lunedì 10 maggio 2010

CONTROLLO DELLE MASSE E TECNICHE DI DEPISTAGGIO




Pubblichiamo i video dell'intervento di Solange alla conferenza di Terni del 25 aprile scorso.

Questo è il link della playlist su youtube: http://www.youtube.com/view_play_list?p=1D07A654BE87AC21


Lo splendido video è stato realizzato dal nostro amico Oscillator, che ringraziamo infinitamente.

Prossimamente verranno pubblicati anche i video dell'intervento di Paolo.

53 commenti:

giovanni ha detto...

Per Milano e dintorni il prossimo intervento di Solange
http://www.youtube.com/watch?v=xFG1b9rlfHs

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=GLqmnv2ijMU&fmt=8

Serpent of Fire ha detto...

Un esempio di ciò che ci aspetta in termini di censura e falsificazione mediatica.

La macchina perfetta
della censura cinese


La casa, il telefono, ovviamente il computer: tutto sotto controllo. Ecco come funziona il sofisticato sistema di sorveglianza, per stranieri e non, del gigante cinese.

Giuseppe ha detto...

Ottimo intervento. Chiara esposizione con esempi appropriati. Grazie Solange.
Grazie anche a Oscillator per il montaggio; peccato che la qualita' audio non sia il massimo (cosi' avete un target da migliorare la prossima volta, eh eh). Attendo con trepidazione anche i video con l'intervento di Paolo.
Giuseppe, UK

Anonimo ha detto...

perche' il 6° video è stato rimosso ???

Solange Manfredi ha detto...

L'ho rimosso io per errore. Non sono molto capace, anzi non lo sono per nulla e, non volendo, l'ho rimosso. Ora sto cercando di ricaricarlo....spero di riuscirci.

democrito ha detto...

facendo un confronto tra la conferenza di solange e l'articolo proposto da sof, è facile accorgersi di come le differenze tra i 2 sistemi siano davvero esigue e si riducano a puro formalismo. avevo letto qualche anno fa "la porta proibita" di tiziano terzani, allora corrispondente in cina del settimanale tedesco Der Spiegel e la situazione dalla fine degli anni 80 ad oggi non sembra molto diversa.
io comunque di repubblica e dei suoi giornalisti non mi fido per niente. per quanto sicuramente vere, le cose scritte sono tendenziose a far passare la solita idea di come sono sfigati loro e come siamo fortunati noi, che viviamo nel migliore dei mondi possibile. ovviamente nessuna analisi seria sulle differenze storiche e culturali che determinano condizioni diverse, anzi nemmeno un accenno, in modo che il lettore si possa identificare nella situazione e valutarla per il suo modo di essere soggettivo e non oggettivamente, come andrebbe fatto. diversamente, troviamo invece dei punti di contatto molto reali tra i 2 sistemi, con la differenza che certe procedure, in cina assolutamente esplicite, sono da noi occultate, dandoci l'illusione di essere liberi ed in più essere elementi partecipativi alla società in cui viviamo.
ma poi alla fine tutti i nodi vengono al pettine. la grande illusione sta nel pensare che questo sistema, così come è concepito, possa con un'operazione di pulizia, essere un sistema accettabile. non è vero, il sistema è stato creato apposta per implementare la corruzione, il malaffare e, in definitiva, per toglierci la la libertà. può farlo? in parte si, ma ha anche i suoi limiti, basterebbe non dargli da mangiare per vederne limitati i suoi effetti. il sistema si nutre della nostra attenzione, quindi non solo della nostra approvazione, ma anche della nostra opposizione.
se qualcuno è arrivato ad avere un controllo così capillare, è perchè conosce bene i suoi polli (da spennare)....

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Segretius ha detto...

un'altra, fondamentale, differenza, tra le due dittature....il fine.
A che pro, da noi? l'interesse di pochi.
A che pro, in Cina? La ricchezza, magari non la libertà (ma la libertà de ché?), del popolo.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Gnosi Molegana ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
oscillator ha detto...

