domenica 6 giugno 2010

Massoneria, società, disinformazione, propaganda politica: intervento di Giuseppe Provenzale



Pubblichiamo un intervento di Giuseppe Provenzale, coordinatore di Forza Nuova Sicilia, in occasione del convegno a Palermo del 29 maggio scorso.
Purtroppo devo chiedere scusa a Giuseppe perché, non avendo capito quali erano i tempi, non l'ho fatto parlare quasi per niente. Loro, da siciliani ospitali quali sono, non mi hanno detto nulla. E la conseguenza è stata che Giuseppe non ha detto molto.
Per farmi perdonare pubblichiamo qui il suo testo, mentre a breve pubblicheremo, credo, i video della conferenza.



Massoneria, società, disinformazione, propaganda politica


Intervento forzanovista alla conferenza di Palermo del 29 maggio u.s.

Permettetemi, prima di ogni cosa, di ringraziare Paolo e i suoi collaboratori per l'ospitalità che mi concedono su questo blog.
Dopo anni di frequentazioni virtuali, i nostri rapporti si sono infine concretizzati grazie alla sua partecipazione alla conferenza organizzata da FN Palermo che vedeva anche me, seppure con un ruolo secondario, fra i relatori.
Un'incomprensione della fase preparatoria ha fatto sì che del mio intervento non sia rimasta traccia video - ma quanto parla 'sto Franceschetti! - inoltre, la durata consistente della relazione dell'ospite - che ringrazio anche per gli apprezzamenti rivolti nel suo resoconto ai militanti forzanovisti palermitani - mi ha spinto a non dilungarmi eccessivamente rispetto ai tempi che avevo previsto all’inizio - alla faccia dei "fascisti" che non danno spazio a chi non fa parte delle loro organizzazioni – lasciando buona parte di ciò che avrei voluto dire su un foglio di appunti.
Spero con ciò di aver motivato sufficientemente le ragioni di questo mio scritto, che mai avrebbe visto la luce altrimenti, generato, come è stato, dalle comunque gradite lungaggini paoline, e vado a incominciare.


Antropofagia e coprofagia massonica

Per spiegare il ruolo della massoneria nella società, il cui funzionamento normale dovrebbe configurarsi come quello di un organismo sano, può essere utile prendere spunto dal celebre apologo di Menenio Agrippa.
Una società organica è come un corpo umano, costituisce un unicum, composto però di parti diverse. Il destino di ogni membro è identico a quello dell'intero corpo e, piaccia o non piaccia, lo sciopero delle braccia non danneggerebbe solo lo stomaco, che non riceverebbe il necessario nutrimento, ma le braccia stesse che, com'è logico, morirebbero insieme all'organismo tutto.
Il servizio reso dalle membra allo stomaco, lungi dal costituire un'intollerabile forma di sfruttamento, giova alle stesse membra che, a loro volta, senza lo stomaco non potrebbero ricevere ciò che gli necessita per vivere.
Nelle società tradizionali (si pensi, fra le altre epoche, al Medio Evo cristiano) la logica del servizio è fondamentale e naturale a tutti i livelli: tutti hanno un signore - immagine del Signore Iddio - e nel servire, l'uomo realizza se stesso nella propria autentica libertà, quella che consente ad ognuno di sapere esattamente qual è il proprio compito; essendo, per altro, ciascun ruolo gravato dai rispettivi diritti e doveri.

L'anomalia, il cattivo funzionamento che porta alla malattia e alla morte, nasce spesso da un ribaltamento di questa logica, rappresentato - come diceva Giacinto Auriti - dal passaggio sovvertitore dal servire al servirsi. La massoneria agisce in questo modo: si ribella alla comunità di destino, si autoelegge élite, scegliendo il profilo del parassita, e opera per servirsi dell'organismo a proprio esclusivo vantaggio; per di più ponendosi al di là del bene e del male, in forza del possesso di conoscenze esoteriche che, come tali, restano incomprensibili se non inquadrate all'interno di uno schema complessivo che vede strutturarsi la sedicente associazione filantropica come una vera controchiesa professante e praticante una controreligione, fatta di controriti, di simbolismi e di lessico rovesciati rispetto a quelli dell'odiato nemico.

Anziché servire il corpo, dunque, e lavorare per il suo bene, si serve di esso. Lo divora, ritenendosi estranea e, autentica mafia, mira alla sua distruzione, capace com'è di riprodursi al pari di un virus antropofago in grado di saltare da un corpo all'altro dopo averne divorato ogni parte.
Quest' orrido pasto senza fine, nella storia spesso lento e inesorabile come certi tumori, si accompagna ad altri piaceri materiali - mezzi e fini allo stesso tempo - che gli illuminati mostrano di ritenere prova concreta della loro superiorità sull'organismo aggredito che, per loro stessa "religione", è postulata per essere prima di ogni cosa di natura morale. Il principale fra questi è il denaro, strumento di possesso e di potere per eccellenza. Il controllo della mente - centro del potere, che un corpo aggredito dal male vuole anch'essa malata - permette, infatti, innumerevoli vantaggi (da noi, in Sicilia, si dice"Cumannari è megghiu 'i futtiri", ma quando si comanda anche il secondo verbo in vernacolo è facile da coniugare) a chi si mostra, per non aver voluto servire e avendo scelto di servirsi, fedele seguace del primo fra i ribelli (e autentico Architetto): Lucifero, che osò credere di poter essere come Dio.

Del resto, il denaro è lo sterco del demonio e nutrirsi di esso (succhiandolo a chi con il lavoro lo produce o creandolo dal nulla con moderna luciferina abilità) aiuta, accompagna, prolunga, completa - quando non è mezzo indispensabile per la sua conquista, magari approfittando della debolezza che rende il corpo sociale più facilmente attaccabile - la soddisfazione derivante dal pasto principale.

Purtroppo, questa mentalità perversamente antisociale - che nei secoli ha via via indossato, senza mai dismetterli, i panni della gnosi, dell'eresia in ogni sua forma (anche quella apparentemente più "ortodossa" e rigorista), dell'umanesimo cabalistico pseudoscientifico, del cogito cartesiano-rosacruciano, degli "immortali principi", del razionalismo, del materialismo marxista e via dicendo - ha ormai conquistato anche il popolo. Ma il nostro Movimento, che al di là delle categorie obsolete di destra e sinistra, al popolo rivolge il proprio modesto servizio, e che da donne e uomini del popolo è formato, si batte pazientemente per risvegliare le coscienze e per tentare di consegnare ai nostri figli un futuro migliore. Solo dopo aver raggiunto questo obiettivo, da FN sintetizzato nei suoi otto punti programmatici, autentico manifesto antimassonico, Forza Nuova potrà sciogliersi.

