mercoledì 25 gennaio 2012

Alcune riflessioni sul Concordia, sul complottismo, e sull’articolo di Mazzucco.


Ovvero: ho saputo da fonti certe che Massimo Mazzucco in una vita precedente era sposato con Paolo Attivissimo.

1. Premessa generale. Il problema del Concordia e del complottismo. 2. I sei piani di realtà secondo lo studioso americano Jean Bale Colsale, e la collocazione di Mazzucco, me, Solange, Malanga, Barnard, Gramiccioli, Attivissimo e altri ancora. 3. Il simbolismo della vicenda Concordia. 4. PS. Alcune precisazioni a fine articolo.



1. Premessa generale. Il problema del Concordia e del complottismo.

In questi giorni sono sommerso di mail sul Concordia, sia sulla posta che su facebook, sms e telefonate. Poi qualcuno mi chiede di rispondere a Mazzucco e all’articolo che ha scritto qualche giorno fa.
In realtà mi scoccia parlare del Concordia, perché non mi interessa molto, ritenendo che ci siano cose molto più importanti da trattare, dai forconi siciliani, alla crisi economica attuale, ai nuovi provvedimenti varati dal governo, a partire dalle carceri private, per passare alla chiusura dell’arma dei carabinieri e mille altre cose; e ci sono eventi, dalla guerra contro l’Iran alla catastrofe economica, che faranno molti più morti di quelli che abbiamo avuto sulla nave Costa.
Anche rispondere pubblicamente a Mazzucco in realtà non è importante, perché ritengo che i lettori non siano interessati alle differenze di opinione tra me e Massimo, e che un dialogo pubblico tra me e lui potrebbe solo annoiare.

Alla fine mi sono deciso a scrivere questo pezzo perché mi offre lo spunto per fare una serie di riflessioni sul mondo complottista in genere e sulla realtà in cui viviamo, ma avvertendo il lettore che qui non troverà nulla di interessante, tranne un dialogo tra me e Massimo.
Questo articolo quindi se lo può tranquillamente risparmiare chi cerca informazioni o notizie di qualche tipo e lo consiglio solo a chi ha tempo da perdere leggendo considerazioni filosofiche sul complottismo.

Partiamo allora dall’articolo di Massimo, che in un pezzo molto divertente come la maggior parte dei suoi (una delle caratteristiche che me lo rende irresistibile è il suo senso dell’ironia, con cui riesce a far ridere anche su cose serissime come l’11 settembre), sostanzialmente conclude che il simbolismo che i complottisti hanno evidenziato riguardo al Concordia è tutta una bufala.

Su Comedonchisciotte poi di recente si può leggere un articolo che dà una versione pratica e non complottista della vicenda: qualcuno insinua che dare l’allarme in ritardo, e chiamare i soccorsi solo dopo l’abbandono della nave, abbia fatto risparmiare all’armatore decine – forse centinaia – di milioni di euro; questo perché i soccorsi della capitaneria di porto sono gratuiti se c’è una situazione di grave emergenza con abbandono della nave da parte del capitano, mentre sono a pagamento se giungono quando la situazione non è critica e il capitano è ancora a bordo.
In sostanza, Schettino potrebbe aver abbandonato la nave prima del tempo, per far risparmiare soldi all’armatore.
Questa spiegazione mi convince ed è plausibile, anche se poi saranno il tempo e la storia che ci consegneranno la verità, quale che essa sia.

Vorrei però dire a Mazzucco che la spiegazione umana e razionale non è affatto inconciliabile con la spiegazione simbolica e complottista.
Il complottismo non è una teoria alternativa a quelle ufficiali; è solo una diversa visione del mondo, di chi cerca una coerenza e una logica in alcuni avvenimenti umani che ci vengono presentati come casuali e che diversamente sono inspiegabili.
Ma le teorie complottiste sono perfettamente compatibili con quelle razionali.

Il complottista poi cerca dei simboli, per ricollegarli ad una teoria. A volte quei simboli sono forzati. Altre volte no. Quando la simbologia c’è, spesso è l’indizio che sotto all’avvenimento c’è una diversa chiave per la sua spiegazione.
Ovviamente è possibile che esista questa simbologia e che la spiegazione non ci sia, oppure che essa sia diversa rispetto a quella che l’interprete crede di individuare.

Ora, attribuire al caso un certo avvenimento (la nave si è incastrata per sbaglio), oppure trovare una specifica ragione (es: Schettino si è messo d’accordo con l’armatore, oppure qualcuno ha volutamente alterato gli strumenti di bordo), non significa escludere la chiave simbolica e complottista.

Il complottista è semplicemente uno che sa, e dà per scontato, che la maggior parte degli avvenimenti più importanti del pianeta non sono casuali. E’ uno insomma che cerca un diverso piano di realtà rispetto a quella, infantile e stupida, dei media ufficiali.


2. I sei piani di realtà secondo lo studioso americano Jean Bale Colsale, e la collocazione di Mazzucco, me, Solange, Malanga, Barnard, Gramiccioli, Attivissimo e altri ancora.

Secondo Jean Bale Colsale, docente di simbologia all’Università di Bangor, Maine, ci sono diversi piani di realtà.

Il piano 0 è costituito dal 60 per cento degli individui che non percepisce altra realtà che la casa in cui vive, la partita di pallone, e il sesso.
Fin qui sarebbe una scelta legittima.
Ma la degenerazione patologica di questo piano è costituita da quelli che si fanno la foto con dietro la nave Concordia che affonda, sorridendo contenti.
O di quelli che vanno a vedere la villa di Cogne solo per curiosità.
O di quelli che, a fronte della futura crisi economica, dicono: “E a me che mi frega? Basta che non tocca me”.

Agli altri piani c’è chi si occupa della vita e della realtà in cui viviamo.

1) Ad un primo piano c’è la realtà ufficiale.
La seconda guerra mondiale è scoppiata perché Hitler voleva conquistare il mondo e l’America buona l’ha fermato.
L’11 settembre è scoppiato perché Bin Laden è cattivo e l’America ora ha dichiarato guerra al terrorismo.
L’Unione Europea è un normale processo di integrazione tra stati, che vogliono la pace tra di loro e vogliono evitare conflitti futuri.
La Concordia è affondata perché Schettino ha sbagliato.
Chi vive in questo piano crede praticamente a tutto, e il livello patologico di esso è costituito da coloro che, a fronte di una persona che si suicida con tre coltellate sul cuore, come il collaboratore campano di Di Pietro pochi anni fa, dicono: “Beh, ma se lo dice il magistrato sarà senz’altro un suicidio. Che c’è di strano in un Tizio che si da tre coltellate al cuore?”.
Altra manifestazione patologica di questo piano è costituita da coloro secondo cui Berlusconi non è riuscito a governare per colpa del complotto comunista, e quindi l’Italia è in questo casino per colpa dei comunisti.

2) Ad un secondo piano c’è chi cerca una realtà più profonda e chi non si accontenta delle verità ufficiali.
La seconda guerra mondiale è stata finanziata dagli stessi banchieri che hanno finanziato sia Hitler sia gli USA.
L’11 settembre l’hanno provocato gli americani per trovare una scusa per poi dichiarare le guerre e accelerare la spinta autoritaria sul loro territorio.
L’UE è una fregatura colossale.
La Concordia è affondata per interessi economici della compagnia.
Il livello patologico di questo piano è costituito da coloro che vedono sempre qualcosa dietro alla realtà. Se Tizio si fa prete, lo fa per interesse personale. Se un magistrato rischia la vita per combattere la mafia, lo fa per carrierismo. Se apri un blog complottista, lo fai per soldi o per metterti in mostra. Se un politico fa un discorso positivo, lo fa per conquistare elettori.

3) Poi c’è un terzo piano di realtà, che è quello delle società segrete e del filo conduttore che unirebbe molte vicende mondiali.
Il filo conduttore fa scoprire che le prime guerre mondiali e la terza imminente erano programmate da tempo.
Che l’11 settembre si inserisce con coerenza in questo scenario.
E l’unione Europea anche.
Addirittura c’è un libro di Paolo Rumor, “L’altra Europa”, di cui ha parlato la rivista Fenix in un’intervista allo stesso Rumor, che parla di un’Unione Europea progettata fin da 2000 anni fa.
Qui, in questo terzo piano, entrano in gioco Templari, Rosacroce, società segrete, il conflitto tra Massoneria e Chiesa Cattolica, ecc.
Normalmente, approfondendo le cose in questo piano, ci si accorge sempre che i principali ideatori delle vicende umane appartengono tutti a società segrete rosacrociane, templari e massoniche.
E ci si accorge che queste persone non fanno nulla che non abbia un significato simbolico, e di conseguenza tutto quello che proviene da loro ha sempre, necessariamente, un significato simbolico ed esoterico.
Quando un evento non è provocato da loro, ma è casuale (ammesso che esista il caso, mi direbbe qualcuno), possono appropriarsi della vicenda, se questa ha un significato simbolico.
Ecco, attenzione allora a questo punto. Non è che non esista il caso. Ma quando esiste, l’evento può essere recuperato in chiave simbolica e veicolato come simbolo e come messaggio, se a loro fa comodo.

La degenerazione patologica di questo livello è di quelli che vedono simbologie occulte in ogni cosa.
Qualche tempo fa misi su facebook un link ad un sito di auto americane e già alcuni discutevano sulla simbologia occulta di questo sito, che invece era solo una pubblicità che facevo ad un mio amico.
Se Berlusconi viene beccato con le dita nel naso, sicuramente sta lanciando un messaggio dicendo che lo vogliono uccidere, dal momento che il naso serve per respirare, e il respiro richiama il soffio vitale.
Se il salumiere invece di un etto di prosciutto te ne da un etto e 13, alcuni sospettano che il salumiere voglia lanciare messaggi occulti.

4) Poi c’è un quarto piano di realtà. Quello di Malanga, degli ufologi, degli alienologi, che cercano di studiare l’intervento alieno sull’umanità e la sua storia.
Di fronte alla seconda guerra mondiale studiano il fenomeno dei dischi volanti nazisti.
Di fronte all’UE e all’11 settembre sostengono che fossero stati predetti nella Bibbia (in questo senso il recente libro “Codice Genesi” di Michael Drosnin).
Non essendo uno studioso di questo ramo, non posso distinguere il confine tra patologia e normalità, perché rischio di considerare patologico dalla mia ottica quello che invece è normale e che un giorno scoprirò essere la verità.
Mi limito a dire che mi fa un po’ sorridere quando sento dire che Schettino potrebbe essere controllato da un alieno, o quando sento parlare dei rettiliani di Icke. Ma in fondo so anche che non sono in grado di giudicare, e un giorno ciò che mi farà sorridere lo troverò forse normale.
E so anche che, rispetto alla realtà propinatami da Vespa, Fede e Travaglio, mi pare più plausibile quella di Icke.

5) Ci sarebbe in realtà un quinto piano. Il piano spirituale della vita. Il piano divino sull’umanità. E’ il piano dove il bene e il male iniziano a confondersi, dove tutto si perde in una volontà unica di Dio, di cui bisognerebbe cercare di percepire il fine ultimo. Dove un alieno conta quanto un terrestre, un cane, un topo, e un albero. Dove tutto ha un senso preciso che contribuisce al fine ultimo dell’esistenza: la tigre quanto l’agnello, la Rosa Rossa quanto la Carlizzi, Attivissimo come Massimo Mazzucco. Insomma, te e Attivissimo complici dello stesso disegno divino (magari poi in un’altra vita Attivissimo era donna ed eravate marito e moglie, se no non si spiega il suo continuo attaccarti come una moglie cornuta).
La degenerazione patologica di questo piano è costituita da quelli che se gli dici “Osho è stato assassinato dalla Cia”, ti rispondono: “No, Osho ha lasciato il corpo quando la sua anima aveva terminato il suo compito in questa vita”; oppure da quelli che, quando gli dico che mi occupo di omicidi, mi rispondono che io sono un essere primitivo e devo ancora evolvere, perché “l’unico che può togliere la vita è Dio”. Il che è anche vero, ma è un po’ difficile portare questa argomentazione come prova in tribunale e convincere un giudice.