Salve a tutti,
porgo i miei sentitissimi prego a tutti a cominciare da Solange, Paolo e Stefania.
Volevo precisare per Giuseppe, che la qualità audio è quella che è, anzi è stata migliorata al max possibile (io mi occupo fondamentalmente di audio proprio) dal momento che non avevamo un collegamento diretto sulla telecamera dall'impianto audio della sala, quindi tutto ripreso dal microfono della telecamera. Il problema della qualità non eccelsa viene accentuato dal fatto che la sala di Terni era alquanto grande e quindi aveva parecchio riverbero, a differenza di altre sale che sono più piccole se non quando insonorizzate. :)
Mi accingo al montaggio dell'intervento di Paolo in questi giorni.

Sulla questione Cina, volevo ricordarvi, anche in merito a quanto spiegava abbastanza bene Alex Jones in Endgame, che la Cina gioca un ruolo fondamentale da anni, nella creazione del NWO.
Il fatto che i diritti umani vengano violati così pesantemente, senza che nessuna nazione faccia nulla, se non qualche richiamo di facciata da parte degli USA o di qualche altro Paese complice di essa, sì insomma... tanto per far vedere, come anche il fatto che oggi gran parte della produzione mondiale si svolga nelle fabbriche cinesi, senza nessun riconoscimento dei diritti dei lavoratori, la presenza di campi di concentramento per detenuti a cui vengono strappati gli organi che alimenta il mercato dei trapianti in USA, e molte altre nefandezze, ci fa sospettare se non capire che di fatto questa nazione è stata eletta a terra di sperimentazione del NWO e non è escluso affatto che possa essere il banco di prova per quanto riguarda anche la censura di tipo informatico.

Stefania Nicoletti ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Paolo Franceschetti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Solange Manfredi ha detto...

Ho tolto alcuni commenti e spiego il perchè.

A mio parere l'aver introdotto la moderazione dei commenti dovrebbe servire ad approfondire l'argomento del post.

Non a caso tempo fa, per i c.d. off topic, abbiamo aperto un forum, ovvero un luogo dove i lettori potessero confrontarsi su argomenti diversi, dare notizie, indicazioni o altro.

Continuare a fare interventi off topic sotto i post produce solo lo spiacevole risultato che, chi vuole approfondire l'argomento trattato nel video o nell'articolo, dopo aver letto decine di commenti non attinenti, desiste.

Ovviamente questa è la mia visione di una corretta gestione dei commenti. Io ho cancellato i commenti su questo post.

Da adesso in poi (per rendere anche più agevole per i lettori capire chi ha rifiutato il commneto inviato), i commenti saranno moderati dagli autori dei rispettivi post.

Giuseppe ha detto...

@Solange

Uno degli scopi principali del tuo intervento e' quello di invitare le persone ad aprire gli occhi (della mente) un po' di piu' e a farsi delle domande. Quella che mi pongo io e' questa: come mai, dato che l'elite del potere controlla tutto, si viene comunque a conoscenza (seppure parzialmente) del lato oscuro e veritiero di certi avvenimenti? Ad esempio, per l'omicidio Kennedy l'elite ti da' la versione ufficiale della Commissione Warren - e' stato Lee Oswald da solo, fine della discussione; allo stesso tempo pero' permette la celebrazione di processi o la distribuzione di film che veicolano un'altra verita'. Lo stesso dicasi per l'11 Settembre, Piazza Fontana, rapimento Moro, etc. Insomma, da un lato ci danno una versione ufficiale (che poi finisce nei libri di storia) e dall'altro ci instillano il tarlo del dubbio che la versione ufficiale sia una montatura. Perche' accade questo? Pensi che lo facciano apposta per confondere le idee oppure esistono davvero sacche di resistenza intellettuale, investigative, giornalistiche e giudiziarie?
Giuseppe,UK

Anonimo ha detto...

Le masse si controllano arruolando nelle forze di polizia, dal 1998 ad oggi, solo soggetti provenienti dai volontari in ferma breve nell'Esercito Italiano (quindi abituati ad obbedir tacendo e a non discutere alcun ordine, pur di mantenere il posto di lavoro) e manipolando la Verità dei fatti sui canali nazional-popolari, televisivi e cartacei, chiaramente entrambi sotto il pieno controllo del Potere (governativo?).
Scusatemi, è troppo semplice come esempio?
Antonio

Anonimo ha detto...

come sempre interessante il convegno, la qualità dell'audio e la voce di solange decisamente migliori dei video passati, sono riuscito a scaricare tutti i video compreso il 6 che per ora non è ancora stato rimesso, quello in particolare ha dei problemi di sincronizzazione audio/video dalla metà in poi, ottimo lavoro comunque, grazie oscillator

jj

Anonimo ha detto...

un solo consiglio a chi ha montato i video

inserire il numero di video (es 1/7 o 3/7) nella prima parte del titolo perchè sennò su youtube appaiono tutti uguali

Bet ha detto...

“Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si
fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà...
bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e
donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano
sempre vivi la curiosità e lo stupore.” Peppino Impastato

Solange Manfredi ha detto...

per Giuseppe

Io spero, ovviamente, che si tratti di sacche di resistenza :-))

Su cosa esca fuori, come e perchè il discorso potrebbe essere lungo.

Credo infatti che determinati "segreti" vengano usati dai loro detentori come strumenti di ricatto, che ad alcuni magistrati vengano fatti trovare determinati documenti in determinati momenti per un certo motivo, che, a seconda degli interessi, in alcuni casi vengano permesse indagini, in altri no, che lo strumento di internet sia utile al potere, ma presenti una faccia della medaglia scomoda, ovvero la controinformazione, ecc...

Insomma discorso complesso :-))

Inoltre nonotsante le prove e nonostante le svelate menzogne del passato purtroppo molte persone continuano, contro ogni evidenza, a credere alla verità ufficiale. Il perchè l'ho spiegato al convegno di Foggia. E' più facile credere ad una menzogna che alla verità. La verità deve narrare i fatti nudi e crudi, chi costruisce la menzogna sa cosa la gente è disposta a credere e può sagomarla su pregiudizi, aspettative, emozioni, ecc...

Solange Manfredi ha detto...

Con il video numero sei stiamo ancora "combattendo" per cercare di mettere a posto l'audio.

speriamo di risolvere la situazione al più presto.

Stefania Nicoletti ha detto...

Ecco, ce l'abbiamo fatta :-)

Ho caricato di nuovo il video numero 6, e stavolta si vede e si sente correttamente.

Anonimo ha detto...

buongiorno signora Manfredi! sono l'anonimo che ieri chiedeva del 6 video ! spero riesca a ripubblicarlo !! ero completamente rapito dall'interesse per la sua conferenza !!! grazie per il lavoro che svolge e grazie per la divulgazione ! abbiamo bisogno di persone come lei !!! grazie grazie grazie ... :))

Giuseppe ha detto...

Grazie per la risposta, Solange. Forse, a volte, accade proprio come l'attrice del Truman Show che menzionavi. Ovvero, qualcuno che e' a conoscenza delle cose ha una crisi di coscienza e fa trapelare qualcosa che comunque va cercato con il lanternino. Mi piace pensare che ci sia speranza...
Giuseppe, UK

Solange Manfredi ha detto...

Grazie Stefania :-))))

Anonimo ha detto...

il controllo delle masse avviene soprattutto con i media di regime, che cercano di tenere la gente nell'ignoranza, l'italia è un caso clamoroso... per fortuna la rete è libera, almeno per ora, in futuro non so, vedremo...

oscillator ha detto...

@ Giuseppe UK:
Una mia opinione:
E' nostro dovere coltivare questa speranza ogni giorno!!!, sperare che sempre più ci siano crisi di coscienza volte ad elevare il grado di consapevolezza. Se non ci fossero state crisi di coscienza, da parte, ad esempio, di alcune persone interne al Bilderberg, forse oggi ancora si sarebbe come 10 anni fà, quando si favoleggiava riguardo a queste riunioni delle élites quando timidamente cercavano di far trapelare le liste di queste persone infami!
Oggi addirittura abbiamo i video come testimonianze ed i libri!
In poche parole dobbiamo fare il tifo per qualsiasi persona che comincia ad aprire gli occhi... perchè saranno sempre di più! :)

Gnosi Molegana ha detto...

Secondo me, non c'e' stata nessuna crisi di coscienza nei piani alti della bilderberg.
Se noi possiamo comunicare in rete, significa che e' consentito farlo.
E' consentito farlo, perche' loro sono talmente potenti che non si nascondono piu', non devono piu' neanche giustificare delle guerre, e' questa la novita' rispetto al passato ...

