sabato 8 ottobre 2011

A cosa serve la crisi finanziaria. Parte 3.






Prospettive e soluzioni.


1) Premessa. 2) L’evoluzione della crisi economica. 3) La sospensione della corrente elettrica. 4) La dittatura prossima ventura. 5) Il possibile scenario futuro. 6) Soluzioni. 7) Conclusioni finali.


1) Premessa.

Nei nostri precedenti articoli (1 e 2) avevamo delineato le ragioni della crisi finanziaria.

Tali ragioni però erano solo parziali. In realtà c’è una ragione più profonda alla crisi che andremo a esporre in questo articolo, e tale ragione è assolutamente identica a quella che ha portato alla precedente crisi del 1929 in America.

Per esporre tale ragione procederò per gradi.
E’ da alcuni anni che sento parlare di una catastrofe che si abbatterà sull’Europa, ma solo da qualche tempo ho iniziato a sentire voci specifiche sul tipo di crisi che ci aspetta l’anno prossimo: crollo totale dell’economia, dittatura, e sospensione della corrente elettrica per settimane in tutta Europa.
Queste voci sono vere o no?
Difficile dirlo.
Certamente però i segnali sono inquietanti.
Da alcune persone, vicine ad ambienti massonici e militari, sentivo parlare di una crisi spaventosa, e dell’interruzione della corrente per settimane o mesi. Ho conosciuto persone che stanno già provvedendo alla crisi acquistando terreni in montagna per costruirci case autosufficienti.

Parlando con alcuni contadini ho scoperto che molte persone danno questa crisi prossima ventura per certa. Alcuni, con somma naturalezza, hanno detto: “Sì lo so che sta per venire una crisi senza precedenti, per questo non vendo la terra anche se economicamente ci rimetto”.

Un grosso imprenditore agricolo questa estate mi ha detto: “Sto impiantando nuove coltivazioni per prepararmi alla crisi del prossimo anno, in cui dovremo essere autosufficienti”.

La cosa più inquietante è stata quella di scoprire un gruppo di persone che ha organizzato già per ottobre una fuga in Argentina per salvarsi; e ancora più inquietante è stato quando mi hanno offerto di unirmi al gruppo, offrendo a me, a Jericho Sunfire e a un altro mio amico, il biglietto e il soggiorno gratuito. Il motivo per cui hanno offerto viaggio e soggiorno a me e ai miei amici non l’ho capito, ma la cosa mi ha ricordato la storia raccontami da Solange, di Giuseppe Cambareri (consigliere di Mussolini, massone e spia inglese) che nel 1948 in vista di una imminente fine del mondo ha portato un gruppo di imprenditori in Brasile ripulendoli da tutti i loro averi e lasciandoli in mutande.

In questi mesi ho cercato di capire cosa ci fosse di vero in queste voci, specie perché non mi quadrava come si conciliasse una crisi economica con, addirittura, una sospensione della corrente elettrica per settimane o mesi.
Mi spiego: che provocheranno una crisi economica è un dato di fatto, e tranne in Islanda nessuna popolazione ha reagito, essendo oggi i vari popoli della terra troppo sottomessi e inconsapevoli per avere una qualsiasi forma di reazione e capire dove sta il problema; sospendere la corrente per creare il caos l’hanno già fatto, in varie parti del mondo, con motivi pretestuosi, e nessuno ha detto nulla; ma provocare entrambi i disastri, su scala planetaria, mi è sempre parsa una cosa troppo inverosimile, più che altro perché a quel punto la popolazione avrebbe capito il raggiro.
Quindi mi domandavo se dietro tutte queste voci non ci fosse un allarmismo esagerato, magari creato ad arte per diffondere il panico.

Mi sono domandato altresì, da bravo paranoico complottista, se qualcuno non volesse addirittura che io e altri portavoce del mondo del cosiddetto complottismo facessimo articoli su una terribile crisi, facendoci pervenire delle false notizie, al fine poi di sputtanare tutto il lavoro della cosiddetta controinformazione.

Eppure queste due voci “catastrofe economica” e “sospensione della corrente elettrica” continuano a girare.
Allora mi sono preso la briga di osservare con più attenzione i quotidiani.
Esaminiamo le due questioni separatamente e poi tracciamo una ipotesi di conclusione.


2) L’evoluzione della crisi economica.

Partiamo da un dato di fatto.
La crisi economica è solo iniziata.
Questo l’hanno detto da anni molti economisti, e lo si capisce chiaramente da una serie di indicatori.

1) Un sistema finanziario che si regge su una moneta creata dal nulla, come è quella attuale, è destinato a crollare prima o poi. Il sistema monetario occidentale, non legato all’oro dal 1944, è una immensa truffa, una bolla di sapone basata sul nulla. L’intera economia cioè si basa su un bene (il denaro) che viene usato solo perché la gente non sa che il suo valore intrinseco è pari a zero. Siccome però le banche e gli stati sanno e hanno sempre saputo che la moneta non vale nulla, è chiaro che tale sistema serve unicamente a dare un’immensa fregatura alla popolazione (quello che Guzzanti chiama “il cetriolo globale”).

2) Dopo le già note vicende di Grecia e Portogallo, meno noto è il fatto che negli USA di recente è fallito (la notizia da noi è stata data a luglio) lo stato del Minnesota. “Shut down” c’è scritto sulle porte degli uffici pubblici. 24.000 dipendenti pubblici senza stipendi. Chiuse scuole, biblioteche, uffici pubblici che rilasciano certificati, ecc. Ovviamente le notizie filtrate in Europa sono poche e frammentarie, e i media si guardano bene dall’approfondire le ragioni, le conseguenze pratiche, e discutere le soluzioni, della crisi. E’ molto più importante discutere del numero di donne che frequentavano casa Berlusconi, se il premier prenda o no il Viagra, ecc. Ogni tanto, per variare, le pagine dei giornali vengono riempite dall’interessantissimo dibattito sulla battuta di Berlusconi sul nome del nuovo partito “Forza Gnocca” (intere pagine di giornali ho letto sui commenti dei vari schieramenti politici a questa problematica).

3) In Italia alcune notizie sono circolate poco. E pochi sanno che le varie casse professionali, come la cassa forense, la cassa del notariato, la cassa commercialisti, ecc., sono sull’orlo del fallimento perché, proprio pochi giorni prima del fallimento della Lehman Brothers, hanno acquistato un immenso pacchetto azionario proprio di questa banca; del resto la gran parte del patrimonio delle Casse è investita in titoli di Stato e obbligazioni varie, il che significa che presto salteranno per aria tutte. La maggior parte delle casse sono state di fatto commissariate, ma della cosa non si è accorto nessuno, perché non l’hanno chiamato commissariamento ma “istituzione di una commissione parlamentare di controllo”, ovvero una autorità di vigilanza sulla gestione finanziaria, che in genere è il preludio del fallimento. Per la cassa avvocati l’unico provvedimento di rilievo che si è avuto è stato quello di un aumento delle tasse per gli avvocati, che ora devono versare il 14 per cento alla cassa, mentre il cliente ne versa l’8 anziché il 4. In alcuni casi si è scoperto che alcuni investimenti erano stati effettuati in isole del Pacifico come le Cayman, ma ovviamente la cosa è passata quasi sotto silenzio.
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2011/06/17/le-casse-sullorlo-del-crac-medici-architetti.html

4) La cosa più inquietante, poi, è che ogni volta che la BCE e i governi hanno varato delle misure anticrisi, tali misure si sono tradotte in due sostanziali vie: a) maggiori aiuti alle banche (soluzione geniale quanto voler risolvere il problema della mafia dando uno stipendio fisso ai mafiosi); b) aumentando le tasse, come ad esempio il recente aumento dell’IVA al 21 per cento.

Pare chiaro che questi e altri segnali in tal senso siano abbastanza univoci: la crisi si espanderà in tutta Europa, salvando solo la Svizzera e l’Inghilterra (quest’ultima infatti non a caso ha mantenuto la sua moneta, pur avendo il 17 per cento di quote nella BCE).

Soprattutto però, che la crisi ci sarà, lo ha detto di recente il ministro Tremonti. Lo ha detto chiaramente: ci sarà una crisi finanziaria peggiore di quella del 1929.
A questo punto le fonti devono considerarsi più che autorevoli.
“Verrà una crisi peggiore di quella del 1929”, detto da parte di un economista che peraltro è uno dei pochi che ha cercato fino ad oggi di parlare con una certa chiarezza, e che è senz’altro addentro ai meccanismi del sistema, significa fare un’affermazione che, a comprenderne il significato, è una specie di bomba.
Del resto, è sufficiente analizzare le cause che hanno portato alla crisi del 1929 in America, per capire che sta per abbattersi un fenomeno analogo oggi in Europa; tale crisi infatti fu provocata da una serie di fattori, che sono gli stessi dell’economia attuale: inflazione galoppante, indebitamento degli stati, politica bancaria tesa all’indebitamento dei privati, troppe speculazioni di natura esclusivamente finanziaria.
Tra la crisi del ’29 e quella prossima ventura, però, c’è una differenza di fondo: le varie monete dell’epoca erano comunque legate all’oro, cioé erano ancorate a beni reali, e quindi in una certa misura avevano un certo valore intrinseco; le monete di oggi sono carta straccia, e in alcuni casi non possono neanche definirsi “carta straccia”, in quanto la moneta è stata sostituita dalla cifra virtuale che compare su un computer o una tessera bancomat; tutto il patrimonio di una persona è composto esclusivamente da una cifra scritta su un pc, e infatti basta un clic per mandarlo in fumo.
Alla luce di tutte queste considerazioni, è assolutamente certo che la crisi deve ancora arrivare, dunque, e che sarà terribile.


3) La sospensione della corrente elettrica.

La cosa che mi ha più impensierito è questa storia della sospensione della corrente elettrica.
Ci sarà o no?
Sono mesi che osservo e cerco di capire.
Vediamo cosa ho potuto constatare.

1) Di recente c’è stata una sospensione della corrente elettrica in Belgio per diverse ore. Cause sconosciute.

2) Pochi giorni prima del Belgio era toccato alla California: 5 milioni di persone sono rimaste al buio per giorni. Anche qui le cause sono sconosciute e i media non hanno riportato alcuna notizia sulle conseguenze del black out. Silenzio tombale su un evento che pure meritava qualche riga in più.

3) A questo punto sono andato a rivedere le notizie relative al black out del 2004 in Italia. A quel tempo, andò via la corrente in tutta Italia per circa 12 ore. I giornali ci raccontarono che il fatto fu dovuto ad un albero che cadde su una linea dell’alta tensione in Svizzera. In questi anni ho parlato con persone che lavorano all’Enel e mi hanno tutte confermato che tale notizia era una balla clamorosa, perché una spiegazione di questo tipo è impossibile. Incuriosito maggiormente allora sono andato a leggermi la relazione tecnica della commissione di inchiesta istituita a suo tempo dal parlamento per indagare le cause del balck out. Il risultato è che i periti nominati non ci hanno capito un cazzo, finendo per concludere che erano necessari altri mesi per poter approfondire la questione. In conclusione: né i periti nominati, né il governo, né il parlamento, almeno ufficialmente, sanno perché ci fu il black out.

Insomma, si può ragionevolmente concludere che questi black out altro non siano che prove generali del black out futuro.

Dunque, leggendo le notizie relative ai black out, in effetti sembra di poter concludere che stiano facendo delle prove generali da qualche anno a questa parte per un futuro black out generale.
Ora la domanda è: quale scusa troveranno?
Mi pare infatti inverosimile che blocchino la corrente ovunque in Europa e America e poi ci raccontino che è stato un albero che è caduto su un traliccio.
Quindi ho pensato, o la notizia è falsa e viene diffusa solo per ingenerare terrore, oppure è vera, ma devo capire quale scusa troveranno.

La risposta mi è giunta inaspettata guardando un video di Swami Kriyananda – un leader spirituale della comunità Ananda, che si rifà agli insegnamenti di Paramahansa Yogananda – il quale ha parlato di una sospensione dell’energia elettrica per tre settimane, in conseguenza di una tempesta solare che ci sarà nel 2012. La cosa che mi ha colpito è la precisione e la sicurezza con cui indicava le modalità e la durata di questo evento, come se fosse informato con molta precisione.

A questo punto faccio un ulteriore controllo. In effetti pare che sia prevista una tempesta solare proprio per il 2012. Ce ne fu una alla fine dell’800, ma ovviamente non ebbe gli esiti disastrosi che potrebbe avere questa tempesta, in un’era in cui tutto funziona in base all’elettricità.
Ecco quindi il possibile colpo di genio dei nostri governanti. La sospensione dell’energia elettrica ci sarà e la colpa sarà addossata alla tempesta solare.


4) La dittatura prossima ventura.

Infine, la domanda che mi pongo è: ci sarà una dittatura?
Quando parlo con colleghi, “esperti” di diritto, o con gente comune, tutti ripetono a memoria la stessa manfrina: no, non è possibile che venga una dittatura, oggi siamo nell’Europa, ci sono le democrazie, la gente ha capito.
Questa risposta mi fa capire che l’indottrinamento portato avanti dai media e della letteratura ufficiale ha avuto perfettamente successo su tutti, persone colte e ignoranti.
Infatti la demenziale risposta non tiene conto del fatto che noi, di fatto, siamo già in una dittatura (infatti sono anni che non possiamo scegliere i nostri governanti e che destra e sinistra perseguono le stesse politiche alla faccia della volontà popolare) e che l’UE è già una dittatura (infatti la gente non conosce neanche il nome dei componenti delle istituzioni europee e il contenuto delle leggi che emanano; mentre la BCE è fuori dal controllo di qualunque stato e può imporre la sua politica monetaria come vuole).
Inoltre, come accade sempre, da millenni, la gente perde la memoria di quel che è successo in passato, e quindi la storia tende a ripetersi.
Infatti, per capire lo scenario che ci aspetta, non occorre essere né geni ne veggenti.
Basta guardare invece cosa è successo dopo il 1929 e vedere quale sarà il probabile scenario che ci aspetta dal 2013 in poi.
Bene. Cosa è successo dopo il 1929? Abbiamo in Italia il fascismo, in Germania il nazismo, e dopo la seconda guerra mondiale l’America ci ha “liberato”, facendo sì che la nostra politica sia stata sempre asservita supinamente a quella USA.
C’è da aspettarsi quindi che verrà una dittatura europea.
Ovviamente questa dittatura non si chiamerà “dittatura”. Non verrà un Hitler, un Mussolini, o un altro singolo soggetto, a dichiarare il partito unico e la guerra agli altri popoli per avere un impero.
Verrà invece un governo tecnico, di larghe intese, costituito da membri tecnici o dalle migliori menti della sinistra e della destra, i quali detteranno alcune soluzioni “tecniche” per risolvere la crisi (limitazioni delle varie libertà, giustizia sommaria, confische di beni, ecc.) e che muoveranno guerra solamente agli stati canaglia per portare la democrazia a colpi di milioni di morti e distruggendo intere civiltà.
Peraltro, il black out elettrico potrebbe essere in effetti la molla che farà scattare la scusa per un intervento militare.
Le leggi necessarie ci sono già: infatti è pronta la nuova superpolizia europea, Eurogendford, di cui i notiziari si sono guardati dall’informare; una superpolizia che sarà immune da responsabilità civili e penali, con poteri superiori a quelli dei servizi segreti nazionali, e che avrà diritto di vita e di morte (soprattutto di morte) sui cittadini scomodi.


5) Il possibile scenario futuro.

A questo punto lo scenario mi appare chiaro. Ci sarà la crisi, e per giunta sarà uno scenario apocalittico, perché si sommerà alla sospensione dell’energia elettrica in buona parte del mondo, cui seguirà un giro di vite dittatoriale.
La sospensione – o meglio le catastrofi cui porterà – non sarà però dovuta alla tempesta solare, come vorranno farci credere, e come la gente più credulona sarà disposta a pensare.
Sarà voluta dal sistema, perché sarebbe possibile informare la gente già fin da ora su come è possibile affrontare una simile catastrofe, mentre invece colpevolmente tacciono tutti.
Qualcuno obietta che non bisogna creare il panico tra la popolazione, e in questo trova la giustificazione al silenzio dei media.
Ma in realtà non si tratta di creare il panico.
Si tratta semplicemente di informare, senza creare allarmismi, e preparare le persone all’evento che probabilmente ci sarà.
Se poi tale evento non si verificherà, per un errore di previsione, per un miracolo, o semplicemente perché l’informazione è falsa, sarà tanto meglio per tutti.


6) Soluzioni.

E’ possibile prepararsi alla crisi in questo modo:

– Non investire in prodotti finanziari, ma in beni reali: terreni, case, eventualmente oggetti di utilità (utensili, candele, ecc.).

– Rivedere la propria cultura alimentare. E’ possibile alimentarsi, e bene, spendendo pochissimo e con poche cose al giorno se si conoscono le regole base dell’alimentazione (che non sono quelle ufficiali che, al contrario, sono false). In tal senso consiglio il libro di Arnold Ehret, “Il sistema di guarigione della dieta senza muco”.

