domenica 21 agosto 2011

Alimentazione pranica. Domande e risposte.





Rispondo in un post unico alle domande che mi sono state poste in questi giorni in cui ero assente.


- Come si pone l’alimentazione pranica nella nutrizione dei neonati?
E’ impossibile saperlo per mancanza di studi specifici. Penso però, per quel che ho capito fino ad oggi, che l’alimentazione pranica possa essere adottata solo dopo alcuni anni di vita, riducendo progressivamente il cibo da assumere ma solo da adulti. E’ probabile quindi che i neonati abbiano bisogno di bere latte materno e di mangiare per i primi anni di vita.
Gli unici studi condotti in modo serio sono stati quelli che hanno dimostrato come mediamente i bambini che nascono in primavera sono da adulti più alti di quelli nati in inverno, rispetto ad una stessa zona geografica, il che indica che l’esposizione al sole nei primi mesi e anni di vita, aiuta lo sviluppo (cit. da “Guarire con il sole”, edizioni Macro).
Ci sono comunque genitori completamente breathariani: http://www.youtube.com/watch?v=m8YrXhMi2_Q

- Anoressia e nutrizione pranica.
Come ha detto molto bene Stefania, alimentarsi pranicamente significa assumere il nutrimento da fonti diverse dal cibo, come il sole, l’aria, la terra, tramite tecniche specifiche, come l’osservazione del sole o lo yoga. Gli anoressici invece non si nutrono per niente e la differenza è fondamentale. L’anoressico a lungo andare muore. Il pranico a lungo andare può anche ingrassare.

- Come la mettiamo con i posti dove c’è poco sole?
Qui occorre chiarire bene alcune cose.
Guardare il sole all’alba o al tramonto è UNO dei metodi, ma non l’unico. Ad ogni modo, non occorre guardare il sole tutta la vita. Nel sito Solar Healing c’è scritto che questa pratica deve essere protratta per 9 mesi e poi deve essere definitivamente accantonata. In un altro libro, di Arcangelo Miranda, ho trovato scritta la stessa cosa, con la precisazione che al termine del periodo di 9 mesi si consigliava di continuare a stare comunque ogni giorno per almeno un’ora all’aria aperta, di camminare a piedi scalzi, e di evitare di rinchiudersi in un ufficio o in casa per dodici mesi all’anno.
Chi non vede il sole tutto l’anno può provare con le tecniche specifiche di yoga.

- Come si combatte la discontinuità? E il sole va guardato all’alba o al tramonto?
Il sole va gardato o all’alba o al tramonto, ma pare che quello dell’alba sia preferibile.
Non è necessario guardarlo tutti i giorni; è possibile effettuare la visione in modo discontinuo. Il corpo capirà da sé quando è possibile diminuire il cibo e cessarlo, perché la sensazione di fame calerà con naturalezza, senza dover fare digiuni o sforzi particolari.


Ora due parole sulla mia esperienza personale, diretta e indiretta, rispondendo a chi mi chiede se ho smesso di fumare, se sono dimagrito, ecc...

Innanzitutto preciso che io non sono passato ad un’alimentazione pranica. Più semplicemente, avevo da mesi preso l’abitudine di guardare il sole per migliorare la vista e mi sono accorto che ho perso l’appetito e potevo non mangiare per giorni interi senza avere fame, svenimenti, e altre complicazioni; anzi, stavo benissimo in salute, e avevo migliorato efficienza ed energia.
Solo approfondendo le motivazioni di questo cambiamento ho capito che tutto dipendeva dal guardare il sole. Inoltre, siccome abito davanti ad una spiaggia, avevo preso da mesi l’abitudine, tutti i giorni in cui mi era possibile, di espormi al sole per prendere la cosiddetta tintarella. Non l’ho fatto per essere abbronzato, ma semplicemente perché mi sentivo meglio fisicamente e psicologicamente, al punto che spesso ho preso telefono, carta, penna, documenti, e andavo direttamente a lavorare in spiaggia.
Ho quindi collegato la perdita dell’appetito all’esposizione al sole.
Attualmente mangio ogni due o tre giorni, in genere un solo pasto, ma non sono dimagrito quasi per niente, perché in effetti mi rendo conto di mangiare più per gola o abitudine che per necessità. Nei giorni in cui non consumo pasti normali, bevo succhi di ananas o sgranocchio un po’ di frutta secca o pistacchi, ma più che altro perché non sono abituato a stare senza mangiare e la cosa mi fa una certa impressione.

Di recente sono stato ad un corso di yoga, a cui hanno partecipato circa una trentina di persone. Una donna, medico, mi ha detto che dorme ogni 72 ore, e non mangia praticamente nulla anche per decine di giorni consecutivi; quando mangia lo fa unicamente perché è in compagnia, ma dopo si sente male. Non era affatto magra, ma normolinea. E non aveva mai capito il motivo di questo suo strano stile di vita (condiviso anche dal marito, a quanto mi ha detto); si è sempre limitata a constatare che la maggior parte delle teorie alimentari sono cazzate, ma senza aver mai approfondito l’argomento.
Un’altra persona, sportiva professionista, mi ha detto che, contrariamente a quanto dice la scienza alimentare, le migliori prestazioni le ha sempre avute dopo almeno un giorno di digiuno.
In generale, ho esposto a tutti i presenti quanto so dell’alimentazione pranica, e alcune persone mi hanno confermato (e consigliato) gruppi che da decenni praticano questo tipo di alimentazione; una persona che ha viaggiato in India ha detto che ha conosciuto una comunità dove si nutrono in questo modo e guardano il sole tutti i giorni. Ma pare che ce ne siano altre in Italia (che non pubblicizzo perché non so ancora come la praticano e chi sono).

Quanto a me, non sono dimagrito, anche se per la quantità di cibo che assumo dovrei essere scheletrico; non ho smesso di fumare, ma devo dire che il punto è che non voglio smettere di fumare, in quanto fumare mi piace; è ovvio che, necessariamente, mangiando poco o nulla, finisco per fumare meno, perché il fumo lo collego spesso al piacere dopo aver mangiato o bevuto caffè.


Per quanto mi riguarda, questi articoli non hanno lo scopo di incitare ad alimentarsi pranicamente; io stesso non so se passerò a questo tipo di alimentazione o no; quel che è certo è che sarò felice anche solo di aver fortemente diminuito la necessità di assumere cibo, e sono contento anche dei risultati che ho raggiunto in data di oggi.
Lo scopo di questi articoli è invece quello di far sapere che molte teorie sul cibo sono errate, e che è necessario approfondire di più il tema dell’alimentazione e della salute in generale, essendo le teorie classiche della medicina ufficiale per lo più spazzatura.

Questi articoli non sono, cioè, un invito a passare tutti, e subito, all’alimentazione pranica, ma un invito a riflettere in generale sul sistema alimentare che adottiamo, per poter cambiare anche solo poche cose, ma in meglio.

E a coloro che profetizzano catastrofi, prevedendo schiere di adolescenti che cesseranno di mangiare, ha già risposto molto bene Stefania; aggiungo che questi articoli sono stati scritti in un sito (il nostro) che generalmente non è letto da adolescenti che ascoltano solo Mr Saxobeat e giocano alla playstation, ma in genere da adulti che sono abituati - si spera - a pensare, vagliare e riflettere.

Se non hanno mai considerato reato la pubblicità effettuata dai proprietari del McDonalds o della Nestlè o della Ferrero per pubblicizzare merendine artificiali e altre schifezze (pubblicità che tra l’altro viene guardata da bambini di ogni età e si instilla nel subconoscio in modo molto più potente di un articolo come questo), credo che non dovrebbero esserci problemi a scrivere che esiste anche la possibilità di nutrirsi pranicamente, con la dovute cautele e gli approfondimenti del caso.


Per chi vuole approfondire gli effetti del potere curativo del sole, oltre al libro “Il Codice della Luce” di Daniel Lumera (edizioni Anima), consiglio:

“Guarire con il sole”, di Richard Hobday, edizioni Macro;
“Lo Yoga del sole” di Omraam Michaël Aïvanhov, edizioni Prosveta.



101 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.giulianaconforto.it/Italiano/il_vero_sole.htm

ZN ha detto...

Beh, se proprio vogliamo dirla tutta, il Vero Sole è DENTRO NOI STESSI, lì dove è sempre "Giorno", dove non esiste dualità.

Quello nel cielo e/o quello al centro della Terra altro non sono che PROIEZIONI del Sole (dimentico e coperto da nuvole-pensieri) "nascosto" dentro di noi.

Conte Senza Palazzo ha detto...

Paolo Franceschetti scrive:
"Attualmente mangio ogni due o tre giorni, in genere un solo pasto, ma non sono dimagrito quasi per niente (...) Nei giorni in cui non consumo pasti normali, bevo succhi di ananas..."

Secondo le mie informazioni sull'indice glicemico degli alimenti, la ragione per cui Paolo Franceschetti si lamenta di non dimagrire nonostante non mangi quasi mai probabilmente risiede proprio nel succo d'ananas. Ammenoche' non si tratti di succo spremuto da ananas fresco (con la centrifuga, per intenderci), il succo d'ananas industriale, ancorche' ufficialmente senza zucchero aggiunto, e' pieno di zucchero. Il succo d'ananas in bottiglietta e' infatti prodotto con succo concentrato ricostituito. La concentrazione industriale del succo rappresenta una sua raffinazione. Gli zuccheri naturali dell'ananas vengono quindi concentrati e raffinati, producendo un indice glicemico uguale a quello del glucosio (pari a 100). Quindi, in sostanza, fanno ingrassare moltissimo, come tutti i carboidrati raffinati. Paradossalmente, e lo dico senza la minima punta di ironia, persino il vino rosso ha un indice glicemico inferiore al succo d'ananas in bottiglia. Quindi, forse del buon vino rosso, bevanda naturale, farebbe meglio e renderebbe piu' felici, specialmente a stomaco vuoto...

Anonimo ha detto...

come al solito non ci siamo, CSP non capisce e resta ancorato a chimica e meccanicismo, vabbè bisogna avere compassione non siamo tutti uguali.
Giustamente Paolo ha detto "la maggior parte delle teorie sull'alimentazione sono cazzate", il fatto di essere GRASSI O MAGRI non è mai assolutamente legato all'alimentazione quanto la medicina tradizionale e un po meno quella sportiva vorrebbero far credere *, come non è legata la ritenzione idrica o la pressione alta alla ecessiva assunzione di cloruro di sodio (i morti negli interrogatori di polizia sarebbero centinaia), le motivazioni del perchè uno sia grasso o magro sono molto più legate ad aspetti psicologici sia di sviluppo spirituale, si tende a ingrassare molto dopo schock emotivi, rovesci finanziari (paura della fame, quindi il corpo diventa avido e ritiene il piu possibile), dopo che si hanno avuto lutti e questa cosa persiste se non si riesce a elaborarli bene, in determinate fasi di costruzione dei corpi sottili oltre a quello fisico ci sono modificazioni importanti che possono cambiare la struttura corporea almeno temporaneamente, varie categorie di persone hanno sempre lo stesso aspetto esteriore, i mistici sono magri come chiodi, i vampiri psichici sono piccoli tendenti al nero e magri, i politici hanno tutti o quasi la panza come i commendatori e altre posizioni di potere e via discorrendo.
Ho conosciuto persone che pur senza pubblicizzarlo mangiavano talmente poco da impressionare ed erano capaci di digiuni di oltre 2 mesi ed erano abbondantemente sopra i due metri e oltre i 100 kg di muscoli, questi oltre ad avere interessi di tipo spirituale che li avevano portati a determinate pratiche facevano anche lavori fisici e non erano scribacchini da 8 ore su una sedia.

