Psyops, 70 anni di guerra psicologica in Italia

Psyops, 70 anni di guerra psicologica in Italia
Dalla prima guerra mondiale al trattato di Lisbona

domenica 11 novembre 2012

Il fine del governo Monti. Come reagire (e come non reagire)


1. Alcuni cenni agli ultimi colpi di genio del governo Monti. 2. Come non reagire. 3. Come reagire.



1. Alcuni cenni agli ultimi colpi di genio del governo Monti

Pochi giorni fa sono scesi in piazza i poliziotti in varie parti d’Italia; nello stesso giorno protestavano a Montecitorio gli avvocati e pochi giorni prima avevano manifestato gli insegnanti. Sono categorie, queste, poco inclini alle manifestazioni di piazza, ma se lo hanno fatto è per un solo e semplice motivo: la misura è colma e il paese sta per scoppiare, nel senso che stanno per scoppiare disordini di massa, scontri, caos e malessere sociale.
Parto dall’analisi di due vicende che hanno coinvolto le due categorie degli avvocati e degli insegnanti.

Per quanto riguarda gli avvocati, le novità di questi ultimi tempi sono le riduzione dei tempi della pratica legale, l’abolizione delle tariffe minime, e la tragicommedia della mediazione civile risolta – come era facile prevedere – in un bluff.
Mi soffermo in particolare su questa vicenda della mediazione, spiegandola ai non addetti ai lavori (quindi i giuristi mi perdoneranno se non uso il giuridichese e semplifico alcuni concetti).
Nel 2010 è entrata in vigore la mediazione obbligatoria per i procedimenti civili; in sostanza il legislatore ha detto: “Da adesso in poi, prima di fare una causa civile, si va prima da un mediatore che cerca di pacificare le parti, così si evita il processo e si fa tutto in tempi rapidi”.
Messa così, al cittadino ignorante poteva sembrare una buona cosa.
I problemi erano però i seguenti:
- i costi erano elevati;
- venivano affidate cause molto complesse, che richiedevano una preparazione lunga e specialistica, a soggetti del tutto privi di competenze giuridiche (geometri, ragionieri, architetti, ecc.) che diventavano mediatori (e quindi sostanzialmente assolvevano a funzioni identiche a quelle di un magistrato) con pochi giorni di un corso, al termine del quale si veniva abilitati a diventare mediatori;
- il mediatore lo sceglieva la parte; in altre parole se io decidevo di fare causa a Tizio, andavo dal mediatore che sceglievo io, ovviamente scegliendo un mediatore amico/parente/corrotto.
Fin dai primi tempi, infatti, il risultato di questo schifo di legge – che si traduceva, in sintesi, in una sorta di privatizzazione della giustizia, che veniva esercitata da persone spesso incompetenti e corrotte – era che la maggior parte delle mediazioni sono andate deserte.
All’indomani dall’uscita della legge, si sono precipitate migliaia di persone a fare corsi di mediazione, creare società di mediazione, ecc., nella maggior parte dei casi giovani avvocati senza lavoro che vedevano nella mediazione una prospettiva di lavoro in più; nessuno si è fatto venire il dubbio che tutta questa “facilità” nell’accesso a una nuova professione nascondesse qualcosa di diverso e che i conti non tornavano.
Era inevitabile l’impugnazione della legge davanti alla Corte Costituzionale, così come è stata inevitabile la bocciatura da parte della Corte. La Corte Costituzionale, con un colpo di penna, ha cancellato in un istante speranze di lavoro, reso inutili gli sforzi di chi aveva creato le società, buttato a mare i milioni di euro spesi per realizzare questo istituto.
Ora, aggiungo, è facile prevedere che la mediazione verrà riproposta in forme diverse, con la scusa che è un istituto che ha ricevuto l’avallo anche dell’UE; ed è facile prevedere che la Corte Costituzionale boccerà nuovamente anche la mediazione riformata che gli organismi appositi, d’intesa col governo, predisporranno.
Il motivo è presto detto.
La mediazione è stata creata fin dall’inizio per sfasciare in modo definitivo la giustizia civile (che comunque era già vicina al collasso) e per creare malesseri e disordini nella categoria degli avvocati. La bocciatura della Corte Costituzionale, infatti, lungi dall’essere un’operazione di giustizia, era semplicemente parte del progetto complessivo, che ancora non è terminato.

Situazione analoga per gli insegnanti.
Il governo dapprima ha varato un concorso demenziale per reclutare nuovi insegnanti (ne abbiamo parlato in questo articolo: http://paolofranceschetti.blogspot.it/2012/10/il-recente-provvedimento-della-scuola.html), dicendo che in questo modo creava nuovi posti di lavoro; ma contemporaneamente ha elevato il numero di ore di lavoro agli insegnanti di ruolo, togliendo così diversi posti di lavoro ai precari.
Mi spiego meglio.
Per decenni, da che ho memoria io, l’orario di lavoro degli insegnanti è stato sempre di 18 ore settimanali. Un numero di ore che può sembrare basso, ma a cui poi andavano aggiunte le ore per i consigli di classe, per il ricevimento, per la correzione dei compiti, per l’aggiornamento, ecc.
Improvvisamente, dopo decenni, il governo decide di elevare il numero di ore degli insegnanti a 24 ore settimanali. Il 33% di ore in più, che si traduce nella perdita secca del 33% dei posti di lavoro per gli insegnanti precari.
In sostanza il governo da una parte ha detto “ragazzi ecco che creo posti di lavoro” varando un concorso demenziale destinato ad essere bocciato dalla Corte Costituzionale; dall’altro ha tolto lavoro ai precari dimostrando in tal modo che non gliene frega nulla della creazione di nuovi posti di lavoro.
Scopo di tutta la manovra?
Far incazzare i precari, far incazzare gli insegnanti di ruolo, insomma far incazzare tutti e mettere ogni categoria l’una contro l’altra, oltre a far perdere loro una marea di tempo e soldi in ricorsi al TAR, proteste, manifestazioni, ecc.
Si osserverà che aumentando le ore ai docenti di ruolo in questo modo si fanno “tagli” e si risparmiano soldi; è semplice invece rispondere che per risparmiare era sufficiente evitare il maxi concorso demenziale che farà spendere soldi inutili senza creare alcun posto di lavoro in più, e magari si poteva tagliare qualche finanziamento ai pescatori di granchi in Kiribati, o anche – perché no? – operare un drastico ridimensionamento dei fondi dati agli apicoltori della Slovenia e ai ristoranti vegetariani in Groenlandia.

A questi provvedimenti dobbiamo aggiungere la chiusura dei piccoli tribunali di provincia (gli unici che funzionavano davvero, perlomeno per quanto riguarda i tempi e i costi); l’IMU che sottrae liquidità agli imprenditori già in crisi accelerando il fallimento in atto della maggior parte delle imprese italiane; il taglio dei fondi agli ospedali e la chiusura di molti centri di pronto soccorso; gli sgravi fiscali per chi assume lavoratori extracomunitari (con il risultato che alcune imprese licenziano i lavoratori italiani per assumere extracomunitari); i tagli alla polizia; la liberalizzazione delle licenze di commercio, colpo mortale a chi aveva speso centinaia di migliaia di euro per acquistare una licenza di pizzeria o di altre attività commerciali; ecc.

Ormai anche le persone più ignoranti e poco inclini al “complottismo” si sono accorte che gli ultimi provvedimenti del governo Monti vanno in una sola direzione: lo sfascio del paese.
La domanda è: perché? E ad essa abbiamo risposto più volte (creazione di malcontento, al fine di instaurare una dittatura e accentrare i poteri dell’UE).
Lo ha detto chiaramente Monti in un’intervista: “La crisi è una cosa positiva, l’Europa ha bisogno di crisi”. E Napolitano di recente ha detto che per reagire alla crisi è necessario “cedere ulteriori quote di sovranità all’UE”, ovvero rafforzare l’UE (una stronzata colossale, simile a quella dei medici del ’400 che curavano prevalentemente col salasso e, a fronte di malattie gravi cui non sapevano come reagire, per prudenza praticavano un “salasso”).
Quello che adesso voglio cercare di spiegare è cosa non bisogna fare, e cosa invece si potrebbe fare per reagire.


2. Come non reagire

La prima cosa da non fare è quella di scendere in piazza e manifestare.
Alle prime manifestazioni, fino ad oggi pacifiche, seguiranno infatti scontri di piazza, ove ovviamente lo scontro partirà da agenti dei corpi speciali infiltrati, travestiti da Black Block o da manifestanti normali, per scatenare il caos, come è avvenuto a Genova durante il G8 o l’anno scorso a Roma.
Il governo vuole che manifestiamo... e, proprio per questo, noi non dobbiamo manifestare.

L’altra cosa da non fare è spendere tempo e soldi in ricorsi inutili all’UE, alla Corte di Giustizia e ad altri organismi, per rivendicare il proprio diritto di sovranità, la proprietà del denaro, ecc. In realtà si tratta di rivendicazioni sacrosante, ma che verrebbero fatte a organi che sono strumenti docili e corrotti di quello stesso potere che si vuole combattere. Questi ricorsi (tra i quali rientra anche quello effettuato per abrogare – legittimamente – la mediazione, o quello che verrà fatto per annullare – sempre legittimamente – il concorso nella scuola) sono ampiamente programmati e previsti.

In linea di massima, tutto il sistema legale e dei tribunali è un’immensa macchina per far perdere tempo, soldi e dignità ai cittadini, facendoli sperare in una giustizia che cali comunque sempre dall’alto, ovvero una giustizia che provenga da quelle stesse fonti che hanno creato il disagio e il malessere contro cui si pretende di combattere. Rivolgersi a un tribunale per avere giustizia, cioè, è come rivolgersi a Totò Riina per avere giustizia perché la mafia ti ha ammazzato un parente.


3. Come reagire

Gli esempi di cose da fare sono molti, e mi sono venuti in mente in questi anni viaggiando per l’Italia o all’estero e vedendo questi fenomeni. Negli USA ho visto locali che servivano pasti gratis all’ora di chiusura, con il cibo avanzato e non venduto. In Spagna i medici hanno deciso che, nonostante i tagli, cureranno lo stesso i malati, gratis. Un imprenditore agricolo italiano, invece di licenziare i dipendenti, li ha organizzati in una specie di comunità, in cui ciascuno mette a disposizione ciò che ha e le proprie competenze (chi fa il meccanico ripara gratis tutto ciò che si rompe alle famiglie dei dipendenti, chi fa il sarto cuce i vestiti se servono, i prodotti agricoli vengono portati a casa dai dipendenti e una parte dell’azienda è stata adibita a orto e ad altri prodotti di consumo giornaliero, ecc.). In un altro caso mi è capitato un imprenditore che ha dovuto licenziare i dipendenti, ma ha provveduto, tramite amicizie e conoscenze, affinché le famiglie continuino ad avere vitto e alloggio, mettendo a disposizione un casale per coloro che non potevano permettersi l’affitto e assicurandosi che tutte le famiglie dei disoccupati, tramite gli abitanti del paese, abbiano da mangiare tutti i giorni.
Vediamo quindi quali potrebbero essere le mosse da effettuare per affrontare la crisi:

- Creazione di monete locali da parte degli amministratori dei piccoli comuni (in teoria sarebbe possibile farlo anche nei grandi comuni), sull’esempio del SIMEC di Giacinto Auriti. Mi si obbietterà che il SIMEC è un progetto che fallì perché la guardia di finanza ne impedì il proseguimento arrivando addirittura a perseguire legalmente il professor Auriti; replico che in realtà la moneta di Auriti non era illegittima, che oggi i tempi sono maturi per un’operazione del genere su larga scala ad iniziativa di sindaci e amministratori locali, e che peraltro si potrebbero operare piccoli correttivi legali per evitare l’intervento della guardia di finanza e delle autorità monetarie. Ad esempio, invece di moneta, si potrebbe chiamare buono.

- Organizzarsi a livello locale tra cittadini. Specie nei piccoli paesi, è assolutamente possibile creare piccole forme di vita comunitaria, in cui ciascuno metta a disposizione le sue competenze e le sue capacità gratuitamente, per ricevere in cambio altri beni e servizi a titolo gratuito.

- Organizzazione di piccole comunità autosufficienti, di natura prevalentemente agricola, in cui si torni a vivere e a lavorare come nelle campagne di 50 anni fa.
A titolo di esempio:
- imprenditori che abbiano a disposizione capannoni sfitti, potrebbero cederli in uso gratuito a gruppi di persone senza casa e senza lavoro;
- i ristoratori potrebbero dare il cibo gratis a fine giornata (so bene che qualcuno obietterà che le norme igieniche della USL non lo permettono; ma le norme sull’igiene alimentare servono in gran parte ad evitare proprio che il cibo in abbondanza venga dato gratuitamente a chi non lo ha e venga buttato nella spazzatura, quando in realtà ci sono diverse forme di cessione gratuita assolutamente legali, che possono essere concordate e organizzate); la stessa cosa possono fare i negozi di alimentari con i cibi prossimi alla scadenza ma ancora buoni;
- i medici potrebbero curare gratis, gli avvocati dare consulenze gratuite, fabbri falegnami idraulici ecc. potrebbero prestare una parte della loro opera a titolo gratuito;
- il governo Monti ha adito la Corte Costituzionale per far dichiarare incostituzionale una legge della Regione Calabria sui prodotti agricoli a Km 0, ovvero della regione, perché viola le regole imposte dall’UE sulla libera concorrenza? Bene, nulla però impedisce che, pur senza una legge, supermercati e commercianti possano acquistare solo prodotti regionali o che i cittadini acquistino solo prodotti a Km 0 per aiutare l’economia della loro terra. Molto più efficace, economico e rapido che impelagarsi in ricorsi e inutili manifestazioni;
- i Comuni possono impiegare per i lavori sul territorio lavoratori disoccupati (muratori, falegnami, elettricisti, informatici, ecc...) a cui, come compenso per il lavoro prestato possono non far pagare le tasse locali (IMU, rifiuti, ecc...);

- Rendersi conto che il sistema in cui viviamo ci ha abituato a far dipendere la nostra felicità dal numero e dalla qualità di beni che possediamo; capire la trappola in cui il sistema ci ha fatto cadere e abituarsi a un nuovo regime di vita, che potrebbe anche essere migliore del precedente.


Nessuna manifestazione dunque che, come sappiamo, attraverso agenti provocatori può facilmente essere trasformata in violenza, ma una forma di resistenza civile, pacifica e quotidiana. Senza la fattiva collaborazione dei cittadini nessuna manovra operata dal governo può trovare attuazione. Ormai dovrebbe essere chiaro a tutti che è assolutamente inutile protestare e scendere in piazza. A Roma ogni giorno c’è una manifestazione senza che la popolazione ne abbia nemmeno notizia, salvo quando questa si trasforma in guerriglia, così da poter essere strumentalizzata (il motivo della manifestazione passa in secondo piano, e quello che viene messo in evidenza serve a ingenerare insicurezza e paura nella popolazione, così che possa essere più docile). Inutile continuare su una strada che, è chiaro, non ha portato alcun risultato. Nessuna rivoluzione di massa, ma solo tante piccole rivoluzioni personali, e tante piccole rivoluzioni nelle piccole comunità in cui ciascuno vive.

Una frase che in questi anni mi è rimasta in mente è questa: per chi vive in montagna o in campagna, dei prodotti quotidiani della propria terra, che al governo centrale ci sia una dittatura o una democrazia non cambia assolutamente nulla. La dittatura non può cambiare l’anima delle persone, i propri pensieri e le proprie emozioni; la dittatura può preoccupare unicamente coloro che misurano la loro felicità dalla quantità di beni che hanno.

In conclusione:
Il governo vuole che noi manifestiamo. E noi non dobbiamo manifestare.
Il governo vuole che noi ci riduciamo alla disperazione. E noi ci rimbocchiamo le maniche e scopriamo il gusto della solidarietà.
Il governo vuole affamarci. E noi mangeremo lo stesso, in modo diverso, con abitudini diverse, ma mangeremo.

130 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=J3tt03Zi7zE

francesco orvieto

Bretella De Bretellis ha detto...

Paolo... e ora chi glielo và a spiegare in val di susa che è meglio non manifestare?

la mia vuole essere un poco una battuta ma in effetti loro non possono fermarsi (salvo che non vogliano farsi passare addosso dagli escavatori).

Per il resto dici sacrosante verità e dai consigli di tutto rispetto, l'unico cruccio è che in italia le città di transizione (che altrove sono partite anni fa ed hanno avuto discreto successo) non hanno fatto molta strada...

Secondo te gli italiani riusciranno, dopo decenni di addestramento all'individualismo spinto (guarda un pò che begli esempi abbiamo, dai politici agli imprenditori che fanno quello che vogliono), ad essere solidali tra di loro?

Anonimo ha detto...

Tutto bello e interessante Paolo, davvero, come la maggior parte dei tuoi post. Però i tuoi suggerimenti possono essere seguiti da chi abita in realtà rurali, o magari in piccoli e medi comuni. Chi abita nelle grandi città, dove il tessuto sociale è più fragile, cosa dovrebbe fare?

Grey Wolf ha detto...

Paolo. Giustissima analisi.
Soluzione elegante la tua. ma se non si scende in piazza, continueranno a fregarsene delle sofferenze del popolo.

Le uniche volte che li ho visti preoccupati è stato quando un paio di pazzi esasperati hanno sequestrato gli uffici equitalia.
Basterebbero un paio di manifestazioni tipo anni 70 (qualche morto , feriti e scontri con la polizia) e Monti svanirebbe come neve al sole.

Mario Monti è un "napoletano".

Mi spiego meglio, senza voler offendere i veri napoletani.

La "napoletanità" a cui mi riferisco per Monti, è un luogo ideale uno stato dello mente e della cultura. Il napoletano è percepito (a torto o a ragione) dalla coscienza collettiva nazionale (ma anche internazionale) come il furbo che ti da il pacco, che truffa il malcapitato con il "gioco della tre carte" e così via.

Monti è un napoletano purosangue. E' un anno che va in giro per le capitali d'Europa e d'America raccontando che lui è serio serio, che i suoi ministri sono seri seri ed hanno due coglioni così (anche le donne) , mica come quei buffi politici italiani di prima. Loro hanno riformato il sistema pensionistico (non è vero) , loro hanno reso elastici i contratti di lavoro (non è vero) loro hanno risanato lo spread (non è vero lo ha fatto Draghi ). Loro pareggeranno il bilancio ( non è vero).
Dice di non voler restare al governo , però briga tutto il giorno per rimanerci. E si capisce lui "tiene famiglia".

I leader esteri ci sono pure cascati, perchè all'estero non si immaginano che il nostro Monti-Napoli è in grado di dire una quantità di cazzate mondiali con quella faccia finta seria e la voce da morto-vivente.

Dissento da te Paolo. Monti e i sette nani del suo governo sono solo degli idioti . Gente che non ha mai lavorato (al sicuro con i loro stipendi statali d'oro) e che non sa nè quello che dice , nè tantomeno quello che fa e fanno fare agli altri. Lo so che sembra impossibile , ma è così. Non hanno alcun piano per sfasciare l'Italia.
Anche se alla fine ci riusciranno benissimo.

God help us.

Grey Wolf

ZN ha detto...

L'orario dei professori torna a 18 ore

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/associata/2012/11/10/LEGGE-STABILITA-PROFUMO-CONFERMA-AUMENTO-ORARIO-PROF_7771456.html

wulfy ha detto...

Non credo che il mio commento sia stato registrato,lo riscrivo.Mi sembra limitato il concetto della paura della dittatura solo da parte di chi teme di perdere i propri beni materiali..dove lasciamo la liberta'di espressione riunione movimento ecc ecc? Per il resto concordo su tutto,il ritorno alle origini e il calore della solidarieta'comunitaria sara' l unica salvezza e via d'uscita che avremo tutti al mondo.Grazie se non ci fossi bisognerebbe inventarti :-))

Anonimo ha detto...

Grande post.

Anonimo ha detto...

@ Paolo Franceschetti.

Quanta saggezza....BRAVO!

Il tuo può sembrare ottimismo, ma solo ai pessimisti.

In verità è semplicemente realismo, il SOLO in grado di offrire sempre delle appropriate soluzioni.

Lilith

Democrito ha detto...

Manca il colante, l’elemento in comune che permette e giustifica l’aggregazione tra umani.
Se il governo fa un azione contro una categoria sociale, immediatamente scatta la protesta, organizzata, delle associazioni della categoria. In questo caso la protesta è possibile, perché gli appartenenti a quella categoria riconoscono un interesse comune con gli altri appartenenti alla stessa categoria e nasce uno spirito unitario che ha buone possibilità di riuscire a combinare qualcosa.
L’assurdità è che questo è tanto più facile, tanto più il gruppo sociale in questione è in alto nella scala sociale.
Ci sono categorie in ascesa, che godono di numerosi privilegi, e che sono molto coese e solidali fra di loro. Prendiamo i politici, indipendentemente dall’appartenenza partitica essi sono solidali fra di loro e si coprono vicendevolmente, basti pensare allo scandalo delle autorizzazioni a procedere, regolarmente bocciate dal parlamento. Essi identificano il loro interesse personale nell’interesse della categoria e qualunque eccezione ad una prassi consolidata sarebbe pericolosa, perché rischierebbe di far saltare il sistema.
Ci sono numerose categorie forti, medici, avvocati, magistrati, giornalisti, che si proteggono con albi professionali e dove nessuno, nemmeno i più acerrimi nemici, si sogna di fare azioni che potrebbero sovvertire l’interesse della categoria.
Scendendo nella scala sociale le cose si complicano. Non si tratta più di difendere privilegi, ma diritti. Il numero delle persone sale in modo inversamente proporzionale alla loro possibilità di essere informate e dell’incisività dell’azione del singolo. L’elemento fondamentale qui non è più la conservazione dello status, ma l’ascesa sociale, cioè la sovversione dello status. È questo un elemento che porta alla competizione all’interno del gruppo e rompe il patto di comune interesse che crea l’aggregazione tra individui. Ecco perché associazioni che dovrebbero essere molto potenti, come ad esempio i sindacati dei lavoratori, hanno in realtà molto meno potere di piccole associazioni di professionisti. (cont)

Democrito ha detto...

A questo si aggiunge un altro problema, cioè che in ogni associazione vengono eletti dei rappresentanti. Per quanto possa essere prestigioso essere il rappresentante dell’associazione, ad esempio, dei giornalisti, questo non rappresenta un salto nella scala sociale. Il rappresentante dei giornalisti continuerà ad essere un giornalista e come rappresentante farà gli interessi dei giornalisti.
Discorso diverso scendendo nella scala sociale. I rappresentanti dei lavoratori, dal momento che sono eletti, sono equiparati ad altre categorie. Diventano dirigenti e, in caso di incarichi più importanti, diventano politici. Per loro si è compiuto il salto sociale e al tavolo delle trattative, inizieranno a pensare con i parametri della nuova appartenenza ed a scegliere in conformità.
Ecco come si arriva ad avere una massa di persone allo sbando ed un’oligarchia di persone che contano e decidono per tutti, sulla base dei propri interessi, che si identificano nella conservazione ed implementazione del sistema.
Ecco perché occorre un collante, qualcosa che unisca le persone invece che dividerle e che le faccia agire in una stessa direzione.
Ci vogliono anni, decenni forse, non si può improvvisare un cambiamento epocale.
Tutte le schifezze a cui ci hanno abituato, non sono altro che l’espressione di quanto nel piccolo succede nella vita della maggior parte di noi. La politica è marcia perché il popolo è marcio, come pensare che ad un tratto la gente trovi la collaborazione di cui ha bisogno?
Noi ce la caveremo? E perché mai dovremmo cavarcela? Cosa abbiamo di diverso? Noi e gli altri, ecco come si ripropongono di nuovo i meccanismi che hanno portato allo sfascio etico ed economico.

