domenica 30 dicembre 2012

David Gramiccioli: Intervista a Paolo Franceschetti su Radio Roma Capitale

Si parla di (nell'ordine):

  1. Bestie di satana
  2. Magia ed esoterismo
  3. Bertinotti e Benigni esoteristi
  4. Benigni, il mostro di Firenze e il simbolismo del suo film il mostro.
  5. La morte di Rino Gaetano; il film su Rino; i messaggi criptati nelle canzoni di Rino, l'amicizia di Toni Malco con David Gramiccioli e i futuri sviluppi di questa amicizia; il concetto di amicizia di David Gramiccioli.
  6. I favolosi guadagni degli avvocati: finalmente svelata la parcella che ho preso per difendere le Bestie di Satana, con tanto di fattura esibita in diretta.
  7. MK Ultra e controllo mentale
  8. Pedofilia internazionale e la pedofilia di Sarkozy
  9. Minori scomparsi
  10. Yara, Chiara (poggi) e Sara (scazzi). Le tre ara e i tre altari.
  11. Pier Luigi Vigna era l'assassino nei delitti del mostro di Firenze e perchè non mi ha mai querelato per averlo detto. Le prove della colpevolezza di Vigna.
  12. Come vengono selezionati i politici e i collaboratori.
  13. Moana Pozzi, Riccardo Schicchi e la Cia.
  14. Le fiabe e i messaggi subliminali diretti ai bambini
  15. Fausto Carotenuto. Come mai una persone così spirituale che dovrebbe mangiare vegetariano ha tutta quella pancia.




qui la seconda parte
http://www.youtube.com/watch?v=If7_Jdj0qps

Qui la terza parte
http://www.youtube.com/watch?v=8g02juUetos

quarta parte
http://www.youtube.com/watch?v=TaSWMUaPh6g

193 commenti:

Anonimo ha detto...

Sandy Hook was a false flag

mariatere ha detto...

sei un grande paolo! grazie david!!

Anonimo ha detto...

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/garlasco-maresciallo-carabinieri-denuncia-capitano-interrogare-stasi-1431502/

Anonimo ha detto...

Fausto Carotenuto. Come mai un ex funzionario dei servizi segreti ha tutta quella pancia. <--- fantastico!! ahahha

Anonimo ha detto...

Rita Levi Montalcini,morta il 30/12/12 cioe' 30=3 12=3 12=3 3+3+3=9

Anonimo ha detto...

***** A RAGA', VI AUGURO UN BUON
ANNO A TUTTI.*****

Lilith

Anonimo ha detto...

Be', mi spiace che proprio un grande studioso di esoterismo quale Lei è, dica di non sapere nulla di pornografia esoterica. In realtà (ma forse in quel momento si è confuso), tutto l'esoterismo nero è pornografico e la pornografia è una forma di esoterismo nero, sia intrinsecamente (nel senso che chi lo realizza stringe patti con forze davvero oscure di cui certamente neppure queste persone, o quasi tutte, ne sono del tutto consapevoli, povere loro), sia estrinsacamente (nel senso che la loro opera è funzionale all'irretimento delle coscienze, cosa di cui, per altro, i governi oscuri sono ben contenti, anzi sicuramente contribuiscono abbondantemente a finanziarne la proliferazione - per inciso, la chiesa tuona contro i gay, il preservativo e le cellule staminali ma si guarda bene dal dire alcunché sulla pornografia dilagante. Perché?). Detto questo, mi spiace che tu dica di non aver nulla contro "il team" di quel diavolone di Schicchi (perché, ripeto, chi sta come lui in quella posizione di potere, non solo è in contatto con quelle forze tenebrose, ma deve necessariamente esserne pure consapevole) & company... Schicchi non "ha sdoganato" proprio nulla, se non questo tristissimo commercio di corpi che distorce la sacralità del sesso e riduce la sensibilità etica ed estetica...

Distinti saluti

Anonimo ha detto...

Be', mi spiace che proprio un grande studioso di esoterismo quale sicuramente Lei è, dica di non sapere nulla di pornografia esoterica. In realtà (ma forse in quel momento si è confuso), tutto l'esoterismo nero è (anche) pornografico e la pornografia è una forma di esoterismo nero, sia intrinsecamente (nel senso che chi lo realizza stringe patti con forze davvero oscure di cui certamente neppure queste persone, o quasi tutte, ne sono del tutto consapevoli, povere loro), sia estrinsacamente (nel senso che la loro opera è funzionale all'irretimento delle coscienze, cosa di cui, per altro, i governi oscuri sono ben contenti, anzi sicuramente contribuiscono abbondantemente a finanziarne la proliferazione - per inciso, la chiesa tuona contro i gay, il preservativo e le cellule staminali ma si guarda bene dal dire alcunché sulla pornografia dilagante. Perché?). Detto questo, mi spiace che tu dica di non aver nulla contro "il team" di quel diavolone di Schicchi (perché, ripeto, chi sta come lui in quella posizione di potere, non solo è in contatto con quelle forze tenebrose, ma deve necessariamente esserne pure consapevole) & company... Schicchi non "ha sdoganato" proprio nulla, se non questo tristissimo commercio di corpi che distorce la sacralità del sesso e riduce la sensibilità etica ed estetica...

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo, consentimi un'osservazione scherzosa ... ma tu parli di tutti questi argomenti, peraltro interessanti, su una radio che si chiama Radio Roma Capitale ??? RRC ???? Ma sei fuori ????? :-)))

ZN ha detto...

Il Papa denunciato al Tribunale dell'Aja

http://youtu.be/DDY-I_YewWA

Anonimo ha detto...

Paolo, non ti sembra strana tutta la storia del sequestro di calevo e il servizio sul blitz della sua liberazione ripreso dalle telecamere?

Rodolfo Barbas ha detto...

grande come sempre Paolo!!!!!
La pornografia come qualsiasi altra cosa è male solo se usata male!!!!
per anonimo delle 12 e 45, hai sbaglioato il calcolo, devi sommare anche il 2 del 2012.... :D

un buon anno di crescita spirituale a tutti/e!!!!!! :)

Rodolfo

mariatere ha detto...

Per l'anonimo del 31 dicembre 2012 14:45:

La Montalcini è morta semplicemente di vecchiaia

Per l'anonimo del 01 gennaio 2013 12:15:
concordo è ridicola la storia del finto bliz, è assurdo ed improponibile che abbiano trovato i colpevoli nel giro di poche ore.
ricordo i tempi dei sequestri sardi, nonostante le forze in campo molti sequestrati non sono mai tornati a casa...sono pietosi, credono di darla a bere a tutti, il bello è che tanta gente prende per oro colato quanto propinano la tv ed i giornali!??? Io ho trovato alquanto strana la reazione (MISTO DI BEATITUDINE E STRANA CALMA) del sequestrato durante le inteviste dei giornalisti..?????

Anonimo ha detto...

@ anonimo 31 dicembre 2012 20:41
mi interessa molto il suo punto di vista sulla pornografia e la sua strumentalizzazione.
Ho notato che le persone piu' facilmente manipolate dai poteri 'oscuri' avessero sempre un rapporto distorto con il sesso, che cercavano di recuperare o migliorare attraverso una piu' o meno consapevole mercificazione dei loro corpi.
Molto acuta l'osservazione sul non pronunciarsi della Chiesa sulla pornografia.
Credo che il dilagarsi della pedofilia sia anche una conseguenza diretta della suddetta.
Che ne pensa?

Anonimo ha detto...

@Mariatere
c'e' un video tra gli innumerevoli rilasciati (credo sul sito de 'Il Corriere della Sera' atlrimenti di 'La Repubblica' o La 'Stampa') dove il sequestrato liberato, rispondendo alle domande di giornalisti di fronte al cancello della sua villa, credo, quasi si tradisce facendo un ammissione..poi subito si zittisce e cambia argomento. Se trovo la link la inserisco in un prox commento

mariatere ha detto...

@anonimo delle 23:15

ho fatto una ricerca dei video, ma non riesco a trovare quello a cui ti riferisci tu. potresti inviarmi il link se ce l'hai? grazie!!!

mariatere ha detto...

@paolo e stafania

ma l'articolo che faceva riferimento alla tua ospitata nella trasmissime radiofonica di ieri organizzata per le 22:30 è stato eliminato? non sono riuscita a segnarmi il nome della radio ed i link. vorrei sentire la tua intervista

Anonimo ha detto...

Paolo,

non per finto moralismo ma non condivido il pensiero di David circa lo "sdoganamento"da parte di Schicchi della pornografia in un "Paese bigotto" come il nostro.

Personalmente considero l'operato di Schicchi funzionale al sistema, basta una lettura della sua carriera in cui troviamo già nel 1970 l'ingresso in politica con la Lista del sole, passando poi per Ilona Staller eletta alla Camera dei deputati e non ultima la misteriosa figura di Moana Pozzi già trattata nel corso della trasmissione.

Insomma politica e sesso...

Aisha

Anonimo ha detto...

Paolo, non condivido l’idea di David per cui Schicchi sia stato una sorta di pioniere del libero pensiero sdoganando il porno in un “paese bigotto”.

Anzi ritengo che Schicchi sia stato funzionale al sistema, basta un occhio alla sua lunga carriera in cui politica e sesso sembrano proseguire di pari passo partendo dal 1970 con il “partito del Sole” per passare da Ilona Staller, deputato alla Camera coi Radicali senza scordare Moana Pozzi di cui avete trattato in trasmissione (e di cui condivido pienamente il tuo pensiero).

Aisha

Anonimo ha detto...

Il film IL MOSTRO di Benigni esce il 27 OTTOBRE 1994 (giorno del compleanno di Benigni)...il 22 OTTOBRE c'è la presentazione del film ai giornalisti ma il film esce 5 giorni dopo...è possibile che la presentazione di per sè sia una cosa importante ma Franceschetti parla di USCITA DEL FILM e non è la stessa cosa...poi magari ha ragione lo stesso l'avvocato ma se già ci si sbaglia con le parole e le date finisce che perde di credibilità tutto no???

Giuseppe

Anonimo ha detto...

Il sequestro di Calevo è una montatura troppo evidente fin dall'inizio.
Tra un po' Franceschetti l'analizzerà e ce ne spiegherà le ragioni... esoteriche.

Strano anche l'improvviso fiorire su giornali e TV di servizi su donne stuprate in India.
Tutto è cominciato dopo il rientro dei due marò assassini.
Scommetto che i due criminali non si riconsegneranno alle autorità indiane.

Paolo Franceschetti ha detto...

Certo giuseppe. E' logico che se l'uscita del film è il 27, e il 22 c'è solo la presentazione ai giornalisti, perde di credibilità tutto.
Ora passa a leggere il blog di vespa, vedrai che li errori non ce ne sono

Anonimo ha detto...

@mariatere:
ho appena provato a cliccare sulla link ai video -tutti- sul sequestro Calevo sul sito del Corriere. Al momento la link semplicemente non e' attiva! ci riprovero' e ti faro' sapere ma gia' ieri non trovavo piu' il video in questione.
Ora non ce n'e' proprio piu! mah!

Anonimo ha detto...

@Mariatere:
ho trovato la link.
a ben pensarci, rivedendo il video non sembra cosi strano che A.C. si sia ad un certo punto bloccato.
"...avevo paura che sapessero..."
comunque ecco la link:
http://video.corriere.it/calevo-tg1-avevo-paura-morire/fe47db68-5352-11e2-9db6-5f0af8902a56

mariatere ha detto...

grazie del video!!
a dirla tutta le contraddizioni si sprecano e di lapsus ce ne sono troppi; oltre a quello che segnali tu io segnalo questo:

DOMANDA DELLA GIORNALISTA:ti hanno legato? eri incatenato?
RISP: si avevo una catena alla caviglia ,pero' si erano dimenticati di attacarla e quindi mi slegavo e camminavo per la stanza. pero' tipo stavo attaccato.
DOMANDA INCOMPRENSIBILE
RISP: Purtroppo non leggevo i giornali perchè non me li facevano leggere, pero' ho letto un giornale.
DOMANDA: cosa volevano? cosa ti dicevano?
RISP: volevano essere pagati, volevano dei soldi e basta.
RIVOLGENDOSI AD UN AMICO DICE:Ho anche scritto una lettera a te perchè sapevo dove ero piu' o meno, ma non me l'han mandata!(..) si ma io pensavo di essere a (incomprensibile) infatti gli ho scritto a lui facciamo una festa dove avevi fatto la festa di laurea.
DOMANDA: ma che cosa gli hai scritto?come gli l'hai scritto?
RISP: una lettera di natale ma non l'han mandata

Inutile aggiungere altro, è evidente che troppe cose non tornano.

Anonimo ha detto...

ciao ,

ma qualcuno ha capito cosa cè veramente dietro al sequestro di calevo??

ciao,
beppe

Anonimo ha detto...

Sono il Giuseppe che si è preso la risposta acida e stizzita da Franceschetti...io non ho capito se gli dia fastidio che abbia fatto vedere un errore oppure che per lui dire IL FILM ESCE IL 22 OTTOBRE GIORNO DELL'ANNIVERSARIO DELL'OMICIDIO DEL MOSTRO DI FIRENZE ETC.ETC. equivale a dire IL 22 OTTOBRE 1994 ROBERTO BENIGNI FA' UNA CONFERENZA STAMPA E PRESENTA IL FILM IL MOSTRO E QUEL GIORNO E' L'ANNIVERSARIO DELL'OMICIDIO DEL MOSTRO DI FIRENZE ETC.ETC.partendo dal fatto che dire o pensare che Roberto Benigni sia implicato con gli omicidi del Mostro di Firenze non è una cosa così scontata come andare a prendere il caffè al bar è ovvio che se io mi accorgo di un errore mi sale qualche dubbio...la cosa è facilmente rintracciabile da tutti perchè basta cercare la data 22 OTTOBRE 1994 nell'archivio de LA STAMPA.IT e si trova tutto il giornale (che sono 2 per giunta) ed appunto si trova il resoconto della conferenza stampa di Benigni sul film IL MOSTRO...ecco qua la cosa non è che voglio fare il saccente o altro...poi il Franceschetti avrà i cavoli suoi ed avrà il diritto di essere nervoso ma non vedo perchè debba farlo con me che gli scrivo una cosa per capire di cosa si tratta...no perchè ribadisco...NON E' CHE DICI UNA COSA SCONTATA CHE TUTTI SANNO ED ARRIVO IO CHE LA SPARO GROSSA E TE MI ZITTISCI...CHE LA REAZIONE SEMBRAVA COME CHE IO AVESSI DETTO CHE BENIGNI ERA IMPLICATO CON GLI OMICIDI DEL MOSTRO DI FIRENZE E TE MI PRENDI PER PAZZO...O NO???

VAI NEL BLOG DI BRUNO VESPA...MA CHI SE LO INXULA BRUNO VESPA AHO...AL MASSIMO DIMMI VAI NEL SITO DI PAOLO BARNARD E CI VADO...MA DA BRUNO VESPA NON CI METTO PIEDE MANCO SE MI CI PORTANO LE FORZE DELL'ORDINE!!!

mariatere ha detto...

@beppe

ci sono persone più titolate di me per risponderti. ho trovato molto strano tutto il siparietto che si è creato attorno alla cosa. il sequestrato ha rimarcato la grande professionalità delle forze scese in campo per difenderlo e liberarlo. persino l'ex primo ministro è andato a visitarlo!?? vi invito a sentire quanto afferma MM accanto al sequestrato.

O'COMPLOTTIST ha detto...

quoto ki considera strano il susseguirsi di stupri di gruppo in india, o meglio, le notizie ke riportano di stupri....
mi puzza anke la vicenda dei due rampolli mutanti di stirpe ashke/nazista goga (già il nome è tt un programma: gog de magog!)e lapo...cioè: uno fa il tragitto da casa sua (o albergo) a casa d'amici con indosso gioielli x 3milioni e mezzo d euro (?!) riskiando na rapina, poi arrivato in una casa privata, dove si presume ci sia sicuramente meno possibilità d'essere rapinati ke in strada, te li togli x metterli in cassaforte! e ci dicono ke evidentemente un domestico ha visto il movimento, quindi non è ke ha visto la ashkenazista con i gioielli addosso qnd è andato ad aprire la porta (da bravo domestico), o la mutante/rettiliana (ke è pure brutta/anoressica) nn aveva addosso i gioielli??? se li portava nella borsa??? e ke cazzo se li portava a fare??? boh!!!! cmq i media stanno martellando co sta notizia!!!!
certo, anke radioromacapitale però...rcc...

Anonimo ha detto...

Cioa Paolo, non so se hai letto la motivazione dell'omicidio di Melania...stendiamo un velo pietoso?

pietro villari ha detto...

Ho appena letto su Ansa.it le motivazioni che hanno determinato la sentenza Parolisi.
In pratica lei si apparta dietro al chiosco a fare pipi', lui alla vista di lei accucciata seminuda si eccita e le richiede un rapporto che lei, rifiuta. Lui allora,ovviamente, avendo numerose altre amanti da bravo militare la uccide a coltellate e poi riprende a giocare con la figlia. Bisogna ammetterlo il ragionamento non fa una grinza "e potrebbe capitare a chiunque".

La parabola mi ha miracolosamente rabbonito: bonanno anche a te demoncella anonima.

Anonimo ha detto...

@O'COMPLOTTIST.

Tutta la recente storia del "test o VOLUTO conflitto" tra noi e l' India: incominciando dal "perchè" i due marò spararono, al "perchè" della SEVERITA' della reazione del governo Indiano, fino ai recenti stupri ( improvvisamente scoperti dai nostri media....SIC! )e alle facce degli indiani ( PAGATI da chi fa gli interessi dell' occidente....!)che piangono e si disperano per la libertà delle donne !!! mi ricorda una VECCHIA storia LETTA più volte, una strategia USATA più volte......
Chissà, chissà....che tra i paesi emergenti, il primo da sconfiggere e sottomettere, per affermare il NWO ( di matrice evidentemente occidentale ), NON SIA PROPRIO l' INDIA ?!?

Lilith

Anonimo ha detto...

IL SEQUESTRATO ?!?
MENTE A VISTA D' OCCHIO......E' PALESE ! ! !

Lilith

pietro villari ha detto...

Sono andato a rileggermi un po' di articoli sulla vicenda che vede coinvolti Parolisi e sua moglie Melania, che si ritiene sia una sua vittima.
L'esito dell'indagine sembra sottintendere che Parolisi soffra di pseudologia fantastica:
1)E si tratta di un istruttore dell'Esercito Italiano: i suoi superiori non se ne erano mai accorti?
2)mi lascia basito il fatto che chi soffre di questa patologia possa essere considerato capace di commettere un delitto di tale violenza (35 coltellate);
3)se il Parolisi e' il colpevole, modalita' e contesto dell'omicidio non indicherebbero un raptus ma una grave infermita' mentale del condannato?

Ricordo quanto riferito dal giudice Ferraro circa la sua impressione di avere intravisto, in procura, la vittima o una donna che molto le somigliava, il giorno prima del suo omicidio. Non penso che anche questa affermazione sia giovata alla sua carriera.

Generalmente, i professionisti che vengono "sigillati" come inaffidabili (vi e'unámpia gamma di possibilita': ladri, sparapalle, mitomani) quasi sempre si sono beccati l'anatema per aver recato piu' volte fastidio al "sistema". Sempre per avere parlato troppo e con chi non avrebbero dovuto (forze di polizia, magistratura).

Se volessi scrivere un romanzo, descriverei una coppia condannata. Lei a morte per essere andata in procura e lui all'ergastolo per averle confidato qualcosa di indicibile.

Anonimo ha detto...

Pietro Villari scrive:

"......Bisogna ammetterlo il raginamento non fa una grinza "e potrebbe capitare a chiunque".

AHAHAHAHAH AHAHAHAHAH ! ! ! !

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Sulla pornografia ed agenda,lo spiega bene Cathy O'Brien,negli anni 60 il presidente americano Gerald Ford definito il re del porno mette in pratica la strategia che porterà allo sminchiamento del sesso, con tanto di rivoluzione sessuale,per cui gente come Schicchi e company sono stati dei mezzi per questa agenda forse consapevoli o no non lo so ma cambia poco.
X sminchiamento del sesso non intendo quello cattolico, al Vaticano sono abbastanza perversi
di loro,non avevano bisogno della agenda porno.

X il sequestro Calevo,i maro e gli stupri in India, la sentenza Parolisi, e solo e soltanto distruzione e distrazione di MASSA.

GRAZIE & CIAO.

pietro villari ha detto...