* per dimagrire prima andai dal mio medico fuffo e mi disse una montagna di cazzate, dopo mesi di alimentazione con le calorie contate col bilancino mi chiesi come mai i culturisti sono magri e muscolosi, mi interessai alle loro diete e candidamente mi dissero che se volevo dimagrire DOVEVO MANGIARE PER IL MIO PESO E STATURA almeno 4500 kcal contro le 800 che presciveva il mio medico.
le teorie alimentari sono TUTTE meccanicistiche (o meccaniche per dirle alla gurdijeff) quindi è valida anche q1uella che dice quanto con l'età si tenda a ingrassare semplicemente perchè la bocca è più grande dell'ano.
per più di 20 anni ho lavorato in cantieri stradali et similia (tiefbau) in germania austria italia ecc, sempre all'aria aperta sempre alle intemperie, l'estate 10 ore minime di sole, l'inverno era divertente non soffrendo praticamente nulla il freddo girare in pantaloni estivi e t-shirt guardare la gente sbigottitav che mi osservava da sotto pelliccie cappotti e quanti di lana, mangiavo pochissimo ero magro con una forza sufficiente a stendere tori a pugni e credo di aver fatto in tutto una settimana di malattia in quel periodo, cambiato lavoro e cambiata mansione soprattutto lavorando al chiuso la salute è cambiata drasticamente.

Bellissima l'idea di mettere il video sul saluto al sole, ci tengo però a far presente a chi non conoscesse lo yoga che quella posizione va fatta con molta più forza e velocità che nel video, è una pratica estremamente energizzante e coordinando respiro e movimento da risultati notevoli, come sforzo e quivale tranquillamente a fare delle serie di flessioni sulle braccia o delle serie di pesi, oltre ad avere un beneficio psicologico e spirituale da anche una granse mano a mantenersi una certa massa e tonicità muscolare.

tengri

Anonimo ha detto...

Al di là della singola questione, su cui resta molto difficile farsi un'opinione informata (visto che a quanto pare nessun breathariano è disposto a fare vera chiarezza), credo ci sia nelle vostre posizioni una debolezza, fatale, di fondo.

Questo è il paradosso della scienza alternativa (la chiamo così giusto perchè sono rispettoso): se la scienza "ufficiale" si trova in difficoltà a spiegare qualcosa ADESSO, automaticamente viene considerata come INCAPACE di spiegarlo IN ETERNO. Lo spiritualismo, al contrario, ha sempre una risposta pronta. SEMPRE.

La scienza è un processo di accumulazione, e non un blocco unico come si cerca di rappresentarlo qui. E' un'attività umana che punta al FUTURO. Al contrario, le "teorie" spiritualiste indicano la risposta sempre nel passato, ammantandosi di quel fascino che hanno le cose nebulose e garantite dall'autorità di un qualche antenato. Sono, cioè, una forza retrograda.

Un esempio di questo atteggiamento sei tu, caro Tengri: spari sentenze molto nette (la tua "spiegazione" dell'ingrassamento, ad esempio) basate sulla pura esperienza personale o, peggio, sul sentito dire. A chi devi dare conto quando affermi ciò che affermi? A nessuno, esattamente. Hai la tua posizione, e da lì non ti schiodi manco se cala Cristo.

La scienza, al contrario, è per natura DIALOGO: la sua storia lo dimostra ampiamente e chiaramente. Quindi tu, come tanti altri, siete in realtà conservatori e reazionari.

EMANUELE PAVONE

Francesco ha detto...

Grazie per l'articolo chiarificatore Paolo. In merito ho bisogno di qualche chiarimento in più per poter meglio comprendere il tuo percorso.
1 _ Non hai specificato quanto tempo rimanevi a guardare il sole (immagino che volevi applicare la metodologia Bates)
2 _ in che ore osservavi (osservi) il sole. All'alba, al tramonto, nelle ore di punta?
3 _ Come osservi il sole. Ad occhi aperti? Ad occhi chiusi? Guardando il sole direttamente?
4 _ Facevi (fai) esercizi di rilassamento prima di cominciare l'osservazione del sole?
Aspetto con ansia tue risposte.
Con stima.
Francesco

Paolo Franceschetti ha detto...

Ciao Francesco.
Ho iniziato con due minuti e ho aumentato progressivamente ora sono a mezz'ora circa.

Generalmente lo guardavo al tramonto, i primi tempi, ma poi ho iniziato a svegliarmi all'alba e lo guardo di prima mattina.

Lo guardo ad occhi aperti, e fissnadolo direttamente.

E non faccio alcun esercizio di rilassamento.

Ma non prendere ciò che faccio io come oro colato. Sto procedendo a casaccio, aiutandomi con le esperienze di altri, in attesa di trovare qualcuno che conosca bene queste tecniche.

Francesco ha detto...

se ti puo essere d'aiuto ho conosciuto la tecnica del Sunganzing attraverso Hira Ratan Manek.
Qui c'è un'intervista in inglese(molto semplice la sua forma di parlare, si capisce molto bene) tradotta allo spagnolo.
http://www.youtube.com/watch?v=Gj61bJu4W0M
Non sono a conoscenza di altre interviste, ancor meno in italiano.
Con rinnovata stima.
Francesco

Anonimo ha detto...

@Paolo Franceschetti. Questi sono i miei suggerimenti, che applicati ho visto trionfare spessissimo. Preparati una bottiglia di acqua e limone proporzionata ai tuoi gusti, ma non troppo concentrata, e inizia fin dal mattino a berne. Se ti piace, fatti del the nero (bio) con limone e zucchero di canna. Più acqua-limone e the berrai, e meno fame ti verrà. Se appartieni alle castituzioni che ritangono liquidi, dimagrirai con carne (super cotta) e pesce, se no puoi mangiare ciò che vui ma in misure contenute. Dopo un pasto anche piccolo riposati ma dopo un paio di ore, meglio al tramonto o all' alba, passeggia minimo un ora, inizia a camminare veloce e poi a poco a poco rallenta, ma non fermarti MAI fino al rientro. Al posto del succo di ananas ( ha ragione Conte ) mangia frutta di stagione: pesche, uva, o frullati naturali. Quando mangi "sballa" col cibo, gustatelo senza pensare ad altro....lentamente e con allegria. Lilith

alphadraconis ha detto...

ciao Paolo

ho un mucchio di sicronicità col blog :)
Grazie mille per l'articolo "Alimentazione prnanica cos'è e come arrivarci"
mi sono interessato subito alla pratica di rimirare il sole ed ho cominciato a farla. Ho notato effettivamnete un aumento del benessere ed un calo del desiderio del cibo.
Poi leggendo i commenti , ZN parlva
di come questa pratica possa portare a sviluppare in maniera inconsapevole il vampirismo ai danni altrui.Ed anche Stefania rispondeva "in effetti ci abbiamo riflettuto" Ho detto "fanculo : col cazzo" ed ho smesso subito la pratica. Voglio dire va bene piu' energia , ma a che prezzo .....
Ho pensato istintivamente "ci vorrebbe una preghiera .."
Dopo qualche giorno mi sono svegliato ed avevo in mente questa :

ovunque vada mio padre sarà sempre con me
lui e carne della mia carne
sangue del mio sangue
ossa delle mie ossa
luce della mia luce
spirito del mio spirito
lui è me
ed io sono lui
siamo uno

Quindi ho ripreso la pratica aggiungendo questa "preghiera"
Il risultato mi sembra molto differente : noto una grande positività nello stato d'animo ed un maggiore senso di vitalità vera e propria.
Mi spiego : inizialmente facevo la pratica contando i numeri. Notavo un beneficio puramente energetico rispetto ad ora : come un elettrodomestico che diventa piu' efficiente o a cui si mettono pile piu grandi.
La mia impressione è di aver aggiunto un cibo , una vibrazione spirituale.
Come vedi c'è anche una tematica psicologica (voglio dire : ognuno c'ha le sue magagne :P) che è personale :
in effetti è molto personale non è una cosa buona per tutte le stagioni come si suol dire.
Poi io sento molto forte questa cosa che tutti siamo uno , e c'è anche quello.
Mi sembra che sia specialmente questo che mi ricollega a vibrazioni spirituali positive e vive.

Una riflessione : mi sembra che sia parecchio utile unire alla pratica del rimirare il sole un qualche cosa che aggiunga una vibrazione spirituale . Non è detto che sia per tutti la preghiera , potrebbe essere un esercizio yoga ad esempio. Non siamo tutti uguali . Penso che in effetti senza questo ci sia il pericolo di sviluppare o liberare cose poco simpatiche.
Mi ha fatto pensare che molti grossi personaggi facciano queste pratiche a livello puramente energetico ... voglio dire mi è venuto in mente Andreotti che in una trasmissione televisiva è rimasto bloccato per un quarto d'ora in una posizione e non rispondeva più alle domande .... come un elettrodomestico guasto.

Ps ho un sacco di sincronicità con questo sito : la mattina stessa che mi è venuta in mente questa preghiera , sono venuto sul blog e c'era l'articolo sul libro di Daniel Lumera : l'ho ordinato subito :D

Paolo spero che questo commento ti sia utile come a me lo è stato finora il blog. cosa ne pensi di questa riflessione : ti ritorna qualcosa nel tuo vissuto quotidiano ?

continuate cosi ragazzi che spaccaaaaateeee !!!!


alphadraconis
(ogni tanto non riesco a postare col mio myopenid ma sono io )

Paolo Franceschetti ha detto...

Ciao Alfa... ma sei sicuro che ZN abbia detto questa stronzata del vampirismo e che Stefania abbia detto che in effetti ci abbiamo riflettuto?
A mio parere hai capito male, anche se non ricordo a quale post ti riferisci.

Stefania Nicoletti ha detto...

No no, un attimo.
ZN non ha detto che guardare il sole porta al vampirismo.
Ha detto che il vampirismo energetico (e sottolineo energetico, non vampirismo e basta) può essere considerato come un nutrirsi di prana altrui, dato che è appunto un succhiare energia, un nutrirsi di essenza vitale.
E che i massoni mangiano poco o niente, come ha scritto anche Paolo. E l'ha collegato ai sacrifici rituali.
Io ho detto che abbiamo riflettuto sul motivo dei sacrifici umani e abbiamo pensato che uno degli scopi dei sacrifici umani potrebbe essere l'assorbire prana (detto in poche parole e semplificando). E in effetti ne parlavamo circa un mese fa.
Ma questo non significa che guardare il sole porti a diventare vampiri energetici, né tantomeno vampiri e basta.

alphadraconis ha detto...

Si sono sicuro dei commenti

Articolo : "alimentazione pranica : disinnescare il sistema degli illuminati"

ecco tratto dal commento di ZN del 14/08/11 ore 2.03:

"Ma, ed è questo che volevo dirvi, invitandovi ad una riflessione attenta, considerate che anche il “vampirismo energetico” altro non è che nutrirsi dell’energia, del prana... del prana altrui! Infatti, il più delle volte, i mangiatori di prana diventano (spesso inconsapevolmente, quale effetto collaterale) anche vampiri energetici... e alcuni di questi sviluppano nel tempo altresì un interesse morboso verso il cannibalismo. Non a caso i massoni di altissimo grado mangiano poco, come ha notato anche Franceschetti. E quel poco potrebbe essere prevalentemente... carne umana!"