La novita' e' che permettono che la gente sappia della loro presenza, non ci sono piu' paletti!
La rete che e' da loro controllata e diretta, perche' e' questa la situazione reale, ci sta abituando al nuovo che verra', un po' come la tv ed il cinema.
Ci abituano ai nuovi culti e si palesizzano ...

Se una persona e' realmente scomoda la fanno fuori, tutto cio' che non viene censurato e' consono al sistema, anche se puo' servire ad informare, vedi ANNOZERO.

Nella rete accade lo stesso!
Google e youtube sono delle corporation che hanno eliminato il diritto d'autore individuale per regararlo a pochi, regalando all' opinione pubblica l' illusione della condivisione dei dati a gratis, mentre, in realta' li paghiamo sotto forma di ricatto pubblicitario, incrementando i costi su altri prodotti, pagandoli piu' di quanto spenderemmo per un disco o un libro reale!

Ecco perche' i debunker, nell' accezione negativa, non esistono, per eliminare un blog basta un click, o penserete che un sistema che fa guerre senza problemi abbia remore a qualche piccola censura?

E' come dire che un pericoloso piromane, abbia problemi ad accendersi un fiammifero!

Solange Manfredi ha detto...

Avvertenza

Alcuni lettori continuano a postare commenti che non hanno attinenza con il post.

Io continuo a cancellarli.

Alcuni poi si lamentano di tale scelta, ovvero quella di cercare di dare continuità al discorso oggetto del post.

Bene, a questi lettori ribadisco che, se desiderano, è a disposizione il forum in cui sono liberi di scrivere qualsiasi cosa desiderino.

oscillator ha detto...

Scusami Gnosi, tanto per precisare non mi riferivo ai piani alti del Bilderberg, i quali cercano ancora di sfuggire ai media ufficiali o no, ma mi riferivo a quegli addetti stampa, sicurezza o persone interne agli edifici che lasciarono trapelare notizie riguardo alle riunioni. I paletti credo che ci siano ancora... ma posso anche sbagliarmi. Penso che tanta gente si stia svegliando e che cominci ad alzare la testa o almeno ci sta provando o almeno voglio continuare a crederlo ed a sperarlo.
Concordo con molte cose che dici tu...
Ma devo anche sottolineare il fatto che vedendo solo ed unicamente le cose in maniera negativa, senza speranze cioè, allora penso: è tutto inutile, anche questi convegni?
Il fatto che esistano persone che lavorano per aprire gli occhi a chi è totalmente drogato ed addormentato dall'informazione del Sistema, questo stesso blog come molti altri, con tutte le persone che ci sono dietro automaticamente perdono di senso.
Insomma tu da che parte stai? :)

Anonimo ha detto...

bella domanda oscillator, anche se le affermazioni di gnosi molegana sono plausibili e sicuramente in buona fede e come più volte è stato detto che la fase attuale è l'esternalizzazione della gerarchia (zeitgeist tsarion maxwell e soci) è anche vero che sicuramente esiste l'anello debole della catena che ci hanno messo al collo. A parte le storie personali di Solange e Paolo ho conosciuto direttamente alcune persone che di attentati ne hanno subiti e se la sono cavata e questi non erano organizzati da gente improvvisata, una di queste persone era protetta da ex mossad che si sono accorti per tempo di particolari che hanno permesso di disinnescare la trappola, questo mi fa pensare comunque che sacche di resistenza o di insider che si chiamano fuori dal gioco ce ne siano ed anche ad alto livello, il popolo bue resterà sempre bue e seguirà sempre i binari prefissati su cui scorrerà la sua vita dalla culla al cimitero, ma come ha detto qualcuno sempre più gente si sta svegliando e fermare tutti credo sia impossibile anche per una macchina di potere così raffinata

altra cosa riguardo all'argomento del convegno su una delle fasi descritte, l'altro giorno mi è capitato di vedere in tv con orrore un servizio di criminalizzazione della società afghana dove si parlava di tradizioni pedofile di "sposi bambini" ovviamente la falsa sceneggiata era accompagnata da un video in cui si vedevano frammenti della vita quotidiana di bambini, un insegnante di musica che insegnava l'utilizzo di un liuto, una scuola sufi dove si insegnava la classica danza a un ragazzo e ad un altro si insegnavano canti, poi un padre premuroso che portava in macchina il figlio, che fosse una messinscena lo si capiva dal sorriso del padre ricambiato dal figlio, come ho notato io quanto fosse stridente la differenza fra il video e il commento credo lo notino sempre più persone e credo che questo sia un fatto. se i "pensanti" arrivano a una massa critica prima che i giochi siano fatti abbiamo ancora speranza.

jj

democrito ha detto...

