giovedì 4 ottobre 2012

Il maxi concorso indetto da Monti (cosiddetto "decreto sfascia-scuola").



Il recente provvedimento della scuola in materia concorsuale

Dopo i demenziali provvedimenti dell’IMU e del decreto salva-Italia (meglio detto “sfascia-Italia”), di recente il governo ne ha inventata una nuova, e ha varato un maxi concorso per il reclutamento di nuovi insegnanti nella scuola.
La maggior parte dei giornali ha salutato con favore questo provvedimento (che bravo il governo Monti, vedi come creano nuovi posti di lavoro, uh vedi come si interessano alla scuola). La maggior parte del personale docente invece è contraria a questo concorso, ritenendolo dannoso, inutile, ingiusto e incostituzionale, tant’è vero che circa 15.000 docenti giunti da tutta Italia qualche giorno fa hanno protestato a Roma (ovviamente la notizia è passata quasi sotto silenzio dai principali media, che spesso si sono limitati a riportare la notizia in posizioni secondarie e poco evidenti).

Il provvedimento del governo Monti è, come tutti i suoi provvedimenti del resto, semplicemente mostruoso dal punto di vista giuridico. E qui uso la parola mostruoso nel suo significato originale, quello di monstrum (in latino significa segno divino, prodigio, nel senso che un provvedimento così mal fatto è veramente un prodigio), perché vi sono più illegittimità ed errori giuridici in questo provvedimento di quelli che avrebbe potuto fare uno studente di giurisprudenza al primo anno con ritardo mentale, se fosse stato incaricato di preparare il testo del decreto.
Vediamo quali sono le assurdità giuridiche di questo provvedimento, per poi cercare di capire il fine che si propone il governo Monti con questa nuova trovata del concorso.


1)     Iniziamo dal limite di età: il bando fissa in 40 anni l’età massima dei partecipanti, ma tale limite è stato abrogato per tutti i concorsi pubblici ormai dal 1997. Un errore non di poco conto, per il quale sorge una domanda fondamentale: è possibile che i giuristi del governo abbiano potuto fare un errore così lapalissiano, idoneo ad invalidare tutta la procedura concorsuale ancora prima che inizi? No, non è possibile, infatti; ma prima continuiamo l’analisi delle idiozie di questo provvedimento.

2)     Il bando prevede l’esclusione dal concorso di alcune categorie:  a) laureati post 2002-2003; b) insegnanti già di ruolo, che avrebbero i titoli per partecipare ad altre classi di concorso.

3)     La chicca più gustosa di questo maxi concorso però sta nella prova preselettiva: si tratta di una prova uguale per tutte le materie. Sì, avete capito bene: chi si presenta per insegnare italiano dovrà superare le stesse prove di chi vuole insegnare matematica o inglese o altro.
La prova preselettiva consiste in domande di logica (tipo giochi enigmistici), estratti da una banca dati di 3500 domande. Ci si domanda se un giorno Monti non voglia trasformare l’esame da avvocato con una serie di quiz di cultura generale, su geografia, storia, matematica. In fondo pure gli avvocati devono fare i calcoli, no?

4)     La scuola non ha bisogno di nuovi concorsi. Sono migliaia infatti gli insegnanti in (in alcuni casi dal 1990) abilitati che aspettano ancora il ruolo, e aspettano solo che venga il loro turno per avere una cattedra fissa (per entrare, come si dice in gergo, di ruolo). Questo concorso quindi servirà solo a far sì che chi vince il concorso possa passare avanti di posto a persone che aspettano da anni il loro turno.

5)     Inoltre possono partecipare a questo concorso anche insegnanti già abilitati grazie alle cosiddette SIS (scuole di specializzazione); come dire che anche chi ha già vinto un concorso ad hoc, può rifarlo daccapo, come se tutti i sacrifici fatti fino ad oggi (sia economici sia di tempo) per frequentare queste SIS non valessero nulla.

6)     Aggiungiamo che i programmi sono un perfetto copia e incolla di quelli del concorso precedente, di ben 13 anni fa.


Veniamo allora al perché di questo concorso.

La situazione che è destinata a crearsi sarà la seguente: il concorso si farà, ma sarà inevitabile la bocciatura di esso da parte della Corte Costituzionale. Se la bocciatura della Corte Costituzionale arriverà prima che il concorso venga effettivamente espletato andrà tutto bene; ma, considerando che il governo farà di tutto per ritardare la decisione della Corte (che del resto è uno strumento dei poteri forti, e non va mai contro il potere costituito, salvo nei casi più eclatanti e macroscopici), è possibile che la decisione arrivi dopo che le procedure concorsuali saranno terminate, creando malcontento, rabbia, e ulteriori ricorsi e procedure giudiziarie, in coloro che hanno partecipato alle prove e le avranno – con fatica, spesa, e perdita di tempo – superate.
Tutti contro tutti, insomma, precari contro professori di ruolo, professori di ruolo contro altri professori di ruolo, in un caos che a tutti gioverà, tranne che a professori e studenti.
Monti, e con lui la squadra tecnica che ha preparato questo concorso, non può ignorare tutto ciò, e non può ignorarlo a maggior ragione ora che da tutta Italia sono state fatte notare a chi di competenza le assurdità di questo concorso. Perché dunque insistere in un concorso che non servirà ad altro che provocare un gran caos, con un quasi sicuro annullamento da parte della Corte Costituzionale?
E’ un caso? Non se ne sono accorti?
No.
Se ne sono invece accorti benissimo, ed era esattamente lo scopo che si prefiggeva Monti.

Prima di spiegare in dettaglio il fine reale del concorso, però, dobbiamo fare due premesse per chi non conosce la massoneria e il suo modo di comunicare ed agire.


Il linguaggio mediatico-massonico

La massoneria ha, tra i suoi principi, la tolleranza, il dubbio, la paziente ricerca della perfezione tramite la levigatura della pietra grezza. Per questo motivo, quando un massone dice una cosa con enfasi e con molta sicurezza, in realtà, simbolicamente, sta comunicando il contrario.
Ciò del resto è non solo una regola massonica, ma anche un regola psicologica per cui affermare una cosa con troppa sicurezza in genere è indice di insicurezza.
Quando il massone quindi afferma con enfasi qualche cosa, sta negando. Sta dicendo (consapevolmente) il contrario, lanciando un preciso messaggio in codice a chi lo ascolta.

Alcuni esempi.

Molti politici sotto inchiesta affermano spesso enfaticamente “ho fiducia nella giustizia”; questo nonostante le evidenze di una giustizia allo sfascio e completamente impotente a risolvere qualsiasi problema del paese, da quelli minimi a quelli massimi. In questi casi il politico non è scemo, come si potrebbe pensare; sta semplicemente affermando il contrario: “Col cazzo che ho fiducia nella giustizia, risolverò la cosa in altro modo”.

Ricordo quando Fassino, nel periodo in cui era ministro della giustizia, ad un evento commemorativo riguardo alla strage di Ustica, disse: “Prenderemo i colpevoli della strage”. Detto con questa sicurezza faceva un po’ ridere, visto che in Italia abbiamo avuto decine di stragi e mai nessun colpevole. Infatti, poco tempo dopo la frase demenziale di Fassino, hanno cambiato la legge sull’abuso di ufficio (art. 323 cp)  e quei pochi generali dell’esercito che erano sotto inchiesta sono stati tutti assolti. Nessun colpevole per Ustica, quindi, e  Fassino non poteva certo non prevederlo, dato che pure mia nonna novantenne disse: “Sì, col cazzo che li prenderanno”. E se ci arrivava mia nonna, forse poteva arrivarci pure Fassino.

Mitico fu anche il PM Vigna quando disse: “Non lasceremo nulla di intentato per prendere il Mostro di Firenze”. Detto da lui – che, come ho spiegato ampiamente in tempi non sospetti, cioè due anni fa, era uno degli assassini delle coppiette – la cosa assume un valore decisamente particolare.