All'anonimo delle 06:08.
Si farebbe un grave errore nel liquidare come "solo e soltanto distruzione e distrazione di massa" le gravi e bizzarre vicende delittuose riportate dai media.
Lo sono "anche", ma principalmente devono essere interpretate quale una forma di controllo.
La massa non e' una entita' omogenea, e vi e' una parte di essa che per cause molteplici sfugge o tenta di sfuggire al controllo totale.
Le vittime sono semplici agnelli sacrificali per appartenenza a una discendenza invisa, o per un nominativo appetitoso, e persino per semplice coincidenza avendo incrociato i cacciatori nel momento sbagliato.

Anonimo ha detto...

@ Pietro Villari.

Altro che un romanzo, una storia vera.....!

Anonimo ha detto...

Caro Paolo che significato ha il culto di San Michele nelle date di nascita di Ber-lusconi e di Ber-sani?
Complimenti per il lavoro

O'COMPLOTTIST ha detto...

Lilith, puoi spiegarti meglio? grazie.

Giuditta ha detto...

Salute a tutti!
Un'inchiesta su una rete di criminalità pedofila / Traffico d'organi / Crimini-Riti
Satanici.
La lista charlton:
http://www.editionsliberte.com/pdf/ListeCharlton.pdf http://www.editionsliberte.com/pdf/HistoriqueIT.pdf
http://www.editionsliberte.com/

Billy The Kid ha detto...

Salve a tutti.
Benigni è DENTRO.
Ha interpretato il diavolo in un suo film.
Ha interpretato il Mostro. Ha interpretato un "mammasantissima". Ha scritto un vero e proprio INNO COPROLOGICO...
Patito di Dante Templare.
Patito di Mazzini Massone.
Mi piacerebbe sapere quali potenti RUOTE ha unto per poter vincere la statuetta placcata oro.
Anche in "Berlinguer ti voglio bene" è condotto da un prete in qualità di INDEMONIATO. Gli viene presentata una partner sessuale ZOPPA e DEFORME. Il suo matrimonio con Nicoletta Braschi mi puzza...mi puzza molto di copertura. "Donne dello schermo" diceva appunto Dante. Il diavolo che interpretava si chiamava Giuditta, con evidente riferimento a Giuda, traditore di Cristo...
g

Anonimo ha detto...

Io vorrei sentire l'intervista dell'altra tarda sera alla webradio...è possibile avere un link?

Gelu

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Perfetto Billy The Kid,se non e massone Benigni non so chi possa esserlo,molto chiaro la sua filmografia non gli lascia scampo, e x cio ha vinto l oscar ad massonem.

GRAZIE & CIAO.

Anonimo ha detto...

ma i call centres in India, qualquno se li ricorda?
che tutti i centri di servizio al cliente inglesi siano
delocalizzati a Delhi o Calcutta o giu' di li, qualcuno se ne rammenta?
dello schifo a cui assistono questi operatori e operatrici, qualcuno ne ha idea?
tutti gli ingegneri IT delle piu' grosse compagnie britanniche sono indiani!
qualche ideuccia?
notare che si parla di classe borghese che insorge contro gli stupri, e non classe operaia.
Chi si sente sotto attacco? la classe media
quella che vogliono distruggere dappertutto, worldwide...

Anonimo ha detto...

@ O'COMPLOTTIST.

Per spiegarmi meglio dovrei scrivere TROPPO.....

Comunque, secondo me, si tratta dell' AVANZARE del NWO che ormai si prefigge una meta "finale" in BREVE. Ma tutto questo è, in realtà, iniziato molto ma molto tempo fa.... Del FOLLE ermafrodito Akenaton ( solo dalla testa di un ermafrodito poteva sorgere l' idea di un UNICO dio-demone ) e passata agli ebrei, e da questi, col nascere del VERO e PROPRIO PATRIARCATO, all' impero romano e quindi, poichè la base dell' inganno, per FUNZIONARE, deve essere "religioso", alla chiesa cattolica & company..... e non si è più fermato.

Inghilterra, Europa, USA....ma più specificamente la famiglia reale inglese e parenti, e il vaticano con sue diramazioni, ne sono i VERI PROMOTORI.

Ebbene, questo vertice psicopatico, poichè trova ostacoli nei paesi emergenti oltre ai suoi stessi interni, per raggiungere ciò che ambisce deve superare i problemi che ne impediscono la realizzazione.
Quindi, fa quello che da SEMPRE ha fatto, usare determinate strategie basate sull' INGANNO e l' ASTUZIA: provocare incidenti "INVOLONTARI" è una di queste, "CREARE e ALIMENTARE" discordie all' interno del paese che si vuole sottomettere, è un' altra.....ma ce ne sono tante.

Le loro tecniche non differiscono affatto da quelle usate da un singolo psicopatico o borderline; che, se è molto più forte di colui che vuole sottomettere lo fa direttamente con arroganza e crudeltà, se invece ne ha paura e teme di esserne sconfitto agisce nell' OMBRA, e pazientemente costruisce una "ragnatela" in cui farlo cadere.

Una cosa è certa, NON SI ARRENDONO MAI, vivono per realizzare la loro vendetta e affermare sè stessi sopra TUTTI e TUTTO.

Ma per quanto siano uniti dall' odio, dall' invidia, insomma dalla stessa patologia, hanno rivalità anche al loro interno......ma queste le lasciano per ultimo.

La nostra è una società PROFONDAMENTE malata. La contaminazione dal vertice si è propagata alla base.....sempre più.

L' uomo si è perso nella FOLLIA....e QUESTA REGNA SOVRANA.

Lilith

Billy The Kid ha detto...

@Beppe Bologna - beh...ci sono tanti piccoli indizi... Un altro l'ho ricostruito ascoltando l'ultima bellissima intervista di Paolo: "Berlinguer ti voglio bene" - Chi interpreta la madre di Benigni? ALIDA VALLI, a suo tempo fidanzata di PIERO PICCIONI, coinvolto nell'omicidio Montesi... - Rino Gaetano - ROSA ROSSA!!!
Ho dei dubbi anche su TORNATORE, amico di POLANSKI e sacrificatore di tori in "Baaria", nonché, "stranamente" anche lui vincitore della statuetta. Ed anche sui fratelli Bertolucci...di conseguenza...
g

Billy The Kid ha detto...

BERNARDO (di Chiaravalle) e GIUSEPPE (d'Arimatea) BERTOLUCCI... (TEMPLARI - nomi non dati a caso...)

g

Anonimo ha detto...

La piu' bella di oggi.

"Monti non e' appoggiato dai poteri forti".eh eh eh

Tutto e' il contrario di cio' che appare,diceva qualcuno su questo blog.

Il pupazzetto c'ha preso gusto e non vuole mollare!

pietro villari ha detto...

Il padre dell'ex governatore di Sicilia Toto' Cuffaro, e' morto nel pomeriggio dello scorso 31 dicembre. La notizia e' ufficialmente pervenuta in carcere all'indomani e comunicata al detenuto all'ora di pranzo.
I quotidiani nazionali, curiosamente, tacciono sul fatto che alla mezzanotte di quel 31 dicembre l'onorevole radicale Rita Bernardini si e' recata nel carcere romano di Rebibbia a fare visita all'ex governatore.
Giunto in Sicilia con un permesso di 24 ore, Cuffaro ha dichiarato che agli inizi dell'estate avra'finito di scrivere un libro "per raccontare le tante cose che so... ci sono cose del sistema che e' giusto che la gente conosca".
Ha un "presentimento"?

Unknown ha detto...

Alcuni parenti di Rino Gaetano le danno del mostro perché fanno parte della Rosa Rossa.

Anonimo ha detto...

Mi spiace che il dottor Franceschetti non si sia degnato neppure di dire "A" sulle mie osservazioni riguardo l'oscuro uso della pornografia (del resto, non si potrebbe fare altro uso di uno strumento del genere). Eppure, s'è subito affrettato a controbattere chi lo aveva contraddetto su un particolare (quello della data di uscita del film "Il mostro") ben più irrilevante di quello sollevato da me. Dunque i casi possono essere, tra gli altri:

- che reputa ingenuamente l'argomento irrilevante

- che reputa in malafede l'argomento irrilevante

quest'ultimo caso di suddivide in:

- reputa l'argomento importante ma, non volendo smentire il proprio punto di vista, preferisce non affrontarlo per non esporsi a ulteriori critiche o richieste di chiarimenti che potrebbero compromettere la propria reputazione di grande esperto di esoterismo

- reputa l'argomento importante ma non ne conosce bene i contorni e non vuole sottolineare la propria ignoranza tornandoci sopra, cosa che, ancora una volta, potrebbe compromettere la propria reputazione di grande esperto di esoterismo

- reputa l'argomento molto importante: sa infatti che questo è un tasto fondamentale che non dev'essere toccato, visto che dai "piani alti" gli è stato detto sino a che punto deve springere la propria critica. Del resto, se insieme a tante verità, si immette anche qualche menzogna ben mirata (come quella per cui Schicchi e compagni avrebbero sdoganato alcuni inutili tabù visto che, in fondo, la pornografia non solo sarebbe innocua ma farebbe pure bene!), queste ultime entreranno assai più facilmente nella testa delle persone...

Anonimo ha detto...

Chi crede che la pornografia sia un male solo per l'uso che se ne fa o è un illuso o è in malafede. La pornografia presenta un sesso assolutamente deprivato di ogni componente sacra e lo ritrae come puro annientamento della coscienza fine a se stesso, spesso violento, volgare, esibizionista, imperniato solo al soddisfacimento dei sensi e null'altro. La pornografia rende materialisti, visto che gli unici parametri di successo e felicità che veicola sono il possedere un corpo giovane e sessualmente attraente al fine di soddisfare ogni nostra più lancinante e inconfessata brama sessuale. Punto. Davvero qualcuno crede che il dilagare degli abusi sessuali (forse, come suggerisce l'anonimo del 01 gennaio 2013 23:11, anche pedofili) sia assolutamente slegato dal dilagare della pornografia ormai accessibile a tutti, persino ai bambini che, oggi giorno, spesso navigano su internet indisturbati (per esempio, ho conosciuto un bambino di 10 anni che andava tranquillamente sui siti porno). Una persona che stimo una volta ha detto: "noi siamo quel che contempliamo" (e chi ha orecchie per intendere questa frase, intenda)...

Anonimo ha detto...

Slobodan Milosevic morto il 7/12/12 =13....si parla di morte sospetta...http://aurorasito.wordpress.com/2013/01/05/chi-ha-ucciso-slobodan-milosevic-e-perche/

Anonimo ha detto...

PS: a me poi l'idea che Benigni sia colluso con i poteri massonici mi pare, scusi se glielo dico, davvero una sciocchezza.

Io non escludo nulla a priori ma io ho sentito dire a Benigni davvero molte parole di grande saggezza (parola, per altro, per nulla scontate: dunque non dette tanto per dire e apparire saggi con qualche parola vuota o demagogica).

Per esempio una di queste frasi più o meno affermava che non bisogna troppo confidare in chi è infelice (visto che la felicità - questo lo aggiungo io - non è un muscolo involontario)

Un'altra, in polemica con le decine di ragazze con cui ogni sera il nostro ex-presidente del consiglio andava a letto, diceva che, fare l'amore con la donna amata equivale ad andare a letto con tutte le donne del mondo (o qualcosa del genere)...

Non solo per cosa ma per come dice certe cose mi danno, con buona approssimazione, la certezza che quest'uomo possiede una sapienza intrinseca che stona visibilmente con la possibilità di una collusione con quei poteri oscuri di cui si parla in questo blog...
Posso sbagliare ma...

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Billy The Kid:su Benigni ce ne sarebbe da scrivere,il suo esordio come ospite fisso in una trasmissione TV e del 79 ad l altra domenica condotta dal massone Renzo Arbore, dove interpreta Dante dal aldilà,proprio una fissa la sua,senza contare L ultima sua esibizione;di 12 puntate che già partita in Rai dove reciterà x l ennesima volta Dante, pero stavolta darà inizio alle sue puntate beatificando la costituzione pur senza accorgesi diciamo cosi che e sempre stata in linea di massima lettera morta, AH x la modica cifra di 500milaeuri a puntata,poi vogliamo parlare della vita e bella ,sembra che il film non sia suo ma e stato soffiato al suo autore credo un Ungherese se non sbaglio,film dal sentore guidaico-ebraico,da buon massone non poteva fare a meno di un tripudio ad questa categoria di massoni,altro film quello girato in Iraq che non ricordo il titolo,anche li altri messaggi simbolico-massonico,insomma per finire parafrasando un suo celebre film in coppia con Troisi,NON CI RESTA CHE PIANGERE.

Su Tornatore e BERtolucci, tranquillo non si arriva fin li solo per meriti artisti bisogna avere la tessera Massonica nel taschino se no,non vai da nessuna parte, guarda il povero Rino Gaetano,lo schifo che a dovuto sopportare per essere quel cantautore geniale che e stato, e non credo che nel mondo dello spettacolo ci siano altre persone coraggiose come lui.

GRAZIE & CIAO.

O'COMPLOTTIST ha detto...

grazie Lilith.

@Paolo: ciao Paolo,
x quanto riguarda la strage di Erba, come mai il commando militare avrebbe risparmiato il "superstite"? poi, come funziona con chi si autoaccusa, secondo te? sicuramente verrà minacciato, ma nessuno mai osa parlare? spero ke mi risponderai, soprattutto alla PRIMA PARTE della domanda, ciao.
(ovviamente se qualcuno ha delle opinioni...)

Paolo Franceschetti ha detto...

Anonimo per quanto riguarda la pornografia, hai azzeccato. Dai piani alti mi hanno detto fin dove posso spingere la mia critica.

Residuerebbe un'altra possibilità, che non hai preso in considerazione, e cioè che non ho tempo per leggere tutti i commenti, in alcune giornate non sono neanche al pc. Ma in effetti la risposta giusta è l'altra.
Aggiungo che non faccio il medico, quindi non è necessario scrivere il dottor franceschetti

Paolo Franceschetti ha detto...

o complottist... per Erba l'ho spiegato molte volte. Frigerio aveva una malformazione alla carotide che l'ha salvato. Chi l'ha scannato pensava sarebbe morto e ha commesso un errore.

O'COMPLOTTIST ha detto...

Paolo, ti ringrazio x la risposta, ma, non riesco a capire....(spero ke nn mi liquiderai come hai fatto con qualcun'altro):
a maggior ragione, Frigerio (ke se l'è vista brutta!) nn potrebbe dire tutto ciò ke ha visto? forse nn s'è reso neanke conto di ciò ke stesse succedendo...mah!
x Giuseppe (quello ke parla d'errore nelle date): l'importante è ke una delle 2 date coincida con la data dell'omicidio del mostro...
GRAZIE Paolo.

pietro villari ha detto...

All'anonimo/i delle 00:28 e 00:47
Le basterebbe una rapida visione della grande produzione vascolare d'eta' greca o quella di molte culture precolombiane, o le "Veneri" del paleolitico per constatere che l'esistenza della pornografia (anche quella "esoterica")ha radici antichissime.
Schicchi e altri non hanno inventato nulla, se non importato una modernizzazione da altri Paesi europei e dal nordamerica.
Il sesso, come l'esoterismo dal quale e' anche adoperato, va vissuto in liberta', nel senso pieno e sano del termine. Non pieghi artificiosamente al suo pensiero l'affermazione di Benigni, in quanto quel maestro si riferisce a ben altro.

Anonimo ha detto...

All'anonimo delle 00:01

PS: a me poi l'idea che Benigni sia colluso con i poteri massonici mi pare, scusi se glielo dico, davvero una sciocchezza.

Io non escludo nulla a priori ma io ho sentito dire a Benigni davvero molte parole di grande saggezza (parola, per altro, per nulla scontate: dunque non dette tanto per dire e apparire saggi con qualche parola vuota o demagogica).

Quindi diamo per scontato che dalla massoneria NON possono arrivare parole di saggezza?

Quindi quando lei ritiene "saggio" e "sensato" ciò che viene detto in automatico esclude l'oratore dai poteri massonici?

Aisha

Anonimo ha detto...

A GIUSEPPE DEL 02 gennaio 2013 15:31

Se il messaggio fosse stato rivolto agli organi di comunicazione, la presentazione al 22 Ottobre risulterebbe più che perfetta.

Poi se vogliamo "inzucconirci" su una parola ("uscita" invece che "presentazione") per stravolgere il succo del discorso, beh, non le poso dire nulla.

Aisha

Democrito ha detto...

La discussione sulla pornografia mi conferma, ancora una volta, come l’uso delle parole sia completamente stravolto.
In se non sarebbe un dramma, l’importante è capirsi, ma nella maggior parte dei casi la distorsione avviene per motivi ideologici e per veicolare messaggi parziali, che non centrano l’essenza del problema.
Per pornografia si intende la diffusione di immagini esplicitamente sessuali a pagamento. L’accento non va posto sulle immagini sessuali, ma sulla vendita delle immagini.
La critica alla sessualità è fuori luogo ed è indice della solita mentalità bigotta che vede e vive il sesso come atto sporco, ma necessario per la procreazione, che pertanto debba essere regolamentato, possibilmente escludendo il piacere insito nell’atto.
La monogamia, la difesa della virtù femminile, l’apprezzamento della verginità come valore, le mutilazioni genitali, ecc, sono tutte iscrivibili alla medesima costruzione ideologica da imporre, se necessario, anche con la forza.
L’ accento andrebbe invece posto sulla vendita ed allargato a tutti gli aspetti della vita sociale, esistendo forme di prostituzione ben peggiori della prostituzione del sesso, quale per esempio la prostituzione intellettuale, di cui Benigni è degno rappresentante.
La sua descrizione della Costituzione, nella sua ultima trasmissione, ed il relativo commento a difesa delle scelte fatte dalla classe politica negli ultimi 25 anni, sono un esempio eclatante di prostituzione intellettuale.
Benigni è un cortigiano, una puttana dichiarata e superpagata, il peggior servo del potere a cui fa schifo il popolo che fa finta di difendere, mentre non capisco come possa un individuo così subdolo riscuotere tanta simpatia e consensi.

Anna ha detto...

Concordo con Democrito, e aggiungo che questo blog come al solito da il peggio di se' quando cominciano ad apparire degli squallidi moralisti a buon mercato che sanno solo giudicare tutto e tutti col tipico atteggiamento che io chiamo dello stitico, ovvero da repressi di qualunque istinto e pulsione naturale.
Questi qui ancora non hanno capito che ognuno al mondo fa quello che gli pare e meno male che e' cosi', basta che se ne assuma ogni responsabilita', cosa che in genere i finti moralisti modello Papa e papponi politici vari non fanno da almeno qualche buon secolo.
E come dice Democrito, fa molto piu' schifo una puttana intellettuale che una che fa sesso per soldi (che non reputo una puttana, poi).
Benigni poi mi fa senso solo a guardarlo.


Giorgio Andretta ha detto...

L'unico pornografo che nuota in questo mare è lei, egr.Democrito.

Democrito ha detto...

****L'unico pornografo che nuota in questo mare è lei, egr.Democrito.****
dalla tua affermazione si deduce che sei interessato all’acquisto, ma guarda che costo piuttosto caro.

pietro villari ha detto...

E cosi' un uomo, che come pochi vola alto e leggero, Roberto Benigni, che sa di poesia come pochi, e'stato appena etichettato come una puttana intellettuale.

E cosa farebbero oggi all'Alighieri questi mostri partoriti da incubi di morti viventi?

Anonimo ha detto...

@ anonimo 07 gennaio 2013 00:47
e' noto che la pornografia sia assuefante:crea dipendenza e richiede - pare - la visione di materiale i cui contenuti sono sempre piu' "estremi"
per poter mantenere lo stesso livello di eccitazione iniziale.
Secondo me esiste una diretta connessione tra Internet e/o maggiore circolazione di immagini digitali e pornografia e pedofilia.
Non dimentichiamo che si usufruisce di video/immagini molto spesso in una situazione di "isolamento":si e' faccia a faccia con uno screen. Cioe' il cosiddetto "altro" non e' altro -perdonate il gioco di parole- che uno specchio di noi stessi quindi anche delle nostre pulsioni.
In Inghilterra qualche anno fa scoppio' lo scandalo di 2 insegnanti o assistenti di un asilo, 2 mamme che
frustrate e depresse intrapresero una relazione "virtuale' con un pedofilo. Questi poco a poco le porto' a esplorare il mondo della pornografia, scambiando sui cellulari immagini esplicite fino a portarle a frequentare siti pedopornografici. I giornali raccontavano di come una delle 2 in particolare gareggiasse con l'altra per inviare immagini pedoporno al compagno cosi pensando di ingraziarselo e vincere le sue attenzioni.
Sempre che la storia fosse vera, mi colpi molto perche' stava quasi a dimostrare come si puo' portare persone con problematiche relazionali gia' significative (ma anche no?) a oltrepassare quella linea di traguardo, dall'illecito al lecito.
Lo so, probabilmente penserete che il mio giudizio sia una blasfemia. Ho paura pero' che si voglia arrivare a questo.
La pornografia e' un business strabiliante per le revenues che produce. I freni inibitori che una volta esistevano (piu' che altro per paura di "essere beccati") oggi non esistono piu'!!
Nella sicurezza (si fa per dire) e protezione di una transazione digitale, sono cadute le ultime remore!
In una societa' di schiavi spettatori giustamente anche i costumi sessuali si adeguano e quindi si diventa 'spettatori' anche in camera da letto.
Ma se un pornovedente e' un acquirente, quindi solo un consumatore, un pedovedente e' ricattabile, quindi...