Dopo aver ascoltato la conferenza di Solange e letto alcuni commenti, mi vengono alcune considerazioni:
la conferenza presa a se è perfetta, vengono esposti fatti reali, si sviluppa un ragionamento, si traggono delle conclusioni e trasparono delle opinioni assolutamente fondate.
Il problema è nel contesto.
È stato più volte detto è ribadito, attraverso libri, articoli, conferenze, che l’obbiettivo principale dell’azone della massoneria è la creazione di un nuovo ordine mondiale, in cui vengano superati i concetti di stato nazionale e di religione tradizionale e al loro posto venga istituito un super-governo mondiale, non eletto dal popolo, ma da assemblee qualificate e una nuova religione sincretica, che accomuni tutte le popolazioni in un nuovo culto obbligatorio. Per raggiungere questo risultato occorrerebbero dei passaggi intermedi, quali la globalizzazione dell’economia, la creazione di unioni di stati basati sulla finanza e su accordi commerciali, tipo la EU, la creazione di enti sovrannazionali come l’ONU e le sue affiliate, il bombardamento mediatico sulle chiese esistenti, principalmente la chiesa cattolica e l’islam, la proliferazione di guerre locali tra stati nazionali. Altro pezzo importante del piano sarebbero i servizi segreti deviati, che lavorerebbero per il raggiungimento di questi obbiettivi, invece di fare gli interessi dello stato di appartenenza.
Come ci ricorda solange, saddam fu accusato dalle amministrazioni USA e UK, sulla base di rapporti dei servizi di appartenenza, di possedere armi di distruzione di massa. Furono quindi inviati degli ispettori dell’ONU in IRAK, i quali negarono l’eventualità, ma nonostante il loro intervento le suddette amministrazioni procedettero con l’attacco. I motivi sono evidenti ed è inutile ripetersi.
Ancora solange ci informa che ultimamente, mentre i media ci bombardano con notizie su progetti di attacchi di al qaeda, notizie che, si badi bene, non si inventano i giornalisti, ma vengono ricavate dalle agenzie di stampa, che a loro volta le ricavano dai portavoce dei vari governi e provengono sempre da rapporti dei servizi di intelligence, in un rapporto alla commissione affari esteri (italiana?), l’ex capo dei servizi segreti francese, grande esperto dell’area mediorientale ecc., dichiara che al qaeda non esiste più dal 2002, quindi non solo non è vero che stia progettando attacchi, ma non può essere nemmeno responsabile degli attentati attribuitele dopo il 2002.

democrito ha detto...

2 parte
Quello che emerge è gran confusione, dove però il ruolo dei buoni alla fine è ricoperto dall’ONU o da persone che collaborano con questi enti, mentre i cattivi sono gli stati nazionali, colpevoli di quello che una volta sarebbe stato chiamato fellonia.
E qui si entra nel merito della rete e dei vari blog. Sono pernessi perche fanno gioco. La grande platea dei teleipnotizzati, ovviamente non si accorge di nulla, ma c’è sempre qualche persona più sveglia e allora diamogli il giochino della contestazione al sistema, così che impegnati in questo non vedano al di la del loro naso. Se si parla con la gente, quando parli del NWO, gli si accendono gli sguradi, lo vorrebbero. La gente non è interssata a strane teorie o a sommi ideali, vogliono solo avere meno problemi e qualunque cosa gli alleggerisca la vita, ben venga.
Oscillator domandava a qualcuno, ma tu da che parte stai? Io, nel mio piccolo, vorrei stare dalla parte della verità, bella o brutta che sia. Siamo stati fregati, adesso l’importante è capire come limitare i danni. Dalla valanga puoi solo scappare, se sai come fare, non ti azzardare a cercare di fermarla, verresti travolto. E poi chi ti dice che il mondo che riusciresti a creare sarebbe migliore di quello che c’è? Quali sono i parametri della felicità? Un mondo diverso, sarebbe semplicemente diverso, avrebbe altri equilibri, ma alla lunga ci sarebbe sempre qualcuno più in alto e qualcuno a cui presentare il conto. Sono pessimista? No sono solo cinico, non credo molto nella diffusa bontà dell’essere umano. Quella esiste, ma è merce preziosa e saperla riconoscere non è dato a tutti.