Purtroppo, normalmente, i ricercatori di ciascun piano non dialogano tra loro. Al massimo si dialoga con il piano immediatamente inferiore e superiore. Ma spesso neanche tra quelli.
E spesso molti non comprendono che non esiste una visione giusta e una falsa, un piano giusto e uno vero. Quelli del quinto piano sorridono compiaciuti di fronte ai discorsi fatti ai piani bassi, di fronte all’affanno con cui alcuni cercano la verità.
Quelli del terzo, quarto e quinto piano ridono di quelli del secondo, perché sanno che, se anche le torri le avesse buttate giù Bin Laden, comunque ci sarebbe stata una volontà precisa in tal senso da parte degli USA.
E quelli dei piani bassi ovviamente guardano come paranoici quelli dei piani alti. Oppure li guardano come gente che, semplicemente, si occupa di cose che a loro non interessano.
Ma la realtà è una sola, e non possono esistere piani di realtà separati.
Se gli alieni esistono, possono essere tirati in ballo, in teoria, per ogni vicenda e non mi stupirei di trovarli anche dietro a qualche personaggio politico di spessore mondiale (penso ad esempio ad un recente libro di Anne Givaudan, dove si racconta di una sensitiva dei servizi segreti vaticani che individua in un uomo politico un essere di un altro mondo).

La mancanza di dialogo è così forte che addirittura la gente litiga all’interno dello stesso piano. Così al quarto piano i malanghiani discutono con i pinottiani e i forgioniani; al terzo ci sono i panrosacrociani come me (uso una definizione di Massimo mazzucco), i pangesuitici, i panmassonici, i pancattolici. E tra i panrosacrociani c’è pure chi mi ha accusato di essere nella Rosa Rossa e di fare il gioco della Rosa Rossa, non ricordo bene perché. Proprio oggi un lettore mi ha segnalato che Comedonchisciotte ha rimosso il mio blog tra i siti preferiti; probabilmente – a meno che non sia uno sbaglio – ritengono che ormai io non faccia più parte di quella schiera di persone che cercano la verità, perché loro hanno la loro e io forse sono uno che si occupa di altre cose, non della realtà di cui si occupano anche loro.
Al secondo piano c’è chi litiga tra coloro secondo cui l’11 settembre è stato causato da una serie di esplosioni interne all’edificio, chi dice che gli aerei sono degli ologrammi, chi dice che gli edifici sono collassati con delle armi a vibrazioni sonore, ecc.
Ognuno, insomma, ha la sua verità. E ritiene che gli altri sbaglino, eccedano, disinformino.

La realtà, però, non è fatta da piani diversi, ma è unica. E’ solo per incapacità, o per inclinazione naturale, che uno sceglie di vivere in un piano o nell’altro, e di occuparsi di uno di questi. Pochi sono quelli che si occupano di più piani contemporaneamente.

Per specificare meglio.
Vespa, Fede, e l’informazione ufficiale, si occupano del primo piano.
Malanga del quarto.
Solange e Mazzucco del secondo, ma quest’ultimo ormai è pronto per passare al terzo.
Pamio e Icke si occupano dei piani da tre a cinque e sono tra i pochi che trattano più piani contemporaneamente.
Io, Pizzuti, Randazzo del secondo e terzo. Barnard dice di occuparsi del secondo negando di essere un complottista perché questo termine è in genere visto come dispregiativo, ma in realtà appartiene al terzo.
Tsarion del terzo e quinto.
Gramiccioli, per il suo ruolo in radio, si occupa di tutti i piani; tranne il quinto, mi pare li tocchi tutti, dallo 0 al terzo (ma non lo seguo sempre, quindi potrebbe ave toccato anche gli ultimi due).
Praticamente nessuno si occupa però di tutti i piani contemporaneamente.
E solo uno non si occupa di alcun piano: Paolo Attivissimo e la sua schiera di debunkers, perché perdendo il loro tempo a distruggere il lavoro altrui, senza costruire nulla, possono a buon diritto considerarsi persone che non si occupano di nulla. Il piano di Attivissimo è quindi non un piano, bensì un “non piano”, il meno due (perché non ha le competenze per tentare di distruggere gli altri tre piani e in genere distrugge solo gli occupanti del secondo e del quarto piano, essendo più complicato smontare il terzo e il quinto). In questo "non piano" non esiste la degenerazione patologica, perchè è tutto il piano ad essere patologico e l'unico momento sano degli occupanti di questo piano è quando dormono o fanno la cacca.
Eppure questi piani esistono tutti contemporaneamente, e spesso è solo la nostra poca dimestichezza con i vari piani diversi dal nostro che non ce li fa vedere, anche quando sono evidentissimi.

Ora veniamo a noi, caro Massimo.
Faccio un esempio con l’11 settembre, tanto a caro a te. La versione ufficiale la sappiamo, ed è accettata da chi sta al primo livello di realtà: un attentato terroristico di Al Qaeda.
Il secondo livello è più complicato: esplosioni controllate, effettuate da servizi segreti americani.
Al terzo livello si indaga non solo su chi ha commissionato il disastro, ma anche su come tale tragedia si inserisca in un piano di controllo globale.

Ora, Massimo, io non ho mai approfondito dal punto di vista simbolico l’11 settembre, e dunque non ho ben capito il suo significato generale (al di là del significato comprensibile a tutti, quello di voler scatenare una serie di guerre e di emanare leggi illiberali); tuttavia se approfondissimo la questione, si troverebbe senza dubbio un simbolismo enorme. Ti dirò di più. Probabilmente è un simbolismo evidente, gradissimo, tanto evidente e sotto gli occhi di tutti che, ad oggi, nessuno l’ha ancora approfondito. Questo lo dico non perché da complottista io voglio vedere simboli ovunque, e significati esoterici ovunque. Lo dico semplicemente perché so che è così; perché so che se è vero, come tu hai evidenziato e i tuoi studi hanno permesso di capire, che dietro all’11 settembre non c’è il caso, allora per forza di cose in questa vicenda deve esserci un simbolismo di proporzioni enormi; perché so che questa gente, quelli che comandano, ragionano così e non potrebbero ragionare che così. E se non lo si vede non è perché il simbolismo non c’è. E’ solo perché noi non siamo in grado di vederlo, ed io sono troppo indietro con gli studi, ancora, per poter percepire il significato simbolico ed esoterico di tutta la vicenda.

Insomma, quello che voglio dirti, Massimo, è che non sono i complottisti a voler vedere sempre tutto in chiave simbolica.
Sono invece i nostri governanti, quelli che muovono le fila del potere, che vedono tutto in questa chiave e non si occupano di nulla che non sia in qualche modo leggibile in chiave simbolica.
E quando scrivi sulle mie teorie che sono troppo “panrosacrociane”, hai ragione. Ma il punto è che una volta che si scopre che erano dei Rosacroce Dante Alighieri, Leonardo da Vinci, Cartesio, Bach, Beethoven, Bram Stoker, Oscar Wilde, Botticelli, Picasso e Dalì, e in sostanza tutti i grandi uomini del passato e del presente, e nell’ultimo secolo la maggior parte dei governanti della terra, Bush e Clinton compresi, e molti papi, ti viene il dubbio che forse occorre capire i Rosacroce, per capire come funziona il mondo e come il potere tesse le sue trame in occidente.
Insomma, ribalterei la prospettiva. Non sono io ad avere teorie rosacrociane; sono quelli che ci governano che sono troppo intrisi di rosacrocianesimo per poter ignorare questa realtà.
Allora, di fronte ad una teoria complottista, non bisogna domandarsi: "E’ logica o no? Sta in piedi o no?"
Occorre invece domandarsi: "Chi sta ai piani alti può aver ragionato in questo modo? Cosa sta pensando/tramando/ progettando con questo evento?". Occorre cioè vedere in che modo, e con che strumenti, il potere si è appropriato di questo evento per utilizzarlo strumentalmente ai suoi fini.
Ma per rispondere a questa domanda, occorre calarsi nella logica di chi ci comanda, e non rimanere nella nostra; perché la logica di chi ci comanda è completamente differente dalla nostra. E’ la logica, Massimo, di chi ha buttato giù due edifici da centinaia di piani uccidendo migliaia di persone, per poi poter scatenare guerre a destra e a manca.
Per rimanere al Concordia, la domanda allora non è se le teorie complottiste siano valide o no, se siano logiche o no.
La domanda è: chi sta al potere può aver provocato questo evento? Oppure può utilizzarlo in chiave simbolica e strumentale anche se non lo ha provocato lui?
E la risposta, data l’invasione di programmi TV che parlano solo di questa nave trascurando altri più importanti problemi, direi che può sicuramente essere positiva.
Non ho difficoltà poi a pensare che gente che scatena guerre con la stessa facilità con cui io decido di acquistare un cornetto al cioccolato, possa provocare un disastro simile solo per veicolare un messaggio ed effettuare uno dei sacrifici di cui ha parlato il ministro Fornero.


3. Il simbolismo della vicenda Concordia.

Veniamo adesso all’oggetto della discordia.
Da studioso del terzo piano, ti dico che il simbolismo del Concordia è talmente evidente che ci vuole un cieco per non vederlo. Per chi è abituato al terzo piano, questo simbolismo è così marcato che infatti non ho neanche pensato di scrivere un articolo, per il semplice motivo che qualunque lettore di questo blog ha individuato da solo questo simbolismo senza bisogno di aiuto da parte mia. Ora, alcune simbologie possono essere sbagliate. Altre un po’ forzate. Ma il nucleo centrale del ragionamento che molti fanno credo sia esatto.

Per entrare solo un po’ nel dettaglio, non so se la sciagura sia stata casuale o meno.
Ma il punto è che, anche se lo fosse stata, i media si sono impossessati di tale notizia, coprendo così tutte le altre; è chiaro cioè che il sistema si è appropriato di questo evento (se casuale) o lo ha creato apposta (se è voluto) per la sua fortissima carica simbolica.
Concordo con te sul raffronto col Titanic e sul 999 che capovolto diventa 666, perché non ne vedo l’importanza (ma non significa che non ci sia questa importanza) e non riesco a capire soprattutto il collegamento col Titanic (che comunque non è detto che non ci sia).
Ma certo non è privo di importanza il luogo dell’incidente (il Giglio) o i 13 ponti col nome di paesi europei, simbolo dell’Europa. Così come credo non sia affatto privo di importanza che prima dell’affondamento ci sia stato un black out, subito sottolineato dai media, dato che in questi mesi si parla di un black out europeo, che, a mio parere, sarà il preludio ad una dittatura generalizzata, come ha confermato anche il Maestro Venerabile Gioele Magaldi ai microfoni di Radio Ies.
Insomma, che l’affondamento di questa nave sia collegato al prossimo affondamento dell’UE, e che sia uno dei "sacrifici" di cui parlava il ministro Fornero, io lo do per scontato, anche se parrà delirante ai più.
Qualunque studioso di simbologia ed esoterismo lo vede bene. E considerando che chi ci comanda fa della simbologia e dell’esoterismo la chiave per vedere il mondo e governarlo, mi parrebbe strano il contrario.