Abbiamo poi le frasi storiche dei vari politici presi con le mani nella marmellata, del tipo: “Dobbiamo fare pulizia. Fuori i corrotti dalla politica”. Quando a dirlo sono Fini, D’Alema, ecc., i quali sanno perfettamente che il sistema è troppo corrotto per essere cambiato in poco tempo, viene solo da ridere. Ma in realtà loro stanno dicendo il contrario, e sanno benissimo il significato di quello che dicono.

Ricordo quando, prima del ritrovamento del cadavere di Yara Gambirasio, un’autorità disse: “Per noi Yara è viva”; quel giorno una persona che ascoltava la TV mi disse: “Allora vuole dire che è morta... che tristezza”.

Ci vuole poco, allora, a capire il motivo per cui i demenziali provvedimenti montiani sono stati denominati “salva-Italia”, nonostante tutti sappiano che la situazione finanziaria è troppo drammatica e che non si possa salvare alcunché, a meno di non voler uscire dall’Euro e riformare il sistema della moneta (cosa che, ovviamente, Monti si guarderà bene dal fare): perché quello è il documento fondamentale con cui si è accellerato lo sfascio dell’Italia.


Il fine di Monti

Il fine di Monti, lo abbiamo detto spesso, è sfasciare definitivamente il paese e preparare probabilmente una dittatura futura, che sarà invocata a gran voce dagli stessi cittadini stanchi di questo caos.
Detto in altre parole, Monti deve gettare l’Italia nel caos, il che non deve stupire tenendo conto che uno dei motti della massoneria è Ordo ab chao, ordine dal caos.
Del resto il premier l’ha dichiarato espressamente: l’Europa ha bisogno di crisi per far sì che si possa migliorare e andare avanti col progetto europeo.
E lo dichiara espressamente anche quando – conoscendo il linguaggio massonico – dichiara: “La crisi terminerà nel 2013; nel 2013 ci sarà la ripresa”; in tal caso sta dicendo: “Affosserò l’Italia definitivamente nel 2013”.

A questo punto è chiaro che il provvedimento riguardo il concorso nella scuola non è affatto una svista, una cialtronata, o un evento dovuto a ignoranza.
E’ in realtà un progetto sofisticato con cui il governo attuale riceve diversi vantaggi:
1)      fa bella figura con la gente, che non capendo nulla di scuole e meccanismi concorsuali pensa che questo sia un provvedimento per creare lavoro;
2)      crea il caos nella scuola, malcontento in tutti, precari, personale di ruolo, studenti, ecc.

Il fine generale di Monti è quindi aumentare il malcontento nella classe sociale dei professori – unitamente al malcontento di imprenditori, lavoratori, disoccupati e categorie varie – affinché l’Italia precipiti nel caos.
Il concorso è solo uno dei tanti tasselli del piano dei poteri forti per l’Italia e l’Europa in generale. Per poi, un giorno, riportare l’ordine.

Ordo Ab Chao, appunto.



Questo il testo del provvedimento di minchia di Monti:

http://www.altalex.com/index.php?idnot=19365





68 commenti:

Anonimo ha detto...

Grande Paolo!! L'unica vera analisi sensata di questa faccenda.

Sor Pampurio ha detto...

Caro Paolo torna tutto...

Il concorso conferisce a chi lo supera l'abilitazione all'insegnamento e di fatto questo fa sbroccare quegli insegnanti che hanno dovuto prendere a pagamento l'abilitazione negli anni precedenti frequentando i corsi...

Mia moglie si sta preparando per farlo...170 euro di libri...il giro di soldi (per lo più inutili) te lo sei scordato...

michiamoaldo ha detto...

Condivido. Seguo il blog da qualche tempo e devo dire con interesse. Mi permetta di chiederle di quella frase circa Vigna (che non mi ha mai espresso fiducia):la sicurezza con cui afferma, non so...non ha timori?

Democrito ha detto...

Non è mai stata una grande scuola, la scuola italiana. Al contrario è sempre stata una scuola di appartenenza, con una mentalità dogmatica e chiusa, ma alla fin-fine qualcosa a livello di istruzione dava. I tecnici che uscivano dagli istituti industriali, materie come l’elettrotecnica, la meccanica, la termodinamica, le conoscevano. I liceali un po’ di latino e di greco riuscivano a tradurlo. I geometri una casetta riuscivano a progettarla, mentre i ragionieri due conti riuscivano ancora a farli.
Questo fino alla riforma Berlinguer. Poi basta istruzione di base. La serie di riforme che si sono succedute dopo Berlinguer non hanno fatto altro che aggravare una situazione già resa drammatica. La scuola oggi non è che un parcheggio temporaneo di futuri disoccupati, ragazzi costretti a perdere il loro prezioso tempo per imparare nulla e poi presentarsi nel mondo del lavoro con un titolo, tanto necessario per accaparrarsi almeno le briciole, quanto praticamente inutile sia dal punto delle competenze, sia da quello di svolgere effettivamente il lavoro che si è scelto di fare, come dal punto di vista di una retribuzione dignitosa.
Lo sfascio del sapere, dell’istruzione e della cultura è sotto gli occhi di tutti. Lo posso affermare con cognizione di causa, essendo stato impegnato svariate volte, in vari anni, nelle selezioni di assunzione del personale della azienda dove lavoro (quando ancora assumeva). Ogni anno che passava, ogni selezione che passava, il livello di istruzione scendeva visibilmente, al punto che chi sarebbe stato considerato appena sufficiente solo qualche anno prima, veniva considerato un genio un lustro dopo.
Ma il titolo era necessario per poter partecipare alle selezioni, da ciò l’obbligo di procurarselo in qualunque modo, lecito o meno. Tanto alla fine sono tutti ignoranti come somari, quindi lecito o meno, chissenefrega.
I titoli sono inflazionati, la conoscenza è inflazionata, le retribuzioni sono inflazionate, il tutto in nome del contenimento dell’inflazione e il nodo non è casuale, ma volutamente studiato per sortire un risultato, cioè l’asservimento della popolazione ad un’oligarchia, togliendole qualunque strumento di rivolta possa avere.
Il sapere è potere, quindi la scuola deve essere ridotta allo sfascio, nel pericolo che possa produrre un dissenso organizzato, come già successo in passato.
Ma non c’è niente di nuovo. Tutto è stato scritto e pubblicato molti anni fa. Basta informarsi sul pensiero e sull’opera di Friedrich August von Hayek, per avere un quadro preciso di quanto sta succedendo in Italia ed in Europa. Nessun mistero, nessun complotto occulto, ma tutto alla luce del sole, dichiarato, codificato, ed applicato come da esplicito programma.
That’s all, folk.

Anonimo ha detto...

Sor Pampurio, se posso correggerti, l'abilitazione all'insegnamento è una cosa, il concorso un'altra. Oggi, per ottenere l'abilitazione occorre il cosiddetto Tirocinio Formativo Attivo (TFA), a cui si accede tramite prova di ingresso, e che costa circa duemila/tremila euro a seconda delle università. In un secondo momento, i nuovi abilitati potranno accedere al concorso. Quindi, come vedi, la storia non cambia: anche oggi bisogna pagare.

Paolo Franceschetti ha detto...

Mi chiamoaldo...
Si vede che non segui il blog, o meglio che lo seguida poco ma in passato non l'ha letto.

http://paolofranceschetti.blogspot.it/2011/02/mostro-di-firenze-il-terzo-livello.html

Giuseppe ha detto...

Per non parlare del fatto che comunque per vincere il concorso serve una raccomandazione di livello ministeriale o almeno di qualche boss mafioso (da capo mandamento a salire, pero').
Giuseppe, UK

Seth Ankh ha detto...