– Prepararsi a vivere in campagna. Nelle grandi città ovviamente la vita sarà più difficile. Non a caso negli ultimi decenni la politica dissennata dell’UE (con le sovvenzioni alle terre incolte, con l’introduzione di alcuni semi e la proibizione di altri, ecc.) ha distrutto l’agricoltura, costringendo contadini, agricoltori, pecorai, ad abbandonare le compagne, a non produrre più nulla, oppure li ha costretti ad un tipo di attività in cui si riesce a malapena a raggiungere il pareggio del bilancio quando va bene;

– Il baratto. Nelle piccole comunità sarebbe necessario proporre sempre più insistentemente nuove forme di baratto. L’avvocato dà consulenze e servizi gratuiti; il falegname, il fabbro e gli artigiani lavoreranno gratuitamente; il medico curerà gratuitamente; chi ha la terra distribuirà i prodotti a tutti; chi non sa fare nulla imparerà ad aiutare le persone impegnate in lavori manuali o nella coltivazione della terra; ecc.

– Recuperare la scienza delle erbe e delle piante. La quasi totalità delle piante che noi consideriamo inutili e che rappresentano “erbaccia”, sono invece commestibili e, sapute scegliere, rappresentano un ottimo alimento (senz’altro migliore di quello del McDonald’s) e molte hanno virtù medicinali, o servono a scopi vari come fabbricare saponi e altri prodotti utili per la quotidianità.

Se saremo pronti al caos, ce la caveremo con un po’ di fame, senza morire, e con un po’ di freddo. Se non saremo pronti e il crack ci sorprenderà, per milioni di persone, specie quelli che vivono nelle grandi città, potrebbe veramente essere un grande problema.
Per quelli che invece vivono in campagna, oppure in piccoli paesi, in fondo, potrebbe essere l’occasione per farsi qualche settimana di vacanza.
La dittatura che verrà potrà preoccupare solo alcune categorie. I pochi politici scomodi potrebbero essere eliminati. Gli intellettuali, i giornalisti e gli artisti che hanno denunciato il sistema potrebbero essere perseguitati; in realtà lo sono anche oggi, sia pure in forma indiretta, perché ogni intellettuale non allineato perde i lavori che fa, viene emarginato, come Barnard, Randazzo, e altri, quando non addirittura ucciso, come Pasolini, Rino Gaetano, Stefano Anelli, Mauro De Mauro, Ilaria Alpi, Graziella De Palo, Giancarlo Siani, Tobagi, D’Avanzo, ecc.
Ma per la maggior parte della gente, specie quella che vive nelle campagne e nei paesi, non ci saranno grossi problemi. Solo qualche auto di lusso in meno, e qualche soldo in meno sul conto corrente, ma tutto il resto rimarrà uguale. Cito una mia amica che vive in campagna, e che aveva fiutato la crisi anni fa, rendendosi conto che la politica comunitaria che dava fondi agli agricoltori per tenere le terre incolte era il preludio di un disastro planetario: “In cima a un monte, o in mezzo a un bosco, che ci sia una dittatura o una democrazia non fa una gran differenza”.
Per molte persone potrebbe essere addirittura l’occasione per rivedere i valori su cui hanno fondato la loro vita fin qui, e rimodellarla su parametri di riferimento diversi, e maggiormente ancorati a modelli di riferimento spiritualmente più elevati.
La crisi finanziaria, infatti, è stata resa possibile da un sistema di vita improntato al perseguimento di beni illusori e – la dimostrazione è nei fatti che stiamo vivendo – completamente effimeri.
Le élites finanziarie al potere hanno creato una popolazione, in Occidente, il cui unico fine era accumulare denaro, case, auto.
Molte persone hanno ucciso, si sono fatte corrompere, hanno venduto l’anima e la serenità per poter avere un’auto da 100.000 euro anziché da 10.000, una casa da 1 milione di euro anziché da 100.000, e soprattutto quella che, alla luce della crisi che sta per venire, si rivelerà una delle cose più inutili del mondo: un conto corrente ove la cifra che compaia sullo schermo sia il più possibile seguita da zeri.


7) Conclusioni finali.

Riassumendo. La crisi finanziaria attuale, con i disastri prossimi venturi, servirà a tre cose:

1) Far acquisire beni reali alle banche, in cambio della cessione di beni solo virtuali, come il denaro. Lo abbiamo spiegato nel nostro primo articolo sulla crisi finanziaria (http://paolofranceschetti.blogspot.com/2008/10/cosa-serve-la-crisi-finanziaria-e-chi.html)

2) Creare nuovi poveri e assoggettare ulteriormente la popolazione al potere delle élites finanziarie, per evitare che evolvano materialmente ma soprattutto spiritualmente (su cui v. il nostro articolo “A cosa serve la crisi finanziaria, parte 2”: http://paolofranceschetti.blogspot.com/2009/08/cosa-serve-la-crisi-finanziaria-parte-2.html);

3) Instaurare una dittatura mascherata da finto governo di emergenza, facendo perire le persone più deboli e accelerare la creazione del New World Order.


E a coloro che sostengono che non è possibile, che oggi siamo in democrazia, che i nostri governanti non potranno mai provocare la morte di milioni di europei, è sufficiente ricordare che il Trattato di Lisbona è stato firmato dai nostri governanti; che i milioni di morti che abbiamo avuto in Vietnam, Corea, e oggi Iraq, Afghanistan, e che avremo in futuro nella inevitabile guerra all’Iran, e all’Islam, li hanno voluti i nostri Bertinotti, D’Alema, Fini, Gasparri, Di Pietro, Veltroni, Berlusconi, Pannella, Bonino. E per questa gente, un iracheno vale quanto un napoletano, un torinese, o un sardo. Meno della carne da macello, perché questa almeno serve a mangiare e dal macellaio ha un valore; noi, per loro siamo solo delle rotture di coglioni inutili (come sostanzialmente sostiene Marco Della Luna nel libro “Oligarchia per popoli superflui”).



146 commenti:

Anonimo ha detto...

se non ci sarà più corrente si accorgeranno tutti degli aerei della morte, e se non crescerà più niente nell'orto la superpolizia non dovrà uccidere nessuno perchè saremo già tutti morti.di fame.amen.buona serata a tutti.

Anonimo ha detto...

:-)

Anonimo ha detto...

Bravo Paolo,
ricorda però, come già ti ho detto, che sopra l'elite c'è ancora qualcos'altro. Solamente così il quadro sarà completo e si riuscirà a comprendere finalmente chi è il "cattivo" e cos'è il "male"... Specie se il "male" non esiste :)
buon proseguimento
A

Emanuele ha detto...

Ottimo articolo, non ho niente da aggiungere.

Avrei una piccola proposta da fare, ma prima aspetto qualche commento riguardo questa terza parte.

Per quanto riguarda me io sto facendo dei pensierini sul Brasile, non tanto perché lo vedo come il paradiso che non è, ma per me, in quanto appassionato di Samba e Bossa Nova, è un eden musicale.

L'autosufficienza è d'obbligo, anche se in Italia comunque l'inverno fa parecchio freddo. In caso di crisi la vedo comunque male.

Grazie per lo spazio.
Emanuele

Anonimo ha detto...

ATTENZIONE!!!!!NON USATE L' ACQUA DI RUBINETTO NE' PER BERE NE' PER CUCINARE!!!!!!!!

sirio.bianca ha detto...

Buonasera Paolo
Aggiungo solo una cosa importante, la crisi ci sarà, è già in atto, vero, troveranno scuse ai black out, ma ci sarà indipendentemente da ciò che l'attuale potere sta facendo e innescando.
La crisi sarà la naturale evoluzione del termine di un ciclo, ciclo già studiato e già provato e dell'inizio di una nuova era planetaria.
La via di salvezza è nella coscienza di sè e nell'elevazione del proprio essere. Esiste un'energia più forte della semplice corrente elettrica ed è l'energia della vita organica, uomo compreso.

Consiglio a questo proposito su youtube:

LA MATRIX DIVINA di Gregg Braden

sono 27 spezzoni, ma penso che debbano essere imparati a memoria.
Segue moltissimo il filone aperto anche da Giuliana Conforto.

Buona serata. Bianca.

Anonimo ha detto...

ATTENZIONE!!!!!NON USATE L' ACQUA DI RUBINETTO NE' PER BERE NE' PER CUCINARE!!!!!!!!


non è il momento di speculare sull'acqua minerale...........

Costanzo ha detto...

Aggiungo: Macchinetta per produrre ''argento colloidale'' che è il più potente antibiotico che esiste, raccolta di sementi non ibridi, sistemi per la raccolta di acqua piovana, piccole turbine eoliche, stufe mangiatutto, per chi ha qualche ettaro di terreno consiglio qualche gallina e una mucca per la produzione dello Yogurt ( evitare il latte ) e incominciare già da adesso a coltivare ortaggi, per non trovarsi impreparati.

Anonimo ha detto...

Capirai quando Franceschetti scoprirà che il "governissimo" si insedierà in località Santa Rosa apriti cielo

Materialista Storico Dialettico ha detto...

Ciao Paolo, se ti ricordi anche un anno fa ho scritto che ero scettico su questa benedetta fine del mondo economica. Se non ci capisce la natura del capitalismo, non si capiscono le sue crisi cicliche. Nel capitalismo lo scopo di tutto e' il profitto, anzi la % di profitto. Se questa e' elevata non ci sono remore che tengano, mercimonio del corpo e della mente sono fatti ben volentieri. In Cina, in India e in altri paesi (il Brasile sta diventando un nuovo fulcro di sviluppo) su 100 investiti si guadagnano 30 o 40. In Europa e negli USA meno di 10. Tutto qui. I capitali dematerializzati vagano in Matrix alla ricerca di remunerazione con la velocita' della luce. Come vasi comunicanti il welfare state occidentale si ridurrà così da aumentare la resa del capitale investito, mentre nei paesi ascendenti aumenterà come aumenteranno i consumi. Ma se il benessere viene meno in occidente come fare a costringere le classi salariali a stare zitte e ad aumentare l'estensione della giornata lavorativa e a ridurre lo stipendio? Col terrore. La democrazia borghese senza il mare di denaro che ci ha reso privilegiati, dimostra la sua vera natura di Dittatura occulta e di moderna schiavitù salariale. Anche i magistrati e gli avvocati iniziano ad avere dubbi sulla realtà del Capitalismo, e sul fatto che le classi esistono. Ferraro se invece di perdere tempo ad ascoltarsi e a ritenersi un grande intellettuale Gramsciano, si fosse guardato intorno un po' meglio, avrebbe scoperto prima che la Danimarca e' completamente marcia. Non temete per la democrazia, essa e' il miglior involucro del capitalismo, con essa le frazioni in ascesa possono conquistare la leadership senza fare moti insurrezionali, (Berlusconi ieri, forse Della Valle oggi), e se proprio le frazioni al potere non vogliono fare posto si può usare sempre il caro assassinio politico, che nelle democrazie prospera. L'energia elettrica serve per produrre, e senza produzione il capitalismo muore, non temete avremo anni di lavoro a salari ancora più bassi e poca o nulla pensione per poter frenare la fuga di capitali all'estero. Piuttosto l'alluvione di denaro e di debiti sta servendo, e servira' per centralizzare il controllo economico, a livello continentale e mondiale. Naturalmente se il ciclo mondiale continuerà ad essere in espansione, se no ci sara' bisogno di una nuova grande guerra per stabilire chi vince e chi perde. Te l'ho detto Paolo, la realtà e' questa, gli omicidi rituali servono per infondere terrore e obbedienza tra le fila della borghesia (come fa la mafia che ne e' figlia). La Magia e' una bufala plurimillenaria, questi uccidono strangolando le persone non col pensiero. Comunque come ho già scritto tempo fa, il Capitalismo ha i secoli contati (e forse i decenni). Poi religioni, sette e massonerie di vario colore spariranno perché sara' sparita l'ignoranza umana, la divisione in classi, il denaro, lo Stato, avvocati e giudici, e le rose serviranno per i compleanni delle fidanzate. :-)

david ha detto...

ciao
sui consigli che dai per il mondo prossimo ventro esiste già un movimento: trasition town. Quello che dicono e soprattutto fnno da anni è simile a quello che dici, ma le motivazioni sono diverse: l'energia. Altro argomento importante è la crescita esponenziale (concetto difficile anche per i matematici!) di popolazione, consumi, rifiuti, inquinamento e il fatto che viviamo in un MONDO FINITO. Se avevte occasione c'è un video su you tube dal nome "the crash course".

david

Anonimo ha detto...

Hai ragione Franceschetti ma non sottovalutare quando possa essere caustico il divino senso dell'umorismo.

Anonimo ha detto...

(prima parte)

ottimo articolo e come sempre ben scritto.Se possibile vorrei aggiungere alcune mie riflessioni semplici semplici. Questa crisi non deve venire ma c'è gia', se qualcuno non se ne fosse reso conto, basta farsi in un giro in centri commerciali dove si puo'assistere a svendite paurose, articoli elettronici che da un negozio all'altro vengono venduti con il 30% in meno se non il 50 , io stesso ho comprato un oggetto a rate con interessi zero, senza costo e senza anticipo, anzi in teoria la prima rata la dovrei pagare tra diversi mesi, questo fatto non è sano ma è indice di una qualche disgrazia imminente.

altro punto non tutti sanno che a roma quasi nulla è dei romani, molte catene di abbigliamento, fendi , conbipel e altre sono di proprietà di stranieri che con le buone o le cattive hanno convinto la proprieta’ a vendere e poi .ha prezzo stracciato hanno comprato asset produttivi, quindi nulla di utile come vestiti e altro verrà piu' prodotto in loco e infatti tutti questi pseudoimprenditori, convinti da studi e consulenze di pessimo livello sono andati a produrre in cina a meta' prezzo e cosi facendo hanno sancito la loro definitiva rovina , sia loro che dei lavoratori tutti poichè se nessuno ha un lavoro i beni chi li compra???.

Altro aspetto non ben considerato della crisi che gia' c'è, è la questione dei rapporti umani che in questo ultimo periodo sono ai minimi termini, faccio un esempio, chi di voi è sposato,? quanti quarantenni non sposati conoscete??, Quante persone sposate di vostra conoscenza si sono separate o si stanno separando,? ultimamente tanti, troppi,è molto raro vedere un matrimonio che dura e questo non è un caso , le persone che non hanno nulla come figli o famiglia ma solo se stesse molto difficilmente troveranno la forza o gli ideali per fare qualcosa o reagire, da soli siamo piu' vulnerabili, attaccabili non avere famiglia è far fare un salto indietro alla popolazione, molto di quello che abbiamo ci è stato dato dai nostri genitori che hanno lavorato con lo scopo di portare avanti la cosa piu' preziosa che avevano e cioè noi. Ma noi cosi come siamo messi ,che facciamo e che lasciamo ai nostri ipotetici figli???,oggi ci sono infinite leggi che favoriscono il conflitto e agevolano le separazioni nei matrimoni, molte donne si separano come molta facilità, quando ero ragazzo fino a 14 anni non ho mai sentito parlare di persone separate, solo al telegiornale , oggi molti considerano la possibilità di divorziare una conquista del diritto , ma non lo è credetemi e i danni sono sotto gli occhi di tutti, un cultura che spinge la donna a fare la prostituta a non avere un vita stabile una famiglia, ma anzi a cercare i pollo da spennare, e poi farsi un amante, tanto cosi' fan tutte, Anche questo non è un elemento da trascurare.

Anonimo ha detto...

(seconda parte)


Altro aspetto non ben considerato della crisi che gia' c'è, è la questione dei rapporti umani che in questo ultimo periodo sono ai minimi termini, faccio un esempio, chi di voi è sposato,? quanti quarantenni non sposati conoscete??, Quante persone sposate di vostra conoscenza si sono separate o si stanno separando,? ultimamente tanti, troppi,è molto raro vedere un matrimonio che dura e questo non è un caso , le persone che non hanno nulla come figli o famiglia ma solo se stesse molto difficilmente troveranno la forza o gli ideali per fare qualcosa o reagire, da soli siamo piu' vulnerabili, attaccabili non avere famiglia è far fare un salto indietro alla popolazione, molto di quello che abbiamo ci è stato dato dai nostri genitori che hanno lavorato con lo scopo di portare avanti la cosa piu' preziosa che avevano e cioè noi. Ma noi cosi come siamo messi ,che facciamo e che lasciamo ai nostri ipotetici figli???,oggi ci sono infinite leggi che favoriscono il conflitto e agevolano le separazioni nei matrimoni, molte donne si separano come molta facilità, quando ero ragazzo fino a 14 anni non ho mai sentito parlare di persone separate, solo al telegiornale , oggi molti considerano la possibilità di divorziare una conquista del diritto , ma non lo è credetemi e i danni sono sotto gli occhi di tutti, un cultura che spinge la donna a fare la prostituta a non avere un vita stabile una famiglia, ma anzi a cercare i pollo da spennare, e poi farsi un amante, tanto cosi' fan tutte, Anche questo non è un elemento da trascurare.

