venerdì 14 settembre 2012

Democrazia esportata


di Salvatore Brizzi

http://larinascitaitalica.com/democrazia-esportata/

La democrazia non può essere esportata in quanto ogni sistema di governo deve corrispondere al livello di coscienza del popolo a cui è rivolto. Non si può imporre una democrazia dall’alto così come non si può regalare la libertà a uno schiavo che non è pronto per riceverla: prima o poi va a cercarsi un altro padrone… magari in una forma meno evidente di quella precedente.

Ogni nazione si organizza in una forma di governo piuttosto che in un’altra in base al livello medio di apertura della coscienza di cui di dispongono i suoi cittadini in un particolare periodo della sua storia. La monarchia, la dittatura, i regimi militari e le varie forme di democrazia non sono dunque giusti o sbagliati in senso assoluto, ma evolutivi per alcuni popoli e involutivi per altri, in relazione al grado di apertura della coscienza in cui essi si trovano.

La successione evolutiva delle forme di governo, dalla più primitiva alla più avanzata, è questa:

Tribù separate

Governo assolutista (monarca, dittatore)

Democrazia/oligarchia

Gerarchia spirituale

Comunità spirituale

– Le tribù rappresentano la fase infantile dell’organizzazione umana, quando non c’è ancora una linea comune. Il destino delle tribù è infatti quello di essere conquistate da un imperatore o un monarca che le unifichi e dia loro un’identità nazionale comune: si deve creare un «ego nazionale». Corrisponde alla fase del bambino nell’essere umano (0-7 anni), quando non ha ancora un ego definito.

– Monarchia e dittatura svolgono l’indispensabile compito di fornire un’identità unitaria al popolo. In molti casi la monarchia è sufficiente per questo scopo, ma essa talvolta viene sostituita dalla dittatura quando la divisione fra le varie tribù, o correnti di pensiero, risulta eccessivamente problematica e radicata. In questo caso è necessario per la nazione costruirsi un’individualità coscienziale ben delineata attraverso il governo di una dittatura militare. Corrisponde alla fase del fanciullo nell’essere umano (7-13 anni): talvolta, per educarlo e aiutarlo nello sviluppo dell’ego, è sufficiente trasmettergli solo un accenno di energia autoritaria, altre volte è indispensabile maggiore severità.

– La democrazia è il tentativo del popolo di autogovernarsi. Serve affinché i cittadini comincino ad avvertire su di essi la responsabilità dell’amministrazione di uno Stato. È una fase di transizione solitamente caotica durante la quale si rischia periodicamente di tornare alla dittatura o, dall’altra parte, di defluire nell’anarchia e nell’ingovernabilità. Generalmente si costituisce spontaneamente un’oligarchia: alcune decine di persone prendono il potere e lo mantengono creando quello che potremmo anche definire un “sistema democratico chiuso”. Ciò significa che nonostante continuino a esserci le votazioni, possono entrare a far parte dell’oligarchia solo coloro che posseggono determinate caratteristiche psicologiche: arrivismo, attaccamento al potere e al denaro, attitudine a mentire, capacità ridotta di utilizzare la mente astratta e quindi di produrre pensiero originale. Questa non è una forma di governo vera e propria, ma serve solo da ponte fra la monarchia e la «gerarchia spirituale».


Talvolta accade che la democrazia scada nell’oligarchia o in una vera e propria dittatura (ma in fondo l’oligarchia è già una dittatura): apparentemente quel popolo sembra compiere un passo indietro, ma se accade è perché la popolazione non ha ancora assunto un’individualità tale da reggere lo sforzo della democrazia. Ogni volta che la democrazia non si dimostra stabile abbastanza, torna la dittatura o si trasforma in oligarchia, le quali ritardano ancora per un po’ l’acquisizione della responsabilità personale da parte dei cittadini non sufficientemente maturi. Corrisponde alla difficile fase dell’adolescenza nell’essere umano (14-20 anni).

La «gerarchia spirituale» è un governo composto da esseri illuminati che sono totalmente identificati con la loro anima. La loro coscienza è così espansa che percepiscono la Comunità come parte di sé. Di conseguenza non possono che agire per il Bene Comune. Non hanno più attaccamenti materiali né interessi personali. Decidono di fare politica consapevoli del fatto che, se realmente cercheranno di cambiare lo stato delle cose, verranno minacciati dai poteri costituiti (politica-mafia-economia). Lo «spirito di sacrificio» portato alle estreme conseguenze è ciò che si richiede da loro.