In attesa di quel momento è disposta a percorrere tutte quelle strade che possano ricondurre al reale, costituito da quel modello di società organica illustrato dall'apologo con cui ho aperto queste note, in compagnia di chi volesse percorrerle - libero da pregiudizi e paure, frutto della propaganda settaria al potere - a fianco dei suoi uomini e delle sue donne che hanno scelto la lotta, il sacrificio, la perseveranza, il servizio. La loro esistenza, con i tempi che corrono, è già una vittoria.

Un saluto a Paolo e un invito a Solange: alla prossima conferenza vogliamo anche te.


Giuseppe Provenzale
Coordinatore regione Sicilia di Forza Nuova



68 commenti:

Solange Manfredi ha detto...

Grazie, volentieri, alla prossima allora

Gianni ha detto...

Salve Francescetti, sono Gianni.
Ho anticipato il mio nome perchè dicendo quanto segue credo che sia giusto.
Ho commentato varie volte con nickname discutendo dei vari argomenti, questa volta è diverso.
Non che inserendo un "gianni" generico cambi qualcosa, ma almeno sento di essere io. Questo conta per me.

1-
Sono 3 anni che più o meno viene fuori questa domanda e più passa il tempo e più ha senso.
Perdona la crudezza: perchè non vi fanno fuori?
ok ci hanno provato. Ma questo non significa che debbano smettere di provarci, anzi...e soprattutto riuscendoci, se sono come dici.
Il fatto che stiate diventando noti non dovrebbe essere un deterrente, la storia lo ha insegnato. Sono stati uccisi personaggi pubblici come papi, presidenti di stati, rivoluzionari, re ecc sotto gli occhi del mondo.

Se la risposta è che in qualche modo ti ritengano funzionale, magari incosapevolmente (risposta che mi pare tu abbia già suggerito in passato), allora sarebbe il caso che ti ponessi qualche domanda. tipo: non è il caso di smettere? potrei involontariamente portare qualche vantaggio a qualcuno che magari avverso, ed ecco perchè mi lasciano operare?
Sono convinto che tu a queste, una risposta te la sia bell'e data, magari tenendotela per te (è un tuo diritto), ed il tuo cammino non sia alla cieca.
Le stesse domande però ce le dovremmo porre anche noi che ti leggiamo. E trarne le conseguenze.

2-
Sono da poco disoccupato (e pluri-fuoricorso per dirla tutta, penso che riprenderò seriamente ora).
Conosco il valore del tempo. Se cerchi di studiare e lavorare, lo capisci come pochi (se poi hai anche una fidanzata, figurati ehehe).
Il lavoro che state facendo tu e Solange mi pare corposo. Pur essendo voi avvocati non penso che queste siano tematiche che si possano apprendere in una normale carriera forense, tranne rarissimi casi (un avvocato penalista dei peggiori casi italiani di cronaca ed in quello della Manfredi un costituzionalista, tributarista ecc che lavora per esempio per la ue o una società pro o contro essa) in modo da sfruttare quanto si va apprendendo nella professione.
Quindi la quantità di tempo dedicato alla studio sarà quantomeno proporzionale alla complessità delle tematiche.
Come trovare il tempo per un lavoro impegnativo, lo studio di tomi (esoterismo, trattati di diritto ecc), più le necessità della vita comune?
ora si sono aggunti i convegni un po' in giro per lo stivale.

Scusa la franchezza ma l'unione di questi due punti mi ha portato a quella che per me è la conclusione più ovvia:forse qualcuno vuole, e fa in modo, che vi impegniate così tanto. Ovvio che sia sua premura, e vostro diritto, avere qualcosa in cambio.

A che fine accada questo e soprattutto chi lo voglia (le cose penso siano legate) non lo so.


Spero apprezzerai la franchezza di una persona qualunque, che esce di casa, va in giro, mangia e dorme come si potrebbe fare in una vita comune.

Sono conscio che ci siano cose che nella nostra realtà non tornino, però ho il dubbio che le risposte che dai tu non siano magari quelle giuste (sono convinto che sarai daccordo, quantomeno sul dubbio).



@MDD spero apprezzerai la scelta di usare "stivale" come sinonimo di italia. Termine che rimanda al feticissimo e lucidissimo calzare fascista. Ma uno che si definisce maestro di "dietrologia", non dovrebbe avere bisogno di suggerimenti quando si tratta di stivali rinforzati adatti a dare sonori...


Gianni

Anonimo ha detto...

Boh...che tristezza Paolo. Non si può restare indifferenti al fatto il convegno era organizzato da FORZA NUOVA...bisogna prendere atto che hai fatto una scelta....scelta forse incomprensibile per molti che ti hanno da anni seguito nel tuo percorso per la ricerca della verità(sempre che esista)....comunque sempre un percorso che non ha mai avuto sbilanciamenti politici o prese di posizione comequella che...sic...ha fatto andando al convegno...ed ora nepubblichi anche un post firmato FN. Certo è una questione di scelte libere...quindi sei libero di continuare questa strata tortuosa che hai intrapreso...come io...purtroppo sono libero di scegliere di non entrare più nel blog....cosa che a malincuore farò perchè come Gramsci ci ha sempre ricordato non si può restare indifferenti ma bisogna sempre parteggiare e fare scelte corerenti con le proprie idee...peccato paolo...non avrei mai pensato di vederti seduto a parlare con FN...
Per chi è interessato lascio un articolo scritto qualche tempo fa da Valerio Evangelisti sul Manifesto...MELMA NERA....

www.carmillaonline.com/archives/2010/05/003470.html

HASTA SIEMPRE

Cienfuegos

Paolo Franceschetti ha detto...

a Cienfuegos rispondo velocemente cosa penserà del fatto che a luglio stiamo organizzando in un centro sociale di estrema sinistra.
Dopodichè passo oltre

Paolo Franceschetti ha detto...

Rispondo alle tre domande.

1. Perchè non ci fanno fuori. Anzitutto non sappiamo se lo faranno domani. Ma nell'eventualità che io muoia di vecchiaia le ragioni possono essere diverse: 1) la nostra morte creerebbe troppa attenzione sul problema RR 2) Siamo funzionali al sistema. In particolare io, dipingo la RR come un organizzazione magica e quasi onnipotente. Una pubblicità gratuita. 3) Da tempo la massoneria inizia ad uscire allo scoperto e a far capire molte cose di se stessa. E lo fa principalmente per mezzo di persone non massone che combattono il sistema.

Rocco ha detto...