Avvocato Franceschetti, la ringrazio per questo post chiaro e veritiero. La seguo da tanto ma solo oggi inizio a commentare, spinto anche dall'argomento in cui sono decisamente coinvolto. Questo concorso è una super-truffa, sia per come è strutturata la selezione, sia per le limitazioni incostituzionali che ne selezionano i partecipanti. Sto partecipando alle selezioni per il Tfa che, come ha spiegato l'Anonimo prima di me, sono l'unica via ormai per l'abilitazione; anche i test per questa procedura, tuttavia, si sono rivelati grotteschi e palesemente falsati, con lo scopo di creare caos e divisioni tra gli aspiranti abilitati (ovvero aspiranti pezzenti, non c'è nulla che ci attende alla fine del tunnel). Per ora ho passato la prima prova, ma già pesano numerosi ricorsi è interrogativi vari, per cui non so se accedere al corso servirà a granché, per non parlare della rapina di euro 3000 che mi costerebbe. Tutto ciò non può essere un caso, è evidente: in questo mondo "moderno" ci stanno gettando in una fossa con in mano bastoni e pietre, e vogliono vedere chi sopravvive per poter creare così schiavi addomesticati ed addirittura devoti al padrone.

Anonimo ha detto...

Vigna è morto il 28 settembre u.s..
Amed

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Io vorrei ricordare una mitica frase detta da Corrado Malanga:STUDIARE NON SERVE A NIENTE, ANZI SERVE HA CAPIRE CHE NON SERVE A NULLA.

CIAO.

Sor Pampurio ha detto...

@Anonimo delle 18:03

Da quello che ho letto qui non è come dici tu...
L'abilitazione secondo il bando del concorso si consegue nel momento dell'assunzione a tempo indeterminato.

http://www.leggioggi.it/2012/10/04/concorso-scuola-2012-dove-vai-se-labilitazione-non-ce-lhai/

Se hai altre info fammi sapere che sono interessato.

Ciao.

Giuseppe ha detto...

Giusto per fare un rapido paragone con l'Inghilterra, che non e' l'utopia ma dove almeno le cose sono fatte con minore contenuto di cialtronismo, il corso abilitante all'insegnamento e' pagato dallo stato e in piu' ti danno uno stipendio mensile di 600 sterline (cifra comunque risalente a dieci anni fa, ora sara' un po' di piu'): cioe' sei pagato per abilitarti! In aggiunta, se insegni scienze, matematica o lingue ti danno pure un bonus di 400 sterline. Il corso, che si chiama PGCE, e' molto utile perche' per un 30% studi tecniche di didattica, legislazione etc. e i rimanente 70% lo spendi sul campo a insegnare e osservare altri insegnanti. Ti viene affibbiato un tutor che ti consiglia e ti prepara alla professione cercando di fare meno minchiate possibile. Che poi, una volta iniziato a lavorare in una scuola, ci si scontri con meccanismi demenziali e perdite di tempo, questo e' un altro discorso. Ovviamente anche in UK lo scopo e' di sfasciare la scuola ma qui lo fanno con piu' tattica e di nascosto. Quando ce ne renderemo conto sara' troppo tardi.
Giuseppe, UK

Anonimo ha detto...

@Sor Pampurio,
come chiarisce il bando all'art. 2, possono partecipare al concorso:
1) i candidati in possesso del titolo di abilitazione (che in passato si otteneva con le vecchie SISS);
2) per l'asilo e la scuola elementare: i candidati che hanno ottenuto il diploma magistrale entro l'anno 2001/2002;
3) per la scuola media inferiore e superiore: i candidati che hanno ottenuto la laurea entro l'anno accademico 2001/2002 se la loro laurea era quadriennale, o entro il 2002/2003 se quinquennale (poi in questo comma 3 ci sono altre casistiche che non è il caso analizzare).

Cosa significa in termini pratici tutto questo? Andiamo per punti:
1) Se uno vuole insegnare all'asilo o alle elementari, per accedere a questo concorso deve essersi diplomato presso un liceo socio-psicopedagogico (= istituto magistrale) entro il 2001/2002. Chi si è diplomato dopo, se vuole accedere al concorso, il titolo di diploma magistrale non basta, ma gli serve una laurea in scienze della formazione primaria e una successiva abilitazione.
2) Se uno vuole insegnare nelle scuole medie o in quelle superiori, deve prendersi una laurea specialistica nella materia che insegnerà (esempio lettere per italiano), poi abilitarsi tramite TFA e poi accedere al concorso. Chi si è già abilitato tramite SISS può accedere al concorso.
Chi NON è abilitato nella sua materia di insegnamento, può accedere comunque al concorso purché SI SIA LAUREATO ENTRO l'anno accademico 2001/2002 per le lauree quadriennali e ENTRO l'anno accademico 2002/2003 per i corsi quinquennali.

L'abilitazione è quindi condizione necessaria per accedere al concorso SOLO in determinati casi. Perché ad esempio, gente che si è presa la laurea entro il 2002/2003 può partecipare al concorso senza abilitazione.
E così, nel mio caso specifico, io che mi sono laureata nel 2010, ho dovuto sostenere la prova TFA, l'unica via che a un giovane aspirante docente è concessa per ottenere l'abilitazione. Però mi trovo colleghi più "anziani" di me, che, solo perché hanno conseguito il mio stesso titolo anni prima, possono accedere al concorso senza abilitazione.

Senza contare che la prova di accesso al TFA, come ha ben spiegato Seth Ankh, è stata una farsa stratosferica: test con domande inesatte, ambigue, spesso ai limiti del quiz alla "Chi vuol essere milionario". Numerosi sono stati i ricorsi e le proteste, per cui il Ministero, una volta corretti i test, ha deciso di abbuonare (cioè di dare per esatte a tutti) alcune domande, prese arbitrariamente.
Questa è la serietà del sistema scuola. Concordo in pieno con Seth: lo scopo è quello di gettarci nella fossa e vederci fare la guerra l'uno contro l'altro. Così, troppo impegnati in questa lotta tra "pezzenti", perdiamo di vista il fatto che il vero problema viene dall'"alto".

"Anonimo delle 18:03"

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo, ti seguo da anni è non riesco a capire questa tua compostezza alla notizia che Vigna era morto.
Non dico di festeggiare come se fosse morto Andreotti (prepariamoci che non manca molto) ma almeno due righe di giubilo per esserci tolti dai coglioni un uomo di merda che altre ad essere un assassino si è anche divertito a prenderci per il culo per 40 anni.
D'altronde l'hai detto tu "Detto da lui – che, come ho spiegato ampiamente in tempi non sospetti, cioè due anni fa, era uno degli assassini delle coppiette – la cosa assume un valore decisamente particolare".

Ciao
Sergio

Anonimo ha detto...

A proposito del procuratore vigna che nomini in questo articolo,pensavo al riguardo di una tua affermazione nella quale tu dicevi che la moglie di vigna mori in un incidente stradale .ma la vedova vigna che ha partecipato al funerale quale moglie e'?

Anonimo ha detto...

Un'altra frase storica di malanga è che in Italia i concorsi pubblici sono stratruccati, figurarsi nell'università e nel mondo dell'insegnamento.
Quelli nella sanità non sono meglio, le assunzioni sono calate drasticamente, e i concorsi sono diventati deii pollai con presenze di migliaia di persone per 1 , 2 o 3 posti dichiarati nei bandi.
Sarebbe interessante approfondire il tema dei concorsi e di cosa c'è dietro (dinamiche e menzogne).
L'andamento comunque è sotto gli occhi di tutti, privatizzare al massimo, cancellando il più possibile il pubblico

Anonimo ha detto...

non posso essere d'accordo sull'articolo

l'affollamento delle graduatorie provocato dalle politiche passate (e su queste si potrebbe pensare a "complotti" perché sono queste che hanno rovinato la scuola) ha impedito per anni nuovi concorsi

finalmente questo ministro ha avuto il coraggio di andare contro i sindacati, i quali sostengono che stare in una graduatoria significhi avere un diritto "divino" al ruolo (com'è stato finora)

per quanto il concorso abbia molte pecche (provocate più che altro dalla fretta) non posso che plaudire al ministro. chi va denunciato è chi ha permesso che nella scuola per decenni si assumesse troppa gente poco o niente competente, solo perchè avevano il punteggio

enzo

Anonimo ha detto...