Nella misura in cui la coscienza di una persona sarà aperta al richiamo della sua anima e manifesterà le suddette caratteristiche, avrà l’onore di occupare posizioni di maggiore responsabilità decisionale e più alto rischio per la sua stessa vita. Perché essi possano venire eletti deve accadere un salto di coscienza nei cittadini, i quali sono divenuti in grado di assumere su di sé la completa responsabilità per quanto accade nel loro Paese. Ciò accade in maniera traumatica passando attraverso una crisi sociale/politica/economica che costringe le coscienze a svegliarsi. Corrisponde alla fase del giovane adulto nell’essere umano (21-27 anni).

– La «comunità spirituale» è la forma di aggregazione sociale ideale. Consiste in una comunità dove non esiste più la proprietà privata, i beni vengono condivisi e non c’è più un’autorità esterna, in quanto ognuno è perfettamente in grado di governarsi da sé. Ciò è possibile solo quando tutti i cittadini hanno raggiunto l’apertura di coscienza che in precedenza era caratteristica della sola «gerarchia spirituale». Unicamente l’essere umano totalmente identificato con l’anima può dire: “Io non posseggo più nulla, nemmeno la mia vita”. A questo punto egli può autogovernarsi, nel senso che l’anima governa la mente, le emozioni e il corpo: tutti i pensieri, le emozioni e gli atti sono in armonia con quelli degli altri e perennemente rivolti al Bene Comune. Corrisponde alla fase dell’adulto maturo nell’essere umano (dai 28 anni in su).

Sulle possibili conseguenze del tentativo di trapiantare una forma di governo all’interno di nazioni che non sono pronte – con il solo scopo di soddisfare gli interessi economici di pochi – riporto il link a un articolo di Fausto Carotenuto che riguarda la recente uccisione dell’Ambasciatore Usa in Libia. L’articolo è preso dal suo interessante sito coscienzeinrete.net :

http://coscienzeinrete.net/politica/item/840-ecco-i-bei-risultati-della-campagna-di-libia-e-del-sostegno-alle-finte-rivoluzioni-arabe

29 commenti:

Anonimo ha detto...

Non mi e' chiaro il "passaggio" dalla democrazia(o presunta tale)alla gerarchia spirituale,anzi,leggendo che quest'ultima non e' altro se non " un governo composto da esseri illuminati ...", c'e' solo da sperare che non siano gli Illuminati dei quali tratta Leo Zagami nei suoi (per ora) due preziosi volumi!!!

Ci sono molti tentativi di imitazione di questi "buone" ed auspicabili categorizzazioni di forme di governo "progressive" delle quali parla Brizzi...

Gli Illuminati del NWO vogliono un governo mondiale guidato da un "despota illuminato" in realta'un fantoccio nelle mani della "stegocrazia" per esautorare i vari "fantocci" he ora sono a capo delle varie nazioni,tutti piu' o meno "cooptati" nel disegno del NWO.

Brizzi penso parli di Illuminati "veri",tuttavia le elites,con il loro "falso" despota illuminato,vorranno farci credere che il passaggio descritto nell'articolo di Brizzi:democrazia-gerarchia spirituale sia avvenuto per un evoluzione della specie umana E NON per i loro sporchi piani mondialisti...

attenzione...

Anonimo ha detto...

L'articolo di Brizzi si puo' definire progressista nel senso che esporro' in seguito :

L'IDEOLOGIA DEL PROGRESSO...