Io credo che questi siano argomenti che vanno tirati fuori, non importa se in un circolo di Forza Nuova o in un centro sociale, finchè ci sarà qualcuno che ha l'apertura mentale per poter ascoltare qualunque luogo va bene. Si parla a persone, finiamola di dividere ed etichettare. Poi cienfuegos, se proprio questa cosa ti sta sul gozzo sei libero di non seguire il blog. Io invece ringrazio Paolo perchè se anche non tutto mi convince da quando seguo il blog ho cominciato a pormi delle domande.

Rocco

Paolo Franceschetti ha detto...

2. Come troviamo il tempo? Prima di tutto le cose che capiamo, le abbiamo capite e studiate grazie alla nostra professione. In secondo luogo è vero, il tempo ci manca, tant'è vero che se vieni a casa mia ti metti le mani nei capelli per il caos; non sono mai stato ordinato ma il casino di questi ultimi mesi è davvero esagerato, aggiunto ad una stanchezza cronica.
3) va detto che il mio lavoro, da quando mi occupo di queste cose, è fortemente diminuito, come anche il mio reddito.
Se tre o quattro anni fa avevo incassato anche oltre 100.000 euro in un anno perchè la mia carriera era in ascesa, ora arrivo a malapena ad un terzo di quella cifra, e mi sono stati tolti progressivamente tutti i lavori che avevo.
Il che, se da una prte è un male, dall'altra mi permette di dedicare più tempo ad altre cose.

Paolo Franceschetti ha detto...

Infine, Gianni... si, anche io mi pongo i dubbi che ti poni tu, e le risposte esatte non le ho, credimi.
Io comunque continuo a fare ciò che ritengo giusto.

Anonimo ha detto...

Mi sia consentita una nota di colore. Avvocato Franceschetti, insomma: possibile che questi compagni che l'accusano di intelligenza col nemico siano tanto pedanti, al punto da rischiare di essere stucchevoli e noiosi? Come non fanno a non capire che lei è né più né meno che un infiltrato, tra le fila di FN? Ma, ora che si metteranno in azione i possenti neuroni dei maestri dietrologi, si potrà apprezzare la perfidia sottilissima con cui il Franceschetti mostra al colto e all'inclita l'essenza massonico-rosicruciana di FN, testimoniata da quell'aquila bicefala nel centro della quale campeggia un clamoroso triangolo muratorio, ed il sottostante cordone, che stilizza una squadra. Diabolico, l'avvocato...

Anonimo ha detto...

Grazie, Solange, della tua gentile disponibilità.

Informo l'arguto e dotto anonimo delle 18,52 che le parole delle conferenza erano accompagnate da immagini sul tema che, senza soluzione di continuità, venivano proiettate sulla parete posta alle spalle dei relatori. Le suddette immagini erano state selezionate all'uopo da soggetti facenti parte del movimento politico Forza Nuova.

G.P.

Gnosi Molegana ha detto...

La cosa che nessuno ha notato e' la famosa aquila con la doppia testa con tanto di triangolo piu' il 32° grado di rito scozzese che rappresenta esattamente il "Sublime Principe del Real Segreto" ...
Il 33° grado ha solo una testa di solito e presiede le due teste, una guarda ad oriente, l' altra ad occidente..

Il tutto appeso alla parete della stanza del convegno di FN!

Gnosi Molegana ha detto...

... Dimenticavo la cosa piu' importante ...
Non contenti, dall' altra parte della parete, hanno messo pure l' immagine del Candelabro a 7 bracci ...

Il candelabro a sette bracci, o “Menorah”, è uno degli elementi fondamentali del
Tempio massonico e richiama il candelabro d’oro del Tempio di Salomone, realizzato
secondo precise istruzioni date a Mosè (v. Esodo, capitolo 36°, versetti 27 e
seguenti).
Va precisato che il candelabro non è usato nei Templi del Grande Oriente di
Francia, dove, come è noto, per una esasperata laicità, non appare né la Bibbia, né
si usa la sigla A∴G∴D∴G∴A∴D∴U∴
Il simbolismo del Candelabro, oltre al riferimento al Tempio di Salomone - di cui
costituisce un elemento caratterizzante, come le due Colonne ed il pavimento a
scacchi - è ovviamente legato al numero 7 e quindi si collega a tutta quella serie di
elementi che risultano in numero di sette.

A proposito di appartenenza simbolica ...

Paolo Franceschetti ha detto...

Gnosi Molegana.
ma che cazzo stai a di???????????

quelle erano le immagini preparate per il convegno.
Coglione!

Stefania Nicoletti ha detto...

Gnosi Molegana/MDD...
L'immagine non è appesa alla parete, ma è proiettata (come peraltro ha già detto GP). Si vede benissimo che è una proiezione.
Inoltre l'altra immagine non è dall'altra parte della parete, ma è sempre nella stessa parete (anche questa proiettata). Si vede benissimo che la parete è sempre la stessa.
Se poi vogliamo fare polemica fine a se stessa...

Stefania Nicoletti ha detto...

Ecco, appunto... Ha risposto anche Paolo :-)))

Paolo Franceschetti ha detto...

Preciso che il "coglione" è detto con rispetto.

Come si fa a conciliare un insulto con il rispetto? Non lo so ancora, ma dovrei scoprirlo in futuro.

Quando stavo alla conferenza su Rino a Roma, i relatori ripetevano continuamente che io dicevo "sciocchezze" aggiungendo poi "con rispetto parlando".

Quindi dopo questa conferenza ho imparato un'altra cosa. Che si può insultare qualcuno ma "con rispetto". :-)))

Gnosi Coglionea ha detto...

Ok, se erano proiettati come denuncia di certi simboli allora e' un altro conto.
Non ci avevo fatto caso che fossero proiettati ...

Chiedo umilmente scusa ...

Ma nella sostanza cambia di poco il discorso xche' comunque L' AQUILA fu un simbolo fascista massonico x antonomasia e l' aquila con una sola testa conta di piu' come grado di appartenenza di quella denunciata a 2 teste ...
Infatti il simbolo dell' AQUILA rappresenta il simbolo degli illuminati x eccellenza, vedi appunto dollaro oppure Horus rappresentato con la testa di falco, ma gli esempi sono tanti ...

E quindi, con rispetto, io saro' coglione, ma e' peggio essere coglioni non comprendendo i propri simboli di appartenenza ...
Sempre con simpatia

Anonimo ha detto...

Gnosi molegana

Non distingui un'immagine proiettata su una parete da un quadro e manchi anche di elementare senso d'orientamento (qual è la destra di una parete... e qual è la sinistra?) E vuoi parlare di cose ben più importanti?

Diceva il massone Totò: "Ma mi faccia il piacere..."