Articolo interessante:

http://www.iconicon.it/blog/2012/10/banchiere-confessa-omicidi-attentati-rivoluzioni-del-bilderberg-del-fmi/

Anonimo ha detto...

Prima ci hanno fatto divertire con il giullare di corte spacciato per imprenditore...poi è arrivato l'esattore a chiedere il conto...ora manderanno il becchino a seppellirci vivi. Quanto manca?

Anonimo ha detto...

Qualcuno nel commento mette come solito capro espiatorio della nostra situazione Hayek!...adesso vi dico:ma chi sparla tanto della scuola austriaca senza conoscerla e per aver sentito citazioni inventate o falsificate da qualche guru della MMT mi spiechi:come mai la scuola austriaca non viene insegnata nelle università,dove l'egemonia è keynesiana e monetarista alla Friedman,come mai nei principali mass media di proprietà ebreoamericana scrivono i keynesisti della MMT(New York Times ad es scrive Krugman che tra l'altro sostiene Draghi e la Fed)come mai tutti i politici parlano,quando parlano di economia, solo del massone(di rito scozzese) Keynes come soluzione alla crisi,come mai la moneta unica mondiale del NWO è voluta dai keynesiani(Keynes voleva il bancor)ecc ecc...Tra l'altro la soluzione della crisi proposta dai keynesiani non è altro che il progetto del NWO:essi vogliono il superstato europeo o dei superstati nazionali,ovvero orbo ab caos.Non a caso chi ha sempre parlato contro il NWO sono stati economicamente gli austriaci e gli anarcocapitalisti.E non a caso Ron Paul,ce si rifà alla scuola austriaca è stato estromesso dalle elzioni con truffe per premiare il keynesiano Obama e il keynes(pseduo)liberista Romney.La soluzione alla crisi proposta dai keynesiani è la sua casa:inflazione,spesa a deficit,moneta fiat delle banche centrali a go go,consumismo estremo,e tasse,ovvero altre 3000 bolle...Gli austriaci vogliono la fine della moneta fiat,voluta(sganciata dall'oro) dal massone imperialista Nixon nel 1974,e una delle cause di questa crisi,rifacendosi a Roosvelt e al famoso New Deal che si attuò tramite...la guerra.Infatti Keynes disse che la guerra èè la soluzione alla crisi insieme a uno stato autoritario che assicuri la "piena occupazione" ...chissà dove....la Fema ci sta lavorando!

Giorgio

Renzo Minari ha detto...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/10/06/barilla-tods-apple-e-mcdonalds-pubblicita-nel-libro-delle-medie/374227/#.UG_iaiOM8pU.facebook

Barilla, Tod’s, Apple e McDonald’s, la pubblicità nel libro delle medie
Tod’s, Iphone, Nikon sono alcuni dei marchi industriali riportati in un volume di Tecnologia delle scuole medie, come si trattasse d’un catalogo di vendita. Al menù di McDonald’s è addirittura dedicata un’intera pagina, con tanto di calorie a confronto e box che addolcisce gli effetti del fast-food. Questo nonostante il codice di autoregolamentazione del Settore Editoriale Educativo vieti i messaggi promozionali espliciti
di Gian Luca Mazzella | 6 ottobre 2012

C’è un bel paio di Tod’s blu, c’è l’Iphone, c’è una fotografica digitale della Nikon, tutto con marchio in evidenza. Non nel catalogo d’un rivenditore, ma in un libro di tecnologia delle scuole medie: edito dall’Istituto Italiano Edizioni Atlas, ad opera di Sottsass (parte grafica) e Pinotti (testi). Il codice di autoregolamentazione del Settore Editoriale Educativo è chiaro a riguardo: sono vietati i messaggi promozionali espliciti o le forme di esempi pubblicitari che stimolino i consumi giovanili. Eppure sfogliando il volume di scuola media, al capitolo sulle tecniche di lavorazione del cuoio e della pelle, sono riportate foto della scarpe italiane coi brand “Tod’s” e il marchio “I love Italian shoes” che è un rivenditore online. D’altra parte la foto di un paio di “Tod’s” si trova anche nel paragrafo delle proiezioni ortogonali, come esempio di applicazione del metodo. Si trovano poi foto dell’iPhone, al centro del paragrafo sui cellulari, e di una reflex Nikon, nel paragrafo delle fotocamere digitali. Il logo non è mai oscurato. Inoltre, nel paragrafo sulle etichette alimentari, si riportano foto di pacchi di “farfalle” della Barilla, così come nella parte della produzione alimentare c’è una pagina intera sulla dieta dei fast-food accanto al marchio della multinazionale McDonald’s.

“Noi rispettiamo il codice di autoregolamentazione” ha commentato il direttore editoriale delle Edizioni Atlas Invernizzi: “Se parliamo di tecnologia, che rispetto alla vecchia educazione tecnica prevedere espliciti riferimenti a settori produttivi, mettiamo esempi concreti del made in Italy. Si tratta di esemplificazione lecita”. Non è della stessa opinione Alberto Losi, l’esponente del Movimento Cinque Stelle che per primo ha denunciato il fatto, sul blog di Beppe Grillo, dopo aver comprato il volume di Tecnologia per il proprio figlio.

D’altronde se guardiamo la pagina dedicata a McDonald’s, messa di fianco a quella sulla dieta mediterranea e sulla giusta piramide alimentare, si legge in un box: “Alimentarsi al fast food non sempre e non necessariamente significa assumere calorie e grassi in eccesso… possiamo anche al fast food assumere una razione alimentare corretta sia per la qualità e proporzione dei nutrienti, che per la quantità di calorie”.
continua...

Anonimo ha detto...

Grazie mille di questo articolo Paolo!

Anonimo ha detto...

I concorsi, sono delle stupidate a priori, servono solo a far VEDERE che c'è democrazia in un paese e che tutti sono sullo stesso piano, peccato che poi ad ogni nuovo concorso c'è già chi ha le domande pronte essendo iscritto a questo o quel sindacato, o peggio con le solite conoscenze che come sistema in italia vanno molto di moda, ed è il risultato del perchè siamo arrivati allo sfacelo, economia a parte.
Sarebbe meglio come sistema costruire già nelle università dei percorsi o curriculum universitari degli studenti che poi andranno a riempire i database delle università, e le aziende che devono assumere non devono far altro che andarsi a cercare i profili che più gli interessano, che ogni studente durante il percorso avrà costruito.
Invece che cosa si fa?
Si creano dei concorsi per titoli e colloqui, sapendo che chi è appena laureato non ha nemmeno un titolo di carriera ed è costretto a stare alla finestra per anni a vantaggio di chi pompa i propri curriculum con cazzate assurde solo perchè è dentro da diversi anni e quindi ha diritto a un punteggio maggiore, magari pur essendo più ignorante di un neolaureato.
Ora come ora i concorsi sono pure e semplici stronzate che non fanno per niente bene al paese e che comunque non debellano per nulla gli inciuci e le furberie.
Altro che sullo stesso piano, in Italia entri se voti il partito, altrimenti vai a tirare la carriola

Giuseppe ha detto...

A proposito di concorsi truccati e pubblicazioni inutili, quando mia moglie si laureo' in medicina, il suo relatore decise di pubblicare la sua tesi in una rivista scientifica. Notizia positiva ma la cosa sembrava strana visto che un ricercatore dovrebbe pubblicare le sue scoperte mentre lui (ma anche molti altri) traduceva un po' di articoli dall'inglese e, tramite editori compiacenti, ne pubblicava i risultati - per carita', gli autori originali erano menzionati ma quello che finiva sulla rivista contava comunque come pubblicazione e dava punti nei concorsi. Ovviamente lui supervisionava solamente il lavoro di traduzione e stesura di tesisti e galoppini vari. Alla fine, lui pubblico' la tesi di mia moglie senza neanche mettere il suo nome, ma quello di altri tre galoppini che non avevano avuto niente a che fare col lavoro di tesi ma che avevano bisogno di punti per continuare a galoppare nelle verdi praterie del policlinico. Due mesi dopo quell'episodio decidemmo di emigrare in Inghilterra.
Giuseppe, UK

Democrito ha detto...

