimone di Geova? Lo Stato te lo impone.
Ritieni che la Chiesa cattolica sia un’istituzione che ha infangato e lordato il nome di Cristo, appropriandosi illecitamente del suo messaggio e trasformandolo in un messaggio di violenza e sopraffazione? Non importa, devi tollerare il crocifisso e l’ora di religione.
Sei favorevole all’eutanasia? Pazienza. E’ proibita.
Ritieni Equitalia un abuso? Non importa, ti pignorano lo stesso la casa.
Ritieni assurdo che chi è condannato a otto anni per associazione mafiosa possa sedere in parlamento? Non importa. La legge lo permette e tu ti becchi un parlamentare condannato per mafia che decide per te cosa è giusto e cosa non lo è.
Vorresti avere due mogli (se uomo) o due mariti (se donna)? E’ vietato. Nella legislazione matrimoniale, poi, il massimo del ridicolo lo raggiungono alcune leggi americane (ad esempio in Texas) in cui sono proibiti i rapporti sessuali diversi dal normale coito vaginale. 
Il concetto di diritto credo che però meglio di ogni altro sia esemplificato da un’intervista ad un parlamentare, poco tempo fa, al quale un giornalista chiese “scusi, ma se siamo in tempo di crisi, come mai l’anno scorso i partiti hanno preso per rimborsi elettorali una somma 14 volte superiore all’anno precedente?” e il parlamentare (ricordiamolo, il parlamentare è quello che le leggi le fa e le vota) risponde senza avvedersi della contraddizione: “Ah non dipende da me, io ho solo rispettato la legge”.
E così via.

Ora, essendo il diritto un atto di forza imposto dall’alto anche contro la volontà della maggioranza dei cittadini, è logico che non ha alcun valore rivendicare il proprio diritto di sovranità.

A maggior ragione, poi, se si parte dal presupposto che il diritto è un arbitrio, un abuso del più forte su chi non ha i mezzi per ribellarsi, è inutile e anche contraddittorio rivolgersi per la tutela dei propri diritti agli organi di quello Stato che io non riconosco.

Equivale a rivolgersi a Totò Riina per cercare di fargli capire che è ingiusto che lui squagli la gente nell’acido, e per tentare di fargli capire che non può ammazzare la mia famiglia sol perché non gli pago il pizzo.

Le norme cioè sono valide perché lo Stato le fa rispettare con la forza. Non sono valide, invece, come la teoria di Bonacci vorrebbe, perché nessuno le contesta. Sono valide perché se non le rispetti lo Stato le fa rispettare coattivamente con la forza pubblica.
Quindi mandare una dichiarazione – come vorrebbero i sostenitori della teoria della sovranità – agli organi dello Stato con cui si dichiara di non riconoscere la sovranità statale, non serve a nulla. Mandarla poi seguendo i consigli che vengono dati da chi si occupa di questa teoria, cioè firmandole con l’impronta digitale e scrivendo con inchiostro rosso, ecc., equivale a farsi ridere dietro e tutt’al più a gettare i presupposti per un TSO.


5. Il concetto di diritto. Il diritto come insieme di regole per l’annientamento dell’individuo.

Va da sé che se lo Stato impone il diritto con la forza, non lo fa per il benessere dei cittadini. Quando gli europei sono andati in America (sia nell’America del nord che del sud) non hanno certo imposto le loro leggi per il benessere della popolazione locale.
Quando invadiamo la Libia (affermando che andiamo a liberarla) e imponiamo le nostre regole su quei territori, non lo facciamo di certo perché vogliamo il bene del popolo libico.

La verità invece è che il diritto persegue fini completamente opposti e serve ad ingabbiare il cittadino in una serie di regole per impedirne il libero sviluppo e il libero arbitrio. Solo a titolo di esempio:

-          Il diritto di proprietà privata è quasi inesistente; la verità è che il proprietario del terreno per costruirvi deve pagare; lo Stato può espropriarglielo quando vuole senza pagargliene il valore; per fare una minima modifica alla costruzione occorre chiedere autorizzazioni e pagare per averle, ecc. Se io ho una casa, non ho neanche il diritto di farne quello che voglio, perché anche solo per traformarla da abitazione in studio devo chiedere l’autorizzazione.
-          Il Ministero della Sanità decide quali cure sono ammesse negli ospedali e quali no, al fine di disincentivare cure alternative efficaci e incentivare cure ufficiali inefficaci dannose e costose (come la chemioterapia, a fronte di tutti gli studi – Di Bella, Simoncini e altri – che hanno dimostrato l’inefficacia di queste cure e l’efficace di altre cure meno costose) che propongono metodi diversi.
-          Le tasse sulla casa e sui terreni costituiscono una specie di gabbia in cui il cittadino è imprigionato costringendolo a lavorare come un mulo per pagare servizi di cui potrebbe anche fare a meno. Nonostante infatti siano da decenni state scoperte energie pulite e a costo zero, materiali riciclabili per i principali prodotti di uso quotidiano, e prodotti che possono ridurre a zero la necessità di riscaldamento (ad esempio alcune case di legno non hanno bisogno di riscaldamento anche in zone molto fredde), siamo costretti tutti ogni mese a pagare spazzatura, luce, gas, acqua, e interi stipendi familiari sono destinati solo a pagare bollette inutili, che non servirebbero a nulla se si diffondesse la tecnologia di Tesla e altri sistemi.
-          Le tasse in generale non servono a pagare i servizi che lo Stato fornisce, ma servono a depredare il cittadino per non permettergli di vivere tranquillo. Basti pensare che con il costo di un F22 per la difesa aerea ci si potrebbe sanare il bilancio della giustizia, e con pochi F35 (dieci o quindici a seconda dei calcoli) si potrebbe fornire la sanità di tutti gli strumenti indispensabili per curare tutti gratuitamente. In altre parole, i politici non hanno bisogno dei nostri soldi per fornire i servizi statali; hanno bisogno di depredarci per far sì che la gente non evolva spiritualmente.
-          I tribunali sono congegnati in modo che raramente chi ha un credito, piccolo o elevato che sia, possa conseguirlo per via giudiziale ed essere tutelato da frodi e abusi; basti pensare che il creditore per pignorare i beni del debitore e venderli può arrivare ad impiegare decenni, spendendo nel frattempo un mucchio di soldi per mantenere in piedi la procedura.
-    Il peggio del peggio in termini di libertà però lo danno le recenti leggi tributarie in materia di spesometro, redditometro, e anagrafe tributaria. Un sistema che in teoria controllerà tutte le spese dei cittadini per “normalizzare” ogni individuo: vuoi mangiare solo le mele del tuo campo per risparmiare soldi e comprarti tanti cd musicali che adori? Non puoi... non rientri nei parametri. Sei un tedesco che lavora in Italia e hai preso la cittadinanza italiana e sei abituato a bere 10 birre al giorno? Cazzi tuoi, non te lo puoi permettere, altrimenti potrebbe scattare l’accertamento. 

Si potrebbe proseguire all’infinito con altri esempi, ma la verità è che le leggi esistenti servono solo ad ingabbiare il cittadino in una rete di regole quasi del tutto inutili, che servono a fargli perdere tempo al fine di distoglierlo dall’impiegare lo stesso tempo nell’evoluzione di se stesso.


6. Il diritto di sovranità nella nostra legislazione.

Venendo al principio di sovranità nella nostra legislazione, ci si deve domandare se non ci siano altre strade per riconoscere la propria sovranità e se questa teoria sia completamente campata in aria o meno.
In teoria l’idea della sovranità individuale è giusta. Lo Stato non avrebbe il potere di decidere della vita altrui, salvo che questo potere non serva veramente a proteggere il cittadino, e salvo che questo potere sia davvero un’espressione della volontà della maggioranza.
Questo concetto di fondo è espresso nella Costituzione, dove all’articolo 1 è detto che la sovranità appartiene al popolo; molto importante è la frase successiva, questa: “il popolo la esercita nelle forme previste dalla Costituzione”.

In altre parole, la norma è come se dicesse che è illegittima qualsiasi legge che non permetta l’esercizio della sovranità da parte del cittadino.
Ora, occorre considerare che il popolo non ha più il diritto di scegliersi i propri rappresentanti grazie ad una legge elettorale che è una porcata anche nel nome (il cosiddetto Porcellum), ed è stata definita tale addirittura da chi l’ha preparata e le ha dato il nome (Calderoli); quindi i rappresentanti che siedono in parlamento non sono voluti dal popolo; occorre altresì considerare poi che molte leggi sono state delegate all’UE, e soprattutto che il sistema della moneta è un sistema illegittimo ove non è il cittadino ad essere proprietario della moneta, ma lo è un ente privato come la BCE.
Tenendo presente tutte queste considerazioni, ne deriva a maggior ragione l’illegittimità della sovranità statale attuale, e il diritto del cittadino di svincolarsi da questo sistema.

Il problema però è che il cittadino non può svincolarsi nella pratica da questo sistema, perché lo Stato dispone di uno strumento che le singole persone non hanno: l’uso della forza.

Le teorie di Bonacci e dei seguaci della sovranità hanno ragione su un punto, cioè che il diritto di basa sul consenso e sulla non contestazione. Ma il nodo della questione è che non basta la contestazione da parte di uno o di mille individui che rivendicano la propria sovranità per distaccarsi dallo Stato; in teoria sarebbe necessario che il consenso venisse negato, e che quindi non riconoscessero la sovranità statale tutti quegli organi che in teoria sono deputati a far rispettare le leggi statali. In altre parole, se d’un tratto polizia, carabinieri, esercito, tribunali, cessassero di riconoscere come valide le leggi statali, allora sì, d’un colpo lo Stato perderebbe il suo potere e ciascun individuo sarebbe sovrano a se stesso.
La nazione precipiterebbe però nell’anarchia, generando altri tipi di problemi e la necessità di altre soluzioni.


7. Conclusioni.

A mio parere i gruppi che si occupano di sovranità individuale hanno l’importante funzione di stimolare una riflessione e un dibattito. A me personalmente hanno fatto riflettere molto e fare importanti passi avanti di consapevolezza.
Avendo avuto modo di parlare con alcuni di loro, peraltro, mi sono fatto l’idea che il dibattito è interessante, ma il rischio è quello di perdersi a studiare codici, cavilli, leggi presenti, leggi passate, ecc., e far perdere del tempo alle persone per distorgliele da attività più proficue per se stessi ma pericolose per il sistema: la crescita individuale.
La vera libertà è dentro di noi, e non ci può essere sistema giuridico che può togliere la libertà a una persona libera dentro. In questo senso, le storie di Gesù Cristo, di Osho, di Paramahansa Yogananda, di Gandhi, possono insegnare molto, ma anche la storia del Dalai Lama, che ha perso una terra e il suo regno, il Tibet, ma ha portato la libertà a milioni di individui con la diffusione del buddhismo all’esterno della sua terra.
Il Dalai Lama è l’esempio più importante al mondo, in questo senso, di un soggetto che ha la sovranità individuale; era infatti un ex sovrano spodestato dal governo cinese, che ha perso il regno. Ma in compenso non ha perso mai la sua sovranità individuale, aiutando milioni di persone a trovare la propria.



112 commenti:

Vally ha detto...

Grazie Paolo. Sei sempre illuminante.

Anonimo ha detto...

Non sono le leggi che devi rifiutare
Bensì il loro sistema di valori...

Anonimo ha detto...

...Il Dalai Lama è l'esempio più importante al mondo, in questo senso, di un soggetto che ha la sovranità individuale; era infatti un ex sovrano spodestato dal governo cinese, che ha perso il regno. Ma in compenso non ha perso mai la sua sovranità individuale, aiutando milioni di persone a trovare la propria....

Il Dalai Lama?
quello che è amico di Bush e di Richard Gere?

Anonimo ha detto...