...contraddice nettamente tutti i valori popolari .
Fondamentalmente orientata verso l’avvenire, la filosofia dei Lumi, come si sa, demonizza le nozioni di «tradizione», «consuetudine», «radicamento», vedendovi solo superstizioni superate e ostacoli alla trionfale marcia in avanti del progresso. Tendendo all’unificazione del genere umano e contemporaneamente all’avvento di un universo «liquido» (Zygmunt Bauman), la teoria del progresso implica il ripudio di ogni forma di appartenenza «arcaica», ossia anteriore, e la distruzione sistematica della base organica e simbolica delle solidarietà tradizionali (come fece in Inghilterra il celebre movimento delle enclosures, che costrinse all’esodo migliaia di contadini privati dei loro diritti consuetudinari, per convertirli in manodopera proletaria sradicata e dunque sfruttabile a volontà nelle manifatture e nelle fabbriche ). In un’ottica «progressista», ogni giudizio positivo sul mondo così com’era una volta rientra dunque necessariamente nell’ambito di un passatismo «nostalgico»: «Tutti coloro i quali – ontologicamente incapaci di ammettere che i tempi cambiano – manifesteranno, in qualunque campo, un qualsiasi attaccamento (o una qualsiasi nostalgia) per ciò che esisteva ancora ieri tradiranno così un inquietante “conservatorismo” o addirittura, per i più empi tra loro, una natura irrimediabilmente “reazionaria”» . Il mondo nuovo deve essere necessariamente edificato sulle rovine del mondo di prima. Poiché la liquidazione delle radici forma la base del programma, se ne deduce che «solo gli sradicati possono accedere alla libertà intellettuale e politica» (Christopher Lasch).

CONSIDERAZIONI:

Chi l'ha detto insomma,che la democrazia sia solo una tappa evolutiva del genere umano,e quindi sia a "scadenza"?Questo non aiuta i cittadini a difenderla(tanto finira' comunque quando ci "evolveremo").Tale atteggiamento,in ambito spirituale,ricorda il "determinismo storico" marxista che dava per scontato l'avvento,alla fine del modo di produzione del Capitalismo,dell'agognato(per molti) comunismo.Ed ha lo stesso limite,illude la gente che il mondo si evolvera'spiritualmente in una certa direzione,cosa che secondo me non e' scontata e non si puo'obiettivamente predirre.Invece dovremmo tutti impegnarci per difendere i nostri diritti di cittadini,oggi piu' che mai calpestati senza aspettare alcun aiuto "spirituale" per evolverci verso una maggiore consapevolezza.

Illuminati(veri o finti)che siano.

Raul

Anonimo ha detto...

Preziosi volumi Leo Zagami, ma per favore basta guardare la copertina sembra un libro fantasy , certo le connessioni tra banchieri e varie congreghe ci possono anche stare ma è di lunga superiore per una comprensione seria e storica il libro di Sigismondo Panvini, La geometria del male...

alsalto ha detto...

"La «comunità spirituale» è la forma di aggregazione sociale ideale. Consiste in una comunità dove non esiste più la proprietà privata, i beni vengono condivisi e non c’è più un’autorità esterna, in quanto ognuno è perfettamente in grado di governarsi da sé."

Dicasi ANARCHIA, cosa al quale invece Brizzi attribuisce il valore di caos, violenza, pochi versi prima. E' inoltre poco sposabile questa ipotesi di evoluzione sociale in quanto non contempla in alcun modo il ruolo degli scontri sociali ed il problema delle classi, sociali, nonche' del potere esercitato dalle elite nel indirizzare la politica. E' una lettura, la sua, che ha tanto il sapore dei dogmi vedici che relegano le sfortune, l'appartenenza o meno ad una determinata casta e quindi il benessere o la poverta' a delle colpe passate di cui e' giusto portarne le conseguenze. Se quindi viviamo sotto una dittatura finanziaria e' solo colpa nostra e non dei maneggiatori che ne stanno dietro.
Tutto cio' suona come quello che giustifica attenuando l'abuso sessuale sulla ragazzetta sostenedo che questa fosse troppo provocante, come se l'essere provocanti potesse mai essere un male maggiore rispetto ad una violenza sessuale. Di riflesso se c'e' dittatura o mala democrazia e' colpa del popolo e non dei suoi menzonieri rappresentanti.
Sbobbazza.

alsalto ha detto...

Cioe', ma ci rendiamo conto...ma chi e'? Gargamella?
Mapperpiacere.

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=_gN6XLyh8Ks

Anonimo ha detto...

A me per adesso "bastano" i preziosi(ebbene sì!) di Leo Zagami... ...indubbiamente vi saranno libri anche migliori ma lui "svela" intrighi che stanno accadendo proprio in questi fatidici 7 anni (2012-2019).

Pertanto piano nel sottostimare Zagami,che si e' ritagliato,tra l'altro rischiando la pelle come il nostro Paolo,uno spazio importante nella mia personale "visione del mondo".Anche di Paolo potrei dire lo stesso...mi hanno aiutato entrambi...

Anonimo ha detto...

