giovedì 29 marzo 2012

Il segreto della Rosa Rossa.



1. Magia, psicologia, buddhismo, religione, Soka Gakkai, legge di attrazione. 2. Alcune esperienze di questi anni. 3. Le Bestie di Satana e la legge dell’attrazione. 4. Conclusioni. L’inesistenza della Rosa Rossa. 5. Poscritto finale. Un aneddoto.


1) Magia, psicologia, buddhismo, religione, Soka Gakkai, legge di attrazione.

Di recente va molto di moda un libro che si intitola “The secret”; un best seller mondiale che divulga quella che è chiamata “la legge di attrazione”. In base a tale teoria, si può attrarre tutto ciò che si vuole: ricchezza, partner, amicizia, lavoro, casa, ecc., semplicemente lavorando mentalmente su se stessi, e modificando i propri pensieri al fine di “attrarre” a noi quello che desideriamo.

La legge parte dall’idea che tutto ciò che ci capita è voluto da noi ed è attratto dal nostro inconscio, per mezzo delle parole e dei pensieri che esprimiamo.

Cambiando tali pensieri e tali parole possiamo cambiare la nostra vita.


martedì 13 marzo 2012

Treviso. 18 marzo 2012. Convegno. Poteri forti.

Associazione Realtà allo specchio

Domenica 18 marzo 2012

POTERI FORTI.
Chi e perché ci nascondono le verità.


c/o Auditorium Scuole Medie di Resana (Tv)
Via Vittorio Veneto 22




Programma:


Ore 9.30: Giuseppe Bisetto – Studioso e ricercatore
I movimenti religiosi alternativi: una nuova cultura?


Ore 11.00: Paolo Franceschetti – Avvocato, docente e ricercatore
Sette sataniche e organizzazioni segrete criminali.


(PAUSA PRANZO)


Ore 14.30: Paolo Ferraro – Magistrato di cassazione
Il braccio politico-sociale delle massonerie deviate.


Ore 17.00: Marco Pizzuti – Scrittore e ricercatore
Il New World Order è alle porte, possiamo fermarlo?



Ingresso Libero e Gratuito
Per info: 330.477976

martedì 6 marzo 2012

Quel filo (non troppo) sottile che lega Camorra e Bestie di Satana


“Negli Stati moderni si conoscono almeno sei tipi di potere, tutti strutturati in forma piramidale e con un’élite al comando: il potere politico, il potere economico, il potere giudiziario, il potere mediatico, il potere religioso, e il poco ortodosso, ma assai italiano, potere criminale. A seconda delle fasi storiche, questi poteri possono combattersi, allearsi o ignorarsi in base a ogni genere di combinazione possibile.”

(Francesco Cossiga, “Fotti il potere”, pag. 16)


Mercoledì ero in trasmissione a Radio Ies, ospite di David Gramiccioli a Ouverture. Con me era ospite anche il collaboratore di giustizia Luigi Coppola. Abbandonato dallo Stato dopo che per anni aveva goduto di un regime di protezione per essere testimone in processi di camorra, adesso vive avendo perso tutto, lavoro, casa e protezione.

Dopo anni che mi occupo di mafie e massoneria, francamente a me viene da sorridere quando sento dire che “lo Stato” non protegge qualcuno dalla mafia. Mafia e Stato sono infatti una cosa sola, e la mafia altro non è che uno dei tanti strumenti di cui lo Stato si serve per gestire il suo potere sui cittadini. Questo concetto l’ho anche ribadito in trasmissione.