Stefania rispondeva poi alle ore 11.32 :

"ZN:

considerate che anche il “vampirismo energetico” altro non è che nutrirsi dell’energia, del prana... del prana altrui!

Non a caso i massoni di altissimo grado mangiano poco, come ha notato anche Franceschetti. E quel poco potrebbe essere prevalentemente... carne umana!

Esatto. Infatti è una delle riflessioni che abbiamo fatto nei giorni scorsi.

Uno degli scopi dei sacrifici umani potrebbe essere l'assorbire prana."



ribadisco che aggiungendo questa preghiera c'è differenza nel mio caso
penso che anche un mantra cambi le cose : ad esempio "Baba nam Kevalam" ( che è un mantra universale)
http://www.youtube.com/watch?v=BoUj6L2OhHc
Certo non è l'unico approccio per esempio Jericho non parla di questo (ho visto i video dove descrive il suo percorso sul suo canale youtube)
e non siamo tutti uguali ad esempio neanche HRM (mi pare sia il nome ) l'ingegnere indiano che quando si è ritirato
ha cominciato a praticare il guardare il sole, non mi pare che parli di nessun mantra o preghiera.
Quindi di nuovo sottolineo nel mio caso


comunque Paolo mi pare parecchio importante l'osservazione di ZN .
mi ha fatto pensare ...
Approfondisci il tuo pensiero su questo punto .


@stefania: ZN: "i mangiatori di prana diventano (spesso inconsapevolmente, quale effetto collaterale) anche vampiri energetici..." dice chiaramente.
Scusa ma l'articolo si chiama "alimentazione pranica" quindi parla proprio di come nutrirsi del prana. E ZN commenta dicendo : occhio che come effetto collaterale spesso inconsapevole puo portare al vampirismo energetico. cristallino

Cioe' intendo nenach'io lo so di preciso ma è una cosa che mi ha fatto pensare parecchio ... perchè insomma certi effetti collaterali ... io proprio non li voglio e voglio essere consapevole se c'è questo rischio ... ecco.

Grazie
alphadraconis

Stefania Nicoletti ha detto...

Sì appunto, alphadraconis, ma ZN non ha detto che attuando l'alimentazione pranica si diventa vampiri energetici, o vampiri e basta. Né che guardando il sole (che tra l'altro è solo una delle pratiche) si diventa vampiri. Insomma, secondo me hai proprio frainteso il senso del suo post.

A mio parere, lui voleva mettere in risalto il collegamento tra il nutrirsi di prana e i sacrifici umani.
E infatti è a questo che io mi riferivo dicendo che ci abbiamo riflettuto.
Infatti ho riportato in corsivo solo le sue frasi con cui ero d'accordo.

Stefania Nicoletti ha detto...

Comunque capisco quello che vuoi dire.
Probabilmente hai frainteso, oppure è ZN che non si è spiegato bene e ha scritto un commento ambiguo.

Per quanto mi riguarda, ribadisco che intendevo che ero d'accordo su questi due punti:

- il vampirismo energetico è un nutrirsi di prana altrui (il che non significa, sempre a mio parere, che sia vero anche il contrario: ovvero che nutrirsi di prana faccia diventare vampiri energetici)

- uno scopo dei sacrifici umani (e anche del mangiare carne umana) può essere quello di assorbire il prana dalle vittime

alphadraconis ha detto...

@Stefania

scusa Stefania, eh, ho capito che tu non pensi che volesse dire ...
pero' lo ha detto : ha detto proprio cosi!

Cioe' io penso che i mangiatori di prana siano coloro che si nutrono di prana Ok ?

ZN :"i mangiatori di prana diventano (spesso inconsapevolmente, quale effetto collaterale) anche vampiri energetici..." cit.

Ha detto proprio cosi !

Allora inutile entrare in polemiche sterili . chiarisco bene la mia opinione :

1) Sono D'accordo con ZN : cioè penso che è un rischio che si puo' presentare e che sarebbe completamente da irresponsabili non tenerne conto .
2)Non penso che sia un rischio per tutti : ad esempio Jericho , HRM , non ne accennano (non ho approfondito jashmuheen)
3)Nel mio caso la mia intuizione mi diceva questo rischio c'era Ribadisco nel mio caso . cosi come mi ha suggerito che l'aggiunta della preghiera o del mantra possa evitarlo
4)Siccome non sono un marziano , magari è una rischio comune ad altri e quindi è meglio dirlo e non nascondere la sporcizia sotto al tappeto. tanto più che c'è una soluzione.

Cioe' non sto dicendo : non fatelo perche' diventate vampiri energetici (debunking)
Sto dicendo fatelo : attenzione che c'è questo rischio per alcuni . E c'è anche la soluzione che nel mio caso è stata questa
(e non è solo una soluzione, è arrichimento )


spero di essere stato
"crystal clear "

alphadraconis

Paolo Giovanni Mauro ha detto...

@ Emanuele Pavone

Anche se lei, come molti altri, usa dei toni messianici, condivido molto di quello che dice. L’impostazione che lei da del concetto di scienza è esatto. Tuttavia, al giorno d’oggi, la medicina è inquinata dal business che ne ha stravolto l’etica e il senso. Penso, per esempio, al caso dell’influenza C. Se si ricorda bene, due anni fa circa, su allarme dell’OMS, vennero spesi milioni di euro per l’acquisto dei vaccini che poi si rivelarono inutili, visto l’inconsistenza della minaccia. All’epoca, tutti i media mainstream più i grandi medici e i professori, paventarono catastrofi imminenti. Tutto poi si rivelò essere un colossale bluff. Occorre dare merito ai siti cosiddetti “complottisti” di essere stati gli unici a prevedere questo mix di affarismo e medicina con largo anticipo. Che sia stato fatto per partito preso o per reale conoscenza del problema questo non lo so. Sta di fatto che, anche nella scienza ufficiale, occorre separare il grano dal loglio.

Penso che sia auspicabile una maggiore integrazione fra la medicina ufficiale e le scienze mediche alternative come per esempio l’agopuntura, integrazione che già esiste peraltro. Personalmente mi curo molto con le erbe nelle quali credo tantissimo. E’chiaro, però, che se uno deve farsi operare di appendicite o di cataratta occorrono chirurghi veri e non santoni.



Buona giornata.

Stefania Nicoletti ha detto...

Ok alphadraconis, ma tu nel tuo primo commento hai scritto così:

mi sono interessato subito alla pratica di rimirare il sole ed ho cominciato a farla. Ho notato effettivamnete un aumento del benessere ed un calo del desiderio del cibo.
Poi leggendo i commenti , ZN parlva
di come questa pratica possa portare a sviluppare in maniera inconsapevole il vampirismo ai danni altrui.Ed anche Stefania rispondeva "in effetti ci abbiamo riflettuto"


Quindi:

1) Parli della pratica di rimirare il sole, e poi dici che ZN nei commenti aveva scritto che questa pratica può portare al vampirismo.
Io ti ho risposto che ZN non parla della pratica di rimirare il sole, ma dell'alimentarsi di prana, che sono due cose diverse.
Il guardare il sole è solo una delle pratiche per poter arrivare ad un'alimentazione pranica.
Quindi ti ho solo fatto notare che ZN non ha detto che con questa pratica (guardare il sole) si può diventare vampiri energetici.

2) Hai detto che io rispondevo "in effetti ci abbiamo riflettuto".
Ma io ho risposto così riferendomi al fatto che i sacrifici umani possano avere come obiettivo l'assorbire prana.
Non ho detto che abbiamo riflettuto sul fatto che guardare il sole possa far diventare vampiri energetici.

Spero di essere stata chiara anch'io ;-)

Driver ha detto...

Ciao Paolo, sono un ragazzo di 16 anni, è da molti mesi che seguo questo blog, sono rimasto impressionato da quello che hai scritto sull'alimentazione pranica e sulla tecnica di rimirare il sole, vorrei sapere al riguardo:
1) Il rimirare il sole che effetti collaterali potrebbe avere su di me visto che sono molto magro e longilineo?
2)Quando è nuvoloso e piove o non è possibile rimirare il sole fai qualcosa di alternativo? (yoga,ecc...)
3)Se ad esempio qualcuno smette di rimirare il sole dopo poco tempo puo' avere effetti indesiderati?
Aspetto le tue risposte

alphadraconis ha detto...

Sei stata chiara Stefania ;)

In effetti ho frainteso quando commentavi "ci abbiamo riflettuto" e riconosco che ti riferivi ad altro.

Per quanto riguarda il punto 1) della tua replica hai ragione. Ho inconsciamente messo tutto insieme. Questo è dovuto a un motivo . Se la pratica di guardare il sole mi fa calare la fame vuol dir che : o mi sto nutrendo di prana mentre guardo il sole o il guardare il sole mi attiva un qualcosa che mi fa nutrire di prana .

Ciao

Ps Paolo smettila di di scaricare a Stefania le patate bollenti dei commenti puntigliosi :P

ZN ha detto...

Chiarimenti:

Nutrirsi di prana assorbendolo direttamente dal sole richiede innanzitutto la conoscenza dei principi del pranayama (di cui comunque non condivido tutto). Non si tratta soltanto di rimirare il sole, ma anche e soprattutto di assorbirne volontariamente (attraverso il controllo della forza vitale e la respirazione, pranayama) l’energia. Procedere “a casaccio”, come anche Franceschetti sostiene di star facendo, può portare al sovraccarico e svuotamento energetico di alcuni centri vitali e di conseguenza a disequilibrio psico-fisico-energetico, con a lungo andare danni anche irreversibili, benché inizialmente se ne possa avvertire (apparentemente) anche un certo beneficio. Nel migliore dei casi, invece, procedendo a casaccio, se ne ottiene poco più di quanto se ne ottiene anche attraverso semplice esposizione ai raggi solari. Ma ciò non vuol dire che non sia anche possibile riuscirci da soli, iniziando a casaccio, per poi procedere via via in base all’esperienza acquisita. Certo, procedere in tal modo, richiede comunque una buona conoscenza di base riguardo ai movimenti e trasformazioni energetici. Utile sarebbe anche senz’altro conoscere almeno i principi della Medicina Tradizionale Cinese. Sole, estate, calore, cuore, gioia, intestino tenue... appartengono all’elemento FUOCO (massimo Yiang) il quale alimenta e controlla altri elementi (Terra e Metallo); nutrito a sua volta dall’elemento Legno (fegato, occhi, muscoli, primavera, esteriorizzazione delle energie...) e controllato dall’elemento Acqua (massimo Yin; reni, vescica, ossa, orecchi...) è anche l’elemento legato allo Shen (attività intellettiva e sensoriale, capacità di giudizio e di espressione, coordinazione motoria e sensoriale, autocoscienza), che abita nelle arterie, quindi nel sangue. A livello di ciascun organo, lo Shen acquista caratteristiche peculiari. Comunque, in generale, un eccesso di Shen porta a divagazioni, emotività, agitazione, insonnia, perdita dell’appetito; la gioia si trasforma in ansia (per eccesso di espansione - l’elemento Fuoco è energia in espansione), e l’ansia (e non solo l’ansia) porta alla dissoluzione del qi.

Insomma, quello che voglio dire è che, paradossalmente, aumentando troppo e per troppo tempo la propria energia, si finisce per dissolverla, con tutte le conseguenze del caso, a seconda del caso.