Oggi accusano Obama di essere troppo buono, leggo che gli stati uniti d'america non devono scusarsi con nessuno per il fatto di difendere i loro valori.. ovunque.
Iraq, Afghanistan, libia, etc etc. troppo buono.
e cosi' rimane in ostaggio di Al-quaeda, mentre invece deve esportare la democrazia. Quella di cui beneficiamo noi che siamo amici, con le loro basi su cui non abbiamo alcuna giurisdizione sul ns territorio.. non vedo democrazia. Forse, dato che il popolo americano appoggia questa visione della democrazia, vogliono esportare la americanocrazia.. Aggiungiamola alla lista !!

Anonimo ha detto...

Un momento Alsalto #

Ho visto il video di Brizzi su Youtube...

Sono sostanzialmente d'accordo con cio' che dice(al netto della sua visione di Bill Gates e Steve Jobs),pur essendo di sinistra.

Dissento con lui solo nell'ambito da me precedentemente esplicitato su quanto lui scrive nel post.

Questo dimostra due cose:

che la dicotomia destra-sinistra non ha piu' senso perche'i nostri nemici sono oltre tale dicotomia.

Che chiunque voglia agire debba tentare di riconquistare la sovranita' nazionale.

Democrito ha detto...

Oh mamma, e questo da dove esce, dall’Uovo di Pasqua?
Una visione del percorso umano davvero infantile e dogmatica.
Non esiste in questo articolo una sola affermazione che sia documentata o minimamente argomentata. Il parallelo con le età umane è tirato per i capelli ed è totalmente demagogico.
Non ci sono argomenti validi che comprovino l’evoluzione del pensiero e della società umana, prova ne sia che tuttora si studiano i classici greci. Prima di dire stupidaggini l’autore farebbe bene a rileggersi “Repubblica”, lettura che sicuramente ha dimenticato.
Non ci sono argomenti che comprovino che la società umana, nel corso dei millenni, nemmeno sia cambiata nella sua parte strutturale, ovvero nella divisione in caste. Se non si capiscono i meccanismi della divisione del lavoro e dei ruoli sociali è inutile nemmeno stare a parlare, è come discutere di filosofia con qualcuno che non sa nemmeno articolare le parole e si esprime a grugniti, o spiegare la relatività generale a chi non conosce nemmeno il teorema di Pitagora.
Per dirla con Adorno, una simile interpretazione ingenua della Storia non si può discutere o contestare, si può solo rifiutare.
Il volo pindarico finale sulla società ideale, poi, ricalca stranamente le idee rinascimentali sulla Città di Utopia e le tesi e i testi di Tommaso Campanella. Alla faccia dell’evoluzione, qui si ripropongono in forma involuta suggestioni di 400 anni fa. NIENTE DI NUOVO SOTTO IL SOLE.
BRIZZI, MA CI FACCIA IL PIACERE….

Italia dei (plus)Valori ha detto...

A me' questo post,
(cosi' come anche la tua conferenza di bologna) mi paiono un'accozzaglia
di stupidaggini impressionanti.
Non c'e' un'analisi,uno studio,un minimo di rigore ... Mah.
Ma veramente insegni Diritto Penale
all'universita' ?

Gli ideologi della destra neofascista degli anni '70 al
confronto sono dei maitre a penser

Io l'unica cosa interessante che ho sentito alla conferenza e' stata che lo spargimento di sangue
nelle guerre non e' finalizzato solo a motivazioni economiche ,e
geopolitiche di dominio ma anche
e sopratutto a cosiderazioni esoteriche , alchemiche,simboliche
e sacrificali.

E pensare che una sola goccia di sangue del Redentore e' sufficente
per tutta l'umanita' fino alla
fine dei tempi.

Ma perche' non ascoltiamo mai
la saggezza delle Mamme ???

Paolo Franceschetti ha detto...

Anonimo del 15 settembre 2012 che dice che io dico una marea di stupidaggini impressionante e si chiede se davvero insegno penale all'unversità... mai detto che io insegno diritto penale all'università. Hai delle grandissime doti di comprensione dei discorsi altrui. Complimenti. Un ascoltatore attento e un critico acuto!!!

Anonimo ha detto...