Ciao Giorgio,
da quello che scrivi posso intendere come la pensi, ma il tuo pensiero, a mio parere, si poggia su dei presupposti…diciamo deboli.
Intanto fai un gran minestrone tra Keynes e Friedman, dimenticandoti che le due teorie sono antagoniste e non compatibili l’una con l’altra.
Il problema sta nel ruolo dello Stato nell’economia. Mentre Keynes sosteneva che lo Stato doveva intervenire direttamente nell’economia di un paese, producendo beni come qualunque altro imprenditore e ponendosi come punto di riferimento della concorrenza tra i vari soggetti imprenditoriali, Friedman era per il cosiddetto libero mercato, capace a suo parere di autoregolamentazione, e lasciava allo Stato l’unica libertà economica di essere il proprietario della moneta.
Hayek e la scuola austriaca sono oltre queste concezioni. Non solo il libero mercato, ma la privatizzazione della moneta, per cui lo Stato non essendo più il proprietario della moneta la deve chiedere a prestito ai privati possessori. Il processo è identico, la moneta viene comunque creata dal nulla, ma il beneficiario di questa sovranità non è più lo Stato, ma il privato proprietario della moneta.
Da questo possiamo dedurre che, o tu sei uno dei proprietari della BCE, quindi hai un guadagno dal battere moneta a cui non vuoi rinunciare, o sei uno a cui lo stanno mettendo in quel posto e dovrai lavorare duramente per pagare i debiti dello Stato, ma che non si rende conto della propria realtà di cittadino ordinario.
È innegabile che questo sia il processo oggi in atto in Europa e i risultati sono sotto gli occhi di chi li vuole vedere.
Nixon fu costretto a slegare il $ dal gold standard, perché in quegli anni l’economia americana stava colando a picco e, che ti piaccia o meno, la moneta FIAT è propulsiva dell’economia.
Ci provò Churchill negli anni venti a ritornare al gold standard e gli effetti economici sull’economia inglese furono devastanti.

Democrito ha detto...

Perché furono devastanti? Ti spiegherò una cosa che ho appreso nei vari siti che trattano di economia. Se per una qualche ragione, normalmente per questioni riguardanti la bilancia dei pagamenti, una moneta ha bisogno di svalutare, ma non può farlo, vuoi perché legata allo standard aureo, vuoi perché legata a vincoli con altre monete, allora l’unica strada percorribile è la svalutazione del costo del lavoro, quindi abbassamento dei salari dei dipendenti, oppure minori introiti per le aziende. Meno soldi ai lavoratori, meno guadagno per gli imprenditori significa meno consumi e meno richiesta di servizi, il che comporta meno lavoro, quindi meno guadagni e ulteriore discesa della domanda interna. In una parola recessione, che in una fase avanzata diventa depressione.
Altro problema è l’inflazione. L’inflazione è endemica nelle economie sane, prova ne sia che il principale nemico dell’economia non è l’inflazione, ma il suo contrario, cioè la deflazione. Se, come vorrebbero farci credere, l’inflazione è il male assoluto, allora il suo contrario dovrebbe essere il bene assoluto. Invece no, tutti la temono come sciagura ben peggiore dell’inflazione e se ne tengono ben alla larga.
Parlando di tasse, non mi sembra che l’Italia stia seguendo delle ricette Keynesiane, o che Monti sia uno dell’MMT, eppure mi risulta che in Italia ci sia la più alta pressione fiscale dell’Occidente. Vuoi dire che è colpa dei comunisti? Oppure la responsabilità andrebbe ricercata nella sciagurata scelta dell’ingresso nell’Eurozona?
In America, Obama avrebbe voluto introdurre misure di welfare imprescindibili i ogni paese civile, ma non ce la ha fatta, perché osteggiato dai suoi in parlamento. Nella mentalità del libero mercato, se hai soldi godi di assistenza e di libertà, se invece sei povero allora ti viene negato qualunque aiuto e devi accettare condizioni di schiavitù per poter sopravvivere. Ti piaccia o meno negli USA, il paese più potente del mondo, vi sono fasce di popolazione in estrema povertà a cui viene negata qualunque forma di assistenza. Il discorso dovrebbe rimanere in campo morale e umanitario, ma anche da un punto di vista economico, non è un buon affare negare assistenza, per via degli altissimi costi sociali che implica la povertà non assistita.
Ma l’assunto non è economico, ma ideologico. Von Hayek prima di essere un economista era un filosofo e le sue concezioni sull’esistenza sono la base teorica ed ispiratrice dell’Unione Europea.

Anonimo ha detto...

Quello delle pubblicazioni è un classico, se pubblichi (e ora pubblicano anche studenti con tesi fatte in un mese, ma cosa dico, addirittura fatte dagli stessi docenti per loro), hai un maggior punteggio alla voce TITOLI di un concorso, ma se pubblichi non significa avere per forza delle qualità, significa solo un buonissimo lavoro di copiatura a meno che uno non sia un ricercatore coi controcoglioni che porta avanti lavori seri di anni.
Bisognerebbe fare maggior rumore sul tema concorsi in italia e andare a rivedere tutto il metodo impiegato, invece come al solito tutti zitti.
Un grazie a Paolo per averne messo in luce un aspetto, di certo ad approfondire la cosa se ne vedrebbero delle belle

milarepa ha detto...

consiglio vivamente a paolo e a tutti le interviste su youtube ed il libro "the deliberate dumbing down of america", ovviamente non tradotto in italiano, di charlotte iserbyt, consulente per l educazione del governo americano fin dalla presidenza reagan. illuminante ed agghiacciante. ciao a tutti.

Anonimo ha detto...

Ma io ancora non ho capito una cosa

ZN, se è tutto perfetto perchè critichi?

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

La distruzione della COSA PUBBLICA è la dimostrazione dello spostamento al conservatorismo più reazionario dei poteri forti che possiedono il 99% dei capitali...
Svuotano casse dello stato, finanziano con i nostri soldi pubblici le loro banche, licenziano, fanno andare in pensione al 200 anni, restringono i diritti, ti spogliano...
Di Keynesiano c'è NULLA...
Nessuna garanzia progressista, quelle rimaste, sempre attaccate... Il sistema padronale è solamente fortemente gerarchico. PRIVATO, ed elitario...
Mai come dopo le guerre mondiali...
Altro che socialismo o democrazia, qui siamo rimasti in un perenne fascismo bianco, mercantile e schiavista che annulla stati e beni pubblici...

Von mises appartiene a quell'avanguardia liberale fortemente individualistica che applicata ai capitalisti forti che comandano, collegati alle massonerie, farebbe ulteriori danni e amplierebbe ancor più velocemente la forbice tra classi...
Qui si tratta di riprenderci i soldi che prima avevamo e che ora sono dentro le loro banche, di riprenderci il potere di acquisto per non cadere nel vuoto, di SOSTENERE LA SCUOLA PUBBLICA E DI NON SPERPERARE I NOSTRI POCHI SOLDI DONATI...
RIMASTI !!!!

Poi il sionista Von Mises, finanziato e mantenuto dei rothschild, non poteva che appartenere a quella elite, ne rappresenta l'ala estrema culturalmente...

SPARTA ha detto...

