venerdì 18 giugno 2010

Il record assoluto delle balle.


Di Solange Manfredi

Ieri sera al TG2 delle 20.30 ho sentito l'intervista rilasciata dal nostro Ministro dell'Economia Tremonti


TG2 del 17/06/2010, ore 20.30, servizio 02, indirizzo:

http://www.tg2.rai.it/dl/tg2/Page-51fc176a-1c60-4232-a024-732f3ba3f42a.html

So da tempo che la propaganda ha le sue regole, ma non credevo che in meno di un minuto si potesse giungere a tanto. In un minuto infatti è stato battuto il record delle falsità.


Vediamole una per una.




Il Ministro Tremonti esordisce così:

"Ho parlato con il presidente Berlusconi che è a Bruxelles. E' chiuso il vertice europeo. Ha ottenuto uno straordinario successo per il nostro paese ma non solo. La politica europea considera il debito pubblico, ma anche la sua dinamica e, soprattutto, la sua complessiva stabilità".


Stabilità? Ma di che sta parlando? Il nostro debito pubblico è in costante aumento, altro che stabile!


Ad aprile ha raggiunto i 1.812,7 miliardi. Livello mai raggiunto!


A marzo di quest'anno era di 1.797,7 miliardi di euro.


Lo ripeto: Il nostro debito pubblico è in costante e veloce aumento! Di quale stabilità stia parlando non si sa.


Il Ministro prosegue:


"Questo è un grande riconoscimento al Presidente Berlusconi, al Governo italiano e sopratutto mette l'Italia nella giusta posizione in Europa".


Grande riconoscimento? Giusta posizione? Ma se abbiamo uno dei debiti pubblici più alti al mondo! A seconda delle stime siamo tra il 5° (OCSE) e il 7° posto (FMI) tra i paesi più indebitati. Peggio di noi troviamo solo paesi come lo Zimbawe, Libano, Sudan o Giappone che, però, avendo ancora la sovranità monetaria possono correre ai ripari svalutando, noi no.


La nostra giusta posizione? Tra i paesi più indebitati del mondo, ecco la nostra GIUSTA posizione.

Ma ancora non basta, perché il Ministro, poi, afferma:

"Abbiamo ereditato un grande debito"


Da chi? La domanda è lecita visto che dal 2001 ad oggi hanno governato praticamente sempre loro, tranne una parentesi di due anni del governo Prodi (2006-2008). Sarebbe stato più corretto dire: "Abbiamo fatto un grande debito".


Ma il meglio deve ancora arrivare. Eccolo:


ma guardando avanti la dinamica è più lenta che in altri paesi, e poi abbiamo una grande ricchezza delle famiglie, abbiamo poco debito nelle imprese, abbiamo un sistema pensionistico molto stabile”.


Se non ci fosse da piangere verrebbe da ridere. Vediamo quale ricchezza delle famiglie, quale debito delle imprese, e quale sistema pensionistico. Andiamo con ordine:

- Ricchezza delle famiglie: Secondo gli ultimi dati della Banca d'Italia la crescita inerente l'indebitamento delle famiglie è in costante aumento e, soprattutto l'indebitamento continuerà a crescere. Vero che l'indebitamento delle famiglie italiane in rapporto al reddito disponibile è più basso di altri paesi europei, ma è anche vero che sta crescendo sempre più velocemente, il che vuol dire che i risparmi sono finiti e per accorgersene basterebbe uscire dal quel mondo di privilegi cui i nostri politici si sono arroccati. La realtà è sotto gli occhi di tutti, basta guardare;


- debito imprese: Le imprese italiane navigano in un mare di debiti. Tra prestiti fidi e crediti commerciali, negli ultimi dieci anni hanno accumulato un conto con le banche pari a 933 miliardi. Che per ogni impresa fa, in media, 176 mila 596 euro. Più che una marcia quella delle imprese è stata una corsa all' indebitamento, cresciuto negli ultimi 10 anni del 93,6% contro un' inflazione in salita del 23 (http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/05/16/imprese-debiti-raddoppiati-in-10-anni.html);