Grazie per questo articolo che aspettavo da tanto.
Purtroppo le conclusioni non lasciano adito a nessuna speranza dal punto di vista giuridico e politico.
Devo dire che mi lascia con l'amaro in bocca più di tanti altri tuoi articoli che pure non trattavano di temi leggeri e non giungevano a considerazioni ottimistiche...
Ma non c'è proprio nulla che si possa fare dal punto di vista pratico per liberarsi da questa schiavitù (a parte la via dell'autoconsapevolezza e dell'elevazione spirituale che condivido in toto)?
V.F.

Anonimo ha detto...

"Gesù Cristo, di Osho, di Paramahansa Yogananda, di Gandhi, possono insegnare molto, ma anche la storia del Dalai Lama"
mah, a me sembra un minestrone new age (libero poi ognuno di pensarla come crede)
dalai lama
http://josephussblog.blogspot.it/2012/06/al-di-la-della-religione.html
osho
http://christusveritas.altervista.org/osho_rajneesh.htm
http://www.diosalva.net/index.php
http://christusveritas.altervista.org/sette.htm

Anonimo ha detto...

Secondo me, ci si dimentica di un piccolo dettaglio mica da ridere:
IO non ho mai chiesto di essere cittadina italiana...
Lo stato, ha un contratto in mano senza la mia firma...
Come dici ?
L´imposizione è valida perchè imposta "per forza" ?
Ma allora è delinquenza pura e semplice, null´altro; una richiesta di pizzo indiscriminata per tutti.
I delinquenti sono più onesti.

AS

Anonimo ha detto...

***Quando il nostro Paolone s' impegna....:-)))***

A parte il finale, che considero, fino ad un certo punto, una visione e scelta strettamente personale, trovo l' articolo di Paolo ECCELENTE.

Non solo per come, esponendo con nitidezza e nei particolari i meccanismi, SVELA le varie TRAPPOLE e INGANNI; ma SOPRATTUTTO perchè pone l' accento sul RISPETTO e VOLONTA' individuale come DIRITTO PRIMARIO, negando così quella di un "generico popolo" con cui ci hanno FREGATO.

Si dovrebbe leggere "L' UNICO E LA SUA PROPRIETA'" di Max Stirner ( il PIU' ribelle e libero che io abbia mai letto. ) per capire a fondo l' origine di questa FREGATURA !


Lilith

ale_curro ha detto...

Caro Paolo, ti sono grato per l'attenzione che hai posto all'argomento e la tua capacità critica, fondamento per una comprensione razionale della questione.
Come tu stesso affermi, l'essere liberi è più una condizione interiore, ovvero sentita, che una condizione imposta, ossia riconosciuta dall'esterno, anche se da tanti altri individui.
Le chiave di volta, se si vuole credere in un nuovo paradigma, sta nel sentire e sentirsi sovrani(responsabili, amorevoli e pacifici) e quindi iniziare a rischiare, ognuno a modo e nei tempi a lui più congeniali, la nostra vita.
Altrimenti le nostre idee non valgono nulla, oppure siamo noi a non valere gran che.
La speranza alberga nei cuori che sanno sognare e è assente dalle menti che dubitano, perchè incapaci di sperare.
alessandro(sic!) un abbraccio

Anonimo ha detto...

Purtroppo si capisce dai commenti che ormai gli uomini pensano di essere divinità, non solo pensano di aver capito tutto (e non hanno capito niente), ma osteggiano, dileggiano e offendono chi, invece, ha una religiosità tradizionale (differente dalla religiosità relativa, che ogni stolto si cotruisce a proprio uso e consumo!). Nella fattispecie si ama attaccare la Chiesa CAttolica, dimentichi di studiarsi qualche libro prima di poter solo capire il messaggio e l'attività della Chiesa.
Internet in questo é davvero deludente, il livello é talmente basso perché la massa pensa piú a scrivere che a leggere! (pensando di avere qualcosa da dire...)

Questo é il motivo del declino della società in tutti i suoi aspetti....
Aspettiamo e vediamo...

Anonimo ha detto...

@ AS 20:31 scrive:


"Ma allora è delinquenza pura e semplice, null' altro; una richiesta di pizzo indiscriminata per tutti....."

Eh già ! Però per tutti non direi, solo per la moltitudine indifesa perchè DIVISA in tante piccole ed INUTILI famiglie monogamiche-patriarcali ( difatti, ogni tre per due "loro" difendono la famiglia, la "facilitano" ed ostacolano i single......come facendoci un favore.....EH EH !)

Chi invece il PIZZO lo incassa è UNITO in un GRUPPO ben saldo e protetto da forze dell' ordine ed eserciti che, guarda caso, NOI gli PAGHIAMO.

Pensa che, senza cercare soluzioni complicate, se già solamente si iniziasse a vivere in comunità LI ROVINEREMMO....

"Noi" non abbiamo ancora capito bene la questione del "DIVIDI E IMPERA", di COME e QUANTO funzioni.....eccome se FUNZIONA ! è l' ARMA per eccellenza, l'arma SILENZIOSA usata contro la nostra ingenuità, di cui un gruppo di PSICOPATICI si è IMPOSSESSATO.

Lilith

francesca Colella ha detto...

http://hearthaware.wordpress.com/2013/01/19/the-one-peoples-public-trust-cosa-significa/

carissimo Paolo, la tua opinione sul Diritto è ineccepibile, davvero, e ti invito a tenere conferenze in merito perchè è anche partendo da li che si evince la fraudolenza del sistema nel quale siamo stati registrati alla nascita come dipendenti... invece le tue affrettate considerazioni su la sovranità.. le trovo.. affrettate e nn aggiungo altro, perchè anche se tu non conosci me, io conosco abbastanza bene te, sono una grande appassionata di Paolo Franceschetti.. e so con estrema certezza che quando avrai superato l'ultimo velo e scoperchiato questa pentola allora mi diventi il number one in sovranità individuale. per adesso grazie per aver sollevato la questione, grazie per aver creato un precedente FAMOSO alla questione sovranità, GRAZIE PER AVER APERTO IL DIBATTITO. posso solo che ringraziarti. conosco le meccaniche mentali e le protezioni che l'inconscio mette in campo, e so che a volte e l'inconscio a far bloccare l'essere umano difronte a certe tematiche... l'argomento sovranità individuale Paolo è un pentolone da scoperchiare peggio di progetto monark, mk Ultra e satanismo.. perchè qui ci sono le prove.... Paolo.. hai fatto 30.. fai 31. ti aspettiamo giovedì, con estremo piacere. un carissimo saluto. francesca di ENP nuovoparadigma.org

francesca Colella ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=n1LJVaLaPRk

questo video è molto interessante Paolo, da qui si evince che nn solo l'Italian republic è un'azienda registrata dal 1933... e tu puoi affermare con certezza che è da quel periodo più o meno che esiste l'anagrafe.. (sic!) o no? anagrafe che è il luogo preposto a registrare attraverso l'atto di nascita il proprio figlio come dipendente dell'azienda Italia, atto di nascita impossibile da avere neanche in visione nella sua veste originale e che nessuno è in grado di dirti che percorso faccia alla sua emissione. dove va? dove finisce? dove v ieni registrato... questo video mostra anche che esistono diverse classificazioni di registro.. esiste un registro vip, quando sei in quel registro puoi anche aspirare a diventare qualcuno.. altrimenti dimenticatelo.. puoi fare tutti gli sforzi che vuoi.. no bananas.. all'atto di nascita viene emesso un bond di 2.000.000 di euro.. di cui tu nn vedrai una lira.. che devi ridare a loro mentre sei in vita. quello gli devi fruttare. questo video prova che per esempio il sig OBAMA appartiene alla jp morgan e alla general elettriuc, registrato come loro proprietà.. le stesse aziende che guarda caso hanno finanziato la sua campagna elettorale.. adesso il tuo inconscio si attaccherà al fatto che stiamo parlando di un caso americano.. quindi che noi nn centra niente.... mhhhh Paolo, quando ti renderai conto che diritto canonico, diritto commerciale, diritto civile sussistono allo stesso tempo e sono uno il sub strato dell'altro e che la vita civile delle persone è gestita con il diritto commerciale.. vedi la termonilogia utilizzata... per esempio nel matrimonio... negozio.. allora solo allora nessuno può fermare Franceschetti. quando scopri definitivamente e senza ombra di dubbio che la nostra situazione è identica a quella anglosassone allora tu sei il numero uno.. ma devi trovare il coraggio di metteri in campo con noi in questa ricerca. nessuno vuole farti perdere tempo Paolo, qui siamo tutti in buona fede, mna attenzione perchè esprimendoti così presto relativamente alla sovranità, prendendo così presto posizione in merito, con il potere mediatico che hai.. rischi di essere tu quello che (involontariamente per carità di dio..) distoglie le persone dai temi importanti da trattare. ti appreziamo tutti Paolo in modo indicibile, le tue ricerche e il tuo coraggio è ammirevole.. ma qui ne serve molto di più. sono certa che ne hai. ti abbraccio

lo so che ormai nn ne puoi più.. ma qui è tutto ben spiegato Paolo.. https://www.youtube.com/watch?v=pqp8Ch3Ye3U&list=PLSFnKnYUjKDXkdIr9h2Xwshc0EqIVL_2q

Anonimo ha detto...

Forse una soluzione c'è..
Sostenere il PIN (Partito Italia Nuova).
Documentatevi e poi agite come meglio credete.

Saluti
Gianni

Democrito ha detto...

Noto una notevole evoluzione nel pensiero di Paolo, che soltanto qualche tempo fa non si sarebbe sognato di esprimere concetti tanto radicali come quelli esposti.
Condivido quasi tutto ciò che dice. Mi rimane qualche riserva sulla vicenda del Dalai Lama e pure sul ruolo del Buddismo in Occidente, ma per il resto mi trovo completamente d’accordo.
Del resto la sovranità è un concetto legato alla proprietà, quindi il proprietario è padrone assoluto dell’oggetto posseduto. La proprietà, come la sovranità, sono sancite dall’ideologia dominante.
Molto azzeccato il riferimento alla costituzione, quando si dice che ***“Questo concetto di fondo è espresso nella Costituzione, dove all’articolo 1 è detto che la sovranità appartiene al popolo; molto importante è la frase successiva, questa: “il popolo la esercita nelle forme previste dalla Costituzione”***.
Cioè, la sovranità apparterrebbe al popolo, ma è soggetta alle leggi, pertanto la sovranità non è del popolo, ma della legge a cui il popolo è soggetto. Con questo si afferma che, siccome le leggi non si fanno da sole, la sovranità appartiene a chi le leggi le fa. Considerando infine che chi fa le leggi è in realtà un dipendente di chi ha permesso la sua elezione, appoggiando anche economicamente la sua candidatura, e a cui dovrà rispondere del suo operato, pena l’esclusione, allora possiamo dedurre che la sovranità appartiene ad alcune famiglie proprietarie dei mezzi di produzione, delle banche e della finanza in generale e di conseguenza dei successi elettorali dei politici, quindi dello stato e della legge. Questo è sempre stato, fin dal tempo dei Sumeri e degli Egizi, con l’unica differenza che oggi puoi scegliere chi non ti rappresenterà tra una rosa di candidati fotocopia l’uno dell’altro.
L’individuo è suddito, o in rari casi proprietario, per condizione di nascita. Ciò dimostra la tesi che tutto cambia nella Storia, affinché nulla cambi davvero, come nell’intuizione di Tommasi di Lampedusa.

Max Stirner è una lettura interessante, ma per capirne bene i concetti occorre leggersi “L’Ideologia Tedesca” di Marx-Engels nel capitolo dedicato a San Max.
Il duo aveva uno spiccato senso dell’umorismo e stracciano le teorie di Stirner mettendone in risalto gli aspetti contradditori e facendo risaltare l’inadeguatezza e la parentela nascosta con la Religione.