@ Paolo (e tutti)

Vorrei davvero che vedessi quando hai tempo il film "I bambini di Cold Rock - The Tall Man".
Parla dei bambini scomparsi per sempre,quelli non più ritrovati.....che negli USA sono migliaia ogni anno!!!
Nn dico altro per nn rovinare il film a chi lo vuole vedere!!!
Io credo che sia fatto apposta per far pensare che non è un male così grande che questo accada!!!da brivido!!!

Il film uscità qui in italia a fine settembre.....ma muovendosi un pò si può vedere sottotitolato in italiano in risoluzione perfetta...capisc'amme!! ;)))

CARLETTO

Anonimo ha detto...

@Carletto

Ma che cxxxxo c'entra con l'11 settembre?

Anonimo ha detto...

Brizzi per certi versi scrive cose molto interessanti.... pratica bene ma razzola male... sono stato in una sua giornata di corso e cosa hanno udito le mie orecchie??
chi ci governa lo fà perchè ha conoscenze che noi non abbiamo e tutto quello che fanno è per il bene di tutti....(pensai..azzz..ma che ca..o dice?) poco dopo cosa scopro che è entrato in un partito politico..tutto mi ritornò!!!

Ps.
durante la giornata ha avuto 3 netti scivoloni..sà bene salvarsi in angolo...e cmq non solo per colpa sua..diciamo che è stata netta e chiara che di tutte le info che esistono su tutte le vicende che un individuo può esplorare..trova l'opposto.
Perchè è chiaro che chi scrive su un argomento storico ci mette le proprie ideologie...falsando il tutto!!

E' più facile essere un Illuminato di Baviera..che illuminato d'AMORE!!!

buona domenica a tutti
Rodolfo

Paolo Franceschetti ha detto...

Caro Rodolfo, è possibile che tu abbia frainteso alcune cose dette da Brizzi. Difficile dire che chi ci governa fa quello che fa per il bene di tutti, perchè se così fosse non ci sarebbe bisogno, da parte sua, di entrare in poltica, perchè andrebbe bene così.
Probabilmente ha detto che chi ci governa DOVREBBE FARLO per il bene di tutti, ma cos' non è. Lo dice chiaramente Siri, il fondatore del movimento, il quale dice testualmente in un intervista alla TV "lo stato su nutre noi, ci spolpa".

Paolo Franceschetti ha detto...

volevo scrivere si nutre di noi... non su nutre noi...

Anonimo ha detto...

Paolo
Il Pin non mi convince. E spero tanto di non vedere un tuo schierarti al suo interno. Questo post e questi tuoi messaggi mi fanno temere.

Carletto
anche per me il senso del film, che è abbastanza banalotto, è quello.

Anonimo ha detto...

Scusate se la domanda cade a casaccio....è da tempo che mi chiedo: perchè tutti i personaggi importanti scelgono il lago di Como: George Clooney sceglie casa sul Lago di Como, Tom Cruise si sposa proprio nelle vicinanze con K. Holmes, tutte le riunioni dei gruppi internazionali sono spesso tenuti li? è solo un fatto di moda oppure c'è un motivo esoterico?

Anonimo ha detto...

Rodolfo hai capito bene credimi!

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo, mi piace Brizzi e quello che dice, che non siamo in grado di prenderci in mano è alquanto chiaro, bastano pochi mesi di meditazione per capire quanto siamo schiavi di desideri e pulsione indotte o innate, di quanto barbaro e grossolano sia il cosidetto "progresso". Secondo la filosofia ermetica "come dentro cosi fuori", se abbiamo sistemi di potere cosi ipocriti, crudeli, aggressivi, violenti, ingannevoli con noi stessi e tra di noi. Quando avremo fatto sufficientemente luce in noi, potremo esigere ed ottenere rapporti intersociali ed interpersonali nuovi, paritari. Per ora siamo in quest'epoca decadente di barbarie tecnologica deluxe. Per chi non l'avesse letto, "la scienza sacra" di Sri Yukteswar è indicativo sugli stati evolutivi degli esseri umani.

Aironeblu ha detto...

Se l'articolo di Brizzi si fermasse alle prime righe, direbbe solamente alcune banalità evidenti a chiunque abbia un cervello in mezzo alle orecchie, come la verità che la democrazia non si esporta (aggiungiamo, meno che mai con i bombardamenti!) e che i governi rispecchiano la forma delle società.
La successiva classificazione darwiniana per stadi evolutivi dei livelli di civiltà, dalla tribù alla comunità new age (che con un po' di acume potrebbe essere identificata con la tribù primitiva iniziale), accompagnata dall'immagine del bambino che cresce, però è veramente illleggibile!