Il problema casomai è un altro. La simbologia dietro un evento è solo una delle possibili chiavi di lettura, ed è un indizio da cui ricavare la possibilità che tutto l’evento sia manovrato dall’alto. Il problema reale è: quali altri argomenti ben più importanti stanno coprendo? Di chi è la reale responsabilità (materiale) dell’evento? Solo di Schettino? Il rischio è che Schettino diventi un capro espiatorio di colpe che hanno anche altri, e che la vicenda serva, come accade con le varie vicende di Sarah Scazzi, Yara Gambirasio, ecc., a nascondere altre cose molto più importanti.

Infine, c’è una cosa che non condivido nel tuo articolo, ed è dove dici: “pensare che questi codici – e soprattutto il loro reale significato – siano decifrabili da chiunque in modo così facile, univoco e rudimentale significa negare loro l’intelligenza stessa che sarebbe necessaria per tenere in piedi questa grande messinscena in primo luogo”.

In primo luogo, pensare che certa gente metta in mostra il significato di certi simboli non significa negare loro intelligenza; il punto è che il simbolo deve essere per forza palese, ma solo a chi sa leggerlo; e una volta che lo sai leggere diventa evidente. Finché non sai che il Giglio è il simbolo dei Rosacroce che hanno voluto l’Europa, non noti certamente il luogo del naufragio e la particolarità dei ponti della Concordia. Ma una volta che lo sai diventa evidente, una volta per sempre. Ed è sbagliato pensare che loro devono tenere nascosti certi simboli. Al contrario, li vogliono rendere palesi. Il perché mi è difficile spiegarlo in poche righe, perché io stesso ho faticato a capirlo e ho impiegato anni.

In secondo luogo, tali simboli non sono decifrabili da chiunque, ma solo dalle poche migliaia di persone che leggono il mio blog, e quei pochi altri che parlano di complottismo. E questi lettori sono sempre gli stessi. I miei lettori sono quasi tutti lettori anche del tuo sito, e molti lettori del tuo sito sono lettori del mio, anche se alcuni sono fortemente critici verso il mio pensiero. Insomma, ce la cantiamo e ce la suoniamo tra noi.
Io ti leggo fin dai primi giorni che ho aperto il blog, e il tuo link infatti compare nel mio blog da sempre.

La maggior parte degli italiani, cioè quei 55 milioni di italiani a cui dobbiamo sottrarre poche decine di migliaia di persone (comprendenti i lettori del mio e del tuo blog, e di tutti i siti di informazione alternativa, nonché delle varie riviste, come X Times o Fenix, cui aggiungiamo i funzionari dei servizi a conoscenza di queste cose, alcuni politici e intellettuali, i massoni e gli esoteristi), non vede queste cose, non le vuole vedere né sapere, e non riesce a capirle.
Nei bar continuiamo a trovare il Corriere dello sport e la Gazzetta dello sport. Il Grande fratello continua a fare audience, e i programmi di Maria De Filippi continuano a impazzare.

In questo, sì, il Concordia mi ricorda il Titanic… con la gente che balla mentre la nave affonda. Ma non credo che fosse questo il simbolismo che c’è dietro al Concordia nel suo collegamento col Titanic.



4. PS. Alcune precisazioni a fine articolo.

Lo studioso Jean Bale Colsale non esiste. L’esperto di simbolismo avrà senz’altro notato che il nome ha assonanza con “Balla colossale”. Mazzucco, non essendo un esperto del terzo piano, non ci avrà fatto caso, come non ha fatto caso alla simbologia del Concordia, dimostrando con ciò la sua ingenuità in fatto di simbolismo. :-)
Tuttavia inserire un esperto americano fa molta tendenza, infatti ho avuto la geniale idea da Paolo Barnard, che ha fatto un convegno con esperti americani che nessuno conosce, ma che fanno molta figura. Inoltre inserire un elenco di esperti americani ha un vantaggio enorme. Chi può mai contestare l’alto valore scientifico di sconosciuti esperti americani? Allo stesso modo mi sono detto: “chi potrà mai contestare l’alto valore scientifico della teoria dei sei piani di realtà” se l’esperto è americano e ha studiato all’università (inesistente) di Bangor?

Ora mi si chiederà perché mai ho messo nel sottotitolo il matrimonio tra Attivissimo e Mazzucco. Il punto è che volevo vendicarmi del suo articolo; e allora la miglior vendetta, conoscendo il funzionamento del web, è inserire nel sottotitolo una cosa che non c’entra nulla con l’articolo stesso, al fine di inondargli la sua casella mail di domande del tipo: “Ma perché Franceschetti ti ha attaccato? Ma hai litigato con Franceschetti? Ma davvero sei stato sposato con Attivissimo? Ma qual è questa fonte certa? Perché poi dall’articolo non si capisce”.
Allo studioso del terzo piano, poi, non sfuggirà la crudele (ma giusta) legge del contrappasso che ho applicato a Mazzucco. Avendo lui criticato noi simbolisti in erba, pur non essendo lui un esperto di simbolismo, quale migliore pena che sposarlo con il suo più acerrimo critico, Attivissimo?

Infine, in forma ironica e scherzosa ho scritto questo articolo per dialogare con Massimo su questi temi, ma soprattutto perché volevo farmi due risate. Spero che siano raggiunti entrambi gli obiettivi.



95 commenti:

Anonimo ha detto...

Paolo

che è successo ai commenti di fiori di loto tra le bestie di satana"?

Quelli oltre il 200esimo non sono più visibili.

Anonimo ha detto...

A proposito della nave Concordia .
Il comandante ha fatto una manovra che ha e vitato l'affondamento in mare aperto della nave .
Il bilancio dell'incidente è stato quindi abbastanza contenuto
Questo fatto viene molto minimizzato

mi chiedo se sia questo il motivo per cui per schettino c'è la gogna mediatica
cioè magari lui è stato coinvolto in una macchinazione per fare molte piu vittime ma alla fine si è tirato indietro con quell'ultima manovra . che ne pensi Paolo ?

Paolo Franceschetti ha detto...

i commenti oltre il 200 possono essedre visualizzati se si clicca nella zone in alto, dove c'è la scritta "nuovi"

Paolo Franceschetti ha detto...

Penso che tu possa aver ragione. E' una possibilità ma va a capire dove sta la verità. Quando si tratta di notizie date dalla Tv dubito pure che sia affondato davvero il concordia e magari andando all'isola del giglio si scopre che era un gommone. :-)

Anonimo ha detto...

scusate se non c'entra con l'argomento, vorrei avere maggiori dettagli sul collaboratore campano di Di Pietro suicidato, non ne ho mai sentito parlare e in internet non riesco a trovare niente. grazie

Anonimo ha detto...

"In realtà mi ripugna parlare del Concordia"

Suvvia...diciamo che ti interessa meno di altro che sta accendendo in concomitanza o di cui ti stai occupando. Ma arrivare proprio tu a dire mi ripugna mi pare un poco troppo.

Hai trattato per settimane casi con un solo mortoche ritenevi fossero viatico di messaggi e che occupavano per settimane le tv.

La nave ha molti morti, molti scomparsi, e molti punti oscuri nella vicenda.

Occuparsene non è meno ripugnante di quanto hai fatto in passato.

O forse ti ripugna proprio perchè non te ne sei occupato?!?

In un sito come il tuo a rigor di logica non dovresti scrivere questo.

O siamo diventati "complottisti chic"...schifando i complottisti medi...che hai cointribuito a formare (anche con casi molto più piccoli ed anche sfumati?).

Paolo Franceschetti ha detto...

Hai ragione. Mi interessa meno di altre cose e quindi ho cambiato "mi ripugna" con "mi scoccia".

Anonimo ha detto...

Parlando di David Icke i rettiliani o draconiani sono esseri reali che vengono da altre realtà (come diceva Castaneda)una realtà che può piacere oppure no. Poi come Lei ha evidenziato vi sono molti pareri su tale argomento ma sono esseri che comunque interagiscono,sulla nostra realta,attraverso varie società segrete ed occulte. Inoltre le consiglio di leggere "SOTTO IL SEGNO DEL DRAGO" di Fabrizio Bucciarelli.
Cordiali saluti.

Anonimo ha detto...

Signor Franceschetti, secondo le sue previsioni verrà mostrato al volgo il vero volto di questa crisi economica a breve o ci vorrà ancora molto tempo ?

Anonimo ha detto...

"infatti ho avuto la geniale idea da Paolo Barnard, che ha fatto un convegno con esperti americani che nessuno conosce, ma che fanno molta figura."
Eh no ,scusa Paolo , ma cio' che sta facendo Barnard è cosa ben diversa dato che gli esperti economisti ai quali ha chiesto il supporto hanno pubblicazioni alle spalle; che la "gente" non li conosca è un altro discorso visto che non molti si dilettano in economia, come non tutti si dilettano in simboli, non sono stati chiamati in causa perchè famosi ma perchè sanno di cosa parlano.
Qui un po di informazioni su di loro:
http://michael-hudson.com/
http://curb.kansas.gov/bio_kelton.htm
http://experts.speechfitness.com/index.php?page=marshall-auerback
http://cas.umkc.edu/econ/economics/News/PARGUEZ.html
Ci sono volte in cui traspare dai tuoi scritti un certo pressapochismo che alla lunga infastidisce non poco.

Malanghiano ha detto...

Ciao Paolo, sono un veterano lettore, ma incipiente scrittore del tuo interessante blog. Secondo la tua classificazione, direi tranquillamente che mi colloco, te lo dico sia per esaltare il tuo post, sia per qualificarmi, nel 5' livello del celeberrimo prof. Balle Colossali.
Io sono d'accordissimo con la tua divisione in livelli della stessa realtà, solo che il mio modello differisce dal tuo perchè nella tua esemplificazione i livelli non sono isomorfici; un livello differisce dagli altri non solo secondo l'asse dei livelli, ma anche in quello dei contenuti e della forma.
Io credo tu abbia descritto benissimo 6 visioni distinte di 6 diverse realtà; invece sarebbe curioso e interessante escrivere 6 visioni distinte e livelliche isomorfiche della STESSA realtà, che non possono divergere se non esclusivamente nel punto di vista.

Se io sono alla base di una montagna e tu sei in vetta alla stessa montagna, io io potrei dire, dal mio punto d'osservazione "la montagna è molto vasta" e tu, dal tuo, la montagna è un misero cucuzzolo. Ognuno secondo il rispettivo isostrato. Ma sessuno dei due potrebbe dire questa non è una montagna, mi capisci?

Giuseppe, UK ha detto...

Effettivamente, questa cosa del collaboratore di Di Pietro non l'avevo mai sentita neanche io.
Giuseppe, UK

piro ha detto...

credo ke la madre di schettino si chiamasse rosa :-)ah aha ah ah ah ah ah

Anonimo ha detto...

che siano fantasie o altro per spiegare la realtà,
questa storia dei 6 piani la condivido...e te..sei...troppo grande!

Jenseits ha detto...

Concordia e' anche un nome molto caro alla massoneria. Un mio amico ha studiato in un collegio massonico che cosi' si chiama e mi conferma che la simbologia dell'affondamento esiste eccome.
In quanto al fatto che in mare aperto ci sarebbero stati piu' morti, conferma ancora di piu' che la manovra sullo scoglio e' stata voluta per lambire l'Isola del Giglio.
ultima cosa: e' vero, Paolo, parlaci dell'episodio del collaboratore di Di Pietro.

embros13 ha detto...

Forse é giá stato menzionato, gli scogli dell´incidente del Giglio si chiamano "Le Scole", quindi si potrebbe quasi leggere la firma della Sc(h)ola di cui si tratta spesso qui.

piro ha detto...

nn è x prendervi per il culo credo d' aver veramente sentito così..e cmq grazie paolo grazie a te mi si è aperto un nuovo mondo...

Paolo Franceschetti ha detto...

rispondo all'anonimo delle 14,51.