Anonimo ha detto...

http://www.repubblica.it/esteri/2012/06/09/news/soldi_cia_dalai_lama-36841119/


http://www.youtube.com/watch?v=WZr28zsVy2M

Giorgio Andretta ha detto...

Signora AS,
le sue parole dovrebbero essere incise in una stele da conficcare in ogni piazza.
Complimenti.

Prunello Modularis ha detto...

Signora AS
le sue parole dovrebbero essere incise in una stele da conficcare in ogni culo di ogni politico.
Complimenti

Anonimo ha detto...

Guardate questo video di questo canale: http://www.youtube.com/watch?v=z-W4yyvBxSY&list=UUbswBOEVwSnlMKEInjkE2XA&index=1

Anonimo ha detto...

Completamente d'accordo con quello che hai scritto, Paolo.

Leggero OT

Siccome nel tuo articolo fai riferimento a Tesla e alle energie pulite e free,
da tempo volevo chiederti la tua in merito all'ingegnere iraniano Keshe e alla sua tecnologia rivoluzionaria.
Presumo che ti sarai documentato.
Tu che hai l'occhio lungo, che ne pensi?
Che cosa bolle realmente in pentola?
Se non è una presa in giro, ad esempio, credo che sia altrettanto utile per l'evoluzione dell'uomo
l'indipendenza energetica ma ancora di più la guarigione dalle malattie.

Va bene anche se risponde al mio quesito la dottoressa nicoletti.

Simone

Anonimo ha detto...

Il dalai lama chi? quello finanziato dalla CIA?

Anonimo ha detto...

Interessante articolo ma lo Statuto albertino (cioè la Costituzione precedente a quella repubblicana) è del 1848 non del 1865.

Anonimo ha detto...

Sostenete il PING-PONG

Giorgio Andretta ha detto...

Egr.BB, Eva ha porto la mela ad Adamo che ne è rimasto irretito, credevo che l'esempio fosse sufficiente ma mi sbagliavo.
Ora bisognerebbe valutare chi fosse quel D-io del paradiso terrestre.
Buona riflessione.

Sandro Sabene ha detto...

Paolo

Gran Bel Articolo, Grazie :)

E' sempre un piacere confrontarsi e discutere con te.

O_dio ha detto...

Sì, ma, prima, il buddismo ha fatto un culo così ai bonpo, imponendo con la forza la loro dottrina.

Anna ha detto...

Grande articolo Paolo, grazie. Sostengo quanto dici da anni, e lo scrivo spesso qui.
Mi fa felice vedere che pian piano stai scrivendo articoli su argomenti di cui molte volte discutiamo andando OT ma che in verita' sono di fondamentale importanza.
Non conosco Bonacci, ma sono pienamente d'accordo con lui. La massa si autoschiavizza da sempre per vilta', non ce n'e'. Sull'anarchia e gli eventuali "guai" che questa porterebbe sono d'accordo solo qualora l'anarchia di cui parli tu e' quella portata avanti da movimenti insurrezionalisti o filo comnunisti. Quella che intendo io, e che intendi tu quando citi persone "risvegliate", e' appunto un altro tipo di anarchia, a cui bisogna cambiare il nome.
E siccome "quel" tipo di anarchia e' possibile solo con e per individui dotati di consapevolezza, propongo una divisione del mondo tra chi preferisce avere il bastone, la carota e il lavoro da schiavo sotto padrone e chi e' perfettamente capace di autogestirsi in tutto e per tutto.
Se dobbiamo avere il dualismo a questo mondo, tanto vale utilizzarlo bene e fare in modo che i due mondi non abbiano mai ad incontrarsi ne' in alcun modo influenzarsi o imporre nulla l'uno all'altro.

Anonimo ha detto...

Sostenete il POM-PIN

Paolo Franceschetti ha detto...

La Costituzione precedente a quella del 1947 era del 1848 e non del 65'

Uffa che precisetti. Ma che mai saranno 17 anni di differenza in confronto alla durata dell'universo? Che palle.

Scherzo. Grazie ho corretto. Ho confuso con l'unità d'Italia e con la legge del 1865 che ha abolito i tribunali amministrativi, una legge che ho sulla punta della lingua quasi ogni giorno perchè la insegno nei miei corsi.

Anonimo ha detto...

A parte il fatto che Demo NON ha LETTO nè "L' UNICO E LA SUA PROPRIETA'" di Stirner, per cui non vedo come possa sostenere che sia "interessante" per smentirlo di fatto subito dopo......ma si sa......è il suo "metodo"; NE' "L' IDEOLOGIA TEDESCA" di Marx ed Engels, che nasce in un momento storico PARTICOLARE per cui il pensiero di Stirner era altamente PERICOLOSO ( per questo dedicano tantoe pagine nell' "Ideologia" a questo autore PRATICAMENTE sconosciuto se non nella cerchia di pochi intellettuali di cui i MIGLIORI apprezzavano); c' è da sottolineare che il "consiglio" di leggere il pensiero di altri su un libro, invece che il libro stesso, come lui suggerisce, non è altro che l' ASTUTO procedimento e REGOLA delle nostre scuole affinchè NON si IMPARI a ragionare con la propria testa.

Lilith

Unknown ha detto...

Le tasse, inoltre, servono per mantenere l'altissimo tenore di vita dei banchieri proprietari delle banche centrali, non a caso nel 1913, negli Stati Uniti fu istituita la FED e promulgata la tassa sul reddito.

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo,
scusami se riposto la stessa domanda,
ma che cosa ne pensi dell'ingegner Keshe e della sua tecnologia?
Costui ha annunciato nel giro di due anni una rivoluzione senza precedenti nel campo delle energie.

Simone

Anonimo ha detto...

Quando mi succedono queste cose mi preoccupo:

FORUM ATTUALMENTE NON DISPONIBILE

Il forum http://poteriocculti.mastertopforum.biz non è stato trovato in questo momento.

Il forum potrebbe non essere disponibile per problemi su uno dei server.

alessandra ha detto...

il Dalai Lama mi ha deluso tantissimo. Basta informarsi e sul suo conto, ne saltano fuori di cose quantomeno inspiegabili...sono stata in una comunità buddista finchè mi sono resa conto di che cosa realmente succedeva li dentro, come essere in politica, più o meno. Le religioni o come preferisce chiamarsi il buddismo, "le filosofie", camuffate da religioni, sono la rovina dell'anima....

Anonimo ha detto...

Scusa Paolo se rompo le palle (sono sempre l'Anonimo di prima) ma così la frase suona ancora più sbagliata: "la Costituzione del 1848 era stata imposta a forza dopo l’Unità d’Italia"...

Lo segnalo non per essere antipatico ma perché un errore del genere rovina il tuo ottimo articolo. Non pubblicare questo mio commento ma fai la correzione.

Anonimo ha detto...

Il diritto è l'espressione che la maggioranza dei cittadini di una nazione da a se stessa per regolamentare e tutelare l'individuo e il bene comune ( questo in una democrazia e sul piano teorico). Nella pratica questo purtroppo non succede quando la maggioranza decide di ignorare e disinteressarsi in prima persona di tutto questo, delegando ogni aspetto del diritto e della amministrazione. Qui entrano in gioco e prendono sempre più forza i gruppi di individui che perseguono il fine del potere (massoneria e criminalità) facendo diventare impropriamente bene personale il bene comune. Mi viene in mente il discorso sulla costituzione di Piero Calamandrei in cui diceva: " La libertà è come l'aria, ci si accorge della sua importanza quando comincia a mancare...perciò sulla libertà bisogna sempre vigilare, interessandosi e partecipando alla vita politica." Lo stato siamo noi...quello che sta accadendo é dovuto anche al disinteresse generale alla partecipazione nella vita pubblica. Non diamo sempre la colpa alla chiesa cattolica (semmai a una parte del clero...che non é la Chiesa, corpo mistico di Cristo) o ai criminali che si sono indebitamente appropriati del bene comune per i propri interessi...Il voto é non solo un diritto ma anche un dovere civile.Non andare a votare alle prossime elezioni é una libera scelta, ma é pure il favore più grande che si possa fare a certi criminali che predicano il voto utile per i loro schifosi partiti.

Paolo Franceschetti ha detto...

Ciao anonimo delle 23,46. hai ragione ancora una volta. Il problema è che ho voluto riassumere in due righe un passaggio complesso (la costituzione albertina è del 1848 ed era una legge che non valeva niente essendo una legge di pari forza alle altre leggi ordinarie; nel 1861 la si impose di forza agli stati italiani; ma il vero sfascio del diritto lo si compì nel 1865, con l'abolizione dei tribunali amministrativi e l'abolizione dell'amministrazione e del sistema amministrativo degli stati preunitari, gettando le premesse per lo sfascio attuale dell'amministrazione). la fretta, la voglia di accorpare, e la superficialità hanno fatto il resto. Ma non c'è niente di male nell'ammettere di essersi sbagliati anche due volte e di aver fatto un po' di confusione. Questo è un blog, e come tale può essere modificato quante volte si vuole, se è necessario. Dal canto mio non devo dimostrare di essere perfetto quindi ho lasciato il tuo commento al fine di ringraziarti.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Simone su Keshe ti rispondo io, la questione sta andando x le lunghe, e stato spostato da fine dicembre 2012, a fine febbraio 2013,il rilascio di due kit sul energia al plasma pagati a quanto sembra da privati.X via di procedimenti e realizzazione conforme il più possibili hai criteri di sicurezza radiativi, ma questa e solo un pretesto delle autorità Belghe x fare ostruzione sulla tecnologia,di cui non ce nessun effetto nocivo x la salute delle persone,anzi viene usata anche come mezzo di cura x le malattie tout-court.Voglio precisare che questo e quello che finora si sa ma non e detto che ci sia anche qualcosa che comincia ha non tornare in questa SPY-STORY.
Se Paolone vuole poi aggiungere qualcosa avremo più dettagli sulla situazione Keshe.


GRAZIE & CIAO.

Davinco De Mare ha detto...

@ Franceschetti

Credo che la parola "anarchia" abbia un doppio significato.

Da una parte è sinonimo di confusione sociale, di caduta di qualsiasi regola che contribuisca alla convivenza tra gli individui.
In questo senso mi sembra che lei l'abbia usata nel suo articolo.

Dall'altra esiste un significato di anarchia colta che prelude ad una società assai avanzata nella consapevolezza di sé stessa.

Le chiedo se gentilmente potrebbe postillare una chiarificazione in questo senso.

@ Democrito

Complimenti per l'acutezza del suo commento.

Anonimo ha detto...

Grazie per la risposta beppe.
Secondo te il reattore di Keshe mantiene quello che promette?
E' possibile, insomma, che sia un qualcosa di definitivo, pronto per l'uso e fruibile nel giro di poco per tutti quanti?

Simone

Democrito ha detto...

Come al solito sei una bugiarda impunita. Non è vero, Max Stirner fu una delle mie letture giovanili, quanto alla “Ideologia Tedesca”, dovresti aver capito che di Karl Marx ho letto praticamente tutto. Con questo non mi reputo un esperto, perché sono letture che mi appassionarono molti anni fa e che poi abbandonai per dedicarmi ad altro.
Poi, non capisco di cosa ti lamenti. Tu stessa spesso citi Schopenhauer in modo talmente improprio da far contorcere dalle risate chiunque ne abbia anche una pur minima idea.
Certo è che per ragionare con la propria testa occorre avercela, una testa e non mi sembra sia il tuo caso. Per buttare merda sugli altri bisogna essere capaci, altrimenti succede come a te che finisci regolarmente imbrattata.

Anonimo ha detto...

Ma ovvio moksha ha cambiato stile dopo la venuta di Heim. l'altro traduttore. Ed è talmente ingenua che non ha capito sotto chi è :)

Cazzate da americani.

Anonimo ha detto...