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

Sono d'accordo sul cosa fare, monete di scambio sotto forma di buoni, è un'ottima idea, solidarietà e rinascita del tessuto sociale, pure, e ancora il mettere a disposizione le proprie competenze per gli altri, QUESTA E' UNA STRADA DA PERCORRERE IMPORTANTE...
Aggiungo non comprare prodotti di un certo tipo, condurre una vita "alternativa" e boicottare tutto ciò che è possibile...
Ma contemporaneamente, secondo me, bisogna anche protestare e NON tanto per convincere il governo a cambiare idea su leggi, questo succede di rado nella storia di una repubblica, ma per dimostrare democraticamente e simbolicamente il proprio dissenso, perchè è naturale e giusto farlo, fosse solo un fatto di dignità personale fine a se stessa...
Consideriamo che i media sminuiscono sempre la portata delle manifestazioni e le agenzie il NUMERO DEI PARTECIPANTI, perchè gestire anche con la forza l'ordine pubblico è un problema gravoso, dispendioso che eviterebbero anche gli sbirri alla lunga... Non sarebbe produttivo avere un paese sempre nel kaos, il sistema si deve autoalimentare e non potrebbe permettersi di fermarsi se un'intera popolazione protestasse seriamente e bloccasse veramente tutta la produzione...

Se mi licenziano ingiustamente non è che me starò zitto, come minimo dirò la mia e combatterò per quanto mi è possibile, fosse solo una semplice reazione istintiva...
E' un pò come dire a una persona incazzata e nervosa di continuare a trattenersi ed essere sempre equilibrata e razionale anche se gli stanno sputando in faccia, dopo aver dato l'altra guancia un centinaio di volte, verrà da se che esploda e scenda in piazza, è anche fisiologico al di là che sia conveniente o no, strumentalizzabile o meno... Dopo un pò dovrai andare di corpo, non è umano alla lunga e in casi estremi, trattenere sempre tutto...

Il discorso, secondo me, è diverso nei fatti... Semmai è trovare una forma di protesta anche di piazza ma diversa e REALMENTE di massa su obiettivi specifici e vitali, evitando i girotondi e le minchiate varie, flashmob, ecc... Se per assurdo scendessero milioni di persone sulle strade, la situazione sarebbe ben differente, non potrebbero fare stragi collettive, e per quanto possa essere cospirazionista, ciò non sarebbe possibile tecnicamente e non certo perchè LORO siano di animo gentile, ma perchè l'allevamento va preservato per poi cibarsene, non possono in realtà permettersi il lusso di distruggere il loro sostentamento.
L'uso della forza sarebbe usato ma sempre fino a un certo punto e per loro convenienza tattica... Se veramente la gente non accettasse compromessi e se non fosse divisa ma cosciente e scendessimo me compreso, in 30 milioni per la no-tav, hai voglia manganellare tutti, in fondo le forze militari sono poche numericamente e l'europa per quanto fascista non potrebbe sempre offendere, invece reagisce perchè ci sono i soliti 4 sfigati da infiltrare o arrestare...

La piazza è anche una questione numerica, l'elite prende piede nel VUOTO lasciato da noi, e pochi fanno accettare le regole, per cui molti avranno paura, saranno divisi e preferiranno evitare di prendere manganellate, legittimamente, per carità, ma è sempre cosa buona capire la situazione RELATIVAMENTE DAL PUNTO DI VISTA DI CHI LA GUARDA...

Il problema, paradossalmente, è che se non serve a nulla la piazza, serve purtroppo ancora meno la NON piazza, anche perchè poi ci abitua culturalmente a non reagire MAI e se uno è messo alla frutta e gli rimane solo quello, non è nemmeno giusto non la usi... Accettando culturalmente il concetto di non MOSTRARE il proprio dissenso, ci offende in primis come dignità...
Se io conio una nuova moneta e ho ottimi propositi di realizzazione, ma le forze dell'ordine me lo impediscono perchè il governo non le accetta, cosa faccio??? Come faccio a non far nulla???
O facciamo i carbonari, che potrebbe essere una buona idea, ma se vorrò nel mio piccolo cambiare qualcosa trovando MURO nel sistema, non POTRO' in quel caso chiudermi in casa, sarebbe un'ulteriore resa...

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

QUESTO PER DIRE che le proposte dovrebbero andare di pari passo con le proteste, perlomeno in certi casi vitali o estremi, dai quali è inumano esimersi, come la perdita di un posto senza giusta causa, un ponte che non andrebbe fatto, la tav, l'acqua pubblica, sanità, asili nido, ecc...
SONO D'ACCORDO che molte proteste di piazza sono ridicole e assolutamente inutili se non controproducenti, ma su alcuni temi E' DOVERE MORALE in primis per la nostra dignità, scendere e rischiare...
Se domani il governo vara la pena di morte, cosa facciamo??? Io, fossi anche l'ultimo stronzo, scenderei... certo che se solo solo serve a un cazzo!!!
:-)

ESEMPIO... Se sono un palestinese al quale gli is-raeliani hanno tolto tutto, cosa diavolo faccio, mi lascio morire nel fango e nella monnezza senza manco l'acqua sotto i loro missili?? NOOO... Se devo morire comunque e difendere i miei figli, DOVRO' ANCHE A COSTO DELLA MIA VITA, sacrificarmi E COMBATTERE...
Dipende dalla prospettiva, dipende da tante cose e dal livello delle stesse...

ACCETTARE la forma mentis della non protesta e dell'"inerzia", diventa ALTRA forma di prigionia virtuale, senza manco bisogno della reazione militare, quindi ancora più invisibile e pericolosa, che poi diverrebbe valore negativo condiviso culturale di accettazione dello status quo...
Se paradossalmente NON AVESSERO PIU' BISOGNO delle forze dell'ordine, significherebbe che avremmo accettato qualsiasi cosa e metabolizzato lo stato di schiavo, QUESTO VOGLIONO... SECONDO LA MIA OPINIONE, loro culturalmente mirano proprio alla RASSEGNAZIONE, così ci controlleranno direttamente emozionalmente, lo STATO MILITARE E' UN PARAVENTO PER IMPORRE PROPRIO QUESTO MODELLO... :-)
Loro sicuramente hanno bisogno di militarizzare, ma non perchè lo vogliono IN ASSOLUTO, così per VEZZO... PERCHE' FA FIGO UNO STATO FASCISTA TECNOCRATICO, ma proprio per farci PAURA ed abituarci al terrore, è quello il vero scopo della centralizzazione... LA PAURA...PIU' CHE LA REAZIONE MILITARE FINE A SE STESSA, E' IL VERO SCOPO, BEN VENGA PER LORO NON AVERE BISOGNO DEL SISTEMA MILITARE, BASTEREBBE CHE TUTTI STIANO ZITTI IN CASA, DOPO AVER ACCETTATO IL POTERE COSTITUITO...
magari davanti alla playstation !!!

Per non essere più schiavi, secondo me, bisogna distruggere e costruire, sennò si costruisce una bella casetta all'interno di una città morta, che SERVE ANCOR MENO DELLA PIAZZA VIVA...
:-)

Giorgio Andretta ha detto...

Devo dedurre che il M5S è inutile?

Angelo Sanfilippo ha detto...

Lei ha cominciato la sua analisi dicendo: pochi giorni fa sono scesi i poliziotti in piazza in varie parti d'Italia. Dopo ha continuato con valutazioni assolutamente giuste.
Ho notato che nel come non reagire a messo come prima cosa da non fare è quella di scendere in piazza e manifestare.
Alle prime manifestazioni, fino ad oggi pacifiche, seguiranno infatti scontri di piazza, ove ovviamente lo scontro partirà da agenti dei corpi speciali infiltrati, travestiti da Black Block o da manifestanti normali, per scatenare il caos, come è avvenuto a Genova durante il G8 o l’anno scorso a Roma.
Allora io mi chiedo, per una manifestazione,trasformarsi in guerriglia c'è bisogno di infiltrati, e della polizia che risponde a queste provocazioni.
Basterebbe che i polizziotti riflettessero che non sempre ubbidire e la cosa giusta, si potrebbe fare unpasso avanti. Perché il potere che ha il governo gli è in parte conferito dai tutori dell'ordine. Però prima dovremmo metterci d'accordo sulla definizione di ordine.

ZN ha detto...

MdD, dici che basterebbe che tutti stiano zitti in casa, dopo aver accettato il potere costituito, magari davanti alla playstation...
Beh, guarda che è già così! E se non si sta davanti alla playstation si sta davanti alla tivù, davanti al pi ci, davanti al ferro da stiro, alla lavatrice, all’ipHone... Ha ragione Solange e Paolo, scendere in piazza equivale a fare il loro gioco, oltre a giustificarlo ed alimentarlo. L’energia fluisce verso dove è concentrata l’attenzione. Quindi, protestare attraverso scioperi o manifestazioni di piazza equivale a NUTRIRE non la tua ma la LORO potenza, il loro intento, il loro volere. Strade e piazze appartengono a loro, non a te.

E non è vero che la gente viene “abituata culturalmente a non reagire”. Piuttosto è vero il contrario. Essi operano proprio attraverso la PREVEDIBILITA’ della re-azione. Occorre AGIRE, non RE-agire. Occorre essere PRO-ATTIVI, non RE-attivi. Ma se non sai chi o cosa sei, dove ti trovi, da dove vieni e dove vai, non potrai agire, essere proattivo. Potrai soltanto reagire istintivamente agli stimoli, dolorosi o piacevoli che siano. Mentre se conosci te stesso sai anche da dove vieni, dove ti trovi e dove VUOI andare. Quindi inizi ad AGIRE di conseguenza, ad essere PROATTIVO. E nessuno potrà fermarti, a patto che non venga mai meno la tua FIDUCIA, fiducia assoluta in ciò che sai di essere, indipendentemente dal giudizio altrui, anche se fosse quello del mondo intero. Allora, metaforicamente, non solo cammineresti sull’acqua, ma cammineresti anche attraverso l’acqua, il fuoco, la terra, l’aria, l’etere. Né potrebbe fermarti la morte... che, eventualmente, sopravverrebbe soltanto nel caso iniziassi nuovamente a dubitare, a tentennare, a reagire alla paura.

Se non conosci te stesso non puoi sapere dove andare, come agire o non agire. Allora cercherai qualcuno che ti guidi, che ti dica cosa fare o non fare, che ti indichi dove andare e dove non andare, come essere o non essere... e la tua guida potrà essere qualsiasi cosa, un’ideologia, un partito politico, un movimento culturale, una corrente artistica, un guru, un prete, un insegnante, un libro, uno scrittore, un film, un regista, un attore, un cantante, un calciatore, l’astrologia, l’esoterismo, l’alchimia, l’ansia, la depressione, una malattia, un maestro... una qualsiasi cosa che ti ispiri un minimo di fiducia, sicurezza, tranquillità. In ogni caso vivrai attraverso un FALSO CENTRO, un falso equilibrio, una falsa identità. Non realizzerai mai nulla di REALE. Continuerai a sopravvivere, a trascinarti nell’esistenza come un mendicante, ma non conoscerai mai il tuo vero volto, il tuo vero essere, la tua unicità ed autenticità. Sarai sempre punto e a capo. Frustrato e infelice. Morto.

Ciò che propone Franceschetti in questo suo post, l’esodo dalle città verso una comunità campestre solidale, per quanto possa sembrare una valida ed auspicabile soluzione (d’emergenza?), in realtà sarebbe soltanto un regredire, un battere in ritirata, un ritornare a posizioni già vissute in passato che, se anche si realizzasse (ma non credo proprio), comunque dopo qualche tempo ricreerebbe inevitabilmente la stessa (ma più probabile peggiore) situazione di oggi. In ogni caso anche questa sarebbe una REAZIONE, anche se APPARENTEMENTE più pacifica.

No, secondo me, è inutile fuggire altrove sperando di trovare o di creare ciò che non si è mai riusciti a trovare o a creare neanche all’interno di un solo condominio, non dico quartiere intero. E’ simile al discorso del ricercatore che per realizzare lo stato meditativo fugge dal caos in cui vive rifugiandosi in una grotta o su una cima di montagna... no, non è così che funziona. Non è sfuggendo al caos che trovi l’ordine. Ma accogliendo e vivendo il caos per quello che è. Perché soltanto nel e attraverso il caos è possibile realizzare il proprio Centro. Senza il quale nessun equilibri è possibile.

Anonimo ha detto...

Ma come mai nessuno "consiglia" una bella rivoluzione fiscale? Che tutti gli italiani si astengano dal presentare la dichiarazione dei redditi, dal pagare IMU ecc, prima svuotando i conti correnti, chiaramente.
babyblue

pietro villari ha detto...

Paolo, per correttezza ti informo che stamattina ho postato su "EreticaMente" il mio ultimo commento al tuo post su Crocetta (138-139). Presumo che la cosa non ti infastidisca, nel caso fammi sapere. Cordialmente.

Freeanimals ha detto...

Bell’articolo, Franceschetti, ma per favore non accomuni i ristoranti vegetariani, groenlandesi o d’altre parti, con i pescatori di granchi di Kiribati e gli apicoltori sloveni giacché, anche se ho capito il senso generale, è meglio non banalizzare il discorso dell’alimentazione etica con temi che dal nostro punto di vista di occidentali sono del tutto insignificanti.
E poi, non è saggio offrire combustibile ai già numerosi detrattori dell’alimentazione cruelty free, che imperversano sui siti di controinformazione quasi con la stessa consistenza numerica di coloro che frequentano quelli mainstream.

Anche il buon Massimo Mazzucco parlava dei “ferrovieri finlandesi” e diceva che su Luogo Comune non si parla di “migrazioni di coleotteri”, ma questo lascia intendere che parlare di animali - e soprattutto dei rapporti uomo-animali - sia un tema superfluo, inutile e salottiero.

Non vorrei che anche con i “ristoranti vegetariani della Groenlandia” si adombrasse manicheisticamente la stessa presunta discriminazione discutibile e stantia tra argomenti seri (lo sfascio dell’Italia) e argomenti non seri (l’alimentazione vegetariana).

Grazie della comprensione.

gmollavv ha detto...

...in pratica la filosofia di Arcipelago Scec...

Anna ha detto...

Caro Paolo, il tuo articolo mi e' piaciuto moltissimo, specie queste due parti:

"Una frase che in questi anni mi è rimasta in mente è questa: per chi vive in montagna o in campagna, dei prodotti quotidiani della propria terra, che al governo centrale ci sia una dittatura o una democrazia non cambia assolutamente nulla. La dittatura non può cambiare l’anima delle persone, i propri pensieri e le proprie emozioni; la dittatura può preoccupare unicamente coloro che misurano la loro felicità dalla quantità di beni che hanno."

Hai perfettamente ragione, e l'ho capito personalmente nel momento stesso in cui mi sono trasferita in campagna con le persone che amo e alle quali mi lega un profondo vincolo di solidarieta' e aiuto reciproco, sempre e per qualunque cosa.
Nessun governo potra' mai cambiare chi sono e il mio ruolo su questo pianeta; facciano davvero quello che vogliono, io faccio cio' che posso per la mia famiglia e la mia comunita', finche' ho vita terrena. Sopravvivero' con poco e vivro' ancora meglio, lo faccio gia'.

L'altro tuo passaggio:
"In conclusione:
Il governo vuole che noi manifestiamo. E noi non dobbiamo manifestare.
Il governo vuole che noi ci riduciamo alla disperazione. E noi ci rimbocchiamo le maniche e scopriamo il gusto della solidarietà.
Il governo vuole affamarci. E noi mangeremo lo stesso, in modo diverso, con abitudini diverse, ma mangeremo."

Esattamente. Una cosa positiva, una delle tante portata dalla crisi e' stato l'aumentare dei prodotti alimentari a km 0, la maggiore attenzione a cio' che si mangia e a cio' che si usa per la cura del corpo (i cosiddetti prodotti eco bio che io mi faccio in casa, ad esempio), al non sprecare nulla riciclando, riutilizzando, barattando, al non voler piu' essere succubi del consumismo sfrenato. Ma queste sono cose che dovrebbero essere portate avanti sempre, non solo qualora vi sia una crisi economica.

Dici bene, mangeremo comunque. Alla fine si arrivera', si dovra' arrivare dappertutto a comunita' o comitati di solidarieta' che sfamino intere comunita' attraverso la messa a disposizione di ciascuno di noi delle risorse che ha e che puo' portare, per il bene comune, e ognuno fara' il suo per tutti.
Se cosi' non sara', che ci sia Monti o Pinco Pallino al governo, l'umanita', gli Italiani, sono destinati alla fine totale, e non credo sia questo che vogliono.

Guido Mastrobuono ha detto...

Finalmente qualcuno che ha capito che, per far traballare l'impero, bisogna ribaltare il tavolo ed aggredirlo nel suo punto debole: l'assenza di senso.

La ringrazio di aver condiviso questa intelligente analisi.

Guido Mastrobuono - http://www.delusidalbamboo.org

piro ha detto...

caro grey wolf mi piacerebbe tanto ke monti fosse sl un pover idiota...nn sai cm lo vorrei...

Anonimo ha detto...

http://www.roberto.info/2012/09/27/mario-monti-innocente-colpevole/

Anonimo ha detto...

@ tutti
a chiacchieroni smettete di "masturbarvi" dietro ai pc e cacciate i soldi

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=490

jenseits ha detto...

E' quello che penso da sempre, ma a un popolo latino come quello italiano piace da morire scendere in piazza come pecore teleguidate con fischietti, sciarpe e bandiere.

Anonimo ha detto...

puff...puff...tranne poche eccezioni, che puzza di sepolcri imbiancati tra i commenti, da un post all'altro.
SPU(to)DORATI! :)

Vanagloria (per i link che, giustamente, condurranno a questo bel post)

(Tutti avanti...nella foto, eh?
Dite ciiiiiissssss)

shanzeron ha detto...

L'obiettivo è quello di bloccare in tutti i modi il risveglio spirituale dell'uomo.

Ci hanno fatto credere che la nostra vita è solo fisica, fatta di cellulari, auto e dei soli cinque sensi. Impareremo piano piano che siamo molto, molto di più. L'uomo non ha limiti. Per quello vogliono bloccare in tutti i modi il risveglio, abbassando le nostre vibrazioni con la miseria, le paure e facendoci guardare in cagnesco.

Loro stessi sono vittime del sistema, e anche chi è ai vertici del sistema è paradossalmente vittima di se stesso.
Nulla può fermare il nostro risveglio.

Ri-guardatevi il film Matrix, in quella pellicola ci sono molte rivelazioni sull'uomo, alla fine il protagonista, Neo, trova la consapevolezza e sconfigge i guardiani del sistema.
Buona vita e buon risveglio a tutti.

Anonimo ha detto...

Ho letto tanti commenti interessanti ( persino quelli di Demo, di ZN e di Anna......Andretta, come d' abitudine non ha nulla da dire ! ). Ma tutti, secondo me, offrono verità e soluzioni PARZIALI. Quello di MDD mi è parso il più completo nella sua esposizione, ma la soluzione di Paolo rimane, a mio giudizio, la più PRODUTTIVA e, per quanto anche questa di difficile realizzazione, l' unica fattibile e costruttiva, nel senso che oltre ad offrire soluzioni pratiche darebbe luogo alla creazione di quel collante ( di cui scrive Demo ) così FONDAMENTALE per unire ciò che è stato SEPARATO.
Perchè il punto PRINCIPALE, la PRIORITA', sta proprio in questo: "UNIRE CIO' CHE "LORO" HANNO DIVISO".

Quindi, fintantoché non si trovi la maniera di UNIRSI non ci saranno soluzioni RISOLUTIVE....e questo è poco ma SICURO ! ! !

Ora, se ci s' ILLUDE di vedere questo progetto concrettizzarsi nell' immediato, poichè occorrerà MOLTO tempo, si rimarra DELUSI.
Ma se lotteremo per la sua messa in opera, duri quel che duri, non solo avremo capito il senso di "EMPATIA UMANA" ( e TANTE IMPORTANTISSIME altre cose ) ma raccoglieremo anche qualche frutto man mano che costruiremo questo GIUSTO cammino.

Il pericolo che scrive MDD è VERO se ogn' uno, o ogni famiglia, separatamente dagli altri, cercherà di salvare solo se stessa; ma se invece si uniranno in COMUNITA' nascerà AUTOMATICAMENTE quel COLLANTE fatto di DIALOGO, di SOLIDARIETA', dalla scoperta di essere SIMILI e.... di avere un NEMICO in comune da ABBATTERE.


Esporsi a soluzioni che non tengano conto della realtà, ossia di un sistema MOSTRUOSO forte di millenni di potere, composto da PSICOPATICI FURBISSIMI e capaci di "qualsiasi" CRIMINE pur di mantenere i propri privilegi, è FALLIMENTARE, quindi INUTILE e SCIOCCO......

"NOI SEPARATI" siamo l' UNICA fonte ENERGETICA di mantenimento che posseggono. Va da sè che UNIRSI è l UNICA SOLUZIONE, la SOLA MANIERA di sottrarre loro questa energia.

Lilith

Anonimo ha detto...

Voglio solo aggiungere che, dopo aver partecipato a TANTISSIME manifestazioni ( in cui ho RISCHIATO molto, inutilmente ! ), sarò disposta a scendere in piazza SOLO quando saremo MILIONI di persone munite di CONSAPEVOLEZZA e di CANNONI, altrimenti.....non contate su di me ! ! !

Nel frattempo uso la sola ARMA a mia disposizione: Il contagio della VERITA' attraveso il linguaggio verbale e fisico.

Parole e gesti posseggono una POTENTISSIMA FORZA: il sistema li ha utilizzati, e li utizza, ( sono CRIMINALI ma non SCEMI ! ) per trasformare gli esseri umani, una volta sani e vitali, in poveri disgraziati, in malati e solitari infelici: ebbene, cosciente di questa FORZA, io la utilizzo per il fine OPPOSTO. Questo è tutto !
AMEN

Lilith

Anonimo ha detto...

@ Anonimo 19:52.


Aspetta solo un momento che non sono bene inquadrata.....eccomi.....ciiiiiissssss

Ciapa lì.....hai visto che carina?

Kurt ha detto...

Insomma nel Medioevo non è che gli abitanti delle campagne se la passassero molto bene, sottoposti a continue razzie di eserciti, bande di predoni e di briganti. Per questo nacquero i castelli e la vita di corte.

Bigio ha detto...

Bellissimo articolo. Aggiungerei un altro consiglio minore, compratevi un quaderno e scrivete a mano, altrimenti non resterà niente.

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

Volevo chiedere a Paolo o a Stefania se posso ascoltare il suo passaggio radiofonico di venerdì 9 novembre...
Me lo sono perso perchè ero fuori casa, è già in rete?
Ho aperto i link delle radio ma non ho trovato nessun archivio o possibilità di ascoltarlo...

Grazie, ciao :-)

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

ZN DICE..
@Quindi, protestare attraverso scioperi o manifestazioni di piazza equivale a NUTRIRE non la tua ma la LORO potenza, il loro intento, il loro volere. Strade e piazze appartengono a loro, non a te.