Non contesto i titoli degli esperti chiamati da Paolo barnard. Mi fa solo sorridere che in tutta italia non abbia trovato un solo economista, UNO, per parlare degli stessi fatti. Marco della Luna o Marco saba, ad esempio, o salvatore Tamburro.
Ma conoscendo il suo carattere non ho difficoltà a immaginare il motivo.

Paolo Franceschetti ha detto...

quanto all'esponente di IDV il fatto avvenne circa 2 o tre anni fa pochi giorni prima dell'arrivo di Di Pietro in Campania o in Puglia. Si suicidò con tre coltellate al cuore. Sul nostro forum dovrebbe esserci la notizia.

Anonimo ha detto...

se si studia la cosmogonia rosacrociana, si notano sette sfere evolutive della terra attuale succedutesi nel "tempo", quella che tengono più segreta però è una sfera formatasi in modo anomalo, chiamata ottava sfera, e compenetrata nella sfera terrestre.
In questa sfera bazzicherebbero entità non proprio affini ad una evoluzione in senso pieno della umanità.

metto un link per chiarire, ma l'argomento è molto complesso

http://xoomer.virgilio.it/sothis/ottavasfera.htm

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo
Ricordi il moby prince? Una nave traghetto andata in fiamme per uno strano incidente nel 1991 Forse il Concordia andrebbe avvicinato al Moby Prince più che al Titanic per tanti motivi.
Innanzitutto il mare, il Moby Prince usciva dal porto di Livorno quando entro' in collisione con la petroliera AGIP Abruzzo che non e' lontanissimo dall' isola del Giglio.
E' vero che passeggeri ed equipaggio morirono tutti nel rogo, tranne un solo membro dell' equipaggio, ma se i soccorsi fossero arrivati in tempo il bilancio sarebbe stato molto diverso. Le responsabilità di questi ritardi non furono punite processualmente, in questo caso pero' la grande accusata fu proprio la capitaneria di porto.
Inoltre non fu mai chiarito se l' impatto tra il traghetto e la petroliera fu dovuto al fatto che la petroliera era ormeggiata nel cono di uscita del traghetto.
La Concordia stava andando dritta contro lo scoglio.Il comandante forse distratto dalla sua amica Moldava si accorge troppo tardi di quello che sta per succedere ma riesce comunque a evitare l' impatto frontale grazie ad una manovra disperata.
Strano che dopo aver fatto tanto per evitare peggiori conseguenze si perda in quei minuti durante i quali a mio parere avrebbe dovuto preparare comunque passeggeri ed equipaggio all' evacuazione. Invece non lo fa, e qui uno dovrebbe chiedersi perché in tutti e due i più importanti disastri della marina mercantile italiana del dopoguerra avviene questa cosa inspiegabile: quello che deve essere fatto per salvare la gente non viene fatto o se viene fatto comunque avviene in ritardo con le conseguenze che sappiamo : morti e neanche pochi
Giupeppe

Anam ha detto...

@ anonimo delle 17.36

Del Moby Paolo ne ha già parlato... cerca nei post ;-)

embros13 ha detto...

Se non capii male, per il Moby Prince non fú un ritardo quello dei soccorsi ma fú una vera omissione di soccorso in un operazione sotto la supervisione di chi tesse "trame atlantiche". Si, é vero la mamma del Comandante Schettino si chiama Rosa, la ballerina inglese in servizio al cabaret sulla Concordia che ha inviato un sos su Twitter´si chiama Rose, l´assistente del mago sopravvissuta e intervistata nei primi giorni si chiama Rosalyn. E una delle prime dichiarazioni di Schettino fú che "Gli scogli delle Scole non appaiono sulle carte nautiche", frase che suona talmente grossa da far pensare ad un rimbambimento indotto.

max ha detto...

la manovra di Schettino a seguito del black out e l'abbrivio e poi l'inclinamento dall'altra parte della falla mi pare una sciocchezza.
come fa un transatlantico da 70mila tonnellate con uno squarcio a tribordo capovolgersi a babordo? neppure con la famosa manovra che lo accredita come eroe tiene allo stato delle cose/realtà e delle forze di gravità. tranne se non sono ovviamente occulte.
http://www.farevela.net/2012/01/21/tragedia-costa-concordia-cosa-e-successo-tra-la-collisione-e-le-scole-e-lincaglio-a-punta-gabbianara-unipotesi-dai-dati-sinora-accertati/

Anonimo ha detto...

Ciao paolo,

Come dici tu..sono preoccupato per quello che sta succedendo con i tir piuttosto che altro..
dove andra a finire questo blocco?
in televidione sembrano cadere dal pero..
chi gestisce qesto blocco?i massoni...?

Giorgio Andretta ha detto...

La kinesiologia invera i piani prospettati dal Nostro ospite, ma nulla osta cavalcare con la fantasia.

Anonimo ha detto...

sei un grande Paolo.

cmq ho sentito Mazzucco su Radio IES e nonostante mi sia simpatico mi ha dato fastidio il modo in cui parlava delle possibilità "complottiste " nel caso concordia. Da lui mi sarei aspettato che che dicesse che non ne vede, non che non ce ne sono e che schernisse pure la cosa... d'accordo col Gramiccioli che quanto ad apertura mentale su certe cose, beh... diciamo che non è il massimo (pena de morte, pena de morte a tutti!!! ahhrrghh!!)

la mente vede ciò che il cuore sente

CiecoNato ha detto...

Mi sa che manca il settimo livello per completare il modello ISO/OSI

Anonimo ha detto...

Sull'articolo di Mazzucco era stato interessante il commento di Nonmifirmo.

Jenseits ha detto...

AHAHAH....FORTE CIECONATO.....BISOGNA RIDERCI SU PURTROPPO

Anonimo ha detto...

@ Franceschetti. Il CApitano della Concordia (denominata significativamente dai quotidiani il "Tempio del divertimento")può ben essere stato convinto al gesto, olre che dalla sua probabile appartenenza ai ben noti circoli "ricreativi", anche dal desiderio di essere famoso, di passare alla storia, al pari di quell'Erostrato che incendio il famoso Artemisio di Efeso... anch'esso un tempio, il Tempio di Artemide...
Cordialità

MD ha detto...

Ciao Paolo, volevo chiederti cosa ne pensavi delle analogie con il significato del nome Concordia e il suo destino voluto dai Rosacroce (quindi non solo il numero dei ponti, 13).
Inoltre volevo dirti, non credere, non siamo così pochi. Il tuo lavoro è contagioso e come hai aperto i miei occhi anch'io faccio lo stesso e molti ora hanno almeno iniziato a farsi domande. Grazie di tutto.

Giambattista ha detto...

Come altri hanno scritto, continuo a non vedere i commenti oltre il 200esimo di "fiori di loto tra le bestie di satana". Sarà che sono un pò tonto ma non vedo il "nuovi" che ha indicato Paolo. Boh!

Nikora ha detto...

Il "ps" mi ha fatto morire :D, ahaha "Allo stesso modo mi sono detto: “chi potrà mai contestare l’alto valore scientifico della teoria dei sei piani di realtà” se l’esperto è americano e ha studiato all’università (inesistente) di Bangor?"

Grandioso, anche perchè ci sono caduto in pieno... a dire la verità non ci ho fatto caso a chi fosse, ero più interessato a quel che diceva, anche se poi non era reale... una pecca ma è anche un pregio... meglio guardare che cosa dice in fin dei conti che attaccarsi al profilo personale, anche se non sarebbe male darci una occhiatina.

Io a dire la verità cerco di guardare un po' in ogni livello, fatta eccezione per il primo, e per il secondo su cui mi sono rassegnato di discutere l'indiscutibile con chi non ne vuole sapere. E poi e' complicato restare in contatto con la realtà materiale quando si è al 4-5 livello, però non parlo del quinto come la visione di dio, quella la cestino essendo più a filo di malanga... io cerco di capirci qualcosa, e cercare di vedere come viverla, ed è difficile riassumere più di 5.000 anni in qualche anno...

E considerando quello che sta per avvenire, carissmo Franceschetti, che ti seguo tanto anche sul forum, penso che capirai che nel prossimo futuro, sarà un privilegio avere la possibilità di informarsi, quindi cerco di prendere il possibile fin che posso, che aspettare l'ultimo momento e non poter fare più niente... dopo tutto, non esiste il salvatore che appare dal nulla che viene a salvarci ;)

Anonimo ha detto...

Paolo che ne pensi del simbolismo del dono del Pdc Monti al Papa,proprio nel giorno della tragedia?Personalmente a me la vicenda sembra una sorta di "colpo di pistola" in codice a una serie di persone sparse in tutto il mondo,avvisate dell'inizio di una "nuova fase".Le azioni recenti inerenti la rete(che è sicuramente un nemico del potere)ne potrebbero essere conferma.Purtroppo credo che la "dittatura generalizzata" che paventi non sia tanto distante,e si intreccia a doppio filo con un eventuale inizio delle ostilità in Iran.In questo senso credo che la palindromica data 21-02-2012 potrebbe essere parecchio nefasta.

Segretius ha detto...

"Ma per rispondere a questa domanda, occorre calarsi nella logica di chi ci comanda, e non rimanere nella nostra; perché la logica di chi ci comanda è completamente differente dalla nostra. E’ la logica, Massimo, di chi ha buttato giù due edifici da centinaia di piani uccidendo migliaia di persone, per poi poter scatenare guerre a destra e a manca".

E' evidente, Paolo, che non hai mai capito un cazzo delle donne........

Anonimo ha detto...

http://www.clearstream.com/ci/dispatch/en/kir/ci_nav/home

Sankara ha detto...

Infine, in forma ironica e scherzosa ho scritto questo articolo per dialogare con Massimo su questi temi, ma soprattutto perché volevo farmi due risate. Spero che siano raggiunti entrambi gli obiettivi.


No Paolo, ne hai raggiunto anche un terzo (occulto)che non ti eri prefissato, dopo che ti avevo segnalato la rimozione del tuo link da CDC ti avevo posto una domanda... Questo articolo è stata la miglior risposta, grazie.

Sankara.

p.s
naturalmente io sono dentro al terzo livello fino al collo....

Anonimo ha detto...

Paolo,alla luce dei tuoi suggerimenti ti propongo una chiave di lettura, mi puoi dire se è condivisibile:Come dice Blondet, stanno volando gli stracci nei quartieri alti della massoneria.I"Fratelli" angloamericani hanno deciso che l'Europa e l'euro hanno assorbito gran parte della crisi globale, e che un euro così forte ora non sia più necessario, perchè potrebbe prendere il posto del dollaro (carta straccia) come valuta di riferimento negli scambi internazionali.Quindi è necessario che la concordia (l'accordo) tra le massonerie europee venga meno, e che tutto "affondi" per il tramite di una nazione (Italia),che di fatto è sotto il controllo americano, come la Costa Concordia è una nave italiana ma di proprietà americana.Il Black-out che hai preannunciato forse non è altro che una situazione simbolica d'impotenza della burocrazia europea di fronte alle continue difficoltà che incontrerà la nostra moneta unica(default programmato dell'Italia) prima che l'Europa coli a picco, o meglio si "Balcanizzi" in macro aree(Vorrei ricordare la mappa dell'economist nella quale il sud Italia era definito "Bordello").
Un Saluto
Enotrius

Anonimo ha detto...

A proposito di Marzucco... credo sia cambiato qualcosa in lui negli ultimi tempi.Improvvisamente ha preso anche a usare la parola "cazzo", nei suoi commenti... credo non sia più lui, o è stato addotto da qualche entità aliena.
;-)

dorica ha detto...