Infine riguardo alla crisi, faccio notare che spesso prima che arrivi si usa e si pratica un sorta di terrorismo psicologico, per capire basta un esempio che evidentemente molti di voi hanno rimosso dalla memoria, nel 1999 prima che si passasse all'anno 2000 , abbondavano documentari e interviste intorno all'annoso problema del millenium bug, non so se vi ricordate si diceva che siccome le date di tutti i computer erano tarate su due cifre lo 00 che sarebbe scattato nell’anno 2000, cio’, li avrebbe bloccati tutti, sembrava che quasi quasi si sarebbe tornati all'età della pietra, ma come sempre e come ovvio cio' non è avvenuto. eppure la paura in giro era tanta e notevole informatici che lasciavano il lavoro e si trasferivano sulle colline, con tanto di recinti e fucili e pozzi d'acqua indipendenti. Eppure il mellenium bag venne e se ne ando, nel 2004 ci fu la famosa interruzione di luce,


effettivamente fu strano e tutti furono spaventati, io stesso non capi piu' nulla di nulla, i cell non funzionavano i telefoni non funzionavano eravamo tutti isolati, ovviamente capi' con il senno di poi che era un esperimento dove si cercava di capire o analizzare cosa sarebbe successo alla popolazione se la si fosse sottoposta a 12 ore si assenza di corrente, in che la cosa fosse fatta, sotto controllo e a scopi di test, lo si capi dal fatto che molte istituzioni o punti nevralgici e non, del paese la luce ce l'avevano, eccome questo fa comprendere che non è stato un albero a provocare nulla di nulla.

Anonimo ha detto...

Paolo,

Perche sta andando tutto a rotoli?..perche hanno rallentato le economie occidentali? Mi sembra abbastamza chiaro che qualcosa accadra nel prossimo futuro..non puo andare avanti cosi..ti consiglio di indagare su quello che diceva rik clay prima che lo suicidarono...

Ciao

La Tela ha detto...

http://indaginesuimisteri.forumfree.it/?t=42132865

sirio.bianca ha detto...

La maggior parte delle persone sarà contentissima del regime e vorrà la superpolizia europea, perchè? Perchè se ci si guarda in giro è così, lo si sente dai discorsi futili (moda, auto e calcio) tutti i giorni. La gente VUOLE il telefonino ultima moda, vuole la tv iper potenziata, spende, malgrado non possa, in divani in pelle e cucine super attrezzate di lusso, l'ambizione maggiore è un SUV, o la gnocca di turno da mostrare agli amici. Senti discorsi omofobi, razzisti, di paura del 'diverso', gli immigrati sono tutti ladri e assassini. Si indignano per Berlusconi ma lo hanno votato perchè pensavano di poter arrivare senza fatica al dio denaro. Questa è la realtà.
I pochi gruppi che riescono a vedere poco più del loro naso si riuniscono negli insulti sul blog di Grillo o di Travaglio senza capire che sono solo manovrati 'speciali'. Per cambiare le cose bisogna cambiare non il Governo, ma gli italiani, casomai si riuscisse, ovviamente.
Di fronte a tanta ignoranza c'è solo da sperare in una crisi violentissima, saranno solo i poveracci a salvarsi. Chi non ha già niente non può avere meno di niente e si arrangerà a sopravvivere col lavoro delle proprie braccia, con la volontà di resistere per il futuro dei propri figli. E comunque la crisi geologica è già in atto da tempo, per la totale trasformazione ci vorranno ancora anni, chi si chiuderà nei bunker morirà in trappola. La coscienza di sè è l'unica via di salvezza, ma staremo a vedere...

frittomister ha detto...

Semi OT
Riguardo al problema dell'approvvigionamento di energia elettrica una soluzione è quella di Andrea Rossi, che il 6 ottobre (3 giorni fa) a Bologna portato a termine con successo una nuova dimostrazione dell'e-cat, il reattore a fusione fredda siluppato insieme al Prof. Focardi. Stavolta ha mostrato l'auto sostenibilità del dispositivo. Dopo 4 ore, come da programma, è stato spento, ma poteva continuare a funzionare.
Inutile dire che i disinformatori si sono scatenati nell'opera di linciaggio.

http://e-catalyzer.it/e-catalyzer/e-cat-primi-risultati-del-test-del-6-ottobre

http://22passi.blogspot.com/2011/10/ny-teknik-sul-test-e-cat-del-6-ottobre.html?commentPage=3

sirio.bianca ha detto...

Come uscire dalla crisi? Interdire Angela Merkel e la Germania che ha in mano la finanza, la politica, le pensioni e il sistema lavorativo EUROPEO e USCIRE DA EURO. La moneta sovrana dei singoli stati deve ritornare. Si crollerà per un periodo, ma poi avviene sicuramente la ripresa. Esempio Argentina, esempio Islanda.

Anonimo ha detto...

mah, penso che nel 2004 siano stati i francesi a farci lo scherzetto. giusto per ricordarci chi comanda (visto che oltre a fornirci elettricità ci finanziano il debito pubblico)

B.S. ha detto...

"ovviamente capi' con il senno di poi che era un esperimento dove si cercava di capire o analizzare cosa sarebbe successo alla popolazione se la si fosse sottoposta a 12 ore si assenza di corrente"

Ecco, sì, penso sia, ciò che stiamo vivendo, un esperimento.

B.S. ha detto...

"...ovviamente capi' con il senno di poi che era un esperimento dove si cercava di capire o analizzare cosa sarebbe successo alla popolazione se la si fosse sottoposta a 12 ore si assenza di corrente, ..."

Ecco, sì. Penso anche io sia un esperimento.

Bianca

Anonimo ha detto...

ma questi cattivoni massoni che vogliono conquistare il mondo cosa se ne faranno di un popolo che non puo' produrre più niente? (neanche pomodori) meglio lasciare tutto com'è.

Anonimo ha detto...

la verità è che la gente ha paura di mangiare la "pillola rossa" perchè solo facendolo potrà scoprire che dietro ci sono piani molto più alti che provengono direttamente dal/dai creatori a cui interessa una cosa sola, e che alla fine le elites che stanno su questo pianeta gli stanno reggendo il gioco, ma non otterranno ciò che gli hanno promesso....

dR Anthropos ha detto...

Bravo Paolo.

Finalmente, dopo tanto tempo un articolo esclusivamente "politico", e ben fatto, vedo che le critiche ti fanno bene.

Inutile dire che sono d'accordo con te.
Piuttosto vorrei dirti che il NWO, ha perlomeno tre-quattro opzioni finali, per convincere la gente ad accettare il nuovo stato di cose.


- La prima è quella che tu sottolinei, la mancanza di elettricità a "causa" di una tempesta magnetica solare. Ricordiamoci che il 2012 è un anno di "massimo solare" (ciclo del sole che dura 11 anni).


- La seconda è una guerra termonucleare mondiale.


- La terza è una finta invasione aliena, senti come ne parla Reagan:

http://www.youtube.com/watch?v=PgRLP_LE9hY


- La quarta è una pesante distruzione generalizzata della natura e una consistente diminuizione delle risorse, tale da poter ricattare le persone, per avere le risorse di base, a quel punto tutte in mano dell' ELité.


Quindi le opzioni sono diverse e penso che sceglieranno "in corso d'opera" quale sarà la più adatta ai loro scopi.


P.S. Abbiamo bisogno di te per mandare Airauidi in galera...batti un colpo e affondiamo Damanhur (città dove il sangue scorre a giorni).


a presto


dR Anthropos

Segretius ha detto...

"Come uscire dalla crisi? Interdire Angela Merkel e la Germania che ha in mano la finanza, la politica, le pensioni e il sistema lavorativo EUROPEO e USCIRE DA EURO. La moneta sovrana dei singoli stati deve ritornare. Si crollerà per un periodo, ma poi avviene sicuramente la ripresa. Esempio Argentina, esempio Islanda."

sIRIO BIANCA......

Ma vuoi mettere senza la televisione, senza il telefono, andarsi a bagnare come nel gange e bere lì il frutto di noi stessi, senza il frutto delle scorie industriali, e tanto altro proviamo ad immaginare (senz'altro molto più sesso )........
A quel punto proporrei la distruzione totale dei sistemi attuali di produzione energetica per far posto ai "nuovi" : l'acqua che scorre, il vento che và, il sole che scalda e tutto permette e senza il quale nulla sarebbe........

I germanici hanno già l'indipendenza energetica e hanno tappezzato di pannelli il loro territorio perchè sanno da tempo che il predominio del denaro è finito, e con esso anche quello delle risorse, che se ben gestite sono fruibili da tutti in abbondanza, e in ogni caso le cosidette materie prime non saranno mai più nella disponibilità dell'occidente.....

INVECE DELLA MERKEL AUTOINTERDIAMOCI (NOI ITALIANI) PERCHE' SIAMO DELLE TESTE DI CAZZO E LO DIMOSTRIAMO QUOTIDIANAMENTE!

Anonimo ha detto...

Moody’s, l’instabilità e la moneta unica mondiale
di Maurizio d'Orlando
Interrogati da AsiaNews, gli estensori del rapporto che declassa il rating italiano, si sono rifiutati di commentare. Pochi mesi fa il capo analista di Moody’s aveva elogiato l’Italia, “Paese non a rischio”. È in atto un piano per varare una moneta mondiale, il “bancor”. Ma prima si deve distruggere l’Italia, l’euro, il dollaro e l’economia mondiale.
http://www.asianews.it/notizie-it/Moody’s,-l’instabilità-e-la-moneta-unica-mondiale-22837.html


Crisi economica: una demolizione controllata
http://www.asianews.it/notizie-it/Crisi-economica:-una-demolizione-controllata-22680.html


Per uscire dalla crisi. Qualche suggerimento
http://www.asianews.it/notizie-it/Per-uscire-dalla-crisi.-Qualche-suggerimento-22696.html

Giuseppe M. ha detto...

Grazie Paolo per la puntuale presa di coscienza che ci arrechi.Anche se questa porta paura;soprattutto per chi come me è pensionato.Dei pensionati non hai fatto menzione. In quei tempi bui chi pagherà i nostri miseri assegni mensili?
Un'altra domanda:quei due soldi di risparmio che ho,in quale valuta dovrei cambiarli per far sì che del loro valore resti qualcosa di reale per i giorni in cui saranno necessari? E dovrò tenermeli ben stretti in contanti già da oggi?

Anonimo ha detto...

Se ci sarà un mega blackout, è tutto da vedere.
Ma se si verificasse ciò, i problemi li avebbero in primis gli stessi industriali e tutto il sistema produttivo crollerebbe.
Questa crisi riguarda in maggior misura Europa + USA. Entrambe hanno fatto il loro tempo; ed ora è arrivato il momento dell' Asia e del Brasile, per imporsi nel mondo.
Quindi se noi soffriamo, non credo che questo debba significare la fine del mondo per tutti quanti. Secondo me la cosa è ciclica (oggi ve bene a me, domani andrà meglio a te).
I veri problemi inizieranno quando le risorse saranno esaurite, o non ve ne saranno abbastanza da poter accontentare tutti.
Da quel momento ne vedremo delle belle!

Piv

Anonimo ha detto...

Oppure potrebbe essere stato un esperimento simulativo nell'eventualità di importanti eventi futuri legati all'attività solare.
Non saprei, è molto difficile stabilirlo... certo che la versione di Paolo è molto interessante e nuova rispetto al filone catastrofista.

Anche se sul web prende corpo l'idea di tempeste solari che andranno ad interferire col campo magnetico terrestre mettendo ko praticamente tutto,satelliti compresi, fondendo addirittura i trasformatori di ogni apparecchio elettrico ed elettronico.
Se così fosse, non si potrebbe parlare di semplice blackout, ma di qualcosa di molto più grave.

Staremo a vedere nei prossimi mesi, cercando di valutare di volta in volta i tanti altri indizi.

Boris

sirio.bianca ha detto...

"Per uscire dalla crisi. Qualche suggerimento
http://www.asianews.it/notizie-it/Per-uscire-dalla-crisi.-Qualche-suggerimento-22696.html"

Mi sembra che questo articolo proposto da un anonimo offra buone soluzioni. Inoltre sarebbe necessario valorizzare al massimo il lavoro artigianale italiano, il turismo, il made in italy. L'industria dovrebbe essere riconvertita in produzione sostenibile. La Fiat ad esempio, perchè non si mette a produrre solo mezzi ad energia solare e a basso costo? O altra energia, io non me ne intendo molto. Se l'Europa 'pretende' da noi il rigore, perchè non ritirare subito gli eserciti impegnati in guerre nemmeno nostre (e ingiustificate se non dal controllo del potere economico) e lo riconvertiamo in mansioni utili, per esempio la ristrutturazione di scuole fatiscenti, o il servizio sociale che per ora è svolto solo esclusivamente dal volontariato? In agricoltura perchè non si adotta un sistema biologico? Se anzicchè deprimere e reprimere le popolazioni si fa un lavoro di crescita comune e tutti stanno meglio, ne possono godere i cittadini e, se vogliamo, anche i potenti :) starebbero meglio. Le ricchezze ci sarebbero e per tutti. Il magna magna non può durare per sempre, se ci avvelenano l'acqua, sarà presto avvelenata anche per loro, se la terra respirerà veleni, anche loro prima o poi respireranno veleno, o avranno la bomboletta stile Balle Spaziali? Come fanno a non rendersi conto che questo sistema sta implodendo? Ormai sono tutti smascherati, anche se per il momento pochi conoscono i veri nomi del potere, ma la voce si sparge. Per questo stanno tentando con ogni forza di mettere il bavaglio, ma non ce la faranno grazie alla costanza di tanti che diffondono le verità. E questa è una cosa che nessuno deve smettere di fare: diffondere. Ma non le intercettazioni di B., di cui ce ne frega poco, ma degli obiettivi che questo sistema si sta proponendo, di cosa sia effettivamente l'Europa dal trattato di Maastricht a quello di Lisbona. Alla fine dei conti il sapere perchè e come hanno ucciso Sarah Scazzi e cosa c'è dietro al Mostro di Firenze aiuta sì, e ringrazio il dott. Franceschetti per il lavoro che ha fatto e fa, ma non apre spiragli concreti su come agire. Oggi sì, oggi è un giorno indimenticabile, perchè si aprono altri temi, temi che ci toccano davvero nel profondo del nostro essere, toccano noi, le nostre famiglie, il nostro futuro, il futuro dei nostri ragazzi, che non potremo mai immaginare schiavi, a costo di morire per loro. Parola di madre.

sirio.bianca ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=hEdr_gZSNGQ

da vedere

Stefano ha detto...

Ciao Paolo, volevo farti una domanda, ma secondo te che ruolo ha la Cina? Se ne parla poco, e me lo chiedo spesso, ti ringrazio in anticipo se mi risponderai

Anonimo ha detto...

........Ma in effetti cosa vogliono la Merkel, Van Repuy, Trichet e compagnia bella? .........
Forse loro non sanno bene cosa vogliono, ma portano avanti un preciso piano studiato da secoli da ben altri "poteri".
Perchè dietro quello che attualmente sta accadendo in tanti stati non solo europei , sembra celarsi un "piano" ben preciso.
Trascrivo da uno scritto anonimo reso pubblico alla fine dell'ottocento, alcuni passi che forse riescono a spiegare gli attuali accadimenti - economici-socio-politici.
Sono dei concetti ripresi sicuramente da due scritti di metà ottocento, e precisamente dal "romanzo" Biarritz di Hermann
Goedsche, e da Dialogue aux Enfers entre Machiavel et Montesquieu.... di Maurice Joly, (stranamente morto suicida nel
1878) ma non solo. Alcuni ritengono che il romanzo di Joly sia il resoconto di una riunione avvenuta alla fine del settecento tra una ristretta cerchia di potenti banchieri internazionali.

(Ma il vero potere sta al di
sopra anche dei banchieri)

...................Tutti i governanti d'Europa sono fortemente indebitati. Dobbiamo dominare le borse per meglio dominare i governi.
Dobbiamo concedere prestiti per meglio controllare i nostri debitori e chiedere in garanzia, per il nostro denaro, le ferrovie,
l'esazione delle imposte, le miniere, la terra. E dobbiamo infine servirci della Borsa per indurre i piccoli risparmiatori a giocare d'azzardo e farci dono del loro denaro.

..........occorre quindi prestare denaro ai proprietari terrieri per indebitarli, colpire la terra con tasse onerose, disperdere le
grandi proprietà e acquistarle.

Con l'industria dobbiamo agire allo stesso modo. Proclamando i principi del libero scambio getteremo gli artigiani sul lastrico,
li trasformeremo in operai e potremo in tal modo usare le masse per i nostri scopi politici.