La fama di BUGIARDO, oltre ai limiti della SFRONTATEZZA e con allegata faccia di TOLLA, è TUA; tu ne hai l' INDISCUTIBILE primato a ragione delle infinite PROVE di cui i tuoi commenti sono ZEPPI...... e su queso NON ci PIOVE.

RIBADISCO: "Tu NON hai MAI letto Stirner, e non lo conoscevi nemmeno prima che io lo nominassi tempo fa......
Come non hai MAI letto Marx, Engles, Schopenhauer e tanti altri.......La tua "cultura" è LIMITATA alla "ricerca" su internet: a dei sunti, a leggere cosa "qualcun' altro" scrive a proposito di un tema, e SOLO quando questo viene discusso su un blog e tu VUOI APPARIRE ERUDITO.

Come attui? SEMPLICE ed EVIDENTE: prendi l' articolo in questione, ne semplifichi la terminologia, lo sintetizzi un pò.....e VOILA', il gioco è fatto......ossia il copia/incolla....per il quale, dovrai pur ammetterlo, SEI FAMOSO ! ! !

A te non FREGA di "SAPERE", la "CONOSCENZA" ti fa un baffo....a te interessa APPARIRE MIGLIORE degli altri e PUNTO.
QUESTO è il TUO GRANDE LIMITE. Ma visto che NEMMENO ci riesci e accumuli soltanto FRUSTRAZIONI, non ti sembra il caso, se NON ALTRO, di RIFLETTERCI un pò SOPRA ??!??

Lilith

Anonimo ha detto...

DAVINCO DE MARE 12:22

Giusta e "compita" la tua distinzione di anarchia......MA....NON credo proprio sia questo "DILEMMA" il fine del tuo NUOVO BEL NOME !

Bensì'FORZARE il naturale corso degli eventi.

Se non avessi avuto così tanta PREMURA di dare conferma a te stesso.....caro il mio Democrito, SARESTI DURATO qualche GIRO di GIOSTRA in PIU'.....eheh!

Anonimo ha detto...

ei Paolo scusa ot
oggi mi sono accorto che sei stato reintegrato nell'elenco dei link proposti da comedonchisciotte...
Sankara

Leopoldo Antinozzi ha detto...

L'articolo di Paolo ha il pregio di allargare il dibattito sul concetto di sovranità individuale, d'accordo, ma il rimando al Dalai Lama non gli rende affatto giustizia.
Ormai è riconosciuto che il Dali Lama è un'entità creata per gli scopi del NWO. In questo Paolo è meglio che si documenti meglio.
- Sul piano pratico posso consigliare questo libro di ricerca storica su come è stata inventata la favola dell'invasione cinese del Tibet:http://hl.altervista.org/split.php?http://texadebooks.altervista.org/3men1tiger/Tre-Uomini.zip
- Sul piano esoterico merita uno sguardo attento senz'altro lo studio di Joël Labruyère:
http://www.crom.be/it/documenti/le-favole-del-tibet-1

Anonimo ha detto...

Perchè quando ho aperto il link

https://www.youtube.com/watch?v=pqp8Ch3Ye3U&list=PLSFnKnYUjKDXkdIr9h2Xwshc0EqIVL_2q

postato da F. Colella

è apparso Barnard con i capelli tinti?

Maximilian ha detto...

Paolo, GRAZIE. Un intervento prezioso.

Vorrei solo precisare che ho chiesto diverse volte a Santos Bonacci come il sistema del Common Law di cui lui parla si possa applicare al contesto della Legge Italiana, sia per la sovranità individuale che per quella territoriale di un gruppo di persone (si veda la fantomatica notifica di sovranità di alcuni cittadini della Pennsylvania alla Corte Internazionale di The Hague). La sua risposta è sempre stata “non lo so, non so nemmeno se in Italia sia possibile”.

Che poi alcune persone abbiano portato avanti le loro idee basandosi sulla loro interpretazione del lavoro di Santos Bonacci, questo è un altro discorso.

E quindi Paolo ti ringrazio nuovamente per il tuo intervento, perché in mancanza di conoscenza in materia giuridica, l’unica possibilità che abbiamo è provare, sperimentare, rischiando sulla nostra pelle.

Ti faccio una domanda: se 1000 persone si dichiarano Comunità Sovrana (e quindi vivono in un territorio geograficamente delimitato, condividono struttura sociale, regole, valori, intenti), non si riconoscono più come sottomessi allo Stato Italiano e alle sue Leggi, pur auspicando e incoraggiando con esso rapporti di pacifica convivenza e collaborazione, si dotano delle proprie leggi e della propria economia interna, cosa potrebbe succedere?

In altre parole, in che modo lo Stato Italiano potrebbe applicare la propria forza?

Arrestare 1000 persone? E come? Dichiarare un embargo nei confronti della Comunità? Arrivare con i carri armati? (che spettacolo sarebbe!)

L’eco mediatico generato da questa iniziativa non potrebbe innescare una reazione a catena che spinga anche altri a fare la stessa scelta?

Perché se l’unica via percorribile è quella di agire nel rispetto delle Leggi, e le Leggi le scrivono i Governanti per controllare il popolo, allora è ovvio che questa via non esiste.
Possiamo anche tentare di far eleggere un governo italiano giusto che abbia a cuore gli interessi del popolo, ma se la legge dell’UE prevarica quella italiana, sarebbe un tentativo inutile.

Che ne pensi?

Grazie ancora per la condivisione.

Anna ha detto...

"Giusta e "compita" la tua distinzione di anarchia......"

Giusta si, infatti l'avevo gia' fatta io qualche commento piu' sopra e il Davinco come tanti altri qua dentro non ce la fa ad esprimere un concetto che non sia mera scopiazzatura di qualche commento precedente, che per troppa arroganza, presunzione o pregiudizio non si prende la briga di leggere, pensando poi di aver scritto il commento originale del secolo.
A piantare alberi dovete andare, ve l'ho gia' detto.

Anonimo ha detto...

Quel DEFICIENTE che non la SMETTE di rompere i coglioni al mio PC e manda in FUMO i miei commenti e le mie mail perchè NON REGGE di essere contraddetto, ha forse voglia che io faccia un giretto con un paio di amici a S. Marino in cerca di lui e della sua decapottabile ?!?!?!?!?!

Lilith

Davinco De Mare ha detto...

@ anonimo del 22 gennaio 2013 20:17

Mi scusi, ma non ho capito il senso del suo commento.

Se possibile, potrebbe fare gentilmente chiarezza al riguardo?

La ringrazio.

Maximilian ha detto...

Mi permetto di fare un'altra osservazione.

E' vero che lo Stato Sovrano applica le Leggi con la Forza sui propri sudditi, per mantenerli schiavi.

Ma qual è la Forza dello Stato Sovrano?

La sua Forza sono proprio i suoi sudditi.

I quali più o meno inconsapevolmente legittimano e difendono il loro carceriere, rispettando e facendo rispettare le sue ingiuste Leggi. Una Sindrome di Stoccolma in piena regola :-)

Quindi ogni dichiarazione di Sovranità Individuale, benché non abbia alcun valore per la Legge dello Stato Sovrano, di fatto toglie Forza allo Stato Sovrano.

Ogni persona che si dichiara Individuo Sovrano è un suddito in meno che legittima e difende lo Stato Sovrano e le sue Leggi.

Quando raggiungeremo la massa critica, lo Stato Sovrano non avrà più la Forza necessaria per fermare il cambiamento.

Ma attenzione, questo non vuol dire creare l'anarchia, nè distruggere lo Stato Sovrano.

Ci sono molte persone che vogliono restare nel sistema, perchè hanno paura del cambiamento, o perchè tutto sommato va bene così. La maggior parte delle persone HA BISOGNO di qualcuno che detti le regole, che le guidi e dica loro cosa fare.

Quindi l'idea non è quella di distruggere lo Stato Sovrano e ritrovarsi dall'oggi al domani nell'anarchia più totale (intesa come disorganizzazione ai massimi livelli).

L'idea è quella di offrire una alternativa che le persone possano scegliere.

La Repubblica di San Marino esiste da più di 1000 anni (la leggenda parla della sua fondazione nel 300 dopo Cristo, più probabilmente il 700 DC). Leggetevi la sua storia, è molto interessante (oggi di fatto San Marino fa parte del Sistema Europa, è un esempio da prendere come punto di partenza, non come punto di arrivo).

Questo progetto è un'Utopia?

Sì, lo sarà finché lo riterremo tale.

Che tipo di persone siamo? Siamo il tipo di persone che hanno bisogno di essere governate, sfruttate, spremute fino all'osso? Siamo il tipo di persone che vogliono che il cambiamento si realizzi dall'alto, senza fare alcuno sforzo? Siamo il tipo di persone che non vogliono correre rischi, perché tanto è tutto inutile?

Bene, se siamo questo tipo di persone, allora c'è posto a volontà nell'attuale sistema. Però almeno evitiamo di lamentarci, per favore.

Democrito ha detto...

Ma fai i conti senza l’oste. A me la proprietà intellettuale non interessa e quindi che siano copia-incolla o pensieri originali, non fa differenza.
Qui si evince la debolezza del tuo pensiero. Dopo aver sbraitato per anni contro il concetto di proprietà, il quale porta al concetto di maschilismo, inteso come diritto di proprietà dell’uomo sulla donna, che ti da fastidio, perché ti senti coinvolta come soggetto debole, mi scivoli sulla buccia di banana della proprietà intellettuale, che vorresti rivendicare per il tuo ego, anche quando non sarebbe proprio il caso. Bugiarda, non ti interessa niente della Giustizia e dell’Equità, come non ti interessa niente di conoscere e di sapere, ti interessa solo dei tuoi affari personali e della rabbia che provi a non riuscire a realizzarli. Pensi che il mondo ti debba dei riconoscimenti e non lasci nulla di intentato pur di riceverli.
Mia cara, ti stai illudendo. Il mondo non ti deve nulla e non riuscirai nel tuo intento, nemmeno giocando carte false. Parli della malafede altrui e non ti rendi conto minimamente della tua.
Guarda che i giochini dei Nick li sappiamo fare tutti, la differenza è che io non li faccio e non li rinfaccio a nessuno, tu invece li fai regolarmente e li rinfacci agli altri pensando che siano al tuo livello di squallore. Stessa cosa riguardo al copia-incolla, di cui tu fai ampio uso, mentre lo rinfacci impropriamente ad altri.
Poveraccia, come soffri….forse è perché non usi il callifugo Ciccarelli.
Tanto più di questo livello proprio non ce la fai.
Fatti una doccia, che ancora una volta ti sei imbrattata nella stessa merda che volevi tirare agli altri.
Comunque continua così che sei divertente.

Anonimo ha detto...

@ Anna.

Non mi era affatto SFUGGITO, avevo BEN VISTO che ti aveva "rubato" il concetto.....

Comunque "lui" l' aveva letto.....ECCOME ! ! !

Ma come avrai CERTAMENTE capito cercava solo una scusa "FACILE" per LODARE SE STESSO......

I ladri si giustificano credendo che TUTTI siano ladri. E altrettanto fanno gli IMBECILLI.

Lilith

Democrito ha detto...

Maximilian@
Ti chiedo scusa, ma il tuo commento pecca di una certa ingenuità. Certo che se 1000 persone dichiarassero la loro indipendenza, manderebbero i carabinieri con i mezzi antisommossa. Sarebbe illegale da tutti i punti di vista.
Non ti dicono niente le sommosse basche ed irlandesi di qualche anni fa? Non ti ricorda niente la Cecenia? Le isole Curilli?
Rivendicare un indipendenza territoriale, come una sovranità personale, implica non solo affrontare un guerra impari, ma anche l’essere tacciati e perseguiti come terroristi dal diritto internazionale, in quanto ci sono fior di trattati sull’inviolabilità delle frontiere e del concetto di nazionalità.
Ciao

Anonimo ha detto...