Anonimo ha detto...

qualche idea sullla tragedia in Venezuela?
http://www.dailymail.co.uk/femail/article-2258448/Was-fashion-heir-Vittorio-Missoni-kidnapped-New-evidence-emerges-search-aircraft-disappeared-coast-Venezuela.html

Anonimo ha detto...

Caro Capitano Schettino,
non so se lei è frequentatore di siti complottisti.
Credo che di complotti ne abbia già uno bello grosso
tra le sue reti da sbrigare.
Non la conosco personalmente, ma sappia che non tutti pensano o hanno pensato di lei come peggio di Bin Laden.
C'è chi ha pregato per lei, prima e dopo della tragedia.
Allora visto che lo sventurato anniversario sarà da qui a breve, le mando un abbraccio che spero sinceramente le arrivi, in qualche modo.
D'altronde le vie del Signore sono infinite.
Rimanga forte.

Billy The Kid ha detto...

@Beppe-Bologna
Grazie delle nuove dritte che aggiungono pezzi che sospettavo al puzzle Benigni.

PURTROPPO, siccome TUTTO E' MASSONERIA, TUTTO E' MAGIA, da loro arriveranno PRINCIPALMENTE parole di saggezza (che nascondono falsità e inganno), mentre dall'uomo della "strada" arriveranno parole apparentemente non sagge, MA SINCERE. Ultimo film di TORNATORE: "In ogni falso si nasconde sempre qualcosa di autentico"...e VICEVERSA...: riflettete gente!!!

- Nome del protagonista: OLDMAN (VIRGYL!!!), l'uomo "vecchio", da contrapporre al NEW-MAN, l'uomo "nuovo" del NWO.
- Simbologia dell'ingranaggio, RUOTA DENTATA, chiaro simbolo Massonico (vd. simbolo Rotary Club)
- Simbologia dell'occhio, OCCHIO ONNIVEGGENTE, all-seeing eye. L'occhio del protagonista che spia la donna nascosta (CLAIRE, la "Chiara", l'"Illuminata", la "Sainte Claire" templare,) e l'occhio di Claire, che appare nel cerchio dello spioncino guardacaso incastonato in un'ALA di un uccello del trompe l'oeil---->simbologia del CERCHIO ALATO, dell'OCCHIO ALATO (Horus)
- Scena in cui Claire SI SUCCHIA L'ALLUCE: messaggio sessuale SUBLIMINALE oltreché richiamo alla famosa scena de "L'age d'or", film massonico del massone Luis Bunuel
- Scena della riabilitazione muscolare del protagonista: utilizza uno SPACE CURL, una macchina costituita da RUOTE in cui tutto il corpo della persona RUOTA all'interno di CERCHI nello spazio---->il corpo umano INSCRITTO nel CERCHIO---> SIMBOLOGIA DELL'"HOMO VITRUVIANUS" da LEONARDO DA VINCI IN POI...
- Immagine del ROBOT: riferimento alla trasformazione degli esseri umani in AUTOMI senza sentimenti, riferimento diretto a JACQUES DE VAUCANSON, inventore-mago-esoterista del '700 francese, di scuola gesuita, realizzatore dei primi "diabolici" (per l'epoca) automi semoventi.
- ROSE BIANCHE: un mazzo portato in regalo dal protagonista a Claire, che lei rifiuta sdegnosamente e riduce in mille pezzi
- "Gli ingranaggi sono come le persone: se stanno molto tempo assieme, finiscono con l'assumere sembianze simili": persone COME ingranaggi? Ingegneria delle anime?
- Ristorante "NIGHT and DAY" di Praga, NOTTE e GIORNO, FALSO e VERO, BENE e MALE, nell'uno c'è sempre un po' dell'altro---la DUALITA' COSMICA, YIN E YANG, LA RELAZIONE FRA GLI OPPOSTI...

Serve altro?

g

Paolo Franceschetti ha detto...

o complottist. Ma no che non ti mando a quel paese. :-) Domandare è lecito.
Certe volte mando a fanculo chi fa domande palesemente provocatorie, giusto per il gusto di mandarlo a fanculo. Devi capirmi... prima di diventare un bloggher e avere tanti lettori ero uno che faceva battute volgarie diceva una parolaccia ogni tre per due, che le buone maniere e le formalità le ha sempre odiate, e che gli piaceva fare casino. Ora mi tocca fare la persona seria, mi irrito quando qualcuno scrive "dottor franceschetti" e mi viene voglia di rispondergli "dottore sto cazzo, coglione" e devo stare attento a come parlo perchè qualsiasi cosa dico me la rigirano contro. Qualche mese fa ho messo su facebook il video della gara a premio per il pisello più piccolo del mondo e dopo dieci minuti ero stato subissato da critiche insulti, persone che ci vedevano messaggi simbolici e in codice, e l'ho dovuto togliere subito. Mi costa una fatica immane rimanere tranquillo ed equilibrato a fronte della massa di idioti che ogni giorno inondano il blog, allora ogni tanto mando a fanculo qualcuno. Ma tranquillo, che in genere ai lettori affezionati perdono tutto, anche gli insulti. :-)

Quanto alla pornografia, poi, tanto per dirla tutta, preferisco vedermi un film porno che una trasmissione di Vespa o Fede, e preferisco i club privè dove si fanno scambi di coppia ai tribunali. Vendere o scambiare il corpo non lo considero un male; vendere o scambiare il proprio cervello per prendere per il culo milioni di persone lo considero invece un grande male, e giocare con il destino della gente per denaro, come si fa in tribunale, lo considero una cosa insopportabile. Quindi a chi fa certi discorsi sulla pornografia mi verrebbe da rispondere in determinati modi, ma preferisco starmene zitto per non essere volgare. :-)

Paolo Franceschetti ha detto...

Ad esempio sopporto pazientemente Lilith, che è una lettrice affezionata, e peraltro dice spesso cose anche giuste, ma non ne tollero i modi. Ogni tanto quando proprio non ne posso più mi limito a cambiare identità e mandarla a fanculo con un identità diversa. :-)

Paolo Franceschetti ha detto...

Ora vedrete che dopo aver scritto queste cose il solito idiota verrà a dire "ah bravo franceschetti, e così tu entri nel tuo blog con identità diverse e insulti i tuoi lettori. Sei proprio una bella persona, si, questo la dice lunga sulla tua serietà e sul lavorpo che svolgi ecc. ecc...".
Basta aspettare circa un'ora dai messaggi precedenti e comparirà per magia l'imbecille di turno.

Giorgio Andretta ha detto...

Non può attribuirmi le sue interpretazioni, egr. Democrito, anche se presentate ironicamente.
La invito ad essere lampante nelle sue esposizioni in considerazione del livello culturale qui presente, diversamente innescherebbe pericolosi fraintendimenti.

O'COMPLOTTIST ha detto...

grazie Paolo, ma nn mi hai risposto :-) nunn te 'ncazzà :-D (anke io sono un lettore affezionato, e poi....sono un COMPLOTTISTA! magari, se vuoi, puoi dirmi dove posso trovare la spiegazione ke desti x la malformazione alla carotide di frigeri.
cmq non preoccuparti, manda tutti a fanculo, senza pietà, (tranne me) meglio la franchezza, specie con i debunker!

O'COMPLOTTIST ha detto...

vorrei dire una cosa sulla trasmissione di benigni in cui elogiava la costituzione:
già non l'avrei guardata xkè se m'interessava la costituzione, avrei studiato diritto, poi non l'ho guardata, xkè l'idea di dover spiegare una cosa (in questo caso era palese ke benigni DOVESSE ELOGIARLA) DOVREBBE FARCI CAPIRE (SI SPERA) ke c'è qlcosa ke nn va, ossia ke il sistema sente ke gli sta sfuggendo qlcosa di mano e quindi deve tenerci buoni, raccontandoci favole, ed infatti....in quei poki secondi ke ho guardato il BURATTINO DEL SISTEMA...cos'è ke diceva: "signori, la costit difende i nostri diritti, noi siamo SOVRANI, il popolo è sovrano, questo non succedeva prima, durante il fascismo, se uno diceva "voglio fondare un sindacato" il regime diceva "non ti preoccupare, ci pensiamo noi", se uno diceva "voglio pensare" il regime diceva "nn preocc, pensiamo noi x te", invece oggi c'è libertà di pensiero, libertà di iscriversi a sindacati, ecc...è tutto bello, tutto mafnifico, siamo fortunati..."
ma x favore...possibile ke la gente nn capisca ke robertino è un burattino????? secondo me (da buon complottista) ci dicono palle anke x quanto riguarda i dati d'ascolto, ke gonfiano x farci credere ke cacate come quella della costituz sono seguitissime!

Paolo Franceschetti ha detto...

La malformazione della carotide era tale da impedire la fuoriuscita regolare del sangue, e si salvò per quello. Però non ricordo dove ne ho parlato. Ad ogni modo non ho trattato il problema della malformazione, ovviamente, dato che non sono un medico. Ho detto solo questo che ho scritto adesso

Giorgio Andretta ha detto...

Egr.O'COMPLOTTIST, condivido ogni sua singola parola.

O'COMPLOTTIST ha detto...

GRAZIE PAOLO.

Anonimo ha detto...

vendere il corpo e' diverso che vendere l'anima,
perche' il corpo e' una cosa e l'anima un'altra.
Infatti l'anima, lo spirito non incidono sul corpo e viceversa.
abusi sul corpo non incideranno sull'anima e maltrattameni sull'anima non incideranno sul corpo.
quella ragazza stuprata cosi come a quei 4 bambini stuprati non subiranno conseguenze se non quel breve schock iniziale.
Cio' che e' stato fatto alla loro carne, e' solo quello:
uno spiacevole incidente che non lascera' tracce sulle loro anime.
Gli attori porno sono tutti estremamente felici di far parte di quel mondo e godono come pazzi in tutti i sensi. Gli spettatori poi hanno una vita sessuale piu' ricca ed e' proprio grazie al porno che le loro capacita' di relazionarsi con i propri compagni migliora.
Viva il porno!
abbasso l'ipocrisia dei benpensanti bigotti!

pietro villari ha detto...

Non ho idea a quanto ammonti la popolazione in Italia, ma avete una idea cosa significherebbe una societa' di parecchie decine di milioni di individui privi di uno Stato, di una Costituzione? Avete idea di(e rispetto per) quanti uomini e donne hanno lottato con tutte le loro forze per vedere riconosciuti e tutelati diritti elementari, quantomeno sulla carta ?
Il fatto che la Costituzione non venga rispettata da quegli organi che dovrebbero garantirne l'applicazione non toglie alcunche' al fatto che sia una delle massime espressioni dell'intelletto umano (e non mi riferisco solo a quella italiana).
Che poi vi siano parti della Costituzione da adeguare alle necessita' moderne e' altra cosa.
Non credo che Benigni si riferisca all'applicazione nel vissuto quotidiano, che e' quel che e', ma ammira il mezzo quale grande opportunita'. Come non dargli ragione?

Anna ha detto...

"PURTROPPO, siccome TUTTO E' MASSONERIA, TUTTO E' MAGIA"

No, non e' vero che TUTTO e' Massoneria. L'Arte poi e' simbolo, Massoneria o meno, e per chi ama l'Arte come l'amo io e' indifferente. E perche' quel purtroppo accanto alla Magia?
Non posso che continuare a dar ragione a Democrito, dentro questo blog si hanno gravissimi problemi di uso e comprensione delle parole, alle quali vengono date per default accezioni negative.

Anna ha detto...

P.S. Anche Botticelli e Leonardo, per fare un esempio di eccelsi artisti, sembrano essere stati Templari quindi Massoni al loro tempo, e io dovrei fregarmene di questo dettaglio quando mi godo con meraviglia e profonda riverenza le loro magnifiche opere?
Ma ringraziate la Massoneria per la bellezza che ci da' modo di godere nei musei e attraverso il cinema, o preferite quella merda di sottocultura Yankee o cinese odierna?

Anonimo ha detto...

"preferisco i club privè dove si fanno scambi di coppia ai tribunali."


All'attenzione del prof.avv.dott. Paolo Franceschetti.

Salve Avvocato,
Le scrivo in merito alla frase da Lei proferita e appena sopra riportata. Lo faccio per salvare un'anima.
Non certo la sua che oramai sarà probabilmente corrotta, vista a questo punto la certezza della frequentazione di quegli squallidi luoghi, ma quella della sua compagna Stefania.
Le consiglio di ravvedersi se ancora in tempo.
Le parlo da ravveduto, da persona che ha sbagliato credendo di trovare assime a chi amava effimere ed illusorie soddisfazioni in quei luoghi di perdizione che cita (e che io non oso più nemmeno nominare). Luoghi in cui non v'è rispetto di se stessi e della propria morale. In cui aleggia fumo di rituale massonico e satanico, in cui ci si snatura, ci si traveste, calpestando tutte le regole dell'armonia e dell'amore. Sono solo luoghi di prevaricazione in cui vengono fuori i peggiori lati dell'essere umano. Si sarà certo accorto, quando vi si trovava per quelle squallide pratiche, quanto si faccia riferimento a riti satanici, in cui viene fuori il peggio dell'essere umano. Sodomia, umiliazioni, in special modo del più debole, prevaricazione e soprattutto spesso innazi allo sguardo delle persone che si e ci amano. Come certamente saprà sono luoghi in cui non di rado le principali vittime sono minorenni, persino bambini con problemi familiari. Strappati, violentati ed usati per soddisfare il proprio delirio di onnipotenza. E' sicuramente uno dei peggiori aspetti del nostro povero mondo. E come ben saprà oramai ne è pieno il nostro paese ed il numero di frequentatori è sempre maggiore. Sempe più come se fossero luoghi normali come altri. Pensateci. Tra l'altro sempre più donne, corrotte ed illuse di trovarvi chissà quale piacere. Prima di uscirne notai proprio come moltissime donne siano anzi divenute le principali sacerdotesse di quegli amorali atti contro qualunque legge della natura (vi partecipano, li dirigono, sempre con più sfacciato piacere, in televisione sono sempre più spesso loro a parlarne).
Potrei andare avanti per ore a descriverle quell'inferno (che oramai ho capito che Lei frequenterà abbondantemente)...proprio perchè ne sono stato partecipe e vittima assieme alla mia compagna. Finendo per perderla irrimediabilmente, soprattutto la sua anima. Perchè prima irretita e poi trasformata in un'altra persona.

Per questo caro Illustr.mo Prof.Avv.Dott.Ing.Cav di Gran Croc. Gran Lup Mannar. Grand.m Figl di Putt,Megapresidente Galattico sono qui a farLe tale accorato appello per la Sua dolce compagna.

La prego...La prego Avv.Franceschetti, tenga lontano Stefania dai TRIBUNALI!!!!

Quando vi si reca, la lasci a casa...

Anonimo ha detto...

Sei un grande Paolo, il concorso dei pisellini mi ha fatto spanciare dalle risate, anche se poi a ripensarci a freddo, certo che hanno avuto un bel coraggio a metterci la faccia,sicuramente gli avrà giovato più di una seduta di psicoterapia, sarei curioso di sapere quanto vinceva il campione, e mi piacerebbe anche vedere la coppa...comunque bando alle ciance e parliamo di cose serie, sei su facebook? come faccio a trovarti? Stasera ti ascolto su Webradio, daje dentro.

Giorgio Andretta ha detto...

Dissento completamente dalla sua linea, egr.pietro villari.

Paolo Franceschetti ha detto...

egr. anonimo che vuole salvare la mia anima.
La posso rassicurare. Sia la mia anima che quella di Stefania sono salve.
Come lei saprà quei posti solo si luoghi di peccato, tempio di satana, Ma come lei sai ci si diverte pure molto. Tutto dipende dagli incontri, che si fanno e da chi gestisce il luogo. Il punto è che la prima volta uno è sempre un po spaesato, deve ambientarsi, si guarda in giro e non partecipa attivamente a tutte le attività che si svolgono.
Quindi siccome in tribunale stefania è entrata solo una volta, non si è ambientata a sufficienza e penso pure che non ci tornerò tanto presto.

Quanto ai privè, quelli non li frequentiamo, perchè lo sa come vanno queste cose. Il giorno che vado in un privè arriva la polizia fa una retata e il giorno dopo mi ritrovo sul giornale e dicono che ho fatto uan serata di droga e trans. e siccome ho uno dei miei più cari amici che ha un privè, mi dice sempre di andarlo a trovare, ma non voglio inguagliarlo quindi non ci sono mai andato.
Stia tranquillo quindi che la nostra anima è salva.

L'occasione mi è gradita per porgerLe distinti saluti

pietro villari ha detto...

In risposta @ Andretta 19:21.

Uno Stato e' una entita' viva, come un corpo umano. Comprometterne i centri di comando, essenziali affinche' l'insieme sia in armonia, corrisponde a determinarne la distruzione o menomarlo gravemente.

Anche nella protesta piu' sacrosanta bisogna avere un sacro rispetto verso le Istituzioni. Il legittimo disprezzo verso gli individui corrotti che ne fanno parte, le associazioni criminali di intoccabili, e' tutt'altra cosa.

Nonostante tutto, resto fedele alle Istituzioni della mia Nazione, alla bandiera della nostra ambasciata qui in terra straniera, innanzi alla quale sempre provo orgoglio.

Giorgio Andretta ha detto...

Appunto! Egr. pietro villari.
Mi sono sempre dichiarato anarchico quindi avverso ad ogni istituzione, perchè, quest'ultima, senza delle persone che la vivono, rimarrebbe una parola vuota.
Sono della convinzione che sono le persone che fanno le istituzioni e non viceversa. Quanto all'armonia da lei sottolineata non riesco a coglierla, anzi rilevo un totale caos e quindi se detto stato fosse distrutto ne trarrei un'immensa gioia.

Io non ci trovo nulla da protestare ma tutto da rifondare, quanto al sacro, c'andrei con i piedi di piombo, perchè chi non è dotato di chiarovveggenza, sul significato del termine sacro, è poco più che cieco.
Non nutro alcun disprezzo per gl'individui, in quanto non li ritengo responsabili di alcunchè, infatti si definiscono creature e non creatore, forte anche del dettato popolare che recita:"Non si muove foglia che Dio non voglia."

Lei proverà orgoglio dirimpetto alla bandiera italiana io solo disprezzo e quando sono in terra straniera cerco in ogni modo di non farmi riconoscere come cittadino della "terra dei cacki", madre di ogni atto proditorio, infingardo, ipocrita, millantatore e di tutto il peggio che si può compulsare in un qualsiasi dizionario dello stesso idioma.
Mi dispiace di averla delusa, ma sono rosso di vergogna quando penso chi mi rappresenta nel mondo.
A rileggerla.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Viva il porno che ci fai qua non e sito x te questo,oh cmq e nel mondo di Hollywood che risiedono i più grandi attori porno, quelli che non ci arrivano, gli rimane i movie XXX, cioè il cinema di serie B.

Anna, si e vero,dentro questo BLOG si hanno gravissimi problemi di uso e comprensione delle parole, alle quali vengono date per default accezioni negative, aggiungo che questo vale x tutti nessuno escluso in una realtà virtuale dove il dualismo ne e l immagine,tutto e relativo.

Villari, potresti avere ragione ma il punto e se benigni ci FA o ci E,
secondo me e come il pendolo di Foucault,un po ci FA e un po ci E oppure un po ci E e un po ci FA, insomma non fa che prenderci in giro da consumato saltimbanco quale.

Paolone non vorrei dire ma ce la terza via,andare ha letto con Stefania, mi sembra più sensata di un film porno o una trasmissione del FEDEle Vespa;mi scuso di qualche mala-parola.

GRAZIE & CIAO.


Democrito ha detto...