@Democrito:
"Prima di dire stupidaggini l’autore farebbe bene a rileggersi “Repubblica”, lettura che sicuramente ha dimenticato.
Probabilmente legge "Il Corriere"...

ZN ha detto...

Brizzi SEMBRAVA una promessa di luce vera, ma purtroppo (purtroppo per lui) sta diventando una certezza di smarrimento nel sottile inganno egoico vestito di spiritualismo politico affatto alchemico.

Poi, non si può parlare, con la pretesa di insegnare, di alchimia sessuale se addirittura si sbaglia centro sessuale (come molti del resto, e purtroppo). Meglio sarebbe stato TACERE.

PERO': è ancora in tempo per iniziare tutto da capo, gettando via tutta la conoscenza (poca in fondo) acquisita attraverso libri inutili alla Realizzazione del proprio Essere.

Non è acquisendo nozioni (cultura) ma liberandosi di esse che si Realizza l'Essere. Ma lui vuole essere "condottiero", non ciò che è.

Ma in fondo, per quanto mi riguarda: è PERFETTO anche così com'è.

ZN ha detto...

P.S.
Brizzi è entrato nel "muro di formaggio", per attraversarlo (allegoria usata tempo fa, in un precedente post). Ne uscirà? E da quale parte?

Anonimo ha detto...

Brizzi è uno dei più pericolosi sulla scena occultista italiana. Dai suoi scritti emerge chiaramente un messaggio di tipo luciferino e satanico. Lui stesso dice:

"L'adorazione del diavolo in quanto portatore di luce (=lucis -ferum) che avveniva all'interno di antiche confraternite, ha origine da questa esatta considerazione. Adorare Lucifero significava adorare il portatore della coscienza."
Questo è satanismo. Potete girarci attorno quanto volete, ma rimane satanismo.
Inoltre la sua idea di "nuova gerarchia spirituale", intesa in sesno new age, progressista ed evoluzionista è palesemente la gerarchia degli illuminati e del NWO. Ripeto...è uno dei più pericolosi.

Paolo Franceschetti ha detto...

riguardo all'ultimo messaggio, ovviamente anonimo, se fossi maleducato risponderei che è molto più pericoloso dire idiozie come quelle che sono state scritte... ma magari mi astengo dal farlo, rispettando la demente opinione espressa

Anonimo ha detto...

@ ZN
"Qualcuno" lo definirebbe "sulla strada dell'hanasmussen"...

Anonimo ha detto...

Paolo, tempo fa lessi il manifesto politico di Brizzi, ed è taratissimo per chi ha di più... quindi i più fortunati. Per tornare al post, "non si può regalare la libertà a uno schiavo che non è pronto per riceverla: prima o poi va a cercarsi un altro padrone… " mi mette i brividi... se non c'è diffusione di coscienza e conoscenza, ovvio che lo schiavo rimane schiavo! Ma non è nemmeno accettabile... Semmai il discorso sarebbe più complesso, e il mezzo "accellerato" e dall'esterno, con cui fin'ora abbiamo esportato la democrazia, mi sembra logico sia fallimentare. Ma non certo perché lo schiavo rimane schiavo perché è "scemo"...

lucas

Anonimo ha detto...

Assolutamente in accordo con te. Brizzi è un prodotto della pnl che raccoglie e mette insieme concetti del pensiero positivo e cazzate new age per venderle come idee rivoluzionarie.

Flytramp ha detto...

Anche se è passato un pezzo da questo articolo, ho letto un po' i commenti e vorrei dire a chi critica tanto brizzi, se davvero ha mai letto un suo libro.
quando parla di evoluzione egli auspica un ritorno ad una società di tipo tradizionale.
ma siccome tutti qui hanno dimostrato di non aver compreso questo, allora è doveroso un appunto.
La comunità spirituale poi, probabilmente è esistita nella pre-storia. ovvero prima che iniziasse la storia ufficiale.
brizzi si rifa' ad una tradizione ermetica che prende molto dai filosofi greci, caro democrito.
ma non bisogna chiamarsi democrito per convincersi di essere un saggio greco. sarebbe più onesto nei confronti di te stesso.