-Conosco oramai come la pensi e immaginavo una risposta simile...
OVVIAMENTE, NON SONO D'ACCORDO...
;-)
Tu dici giustamente che STRADE E PIAZZE APPARTENGONO A LORO...
INFATTI, è qui la GROSSA contraddizione...:-)
Appartengono a LORO non a caso e sai perchè? Perchè il popolo è sempre stato diviso dalle religioni e dal capitale padronale, perchè è stato abituato a percepirsi SCHIAVO e ad accettare il SISTEMA, a credere che le città non fossero loro, E' APPUNTO UNA QUESTIONE DI MERA PERCEZIONE...

Nel mio post parlavo di VUOTO, NON A CASO, che noi abbiamo lasciato e che LORO si sono presi, ed hanno fatto bene dal LORO punto di vista.
Le strade e le piazze sono LORO, per questo banale motivo, perchè la GENTE pensa sia naturale avere qualcuno che le sta sopra la testa, poi non ha coscienza di classe, questo terrribbbile termine considerato obsoleto e poco trendy nel mondo complottaro interniano post-newage...

Il problema è tutto qui, accettare che qualcuno, pochi, si sia preso il territorio e considerare TUTTO CIO', NATURALE... Invece BASTA RIPRENDERSELO, oppure si può scegliere anche di contemplare la propria illusoria pace dei sensi, chiusi nelle 4 mura domestiche, addomesticati e fintamente liberi...

Anche ICKE dice queste cazzate sull'argomento e infatti dissento FORTEMENTE DA LUI, riguardo questa sua posizione che è peggio dei RETTILIANI...
Io invece, ti porto esempi pratici, EMPIRICI, reali, di proteste dal basso funzionanti...
ASCOLTA...:-)

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

segue...
ESEMPIO: Nella nostra Cooperativa sociale, noi ANZIANI, ci siamo messi in cassintegrazione a turno per salvare il posto di lavoro di nostri colleghi e colleghe assunti da pochi anni che sarebbero stati licenziati per i tagli del governo Berlusconi alla sanità che molti si sono scordati, ora con Monti che sta solo proseguendo l'agenda...
Abbiamo lottato contro la sanità EMILIA ROMAGNA in mano alla mafia del PD, carrozzone PIENO DI DEBITI, anche se qualitativamente meglio del resto d'Italia, abbiamo manifestato con L'USB, abbiamo rotto il cazzo, denunciato persone, ci hanno minacciato, hanno cercato di diverderci, ma siamo stati uniti e contro OGNI PREVISIONE, abbiamo stravinto. Oltre alla CASSA c'erano in ballo rette per malati e tante altre cose, come l'assunzione a fine cassintegrazione in altre sedi consorziali dei colleghi colpiti, che solo l'estrema sinistra sindacale e non certo la borghese CGIL, DIFENDE NELLA SOLITUDINE ANCOR OGGI, NONOSTANTE GLI SPUTI e le critiche da parte di tutti, sinistra compresa... E solo grazie alla nostra TENACIA, RE-ATTIVITA', ma anche PRO-ATTIVITA' SE VUOI :-)... L'ABBIAMO SPUNTATA ALLA GRANDE, il tutto in questo periodo di crisi, IL CHE NON E' ROBA DA POCO...



C'ERA CHI FACEVA discorsi qualunquisti sull'inutilità della nostra azione, dicevano che saremmo stati divisi, che erano troppo forti i poteri che andavamo a cozzare, INVECE, NEL NOSTRO UMILISSIMO PICCOLO, abbiamo vinto, ci siamo ripresi i diritti eabbiamo dato l'esempio ad altre realtà...

Questo banale esempio REALE, lo puoi appliccare ovunque, noi siamo avvantaggiati perchè siamo quasi tutti i colleghi amici e culturalmente vicini, direi assonanti, una setta carbonara... Seguiamo il FLUIDO, come direbbe REICH, mentre talvolta purtroppo i lavoratori sono divisi ed ecco il MARCHIONNE DI TURNO CHE SI RIPRENDE LA PIAZZA O LA STRADA, ovvero i diritti e fa bene se ha davanti dei coglioni impauriti...

MEMENTO MORI... MEMENTO MORI!!!
I diritti che anche tu usufruisci, sono il concorso dell'azione di gente che a suo tempo ha lottato e ha dato anche la vita, i tuoi diritti esistono grazie e solo a LORO... Grazie a gente che non pensava fosse inutile la piazza...

La piazza di oggi, dopo 30 anni di RI-EDUCAZIONE PICCOLO BORGHESE SCISSORIA mediatica, è molto naif e sono pochi gli esempi da prendere, ma questo purtroppo proprio grazie al fatto che la gente ha lasciato che LORO si RI-prendessero tutto, evitando lo scontro...

UCCIDERE METAFORICAMENTE IL PADRE, è anche accettare la lotta contro il sistema gerontocratico, purchè ciò abbia obiettivi validi e razionali, la crescita spirituale la pratichi non contemplando la tua proiezione metapsichica preferita, ma SACRIFICANDOTI, SPORCANDOTI LE MANI...
NON CI SONO ROSE SENZA SPINE...!!!
OVVIO CHE DEVI COGLIERE QUELLE PIU' BELLE E CHE SIA GIUSTO COGLIERE...BISOGNA SAPER SCEGLIERE, MA PER FARLO DEVI UCCIDERE METAFORICAMENTE IL BABBO...

E' molto semplice e banale, basta crederci e volerle le cose...
VOLLI, VOLLI, FORTISSIMAMENTE VOLLI...
:-)

barbaranotav ha detto...

Ciao Paolo,
analisi largamente condivisibile..

Manifestare non è inutile, dipende da come lo si intende fare. Spesso molte manifesazioni nascono per fare propaganda elettorale, spesso vengono strumentalizzate ed infiltrate per buttarla in caciara.
Ma, se fossero spontanee, cosa che il più delle volte non sono causa nono infiltrati black block ma politicanti stessi, potrebbero NUOCERE. E' quello che si vuole evitare. Pensa se davvero la gente entrasse in parlamento e li buttasse fuori a pedate. Pensa se le banche venissero boicottate seriamente...tra l'altro può essere fatta anche pacificamente...cmq dipende...

A proposito di chi si chiedeva della Val Susa, beh vi sono proprio soggetti legati ai partiti che a seconda della convenienza spingono a fare iniziative ed altre le tirano a freno....

Alcune delle misure che suggerisci, se temporanee possono anche andar bene, riguardo alla gratuità del lavoro a fronte delle tasse per esempio. O campare di beneficenza. Così non sei una minaccia per il potere e non è nemmeno dignitoso perché significa che, una volta che hai concesso che il governo ti abbia espropriato di tutto, ti sottometti ed è il contrario di reagire. Praticamente sembra che tu suggerisca di "tirare a campare" di accattonaggio. Se così fosse, che utilità avrebbe? Sicuramente per un regime sarebbe l'ideale, dopo averti espropriato di tutto, cosa vuoi che importi loro se campi di elemosina o ti togli la vita? Bisogna fare in modo che importi al governo, che se affamano noi non pensino di campare loro.

Anonimo ha detto...

Interessante avvocato Franceshetti, tranne la stronzata (non si offenda) sulle monete locali.
Qualcuno ha detto che ultimamente tutti sembrano diventati esperti di economia. E' vero, basta la parola complotto e grandi banchieri e tutti pensano di aver capito tutto.
Se mi permette un suggerimento, perchè è importante che un divulgatore come lei sappia di cosa parla per non generare nuove confusioni, dovrebbe studiarsi un pò il "bitcoin". Non è semplicissimo da capire, bisogna perderci un pò di tempo sopra per comprenderne in pieno la portata rivoluzionaria di questa invenzione che al momento è davvero l'unica moneta che potrebbe liberare la gente dalla schiavitù. Cosa purtroppo non possibile e soltanto illusoria con le tanto decantate monete locali che non fanno paura a nessuno.
Consiglio a tutti di approfondire nonostante la non immediatezza dell'argomento; per cominciare suggerisco:
http://ilporticodipinto.it/content/bitcoin-%C3%A8-il-wikileaks-delle-politiche-monetarie
http://ilporticodipinto.it/content/bitcoin-faq-le-domande-e-risposte-pi%C3%B9-comuni
http://ilporticodipinto.it/content/bitcoin-una-moneta-online-che-sfida-banche-e-governi
http://ilporticodipinto.it/content/bitcoin-come-oro-meglio-dell-oro
Poi per comprendere bisognerebbe scendere sul tecnico e qui le cose diventano più difficili ma non per questo meno interessanti:
http://ilporticodipinto.it/content/il-funzionamento-di-bitcoin-i-concetti-di-base
http://ilporticodipinto.it/content/il-funzionamento-di-bitcoin-ii-prove-e-conoscenza-comune
Ho postato tutti i link da questo sito che ha fatto un'ottima informazione in merito ma per chi vuole poi andare più a fondo, gli basterà digitare bitcoin su google; i siti anche in lingua inglese sono molti.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Riassumendo:TUTTI X UNO E UNO X TUTTI.

Notizie flash:sul versante tecnologia
Keshe,il gruppo italiano che si e interessato di ciò aprirà un Webmaster,su indicazione dell ingegnere Keshe x divulgare la sua totale tecnologia,questa e un ottima notizia x poter apprendere tante cose su ciò e poterle sperimentare,tutto sara tradotto in Italiano,bisogna avere un po di pazienza,comincio ad essere fiducioso.

GRAZIE & CIAO.

Democrito ha detto...

Ancora una volta la discussione sbarella in un binario morto, con posizioni del tutto marginali che vengono difese a seconda dell’ideologia del disputante. Se queste sono le premesse, buona notte ai suonatori.
Piazza si, piazza no. Campagna si, campagna no, campagna forse. Irrilevante.
Tu MDD hai portato un esempio molto poco calzante, perché se hai ottenuto un risultato (di tutto rispetto), non è perché sei sceso in piazza a manifestare, ma perché hai messo in atto una strategia vincente contro un’emergenza. Emergenza diversa, strategia diversa.
Però come tu stesso ammetti, occorre risvegliare nelle persone la coscienza di classe, il grande mito inseguito per oltre un secolo e mai realizzato. Perché si pensa che sia un termine obsoleto? Perché ci hanno provato in tanti e non ha funzionato. I motivi penso di averli spiegati abbondantemente nel commento precedente. Rileggiteli.
Ma poi, che la gente occupi le piazze, oppure no, cosa cambia? La cosa importante sarebbe che la gente avesse voglia e motivazioni per lottare, per rialzare la testa, per voler davvero vincere e non solo dar sfogo alla rabbia, per poi ritornare nei ranghi. Occorre superare la mentalità da stadio e le conseguenti avverse tifoserie. Occorre soprattutto dare delle motivazioni ideologiche forti, in cui la gente si possa identificare, che riescano a far superare il vuoto attuale.
La carriera, i soldi, il successo, il potere, sono solo ideologia. Tutti li ricercano perché sono stati assimilati in profondità ed è oggi naturale per le persone ragionare in questi termini. Finché sussiste questa mentalità, questa ideologia dominante, non c’è azione che tenga.
La vita in campagna è la stessa cosa. Perché mai i contadini dovrebbero manifestare una solidarietà, che non hanno mai manifestato nel corso dei secoli? Ci sono più cause civili, che prima si risolvevano a schioppettate, per banali questioni di confine, che coltivatori. Il mondo contadino è l’apoteosi della divisione tra famiglie, di lotte intestine e del senso più esasperato della proprietà. Il valore dominante è sempre stato la rrobbba.
Come già detto tempo fa, quando milioni di persone affamate si riverseranno nelle campagne, i contadini le accoglieranno a fucilate, ma siccome il loro numero è immensamente inferiore, soccomberanno e verranno massacrati dalle bande dei cannibali. Realisticamente, questo mi sembra uno scenario più probabile di quello descritto, se non altro perché già verificatosi più e più volte.
Occorre prima cambiare la mentalità, i valori di riferimento, la cultura delle persone e lavorarci sodo per anni.
Ce la caveremo? No, noi non ce la caveremo, ma se lavoriamo bene forse se la caveranno i nostri nipoti.
Fatevi un test, siete disposti a non cavarvela affatto, anzi di rinunciare a quel poco che avete e rimetterci di persona, a vantaggio di persone che nemmeno conoscete, perché non sono ancora nate?
Siete disposti ad una vita di disagi, pur di portare avanti quello in cui siete convinti, sapendo in anticipo che non ne ricaverete nessun vantaggio, ma al contrario solo rogne?
Mi raccomando, nella realizzazione del test, non nascondetevi dietro il dito della reincarnazione, con conseguente buon karma da spendere nella prossima vita. Non sapete se è vero (ed è molto probabile che non lo sia). Pensate invece che dopo la morte non vi sia nulla e che quello che fate rimane qui a beneficio di altri, ma non vostro.
Ovviamente non occorre rendere pubblico il risultato del test, ma se siete onesti vi darà la misura del lavoro da compiere. Un lavoro enorme, milioni di persone che si muovono sull’onda dell’interesse collettivo, perché identificano in quello il loro interesse individuale, e non parlo solo di interessi economici.

Democrito ha detto...

PS.
penso che la massoneria abbia conquistato il mondo perchè composta da uomini che avevano rinunciato a se stessi. erano monaci e guerrieri e credevano in qualcosa di superiore, per importanza, alla loro stessa vita. non chiedevano riconoscimenti e premi. il loro premio era poter esserci. questa era secondo me la loro grande forza. se non si ha un'arma del genere, meglio non mettercisi neanche. sarebbe come attaccare un panzer con le pietre.

Anonimo ha detto...

1. Astensione fino al 99%
2. Opposte fazioni di Neonazi e
Gay-Punk che ci riportano agli
anni '60
3. Truppe delle Nazioni Unite ad
instaurare un periodo di terrore
4. (Sat)Anu, l'Annunako caduto da
Tiamat, si presenta assiso sul
Monte Sion.
5. PAX JUDAICA

In Fede, Omonimo.

ZN ha detto...

Non scendere in piazza a protestare, mio caro MdD, non vuol dire affatto – come dici tu – che a questo si preferisca “contemplare la propria illusoria pace dei sensi, chiusi nelle 4 mura domestiche, addomesticati e fintamente liberi...” (anche se ciò, dal punto di vista dello zen, sarebbe sicuramente preferibile). No, non ho affatto detto questo, questo è solo una tua superficiale e convenevole interpretazione di quello che ho scritto. Secondo te, allo scendere in piazza, l’unica alternativa è questa? Secondo me no. Ce ne sono molte di più, tante quante sono le persone in questo mondo. Ognuno deve trovare la propria soluzione, la propria realizzazione, il proprio volere, il proprio equilibrio, la propria verità, mettendo in gioco (in comune) il proprio Talento, la propria Unicità, la propria Creatività.
Vedi? Anche tu, come loro, proponi un pensiero UNICO per TUTTI, alternativo, certo, ma pur sempre di PENSIERO UNICO si tratta: scendere in piazza, ribellarsi al sistema, pretendere i propri diritti costituzionali in difesa del lavoro, ovvero della schiavitù. Io invece sostengo che l’unica vera ribellione è quella contro se stessi, contro ciò che si CREDE di essere, contro il proprio falso padrone che tenta di sopprimere e dominare l’Essere, ovvero l’ego. Idem riguardo alla rivoluzione. L’unica rivoluzione davvero valida ed efficace, definitiva, è quella che avviene e si compie dentro se stessi, così come la vera alchimia riguarda la trasformazione del proprio mondo interiore, del proprio essere e sentire...
Tu dici di conoscere ormai come la penso. Io invece ti rispondo che finché non sarai in grado di fermare VOLONTARIAMENTE il flusso dei tuoi pensieri, di far sorgere naturalmente e spontaneamente il Silenzio nella tua Mente, non potrai mai in alcun modo sapere realmente come la “penso”. Né puoi dedurlo da quello che scrivo... piuttosto potresti dedurlo da quello che NON scrivo.

“La realtà dell’altro non è in ciò che egli ti rivela, ma in ciò che non riesce a rivelarti. Perciò se vuoi capire l’altro non dare ascolto a ciò che dice, ma piuttosto a ciò che egli non dice.” Kahlil Gibran

_________________________________


In futuro, se le cose andranno per il verso giusto, la vita familiare sarà sostituita da quella comunitaria, decisamente per tutti più ricca e salutare sotto tutti i punti di vista. La famiglia ha ormai fatto il suo tempo. E’ stata utile, importante, protettiva. Ma ora non lo è più. Da cellula sana ed indispensabile è diventata cellula cancerogena, fonte di malessere, egoismo, indifferenza, sfrenato consumismo. La famiglia non va risanata, riportata al suo antico splendore (cosa tra l’altro impossibile), ma semplicemente trascesa, ovvero allargata in stato comunitario. Ma ciò sarà possibile soltanto se, innanzitutto, ogni singola persona, ogni componente familiare inizierà a comprendere profondamente che solo stando bene con se stesso - in quanto individuo e cittadino del mondo e indipendentemente da tutto - potrà far stare bene parimenti anche tutti gli altri. Quindi non si tratta di rinunciare alla propria famiglia, al contrario si tratta di fare del mondo intero la propria Famiglia.

Giuditta ha detto...

"Preppers" o "Survivalists", si preparano ad un'improvvisa interruzione di tutti i servizi essenziali:
http://channel.nationalgeographic.com/channel/doomsday-preppers/articles/how-scoring-works/

Anonimo ha detto...

Qualche notizia su Enrico Mattei data da Benito Livigni, suo assistente personale all'epoca dei fattacci:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=53742

conviene guardarsi direttamente i video su YouTube:

http://www.youtube.com/watch?v=81gNtkDuZEs&feature=bf_prev&list=PL6C3C60579347C349

Non seguo le vostre diatribe, però ZN sulla famiglia ha perfettamente ragione.

Anonimo ha detto...

@Anonimo delle 8.59
caro mi sa che il disinformato sei te: www.arcipelgoscec.net dietro a loro ci sono avvocati, commercialisti, amici personali del compianto Auriti. Per favore un po' di onesta intelletuale.

Ulisse ha detto...

Non si può paragonare la val di susa con il sistema oligarchico generale,sono d'accordo con le soluzioni purtroppo c'è ancora poca consapevolezza di cosa sia davvero il sistema un cui siamo, dovremo chiederci a che punto siamo arrivati a forza di manifestare e di scontrarci per le strade.

Grey Wolf ha detto...

Commento un commento di MDD per cogliere al volo l'occasione di criticare Paolo e il blog.

Francescetti è uguale a Icke? Si giusto.

La loro equivalenza sta sia nella modalità di esposizione del "sistema", sia nelle soluzioni.

Entrambi i nostri in definitiva buttano lì una montagna di informazioni non coerenti e confuse , senza dare una definizione chiara del quadro generale e soprattutto senza distinguere e spiegare le varie fazioni in lotta tra loro , ciò che le accomuna e quello che invece le distingue. Perchè è solamente dalle dinamiche dei vari gruppi di potere in contrasto tra loro. ma sempre alleati per il perseguimento di determinati protocolli, che si può capire qualcosa.

Le soluzioni ickiane e franceschettiane sono le medesime : non fare un emerito cazzo.
Icke dice di concentraci sull'energia cosmica dell'amore , della autocoscienza , della elevazione dell'anima a superiori livelli vibrazionali ed altre (peraltro pure vere) menate spirituali new-age. Sai che paura ne hanno i rettiliani, che secondo lui si pappano un bambino a pranzo ed uno a cena dal 3000 avanti Cristo.

Mentre il nostro Paolone dopo aver sheckerato a capocchia rosa croce + rose rosse + templari + mostri di firenze e paoli ferraro e davidi gramiccioli , sparando carciofate viterbesi su cristianesimo e buddismo, diventa nientedimenoche (pensate che pericolo mortale per le sette sataniche ) il difensore delle Bestie di Satana !
E naturalmente contro Monti il franceschetti-pensiero consiglia di mettersi proni a 90°, pero tutti insieme in una bella comunità buddisto-newage, magari chiamiamo pure Icke così ci fa elevare un pò il livello energetico mentre il MWO ce lo apre con il cric. per carità non andate nelle piazze che disturbiamo Super-Mario.

Paolo stai attento che ora sì che ti sabotano la moto, sei diventato veramente un pericolone per loro.

:-)
GW

Anonimo ha detto...

Paolo Franceschetti ha ragione:
1 sana economia e' fondata su AGRICOLTURA!!!!

Anonimo ha detto...

Signor franceschetti, ma quale unione e unione, che solo per il derby tra roma e lazio si sono scassati di mazzate ! Ma ha mai fatto un giro tra i forum o i siti di videogames ? Si fa la guerra per le consolle, tipo la play station e' migliore della xbox, tu non vali un cazzo oppure quel videogioco fa schifo di conseguenza tu e il mio e' migliore ecc. ecc. Provi a vedere cosa scrivono e pensano gli uomini del domani, hanno pure messo i voti ai commenti, cioe' pollice in su o pollice in giu' ad un determinato commento,quindi si insegna neanche piu' a rispettare il commento altrui, gli si mettono i commenti negativi e buonanotte. Sono Cyborg caro paolo, ma questa e' una fetta di una torta rancida piu' grande. Beato lei che e' ottimista. Antonio

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

Ma per quale motivo hanno creato la polizia europea con poteri maggiori rispetto a quella attuale???
Se non avessero paura delle manifestazioni di massa, e non parlo di piccole scorribande inutili di partito con tanto di bandierine, avrebbero disarmato le forze dell'ordine, non ce ne sarebbe più bisogno, farebbero quello che già fanno, senza nessun problema...

INVECE NO, potenziano le milizie, fanno leggi per rendere la piazza illegale, e leggo in solitudine che sarebbe sbagliato manifestare... Ma se è così inutile, perchè si sbattono tanto a creare eserciti più forti???
Se fosse inutile, dovrebbero sciogliere tutte le polizie del mondo, dovrebbero smettere anche di fare guerre, DITE che hanno già tutto?
Perchè tutta questa militarizzazione???
Hanno tempo da perdere??? Giocano a guardie e ladri??? Si annoiano???

NO!!! Militarizzano perchè vogliono comandare sulla moltitudine, ed essendo pochi hanno paura della massa, SONO paranoici, hanno creato un sistema basato sulla PARANOIA, sul ricatto e sull'ossessione dell'ordine gerarchico, PROPRIO perchè temono che un giorno qualcuno si risvegli dal torpore e si incazzi... Fanno di tutto per dissuadere la massa, e le forze fasciste sono una prova empirica OGGETTIVA, se così non fosse, non gliene fregherebbe nulla di trincerarsi dietro ai guardiani...

LORO HANNO PAURA, GLI STESSI MASSONI SONO RICATTATI DAI LORO SUPERIORI, ED OGNUNO RISPETTA IL SUO RUOLO PERCHE' TEME DI ESSERE COLPITO, E' UN SISTEMA CHE SI BASA SULLA PAURA... E' QUELLO CHE NON CAPITE!!!
Dire di stare a casa perchè si alimenterebbe il sistema è una sciocchezza, il fatto è che alla gente non gliene frega un cazzo e preferisce accettare di essere loro proprietà, e lo si è proprio perchè hanno dalla loro parte le forze dell'ordine, perchè se non esistessero paletti, potremmo rubare direttamente dai supermercati, dalle banche, invece sono protette e SOLO LORO RUBANO... A NOI!!!...