- Sistema pensionistico stabile. "Le Casse di previdenza private sono destinate al crack. Entro il 2030 gli enti consumeranno i patrimoni per pagare le prestazioni, a meno di drastiche riforme. A lanciare l'allarme sui destini delle gestioni di previdenza dei professionisti è il ministro del Lavoro, Roberto Maroni, sulla scorta dell'analisi del Nucleo di valutazione sulla spesa previdenziale, che sarà presentata ufficialmente all'inizio di settembre" (sole 24 ore). Questo nel 2003. Da allora le cose sono peggiorate tanto che nell'ultimo decreto legge, le casse di previdenza vengono sostanzialmente commissariate. Infatti, secondo il decreto legge 78/2010, art. 8, comma 15: «Le operazioni di acquisto e vendita di immobili da parte degli enti pubblici e privati che gestiscono forme di previdenza obbligatorie di assistenza e previdenza, nonché le operazioni di utilizzo, da parte degli stessi enti, delle somme rinvenienti dall'alienazione degli immobili o delle quote di fondi immobiliari, sono subordinate alla verifica del rispetto dei saldi di finanza pubblica». Detto in altri termini significa che l'acquisto di immobili o l'utilizzo dei fondi derivanti dalla loro vendita, anche da parte degli enti privati, è subordinato a una specie di nullaosta del ministero del Lavoro, di concerto con l'Economia. Non è stata usata la parola commissariamento me nei fatti di questo si tratta. Le nostre casse previdenza sono così floride che negli ultimi tempi sono stati presi i seguenti provvedimenti:


a) sono stati tagliati e/o bloccati gli stipendi;
b) è stata aumentata l'età pensionabile;
c) le c.d. Buone uscite saranno pagate a rate se sopra i 90.000 euro;

d) le casse di previdenza sono state commissariate.

Un perfetto esempio di salute ferrea.

Alla fine il nostro Ministro dell'economia conclude:
“nell'insieme abbiamo un sistema molto sostenibile, se fosse stato diverso saremmo stati penalizzati, in questo modo, ripeto, il vertice è stato chiuso molto bene, con un ruolo molto importante del Presidente Berlusconi. Siamo in pista e abbiamo il biglietto che ci compete”.


Si, è vero, abbiamo proprio il biglietto che ci compete, al lettore stabilire fatto con quale "carta".

19 commenti:

democrito ha detto...

solange,
abbiamo avuto l'approvazione dell'europa perche` stiamo rispettando in pieno il progetto di sfascio dei paesi, implicito nel concetto di europa.
grazie a piduisti come berlusconi e massoni asserviti come prodi, il debito pubblico e` aumentato a dismisura, anche perche` quei 4 soldi, che entravano dagli utili di aziende sane di proprieta` dello stato, non ci sono piu`. le aziende sono state regalate ai privati, con operazioni di privatizzazione vergognose, mentre le cosidette bad-company sono rimaste allo stato, che deve poterne pagare i debiti per poterle chiudere.
comunque le statistiche sul debito non sono realistiche, l'italia ha in assoluto un grosso debito, e` vero, ma ha anche una produzione di ricchezza che la mette comunque tra i paesi ricchi del mondo, al contrario dello zimbaue o del libano, che non producono nulla. e` anche vero che l'indebitamento privato italiano e` inferiore, sia per i cittadini che per le aziende, rispetto al resto di europa. un esempio arriva dall'inghilterra, dove il debito pubblico e` decisamente piu` basso che in italia, ma la pressione dei debiti di un cittadino inglese medio e` decisamente superiore. preoccupante il fatto che tremorti se ne sia accorto, ora si inventeranno qualcosa per porre rimedio e darci il colpo di grazia.
anche le pensioni sono effettivamente stabilizzate: i giovani, che andranno in pensione fra una trentina di anni, non percepiranno praticamente nulla. piu` stabile di cosi`.
le piccole e medie aziende devono comunque chiudere, il progetto prevede una sempre maggiore occupazione da parte delle multinazionali, del mercato e la mia idea e` che uno degli obbiettivi principali di questa ultima crisi, sia proprio quello di disfarsi della maggior parte di queste.
quindi un grande successo del governo berlusconi e tremorti dice la verita`, non balle, siamo noi che dobbiamo capire gli obbiettivi di un governo messo apposta per gestire un fallimento annunciato.
come si gestisce un fallimento?
dando l'impressione che tutto sia sotto controllo e non facendo mancare i beni di prima sussistenza. la popolazione deve poter lavorare e produrre ricchezza, che servira` a pagare i debiti, che non verranno mai pagati, con la preoccupazione di non essere in grado di sopravvivere, o che i loro figli non riusciranno a sopravvivere, ma senza che si giunga al punto che manchi il cibo, la casa e il mondiale.