Sul vampirismo energetico:

Non ho detto che tutti quelli che si nutrono di prana (attraverso il sole) diventino anche automaticamente TUTTI vampiri energetici. Tutti no, ma molti, si, lo diventano. E secondo me, uno dei motivi principali è perché praticano soltanto (o prevalentemente) una parte della tecnica. Ovvero quella che riguarda l’assorbire prana. Mentre tralasciano o trascurano (forse per ignoranza o per superficialità) la parte più importante. Ovvero quella di rilasciare, emettere VOLONTARIAMENTE prana.

Il ciclo base completo è: assorbire dal sole e rilasciare alla terra, quindi assorbire dalla terra e rilasciare al sole.

Poi, appreso ciò, si può passare ai cicli successivi, fino a quelli più complessi (di “trasformazione alchemica”).

In fine si realizza il Sole interiore (illuminazione).

Quindi per evitare di diventare inconsapevoli vampiri energetici, basta non dimenticare di restituire al Sole e alla Terra ciò che da essi si è avuto... gratuitamente.

Anonimo ha detto...

@ Paolo Giovanni Mauro
Sono d'accordissimo. La scienza viene sfruttata dalla politica - e da scienziati senza scrupoli - per fini "altri". Molte, moltissime porcherie sono state commesse in suo nome, non ultime proprio le campagne di terrorismo epidemiologico delle varie aviarie e suine.

Certo che le medicine alternative dovrebbero essere più integrate, quando sono fatte seriamente e con la salute del paziente come obiettivo!!!

La scienza della nutrizione, fra le altre discipline mediche, è purtroppo particolarmente sputtanata dalle infinite comparsate in televisione e dal mercato delle diete. Ma di scienziati serissimi che se ne occupano, ce ne sono molti. In più, ripeto, questi breathariani si comportano sempre in maniera sospetta, tanto da farmi credere che sia tutta una bufala, anche stiracchiando al massimo la logica e le capacità del corpo umano. Ad esempio, Jasmuheen si rifiuta di essere sottoposta a test seri. Il vecchio baba indiano che non mangia da 70 anni è stato testato, ma in circostanze poco trasparenti (2 volte dallo stesso medico, senza permettere una verifica incrociata). Un altro celebre breathariano chiede 100.000 dollari per i suoi workshop. A me puzza. Poi non so voi.

Emanuele Pavone

Anonimo ha detto...

Anche Gurdjeff diceva che modificare la chimica del proprio corpo può essere pericoloso in quanto tutto è collegato in noi.
Nel libro "Incontri con uomini straordinari" riferisce di aver preso coscienza di ciò quando una persona, che lo vide mangiare molto più lentamente rispetto agli altri gli disse di non farlo, che anzi, il masticare di più avrebbe impigrito il suo stomaco, che è collegato ai polmoni, quindi alla respirazione, etc. Che, specie da giovani, bisogna sottoporre il nostro stomaco anche a sforzi notevoli, (anche mangiare sassi, per assurdo!) per far si che si sviluppi e non si impigrisca.
Vi suggerisco di leggere questo libro, è di una bellezza assoluta!

Anche alla luce di questo concordo con ZN sui possibili effetti negativi a lungo termine di una pratica di questo tipo, se non collegata ad un effettivo restituire il surplus energetico.
Ma credo che Paolo si stia documentando a dovere!

@ZN: potresti gentilmente postare qualche riferimento bibliografico da cui trai le tue riflessioni?
Ad esempio quando parli di medicina tradizionale cinese.
Internet ormai è un oceano di informazioni e questo blog rappresenta per me un approdo sicuro!

Flavio D.

Paolo Franceschetti ha detto...

Ciao driver... allora.
1) Il rimirare il sole che effetti collaterali potrebbe avere su di me visto che sono molto magro e longilineo?

----In alcuni acasi questa tecnica fa ingrassare. Il mio amico A. dopo questa tecnica è ingrassato e ha messo su massa muscolare.

2)Quando è nuvoloso e piove o non è possibile rimirare il sole fai qualcosa di alternativo? (yoga,ecc...)

-------no io non faccio nulla.

3)Se ad esempio qualcuno smette di rimirare il sole dopo poco tempo puo' avere effetti indesiderati?

Dopo circa 9 mesi bisogna smettere comunque, dice il sito.

Ad ogni modo, non ti consiglio di provare da solo. Cerca prima un esperto che conosca questa tecnica e ti guidi e che ti faccia controllare da un medico perchè essendo una tecnica poco conosciuta è difficile sapere se ci sono o meno risultati indesiderati.

alphadraconis ha detto...

@ZN

non so nulla del bretharianesimo ho appena cominciato a fare qualche esercizio

Quello che penso sia poco probabile è che uno si debba studiare un tot di medicina cinese per fare questo.
Cioè se mi devo imparare la medicina cinese per capire questa pratica , quanti anni di studio mi ci vogliono?

Voglio dire che viviamo in certo periodo storico . Solo pochi anni fa un blog come questo sarebbe stato impensabile . E invece ci sono siti come questo ... voglio dire david icke ... project camelot. cioè David Icke è un fenomeno mondiale project camelot pure. La gente si sta interessando di brutto a cose che prima non si filava proprio.
Quindi c'è un onda di chiamiamola consapevolezza ? Ed è esponenziale
Cioè Ieri su studio aperto ho visto un servizio su un convegno di esoterico con i libri inquadrati in primo piano , a Studio Aperto !
Alla trasmissione di Cecchi Paone
dove di solito c'è Veronesi e il matematico Oddifreddi , c'era Don Davite Barzato di nuovi orizzonti che parlava del approccio al problema delle tossico dipendenze attraverso la conoscenza di sè . E c'era un'alpinista che attraverso le scalate in solitaria aveva imparato a conoscere se' stessa . Voglio dire : da Cecchi Paone ! e c'era lo psichiatra di turno che alla fine ha detto la sua cazzata, ma ha fatto un cammeo di 30 secondi.
Se ste cose vanno in televisione vuol dire che la gente se le fila.

La mia opinione è che in questi tempi , specialmente le nuove generazioni recepiranno molto più facilmente che in passato

Voglio dire che se ci sono articoli su questo blog sull alimentazione pranica , non è un caso la gente si sta interessando : è chiaro
Cioè è stato un salto dagli omicidi
però l'interesse mi pare notevole.
Penso che con questo fermento che c'è molto velocemente chi è interessato comincerà a comprendere gli aspetti essenziali magari con uno studio mirato ma ridotto

Avenio ha detto...

Per ZN: puoi dirmi cosa intendevi con "i vamipiri energetici sono piccoli e tendenti al nero"? E anche se hai qualche cosa sul web da farmi leggere a proposito (di come riconoscerli intendo):libri ora non ho tempo di cercarli.
PS:ricordo che il primo a parlarne fu Serpent of Fire mi pare, e scrisse anche un testo, ma ora è sparito.
Ciao e grazie, Avenio

Paolo Giovanni Mauro ha detto...

Sono d’accordo con lei sul fatto che esistano scienziati seri e che solo il metodo sperimentale applicato seriamente può dare le migliori garanzie per la salute dei cittadini. Per quanto riguarda le varie discipline orientali non mi esprimo in merito perché non le conosco, ad eccezione dell’agopuntura, scienza millenaria con ricadute positive ampiamente dimostrate. E concordo con lei sul fatto che sia giusto che i vari santoni siano sottoposti a esami seri nell’interesse di tutti, soprattutto delle persone facilmente suggestionabili e influenzabili.

Buona giornata.

Paolo Giovanni Mauro ha detto...

Dimenticavo: il commento precedente era rivolto a Emanuele Pavone.

Giorgio Andretta ha detto...

Sig. EMANUELE PAVONE,
ricevo quasi interamente le sue speculazioni.


Probabilmente mi sono sbagliato, egr. Francesco!
Credevo lei operasse nel mondo dell'edilizia ma in questo post rilevo che maneggia in quello politico, analogamente a Zapatero e Berlusconi o Blair e Clinton.
La prego di cestinare tutti i suggerimenti che le ho recapitato.
Sono sempre parcheggiato davanti al piatto di pasta e fagioli.
Buon Soviet Supremo!

ZN ha detto...

@Avenio
Non ho mai detto che i "i vampiri energetici sono piccoli e tendenti al nero". Dove l’hai letto?

@Flavio D.
Riguardo ai principi fondamentali sui quali si basa la Medicina Tradizionale Cinese (MTC) non c’è uniformità perché derivano da più scuole di pensiero (taoismo, neo confucianesimo, buddhismo...). Quindi ti suggerisco di cercare informazioni, in merito alla MTC, tra la scuola di pensiero che più senti in sintonia con il tuo pensiero e stile di vita. Per iniziare... segui il tuo intuito.

@alphadraconis
Hai ragione, per comprendere questo tipo di pratiche non è indispensabile studiare la MTC, anche se almeno i principi fondamentali (affatto difficili da comprendere) vale comunque la pena conoscerli, se non altro per apprendere un diverso e completo punto di vista riguardo al corpo umano posto tra cielo e terra.

Anonimo ha detto...

@EMANUELE PAVONE
Ma ci sei o ci fai? Spero x la seconda altrimenti ciao. Oppure dimmi su che pianeta vivi e ti raggiungo, visto che li da te la scienza è dialogo.
Marilena

Avenio ha detto...

@ZN è vero scusa... non l'hai detto tu... è stato tengri.
che però è sparito.
chiedo venia, e supporto da tengri a questo punto. batti un colpo
Avenio

Anonimo ha detto...

Poichè le "chiacchiere" e "teorie" varie che sono state esposte (anche se a volte con dettagli e "girandole di vocaboli" d' EFFETTO ), in realtà non portano: nè prove né insegnamenti teorici o pratici, FATTIBBILI e VALIDI; vorrei esporre la mia visione, un pò più REALE, delle cose discusse. Innanzi tutto il sole fa bene, molto bene ( ma come ogni cosa in giusta MISURA ), e per quanto sia un' ovvietà è bene ribadirlo, visto che ci vogliono TOGLIERE anche questa certezza per poter vendere "creme" e terrorizzarci con continue MINACCE di malanni. Alla vista il sole fa benissimo e ci sono degli esercizi yoga, molto VALIDI, che potrete trovare nei manuali; ma considero, SOPRATTUTTO il dott. W.H. BATES, ed anche il suo discepolo, ALDOUS HUXLEY, dei veri ESPERTI in materia. Sui vampiri ed il sole...persino nella leggenda non sono mai stati compatibili !!! Il fatto che si rafforzi la propria energia VITALE non potrà MAI trasformare in "inerosimili vampiri enegetici" ma bensì in persone molto SANE ), anche e soprattutto perchè i vampiri NON esistono...ESISTONO, e sono ben reali, gli PSICOPATICI, veri e propri LADRI di energia che non sono leggendari vampiri ma PSICOLABILI in carne e ossa ( è bene CHIAMARE ogni cosa con il suo ESATTO nome ). Gli PSICOPATICI sono quelle persone negative, colme di odio, risentimento e vendetta, che hanno bisogno di distruggere l' energia positiva degli altri, ossia l' allegria, la gioia di vivere, la salute, l' intelligenza, la bellezza, la giovinezza, ecc. Ma non rubano questa energia vitale per nutrirsene, NO, essi si nutrono di DISTRUZIONE, placano l' ansia della vendetta nel privare gli altri di quello che loro non hanno, di quello di cui, A LORO VOLTA, SONO STATI DERUBATI. Se fosse un vero e proprio furto si trasmormerebbero nei derubati ma ciò non avviene, rimangono tali e quali, SOLO PIU', SADICAMENTE, CONTENTI. Il fine è, rendere gli altri simili a loro nell' infelicità e poi dominarli. Per colmare quel vuoto di potere di se stessi che non posseggono, trasfereriscono il senso di potere e di dominio sull' esterno; si vendicano distruggendo la vita...e questo li appaga e da loro un ILLUSIONE di forza. Poichè gli è stato impedido di innalzarsi abbassano ciò che sta in alto, e questo, per quanto assurdo, da loro un senso di giustizia, ma non vera e propria energia; fanno ciò che è stato fatto loro e questo dimostra che: O SI RIESCE A CAMBIARE IL MONDO, FACENDOGLI FARE UN SALTO DI QUALITA' DALLA LEGGE "BESTIALE" DELLA GIUNGLA A QUELLA DEGLI "UOMINI" CON NUOVE REGOLE DI LIBERTA', RISPETTO, EMPATIA, SOLIDARIETA' E UNIONE, O SIAMO DESTINATI A VIVERE NELLO SQUILIBRIO, ODIO, RISENTIMENTO E VENDETTA, OSSIA.....nella "FOLLIA" !!! lILITH

Giorgio Andretta ha detto...