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

Se così non fosse non esisterebbe questa realtà...
Nel mio piccolo io ho dimostrato che per risolvere problemi di lavoro e di diritti, si possono raggiungere risultati anche pacificamente ma sbattendosi; DEMOCRITO noi abbiamo anche manifestato sotto la sede della REGIONE e a un certo punto sono stati costretti ad incontrarci, ci siamo mossi su vari fronti ed è proprio per questo banale motivo che abbiamo vinto... :-)
Ma questo è solo un PICCOLO esempio quotidiano, se lo moltiplichiamo e lo amplifichiamo, il livello qualitativo della nostra esistenza sarebbe centuplicato, MA LA GENTE NON CI CREDE, E' ABITUATA A PERDERE!!!
Mentre su vasta scala, io non parlo di inutili e sterili manifestazioni di casato, io parlo di potenziali rivolte, di sangue, di morti, di casini veri... Purtroppo nessuno ha le palle di fare una RIVOLUZIONE FRANCESE, sulla quale noi campiamo ancora e grazie alla quale possiamo esprimerci in tutti i sensi...
Saremmo ancora servi della gleba se nessuno avesse dato esempio di sacrificio in passato, guardiamo le battaglie degli afroamericani e quanta strada hanno fatto nella società mentre un tempo erano solo schiavi, le democrazie per quanto misere e piene di contraddizioni non esisterebbero, LORO VOGLIONO FARCI TORNARE AL MEDIOEVO, è molto semplice, tutto va nella direzione dell'implosione culturale e non dell'esplosione come dovrebbe essere...

Il sistema capitalista è volutamente implosivo, quindi regressivo, conservatore, infantile, mentre lo scontro è esplosivo, quindi progressivo, sono due forze che si devono bilanciare, se smettiamo di equilibrarle, prevale solo quella IMPLOSIVA... Ed oggi ci ritroviamo impotenti perchè è tutto SBILANCIATO...
Non agire serve ancora meno che agire, e a un certo punto, anche la creazione di comunità alternative, se opposte al sistema vigente, dovranno per forza difendersi, e non potranno stare a meditare se arriveranno le ruspe a buttare giù tutto...

I palestinesi sono un esempio da decenni, la situazione odierna porterà i popoli occidentali ad assomigliare sempre più a loro, quindi finiremo PER FORZA a fare rivolte, non si scappa!!! :-)
Oppure accetteremo il sistema con lo zuccherino digitale, come contenitore del dissenso...
Se per assurdo tutta la popolazione mondiale prendesse coscienza spirituale ma evitando lo "SCONTRO", non cambierebbe proprio nulla, anzi, sono secoli che spingono sul placebo religioso per tenere sottomessi i popoli... Lo so che la coscienza spirituale è l'opposto del culto, ma lo diverrebbe per inerzia PROPRIO grazie all'inerzia dell'accettazione delle regole in gioco, tramandate come modus operandi...
CHI TACE ACCONSENTE!!!

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

RI-riassumendo:PODERE AL POPOLO.

Notizie flash:x chi del blog e di Firenze e zone limitrofe.

Dr. M. T. Keshe della fondazione keshe
A Firenze sabato 17 novembre 2012
Hotel mediterraneo dalle 19,30 alle 22,30
Lungarno del Tempio, 44 50121 Firenze, Italia
Il Dott. Keshe parla alla comunità italiana della tecnologia keshe e degli sviluppi burocratici con le ambasciate. sappiamo infatti che l'ambasciata Italiana ha preso in carico i brevetti e che c'è stata una interrogazione parlamentare al riguardo.
L'Onorevole Meroni, autore dell'interrogazione parlamentare ci ha fatto sapere che partecipa all'evento.

LA FONDAZIONE KESHE HA AUTORIZZATO SOLO I TALENTI DEL NUOVO PARADIGMA ALLE RIPRESE VIDEO E ALLE FOTO. SI PREGA DI TENERE SPENTI I PROPRI DISPOSITIVI AUDIO VIDEO DURANTE LA CONFERENZA.


Programma
Ore 18,00
Arrivo, inizio registrazione ospiti e accreditamento stampa
Ore 19,30
Un Talento del Nuovo Paradigma Introduce Il Dott.M.T. Keshe
Ore 19,40
Dott. M.T. Keshe Presenta la Tecnologia Keshe
Ore 20,30
Piccolo Break, consigliamo la pizzeria accanto all’Hotel che prepara anche piccoli spuntini.
Ore 21,00 – 22,30 circa
Dott. M.T. Keshe continua la presentazione della Tecnologia Keshe,
Seguono domande e risposte
Ore 23,00
Un Talento del Nuovo Paradigma illustra gli eventi futuri.


contributo di ingresso 50 euro, accesso alla conferenza con prenotazione o in loco.
PRENOTAZIONI anticipate consigliamo di fare un versamento postapay di 30 euro
su posta pay 4023600625287232 intestata a francesca colella CLLFNC67C56H501K
ed inviare copia via mail a t_nuovoparadigma@libero.it indicando il proprio nome in calce alla ricevuta.
servizio di traduzione simultanea
http://www.hotelmediterraneo.com/
per info t_nuovoparadigma@libero.it

sito della Keshe fundation
http://www.keshefoundation.org/en/

Prezzo a parte ne vale la pena esserci,IO sono tagliato fuori prezzo non sopportabile alle mie TASCHE.

GRAZIE & CIAO.

ZN ha detto...

MdD, voi avete “vinto” la vostra PICCOLA battaglia proprio perché P I C C O L A. Una piccola “vittoria” che non ha smosso neanche di un micron l’ago della bilancia del progetto globale, quindi insignificante tranne per voi (poveri illusi). E’ servita, appunto, solo a darvi l’ILLUSIONE che sia possibile vincere protestando, annoiando come mosche, ronzando attorno a chi credete decida le vostre ed altrui sorti. E sicché ora siete ancora più convinti che chi muove i fili abbia paura. No, paura (di perdere il posto di lavoro) l’avete avuta voi non loro. Parli di progressismo ma di fatto ti/vi siete sbattuti per CONSERVARE il vostro status di schiavi.

E’ il TUO sistema di sopravvivenza che si basa sulla PAURA, non il loro. Loro se avessero avuto paura non sarebbero mai potuti arrivare a questo punto.

Inciti alla rivoluzione e alla guerra e non ti accorgi che rivoluzione e guerra sono già in atto!

Inconsapevolmente(?) la psichiatria si è prestata ai loro esperimenti, usando come cavie umane, gente depressa ed ansiosa, i più sensibili. Indisturbatamente hanno potuto testare farmaci (ovvero VELENI) rovinando irreversibilmente la vita di milioni di bambini, adulti ed anziani... e nessuno di voi ha mai battuto ciglio, o voluto vederci chiaro nella faccenda, per PAURA di perdere il posto, tanto lo scempio riguardava altri e non voi. Voi vi muovete soltanto se essi toccano i vostri interessi! Altrimenti vi frega un cazzo degli altri. Sicché, indisturbatamente, hanno potuto sperimentare e trovare la “giusta” TERAPIA di MASSA, per rendere l’essere umano mansueto e accondiscendente al loro fare e volere. Fino a qualche anno fa sarebbe bastato anche solo l’1% di quello che stanno facendo oggi, per far incazzare e rivoltare la gente. Adesso invece la gente non la smuove dal loro torpore quasi più nulla. Non è vero? E non è perché sia stata la televisione che li ha programmati e ridotti così... la televisione è servita soltanto per distogliere l’attenzione da ciò che di fatto stava accadendo. Con una mano distraevano e con l’altra...

Insomma, caro MdD, quello che voglio dire, in poche parole è che da qualche anno ESSI, attraverso ciò che mangi, bevi e respiri, stanno sottoponendo al T.S.O. l’umanità intera!

Pertanto, ora cosa pretendi da questa umanità così ridotta?

Sai bene che se un ricoverato in T.S.O. si ribella (giustamente) alla “terapia” che gli viene imposta, questa gli viene aumentata. Più il malcapitato si ribella e più gli viene aumentata la “terapia”. La terapia verrà stabilizzata solo se e quando il ricoverato smetterà di ribellarsi, accettando mansuetamente qualsiasi cosa gli venga fatta. Non per niente è una COERCIZIONE!!! UN R I T O ! ! ! ! ! ! !

Quindi, caro MdD, perché ti meravigli se la situazione è quella che è?!! Se l’umanità è ormai quasi tutta rassegnata a subire senza protestare, schierandosi addirittura dalla parte del proprio carnefice. Tu stesso hai (inconsapevolmente) contribuito a ciò (partecipando indirettamente al rito, difendendo/favorendo le loro sperimentazioni di lobotomizzazione umana di massa), e ora ti LAMENTI delle conseguenze?!!! Non essere RIDICOLO. Le tue sono lacrime di coccodrillo, caro mio don chisciotte :-)

http://youtu.be/fKUDm1xFoBQ

Anna ha detto...

Non posso che essere d'accordo con ZN, tanto per cambiare, e con tutto il rispetto per MDD che ha fatto cio' che sentiva di fare, effettivamente non ha che confermato al sistema la sua (e con la sua, quella di chi lavora con lui) volonta' di restare schiavo abbarbicato ad un lavoro che per quanto amorevole da parte sua e non ne ho alcun dubbio, non cambia di un piffero la sostanza delle cose su scala globale.

Democrito dal canto suo parla come uno che la realta' sembra subirla passivamente ogni giorno prospettando possibili scenari che sono reali per lui, dimenticando che ognuno di noi la sua realta' se la crea, e non e' detto che lo stesso scenario valga per tutti, cosi' come il finale, per cui non e' la discussione che sbarella su un binario morto Demo, ma l'idea di alcuni che possa esistere SOLO una soluzione o che non ce ne sia nessuna.
Uno non va a vivere in campagna o sulla cima di una montagna perche' si caga addosso dalla paura o perche' vuole vivere da eremita Demo, ma perche' il farlo per alcuni come la sottoscritta risponde ad un bisogno dell'anima, perche' ti assicuro che conosco pochissime persone che rinunciano volentieri alle "comodita' " della vita di citta' per andare a vivere in realta' anche molto piccole e con quasi zero comfort.
La vita di campagna e' impegnativa, faticosa, e bisogna coltivare una dote che abbiamo perso, la pazienza, per vedere crescere cio' che seminiamo e prenderne i frutti.

Ma poi, questo prospettare scenari futuri a mio avviso e' solo un altro modo di distogliere se stessi da cio' che conta veramente, ovvero l'ADESSO, il PRESENTE, cio' che non ha tempo, non teme confronti, non finisce e non addormenta ne' fa paura.

Carletto ha detto...

@ Grey Wolf & MDD

Senza polemiche

Da quando "prendere consapevolezza" è diventato nn fare un cazzo???

Quando "cercare e trovare lo scontro" ha risolto davvero qualcosa???
Rivoluzione francese,russa,il '48.....appunto!!
Rivoluzioni colorate post muro di berlino,primavere arabe in questi anni.....APPUNTO!!!

Cercare e trovare lo scontro è la cosa più facile!!
Voi due lo considerate un punto di partenza.....chi ha potere lo considera un punto di arrivo!!!Vi ci vuole tenere inchiodati!! E se anche lo si passasse,attorno vi ritrovereste una massa gigante di inconsapevoli (risultato di secoli di condizionamento). Che facciamo eleggiamo dei saggi nel frattempo che la massa cresca in consapevolezza??! Ricominiciamo daccapo?!?

Quando ci sono gli scontri nessuno ti impedisce di andarti a prendere 2 belle manganellate!! E' la cosa più facile...Qualcosa vorrà dire!!
Condizionare la folla è molto facile,basta la morte pilotata di un manifestante o di un poliziotto......far girare notizie pilotate!!! Ci hanno abituato a reagire a comando,sotto condizionamento!! (vi rendete conto che centinaia di migliaia di donne sono scese in piazza perchè Berlusconi toccava il culo a 4 cretine?? e poi le stesse donne vanno a comprare prodotti reclamizzati decine di volte al giorno da anni con donne mezze nude, sfruttate o anoressiche??...ma qui il discorso si disperderebbe)

Cmq....io nn mi muoverò mai perchè lo fanno persone di cui nn so niente!
Comunismo,lotta di classe ecc ecc...hanno preso principi giusti li hanno distorti e buttati nel cesso!!! Sono la stampella sinistra del sistema.

Medioevo....Medioevo!!! Da quando quello che suggerisce Paolo è diventato medioevo??
Passare più tempo con chi abbiamo piacere a farlo,aiutare qualcuno nn per denaro,scambiarsi informazioni genuinamente,PRENDERSI TEMPO PER SVILUPPARE SE SSTESSI, PROVARE A VIVERE SENZA DENARO E SENZA INTERESSI,ecc ecc senza ke sto a elencare tutta la roba del post!!....questo sarebb medioevo???

Invece scontrasi coi poliziotti,muoversi in massa senza sapere che cazzo pensa quello che ho di fianco,arrivare anche alla gola dei costruttori del NWO.....inziamo da Rockfeller,Rothshild,case reali,commissione europea e poi?? iniziamo a scendere la piramide......dove ci fermiamo?? i dirigenti di equitalia?? i capi ufficio di equitalia?? gli impiegati?? magari il mio ex vicino che lavora al comune ha contribuito pure lui!! io!!! io anche...che lavoro per una grossa catena!!
come li staniamo?? come li giudichiamo?? con un processo stile inquisizione???
E non sarebbe MEDIOEVO???? gridare,scornarsi...addirittura invocate il sangue...come se quello che scorrerebbe nn sarebbe di poveracci.....pagati da una parte e fomentato dall'altra!!(come centania di volte è avvenuto)

Carletto ha detto...

Che poi nn è gia questa realtà molto simile al medioevo???
Andiamo allo schiavificio in treno invece che a piedi o sul ciuccio,sai che differenza!!! nn avremo i piedi sporchi di fango, ma siamo pieni di merda mentale!!!
Non uccidiamo in guerra col forcone gente che nn conosciamo ma nel lavoro il 90% delle volte lo mettiamo in culo a qualcuno...anche a distanza senza conoscerlo!!
Le aziende per cui lavoriamo in maniera + o meno diretta affamano o schiavizzano o causano la morte da altre parti!! Non è questo il MEDIOEVO!!! Invece voi dite che sono le proposte di Paolo che porterebbero al medioevo??!

Io invece penso che quelle proposte ddepotnzierebbero il sistema,che come ogni grande incantesimo si mantiene solo se uno ci crede....UN GRANDE INCANTESIMO DI MASSA!!
ISTERIA COLLETTIVA
E in queste condizioni si dovrebbe fare la rivoluzione in piazza?? Io sicuro nn mi faccio fregare.
Come da diversi anni nn mi fregano i partiti e come nn mi ha fregato grillo (se nn fino a quando nn ho capito dove andava parare)

Lilith riprende il concetto di CONTAGIO POSITIVO!!
Che è l'unica soluzione secondo me che progressivamente e sempre più velocemente svuoterebbe il sistema facendolo crollare su se stesso.
Togliamoci da sotto schiaffo!!

Io cerco di farlo e cerco di CONTAGIARE POSITIVAMENTE (in tutti i sensi). Mi sono appena spostato fuori città,via la tv,c'è un pò di terra e mi sto organizzando....dopo qualche bella chiacchierata col nuovo vicino abbiamo deciso di togliere la rete per provare a coltivare assieme. Sono piccole cose,ma secondo me nella direzione giusta!!
Mi ATTIVO perchè progressivamente la mia vita sia diversa....raporti sociali,esigenze primarie,lavoro(che voglio lasciare) e dedicarmi a quello che sto scoprendo che mi piace.

Vi lascio un video che per me ben fatto e anche molto divertente (ma anche altri suoi nel suo canale lo sono)

http://www.youtube.com/watch?v=7K971jRPMh4&list=UUMssm3M7Befm7Cta4CMW9lg&index=13&feature=plcp

http://www.youtube.com/watch?v=BtWUORkS_2Y&list=UUMssm3M7Befm7Cta4CMW9lg&index=14&feature=plcp

[Paolo GUARDA QUESTO VIDEO!! se ho ben capito hai un bel senso dell'umorismo....ci starebbe proprio bene a corredo di questo tuo articolo]


CIAO!!!


ps:GRANDE PAOLO E COMPLIMENTI!!

Anna ha detto...

Grande Carletto, è esattamente questo il punto, nessuno propone MAI di riuscire a vivere senza soldi, uscendo proprio da quei meccanismi che ci hanno portato alla catastrofe...Pensate che sia difficile? E da quando le conquiste sono facili e senza prezzi altissimi da pagare? Ma poi leggo di "ritrovare la coscienza di classe" e vorrei sapere cosa fumate fuori da qua ! Ma quale coscienza di classe, queste minchiate perchè non le lasciate a Marx e a quelli che vedono nella divisione in classi sociali la soluzione di ciò che non ha facile soluzione. Qui l'unica coscienza che va invocata è quella di sé, l'UNICA in grado di farci assurgere di nuovo al grado di anime incarnate e di conseguenza renderci più umani !

Ognuno può credere che
dopo la morte fisica ci sia qualcosa o meno, ma NON dovrebbe essere certamente questa la discriminante in questa vita tra un senza palle leccaculo del sistema tanto per sopravvivere e poi morire da ignavo, e uno che sceglie invece di dissentire interiormente da ciò di cui non vuole essere complice. Quello che intendo dire è che uno dovrebbe comportarsi da PERSONA con tutte le conseguenze del caso, in ogni situazione senza menarsela troppo se vale la pena o meno, sennò ritorniamo a quello squallido argomento che è la convenienza e che io aborro con tutta me stessa.

Le cose nella vita si fanno per se stessi, e poi si riflettono nel resto del mondo, lo volete capire o no???

Democrito ha detto...

E no, cara Anna. Tu non puoi rivolgermi delle domande, ottenere delle risposte e poi scrivere prescindendo da quello che ho chiarito.
La mia non è una posizione passiva e nemmeno una posizione una posizione attiva.
Io semplicemente non credo che il mondo possa cambiare. È quello che è, con una oscillazione di periodi migliori e periodi peggiori, contenuta nelle sue possibilità.
Essendo al mondo siamo portati ad attivarci per conseguire il risultato migliore, ma inevitabilmente il nostro agire finirà per danneggiare qualcun altro, che lo vogliamo o meno. Perlomeno, questo è quello che è sempre successo.
Il tono del mio ultimo intervento era provocatorio, ma nessuno, nemmeno tu che di solito sei sensibile alle sottigliezze, ha saputo raccogliere la provocazione. Volevo solo mettere di fronte al popolo del blog l’impossibilità di annullare le caratteristiche del mondo in cui viviamo.
Qualcuno nella Storia è riuscito a ribaltare lo status, ma inevitabilmente questo si è riformato, corrompendo i vincitori e trasformandoli in despoti .
Non lo dico da disilluso, lo ero in passato, ma da osservatore. A me il cambiamento del mondo interessa poco. Ritengo che la via sia esclusivamente individuale ed interiore.
Non critico le tue scelte, sono tue, non mie. Evidentemente le trovi convenienti, o ti fa paura la parola convenienza? È solo una parola, che sta ad indicare che le scelte che fai, in qualunque campo, le fai pensando di averne vantaggio e tu come tutti non fai differenza. Le rispetto, ma per me, che sono cosa altra da te, il luogo dove vivo non ha molta importanza.
Potrei vivere in città, in campagna, alla fiat, in cima a una montagna o in un resort extralusso, che per quanto mi sono riproposto sarebbe totalmente indifferente.
Ovviamente ho le mie preferenze. Ci sono cose che amo e cose che odio e naturalmente cerco di circondarmi di ciò che amo ed evitare, o combattere, ciò che odio, ma questo non ha a che fare con la parte più vera di me, la quale è, per sua stessa natura, indifferente all’amore e all’odio per le cose del mondo.
La verità ultima e imprescindibile è che siamo solo di passaggio. Nel viaggio ci si imbatte in tante cose e situazioni che attirano la nostra attenzione e ci dimentichiamo di essere solo dei viaggiatori e che ci fermeremo solo per una notte. Ci identifichiamo nelle situazioni come se esse siano per sempre. Il nostro senso di importanza ci illude di poter fare qualcosa per cambiarle, per ricostruirle a nostra immagine e somiglianza, ma esse hanno motivazioni molto più forti di quanto noi potremmo mai sospettare.
Fare l’elemosina ad un mendico è alla nostra portata, risolvere il problema della povertà no.
L’ironia sta nel fatto che spesso, proprio quelli che vorrebbero risolvere la povertà del mondo negano l’elemosina ad un mendico. Quelli che parlano di solidarietà, sono quelli che spesso la negano al vicino, al collega, al parente in difficoltà.
Ci fa schifo l’indianino che ci vuol vendere una rosa avvizzita e poi ci riempiamo la bocca di grandi discorsi di cambiamento.
Siamo noi che dobbiamo cambiare, non per il mondo, ma per noi stessi. Per vivere una vita più degna.
Si riflette sul resto? Forse, ma chissenefrega? Il compito di cambiare il mondo lo lascio volentieri ad altri, che ci credono e per cui è importante. Io non ci credo, ne mi interessa.
Ce la caveremo?
http://www.youtube.com/watch?v=0NcJ_63z-mA
No, non ce la caveremo, per quanti sforzi facciamo, perché la nostra fine è decretata fin dal primo respiro.
http://www.arcadiaclub.com/articoli/animali/salmone_rosso_oncorhynchus_nerka.htm
Pensarci non serve, capire nemmeno, quello che serve è smettere di far rumore inutilmente, per affermare un esistenza che è solo illusione e che presto sarà finita. Serve attivare una comprensione profonda, che non nasce dal pensiero, cioè dalla presenza, ma dall’assenza, dal nulla dove tutto si disvela. Il grande libro è già stato scritto, dobbiamo solo ascoltarne il racconto e per questo occorre fare silenzio e saper ascoltare.
La consolazione, che tutti promettono ma nessuno fornisce, esiste.

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

ANNA
Anche tu prospetti scenari futuri, infatti leggi blog complottisti, o no???...
Non è che questo distoglie da se stessi, ANZI, io faccio tanto altro, leggo, studio, penso, lavoro, suono, compongo, faccio video musicali, scrivo, dormo, mangio, faccio un cazzo, cazzeggio, condivido, viaggio, godo... ed ho abbastanza energia per contemplare anche tanto ALTRO... :)
E' bello vivere in campagna, oddio a me farebbe cagare, ma la trovo una buona soluzione, che pochi fortunati, nei fatti possono realizzare... Non certamente 6 miliardi di persone, ma magari questo frega un cazzo a nessuno...
;-)


ZN...
Dio mio quanto sei negativo come persona, trasudi un livore, un' invidia, hai una vibrazione veramente BASSA...
SAPPILO!!! ;-)
Ovviamente, quando non riesci ad essere logico e dialettico, a un certo punto attacchi sul personale dicendo, tralatro una sacco di cazzate come sei solito fare, in primis perchè IGNORI e lo dico nel senso etimologico, non offenderti, in fondo non è manco tutta colpa tua, ma soprattutto perchè non sei mai propositivo, MANCO PRO-ATTIVO, sei una cozzaglia di luoghi comuni new-age, ma senza AMORE, senza LUCE...