Anonimo ha detto...

Che questo sia un governo di beceri affaristi, di inquisiti e condannati, di falsi ed incompetenti, di mafiosi e piduisti, è evidente al cittadino attento.
Un po' meno ai lobotomizzati che li
votano.
Stanno mandando il paese allo sfascio, ed intanto si arricchiscono come non si era mai visto.
I democristiani sono stati buoni governanti, in confronto a loro.
Si arricchirono, è vero, ma fecero anche crescere il paese.
Questi burattini stanno pian piano facendo scivolare l'Italia in una dittatura morbida, ed in un fascismo senza rimedio, neanche tanto criptico.
Ma la resa dei conti è vicina anche per loro. Saranno defenestrati dal
popolo in rivolta, prima o poi.
Quando si tira troppo la corda...

Anonimo ha detto...

Il popolo si rivoltera` contro il popolo, ci azzanneremo tra noi, mentre lorsignori si godranno lo spettacolo dai loro palazzi al riparo.

Mappo jidai

Anonimo ha detto...

Si è scatenato l'inferno su questo pianeta e i suoi condottieri fanno bene il loro dovere, mascherati da agnelli. Ma laddove pochi riescono a piegare il ginocchio di molti, è perchè i pochi hanno insegnato ai molti che non hanno una guida che li possa far sentire uniti per perseguire la pace.
Se davvero noi continuassimo solamente a percepire il burrone senza mai aver la forza di fermarsi, certamente precipiteremmo; ma grazie a Dio, non sarà così.
Se è vero che non possiamo aggiungere 30 secondi alla nostra vita ed è vero che i capelli sulla nostra testa sono contati, vuol dire che Dio sa, come sempre, quando è ora di dire "basta".
Se non avete convinzioni che vi facciano dormire meglio la notte, è meglio che tutti quanti cominciamo a pregarlo di dire "basta".

Alessandro

roberto ha detto...

Abbiate compassione per il povero commercialista. Non avrebbe mai pensato di finire in un gioco piu' grande di lui. Ricordate quando tento' di riportare Bankitalia sotto il controllo dello Stato, nel secondo governo Berlusconi? Ebbene perdette il ministero nello spazio di una notte(fonte: "Euroschiavi" di A.Miclavez e M. della Luna). Poi fu cooptato al Bilderberg e gli fu spiegato come funzionavano le cose. Ora, da apprendista grembiulino, frequenta una loggia massonica a Brescia (fonte: Effedieffe). Coraggio, che la fine è prevista per l'autunno. Avete ancora il tempo per ritirare i vostri risparmi dalle banche. Buone cose a tutti. P.S. i miei complimenti a Solange per i convegni che tiene in giro per l'italia.

Anonimo ha detto...

E'sempre più evidente che il governo è in mano di Tremonti che arriva a dire balle più grandi di quelle di Berlusconi.

Anonimo ha detto...

C:\Link interessanti da FB\altro\YouTube - SIlvio Berlusconi ed il salvataggio della Banche.mht


Balle? Ma va! Ascoltate cosa dice Berlusconi che convinse il "Presidente del Consiglio(?)Giorgio Bush a salvare le banche!E che se non ci fosse stato lui sarebbe stata una tragedia infinita"

(Certo uno così, averlo in casa non si sa dove portarlo per farlo curare)

bacab ha detto...

Aggiungo qualche altro dato e qualche altra considerazione...

Tanto per cominciare voglio ricordare che gli stipendi italiani, rispetto alla media europea, sono tra i più bassi e che a finire nelle casse del fisco e degli istituti previdenziali è, all’incirca, il 46%-47% del salario.

Lo stipendio netto medio di un italiano, infatti, non arriva neanche circa 13mila euro.

L'Italia si colloca dietro non solo a Francia, Germania e Gran Bretagna, ma anche a Paesi come Grecia e Spagna.

Ciò che è successo in Grecia è solo l’antipasto di quello che vedremo in tutta Europa (senza dimenticare gli USA) e lo vedremo presto in Italia, non appena partirà la mano pesante della nuova prossima finanziaria, che sarà di certo “astronomica”.

Questa intervista a Gerald Celente è molto significativa: http://vedosentoeparlo-bacab.blogspot.com/2010/06/crisi-finanziaria-dalla-grecia-agli-usa.html

Ogni italiano ha un debito di circa 30.000 euro e nel solo 2009 il debito è cresciuto, in maniera sbalorditiva, addirittura di circa 130 miliardi di euro.