Giacomo ha detto...

non mi funziona Youtube, spero di poterlo vedere al più presto.
il video dell'intervento di Paolo è presente?, grazie

Anonimo ha detto...

Penso che prima ci allevavano alla assoluta ignoranza mentre ora ci allevano alla relativa conoscenza. Ma il gioco non cambia.

Il controllo lo si disinnesca solo scegliendo e coltivando, ognuno per sè, la propria conoscenza o - perchè no - la propria ignoranza. Dobbiamo smetterla di farci allevare, che ciò si eserciti in modo sottile o grossolano.

Innocent

Solange Manfredi ha detto...

Per Democrito,

Le apparenti contraddizioni da te rilevate si spiegano con il fatto che in un convegno di un ora non si può spiegare tutto.

Si devono scegliere degli argomenti ed invitare le persone a ragionare spiegando determinati meccanismi.

Tra qualche giorno parlerò ad un convegno dove parlerò del trattato di Lisbona e si potrà aggiungere un tassello.

L'importante è che le persone capiscano di essere vittime di una guerra e imparino a guardare i fatti con altri occhi, poi sarà una scelta personale approfondire i vari argomenti e cercare di capire ancora di più.

Solange Manfredi ha detto...

L'intervento di Paolo non è ancora pronto, sarà pubblicato nei prossimi giorni

Conte Senza Palazzo ha detto...

Il raffronto con il film "The Truman Show", parlando della (in)civilta' contemporanea della menzogna, calza a pennello. In particolare, nel film c'e' un momento in cui il protagonista comincia a sospettare che la sua perfetta vita borghese sia preconfezionata. Tra l'altro questa e' anche la parte piu' spassosa del film. Ebbene, non appena Truman comincia ad avere sospetti, la regia gli mette "fra le ruote" diversi episodi a catena, con l'intento di bloccare la sua ricerca della verita' ed impaurirlo. Secondo me, questa e' esattamente la fase in cui ci troviamo ora, con una parte della popolazione mondiale che comincia a prendere coscienza del fatto che, ad esempio, molti (se non la totalita') degli attacchi terroristici passati e presenti consistono in operazioni "false flag". Quindi, ecco arrivare una maggiore dose di operazioni false flag per rabbonire e impaurire chi non si accontenta delle verita'ufficiali. Come l'improvviso traffico automobilistico che si materializza nella quieta "Pleasantville" (altro bel film sullo stesso tema) di Truman, non appena egli decide di scappare al volante della sua macchina.

tazebao ha detto...

A mio parere e' vero che grazie alla rete ed al lavoro di tanti infaticabili "demistificatori", tra cui i curatori di questo blog,si stanno risvegliando parecchie coscienze in quest'epoca.
o meglio:coloro che nutrivano forti dubbi sulle verita' ufficiali hanno trovato finalmente la conferma che le loro supposizioni dietrologhe non erano paranoie ma corrispondevano ampiamente alla realta'.
Proprio ieri ad ANNOZERO ne ho avuto la conferma.
C'era infatti ospite Veltroni che parlava senza mezzi termini di un'ENTITA'presente dietro tutti i fatti di sangue avvenuti in questo paese,facendo notare il filo "misterioso" che lega tutti i tragici eventi avvenuti in Italia dal dopoguerra ad oggi.
La cosa mi ha stupito in quanto e' davvero molto raro sentire un leader politico parlare in tali termini in prima serata su una tv nazionale.
Ne ho dedotto che il processo di risveglio collettivo sta diventando un fenomeno cosi' esteso che se n'e' accorto finanche Walter.
Alla buon'ora.
Ora ci vuole pero' uno scatto da parte del popolo affinche' questa esigenza di VERITA' non naufraghi nel nulla.
Bisogna martellare,insistere senza scoraggiarsi perche' la verita' e' li'a portata di mano e con lei anche le colpe e le responsabilita' di chi ha tramato contro il popolo italiano in questi ultimi 60 anni.