Se l'oro è la prima potenza del mondo, la stampa è il secondo: dobbiamo impadronirci dei maggiori giornali e servircene per modellare la pubblica opinione secondo i nostri desideri.


.......Determineremo una CRISI ECONOMICA UNIVERSALE con tutti i mezzi clandestini possibili e coll'aiuto dell'oro che è tutto nelle nostre mani.

..............In pari tempo getteremo sul lastrico folle enormi di operai in tutta l'Europa............Con questi mezzi opprimeremo i popoli
ad un tale punto che li obbligheremo a chiederci di GOVERNARLI INTERNAZIONALMENTE.

Quando raggiungeremo una simile posizione, potremo immediatamente assorbire tutti i poteri governativi del mondo e formare
un Supergoverno Universale al posto dei governi ora esistenti.

Sono solo poche frasi esplicative (estrapolate da un "discorso" più ampio .......) e molto attuali, quello che sconcerta è che sono frasi che risalgono a secoli fa...............

E così si avvera la profezia:

"Tu suggerai il latte delle
Genti e popperai le mammelle dei Re"

Isaia, 60, 12

Anonimo ha detto...

Boris,

Ok stai parlando a medio lungo termine..ma okkio all economia nelle prossime settimane..

Dr anthropos,

Ripeto vai a leggere quello che dice rik clay!

Ciao

sirio.bianca ha detto...

anche questo da vedere e diffondere:

http://www.youtube.com/watch?v=xQ77qhrp_I8&feature=related

Nomi e cognomi del potere, tutti in un ordine agghiacciante.

Jurij Z. ha detto...

Da circa un anno mi stò interessando e stò valutando le varie possibilità per andare a vivere in un ecovillaggio, quello che noto, ancor più ultimamente è il numero
sempre maggiore di persone che vanno in questa direzione e spesso sono persone che hanno una sensibilità superiore alla media, con una spiritualità più elevata.
Un ritorno alla natura, a una vita rurale, a borghi autosufficienti con scuole interne ecec.
Io personalmente penso questo come futuro, perchè questa è una proposta concreta alla portata di tutti, non parole vane.

Grazie per l'articolo
Saluti

Anonimo ha detto...

Penso anch'io che che i prossimi 6/12 mesi ci riserveranno molti eventi esplosivi in relazione all'aggravarsi della crisi.
L'oramai vicinissimo e inevitabile default greco si ripercuoterà senz' ombra di dubbio sull'intero sistema bancario europeo ed in particolar modo sulle banche francesi e tedesche che detengono le maggiori quote del debito.
Già ora il sistema bancario e in fase post operatoria dopo l'attacco di cuore subito nel 2008, un'ulteriore shock di questo tipo non voglio immaginare a cosa porti.
Anzi forse un'idea c'è l'ho già, visto che corrono insistenti voci, fra un quotidiano e l'altro, di proposte che riguarderebbero l'istituzione di un governo centrale europeo con poteri sovranazionali che dovrebbe avere la possibilità di intervenire direttamente nelle politiche fiscali ed amministrative dei vari paesi al fine di sviluppare un'omogenea linea economica europea con l'ausilio (o il diktat) della Bce (cosa che potrebbe essere accettata come soluzione senza remore da parte di un'opinione pubblica terrorizzata dagli scenari che si scateneranno).
Chiaro che chi sta già fiutando il prossimo crack bancario (pilotato o non pilotato che sia) si sta muovendo per correre ai ripari, vedi la società Siemens che circa un mese fà ha trasferito 500 milioni di euro da banche francesi alla Bce, o vedi la rincorsa sempre più affannata verso il vecchio metallo prezioso o l'aquisto di franchi svizzeri.

Mi rendo conto in questo preciso istante che alla fine esiste un grande valore che unisce me e il nostro caro Premier: l'amore per le 'patate', ho quindi deciso, come suggerito, di mettermi a coltivarle e ritirarmi a vita privata. Ciao.

Anonimo ha detto...

Il Black out sarà attuato per dare una svolta repentina alla dittatura europea. Verranno limitati i diritti civili e di associazione. La tempesta solare ed altre minkiate del genere sono solo storielle per i creduloni ke aspettano il messia new age. Vi hanno cotti a puntino cari bambacioni, Mi dispiace ke per la vostra boccardagine anke persone in gamba come me ed altri dovranno soccombere ai nazicomunisti di Bruxelles.

Anonimo ha detto...

Non ho ancora letto tutto l'articolo, però c'è un errore, dovuto alla "disinvoltura" con cui danno le notizie anche i pezzi da novanta dell'informazione (Corsera) - il Minnesota non è fallito, è che non si sono messi d'accordo su bilancio:

http://www.agoravox.it/Il-Corriere-della-Sera-fa-flop-sul.html

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-07-15/accordo-repubblicani-democratici-debito-114203.shtml

Anonimo ha detto...

Giù le mani dalle case degli Italiani!

http://sauraplesio.blogspot.com/2011/10/giu-le-mani-dalle-case-degli-italiani.html

Anonimo ha detto...

@Anonimo.Sei un depistatore o solo uno sciocco?

Anonimo ha detto...

X paolo:
ho letto questo tuo articolo e noto che la tua linea di pensiero è molto simile a quella di adriano casassa; cosa ne pensi del suo libro e delle sue idee?

Anonimo ha detto...

Prove tecniche
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=22373

Flytramp ha detto...

Molto interessante l'alternativa dell' ecovillaggio proposta da Jurij Z. Non li conoscevo e a prima vista sono iniziative davvero interessanti.
Un po' diverso credo sia il discorso su Damanhur, che ha più l'apparenza di vera e propria setta, con un tempio all'interno.
Conosco, per sentito dire, alcune comunità di Elfi.
Non so quanto abbiano effettivamente in comune questi esempi che ho citato, sarebbe bello approfondire l'argomento e ringrazio in anticipo coloro che lo faranno.
Gli articoli di questo blog offrono sempre ottimi spunti di riflessione, prepariamoci al peggio in questo caso.

Anonimo ha detto...

@anonimo.8.10 22:13 Vorresti far passare il mio avvertimento per speculazione?O sei un depistatore,o un cretino,o tutte due.Il bello è che ti dai l'aria di dare informazione utile mentre fai solo danno.Mah!

Anonimo ha detto...

@dR Anthropos
le tue 3 ipotesi sono degne di Mistero in onda su italia1.Anche il filmato di Regan ci metti (evito di aprirlo talmente è noto...quasi quanto il babbo natale della CocakeCola)

@Giuseppe M. che dice:
***Dei pensionati non hai fatto menzione. In quei tempi bui chi pagherà i nostri miseri assegni mensili?
Un'altra domanda:quei due soldi di risparmio che ho,in quale valuta dovrei cambiarli per far sì che del loro valore resti qualcosa di reale per i giorni in cui saranno necessari? E dovrò tenermeli ben stretti in contanti già da oggi?***

domandi "in quei giorni in cui saranno necessari" ??? Se le cose andassero così i soldi dopo brevissimo tempo sarebbero più offensivi di un insulto, bene che vada non varrano una cippalippa.
Mi sembri Scrooge di Dickens, tutto chino ad elemosinare una soluzione almeno tiepidina per tuoi dindini dal nostro Francex! L'unica cosa è chiederti, hai investito nell'unico vero investimento per un uomo o una donna degni di questo nome? I figliiiii...dandogli amore incondizionatamente? Se avrai fatto questo avrai a disposizione il miglior investimento che si può desiderare.Visto che sei pensionato dovresti avere figli abbastanza maturi per offrirti la parte di sicurezza che ti manca. Ma vanno bene anche nipoti o figli di vicini o amici, basta essersi aperti a loro col cuore e senza aspettarsi nulla in cambio.

@Sirio.Bianca che dice
"Inoltre sarebbe necessario valorizzare al massimo il lavoro artigianale italiano, il turismo, il made in italy."
Santoddio piantiamola con sta storia dell'italia paradiso in terra per il turismo. Ogni posto su questo pianeta è bellissimo, anche una palude salmastra senza sole...l'importante che ci sia meno possibile segno d'uomo moderno o contemporaneo. La natura è natura, gli schemi di bellezza estetica sono solo nostri.
Storia del made in italy. Bene questo concetto è il figlio naturale del consumismo! il concetto di design (e soprattutto gli italiani si vantano di averlo creato) è quanto di più effimero possa esistere! Ovvero che l'oggetto che va cambiato perchè non più di moda...buttare un oggetto non perchè si sia rotto irrimediabilmente ma perchè secondo canoni imposti dalla'alto non è più bello, tutto a causa di un senso estetico forzatoci in testa (vedi sfilate o menate simili, solo per convincerci a buttare e comprare altro).
L'artigianato italiano proviene dalla cultura delle piccole botteghe in cui bravi lavoratori riuscivano a costruire cose e le sapevano aggiustare. Bene, ma questo esisteva pure in tutte le altre parti del mondo! Gli artigiani più bravi del borgo o del paesotto sono sempre esistiti d'appertutto, si si esistevano anche in altri stati, ma và?!...persino in Cina che oggi siamo abituati a considerare come quelli che fanno male le cose (leggi il "made" sotto al tuo pc,please) anzi direi sopratuttto in Cina...che era piena di bottegai ed artigiani quando arrivarono gli europei. Leggiti Marco Polo con la descrizione di tutto quello che ha trovato lì e lungo la strada per arrivarci.
L'artigianato di qualità è esistito sempre in tutto il mondo, con le cosiddette "eccellenze" che soltanto noi oggi crediamo di avere e aver avuto (poveretti).
Quindo questo fantomatico made in italy e l'altrettanto idolatrato design italiano sono causa della situazione attuale e non certo una delle soluzioni come invece proponi. Gli oggetti sono belli quando sono utili, e funzionano a lungo e non perchè sono alla moda o appaiono belli senza un perchè.
.....

ANONIMO FRANCEX
maledetta insonnia

Anonimo ha detto...

....
@ tutti:
tempo fa è intervenuto una sola volta qui un certo Luigi se ricordate che dopo essersi presentato ha invitato chiunque avesse voluto a raggiungerlo per restaurare un grande casolare ed impiantare coltivazioni nel podere annesso in Calabria, entrambi ereditati. Lui è un ingegnere elettronico o informatico nn ricordo bene e sa il fatto suo, la ditta per cui lavorava ha chiuso ed invece di cercare e diventare una puttana da curriculum ha deciso di fare sta cosa tornando nella regione dei suoi genitori e nonni scomparsi.
Qui si fanno molte parole ma ricordo benissimo che tranne i 2 seguenti messaggi nessuno ha mai detto altro.
Bene io mi sono messo in contatto. Ha trovato solo persone straniere due africani e un rumeno a cui ha potutto affirre solo alloggio ed il cibo che riescono a produrre.
L'ultima volta che l'ho sentito era impicciato con quelli del comune per l'approvazione dei progetti per la ristrutturazione, l'impianto fotovoltaioco, la vasca per acqua piovana ed il pozzo esterno.
Appena potrò siamo daccordo che lo andrò a trovare. Unica condizione che chiede che chi vada lavori.

Centinaia di commenti spesso solo egoichi ma mai nessuno che si muova, tutti naturalisti ma poi si finisce cmq a fare la spesa al supermercato. Ahahhaha.
Una volta che arriva una vera proprosta concreta come quell'unica che ha fatto lui nesuno dice nulla.

La vera natura dell'uomo è l'ipocrisia. Che poi è la causa più profonda della crisi.

ANONIMO FRANCEX

sirio.bianca ha detto...

@Anonimo Francex
Per made in italy intendo soprattutto il prodotto italiano in generale, dalle coltivazioni, ai formaggi, al latte, al vestiario, alle scarpe, ai gioielli, ai mobilifici ecc. ecc.
Con questo non ho assolutamente denigrato il prodotto estero, e amo le culture di altri paesi pur avendo viaggiato pochissimo. Ho fatto un discorso per rilanciare la piccola azienda italiana, per valorizzare l'Italia, che è il posto dove sono nata, vivo, che amo, malgrado tutto, e ne sono più che convinta, in molte cose manca, ma in altre funziona bene, ha solo bisogno di una ripulita. E che tanti amano, stranieri compresi. Altrimenti farei in fretta: vendo il poco che ho e me ne vado. Ma non è scappando che si risolvono i problemi. I problemi si risolvono con le idee, e con i fatti, non certo distruggendo, ma cambiando. Io ci credo.

xtensor ha detto...

Due osservazioni:
a) purtroppo siamo già nel mezzo di una dittatura mascherata;
b) ho capito il motivo per cui Berlusconi (e probabilmente tanti altri ricchi) ha costruito, a quanto è dato di sapere, un bunker in Sardegna.

xtensor ha detto...

Una domanda per Paolo (ovviamente se puoi/vuoi rispondere):
cosa ti fa insospettire sul fatto che anche per D'Avanzo ci sia stato un complotto?
Grazie.

Anonimo ha detto...

Considerazioni politiche sulla crisi:

_La premessa è che la globalizzazione di origine neoliberista non costituisce un inevitabile destino al quale l’umanità tutta è condannata, come fanno credere ad arte i mercenari dell’informazione al servizio della classe dominante globale, ma un insieme di politiche imposte brutalmente dall’alto, de-emancipatrici e rischiavizzatrici del lavoro (in quella parte del mondo in cui il lavoro era in qualche misura “emancipato” e protetto), ad esclusivo vantaggio del capitale.

_La globalizzazione è un insieme organico di prassi e di norme internazionali, imposte agli stati dei quali l’autonomia si riduce progressivamente, e il suo scopo è di agevolare ed accelerare la Creazione del Valore azionario, finanziario e borsistico che connota, quale elemento strutturale, il Nuovo Capitalismo del terzo millennio.

In pratica, si può rilevare una vaga similitudine con il Mercantilismo/ Cameralismo seicentesco, che non era certo un “fenomeno spontaneo”, in qualche misura indipendente dalla volontà degli uomini, come non è la globalizzazione economica neoliberista oggi, ma aveva origine nelle politiche e negli atti decisi molto in alto, al solo scopo di favorire la potenza dello stato e della corona, dal sovrano e dai suoi consiglieri “di camera”, in quel caso protezionistici nei confronti delle produzioni nazionali e dei locali bacini di materie prime, con Colbert e Luigi XIV in Francia, e l’Oliver Cromwell del celebre atto di navigazione in Inghilterra, al posto dell’O.M.C.

Né il protezionismo seicentesco mercantilista né la globalizzazione neoliberista che, all’opposto, “apre” integralmente il mondo al mercato e all’invasività dei capitali finanziari, sono fenomeni spontanei, ma, al contrario, imposizioni della classe dominante ai popoli.

_La globalizzazione, concepita con estrema semplicità come sopra, e non come destino inevitabile riservato al genere umano, è di cruciale importanza per la riproducibilità sistemica, perché il (nuovo) modo di produzione sociale della nostra epoca non può espandersi, e quindi alla fine sopravvivere nel corso dei decenni, nella persistenza delle vecchie barriere politiche e doganali che connotavano il vecchio ordine, o se sopravvivono limitazioni al movimento libero dei capitali ed ai commerci.

Stati nazionali e tradizionali federazioni sovrani ed indipendenti, non controllati dall’alto attraverso gli utilissimi organi della mondializzazione, ancora in grado di gestire autonomamente la moneta e il patrimonio pubblico, hanno rappresentato e rappresentano altrettanti ostacoli da rimuovere, per garantire la diffusione del nuovo capitalismo e la necessaria globalizzazione economico-finanziaria del pianeta, funzionale, come si è già rilevato, alla Creazione del Valore azionaria, finanziaria e borsistica.

Se il capitalismo è come un grande squalo che non può mai fermarsi (in ciò, la tensione verso la “Crescita”), in quanto se il movimento si arresta rischia la morte per asfissia, tutti gli ostacoli sul suo cammino devono essere rimossi, se necessario con l’uso della violenza.

La rimozione di tali ostacoli può avvenire con il tradizionale strumento della guerra, quando i regimi degli stati “non normalizzati” sono apertamente ostili e combattivi, com’è accaduto nel caso di Saddam Hussein o dell’Afghanistan nelle mani dei Taliban, ma si è trattato, finora, di casi isolati e ben individuati, per quanto drammatici per le popolazioni che hanno subito le attenzioni globaliste (basti pensare all’elevato numero di morti fra i civili iracheni e afgani, e all’ulteriore impoverimento di quelle popolazioni nel precedente decennio).

Se lo stato è “canaglia” ed apertamente ostile rischia di subire l’occupazione militare, mentre se è soltanto “indisciplinato” e riottoso nell’applicare i precetti più estremi del liberismo selvaggio (che soli assicurano elevati tassi di “Crescita”, sterminando la socialità) rischia il commissariamento (Grecia, Italia) ed è destinato a perdere rapidamente qualsiasi autonomia residua.

Continua

Giorgio Andretta ha detto...

Egr. ANONIMO FRANCEX, parli per lei, critiche non ne tollero di alcuna valenza, da parte sua.
Sparare nel mucchio si è certi di colpire qualcuno ed intanto si riempie il carniere.