Ciao, Paolo, complimenti per l'articolo, molto divertente! :)

Vorrei fare un appunto su Malanga. Malanga non è un ufologo, è molto di più. Malanga si occupa soprattutto della Coscienza, dell'Anima umana. E' partito studiando gli alieni 30/40 anni fa, sì, ma è arrivato dove neanche lui pensava di arrivare: allo studio della Coscienza.
A parole sue "se non c'era l'alieno, non avrei capito com'era fatto l'Uomo", affermazione che conferma la tua tesi secondo la quale c'è un disegno "divino" dietro tutto questo, un disegno dove tutto si integra, tutto serve a qualcosa, dove anche l'alieno serve, serve alla Coscienza per capire come è, come non è e cosa non è.

Malanga vede lo zampino degli alieni ( aka dio /dei, angeli, demoni, satana, diavolo, lucifero, fratelli del cosmo ecc...ecc... ) dietro la RR, dietro l'11 settembre, dietro la Libera Muratoria, dietro il Vaticano, dietro i gruppi militari occulti eccetera, eccetera.

Quindi lui dice: smaschero gli alieni, di conseguenza tutto il resto del palco va giù senza neanche star lì a toccare tutti i livelli ( non avrebbe cmq il tempo "fisico" ).
Ma NEANCHE! La verità è che Malanga sostiene questa tesi: l'Uomo deve capire chi è. Punto. Capito questo, gli alieni ( o la RR, o la Libera Muratoria, o i governi ) non avrebbero più potere su di noi, sarebbero "svelati", se noi fossimo più svegli, se fossimo più coscienti della nostra vera natura, se sapessimo e capissimo che siamo Coscienza con "contenitore" ( con corpo ). Questo è il vero messaggio di Malanga e il nocciolo di tutta la sua ricerca.

Sono d'accordo che c'è poco dialogo, lo sai... Il tuo lavoro lo apprezzo tantissimo e serve per CAPIRE.

Anonimo ha detto...

Complimenti per il lavoro svolto e per gli articoli pubblicati da Paolo.

La cosa più interessante sull'argomento in questione in rete l'ho letta su questo blog.
Ci sono due post sulla Concordia molto belli, ve li volevo segnalare.

maestrodidietrologia.blogspot.com/.../e-il-naufragar-me-dolce-in-que... -

Antonio

Anonimo ha detto...

Divertente articolo, e la teoria non e' affatto male, in effetti.

Il disastro navale e' apparso in sogno al marito della Carlizzi prima che avesse luogo.
Il tratto di male presenta degli scogli che i locali chiamano scole (scholae?).
Gabriella diceva sempre che gli elementari trovano delle vie libere nella griglia magnetica terrestre e causano dei terribili trittici di incidenti, d'acqua, di terra, di fuoco, ecc...
Non conoscevo Paolo Attivissimo, fortunatamente, a quanto mi pare di leggere.
Anni fa mori' improvvisamente di infarto un tipo da un forum che frequentavo, il cui nome era praticamente il contrario di Paolo Attivissimo. Se non altro ha il pregio di avermelo fatto ricordare.

nemesis

Alex Focus ha detto...

Caro Paolo, io ringrazio sempre che tu esista (ed anche tutti quelli che cercano di alzare i veli sulla nostra visione del mondo), ma stavolta ci deve essere un cortocircuito pavloviano o qualche altro fenomeno che ti ha colpito.
Sono andato a guardare sul web ed ho trovato... l'Università di Bangor (in the county of Gwynedd in North Wales), vedi link: http://en.wikipedia.org/wiki/Bangor_University.
D'accordo che non è il Maine, però...
E poi, anche se non è stata "sacralizzata" da un docente ufficiale, questa tassonomia dei 6 piani di realtà ha una sua valeza intrinseca e non solo goliardica.

Io mi ero fermato alle tre "b" angolaassoni: "border" per indicare che chi legge, ascolta, osserva (sempre ammesso che sappia/possa fare queste cose) riese a cogliere la verità "superficiale"; "between" per chi sa leggere tra le righe, facendo uno sforzo di immaginazione "essoterica"; "behind" o "dietro" le righe per chi è stato informato di fatti non noti alla maggioranza e può interpretare il significato esoterico "nascosto".

E poi, in verità, 'sti piani sarebbero 7, considerando quello anomalo di Attivissimo, che in fin dei conti, dà maggior valore agli argomenti che vorrebbe inficiare proprio per l'enorme sforzo di distruggerli e per il fatto che, quando rimane a corto di argomenti, attacca personalmente i cosiddetti "complottisti".
Tanti saluti, anche alla Solange
Alex Focus, Napoli

Anonimo ha detto...

Paolo scusami,
spero davvero tu possa rispondermi.
Inutile precisare di aver letto tutti i tuoi post e di condividere molto di quello che scrivi (anzi.. di riuscire finalmente a capire la realtà che mi circonda).

In merito al black-out prossimo venturo io credo non ci sia alcun dubbio che avvenga..
resta solo da capire quando.
Quello che ti chiedo, se possibile, è un consiglio/aiuto su come affrontarlo, secondo te.
Su quando credi possa materializzarsi (io temo ben prima dell'estate.....).

Insomma: come fare per superare questa che si prospetta essere una tragedia immane?
Grazie mille.
Per tutto.

Anonimo ha detto...

http://www.revolucionantifeminista.org/?page_id=9
Un altra lobby-potente inganno societa.
tra dividi et impera, ma qua non se ne parla.

Anonimo ha detto...

che ne pensate di questo? http://www.repubblica.it/scienze/2012/01/26/foto/il_volto_del_male-28794347/1/

Anonimo ha detto...

Caro Paolo,

Ti ringrazio vivamente per il lavoro che continui a svolgere, sono uno studente sedicenne, anche se seguo il tuo blog da pochi mesi ho avuto la fortuna di assistere ad una tua conferenza a Trento.
Ho iniziato ad interessarmi di politica all' età di 14 anni in un periodo piuttosto cupo e difficile della mia vita che si è poi rivelato un inizio di una grande crescita individuale. Mi sono interessato di mafia e altri argomenti e dopo una serie di riflessioni ho subito capito che differenze tra destra e sinistra non ci sono; tutte geniate create per iniettare odio, competizione e divisione tra i poveri e incoscienti cittadini. Qualche anno fa la mia ingenuità mi portava a credere ciecamente in tutto ciò che ci viene trasmesso dalle fonti ufficiali; ho poi capito che questi avevano dei ruoli fondamentali nel sistema e lo svolgono bombardando la gente di pensieri stolti, renderli mentalmente limitati ed inermi. Ovviamente so che tutto questo lo hai capito da un pezzo, ma mi sarebbe piaciuto domandarti come affronti quotidianamente l’ ottusità delle persone? Perché nonostante si prova a trasmette pensieri che seguono una logica e del tutto razionali sembra non ci sia alcuna possibilità di svegliare le persone da questo profondo sonno, forse certi preferiscono non abbattere le sicurezze su cui hanno basato buona parte della loro vita.
Io suppongo che pure lei sia stato scambiato per un pazzo, se la pensi in modo diverso dagli standard imposti dalla società vieni visto come un malato e paranoico, anche se sei una persona semplicissima e simpaticissima che cerca di ottenere qualche minima dose di quantità.

A Trento dopo una serie delle tue argomentazioni una signora con tono abbattuto e vagamente irritato dice: “ma noi cittadini dobbiamo solo subire?”
Una domanda molto vaga, dal momento che spiegare la grande inchiappetatura che è la tv, dal momento che i prezzi dei generi alimentari aumentano insieme a qualsiasi altra cosa e il cittadino assiste ,direi con fermezza sì. I cittadini fanno da telespettatori passivi e smuoverli dalla loro posizione risulta impossibile. Il potere non è nelle nostre mani, loro hanno studiato ogni minuziosa cosa ed un singolo cittadino contro di loro è come un insetto schiacciato da un piede.
Per questo ho deciso di vivere cosciente di non conoscere la realtà ma solamente una sua piccola porzione. Un altro ruolo fondamentale che aiuta a sfornare prodotti per la società è l’istituzione, uccide la nostra creatività ed inculca a noi studenti una marea di sciocchezze, una di recente è queste: “L’ Europa serve per far si che ci sia pace fra gli Stati aderenti, veramente una grande conquista anche per noi cittadini”.
Stimo molto il tuo lavoro, il tuo coraggio e la tua perseverazione. Una cosa che ho notato in te è l’ umiltà ascolti i pensieri di tutti. Non ho avuto l onore di stringerti la mano eri impegnato a parlare con qualche vecchio conoscente.

Nella speranza di una Sua risposta
Ti auguro un buon lavoro e proseguimento.

PS: Mi potrebbe indirizzare a qualche link e agli articoli di giornale che riguardano il black out globale. La ringrazio :-)

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo,

dici che per l'11 settembre due torri e un pentagono sono sufficienti come simbolismo almeno come inizio?

Anonimo ha detto...

Lo stesso giorno Draghi affermava, l'Europa affonda, non ce la fa, niente da fare per l'Europa, un titolo del Tempo messo proprio sopra la foto della Concordia che affonda, metteva praticamente insieme i due fatti. E lo stesso giorno il papa che riceveva le carte nautiche diceva grazie proprio così: hanno anche un valore simbolico.
Francesca

Paolo Franceschetti ha detto...

l'università di bangor esiste, ma non di bangor nel maine. :-) Che è una città dove stephen king ambienta sempre i suoi romanzi.

Paolo Franceschetti ha detto...

Anonimo delle 16 e 6... in effetti due torri possono rappresentare le due colonne del tempio massonico. Il pentagono raffigura anche il pentacolo... ma a questo punto manca la volta del tempio.

Anonimo ha detto...

nn abbiate paura

AMOrc

Anonimo ha detto...

"ma a questo punto manca la volta del tempio."
O la volta...celeste?
Il prossimo show avverra' in cielo?

Stefania Nicoletti ha detto...

Scrivo qui, dato che nel post "Fiori di loto tra le Bestie di Satana" non si vedono i commenti dal 200 in poi...

Effettivamente oggi anche noi non li vediamo. Ieri sì, ma oggi non c'è il tasto "nuovi".

Non sappiamo a cosa sia dovuto. Probabilmente sarà un problema passeggero di blogspot...

Stefania Nicoletti ha detto...

Però andando sulla seconda pagina del post (non la pagina commenti, ma proprio la pagina del post) sono leggibili.

Questo è il link:

http://paolofranceschetti.blogspot.com/2012/01/fiori-di-loto-tra-le-bestie-di-satana.html?commentPage=2

Stefania Nicoletti ha detto...

E questo è il link della seconda pagina dei commenti (dove si leggono tutti i commenti dal 200 in poi):

http://www.blogger.com/comment.g?postID=4753817501298067061&blogID=1407132873266794183&isPopup=false&page=2

NonMiFirmo ha detto...

@ Anonimo 26 gennaio 2012 15:12
che ne pensate di questo? http://www.repubblica.it/scienze/2012/01/26/foto/il_volto_del_male-28794347/1/

Quando ho letto la tua domanda stavo giusto appuntando qualcosa...

Il giornale Repubblica è un ottimo laboratorio per esercitarsi a riconoscere le tecniche del condizionamento.
Si può notare come spesso vi compaiano notizie del tutto inutili.
Quasi sempre il messaggio non risiede in un unico articolo, ma è completato da un secondo (terzo, etc).
Ciò per evitare la spudoratezza. Ma non per una questione di stile, piuttosto perchè un messaggio totalmente palese sarebbe costretto a passare dalle viscose maglie dell'elaborazione mentale cosciente di chi legge. Ritenute inutili e soprattutto disturbanti da chi opera. Questo perchè, nonostante il lavoro destrutturante compiuto nei luoghi di (s)formazione, potrebbero rimanere comunque brandelli di ragionamento autonomo e cocci di sana cultura. Isolate e sparute truppe di anticorpi psicologici.