Non si sa mai dove casca l'asino!!!!
Sig.ra Lilith, ricevo quasi completamente le sue riflessioni, e per come le ho intese e per quello che conosco le persone che si definiscono di sinistra, mi sembra che lei ne abbia pennellato un ritratto alla Dorian Grey di detta identità.
Complimenti!!!!

Anonimo ha detto...

@Lilith

Ecco appunto, vedi di cominciare tu che sei piu acida di uno yogurt scaduto, e pure maligna.

"vorrei esporre la mia visione, un pò più REALE, delle cose discusse."

questo invece si chiama essere arroganti e presuntuosi.
hai un sacco di lavoro da fare su te stessa, comincia subito.

Anonimo ha detto...

@ultimo anonimo
a me Lilith non pare per nulla presuntuosa, ha solo espresso una sua opinione (che io condivido appieno), mi sembra, invece, che TU ti sia agitato 1 po' troppo...forse Lilith ha colpito nel segno?
Silvia

Anonimo ha detto...

@ Giorgio Andretta. Per quanto lei sia evidentemente d' accordo sui principi base di ciò che ho scritto, non so fino a che punto ha colto il mio messagio..poichè non descrivo le persone di sinistra ma gli PSICOPATICI che popolano tutti gli ambienti e ideologie; per quanto, a mio avviso, in modo fittizio; poichè la loro vera ed unica ideologia è un individualismo SFRENATO e PATOLOGICO. Si tratta di FOLLIA, signor Andretta, e questa sorge dove regna lo SQUILIBRIO creato dai soprusi, dove si è distrutto il potenziale umano dell' altro e al suo posto è germogliato un MOSTRO. Lilith

Anonimo ha detto...

@ Anonimo 18:33. Ebbene, vedi, tu sei il tipico esempio di ciò che ho descritto...nessuna idea o capacita di replica ma.....solo l' intanzione di DISTRUGGERE, denigrando, ciò che è valido per valoerizzare le tue MENZOGNE. La "proiezione", frutto dell' ASTUZIA, vostra unica capacità intelletiva, è una delle misere TECNICHE che usate. Lilith

ZN ha detto...

@”eva”
Non mi riferivo ai vampiri di sangue, ma a quelli più “sofisticati”, ai vampiri energetici, che non sono psicolabili, ma soltanto, appunto, vampiri energetici inconsapevoli. A te sicuramente sarebbe utile apprendere i principi fondamentali della MTC, così ti sarà chiaro che nella relazione tra Yin e Yang: “L’ESTREMO YIN PRODUCE LO YENG; L’ESTREMO YANG PRODUCE LO YIN.”

Quindi d’accordo sulla “giusta misura”. Ma dire “giusta misura” non vuol dire NIENTE!!! Nel senso che non dice, non quantifica QUALE SIA questa “giusta misura”. E su questo punto aggiungo che la Giusta Misura è sempre INDIVIDUALE e relativa a tutto il Resto. Osservare direttamente il sole a occhi nudi per 9 mesi può essere la giusta misura per qualcuno ma non per tutti. Per qualcuno 9 mesi possono essere eccessivi, mentre per qualcun’altro possono anche essere insufficienti. Dipende. Ma poiché la gravidanza umana dura 9 mesi, allora molti tendono ad antropomorfizzare anche questo tipo di “gestazione” che porta in fine a “partorire” il sole interiore. Ma non essendo questo un fenomeno prettamente antropomorfo, ma più che cosmico... il periodo di “gestazione” varia invariabilmente da individuo ad individuo. Non so se sono stato chiaro e comprensibile. Per il resto, cara “eva”, hai parlato di te stessa :-)

alphadraconis ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=XPd9be8R5bA&feature=player_embedded

Anonimo ha detto...

@ IRRISPETTOSO e INCIVILE ZN. Quando ti rivolgi a me DEVI usare il mio nick se no.... vai a fare SEMPLICEMENTE in culo. Ti è chiaro il concetto, CAFONE ????? Per il resto: hai solo ribadito le tue ASTRUSERIE, e come massimo della tua capacità di replica ti sei appigliato a banalità più che ovvie; non hai detto né precisato nulla di interessante . Sai solo NEGARE, a "vuoto", quel che non risponde ai tuoi "fini", ed affermare il NIENTE !!! Lilith

Anonimo ha detto...

@ Silvia. Grazie, Silvia, per esprimermi solidarietà e condivisione. Credo che tu abbia ragione, lo SBATTIMENTO del cafone che si permette con estrema maleducazione ed arroganza di cambiarmi il nick, dipende dall' essere stato COLTO...e nient' altro.....anche lui RISPONDE agli PSICOPATICI descritti, anche se mascherato da "mistico"....altro BLUFF !!! Lilith

Giorgio Andretta ha detto...

Non è che tutti gli psicopatici siano di sinistra, ma quelli di sinistra sono tutti psicopatici, stimata Lilith.
Esistono ponderosi studi in tal senso, ma è vero che nessuno vuol riconoscere i propri difetti fisici, men che meno i "sinistrati".
Per il resto sono d'accordo e mi permetto di sottolineare la sua conclusione di MOSTRO non a caso le ho citato "Il ritratto di Dorian Grey", ma probabilmente non lo conosce, in considerazione alla sua risposta.
A rileggerla.

Paolo Giovanni Mauro ha detto...

Lilith usa senz'altro toni forti. Questo perchè penso sia una donna passionale (se no non si chiamerebbe Lilith :-) e con una certa esperienza di vita che urla al mondo lo schifo che ci circonda.

Anch'io sono d'accordo con lei. Le persone che lei chiama psicopatici io le ho sempre chiamate persone negative e dalle quali è meglio stare lontani. Godono nello schiacciare i deboli, le persone in difficoltà. Ce ne sono tanti, purtroppo e anch'io ne ho incontrati sul mio cammino. Questi individui possono fare danni enormi sulle psiche altrui. Per questo dico sempre, specialmente ai giovani di lottare per le loro idee ma di mantenere sempre un certo disincanto nei confronti degli idoli, di qualunque specie, che siano leader politici, i masanielli di turno, i calciatori, i cantanti eccetera.

Buona giornata

Anonimo ha detto...

@ Giorgio Andretta. "Che tutti quelli di sinistra.....???" Ma no....non faccia sciocchi estremismi.....non si deve perdere l' obbiettività, Andretta. In Dorian Grey, nel ritratto si scolpiva la coscienza; nella realtà ( e meno male !!), ognuno, dopo i trent' anni, comincia ad avere la faccia che si merita !!! Lilith

Anonimo ha detto...

@ Paolo Giovanni Mauro. Grazie per esprimermi, ancora una volta, il suo consenso e intesa. Per quanto diversi, lei ed io, siamo uniti da una lucida VISIONE e dal senso ETICO. Li chiamo "psicopatici" perchè questo è quello che sono analizzati psicologicamente; e da una mia statistica risulta che solo il 10/20%100 lo sono...ma essendo MANIPOLATORI, plagiano, cirquiscono e ingannano, ottenendo il famoso "DIVIDI E IMPERA". SMASCHERARLI è uno dei compiti che mi sono assunta !!! Buona giornata anche a lei. Lilith

Anna ha detto...

A parte il fatto che e' Dorian Gray con la A e non con la E (storpiare il nome del protagonista del capolavoro di Wilde dovrebbe essere severamente punito per legge), dico che come sempre ZN e' uno dei pochissimi a dire cose sensate (per chi e' in grado di capirle, ovvio), in blog dove ormai il delirio (soprattutto quello d'onnipotenza) ha preso il sopravvento.

A volte il silenzio e' d'oro. E ci si fa piu' bella figura di sicuro.

Avenio ha detto...

Mh.Beh, io ci riprovo...

Per TENGRI:
puoi dirmi cosa intendevi con "i vamipiri energetici sono piccoli e tendenti al nero"? E anche se hai qualche cosa sul web da farmi leggere a proposito (di come riconoscerli intendo):libri ora non ho tempo di cercarli.
PS:ricordo che il primo a parlarne fu Serpent of Fire mi pare, e scrisse anche un testo, ma ora è sparito.
Ciao e grazie,
Avenio

(altrimenti se qualcuno sa come rintracciare TENGRI me lo dica)

Anonimo ha detto...

@ Anna ".......severamente punito dalla legge"....un errore ortografico ??? Ma tu sei una SCELLERATA, mi fai venire la pelle d' oca !!! Non mi stupisce che ti piacia ZN, siete due ESALTATI fuori dalla "grazia di dio" e decisamente PERICOLOSI. E poi hai il coraggio di aggiungere: "A volte il silenzio è d' oro, e ci si fa più bella figura di sicuro". Cosa aspetti ad imparare ???? Capire vuol dire fare PROPRIO ciò che si è capito...e non ripetere come pappagallini o fare "proiezioni". Lilith

ZN ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=P_ob0zG7xyw


Se posso dirlo (lo dico) personalmente preferisco la meditazione sul Buio (che preferisco alla Luce)...

la Luce acceca.
Il Buio mette in Luce.
Le Stelle brillano di Notte...
...tranne il Sole
anche di Giorno.

Anonimo ha detto...

@ Lilith

La lingua italiana è bellissima e quindi "cirquire" è errato. Meglio "circuire".

Scusa se ti ho corretto. Un saluto !

Avenio ha detto...

Mh.Beh, io ci riprovo...ancora.

Per TENGRI:
puoi dirmi cosa intendevi con "i vamipiri energetici sono piccoli e tendenti al nero"? E anche se hai qualche cosa sul web da farmi leggere a proposito (di come riconoscerli intendo):libri ora non ho tempo di cercarli.
PS:ricordo che il primo a parlarne fu Serpent of Fire mi pare, e scrisse anche un testo, ma ora è sparito.
Ciao e grazie,
Avenio

(altrimenti se qualcuno sa come rintracciare TENGRI me lo dica)

Anonimo ha detto...

@ Avenio. Al posto di continuare a chiedere di 'sti cazzi di "vampiri piccoli e neri", dicci piuttosto cosa pensi tu !!! O...."molla il mazzo"

Anonimo ha detto...

@ANONIMO 13:23. Ti ringrazio per la correzione...ma che questo, ADDIRITTURA, offuschi o metta in pericolo la "bellezza della lingua italiana"....mi sembra ESAGERATO !!! A mio avvisso sono MOLTO più "pericolosi", della forma, i contenuti; questi SI, vera minaccia per un popolo e la sua cultura. Lilith

Avenio ha detto...