Oltre che dichiarare incomprensibili certi miei commenti, ci sono internauti che armati di lancia-razzi non vedono l'ora di spararmeli contro se non posiziono, a loro dire, giustamente le virgole che dissemino nella redazione.
Gli stessi miei oppositori, contemporaneamente, assumono senza alcuna remora tutte le più sesquipedali fetecchie che il Franceschetti propala, come nel post in oggetto.
Contenti loro!!

Anonimo ha detto...

Omologazione, livellamento, villaggio globale, sono vecchie espressioni che hanno travato la loro sintesi definitiva nell’attuale “normalizzazione” del mondo, riplasmato ad immagine e somiglianza dei nuovi agenti strategici globalisti, ed orientato dai loro scopi.

Ma i sistemi per il controllo degli stati, dei popoli e dei bacini di risorse, essenziali per propagare la globalizzazione, cambiano passando da ovest ad est, e riflettono la diversità che possiamo in tal senso riscontrare fra la prima global class in ordine di apparizione, quella occidentale (Stati Uniti, Europa dell’Unione, eccetera), e quella orientale “emergente” (Cina, Russia, eccetera) che oggi consolida il suo potere.

In occidente, i dominanti globali preferiscono il controllo indiretto, attraverso accordi truffaldini imposti ai popoli (ad esempio i trattati europei) e l’azione di organismi sopranazionali sottratti alla fastidiosa volontà popolare (se mai ne è esistita una), ma soggetti interamente ai loro voleri ed interessi, e quindi per tale via soggiogano indirettamente i governi dei singoli paesi, determinandone le politiche in senso de-emancipativo e socialmente neofeudale, attraverso tali organismi, le loro burocrazie che sono più potenti di quelle nazionali, e le regole-capestro imposte con la complicità dei camerieri politici nei vari paesi.

_In oriente, Russia compresa, la classe globale rampante è spietata quanto quella occidentale della quale tende ad imitare i “fasti” e a riprodurre le caratteristiche peggiori, ma è insediata, per complesse ragioni storiche e politiche, nei gangli vitali dello stato, controllandoli direttamente, e dirige in prima persona i partiti e i cartelli elettorali.

Di recente, un miliardario cinese globalista (Liang Wengen), che controlla un piccolo impero privato e dispone di qualche miliardo di dollari, è entrato nel comitato centrale di quel simulacro, saldamente in mani mercatiste/ globaliste, che è da molti anni il Partito Comunista Cinese.

Del resto, i nuovi miliardari-globalisti cinesi sono “cresciuti” a partire dalla seconda metà degli anni settanta sotto l’ombrello del locale partito comunista, che stava mutando geneticamente nel dopo Mao, fino a diventare strumento di potere di una nuova classe dominante.

Ciò dovrebbe legare i globalisti orientali “emergenti” un po’ di più alla dimensione nazionale (o federale, nel caso dei russi), e al vecchio stato che dovrebbe gestirla, ma non inverte la tendenza “centripeta” che caratterizza l’avvento del Nuovo Capitalismo Finanziarizzato, e che allontana inesorabilmente la sua classe dominante non più borghese dal territorio, dai popoli, dal suolo e dai legami di sangue, rendendola cosmopolita e totalmente irresponsabile nei confronti del resto dell’umanità.

_La presa della classe globale sul mondo sembra oggi abbastanza stretta, e non è possibile pensare alle de-globalizzazione – il che equivarrebbe ad una fuoriuscita dal Nuovo Capitalismo, al di fuori di un vero processo rivoluzionario.

Continua

Anonimo ha detto...

Concludendo...

_I sistemi di apertura al mercato globale/ total market che favorisce la piena realizzazione, su vasta scala, delle dinamiche del Nuovo Capitalismo, quale modo di produzione sociale che ha sostituito il capitalismo del secondo millennio, sono generalmente altri ed hanno come perno accordi internazionali (l’Uruguay Round nel quadro del GATT, l’Organizzazione Mondiale del Commercio, il trattato di Maastricht ne costituiscono alcuni, decisivi esempi), istituzioni sopranazionali, privatizzazioni diffuse, controllo della moneta e superiorità della finanza sulla produzione, con il capitale finanziario derivato (espressione dello scrivente) che sussume il capitale industriale tradizionale indagato a suo tempo da Karl Marx.

La contaminazione diffusa dalla classe globale oltre gli aspetti finanziari ed economici, nelle società umane, è altrettanto importante, e investe il costume, gli stili di vita, l’alimentazione, il ruolo e il significato del lavoro nella vita dell’uomo, la stessa concezione del tempo, con riflessi antropologici evidenti da occidente ad oriente.

_Una riforma cruciale, nel senso della de-globalizzazione, potrebbe essere quella della (ri)nazionalizzazione del sistema bancario, a partire dalla banca centrale (chi si ricorda che un tempo la Banca d’Italia era saldamente in mani pubbliche e le grandi banche italiane erano di diritto pubblico, o di interesse nazionale?), ma ciò è semplicemente impossibile cercando di cambiare le cose dall’interno del sistema, di riformarlo senza distruggerlo, perché interverrebbero gli organi della mondializzazione, che sono il vero governo, oppure, in casi estremi di ribellione dei politici locali, la NATO, quale braccio armato prediletto dai globalisti occidentali (Putin e i falsi comunisti cinesi hanno le loro specifiche forze per la repressione, come ben testimoniato dalla Cecenia, dal Tibet e dal Xing Kiang).

_Nelle attuali condizioni pero', una parte significativa della popolazione è IDIOTIZZATA, avendo perso la dimensione sociale e politica e non avendo possibilità di maturare la consapevolezza dell’appartenenza alla nuova classe inferiore capitalistica, destinata com’è ad essere flessibilizzata, sfruttata e schiavizzata a piacimento nei prossimi decenni. La qualità del materiale umano a disposizione, per le future lotte anticapitaliste, sarà perciò “merce rara” (si pensi per un attimo alla situazione italiana) e ben poche saranno le possibilità di aggregazione e di reazione della parte (ancora) sana e disposta alla lotta nel corpo sociale.Raul

Anonimo ha detto...

Il blackout non è stato nel 2004 ma il 28 settembre del 2003.

Il 2002 e appunto il 2003 sono stati i due anni con maggiori blackout energetici sia in termini di durata che di numero.

Anonimo ha detto...

Ma per favore.... Sì, investiamo tutti in candele, il business del futuro!

Anonimo ha detto...

Ma come fai a sapere che D'Avanzo è stato assassinato?
Sullo "shock" che dovrebbe portare al NWO, io aggiungerei ciò che è narrato nei murales dell'aeroporto di Denver.
Infine vorrei segnalare quanto sostiene il giornalista Benjamin Fuldford da Tokyo, ovvero che una guerra nascosta sarebbe stata intrapresa fra una società segreta cinese (White Dragon), una parte del Pentagono (White Hats) e la cricca massonica occidentale che lui chiama Cabala.
Questa guerra, volta a impedire la WW3 e il NWO, avrebbe già prodotto il bombardamento atomico di due basi sotterranee amerciane il 23 agosto (con relativo sisma a Washington e NY).

CDD.difendiamolademocraziaok ha detto...

UNICO COMMENTO ANALISI LOGICA E OTTIMO E SERIO PESSIMISMO DELLA RAGIONE.
POI MANCA L'OTTIMISMO DELLA VOLONTA' .. IL SENSO DEL DIVENIRE DELLA STORIA NON COME INELUTTABILE DESTINO ETERODETERMINATO .. E L'ALTRO DALLE RICETTE DI SALVEZZA INDIVIDUALI O PER PICCOLE COLLETTIVITA' .
E L'OTTIMISMO DELLA VOLONTA'- INTESO COME PROGETTO DAL BASSO, ALLEANZA , PROPOSTE COLLETTIVE E GENERALI PRATICABILI. NOI CI MUOVIAMO PER UN GRANDE PROGETTO ED ALLEANZA DEMOCRATICA DAL BASSO .. BENE LE SINGOLE ESPERIENZE . OTIME LE SOLUZIONI INDIVIDUALI .. MA NOI ABBIAMO DI MIRA IL TUTTO ...

CDD

COMITATO di COORDINAMENTO DIFENDIAMO LA DEMOCRAZIA

Cdd Comitato Difendiamo la Democrazia ( su face book)

http://www.facebook.com/pages/CDD-Comitato-Difendiamo-la-Democrazia/220264781353085

http://www.facebook.com/PAOLOMAG

ccdd.difendiamolademocrazia@gmail.com

Numero di Ottobre della rivista Xtimes : inizia su questa .... rivista .... la prima serie con discovery su tutta la vicenda, che scoperchia, dal concreto e con metodo logico induttivo concreto, duemila anni di storia occulta e il progetto deviato degli ultimi venti. http://www.ecplanet.com/node/2648
Le radici del progetto democratico del CDD nato come alternativa storica e democratica ai poteri forti .

il primo e unico grande progetto alternativo ai poteri forti alle oligarchie occulte, al potere finanziario e militare deviato, alla deviazione di vertici della magistratura italiana , per conservare e ridare alla magistratura il ruolo che la Costituzione gli affida .

http://www.paoloferrarocdd.blogspot.com

N °36 - 2011-09-23
<< indietro

SOMMARIO
OMISSIS
20 – 24 Il caso Ferraro
di Enrica Perucchietti
OMISSIS


L'onda cresce e presto saremo la maggioranza del paese .

Dal 14 Luglio prima riunione del CDD Comitato Difendiamo la Democrazia al 14 Ottobre ,,

I CENTO PASSI DEL GRANDE MOVIMENTO E LA INFORMAZIONE E FORMAZIONE DI TUTTO IL PAESE.

http://www.facebook.com/event.php?eid=229193807138886

lI Volere di una svolta Alassio 15 e 16 Ottobre 2011

1 Convegno Nazionale
“Dove Stiamo Andando??”
Il volere di una svolta
Alassio 15 e 16 Ottobre 2011
Ex Chiesa Anglicana

DAL 16 OTTOBRE 2011 LA LUNGA MARCIA DEL PAESE INIZIA CON LA SECONDA FASE .. IL PROGETTO E ACCORDO PROGRAMMATICO POLITICO ECONOMICO E SOCIALE DEI MOVIMENTI E DEI CITTADINI . .

http://paoloferrarocdd.blogspot.com/

APPELLO AI MOVIMENTI , al movimento degli studenti , al movimento conque stelle, alla base dei valori dell'ITALIA, a tutto l'arcipelago dei movimenti democratici per la alternativa democratica alla corruzione e deriva del sistema trasversale di governo ... a tutti i lavoratori, piccoli artigiani, alle piccole imprese a tutti coloro che hanno costruito la ricchezza economica e sociale del caso italiano, che vogliono distruggere, a tutti i giovani in cerca di lavoro . . ai cittadini-politici che ancora credono alla politica come strumento di trasparente governo e risposta ai bisogni e progetto per un futuro ...

La insipienza ed il trasversalismo del potere politico hanno un nome, caro Beppe ... e và nominato . .
La battaglia per la legalità e contro le consorterie .. può avere un solo nome, caro Luigi ... , e non può essere solo antiberlusconiana , se non favorendo un mero cambio di guardia .
Lotta senza quartiere e alternativa democratica alle MASSONERIE DEVIATE e non e alle logiche dei poteri forti .

Chi non chiama ciò progetto massonico perdipiù deviato e non indica la strada costruendo la alternativa e unendo dal basso tutte le risorse pulite del paese .. ha una grande responsabilità .

Anonimo ha detto...

Andretta cos'è ti senti toccato?
E chi si riferiva a te?!
O ti senti un naturalista da centro commerciale? Io ho ben delineato il mio "bersaglio" quindi non hai nulla di cui offenderti se non ti senti nella categoria.

E poi chi mi dice che anche altri non si siano messi in contatto con Luigi da quando non lo sento...e magari uno di questi potresti essere tu!

Cmq penso proprio di avvisarlo di questo post del Francex, se non è troppo preso credo che interverrà.
Indubbiamente comunque è strano che su vari siti in molti auspichino il ritorno ad una vita più antica, legata alla natura, alla terra ed ai suoi cicli, addirittura diverse persone sperando nell'apocalisse, ma poi nei fatti...
Strano che avendo egli lasciato messagi in diversi siti e blog tra migliaia di persone non sia nemmeno stato contattato per chiedergli qualcosa in più o solo per incoraggiarlo o augurargli buona fortuna.
Quando lo sentii glielo dissi e mi rispose che all'inizio ci sperava ed era convinto che qualcun altro in situazione simile alla sua sarebbe spuntato, ma poi non c'ha più pensato più preso com'era, mi disse "meglio così si vede che poi tutta questa crisi non c'è"...quindi alla fine ha iniziato a non fregargliene più nulla.
Essendo un informatico è probabile che tra un pò di tempo quando avrà raggiunto una condizione che gli permetta di avere un pò di tempo libero aprirà un blog o un sito. Probabilmente accadrà quando la situazione sarà a regime, con acqua corrente in casa, struttura dell'edificio ripristinata, orto e animali ben in produzione...allora sono convinto che spunteranno in diversi. Comodo eh.
Come alcuni segnalano nei siti dei complottisti stare in tali consessi (come dice lei)non ci classifica come migliori o più svegli rispetto agli altri, a quelli che leggono solo i grandi giornali o addirittura guardano solo la tv. infatti anche quelli si lamentano di qualcosa e criticano qualcuno, la differenza alla fine la fa l'agire...l'azione.

Scusate per eventuali errori sto scrivendo da una sala d'attesa alla stazione in mezzo ad un casino infernale.

ANONIMO FRANCEX

Anna ha detto...

Come gia' scritto qui, vivo in campagna da qualche mese e abbiamo 14 pannelli solari, presto ne avremo altri per essere completamente autonomi, oltre ad un pozzo per l'acqua e sistemi di irrigazione per l'orto.

Non posso che ripetermi, trovate un rudere e ristrutturatelo con entusiasmo e volonta', magari con l'aiuto di parenti ed amici, fatevi l'orto, allevate animali da latte, uova e carne se siete carnivori, mettete pure qualche arnia che vi dia miele e altri prodotti apistici, fatevi i vostri cosmetici naturali a casa, e iniziate da SUBITO a eliminare i soldi dalla vostra vita, usandoli solo per investire in tutto cio' che vi serve per essere autonomi e fuori dal consumismo sfrenato. Dimenticate assurdita' tipo moda e tecnologia che non vi e' indispensabile, riparate, riciclate, scambiate e barattate, liberatevi dell'auto se potete, o abbiatene solo una, usate bici e mezzi pubblici.
Non serve un genio ne' una profezia per capire che tutto quello che avete adesso non vi servira' a salvarvi in caso di disastro naturale ed economico (ulteriore); ormai siamo alla frutta, quindi tanto vale cominciare a liberarsi adesso di tutte le sovrastrutture mentali e materiali che ci rendono schiavi.
Chi non ce la fa soccombera', chi e' consapevole e ha un forte istinto di sopravvivenza no, ed e' giusto che sia cosi, le civilta' arrivano al punto di massima espansione e poi vengono spazzate via. E' fisiologico, e' una legge spirituale, quindi e' il caso di prepararsi per tempo (che scarseggia ormai).

Anonimo ha detto...

@ anonimo 21:10

Che ci saranno ripercussioni nel breve termine a livello economico su scala globale,io,di certo non lo metto in dubbio.
Voglio solo dire che i due eventi potrebbero essere slegati tra loro.

Inoltre aggiungo che blackout o tempeste solari con buona probabilità si verificheranno non nel medio o lungo termine, bensì in un periodo a cavallo tra marzo e aprile prossimo.

Boris

Emanuele ha detto...

Vorrei fare una piccola proposta e vorrei che questa proposta fosse discussa qui.

La proposta è di aprire una pagina/gruppo su Facebook per conoscerci meglio.

Una pagina del tipo: "Quelli che leggono il blog di Paolo Franceschetti"

così tra foto e chat abbiamo la possibilità di avvicinarci un po' di più e scoprire più cose di noi.

Emanuele

Anonimo ha detto...

ti e' sfuggito cosi', per caso, il Blue Beam Porject, il Microchip, i campi Fema ecc.. ecc...

Anonimo ha detto...

Bellissimo questo articolo Signor Franceschetti, grazie. Sono pienamente con lei.
Un altro pretesto per provocare il blackout di cui parla, è anche la faccenda dell'inversione dei poli magnetici. Dicono di non sapere quali eventi catastrofici possa provocare un'improvvisa inversione dei poli, ma tra le varie ipotesi che han formulato c'è anche quella del blackout globale.

Saluti.

Disy

Anonimo ha detto...

Sono pienamente d'accordo con quello che Lei dice,attenzione il problema è molto più complesso, spiegarlo richederebbe diversi libri.
saluti.