E' inutile che copi/incolli erudite esegesi simboliche... mancano le basi, l'elementare senso d'orientamento e lo spirito d'osservazione.

Abbonda, invece, (in alcuni frequentatori di questo blog) la malafede. La base elementare per discutere con qualcuno - che sia buddista o comunista, e lo dico da
"clerico-fascista" - è l'onestà intellettuale. Chi è in malafede non merita attenzione alcuna.

G.P.

Anonimo ha detto...

..."a Cienfuegos rispondo velocemente cosa penserà del fatto che a luglio stiamo organizzando in un centro sociale di estrema sinistra."

Vedi caro Paolo....mi aspettavo una risposta del genere....io da tempo penso che la dicotomia DESTRA/SINISTRA non esiste più da tempo...sicuramente dal 1989. Esistono però i valori che la gente porta dentro....senza entrare in deliri politici io penso che sedersi accanto a personaggi che fanno della xenofobia e dell'omofobia il loro cavallo di battaglia sia eticamente errato....parlare con gente che nella propria dialettica utilizza di continuo l'insulto per il "Diverso"...che sia gay, zingaro,ebreo, comunista poco conta....conta invece il fatto concreto che per chi ha certi valori non può andare oltre...superare il limite. Fidati Paolo....DESTRA/SINISTRA non conta niente....solo quello che abbiamo dentro conta davvero..

HASTA SIEMPRE

CIENFUEGOS

Anonimo ha detto...

pardon.. "ultori"

Anonimo ha detto...

Una delle armi piu' efficaci della massoneria, in genere, e dei rosacrociani, in particolare, e' quella di giocare sull'ambivalenza dei simboli: l'aquila ne e' un caso esemplare e cosa dire del pesce tanto caro a Nimrod/Icke e vattelapesca... Bisogna sempre discernere ed evitare di attribuire agli "illuminati" fatti circostanze e simboli che nulla hanno a che fare con questa setta, poi confluita nell'ambito massonico durante la seconda meta' del XVIII secolo.. cosi' come e' fasulla la tradizione della maledizione pronunciata da De Molay sul rogo contro il Papato e L'impero: in primis, poiche' ai condannati si imponeva un marchingegno che ne bloccava la lingua e impediva loro di parlare: in secundis, poiche' papa Clemente VII aveva "assolto" dalle accuse di eresia De Molay ed i Templari, come risulta dagli atti originali del processo, pubblicati recentemente nel volume "Processus contra Templarios" non a caso di difficile reperibilita' e prezzo astronomico (ca. 6000 euro) per evitare che la vecchia favola massonica di discendenza dai templari, di cui sarebbero gli ultpri, venga propagata alle masse.. per quanto esse siano oramai rincoglionite

Gnosi MDD ha detto...

GP, E' INUTILE CHE TI ATTACCHI AL FATTO CHE HO SBAGLIATO A VEDERE LE IMMAGINI CHE IN REALTA' ERANO PROIETTATE, SAPESSI QUANTE COSE VI SBAGLIATE VOI ...
NON CONTA UNA SEGA ...

Non conosci la simbologia massonica e non conosci il fascismo, cosa vuoi parlare di massoneria se neghi ed ignori i simboli ...
Non mi hai mai risposto dopo che ti avevo INVITATO A FARLO, in maniera pacifica, a discutere sulla simbologia massonica fascista, evidentemente xche' hai la coda di paglia e appunto RIMUOVI certi, TANTI, simboli chiari e lampanti, del ventennio ...

Allora ti INVITO nuovamente a discutere serenamente su tale simbologia ...

Hai censurato 20 anni di storia SUPRA-MASSONICA, negando che l' elite ashkenazita ideo' il nazismo ed il fascismo, hai negato chi finanzio' il fascismo, e cioe' la Corona d' Inghilterra, continui a negare e rimuovere che la simbologia del FASCIO LITTORIO, DELL' AQUILA, NON SIA LA STESSA DEGLI ILLUMINATI, PRESENTE ANCHE NEL DOLLARO ...

Insomma, se si vuol analizzare seriamente la massoneria, bisogna partire dalle origini e non RIMUOVERE PSICOLOGICAMENTE un periodo FONDAMENTALE, quale fu appunto il fascismo e il nazismo x gli ILLUMINATI ...

Se non vuoi farlo su questo BLOG, TI INVITO A SCRIVERE NEL MIO BLOG CHE HO APERTO POCHI GIORNI FA ...

maestrodidietrologia.blogspot.com

OPPURE SUL FAN CLUB DI FACEBOOK ...

maestro di dietrologia, nella sezione discussioni ...

Comunque anche TOTO' ERA MASSONE ...
VOTA ANTONIO, VOTA ANTONIO ...
:-))

Paolo Franceschetti ha detto...

Ho censurato un ignobile commento di MDD (alias Gnosi molegana) che volgarmente e violentemente parlava del duce "giustamente trucidato".

Vorrei ricordare a quel coglione di MDD che uccidere un uomo dovrebbe essere una cosa non ammessa in nessun caso.

Ovvia la sua volontà tesa unciametne a provocare e creare casino.
E per fortuna abbiamo inserito la censura (non a caso inserita quasi unicamente per lui).

DUCE TRUCIDATO ha detto...

Sei un gran coglione Paolo, ti facevo piu' intelligente, tieniti la teppaglia di FN e tanti auguri ...

Paolo Franceschetti ha detto...

Mi si chiederà perchè pubblico questi commenti in cui mi si da del coglione... ero tentato di non metterlo perchè conteneva l'espressione "Duce trucidato", ma poi ci ho ripensato.
In fondo, l'insulto si ritorce contro chi lo fa e chiunque legga avrà la misura di che tipo di persona l'ha scritto.

Anonimo ha detto...

L'anonimo delle 15,31 ha ben risposto al solito Mdd...
Mi permetto di citarlo: "Una delle armi piu' efficaci della massoneria, in genere, e dei rosacrociani, in particolare, e' quella di giocare sull'ambivalenza dei simboli: l'aquila ne e' un caso esemplare e cosa dire del pesce tanto caro a Nimrod/Icke e vattelapesca... Bisogna sempre discernere ed evitare di attribuire agli "illuminati" fatti circostanze e simboli che nulla hanno a che fare con questa setta..."

Io non mi attacco alle cose, prendo atto. E discutere con i provocatori non mi interessa. Se avessi saputo che Gnosi molegana eri tu (il solito MDD) ti avrei ignorato fin dall'inizio. Su massoneria e fascismo ho scritto abbastanza su questo 3d e su altri, anche un paio di anni fa. Penso che il mio pensiero sia chiaro e ho la presunzione di ritenere che nessuno sia in grado di produrre documentazione sufficiente a farmi cambiare opinione, tantomeno un volgare provocatore.