Si tratta di varie operazioni. Catturare con un messaggio attraente ma fare attenzione a non caricarlo troppo per non dare percezione della volontà condizionante fingendo anche una sorta di distanza riguardo a ciò che vi si afferma.
Spesso lo si carica di atorevolezza esotica, a cui si presta attenzione ma con un po' di dubbio (finto).

Il lettore medio dopo tale andamendo sinusoidale ne esce interdetto, ma convinto di non risentirne e di avere una idea propria.
Ma che la si abbia o meno è poco importante per l'operante poichè l'aggancio non avviene con il singolo articolo, ma con l'alchemica miscela con quelli successivi. Anzi la spudoratezza del primo diviene garanzia del sostegno al messaggio implicito che si formerà col secondo (terzo etc).

Ecco un piccolo esempio dalla temporanea prima pagina di Repubblica di oggi: il volto del male.

Ci sono molti elementi caratteristici.

.Innanzi tutto la comunicazione per immagini.
Senza dilungarsi nell'esegesi del potere delle immagini (legato anche etimologicamente a quello della magia dell'immaginazione), e sorvolando sull'analogia dei Tarocchi, basta citare l'incontenibile eruzione di immagini dal profondo di cui parla Jung. La pittura ed il sogno sono l'emersione o meglio il riflesso del lontano fondo piastrellato di immagini.

.L'autorevolezza esotica. A commento dell'immagine vi è scritto: "Si è trattato di un lungo lavoro di ricerca effettuato nell'Università di Washington di St Louis. Condimento implicito...un leggero accenno al provincialismo italiano, ed un tocco di americanismo (atavico nella corrente dei sinistri ex miglioristi molto presente in Repubblica).

."Nicholas Holtzman ha così svelato [..]", qui nulla da aggiungere. Compiere tali destrutturanti e spiazzanti azzardi è tipico di una certa cultura. Ed anche ben propagandati. In Italia esisterebbero fondi per tali pseudo-ricerche?

.Ancora: "Una somma di aspetti somatici che, elaborati tra loro, hanno restituito il volto di questa giovane che sarebbe il prototipo dello psicopatico. Dietro questa faccia - normalissima, è il caso di sottolinearlo - una personalità insensibile e senza scrupoli, fredda, con il desiderio di comandare gli altri, e poi le menzogne e la manipolazione".

La chiave, l'aggancio è proprio in ciò che è inserito tra i trattini, finte parentesi usate in questo caso subdolamente per aprire una finestra intima col lettore. Con la scusa del non provocare allarmismo si vuole raggiungere proprio lo scopo opposto.
Il lettore in autonomia è indotto al sillogismo Normalità=Psicopatia. Ad estrarre il breve messaggio conseguente: Attenti! Voi normali siete psicopatici.
Ovviamente nessuno ha dubbi su di sé. Ma il messaggio è nel diffidare del prossimo. Addirittura in famiglia.

(continua...)

NonMiFirmo ha detto...

E' lo stesso scopo che si vuole raggiungere con gli efferati omicidi "mediatici" della gente comune. Quello di cui parlava Franceschetti nell'intervista a Radio Ies.
Una induzione all'isolamento emotivo, allo scioglimento dei legami affettivi, alla sopressione del sentimento di fiducia verso il prossimo, al pregiudizio verso persone normali che il buon senso percepirebbe come innocue.

Nell'esistenza dell'uomo comune vi sono pericoli inaspettati, dietro un volto tranquillo o a bordo di una nave per crociere comuni di gente comune (magari acquistata in offerta in bassa stagione sul depliant Lidl).

Ma fino a questo punto il retro-messaggio è ancora gestibile, evitabile. Le difese hanno elaborato gli elementi e sintetizzato una normale diffidenza unita alla perplessità per la scelta di una tale notizia in prima pagina.

Il messaggio però non è completo. Si notano i "ferri d'attesa".
Ed ecco che due notizie più giù sempre nella stessa pagina appare la seconda parte della programmazione.
La prima notizia è l'IF.....la seconda è il "THEN".

Senza riportare l'intero commento al florilegio di immagini traspare l'intento.
Presentare una 19enne esperta sessualmente, con un passato di scandali e vita d'eccessi come una portatrice di "valori" moderni.
Senza cogliere biasimo viene descritta come una "arrivata", un esempio per le ragazze che si vogliano sentire veramente moderne: "Benché lei li abbia sempre definiti gentiluomini, i tre campioni...",
ancora: "Quanto a Zahia vive in un appartamento di 300 metri quadri nel quartiere più chic di Parigi pagato, secondo indiscrezioni, da un uomo d'affari svizzero sposato. In pochi mesi ha svaligiato le boutiques più chic, Louboutin in testa, posato per le copertine dei giornali di moda come V magazine e disegnato, da vera esperta del settore, una linea di lingerie. Al suo fianco i designer François Tamarin, Bruno Legeron e Jean-Pierre Ollier ma soprattutto Karl Lagerfeld che oltre ad aver scattato le immagini della campagna di lancio ha rilasciato dichiarazioni entusiaste su Zahia."

Ora appare chiaro l'intento. La persona comune è sfigata e probabilmente pure psicopatica, addirittura assassina.
Peggio ancora se è una ragazza...magari "acqua e sapone", il tipo da jean maglione e scarpe da ginnastica.
Meglio invece il nuovo modello moderno, alternativo alla psicopatica (quale voi siete).
Scegliete l'ex prostituta, è rassicurante ed è di moda. Meglio ancora, diventatelo!.
Del resto lei ha il meglio, sta con un banchiere che le paga tutto.

Salvo poi scoprire di cosa potrebbe essere in grado un banchiere.
Ma questa è una notizia da non dare in prima pagina. E' una eccezione che rovina il quadro moderno.
Del resto è venuta fuori ad oltre un anno dai fatti. Significa che non è poi così importante.

Mi chiedo se fosse stato un operaio a far rapire una ragazza per farla abortire a 7 mesi, minacciando di farla prendere a calci.
Ma questa è retorica qualunquista e soprattutto poco moderna.
Tutti oramai sappiamo che i banchieri vogliono il bene delle persone e salveranno l'italia ed il Mondo.

Giuseppe, UK ha detto...

Grazie Stefania per l'aggiornamento sui links.
Per quanto riguarda il black-out potrebbe iniziare anche fra non molto, quanto meno in Italia, se lo sciopero dei trasportatori dovesse continuare. Sarebbe la scusa perfetta: se restano a secco le pompe di benzina perche' lo stesso non puo' capitare alle centrali elettriche?
Giuseppe, UK

bobo (artefatti) ha detto...

Troppo divertente... E si evince che Attivissimo è rimasto chiuso nell'ascensore... ottimo :)
Bobo

NonMiFirmo ha detto...

Franceschetti: in effetti due torri possono rappresentare le due colonne del tempio massonico. Il pentagono raffigura anche il pentacolo... ma a questo punto manca la volta del tempio.

Paolo, ho ragionevole certezza che la Volta del Temp(i)o ci fosse.
Sarebbe davvero lungo da spiegare per bene qui nei commenti. Ma diverse volte ho cercato di presentare (un po' confusamente forse) quale chiave di lettura si potrebbe applicare in eventi di un certo tipo. Naturalmente sono consapevole che non può certo leggere tutti i commenti del blog.

Quella giornata, quel cielo e quel luogo furono un crogiolo di simbolismo.
Probabilmente fu un evento atteso da molto tempo (da generazioni), a differenza di altri decisi pochi anni prima.
La Volta era presente ed utilizzata come riferimento ma anche come luogo in cui proiettare e rappresentare.

Ho la certezza che anche lei pensi che sia stato tutto un inside-job pianificato.
E so che anche lei pensi che con l'effetto che ha avuto non possono esserci solo motivazioni di vantaggi materiali o di potere.
Sorvolando su tantissimo, la prova principale resta appunto l'astronomico effetto generato ad ogni livello.

In certi ambienti non ci si permette di far scappare eventi dalle conseguenze così profonde. Sono rari nella storia e devono essere curati nei particolari.
Soprattutto perchè si crede che non possano essere rappresentati ogni volta che si vuole.
E' come un rarissimo treno che passa. Bisogna pianificare prima nei minimi dettagli per avere la certezza di salirvi e farsi trovare pronti in un certo luogo e momento. Il perderlo genera una alterazione su tutte le successive coincidenze.

Mazzucco è stato grande! Con le sue instancabili ricerche ha contribuito a smascherare l'inganno (che giustamente definisce globale). Ha portato consapevolezza. Sono prove inconfutabili quelle del movimento per la verità dell'11/9 e speriamo che solo il tempo rimanga come ostacolo alla loro diffusione.

Ma non si è fermato ad esaminare un mare sotterraneo di riferimenti. Non è comunque una sua colpa, anzi meglio così. Lui ed il suo lavoro avrebbero perso credibilità agli occhi degli scettici.

Anonimo ha detto...

avvocato dei naufraghi del concordia? ovviamente la bongiorno........il tg 3 parla di brutto presagio per la compagnia costa.........

Anonimo ha detto...

Nel post "Fiori di loto tra le Bestie di Satana" non si vedono i commenti dal 200 in poi, come al solito, perché il tasto "Nuovi-Più recenti" in alto non ha mai funzionato da anni.
Il tasto in basso ha invece sempre funzionato.

Anomalus

ZN ha detto...

A proposito del GOD (Grande ORIENTE Democratico), per caso esiste anche il GOD (Grande OCCIDENTE Democratico) ? Non mi stupirebbe.

Comunque, riguardo al fatto che “grazie” ad una certa massoneria (“bianca”) l’umanità abbia ricevuto nei secoli anche (e non solo) “cose buone e giuste”, e che per tanto i semplici esseri umani dovrebbero pure rin-graziarla, questa è una bestemmia, una considerazione infantile e sciocca. Ovvio che qualcosina di “buono” doveva pur scapparci, altrimenti non ci sarebbero stati “bianchi” per i “neri”, con i quali “giocare” (e viceversa). Se uno recita insieme al “cattivo” la parte del “buono”, qualcosa di buono prima o poi dovrà pur farlo, altrimenti come distinguersi dal “cattivo”? Sono espressione tautologica; ciò che è buono è ciò che non è cattivo, ciò che è cattivo è ciò che non è buono. L’uno giustifica e fa esistere l’altro, e viceversa. Altrimenti non esisterebbe Movimento né Gioco, sul piano bicolore bianco/nero, bidimensionale, duale, cornuto.

Perfetto. Perché solo ciò che è stato di-viso può nuovamente essere ri-unito, in Consapevolezza e Coscienza Divina. Coscienza Divina che, beninteso, nulla ha a che vedere con Giano.

Ben venga lo sforzo, i sacrifici, i rumori per realizzare il Nuovo Ordine Mondiale, perché proprio questi sacrifici, questo sforzo e questi rumori finali stanno FINALMENTE risvegliando nell’ESSERE UMANO la sua Divinità dormiente. Perciò il processo di Risveglio Umano è stato lento, travagliato ed occulto, perché essi hanno sempre agito silenziosamente, occultamente, astutamente, senza fare troppo “rumore”, al fine di evitare, appunto, che l’Umanità si risvegliasse dal sonno. Giacché essi possono realizzare la loro Opera solo se l’Umanità rimane dormiente... e consenziente.
Ma “Neri e Bianchi” sono stati e sono null’altro che strumenti inconsapevoli... di DIO.

Tutto è Perfetto!

Dio si serve tanto dei buoni quanto dei cattivi, per realizzare la SUA OPERA, Giocando, essendo Gioco e Giocatore.