Penso che dopo anni di articoli, commenti, post, ecc, molti non abbiano ben capito cosa sia lo Stato e quale ne sia la funzione.
Villari sostiene che lo Stato sia una cosa viva. Evidentemente diamo alla parola vita una valenza diversa.
Lo Stato è una invenzione umana, pertanto vige il rapporto che dovrebbe esistere tra creatore e creatura. Dichiarare la propria fedeltà allo Stato è quindi fuori luogo. Sarebbe semmai lo Stato a dover essere fedele agli individui, non viceversa.
Naturalmente non succede, perché lo Stato ha una altra funzione, cioè quella di garantire lo sfruttamento della maggior parte delle persone a favore di una parte minoritaria.
Il concetto di Stato nasce quando gli uomini, grazie alla scoperta dell’agricoltura, diventarono stanziali e si organizzarono in società gerarchiche. La gerarchia è sancita dalle leggi, ecco quindi la necessità di creare un organismo che abbia il compito di inventare le leggi, di porle in atto e di farle rispettare, con la forza, al resto della popolazione.
Lo Stato quindi come strumento del potere, fedele quindi a chi il potere lo detiene.
Lo Stato moderno non fa eccezione, sono cambiate le regole del gioco, ma non il risultato finale. La società odierna è come un enorme tavolo d poker, a cui bisogna necessariamente partecipare, dove le regole sono, o dovrebbero essere, uguali per tutti e dove i giocatori hanno, in teoria, uguali diritti, ma dove il rilancio è libero ed il baget diverso da giocatore a giocatore. Vien da se che il più ricco vince sempre e le leggi sono li apposta a garantire che il gioco si incanali in questo binario, senza eccezioni.
Non è mai esistito, ne mai esisterà, uno Stato al servizio dei cittadini, ma sempre e solo uno Stato al servizio delle classi dominanti e repressivo nei confronti delle classi assoggettate.
I regimi comunisti, la grande illusione del XX secolo, che promettevano una sostanziale uguaglianza della popolazione, non fecero altro che sostituire la classe dominante aristocratico-borghese con quella dei funzionari e dirigenti di partito, governanti spietati e senza scrupoli.
I sistemi democratici occidentali sono invece dominati da una casta finanziario-massonica di origine borghese, degna erede delle aristocrazie settecentesche che con la Rivoluzione Francese vennero formalmente deposte.
Il collegamento tra classe dominante borghese e massoneria è evidente. Non si può entrare in massoneria se non si è rampolli di qualche famiglia borghese o benestante. Ecco perché la critica e la lotta assumono un’impronta politica, che ancora non è stata evidenziata pienamente.

O'COMPLOTTIST ha detto...

Grazie Andretta.

pietro villari ha detto...

In risposta a Andretta 8:22

No, lei non mi delude. Non posso che condividere la delusione per il vissuto, il suo stato d'animo (anche se rispetto a lei io ho il privilegio di vivere in una Societa' organizzata in modo ben diverso). Vorremmo un mondo diverso che non puo' esistere se non nei nostri ideali.
Lei crede nella forza rifondativa delle rivoluzioni, pacifiche o violente che siano, e ne sono contento perche' al contrario di me conserva ancora la speranza.
E lo stesso provo verso "Democrito" del quale comprendo le cause dell'amarezza, che lo conducono in arroccamenti su posizioni "classiste"; i ragionamenti di "Beppe Bologna", i pensieri sempre piu' dolorosi di "Anna" e "Lilith", di tutti coloro che qui si nascondono dietro l'anonimato, nella comprensibile paura di essere se stessi in una societa' repressiva.

Quando mi riferisco allo Stato, alle Istituzioni, e' l'idealista che parla di ideali inapplicabili. Vuoti se vuole, se considerati su una scala utilitaria materialistica.

Daltronde mi chiedo (come forse molti degli avventori del Franceschetti's)se tale vigliaccheria non ci possieda tutti, ognuno per cause diverse.
A differenza di molti di voi, in Italia la mia Patria, non potrei esprimere liberamente alcuni ideali politici. Ed invece, come rilevava "Billy the Kid" se fossi un giornalista televisivo potrei mandare in onda impunemente ore e ore di immondizia altamente violenta e oscena.

Lo Stato e le Istituzioni sono entita' dinamiche, viventi nel senso che esistono e quindi sono.
Composte "per e di" associazioni di decine di milioni di individui viventi, sulla base dell'esperienza di quelli trapassati. Sono il frutto di una evoluzione.
E' altresi' vero che tutte le forme associative, dal comunismo al fascismo sono destinate a mancare le finalita' dei loro progetti, a fallire, in quanto contrari alla natura animale dell'uomo, che e' anarchica.
Di conseguenza, anche la natura del Potere e' anarchica.

Infine, per quanto concerne la pornografia, e' una forma di espressione umana, quindi una sua funzione utilitaria e' innegabile.
Non vi e' alcuna contraddizione nel considerare pornografica la produzione artigianale di antiche culture, quali la produzione ceramografica di eta' greca con scene esplicite di sesso: sono frutto di un artigianato che vendeva bene, prodotti per essere venduti come quelli attuali. Se in eta' greca e romana avessero avuto la possibilita' tecnologica, al paragone la loro produzione avrebbe reso ogni pornostar attuale una educanda. Nel caso delle ceramiche precolombiane, ad esempio la ricchissima produzione Mochica, erano addirittura effettuate a stampo, in serie come i film di oggi, probabilmente per uso pornografico esoterico collegato anche a credenze di una vita oltre la morte.

Giorgio Andretta ha detto...

Ha centrato la questione, egr.pietro villari, a differenza di molte persone sono dell'avviso, d'altronde è riferito anche dalla Genesi bibblica infatti Elhoim è un termine con valenza plurale, che gli dei che hanno dato vita all'essere umano, come il lemma che ho usato, siano molteplici.
Quindi le ho proposto una visione personale dell'organizzazione statale, mentre il sig.Democrito, come è sua abitudine, le ha offerto quella formato Wikipedia.
Non sono per le rivoluzioni materiali e quindi fondate sulla violenza, piuttosto che istituire ospedali opterei per chiudere le possibilità d'insorgenza di patologie le più disparate.
Sono propenso all'eugenetica astrale e quindi propongo di adottare l'antropocrazia.

Nella Lemuria gli archetipi umani erano assessuati, solo successivamente "..maschi e femmine gli creò..." affinchè PROcreassero ed il risultato fu eccellente, come lei ha evidenziato ab ovo, si mangiava pane e sesso, a giusta ragione secondo l'intendimento dell'unico Dio che sovrintende alla materia.
O pensa che lo zodiaco non c'entri nulla?
Si soffermi sul segno dello Scorpione e poi ne potremmo scambiare.
Sarà un piacere rileggerla.

Anna ha detto...

Villari, non ho alcuna paura di essere me stessa, visto che il mio nickname e' anche il mio nome di battesimo. Semmai sono consapevole che essere se stessi e' un problema per chi ci gravita intorno e ha il terrore di essere se stesso nel vero senso del termine, ovvero quello di non adeguarsi a regole e convenzioni che non sente assolutamente proprie ma che sa essere delle mere sovrastrutture artificiose che soffocano lo spirito. Bisogna avere il coraggio di scegliere se essere quello che si e' tenendosi il pacco con la sorpresa anche quando questa e' da incubo o essere qualcosa di deciso da altri tanto per farli contenti. Ad ognuno la sua.
Come disse un tale ormai trapassato, la sovrastruttura blocca l'evoluzione dello Spirito e dell'Anima e rende il corpo una prigione che subisce condizionamenti sociali del tutto arbitrari e insensati. A me non interessa che la maggioranza del genere umano abbia barattato lo spirito con le finte certezze del materialismo sfrenato, mi interessa invece e tanto non essere parte di quella maggioranza, cosa che mi onoro di portare avanti ogni giorno della mia vita terrena.

pietro villari ha detto...

Abbi pazienza, distinguished Giorgio Andretta, il Franceschetti's e' per me una cura spagirica, come i tre sassi in bocca al Filosofo.

Gia', la collezione di sigilli mesopotamici datati tra il terzo e il primo millennio a.C., dove il simbolo della Costellazione dello Scorpione era ben rappresentato... Appartenevano ad un ufficiale britannico in servizio in quell'area tra il 1904 e il 1905, un tipo che collezionava lasciando nulla al caso, probabilmente un autentico "figlio della vedova" degli ambienti militari.
Incuriosito, ne studiai le simbologie e cosi' ho una imfarinatura dell'argomento al quale lei si riferisce.

Acquistai l'enorme lotto da Christie's a Londra molti anni fa, per una serie di incredibili coincidenze. Ero a quell'asta per cercare di impadronirmi, come feci, una importante parte dei volumi della biblioteca personale del direttore dell'istituto germanico di archeologia ad Atene, ovvero il lotto seccessivo. Parlando con una inebriante collega mi distrassi e battei il lotto degli amuleti, composto anche da esemplari egizi e sassanidi: oltre 130 pezzi oltre ad alcune decine di monetine in bronzo dei primi decenni dell'era cristiana provenienti da Nazareth. Tutti gli oggetti erano accompagnate da descrizioni talvolta apparentemente bizzarre.

Nel corso delle mie ricerche (i cui appunti ho poco fa riletti all'uopo), mi sono imbattuto in un rarissimo sigillo Hurrita o Tardo Cassita, ove oltre alla Costellazione il simbolo dello Scorpione era ricollegabile alla dea Ishara(ovvero agli Inferi e alla Divinazione).
La foto del reperto e' ancora in rete sul sito della casa d'aste Bonhams ove gran parte della collezione fu venduta (aprile 2010)anche per finanziare attivita' filantropiche di ricerca scientifica.
Le saro' grato di poterla rileggere anche sull'argomento Skorpio.

Anonimo ha detto...

@Democrito:
grazie del tuo commento delle 11:15.
Credo che questa spiegazione del "gioco" sia piu' plausibile della prima.
A mio parere ogni tuo commento, condivisibile o meno, non e' mai inopportuno o inutile.
Grazie

Esiliata

Anonimo ha detto...

@ Paolo Franceschetti scrive:

"........ma non ne tollero i modi...."


Certo, che se, invece di PUNTARE sempre il tuo dito di MMMMERDA verso di me, precisassi cosa intendi con "modi"......VERO ?!?


Nell' ATTESA di ciò che nemmeno tu sai spiegarti.......MOLLAMI, RRRROMPICOGLIONI che non sei altro !

Non sarà, dato che ti sei impegnato, "per forza di cose" ma contro la tua natura, a fare il "SERIO", che io, uccellin di bosco che CANTA ciò che gli pare e piace, ti faccia invidia......!??!??!

Con stima, malgrado tutto, tua affezionata Lilith :-)))

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Demo mi permetto di aggiungere che lo stato e una SPA schiavi x azioni,infatti e registrata alla SEC di new york, e noi non siamo altro che amministratori e non beneficiari della nostra sovranità individuale,per conto loro,in piu la costituzione e carta straccia,magari con tutti i suoi limiti fosse stata messa in pratica sicuramente non saremmo a questo delirio,cmq concordo con Andretta sulla ANTROPOCRAZIA,che si fonda su tre principi fondamentali:

1) Redditto di cittadinanza universale esteso a tutti,con la possibilità di decidere cosa fare della propria vita,slegato dalla schiavitù del lavoro salariato come bisogno primario.

2)Immediata abolizione di qualsiasi tassa possibile,con incremento della massa monetaria come fonte di ricchezza per il benessere di una nazione quindi a avvantaggio dei suoi cittadini.

3)Prelievo del 8%annuo sui risparmi,a differenza delle tasse che sono imposte sui redditi quindi sul lavoro.

Okay poi Andretta correggerà i miei errori di esposizione se ci sono,come potete leggere niente di cosi complicato o machiavellico, talmente semplice da svenire.

Andretta: << quando sono in terra straniera cerco in ogni modo di non farmi riconoscere come cittadino della "terra dei cacki", madre di ogni atto proditorio, infingardo, ipocrita, millantatore e di tutto il peggio che si può compulsare in un qualsiasi dizionario dello stesso idioma.>>.
Un solo appunto su ciò,non credo che chi governa gli USA o GB,ecc....sia meglio dei nostri sicari politici,quindi xche nascondersi,io sono fiero di dove sono nato e di ciò che sono e x questo che voglio nel mio piccolo cambiare sto schifo di vita.


GRAZIE & CIAO.


pietro villari ha detto...

All'anonimo a firma "Anna" 22:29

Dopo la prima riga indirizzatami ho smesso di leggerla: se desidera stabilire un rapporto epistolare la invito ad esprimersi con la dovuta educazione.
Altrimenti pensi ai suoi gatti.

Giorgio Andretta ha detto...

Tutto perfetto, egr.BB, talmente semplice che disarma.
Lungi da me gli anglofoni, ritengo un privilegio nascere nel suolo italiano, ma non vorrei sembrarle contraddittorio, purtroppo in Italia dovrebbe maturarsi pienamente l'IO, così sostiene R.Steiner, quindi socialmente siamo a zero, ecco perchè abbiamo questa classe politica.
In altre parole siamo destinati alla maturazione dell'egoismo, neutro, con conseguente soppressione della collettività intesa come la s'intende oggi.
Quindi dobbiamo vivere questa fase catartica, aspirando al meglio vorrei che ciò fosse già avvenuto.
Con simpatia.

Paolo Franceschetti ha detto...

cara lilith, ti spiego cosa mi da fastidio del tuo modo di scrivere. Ti metto tra virgolette le parti che mi irritano del tuo modo di scrivere

"Certo, che se, invece di PUNTARE sempre il tuo dito di MMMMERDA verso di me, precisassi cosa intendi con "modi"......VERO ?!?


Nell' ATTESA di ciò che nemmeno tu sai spiegarti.......MOLLAMI, RRRROMPICOGLIONI che non sei altro !

Non sarà, dato che ti sei impegnato, "per forza di cose" ma contro la tua natura, a fare il "SERIO", che io, uccellin di bosco che CANTA ciò che gli pare e piace, ti faccia invidia......!??!??!"

No non mi fai invidia. Mi irriti e ti prenderei volentieri a bastonate con un randello nodoso, dopo averti infilato in un sacco, per poi tirarti fuori e vedere se per caso esci fuori meno sguaiata volgare e irritante

Giorgio Andretta ha detto...

Noo!! Lei non era colà per una serie di circostanze incredibile ma perchè era scritto sul suo libercolo. Chissà cos'altro contiene detto personale raccoglitore, egr.pietro villari.
Siamo tutti un po' "figli della vedova" come ho già sostenuto che siamo tutti un po' massoni, mi spiace per gli avversi.
Quanto a Skorpio se ce ne sarà motivo ci ritorneremo, intanto la ringrazio per tutte la altre indicazioni.
Spesso sulle pietre ci stanno depositate delle profonde verità, d'altronde è sufficiente analizzare da che entità sono vissute.
A rileggerla.

pietro villari ha detto...

X Giorgio Andretta
Si, effettivamente la semplicita', la capacita' di saper sintetizzare con tocco leggero, rivelata dall'anonimo "Beppe-Bologna", e' un dono raro.

Lessi Steiner a quattordici anni su insistenza di un mio professore di scuola, tale Giannetto (ed era marxista...).
Fu un mattone tra capo e collo, e gli ho sempre imputato due settimane di nausea, vomito e febbre.
Tuttavia, da qualche tempo devo ammettere che la lettura di Steiner e' effettivamente di grande importanza formativa (dipende dal come lo si affronta) e l'ho persino consigliata ad alcuni dei miei sette figli, quelli adolescenti con esito positivo solo in un caso.

Sospetto che, a volte, siano i libri a non sentirsi pronti per i lettori.

Anna ha detto...

@Villari

Lei non sta cercando moglie, vero? Piuttosto che avere rapporti epistolari con Lei Villari, preferirei scrivere due lettere al giorno a Charles Manson. Suvvia, sia serio che dal tenore dei suoi post avra' minimo l'eta' di Matusalemme.
Ora mi dica, se ha letto solo la prima riga del mio commento da cosa ha dedotto la mia presunta mancanza di educazione? Dall'incipit che mancava dell'appellativo "Eccellenza Illustrissima"?
Giustifico la sua stupidita' solo perche' comprendo che la sua vita di immigrato con complesso di inferiorita' dell'Italiano in Scandinavia e' dura, altrimenti Le darei volentieri un saggio della mia maleducazione.

Riguardo ai gatti che cita, Lei beve vodka?

Billy The Kid ha detto...

Perché PURTROPPO? Perché tutto è MASSONERIA: INGROIA e BERLUSCONI, per esempio, pur sembrando agli opposti, hanno comune origine nella MASSONERIA. E la Massoneria è tradizione esoterica, la cui origine ultima risale nella storia fino all'Antico Testamento, Babilonia, l'Egitto e il segreto ANTIDILUVIANO. Devo ancora capire con precisione se l'avanzata civiltà ANTIDILUVIANA avesse origine EXTRATERRESTRE, ma penso proprio di sì. Dunque dico purtroppo MASSONERIA e MAGIA in quanto forme di POTERE. POTERE TOTALITARIO E MANIPOLATORIO, per la loro comune origine ALIENA.
E comunque il fatto che Berlusconi faccia il pagliaccio da Santoro e Travaglio significa che lì c'è la FARSA, ed il POTERE è stato trasferito A MONTE...anzi: a MONTI, eheheh. SI PUO' USARE LA MAGIA SENZA FARNE UNA QUESTIONE DI POTERE? FORSE, ma deve essere gratuita e rivolta al bene delle altre persone, e non al proprio ego.
g

pietro villari ha detto...

Ecco brava, anonimo "Anna", smetta di continuare a scrivermi e sfoghi le sue frustrazioni rivolgendo la sua prosa, spudoratamente ignorante e maleducata, con due lettere al giorno al Manson. Vada.

Giorgio Andretta ha detto...

Se è stato portato a contatto con Steiner all'età di 14 anni, probabilmente era scritto sul suo "libercolo", egr.pietro villari, con il sig.BB posso solo congratularmi perchè ha dimostrato una dote impareggiabile: la semplicità.
Per i figli non si deve cruciare, i loro rispettivi maestri "sanno" come guidarli, se possiedono una formazione tecnica sono facilitati nell'approccio, perchè propensi al pragmatismo ed all'empiricità.
Cordialità.

pietro villari ha detto...

Quello del "libercolo" e' un argomento che ho sempre trattato con distacco, quasi a volerlo esorcizzare.

Una orrenda megera, circa quarantanni fa in una taverna di Las Figueras, quel tempo un paesello del nord della Spagna, insistette per leggermi la mano per il mio "vaso de vino".
Era evidentemente avvinazzata, o cosi' mi sembrava, e accettai per divertirmi assieme ad una turista nordamenricana conosciuta il giorno prima. Esaminata la mano sinistra, bianco' in volto e sussurro' con sconforto un classico "madre de dios" e lascio' il locale.
A quel tempo non ci badai granche', bevvi molto e finii non so come a risvegliarmi all'indomani mattina tra i banchi della deserta immensa cattedrale.

Alcuni decenni dopo, in Peru' in una notte insonne, una graziosa e gentile signora tedesca dedita all'occultismo, proprietaria della casa ove dimoravo, volle fare lo stesso. Non le dissi niente dell'esperienza precedente, ma la sua reazione fu di medesimo sconcerto e non volle dirmi null'altro che chiudersi in un evasivo non essere sufficientemente preparata.
A quel tempo non prestavo attenzione a quelle storie, forse in quanto ero un uomo benestante, forte, attraente e posseduto dal demone dell'avventura. A parte la passione per gli scavi archeologici alla luce del giorno, alla notte prendeva il sopravvento un Mr.Hyde dedito esclusivamente a collezionare donne e ingurgitare quantita' sconsiderate di "pisco", una grappa orrenda, in tutti i tipi di locali di Lima, da Barranco a Miraflores.
Raccontai la vicenda al mio direttore, un esoterista ben noto nell'ambiente della "Rosa dei Venti", fiore all'occhiello della massoneria sudamericana.
Mi costrinse a percorrere alcune centinaia di chilometri in auto con lui, al nord, ove conosceva un anziano stregone che viveva in un villaggio della valle di Lambayeque. Questo ascolto' il mio amico, mi esamino' velocemente la mano e continuo' a fumarsi un sigarillo seduto sulla sua sedia sgangherata, per strada. Il tutto duro' pochi minuti. Non ho mai saputo cosa disse.
Pero', con mio grande stupore, all'indomani mi venne affidato, senza io chiederlo, lo scavo del recinto sacro della gran piramide di Nasca (che effettuai l'anno successivo e pubblicai molti anni dopo ad Amsterdam). Riesumai le vittime sacrificali sul quale molto non ho scritto e non saprei nemmeno come farlo senza suscitare ilarita' tra i colleghi.
Poi fu la volta del direttore del Museo Nazionale di Storia naturale del Cile, che mi volle conoscere interrogandomi su alcune cose riferitegli dal mio direttore: senza io chiedere, mi fece dono di un notevole incarico scientifico, ovvero il campionamento e lo studio delle malacofaune marine dell'Isola di Pasqua; mentre l'Istituto Cileno per l'Isola di Pasqua mi indico' (come puntualmente avvenne) per la direzione dello scavo di una struttura preistorica.