Anonimo ha detto...

purtroppo Paolo la tua rappresentazione è solo una piccola parte e molto ottimistica direi,prima che tutto crolli porteranno la gente alla fame totale,il prezzo del petrolio salira alle stelle e di conseguenza il cibo,dopo cadra totalmente l'economia mondiale,(dando la colpa a questa o quella nazione)li subito ci inseriranno in una guerra mondiale che partira dall'islam e dai frequenti attriti con il mondo islamico(fomentati da anni apposta)con cina e russia contro l'europa e america e gli stati della nato,voglio ricordare che il NWO arrivera dalla cina e russia non dall'america e che l'europa insieme agli usa saranno messi in ginocchio per non avere resistenza,i leader di russia e cina rispondono sempre a loro,tutta la droga che hanno importato e stata per questo,la programmazione mentale tramite la tv,è stata per questo,la degenerazione e caduta dei valori è stata voluta insieme a tutta la porcheria che vedete,per non avere resistenza alla presa finale.Oltre a black-out ci devi mettere bombardamenti atomici,virus letali gia pronti,stermini di massa,genocidi,armi metereologiche haarp,terremoti uragani,siccita ecc.l'obbietivo finale è appunto ridurre la popolazione mondiale del 90% piu o meno,per questo vi dico unitevi in gruppi e formate una resistenza,altrimenti non ci sara scampo,naturalemnte questo è quello che vogliono fare,vedremo se riusciranno,nelle citta come hai ben detto tu,se la vedranno bruta,noi lupi bianchi siamo da tempo pronti a questo ed a altro,aspettiamo solo il grande segnale,li si scatenera l'inferno,per noi non esiste resa,quindi o si vince o preferiamo morire,ma combatteremo fino alla morte,combattere è l'unica via che vivere da schiavi o in questo orrore chiamato societa odierna
white wolf

Anonimo ha detto...

Oramai Ferraro è lanciato...nel grande bissinisse del complottismo...evvaiiiii che c'è sempre spazio.

un paio di giorni fa leggevo l'elenco degli argomenti del convegno di Alassio...ma manco n'enciclopedia!!
Buona fortuna! Come si farà a trattare in un giorno e mezzo tutta quella massa di roba...mhà!
Una corsa continua, niente tempo per far sedimentare e metabilizzare.
Bastava un terzo degli argomenti, ma anche meno.

Azioni di questo tipo mi danno tanto l'immagine di uno bendato che mena fendenti all'aria con tanta foga.

In ogni caso 'sto Ferraro me piace...altri come lui si sarebbero appoltroniti, avviandosi sul viale...con magari qualche intervistina snob per qualche articolino per far indignare al bar il timido che vuole stare nel locale ma si sente speciale.
Invece il Ferraro si tiene attivo ed impegna le giornate...vedi!!
E mica con cose da niente eh, la roba più viva del webbe, il complottismo che tanto degli eletti fa sentire sopratuttto in chi ne legge.

Daje Ferrà!!!!

Ripeto a me sta molto simpatico, perchè dice le cose ed io lo ascolto ma a volte mi pare di intravvedere un lampo di presa per il culo negli occhietti vispi e agli angoletti della bocca...mhà!
Ma visto che mi sono sempre stati simpatici i tipi così, continuo a seguirlo.
Anche se quando scrive pare un altro...come se facesse il giro di prova della tastiera.

ANONIMO FRANCEX

Stefania Nicoletti ha detto...

Emanuele,
il gruppo del blog su facebook esiste già.
Questo è il link:

http://www.facebook.com/groups/229249995511/

Luka78 ha detto...

Ciao Paolo, leggo ora il tuo articolo.

Molto interessante e stimolante intellettualmente. Le tue sensazioni, sono anche le mie sensazioni.
E' dall'estate dell'anno scorso ( 2010 ) - così come riporto, ormai da mesi, ogni volta che c'è da parlare di argomenti simili - che ho l'impressione che si stia andando verso la resa dei conti. E' come se tutto fosse finito ( manca l'"ufficialità" ) e poi...il caos. Basta.

E anche io ho la sensazione che tutti questi black-out siano artificiali e quindi voluti per l'appunto.

E qui in Italia, ti ricordi del blocco di Poste Iatliane di 7-8 giorni nella prima settimana di giugno? E anche ai suoi continui blocchi all'operatività on-line dei conti correnti?

E la notizia di oggi, del blocco sia del sito web che dell'impossibilità di ritirare contanti ( e credo anche di pagare, quindi ), per chi è cliente della banca on-line "We Bank"?

E sempre di oggi, del mega blocco del BlackBerry?

Insomma, tutti questi blocchi...

Sicuramente, ogni scusa, nel prossimo futuro ( a parte quelle create ad arte ), sarà congeniale ai loro piani.

Incrociamo le dita.

Luca D'Amico

Anonimo ha detto...

oggi black out a san Pietroburgo

http://www.sassarinotizie.com/24ore-articolo-54347-russia_black_out_a_san_pietroburgo_in_migliaia_al_buio_per_ore.aspx

Mi illumino d'immenso ha detto...

x ANONIMO FRANCEX

Ma tu quando prenderai posizione..???
Basterà il Nuovo Ordine oppure vuoi prima vedere se sopravvivi...??!!??

Come mai Andretta ce l'ha con te??

Con simpatia

Anonimo ha detto...

Sono prove generali.

Agenzia Pompe Funebri ha detto...

Molto lavoro per noi nel 2012.

E'inutile che scappate in montagna, in campagna, al luna park.
Tanto vale scappare sottoterra cosi almeno vi abituate............

Dr Anthropost, ci sarebbe un catalogo di morti da compilare fra poco, che fa ci pensa lei?

Più rispetto del buio, grazie

Anonimo ha detto...

Le previsioni di questo ottimo e CHIARO articolo di Franceschetti, sono DRAMMATICHE, vorremmo non fossero vere....MA LO SONO !!! Ed è nella CRUDA realtà che si puù leggere tutto ciò, senza bisogno di andare a cercare altrove. Come ben dice Paolo, non occorre essere geni o veggenti per capirlo e chi, ancora munito di IRREALE "ottimismo" e fiducia nella "democrazia", nega quel che succederà, per mancanza di capacità critica, verrà preso alla sprovvista, quindi non PREPARATO !! L' interruzione della corrente elettrica risolverà, alle CAROGNE, anche il problema dell' auspicata chiusura di tante industrie che non servono più,( in quanto le macchine ormai, si autocostruicono da sole, al buio, senza interruzione e, soprattutto, senza operai da stipendiare ) e delle conseguenti disoccupazioni che altrimenti dovrebbero affrontare; oltre a generare un PANICO che non ci vuole molto ad IMMAGINARE. La loro strategia, poichè non è evolutiva, è INVOLUTIVA e RIPETITIVA...1929=11, sempre gli stessi simboli e le stesse meccaniche, solo APPARENTEMENTE diverse. Questa volta la differenza è in un piano di sterminio maggiore perchè maggiore è il numero della popolazione, e l' utilizzo delle nuove tecnologie con cui ci faranno credere "COSE NON VERE"; ci saranno però dei REALI soldati e animali microchippati, mostri vari CREATI in laboratorio ecc.che ci ATTACCHERANNO; ma non panzane come alieni, rettili, grigi, ecc. che servono solo ad intimorirci di più sentendoci INADEGUATI per la LOTTA. Durante tutto questo, "loro" saranno rifugiati in comodi bunker ( compresi quelli, per le "nostre merde italiane", costruiti in val di Susa con la "scusa" del TAV ) e ne usciranno soltanto a STERMINIO COMPIUTO. Sono degli PSICOLABILI ALIENATI che non riescono a capire che bloccano la loro stessa evoluzione, la loro stessa salute, la loro stessa bellezza e la loro stessa conquista di un pezzetto di immortalità terrena...e spirituale,( di cui quest' ultima, però, non frega loro un fico secco, in quanto limitati ad un obsoleto ed arretrato materialismo )per mancanza di PURA e SEMPLICE CONSAPEVOLEZZA; credono di mettercelo nel sedere...ma loro sono I PRIMI a prenderlo. I consigli riportati nell' articolo dovrebbero farci riflettere sul da farsi...sotto tutti i punti di vista e.....possibilmente armarci di tutto ciò che può servirci in difesa delle nostre vite e di quelle, non solo dei nostri cari, ma di TUTTI. CHISA' che questa TERRIBILE sfida non ci porti a superare gli EGO e ad UNIRCI una volta per tutte e, CONSEGUENTEMENTE a....SCONFIGGERLI !!!!!!!!!!!!! Lilith

Anonimo ha detto...

@ M.I.D.I. Caro il mio GNORRI....ce l' ha anche con te !!! ......e un pò anche con me....ma "MOLTO" diversamente !!! Lilith

Anonimo ha detto...

@ Agenzia pompe..... Perdinci, tanto rispetto, profumi ecc. e poi....solo cattivi auspici per tutti ?!? Lilith

Anonimo ha detto...

Anonimo Francex. Tu mi ricordi quei furbi che, quando vogliono parlare male di qualcuno, per non insinuare il dubbio della propria intenzionata malizia e malafede nell' ascoltatore, affinchè non si trasformi in boomerang....ne parlano anche bene...un colpo alla botte e uno al cerchio....col risultato finale, guarda caso, di averlo sputtanato per benino !!! Lilith

Anonimo ha detto...

@ Anonimo scrive:"Il black out non è stato nel 2004 ma il 28 sett. 2003".Io non lo so ma sembra che tu ne sia certo,per cui la do per buona,anche perchè..... prove generali: 28=11, sett.=9, 2003=5.......2012=5. Comunque,a mio modo di vedere,il peggio avverrà nel 2013.

dR Anthropos ha detto...

X Agenzia Pompe Funebri.

Visto il tuo nick penso tu possa seppellirti da solo.


dR Anthropos

CDD.difendiamolademocraziaok ha detto...

Paolo Ferraro http://www.facebook.com/notes/paolo-ferraro/i-cento-passi-del-grande-movimento-e-la-informazione-e-formazione-di-tutto-il-pa/159218464172147 Numero di Ottobre della rivista Xtimes :http://www.xpublishing.it/index.php?page=dettagli.php&from=riviste&tipo=2&idr=9 inizia su questa .... rivista .... la prima serie con discovery su tutta la vicenda, che scoperchia, dal concreto e con metodo logico induttivo concreto, duemila anni di storia occulta e il progetto deviato degli ultimi venti. http://www.ecplanet.com/node/2648
Le radici del progetto democratico del CDD nato come alternativa storica e democratica ai poteri forti .

il primo e unico grande progetto alternativo ai poteri forti alle oligarchie occulte, al potere finanziario e militare deviato, alla deviazione di vertici della magistratura italiana , per conservare e ridare alla magistratura il ruolo che la Costituzione gli affida .

http://www.paoloferrarocdd.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

@ Agenzia di pompe......Lei ce l'ha su con ogn' uno...non salva nessuno e si sente INCREDIBILMENTE superiore a tutti; rispecchiando così ciò che ho descritto come "terzo genere". Se così fosse, si purifichi verso una migliore reincarnazione ( anche se io ho rispetto per lei comunque lei sia ); invece di venire a menare il torrone con presunte perfezioni che solo il suo CONDIZIONATO punto di vista CONSIDERA !!! Un pò più di riguardo per le leggi della natura. Lilith

Anonimo ha detto...

(((Sul black out del 2003 ho dimenticato di aggiungere che nel calendario ebraico il nuovo giorno inizia al tramonto,quindi non 28 ma 29=11,sett.=9,2003=5...2012=5)))

RYU ha detto...

C'e' da aggiungere altro?!?!
bravo.......:)))))))))))

Anonimo ha detto...

Così il patto Merkel - Sarkozy affonda l'europa. M. B.
http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2011/10/11/FINANZA-Cosi-il-patto-Merkel-Sarkozy-affonda-l-Europa/213129

ITALIA: BACK TO MESOPOTAMIA?
http://icebergfinanza.splinder.com/post/25651000/italia-back-to-mesopotamia

In Belgio si sono scandalizzati: "Dexia non era una Banca ma un Hedge Fund!"
http://www.ilgrandebluff.info/2011/10/in-belgio-si-sono-scandalizzati-ma.html

GEAB 57 Italiano
http://informazionescorretta.blogspot.com/2011/09/geab-57-italiano.html

http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/

http://mercatoliberonews.blogspot.com/

BLOGECONOMY 2 – 12 E 13 NOVEMBRE – CASTROCARO TERME
http://blogeconomyday.altervista.org/?p=219

Anonimo ha detto...

@CDD.difendiamolademocraziaok. Se ciò che lei promulga è AUTENTICO, e non un' ennesima trappola per l' incanalamento e il controllo ( ormai, quasi, non ci si fida più nemmeno di se stessi !!); ebbene, è MERAVIGLIOSO; ma è difficile rompere le diffidenze, create SI, VOLUTAMENTE e STRATEGICAMENTE dal dividi e impera, ma ormai troppo strutturate. Lilith

Anonimo ha detto...

il black out del 28 sett 2003 e iniziato alle 3.30.. un altro segno??

quella notte me la ricordo beinissimo!!!!!

ricordate gente che nel 2012 ci sono le olimpiadi di londra.. che chi sospetta che ci sarà una finta invasione aliena...

un altra ipotesi e che l'anno prossimo ci srà l'incoronamento del principe william non come re d'inghilterra ma come re del mondo..re del NWO!!

quindi se ci saranno blackout prevedo che saranno verso la fine di 2012 per permetterealmeo alle olimpiadi di svolgersi come previste..

Anonimo ha detto...

Cara Lilith

"Anonimo Francex. Tu mi ricordi quei furbi che, quando vogliono parlare male di qualcuno....[...]..ne parlano anche bene...[...] Lilith"

non ti preoccupare...tu mi stai antipatica senza se e senza ma!
Aahhahaahaha

Sono un tipo strano lo so, a me piace frequentare, leggere ed ascoltare persone che mi parlano di altro rispetto alle banalità della vita, ed anche persone con cui non sono completamente d'accordo...se le due cose si uniscono ottieni persone che mi parlano di qualcosa di nuovo che potrei non condividere.Ne vado ghiotto. L'unica mia esigenza su cui non effettuo eccezioni è la logica. Alle ipotesi di ogni singolo discorso concedo tutto lo spazio possibile ma poi il discorso deve procedere senza contraddizioni. I discorsi però! Perchè le persone che si contraddicono in discorsi differenti e distanti mi piacicono assai.

Come vedi sono complesso. E non ipocrita come sostieni.
Ferraro è un pazzo scatenato quando inizia a parlare (e forse lo è ancora di più quando scrive) ma mi piace per questo...provo ad immaginarlo nel suo vecchio lavoro e penso che per uno come me che si fosse trovato a lavorare per lui sarebbe stato il massimo...tutta vita. Pare un Leo Zagami ma in un uomo dall'aspetto qualunque. E' il massimo.
Potrebbe uscire un fumetto su tutta la banda. Sono personaggi talmente carichi che sembrano disegnati a carboncino.
Un fumetto con Francex, Ferraro, Solange e Zagami. Sarebbe bellissimo! Titolo: Francex.

Ci butterei dentro anche Marcianò, l'amico-nemico.

Lilith continua a non leggermi che ne sono contento.
Saluti

ANONIMO FRANCEX

Anonimo ha detto...

Ben venga il caos, perchè l'ordine non ha funzionato!

Anonimo ha detto...

Vi segnalo una foto molto inquietante pubblicata ieri, lunedi 10 ottobre, su Repubblica a pag. 21. A commento di un articolo sulle morti sul lavoro, nella foto (molto in evidenza) si vede un mazzo di 13 rose rosse (una delle quali presenta un gambo spezzato con la rosa inclinata in primo piano) spuntare da un elemetto giallo con sullo sfondo un grande cartello con la scritta "Vietato l'ingresso ai non addetti ai lavori" con una grande mano nera e una sagoma di un uomo inscritta in un simbolo di divieto.
Chiedo a Paolo e ai più esperti di questo blog: che ne pensate?

Anna ha detto...

Morire non e' certo la cosa peggiore che puo' capitare, giusto Agenzia Pompe Funebri?

Muori senza morire e vivrai per sempre, diceva Lao Tse.

Nella lista morti probabili (anzi, accertati) mettiamo anche voi gia' che ci siamo? :))

Con funerea ed individualistica simpatia.

P.S. Ma le pompe le fate proprio cosi' tristi? :))))

Anonimo ha detto...

Spero che il Buon Paolo prenda un Granchio, ma stà bomba "elettronica" gira in rete e non solo da 2 anni vedete: http://www.repubblica.it/tecnologia/2009/05/10/news/2012_allarme_nasa_black_out_sulla_terra-1823508/

Mah, a me sa tanto di millenium bag, altra clamorosa cagata che a momenti manda in panico milioni di persone!!!!! Chissà...vivremo e vedremo...e poi ci adatteremo...se accadrà d'inverno dovremo coprirci...ma almeno il cibo si conserverà all'aperto...e i bisogni potremo farli in girdino senza che il caldo renda la puzza intollerabile...(già perchè anche le fogne vanno a corrente e se salta....altro che isterismo, saremo invasi dalla M.......)