Serpico ha detto...

Veramente ben fatto.
discorso molto comprensibile e ben strutturato.

Proposta:

mai stata invitata o ha richiesto un invito ad Annozero?
La puntata di ieri era ben collegata al suo discorso.
Peccato che è visto solo dai soliti pochi che gia si occupano o si interessano di questi argomenti.
Dovrebbe invece andare incontro anche a quelli che non sanno o non riescono a capire bene i meccanismi nascosti.

saluti

sR ha detto...

Ieri Veltroni, tra l'altro, parlando dei testimoni della strage di Ustica ha fatto il gesto delle virgolette con le mani mentre usava il termine suicidi. Come dire, li abbiamo chiamati suicidi ma tali non sono.

sR ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=TF_-_Vq1TJw

In questo video c'è l'intervento segnalato di Veltroni. Molto eloquente. Peccato si sia svegliato un pò tardi. Ma meglio tardi che mai.

DNA 67 ha detto...

al di là del personaggio...ma ieri Veltroni ha ammesso la presenza dei servizi segreti dietro tutte le stragi italiane

...a che gioco sta giocando?

Anonimo ha detto...

Domandiamoci perchè uno come Veltroni allevato sin da ragazzo dal sistema ora dica queste cose. Anch'io sono rimasto un po' meravigliato sentendolo ad annozero.

Significa che stanno spostando la palla un pò più in la? (come si fa con i bambini molto piccoli per farli continuamente a tentennare).

Non c'è dubbio che c'è aria di cambiamento in molti ambiti. Vogliono farci credre che alcuni siano giusti, per il nostro bene, altri che siano non voluti e che siano da accettare così come vengono.

A me 'sto 2012, oramai diventato evento di massa, sembra sempre più una data utile (per loro), ed il calendario maya una buona scusa.
La gente sarà più disposta ad accettare qualunque stravolgimento della propria vita dopo tutto questo bombardamento dal sapore post-age.
Onestamente spero di sbagliarmi

Atc! sono andato OT...dai fatemelo passare

Urus

Anonimo ha detto...

Gnosi Molegana ha perfettamente ragione: se ci consentono di dialogare in rete vomitando ingiurie e maledizioni contro il NWO degli accaparratori d'oro giudei, ciò si deve al fatto che ci hanno ridotti allo stato di scarafaggi rivoltati sul dorso: un vorticante mulinare di cento zampe che non muove un filo d'aria! Quando Joerg Haider - non un Franceschetti qualunque, con tutto il rispetto... - ha commesso l'ingenuità di parlare in tv di "Bankenmaphia", tempo pochi giorni e lo hanno regolato alla "loro" maniera! Un chiaro avvertimento... Veltroni parla di servizi segreti, ma è in linea con tutta la sua storia, tutta la sua carriera: sta fiutando da che parte tira il vento, e ormai ha capito che tra pochi anni, le strutture di potere occulto saranno mandate in pensione: i luciferiani si stanno preparando al "paradigm shift", che se ne faranno dei servizi segreti? Anzi, se io fossi nei panni di un alto funzionario dei servizi, dopo l'uscita di Veltroni comincerei a guardarmi le spalle e camminare rasente il muro!

Anonimo ha detto...

chiedo scusa ma quando saranno caricati i video di paolo

Stefania Nicoletti ha detto...

I video di Paolo sono in fase di caricamento.
Fra qualche giorno saranno pronti tutti e li pubblicheremo.

gianduc ha detto...

Dibattito molto intrigante..complimenti a tutti.
Ci fa sentire veramente come i pesciolini rossi dentro la boccia trasparente del web: chiacchieriamo allegramente mentre qualcuno ci osserva da fuori.
La domanda ora è: fino a che punto siamo stati programmati e qual'è il grado di consapevolezza consentita?
E ancora, al di là della presa di coscienza individuale, se esistono, quali sono gli strumenti per modificare questo esistente?

Solange Manfredi ha detto...