Se un tempo, in situazioni come questa, era possibile svalutare e stampare la moneta, ora siamo tristemente obbligati a indebitarci fino al dover dichiarare “default” nel caso in cui non sia possibile pagare il debito previsto da contratto con la BCE.

Credete che non ci arriveremo?

Si tengano presenti alcuni particolari: la piccola e media impresa non viene sostenuta in alcun modo e, non a caso, si moltiplicano le aziende che chiudono e il numero dei disoccupati (la cui percentuale è in aumento – per i giovani il tasso è del 29%!).

Di conseguenza i consumi si riducono (e infatti, anche se di poco, si sono ridotti) ma anche in virtù dell’aumento dei prezzi che si stanno registrando.

Meno consumi e meno occupati portano a meno entrate fiscali e, come se non bastasse, c’è da considerare anche il valore dell’euro che scende e come risultato porta al consequenziale aumento del costo per le materie prime ed energetiche. Una tegola in più per le imprese.

Tale svalorizzazione unita all’inflazione, inoltre, intacca inesorabilmente anche i nostri risparmi...

Altro che stabilità! Abbiamo superato il punto di non-ritorno!

Le soluzioni per salvarsi? Io vi posto quelle che Paolo Barrai (di Mercato Libero) ha proposto poco tempo fa, con il consiglio di togliere al più presto dalla vostra banca quel poco (o tanto) che avete e se siete giovani come me di andar via da questo Paese sempre più falso, squallido e meno libero:

- investite in materie prime (oro);

- aprite un conto corrente, legalmente dichiarato, in un Paese fuori dall'Europa e dall'USA (in un Paese con basso debito pubblico);

- investite in obbligazioni legate all'inflazione, ma non emesse da banche dei paesi PIIGS o americane (per esempio dalla Germania) o in obbligazioni in valuta di Paesi poco indebitati;

- aquistate case e terreni in Paesi con uno scarso debito pubblico.


(Senza dimenticare questo eccellente articolo di Paolo: http://paolofranceschetti.blogspot.com/2008/10/cosa-serve-la-crisi-finanziaria-e-chi.html)


Un'ultima soluzione, senz'altro la migliore, sarebbe prendere lezioni di meditazione e di vita dall'asceta indiano che non beve e non mangia da ben 70 anni.

Organizziamo una gita in India e tornati in Italia facciamo a nostra volta dei corsi a tante altre persone. In questo, pian piano, risolviamo noi la crisi... sapete quanti "costi sociali" in meno a carico dello Stato ci sarebbero?


P.S. Spero che Tremonti o Berlusconi non prendano seriamente questo ultimo punto! Meglio precisarlo... :-)

B.S. ha detto...

"abbiamo avuto l'approvazione dell'europa perche` stiamo rispettando in pieno il progetto di sfascio dei paesi, implicito nel concetto di europa."

mi sa proprio di sì*)

http://www.agoravox.it/Licio-Gelli-Shock-sto-Governo-fa.html

Giacco ha detto...

Finchè nel governo sono presenti indagati, condannati, pregiudicati e gente con la fedina penale sporca, dove credete si possa andare?
Questi signori "NON" faranno certo l'interesse del paese, ma il loro; la dimostrazione stà nella dilagante corruzione scoperta dalla magistratura.
Ora si aggiunge anche la crisi economica e del lavoro, per cui il popolo ha altre preoccupazioni, ma sarebbe da scatenare la piazza contro questi inetti capaci solo di fare i loro sporchi interessi e quelli dei loro tirapiedi.

Anonimo ha detto...

Ho visto questo manifesto in giro per Roma: http://www.facebook.com/photo.php?pid=940228&o=all&op=1&view=all&subj=273709776513&aid=-1&id=1586702563&oid=273709776513

Il 22.6.2010 a Roma ci sarà una catena umana intorno al ministero dell'Economia contro Equitalia.

http://www.facebook.com/pages/STOP-ALLO-STRAPOTERE-DI-EQUITALIA-NUOVE-REGOLE-DALLA-PARTE-DEL-CITTADINO/273709776513

Anonimo ha detto...