@anonimo(?!): Cosa dovrei dire di cosa? Siete completamente OT.Almeno io chiedevo una cosa puntuale.Fossi nell'amministratore chiuderei i commenti dopo un po' e rimanderei i chiacchieroni sul forum(dove ho notato comunque si tende ad andare OT piuttosto spesso); così si aumenta anche il volume delle visite al posto di disincentivarle, tra l'altro.
Se qualcuno sa come rintracciare Tengri giene sono grato, a proposito.
Avenio

Anonimo ha detto...

@Avenio. Rivolgiti a: "CHI L' HA VISTO"...e non ROMPERE con le tue "puntuali" SCIOCCHEZZE!!!ZARA

Anonimo ha detto...

Ciao! Dal 2006 lavoro intensamente con Jasmuheen e cerco pranisti italiani per condivisione esperienze e reciproco sostegno. Sono ormai migliaia in Europa le persone in grado di vivere di prana, soprattutto in Germania. Il documentario di P. Straubinger "Am Anfang war das Licht" mostra questo fenomeno a livello mondiale e Jasmuheen ha divulgato molto materiale informativo sul nutrirsi di Luce. La maggior parte delle informazioni sono in lingua inglese o tedesca, ma esiste anche documentazione in italiano. Spero di leggervi numerosi e grazie a Paolo per il suo blog, scoperto stasera!
Manu

Maurizio ha detto...

Cara Manu
grazie per il tuo post
Sto guardando il sito Am Anfang war das Licht ma non trovo materiali in italiano. Puoi indicarmi dove reperirli. Grazie tanto
Maurizio

Anonimo ha detto...

Caro Maurizio,
il materiale in italiano non riguarda il documentario "Am Anfang war das Licht", ma si tratta di informazioni pubblicate sul sito di Jasmuheen (http://www.jasmuheen.com/embassy-of-peace/embassy-of-peace-other-languages/). Un ottimo, esauriente e recente libro di Jasmuheen e' sicuramente "Il cibo degli Dei", edito da Macroedizioni. Sto attualmente traducendo in italiano uno dei suoi ultimi libri, "Breatharian patways - Memories & Motivations", che affronta l'argomento del nutrimento pranico in modo autobiografico. Sono felice di poter incontrare persone interessate al nutrirsi di Luce. Un abbraccio da Manu

Maurizio ha detto...

Grazie Manu
vado a vedere.
Se tutto ciò è fattibile più che "IL CIBO DEGLI DEI" lo chiamerei "IL VERO CIBO DEGLI DEI" considerato che nella maggioranza dei miti gli "dei" ci han sempre regalato come doni "divini" la coltivazione dei cereali (e chi conosce la dieta senza muco sa cosa significhi) e la birra (alcool). Se li tenessero certi doni! ^_^ per quanto riguarda fuoco e sole invece, poveri noi, abbiam sempre dovuto intraprendere viaggi epici per andare a prenderli, letteralmente rubandoli, a dei ben poco compiacenti su questo regalo ben più utile...chissà chi erano questi dei

Baci

Anonimo ha detto...

Caro Maurizio,
gli dei siamo noi, quando siamo connessi al nostro pieno potere... nessun riferimento a degli dei mitologici iracondi, vendicativi ecc...
Ciao e a presto!
Manu

Anonimo ha detto...

Ho letto un libro sull' aldilà che raccontava come, una volta che ci siamo disincarnati, il nostro corpo di luce deve ricominciare a imparare a nutrirsi di prana.

Alfredo ha detto...

ma vi rendete conto che svelando queste tecniche alternative di assunzione di energia svuotate di ogni significato gli scioperi della fame e della sete di Pannella???

Anonimo ha detto...

Alfredo, non vedo perche'... A me pare evidente che si tratta di due cose totalmente differenti. Anche Gandhi ha portato avanti la sua politica non violenta utilizzando il digiuno persino in India, culla dello Yoga, in cui il nutrirsi di Luce e' sicuramente piu' conosciuto, compreso e accettato per cultura. Non credo esista questo pericolo; ti posso garantire per esperienza diretta che l'esistenza del pranismo viene ancora ignorata a livello di massa o collegata esclusivamente a santoni, guru, eremiti, ecc. Sono ancora pochissimi a ritenere possibile il nutrirsi di Luce e quelli che ne sanno abbastanza conoscono la differenza tra pranismo e digiuno. Non vedo pericolo di svilimento per l'azione politica di Pannella. Comunque mi ha fatto piacere leggere il tuo post, perche' secondo me il tuo intervento stimola la riflessione.
Grazie :-)
Manu

Anonimo ha detto...

Caro Anonimo,
mi piacerebbe che tu raccontassi di piu' sul nutrirsi di prana da parte del corpo di luce dei disincarnati...
Personalmente mi sembra un controsenso: se il corpo di luce e' gia' luce, come mai deve imparare nuovamente a nutrirsi della stessa sostanza di cui e' fatto? Ma e' ovvio che qualcosa mi sfugge, perche' questo mio ragionamento e' infantile... :-)
Manu

Anonimo ha detto...

Ho fatto un corso qualche tempo fa, dicevano che l'esposizione al sole doveva essere fatto con consapevolezza di quello che si stava facendo, altrimenti non funziona... E' così? o basta semplicemente esporsi anche pensando ad altro?

madartiz ha detto...

"Ciao! Dal 2006 lavoro intensamente con Jasmuheen e cerco pranisti italiani per condivisione esperienze e reciproco sostegno."

Ciao Manu, potresti dirci in quale città vi ritrovate per la condivisione di esperienze di respirazione pranica? anche tu segui questa pratica e con quali risultati?
cosa intendi per "reciproco sostegno"?
grazie in anticipo per le risposte.
Marco Madartiz

Anonimo ha detto...

"E’ probabile quindi che i neonati abbiano bisogno di bere latte terno e di mangiare per i primi anni di vita. "

Probabile? Ma stiamo scherzando? Senza offesa ma mi sembra delirante.

"Gli unici studi condotti in modo serio sono stati quelli che hanno dimostrato come mediamente i bambini che nascono in primavera sono da adulti più alti di quelli nati in inverno"

Chiedere uno straccio di riferimento a questi studi "seri" è troppo?

"alimentarsi pranicamente significa assumere il nutrimento da fonti diverse dal cibo, come il sole, l’aria, la terra, tramite tecniche specifiche"

Ovvero?

" Ad ogni modo, non occorre guardare il sole tutta la vita. Nel sito Solar Healing c’è scritto che questa pratica deve essere protratta per 9 mesi e poi deve essere definitivamente accantonata"

perché?

"si è sempre limitata a constatare che la maggior parte delle teorie alimentari sono cazzate, ma senza aver mai approfondito l’argomento. "

una buona dose di autoironia?

"Quanto a me, non sono dimagrito, anche se per la quantità di cibo che assumo dovrei essere scheletrico"

Seguendo lo stesso ragionamento potremmo dire che un ciccione ha più chance di sopravvivere senza mangiare di uno presona in linea. Ma è falso. Se l'organismo ha bisogno assoluto di cibo non si preoccupa di farti diventare una siluette...ad un certo punto ne risentono i muscoli, come quello cardiaco. E muori in carne.
Come si spiegano i morti di sete e di fame nel deserto? Che altro possono fare se non camminare e guardare il sole?

"fumare mi piace"
Quindi i nquesto caso non c'è nessun complotto per ammazzarci tutti?

"Lo scopo di questi articoli è invece qLo scopo di questi articoli è invece quello di far sapere che molte teorie sul cibo sono errate, e che è necessario approfondire di più il tema dell’alimentazione e della salute in generale, essendo le teorie classiche della medicina ufficiale perLo scopo di questi articoli è invece quello di far sapere che molte teorie sul cibo sono errate, e che è necessario approfondire di più il tema dell’alimentazione e della salute in generale, essendo le teorie classiche della medicina ufficiale per lo più spazzatura lo più spazzaturauello di far sapere che molte teorie sul cibo sono errate, e che è necessario approfondire di più il tema dell’alimentazione e della salute in generale, essendo le teorie classiche della medicina ufficiale per lo più spazzatura"

Scusa un attimo. Ammesso che in tutta la roba che hai scritto ci possa essere qualcosa che di minimamente attendibile, non hai dato un riferimento che fosse uno per permettere al tuo lettore di farsi un'idea. La scienza medica le sue teorie invece le prova in modo sperimentale e tutti hanno la possibilità (teoricamente) di replicare gli esperimenti, di smentirli e di andare avanti. E' comodo accusare gli altri di produrre spazzatura e non sforzarsi minimamente di fornire delle prove che confermino la spazzattura pranica.

"Lo scopo di questi articoli è invece quello di far sapere che molte teorie sul cibo sono errate, e che è necessario approfondire di più il tema dell’alimentazione e della salute in generale, essendo le teorie classiche della medicina ufficiale per lo più spazzatura"

Approfondimenti? Non ne ho visto l'ombra. E' tutto un "pare che", "non lo so", "forse è così"...

I libri consigliati possono essere pure interessanti, ma preferirei degli studi seri, come li hai chiamati tu. Cosa intendi per studi seri?

Pronicon

Anonimo ha detto...

ecco il contrappasso rosacrociano... paolo paga il suo amore per la buona tavola con questi post sulla fantomatica "alimentazione pranica" a zero calorie... col risultato di perdere credibilità anche da parte di un lettore storico come me!
magari fosse possibile nutrirsi così, in africa sarebbero obesi!

Anonimo ha detto...

Ho letto gli ultimi commenti dopo qualche giorno di assenza. Per Marco: io vivo in Alto Adige, molto vicina al confine con l'Austria. Non conosco nelle mie immediate vicinanze nessuno che si nutra di luce e dato che ho ricevuto addestramento specifico in merito e il nutrimento pranico mi si addice ho semplicemente lanciato un richiamo. Con reciproco sostegno intendo, ammesso e non concesso di trovare persone che si alimentano in questo modo o sono in grado di farlo, poter dialogare tra "addetti ai lavori" di questo argomento in modo personale per scambiarsi informazioni a vario livello.
Per Pronicon: no comment, non ho neppure voglia di rispondere, visto che gia' chiudi giudcando il tutto "spazzatura".
Per Anonimo che parla degli obesi in Africa: dal tuo intervento si capisce che non conosci i campi di frequenza beta, alfa, theta o delta e le possibilita' che essi offrono. Per chi vive nella frequenza beta il nutrimento pranico e' impossibile, dato che questo si sviluppa solo in un campo theta...
So di non essere stata esauriente e forse neppure chiara, ma ho postato un paio di titoli di riferimento per potersi informare meglio e non ho voglia di ripetermi.
Per chi giudica senza conoscere nulla della materia ricordo solo che molto spesso la fantasia di oggi e' destinata ad essere la scienza di domani.
Manu

Anonimo ha detto...

Scusa manu, ma guarda che franceschetti ha definito spazzatura TUTTA la scienza medica e io dovrei pormi il problema a definire spazzattura l' alimentazione pranica? E perché? Non c'è uno straccio di prova che funzioni...i tuoi riferimenti non li ho trovati.

Pronicon

Giorgio Andretta ha detto...