...lo so...lo so....non centra nulla con il post...ma sabato sera sono stato a teatro (in quel di CHIETI...) a vedere un'opera "messa su" da DAVID GRAMICCIOLI & SOCI...vi dico che è stato molto emozionante...una DENUNCIA CONTRO LA PEDOPORNOGRAFIA...da vedere...se ne avete la possibilità...(certo...il teatro è in via dei GESUITI...ma fa nulla...)...ULTIMA MISSIONE , DESTINAZIONE INFERNO...!!!

Anonimo ha detto...

L'analisi è arguta, ma non credo che tutte le dichiarazioni dei politicanti siano messaggi occulti.
La famosa quanto nauseabonda frase "ho fiducia nella giustizia", credo che la dicano per mera convenienza e opportunità. Analogamente, ritengo, per altre frasi.
Insomma, più che messaggi occulti, forse si tratta di "retoriche" prese per il culo.
Così dicasi per il testo concorsuale. Purtroppo non è il primo e, temo, nanche l'ultimo.
Fermo restando l'ottusità mentale dei burocrati, è verosimile che il testo sia stato formulato così apposta per "alcuni".
Per quanto riguarda poi il Giudice delle Leggi, beh lasciamo perdere.
Cordialità
Giusavvo

ZN ha detto...

@Anonimo 07 ottobre 2012 22:25

A quale mia “critica” ti riferisci???
In questo post non ho scritto un cazzo!!!

Ma poi, cosa vuoi CAPIRE?
Non c'è NIENTE da capire!

Il "tutto è perfetto così come è" non va capito.
Non può essere spiegato.
Va semplicemente osservato
contemplato
celebrato
goduto senza fronzoli
in Silenzio.


_______________________________

Comunque, visto che mi trovo:
Più che sfasciarla, la scuola pubblica (quella dell’obbligo) e le scuole private (quelle a pagamento) andrebbero chiuse, definitivamente, almeno per qualche generazione.

cnj ha detto...

>1)Iniziamo dal limite di età: il bando fissa in 40 anni l’età massima dei partecipanti...<

Potete dirmi dove è scritto nel bando il limite di età di 40 anni? Io non lo trovo. Conosco un bel po' di persone che si sono iscritte, o lo faranno, che hanno più di 40 anni.

Anonimo ha detto...

ZN
Il "tutto è perfetto così come è" non va capito.
Non può essere spiegato.
Va semplicemente osservato
contemplato
celebrato
goduto senza fronzoli
in Silenzio.

Allora perchè continui a scrivere? Rimani in silenzio e non rompere i coglioni.
E ricorda, tutto è perfetto.
:-)

viola ha detto...

Trovo molto interessante quest'articolo che illustra alcune delle tante difficoltà che i docenti sono costretti a vivere, anche a causa di questo assurdo e inutile concorso. Vorrei rispondere ad un Anonimo che ritiene giusto il concorso per abolire finalmente le graduatorie dei docenti precari; graduatorie che secondo Anonimo avrebbero permesso di far entrare di ruolo alcune persone incapaci di insegnare. Vorrei ricordare però che le graduatorie sono costituite da persone abilitate, tramite concorsi o tramite Scuole di Specializzazione della durata di almeno 2 anni, a cui si accedeva appunto tramite concorso. Chi è in graduatoria (quella che si chiama "ad esaurimento") occupa una posizione non solo in base agli anni di servizio (quindi in base all'esperienza d'insegnamento)ma anche in base al merito, ai titoli posseduti, all'eventuale dottorato, alle scuole di specializzazione frequentate ecc., non sono quindi graduatorie basate sul caso.
Inoltre non è vero che non vi sono stati più concorsi da 13 anni. I concorsi sono stati sostitutiti dalle Scuole di Specializzazione, le SSIS, che, tramite selezione iniziale, numerosi esami, tirocinio ed esame finale (con valore concorsuale), permetteva il conseguimento dell'abilitazione, che ci ha dato la possibilità di insegnare. Nelle scuole molti docenti sono precari, cioè lavorano solo un anno, da settembre a giugno, poi vengono licenziati e di nuovo assunti a settembre. Sono docenti che hanno già vinto concorsi, sono docenti già abilitati, e per questo meriterebbero non di essere nuovamente selezionati con un altro concorso, ma di essere stabilizzati, dal momento che ogni anno la Stato se ne serve, sfruttandoli (non abbiamo ferie pagate, il nostro stipendio è più basso di quello dei colleghi di ruolo, cambiamo scuole e classi ogni anno).
Il concorso inoltre permetterebbe ad una persona semplicemente laureata, che non ha mai fatto una lezione in classe, di ottenere un posto a tempo indeterminato nella scuola, mentre un docente (GIà ABILITATO), con 10, 15 anni d'insegnamento, se non supera il suo ennesimo concorso, dovrebbe continuare ad essere precario.

Anonimo ha detto...

C'e' qualcuno che sa' come si fa' a scrivere a chi si trova in carcere ?

Ho visto una puntata di un giorno in pretura su rai 3 dove trasmettevano
il caso di Aral Gabriele e mi sembra che possa trattarsi di un caso di delitto simbolico massonico.
Penso che il ragazzo sia culturalmente ed intelletualmente in grado di capire la cosa se qualcuno gli fornisse gli strumenti
minimi di decodifica per farlo.
Paolo, se riuscissi a mandargli due righe, non sarebbe male;
oppure fammi sapere come si fa' a
contattarlo .Grazie.

Se a qualcuno dovesse interessare
la puntata si vede qui:

http://www.ungiornoinpretura.rai.it/dl/portali/site/puntata/ContentItem-0a8c391f-2571-46b5-ae2e-f84e883fdcd8.html

O' COMPLOTTIST ha detto...

@Milarepa: potresti riassumere cosa dice questa signora? GRAZIE, CIAO

Anonimo ha detto...

tutto bello, se non fosse che l'annullamento dei concorsi è competenza di tar e consiglio di stato, non della corte costituzionale

ZN ha detto...

@Anonimo 09 ottobre 2012 16:31 che scrive:
Allora perchè continui a scrivere? Rimani in silenzio e non rompere i coglioni.
E ricorda, tutto è perfetto.
:-)


ZN:
Il silenzio che dici tu non è lo stesso Silenzio che dico io :-)
Né ho bisogno di ricordare che TUTTO E’ PERFETTO (COSì COME E’),
essendo talmente EVIDENTE, ovunque e sempre.

Tu questo non puoi comprenderlo, osservarlo, viverlo, perché tu credi che la Perfezione sia quello che pensi tu, e non quello che è. Ma come puoi accorgerti della Perfezione se la tua visione è distorta, condizionata, accecata da millenni di condizionamenti e minchiate varie? Non puoi. E’ impossibile.

Per te è quello che vedi ad essere sbagliato, e non il tuo modo di vedere.

Lo so, non è facile lasciare andare il proprio sistema di credenze, abdicare da se stessi, per qualcosa che neanche puoi sapere a priori cosa sia. Hai non due fette di prosciutto sugli occhi ma due bistecche alla fiorentina... come potrai mai vedere? E il tuo dramma sai quale è? E’ che tu sei convinto che le bistecche siano i tuoi veri occhi! Perciò capisci? Finché penserai che sono quelli (le bistecche) i tuoi veri occhi, quand’anche qualcuno provasse a toglierteli, tu crederesti che in realtà questi ti vuole accecare, togliendoti gli occhi. Non lo permetteresti a nessuno. Né è nelle mie intensioni provarci. Per carità! Sono cazzi tuoi :-)

Quindi, PERFETTO, tieniti pure le bistecche sugli occhi, nonché le carote nelle orecchie e il cetriolo nel culo, figliolo, e sii felice!

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

Ogni giorno i tecnici tolgono un mattoncino dalla baracca dello stato sociale o di quel poco che ne è rimasto ancora, eliminando tutti i diritti degli italiani fino all'implosione...
In pochi anni abbiamo perso tante conquiste, stanno privatizzando tutto, hanno svuotato le casse, prima con 20 anni di ipnosi mediatica e populismi, poi con le svendite di stato, oggi con il traghettatore Monti che ci sta conducendo all'interno di un calderone Unico, dove il bel paese rappresenterà la parte bassa del corpo, forse il culo...