Qualche mese dopo, in Italia, misi alle strette un mio collega e amico botanico, il mitico Luigi Piacenza, che aveva un ottimo rapporto con il nostro direttore, e alla fine mi accenno' evasivamente che nella mia mano qualcosa non quadrava in relazione alla "linea della vita", spezzata.
Non ho mai saputo e non ho mai chiesto altro, seguendone l'accorato consiglio di amico.

Anonimo ha detto...

@ Paolo Franceschetti.

Caro Paolo, TROPPO FACILE, ti avevo appena servito l' appiglio ( meramente circostanziale ) su un piatto d' argento.......

Se usassi il tuo stesso SLEALE metro di giudizio, immagina cosa dovrei dire di te......che sei un SADICO PAZZO desideroso di bastonare a destra e a manca !?!

Ma in fondo.....so che mi AMI :-)))

Lilith

Giorgio Andretta ha detto...

Ma le sembra che qualcuno possa interferire con il suo karma, egr.pietro?
Ciò che ha riferito lo inserisco nel folclore, più credibilità può avere la lettura del suo tema natale, ma ciò comporta studi approfonditi e deve essere eseguita dal proprietario dello stesso.
Che sapore ha una vita già vissuta(Mogol)? Nel senso di conoscere in anticipo ciò che ci succederà.
Comunque avrà molte avventure da narrare ai nipotini.
A rileggerla.

Anna ha detto...

Paolo, tu che accusi Lilith di avere toni volgari con gli altri utenti,
guarda che il campionario umano che gravita qua dentro fa venire voglia di girare col cartello con scritta quella meravigliosa parola liberatoria che e' un bel Vaffanculo di cuore !
Io invece non sopporto minimamente chi in generale scassa i coglioni col concetto di educazione e linguaggio scurrile non adatto alle donne solo per giustificare la repressione sociale e di genere di cui sono vittime consenzienti. Ma chi se ne frega di quello che pensano gli altri, ci manca solo quello guarda!
I Toscani che hanno la tradizione linguistica di bestemmiare ogni due parole, cosi' come Irlandesi e Americani di metterci un "fucking" (anche dottori e avvocati, eh) allora sono dei volgari sguaiati maleducati?
Ma per carita' !!!

pietro villari ha detto...

Non si concentri sui "racconti esotici". Desideravo evidenziare che esiste una predeterminazione che non credo possa essere modificata, anche se forse lenita per intervento degli Dei. Essa puo' essere conosciuta sapendo leggerne i segni, cosi' come avviene per le entita' maligne o benigne. Quelle vicende erano sempre accompagnate da un particolare stato di coscienza, come avviene nei sogni premonitori o nei "voli" in stato di alterazione: se avessi imparato per tempo a conoscerli, almeno mi sarei preparato al cambio del vento.

Comprendo il suo sconcerto innanzi a tali dscorsi, che sono sempre bollati come follia dai piu', ma ormai non me ne importa niente di cosa possa pensare di me la gente dopo questi discorsi. Ho conosciuto famosi colleghi che avevano avuto esperienze paranormali, ma che non hanno mai ammesso pubblicamente per paura di rovinarsi la carriera.
Le garantisco che l'autosuggestione non ha alcun peso: non puo' permettere di vedere nel futuro. Quanto al karma, e' ben altra cosa.

Anonimo ha detto...

(Paolo ma che censuri?! Per capire il commento devi leggere quello di Villari)

Corpo di mille balene!
Oste! Un altro giro di 'piscio' per tutti! In alto le pinte ciurma di bucanieri...che c'è the Villari's story

http://www.youtube.com/watch?v=k_KXLZNZrCA&noredirect=1

☠ ☠ ☠

Anonimo ha detto...

Non posso che condividere l' opinione INSOFFERENTE di soreLLa Anna....:-)))

Qui si sta troppo a guardare le pagliuzze e non le TRAVI negli occhi altrui e propri......
E l' importanza dei contenuti !? tzé....chi se ne frega, quelli vengono per ultimi, V-E-R-O !?!?!?!


A proposito di linguaggio scurrile, anche gli spagnoli ( soprattutto gli andalusi ) hanno un "meraviglioso" dizionario di parolacce, con particolari intonazioni, da cui ho imparato TANTO ( non i sudamericani, a causa dei "buoni e pii" missionari ! ).

E' dura la vita, cara soreLLa....persino con i "simili".

Ho notato che incomincia ad affermarmarsi un "cattivo matriarcato": una bestia nuova, strana, incredibilmente fredda, crudele e spietata, che, tra le altre cose, agendo nell' ombra fa "STRAGI" di mariti dopo il pensionamento.
Roba da RABBRIVIDIRE, ma in fondo non più di quanto abbiamo visto fino ad ora ad opera dei "nostri cari compagni".
Naturalmente non mi piace affatto perchè somma i difetti degli uomini patriarcali con quelli acquisiti dalle donne durante questo tragitto; ma ne capisco l' origine, che corrisponde PERFETTAMENTE al mio concetto di "GIUSTO e CONSEGUENTE".

Cari maschi....."MO' SON CAZZI VOSTRI, VE LA VEDRETE VOI CON QUESTE".

Lilith



Anonimo ha detto...

Sulla pornografia ce ne sarebbero di cose da dire......

Ma io, per stanchezza, mi limito al fatto che dalla monogamia, ovvero dalla sessualità repressa, non poteva che nascere un mare di DEVIAZIONI, tra cui: prostituzione, omosessualità, pedofilia e via via dicendo.

Il patriarcato è legato PRINCIPALMENTE al tabù sessuale, l' unica GARANZIA della propria paternità-deità derivava dalla ASSOLUTA fedeltà della donna, per cui si dovette schiavizzarla, esigerne la verginità ecc.; il tutto, EVIDENTEMENTE, con la forza e con i rapimenti di bambine che venivano poi "educate" in collegi sacerdotali patriarcali ( strategia che utilizzano ancora adesso per sostituire le forze dell' ordine ed altri impieghi ancora necessari, dopo che ci avranno sterminati con MEDICINE, ALIMENTI e veleni di ogni tipo ).

Chiudo con Carmelo Bene: "La pornografia è oltre l' erotico, è la fine del sesso senza voglia, oltre la voglia".

Lilith

Billy The Kid ha detto...

@ANNA
Io uso il termine "Massoneria" in modo improprio, ne sono consapevole. Lo uso in una accezione "lata", per indicare quella "cosa" che dalla Massoneria di oggi propriamente detta risale all'Umanesimo, alla Rosacroce, ai Templari, a Trismegisto, all'esoterismo antico, alla filosofia antica, all'Egitto, alla tradizione salomonica, babilonese...e...da lì ANTIDILUVIANA, la "Madre Terra" MU. Questo è il filo rosso.
Anche io amo l'arte, ma con la "a" minuscola. La amo come forma di liberazione, di libertà, non come un DIO. Conosco molte persone che fanno dell'"Arte" il loro Dio, e lo impongono agli altri: né più né meno che FANATICI RELIGIOSI. D'accordo, l'arte è piena di simboli, è fatta di simboli...ma l'ORIGINE di tutti questi simboli sta appunto nella MADRETERRA antidiluviana, e la "Massoneria" è appunto la Grande Signora di tali simboli, che usa per fini di potere e di conservazione del potere, anche attraverso rivoluzioni (TESI - ANTITESI - SINTESI). Certo, i grandi artisti...sono stati grandi uomini che hanno saputo rappresentare la Bellezza... Ma ancora qui una "B" maiuscola...questo mi puzza di IDEE PLATONICHE. E Platone è stato un "INSIDER", si direbbe oggi, dato che conosceva molti segreti (Atlantide, Vita oltre la morte, Anamnesi, Reincarnazione, Androginia originaria dell'essere umano ecc.).
Certo non voglio condannare tutta la storia della civiltà: sarebbe stupido. Ma affermo che tutta la storia della civiltà è "Massoneria", nel senso che in essa vi è un PROGETTO a un livello (forse) SUPERIORE rispetto a quello umano. La Manzoniana "Provvidenza"? Ognuno la chiama come vuole. Io la mia idea me la sono fatta, e sospetto che questa conoscenza TRAMANDATA non sia altro che un retaggio extraterrestre (Monolito di 2001 Space Odissey - e infatti anche Kubrick era un insider).
Magari l'artista è CONSAPEVOLE di questa situazione, la sa leggere, e tramite la sua arte, più o meno consapevolmente, la porta avanti. L'arte vera E' un PATTO COL DIAVOLO. E' MAGIA. Non voglio demonizzare né l'arte né la magia, solo mi piacerebbe vederle a servizio della "liberazione" degli esseri umani, dei loro egoismi, dei loro "mali". Tutto è "Massoneria" NON nel senso che tutto è MALE: CE LO INSEGNANO PROPRIO LOROOO!!!
g

Giorgio Andretta ha detto...

Non sono affatto sconcertato, ma quando si gravita nei campi "sottili" ci si deve muovere con i piedi di piombo, non ci sono rafe tra la divinazione e la kinesiologia e non ci sono studi ed esperienze sufficientemente approfonditi per trarne delle conclusioni.
Non nutro preconcetti ne nella lettura della mano ne in quella delle carte e similari, è semplicemente una questione di border-line tra la materia e lo spirito.
Spesso ci sono ancora ecchi dei tempi ancestrali quando l'uomo aveva il terzo occhio aperto ed alcune persone usano dette rimembranze per trarne un qualche utile economico.
Todo corde.

Anna ha detto...

@Billy the Kid

Ciao, grazie per la risposta che trovo intelligente e ben articolata. L'arte e' fatta di archetipi, quelli di cui parla anche Jung, e quegli archetipi sono stati sicuramente ripresi dalla Massoneria per veicolare messaggi subliminali di vari livelli. Ma questo non toglie all'arte il suo valore liberatorio e di espressione di cio' che e' insito nello spirito dell'artista.
E' assolutamente vero che specialmente nel 15simo-16simo secolo molte opere utilizzassero la tecnica dell'illusione ottica e senso della prospettiva diverso da come lo conoscevano a quel tempo, e anche se questo denota da parte degli artisti dell'epoca conoscenze superiori alla media per quanto riguarda il concetto di percezione dello spazio e dell' illusione, non mi sento di dire che questi fossero al servizio di quella Massoneria che vuole il male dell'uomo. Al contrario.

E' un po' come quando ogni volta si parla di meditazione, karma e concetti millenari simili, si finisce puntualmente per essere bollati come "New Age", dimenticando tutti che e' stata la New Age di recente nascita a stravolgere e togliere quindi forza e valore a concetti fondamentali la cui eta' si perde nella notte dei tempi.
La volgarizzazione dei concetti, che io detesto, ha permesso che noi perdessimo di vista il messaggio originale in tutta la sua forza e purezza.

Questo tuo passaggio:
"Ma affermo che tutta la storia della civiltà è "Massoneria", nel senso che in essa vi è un PROGETTO a un livello (forse) SUPERIORE rispetto a quello umano. La Manzoniana "Provvidenza"? Ognuno la chiama come vuole. Io la mia idea me la sono fatta, e sospetto che questa conoscenza TRAMANDATA non sia altro che un retaggio extraterrestre (Monolito di 2001 Space Odissey - e infatti anche Kubrick era un insider)."

mi trova assolutamente d'accordo. La tragedia vera dell'essere umano e' stata, ed ancora e', quella di non aver saputo, o voluto (in alcuni casi anche potuto) fare tesoro di questi insegnamenti e metterli al servizio dell'uomo stesso liberandolo automaticamente dagli inevitabili condizionamenti sociali, morali e psicologici che ci vedono schiavi ancora oggi.
O forse non era in programma che cio' avvenisse, ci hai mai pensato? Non so se per noi umani ci sia in serbo la liberta' VERA, so pero' che l'arte, quando e' al servizio della bellezza (che ognuno intende a modo suo e non necessariamente in senso platonico) e della verita', e' degna di essere usufruita e amata al di la' di ogni possibile dietrologia.
Poi pero' entriamo in un altro ginepraio di concetti, ovvero, qual e' la verita' dell'arte e chi la stabilisce, e l'arte va considerata da un punto di vista oggettivo o soggettivo? Ecc. ecc. E non ne usciamo piu'.

Anna ha detto...

@Lilith

Esatto, la madre di tutti i mali e' la repressione, quella stessa repressione che sta ora causando quel fenomeno di cui parli di donne che ammazzano gli anziani mariti. Sembra veramente che l'essere umano non riesca mai a trovare un giusto equilibrio entro di se' scrollandosi di dosso condizionamenti di varia natura ma tutti egualmente obsoleti quindi ammuffiti, e preferisca invece far uscire il mostro che ha al suo interno causando danno e dolore anziche' prendere atto che quel mostro esiste e lavorare per trasformarlo in animale pacifico.
E non ne faccio nemmeno una questione di consapevolezza sia chiaro, quanto proprio piu' "banalmente" di sanita' mentale.
Io credo che sarebbe ora di andare proprio oltre i concetti di patriarcato e matriarcato, se questi sono i parametri di riferimento, e cominciare a lavorare sul concetto di collettivita' e bene comune.

Per quanto riguarda le espressioni colorite che ogni lingua ha, non potrei essere piu' d'accordo. Da buona filologa/glottologa considero certe parole ed espressioni le fondamenta di una lingua, perche' sono l'espressione piu' pura delle emozioni umane, cio' che i benpensanti vorrebbero cancellare in nome di un concetto fumoso e becero di educazione il quale e' solo repressione (appunto) e che mi onoro di non seguire.

pietro villari ha detto...

E per cosa crede io viva in Olanda, nella libera bellissima Olanda?!
La invito a respirarne l'aria fresca e leggera: ad esempio frequenti il sito dell'Istituto di Parapsicologia dell'Universita' di Utrecht.
Da noi tali ricerche non sono contrastate o represse dal fanatismo religioso.

Vedra' che quanto ho scritto (e non ho parlato di clairvoyance, la "visione nitida"), sara' pesantemente oggetto di discredito da quegli apparati di cui accenna ed e' vittima anche l'avv.Franceschetti.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Ringrazio Giorgio Andretta e Pietro Villari,x le belle parole spese x me, ancora 1000grazie.

Ad Villari, avrei una domanda da porgerle, siccome a quanto ho capito e nel l ambiente archeologico, se conosce gli studi del professore Anatoly Fomenko su i 1000anni mancanti del medio evo, ovvero dove la storia di Roma, Grecia ed Egitto siano avvenuti nel medio evo, più di mille anni dopo il tempo per cui sono stati convenzionalmente assegnati,infatti dai scarni dati storiografici ad disposizione sembra che ci sia un vuoto, i cosiddetti secoli BUI,cosa può dire a riguardo,io ho impressione che qualcosa sul medio evo non quadri.



GRAZIE & CIAO.

Giorgio Andretta ha detto...

Nuovamente la deluderò, egr.pietro, ma gli olandesi non mi piacciono sono soci dell'union jack, altra cosa è il territorio dove vivono, specialmente quando i tulipani sono in fiore, è uno spettacolo la cui visione raccomando vivamente ad ognuno, da rimanere senza fiato, specialmente se si ammira dalla sommità di un mulino a vento.


Simpatico BB,
onore al merito.

Giorgio Andretta ha detto...

Dimenticavo!!
Per certe "esperienze" è sufficiente frequentare un simulatore di volo, più accessibile, ma l'optimum sarebbe una caccia alla volpe, dissimulata, a cavallo.
Pietro mi raccomando non mangi quell'orribile arringa con cipolla.

Anonimo ha detto...

@ Billy the kid 12 gennaio 2013 04:17
"L'arte vera E' un PATTO COL DIAVOLO. E' MAGIA".
vuol dire che tutti gli artisti sono satanisti?
e' per questo che sono spesso 'dannati'?
ma l'arte non e' semplicemente "contro" il sistema, quindi semmai poco incline a patti col Faust?
la magia e' solo frutto del male?
e' l'atto creativo in se che va a toccare le leggi oltre la fisica?
apprezzerei molto una sua maggiore delucidazione


Anna ha detto...

@ Billy the Kid

Perdonami, mi sono dimenticata di una cosa per me di fondamentale importanza: non mi sembra essere il tuo caso ma non vorrei che qua dentro si iniziasse a parlare di Arte con toni anche solo lievemente moralistici.
Mi inquieta quando dici che per te l'Arte e' magia intesa come un "patto col diavolo". Non credo esista alcun diavolo, e l'unico patto che ci vedo io e' quello tra l'artista e la sua parte piu' oscura, ma non e' un male, anzi !
E l'unica vera magia che ci vedo io e' quella dell'atmosfera di molti musei nei quali adoro tornare periodicamente per godermi le opere che vi sono contenute, per il senso di eternita' e liberta', nonche' di bellezza ed armonia che mi procurano.
Ti diro' la verita', a me che l'Arte sia o meno sfruttata dalla Massoneria o chi per lei non interessa assolutamente nulla, basta che le si lasci la totale liberta' di esprimersi, anche quando quest'espressione si tramuta in visione di immagini che qualcuno puo' ritenere "sconvenienti" secondo parametri del tutto arbitrari che io trovo intollerabili.
Ho studiato per anni storia dell'arte, dal liceo all'universita', e saltavo puntualmente le lezioni che riguardavano la critica di un'opera dal punto di vista morale o sociale. Trovavo, e continuo a trovare scandaloso che ci siano degli pseudo accademici all'interno degli atenei Italiani (ma non solo, lo so per esperienza) che si permettono di dare giudizi morali su determinate opere d'arte , i quali giudizi inevitabilmente trasmettono a quegli studenti piu' "deboli" dal punto di vista del senso critico di cio' che ascoltano da un professore e fanno l'equazione l'ha detto il Prof.=verita' assoluta.
In pratica questi tromboni vogliono rimettere la foglia di fico ad Adamo ed Eva !!
La cosa tragicomica poi era sentire questi qua che criticavano costantemente l'arte moderna, solo perche' non la capivano e avevano l'apertura mentale di una nocciolina !

Capisci a che livello di edu-castrazione siamo arrivati? L'arte non e' morale ne' deve esserlo, e qualunque censura ad essa e' un crimine verso la piu' alta espressione dell'intelletto e l'anima dell'uomo.

pietro villari ha detto...

Giorgio carissimo, non sono il suo tutore, quindi non continui a domandarsi se mi delude. Il suo sottile umorismo mi ha regalato una grassa e benefica risata, della quale le sono riconoscente debitore. Tuttavia, come nel Seicento l'Olanda rimane ancora un'oasi di pace per fugge da societa' come quella italiana, per chi desidera almeno garantiti i basilari principi di liberta' di pensiero e di azione. Una cosa e' farci una settimana di vacanze e stufarsi della piattezza del paesaggio e del folklore, un'altra e' viverci e cercare di comprendere le ragioni del successo dello sforzo collettivo per il bene comune: amano profondamente il loro Vaderland (Patria), onorano i loro anziani e i deceduti riconoscendo loro il motivo del loro benessero, cosi' come sono certi faranno i loro discendenti, sono orgogliosamente nazionalisti e modernisti pur avendo un amoroso rispetto per le tradizioni. Sono anche cosi' egoisti da coltivare il culto del clan familiare, e da considerare lo stato il loro tutore e le istituzioni la loro forza. Per strada ci si sorride e ci si saluta anche se sconosciuti.
Un territorio grande quanto la Sicilia che contiene oltre 600 musei, 50 case d'asta, un numero incalcolabile di artisti e gallerie, frequentati da tutte le classi sociali.
Non salga sul mulino a vedere la piattezza del territorio, si muova tra gli abitanti dei villaggi, a vedere la loro grandezza.

In risposta a Beppe-Bologna. Devo ammettere di non conoscere tali teorie, ne ho mai letto pubblicazioni a firma dello studioso che mi indichi. Tuttavia, non comprendo su quali basi si possa formulare una simile ipotesi. Quelle aree sono ormai da tempo soggette a studi che non lasciano alcuna zona buia, anche attraverso datazioni con metodologie di laboratorio.
Pero' piu' tardi cerchero' di sapere chi sia il prof. Fomenko e della sua teoria.