P.S. Nessuno finora ha scritto nulla, nel bene e nel male, sull'articolo che Paolo ha avuto la cortesia di pubblicarmi. Il solito sdegno antifascista e niente più...

G.P.

democrito ha detto...

***Vorrei ricordare a quel coglione di MDD che uccidere un uomo dovrebbe essere una cosa non ammessa in nessun caso.***

ovviamente non entro nel merito dei rapporti tra paolo e mdd, però questa affermazione mi ha fatto riflettere su come l'incontro di boxe tra il popolo e il potere, sia in realtà un incontro truccato. intanto le regole non le detta il popolo, se così fosse scorrerebbero fiumi di sangue e la cultura della forca prenderebbe il posto della legalità. quindi le detta il potere, il quale però ha delle prerogative e le sfrutta al meglio. per iniziare, la prima delle regole è che la legge è uguale per tutti, tranne che nei casi previsti per cui possono esserci delle deroghe, intendo con questo parlare di parlamentari, istituti di credito, poliziotti, servizi segreti ecc., che già conosciamo. in più, chi detta le regole ha anche la responsabilità del controllo e dell'applicazione delle medesime, cosa che di fatto, allarga anche ai preposti al controllo l'impunità sopra menzionata. lo stato può quindi dettare una regola "è vietato uccidere" e proporre delle pene per chi trasgredisce, ma allo stesso tempo, fregarsene della regola testè varata ed organizzare stragi, spedire militari in guerra, compiere delitti eccellenti, autorizzare l'uso delle armi alla polizia, specie nelle operazioni di difesa dei patrimoni o durante le manifestazioni di dissenso al potere politico, ecc. non a caso, se entra un ladro in casa tua e oppone resistenza al tuo tentativo di arresto, non puoi sparargli addosso, mentre la polizia è autorizzata a farlo.
nel nostro caso, mussolini poteva partecipare al disastro della II guerra mondiale, che costò solo all' italia circa un milione di morti, ma è deplorevole che sia stato giustiziato.
saddam hussein, nemico personale di bush, colpevole di molto meno di quanto attribuito a mussolini, è stato giustiziato da chi occupa "legalmente" il potere in irak e quindi possiamo dire "giustamente" senza per questo commettere nessun atto deplorevole.
dichiararsi poi contro la pena di morte, è solo una posizione ideologica e bugiarda. togliere la violenza al potere sarebbe come esautorare il potere stesso, e la violenza si può esercitare in modi diversi, ma che hanno sempre come conseguenza la morte di qualcuno.
certo, si potrebbe obbiettare che noi siamo per il ripristino della legalità e dell'uguaglianza, ma a parte il fatto che non si puo ripristinare alcunchè, senza esercitare una violenza superiore a quella che si subisce, ma questo comunque pone un problema: chi detterà le nuove regole?
ritengo quindi legittimo, da parte di chi vuole riformare il sistema, invocare le forche, non fosse altro che per un diritto di uguaglianza, ma so anche che questo non riformerebbe un bel niente, perchè le logiche ispiratrici sono sempre le stesse ed i risultati non possono essere che i medesimi. quindi alla fine siamo nel solito vicolo cieco, il male vince sempre, così come sostenevano gli gnostici e l'uscita dal labirinto non può che essere altrove.

Anonimo ha detto...

Che Mussolini sia stato giustiziato è sicuramente deplorevole: il perché lo sia stato è sicuramente interessante. Con Mussolini la Massoneria inglese cancellava le proprie trame italiane, la propria corresponsabilità nella tragedia della guerra... con la morte di Mussolini Stalin, esperto di stregoneria ed esoterismo (si ricordi che Il sepolcro di Lenin - cui inizialmente avevano aggiunto il corpo di stalin - è a forma di piramide tronca e che il percorso interno - il rosso ed il nero usati all'interno della cripta sono i colori del demonio - riproduce il percorso rituale all'interno di una loggia massonica) era venuto in possesso dell'arma che aveva posto fine alla vita del dittatore (vedi l'arma del mostro di Firenze) in un luogo differente dal quale la disinformazione l'ha sempre collocata (i fori di proiettile nel corpo non corrispondono a tutti quelli degli abiti.. curioso pare proprio il caso di Aldo Moro)... con al morte di Mussolini i compagni massoni fecero vedere la fine che spettava ai traditori appendendolo a Piazza Loreto come l'appiccato dei tarocchi (e Milano, per la precisione l'abbazia di Chiaravalle - fu la sede ultima dell'eresiarca Guglielmina la Boema, colei che aveva ispirato la carta della "papessa" nei tarocchi milanesi)... come vede la sorte di Mussolini era più che segnata... e forse lui lo aveva compreso ben prima della guerra...

MDD IL COGLIONE ... ha detto...

Vorrei ricordare a GP che ANCHE uccidere un negro dovrebbe essere una cosa non ammessa in nessun caso, ma anche offendere minoranze, essere razzista, avvallare tesi naziste in malafede come quelle di Fn ...

x Paolo ...
Anche fiancheggiare fascisti e' proprio una brutta cosa, perche' prodigarsi tanto nel trovare qualsiasi simbolo di appartenenza in ogni omicidio e massoneria, MENTRE x il fascismo sull' appartenenza di determinati simboli si tace, nessuna critica ???

Tanto menarsela sui simboli e poi, x farsi bello a LORO, essere acritico e incredibilmente di parte, non tanto nella "legittima" posizione politica che LORO esprimono, ma nel tacere su certe appartenenze storiche OGGETTIVE ...

Non c'e' nessun problema ad andare a fare convegni in OGNIDOVE, ok, pero' se si analizzano determinate cose bisognerebbe farlo a 360 gradi e non a 90° ...

QUEL COGLIONE DI MDD ...

Conte Senza Palazzo ha detto...

Anonimo 8 Giugno 18.30 dice:
"con la morte di Mussolini i compagni massoni fecero vedere la fine che spettava ai traditori appendendolo a Piazza Loreto come l'appiccato dei tarocchi".

Veramente il sistema dei cadaveri impiccati era stato introdotto in Italia proprio dai nazifascisti molto prima dell'uccisione di Mussolini ed era cosa molto comune. Lungo la strada d'entrata di paesi e citta' si esponevano cadaveri impiccati in fila, per far vedere cosa succedeva agli oppositori. C'entreranno anche i tarocchi, ma se avete un nonno (io no: il mio lo uccisero i fascisti nel 1927), magari chiedetegli se ha qualche ricordo in proposito. Perche' su questo blog, recentemente, mi pare si stia tentando di riscrivere la storia come fosse un film del genere fantasy: ancora non capisco a che pro' e in ossequio a chi.