Paolo,
bacab ha citato un suo articolo "A cosa serve la crisi finanziaria.", dove lei si spende in un'ampia disamina sul fenomeno massonico ed i suoi tentacoli.
Mi è periglioso confrontarmi con lei perchè è facile all'"irritazione", certamente determinata da una mia deficienza comunicativa.
Quando le suggerisco la compulsazione della cronaca dell'akasha, l'unico mio intento è quello di contribuire ad una più pervicace ricostruzione del suo schema.
Lei sostiene la risibilità del controllo, cioè i banchieri che controllano se stessi, non lo fanno forse anche i magistrati?
Ed eventualmente qual è il nesso tra le due organizzazioni?
Ancora, sostiene di aggredire l'argomento dal punto di vista finanziario irridendo quello esoterico, ma la massoneria non lo è di fatto?
Ed eventualmente che tipo di relazione esiste tra le gerarchie spirituali ed i vertici dei "fratelli"?
La regina del Regno Unito non lo è tale per ordalia divina?
Pensa che Prodi scherzasse quando fornì indicazioni alle forze di polizia, circa l'ubicazione della prigione di Moro, sostenendo di averle tratte da una seduta spiritica?
Inoltre, eventualmente cosa collega quanto fin qui citato con tutti gli ammazzamenti da lei indicati?
Grazie per quanto riterrà rispondermi.
Giorgio Andretta

Anonimo ha detto...

Paolo,
Solange chiude l'articolo successivo a quello indicato nel precedente commento con la frase sibillina: "In caso di insurrezioni popolare i soldati spareranno sulla folla? Forse."
Sono per togliere il forse e sostituirlo con certamente. Accetto scommesse, diversamente perderebbe di ogni significato lo spargimento di sangue infieri, a cui lei non perde occasione riferirsi.
Ha presente i carabinieri a Caporetto?
"L'Arma" per cui si gonfia il petto la nostra più autorevole istituzione?
Beati gl'ignavi di loro sarà il Regno dei Cieli.
Saluti.
Giorgio Andretta

Paolo Franceschetti ha detto...

Gentile signor Andretta

in genere non sono facile all'irritazione, ma quando uno scrive come lei, usando termini come "compulsazione" (che non so cosa significhi) mi irrito un po'.

Però rispondendo alle sue domande... credo ci sia un nesso diretto tra le due organizzazioni; banche e magistratura sono unite sotto lo stesso ombrello della massoneria.

Quanto all'argomento esoterico, non lo "irrido" cioè non lo tralascio. SOlo che questo è un blog in cui trattiamo argomenti prevalentemente giuridici, e l'esoterismo non è il mio forte.

Alcuni concetti di esoterismo sono indispensabili per capire il filo unico che unisce i vari delitti massonici che insanguinano l'Italia, da Erba a Cogne a Garlasco...
Ma non vado al di là di ciò che mi serve per capire i nessi tra i vari delitti.

Anonimo ha detto...

state bboni, calmi..

ascoltate le nuovissime parole di Berlusconi e smettete di disinformare! e che diavolo! crediamoci no?


"Siamo il Paese più ricco d'Europa, un pelino sopra la Germania".

Il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, intervenendo alla nascita della fondazione 'Liberamente', parla dell'economia italiana.

"L'Italia è un Paese solidissimo per quello che è il suo privato, con imprese che lavorano e famiglie che lavorano e risparmiano" aggiunge il Premier.

"L'83% è proprietaria di casa: per questo il nostro sistema bancario è il più solido d'Europa" conclude Berlusconi."


ding..ding..record assoluto superato..ding..superato..


P.S. andretta...ma si può sapere cosa diamine è sto benedittisimo "cronaca dell'akash"??? è da un mese che non dormo...spero non sia lei l'autore altrimenti dovrò fare affidamento ad un buon vocabolario per capirci qualcosa...

alec69 ha detto...

Mi spiace di non riuscire a ricordarmi in quale TG RAI (TG1, TG2, TG3, RAINEWS24, o forse il TGR del Piemonte, ma potrebbe essere anche TG1 SPECIALE ECONOMIA) e in quale data, negli ultimi 3 0 4 giorni comunque, ho provato anche a cercarlo ma non l'ho trovato; Jan Paul Fitoussi, intervistato, ha detto che "l'elevato debito pubblico dell'italia va a compensare il basso debito privato" e che "l'Italia ha il patrimonio netto procapite più alto del mondo".

democrito ha detto...

"Siamo il Paese più ricco d'Europa, un pelino sopra la Germania.--cut--
L'83% è proprietaria di casa: per questo il nostro sistema bancario è il più solido d'Europa" conclude Berlusconi."

ecco, lo sapevo, mi vogliono scippare la casa.