@ Davinco De Mare.

****QUANDO SI DICE "FACCIA TOSTA" ****

Cos' è, fai l' educato per salvarti il DIDIETRO ?!?

A PIANTARE ALBERI DEVI ANDARE", come ti ha già DETTO la Anna ! ! ! !

E mo' NON rompere più i COGLIONI, DemoAvinco dei miei stivali !

Lilith

Maximilian ha detto...

@Democrito

La tua osservazione è pertinente, anche se dal mio punto di vista un po' catastrofista. Ma forse sono io ad essere un po' troppo ingenuo :-)

E' pur vero che di fronte agli occhi della comunità internazionale non siamo la Cecenia nè i paesi Baschi. Siamo parte del G7 e del G8.

E non sottovalutare il fatto che l'Italia è fatta anche di molti Cinesi, Pakistani, Indiani, Africani, eccetera. Geopoliticamente abbiamo un peso che può far pendere l'ago della bilancia mondiale in una direzione o in un'altra.

In ultima analisi non si tratta di guerra (che sarebbe di certo impari). Si tratta di relazioni diplomatiche.

Ma se anche di guerra si trattasse, questa guerra la combattono i soldati, non i generali. E i soldati possono scegliere in qualunque momento da che parte stare.

Anche per il semplice motivo che i soldati prendono uno stipendio per rischiare la loro vita. E ultimamente il loro stipendio è piuttosto basso...

Comunque grazie per aver condiviso il tuo punto di vista.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Simone il mio parere e che questa tecnologia sia fattibile ed lo e, Keshe queste tecnologie le ha create davvero solo che metterle a disposizione della gente e un casino, il potere non si fa rubare la sua sovranità basata sul parassitismo, bisogna far glie la perde rendendo questo sistema obsoleto e qua e nostra coscienza fare questo al più presto, io spero che Keshe, vedendo che non ha altre strade da percorrere metta in rete tutta la sua tecnologia al plasma,secondo me e l unica soluzione possibile x avere ha disposizione questo dono che porterebbe ad cambiare le carte in tavola, a nostro vantaggio.


GRAZIE & CIAO.

Davinco De Mare ha detto...

@ Lilith

Le chiedo cortesemente di non usare il mio nome per questioni che mi sono estranee.

Grazie.

Giorgio Andretta ha detto...

Egr.Maximilian,
conosce l'antropocrazia?

Anonimo ha detto...

AHAHAHAH AHAHAHAH ! ! ! Come rigiri MALE la FRITTATA......ti scvola da TUTTE le parti ! !

EhEh......fa differenza SI, se i copia/incolla li VUOI far PASSARE per TUOI......! ! !

Ma valà MESCHINELLO, che persino nella polemica sei così POVERO da utilizzare le MIE STESSE FRASI.

Qualcosa di grande però ce l' hai....."LA PIU' GRANDE FACCIA TOSTA DEL BLOG".

Per molto che ti sforzi sei TRASPARENTE, DemoAvinco De S.Marino

Lilith

Anonimo ha detto...

@ Da(vinco)....Te piacerebbe ! ! !


OHE'.......PERSISTE ! ! ! ! !
E' "ENTRATO" NEL PERSONAGGIO.....

MULTIPLE PERSONALITA' o solo FACCIA DA DERETANO ?!?

Lilith

Democrito ha detto...

Ciao Davinco,
penso che tu sia nuovo del blog, ma purtroppo il mondo dei complottasti è spesso frequentato da persone frustrate, che invece di limitarsi a trattare serenamente l’argomento proposto, attaccano frontalmente e personalmente gli altri utenti, accusandoli delle proprie frustrazioni.
Hai tutta la mia solidarietà, ma non prendertela troppo, si tratta di una conseguenza fisiologica a certi ambienti, attirano i pazzi come il miele le mosche.

Democrito ha detto...

***Ma valà MESCHINELLO, che persino nella polemica sei così POVERO da utilizzare le MIE STESSE FRASI.***
cioè riconosci come tue le mie affermazioni? ti dai della falsa e della bugiarda da sola?
da non credere, proprio da non credere...sei più grave di quanto temessi.

Davinco De Mare ha detto...

@ Lilith

Senta Lilith, sta coinvolgendo il mio nome in una sequela di illazioni e diffamazioni pubbliche che sono perseguibili: se la sta prendendo con la persona sbagliata e sta rischiando una denuncia.

Veda lei se ritirare le sue illazioni o se insistere nel suo atteggiamento.

Io non sono Democrito, cerchi di capirlo.

Faccia richiesta al gestore del sito di controllare l'origine degli ip, scriva il mio nome seguito da "libri" su google o cerchi il blog Danslé e mi faccia il favore di rinsavire dal suo travisamento.

Sta diffamando il mio nome senza rendersene conto e per questo ci sono delle tutele.

La saluto.

Anonimo ha detto...

@ DemoA(vinco).....ASPETTA e SPERA !

"....Veda lei se ritirare le sue illazioni......E per questo ci sono delle tutele".......
Ma quali ILLAZIONI, ciccetti ! Comunque sai che PAURA......Piuttosto FAI ATTENZIONE TU a non fare ULTERIORI passi FALSI con la "TASTIERA", entrando ABUSIVAMENTE dove, per LEGGE, NON PUOI ! !

Però mo' m' hai ROTTO....Tanto con te è TUTTO tempo PERSO, sei IRRECUPERABILE.

Continua pure con le tue MISERIE.
Ma cerca di STARMI ALLA LARGA, che ti CONVIENE.

Lilith







Davinco De Mare ha detto...

@ Democrito

Mi spiace molto che, per averla citata nel mio intervento, si sia creata una "caccia alla streghe" nella quale il mio nome sia stato coinvolto e anzi, sia stato oggetto di tanta violenta eloquenza da lasciarmi interdetto. La stessa violenza che investe lei, a quanto mi sembra di capire, nei suoi interventi.

E' la prima volta che intervengo - e le dico che sarà l'ultima -, ma il sito lo conosco da tempo: leggo gli articoli dell'avvocato Franceschetti puntualmente, ad ogni pubblicazione, e se avessi anche letto il commentarium non sarei certo intervenuto.

Sono basito.

La ringrazio per il suo interessamento e le mando i miei migliori saluti.

Anonimo ha detto...

franceschè si capisce che rosichi ..
questo ha ricostruito la storia della proprietà del mondo..
e fila alla perfezione e mette insieme tutti i vari tasselli
parlo del documento 8

ora non mi dire che sapevi come il vaticano si era impossessato delle terre l'ha date poi ai re ed infine l'ha rese aziende private nel 1930?

non mi dire che sapevi che l'Italia come altri stati erano iscritti alla SEC come appunto società?

dai è una scoperta da far gelare il sangue..
e tu parli di bufale?

E parli di bufale solo perchè dici che il padrone della società che ci possiede (e non può farlo)non ci lascia andare tanto facilmente usando la forza?
E che scoperta sarebbe?
Ma perchè nell'800 se lo schiavo provava a togliersi le catene che il padrone non avrebbe usato il fucile vendendo una sua proprietà(di uso)che scappa?

Il discorso fatto in quegli articoli è impeccabile ed universale e vale ovunque,quindi per cortesia non scrivere cazzate da rosicamento.

Ora che in Italia si usi di più la violenza che l'onore è però vero..
d'altronde anche le persone sono diverse..in UK c'è l'onore il gentiluomo etc..
da noi per natura c'è la sopraffazione..
Ma difatto si stanno coprendo di disonore e violando il libero arbitrio ed il consenso se noi dicessino di essere altri da quello che è scritto sul certificato di nascita di fatto si stanno condannando da soli..a fallire..ecco perchè l'Italia è fallita..ecco perchp Monte dei Paschi è fallita..e quindi anche il PD perderà ,dopo il PDL
perchè i padroni usano la violenza e non in consenso..

lo stesso accadrà negli USA ed in tutte quelle nazioni(anche gli UK)
dove si usa la violenza..
e non in consenso l'accordo..
tra le parti private
perchè si tratta tra privati

e poi se sei un avvocato fai delle gaff...
ma che devi controllare?
Se l'italia è una società privata registrata non vi è nulla da controllare..
nessuna società privata può obbligare nessuno a fare nulla..
nè a pagare tasse,prendere multe etc..

te lo ripeto visto che insiste
se lo fa lo fa come uno padrone di schiavi usa la violenza sui suoi schiavi che gli chiedono ''chi sei tu per incatenarci''
ma alla fine non potevano non vincere gli schiavi..
perchè il presupposto era infondato ed è caduto.
Li però era chiaro e c'erano le catene.
Da noi ammenochè non vogliano usare gli stessi metodi è la stessa cosa..

Se poi tu cerchi leggi vuol dire che le accetti ed allora è giusto che ti prendano a calci.
Cosi' come è giusto che se hai un mutuo la banca prima o poi faccia in modo di riprendersi la casa..
tu l'hai firmato il contratto!!
E che dire della cartamoneta?
C'è scritto chiaramente che è della BCE
quindi te l'hanno data sono in uso..
ma in ogni momento possono riprendersela..o svalutarla del tutto(come fecero passando da lira,proprietà della canca privata d'italia all'euro)
e se lo fanno non puoi lamentarti avendogli dato tu il consenso..
nessuno te l'ha imposto di ricevere soldi in cambio l'hai scelto per comodità(avresti potuto chiedere anche argento oro o servizi o lavori o mobili o merci che nessuno poteva richiderti indietro!)e quindi accetti il rischio
che domattina qualcuno si svegli e dica ''l'euro vale 1/3 di oggi,è mio e ci faccio quello che voglio,ve l'ho scritto sulla moneta e voi l'avete accettata lo stesso in cambio del vostro lavoro''

quindi da avvocato,sebbene rosicante,non confondere i due piani..

le banche,il voto,i soldi,la politica siamo noi a legittimarla dandogli consenso..
se non avessimo portato i soldi in banca sarebbero fallite..
noi le manteniamo con le nostre ridicole carte di credito a cui non sappiamo rinunciare come dei bacucchi poi gli diamo addosso..
prova a chiedere quanti nel tuo blog usano carte di credito,bancomat,mutui etc..
quasi tutti..
e quindi di che parliamo?

quanto affermato è impeccabile..
ed direi una specie di rivoluzione..altro che rosa rossa..

Anonimo ha detto...

il dalai lama?
ma fai sul serio?
solo un ostrumento USA per scaridare la Cina non per nulla amico dei peggiori sanguinari USA,bush in testa..

Se domani gli USA massacrassero milioni di cinesi con le atomiche..
lui godrebbe..

se il tuo riferimento è il dalai lama..stiamo messi bene..
sei passato da credere alla chiesa a credere al dalai lama..
hai bisogno proprio di credere a qualcosa o qualcuno..

meglio chavez del Dalai Lama..
figuriamoci..

Paolo Franceschetti ha detto...

Hai ragione anonimo delle 5,36. Rosico. Il problema è quello.



PS. Ho notato che i commenti dei troll arrivano sempre in ore notturne.
Devi essere lo stesso imbecille che ha postato il commento sul dalai lama, che è stato postato almeno dieci volte sempre uguale e sempre con la stessa argomentazione. marò che palle.

walrus ha detto...

Caro Paolo,
Da giurista permettimi di dirti che la tua visione del diritto è fallace, semplicemente perché è intrisa di errori metodologici a volte anche grossolani.
Due punti veloce: 1- Confondi ciò che non è diritto (politica, potere, individualismi) con il diritto e 2- Confondi diversi sistemi di diritto cercando di propugnare (non c'è riuscito Kelsen!) una teoria generale. Quando fai l'esempio delle Hawai dimentichi che quella è una questione di diritto internazionale, ben diverso dai diritti nazionali.