Nel passato esistevano gli oracoli e sibille per verificare l'attendibilità delle affermazioni, egr. Pronicon, oggi semplicemente si può usare la kinesiologia che è alla portata di ognuno.
Penso che Paolo sia in errore quando sostiene che la scienza medica sia tutta spazzatura, forse, ma lui stesso potrà smentirmi, la sua affermazione era rivolta ai metodi di cura.
Tanto le dovevo.

madartiz ha detto...

grazie Manu per la tua risposta alle mie domande; se hai ancora un altro pò di pazienza vorrei chiederti se sia possibile iniziare il percorso dell'alimentazione pranica dei 21 giorni descritto in uno dei libri di Jashmueen oppure sia necessario farsi assistere da una persone già esperta e navigata? io seguirei la seconda strada se non fosse che dove abito io (in sardegna) non conosco nessuno che abbia mai intrapreso un percorso simile.
una cosa però mi lascia di stucco quando leggo di Jashmueen: tutti i suoi seminari e corsi vari costa una cifra per me esagerata eppure lei sembra spinta da animo amorevole e che lo faccia per l'evoluzione dell'uomo. tu che la conosci e che collabori con lei come ti spieghi questa incongruenza?
grazie in anticipo, Marco

Anonimo ha detto...

Caro Madartiz,
il percorso dei 21 giorni non viene piu' da tempo raccomandato da Jasmuheen per vari motivi, il primo dei quali e' che il 98% (mi pare di ricordare questa percentuale con esattezza, ma se sbaglio e' comunque una percentuale altissima) riprende a mangiare entro breve tempo. Chi invece si avvicina al nutrimento pranico per gradi ha sicuramente molte piu' probabilita' di rimanere stabile nella sua scelta.Parliamo di un percorso di circa 5 anni. Il sistema cosi ha infatti molto tempo per adattarsi a tutti i livelli al nuovo tipo di alimentazione. Solitamente il livello fisico e' relativamente facile da adattare, molto piu' complessa e' tutta la questione che riguarda il livello emozionale.
E' molto importante fare ogni passaggio in modo molto dolce, consapevole e rispettoso del proprio sistema. I libri di Jasmuheen (soprattutto the food of Gods, in italiano il cibo degli dei, edito da macroedizioni), forniscono molte informazioni importanti. Ti consiglio di iniziare a leggerti quel libro. I seminari di Jasmuheen sono cari... uhm... sai, so di cosa parli, a volte e' davvero difficile avere 800 euro "in piu'" da usare per qualcosa che non siano le solite spese fisse, ma questi per me sono investimenti, non spese. Certe esperienze cambiano la vita e, credimi, ci sono personaggi che chiedono molto di piu' e valgono molto meno. Oltre a questo i soldi sono energia ed arrivano se quello che chiedi ti serve davvero, a meno che tu non abbia programmi di autosabotaggio interiore... Il prossimo seminario di Jasmuheen sara' ad Assisi dal 4 al 7 maggio 2012. Credo anche che riusciro' ad organizzare una semplice serata con lei a Roma, probabilmente il 2 maggio. Sarebbe forse una bella occasione per te per iniziare a prendere contatto con questa realta' senza spendere troppo... rimani sintonizzato, se hai interesse magari ti faccio avere la mia mail :-)
Namaste
Manu

Anonimo ha detto...

@Andretta
potresti essere più preciso?Mi lincheresti qualche articolo peer reviwed sulla kinesiologia? Cosa c'entra con la dieta pranica?
grazie

il prono pronicon

Giorgio Andretta ha detto...

Dopo una rapida verifica sul web, egr. Pronicon, ho rilevato che praticamente non c'è nulla sulla kinesiologia.
Lei dovrebbe dirmi dove abita per sincerarmi se vive vicino a qualche praticante della materia per eventualmente a lui indirizzarla.
Ma non conosce nemmeno un rabdomante?
Essendo una disciplina pratica esiste poco di teorico e quindi scritto, è come fare il pane, può trovare si svariate ricette ma poi le deve realizzare.
Operando sostanzialmente nel mondo delle forze sottili, alla faccia del CICAP, per ora sono pochi quelli che la insegnano.
Sperando di averle offerto un qualche aiuto, cordialità.

madartiz ha detto...

cara Manu, apprezzo tanto la tua generosità nel rispondere alla mia mail e per la disponibilità nell'aiutarmi nell'intraprendere il percorso dell'alimentazione pranica.
sono d'accordo che la mente, per la maggior parte delle persone, non sia utilizzata al massimo delle sue potenzialità e voglio credere che Jashmueen abbia invece raggiunto un alto livello evolutivo in tal senso.
proprio per tal motivo mi sarei aspettato da lei un pò più di distacco dalla materialità.

tu affermi: "Oltre a questo i soldi sono energia ed arrivano se quello che chiedi ti serve davvero, a meno che tu non abbia programmi di autosabotaggio interiore...";
visto che lei sembra molto evoluta, potrebbe utilizzare la forza della sua mente, creare la sua realtà, ed ottenere ciò che le serve, per le quali chiede cotanto denaro per i suoi seminari, ad esempio chiedendo alla divina provvidenza di ottenere tutto ciò che lei vuole in via alternativa al normale scambio di prestazione con il denaro.
non ho nulla contro il denaro ma sinceramente questo non è il momento, vista la fase di regressione in cui ci troviamo immersi, di chiedere cifre cosi esose che potrebbero invece essere impiegate per soddisfare bisogni primari.
se dovesse sentire la Sig.ra jashmueen, perchè non le prorponi di fare corsi gratuiti per tutti e che una volta che i corsisti hanno appreso le tecniche necessarie per nutrirsi di prana siano obbligati, almeno moralmente, di corrispondergli una percentuale di quello che risparmieranno dal fatto di non spendere più per l'acquisto di cibo tradizionale; in questo modo molte più persone avrebbero la possibilità di partecipare ai seminari e applicare le varie tecniche per lo sviluppo del potenziale umano e otterrebbe così anche molti contributi da parte di persone che le saranno riconoscenti per sempre.
mi interessa tanto sapere la tua opinione a riguardo. saluti, Marco

Anonimo ha detto...

Complimenti a Paolo per blog e articolo.
Poi:

Lilith: “anche e soprattutto perchè i vampiri NON esistono”

Mi trattengo dal ridere solo perché in genere ho profondo rispetto di tutti gli esseri umani, anche quelli più ingenui. Certo non mi sarei aspettato affermazioni simili in questi ambienti…d’altronde in alcune menti il fondamentalismo razionalista ottocentesco ancora non demorde.
Spero che la tua frase fosse riferita ai vampiri stile twilight & co., in tal caso avresti pienamente ragione. Altrimenti ti auguro soltanto, in questo tuo passaggio nella realtà terrica, di non incontrare mai un’entità che possa essere definita “vampiro” nel suo significato primordiale...perché sarebbero volatili per diabetici.


Manu: “gli dei siamo noi, quando siamo connessi al nostro pieno potere” , “i soldi sono energia”

Complimenti, con queste affermazioni hai appena dimostrato che certe entità hanno da tempo raggiunto alcuni loro obiettivi primari, frutto del duro lavoro di ere …e la cosa più brutta è che non sei la sola. Vabbè, d’altra parte si sapeva da tempo che ‘sto maledetto kali yuga sarebbe finito così’…


Scusate l’interruzione e buona continuazione a tutti.
jackblack77

Anonimo ha detto...

Caro Andreatta lei mi ha aiutato a a confermare i miei pregiudizi sulla kinesiologia, la solita marmellata pseudoscientifica. Spero di sbagliarmi.
Per quanto riguarda le energie sottili, è lo stesso C.R.E.S.S. http://www.cleanergy.it/home.asp
a specificare che le tecniche e i prodotti sponsorizzati "non vanno in alcun modo intesi per trattare, CURARE, o attenuare alcuna condizione medica, di QUALSIASI genere...".
Con il benestare del CICAP ;).
Ma tutto questo cosa c'entra con la dieta pranica?
Vivo a Torino e di rabdomanti, ahimè non ne conosco!

Sono ancora in attesa di "articoli serie" che trattino di queste incredibili pratiche!
Saluti pranici dal prono pronicon

Anonimo ha detto...

Suvvia Manu, perché non rispondi alle mie argomentazioni? Solo perché ho definito spazzatura la pranica pratica? Che permalosi questi esseri fotosintetici senza cloroplasti 0_0

Pronicon il pranico

Anonimo ha detto...

Manu,

"Oltre a questo i soldi sono energia ed arrivano se quello che chiedi ti serve davvero, a meno che tu non abbia programmi di autosabotaggio interiore"

Molto umilmente, che oscillococcinum significa questa frase?

Il tuo sempre più prono pronicon

Anonimo ha detto...

Marco, la mia mail: manu@yamuna.biz, se ti va scrivimi in privato.
Per tutti gli altri, non ho piu' molta voglia di scrivere risposte che creano altre domande a cui poi si danno risposte che creano altre domande a cui si danno risposte che creano altre domande....
:-)
Forse ho lanciato un piccolo seme, la mia intenzione principale era comunque di trovare qualche pranista, non essendo stato cosi saluto tutti quanti e ringrazio di avermi letto.
Buona vita a tutti !
:-)
Manu

Giorgio Andretta ha detto...

"Mi ha aiutato a a confermare i miei pregiudizi sulla kinesiologia, la solita marmellata pseudoscientifica.", invece, lei, mi ha aiutato a decidermi a non rispondere oltre a gente della sua risma, sig, Prono Pronicon.
Io non ho proposto alcuna associazione: alimentazione pranica- kinesiologia, infatti solamente un "semplice" può confrontare un microscopio elettronico con il virus da esaminare, ciò evidenzia la sua totale aconoscenza dell'una e dell'altra.
Io non faccio il commesso viaggiatore e quindi non ho nulla da piazzare, umilmente ho tentato di apportarle un contributo cognitivo e non mi sono certo eletto, (lungi da me!!!), ad alfiere di alcunché.
Stia certo che non perderò il sonno se lei non si alimenterà pranicamente o non testerà kinesiologicamente la validità di detta disciplina, non ho tempo da perdere con chi per asportargli le emorroidi gli si deve aprire il cervello.
A non più rileggerla.

madartiz ha detto...

ciao Manu, la tua ultima mail ha dissipato in me tutti i dubbi che avevo. In bocca al lupo per il tuo percorso evolutivo. Marco

Anonimo ha detto...

Io non conosco nè la kinesiologia ne la dieta pranica, se non fosse così non sarei qui a fare DOMANDE.
Domande, a cui non ho ricevuto la più timida delle risposte. Comunque, il suo procedere confusionario non mi ha aiutato a capirne qualcosa in più.
E poi perché offende? Non mangiare rende nervosi ;). E non c'è prana che regge. Se qualcuno ha voglia di discutere (malsana abitudine per i creduloni arroganti) sono in attesa di un incipit.
Pronicon

Giorgio Andretta ha detto...