"Jan Paul Fitoussi, intervistato, ha detto che "l'elevato debito pubblico dell'italia va a compensare il basso debito privato" e che "l'Italia ha il patrimonio netto procapite più alto del mondo"

mi ricorda la storia del pollo,
se abbiamo un pollo in 2 e tu te lo mangi tutto, statisticamente abbiamo la pancia piena, perchè abbiamo mangiato 1\2 pollo a testa.

le dichiarazioni di questi cialtroni vanno sempre lette al contrario, quindi finchè dicono che la situazione è grave, non succederà nulla, mentre se dicono che siamo i più ricchi del mondo, allora la catastrofe è alle porte, penso, come tanti altri dicono, che avverrà il prossimo autunno, per ora ci faranno godere i mondiali e le ferie.
d'altra parte berlusca se la prende con i comunisti, perchè anche lui è un comunista, anzi di più, è il segretario generale del partito comunista, con pieni poteri regali, come succedeva nell' URSS e succede ora nella russia del suo amico puttin.
in più se la prende con l'opposizione, che non esiste, tacciandola di essere priva di idee e piena di rancori nei suoi confronti, ma come si fa ad avere idee se non si esiste? i rancori sono invece quelli dei trombati, perchè non è possibile fare tutti carriera e qualcuno rimane fuori e si incazza.
non c'è dubbio, berlusconi governa con il consenso della stragrande maggioranza degli italiani, che lo prendono in culo, ma vivono nell'illusione di essere furbi, tanto l'importante è crederci. estremamente furbi e scafati, tanto da bersi tutte le minchiate che gli propinano e ringraziare i ladri che gli stanno rubando anche le mutande, sperando in questo modo di ricevere favori speciali. poveri scemi, meschini pure, non meritano altro se non quello che hanno.

Conte Senza Palazzo ha detto...

Due risatelle, cosi' per staccare? Di ritorno da una vacanzuccia in un'isoletta dell'amata Toscana, non ho resistito e ho acquistato "il Vernacoliere". In prima pagina:

"La Berlusconi Organizescion in associazione con Padania Daccordescion e Fini Dissentescion, presenta:
SILENZIO SI RUBA
Un grandioso film di pace sociale con politici, affaristi e mafiosi che arraffano tranquillamente a tuttanda'
E NESSUNO DEVE DI' PIU' NULLA!"

Oppure:
"Chiusi otto partiti: inquinavano la mafia"

"Scajola caso isolato. Gli altri sanno che soldi gli arrivano"

"IL 62% degli italiani e' a favore di Berlusconi: allora converra' avvertirli"

"Renzo Bossi, per non saper leggere ne' scrivere, non sa leggere ne' scrivere"

"La piccola vedetta lombarda: Non tocchero' le pensioni e la sanita'; e non le toccherete nemmeno voi!"

"La cosa bella e' che adesso posso telefonare al presidente del consiglio e mandarlo affanculo senza essere intercettato"

"Creata la vita artificiale. E' quasi perfetta: fa cacare come quella naturale"

"Babbo - chiede un bimbo - o cos'e' la circoncisione?
- Eh, sarebbe quando all'ebrei ni tagliano la pelle der pipi', cosi' la punta ni resta tutta 'nfori come 'na bella testa pelata! Ir bimbo ci penza un po', eppoi fa: - Babbo, ma Bondi e' ebreo?"

Poi ce ne sarebbe una su "Ir Vaticano" ma e' meglio che non la riporto, senno' i chierichetti si offendono...

Anonimo ha detto...

aDESSO VORREI FARVI RIFLETTERE SU ARGOMENTO CHE NON CENTRA NIENTE CON QUELLO DI CUI IN OGGETTO, MA VORREI FARVI NOTARE COME ANCORA UNA VOLTA L'INFORMAZIONE DEI TELEGIORNALI IN REALTà VEICOLAVA UN ALTRO MESSAGGIO, PARLIAMO DI MONDIALI, AVETE SEGUITO IL CASO DELLE MOZZARELLE AZZURRE PROVENIENTI DALLA GERMANIA? SECONDO ME QUESTA NOTIZIA HA VEICOLATO UN'ALTRO MESSAGGIO, L'ITALIA FUORI DAL MONDIALE PERCHè SONO DELLE MOZZARELLE "AZZURRE" REDUCI DI GERMANIA 2006, GERMANIA CAMPIONE DEL MONDO.... RIFLETTETE