Anonimo ha detto...

Guardi, caro Conte, impiccato è un conto... appeso a testa in giù, post mortem, è ben altra cosa...

Anonimo ha detto...

Questo è un blog per nazi-revisionisti diciamoci la verità...

Eli ha detto...

La Strage di Piazzale Loreto avvenne il 10 agosto 1944 in Piazzale Loreto a Milano. Quindici partigiani e antifascisti furono fucilati da militi della legione Ettore Muti della RSI, agli ordini dei tedeschi, ed i loro cadaveri vennero esposti al pubblico.

http://it.wikipedia.org/wiki/Strage_di_Piazzale_Loreto

Questo è il motivo dell'esposizione
post mortem dei cadaveri di Mussolini, della Petacci, e degli altri gerarchi a Piazzale Loreto.

E tu Paolo, dovresti conoscere la legge del Karma: lo psicopatico di Predappio aveva seminato così tanti cadaveri nel corso della sua vita, che non poteva non essere raggiunto
dal suo Karma.
Studiare la storia può non far aprire la mente, ma per lo meno evita di profferire sciocchezze sesquipedali.

Non è sufficiente usare il cuore nella propria azione, occorre anche una mente vigile e consapevole che lo guidi.
"Siate puri come colombe ed astuti come serpenti". Parole di quel bolscevico di Jehoshua ben Joseph.
Gli stupidi fanno altrettanti danni dei malvagi.
Non partecipo più al blog perché, come ha ben detto l'anonimo qui sopra, è diventato un blog di nazi-revisionisti, e le diatribe con i fascisti non m'interessano.
C'è già abbastanza fascismo nel nostro paese, gentilmente elargito dallo psicopatico di Arcore, da non doverlo aumentare dando spazio ai nipotini del duce.
Saluto quel gentiluomo di Conte Senza Palazzo, MDD, da cui ho imparato molte più cose che dai libri, Solange e Stefania, la cui bellezza interiore è e resterà incontaminata. Grazie a tutti.

Anonimo ha detto...

La verità è che la Storia la scrivono i vincitori, sorvolando, e di molto, sulle loro porcherie: quando poi si fa un riscontro storico più accurato (del tipo il Regno delle Due Sicilie cadde per mano della massoneria su ordine dell'Inghilterra e non di Garibaldi)si è, come minimo, complottisti, poi revisionisti (del tipo "i 250.000 mila morti del bombardamento di Dresda furono una atroce crudeltà compiuta, in piena coscienza, dagli anglo-americani") e, dulcis in fundo, neonazisti e fscistoidi per aver tenuto una conferenza, oltretutto su un cantante, in una sede di Forza Nuova... Mi ascolti, anonimo delle 16:56, veda meno la TV e rifletta più spesso: magari riuscirà a dire cose più sensate.

Anonimo ha detto...

Questo è un blog di gente che vuol combattere la massoneria da posizioni ideologicamente filomassoniche... che lo frequenti il gran maestro Di Bernardo?

Anonimo ha detto...

Il gran Maestro Venerabile Di Bernardo, a mio parere, è una persona dalla specchiata moralità e dalla grande ampiezza di vedute; uno, per intenderci, che non si è piegato al ricatto dei "riti" all'interno del GOI. Ha proposto una via nuova e coerente con gli insegnamenti massonici, esortando alla visibilità all'orgoglio della propria appartenenza, cercando di sottrarre la figura del massone a quella del cospirazionista di memoria risorgimentale... ma credo, per risponderLe che non abbia alcun interesse ad intervenire sotto mentite spoglie in un dibattito come questo. Cerchiamo, invece di chiederci perché molte stragi di Stato sono state cucite addosso ai "neofascisti"... a chi giovava metterli fuori causa nella lotta politica e a chi gioverà, poi, mettere fuori causa il PC con il delitto Moro... un delitto preannunciato dalle pagine di OP proprio da un piduista come Pecorelli, mica da un comunicato del Cremlino...

Anonimo ha detto...

Per Eli, i cadaveri dei partigiani vennero esposti appesi a testa in giù?
Grazie
Un fascistoide sesquipedale

Anonimo ha detto...

I cadaveri dei partigiani vennero presi a calci e sputi? Mussolini si dichiaro d'accordo con la loro esposizione, o fece legittime rimostranze all'ambasciatore tedesco presso la RSI?
Eh.. già... com'è dura la realtà

Anonimo ha detto...

Rispondo all'intellettuale anonimo del 09 giugno 2010 20.58:

Mi basta leggere quello che scrivete,e specialmente come lo scrivete,il vostro atteggiamento pronto a screditare chi vi contraddice.Una volta i fascisti ti davano l'olio di ricnio x farti zittire,ora invece ti dicono che non sei aperto mentalmente.E da quando i fascisti sono aperti mentalmente??
L'argomento delle banche è a doppio taglio,mette d'accordo il servo con il padrone che il problema del mondo sono le banche xciò uniamoci tutti contro i bancheri ebrei!Questo volete vero??trovare una scusa valida per sfogare le proprie frustrazioni xenofobe.Io sono convinto dell'esistenza di una RR,ma come in tutte le cose ci sono quelli che ci marciano coinvolgendo anche storie e personaggi che non c'entrano davvero un cazzo.Sarebbe troppo bello risolvere le questioni irrisolte nel mondo facendo 4 calcoli di pseudonumerologia aggiunti a 4 disegnini.
Cmq giusto x non farti preoccupare della mia formazione ti rispondo al fatto della TV.Mio caro io La TV mi sta sul cazzo quanto il fatto di dover x forza andare a Lavorare.Ora ho 28 anni e ho smesso di guardarla verso i 19/20 anni,Io LEGGO....IO....Forse tu ti sciroppi le cazzate che ti propinano nel bene e nel male,io le analizzo anche se mi sembrano già buone x me.

Conte Senza Palazzo ha detto...

Anonimo 09 giugno 2010 15.15 ha detto:
"Guardi, caro Conte, impiccato è un conto... appeso a testa in giù, post mortem, è ben altra cosa..."

Si, proprio POST MORTEM come dici tu. I partigiani e gli oppositori venivano PRIMA FUCILATI dai nazifascisti; poi, POST MORTEM, i cadaveri venivano scempiati e appesi agli alberi e ai pali lungo i viali di entrata di paesi e citta'. Questa e' storia, peraltro persino documentata da filmati e foto. Spero che il volerla negare a tutti i costi sia mera ignoranza e non cattiva fede (ma vista la piega che ha preso questo blog, ho i miei dubbi in proposito).