Per conquistarsi il Paradiso tra le altre cose necessita l'uso della pazienza ed è quello che devo attuare con lei, Pronicon.
Ha un modo obliquo di porsi nei confronti del suo interlocutore, invece di usare gentilezza e umiltà si veste d'alterigia, saccenteria e sedicente cultura.
Detto questo si faccia un esame di coscienza, dopo aver riletto i vari commenti, e mi partecipi delle sue conclusioni se sono diverse dalle mie.
L'alimentazione pranica l'ha suggerita Paolo e non il sottoscritto, perciò la sua lepidezza è completamente fuori luogo, io ho indicato la kinesiologia come test di verifica, ecco perchè la metafora del virus e del microscopio elettronico, mi sembra di trattare con un individuo di scuola materna.
Quando si viaggia nel web è doveroso corredarsi di un minimo d'attrezzatura, altrimenti il proprio tempo e potenziale è preferibile orientarlo in altri lidi.
Non ho nessun obbligo nei confronti di chicchessia di suggerire temi od argomenti albergati in rete, ci fu chi recitò: "Cercate e troverete", o tutto deve essere ospitato nel web?
Nello specifico: sig. Pronicon quando va al ristorante ed ordina un piatto di spaghetti, lei cosa mangia il piatto o gli spaghetti?
E non mi venga a dire che sono confusionario!!
Si posizioni davanti allo specchio e si chieda: sono in grado di recepire l'a,b,c?
Il prana sono gli spaghetti, la kinesiologia il piatto, le sembrano la stessa cosa?
Hanno qualcosa in comune?
Mi spiace per lei ma non conosco nessuno a Torino che pratichi la kinesiologia, altri le potranno essere più utili, ma sono certo che moltissimi la conoscono, magari Giuditta Dembech.
Mi auguro che l'incipit sia di suo gradimento, diversamente mi vedrò costretto a tagliarmi le vene nel senso della lunghezza.
Ripeto: non è mia responsabilità se la kinesiologia non è ospitata in rete o non esistano testi pedagogici all'uopo.
La invito a rivolgere le sue richieste alle persone competenti per argomento, come posso fare ad insegnarle la kinesiologia se vivo ad oltre 500 km dalla sua residenza, quando necessita il contatto fisico?
Buona lettura.

Anonimo ha detto...

@ Pronicon. A Torino, in via Sacchi tra la stazione e il ponte, ho visto un cartello che indicava una palestra per la riabilitazione e che utilizzava la Kinesiologia. E' vero che di scritto si trova ben poco a proposito. Nell' universtà di Stato di New York, negli anni 80, si applicò l' IDEOKINESI alla danza....molto interessante; in breve, ti insegnavano che non potevi fare BENE un passo, una piroetta o un salto, se prima non l' avevi IMMAGINATO come idea, e in questa immagine tu dovevi vederti armonioso, senza COMPLESSI e senza difetti, PURO. Nella visualizzazione dovevi, non solo vederti ma, CALCOLARE la potenza, lo slancio, la lunghezza e altezza CHE AVRESTI IMPIEGATO ( se era un salto ). Se, malgrado la "giusta" immagine, l' esrcizio non riusciva: questo voleva dire che avevi bisogno di extra lavoro nell' area del corpo, di ampliare le tue capacità fisiche affinchè potessero seguire la proiezione che, Si, era corretta, ma non poteva riuscire perchè non era supportata dalle capacità tecniche di un corpo corrisopndente alla visione. Se riusciva ma non era ARMONICO: non avevi immaginato l' IDEA sufficientemente PURA. Lilith

Anonimo ha detto...

Caro Paolo,
da 4 mesi mi sto alimentando secondo la dieta vegana e trovo molto interessante l’argomento che hai proposto.
Vorrei provare la tecnica di rimirare il sole e mi sto già organizzando anche per trovare un posto adatto nella mia città in cui poterlo vedere appena sorge.
Per la verità, però, ho un po’ paura per gli occhi. Non è che ci si brucia la rètina ?
Potresti raccontare qualcosa in base alla tua esperienza personale?
A quanti minuti sei arrivato?
Non hai da riportare nessuna controindicazione per la vista?
Ti ringrazio molto!

Maipiu’

Anonimo ha detto...

@Andretta.
Lei è fuoriluogo una volta
perché dice che "la kinesiologia si può usare per verificare le affermazioni". Ritorni nel mondo reale e rifletta un attimo sulla sua affermazione. Lei sostiene che tale kinesiologia sia (anche?) un metodo per verificare l'attendibilità di (qualsiasi?) affermazione (?). Se ciò fosse vero, sarebbe bellissimo, del resto la sua è una affermazione FORTE. E in quanto tale ha bisogno di PROVE altrettanto forti. E no...non sono io a dover dimostrare che la kinesiologia non funziona ma è lei che ha l'onere della prova. Se io vengo a dirle che ho visto un alieno, spetta a me dimostrarle che è vero non a lei che è falso.
Andretta lei è la seconda volta fuori luogo perché non ostante abbia ammesso la mia totale ignoranza in materia lei ha continuato a NON dire cos'è la kinesiolgia.
Andretta è tre volte fuori luogo perché qualsiasi disciplina che necessita del contatto fisico (nella pratica) può essere formalizzata e spiegata teoricamente. E non serve che tale disciplina sia riconosciuta come scienza. E' come dire che la psicanalisi ha bisogno del contatto fisico se nò come te la faccio a spiegare?!? Cazzate. E' ovvio che una terapia non la fai via web ma se da comune mortale voglio farmi un idea di cosa preveda una seduta di psicanalisi ho una caterba di pubblicazioni a disposizione.

@Lilth
grazie, ma da questi studi fatti all'università sono stati prodotti dei lavori?

Pronicon

Giorgio Andretta ha detto...

Lei ha gli alieni che si fanno vedere a comando, Pronicon?
Qui c'è Andretta mostratevi a lui così sarà certo della vostra esistenza.
Ma mi faccia il piacere!!!
A suo dire, in una sede poco opportuna com è un blog, dovrei produrmi in un ponderoso trattato per dimostrarle la validità della kinesiologia (nulla in comune con l'alimentazione pranica), non le sembra di essere un tantino pretenzioso?
Già che c'è perchè non mi chiede di dimostrarle l'esistenza dell'Akasha?
Ma chi si crede di essere?
Forse la reincarnazione di Zarathustra?
Non si capacita che la sua richiesta rientra nel ridicolo?
Come le ho già anticipato, non ho nulla in contrario a dimostrarle la veridicità della kinesiologia, ma unicamente a tu per tu.
Solamente da questo sito sono stato raggiunto privatamente con le richieste più disparate, crede che non abbia null'altro da fare che produrmi in dimostrazioni?
Addirittura se posso spiegare la precessione degli equinozi.
E' convinto che sia a libro paga di Franceschetti?
Ma sa cos'è il buon senso?
In pochi minuti ieri ho trovato in rete che MACROLIBRARSI ha nel proprio listino il bio-tensore, strumento specifico per la scienza in questione, è sufficiente un po' di buona volontà ed applicazione.
Ma lei è come i pulcini nel nido che attendono che i propri genitori gl'imbecchino?
Si rimbocchi le maniche, se crede, io sopravvivo comunque, dal momento che il mio dovere l'ho assolto!

Anonimo ha detto...

Come al solito, Andretta, non hai capito un c....
Pronicon

Giorgio Andretta ha detto...

La società è dicotoma, lei ne è un degno rappresentante, Pronicon.
Ha tracciato un rafe ed ha diviso i testa di c...,cui io appartengo a suo dire, e l'illuminati in cui lei si riconosce. Sono più che d'accordo su tale sua suddivisione.
Tutti potranno verificare che noi due stiamo in posizioni abissalmente divise e di ciò ne sono fiero.
Infatti lei è del lignaggio di Cavour, Mazzini, sodali e savoiardi (illuminati) in genere, io dei briganti e pirati, l'iperbolica diversità che insiste tra le due linee di sangue è che la sua ha invaso con il ferro e fuoco, oltre che esercitare stermini di massa, altre nazioni, la mia no, infatti ci nutriamo Pranicamente ed applichiamo la kinesiologia.
Quindi sono fiero di appartenere alle teste di c..., stigmata che sostanzialmente mi differisce dalla sua nobiltà.
Non potrà mai consapevolizzare quanto piacere mi abbia suscitato con il suo "apprezzamento".
Mi saluti gli alieni.

Anonimo ha detto...

Sono contento che lei è contento di essere una testa di cazzo. cuique suum, stia bene. Lei più che un brigante mi sembra un brighella.

pronicon

Anonimo ha detto...

secondo la teoria pranica nel deserto de sahara è impossibile morire di fame.

mela verde

Anonimo ha detto...

Hira Ratan Manek, sul sito dice che dopo 3-4 mesi si possono guarire le malattie tramite l'autosuggestione: quindi bisogna pure autosuggestionarsi...mah

Anonimo ha detto...

un viaggiatore ; parole che erigono torri di babele...lasciatevi guidare dal se..la strada è lunga e non si interompe con la morte

Anonimo ha detto...

Ciao

Ho visto il vostro blog veramente molto interessante

Approfitto per fare qualche domanda:
Sono 5 mesi che rimiro il sole la cosa mi affascina molto e sono sempre più invogliato a farlo
l'unico problema che ho riscontrato fino ad adesso é il seguente:

Cosa fare quando non c'é sole ? Riprendo da dove ho lasciato ?

Io pratico da 5 mesi quindi teoricamente dovrei essere arrivato a 25 min. se calcoliamo 10 secondi al giorno,
invece sono a 19 min. proprio per questo tira e molla oggi c'é sole e domani non c'é.

la pratica e di 45 min. o di 9 mesi ?

Perché cosí facendo per arrivare a 45min. impiegherei più di 9 mesi.
Oppure e di 9 mesi e basta indipendentemente dai minuti acquisiti?


Ho cercato e ricercato sul web ma su questo punto non si trova o almeno non ho trovato nessun tipo di chiarimento.
Si potrebbe avere un consiglio ?

ve ne sarei molto grato



Saluti

Anonimo ha detto...

Salve io ci ho provato ma con poca costanza, comunque mi sono accorto di quanche differenza, mi piace mangiare ma più per gola che per fame, quando c'è qualcosa che mi piace e ne mangio un pò di più la pago il giorno dopo perchè mi sento sempre più pieno e ci vuole più di una giornata per riprendersi. ora non conosco esattamente la teoria ma sentendo che ci sono altre cose oltre al sole mi è ritornato alla mente che (io sono malato di meccanica e ricerca-invenzioni) quando mi chiudo in cantina per qualche esperimento o lavoro su qualche motore, il mangiare proprio mi passa dalla mente e posso stare tranquillamente tutto il giorno senza mangiare e arrivo all'ora di andare a letto senza fame, il giorno seguente si presenta normale senza fame particolare, e se capita di continuare con qualcosa di interessante il cibo passa nuovamente nel dimenticatoio. Per motivi miei volevo provare a tornare a 63 kg come quando avevo 20 anni ma nonostante digiuni anche prolungati, riuscivo a perdere al massimo 4 kg vario quindi tra 74 e 78 quindi penso che il nutrimento arrivi da qualche altra parte ma non capisco da dove

Stefano ha detto...

Domanda "tecnica"...come va "guardato" il Sole?? Voglio dire, basta puntare gli occhi CHIUSI contro il Sole??

Stefano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Ho 15 anni e sono molto interessato a questi argomenti Anzi mi affascinano ! Mio fratello di 16 è già vegetariano e mia mamma è vegana mentre mio papà mangia normalmente . Io bhè non mi sono ancora deciso ma credo proprio che inizierò la mia via verso l'alimentazione pranica. Credo che oltre ad iniziare comunque dall'essere vegetariano attuerò anche il "guardare il sole" ( scusate ma non sono pratico con i termini ) mi ha sempre affascinato e mi sento bene ogni volta che lo guardo ! (come inesperto penso comunque che stare al sole non possa avere effetti collaterali perchè più naturale di così non si può infatti non ho capito la "regola " dei 9 mesi )
Grazie a tutti voi!!! leggere i vostri commenti e leggere altre cose in rete mi ha aiutato a decidere !