Il grado di consapevolezza consentita? Credo sia abbastanza alto.

Quali strumenti vi sono per modificare l'esistente? Lo strumento principe è la consapevolezza, parte tutto da questo.

Il sistema di potere funziona solo grazie all'ignoranza dei popoli.

Più gente prende consapevolezza della realtà, meno potere ha il sistema.

In Italia coloro che tirano el fila e vendono vita e diritti dei cittadini al miglior offerente sono veramente pochi, gli italiani sono 60 milioni.

Il potere ha paura che la gente si svegli, per questo usa tante risorse nella guerra psicologica. Deve tenere a freno la massa con lo strumento della paura e dell'insicurezza. La massa fa paura.

Se i cittadini capissero che le persone di potere, in realtà, sono persone deboli e piene di paura, capaci di "essere" solo in virtù dei beni materiali che posseggono e capaci di governare solo incutendo la stessa paura con cui quotidianamente vivono, il sistema di potere verrebbe sconfitto in poco tempo e non necessariamente in forma cruenta. Basterebbe solo che i cittadini iniziassero a dire no, il resto verrebbe di conseguenza.

gianduc ha detto...

Credo ci siano sempre due distinti livelli: uno è quello dove si comprendono le ragioni e uno è quello dove si appoggiano le ragioni;non sempre coincidono.
Uno è quello dove si pensano delle cose e uno è quello dove si dicono le cose: non sempre coincidono.
Uno è quello della consapevolezza e uno distinto è quello della volontà: non sempre coincidono.
Purtroppo penso che la consapevolezza sia il punto di partenza minimo per l'agire, ma trasformare il reale implica la volontà.
Troppe persone comprendono, ma preferiscono ignorare e continuare l'inganno.
Fosse solo questione di consapevolezza avremmo già risolto tutti i problemi.
Ho visto dei posteggiatori con un berretto in testa credersi dei generali.
..e pensare invece che sono Dei!

gianduc ha detto...

Solange dice:”Basterebbe che i Cittadini per una volta dicessero “ no!”

Credo che quel no i Cittadini abbiano cominciato a dirlo già da tempo, ma forse nessuno ha il coraggio di rendersene conto.
Basta guardare i dati sull'astensione, sulle schede nulle, su quelle bianche, per capire che quello è il modo che oggi i Cittadini usano per dire il loro “ No!”
E questo in tutte le democrazie (!) avanzate (!) .
Questo “no!” è il frutto di una coscienza collettiva ammaestrata a suon di violenza e ferocia, da guerre e stragi e genocidi e massacri che l'hanno talmente inzuppata di sangue da impedirle di respirare.
Le “rivoluzioni” poi ..
La conta dei cadaveri non è ancora finita..e comunque hanno sempre le facce di povera gente.
La povera gente ha capito benissimo la lezione, meglio del cane di Pavlov.
Basta col farsi rompere la testa.
Basta col piangere parenti e amici.
Basta coll'essere venduti a peso.
Qualunque cosa vada cambiata, l'importante è che a pagare non siano i soliti.
I soliti sono stufi.
E se qualcuno deve piangere, per una volta siano altri.
Credo che non sia una astratta mancanza di consapevolezza che ci tiene bloccati, ma una forma di consapevolezza amara e non eroica, ma molto umana.
Non è la paura di perdere diritti o tranquillità, ma la paura di tornare ad incubi che ci hanno già segnato attraverso i millenni.
Ecco perchè non possiamo aspettarci niente oltre quel “no!” che si manifesta alle elezioni.
Credo che da lì si debba partire.
Cercare di trasferire quel flebile “no” prima di tutto al livello della legittimazione culturale, poi alla dignità come evento realmente politico, poi come molla per una richiesta di cittadinanza riconosciuta, infine come diritto alla partecipazione attiva.
E lì cominciare a cambiare le cose.
Trovare il modo che porti quel “no” che ora è muto perchè nessuno vuole ascoltare, ad avere uno strumento, un passaggio diretto alla partecipazione democratica reale.
Questa sarà la prossima rivoluzione democratica: rendere democratica la democrazia.
Con una iniezione di superiore qualità democratica.
E per usare le parole di Solange “ non necessariamente in forma cruenta”.