S.

Anonimo ha detto...

Anna , a te andrebbe di farmene una allegra ?

Anonimo ha detto...

@anonimo 11 ottobre 2011 13:52

Sai dare un link per l'immagine?


Grazie.

Mi illumino d'immenso ha detto...

x ANONIMO 11 ottobre 2011 13:01

che blatera: "Ben venga il caos, perchè l'ordine non ha funzionato!"

Ma quale ordine?? quello che c'è stato finora era un "caos organizzato"....come quello che alberga nella tua testolina, a quanto pare...
Il Black-out ce l'avete in testa, VOI, Adelphi della dissoluzione che non siete altro...

Mi saluti Roberto Calasso quando lo vede. Vogliate, entrambi, gradire le più sentite condoglianze per i morti che avrete fra le vostre fila...

Anonimo ha detto...

Mamma mia che battutona(la tuta extralarge di batman)!!

Anonimo ha detto...

@ anonimo 11 ottobre 2011 18:11

La foto con le 13 rose rosse è sul quotidiano cartaceo (ripeto a pag. 21 del 10 ottobre), purtroppo non c'è un link sul sito on line di Repubblica che mostri l'articolo pubblicato. Ripeto la segnalazione che credo meriterebbe un approfondimento di Paolo:

Vi segnalo una foto molto inquietante pubblicata ieri, lunedi 10 ottobre, su Repubblica a pag. 21. A commento di un articolo sulle morti sul lavoro, nella foto (molto in evidenza) si vede un mazzo di 13 rose rosse (una delle quali presenta un gambo spezzato con la rosa inclinata in primo piano) spuntare da un elemetto giallo con sullo sfondo un grande cartello con la scritta "Vietato l'ingresso ai non addetti ai lavori" con una grande mano nera e una sagoma di un uomo inscritta in un simbolo di divieto.
Chiedo a Paolo e ai più esperti di questo blog: che ne pensate?

Anna ha detto...

Anonimo @16:35

Prima devi mettere su un'agenzia di pompe magne :)))

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

X CDD PAOLO FERRARO:

Ho letto la prima parte dell articolo
su Xtimes, di Erica Perucchietti, che ne seguiranno vari parti,a quanto pre
sumo, di cui lei ha messo a disposizione i file da visionarli, sicuramente ne verra fuori un bel servizio conoscendo la bravura della Perucchietti in questi casi come ha fatto con il libro su obama.
Io non avevo capito che la questione riguardava la sua compagna,accidenti che storiaccia strana, peggio di una cimice in casa, gli hanno affiancato a sua insaputa.

X ANNA:
Minchia mitica la battuta fatta nel post del 11/10/11 ore 14:32

marcelo mariani ha detto...

@ Anonimo delle 13,01, circa la pagina di Repubblica di lunedì 11 con la foto a suo dire "molto inquietante" di una mano e di un mazzo di fiori rossi posti in un cantiere in prossimità del luogo che ha visto un incidente mortale, per cominciare provo a suggerire quanto segue:
Mi pare che quei fiori della foto scattata presso un luogo di morte di lavoratori non siano rose ma garofani rossi e in numero non di 13 ma di 16 – 1 spezzato = 15
La numerazione della pagina che provo a comporre è la seguente:
Lunedì (1) 10 ottobre 2011 a pag.21Cioè 1 10 10 2 11 2 1
numeri della pagina di giornale
1 1 1 2 1 1 2 1 = 10 = 1
i numeri della foto
nella stessa pagina,
per i fiori sono 16 – 1 = 15 = 6
e per la mano (nel cartello di cantiere - segnale di stop - una barra divide le dita di una mano togliedone uno
sono 5 – 1 = 4
6 e 4 = 10 = di nuovo 1
1 e 1 costituiscono una coppia
ma una coppia che qui significa
di nuovo morte
e lacrime di sangue
(garofano rosso)
un’accoppiata di morte
tra vittime del lavoro (gli operai)
e vittime del sistema (i cittadini che portano i fiori)
ma RR (Rosa Rossa) è 16 16
che qui però è 16 – 1 = 15
e 16 – 1= 15
il garofano rosso
era il fiore di Craxi
di cui il cavaliere è tra l’altro
l’erede politico
la mano nera è annuncio
di stop al suo governo
(battuto poco dopo in aula)
i fiori sono gli anni (16) a suo tempo assegnati
(esclusi quelli della sinistra e sino al 2013)
al potere del cavaliere
meno uno reciso, il 2012
in cui è stabilito
che ci sarà la fine
del suo potere.
Secondo il metodo di decodifica
di Gabriella Carlizzi
e poiché altrimenti quella foto
senza didascalia parrebbe lì a casaccio,
ma Repubblica non è giornale
da utilizzare a casaccio,
come prima valutazione forse
questa lettura ci potrebbe stare.

Anonimo ha detto...

Brunetta è un alieno e ha ucciso il blog...

Anonimo ha detto...

@ Marcello Mariani:
Molto interessante la sua lettura, tutta politica e sulla quale concordo. In effetti, a guardare meglio la foto si tratta di garofani e il numero a me era sembrato 13. Ma sicuramente lei ha visto meglio di me. Però le chiedo, il garofano reciso annuncia solo la fine del percorso politico o altro? Avrà anche notato che nella pagina c'è la foto del presidente della repubblica. Grazie se vorrà ancora rispondermi.
Chiedo ancora a Paolo Franceschetti cosa ne pensa.

marcelo mariani ha detto...

@ Anonimo delle 10 del 12 ottobre – Bèh, ma la foto di Napolitano che interviene sulle stragi nei luoghi di lavoro conferisce autorevolezza assoluta a tutta la pagina e quindi anche al senso della foto, alla foto in questione posta lì con grande evidenza e, faccio ancora notare, senza didascalia, lasciandone cioè “libera” la lettura. Così come con la foto di un nudo o di un paesaggio o di un’opera d’arte parlano da sé.
Ma qui la foto è inoltre uno Stop! in piena regola, il cartello segnalatore d’obbligo in ogni cantiere, e un mazzo di garofani rossi disordinato e identico a quello che a Craxi piaceva appoggiare lì di traverso davanti a sé sul leggìo del podio quando pronunciava i suoi famosi discorsi.
E concludo, ma che c’è oggi di più rilevante nella nostra cronaca e attualità della fine di un percorso politico come quello del cavaliere?

Anonimo ha detto...

Senza considerare,oltretutto, che senza elettricita'non potremo comunicare restando isolati;ed e' un grosso problema ....

Mi illumino d'immenso ha detto...

x ANNA

Non per fare il guastafeste, sia chiaro, ma se il discorso non si esaurisse con la SOLA crisi economica???

Tu suggerisci l'aperta campagna...
Ma se arrivasse una mucca geneticamente modificata nel tuo accampamento???
Ma se arrivasse una proposta di baratto da parte di un contadino che (non dico in cambio di una "pompa magna") in cambio dei tuoi ottimi fagiolini, ti desse patatone OGM che producono allucinazioni peggiori degli scritti di Lilith...??

Ma se un asteroide della grandezza della spocchia di Andretta si precipitasse dritto-dritto sulle tue leguminacee...???
(Questa sarebbe una catastrofe che al confronto, quella di Atlantide é come stare sull'otto volante)

Ma se un pugno di marziani capitanati da White Wolffff prelevasse tutte le tue gallinacee (compresa Lilith) lasciandoti sola a mangiare cavoletti di Bruxelles per altri mille anni???
Non sarebbero cavoli amari???

Queste PROBABILI eventualità le hai valutate??

E, infine: senza luce, ti mancherebbero i tuoi bloggari o sarebbe l'unico vantaggio del N.W.O.???

Con affetto, tuo M'illumino d'immenso

Anonimo ha detto...

Paolo, ho cercato informazioni sul black out della California : sembra che sia stata colpita San Diego e parte della California , che l'errore sia stato umano e che il black out non sia durato giorni come scrivi ma soltanto una giornata.
Qua il link :
http://www.repubblica.it/esteri/2011/09/09/news/blackout_in_california_un_errore_umano-21427916/

Ammetto che leggendo il tuo articolo m'è venuto un colpo, specie per questa storia della sospensione dell'energia elettrica.
Va bene la crisi economica, va bene la dittatura mascherata, ma spero che almeno su questo tu stia sbagliando.

Anna ha detto...

@ M'Illumino D'Immenso

So che sei volutamente scherzoso e ironico, ma ti rispondo lo stesso :

E' chiaro che il discorso non si esaurisce con la sola crisi economica, quello e' solo l'inizio, ma fare qualcosa o provarci e' sempre meglio che starsene li' a guardare il mondo scoppiare, no?
La mia e' una soluzione temporanea, o meglio vuole essere un'alternativa per cominciare ad abituarsi all'idea che presto non avremo manco gli occhi per piangere, figuriamoci il lardo di Colonnata e i jeans di Versace, per cui tanto vale iniziare subito con il cambiare le nostre priorita'. Rendera' meno doloroso il botto finale.

L'unica soluzione e' un risveglio collettivo in cui io pero' non credo, perche' sono convinta che ognuno di noi sia ad un diverso livello di evoluzione della coscienza, per cui io voto per la salvezza di chi e' piu' avanti ( e non ci includo me stessa, sia chiaro), e puo' ricostruire un pianeta diversissimo da quello di ora, lavorando per il bene comune, e l'allontanamento in dimensioni inferiori o uguali a questa per chi campa di shopping e Grande Fratello.

Come punizione l'Alessia Marcuzzi per l'eternita' mi pare abbastanza dura, che ne dici? :))

P.S. Lilith una delle mie galline?!! Oddio no!!, con lei tutte le altre smetterebbero di fare uova, con 'sta storia del femminismo :))))

Anonimo ha detto...

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7277

Un viaggio appassionante nelle culture, nel tempo e nello spazio alla ricerca dei simboli – pigna e occhio – legati alla ghiandola pineale: dai Sumeri all’antico Egitto, passando per le rappresentazioni del Buddha, di Shiva e del potere papale. Per finire con un’affascinante ipotesi: un’iniziazione di massa causata dal risveglio della pineale a opera dell’inversione del campo magnetico terrestre...

Anonimo ha detto...

@ M.I.D.I.& Anna. Fate una brutta accoppiata perdente di RISENTITI voi due...unite i vostri orticelli...se non l' avete già fatto :-)).E accanitevi come d' abitudine con battutine del cazzo e volgari, tanto per me sono solo CONFERME di quanto io stia in alto e voi in basso...CAROGNETTE !!! L' invidia è un tarlo che non ti lascia vivere, Anna; dovresti chiedere al tuo GALLETTO di soddisfarti un pò di più, così ti calmeresti e non vedresti il sesso anche nelle.....agenzie funebri. Certo che se neanche tu ti piaci....la soddisfazione è irraggiungibile !!! Vi consiglio molta camomilla. Lilith

Anna ha detto...

Il numero dello psicanalista reichiano Lilith, non dimenticare...o t'ha mollata pure lui? :))
Ragazzi ditele che e' brava, bella, bona, profonda, super intelligente e soprattutto femminista senno' poi s'incazza e viene di notte a infestarvi la casa :))))
Sei talmente prevedibile e scontata che manco regalata ti si pigliano, e alla tua veneranda eta' certo e' un problemone :)))

Chissa' le risate che si stanno facendo Paolo e Stefania, ad approvare 'sti post....:)))

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

ANNA-LILITH:

Siete uno spasso,io sicuro che me
le faccio delle grosse risate,siete
un tocca sana x il mio spirito,
l importante e non scadere nel becero volgarismo.

Cosi diverse e cosi simpatiche,
siete due donne incredibili.

CIAO, CON TANTA STIMA.

Anonimo ha detto...

@ Anna.-----"....manco regalata te si pigliano...alla tua veneranda età"--------E QUANDO MAI CI SIAMO CONOSCIUTE PER SUPPORRE LA MIA ETA' ?!? SAPESSI INVECE IL SUCCESSO.....NON SUPERERESTI LA NOTTE !!--------------- "chissà che risate si stanno facendo Paolo e Stefania......."-----AHAHAHAHAH!!! PER I MIEI E' PROBABILE, SONO IO LA PRIMA A RIDERNE, ESSENDO COSI' GRAZIOSI !! PER I TUOI...? UHMM, TROPPO TETRI E PESANTI...LO DUBITO !! Lilith

cessi ha detto...

Padania Libera!
La Secessione è vicina!

......................./¯/
....................../../
.............../¯/¯/../¯¯\
..............|..'...'..'..|¯\¯|
..............|............¯../
...............\..........._/
................|.........|
................|.........|
................|.........|
................|.........|
............../|..........|
............/..|..........|
...........|...|..........|¯\¯\¯\¯\/..
............\..\...........\_|_|_|_|..
..............\_\........................
...................\.....................

"Infatti la demenziale risposta non tiene conto del fatto che noi, di fatto, siamo già in una dittatura (infatti sono anni che non possiamo scegliere i nostri governanti e che destra e sinistra perseguono le stesse politiche alla faccia della volontà popolare) e che l’UE è già una dittatura (infatti la gente non conosce neanche il nome dei componenti delle istituzioni europee e il contenuto delle leggi che emanano; mentre la BCE è fuori dal controllo di qualunque stato e può imporre la sua politica monetaria come vuole)."

e io che pensavo che i poteri forti in questo periodo stiano facendo di tutto e di più per buttare giù Berlusconi e Bossi perché non vogliono svendere le nostre imprese e beni pubblici come fece nel 1992 la sinistra sul Britannia; menomale che è arrivato Franceschetti a darmi una svegliata.

per quanto riguarda la UE... che dire, è una dittatura talmente dittatoriale che coloro che l'hanno creata dicono che è destinata a cadere; lo dicono, fra gli altri, politici importanti come Van Rompuy e la Merkel, e meno importanti come il passeggero del Britannia Beppe Grillo: <>

Conte Senza Palazzo ha detto...

Riguardo al rudere da ristrutturare con entusiasmo, come dice Anna, in linea teorica sarei d'accordo. Mi dispiace fare il solito pragmatico, ma nella realta' il rudere costa un sacco di soldi gia' di suo. Perche' il rudere e' di moda gia' da un paio di decenni e i prezzi di qualsiasi ammasso di pietre su un qualsiasi campo spelacchiato e lercio costa quasi sempre un'esagerazione. Poi c'e' la ristrutturazione, che non si puo' piu' fare in economia, facendosi aiutare da parenti e amici come una volta. Non a caso in Italia, patria della burocrazia tanto amata da molti come una mamma, e' illegale farlo. Per stare in regola senza che il burino invidioso vicino di fondo vi denunci alla forestale bisogna come minimo:
1) Chiamare un architetto e fargli fare un progetto di ristrutturazione.
2) Sottoporre il progetto all'approvazione del tecnico corrotto del comune.
3) Sottoporre il progetto alla corrotta sovrintendenza regionale se quelle infami quattro pietre sono piu' vecchie dell'altroieri.
4) Sottoporre il progetto alla corrotta commissione provinciale del genio civile che vi sorteggera' e verra' a fare i controlli (guardacaso a voi si, al vicino burino no).
4) Pagare l'architetto per fare il direttore lavori: voi non lo potete fare piu' in proprio, guardacaso ora e' illegale.
5) Pagare l'enorme spesa di ristrutturazione alla ditta che, specialmente se in zona lontanamente sismica (99% dell'Italia) tocca i mille euro a metro quadro; se bisogna rifare il tetto ventilato a travi, molto di piu'. Se c'e' ristrutturazione e progetto approvato dovrete pagare un'impresa edile, e' illegale farsi i lavori da soli (si possono fare solo, per ora, per manutenzione ordinaria).
6) Pagare l'architetto per fare il nuovo accatastamento che aumenta la rendita catastale quindi le tasse (se non lo si fa e si viene beccati sono dolori).
7) Il fotovoltaico, per un piccolo impianto da 3 KW, costa minimo 11.000 Euro. Gli incentivi sono diminuiti e finiranno.
8) Far passare almeno due anni perche' gli adempimenti burocratici di cui sopra seguano il loro "iter" (parola amata dai burocratofili): nel frattempo, mentre i quattro sassacci saranno ulteriormente delavati dalle intemperie e il tetto crollera' definitivamente, pagherete le rate del mutuo come se ci gia' ci abitaste, nel vostro rudere.
9) I lavori di ristrutturazione, che la vostra impresa spennapolli prevedeva di finire in sei mesi, dureranno altri due anni.
10) L'impresa alla fine sicurtamente vi spillera' un 30% in piu' rispetto al pattuito per le spese "in corso d'opera".

Personalemte per il momento, anche se vorrei anch'io la mia casetta nel bosco, ho optato per un compromesso: casetta in borgo medievale solo da rifinire (fatto da me) e piccolo orto annesso. Ovviamente con contorno di stile di vita anticonsumista.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

X CONTE SENZA PALAZZO:

Dimmi un po e x una YURTA, quanta
burocrazia bisogna digerire?