Hanno le forze armate, possono contenere eventuali rivolte, restringono le libertà rimaste, ed ora, poco alla volta, torneranno a controllare la scuola pubblica, svalutandola sempre più...
Poi sanità e infine Giustizia con le divisioni delle carriere...

Bisogna tornare a nuove forme di baratto, con ALTRA moneta fatta di scambi attraverso crediti di sostegno, dei buoni che possono essere usati per scambio merci e prodotti, sistemi dentro sistemi che permettano di correggere il disavanzo del nostro potere d'acquisto...
Al posto che pagare un idraulico in nero, lo saldo con 50-bonus che lui potrà riutilizzare comprando vino e olio dal contadino che userà per mandare il figlio in palestra...
In una stessa rete di consumi che condivide la scelta di adottare questo scambio...
Ma anche scambio di professionalità, Un avvocato scambia il suo lavoro con con bonus o baratti, un maestro da ripetizioni di inglese e viene pagato con bonus che spenderà per il muratore,un infermiere ti cura in cambio di bonus per ila spesa dal fornaio, lattaio, fruttivendolo...ecc. ecc.
Degli scambi riconosciuti ed ufficializzati, INTER NOS, per integrare miseri stipendi e non andare sotto un ponte...


Altri sistemi monetari alternativi, però su macro livello, sono quelli della MMT e simili...
Sto rivalutando alcune cose della MMT, ma non tutte, però essa può contribuire alla correzione del sistema e dare spunti anche informativi interessanti...
Peccato che Barnard in TV non sappia bucare il video, perdendosi in mille polemiche che mandano tutto in vacca, é un bravo giornalista ma talvolta gli parte l'embolo...
:-)

Un saluto a ZN... una dedica:

TUTTO E' PERFETTO...
Tutto è perfetto e la non-mente mente...
Memento perfettamente della non-mente perfetta...
Ma se la mente perfettamente non mente, la non-mente perfetta,mente...

Tutto è non-mente, perfettamente...
Non è perfetta la non mente, perchè mente perfettamente...
Ma se la non-mente perfettamente mente, la mente perfettamente non mente...

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Ad Anonimo del 9 OTT 2012 ore 16.55.
Semplice dopo che sai come si chiama
la persona a cui vuoi scrivere devi mettere l indirizzo del carcere e il numero civico,e x maggiore sicurezza il CAP.

CIAO.

Democrito ha detto...

ZN
Il "tutto è perfetto così come è" non va capito.
Non può essere spiegato.
Va semplicemente osservato
contemplato
celebrato
goduto senza fronzoli
in Silenzio.

Bello e succinto. Mi sono permesso di modificarlo per favorirne la comprensione ed adattarlo alla mia forma mentis:


La Vita è perfetta così come è. Non va capita.
Non può essere spiegata.
Va semplicemente osservata
contemplata
celebrata
(amata e) goduta senza fronzoli
in Silenzio.

Ciao e grazie

Segretius ha detto...

"La Vita è perfetta così come è. Non va capita.
Non può essere spiegata.
Va semplicemente osservata
contemplata
celebrata
(amata e) goduta senza fronzoli
in Silenzio."

Così come l'hanno presa gli italiani. Da sempre.
In culo.

Anonimo ha detto...

Scusate l'ot ma ha inizio l'operazione 'Cielo buio'

http://www.polisblog.it/post/23683/operazione-cieli-bui-il-governo-monti-ci-riporta-al-coprifuoco?

Associazione che sembra abbia ‘ispirato’ il mario-semiramide:
http://cielobuio.org/

Logo simpatico dell’associazione (bella la scia che si vede di notte grazie al ‘cielo buio’)

http://sphotos-g.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-prn1/524180_456300637722181_464624796_n.jpg

Che bei tempi che ci attendono...
Rispondi

milarepa ha detto...

@O COMPLOTTIST:
volentieri, anzi,te lo faccio spiegare direttamente da lei, visto che ho appena trovato un' intervista con i sottotitoli in italiano.. intervista altamente consigliata a tutti per capire il perchè sfasciano la scuola!!!

( vi ricordo che la signora Iserbyt è stata consigliera all' istruzione nell'amministrazione reagan..quindi una vera insider!!)

Charlotte Iserbyt:

Storia dell'Istruzione Occidentale - La Distruzione Scientifica delle Menti

http://www.youtube.com/watch?v=dh_8o__PCvU&feature=relmfu

milarepa ha detto...

un altra cosa, un pò OT..
vi consiglio vivamente la visione dell ultima produzione di joss whedon ( dollhouse), un horror intitolato Quella casa nel bosco (The Cabin in the Woods) (2012) , si trova in streaming tranquillamente e dietro i cliche da film horror parla di sacrifici rituali e di controllo mentale in modo MOLTO interessante!

Anonimo ha detto...

Segretius

sei un grande!!!!!! ( rende l'idea perfettamente).
Miriam.

Anonimo ha detto...

Effettivamente il limite di 40 anni per poter partecipare non esiste.
Il DPR del 09 maggio 1994 richiamato nel bando, che poneva questo limite, è stato modificato e in calce all'articolo vi è scritto:
"(3/a) La partecipazione ai concorsi indetti da pubbliche amministrazioni non è più soggetta a limiti di età, salvo deroghe dettate dai regolamenti delle singole amministrazioni dovute alla natura del servizio o ad oggettive necessità dell'amministrazione in base a quanto disposto dall'art. 3, comma 6, L. 15 maggio 1997, n. 127, riportata alla voce Ministeri: provvedimenti generali."

Anonimo ha detto...

Solo ora forse trova spiegazione lo strano successo di questo famoso motivo di Caterina Caselli.
Cinquant'anni fa...
Sole spento.

http://www.youtube.com/watch?v=z9l_hAWni4o

Okkio all'inizio.

Anonimo ha detto...

Anonimo 17.58 del 10 ottobre

Se non ricordo male fu nel 2008 taglio dell' ICI ai comuni, ed il comune dove abitavo ebbe la stessa pensata.

E la domanda e' la stessa di sempre: non e' che Bologna e provincia inclusa siano state negli ultimi una sorta di banco di prova?

Aisha

ZN ha detto...

@Democrito

Bellissimo!
Non solo hai compreso quello che ho cercato di dire,
ma l’hai anche rifinito alla perfezione.

Grazie, grazie a te!



@MdD

ricambio in prosa:

Quando l’unica scelta dell’ansia, per giungere nella dimensione della vecchiaia, porta fuori fase il tuo modo di essere, il valore del dolore significa tenere visione della razionalità, ignorando l’immagine dell’infelicità. Ma la vita, per poter esistere, mette sofferenze, migliorando lo sviluppo delle favole ogni giorno diverse. Sicché di me non fare schemi curiosi di istinti ansiosi rincorsi dalla decadenza. Sono solo giri inaspettati di vecchi esercizi di natura piuttosto artificiale, panni regalati da un’identità rovinata dall’apparente attendere superficiale.



@Segretius

Si, hai ragione, gli italiani (e non solo gli italiani) la “vita” l’hanno davvero presa in culo. Ma in culo hanno preso non la PROPRIA vita, bensì QUELLA di ALTRI, ai quali essi stessi hanno continuato ad offrire il proprio orifizio anale. Te piaciuto? e mò che vuoi?

http://youtu.be/S_L663zW-B4

Anonimo ha detto...

@Rispondi

Quella non è una bella scia, ma è la Via Lattea!

Che poi siano pazzi stregoni è un altro discorso.

Anonimo ha detto...

A parte, come qualcuno ha detto, che la competenza ad annullare il concorso è del Tar e, in seconda istanza, del C.d.S., v'è pure che il limite di età è derogabile ex art. 3 L. n.127/97, ovviamente per determinate ragioni.
Comunque, a mio avviso, ciò non toglie che si tratti comunque di una italica porcata.