Iniziamo dalle prime stronzate che dici, e poi mi taccio perchè tornerei a trollare e non voglio ora che ho conosciuto Paolo e Stefania a Bologna e ci siamo abbracciati spontaneamente... ;-)
(possiamo continuare sul mio blog la discussione, se vuoi)...

1- Con le spalle al muro e la lingua tra i denti, sei riuscito ad ammettere che abbiamo vinto la nostra PICCOLA battaglia, ma però ci tieni a sminuire, da persona spenta quale sei, aggiungendo che non abbiamo smosso di un micron il NWO...
AHAHAH... IO RIDO... :-)
Secondo te io pensavo di smuovere il NWO?

Che cazzo c'entra, ma perchè svicoli sempre dal nocciolo della questione...:-)
Allora, a questo punto non capisco se ci sei o ci fai, magari non hai capito un tubo del mio post, sei solo intento a trovare il punto debole, e manco in senso costruttivo, ma neanche provocatorio e goliardico, ma solo negativo, elettrico nella tua oscurità...
Sputi nel piatto dei diritti dove mangi, piatto che hai grazie sempre e solo al fatto che qualcuno si è sbattuto un tempo per te, hai una forma mentis da dominato conservatore...
Sei un coatto intelletuale!!!
:-)

DICI che quello che facciamo SERVE A DARE solo l'illusione, senza conoscere il contesto, senza sapere cosa ci sia dietro alle nostre battaglie, senza contemplare il fatto che lavoratori hanno salvato le proprie famiglie e che OGGI sono tranquille...
Senza sapere che grazie alla nostra azione, alcune comunità non chiuderanno e quindi gli ospiti non saranno in mezzo ad una strada e quindi in balia di TSO...

Parli di cavie, di ricoveri, ma evita di straparlare!!! Non sei in grado di capire, accetta i tuoi limiti che sono tanti, non fare il frocio con il culo degli altri; con il nostro intervento abbiamo limitato l'uso dei farmaci proprio perchè abbiamo preservato la qualità, taci una buona volta...!!!
I TSO aumentano con il disagio del paziente, e se noi questo disagio lo evitiamo, NON CI SONO TSO, comprendi??? Se fosse stato per te, avresti lasciato pazienti in mezzo alla strada, in balia si, dei TSO e della miseria, grazie alla tua inerzia e alla tua pochezza animica che vomiti ogni qual volta avverti qualcuno che ti "sputtana" intellettualmente, e a me viene spontaneo farlo, per RIEQUILIBRARE L'ASSE, SAI COME FUNZIONA, NO???
:-)

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

POI DICI:
@ E’ il TUO sistema di sopravvivenza che si basa sulla PAURA, non il loro. Loro se avessero avuto paura non sarebbero mai potuti arrivare a questo punto.

-Se veramente pensi questo, non hai capito un tubo, ne della psicologia umana, ne della società, arroccato sulle tue proiezioni deliranti della NON-MENTE, e di tutte le tue visioni negative pseudo-metapischiche che pensi siano la vera REALTA' e non mere masturbazioni fine a se stesse, inutili...
Apri il tuo cuore, liberati dal male, non essere sempre così astioso e FINTAMENTE calmo...:-)

Il male, caro il mio ZINCUM, LO ALIMENTA, in primis chi lo esercita, proprio per PAURA di se stessi e degli altri, per invidia, e di riflesso costruisce un sistema che utilizza la paura come arma di coercizione sugli altri...
Si uccide attraverso il rito per PAURA, loro hanno solo PAURA, e devono continuamente esorcizzarla, non hai mica ancora capito come funziona la questione... NON CI SIAMO...!!!

Tu sei talmente schiavo e assopito che accetti come una massaia di voghera lo status quo, senza battere ciglio, ti manca solo la rivista astrologica di turno, ma però hai l'alibi della NON -MENTE che ti protegge come una mamma eterica e tu tranquillo, con le finestre chiuse a vedere il film della vita, aggiungo degli ALTRI...

Il DON CHISCIOTTE, MIO CARO ZINCUM, sei tu che nel tuo vuoto esistenziale, ti arrampichi sugli specchi... Fai qualcosa al posto che crogiolarti dietro al tuo PC, io non pretendo certo di cambiare il mondo,ANZI, mi basta solo cambiare la mia di realtà e quella di chi mi sta intorno, come ho sempre fatto con successo...
Fallo anche tu e cerca di essere un pò più umile nella tua finta e laconica pachezza supponente, che rivela invero il TUO ESSERTI PERSO nel labirinto cnossiano, affronta il tuo Minotauro interiore, uccidilo, non RIMUOVERLO, non essere un ominicchio, sporcati le mani, BASTA con questa mentalità borbonica da dominato mammone, basta pastarelle farcite...
SVEGLIA GUAGLIO', CHE E' TARDI!!!
:-)

Anonimo ha detto...

dobbiamo tornare alla società cristiana.... é sempre la stessa storia.
Quando é crollato l'impero romano, la Chiesa cattolica ha mantenuto la cultura, la sapienza e ha supportato la società guidandola alla rinascita... i massoni ci hanno portato alla rovina ed alla schiavitù, la Chiesa ci porterà alla libertà ed alla rinascita...

Anna ha detto...

@Demo

"Io semplicemente non credo che il mondo possa cambiare"

Il mondo non deve cambiare, siamo noi a farlo, sempre. Lo dici tu stesso alla fine del tuo post.
A questo proposito mi viene in mente una delle scene finali di un film che mi piace molto, in cui la rockstar dice al giornalista "volevamo cambiare il mondo, abbiamo finito per cambiare noi stessi". E il giornalista: " E che male c'e' in questo?" La rockstar :" Assolutamente niente, a patto di non guardare il mondo".

Il mondo non si osserva, tu sei il mondo tanto quanto me, quindi devi solo osservare te stesso e agire di conseguenza, punto. Il mondo alla fine e' illusione, non realta' in base alla quale decidere cosa vale la pena fare: la fai e basta, perche' e' a TE che ogni cosa torna, nel bene e nel male. Ecco perche' molti nella cultura popolare dicono "non puoi scappare da te stesso", ed e' proprio cosi'.

"Non critico le tue scelte, sono tue, non mie. Evidentemente le trovi convenienti, o ti fa paura la parola convenienza?"

No, non mi piace perche' suona di uso strumentale di cose e persone, e non rientra nella mia mentalita' ed indole. Detto cio', non sono masochista come qualcuno ama pensare, solo che alla convenienza preferisco la coscienza, a costo di dover subire temporanei disagi, che peraltro riesco sempre a convertire in momenti molto ispiratori e costruttivi.
I mie progetti migliori arrivano da momenti difficilissimi, per cui li ringrazio di esserci stati.

"La verità ultima e imprescindibile è che siamo solo di passaggio. Nel viaggio ci si imbatte in tante cose e situazioni che attirano la nostra attenzione e ci dimentichiamo di essere solo dei viaggiatori e che ci fermeremo solo per una notte. Ci identifichiamo nelle situazioni come se esse siano per sempre. Il nostro senso di importanza ci illude di poter fare qualcosa per cambiarle, per ricostruirle a nostra immagine e somiglianza, ma esse hanno motivazioni molto più forti di quanto noi potremmo mai sospettare."

Verissimo.


"Siamo noi che dobbiamo cambiare, non per il mondo, ma per noi stessi. Per vivere una vita più degna."

Appunto.

"Si riflette sul resto? Forse, ma chissenefrega? Il compito di cambiare il mondo lo lascio volentieri ad altri, che ci credono e per cui è importante. Io non ci credo, ne mi interessa."

Neanche a me, figurati, e lo dico da un pezzo.

"Ce la caveremo? No, non ce la caveremo, per quanti sforzi facciamo, perché la nostra fine è decretata fin dal primo respiro."

E non sai quanto questo suoni liberatorio, almeno e me... e non so se ridere o piangere al pensiero che nessuno o quasi a questo mondo capisca la bellezza estrema e profonda del nostro non esserci per sempre, della nostra fragilita', cosa questa che dovrebbe farci vivere intensamente, spudoratamente, avidamente il presente, amando e basta, senza pippe mentali di sorta. Ma si vede che l'essere umano se non si fa del male non ci sa stare, a questo mondo !!

In quanto alla tua ironia non colta, perdonami ma con la vecchiaia perdo colpi anch'io, che vuoi farci :))

Anna ha detto...

@MDD

ANNA
Anche tu prospetti scenari futuri, infatti leggi blog complottisti, o no???...

Ma quando mai, io prospetto la bellezza dell'ADESSO, che va goduto a piene mani e vaffanculo a tutto e tutti quelli che vogliono rompermi i maroni con problemi fasulli, posti di lavoro, rivoluzioni in strada e tutto quello che non fa di un essere umano ne' umano ne' tantomeno Persona (tralasciando il significato primo della parola persona, ovvero maschera, che non mi riferisco a quello, al contrario via ogni maschera e ipocrisia).

Io di questa vita sono contenta che sia breve, che sono una che si annoia facilmente delle situazioni trascinate a lungo :)))

Anonimo ha detto...

Ecco a quale tipo di strumentalizzazione ci si espone. Questo è solo un piccolo esempio, ma assieme a molto altro fa capire a che tipo di gioco ci si espone con gli scontri pseudo-rivoluzionari di piazza.

Leggete l'articolo e forse come me pensere 'da che pulpito', 'chiagn e fott'.
Proprio ieri Israele ha dato il via a una massiccia operazione in Palestina.
Questi ultimi giorni sono turbolenti in tutto il mondo, non può essere non voluto.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/11/14/news/urla_e_fischi_sotto_la_sinagoga_studenti_gridano_saddam_saddam-46641285/

ZX

ZN ha detto...

@MdD

Ciccio, non riscaldarti troppo che rischi di finire bruciato. O a bruciarti è la semplice verità che ogni tanto ti sbatto in faccia?!! Perché in fondo in fondo lo sai benissimo che ho ragione :-)

Quelli che voi chiamate “ospiti” (e smettetela di chiamarli “ospiti”, IPOCRITI!!!) sono già “in mezzo ad una strada”, e ce li avete messi VOI. Prima gli ROVINATE il cervello con VELENI che chiamate psicofarmaci e poi vi stupite se lasciati a se stessi stentano a cavarsela??? Conosco molto bene l’ambiente psichiatrico, so come la gente vi entra e come dopo qualche tempo, a causa di prolungate terapie psicofarmacologiche di cui per lo più se ne ignorano (ma poi neanche tanto) gli effetti a lungo termine, viene trasformata (o meglio sarebbe dire ZOMBIFICATA) in soggetto davvero psicotico, cosa che inizialmente non era affatto. APPARENTEMENTE sembra che li aiutiate, ma in realtà gli create soltanto DIPENDENZE ed handicap al fine di tenerli ricoverati quanto più tempo possibile, perché ogni “ospite” vi frutta SOLDI, con i quali pagarvi lo stipendio. E, con la scusa della cronicità, sciala popolo!

No, fosse stato per me in mezzo alla strada ci manderei te e tutti quelli come te, caro sburlino. E pesa bene le parole che mi rivolgi, perché, come tempo fa TU STESSO hai raccontato sul forum, SEI TU CHE HAI CHIUSO IN FACCIA LA PORTA AD UN TUO PROSSIMO BISOGNOSO DI AIUTO, SENZA AVERGLI NEANCHE OFFERTO OSPITALITA’ (ospiti solo in cooperativa dove lavori, eh!) ANCHE SOLO PER UNA SOLA NOTTE. SENZA PIETA’ LO HAI LASCIATO SOLO IN MEZZO ALLA STRADA. E OSI FARE LA MORALE A ME!!! Ma che ne sai tu di me??? Potrei raccontarti cose di me, e cose che ho fatto, che già solo dopo un rigo impallidiresti restando di stucco, per non dire di merda. Ma non lo farò. Non ne sei degno :-) E poi, la parte del buon samaritano la lascio volentieri a te, visto che ci tieni così tanto a voler apparire come tale.

Vibrazione bassa? Certo, cuccoletto, so vibrare ANCHE in modo basso, mooolto basso, bassissimo! Posso raggiungere frequenze sia infinitamente alte che infinitamente basse. Mica come te che ti limiti a vibrare alla stessa velocità dei vibratori per signore sole, con il solo intento di andare in culo al tuo prossimo. Quindi mettermi in risonanza con te, rispondendo alle tue colte superficialità, capirai che bellezza... brrrrrrrrrrr

Quindi, non averla a male, ma preferisco ritornare a vibrare su altre frequenze. Le tue sono troppo soporifere, noiose, condizionate. Né ho intenzione, come già da molto tempo ormai, di venire a scrivere sul tuo blog. Non sai offendere ed insultare con intelligenza o umorismo. Non ti impegni sufficientemente, anzi zero, di comprendere quello che ti si dice. Non mi interessano le tue dispute sterili ed inconcludenti. Non mi piaci tu, né il tuo blog, né chi ci scrive. Però ti incontrerei volentieri... per sputarti in un occhio, anzi in tutti e due!! :-)

Anonimo ha detto...

BOOOOOONIII.....STATE BOOOOOONIIII....CHE VE S'ANNODA LA KUNDALINI

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

ZINCUM A BASSA FREQUENZA HA DETTO...
@Quelli che voi chiamate “ospiti” (e smettetela di chiamarli “ospiti”, IPOCRITI!!!) sono già “in mezzo ad una strada”, e ce li avete messi VOI. Prima gli ROVINATE il cervello con VELENI che chiamate psicofarmaci e poi vi stupite se lasciati a se stessi stentano a cavarsela???

-AHAHAH... :-) Mamma mia cosa mi tocca di sentire, quante falsità e cazzate escono dal tuo cervello rettile, MA FORSE E'SOLO LA NON-MENTE CHE FA LE TUE VECI E LE TUE FECI, in fondo non è manco colpa tua...
;-)

Noi, piccolo zincum, lavoriamo per la riabilitazione, molti di loro hanno trovato un lavoro fisso e sono diventati indipendenti, molti sono andati avanti nel loro percorso e non hanno avuto necessità di restare nel gruppo appartamento, NON SONO OBBLIGATI, pur di non stare con le loro famiglie patogene e le famiglie con loro, farebbero carte false per rimanere da noi, dove esiste un clima familiare, quotidiano e pieno di normalità, noi facciamo da mangiare, usciamo con loro, favoriamo il loro rinserimento nel territorio, mediamo con l'ambiente che li ripudia, l'esatto contrario di un ospedale psichiatrico, molti di noi vengono dall'ANTIPSICHIATRIA, RAZZA DI CAPRONE IGNORANTE CHE NON SEI ALTRO...

:-)
Da noi quando è possibile e spesso capita, si diminuiscono le terapie, siamo all'avanguardia, facciamo riunioni con i servizi sociali per migliorare la situazione consigliando anche la farmacologia, si fanno attività creative, si recupera l'attività psicofisica, c'è chi sta a contatto con animali, 2 vanno a cavallo, dovresti andarci anche tu al posto di dire fregnacce... Il discorso farmacologico andrebbe spiegato bene, perchè la maggior parte dei farmaci servono a nulla e noi ci battiamo anche su questo fronte, conoscendo l'effetto dopo tanti anni di lavoro, in alcuni casi INVECE alcuni farmaci specifici sono VITALI, come per un malato di cuore o di diabete sono vitali alcune cure specifiche GRAVI, abbiamo anche epilettici che senza determinate medicine avrebbero attacchi ogni 5 minuti... Abbiamo un ragazzo che è stato operato al cervello ed ora lavora in campagna e non necessita più di quella terapia e NOI SIAMO BEN CONTENTI, tanti altri non prendono nulla...
C'è gente che si è fidanzata tra loro, FAVORIAMO anche la loro sessualità per quanto possibile, Piccolo zincum OSSIDATO A STA CIPPA, se vuoi ti troviamo anche a te la ragazza, così la pianti di masturbarti davanti all'ORACOLO...!!!
:-)

POI ANCORA DICI...
@TU STESSO hai raccontato sul forum, SEI TU CHE HAI CHIUSO IN FACCIA LA PORTA AD UN TUO PROSSIMO BISOGNOSO DI AIUTO, SENZA AVERGLI NEANCHE OFFERTO OSPITALITA’ (ospiti solo in cooperativa dove lavori, eh!) ANCHE SOLO PER UNA SOLA NOTTE. SENZA PIETA’ LO HAI LASCIATO SOLO IN MEZZO ALLA STRADA. E OSI FARE LA MORALE A ME!!!

-E qui rido veramente, rido forte perchè ti sei inventato una bella stronzata di sana pianta, in primis perchè da quello che vomiti si capisce che non sai come funziona un gruppo appartamento, poi perchè nessuno è MAI venuto a chiedere la carità da noi... Pensa che gli ospiti hanno le chiavi di casa, essendo la loro casa a tutti gli effetti e non sono interdetti... Se chiudono le nostre realtà tanto osteggiate dal governo che le taglia e dagli IGNORANTI come te, I PIU' PERICOLOSI, i malati tornerebbero in ospedali psichiatrici come prima della legge BASAGLIA ed infatti sta succedendo di nuovo perchè la gente ragiona come te e come il Governo...
PENSACI PRIMA DI PARLARE e offendere la tua piccola animella che ha smesso di vibrare, forse un po' stanca!!!
MA CHE DIAVOLO DICI, piccolo zincum!!!

MI SA CHE TI SEI CONFUSO CON TE STESSO, FORSE ERI TU CHE CHIEDEVI OSPITALITA' ALLA NON-MENTE, MA ANCHE LEI SI E' RIFIUTATA DI OSPITARTI PERCHE' SEI TROPPO IDIOTA E HA RICHIESTO UN TSO URGENTE!!!
:-)))

Anonimo ha detto...

Per me lo sciopero e le manifestazioni da piazza sono la piu' grande forma di adulazione verso il potere. Avete presente quei psicotici narcisisti che amano fa parlare di se, dei crimini che hanno commesso, bene il potere e' formato da psicotici che amano vedere la gente incazzata a causa dei crimini che hanno commesso. Non si prendono nessun spavento credetemi, secondo me li esalta ancora di piu', come per dire "Guardate come si incazzano e disperano a causa nostra!" Insomma godono ancora di piu'. Antonio

ZN ha detto...

@MdD

Hey frufru! Ma non avevi detto che avresti taciuto dopo il tuo ultimo messaggio insulso a me rivolto? Ma hai fatto bene a rispondere lo stesso :-) almeno hai avuto l’opportunità di far sapere quanto siete bravi e all’avanguardia. Non c’è che dire. Ah, ste “famiglie patogene”, quanto vi piacerebbe riabilitare anche loro alla “normalità”. Già, la NORMALITA’. Ma quale normalità? Quella utile e funzionale al sistema? Quella uniformante al comune intendere? Quella che va a cavallo? Quale?

Si si, ridi ridi, ridi forte! Si sà che il riso abbonda sulla bocca degli stolti. E TU NE SEI LA PROVA. E dimostri anche di non capire (o non VOLER capire) quello che scrivo. L’episodio riguardava te, non la tua cooperativa. E meno male che la “grande lezione di umiltà” ti aveva segnato molto! A quanto pare invece hai già rimosso tutto. Mi riferivo a un tal DANTE, tuo vecchio amico, ricordi adesso? Ti aveva fatto pena, rabbia, tristezza... tuttavia, per lavarti la coscienza (e levartelo di torno), gli hai dato solo un vestito di ricambio e un po’ di cibo. Non te la sei sentita di ospitarlo a casa tua, nemmeno per una notte, pur sapendo che stava malissimo e voleva farla finita buttandosi sotto un treno. L’hai mandato a dormire su una panchina a 200 metri da casa tua, mentre tu te ne stavi al riparo e sfogavi le tue lacrime di coccodrillo sul forum.

Sai, avvolte, in certe situazioni basterebbe ricevere anche solo un piccolo aiuto, non di cose materiali, ma di un po’ di serenità
http://youtu.be/mTk-ZTCsf-Q

Quindi, caro scordarello, non mi sono inventato affatto una stronzata di sana pianta, come sostieni tu. O vuoi che ti linki il tuo scritto dove racconti quanto sei stato pusillanime e quanto, poi, giustamente, ti sia sentito “una merda totale”?

Chissà perché hai voluto raccontare l’episodio, forse proprio perché, malgrado tutto, ci tenevi a far sapere (anche se tu dici di no) quanto fossi “figo e il più buono” nell’aver aiutato qualcuno nell’indifferenza di tutti... poi sarei io a fare il frocio con il culo degli altri???

Comunque, vabbé, non voglio “riequilibrare l’asse” più di tanto, quindi a modo tuo forse un po’ l’hai aiutato... Però, secondo me, quando si aiuta qualcuno non c’è bisogno di farlo sapere ai quattro venti. A meno che tu non sia un politico in cerca di consenso :-)


L'aiuto prestato ai deboli non val tanto quanto il sostentarli dipoi.
William Shakespeare

Spero quindi tu abbia poi almeno mantenuto la parola e fatto qualcosa di più per lui. Ma non dirlo! Altrimenti...

Franco ha detto...

Ciao Paolo, penso che suggerire a tutte le persone di darsi una letturina ai libri di Ehret sarebbe la prima cosa da fare.
Una volta ridimensionata la paura di morire di fame la gente (e introdotto il digiuno) sarebbe molto più lucida nel prendere decisioni

Anonimo ha detto...

a me sinceramente uno che dice 'non andate in piazza' mi sa di pompiere o di sbirro

franceschetti tranquillo il lavoro non te lo ruba nessuno, il tuo status quo non te lo levano gli studenti che vanno in piazza.
continuerai a parlare di puttanate lo stesso do not worry

e cosa dovremmo fare allora?
andare dai fasci a far le conferenze sulla rosa rossa?

mai pensato che ci sia gente che si incazza e spacca le vetrine?
no, e' piu' facle dire che son tutti agenti della spectre
ma trovati un lavoro vero

Conte Senza Palazzo ha detto...

Sono d'accordo sul "come reagire". Per me la vera rivoluzione per distruggere questo sistema deve nascere dall'individuo ma crescere in collettivo. Boicottando il sistema lo si mina alle fondamenta, e questa è l'unica paura di chi del sistema è servo e guardiano, come Monti & c.
Personalmente da qualche anno non compro più quello che mi dicono di comprare, riparo, faccio mille lavori da solo (la manualità fa benissimo alla psiche), produco una parte del cibo che mangio, l'altra la compro solo da contadini che conosco tramite i GAS, spesso baratto cose e tempo. Ma ho dato anche vita a un comitato civico (la parte collettiva) che ora è collegato ad altri comitati locali e adesso siamo in centinaia, a decidere cose importanti in democrazia diretta, quasi un potere popolare parallelo che se ne infischia dei politici ma che i politici locali iniziano a temere. Mutuo soccorso, democrazia diretta: ciò si chiama anche Anarchia (o Libertarismo), applicata, pratica, non utopica, (tutto il contrario della vulgata corrente sulla parola Anarchia) ed è secondo me l'unica via per far crollare il sistema attuale.

Anonimo ha detto...

@ Paolo Franceschetti.

Scusami se vado OT ma DEVO ASSOLUTAMENTE FARE CHIAREZZA !


@ ZN.

"....non mi piaci tu nè il tuo blog nè chi ci scrive....."