Ciò non toglie che l'articolo debba far riflettere nel modo in cui il diritto viene abusato nel nostro paese.

Paolo Franceschetti ha detto...

Ah Walrus. E' una questione di diritto internazionale quella della hawai. Capisco. Veramente un errore grossolano il mio. Non so come mi sia sfuggita questa cosa.
Grazie del tuo acuto commento. Sono sicuro che con esso molti lettori si saranno chiariti le idee.

Paolo Franceschetti ha detto...

PS.
Geniale anche la chiosa, Walrus... Il mio articolo deve far riflettere sul modo in cui il diritto viene abusato nel "NOSTRO paese". Nel nostro. In America no, in francia no, in germania no.

Devi essere un giurista davvero esperto. Si capisce dal fatto che hai citato Kelsen.
Non c'è che dire, è proprio vero che con questo blog sono molto cresciuto, e molto lo devo all'aiuto dei lettori che mi hanno spinto a riflettere, aiutato, informato, ecc.
con il tuo post ho fatto un salto di consapevolezza davvero notevole

Democrito ha detto...

***Ma cerca di STARMI ALLA LARGA, che ti CONVIENE.***
Non ci penso proprio. Un altro troll così divertente poi dove lo trovo?
Bestia, non hai ancora capito che non devi fidarti ciecamente di tutte le cazzate che ti passano per la testa.

Democrito ha detto...

Davinco@
Ma dai, divertiti anche tu. È molto istruttivo.
Qui si critica la massoneria e si fanno le pulci ai poteri occulti e non ci si rende minimamente conto che molti dei partecipanti alle discussioni sono persone peggiori di quelle che si vorrebbe criticare.
Qui si parla delle leggi, ma se le leggi (imposte con la forza dal sistema stato) non esistessero, si ammazzerebbero tutti nel giro di poche ore. Se questi avessero il potere nelle loro mani, il terrore di Robespierre sarebbe uno scherzetto da quattro soldi.
Ecco perché da sempre sostengo che la via può essere solo individuale. La possibilità è aperta a tutti, ma solo pochi riescono a coglierla.
Il nostro viaggio nel pianeta terra somiglia a quello di Peter Fonda in Easy Rider. Il film non poteva che finire in quel modo. Il pregiudizio, l’ignoranza e la stupidità alla fine sfociano in una violenza tanto gratuita quanto inutile. Questa è purtroppo la condizione della maggior parte dell’umanità e le crociate servono solo a farsi sparare in faccia.
Ognuno crepi nel suo brodo e quando scrivo qualcosa, se qualcuno lo trova sensato mi fa piacere, mentre se qualcuno lo attacca (e sono quasi sempre attacchi personali, motivati dalla paranoia e mai argomentati), allora mi ci diverto e considero l’incredibile fortuna che ho avuto a non essere ridotto come loro.
Ciao e a risentirti
iribui 2

Anonimo ha detto...

*** CUCULO: Pennuto carogna e ladro che ruba le uova di altri uccelli per mangiarsele.***

Se si vuole valutare l' IMPORTANZA di un articolo basta osservare la PUNTUALITA' con cui i cucù debunker vengono SPINTI fuori dalle finestrelle delle loro PRIGIONI.
E' facile riconoscerli, non sono PIU' umani poveretti; trasformati in robot e fabbricati in serie, svolgono la funzione di PROTEGGERE gli stronzi e ROMPERE i coglioni a chi non lo è.

La loro vita si svolge in DUE UNICHE note, CUCU'.

Lilith

Anonimo ha detto...

@ Anonimo 05:36.

Tu hai scritto "TANTO", ma in buona sostanza MENO di quello che io ho da dire a te:

"SEI UN VERO ASINO"

Lilith

Democrito ha detto...

Paolo@
Due parole sul Dalai Lama.
Non voglio annoiarti con l’accusa di essere massone, che spesso gli si attribuisce. L’esperto sei tu e ne saprai senz’altro più di me in materia.
Naturalmente non lo critico a causa delle sue frequentazioni. Potrebbero benissimo essere frequentazioni dettate dall’opportunità e una posizione di quel tipo implica scelte a volte non gradevoli.
Però non mi piace. Si tratta di un capo religioso, buddista si fa per dire, a capo di un movimento volto alla restaurazione del sistema teocratico vigente in Tibet prima della occupazione cinese. Si tratta quindi di restaurare l’antico sistema feudale, il mantenimento di vecchi privilegi e di vecchie sottomissioni, non ultima l’obbligo di affiliazione religiosa.
Se si facesse oggi un referendum in Tibet, come pensi che si esprimerebbe la maggior parte della popolazione? Preferirebbero rimanere una provincia, che gode di ampia autonomia, della Repubblica Cinese o preferirebbero ritornare al vecchio regime capeggiato dal Dalai Lama? Io non ho dubbi, preferirebbero rimanere cinesi, prova ne sia che solo un manipolo di persone vive nel territorio del Mustang.
L’autodeterminazione di un popolo è senz’altro un diritto, e i cinesi stanno abusando nell’occupazione illegittima del Tibet, ma questa era comunque negata al tempo dei Dalai Lama, dominato da una casta sacerdotale tanto rigida nei suoi dogmi, tanto spietata nel farli accettare e condividere dagli altri.
Con il Buddismo poi….niente da dire, si tratta di un altro pianeta. È forse l’unica religione, o filosofia, al mondo che non si presta a essere strumentale per fini politici. Nella sua essenza la via del Dharma è completamente individuale ed è nella mentalità buddista tradizionale l’essere non invasivi verso il percorso altrui.
La religione del Tibet è uno strano miscuglio di pratiche Yoga con alcuni concetti buddisti, quali quello della reincarnazione della persona, inteso però in senso del tutto originale rispetto alla credenza tradizionale buddista, e concezione rigida della gerarchia di chiara derivazione cinese, dove il Re era considerato un essere divino di cui aver paura anche solo a guardarlo.
Oggi si da una veste diversa, ma solo per piacere agli sponsor occidentali, ed essere strumentale ai loro fini, che mantengono il sogno di un mistico Tibet, forse mai esistito.

Anonimo ha detto...

***ATTENZIONE, che quando non si valuta bene a cosa appigliarsi si finisce con l' ATTACCARSI al TRAM.***

E mo' avreste ROTTO co 'sto Dalai Lama.....
Manco avesse detto che ije piace er Papa ! ! !

Lilith

Anonimo ha detto...

@ DemoA(vinco)...chissà chissà, forse AD KALENDAS GRAECAS.

Caro il mio CUCULO, ma credi davvero di potere INFARINARE qualcuno con le tue palesi MISTIFICAZIONI ?!?

Ho capito che su Wikipedia non ti spiegano l' ARTE della polemica ( nun ce pò sta' tutto ! ) e che quindi ti va MALE; però, CASPITERINA, non sarà di certo facendo lo GNORRI, ovvero cambiando il significato alle mie parole, giocando su equivoci INESISTENTI e dunque IMPRODUTTIVI, se non per la tua povera mente malata, che riuscirai a FREGARE qualcuno e TANTO MENO ME !

Francamente NON mi sebra che ti diverta tanto, anche perchè ti ROMPO sempre le uova nel paniere SVELANDO ogni tuo nuovo alias; sai com' è: "chi di spada ferisce di spada perisce, ossia UOVA X UOVA".

In tutti i modi, povero il mio CUCU', qui sei DESTINATO a morire di FAME !

Lilith

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Io IoIo la conosco, l antropocrazia Andretta, x i più deboli di memoria e di cuore un piccolo ripasso:
lo stato e una SPA Schiavi X Azioni,infatti e registrata alla SEC di new york, e noi non siamo altro che amministratori e non beneficiari della nostra sovranità individuale,per conto loro,in piu la costituzione e carta straccia,magari con tutti i suoi limiti fosse stata messa in pratica sicuramente non saremmo a questo delirio,cmq concordo con Andretta sulla ANTROPOCRAZIA,che si fonda su tre principi fondamentali:

1)Redditto di cittadinanza universale esteso a tutti,con la possibilità di decidere cosa fare della propria vita,slegato dalla schiavitù del lavoro salariato come bisogno primario.

2)Immediata abolizione di qualsiasi tassa possibile,con incremento della massa monetaria come fonte di ricchezza per il benessere di una nazione quindi a avvantaggio dei suoi cittadini.

3)Prelievo del 8%annuo sui risparmi,a differenza delle tasse che sono imposte sui redditi quindi sul lavoro.

VIVA ANDRETTA E L ANTROPOCRAZIA.


GRAZIE & CIAO.

Giorgio Andretta ha detto...

Egr.BB,
non serve che lei mi aduli, la sostanza rimane: non ha risposto al mio quesito, conferma di essere rimasto irretito.
Buona giornata.

Anna ha detto...

Eh gia', il dramma e' sempre quello...le parole e le prigioni mentali che i concetti fatti di parole costruiscono.
Il "nostro" paese, de chi Walrus?
Io non ho scelto di essere cittadina italiana, e se fosse per me non vorrei essere cittadina di NESSUN paese di questo pianeta, perche' non me ne frega un cazzo del concetto di cittadinanza. Se poi tu sei contento di far parte di una "nazione" (ahah) problemi tuoi che dovrebbero appunto restare tuoi e di chi ha piacere nel ritenersi facente parte di un sistema che personalmente non mi tange e che non cerco.
Lo ribadisco, vi e' urgenza massima di dividere il mondo in chi e' capace di autogestirsi da chi ha bisogno di un padrone a cui fare lo schiavo e di leggi a cui fare riferimento, muffa a me non necessaria ne' ora ne' mai.
E come dice Democrito, la via puo' essere solo individuale. Per fortuna.
Sta crollando tutto, e la maggior parte della gente e' terrorizzata alla prospettiva sempre piu' tangibile e reale di non avere piu' alcun punto ammuffito e puzzolente di riferimento, mentre pochi hanno capito che ERA ORA.
Detta in soldoni, o ve svegliate, o ve svegliano altri a tranvate sui denti.

Anonimo ha detto...

@ BEPPE-BOLOGNA.

Caro Beppe, L' Antropocrazia, purtroppo, è IRREALIZZABILE perchè non consona con la REALTA'!

Ma davvero credi che chi detiene il potere possa ACCETTARE ( o noi OBBLIGARLI ad accettare ! ) di dare un reddito di cittadinanza, oltretutto UNIVERSALE, e tutte le altre belle cose che cita l' Antropocrazia, con il RISCHIO di rendere FELICI e di conseguenza CONSAPEVOLI 6 miliardi di persone ?!?

Ma davvero credi che chi è così PRIVO di ETICA e di EMPATIA e che "CONCRETAMENTE" sta facendo di TUTTO per STERMINARE il 70% della popolazione, perchè ORMAI non ha più bisogno di tanta gente che in più SFUGGE al controllo e di cui quindi ha PAURA perchè considera pericolosa per il possibile RISVEGLIO, possa avere ALCUN interesse nel concedere PARTE del proprio potere economico come "DONO" ?!?

Ma non ti sei RESO CONTO che abbiamo a che fare con dei MALATI di MENTE che considerano superiori, "ELETTI", se stessi, e noi nè più nè meno che bestie da trasporto e carne da macello ?!?

Al punto in cui siamo le svolte possibili sono due: o riescono nel loro piano di sterminio e l' evoluzione umana andrà a farsi fottere, o ci SVEGLIAMO e mandiamo loro a farsi fottere.....NON CI SONO ALTRE SOLUZIONI.

Lilith

Anonimo ha detto...

@ BEPPE-BOLOGNA.

Beppe, questa è una bella citazione di W. Shakespeare:

"SAPPIATE, SIGNORI MIEI, CHE LA VITA E' BREVE E CHE NON C' E' ALTRO MODO DI VIVERE SE NON CALPESTANDO LE TESTE DEI RE".