Anonimo ha detto...

http://www.stampalibera.com/?p=53837#more-53837

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

Grazie Milarepa del titolo del film, lo vedrò prossimamente...
Negli ultimi anni, sia la letteratura che la cinematografia, stanno producendo tantissimi film violenti, magici, apocalittici, ed ultimamente anche complottisti...

Sembra che stiano abituando le persone a determinati valori.
Non che un tempo non venissero veicolate certe tematiche, ma ora lo fanno massivamente e sempre più direttamente...


In questo periodo sto leggendo diversi libri sul nazismo magico e sulle società segrete che l'hanno creato. Ci sono molte analogie tra quello che è successo a cavallo tra la fine dell'800 e l'inizio del novecento, con quello che sta succedendo dagli anni 70 ad oggi...
Sembra uno schema matematico...

Fine 800, il tempio dell'oracolo della GOLDEN DAWN viene glorificato sul sangue degli omicidi rituali di Jack lo squartaore, ovvero il sistema occulto o governo ombra, si fortificano le teorie antisemite e quelle magiche sessuali, torna di moda l'astrologia, e tutto il nord europa torna a parlare di arianesimo, di mitologia, di apocalisse, l'occultismo diventa una moda, libri, teatro, molti si occupano di tematiche che rapiscono l'immaginario popolare...

Nascono le società segrete nazionalsocialiste legate al doppio filo con quelle rosacroce inglesi, quella pazza mitomane della Blavatsky insiste con una cosmogonia classista fortemente magica e reazionaria, una miriade di finti medium ed occultisti si presentano sulla piazza di una europa divisa e malfamata, si abitua la gente a ragionare di pancia e ad affondare la mente nel brodo primordiale dell'irrazionale, tornano gli eroi mitologici ed i valori della razza, del sangue...

Abbiamo la grande crisi del 29... simile alla nostra, abbiamo due guerre mondiali, mentre in questi anni abbiamo avuto guerre mondiali, ma con il mondo islamico, e gli omicidi della Golden Dawn o chi per essa, li abbiamo vissuti dal 70 ad oggi, come un tempo quelli di jack the Ripper...

Entrambi anticipano il grande demiurgo, che tra una guerra mondiale ed una crisi economica, sarebbe stato emanato dalle stesse società segrete per dominare il mondo, per conto terzi... Hitler ieri, oggi chissa' !!!

Ora, anche cronologicamente, ripercorriamo la stessa strada di un secolo esatto fa...
Fine 800 fondazione della GD, nuovi culti esoterici, libri di magia, oggi film pseudo esoterici o rituali, pubblicità intrise di messaggi nascosti simbolici, diversi strumenti ma stessa cultura da veicolare...

Guerre, crisi economiche in comune, fino alll'attesa del NUOVO DEMIURGO, PLASMATO SULLE CENERI del vecchio stato nazionale che abdica in favore di un nuovo macrostato e forse di un nuovo LEADER...

HITLER UN GIORNO DISSE PUBBLICAMENTE DI ESSERE SOLO UN SONNAMBULO CHE OPERA SCIENTIFICAMENTE...

A me torna in mente il film del GABINETTO DEL DOTTOR CALIGARI, che mostra appunto l'avatar sonnambulo, nelle mani del burattinaio che però è un rappresentatnte del sistema ed opera omicidi rituali...
Il film unisce in un colpo solo, GOLDEN DAWN e omicidi rituali, prevveggenze di un nuovo demiurgo-dittatore e controllo mentale, poi il termine sonnambulo e sonno sono simbolicamente molto importanti per la massoneria...

Il nazismo non è mai morto, oggi si è trasformato, ma soprattutto, non è nato un secolo fa, in un certo senso è sempre esistito, magari sotto altra forma,nome, ma sempre anticipato da omicidi rituali che ne determinavano il sigillo magico come fondazione del tempio dell'Oracolo...

PS: ZN, grazie della poesia, ma la decadenza della vecchiaia te la lascio tutta senza ansia, che a te piace tanto...
:-)

Anonimo ha detto...

Sulla scuola (in 5 parti) , molto importante, educazione di stampo socialista:

http://www.youtube.com/watch?v=dh_8o__PCvU

O' COMPLOTTIST ha detto...

@Milarepa:
GRAZIE 1000, guarderò, ;-)
permettetemi di consigliare un altro personaggio da poco scoperto: JORDAN MAXWELL, anke se continuo a kiedermi come mai li lascino parlare...avrà certamente un fine anke ciò....consiglio anke TSARION (più conosciuto).

x quanto riguarda la trovata dell'illuminazione notturna, ank'io ho pensato al COPRIFUOCO, ke magari diverrà legge, x "proteggerci" dalla criminalità ke dilagherà; magari invokeremo noi stessi leggi + severe e più "polizia" in strada...
BENVENUTI NEL FASCISMO!

p.s. : MOLTO BELLO L'EPISODIO DEL BAMBINO PRESO DI FORZA DALLA POLIZIA A PADOVA.....

O' COMPLOTTIST ha detto...

Anke i cartoni animati (sigh!) sono tutti incentrati su magia (nel migliore dei casi), alieni, vampiri e zombi (nel peggiore)....

Giuditta ha detto...

In attesa della "fine" del nostro mondo imperfetto, ecco una meraviglia in regalo.
Lo sapete che la grande piramide d'Egitto ha la base ottogonale!
NO?
Questo ed altro nel documentario che segue (sto cercando la versione italiana)
Inglese:
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=ooy2LTJoMVM
Francese:
http://www.youtube.com/watch?v=o1o5bRpNHCc
Attenzione, la sola cosa in questo documento che mi ha profondamente deluso e' l'ipotesi finale (l'aria dei tempi?!).

MAESTRO DI DIETROLOGIA ha detto...

Interessante il discorso sulle piramidi...
La forma geometrica ottagonale sottende la croce templare e la rosa dei venti in tutte le sue accezioni, dalla bandiera inglese, al simbolo Nato, a quello marittimo, ecc...

Nel logo del film UMBRELLA CORPORATION, film apocalittico fantahorror, viene veicolato come icona del sistema un ottagono che sottende due croci templari, una bianca ed una rossa, che insieme formano anche la rosa dei venti, mascherata da ombrello, ma in realtà piuttosto evidente...
:-)

thegreenhead.com/2009/01/resident-evil-umbrella-corporation-umbrella.php

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

OT:ma cos e sta storia di grillo che attraversa a nuoto lo stretto di Messina?ma che e un rito Simbolico-Massonico!?.e poi e vero che abbia fatto una attraversata del genere,questo detto da un amico tele-dipendente,non e che in TV abbiano fatto vedere solo gli ultimi 50 metri,
spacciandoli x una attraversata?.

CIAO.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

Video da vedere x chi ha la coerenza di mangiare carne,molto bello e illuminante.

http://youtu.be/Wec3h-npKJg

CIAO.

Giuditta ha detto...

Ancora sulla "Geometria Sacra"(in francese, per orecchia che non hanno paura dell'accento canadese ...):
http://www.youtube.com/watch?v=QXkpNavRc34

Anonimo ha detto...

Iniziano i preparamenti

http://www.tzetze.it/2012/10/la-svizzera-prepara-lesercito-in-vista-del-crollo-di-ue-ed-euro-lindipendenza.html

O' COMPLOTTIST ha detto...

@ Giuditta: qual è l'ipotesi finale???

@ MDD: xkè mascherare la rosa dei venti? o ti riferivi alle croci templari? grazie

Giuditta ha detto...

@ O' COMPLOTTIST scusa il ritardo ... l'ipotesi finale del documentario e' che le piramidi sarebbero un calendario per avvertirci della fine del mondo il 21/12/2012. Colpo pubblicitario per vendere il documentario? Che barba con questa fine del mondo!

Anonimo ha detto...

grazie Giuditta