Visto che ci tieni "tanto" alla verità ( SIC ! ) mi sento in obbligo di fare altrettanto: Tu, COME ANCHE ALTRI, hai smesso di scrivere sul blog di MDD ( dopo avergli chiesto INSISTENTEMENTE e con SORPRENDENTE PUERILITA' cosa pensasse di me ) PERCHE' espresse un giudizio positivo nei miei confronti..... Nella TUA richiesta ERA INCLUSA LA VERGOGNOSA MINACCIA-RICATTO di non scrivere più sul suo blog se la "risposta" NON fosse sta CONFORME alle tue ASPETTATIVE.

MDD era rimasto GIUSTAMENTE fuori dalla discussione tra noi QUATTRO. Ma tu, facendogli una RICHIESTA ESPLICITA, lo obbligasti a "SCEGLIERE"; alchè, COERENTE con la sua moralità, NON si lasciò INTIMIDIRE ed espose SINCERAMENTE la sua opinione, senza curarsi di poter PERDERE TRE utenti in cambio di uno.

Questo episodio non ha fatto altro che accrescere la STIMA che ho per lui ed il suo ALTO senso ETICO.....cosa, quest' ultima, che tu ( e gli altri partecipanti ) hai dimostrato NON AVERE per NULLA.

Poichè CARTA CANTA, tutto ciò che avvenne in quel contesto è VERIFICABILE sul blog. Incluso il vostro comportamento......molto più MISERO di come l' ho esposto.....

Lilith

Anonimo ha detto...

@ Conte....

Bentornato.

Seguo sempre con interesse ciò che fate e mi sembra MOLTO POSITIVO......:-))

Lilith

Anonimo ha detto...

Sono Dante, ZN ha ragione...
MDD è proprio un cattivaccio, non mi ha fatto dormire nel suo lettone caldo caldo e mi è toccato dormire sotto un ponte.
Allora ho pensato che potevo venire da te e scaldarmi ora che viene l'inverno e farà tanto, tanto freddo!

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Ragazzi non mi rimane che dedicarvi
questo video:

http://youtu.be/CNSjG-iY_go

E QUESTO:

http://youtu.be/YVP4qUPoU_g

GRAZIE & CIAO.

Anonimo ha detto...

******** TRA I DUE LITIGANTI IL TERZO GODE ********


STESSO NEMICO.....MA NESSUNO E' D' ACCORDO !

La drasticità e la rigidità non mi sono MAI piaciute, neanche nelle cose in cui ho più certezze!

Credo che, dopo un' ACCURATA ANALISI, bisognerebbe stabilire, andando per ORDINE, quel che è DOVEROSO e GIUSTO FARE.

Per iniziare, si dovrebbe IMPARARE a relazionarsi, a sentirsi SIMILI e coesi, a PARLARE dei VERI problemi ma in GENERALE e NON di una determinata categoria.
Per cui ci si dovrebbe RADUNARE abitualmente, come per una manifestazione, INTANTO SOLO per IMPARARE a discutere............
Ma questo non è possibile se, PRIMA ancora, non si SUPERANO determinati limiti, SICURAMENTE inconsapevoli ma che di FATTO incagliano una SERENA comunicazione e possibile crescita: gli ANTAGONISMI, le PREVARICAZIONI, i PROTAGONISMI, che, per mia esperienza, sono così invalidanti per la CONCORDANZA, sono un OSTACOLO ENORME e PER NULLA FACILE da SUPERARE.....anzi sono l' UNICA ragione del FALLIMENTO di qualsiasi gruppo che lotta contro il sistema.......NON, EVIDENTEMENTE, di quelli che invece ne seguono le regole, perchè in questi vige l' ordine piramidale.

Ma solo nel SANO e MULTIPLE CONFRONTO all' interno di "gruppi o comunità" può nascere la guarigione; attraverso i singoli individui che aiutandosi a vicenda risolvono i loro personali problemi, e dunque quelli del gruppo stesso, possono sorgere RISPOSTE NUOVE e SENSATE ! ! !

LOTTARE per la LIBERTA', per DISTRUGGERE il sistema, è un DIRITTO e un DOVERE, ed E' GIUSTO farlo con "qualsiasi" mezzo......PURCHE' RIESCA.......

Si tratta delle nostre vite e di QUALCUNO che le vuole CONTROLLARE, MANIPOLARE, ANNIENTARE; è roba grossa, "TUTTO" QUEL che ABBIAMO è in BALLO.....quindi "QUALSIASI" espediente è, CONSEGUENTEMENTE, LECITO.......PURCHE' RIESCA.......

"PURCHE' RIESCA"

Lilith

Anna ha detto...

Conte!!!

Che gioia rivederti qua dentro !! Dov'eri sparito??
E comunque....GRANDE !! Quella dei comitati e' un'idea piu' che ottima che al momento non riesco a fare decollare nella mia realta', incontro molto, troppo spesso una mentalita' ottusa, antiquata e passiva qui nel paesino dove vivo, anche se di giovani poi ce ne sono, e secondo me da loro potrebbero partire idee innovative e creative.

Con stima immutata, spero di rileggerti presto!

Anonimo ha detto...

@Anonimo 15 novembre 2012 13:06

Non voglio difendere Paolo franceschetti, ma il tuo modo di esporre mi urta i nervi in maniera irrimediabile, quindi ti dico:
Ma trovati tu un lavoro vero Stronzone!!!
E se ce l'hai licenziati!!!Coglione dimmerda.


AHHHHH come ci si sente bene dopo un po di sano turpiloquio.

AFrayn ha detto...

Paolo, articolo interessante. Credo che troverai punti di contatto con la Machnovščina di Nestor Makhno. Ma dubito che un'aggressione sistemica del tipo che proponi sia attuabile prescindendo da qualsiasi tipo di violenza.

ZN ha detto...

@lilith

[...NON si lasciò INTIMIDIRE ed espose SINCERAMENTE la sua opinione, senza curarsi di poter PERDERE TRE utenti in cambio di uno. Questo episodio non ha fatto altro che accrescere la STIMA che ho per lui...]

E speri di ottenere lo stesso risultato anche qui? Ma qui, mia cara trollina, dovrai impegnarti un tantino di più. Non basta solo perseverare diabolicamente, dovrai mettere in campo tutta ma proprio tutta la scemità che ti contraddistingue. Dai che puoi farcela!

Anonimo ha detto...

Avita ragiuna tutta quanta ! Dovimma prendere a' nostra naziona e farne di nuovo nustra ! Via i' ricchiuna, e' zoccol no, perche' noi di FN simma macho mans e cio' we like it ! Fuora i nera, gli albanesa, tutta a genta che ce sta distruggenda o' lavura ! Non sanna manca parla' a nustra gloriosissima LINGUA per bena ! E Io da bravo Cattolico sono misericordiosa eh ? L'italio agli italiana e non a chilla che preferiscana chiava' l'ana a post da' patana ! Rivoluzionama, facimma i cunsurzia, trasformiama agains e' citta in un agglomerata di persona che non si fanna i cazza prupria. Nouja simma fallita e allora ci incazzamma come vujia dicita ! C'a ragiuna chella purchiacca i' Lillitte che nuja dovimma protesta', because nun ci avimma nu sfaccimma e' fa ! Nuja Fascista con o' professura Aurita e Davidse Duke, simma l'unica scperanza ! Saluta dal vostra PASQUALONE DEL MONACO L'ARRETRATO NAZIONALISTA

Anonimo ha detto...

attenzione spoiler libro coniglio il martedì

@ Franceschetti
le piante carnivore hanno qualche significato o sono solo un escamotage?

sperando che risponda

Anonimo ha detto...

E' difficile compiere le scelte giuste per quanto riguarda la reazione da tenere nei confronti della politica del nostro paese. Sono arrivato addirittura a credere che questo paese sia senza speranza, a causa di chi lo abita, a causa di coloro che si dichiarano vittime, si dichiarano oppressi, mentre l'amara realtà, purtroppo, è che qui nessuno opprime nessun'altro, tutti scelgono spontaneamente la via del servilismo e della truffa. La politica è solo uno specchio. I cittadini di questo paese sono l'immagine riflessa dei suoi politici, e viceversa, i politici sono un surrogato della popolazione. E allora a chi ci dovremmo opporre? A noi stessi forse. I cittadini italiani dovrebbero opporsi ai cittadini italiani. E' un paradosso, nient'altro. E' un cerchio chiuso senza sbocco. Agli italiani non interessa un paese onesto, trasparente, che abbia coscienza di se e del proprio sentimento d'appartenenza. Agli italiani interessa salvarsi il culo, da soli, ognuno per se, e poi guardare la TV, mangiare come schifosi per poi cadere in depressione sentendosi obesi, predicando maschilismo e femminismo, e mai predicando uguaglianza, tolleranza, comprensione, no, niente di tutto ciò. Gli italiani non hanno la più pallida idea di cosa significhi ragionare, impegnarsi, tollerare, comprendere, faticare. Agli italiani basta avere una bella macchina, una fidanzata figa e un po rifatta, un lavorino sicuro e l'aperitivo alle sette di sera. Stop. Gli italiani, quello che hanno tra le mani, se lo sono tirato addosso da soli, e credo che, per quante persone possano impegnarsi nel creare un paese migliore, questo non sarà mai un paese migliore, a causa della sua gente, a causa di tutti ma proprio tutti coloro che lo abitano, a partire da coloro che agiscono direttamente in maniera disonesta e violenta, contribuendo al declino, per finire con quelli che credono di essere diversi, solo per il fatto che evitano certi atteggiamenti, ma per tutta la loro vita non fanno altro che curarsi esclusivamente dei propri immediati interessi. Siamo tutti responsabili, siamo tutti coinvolti, anche se spesso ci crediamo assolti, per dirla alla maniera di un grande della musica italiana.
PS: se mai ci sarà un cambiamento vero e proprio nella società e nella politica italiana, questo richiederà un periodo di tempo lunghissimo (DECENNI, FORSE DI PIU) e nè noi nè i nostri figli faremo tempo a vederne anche i più piccoli risultati.

Anonimo ha detto...

Questo commento non verrà sicuramente inserito,è una visuale estremista sulla realtà che ci sta intorno, ma una soluzione potrebbe essere quella di entrare in guerra contro le nostre istituzioni. Una guerra armata, dove muore la gente, e chi la compie se ne frega delle convenzioni sociali usate solo per tenere buona la gente, convenzioni quali NON SI UCCIDE (chi cazzo l'ha detto??) e LA VIOLENZA E' SEMPRE SBAGLIATA (chi cazzo l'ha detto, anche questo??). Bisognerebbe fregarsene del consenso popolare (il consenso popolare è roba da mediocri) e scatenare una guerra piena di morti e di sangue, e che duri quanto deve durare, anche vent'anni, l'importante è mandare al cimitero un po di politici e imprenditori. E anche giornalisti e direttori tv e presentatori e tutti e tutti e tanti altri e ancora di più, fino a trasformare questo cesso di paese in un enorme cimitero.
Piaciuta questa?

Democrito ha detto...

Voglio dire ancora una cosa in aggiunta a quanto già detto. Non si tratta di una novità, ma di cose già dette e ripetute.
Ci sono ambiti diversi e in ognuno valgono parametri diversi.
Il minestrone tra scelte di vita, ricerca spirituale, lotta politica, non funziona.
Sono ambiti diversi che vanno affrontati in modo diverso. Non è che la vita sia scompartimentata, ma occorre fare ordine ed unire ciò che può unirsi e dividere ciò che va diviso, ma soprattutto evitare di fare casino.
La politica è aggregazione, la ricerca spirituale è allontanamento. Sembrerebbero elementi in contraddizione, ma così non è. Non puoi esimerti dalla ricerca spirituale, perché questa è la tua natura, ma nemmeno astrarti dalle cose, perché tu vivi in questo mondo fisico e devi assumertene gli oneri e gli onori.
Sono ambiti diversi e vanno divisi. Non si tratta di aspetti contradditori, ma di aspetti complessi dell’esistenza.
Come dice la Tradizione, noi umani vivono nella condizione di essere il punto mediano tra il Cielo e la Terra. Si tratta di una posizione di estrema complessità e di difficile equilibrio, ma l’equilibrio è necessario per mantenere l’integrità e la completezza della persona umana.
La confusione avviene quando si vogliono artificialmente mischiare gli ambiti e si cercasse una realizzazione spirituale attraverso una scelta di vita, o nell’impegno politico, oppure, al contrario, come se si cercasse un risultato politico, o una condizione migliore di vita, nell’impegno di trovare il proprio se.
Sono ambiti diversi e vanno trattati in modo diverso. Se il bambino prende l’influenza, non lo curi facendo una sessione di meditazione trascendentale, ma con le medicine, oppure con i pannicelli caldi e freddi (che funzionano molto meglio delle medicine). Nel primo caso, dopo un po’ arrivano i sevizi sociali e ti portano via il bambino, perché tu sei pazzo e non puoi prenderti cura di lui.
Non capisco come, una cosa talmente ovvia in un senso, non debba essere ovvia in senso contrario.
Cercare la realizzazione del se nelle cose del mondo è una boiata pazzesca!

Democrito ha detto...

ZN@
Io non ce la ho su con MDD per le diatribe trascorse, e nemmeno per le sue posizioni (criticabili in certi aspetti, ma assolutamente legittime).
Le diatribe sono acqua passata, ma mi ricordano la storia di Ponzio Pilato. Non sto parlando del lavarsene le mani, quelli sono cazzi suoi, ma della fine della storia.
Non ci sono dati certi, ma pare che finito il suo periodo di Governatore della Palestina, Ponzio Pilato si convertì al Cristianesimo e venne fatto uccidere dall’Imperatore Caligola.
Viene tuttora venerato (sorpresa) come Martire e come Santo dalla Chiesa Copta ed Etiope.
Ogni tanto do una scorsa al suo blog. Gli articoli sono, come sempre, anche condivisibili in alcune parti, in altre no, ma i commenti….che noia. Questi non hanno proprio niente da dire e la banalità dei commenti è il prezzo che deve pagare. Ma vedrai, la conversione è vicina e ben presto sarà anche lui accolto dalla chiesa del complotto come Santo e Martire.
Concludo dicendo che la faccenda degli psicofarmaci (nella quale MDD, non essendo uno psichiatra, ma un’operatore-educatore, non c’entra per nulla) hanno, si, svolto un ruolo deleterio e la ricerca stessa è volta in quella direzione, ma altre volte sono determinanti per persone alle prese con problemi tali che senza un aiuto farmacologico non potrebbero nemmeno sopravvivere.
Lo stesso TSO è nato per motivi di controllo sulla popolazione, ne abbiamo avuto conferma nella vicenda di Paolo Ferraro, ed è per quello che viene mantenuto, ma a volte le circostanze lo rendono necessario.
Occorrerebbe una ricerca seria e azioni veramente a beneficio dei pazienti, ma come sempre le cose sono volutamente confuse. Non sono del tutto negative e strumentali ai fini del potere, altrimenti la gente perderebbe fiducia nelle istituzioni, e non sono nemmeno a favore delle persone, ma del sistema.
Sono furbi, estremamente furbi. Ma stiamo attenti anche noi a non buttare via il bambino insieme all’acqua sporca, nel qual caso saremmo fessi, estremamente fessi.
Comunque difendere lo stipendio è legittimo (se venite a toccarmi il mio vi mordo sul collo), l’importante è non nascondersi dietro il dito della necessità sociale del proprio lavoro, anche se potrebbe esserci. Perlomeno non in questo ambito. Ha un senso in ambito di trattativa, ma non in un blog dove si cerca di scovare i complotti del potere. In questo MDD non fa certo onore al suo Nick.

Democrito ha detto...




Anna@
***No, non mi piace perche' suona di uso strumentale di cose e persone.***

MMMMMMHHHH….dunque, vediamo un po’…..le cose sono strumenti di fatto e le usiamo come tali. Se così non fosse avremmo un problema. Inizieremmo a chiedere al cacciavite il permesso di usarlo e all’auto cosa ne pensa di andare a Bologna piuttosto che a Venezia.
Per le persone il discorso è chiaramente più complicato.
Oggi mi sono svegliato dell’umore giusto per passare a fare quattro chiacchiere con un amico. Ovviamente l’idea fa piacere a me e cerco di realizzarla usando l’amico come strumento del mio piacere. Naturalmente non so se lui è disponibile, quindi gli telefono prima di incontrarlo, per sapere se la cosa fa piacere pure a lui.
Oggi invece mi sono svegliato con un problema molto grave ed urgente che solo l’amico di prima può risolvermi. Vado dall’amico e gli dico: ho un problema di vitale importanza, tu devi (sottolineato devi) aiutarmi.
Oggi mi sono svegliato e mi è venuta un’idea brillante. Voglio andare dal mio amico e proporgli una catena di Sant’Antonio. Lui è un boccalone e ci cascherà, così io ci guadagno e lui si becca l’inculata.
L’elemento comune delle 3 situazioni è la strumentalizzazione di una persona, che è inevitabile nell’interazione fra persone.
I problemi che comporta sono di 2 tipi.
Il primo è il problema della legittimità. Dal momento che non vi sono ostacoli etici nell’usare una persona ai propri fini, la strumentalizzazione diventa legittima, anzi opportuna, mentre se si tenta di gabbare il prossimo la cosa diventa deprecabile. Il secondo esempio è quello più controverso, ma in linea di massima possiamo dire, con le dovute eccezioni, che lo stato di necessità supplisce il bon ton.
Il secondo, invece è di ordine psicologico. Così come noi usiamo gli altri, gli altri usano noi e la cosa può non garbarci. Ovviamente, ad una strumentalizzazione illegittima segue giusta e doverosa incazzatura, ma nel caso di una strumentalizzazione legittima del nostro essere, nel sentirsi offesi subentrano dei meccanismi di Ego che ci fanno considerare noi stessi come centro dell’universo e tutti gli altri a disposizione dei nostri capricci. La sindrome del piccolo principe, dannosissima alla psiche dell’individuo e presente in quasi tutti gli stati psicotici.
Le parole sono parole e servono ad intendersi. La parola interesse significa interesse, non altro. La parola investimento significa che:
****….a costo di dover subire temporanei disagi, che peraltro riesco sempre a convertire in momenti molto ispiratori e costruttivi.****
Non facciamo il processo alle parole, facciamolo alla sostanza di ciò che viene detto.

PS
Ahh, dimenticavo gli animali. Bhe, non sono competente in materia, ma penso che un po’ di rispetto lo si debba anche a loro (cerco di non cibarmi di carne, quando posso farne a meno), anche se poi c’è sempre qualche esaltato che pensa che uomini e bestie siano la stessa cosa.

Anonimo ha detto...

"Cercare la realizzazione del se nelle cose del mondo è una boiata pazzesca"

Scusa Demo', ma questa è UNA BOIATA PAZZESCA!

Anonimo ha detto...

Non solo i rivoluzionari da tastiera, adesso ci sono anche gli spiritualisti da tastiera

Anonimo ha detto...

democrito hai seri problemi di considerazione esterna. Da quand'è che non chiavi?Una trentina d'anni forse?Dai che ce la puoi fare vecchio onanista incallito.

Anna ha detto...

Mi spiace per MDD, ma in effetti il suo blog ormai piu' che dietrologia nel senso complottista del termine, fa dietrologia in senso passivo, aiutato molto da supposte monotone, monotematiche e patetiche dei soliti noti che poi devono venire qui a piagnucolare perche' nessuno li reputa indispensabili come vorrebbero.
CHE DUE COGLIONI !!

Dici bene Demo, qui la sindrome del Piccolo Principe/Principessina imperversa, unita soprattutto a manie di persecuzione all'ultimo stadio!

In quanto agli animali, li reputo molto migliori degli esseri umani. Non fanno del male per farlo, non sono portatori insani di cattiveria, malafede, menefreghismo, e diversamente da molte persone non credo nemmeno che amino solo quando vengono sfamati o coccolati, perche' non e' assolutamente vero.
Sono fin troppo buoni e pazienti con noi umani, anche quando non lo meritiamo assolutamente.

Anna ha detto...

@Anon 16/11 12:17

Pienamente d'accordo con la tua analisi sugli Italiani, e hai tralasciato di dire come vengono trattati i diversamente abili (volgarmente chiamati portatori di handicap) nella repubblica della banane.
Gli Italiani sono incivili, arroganti e campano ancora di minchiate e fasti del passato come la moda e il made in Italy, cose peraltro che solo pochi e selezionatissimi ricchi possono permettersi, mentre l'Italiota medio-cre guarda e sbava fuori dalle vetrine delle boutique sognando cose che si illude lo renderanno una merdina meno risibile e piu' luccicosa di quello che e'.

Ma adesso c'e' la crisi, la grossa botta sui denti, ed e' venuto il momento di tirare fuori le palle, e chi non lo fa, che affondi pure...in silenzio pero' !!!

Anonimo ha detto...

Tra Demo e la sintesi non corre buon sangue, non c'è simpatia e mai ci sarà.......
In quanto è proprio nel sapore del succo concentrato che si esalta la BONTA'e la QUALITA' del prodotto......CAPISC' AMME'

I fronzoli, OLTRETUTTO "SOLI", che NOIA !

Lilith

Anonimo ha detto...

@ ZN


Tra la "brillante" analisi e la minacciosa predizione da Maghin Maghella.....sto TREMANDO ! ! !

Sembravi più una strega che uno stregone.....Ma non sai che l' eccessiva rabbia capovolge la sessualità ?!?!?
E per quel poco che ti conosco, non credo PROPRIO tu voglia correre questo pericolo.....:-)))

Lilith

ZN ha detto...

"...la faccenda degli psicofarmaci (nella quale MDD, non essendo uno psichiatra, ma un’operatore-educatore, non c’entra per nulla) hanno, si, svolto un ruolo deleterio e la ricerca stessa è volta in quella direzione, ma altre volte sono determinanti per persone alle prese con problemi tali che senza un aiuto farmacologico non potrebbero nemmeno sopravvivere.
Lo stesso TSO è nato per motivi di controllo sulla popolazione, ne abbiamo avuto conferma nella vicenda di Paolo Ferraro, ed è per quello che viene mantenuto, ma a volte le circostanze lo rendono necessario.
Occorrerebbe una ricerca seria e azioni veramente a beneficio dei pazienti, ma come sempre le cose sono volutamente confuse. Non sono del tutto negative e strumentali ai fini del potere, altrimenti la gente perderebbe fiducia nelle istituzioni, e non sono nemmeno a favore delle persone, ma del sistema.
Sono furbi, estremamente furbi. Ma stiamo attenti anche noi a non buttare via il bambino insieme all’acqua sporca, nel qual caso saremmo fessi, estremamente fessi."


Perfettamente d'accordo.

"Non è che la vita sia scompartimentata, ma occorre fare ordine ed unire ciò che può unirsi e dividere ciò che va diviso, ma soprattutto evitare di fare casino."

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti sono Dante, come va?
Ha ragione Anna, gli animali sono più buoni degli uomini, e infatti stasera mi magno tante, tante polpettine di manzo al sugo...

Anonimo ha detto...

@Grey Wolf
Sei l'unico per cui vale ancora la pena di leggere questo blog.
Franceschetti da elemento critico e scomodo, si e` trasformato in un vero servo del sistema. Ma come si fa a passare da acerrimo nemico a difensore delle sette sataniche?
Molto italiano, tengo famiglia.

Billy The Kid ha detto...