Anonimo ha detto...

Egregio Conte... sa che non ci avevo pensato.. eh Già... anche Lei è uno stramaledetto geniaccio...

Anonimo ha detto...

una piega un po a destra?? shhh ma non lo diciamo a nessuno che in definitiva x sto blog non esiste ne la destra ne la sinistra...shhh...altrimenti dicono che non capiamo nulla...ah scusate dicono che siamo chiusi mentalmente...

Anonimo ha detto...

I nazifascisti... ma chi erano?
E i partigiani?

Non esistevano nazifascisti, c'erano tedeschi e italiani che facevano parte di eserciti regolari.

I partigiani... leggete almeno Pansa, o è fascista anche lui?

C'è anche un film di Spike Lee, sarà mica razzista?

Conte Senza Palazzo ha detto...

Anonimo qui sopra (10 giugno 2010 17.49), anche in questo caso spero che la tua sia solo ignoranza e non cattiva fede.

Anonimo ha detto...

Conte senza palazzo,
e se studiassi un po' di piu, invece di fare il giudice?

MDD ha detto...

Eli, grazie del complimento fantastico che mi hai fatto ...
Un bacione e continua a scrivere ...

Conte Senza Palazzo ha detto...

Aonimo 11 giugno 2010 16.24 dice:
"Conte senza palazzo,
e se studiassi un po' di piu, invece di fare il giudice?"

Veramente quello che deve studiare sei tu, non cercare di rivoltare la frittata. Io, oltre ad aver studiato e ad essere un appassionato di storia, ho avuto la fortuna/sfortuna di avere genitori un po' avanti negli anni, che da ragazzi hanno vissuto in prima persona (mio padre attivamente, come interprete in inglese per la resistenza romana) il periodo in questione. Nostri amici di famiglia erano una coppia che rivesti' ruolo di vertice della resistenza romana (sono spesso citati nei libri di storia, ma non credo da quelli di Pansa). Si tratta di testimonianze dirette, non di favole che qualcuno racconta a quelli come te. Se il tuo studiare si riferisce a Spike Lee e a Pansa, andiamo proprio bene...

Conte Senza Palazzo ha detto...

Eli, grazie per avermi definito gentiluomo (non di Sua Santita', pero'!:)))

Anonimo ha detto...

MDD

continuo a scrivere, ma altrove, come potresti ben vedere, se solo frequentassi il tuo blog, anziché venire qui, dove non sei gradito e vieni costantemente vilipeso ed offeso, in quanto oggetto d'invidia.
Non scriverò più qui perché la mia formazione e la mia sensibilità mi rendono totalmente incompatibile con i fascisti, con la loro rozzezza e subcultura, con le loro idee muffite e stantie. Trovo che la violenza che ci circonda nella società, in questo difficile momento di transizione, e mi riferisco al razzismo, all'omofobia, ed al tentativo di relegare le donne fra scope e pannolini (ancora!) non debba essere minimamente sostenuta ed alimentata.
Comunque, non da me.

Conte Senza Palazzo

dagli scritti emana l'energia di una persona. Questo è ciò che trapela dai tuoi scritti.
La nobiltà d'animo non ha nulla a che vedere con il sangue o con il censo. Ed è chiaro come il sole che non sei un Gentiluomo di Sua Malignità.

Arrivederci...altrove! :-D

Eli

Anonimo ha detto...

Il Conte dice di amare la Storia, ma ama soltanto la vulgata e non accetta che la Storia venga scritta da altri se non dai vincitori. Questo non è amore per la Storia è solo partigianeria, comprensibile date le sue tragiche vicende familiari che rispetto, ma pur sempre partigianeria. La Storia vive e si alimenta di sano e scientifico revisionismo e ciò è inarrestabile.
I miti fondanti dell'italietta liberal-massonica stanno crollando, il cosiddetto "risorgimento" e la cosiddetta "resistenza" hanno le ore contate, che piaccia o no.

G.P.

Anonimo ha detto...

Sono perfettamente d'accordo con gli interventi precedenti. Ho seguito con interesse gli sviluppi di questo blog, ma noto una deriva in senso fascista, maschilista e anti democratico. In questo bolg i reazionari con i loro valori violenti e militaristi hanno preso il sopravvento.Come sottolineato da un compagno precedente, non si puo` predicare bene e razzolare male. I miei valori non sono quelli filomassonici di FN. Viva la revolucion castrista.

Anonimo ha detto...

Valori filomassonici di FN????

Anonimo ha detto...

La Storia vive e si alimenta di sano e scientifico revisionismo e ciò è inarrestabile. G.P.

"Sano e scientifico revisionismo!"
AHAHAHAHAHA! Da sbellicarsi! Complimenti!

Conte Senza Palazzo ha detto...

Eli, ti ringrazio delle tue parole.

GP dice:
"I miti fondanti dell'italietta liberal-massonica stanno crollando".

...mentre i miti dell'italietta clerico-fascista sono crollati da un pezzo.

Lo Scienziato Revisionista capace di cotante perle di saggezza storica, diventato il miglior amico di Paolo Franceschetti, e' proprio ovunque. Ti si materializza intorno non appena scrivi la parola F (di fascismo), fluttua nell'aria essendo entita' immateriale, sibila, sussurra, non si perde un commento. Altre entita', piu' piccoline, pure aleggiano nell'aria. Non ci libereremo mai di loro, ormai sono entrati nel blog e sorvegliano che non si dica nulla di sgradito a loro. Non ce ne libereremo mai: a meno di non cambiare blog o di cominciare a farsi delle belle risate su di loro, come giustamente fa l'anonimo del 13 giugno 2010 18.38.

Anonimo ha detto...

E no Conte, chi si materializza appena si scrive una F sei tu. Io torno solo a controllare il topic che ospita un mio intervento; la natura del quale nessuno ha affrontato limitandosi gli interventi a fare professione di antifascismo. Inoltre, il mio umano rispetto non è mai venuto meno, così come mai mancherà da parte mia una risposta ad argomentazioni che siano tali, delle anonime risate me ne frego...

Mi spiace solo che Paolo possa perdere utenti.

G.P.

Anonimo ha detto...

@Conte senza palazzo

La verita` (revisionista) ti fa male lo so.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 15:01

ma proprio non ti va giu` che delle voci diverse abbiano diritto di parola?
Democratico di sinistra, eh?
Anche tu figlio della resistenza...

Conte Senza Palazzo ha detto...

"Democratico di sinistra, eh?"

No, guarda, questa per me e' un'offesa. I Democratici di sinistra per me sono l'altra destra, quella con la faccia da buoni.

"Anche tu figlio della resistenza..."