Al di là del Bene e del Male: Tutto è Amore!
Oltre l’Amore: Assoluta Perfezione!
Di più non c’è.

Anonimo ha detto...

@NONMIFIRMO
Se nella famosa data dell'11-9 vi erano allineamenti planetari o stellari, correggimi per gli errori astrologici,già precedentemente studiati a tavolino dall'elite, significa che vi saranno, nel prossimo immediato futuro, anche altri allineamenti "significativi" al fine dell'opera alchemica:da esperto sapresti indicarci qualche allineamento "significativo" nei prossimi mesi o risulta difficile?
Grazie
Ezio

Anonimo ha detto...

Buongiorno, se non disturbo troppo propongo ai lettori di guardare questo video in 2 parti:

-Parte 1- Perforare gli 8 veli ...

-Parte 2- Perforare gli 8 veli...

Le riflessioni del sig. Franceschetti sui piani, son del tutto attinenti con il video sopra...

Saluti
Il Viandante

Anonimo ha detto...

X I SIMBOLISTI

http://www.corriere.it/esteri/12_gennaio_27/israele-bambino-serpente_9efe33ee-48bf-11e1-b976-995c60acee8e.shtml

tipico caso di notizia apparentemente senza senso...leggere poi il primo commento...

LEGGERE PRIMO COMMENTO IN BASSO, IL GLORIOSO POPOLO D'ISRAELE RISORGE CONTRO IL MALE

Anonimo ha detto...

Buon Giorno, Ho appena finito di guardare il video interessantissimo della conferenza svoltasi a Teramo di SManfredi(Questa è la legge) e mi ha colpito il finale, in cui siamo invocati a non trascendere nella violenza liberatoria e"rivoluzionaria".
Visionare il video mi ha spinto a scrivere, perché trovo che una sincronia importante dell´affondamento del Concordia sia l´inizio del movimento dei forconi, che in italia da il via per interrompere la concordia sociale. Ho addirittura l´impressione che questo movimento sia stato propiziato con un particolare omicidio avvenuto in Sicilia, subito dopo la pace natalizia(Volontariato, università e politica chi era la ragazza uccisa dal suo...). Un Saluto , Grazie del vostro lavoro (articoli e video ), e anche ai lettori per gli interessanti commenti.
C.Dedola

Anonimo ha detto...

kit black out:
mi ero dimenticato il carburante non sarà disponibile , quindi serbatoi pieni e tanica di metallo( rigorosamente)di scorta e serbatoi sempre pieni.

Amedeo Naspighi

Anonimo ha detto...

ciao paolo,
ti parlo dal 5 piano, hahaahha, ognuno di noi ha una sua realtà? o la realtà è una sola?
Sotto il piano mentale, le realtà sono quante sono le persone su questa terra, ognuno di noi percepisce il mondo secondo le informazioni che hanno creato la sua personalità nel corso della sua vita e quando compie delle azioni lo fà incosciamente, cioè ripete lo schema imparato nel tempo.
Esempio: una persona nata in una famiglia cattolica che segue la chiesa avrà ricevuto insegnamenti cattolici, che si ripetono nella sua vita adulta senza che lui se ne renda conto, e non sospetterà mai della chiesa! e anche se il papa va in giro tutto vestito d'oro predicando che bisogna aiutare l'africa! lui si fiderà del papa.
E chi ci fornisce l'istruzione fin dalla più tenera età? Lo stato e la chiesa! In pratica tramite le informazioni che ci forniscono in tenera età ci danno la realtà in cui dobbiamo vivere, e ci danno anche le paure con cui ci comandano.
Perciò sotto il piano mentale ci sono realtà differenti per tutti, ecco perchè tutti si incazzano con tutti, è solo perchè non riusciamo a capirci, ognuno di noi è un mondo differente fatto di informazioni differenti!
La realtà è una sola? Se sei fortunato ti fai queste domande e cerchi le informazioni per capirci qualcosa in più.
Se capisci o se sei ancora piu fortunato dopo tanto girare o leggere di tutto, capisci che la realtà è una sola e che non devi vedere fuori te stesso ma la devi cercare dentro, devi andare sotto la tua personalità e condizionamenti non più per capire, ma cominciare a sentirla. Infatti:
Esoterismo
Di norma si crede che tale termine significhi “nascosto”, ma è sufficiente consultare un dizionario etimologico per scoprire qualcosa di diverso. La parola viene da esòterikòs che a sua volta viene da esòteros = interiore; comparativo di èsō o iso = dentro. Esoterico significa semplicemente "interiore" e concerne dunque tutto ciò che coinvolge l’interiorità dell’essere umano. Per estensione è passato poi a indicare tutto ciò che – proprio perché interno – è anche nascosto. Esòterikòs era denominato il discepolo interno della scuola di Pitagora, mentre exôterikòs era colui che non veniva ammesso alla scuola.

Perciò cercate come andare sotto la personalità, sotto il vostro ego e scoprirete la realtà senza veli. Uno degli insegnamenti è il "ricordo di sè".
P.S. non è roba new age. ciao

Anonimo ha detto...

Intanto Draghi è uscito fuori dicendo che elogia lo spread perchè a suo dire è "il motore delle riforme"...
Ovviamente nulla di occulto traspare da tali parole, noooooo

Anonimo ha detto...

a proposito de 'il volto del male'
concordo con l'analisi di NonMiFirmo e aggiungo che, secondo me questo 'identikit' abbia anche lo scopo, tra gli altri gia' descritti, di fungere da avvertimento.
Qualcuno teme che qualche faccia 'acqua e sapone'
possa iniziare a dar fastidio e allora si invia un primo messaggio. Cosi come venne fatto anche con la faccia acqua e sapone di Amanda Knox che avrebbe dovuto nascondere (o cosi si voleva far credere) chissa' quale passato torbido. Insomma chi aveva orecchie da intendere capiva il messaggio.

Per quanto riguarda le 2 torri, che mi dite del romanzo
'il signore degli anelli'?

Paolo Attivissimo ha detto...

ho saputo da fonti certe che Massimo Mazzucco in una vita precedente era sposato con Paolo Attivissimo

Nego tutto. Non eravamo sposati: convivevamo nel peccato. E abbiamo concepito numerosi figli illegittimi. Uno è Roberto Giacobbo :-)

Anonimo ha detto...

caro Paolo Franceschetti che mi dici del MMT di Barnard?
questi terremoti con epicentro in Emilia Romagna vogliono servire, secondo te, da deterrente per la partecipazione? ti ricordo che il MMT si tiene a Rimini il 26.2.2012
se non sbaglio qualcuno sul tuo sito ha menzionato il 26 come altra data nefasta (doppio di 13) perche'?

Anonimo ha detto...

Pagliaccissimo e Burn-hard sono due facce della stessa medaglia.
il primo veste abiti noti e te ne guardi ,
il secondo veste abiti da alternativo e si rende credibile. ..in realtà col comportamento del secondo l'opera da disinformatore è nettamente più pericolosa poichè riesce ad attirare a sè qualche sprovveduto.

La moldava del concordia: osservate bene lo sfondo che "stranamente" compare alle spalle durante tutta l'intervista. Trattasi di un quadro di MC ESCHER (labirinto), esso richiama alla mente l'interno di una "nave capovolta".
Da qualche giorno la moldava è (puff)…come sparita!!!

Da approfondire la teoria dell'affondamento organizzato dal quale Schettitno,si sarebbe tirato indietro all’ultimo momento.

ALI&NATO

Anonimo ha detto...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/01/22/giglio-come-avetrana-anche-concordia-turismo-della-tragedia/185747/. Un articolo-video sul turismo della tragedia all'isola del Giglio.
Se cliccate sul video ed andate a vederlo su youtube compare un interessante commento sui sumurghi, le anime terrorizzate che rimangono nel luogo in cui c'é stata morte violenta...

Anonimo ha detto...

@ Nemesis del 26 gennaio - Per opportuna precisazione, il disastro della Concordia non "è apparso in sogno a Carmelo Carlizzi, ma Carmelo ha avuto un sogno il mattino di questo avvenimento che gli ha consentito una serie di riflessioni e testimonianze collegate negli ultimi suoi due articoli su www.lagiustainformazione2 in cui lui poi si collega anche con questo sito di Paolo.
Tali riflessioni, come sottolinea anche Nemesis sono a mio avviso di grande interesse e spaziano (vedi anche i commenti dei frequentatori), oltre che sul ruolo di Gabriella nello smascheramento della RR anche in tale circostanza, nell'impedire quello che accadde l'11 settembre alle Due Torri di New Yorck.
Infatti, Carmelo propone una lettura assai interessante di similitudine con le navi gemelle Concordia e Serena, facendo anche intuire che sarebbe stata colpita subito dopo anche la seconda nave e forse qualche altra. Ma qui è avvenuto l'imprevedibile...
L'altro spunto è quello delle scholae del primo articolo su Monti, in unione con quello delle Scole e cioè gli scogli del Giglio... Ma poi tante altre sono le considerazioni da lui e dai frequentatori esposte. Ma per questo credo sia opportuno a chi interessa, di andarle a leggerle direttamente, poiché non vorrei sciupare l'interpretazione.

Anonimo ha detto...

La verità sulla Costa Concordia in un video: http://www.youtube.com/watch?v=o1vyKM_nayg

marcelo mariani ha detto...

@ Paolo Franceschetti delle 16 e 16- Segnalo che la volta del tempio, vista la superbia rappresentata dalle due Torri Gemelle, portale di New York, e dal Pentagono luogo del controllo militare mondiale, non può che essere la volta celeste, sede degli dei e luogo del delirio di onnipotenza di quel fiore, la RR?, che si sente al di sopra dell'umanità e legittimata al suo dominio con poteri di vita e di morte, continuamente perseguiti. Gli interessi che convergono nella RR, non sono notoriamente solo americani, ma rappresentano molte nazionalità anche ufficialmente in contrasto fra loro. Il nascere di una nuova superpotenza politica ed economica che è già una superpotenza di civiltà, l'Europa, dà fastidio a questa ristretta oligarchia che perderbbe nel tempo varie supremazie stratificate da un secolo. Che poi questa superpotenza venga fuori attraverso l'agire di Monti che ha già mostrato la sua perseveranza nella lotta alle multinazionali quando era commissario europeo, e dall'agire di un paese, l'Italia, che da ventanni grazie all'ottimo cavaliere è sato il regno della mediocrità. Questo alla RR non va prorpio giù.

Anonimo ha detto...

@Alienato

Saresti cosi' gentile da spiegare in modo circostanziato dov'e' la disinformazione di Paolo Barnard?
A sentire voi sono tutti disinformatori sotto mentite spoglie...mi direste/i di grazia chi non e' un disinformatore secondo la vostra percezione personale? Che ci facciamo due risate insieme.

A furia di fare i complottisti pensate che anche il vostro emisfero destro complotti contro quello sinistro, ma per piacere.

Anonimo ha detto...