C'è già stato, ormai decenni fa, un "ingegnere delle anime"...
Le mie riflessioni nascono dall'osservazione della vita di tutti i giorni. I mass-media creano l'agenda quotidiana della maggior parte delle persone. Nei giovani, specie della generazione più giovane della mia, per fortuna, sembra che questa consapevolezza sia stia diffondendo un po' di più. Anche perché l'illusione che ci propinano ("Tutto va bene" - "It's all good") vacilla sotto i colpi della realtà delle nostre strade. Molti sono comunque bell'e omologati, marchiati e punzonati con i logo e le firme. I logo e le firme diventano fede. Dolce e Gabbana sono due leader religiosi. C'è gente che non vive altro che per le loro mutande. Fatte in Cina a due lire da cinesi morti (ahimé) di fame, vengono ricomprate qui a Firenze a 100 € dagli stessi cinesi (però miliardari), che le riportano in Cina. Anche Firenze è ormai un logo. L'Italia è ormai un logo. Le "anime", l'umanità intrinseca di OGNI persona, NON SERVONO (intesa nel senso letterale), quindi, se non sono "servi", bisogna renderli tali e/o eliminarli. IL POTERE AL GIORNO D'OGGI TENDE AD ELIMINARE OGNI "RAPPORTO" UMANO: questo è il NWO. L'essere umano deve diventare una macchina, su cui poter operare l'ingegneria. Ma vi chiedete, come me, per quale REALE ragione tutti i dati (e non solo finanziari) ed il credito vogliono spostarlo sulle CARTE, appunto, di credito? ELIMINARE IL RAPPORTO FISICO CON IL DENARO (che già era stato depotenziato con l'introduzione della cartamoneta). In questo modo sei COSTRETTO a rivolgerti a una BANCA per ogni tuo movimento di denaro. CONTROLLO. La banconota bene o male la controllavi te, sapevi quanto spendevi per averla presa fra le dita e ceduta alle dita di un altro. Con la carta no: TUTTO VIRTUALE, tutto nei caveau delle banche. Il TUO credito lo controllano LORO. Sicuramente A VANTAGGIO DEI LORO FINI, IN PRIMA ISTANZA.
Basterebbe già SOLO questa constatazione per parlare di NWO.

Altra constatazione "dura": sempre più donne e ragazze vogliono uomini "devirilizzati" e sempre più uomini vogliono donne che dominino e glielo mettano nel ---- (vedi anche "moda" dei trans).
Anche nel sesso si parla sempre più spesso di dominio, potere, schiavizzo a destra e a sinistra (in una generale aridità di sentimenti). L'aspetto procreativo, la fertilità (intesa anche come generosità delle forme femminili), il piacere dell'imperfezione...cedono il passo all'ossessione del ventre piatto (altro logo commerciale, insieme alla "tartaruga"). Nella tradizione più genuina sia orientale che occidentale il ventre era appunto sinonimo di fertilità, vitalità animale, sentimento, bonarietà, saggezza, autoironia, giovialità, convivialità...
NON SONO A FAVORE DELL'OBESITA' eh...!
Dico: nel giusto limite dell'umano...

Comunque sono anche d'accordo con chi dice che TUTTO PARTE DA NOI...
Essendo Buddista (Soka Gakkai), credo profondamente che una "rivoluzione umana" nella vita del singolo individuo sia l'unica via percorribile ed appropriata per un cambiamento in meglio delle cose e delle persone che ci stanno intorno. Io percorro questa via attraverso la recitazione di Nam-Myoho-Renge-Kyo.
La cosa più difficile è riconoscere la natura di "Budda" in tutti loro così come in noi stessi...

Con rispetto e grazie per l'interessantissimo e vivace blog.

g

Anonimo ha detto...

@ Billy...

Concordo con la tua disamina. Il maschile e il femminile come qualcuno aveva già scritto stanno per essere privati delle loro caratteristiche per essere rimescolati.
Aggiungo che con i "progressi" dell'ingegneria genetica, non è più necessario il seme del "maschio", nè il conseguente normale concepimento.
Il concepimento non tiene più conto quindi delle leggi "naturali", ma si affida a regole artificiali. Si parte dal pretesto di evitare il "rischio" di malattie per il neonato che diventerà adulto, fino ad arrivare a modelli di "perfezione" dei "caratteri" che mutano i principi naturali (da vedere il film "Gattaca").
L'uomo così, "genera se stesso" e come vuole, quindi non è più "uomo", ma si evolve in qualcosa di più perfetto (qualcuno diceva che diventa Dio).
La natura umana viene completamente cambiata come vengono cambiate le "relazioni" degli individui che la compongono.
La "sterilizzazione" non riguarda soltanto l'aspetto sessuale, ma come dici tu anche quello emotivo e mentale.
Le emozioni, non risulteranno più spontanee, ma vengono quindi indotte, come "input" dati a dei robot.
La PNL data alla massa serve anche a questo, a dare "istruzioni" e ad abituarla al "controllo" delle proprie emozioni.
Possiamo accorgerci di questo già nelle foto comuni pubblicate nei social network, dove soprattutto giovani "ricreano" emozioni (tristezza, felicità, ilarità ecc..) associate a precisi linguaggi del corpo, che non essendo più "spontanee" (si mettono in "posa") diventano una mera "finzione". I neonati enei primi anni di vita, altro esempio, vengono abituati a "sorridere" agli stimoli per essere meglio accettati. Il risultato sono uomini che hanno una "felicità indotta".
Le caratteristiche "individuali" vengono inibite, per costringere ogni uomo ad inglobarsi nella coscienza collettiva. La "condivisione" ad esempio sempre nei social network serve ad unificare ed uniformare i pensieri. Di conseguenza anche i pensieri esclusivi vengono condizionati a seguire un "modello unico" che ne distrugge la differenziazione.
Ci ritroviamo quindi un individuo diviene femmina e maschio allo stesso tempo, che "pensa" come la maggior parte degli altri (qundi non pensa autonomamente), e poichè da adolescente è costretto poi ad andare via per "realizzarsi", la sua nuova famiglia diventa la "comunità", che sostituisce il ruolo genitoriale a cui siamo stati fin'ora abituati. L'amore diventa invece "piacere" e "armonia". Anche il significato delle parole cambia con le nuove edizioni della "neolingua". Per esempio le guerre diventano "missioni di pace", la ribellione al sistema diventa "estremismo".

Dell'uomo originale rimane quindi un "Avatar", un suo "derivato", un "idea" di uomo mutevole nel tempo.
Cercare di cambiare il sistema significa anche "leggitimarlo" nel bene e nel male.
Non sono d'accordo però sulla tua "conclusione", perchè la rivoluzione dell'individuo in sta già avvenendo ed è irreversibile.
La tecnologia sta venendo sempre più integrata il risultato è un uomo che si "fonde" all'intelligenza artificiale. Chiamasi "illuminazione collettiva". In cambio di questo "privilegio" bisogna deumanizzarsi, dare la propria "anima". Tutto sta già partendo da Noi e purtroppo il percorso che segue l'umanità è il ripudio del Dio Generatore con la conseguente autodeificazione dell'uomo. Se noti bene è proprio questo il minimo comune denominatore in tutti coloro che, anche in parti contrapposte, propongono soluzioni di ingegneria sociale. Mettere l'uomo al centro di tutto.
Ma siamo proprio sicuri che l'uomo è in grado di essere Dio meglio di Dio???

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Dice il SAGGIO, pensare al 90% soluzione e 10% problema ho 10% soluzione e 90% problema,si ottiene:
se problema ha una soluzione non e più un problema,se problema non ha una soluzione e un dato di fatto non e un problema.

GRAZIE & CIAO.

Billy The Kid ha detto...

@Anonimo

Beh, ma questa deumanizzazione è un bene o un male? Per me allontanarsi dalla natura (anche animale) non può essere bollato facilmente come un bene. Cosa si intende per evoluzione?

Più che altro cosa si intende per Dio generatore? E la teoria degli extraterrestri che "inducono" la civiltà umana?

Personalmente sono molto vicino a quanto scrive e sostiene Enrica Perucchietti riguardo all'origine dell'uomo... Tornerebbero molte cose...

g

Anonimo ha detto...

Fatina prima, adesso principessa.......
Ma quanti complimenti. Troppo buona, Anna, troppo buona......

Io, invece, ti vedo come un' opportunista.......Troppo buona, anche io troppo buona......

Lilith

Conte Senza Palazzo ha detto...

Lilith e Anna, un saluto a voi. Commento meno sui blog perché mi sto dando da fare nel concreto. Mi sembra il momento giusto, il sistema ha paura delle persone che credeva completamente sottomesse, ma gli deve essere sfuggito qualcosa. Ad esempio, ho partecipato ad una mobilitazione durata mesi contro una centrale a biomasse (le cui emissioni di polveri sottili causano il cancro) in una zona come la nostra che produce olio d'oliva dop biologico. Gli amministratori della ditta che voleva costruire la centrale (tutta gente con 3 metri di pelo sullo stomaco che viene da aziende statali) ha fatto marcia indietro perché ha visto quante persone, a livello locale, erano incazzate e gli avrebbe reso la vita impossibile. Conviene ad una azienda così una nuova no-tav?
Ripeto, questi sub-umani adesso hanno paura, scappano in elicottero! Ora invece dell'auto blu viaggeranno in elicottero blu! Ci vogliono: azione diretta, democrazia diretta, mutuo soccorso!

Anonimo ha detto...

***EQUILIBRIAMO LE PARTI***

Se si vuole convenire STUPIDAMENTE con i troller, che, per mero OPPORTUNISMO, intendono sputtanare concetti, persone e luoghi NON CONVENIENTI ai loro FINI, è un conto.......
Se invece si vogliono analizzare i fatti per ciò che REALMENTE sono, con il solo intento di far LUCE sulla VERITA', è un altro paio di maniche, e nel caso specifico che voglio trattare, queste: Tutti i blog, escluso quello di Grillo ( "MA" per le ragioni che BEN CONOSCIAMO.... ), si sono svuotati ( non solo quello di MDD ), incluso questo.......
Le ragioni risiedono, molto "BANALMENTE", nei MOLTEPLICI problemi che quest' ultima crisi ha fatto insorgere.

Le persone, assillate da MILLE GUAI, non hanno più tempo e spazi, e hanno dovuto rinunciare a molte cose che prima facevano, per farne altre più URGENTI.....

Quindi, cari i miei troller, non cercate demeriti dove non ci sono.....Se proprio ne volete trovare datevi una bella SPECCHIATA, e senz' altro ne troverete a IOSA.

Lilith

ZN ha detto...

"Tutte le persone abbiamo bisogno di essere accettate, comprese, di sentire l'affetto che gli altri ci manifestano in tantissimi modi. Se queste cose mancano...".

http://youtu.be/FwqRPEr8sAQ

Freeanimals ha detto...

Egregio avvocato, scusi l'out topic, ma vorrei segnalarle questo mio articolo odierno, avendo ieri assistito a una conferenza massonica:

http://freeanimals-freeanimals.blogspot.it/2012/11/pericolo-caduta-massoni.html

Distinti saluti

ZN ha detto...

La gente comune è rassegnata, pensa che sia inutile ribellarsi, far valere le proprie ragioni, protestare, perché tanto i “potenti” fanno comunque quello che vogliono loro. Scuole, religioni , politica, scienza, mass media hanno educato la massa alla rassegnazione, alla docilità, alla mediocrità, mentre distruggevano sistematicamente tutti quelli che invece, già sin da bambini, avrebbero potuto elevare la stessa massa ad un livello più umano invece che alieno (alienante). Scioperi, proteste, manifestazioni, battaglie e guerre non sono mai spontanee ma istigate, promosse e guidate a convenienza da poteri ufficiali o pseudo alternativi (in sostanza affatto diversi tra loro). Stare seduti davanti alla televisione, così come inizialmente davanti alla radio, andare a messa, al cinema o allo stadio ha programmato la massa all’inerzia, ad assistere passivamente a qualsiasi tipo di evento o competizione mostrati loro in diretta o differita. E’ in tal modo che sono state create ed alimentate egregore che, se inizialmente potevano essere sfruttate a vantaggio di pochi criminali ignoranti, ora stanno prendendo sopravvento ed autonomia propria, rivoltandosi contro i propri creatori (massa) e manipolatori (criminali ignoranti). Più un’egregora diventa potente e più ovviamente è difficile dominarla, piegarla al proprio volere. Per tanto, via via che l’egregora diventava più potente, è sempre stato necessario sostituire lo “stregone” (chiamiamolo così) con uno ancora più potente in grado di cavalcarla e guidarla . Perciò i criminali ignoranti hanno sempre avuto bisogno di assoldare “stregoni e streghe” che lavorassero per loro e per i loro interessi. E ne hanno sempre trovati senza troppe difficoltà, dato che inizialmente e fino a poco tempo fa le egregore per essere cavalcate e guidate non richiedevano che APPRENDISTI “stregoni e streghe” (ora però non più all’altezza del loro compito). Questo, per chi sa intendere e vedere, è del tutto palese. Ora le egregore (ovviamente non tutte, ma le più importanti e fondamentali) hanno assunto forza e potere tremendi, che neanche il più potente degli stregoni, o la più potente delle strega, è più in grado di gestire. E se pure ci fosse qualcuno in grado... questi però è INASSOLBABILE. Perciò NESSUNO ne sarebbe in grado.

ZN ha detto...

Piacere io sono Nessuno nei miei giorni pesi tu non mi vedevi. Non ero nella lista degli attesi. Vengo da una generazione di disillusi. Dal video lesi educati ad essere ambiziosi e poi scaricati a terra tipo pesi, di zavorra da una mongolfiera, ma ora è la mia era, uscito dall'anonimato con la sensazione di un evaso da galera. Una prigione di ignoranza a cui un tribunale occulto mi diede l'ergastolo, ma io riscrissi il mio capitolo. Edora mi conosci. J.Ax, quello degli Articolo.
Io sono Nessuno e rappresento tutti quei Nessuno che mi stanno intorno. Persi in una routine uguale giorno dopo giorno. Sconvolti sul limite estremo. Per tutti i Polifemo, che primo o poi ti accecheremo.
Tu giornalista, che ora mi insegui per lo scoop, ti ricordi ? Quando venni da te a parlarti, eri occupato troppo dal tuo pop. Trovasti solo il modo di screditarmi senza nemmeno prima ascoltarmi e tu musicista, che ora copi il mio sound. Quando prima dicevi che l'hip-hop non era musica. Adesso sembri un imitatore povero clown un pugile che sul mio ring va giù al primo secondo del primo round, mi fa venire il down. Il ricordo di zero possibilità offerte dopo il mio diploma. Vedevo gente fare strada grazie ad un amaro e un bagnoschiuma. Sono solo fatti miei. Ma io sono la prova che non ho fatto strada grazie alla mia faccia, tipo Raoul Bova. Vedevo attori prendere premi, grazie ai cognomi, attrici e vallette presentarci andare avanti a pompini. Io col cognome contadino e zero attitudine al pompino timbravo il cartellino e quale oro, aveva la merda in bocca il mio mattino e adesso che persino ho girato le strade di New York in limo. Chiedimi chi sono e ti risponderò: Nessuno.
Io sono Nessuno e rappresento tutti quei Nessuno che mi stanno intorno. Persi in una routine uguale giorno dopo giorno. Sconvolti sul limite estremo. Per tutti i Polifemo, che primo o poi ti accecheremo.
Mi hanno cresciuto riempiendomi le orecchie di cazzate. Il professore, il televisore, il politico, il prete. Uno per uno tutti a fare in culo, angeli bugiardi, esempi di virtù di 'sta gran fava, ultimi dei servi. Il professore mi diceva di studiare il televisore di comprare il politico di votare il prete di pregare, io ho studiato votato ho persino pregato, non ho potuto comprare e alla fine ho visto premiato solo chi ha comprato. Fanculo. Mi sono fatto una strada solo perchè l'alternativa era girare, fatto per strada, e comunque, resto sempre fuori dall'ambiente, preferisco la mia gente, dello Star System sono il latitante, sono stato maltrattato e tra le conseguenze, c'è che ho il rancore, con un danno permanente, che costantemente, cresce anche, quando leggo sui giornali le dichiarazioni, di critici o cabarettisti musicisti che ci danno dei minchioni, il fatto è che sono politicamente non corretto, fuori dal giro di San Remo ma anche dall'ambiente alternativo antipatico ed entrambe le parti con conseguente effetto, anti divo, il danno che mi fanno è nullo, mi considero un reietto, da quando sono vivo, ora voglio divertirmi, fratelli continuate ad amarmi, bastardi continuate ad odiarmi, guardatemi mangiarmi tutto il cibo che non volevate darmi. Nessuno ero Nessuno sono quindi se ti chiedono chi è stato risponderai Nessuno ed io sarò salvato.

ZN ha detto...


Io sono Nessuno e rappresento tutti quei Nessuno che mi stanno intorno. Persi in una routine uguale giorno dopo giorno. Sconvolti sul limite estremo. Per tutti i Polifemo, che primo o poi ti accecheremo.
Tutti gli occhi addosso a Nessuno. Ognuno si sente il diritto di dirci chi siamo, che facciamo, quando e come sbagliamo. Tante voci che mi sembra di uscire pazzo. Volete che mi tolga di qui? 'Sto cazzo. Tutti quelli che sentirai sputarci merda addosso è prechè vorrebbero il nostro posto e se non ho risposto è prechè piuttosto preferisco studiare per andare più in alto e su questa tesi interagisco tra le rime e il disco tra il vero e il falso tra una carezza e un calcio tra una bestemmia e un salmo tra la strada e il palco e al televisore toccherà comprarmi il professore dovrà studiarmi il politico dovrà temermi prete la mia generazione non è da oratorio per la religone non ci serve intermediario puoi dimenticarmi scattano gli allarmi perchè sarò la voce di tutti quei Nessuno che voce non hanno. Cambierò la parte ad ogni ruolo che mi assegneranno, non m'inquadreranno e tanto meno capiranno, e se mi fermeranno, frega un cazzo tanto l'ho già fatto il danno. 600.000 persone mò c'hanno in casa le prove che qualsiasi Nessuno può accecare il suo ciclope.
Io sono Nessuno e rappresento tutti quei Nessuno che mi stanno intorno. Persi in una routine uguale giorno dopo giorno. Sconvolti sul limite estremo. Per tutti i Polifemo, che primo o poi ti accecheremo!

http://youtu.be/xr3osIhJXCo

pietro villari ha detto...

All'anonimo 17/11 ore 17:46

considerazioni interessanti: strettamene collegate ad una realta' metafisica, al progetto massonico della "ridivinizzazione" dell'umanita'.
Purtroppo dubito che il fine sia meramente il dominio dell'uomo sulle scienze o l'immedesimazione alla divinita' (la perfezione del tempio interno e sociale).
Voglio comunque sperare che da questo sforzo possa un giorno almeno realizzarsi la percezione dell'insondabilita' misterica dello spirito.

Anonimo ha detto...

Interessante articolo, che però non tiene conto di alcuni fattori:

1- I dipendenti pubblici che fanno, si licenziano e vanno a vivere in una comune in campagna?

2- Se il popolo non manifesta e i media non informano in modo corretto ed esauriente, come si diffonde la coscienza di quel che sta accadendo?

3-Se il popolo non mette insieme tutte le tessere del mosaico, è male informato o disinformato, perchè mai dovrebbe scegliere di cambiare lo stile della propria vita?

4- Se andiamo tutti a vivere nelle comuni e torniamo al baratto...chi fa politica? chi ci governa? Non condivido la prospettiva di un popolo qualunquista che pensa solo a riempirsi la pancia. Il popolo deve esercitare la sovranità.

Manifestare in piazza è tappa obbligata perchè tutto il marcio venga fuori. Il popolo deve prendere coscienza e difendere la democrazia, il che passa inevitabilmente attraverso la manifestazione del dissenso.

ZN ha detto...

P.S.
INASSOLBABILE = INASSOLDABILE

P.S.2
@lilith

ti aggrappi a tutto, anche alle minchiate, pur di istigare, trolleggiare, rompere i coglioni, nella speranza di spazientire e far battere in ritirata, per sfinimento, il TUO FALSO NEMICO. Non demordi, eh?!! Hai bisogno di pippe mentali, di godimento egoico, ricercato ed esplicato nella e attraverso la virtualità della rete, che sembra proprio fatta a posta per questo. E fa bene Franceschetti, o chi per lui, a far passare i tuoi "messaggi". Se non altro i tuoi messaggi mostrano come opera un troll da 4 soldi, che paradossalmente si lamenta pure che tutti i blog (che evidentemente frequenta), compreso questo (ma qui ti sbagli), si siano svuotati??? E poi dice che:

"si dovrebbe IMPARARE a relazionarsi, a sentirsi SIMILI e coesi, a PARLARE dei VERI problemi ma in GENERALE e NON di una determinata categoria."

Eh eh, un colpo al cerchio e uno alla botte, e trallalero trallalà, questo porcellino è andato al mercato, questo portellino è andato al mercato, questo porcellino è andato al mercato, questo por... oh oh, ho finito i porcellini!
http://youtu.be/2eUdaxdX8II

valdor ha detto...

“E se anche venissimo a conoscenza di tutte le turpitudini, di tutti i crimini, nefandezze, aberrazioni, e perversioni del Sistema, sventolandole in mondo visione sul naso dei loro fautori e indicandoli uno per uno, con nome e cognome, tutto rimarrebbe incredibilmente lo stesso.
La nostra opera di denuncia e di diffusione della notizia, restano lettera morta se non sono suffragate da un’azione di ribellione tangibile, e rinunciando alle tentazioni indotte dalla Bestia Liberista.
Potremmo dunque dire peste e corna del Sistema Potere, che nulla cambierebbe! Il Sistema (diversamente da quanto la logica ci costringerebbe a pensare), si nutre di tutto questo, ne gode e se ne vanta, trasformandolo in seguito in un grande business.
Lui oggi, é il nostro signore e creatore. Lui, che per gentile concessione, ci da la possibilità di attaccarlo, criticarlo e maledirlo, sapendo che ne ricaverà vantaggi e piacere”.

http://www.stampalibera.com/?p=55623

Anonimo ha detto...