Antonio ha detto...

salve, sono un ragazzo di 18 anni che segue con molto interesse il suo blog, le vorrei chiedere come concilia la visione economica di Barnard con la sua? mi spiego meglio: probabilmente avrà letto il suo saggio "il più grande crimine" dove smonta la teoria del signoraggio, e parla della piena occupazione, di politica economica ecc. ecc. cosa ne pensa? aspetto una sua risposta grazie.

Mario Salvemini ha detto...

Marcello mariani

Sinceramente la numerologia è roba pù semplice e complessa nella sua codificazione... Mi pare arbitraria e fallace, sembra per forza che vuoi riportare quello che tu carichi di signficato ad un obiettivo premeditato, nel senso che mi pare forzata, sinceramente... Comunque il governo arriverà fino a quasi fine legislatura, chi se lo piglia a mano in questo periodo?

Anonimo ha detto...

se sono vere le previsioni che settimana prossima crasha l'economia allora oggi è previsto che cade il gov...

ciao

Conte Senza Palazzo ha detto...

La Yurta potrebbe essere una soluzione, essendo una struttura mobile. Ma non e' detto, il tecnico corrotto del comune potrebbe considerarla invece una struttura semi-fissa, come una casa prefabbricata, per cui ci vorrebbe una concessione edilizia come per qualsiasi nuova costruzione (ancora peggio che ristrutturare).
In piu', nella Yurta non c'e' il bagno.
Insomma, trovano sempre il sistema di metterlo nel... Tukul!

Anna ha detto...

@Conte

Hai ragione ma come hai ben detto tu il compromesso si puo' trovare. Poi quello che va di moda non e' tanto il rudere in se' quanto le aree geografiche credo.
Uno prova a fare qualcosa, se poi la catastrofe lo coglie e' chiaro che almeno ci ha provato, sempre meglio che restare a guardare il mondo crollare crogiolandosi nell'ignavia. Il contorno di vita anticonsumista e' il dettaglio piu' importante, ed e' forse cio' che salvera' una fetta di popolazione mondiale non piu' schiava di bisogni indotti, mentre gli altri affogheranno nei loro stessi beni materiali del tutto inutili, ma soprattutto finiranno vittime dei loro stessi demoni, quelli che lo shopping selvaggio non gli ha mai sconfitto.

Io poi vivo al presente, al futuro non penso perche' non esiste, e il mio presente e' una vita felice e serena in campagna, con le persone che amo, i nostri deliziosi animali e l'incanto della natura a fare da cornice al tutto.
Dovesse finire tutto domani, avremo avuto tutto questo, e non e' poco Conte, penso tu sia d'accordo.

@Lilith

Ma come, non eri tu quella che mi ri-conosceva sul blog di MDD? Sei da ultimo stadio. Quale delle tue personalita' multiple stava scrivendo ieri sera? Psicanalisi a quintali, darling, altro che sesso (e mi raccomando la contraccezione, eh !!).

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

AH Conte S.P., sempre a schiffio finisce,
ma come sta storia, che ha sempre lo
stesso finale?

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

X ANTONIO:

Anche io ho letto il saggio di Barnard pero solo le prime 16 pag,
poi o lasciato perdere.

Come si dice a Bologna gli e sfuggito
UN QUEL.

Anonimo ha detto...

@ Anna. Hai esaurito le argomentazioni....già SCARSE e SCADENTI...Su da brava, non forzare che altrimenti ti sminuisci senza neanche il mio contributo. Piuttosto, fai cosa utile e vai a raccogliere i fagiolini per il galletto...che può darsi si decida a gratificarti stasera !!! Lilith

Conte Senza Palazzo ha detto...

Anna,
D'accordo, a parte i miei scehrzi (che poi scherzi non erano piu' di tanto) quello che dici non e' poco, anzi e' moltissimo, direi tutto.

Anna ha detto...

C'e' chi coglie fagiolini, mangia bio da Dio, e chi va in cerca di cetrioloni...che non trova.

Lilith, mica e' colpa tua, ma di chi ti da il pc in mano durante l'ora d'aria.
Ora, non per criticarti, il che viene facilissimo visto che proponi da circa un anno e oltre qui a e da MDD le stesse boiate su patriarcato (ma che t'hanno fatto 'sti poveri uomini, boh), femminismo, liberta' di abortire (du' palle al quadrato), ma sono discorsi da vecchi sfiancati e sconfitti, in un momento storico e quantico che merita la tabula rasa totale di concetti limitati e ristretti che ci hanno imprigionato per millenni.
Ricominciare da zero, proprio.

Per carita' tieniti i tuoi sogni di gloria e liberta' che io me ne sbatto, meglio cambiare completamente pianeta e dimensione in qualunque modo che continuare a sentire ancora 'sta fuffa ammuffita da sessantottini sinistroidi pieni di bile.
Il sistema con questi discorsi e 'sti schemi mentali ci sguazza e continuera' a sguazzarci sempre di piu', visto il livello agonizzante dei neuroni di tanti.

Andiamo veramente oltre, cominciamo a cambiare percezione e prospettiva e non ci saranno crisi che tengano. C'e' talmente tanta crisi dentro ognuno di noi che ve state a preoccupa' di quella mondiale? Ma per piacere.

@Conte

Lo so, e la mia stima per te e' imperitura, come gia' sai.

Mi illumino d'immenso ha detto...

x Antonio e per tutti

Guardate che è inutile che rivolgete domande a Paolo Franceschetti.
Non vedete che non risponde più??
Non c'è nessun suo commento dopo questo articolo e, altrove, ci sono decine e decine di domande inevase, validissime, senza risposta.
E' evidente che si è rotto i coglioni degli insulti che si becca ad ogni articolo.

La mia non è una critica a Paolo, sia chiaro, ma una semplice constatazione.
Si è rotto i coglioni perchè in tutte le persone vi è una soglia critica di sopportazione, che già, prima Solange, poi la stessa Stefania (che non risponde da secoli ormai, tranne qualche precisazione burocratica)
ed adesso Paolo, hanno superato.

Dispiace, ma come non comprendere un simile atteggiamento??
Voi sapreste fare di meglio??
Ad ogni articolo, segue, puntuale il diluvio di spazzatura indifferenziata...
Certo che se non si è liberi di affermare alcunchè perchè si va incontro alla distorsione sistematica, alla provocazione calcolata, all'offesa cretina di decine e decine di bloggers quasi tutti anonimi (xchè non hanno neanche il minimo coraggio di firmarsi con un nick per non perdere il prezioso attributo di "bestia" disumana), allora ben venga il ritiro e il limitarsi (finchè se ne ha ancora un minimo di voglia) al "semplice"
articolo, dietro il quale (non si dovrebbe mai dimenticare) si celano mesi e mesi di studi e ricerche.

Io più volte ho preso posizione e l'ho difeso, intestandogli pure il mio nick ("mi illumino d'immenso con gli articoli di Paolo" è la dicitura completa), ma anche coloro che non fanno doppi giochi o lottano per la verità sono spesso troppo tiepidi, rilassati e non esprimono quasi mai un sentimento o una parola di
conforto, com'è possibile questo?

Non ci sono e non ci saranno molti spazi di scambio democratico come questo, chi non sviluppa sentimenti di unità con il prossimo in che cosa è diverso rispetto a quelli che critica??
Io ho cercato il dialogo persino con Lilith, almeno c'ho provato.

Riflettete una buona volta...Gli altri sono una parte di noi, si può dissentire ma oltre non si DEVE andare.
Contano più i sentimenti o le chiacchiere quand'anche esprimessero i più alti valori??

Anonimo ha detto...

PERDINCI, Anna, MI SPAVENTI !! Meno male che non ti conosco perchè dimostri TENDENZE alquanto PERICOLOSE. Fra te e C-Attivissimo non so chi mi farebbe più "piacere" incontrare, di notte, in una desertica strada. Ad ogni commento spari solo sfilze di insulti inappropriati e gratuiti; nell' ultimo, addirittura mi dai della GALEOTTA !! vedi che ti mancano gli ARGOMENTI !?! ti avevo suggerito di non forzare, cercando di sostituirli ISTERICAMENTE con insulti ti dai la zappa sui piedi !! Sei un MACIGNO, ACIDA Anna, pesante come OLIO MINERALE !!! Capisco perchè sostieni OSSESSIVAMENTE che vuoi "radere tutto il MONDO al suolo"....mica per ricostruire il meglio ( questa è la scusa per rendere digeribile il concetto ! ), che NEMMENO sai cos' è, se non le quattro menatine qualunquiste che COMPARTI con gli STRAMBI e STRALUNATI Idem e ZN, da te tanto ammirati ( SIC ! )e che ripeti per giustificare il SADICO e VENDICATIVO "SOGNO" che COVI nella tua SCOMBUSSOLATA testolina. Lilith

Giorgio Andretta ha detto...

Mi sto scompisciando dalle risate con il Tu-kul, egr. Conte S.P.
Complimenti.


Totalmente irricevibile il suo commento rivolto a tutti, egr. Mi ill.
Quindi se lei scrive delle sesquipedali e più che iperboliche baggianate non dovrei rimarcargliele?
Ma mi faccia il piacere!!!!!!!
Non discuto mai sul prisco credo di ognuno ma se pervicacemente insiste nel sostenere delle marchiane e grossolane ciofeche dovrei astenermi dall'evidenziarle?
Forse lei è abituato a misurare tutto e tutti con il suo personale metro, ma quando si scende nell'agone sociale è d'obbligo usare quello comune, quindi non può sostenere che il sole albeggia ad ovest, o che l'area del quadrato è il prodotto del raggioxraggio per pi greco, o che l'Islanda si trova nelle vicinanze della Terra del fuoco. Nelle citate evenienze due sono i casi: o si sta prendendo gioco dei suoi lettori (ciò è estremamente irriguardoso) o è completamente sfornito di acetilcolina.
Dal momento che nemmeno lei ha risposto alla mia ultima sfida circa le più che inesattezze empiriche contenute nel post, mi autorizza ad ogni conclusione.
Considerando che il Franceschetti è il padrone di casa, presto farebbe a non accettare commenti anonimi e, alla stessa velocità, pur non esercitando l'approvazione preventiva di quelli firmati, facilmente potrebbe cestinare tutti quelli che esorbitano dalla netiquette, dall'etica e dal rispetto sociale; pochi ne sopravviverebbero o passerebbero indenni a detta tagliola.
Ad majora.

Antonio ha detto...

x m'illumino d'immenso
la mia non voleva essere assolutamente una critica (è la prima volta che commento da quando seguo il blog) ritengo che la mia sia stata una domanda interessante, anche perchè stimo entrambi,sia Barnard che Franceschetti e penso che a tutti interesserebbe sapere come la pensa in merito Paolo, tutto qui. Detto questo spero che possa rispondere perchè non riesco a conciliare le toerie di entrambi, nonostatante siano tutte e due razionali e logiche.

BEPPE-BOLOGNA ha detto...

X ANDRETTA:

Ma AD MAJORA, che vuol dire,x caso
VAI ALLA MALORA.

Cosi x mia curiosità.

CIAO.

Anonimo ha detto...

salve. artcolo interessante, ma non penso che le cose andranno così...almeno non sicuramente.
ci sono diverse forze in campo e non tutte vogliono andare nella stessa direzione.
fg

Anonimo ha detto...

@ fg. Anche io credo ci siano diverse forze in campo ma non mi sembrano abbastanza potenti; a meno che non stiano progettando qualcosa....che io non sono in grado di vedere. Però i dati constatabili non sono di buon auspicio, anzi !! Lilith

Anonimo ha detto...

PER IL MIO OMONIMO fg, E PER TUTTI GLI ALTRI LETTORI SUGGERISCO LA LETTURA DI QUESTI ARTICOLI:

http://landdestroyer.blogspot.com/2011/02/real-revolution.html

http://landdestroyer.blogspot.com/2011/03/
naming-names-your-real-government.html

http://landdestroyer.blogspot.com/2011/03/
globalists-worst-nightmare.html

http://landdestroyer.blogspot.com/2011/01/
alternative-economics.html

http://landdestroyer.blogspot.com/2011/02/
founding-fathers-didnt-drink-british.html

E TANTI ALTRI SU: http://landdestroyer.blogspot.com

"BELIEVE IT OR NOT, GROWING YOUR OWN FOOD OR VISITING YOUR LOCAL FARMERS MARKET IS MORE REVOLUTIONARY AND CONSTRUCTIVE
THAN BURNING DOWN YOUR OWN CITY AND KILLING SECURITY FORCES."

caro ononimo, scegli un'altra firma o qualcuno ti scambiera' per me!
BACI A TUTTI!

Anonimo ha detto...

/¯/
/ /
/¯/¯/../¯¯\
| ¯\¯|
| /
\ /
| |
| |
| |
| | Me ne frego

Anonimo ha detto...

...Ma questo articolo non è di Franceschetti!
Perchè non viene indicata la fonte?

Stefania Nicoletti ha detto...

No, anonimo. L'articolo originale è di Gargamella. Ci siamo dimenticati di citare la fonte. Speriamo che non si arrabbi e che non ci scateni contro Birba.

Anonimo ha detto...

....Chiedo scusa, ho letto lo stesso articolo tempo fa su un altro sito e non era indicata la fonte e quindi ho pensato...
La cosa mi rincuora molto, continuerò a seguirvi.
Capirete che per noi poveri uomini,affamati di verità, la ricerca di attendibilità nelle fonti è fondamentale!
Birba può attendere...
Ancora "Mi scusasse!"

Anonimo ha detto...

@ Paolo:
ottimo articolo.
Mi permetto di aggiungere che, a mio modesto parere, il N.O.M. o the N.W.O. e' gia' stato instaurato a partire dal 2001.
Se vogliamo vedere e non guardare la realta', essa e' piena di segni, proprio davanti ai nostri occhi, a dimostrazione di quanto affermo.
"pur vedendo non vedono, e pur udendo non odono e non comprendono"
FG

Anonimo ha detto...

concordo in tutto ma devo segnalare un'inesattezza sul versamento alla Cassa forense:
- sono circa 2400 euro come contributo minimo annuale corrisposto a forfait (solo per il fatto di essere avvocati insomma);
- contributo soggettivo del 12% sul netto Irpef;
- contributo integrativo del 2 o del 4% sul volume IVA;
- contributo per prestazioni previdenziali e per maternità decisi annualmente.
Inoltre, per poter esercitare, occorre l'iscrizione annuale al Foro, che mediamente è di euro 211.
A questo aggiungete l'obbligo di aggiornamento professionale, ... cui conseguono altri dispendi in corsi, libri, etc.
Al cliente, in parcella viene addebitata l'Iva ed il 4% come contributo alla Cassa forense; ... il resto grava interamente sull'avvocato.
Quanto alla crisi non si immaginano gli effetti dell'abolizione degli ordini professionali e dei consigli avvenuta quest'estate, ... QUI sta il vero caos che si verificherà nel 2012 se non provvederanno ad una legge ad hoc.
Quanto al resto, non posso che unirmi ai complimenti: come sempre, magnifico :), Paola

Anonimo ha detto...

Ciao,

Allego il link di black out di grosse dimensioni avvenuto in Cile a settembre 2011 (forse è già stato postato) e altro 2008 Florida:

http://video.virgilio.it/blackout-elettrico-a-santiago__1180668012001.html

http://elettroblackout.altervista.org/index.htm

In teoria, almeno qua, sono presenti delle motivazioni ufficiali un po' meno fantasiose dell'albero caduto che ha messo al buio l'Italia nel 2003

Anonimo ha detto...

RAGA E MO SO MAZZI!
PENSO SAREBBE UTILE GUARDARSI STO VIDEO PER PRENDERE COSCIENZA DI CHI SIAMO E POTER CAMBIARE STA REALTA'!

Legge di Attrazione: ecco come metterla in pratica

http://www.youtube.com/watch?v=mw85Wz4EpCE

mariatere ha detto...

vorrei precisare,paolo, che l'unica regione che non ha patito il black out qualche anno fa è stata la sardegna

Anonimo ha detto...

Turchia: blackout, Istanbul al buio
Bloccate Istanbul e altre cinque metropoli del nord-ovest industriale della Turchia.
14 gennaio, 21:01 ansa

Anonimo ha detto...

DUE SONO LE COSE CHE I POTENTI NON POTRANNO MAI CONTROLLARE....LA NATURA .....E UNA RIBELLIONE UMANA

Anonimo ha detto...

vi consiglio un approfondimento su questi argomenti per comprendere anche la storia che ci ha portato (e come) a questa crisi che a ragion veduta è una crisi di pochi che ribaltano sugli altri l'assorbimento delle problematiche create... http://www.cronologiamondiale.it/index.php?title=Economia

Anonimo ha detto...

lecronsiIl black-out permetterá anche il blocco di Internet e delle altre comunicazioni fra i cittadini.
...vi sembra poco ?