A proposito di arte & censura. L'arte e' assieme una forma di espressione e una invenzione umana. E come tale puo' essere censurata se cio' e' utile al bene della societa'.
Quando si puo' censurare un'opera artistica? Mi sembra ovvio, quando divenendo cosa pubblica essa lede lo spazio vitale, i diritti, di un individuo o di un insieme di individui.
Un esempio. Se il sig.X dipinge un quadro con una scena che ritrae azioni infamanti con personaggi riconoscibili, addirittura identificabili con nome e cognome, e' ovvio che non fa nulla di male se lo tiene in una stanza della sua abitazione, ma non se ne pubblica una foto sui giornali o espone l'opera in una galleria o in un museo. E cosi' anche per le opere letterarie. E'la censura una forma repressiva? Lo e' anche, per quanto non piaccia lo e' per fini formativi e pubblico beneficio.

Billy The Kid ha detto...

Provo a rispondere:

@Anna:
Chi è che può giudicare se qualcosa è arte o non lo è? Solo noi stessi lo sappiamo in cuor nostro.
Chi dà GIUDIZI morali quasi sempre tende ad una forma di TOTALITARISMO.
Non dico che la "Massoneria" ha sfruttato l'arte, dico che gli artisti stessi sono "ILLUMINATI". Questo non vuol dire che ciò che hanno fatto sia il male dell'uomo, anzi...
Ma l'artista VERO è sempre esoterico, cerca sempre di trascendere il normale piano della realtà, o quantomeno di modificarlo. Ricerca sempre la Perfezione, quindi una forma di trascendenza.
Secondo una mia personale opinione gli individui dotati di genio artistico sono degli "eletti" della "Massoneria" non tanto internazionale o planetaria, quanto INTERGALATTICA...
Io NON SO se questo progetto del N.W.O. sia positivo o negativo, o entrambe le cose. Le (ti?) faccio una domanda: a te (Lei) cosa sembra? Che si vada verso una liberazione dalle catene o verso una più subdola e totalizzante forma di schiavitù degli esseri umani?

@Anonimo delle 04:17 e @Anna:
Sono (per una volta!) d'accordo con il Papa, quando afferma che IL DIAVOLO ESISTE, come essere "personale".
Se lo chiamiamo DEMONE, anzi DEMONI, essendo una pluralità, già mi viene in mente il Dàimon di Socrate...: tutta la storia dell'umanità ha dato credito all'esistenza di queste creature demoniche. Non credo ci siamo sbagliati. L'artista che fa il patto con la parte più oscura di sé, ed attraverso di essa crea l'arte: questo è appunto MAGIA, VOLGERE IL DEMONE IN FUNZIONE POSITIVA. Questo l'ho appreso tramite il Buddismo Soka (come forse Paolo padrone di casa del blog?). I demoni sono prima di tutto dentro di noi. Personalmente credo che essi esistano IN UN ALTRO PIANO DIMENSIONALE.
Con l'atto creativo l'artista entra in qualche modo in contatto con questo ALTRO piano dimensionale: in questo consiste il "patto", nel diventare MEDIUM di quel tipo di energie, di spiriti, e di volgerli in qualcosa di trasmissibile agli altri su questo piano di realtà (ecco che entrano in ballo i simboli).
Per me il SATANISMO è una religione come un'altra, è semplicemente l'INVERSO del cristianesimo. L'origine è la stessa. Lucifero: Angelo Caduto. Al massimo Lucifero sarà stato un traditore che è passato dalla parte "oscura" della Massoneria Intergalattica, opponendosi a quelli della parte "illuminata".
Arte contro il sistema? Esiste, è quella vera. Infatti viene riconosciuta nel suo valore solo dopo la morte dell'artista. E comunque non c'è contraddizione: IL SISTEMA STESSO E' IL GRANDE FAUST. In questo senso "fare il patto col diavolo" significa anche essere in qualche modo ricompresi nel Sistema.
La magia è il tentativo di modificare la realtà, di per sé non è malvagia, è insita nella natura umana. Diventa malvagia quando persegue, IN QUALSIVOGLIA MODO, fini di potere e non di libertà per sé e per gli altri.
Una esperienza personale: due anni fa, quando ancora non mi occupavo direttamente di questi argomenti, iniziai a dipingere un quadro, che fra l'altro non ho ancora finito.
Che simboli mi vennero fuori? L'occhio (che tutto vede) e lo Yin e Yang (tradizione esoterica orientale-taoista). Il primo è una mia fissa fin dagli anni dell'infanzia, il secondo mi è derivato dall'interesse per le filosofie orientali. Però, fino a che punto il SISTEMA ci riempie di questi simboli, riempie la nostra mente, la nostra vita...tanto che vengono fuori anche quando inconsapevolmente disegniamo!?
g

pietro villari ha detto...

A Beppe-Bologna 12/01 11:49

Ho dato un'occhiata alla monumentale opera di A. Fomenko, che non conoscevo essendo lontano dai miei interessi di studio.
Per quanto mi sembra di capire il problema non risiede nella metodologia di datazione in uso nella ricerca archeologica, che e' ormai consolidata. Non esistono zone oscure, secoli bui, in quelle aree.
Viceversa, i materiali provenienti dalle fonti storiche di eta' classica e sopratutto quelle de primi secoli del cristianesimo, spesso presentano nozioni geografiche e astronomiche certamente imprecise, discrepanze e falsificazioni.
Le cause sono diverse, ma il piu' delle volte si tratta di stravolgimenti o adattamenti della realta' di fatti a fini di propaganda di carattere politico o religioso, come daltronde anche oggi avviene puntualmente.
L'analisi di Fomenko non fa altro che raccogliere e analizzare, anche con metodologia scientifica, quanto rilevato da una lunga serie di studiosi di scienze esatte, tra i quali Isaac Newton.

Anni fa un docente dell'Universita' di Palermo, nipote di Felice Vinci, un ingegnere nucleare autore di "Omero nel Baltico", mi chiese un parere sull'opera dello zio.
Nel saggio e' evidenziato come la geografia omerica non e' adattabile al Mediterraneo Orientale, ma piuttosto ad un'area compresa tra il nord atlantico e il Mar Baltico. Vinci ritiene inoltre che gli Achei siano di origine nordica, pervenuti in Grecia tramite quelle stesse vie naturali usate per millenni nelle migrazioni di popolazioni dal nord europa ai Balcani. La saga omerica deriverebbe quindi da una tradizione eroica scandinava e che il panteismo greco sia stato influenzato da quello nordico.
Personalmente trovo l'ipotesi interessante, fondata su ragionamenti tutt'altro che peregrini. Bisogna tuttavia ammettere che a tutt'oggi mancano solide basi scientifiche, ricerche sul campo, per assumerla a plausibile verita'.
Un saluto.

Giorgio Andretta ha detto...

Vivo in pianura padana come può annoiarmi la piattezza del paesaggio olandese, egr.pietro?
Condivido la sua osservazione ricavata dal viverci nel territorio e non visitarlo, come turista, e proprio per questo dovremmo chiederci perchè siamo nati in quella precisa enclave.
Della medaglia ognuno sceglie delle due facce quella che si confà maggiormente ai personali intendimenti.
L'Italia è la nazione che custodisce il compito di maturare l'IO e non il noi, quindi tutto ciò che travalica l'individualismo è di sinistra.
Non a caso mi son sempre dichiarato anarchico e solo per questo motivo non vivrei mai nella terra degli arancioni.
Sembra una contraddizione ma al loro ordine esteriore riscontro una confusione totale nell'interiore.
Le differenze, tra le due nazioni, sono talmente numerose e radicali che non ritengo un blog luogo eletto per affrontarle.


Mi permetta un rilievo, egr.pietro, rifacendomi alla parte conclusiva del suo precedente commento; ma a quale arte si riferisce se deve essere censurata perchè tenutaria di una possibile effrazione alla morale sociale?
Il bene della società è rappresentato da tutte quelle scene di vita "ordinaria" a cui ogni infante può facilmente assistervi e maggiormente nella terra che attualmente la ospita?
Con rispetto.

Giorgio Andretta ha detto...

Immagini, egr.Billy The Kid, che il mio pittore preferito è Mirò.

Partecipo a questo blog fin dalla sua fondazione e non ho mancato occasione di sottolineare che il morfema "Massoneria"(nemmeno quella INTERGALATTICA si sottrae a tale deviazione) viene regolarmente usato a sproposito e caricato di una accezione che nulla ha a che fare con la realtà.
Dicasi lo stesso per "Lucifero", "Cristo", Buddha e tutto ciò da lei citato, praticamente si è fatto strame della semantica e della semiotica, precipitandoci, non è un ossimoro, nella "Torre di Babele".
Chi è nel grado evolutivo da permettersi di stabilire cos'è arte o no?
Cosa è esoterico(aldilà del significato letterario del termine)?
Rileggerla sarà illuminante.

Paolo Franceschetti ha detto...

e mo che cazzo significa "Morfema" e "strame"? Deve essere una minaccia.

Democrito ha detto...

L’Arte è espressione umana e nasce dalla caratteristica, del tutto umana, di raccontarsi. L’Arte, in buona sostanza, è autocelebrazione. Non è nel suo intimo, ne a favore, ne contro il sistema o il potere, anzi spesso ne è sponsorizzata, ma nell’intento dell’artista essere a favore o contro è, o dovrebbe essere, un dettaglio di pochissima importanza. L’importante per l’artista è raccontare se stesso in modo celebrativo.
La scultura rinascimentale è l’apoteosi della celebrazione. Qui non vi sono racconti o episodi da riferire. Essi vengono solo appena accennati e l’attenzione si sposta sul corpo umano in se, come espressione fisica dell’Idea di Bellezza Platonica. I corpi scolpiti sono forti, armoniosi, bellissimi e contengono in se stessi, senza bisogno di atti eroici o di episodi particolari da narrare, l’Idea della Bellezza e della Grandezza, condensati nella sola forma del corpo.
Con il passare degli anni, tanto più la società si sposta verso convinzioni, condivise, sempre più lontane dalla fede e sempre più vicine alla razionalità e alla Scienza, tanto più il racconto diventa importante. L’essere umano è l’artefice del proprio destino, che è determinato dai suoi atti, pertanto questo agire, o le conseguenze del suo agire, vanno evidenziate sempre di più, perché in esse è la chiave della celebrazione. Nell’arte moderna la forma non è più centrale, difatti i corpi vengono spesso distorti e ridotti a cubi, o a schizzi, proprio per distogliere l’attenzione dalla forma e indirizzarla verso l’azione, attiva o passiva che sia. Persino in dipinti puramente descrittivi, che non evidenziano nessuna azione, seguono questo schema di pensiero, in quanto l’azione descritta è la visione, spesso distorta e allucinata dell’artista, in una sorta di autocelebrazione di quella che dovrebbe, secondo le intenzioni dell’artista, essere una visione profonda dell’essenza della realtà fisica.
Il piacere dell’arte e della contemplazione delle opere, nasce dal coinvolgimento dell’osservatore nel riconoscere una similitudine con se stessi, quindi il piacere di veder esternata e realizzata, una propria sensibilità, che forse non si sospettava nemmeno di possedere, ma che ora si evidenzia in una nuova consapevolezza di se.
Non c’è niente di positivo, ne di negativo, ma solo di godere dell’opera come riflesso di se stessi. Non della parte più profonda, ma sicuramente della nostra psiche e della nostra sensibilità.
Questo trascende persino le vere intenzioni dell’artista e ci porta nel campo in cui l’artista fornisce semplicemente uno strumento all’osservatore, con i quale quest’ultimo possa riconoscersi ed essere allo stesso tempo opera e artista insieme.
La vera Arte non è nell’opera, ma negli occhi di chi la osserva.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

X Villari: questo e la casa editrice;all'estero i nostri libri sono stati pubblicati in russo e in inglese dalla Kluwer Academic Press (Olanda),me lo ricordo molto bene quell articolo sul Omero riambientato nel baltico e in scandinavia, lo lessi credo circa 10anni fa sulla rivista Hera di Forgione,molto bello.

Sull arte vorrei raccontare un anedotto sentito da Solange Manfredi,un fatto vero,una artista che esponeva ed non se lo filava nessuno, x protesta mise in 100 lattine la sua merda e la firmo come merda d autore, x ironia della sorte la sua opera venne battuta x 100milaeuri,lui non resse all affronto e si suicido,se non sbaglio l artista si chiamava Manzoni, come dire che l arte e l arte della merce-merdamarcia e il denaro sta sempre nelle solite tasche.

Una delle mie opere d arte preferite e l estasi di Santa Teresa del Bernini un grande,dedico questa opera d arte ad LILITH ed ANNA,qua il riferimento all opera, ogni riferimento e puramente casuale.

http://youtu.be/zpqT7JxxPEE


GRAZIE & CIAO.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

No Paolone e OSTROGOTO, o impressione che il nostro Andretta abbia origini VISIGOTE,AHAHahah.

GRAZIE & CIAO.

pietro villari ha detto...

A Giorgio Andretta, 10:15
Trovo che non provare noia nel trovarsi innanzi a 360 gradi di pianura sino all'orizzonte, richieda uno stato mentale a me ignoto. Non lo dico in senso negativo, constato solo una mia incapacita' di adattamento.
Vorrei invece trovarmi nel Medioevo, assieme a Marco Polo o altri viaggiatori a percorrere la Via della Seta, a traversare il Vicino e il Medio Oriente, le montagne della Persia Nord-Orientale e oltre, sino ai primi contrafforti cinesi. Conoscere.

L'ambiente in cui vive, distinto Andretta. Conoscevo bene la terra dei Padani, da giovane, avendo avuta in moglie per 13 anni una "butela" appartenente a una nota famiglia della Bassa Veronese.

Relazionando da oltre ventanni con olandesi di ogni ceto sociale e qualita' individuali, sono giunto a ritenere che l'olandese medio abbia conservato la mentalita' dell'appartenenza al proprio clan familiare, estendendo tale "familiarita'" a quanti possiedono quei caratteri, talora singolarissimi, che costituiscono l'identita' culturale degli olandesi.
Condivido la sua tesi sull'importanza della maturazione dell'IO dell'individuo, ma credo che essa debba avvenire in comunione con la collettivita' della propria nazione, che nel caso dell'Italia e' una confederazione talora molto forzata di identita' culturali.
L'Europa Unita e' per l'olandese medio, non una entita' culturale ma solo un mezzo per facilitare gli scambi commerciali: individualismo collettivo allo stato brado.
Daltronde, sembra che nessuno voglia prendere in considerazione che l'Europa e' una realta' anarchica, in quanto anarchici sono i poteri che la controllano.

Trovo in linea generale condivisibile il punto di vista di Democrito (11:17) sull'arte attraverso il suo rapido escursus storico e le motivazioni dell'artista.
Penso pero' che l'arte sia "anche", e non esclusivamente, autocelebrazione.
Certo, vi e' sempre la celebrazione del talento dell'artista, della scuola di provenienza, della sua storia personale e genetica (non solo nel senso biologico del termine). Ma anche della societa' che lo ha formato, della realta' sociale e ambientale in cui in quel momento dell'evoluzione umana l'artista e' immerso ed e' volontariamente o involontariamente testimone.
In quanto all'arte e liberta' di espressione, o arte e repressione: credo che "sacrificare" (e ne sottolineo il significato profondo del termine) un'opera attraverso la censura (o l'autocensura) per il bene di un individuo, e quindi della collettivita' sia prova di alta civilta'.

Anonimo ha detto...

Prestamente, un geriatra è d'uopo

TWp

pietro villari ha detto...

E' noto che in particolari contingenze storiche si osserva una impennata dell'attivita' anonimografa. Attualmente,con l'avvento della comunicazione via internet il fenomeno ha avuto un incremento esponenziale, tale che le polizie e gli istituti di psicologia europei stanno intensificando gli studi sul problema. Esso costituisce particolare interesse per la psicologia sociale, la psico-linguistica e gli aspetti criminologici-criminalistici.

Anche se in ritardo, nel corso degli ultimi anni in Italia sono iniziate cooperazioni tra forze dell'ordine e istituti universitari, al fine di monitorare costantemente una quantita' di siti che permettono commenti anonimi lasciando una larga liberta' di espressione.
In alcuni casi i proprietari dei siti sono avvertiti della iniziativa, limitandosi ad assentire, ma talora spingendosi a collaborare attivamente, partecipando alla "manovrazione" delle dinamiche relazionali che si instaurano tra i partecipanti alle discussioni tra anonimi.
Il compito degli studiosi e' di osservare il comportamento dei singoli anonimi, analizzarne le strutture di espressione, cercare di individuare dei modelli interpretativi dei processi mentali. Inoltre, gli anonimi in questi casi sono generalmente identificati tramite gli IP dei loro computer e altre tecniche cibernetiche.
Queste attivita' di monitoraggio sono considerate di importanza fondamentale per gli studi di criminologia, in quanto permettono di perfezionare le tecniche adoperate dai "profilers" per la identificazione dei disturbi mentali di categorie di individui inclini al crimine.

Giorgio Andretta ha detto...

Ricevo la prima parte del suo commento, egr.pietro, ma non accomuni la padania della Serenissima con quella dei savoia(minuscolo voluto).
Quest'ultimi come gli olandesi contemplano nel proprio DNA il corredo degli imperialisti, sarebbe sufficiente analizzare a chi fa capo l'impero finanziario mondiale, come le ho già indicato, la regina Elisabetta II ha come suoi sodali i conterranei di Erasmo.
Il Vangelo di Luca cap.14 versetto 26, indica la strada in proposito dell'anima collettiva e dell'IO.

Giorgio Andretta ha detto...

Per me siete tutti "anonimi", egr. pietro, fintantochè non vi conoscerò personalmente.
Come più volte suggerito, affidarsi ad un nickname od al proprio reale nome anzichè firmarsi con anonimo è una mera questione pratica, quest'ultimi vivono nel caos totale dimostrando la dislessia sinaptica che li pregna, perchè l'illusorio anonimato non può essere usato come lorica.

pietro villari ha detto...

Caro Giorgio, non confonda una lobby (tra l'altro di recente origine non autoctona) con la massa degli olandesi. La popolazione olandese e' refrattaria all'imperialismo: considera la propria terra come un'isola e il resto del mondo e' "anders" (altro), buono per commerciare o farci le vacanze. L'imperialismo e' ben altra cosa.

Sull'anonimato recentemente sono stati pubblicati parecchi studi e, lontano dal tentare da scrivere qualcosa che non e' del mio sacco, aspetto pazientemente che un addetto ai lavori voglia intervenire in questo blog.

Per coerenza ideologica avanguardista, non potrei mai celarmi dietro un anonimato di alcun tipo.

Giorgio Andretta ha detto...

Allora si dovrebbero riscrivere i libri di storia, egr.pietro, circa la campagna imperialista degli arancioni, oppure da rivedere quella che ho letto io, e qui mi fermo sui "figli dei tulipani" come pure sui sionisti, abbondantemente ospitati ed onorati nei Paesi Bassi, non vorrei allestire una "guerra di religione", non ne rilevo il caso.

Infatti, se lei non si cela o celerà mai dietro un anonimato, perchè ce ne sono così tanti che lo fanno?
E' una semplice questione codina, come lei sottolinea, o c'è dell'altro?
In attesa di rileggerla.

Anna ha detto...

@ Billy the Kid

Una cosa per volta:

1)La nostra parte piu' oscura, che la si voglia chiamare demone o qualunque altra cosa, si puo' tenere a bada e far diventare energia costruttiva, come fa appunto l'artista (ma non solo) quando crea la sua opera. Io non temo alcun demone e so tenerli a bada benissimo, reputo siano anzi fondamentali e temerli e' solo un modo per rafforzarli.

2) L'artista VERO e' sempre esoterico? E meno male, caro Billy. Senno' non e' un artista, ma un cialtrone che piu' che creare dal nulla scopiazza l'arte di altri e pretende di farla sua senza peraltro conoscerne il vero significato nascosto, esoterico appunto.

3) Diamoci decisamente del TU. Se siamo destinati a liberarci dalle catene o andiamo verso la schiavitu' totale? A volte i segnali sono quasi incoraggianti, il giorno dopo invece mi sembra non ci possa essere alcuna speranza. Diciamo che secondo me no, se continuiamo cosi' non renderemo noi stessi liberi. Per essere liberi, dobbiamo esserlo prima di tutto da noi stessi e pochissimi sanno cosa questo voglia dire. Un intero genere umano risvegliato e' assolutamente fuori discussione, almeno per me. Non fa parte dei piani universali. Senno' lo stesso pianeta Terra e chi lo abita non avrebbe senso ormai.