@ Billy
Senza girarci troppo intorno, per me l'evoluzione per come viene intesa oggi non esiste.
Esiste una evoluzione indotta volta a cambiare l'uomo nella sua essenza, mediante l'utilizzo di un servizio esterno

(evocazioni e rilascio della conoscenza). Questa evoluzione dell'uomo è una sfida millenaria a Dio che si rinnova ciclicamente

ed è simbolicamente rappresentata dall'oroborus. Chi sceglie di ribellarsi a Dio, "merita" di restare "imprigionato" nel ciclo

successivo.
Per me il Dio Generatore è semplicemente il Dio Creatore, ovvero il Dio che ci ha creato. Questa potrebbe sembrare una mia

"fede" e in effetti lo è (sono cristiano).
Ma se ci pensiamo bene anche sostenere che l'uomo è stato generato dal caos primordiale, o dagli alieni (vedi Annunaki), o che

sia una "particella" di Dio (quindi è sempre stato Dio senza saperlo), sono atti di fede.
A questo punto occorre prima soffermarsi sui dati di fatto per capirci qualcosa in più, basta solo "osservare".
E' un fatto che l'umanità è controllata e influenzata da una piccola minoranza di individui "illuminati" che agiscono

nell'ombra mediante il servizio di "marionette" (viste come potere esteriore) e che occupano vari settori del sistema.
Il sistema è fatto per inglobare ogni uomo, e se il sistema cambia di volta in volta anche l'uomo inglobato tende a cambiare.
A questi individui illuminati che lavorano nell'ombra non interessa la ricchezza (controllano l'economia, che distruggono e

rinnovano) e anche se hanno il potere di poter cambiare il sistema non interessa il potere e il successo perchè il potere per

un uomo, affinché sia goduto appieno, deve essere "riconosciuto" come tale dalla collettività. Che senso ha auspicare un Nuovo

Ordine Mondiale se non sei in prima persona il beneficiario di questo piano secolare ultimato (muori o sei molto anziano prima

che sia stato completato).
La realtà è che quello che "muove" davvero questi individui (che cambiano nel tempo), è la loro dottrina (il loro credo)

perchè di quello si tratta.
Il loro credo è la "fede negli uomini" (una piccola espressione exoterica di ciò è stato ad esempio il c.d. "Sogno

Americano").
La finalità è che l'uomo diventi Perfetto (Dio), ma l'unico "vincolo" per ottenere ciò è la cessione della propria "essenza

umana" (l'anima).
Per essi è una "missione", che da un lato potrei umanamente comprendere, ma dall'altro la considero come una orgogliosa e

inutile ostinazione a voler cambiare qualcosa impossibile da cambiare.
L'uomo quindi non può essere Dio, ma se gli togli la sua "essenza umana", forse...potrebbe diventarlo, solo che non sarebbe

più un uomo.
Per cui la "grande opera" composta da processi di distruzione e di unione è fatta per "evangelizzare" (in senso luciferino)

l'umanità intera.
I Misteri che stanno venendo alla luce anche per la massa (disvelamento), servono a permettere l'illuminazione dell'umanità intera. Altro non è che il rilascio della conoscenza del bene e del male biblica.
Combattere il sistema (Six Tema) significa "riconoscerlo come proprio" e soprattutto legittimarlo. La ribellione al sistema è "voluta" e ci sarà statene pur certi in pieno stile V per Vendetta.

...

Anonimo ha detto...

enza accorgercene ci ritroviamo la famiglia che diventa comunità, il mondo che diventa regno, i continenti diventano nazioni,

le nazioni diventano regioni, le regioni diventano città.
Ad occupare tutto questo c'è un "singolo" che diventa una unità di una grande "singolarità. Un uomo, alterato nella sua natura sessuale, mezzo maschio e mezza femmina, "bello" (valore virtuale che non ha nulla di reale), "intelligente", "capace di creare" e "forte" (mediante il transumanismo, l'unione dell'uomo con l'intelligenza artificiale - e l'eugenetica, selezione artificiale), che sa tutto (illuminazione collettiva), che lotta con i suoi simili per essere uno schiavo (se non lavori per il sistema non esisti e lavorare è difficile perchè il lavoro sta venendo sempre più assegnato alle automazioni).
Il risultato è un uomo che viene privato di tutte quelle caratteristiche umane chi gli erano proprie.
Un uomo che perde la propria "identità".
I "modelli" in cui far identificare la gente ci sono, qui ne potete vedere qualche esempio dal punto di vista musicale:
http://www.youtube.com/watch?annotation_id=annotation_767268&feature=iv&src_vid=31bZBdtk7u4&v=aa10HFXM2Hg
A un uomo puoi dare tutto ma proprio tutto quello che vuoi, ma se lo privi della sua essenza rimane solo un corpo inanimato,

un manichino, un robot.
Nel recente film Prometheus (pieno zeppo di riferimenti simbolici in chiave gnostica) abbiamo un androide di nome David,

bello, forte e intelligente, che è capace di "piangere" riproducendo le lacrime dai suoi occhi, senza però essere in grado di

provare un emozione come quella che può essere la tristezza.
Quando, guardo la TV, vado al Cinema o utilizzo il Pc navigango in rete e osservo la gente vedo sempre più "riproduzioni" della realtà. L'uomo e l'ambiente che lo circonda stanno diventando una "finzione" di ciò che davvero sono. La gente agisce senza conoscere il significato delle proprie azioni e senza conoscere il piano in cui esse vengono svolte.
Quando ad esempio posti un commento quisei costretto a compilare un captcha. C'è scritto "Dimostra di non essere un robot". Il problema è che quando lo compili credi di essere umano, ma ti elevi a un piano virtuale e la tua identità stessa non è più umana, ma è solo una "riproduzione" di quello che davvero sei. Già veniamo abituati senza accorgercene all'idea del dualismo Uomo-Intelligenza Artificiale, che però sono opposti che andranno a fondersi come uno solo.
Nell'uomo che sta venendo alla luce (un SuperUomo) i sentimenti umani come l'amore non sono più spontanei, possono essere

riprodotti come un mero atto meccanico, ma non sentiti dentro la propria anima, perché questa non c'è più.
Che piaccia oppure no, in cambio della Perfezione, è necessaria la propria deumanizzazione. E' questo il patto con il diavolo.
La deumanizzazione è proprio questa a cui stiamo assistendo.

Io credo che non serve un uomo che "cambia" o che si "evolve", basterebbe un uomo che riprovi ad essere se stesso,

nient'altro.

Billy The Kid ha detto...

@ Anonimo

E che tipo di entità è per te il Dio Creatore? Lo identifichi con il Dio Padre Creatore cristiano? Secondo te è una entità che trascende la realtà naturale? E Gesù? Il Buddismo (che io pratico) non parla di entità divine sovrannaturali. In questo senso è compatibile con l'esistenza di esseri intelligenti extraterrestri. E il Cristianesimo? Conosci le teorie di Enrica Perucchietti sulle Stanze di Dzyan?

Con rispetto

g

Anonimo ha detto...

@ Conte......

Dici che questo è il momento giusto.....

Per chi è consapevole è stata ed è SPONTANEA, in ogni epoca, la contrapposizione, a volte anche a prezzi altissimi; per costui è SEMPRE il momento GIUSTO di denunciare la FOLLIA, la CRIMINALITA', l' ASSURDITA' del potere.
Però, probabilmente, tu intendevi "DEFINITIVAMENTE GIUSTO".....ma su questo, quando mi soffermo ad osservare il panorama mondiale, mi sorgono dei TRISTI presentimenti, dei SERI dubbi. Però, a volte le cose PRECIPITANO improvvisamente, e in un breve spazio di tempo accade ciò che non è accaduto per millenni. In tutti i modi non credo siamo più tanto lontani.

Sul fatto che loro abbiano PAURA non ho dubbi, per questo, VENDICATIVI come sono, ce la rimbalzano addosso.......

Da quando l' AMORE fu spazzato via e sostituito con l' ODIO la follia prese il potere e REGNA SOVRANA, ma sempre TIMOROSA. Vivono terrorizzati, sguinzagliando CONTINUAMENTE i "cani" alla ricerca di nuovi e pericolosi FOCOLAI........LA PAURA LI TIENE IN PUGNO.

L' AMORE E IL CORAGGIO SONO I SUOI PIU' TEMUTI NEMICI.......CONTRO I QUALI UN GIORNO PERDERANNO ! ! !

Lilith

Anonimo ha detto...

@ ZN.

SOLO 2 COSE:

Sei MOLTO CONFUSO persino quando esponi pensieri semplici, e TROPPO ARROGANTE per sostenere una conversazione.

DATTI UNA REGOLATA.....per il TUO BENE !

Lilith

Anna ha detto...

Ciao caro Conte, mi fa piacere che il motivo per cui non posti più molto sia quello di agire molto e bene nella vita reale, e non sai quanto vorrei poter dire la stessa cosa, ma evidentemente la realtà in cui vivo io non è ancora pronta al salto di qualità, forse non lo sarà mai, chissà, nè possiamo pretendere che lo sia. Al contrario, qui si lamentano tutti che le fabbriche abbiano chiuso, e parlo di fabbriche che lavoravano metalli pesanti, cementi e altro materiale altamente cancerogeno..infatti la maggior parte dei cassintegrati e pensionati qui sta morendo o è già morta di cancro, modello ILVA, ma guai a toccargli lo stipendiuccio mensile da schiavi !!
E dire che anche qui da noi si producono vino DOP, olio, miele, ma a nessuno sembra fregare niente !! Quest'anno le api hanno prodotto pochissimo miele per via dei pesticidi che le stanno uccidendo (noi ovviamente le alleviamo in modo biologico), e tutti gli apicoltori si lamentano di questo ma allo stesso tempo le imbottiscono di veleni perchè devono sfinirle e sfruttarle fino all'osso !!

Il sistema sguazza nella mediocrità ahimè, ed essere uno che se ne frega dell'auto potente o del lavoro fisso da queste parti è visto come sintomo di malattia mentale, ma io e i miei cari non demordiamo e stiamo facendo del nostro meglio per portare avanti una mentalità il più lontana possibile dal profitto, dall'egoismo, e dall'avere. Molte persone si stanno interessando ai prodotti biologici che facciamo e alla filosofia che c'è dietro, e anche se può sembrare o è una goccia nel mare, è sempre meglio di niente.
E la sorpresa più bella è stata qualche giorno fa la discussione che ho fatto con dei ragazzi di scuola giovanissimi che conoscono l'argomento Illuminati e sono consapevoli che non tutto quello che appare è veramente così, e si fanno moltissime domande intelligenti, oltre ad esprimere il loro profondo disagio per questa situazione non solo italiana ma planetaria.
Per me questo vale più di mille discorsi sterili di e tra esperti della fuffa.

Anonimo ha detto...

Quando si parla di esseri intelligenti extraterrestri anche se ne viene immaginata una rappresentazione fisica abbastanza familiare, ci si riferisce sempre a entità sovrannaturali con un nome diverso. In altre parole sono gli stessi Spiriti conosciuti da secoli negli ambienti misterici, che ESISTONO e si nutrono dell'energia vitale umana. Quando vengono "evocati" per intervenire rilasciano energia di varia natura in cambio di "sacrifici". Negli scritti della Bailey e della Blatwasky se ne parla sia in chiave exoterica che esoterica. Questi rilasci di energia poi utilizzati nel mondo avvengono in cambio di "sacrifici". La bomba atomica è stata infatti "energia rilasciata".
Scrive la Bailey:
"La bomba atomica è stata usata solo due volte in modo distruttivo...
i suoi usi costruttivi ora sono i seguenti: (a)
come precursore di quell'ondata di energia che cambierà il modo di vivere dell'umanità e inaugurerà LA NUOVA ERA in cui non ci saranno più civiltà e culture ma UNA SOLA CULTURA MONDIALE e una civilizzazione emergente... (b) come un mezzo nelle mani delle NAZIONI UNITE PER IMPORRE le forme esteriori della pace, e darci così il tempo di insegnare... per agire.
La bomba atomica non appartiene alle tre nazioni [si parla del 1957] che...
posseggono il segreto attualmente. Essa appartiene alle Nazioni Unite,
è essa che la deve usare... per obbligare i gruppi politici e religiosi..."
Quando poi m'è toccato pure leggere che lo sterminio degli ebrei è stata una punizione "karmica" per la loro ostinazione a non volersi "mischiare" con i gentili (ovviamente dal punto di vista religioso) m'è venuto il voltastomaco. Sappiamo bene l'esoterismo nazista da "dove" proviene, eppure sembra quasi che col nazismo sia morto ciò che esso rappresentava. Bisogna invece precisare che quello che ha rappresentato (esotericamente) non è morto, ma si è servito del nazismo, per giungere ad altre tappe per l'evoluzione umana.
L'ostilità verso Cristo che si può scorgere negli scritti teosofici è incredibile. Se per i maestri ascesi determinati avvenimenti sono una cosa giusta, allora no. Per me non esiste più il "giusto" e lo "sbagliato", esiste solo il Bene e il Male. Ed è qualcosa che sento dentro, nella mia essenza umana. Il bene e il male si possono sentire solo nel nostro io individuale (che il Buddismo aliena con la dottrina anatman). A cosa serve l'illuminazione se poi non si è in grado di discernere il bene dal male, in quanto ci si eleva al di sopra di questa dualità originaria? Il prezzo dell'illuminazione è proprio l'alienazione dell'io (che possiamo già osservare attorno a noi). Ci si eleva su un piano dove tutto ha una sua "logica", tutto ha un suo "significato" e anche ciò che si potrebbe umanamente intravedere il "male" si può considerare "giusto", perché le passioni umane vengono a quel punto messe da parte perché c'è un cambiamento di status. Nel "Nuovo Mondo" di religione ce ne sarà una sola e sarà il culto del sè. Questo "sè" sarà collettivo e sostituirà il sè individuale. Ovviamente per quelli come me non ci sarà nessuna pietà, ma questo già l'ho tenuto presente e ne sono consapevole.

Anonimo ha detto...

Le prossime guerre infatti avverranno principalmente sul piano spirituale. Vi sarà in primis lo scontro tra le religioni monoteiste per il "resto" ci sarà un "accorpamento" e su queste ceneri nascerà la nuova religione luciferina.
Scrive Helena Blavatsky:
Il Grande Serpente del Giardino dell’Eden e il “Signore Dio” sono identici…
Sosta in soggezione davanti ad egli, e non peccare, pronuncia il suo nome con timore…
E’ Satana che è il dio del nostro pianeta, e l’unico dio…
Quando la Chiesa, quindi, maledice Satana, maledice la riflessione cosmica di Dio…
In questo caso è naturale… vedere Satana, il Serpente della Genesi come il vero creatore e benefattore, il Padre dell’Umanità Spirituale… - The Secret Doctrine, Volume I, page 414, Vol II, pgs. 234, 235, 243, 245
«E ora è stato provato che Satana, o il Dragone Rosso Infuocato, il "Dio del Fosforo" e Lucifero, o "Portatore di Luce" è in noi: è la nostra Mente, il nostro tentatore e Redentore, il nostro liberatore intelligente e Salvatore dall'animalismo più puro» H. P. Blavatsky, The Secret Doctrine, vol. II, pag. 513
Per me Dio comunque è una entita che crea e trascende il creato al tempo stesso. E' un Dio che ha messo alla prova chi lo ha sfidato. Mi riferisco al punto d'origine, la Genesi. Di Gesù è stata creata un'iconografia posteriore che ha sminuito gli insegnamenti biblici. Anche partendo da posizioni atee (io l'ho fatto) non si può negare che se l'umanità provasse a seguire almeno metà di quegli insegnamenti le cose certamente migliorerebbero. Si parla sempre di forme alternative di società, dell'uso della solidarietà, di aiuto reciproco, di abolizione della proprietà privata, di amore.... quando potremmo avere una buona fonte dal quale prenderne almeno spunto migliorando noi stessi.
Il linguaggio si serve delle identificazioni, è pura dialettica. Non mi sorprende che quando a provo a parlare della bibbia in gran parte della gente ci siano reazioni di enorme disappunto tipo "la chiesa è corrotta" (che è pur vero), la favola di Adamo ed Eva ecc... Si creano delle associazioni come "Cristianesimo"="Ignoranza".
Poi magari si collegano ad esempio su youtube guardano "Zeitgeist" e credono di sapere tutto e d'aver trovato la "soluzione" a tutti i problemi dell'umanità, senza sapere che quella è un "esca" che funge da contenitore-trappola per individui insofferenti all'attuale sistema, che verranno poi riversati nella Nuova Era. Si viene poi a sapere che sono progetti e movimenti creati e appoggiati proprio dalle parti di chi vuole un Nuovo Ordine Mondiale (vedi Onu). La crisi economica del resto è stata "pianificata". La storia dell'uomo è fatta di rivoluzioni che sono partite solo "formalmente dal basso", ma in realtà non sono mai state "spontanee".
Si parla sempre di "soluzioni", ma la soluzione non è altro che uno scontro dialettico tetico e antitetico che segue una determinata finalità di un piano secolare.
Gli esiti del mondo sono già "scritti", seguono le leggi dell'universo e nessuno di noi può far nulla per scongiurarne la conclusione macroscopica. L'unico esito che possiamo determinare riguarda noi stessi.

Conte Senza Palazzo ha detto...

Lilith, dico che il momento è giusto nel senso di propizio, i guardiani del sistema cominciano a temere anche per la loro incolumità fisica e noi ce ne possiamo approfittare. Forse hanno tirato troppo la corda e sottovalutato numericamente le persone non massificate.
Anna, dalle parti mie vedo molte persone interessate a certi argomenti, per esempio il movimento Transition da noi ha organizzato un incontro che era gremito, io li ho invitati a farne un'altro con l'anno nuovo. Insomma, mi sembra che qualcosa si muova.
OT: mi permetto di consigliare un programma: Un'Altra Vita di Simone Perotti su Rai 5 il giovedì sera.

ZN ha detto...

@Anonimo 18 novembre 2012 21:50

A cosa serve l'illuminazione se poi non si è in grado di discernere il bene dal male, in quanto ci si eleva al di sopra di questa dualità originaria?


La parola “illuminazione”, come anche tante altre parole (amore, consapevolezza, ecc.), ha perso il suo significato originale, insomma è stata sputtanata, evidentemente non a caso. In due parole, significa INTEGRITA’ ed AUTENTICITA’. Significa che tutte le tue maschere sono cadute ed è apparso il tuo vero volto. Significa che sei diventato una luce a te stesso, che non hai più bisogno di seguire niente e nessuno, nessun dio, maestro, bibbia e quant’altro. Significa che l’oscurità, sinonimo di ignoranza, è stata vinta dalla luce, sinonimo di consapevolezza. Significa smettere di giudicare se stessi e gli altri, accogliendo tutto ciò che la tua consapevolezza illumina, per quello che è. Significa riconoscere il giusto in quanto giusto ed il sbagliato in quanto sbagliato, il bianco in quanto bianco ed il nero in quanto nero, il vero e reale in quanto vero e reale ed il sbagliato ed illusorio in quanto sbagliato ed illusorio. Significa agire a partire dalla propria consapevolezza e non perché così sta scritto in quella bibbia piuttosto che in quell’altra, o perché così dice il tuo Maestro, o Gesù, o Buddha, o Maometto. Significa che ti sei assunto totalmente la responsabilità del tuo agire e non agire, e delle conseguenze che ciò comporta. Significa riconoscere la sacralità di ogni momento vissuto, di ogni singolo gesto compiuto anche di quello apparentemente più insignificante come ad esempio muovere un dito, spostare un oggetto, osservare una nuvola. Significa smettere di lamentarsi, di attribuire la colpa del proprio malessere ad altro ed ad altri che non sia se stessi. Significa disimparare per imparare ad imparare. Significa non rincorrere la vita, né sfuggire la morte. Significa essere semplicemente se stessi, ciò che si è e non ciò che si vorrebbe essere o ciò che gli altri vorrebbero che fossimo. Significa smettere di amare perché così sta scritto o perché così vuole Dio, perché rispetto all’Amore nulla può essere fatto, tranne spalancare le porte del proprio cuore all’ignoto ed attendere silenziosamente, senza aspettative, in uno stato di innocenza, che sia l’Amore stesso a muoverci in questo e negli infiniti mondi, penetrando ed inondando il nostro essere fino a toccare e nutrire la sua stessa fonte che è dentro ognuno di noi. Allora ogni tua cellula, ogni tuo gesto, ogni tuo fare o non fare è Amore, Amore incondizionato. Illuminazione è allo stesso tempo tutto e niente. E’ la tua vera natura, ciò che è oltre la vita e la morte. Un Mistero che si rivela all’infinito, essendo infinito...

Per quelli come te non ci sarà nessuna pietà, certo, ma solo se tu per primo non avrai nessuna pietà per te stesso.

Quindi, caro anonimo, coltiva la Fiducia non in ciò che credi di essere, ma in ciò che non sai di essere... e non mancherai di realizzare il fine ultimo per cui ti ritrovi qui, in questo folle mondo.


P.S.
@Lilith

Se leggere ciò che scrivo ti confonde, è un TUO problema, che intanto potresti facilmente evitare evitando di leggere i miei scritti. Non sei mica obbligata (o si?) a sostenere una conversazione “arrogante” con me. D’altronde, arrogante è per te chiunque non collimi con il tuo pensiero. Il che rende impossibile qualsiasi tipo di conversazione con chi la pensa diversamente da te. In realtà, a te non interessa con-versare, ma con-vertire al tuo pensiero, attraverso povera (ma violenta) dialettica, fortemente impositiva, arrivando subdolamente perfino a minacciare... se non mi do una regolata... per il mio bene. OK, voglio darmi una regolata, quindi: FOTTITI

Anonimo ha detto...

@Conte.

Sono pienamente d' accordo con te sul momento PROPIZIO; si NOTA dai "contenuti" delle conversazioni, e disponibilità a queste, da parte di una GRANDE MOLTITUDINE di persone una volta disinteressate a "CERTI" temi.......e questo fenomeno NON si era MAI visto PRIMA.

Credo anche io che stiano tirando TROPPO la corda. E penso sia dovuto alla POTENZA che i paesi emergenti stanno acquisendo; cosa, questa, che genera loro ansia e timori in riferimento al progetto per il POTERE ASSOLUTO che si sono prefissi.
Così, che oltre a doversela vedere con "loro", per stare "al passo", se la devono vedere con NOI.....il che li porta a NUOVI problemi e CONTRADDIZIONI.

Insomma, malgrado cerchino di COPRIRE il FENOMENO con le solite BALLE dei media, e che continuino con il lavaggio dei cervelli tramite film e pubblicità, il numero di persone COSCIENTI sta aumentando. Comincia ad essere CHIARA, a "TANTISSIMI", l' ASSURDITA' dei vergognosi SOPRUSI e inverosimili INGIUSTIZIE; e non SE NE PUO' PIU' della incredibile SFRONTATEZZA che accompagna le INSOPPORTABILI facce di CULO che il POTERE mostra senza vergogna ALCUNA.

Stanno manifestando sfacciatamente il "diritto" che si sono ARROGATI alla superiorità perchè CREDONO di essere più potenti di quel che sono........

MA FANNO I CONTI SENZA L' OSTE........ALL' ANIMA DE LI MORTACCI LORO ! ! ! !

Lilith

Anonimo ha detto...

@ ZN.


A MATTO..........! ! ! ! !

"DATTI UNA REGOLATA....per il TUO BENE".
Secondo te sarebbe una MINACCIA ?!?!?!?

Sei così rincoglionito da SCAMBIARE un AUGURIO con una MINACCIA ???

Ma va a caghè.....SUONATO di un PARANOICO che non sei ALTRO ! ! !

Lilith

ZN ha detto...

Si, secondo me, è una SUBDOLA minaccia :-) così come le parole, i "contenuti" del tuo ultimo commento, a me rivolte altro non sono che INSULTI stonanti che, inequivocabilmente, inficiano la genuinità del BENE che dici di AUGURARMI. Ma la tua ridotta capacità di critica (insight) fa sì che tu non ne sia consapevole. Per tanto, ovviamente, sei anche inconsapevole di comportarti da troll. Hai bisogno di un bravo psicologo, che sia davvero capace di aiutarti, perché ne hai sicuramente bisogno. Nel frattempo che ne trovi uno all'altezza della tua situazione (lo so non è facile), continua pure a scrivermi quello che ti pare. Non mi offendi. E non preoccuparti... per il mio bene... pensa a te stessa, che è meglio.

Anonimo ha detto...

so che è piu divertente trastullarsi sul web ma vi prego di comprare il corriere lunedi prossimo (26/11) esce il manifesto MMT x la salvezza VERA del paese http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=506

Anonimo ha detto...

forte la frase "ultimi colpi di genio" rende perfettamente l'idea di presa per il....:-)

Anna ha detto...

Datemi duemila messe nere alla Crowley e LaVey ad un solo post da sindrome pre e post mestruale misto colon irritabile misto Heidi della Lilith.