@ l'anti-alienato
del 30 gennaio 2012 12:02

No,non sono per niente gentile e non devo spiegare e circostanziare un bel “cì”.
Chi ha sostanza grigia in buon stato, è capace d’arrivarci da sé,senza le mie elucubrazioni che non per deluderla,impiego su altri fronti.Basta“fare un giro” sul blog dell’ “incompreso” ed al costo di qualche neurone, ci si rende conto del genere d’elemento con cui si ha a che fare!
L’incompreso show va dai proseliti sul signoraggio(che novità),al negazionismo aprioristico sull’ 11/9(che capacità di ricercatore e paladino della verità).
Infine,qualora non l'avesse notato,
io,a differenza sua,non m'esprimo al plurale,generalizzando.
Noi chi !?
io sono io,e nessun altro,
io sono uno,e siamo già troppi,
…io nn sono cricche,sette o compagnie … la compagnia dei pagliaccissimi la lascio a lei.
Ci eviti la vendita porta-a-porta dei pensieri del suo guru,chi naviga per questi mari non attende di trovare venditori di spazzole...
a meno che il guru non sia lei..caro PaoloB !
Grazie(tanto per dire),ed a non-risentirla.
ALI&NATO

Anonimo ha detto...

caro Ali&nato
forse Mr Rossi Barnard e' perfettamente cosciente delle conseguenze di chi affronta il 9/11 topic
ecco perche' per Barnard 9/11 rimane rigorosamente Off Topic.
Consiglio il seguente:
http://www.youtube.com/watch?v=bvay28lZiHU&feature=related
Cercate su Internet tutte le informazioni sulle singole persone nominate nel video.
Fate girare il video.Questa e' la prova che non siamo solo cospirazionisti.
Non ci sara' pace per noi tutti finche' le atrocita' occorse quel giorno non verranno alla luce.
Se non capite questo, non avete capito nulla.

Anonimo ha detto...

"Mi fa solo sorridere che in tutta italia non abbia trovato un solo economista, UNO, per parlare degli stessi fatti. Marco della Luna o Marco saba, ad esempio, o salvatore Tamburro". Paolo Franceschetti

Hai ragione, ad un summit di economia io avrei invitato anche Vittorio Sgarbi e Alba Parietti.

Dario De Angelis

Anonimo ha detto...

cari indignti da tastiera, intanto il mio commento del 02 febbraio 2012 23:04 non e' garbato a qualcuno, perche' ho 3 sbirri piantonati sotto casa..uso il termine 'sbirri' per rimanere sul vago..
sembrano piu' servizi segreti...
caro Franceschetti, qui il gioco si fa duro..
speriamo di non dover entrare a far parte della lista dei
desaparecidos del 9/11
..ma forse e' solo una coincidenza (un'altra delle tante che si aggiunge all'elenco)
che Dio ci protegga

Alessandro Raniero Davoli ha detto...

Non solo di alcool ci si ubriaca, anche di parole ... pardon, bytes.

Ottimo articolo, gentile Paolo Franceschetti, e te lo dice il nipote di un Nautonnier.

Due gigli e un timone nello stemma del casato ... e delle lettere girevoli che durante l'occupazione hanno spaventato moltissimo i veterani della Wehrmacht e ancor di più lo SS-Standartenführer delle Waffen-SS durante un rastrellamento in zona.

Un saluto dalla libera montagna reggiana,

Alessandro Raniero Davoli

Anonimo ha detto...

mio caro (h)ARD,
grazie, ma lo sapevo gia' che sono ubriaca di quei BYTES che mi rincitrulliscono, insieme alle scie chimiche; ma se ancora ricordi il latino, dopo aver imparato cosi bene l'inglese: IN VINO VERITAS
quindi semmai l'inebriatura da bytes ha sciolto solo qualche remora
comunque mi interessa molto il tuo parere, potresti esplicarlo meglio, perche' non ho capito nulla
si fa per dire ovviamente, non spiegare, per carita',
lasciami la gioia dell'intuizione

Anonimo ha detto...

Dr Anthropos, Maria AA, dove siete?

battete un colpo se siete ancora li!

Dr Anthropos che mi racconta del Meregio project? IBM ne e' coinvolta!
leggo ora delle 'energy boxes' e mi cade la mascella, dove sono i Grillo i Barnard, etc etc???
Se non sbaglio gia' nel passato lessi qualcosa del genere in un articolo del buon vecchio John Kleeves/Stefano Anelli ( di cui consiglio caldamente tutti gli articoli oltre che il suo 'Un Paese Pericoloso-storia non romanzata degli Stati Uniti d'America) ma al tempo lo considerai eccessivo.
Ora ho letto http://xoomer.virgilio.it/alternativo/progetto.htm
e mi si rizzano i capelli!
Non posso darvi tutti i dettagli, purtroppo, ma 'so' che e' VERO!!!!!!! tutto assolutamente VERO!!!!!!!!!!!
ed ora capisco anche l'uso delle chemtrails, perche' come spiegato nell'articolo di cui ho copiato la url:
" !!! (il BARIO contenuto nelle chemtrails rende visibile la gente sul radar) !!! " cosa che io gia' intuivo.
Andate a rileggere il commento di Beppe Bologna dell' 11 novembre 2011 00:02 su 'Sul Black out globale prossimo venturo. Articolo di Umberto Eco'
di cui copio solo uno stralcio:

[La tecnocrazia e' un sistema politico-economico collettivista e utopistico guidato da ingegneri,scienziati e tecnici.
Ha un potenziale di controllo e di oppressione di gran lunga maggiore rispetto al comunismo,al socialismo o al fascismo.
E' la Smart Grid (rete intelligente) a derivare dalla tecnocrazia, e non il contrario.Non e' chiaro chi sovrintenderà a tutte le sfaccettature delle Smart Grid globale: implicitamente sembra che saranno gli stessi ingegneri e multinazionali che attualmente le stanno sviluppando.
Con la crescente ondata di attività
globale per creare la smart grid a livello mondiale, e' difficile che l'iniziativa si possa arrestare,tanto più perché e cosi strettamente intrecciata con il movimento del surriscaldamento globale e quindi lo sviluppo sostenibile, e addirittura con l'agenzia 21 dell ONU.]
E' SU QUESTO CHE CI DOBBIAMO CONCENTRARE PER CAMBIARE QUESTO SISTEMA: CAMBIAMO NOI STESSI QUANTO VOGLIAMO MA NON POSSIAMO LASCIARE INDISTURBATI 'LORO'. Mio modestissimo parere: se non ci informiamo veramente su TUTTI i servizi che usiamo e paghiamo, (provenienza, proprieta', uso etc etc) non ci libereremo di 'loro'.
Come al solito spero in risposte costruttive, gli insulti mandetemeli per telepatia, grazie.
Mi firmo Cristiana
p.s. @ Maria AA sono stata testimone di molte 'coincidenze' dove mi sono sentita il ricevitore finale di molti messaggi piu' o meno subliminali. L'unico filo conduttore e' che venivano sempre 'costruiti' o 'veicolati' dalle stesse 'entita'. Non posso dire altro, ma sono sicura che nella mia stessa situazione ce n'e' a centinaia!
p.p.s. sono quasi certa che ogni mezzo tecnologico che uso e' controllabile/controllato ma lo faccio a mio rischio e pericolo; quanti sono coscienti della loro manipolabilita'? Quanti rischiano? ma soprattutto quanti hanno capito con cosa abbiamo veramente a che fare?

Anonimo ha detto...

Prima di cominciare a scrivere chiedo scusa perché sto per andare off topic. Volevo sensibilizzare la vostra attenzione su quello che sta succedendo nei territori occupati. Forse avete notato che i mezzi di informazione per quanto riguarda ilmedio oriente ormai si interessano solo della guerra civile in Siria e della crisi con l' Iran. Nulla viene riportato sulla situazione in Palestina che e' molto critica. Qualche giorno fa durante una protesta in un villaggio vicino Betlemme ( nabi saleh) una attivista francese e' stata ferita con un candelotto lacrimogeno sparato da un soldato israeliano. Questa notizia che in medio oriente ha fatto molto scalpore in Italia non la riporta nessuno: eppure se uno fa il giornalista di professione tramite Twitter può seguire in tempo reale tutto quello che succede in Medio oriente villaggio per villaggio strada per strada. Di cosa si parla? Coloni aggressivi che protetti dall' esercito Israeliano entrano nei villaggi palestinesi e picchiano i lavoratori: se poi i palestinesi protestano vengono o uccisi o arrestati: ma la cosa che voglio sottolineare e' che tra gli attivisti che vengono arrestati e si prendono le botte dei soldati israeliani ci sono anche cittadini israeliani e non sono pochi. Probabilmente i coloni stanno sulle scatole anche a loro .
Walaieh: questo il nome del villaggio dove durante una protesta sono stati arrestati due cittadini israeliani.
Ovviamente tutto questo non ci viene riportato dalla nostra stampa, dalla nostra informazione almeno fino ad oggi, spero che le cose cambino
Giupeppe

Alessandro Raniero Davoli ha detto...

Divertente molto divertente.

Anonimo sei femmina? (solo una curiosità .. :-))

Il latino lo ricordo ... a tratti.

Volevo solo dire che Franceschetti è un ottimo affabulatore.

Per quanto riguarda il Nautonnier, devo precisare che sono il pronipote, e anche un despo ... Zini, da parte di bisnonna.

E anche un uomo libero, senza chiesa, senza partito, senza iniziazioni a nessuna obbedienza.

Almeno ... so di non esserlo.

Saluti.

(H)A.R.D.

mariatere ha detto...

leggete questo articolo mi sembra illuminante!
http://www.ecplanet.com/node/3039

O' COMPLOTTIST ha detto...

mi trovavo in ufficio, stavo leggendo l'articolo, quando è arrivata una e-mail (di lavoro) da una certa GIGLI ROSITA! MINKIAAAAA

Anonimo ha detto...

Il nuovo colpo tirato alla Costa crociere con l'incendio sull'Allegra era stato in una qualche maniera annunciato su

http://www.lagiustainformazione2.it/component/content/article/191-con-gli-occhiali-di-gabriella/366-gemelli-ditalia.html

Anonimo ha detto...

La compagnia di navigazione Costa, data in pasto ai media come italiota è tecnicamente americana.
Il comandante della Concordia così malamente naufragata (con tutti i ponti nominati come le nazione EU) è un certo Schettino, di Meta di Sorrento. Il cognome Schettino fa pensare agli schettìni (pattini a quattro rotelle) ma anche a una deformazione più o meno dialettale di schiàttino, ovvero che schiàttino (ricordiamo le lacrime di Elsa Fornero sui sacrifici umani) o quantomeno che schettìnino via (dopo essere stati umiliati).
Il comandante dell’Allegra, che in seguito a un incendio ai motori è alla deriva nell’Oceano Indiano, fa di cognome Alba ed è di Monòpoli (antica città marittima pugliese 40 km a sud di Bari).
Pare brutto pensare che ci sia una relazione simbolica voluta tra Meta e Schiattare (o schettinare = schizzare via o avanti alla svelta), e tra Alba e Monopoli (il gioco del Monopoli o i monopòli)?
Ancora, pare che Schettino fosse un comandante molto esperto, che tuttavia ha combinato un pasticcio terribile. Mentre Alba, per quanto avesse seguito tutta la trafila della pratica navale, fosse soltanto al suo secondo comando di una nave da crociera, e per il momento non gli viene contestato nulla. Anche perché nessuno finora si è fatto male e la Costa esclude ufficialmente il sabotaggio.
Mi piacerebbe sapere che ne pensi, in relazione alle nostre vicende governative.

Anonimo ha detto...

Se si fa passare un filo che unisce tutti questi piani allora forse si vedrebbe una spirale che dal basso va verso l'alto, in realtà la logica è la stessa, le argomentazioni sono complementari, se si incontrano nella stessa stanza Franceschetti, Mazzucco e Malanga e parlano per un po', si ritroveranno a parlare delle stesse cose, ma viste da angolazioni diverse, questo è utile per avere un quadro generale della situazione, Malanga ha prove provate di quello che dice basta andare a leggere i suoi scritti, Mazzucco lo stesso e anche Franceschetti, allora dov'è il problema? La diversità ci rende umani, l'intelligenza e la capacità di vedere oltre anche, non c'è separazione tra uomini, ma tra chi lo è e chi non lo è.
Come non c'è differenza tra chiesa e massoneria, sono state create per lo stesso scopo ma con due vesti diverse, pensare che siano due cose separate è aiutarli a fare il loro gioco sporco.