4) Non credo affatto che gli unici artisti contro il sistema siano quelli che ottengono la fama dopo la morte. Ci sono artisti che pagano prezzi altissimi per essere contro il sistema; mi viene in mente il cinese Ai Weiwei, che attualmente e' in liberta' ultra vigilata e non puo' neanche andare a ritirare premi in giro per il mondo.

5) Non dovresti spaventarti se ti viene di dipingere un occhio e altri simboli ormai inflazionati dalla Massoneria. Credo anzi che paradossalmente il sistema voglia renderci paranoici con della dietrologia estrema che ci fa perdere del tutto il gusto di dedicarci alle cose che amiamo di piu', inquinandone la bellezza, come e' accaduto a te che magari inconsciamente non riesci a completare il tuo quadro perche' ci vedi qualcosa di inquietante e pauroso.
Dobbiamo tornare a godere delle piccole cose senza stare a preoccuparci troppo del cosa c'e' dietro. Avere conoscenza del cosa c'e' dietro situazioni, simboli ed opere, e raggiungere la consapevolezza sono due cose assai diverse, Billy. Quando sei consapevole trascendi il simbolo e questo torna a essere tuo nel suo senso originario, non quello distorto e reso negativo dal sistema. Un esempio per tutti: la svastika, il meraviglioso simbolo induista e buddista divenuto simbolo dei Nazisti oltre 70 anni fa oltretutto ruotato di 45 gradi e' ancora soggetto a pregiudizi e non puo' facilmente essere esibito su magliette od opere senza passare per filo nazisti.
Questo e' ridicolo, ingiusto e anche grottesco.
Riappropriamoci dei simboli, sono nostri di diritto in quanto nostro patrimonio ancestrale.

Anonimo ha detto...

Andretta,

Ma siccome per lei siamo tutti anonimi siccome non ci conosce personalmente, che cavolo gliene frega se e' una questione codina o altro?

Manco fosse la sua presenza su questo blog coerente, come si permette di fare di tutta un'erba un unico fascio?

Come si permette di giudicare, indagare ed imputare intenzioni.

Le pare questo il luogo dove soddisfare la sua voglia di antagonismo?

Si dia un limite per favore.

pietro villari ha detto...

L'Olanda di oggi non e' come quella che vidi la prima volta un quarto di secolo fa, ben piu' aperta alla scoperta dell' "altro" e ben lontana dalle paure odierne. A sua volta era ben diversa da quelle delle generazioni precedenti. Mi creda, lasci perdere gli accadimenti storici, si concentri sulla situazione attuale. A parte la crisi economica che arrivera' anche qui entro l'anno, il 10% della popolazione e' di origine turca, e se va avanti con l'attuale andamento delle nascite tra cinquant'anni potrebbero passare al 30% o oltre, senza contare le unioni miste, i discendenti degli immigrati Indonesiani e altri asiatici delle ex colonie. Poi ci sono gli Italiani, che ci siamo messi, come al solito in terra straniera, di buzzo buono: totale40/50% !
A cosa servira' qui voltarsi a guardare gli avvenimenti del passato, vissuti da una popolazione di identita' culturale diversa?
Lo stesso vale per l'Italia: siamo oggi, o saremo mai, un popolo di imperialisti? Avra' mai una vera identita' culturale omogeneizzante, o come credo, sara' solo una parte della colonia mediterranea, posseduta da ben altri imperialismi dal tacco di ferro?

Mi creda: coloro che credono di potersi nascondere dietro un anonimato o un falso nome, sono purtroppo degli illusi.
Un cordiale saluto.

Anonimo ha detto...

caro Beppe-Bologna
Manzoni era questo:
http://en.wikipedia.org/wiki/Piero_Manzoni

In tutto il mondo P.M. e' considerato un precursore dell'arte concettuale oltre che dell'arte povera.
Ti consiglio di leggere anche su Duchamp
e qui ho dato abbastanza dettagli affinche' mi si indentifichi con nome e cognome oltre che con il mio IP
address.
a presto!

Anonimo ha detto...

@ Pietro Villari
14 gennaio 2013 02:33

quello che lei dice e' risaputo, tuttavia e' scandaloso!
E poi la sua difesa della censura, sinceramente ...
Ma tornando al monitoraggio dei commenti sui vari blogs,
se la polizia si limitasse a tenere sotto controllo eventualmente un profilo segnalato da una equipe di psicologi si potrebbe anche capire ma che gli indirizzi IP siano "studiati" a priori dalle forze dell'ordine (oppure ho capito male?) !
Non me ne voglia, apprezzo molto le sue capacita' divulgative ma o lei e' inconsapevolmente ambasciatore di un messaggio subliminale pseudo intimidatorio o non capisco perche' proprio ora sbuca fuori che l'anonimato e' inutile.
Certo l'a. e' inutile di fronte all'equipe di spie che fanno gli informatori coprendosi dietro al loro ruolo di 'difensori del bene comune' ma non e' inutile di fronte al mio vicino di casa che magari mi legge pensando io sia chissa' chi e invece, guarda caso, non sospetterebbe mai e continuera' a non conoscere la mia identita' proprio grazie all'anonimato.
Certo, dice bene, chi pensa di nascondersi - davanti al grande fratello - e' un illuso, ma dire che l'anonimato in se'
sia una sciocchezza, mi pare un'esagerazione.
Mi scusi, ma tra le tante false flag ops qualche strage sara' anche stata vera;ne hanno mai fermata qualcuna grazie al loro 'monitoraggio'?
non capisco se la sua e' solo una constatazione o una difesa di queste pratiche.
E poi, scusi, la censura dell'arte va bene ma quella del proprio nome no?
Sig. Villari apprezzo come scrive ma mi delude un tantino nelle sue convinzioni..
a rileggerla

anonimoanonimoanonimoanonimoanonimoanonimoanonimo

p.s. guardi che se vuole le racconto la storia di come "loro?" "le forze dell'ordine"? i "criminologi"? "il grande fratello"? monitorano non solo i commenti di certi profili, ma pure le mails private di questi 'profili' o soggetti target . Poi, sempre "loro" comunicano con i soggetti target attraverso il blog, riusando nei commenti che rilasciano sotto anonimato a loro volta, alcuni contenuti estrapolati dalle mails delle "vittime". Questi contenuti sono di rilevanza emotiva significante per il soggetto target e questa pratica avviene per manipolare i responsi dati dal target e magari anche per provocare specifiche reazioni all'interno e/o al di fuori del blog. Che ne dice? Chi trae beneficio da queste pratiche, secondo lei? mi unisco alla sua richiesta di far intervenire qualche esperto in materia per una bella risposta.
un esperto e' d'uopo!

pietro villari ha detto...

A Giorgio Andretta
Noto adesso che la frase iniziale del mio intervento delle 20:57 e' andata perduta assieme alla formula "in risposta a", indirizzata a lei come certamente avra' dedotto.
Chiedo venia, nel caso trattarsi di un mio involontario errore, anche se non comprendo come possa essersi verificato.
A ben rileggerla.

pietro villari ha detto...

All'Anonimo delle 23:10
Non se ne abbia, rispondere ad un anonimografo mi rattrista molto, non per il mio sforzo ma per il suo.
Eppure nel suo caso il tono educato del deluso ha una inflessione vagamente militare, e quindi colpo l'occasione per rispondere a nuora per far capire a suocera.

1) Le tecniche e i mezzi per effettuare il controllo: in Italia iniziarono ad arrivare in concomitanza con il sequestro del generale Dozier. E'in grado di ricordare?...

2) L'apparato di controllo (in gergo "monitoraggio") si occupa degli "emergenti" in tutte le classi sociali al fine di avere sempre pronto un dossier utile a "fare pressione" al momento opportuno, o a creare i presupposti per un "cappottïno cucito su misura" con falsita' gravi costruite su un convincente contesto di notizie vere ma non criminis.

3) Personalmente ho ritenuto opportuno di ridurre a poche decine le telefonate di un intero anno, cosi' come le mail e il loro contenuto. Non ricevo posta al mio domicilio ove mi guardo bene dal custodirvi i miei archivi investigativi (mi sono tra l'altro professionalmente occupato a lungo, sino a qualche anno addietro, di falsi archeologici che finivano anche in gallerie e case d'asta internazionali).
Come diceva Paolo Franceschetti in un suo post, la vita diventa da paranoici ed e' quello che "loro" vogliono, ma certi accorgimenti a volte hanno un qualche pallido giovamento.

4) Esistono efficaci tecniche di depistamento per rendere la vita difficile a compilatori e "profilers", quantomeno gli ingarbugliano per un po' i ragionamenti. Alla fine pero' sono sempre "loro" a fare diventare il monitorato quel che credono che sia o che gli viene ordinato che diventi.

Trovo interessante quando lei scrive (perche' e' una frase da chi ha una qualche frequentazione di scritti di psicologia sociale) "censura del proprio nome", ovvero la deindividualizzazione.

Un tale di nome George Buchner, morto a 23 anni, che amo in quanto assieme fu naturalista, scrittore e drammaturgo di grande talento, nel suo "Woyzeck"(1837) scrisse: "Ogni uomo e' un abisso, vengono le vertigini a guardarci dentro".
La frase colpi' anche Benigni che non a caso la inseri' nel suo film "La neve e la tigre", probabilmente il suo capolavoro, ove si esalta la bellezza della poesia e quindi della vita "nonostante tutto".
Le sembra un caso o e' "d'uopo"?

Giorgio Andretta ha detto...

Non sono solo degli illusi ma anche dei confusi, gli "anonimi", egr.pietro, se per il resto sostiene che ci siamo avviati verso un generale meticciato mi trova d'accordo, ma non sono convinto che le leve del potere, almeno nell'immediato, cambieranno di mano.
Cordialità.

Giorgio Andretta ha detto...

Chissà per quante volte dovrò ancora ripetermi!!!!!!!

Egregi anonimi del 14 u.s. ore20,53e 23,10,
partecipo a questo blog fin dal suo nascere ed in innumerevoli occasioni ho ripetuto che agli anonimi non rispondo per una questione di praticità in quanto esistono i nickname, ma quanto vi costa firmarvi come Sebastiano anche se il vostro nome anagrafico fosse Cirillo?
Non ho nulla da sindacare sulle vostre scelte ma altrettanto vale per voi nei confronti delle mie.
Sono esclusivamente affari vostri se non volete farvi riconoscere dai vostri vicini di casa, non perderò il sonno per questo.
Io non intendo dissipare energie e tempo nella ricerca tra tutti quelli che si identificano come "anonimo" per offrirvi la mia risposta, e non intendo modificare nel futuro tale scelta.
Tanto quelli che devono essere identificati lo saranno comunque, da chi di dovere.
Continuerò far di ogni erba un fascio perchè fin dall'esordio sono stato chiaro, a meno che voi non mi forniate gli strumenti offrendomi un qualsiasi nickname.
Per ogni altra ed eventuale vi prego caldamente di rivolgervi al sig.pietro villari soprattutto perchè a lui è sorto il quesito, a me del vostro anonimato m'importa meno di nulla e sono certo che sopravviverò anche nel divenire.
Sono certo di essermi espresso in modo esaustivo, ma qualora, per voi, non lo fossi stato sono a disposizione.
Con osservanza.

Giorgio Andretta ha detto...

Egr.pietro, potrà facilmente verificare che negli U.S.A l'idioma più diffuso è lo spagnolo, ma le risulta che gli WASP abbiano abdicato al potere?
La piramide è sostanzialmente, come prospetto, un triangolo, quindi ad una base molto larga corrisponde un vertice asintotico allo zero. Tra i due estremi chi gode di un orizzonte più ampio?
Grazie per la risposta.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Grazie x la dritta sui i 2 artisti ora so qualche cosa di più su loro, altro che Andy Warhol e la sua pop art, questi erano avanti, ed non erano appoggiati dalla massoneria internazionale,x me l anonimato e sacro,no problem,ringrazio ancora x la gentilezza.


Anna:<< Un intero genere umano risvegliato e' assolutamente fuori discussione, almeno per me. >> Io credo che sara il sale dell umanità ad cambiare le cose cioè poco sale cibo scialbo troppo sale, salato, il giusto sale saporito, questo come metafora,altra cosa sui simboli, devono essere consumati, svuotati dalla loro forza subliminale ad loro data e << questo torna a essere tuo nel suo senso originario >>,condivido in pieno.


Villari, se ce un posto di lavoro in Olanda vengo subito, cristo qua trovare un posto di lavoro e un lusso,neanche se lavori gratis ti assumono se va avanti cosi devi pagare x lavorare, e poi in Olanda ce il redditto minimo garantito che da noi ce lo sogniamo la notte,a parte che uno non sia un prete allora cambia, e che cacchio li i soldi ci sono ma com e sta storia, e meglio che noi in Italia ci diamo una mossa,con 3MLN di disoccupati 2ML di lavoratori precari e x finire in bellezza 2MLN di cassaintegrati, che cosa si deve aspettare ancora x capire l ovvio, BAH, mi sembra una nazione con ZERO GRADI MENTALI.


GRAZIE & CIAO.

Anna ha detto...

Sarei molto curiosa di sapere cosa pensa Democrito, la cui opinione sull'anonimato conosco in quanto ne ha gia' parlato qui, su questo "side argument", come lo definirebbero i miei amici anglofoni.
Invito quindi Demo a dire la sua, se ne ha voglia.

Riguardo a concetti come censura per il "bene comune", e i controlli modello Gestapo di IP con la scusa di comportamenti criminali, NO COMMENT.
Del sistema si puo' avere disperato bisogno pur illudendosi di no.

Anna ha detto...

@ Beppe-Bologna

Grazie di cuore per la dedica, sei sempre gentilissimo :))
Ciao a presto.

Anonimo ha detto...

Andretta, NON E’ STATO ESAUSTIVO,
e siccome è lei scrive:
“Sono certo di essermi espresso in modo esaustivo, ma qualora, per voi, non lo fossi stato sono a disposizione”
Quindi romp le b…e A LEI e non a Villari.

Lei dice:
“partecipo a questo blog fin dal suo nascere ed in innumerevoli occasioni ho ripetuto che agli anonimi non rispondo per una questione di praticità in quanto esistono i nickname, ma quanto vi costa firmarvi come Sebastiano anche se il vostro nome anagrafico fosse Cirillo?”
La firma ai commenti personalmente l’ho sempre apposta, sto evitando ora perché LEI STESSO ha ribadito che “per lei siamo tutti anonimi. QUINDI cosa cavolo significa cha lei agli anonimi non risponde? Delle due una, Andretta. SIA COERENTE.

“Io non intendo dissipare energie e tempo nella ricerca tra tutti quelli che si identificano come "anonimo" per offrirvi la mia risposta, e non intendo modificare nel futuro tale scelta.”
Non le ha mai dissipate le sue care energie, forse ultimamente con Villari anzi: PER Villari, però a questo punto scambiatevi le email .

“Tanto quelli che devono essere identificati lo saranno comunque, da chi di dovere.”
Ma per quale motivo dare tanto importanza a questa cosa? Rimaniamo tutti nell’immobilità per questo? Magari è stato messo in conto ma nel frattempo DIETRO ALL'ANONIMATO si vive bene coi colleghi e vicini.

“Continuerò far di ogni erba un fascio perché fin dall'esordio sono stato chiaro, a meno che voi non mi forniate gli strumenti offrendomi un qualsiasi nickname”
Che contraddizione, un nick è nick non IDENTIFICA alcuno e ripeto è lei che dici che “siamo tutti anonimi” ..

Chupologo di professione ha detto...

'Chi di dovere' ha il diritto e il dovere di identificare gli anonimi quando si trova di fronte a reati, in tutti gli altri casi a cosa serve identificare?
non capisco che pericolo rappresentano gli anonimi quando si limitano a discutere nei blog, mah

Democrito ha detto...

Anna@
Cosa penso dell’anonimato penso di averlo detto più volte.
Io uso un Nick per questioni di praticità. Avendo da dire cose che costituiscono un discorso organico, risulterebbe dispersivo non usare un Nick in quanto mancherebbero i riferimenti a cose dette precedentemente. Uso un Nick e non la mia vera identità come forma di protezione da me stesso.
Il nome di una persona ha un potere enorme sulla persona stessa. Se la persona non avesse un nome non sarebbe più nemmeno una persona, ma solo un essere di una determinata specie. Usando il mio nome correrei il rischio di pensare che ciò che dico sia farina del mio sacco, che nasca da me come parto della mia mente, ma questo ne svaluterebbe il valore.
Naturalmente è riferito solo ad alcune delle cose che dico, molte sono delle castronerie e questo perché io sono un papicchione come tutti gli altri e tale voglio restare.
Mi spiego meglio. Non credo affatto in un’evoluzione della personalità in senso spirituale. La personalità si evolve, nel corso della vita, per quanto riguarda il piano di esistenza fisica e psichica legati a questo pianeta, o se vogliamo ingrandirci, a questo universo. La morte è morte fisica, ma anche psichica e l’io si dissolve. A quel punto non si ha più un nome, un identificazione, perché non c’è nessuno che si debba identificare.
Per quel che mi riguarda, la via dello Spirito è altro. Non ha a che fare con me, nel senso del nome, o dell’identificazione, ma ha a che fare con me nel senso di ciò che già è qui e ora. Ogni essere umano è perfetto così come è qui e ora, non nel senso della personalità più o meno evoluta, ma nel senso della Divinità che dimora in lui.
Non si tratta di opinioni, ma di esperienze, alle quali chiunque può accedere e come tali non si possono catalogare come raggiungimenti individuali, ma semplicemente come facenti parte del pacchetto “esistenza” per chiunque.
Quello che posso fare è rendere una testimonianza, sta poi al lettore separare il grano dal loglio. Se guardi Democrito potrai vedere solo un mucchio di difetti. Se guardi me, il mio vero nome, allora i difetti saranno ancora più grandi. Ma se riesci a separare, allora non sarò più io e nemmeno Democrito, ma solo una voce anonima che ti dirà che tutto è già qui per te adesso.

Giorgio Andretta ha detto...

E ci voleva tanto???!!
Egr.Democrito, è una vita che lo sostengo!!!
"Usando il mio nome correrei il rischio di pensare che ciò che dico sia farina del mio sacco, che nasca da me come parto della mia mente, ma questo ne svaluterebbe il valore.
Io sono testimone che si tratta solamente di copia/incolla, la controprova insiste sul non aver mai ricevuto risposta ai miei quesiti mossi dalle "sue"(si fa per dire) argomentazioni.
Le sono debitore della soddisfazione procuratami.
Todo corde.

Giorgio Andretta ha detto...

Stavo per suicidarmi non godendo della sua presenza, ecc.mo Chupologo, l'esperto di quante t occorrono per comporre ortograficamente un morfema, ebbene sì, mi mancava.

Billy The Kid ha detto...

Andretta,
strame della semantica e della semiotica non credo:
"Massoneria"---->"maçon", "muratore" in francese---->latino tardo di origine germanica "machione(m)", "colui che fabbrica, che costruisce, che fa"---->verbi germanici "machen", "make". Anche a questo livello la Massoneria è legata all'idea del "costruire" un'opera (non a caso i romani antichi la chiamavano "opus") mattone dopo mattone, il Massone è sì il "libero Muratore", e dunque il "Costruttore", l'"Architetto" che si sporca le mani nell'argilla di ciò che plasma e costruisce, il "Creatore". Anche nella Genesi biblica ci sono i Creatori che plasmano l'Uomo dall'argilla, che lo costruiscono a Loro immagine e somiglianza. Massoneria come arte della Costruzione della Civiltà Umana, Massoni come depositari ultimi di una tradizione che risale alla creazione dell'uomo... Mi sembra che il "filo rosso", anche dal punto di vista etimilogico e semantico non faccia una grinza.
Poi ognuno la può chiamare come vuole: l'importante è capirsi, le parole devono servire a noi, non noi alle parole.
g

Giorgio Andretta ha detto...

Non ho nulla da ridire sulla sua illustrazione del termine "massoneria", egr.Billy The Kid, anzi ne condivido appieno il significato, ma lei le sembra che in questo blog e nella rete in generale ne attribuiscano la stessa accezione?
Parzialmente potrei anche ammettere le devianze dal senso ab ovo, dal momento che vengo accusato di esprimermi in ostrogoto e visigoto.
Grazie per la risposta.

Chupologo di professione ha detto...

Andretta, le controprove non insistono non essendo persone...magari intendeva che la controprova consiste nel non aver mai ricevuto risposta eccetera? o controprova insita?
le manco si, ma che farebbe senza di me perdindirindina?!