Si, grazie.
La resistenza, fu la giusta reazione al sanguinoso regime fascista (e gia' sento le "entita'" materializzarsi, fluttualdo nell'aria) e alla spietata occupazione nazista. Un fatto naturale: hai un dittatore e un invasore sanguinari, quindi prendi le armi e vai a sparare per levarli di mezzo. Che poi i "quadri" fascisti siano tutti ritornati al loro posticino dopo la guerra con il regime democristiano e abbiano continuato per decenni la loro opera di fascistizzazione dell'Italia, vanificando lo sforzo di resistenza, questo e' purtroppo un altro discorso.

Conte Senza Palazzo ha detto...

Comunque, c'e' stata resistenza e resistenza. Ad esempio, c''e' stata paradossalmente anche quella cripto-fascista. Per esempio, il gruppo di giustizia e liberta' era capeggiata dal cripto-fascista massone Randolfo Pacciardi, che infatti negli anni settanta si e' distinto per uno dei molti tentativi di colpo di stato fascista. Oppure il "partito d'azione" (massonica), materializzatosi poi nel dopoguerra e fino ad oggi (Ciampi-Montezemolo-Draghi e tanti altri) come forza massonico-tecnocratica. Loro si riconoscono perche' sono sempre quelli del "governo tecnico". E i tecnocrati, per me, sono la peggiore delle destre, perche' si atteggia da "sinistra moderata e responsabile", mentre invece preme per il fascismo globale alla Michael Ledeen (pericoloso neocon pro-global che ha scritto "Universal Fascism: The Theory and Practice of the Fascist International" e che fu uno degli "esperti" che avrebbe dovuto aiutare Cossiga a trovare Moro...)
Insomma, sempre fascisti sono...

Gnosi Molegana ha detto...

Siamo tutti figli della resistenza, ha ragione Conte ...
Anche i FAZISTI sono inconsapevolmente figli della resistenza e grazie ad essa possono PERFINO loro, dire qualcosina ...

Conte, io glielo data su, non ci arrivano, anzi rimuovono, ma in fondo non e' colpa LORO, sono solo cavie emozionali e non l' accettano ...

Mi dispiace solo che rallenteranno l' incarnazione collettiva, si xche' quando uno sbaglia, rallenta il flusso delle reincarnazioni globali, essendo noi tutti lo stesso 1 divino, frammentato in infiniti ologrammi ...

Quindi se loro non ci arrivano condizioneranno l' evoluzione energetica a favore della META' OSCURA, e si sa che i rettiliani non aspettano altro ...

E' x questo che l' estrema destra ama cosi' tanto l'iconografia, xche' fin da Costantino si e' lavorati x la proiezione e l' antropomorfizzazione esterna, LORO hanno bisogno di proiettare, xche' hanno subito l' ipnosi nella parte del cervello rettile, sono strumenti inconsapevoli delle forze arcane maligne ...

Posso dire una cosa ???
Penso che LORO siano stati progettati x essere cibazione aliena, quindi alla fine effettivamente e' inutile discutere con loro, non hanno colpe ...
E' un po' come ricordare ad uno schiavo di esserlo !!!

Anonimo ha detto...

Non avete ancora capito che i "fascisti", come li immaginate voi, non sono "fascisti". E, poi, per voi, sono "fascisti" quelli che non lo sono mai stati... voi i "fascisti" ve li sognate la notte...altro che rettiliani!


"Giovinezza, giovinezza ..."

G.P. (detto anche Entità senza astronave... o Marchese senza marca)

Anonimo ha detto...

Dunque: anche i partigiani erano fascisti.
Ci sono i cripto fascisti e fascisti consapevoli...
Sono la parte oscura di noi stessi...
Fascismo eterna categoria dello spirito. Piano piano ci sto arrivando ...
Faro` di tutto per non diventare cibazione degli alieni che si cibano di ....fascisti.
Mi devo evolvere evitando le iconografie ...che fanno male.
E tutto questo fin...da Costantino!!
Grazie per queste lucide analisi.
Dove lo comprate il fumo?

Anonimo ha detto...

Preciso:con "democratico di sinistra"
non intendevo diessino, ma mi riferivo a al rifiuto sistematico al dialogo dei "compagni".
Con "Figlio della resistenza"intendevo persona educata ai valori della democrazia autoritaria, tipo piazzale Loreto per intenderci.
poi fate tanti distinguo, per dire "non siamo di un erba un fascio"; ma anche nel fascismo e nel neo-fascismo c'erano e ci sono tuttora tante posizioni.
Perche` questo discorso quando lo facciamo noi non e` legittimo? Pewrche` parlate per idee costruite?
La risposta e` che siete autoritariamente democratici...
chi non la pensa come voi merita di essere messo a testa in giu`...
...e poi diffamato.
Linciaggio e diffamazione questi sono i metodi dell'antifascismo democratico, di sinistra e non...

Conte Senza Palazzo ha detto...

GP dice:
"Non avete ancora capito che i "fascisti", come li immaginate voi, non sono "fascisti". E, poi, per voi, sono "fascisti" quelli che non lo sono mai stati... voi i "fascisti" ve li sognate la notte...altro che rettiliani!"

EEEH?

Gnosi Molegana ha detto...

Concludiamo e chiudiamo il post con un bel film di CORRADO GUZZANTI
FASCISTI SU MARTE ...
Oltretutto, pieno di doppi sensi occulti e metaforici :-)

Ci auguriamo che si ritrovino tutti li, sempre e solo tra maschi come piace a loro e fuori dalle palle ...

Anonimo ha detto...

Su Marte non ci andrei mai, neanche per tutti i maschi del mondo: e`...un pianeta rosso...

mappo-jidai ha detto...

Anonimo da detto:
"Su Marte non ci andrei mai, neanche per tutti i maschi del mondo: e`...un pianeta rosso..."

Umorismo littorio pieno di riferimenti occulti, eh?

Mappo-jidai

Anonimo ha detto...

I partigiani sono venerati come degli eroi, ma a vederla bene tradirono la patria, come il loro Re, del resto... Come chiamare gli attentatori di Via Rasella, che a Roma provocarono l'eccidio delle Fosse Ardeatine? Non si vuole in nessun modo discolpare i nazisti, ma se si fossero consegnati avrebbero risparmiato un simile bagno di sangue... La resistenza cosi' come la repubblica sono figlie della Massoneria, e come tali ne saranno perennemente succubi: destra e sinistra non hanno alcun senso, esse sono definizioni che rientrano nella "concordia oppositorum" frammassonica... al di la' del bene e al di la' del male, il fratello procede nella sala dei passi perduti verso il raggiungimento della Grande Opera