E questo dice, oltre alle tante GIUSTISSIME, il "Messaggio di Bertrand Russell ai posteri" ( di Daniele Passalacqua, su youtube ):

"L' AMORE E' SAGGIO, L' ODIO E' FOLLE".

Dai un occhiata, se ne hai voglia, anche a: "C.G.Jung: contro l' omologazione collettiva". ( sempre su youtube, di chassio2 ).


Lilith

Anonimo ha detto...

CARISSIMI il problema è che certa gente si da un sacco di fatica per tradurre cose e pubblicare cose che hanno solo il compito di farci perdere il punto focale del problema e della battaglia. ma provate ad applicare sta storia in un tribunale, veramente i tso vi danno. totalmente.

istruite la gente verso aria fritta. non ci sono idee su cose reali, quotidiane , difese pratiche. c'è solo tanta aria fritta e arroganza. GRANDE PAOLO PER AVERE CHIARITO ALLA GENTE!

Anna ha detto...

D'accordissimo con i post di Lilith. Anche se le prossime elezioni bufala ci daranno l'ennesima prova che sono i "cittadini" italiani stessi a mettersi a pecorina e implorare di farselo mettere nel didietro.
Vedete com'e' ironica la vita: accusano di farselo mettere nel didietro dai trans persone che cercano in qualche modo di portare un cambiamento di coscienza, e a chi piace veramente farselo mettere nel didietro da mummie possedute sedute in Parlamento danno degli "elettori adulti e consapevoli".
Chi ha un minimo di dignita' a questo punto dovrebbe pensare ad auto-estinguersi senza dare troppo lavoro al sistema.

Anonimo ha detto...

Anna, dato che a morire c' è sempre tempo, nel senso che non si corre il rischio che non avvenga, prima o poi; forse è meglio cogliere l' occasione di vivere e MIGLIORARSI, non si sa mai ci si reincarni...:-)))

la mia scelta è di vivere fino a quando mi stancherò ( in fondo la "MORTE E' L' UCCISIONE DI SE STESSI".....e SCEGLIAMO anche COME.....); TUTTI viviamo fino alla stanchezza finale, solo che le cose che stancano me magari non sono le stesse per un altro.

Io apprezzo la vita, e non voglio CERTO darla vinta ad un gruppetto di criminali psicolabili, che avendo giocato con astuzia sull' ingenuità di una moltitudine: l' ha derubata, indebolita, e reso la vita quasi 'NA SCHIFEZZA !

Voglio, senza sforzo, senza altri fini ma con piacere, REALIZZARE e SENTIRE la GIOIA di sapere che è ciò che ho capito è GIUSTO, partendo da me, e poi, contagiando con il PRESENTE dei miei "frutti", SENTIRE che è GIUSTO per altri.....

Mi sono organizzata in maniera SEMPLICISSIMA, ossia seguendo ciò che mi PIACE; quindi, in primis, vivo in un SANO egoismo che "TANTO AUSPICO A TUTTI"!
Poi, vivo ASSOLUTAMENTE "alla giornata" e con MENO compromessi possibili.
E poi ancora, cerco di capire tutto quello che si può della vita, sempre più, poiche per me è fonte di piacere, come gioire di ogni passo avanti che faccio, di ogni rapporto sincero che riesco a costruire con qualcuno.

E dovendo chiudere sintetizzando: per godere delle cose belle che la vita offre, cose semplici e NON di certo quelle che la maggioranza RICERCA con FATICA......

E tutto ciò SENZA esigere NE' perfezione NE' niente da nessuno.....A meno che non mi sia dovuto, il che è tutt' altra storia....e "cazzi AMARI"! ! !

Lilith

Anonimo ha detto...

Mi sono dimenticata di dirti, Anna, ( PRESA COM' ERO... ! ! )che "SEI TREMENDA".....ma è questo il lato che più mi piace di te, perchè c' è dentro TANTA ROBA......:-)))

Lilith

Anna ha detto...

@ Lilith

E mica voglio che sia tu ad auto estinguerti infatti :)) Nonostante i nostri accesi scambi di vedute so che sei una persona intelligente che non accetta passivamente mai nulla, come dovrebbe sempre essere quando c'e' rispetto di se stessi.
Anzi, abbiamo scambi accesi di vedute proprio perche' siamo "capa tosta" tutte e due.
Chi invece ha dato i 2 Euro alle primarie della "sinistra" e chi votera' a febbraio, dovrebbe proprio fare harakiri senza pensarci due volte; d'altronde il pensare non sembra essere un'attivita' molto in voga ultimamente, quindi...

Anonimo ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Isola_delle_Rose_%28micronazione%29

Anonimo ha detto...

Caro Franceschetti ti apprezzo per molte cose, ma qui sei stato molto deludente...
Nonostante la lunghezza non hai detto una sola cosa nuova (per me), non ha chiarito un bel niente, ti sei limitato a prendere in giro in perfetto stile debunker... mah.
Nello specifico.
primo errore: chi ha inizito tutto, circa vent'anni fa, è Frank O'Collins, che nemmeno viene citato...
nella premessa dici "questa questione vale per il diritto anglosassone (forse, e non ne ho la certezza)"; ma allora perchè nel titolo hai parlato chiaramente di bufala??? mah...
paragrafo 2: ma proprio tu ironizzi sulla magia??? Proprio tu che sai meglio di chiunque altro quanto questi stronzi al potere usano la magia??? mah...
poi... "A riprova di ciò, le persone portano dei video in cui un cittadino americano ha messo in difficoltà un giudice dichiarando di non riconoscere la sovranità dello Stato."
bene allora lì cos'è successo? me lo puoi spegare?
"Cosa sia questo registro delle corporazioni non l’ho mai capito, perché le persone a cui mi sono rivolto mi hanno solo dato una serie di link incomprensibili, ma non un solo riferimento normativo."
Cosa sarebbero dei "link incomprensibili"??? Un "riferimento normativo"??? Cosa centra???

Che il diritto sia un atto di forza è evidente, quindi è totalmente inutile lo spatafione successivo. Qui la questione è se in qualche modo tale violenza sia esercitata con il nostro consenso oppure no. Il problema mi sembra interessante, e in questo senso il contributo dell'articolo è nullo. Ste bolle papali sono ancora valide o no? Secondo te sono valide nel common law e non nel civil law? Non si capisce...

paragrafo 5: tutto vero, ma cosa centra???

"Le teorie di Bonacci e dei seguaci della sovranità hanno ragione su un punto, cioè che il diritto di basa sul consenso e sulla non contestazione."
cazzo, ma allora uno spiraglio c'è, no???
"Ma il nodo della questione è che non basta la contestazione da parte di uno o di mille individui che rivendicano la propria sovranità per distaccarsi dallo Stato"
e perchè no? Se il diritto si basa sul consenso... Anche qui non spieghi un cazzo.

veniamo alle conclusioni va...
"A mio parere i gruppi che si occupano di sovranità individuale hanno l’importante funzione di stimolare una riflessione e un dibattito. A me personalmente hanno fatto riflettere molto e fare importanti passi avanti di consapevolezza."
Ah sì? E allora perchè sei partito parlando di bufala???
"Avendo avuto modo di parlare con alcuni di loro, peraltro, mi sono fatto l’idea che il dibattito è interessante, ma il rischio è quello di perdersi a studiare codici, cavilli, leggi presenti, leggi passate, ecc., e far perdere del tempo alle persone per distorgliele da attività più proficue per se stessi ma pericolose per il sistema: la crescita individuale."
Qui è pazzesco... Con tutte le stronzate che ci possono distogliere dalla crescita personale, il buon Franceschetti si preoccupa di chi "perde tempo" in codicilli cercando di capire come funziona questo sistema di merda???... bah.
Tralascio il finale sul Dalai Lama...
Davide

ARMANDO SPEDICATO ha detto...

Ciao caro paolo come avrai letto sono armando spedicato ... cerco ne mio piccolo di poter fare una informazione nella giusta misura, molte volte ti ho incontrato nel mio percorso informativo,tanto poi da poter seguire molte delle tue informazioni e confrontarle con quelle che avevo personalmente ricercato.. ora con tutta onesta' ricercando alcune verita' nascosta mi sono imbattuto in questa tematica ed ho incominciato ad indagare. man mano sono affiorate delle situazioni nascoste in bchi del sistema stesso come ad esempio che noi abbiamo un'altra possibilita' di votazione e cio' il voto verbalizzato che negli anni scorsi hanno provato a farlo ma gli si sono rivoltati contro chi era a registrare nei seggi ...gurdacaso a gennaio e' arrivata una informativa del ministero dell'interno che dice che e' possibile fara il voto verbalizzato ma che non verra' preso in considerazione,scrivo questo per pura informativa che i buchi del sistema ce ne sono tanti vanno solo ricercati con amore e pazienza...al fine di poter agevolare tante anime in pena...ora qui ti posto un video che ricercadno sulla ree mi e' capitato sotto gli occhi https://www.youtube.com/watch?v=n1LJVaLaPRk
con una bellissima descrizione di cio' che e' una triste realta' "Qualche volta la gente inciampa nelle verita' .
La maggiorparte si rialza subito e se ne va' come se niente fosse "
Winston Churchill
Io approfondirei su questa tematica ancora di piu',soltando cosi' possiamo dire che la sovranita' individuale sia o no sia possibile effettuarla in italia facendo delle verifche piu' dettagliate...grazie a te paolo per la tua disponibilita' nel discutere ... con affetto armando spedicato

ARMANDO SPEDICATO ha detto...

risposta a polo franceschetti ... Ciao caro Paolo Franceschetti come avrai letto sono armando spedicato ... cerco nel mio piccolo di poter fare una informazione nella giusta misura, molte volte ti ho incontrato nel mio percorso informativo,tanto poi da poter seguire molte delle tue informazioni e confrontarle con quelle che avevo personalmente ricercato.. ora con tutta onesta' ricercando alcune verita' nascoste mi sono imbattuto in questa tematica ed ho incominciato ad indagare. man mano sono affiorate delle situazioni nascoste in buchi del sistema stesso come ad esempio che noi abbiamo un'altra possibilita' di votazione e cio' il voto verbalizzato che negli anni scorsi hanno provato a farlo ma gli si sono rivoltati contro chi era a registrare nei seggi ...guardacaso a gennaio e' arrivata una informativa del ministero dell'interno che dice che e' possibile fare il voto verbalizzato ma che non verra' preso in considerazione,scrivo questo per pura informativa che i buchi del sistema ce ne sono tanti vanno solo ricercati con amore e pazienza...al fine di poter agevolare tante anime in pena...ora qui ti posto un video che ricercando sulla rete mi e' capitato sotto gli occhi https://www.youtube.com/watch?v=n1LJVaLaPRk
con una bellissima descrizione di cio' che e' una triste realta' "Qualche volta la gente inciampa nelle verita' .La maggiorparte si rialza subito e se ne va' come se niente fosse "
Winston Churchill
Io approfondirei su questa tematica ancora di piu',soltando cosi' possiamo dire che la sovranita' individuale sia o no sia possibile effettuarla in italia facendo delle verifche piu' dettagliate...grazie a te paolo per la tua disponibilita' nel discutere ... con affetto armando spedicato

Paolo Franceschetti ha detto...