Democrito ha detto...

Andretta, che delusione....
l'unico copia incolla che ho registrato è il tuo incaponirti in posizioni stupide e senza senso.
capisco che la comprensione sia difficile, ma con un po di buona volontà ce la puoi fare anche tu..Giorgietto.

Anna ha detto...

Ciao Demo,

Ti ringrazio per la risposta su un tema che reputo del tutto irrilevante ai fini di questo blog e in generale dei blog di discussione. Ah guarda, sono pienamente d'accordo che la personalita' non possa evolvere, per me e' l'Anima a farlo, non certo qualcosa che fa capo ad un corpo fisico. Usare un nickname e' un'ottima lezione per l'Ego, si impara a tenerlo a bada e a non scadere nell'autoreferenzialita'. Io poi che non mi identifico con corpo, nome, nazionalita' ed altre convenzioni muffe e fuffe, non posso che concordare con te. Sono d'accordo anche con Chupologo quindi non ripetero' il concetto, dico solo che si e' liberi di rispondere a commenti su un blog di discussione in base a proprio personalissimo giudizio, l'importante e' non tentare minimamente di imporre agli altri il proprio punto di vista.
Nella vita reale se la merce di un negozio o il comportamento dei commessi non piace non ci si torna piu', lo stesso si puo' fare in Internet, quindi non vediamo problemi dove non ci sono.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Anna non ce di che, grazie a te.

Andretta:<< Parzialmente potrei anche ammettere le devianze dal senso ab ovo, dal momento che vengo accusato di esprimermi in ostrogoto e visigoto. >>,bella la controbattuta, alla mia.

Anonimato; due cose le voglio dire ha modo mio, dopo avere creato da anni una sezione dell Intelligence dedita agli omicidi seriali ora sono al lavoro x creare una SQUADRA PRE-CRIMINE alla Minority Report, dal genio di quel"pazzo visionario " di Philip K. Dick,si fa x dire, e stato uno dei più grandi scrittori ad percepire delle linee temporali futuribili,notizia di pochi giorni fa della Morte del ragazzo che per primo aveva dato info sulla lista di omicidi da pre-crimine data da obama hai Criminali In Azione cioe CIA,non e neanche da dire che la morte e avvenuta per interposto suicidio dicasi coercizione attiva, in fondo x finire dimmi cosa e come scrivi e ti dirò che patologie criminali hai,in occhio gente questi non scherzano.


GRAZIE & CIAO.

Giorgio Andretta ha detto...

Egr.BB, a seguito del suo ragionamento mi sorge spontanea la domanda, lei di che patologie criminali è portatore?
E' sempre un divertimento scorrere i suoi commenti.

Anonimo ha detto...

@ BEPPE-BOLOGNA.

Grazie caro, mi è molto piaciuta la scelta.....:-)))
E anche il video in sè.

Ciao. Lilith

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Lilith, sono molto contento e felice che ti sia piaciuto il video con dedica.

Andretta,bisogna aspettare il nuovo DMM il Manuale Diagnostico Mentale, che viene scritto da un manipolo di psico-sociopatici x trarre i risultati sulla mia situazione patologica-criminale,fonti ben informate affermano che nel nuovo DMM,ci saranno paragrafi su disfunzioni e disordini mentali, dovuti ad comportamenti SIC, ANTI-SOCIALI e pensieri affini, tradotto vuol dire che autogestirsi la propria vita, disobbedienza civile,creare reti dal basso che vanno in conflitto con il modello consumistico, sono etichettate come possibili fenomeni mentali distorti e dunque da pre-crimine,sto male vado un attimo in bagno a VOMITARE torno subito........eccomi di ritorno, dove ero rimasto ah si,tramite il DMM si ufficializza il reato di PRE-CRIMINE,a parte il fatto che quel libraccio di MERDA si fa prima a dire che cosa non e un comportamento anormale, cioè avere potere e difenderlo con ogni mezzo illegittimo,x arrivare al sospirato NUOVO ORRORE MONDIALE,le malsane, ed mi auguro ultime parole famose, di questi fenomeni da baraccone diabolici chiamati ILLUMINAZI.



GRAZIE & CIAO.

Giorgio Andretta ha detto...

Egr.BB,
a parte il suo anonimato, a parte la sua spiccata ironia, a parte le sue dubbie preferenze sessuali, a parte la sua specisosa sgrammaticatura, a parte il suo mal di pancia, a parte il DMM, a parte gli ILLUMINAZI, a parte il NOW; a parte tutto questo, dopo cosa esiste?
Bye bye.

Anonimo ha detto...

@ Andretta.

*** "QUANNO CE VO' CE VO'". ****

Per NULLA egr. Andretta, a parte il suo clamoroso CINISMO; a parte il suo umorismo motivato e teso solo al disprezzo di CHIUNQUE tout ourt; a parte la sua evidente MANCANZA di EMPATIA per il genere umano; a parte la sua FORZATA peculiarità dovuta alla scelta ti termini onomatopeicamente GRAZIATI, DISARMONICI; a parte il suo cronico TROMBONISMO; a parte il CIARLARE di ANARCHIA e ANTROPOCRAZIA di cui, nei FATTI, non gliene frega un bel NIENTE; a parte TUTTO questo, dopo cosa esiste ?!?

Glielo dico io: "UN EMERITO CAZZO" !

Lilith

Anonimo ha detto...


Questa è una BUONA lettura:
***"Dio è violent" di LUISA MURARO.***

"....Nell' epoca primitiva l' IRA del POPOLO era SACRA.

Se dopo il terremoto dell' Aquila la gente avesse FISCHIATO e preso a SASSATE "quel signore" e compagnia bella, avrebbe fatto la cosa GIUSTA.

Si all' azione possibile ed efficace. Si alla giusta energia.

E' meglio avere FIDUCIA che PAURA.

Non sto istigando alla violenza o al terrorismo perchè questi fanno il gioco del potere. Ma neanche si può rimanere INDIFFERENTI e lasciare che facciano ciò che vogliono.
Si deve intervenire se necessario anche con la violenza, quanta ? Quella necessaria, come il sale, nè troppo, nè troppo poco....".

Lilith

Anonimo ha detto...

@ BEPPE-BOLOGNA.

Io ho i tuoi stessi " mal di pancia".

Quella dedica a me e ad Anna mi sa che ha TERRIBILMENTE compromesso il tuo rapporto con Andretta......

Ti voleva tutto per sè.......AHAHAHAHAH AHAHAHAHAH !? !? !?

Lilith

Billy The Kid ha detto...

@Giorgio Andretta

Beh, ha ragione: in rete e in generale nei media il termine "massoneria" è inteso nel suo significato più limitativo, LASCIANDO DA PARTE il piano esoterico e metafisico che pure è parte integrante di questo fenomeno. Ma ciò è secondo me funzionale al fatto che tutto rimanga ben accuratamente occulto ai più...
g

Anonimo ha detto...

Piccola correzione al commento delle 19:31.

GRAZIATI NO di certo, bensì SGRAZIATI !

Lilith

Giorgio Andretta ha detto...

A mio avviso, egr.Billy, il termine "massoneria" non è proprio inteso, poi, nel più o meno occulto, è meramente una questione di conoscenza, come d'altronde sosteneva il Poeta.

marco cullervo ha detto...

ai sostenitori senza scrupoli dei benefici della pornografia, vorrei consigliare di far vedere un bel film porno ai propri figli, nipotini e congiunti ancora infanti, per vedere l'effetto che fa .. e provare a vedere che effetto farebbe invece un film di benigni ( con questo non lo difendo )..
magari non si rovinano quell'esperienza fantastica che è l'amore sessuale, magari non imparano la malizia come strumento di relazione e scalata sociale.. poveri cicci alla fine ci rimettono sempre loro:
un esempio http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_febbraio_24/nino-lucacartellone-ose-scuola-milano-19088804311.shtml
senza essere bigotti, la pornografia e il sesso non c'è bisogno di sdoganarli ( ma siete nati in provetta? ), ognuno cresce e scopre da sè i piaceri della vita, nel momento che il destino decide, e dovrebbe avere il diritto di non farsi rovinare la trama del film.( anche qui mogol docet ? )
oggi il sesso è sdoganato solo come strumento di business e non di libertà, è una rete per l'inconscio
collettivo e tanto più sarà esplicito tanto più avrà un efficacia subdola nel subliminale.

un 2ndo esempio banale: la legge ti dice che è vietato l'abuso dei bambini... ma l'uso no.. ops..

la pedofilia in italia è aumentata di botto dopo la messa in onda di "non è la rai" ( dati nascosti), soprattutto tra i poveri vecchietti che non erano pronti a tutto quello sculettare: non avevano gli strumenti culturali..non erano pronti..

@tutti:
essere precisi nei termini ci sarà di beneficio più di quanto immaginiate, le parole nascondono il vero intrigo, il vero labirinto personale e collettivo, il viaggio di Dante parte in fondo dal viaggio di Parmenide, il vero racconto di quel viaggio non è stato ancora scritto, per quello che so. Un consiglio: potreste anche a provare a pensare senza parole o senza Logos, senza circoscrivervi e con umiltà.. ( per ora sospendo qui .. ma ce ne sarebbe da dire e da pensare )
ricordate anche che le insidie dei ragionamenti sono senza sensi unici, ma molteplici e nessuno ve le illustra anche perchè troppo spesso gli strumenti non sono adeguati e la formazione è insufficiente. analizzare i morfemi è quasi d'obbligo.

@tutti 2:
sono un informatico ( di professione, ma non sono binario! ) , la possibilita del monitoraggio totale e globale non è una possibilità ma è già realtà:
siamo 7/8 miliardi su questo globo, un numero banale( perdonami matematica ) di 9 cifre: ci stiamo tutti su un foglio excel.. i "nostri numeri" sono un' inezia per potenza dei computer già di 20 anni fa'.
Nessuno ha mai sentito parlare di quel trattato di guerra( usa- uk) in cui automaticamente verrebbe dichiarata (senza bisogno di attacco formale) nel caso qualunque stato del globo superasse la fatidica soglia di calcolo stabilita dal trattato?
oggi è un algoritmo la chiave del potere in un certo senso, e l'algoritmo dei nostri pensieri è tra quelli che sta ricevendo più fondi di ricerca.

@Andretta:
premetto che vorrei ringraziarla di cuore per gli spunti di riflessione che ogni volta mi regala, se non la disturba mi piacerebbe sapere di più sullo scorpione e in generale mi piacerebbe che segnalasse qualche buona lettura o autore.
sono nuovo del blog e magari è già stato fatto,e credo che siamo qui anche per consigliarci buoni stimoli.
ne lascio uno io: "l'ignoto spazio profondo" di herzog , un film non un libro, ma credo potrebbe interessare

varrebbe anche per lei sign.Villari che ha tanta esperienza.
a proposito conosce Carl Munck? cosa ne pensa ?

un saluto a presto

Prunello Modularis ha detto...

Gentile Marco Cullervo

io ho fatto molte volte la prova che lei dice. Con tutta la famiglia, compresi gli zii, le zie e le cugine, abbiamo visto ieri il film e poi abbiamo fatto un orgia. E abbiamo tutti cantato questa splendida canzone.


Sarà capitato anche a voi
di avere una strana famiglia:
il padre che chiava la figlia
e il nonno finocchio
che incula il marmocchio
la madre in sottana che fa la puttana ecc...

marco cullervo ha detto...

lodevole risposta Prunello Modularis,
non si può dire che lei non abbia ottenuto dei risultati..
erano quelli sperati ?
come sta la famiglia? , a quanto pare in perfetta forma ?

ps : ha un prosieguo la canzone o è finita li?
mi sembra che tutto sommato certe pratiche rallentino la vostra creatività.

ci aggiorni

Giorgio Andretta ha detto...

Egr.marco curvello, R.Steiner fondatore dell'antroposofia ha condotto 6000 conferenze che sono state stenografate dagli astanti e rivedute in parte dallo stesso scienziato/filosofo, successivamente raccolte in più di 300 volumi.
Quindi leggendone una al giorno ci vogliono circa 20 anni per scorrerle, ma è d'obbligo studiarle, tutto questo riguarda la sfera essoterica, ma se si desidera approffondire la conoscenza si deve accedere alla sfera esoterica e per realizzare ciò è doveroso recarsi all'università della "scienza dello spirito" con sede a Dornach/Basilea in Svizzera.
Quando si è compiuto detto percorso non si è acquisita la chiaroveggenza necessaria per leggere nell'akasha, unica sede del sapere.
Riassumendo e componendo un breve calcolo si giunge facilmente a concludere che per masticare un po' di "conoscenza" si è giunti all'età anagrafica di circa 50 anni.
Il nostro stato, diversamente, dopo 20 anni di studio, compreso quello dell'obbligo, ti autorizza a manipolare la vita fisico/materiale mettendo le mani negli organi più reconditi del corpo umano fino a trapiantarli tra individui.
Dopo questa premessa le giro il quesito che mi ha posto, che letture posso consigliarle per capire il nesso della costellazione dello Scorpione con il sesso?
Ciò nonostante non mi voglio sottrarre e le suggerisco "La cosmogonia dei Rosacroce"(apriti cielo!!!) di Max Heindel Edizioni del Cigno e dello stesso autore "Il messaggio delle stelle" edizioni Jupiter.
Non è sufficiente leggerli, bisogna studiarli.
Dopo, come probabilmente starà facendo il sig.pietro villari, è doveroso compiere un cammino archeologico nei relativi siti sparsi sul pianeta.
A disposizione per varie ed eventuali.

Giorgio Andretta ha detto...

Un blog che pubblica un commento come quello del sig.Prunello Modularis, a mio avviso, è ineffabile.
Oltre mezzo secolo fa la sentivo cantare in caserma da ggggente analfabeta, se tanto mi da tanto....

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Semplice IO x D-IO,Andretta.


Lilith, vuoi dire che Andretta e geloso di te e Anna,ma dai non ci credo,AHAHAHAH....
Oh cmq vi voglio bene sopra ogni cosa,che Andretta se ne faccia una ragione,OKAY.


GRAZIE & CIAO.

Anonimo ha detto...

a Prunello Modularis:
da Wikipedia:
prunella modularis, "passera scopaiola" presenta aspetti particolari nel comportamento riproduttivo che interessano la complessa struttura dei nuclei che gravitano attorno al nido.
Le femmine spesso si accoppiano con più maschi.Particolare importante del comportamento è quello che effettua il maschio che, prima dell'accoppiamento, colpisce in maniera delicata e ripetuta, con il proprio becco, la zona esterna dell'organo sessuale femminile. Ciò fa sì che, se la femmina si è da poco accoppiata con un altro maschio, essa estrometta il seme appena ricevuto cosicché l'attore ultimo possa sostituirvi il suo. Questo comportamento è stato studiato scientificamente presso l'orto botanico di Cambridge nei primi anni ottanta del XX secolo dal ricercatore inglese Nick Davies utilizzando la tecnica del genetic fingerprinting, all'epoca nuovissima e messa a punto da Alec Jeffreys, che tramite l'analisi delle molecole di DNA permise di determinare il padre di ogni figlio.

Ora ho capito, caro Francescetti, perche' pubblichi praticamente quasi tutti i commenti, perche' cosi ti puoi permettere di toglierti la soddisfazione di lasciare il tuo seme sotto altre spoglie.
Bravo! certo hai un po' esagerato non credi?
beh, almeno l'anonimato, nel tuo caso, serve a qualcosa. Villari, che ne pensa?

Billy The Kid ha detto...

SULLA PORNOGRAFIA

Sono giunto alla conclusione che TUTTO il mondo del porno è sotto l'egida diretta del Nuovo Ordine Mondiale. Anzi è uno dei suoi massimi veicoli di manipolazione e controllo delle masse. L'obiettivo è togliere (o meglio CONTROLLARE) il SENTIMENTO delle DONNE e togliere (o meglio CONTROLLARE) l'ORGASMO degli UOMINI. L'obiettivo finale è SCHIAVIZZARE le DONNE a livello psicologico-sentimentale e gli uomini a livello meramente sessuale. Ne è prova il crescente ricorso a pratiche sadomasochistiche di dominazione maschile o femminile. Tramite il CONTROLLO DELL'ORGASMO, l'elite ottiene il controllo dell'ENERGIA ORGONICA dell'individuo, che gode in questo suo processo di schiavizzazione nei confronti del "Master" o della "Domina". Questo coincide con le tesi di Wilhelm Reich, che aveva individuato l'energia ORGONICA, appunto, come punto di contatto fra gli umani e coloro che "pilotavano" le luci UFO nel cielo. Esse erano "assetate" di energia orgonica, da risucchiare agli umani (forse per la loro propulsione?), e contemporaneamente producevano il DOR, "orgone mortifero" e negativo, come prodotto di scarto. Dunque il porno è un punto chiave dell'agenda per il Nuovo Ordine Mondiale, per i seguenti aspetti:
1) Virtualizzazione del rapporto sessuale. Dai due corpi fisici alla copula virtuale, alla macchina dell'orgasmo---->uomini e donne trasformati in androidi "deanimalizzati"
2) Propaganda verso l'omosessualità maschile e femminile per ottenere, intanto, la BISESSUALITA' diffusa del genere umano, punto essenziale per il ritorno all'ermafroditismo sessuale originario dei primi esseri umani "creati" sul nostro pianeta (Stanze di Dzyan)
3) Controllo dell'energia orgonica degli individui attraverso dinamiche di potere (Femdom - Maledom), che rispecchia il controllo e la SCHIAVIZZAZIONE degli esseri umani nei confronti dell'elite mondiale...a sua volta controllata dall'elite INTERGALATTICA.
4) Metodo DIRETTO per fiaccare attraverso il piacere sessuale le resistenze degli esseri umani alla SCHIAVITU': in questo modo la schiavitu' è esplicitamente richiesta dagli esseri umani sotto il pretesto del piacere sessuale. Verso un'umanità che GODE nell'essere schiava, verso una DONNA che perde il ruolo di "ventre accogliente per il sesso e per la vita" e diviene elemento che OFFENDE, NEGA, AGGREDISCE e CONTROLLA (per controbilanciare il precedente PATRIARCATO IMPERANTE e orientare la società verso una DIFFUSA BISESSUALITA' E CONFUSIONE DEI SESSI)

Questo è quel che ho scoperto.

g

Billy The Kid ha detto...

Perché le donne oggi aiutano i loro "amici" gay ad avere figli dando loro l'ovulo invece che dare la loro vagina affinché siano gli etero ad avere un figlio da loro?

Che schifo!!!

g

Anonimo ha detto...


@ BEPPE-BOLOGNA.

BEPPE SEI GRANDE ! ! ! ! !

Lilith

Anonimo ha detto...

@Billy The Kid


Mi gioco le palle che sei un infiltrato.Non solo perchè a fiuto non ti avverto reale ma perchè sei incoerente e costruito nei concetti.Hai messo di tutto a bollire in pentola per scoprire i gustibus di ognuno.


Jonny Sombrero

Giorgio Andretta ha detto...

"Perché le donne oggi aiutano i loro "amici" gay ad avere figli dando loro l'ovulo invece che dare la loro vagina affinché siano gli etero ad avere un figlio da loro?"
Perchè sono femministe, egr.Billy.

Billy The Kid ha detto...

@Jonny Sombrero:
mi dispiace che un altro maschio come te si debba autocastrare eh eh scherzo...non sono un infiltrato di niente, sono un indipendente e se vuoi ti spiego la mia coerenza davanti a un aperitivo, faccia a faccia.

@Giorgio Andretta:
allora Le domando: oltre ad avere certamente avuto dei meriti per quanto riguarda la parità dei diritti fra gli esseri umani, il Femminismo non è forse stato SPINTO troppo oltre nel tentativo (che sta riuscendo) di UNIFORMARE fra di loro i due sessi?

g

Giorgio Andretta ha detto...

Mi sembrava che la risposta fosse chiara, egr.Billy.
Tutti i termini con desinenza in ismo assumono una valenza negativa, ad avvalorare la mia affermazione è sufficiente richiamare l'epoca in cui le "amazzoni" governavano.
Tanto le dovevo.

Anonimo ha detto...

@ pietro villari
15 gennaio 01:21

la mia risposta al suo quesito e' molto semplice e poiche' lei sembra essere un estimatore delle arti, prendero' a prestito le parole di un'artista, poeta, scrittore, drammaturgo, romanziere, saggista, statista, attivista politico, Victor Hugo, per esprimere al meglio i miei sentimenti:

"C'è una cosa più forte di tutti gli eserciti del mondo, e questa è un'idea il cui momento è ormai giunto."

A-nomina-X 14 gennaio 2013 23:10