Ciao Armando sulla verbalizzazione del non voto sono d0accordo con te, Ma sulla sovranità no. A mio parere è una bufala, e tale resta.
Il problema poi è che mi piacerebbe sbagliarmi, nel senso che è uno dei tanti argomenti in cui vorrei avere torto perchè la vostra visione è più favorevole all uomo. Ma purtroppo temo di aver ragione io. :-)

Anonimo ha detto...

eh magari se approfondissi un po' più l'argomento potresti dare una risposta più precisa, potresti dire con certezza se si tratta di bufala oppure no. Evidentemente non hai voglia. Personalmente ti capisco, perchè solo leggere una riga scritta nel linguaggio della "giustizia" mi fa venire da vomitare. Però tu in quell'ambiente ci sei dentro, e non capisco davvero come puoi liquidare così l'intera questione, senza argomentare assolutamente nulla.
Davide

Anonimo ha detto...

per esempio ti do il primo spunto di riflessione. Questa storia del giuramento sulla Bibbia, fatto in nazioni ufficialmente laiche come tutto il commonwealth, l'italia, e credo molte altre (sicuramente tu lo sai), non ti sembra quantomeno strana? Da dove deriva? Cosa centra la Bibbia, e quindi tutte le bislacche credenze religiose annesse a quel libro assurdo, con la "giustizia" ufficiale?
Davide

ARMANDO SPEDICATO ha detto...

Il mio piu' grande desiderio..e che apriate le coscienze e vi rendiate conto del grande inganno fatto a tutta l'umanita' da centinaia se non da migliaia di anni ...sempre e solo a farci essere schiavi o di quello o di quell'altro...dove solo pochi vivono bene e altri muoino di fame.... questo non e' giusto ne per me ne per molte anime che soffrono... fate le vostre ricerche ripeto non affidatevi al sentito dire mio o di altri...fatele personalmente .... sono sicuro che le coscienze si apriranno ...da sole.... Ma si dolci anime vi capisco avete paura degli inganni ...dopo tante bastonate ricevute ora, che avete un visione un pochino piu' chiara ...avete quel senso di " oddio e mo' che succede ??? " ...niente succede che qualcuno ha lavorato anche per te, per farti capire che la vera esistenza non e' quella che fino adesso hai vissuto nell'inganno di alcuni sedicanti magi prestigiatori che ti hanno fatto viviere in una illusione di liberta'... non averne paura ma prova a pensare dentro di te ...ma sara' vero ???? forse si forse no.... pero' sta' di fatto che i documenti ce ne sono e sono disponibili per tutti noi ....allora mi domando ...cosa stai aspettando ad informarti anche tu ...ma non per il sentito dire ..ma puoi fare delle ricerche anche tu ...internet te ne da' tutti gli strumenti che hai bisogno.... ma si dici e chi lo sa' usare ....vabbe' allora prova ad ascoltare chi sta' cercando di far percepire che c'e' una vita migliore di questa ... ma non e' che ti devi fidare perforza ..anzi rimani sempre scettico ...perche' porsi delle domande e' una delle nostre migliori occasioni per capire cosa possiamo fare per vivere felici .... innanzitutto cerca di aprire il tuo cuore e cercare di ragionare con piu' sentimento...si e' vero c'e' tanta cattiveria in giro... ma ne siamo poi davvero sicuri che su tante persone tutte siano cattive d'anmo ???? forse .... personalmente ne ho incontrate molte ....ma molte di piu' erano quelle buone che al momento del bisogno erano li pronte ad dare una mano.... e non tutti lo fanno per interesse....ma anche per il sentiri appagati di aver compiuto una buona azione senza aspettarsi nulla in cambio se non l'amore . quando penso a questro vedo davanti a me miolini e milioni di persone che sono felici di vivere una esistenza migliore..... ma vedo anche molti che si affannano affinche' gli altri soffrano per il loro stesso appagamento ...soffro io soffri pure tu.... ma statene certi che anche loro dentro vorrebbero una esistenza migliore e che pero' non sanno come averla.... ecco forse e dico forse abbiamo una possibilita' davvero di poter cambiare e modificare cio' che e' attorno a tutti noi.... cambio me stesso cambia il mondo che mi circonda... questo e' il pensiero positivo.... chissa' se questro mio desiderio si avverera'... e anche i vostri si avvereranno.. cio' che so' ora e' che vi amo dal profondo del cuore ,
Vi saluto con affetto....
armando spedicato... vi amo....

Paolo Franceschetti ha detto...

Si davide. Ti confesso che questa storia del giuramento sulla Bibbia mi fa impazzzire. Più che altro perchè la Bibbia è il libro che contiene la storia di Israele, e nient altro. E non capisco perchè tutte le nazioni adottino la bibbia come testo ufficiale religioso. Fino al Vangelo ci arrivo pure. Ma la Bibbia è per me un mistero inspiegabile

Anonimo ha detto...

eh dai Paolo qualcosa c'è sotto, no? Senza contare tutta la terminologia utilizzata nei tribunali... E poi io parto da una considerazione di base: nessun sistema di potere può durare millenni utilizzando solo la violenza. Può usare la forza in alcune occasioni, ma non potrebbe stare in piedi senza il consenso (tacito o conclamato) dei sudditi. I politici ladri, per esempio, stanno in piedi grazie al consenso dato loro dalla gente tramite le elezioni. Allo stesso modo, io credo, il sistema della giustizia sta in piedi finchè le persone, anche tacitamente, lo riconoscono come tale. E credo anche che il ritiro del consenso possa essere personale, come è personale la scelta di non andare a votare. Non votando, e riconoscendo il fatto che le elezioni sono una totale farsa in questo sistema, posso dire che il sistema politico mi è imposto con la forza, allo stesso modo di una dittatura. I politici ovviamente se ne fottono di me, però posso almeno dire di non aver dato loro alcun consenso. Mi piacerebbe trovare una cosa simile per la giustizia. Dai non puoi dire che l'argomento non sia interessante. Grazie cmq dell'attenzione.
Davide

Francesco Meli ha detto...

Bravo, concordo....io mi ispiro al libro della via e delle virtù il TAO THE CHING...dovrebbero studiare e approfondire questi tipi di libri e culture....che insegnano veramente a vivere...filosofia orientale insieme alla nostra.......

Francesco Meli ha detto...

Si...concordo...ci sono libri molto più antichi e molto più ricchi di spiritualità, come il tao the ching....e tanti altri come questo..io mi ispiro a questo e ad altri di filosofia orientale...questi si che mi hanno aperto la mente e lo spirito e no la bibbia....bisogna secondo me studiare questi libri orientali insieme ai nostri forse.....

laura ha detto...

La bufala è questa, caro Paolo Franceschetti...

https://www.youtube.com/watch?v=nGF0wU6n7hw

Pistolato ha detto...

Scusa ma nel tuo post ci sono diverse imprecisioni, sia giuridiche che storiche. Tralasciando 'le leggi dell'UE'(?), affermi che in linea di massima le leggi promulgate prima della Costituzione non hanno efficacia: peccato che tre dei quattro codici principali (civile, penale e processuale civile) siano stati emanati prima della Costituzione! Ti sembra poco?

Avrei qualcosa da ridire anche sulla contrarietà della maggioranza dei meridionali rispetto all'Unità d'Italia: a me non risulta che Garibaldi abbia trovato significativi ostacoli nella sua marcia verso Napoli, anzi, gran parte del proletariato lo sostenne. Basti dire che i due principali briganti (Ninco Nanco e Carmine Crocco) inizialmente appoggiarono Garibaldi.

Salvatore Di Benedetto ha detto...

Paolo premetto che ti stimo molto per tutto il lavoro che hai fatto, ma stavolta hai proprio "toppato". Ti suggerisco di approfondire molto di più l'argomento che hai analizzato parzialmente, trascurando le informazioni più importanti. So che sei avvocato, ma qui non c'entra niente, la legge che viene adoperata di più dagli individui sovrani è l'UCC che è valido anche in Italia grazie all'art. 10 della Costituzione. Infatti gli strumenti utilizzati dai movimenti di sovranità (NAC, NdC, Rigetto ecc.)stanno avendo sempre più successi. Anche due persone che conosco sono riuscite ad evitare grossi fastidi con questi mezzi. Ti invito a studiare cosa ha fatto l'OPPT

Salvatore Di Benedetto ha detto...

Inoltre Paolo, io non sono un giurista, ma so per certo che la Legge non viene imposta con la forza ma deve rispettare la consuetudine del popolo. Difatti la penultima legge sulle cinture di sicurezza è decaduta perché nessuno la seguiva, non ha fatto consuetudine. Il diritto, dicono i giuristi, lo fa il popolo, questo vuol dire che il singolo può fare diritto, può fare consuetudine. Questo proprio perché il popolo è costituito dall'insieme dalla somma dei singoli, quindi come può la somma dei singoli fare diritto se il singolo non può farlo? E' logica...

Anonimo ha detto...

Deduco con semplicità che lei è un seguace della religione cristiana.
Lo sa che delle sue conclusioni può farne quello che desidera, però, restando in onore, direi che lei è parla per partito preso, ha avuto un'educazione basata sul pensiero morale del cristianesimo. "Anonimo", lei non crede nelle rivoluzioni?

A.S.D. EASY FITNESS ha detto...

La frase " l unione fa la forza" non a caso ha un siglificato logico...se il popolo è disunito,nn ha nessuna forza,unito x un bene comune diventa la miglior arma senza usare violenza! Quindi è sbagliato dire che la sovranità individuale è una bufala...logico se,si dichiara un solo individuo nn è calcolato,100 individui troppo pochi x il sistema Stato,1000000 di persone cominciano ad essere una buona forza contro questo sistema di schiavitú...quindi,informare è il mezzo migliore x la consapevolezza,piu siamo e meglio è...

Anonimo ha detto...

Esiste un precedente, peraltro forse fuori dalle acque territoriali italiane, una piattaforma sul mare adriatico. Si informi su quella vicenda ed avrá risposte e conferme.

andrea fabbri ha detto...

Si Paolo, hai ragione, siamo sempre stati schiavi e sempre lo saremo.. quindi

Accettiamo in silenzio che ci impoveriscano sempre più a favore della Republic of Italy S.p.A.

Accettiamo in silenzio che ci avvelenino

Accettiamo in silenzio che ci bombardino di radiazioni

Accettiamo in silenzio che arrivi presto la nostra fine..

Accettiamo in silenzio.. anzi fammi un favore Paolo, accetta tu anche per me.. IO NON ACCETTO!

woody ha detto...

salve,
articolo bello, che spiega davvero la situazione attuale.
nel senso, l'articolo parla di qualcosa che è purtroppo reale, cioè la voglia di capire e affermare chi siamo in realtà(esseri umani) e come possiamo vivere secondo questo(male perchè cmq saremo sempre sopraffatti dall abuso di potere.....grazie questo è il mondo di oggi!!!
il problema che si parla di gerarchia delle leggi e nn si sale la piramide fino alla punta dove tutte le leggi del diritto che conosciamo sono in contrasto con la legge universale divina che capeggia tutte le leggi:"libero arbitrio" e sappiamo che tutta o la maggior parte della legislazione è in contrasto con ciò, quindi secondo la gerarchia......
poi si sta tralasciando una cosa importante, ogni individuo è custode della terra(pianeta), quindi libero di agire in pace e nel rispetto di tutto ciò che lo circonda, senza violare o oltraggiare la medesima libertà altrui....ogni abuso di potere è di per se una violazione della legge a questo punto, li non possiamo far niente è vero, ma in realtà qualcosa prima di un abuso lo abbiamo gia fatto...cercano di tirarci fuori dal sistema del "diavolo"...invito tutti a sentire il proprio discernimento e non quello degl'altri....buona vita

Anonimo ha detto...

Articolo interessante e chiartificatorio su common law e civil law. Tuttavia, mi sento di dover abbassare qualche tono sull'inno al Dalai Lama
Qui un articolo molto illuminante sul Lamaismo, "subito" dai Mongoli, con "leggi", anche se spirituali,
imposte:
http://www.tengerism.org/lamaism.html

giorgio Raja Mahat ha detto...

Grazie Sig. Franceschetti per il suo contributo . New Age, pensa positivo e fai come vuole il padrone cosi non avrai noie. Lei ha perfettamente ragione , gli schiavi non hanno diritti e il modo migliore per rimanere schiavi per l'eternita e non fare nulla , davvero complimenti illuminante .