martedì 12 gennaio 2010

Il problema di "Via Craxi". Ovvero: la storia della luna e del dito



Sopra: questo uno dei discorsi che causò la rovina di Craxi.



Paolo Franceschetti


Premessa.

In questi giorni infuoca la polemica sulla opportunità o meno di dedicare una via a Craxi, nella città di Milano. Di Pietro e Grillo hanno organizzato una manifestazione per protestare contro questa proposta.
Travaglio ricorda che Craxi è stato un delinquente, latitante, che ha portato allo sfascio l’Italia.
Qualcuno fa paralleli ironici e afferma “se dedichiamo una via a Craxi, allora perché non una a Riina e a Pacciani?”.
Altri ricordano che non bisogna dedicare una via a Craxi perché non ne esiste una dedicata a Ciaccio Montalto e a tanti altri magistrati che hanno perso la vita per la lotta alla mafia.

Sul Corriere della Sera leggo: “Il PD (ma non compatto, si precisa) dice no”.

Io invece vorrei ricordare alcune cose che Grillo, Travaglio e Di Pietro, e in generale tutto il PD, nella loro ansia di legalità, dimenticano, spiegando perché nell’attuale polemica molti di coloro che protestano contro una via dedicata a Craxi sono palesemente in malafede.

Cominciamo da un dato di fatto. Alcuni comuni italiani hanno già dedicato vie o piazze a Craxi e in un comune (Aulla) addirittura una statua.
Mentre per la città di Roma ci ha già pensato Veltroni a fare una proposta del genere. Proprio quel Veltroni che ha addirittura detto che Craxi, come statista, è superiore a Berlinguer.
http://www.corriere.it/politica/09_luglio_15/Garibaldi_veltroni_berlinguer_b06da232-7107-11de-b1fb-00144f02aabc.shtml

Quindi dire che il PD è contrario, sia pure con la precisazione che il no non è compatto, è un falso.

Anzitutto alcuni personaggi del PD hanno fatto di peggio che intitolare una via Craxi. Quando andarono al governo hanno nominato sottosegretario alla Camera D’Elia, ovverosia uno che aveva ammazzato a sangue freddo un poliziotto. Bertinotti disse che D’Elia era un uomo che in fondo aveva pagato il suo debito.
Vorrei ricordare inoltre che nel PD hanno candidato, e fatto eleggere, persone colluse con la mafia, la camorra, la ’ndrangheta.
Vorrei ricordare che Marco Pannella, leader della Rosa nel pugno, voleva candidare nelle sue liste anni fa nientemeno che Licio Gelli. Sì, avete letto bene. Licio Gelli.
Vorrei ricordare che molte persone che erano vicinissime a Craxi, oggi sono nel PD, come Del Turco, Intini, Benvenuto e Pillitteri e tanti altri; addirittura il figlio è nell’attuale sinistra che, a dire del Corriere della Sera, si è schierato per il “no” a Via Craxi.

Allora sorgono spontanee due domande.
Prima domanda.
Perché tutto questo can can da parte delle sinistra? Cosa vogliono realmente? Si sono dimenticati delle porcate fatte da loro nel passato e nel presente, oppure c’è dell’altro?

Seconda domanda.
Come mai qualcuno, nonostante il nome di Craxi sia ormai indissolubilmente legato a Tangentopoli, vuole dedicargli una via? Se infatti la protesta del PD suona molto come la storia del bue che dice cornuto all'asino, va detto che anche l'idea di dedicare una via a un personaggio come Craxi è il chiaro sintomo del marcio che esiste nel sistema politico nel suo complesso.

Proviamo a dare una spiegazione e a raccontarvi la storia di Craxi, vista da una diversa prospettiva. Una storia diversa dalla tesi innocentista ma diversa soprattutto dalla prospettiva forcaiola di Di Pietro, Grillo e Travaglio, che puzza molto di malafede e di gioco delle parti.


La storia di Craxi.

Craxi era un uomo del "sistema". Ne faceva parte e lo conosceva bene, e lui era una delle personalità più potenti di esso, quindi era informato bene dei suoi meccanismi, fino in fondo. Questo "sistema" era stato una manna fino a quel giorno per Craxi, Andreotti, Veltroni, D’Alema, Pannella, e tutti gli altri. Comandavano impuniti, ammazzavano magistrati, quando non potevano li trasferivano, ingrassavano alle spalle del contribuente e si sentivano dei piccoli re.

Ad esempio, quando Carlo Palermo indagò, a Brescia, proprio su alcuni traffici di armi ricollegabili al partito socialista e a Craxi, fu trasferito a Catania, e da lì a qualche mese subì un attentato in cui morirono tre persone, mentre il magistrato si salvò per miracolo.
Insomma, era una bella vita.

Purtroppo però le persone più potenti del sistema non sono a conoscenza di tutto. Loro, come tutti, conoscono solo alcune parti del gioco complessivo, potendone intuire altre, ma ignorandone completamente altre ancora.

E possono muovere alcuni fili, ma non tutti. E loro stessi sono mossi da altri fili, cui non si possono sottrarre.

In segreto, le persone realmente al potere, preparavano l’operazione Tangentopoli, che a sua volta avrebbe dovuto aprire la strada al sistema bipartitico, che a sua volta avrebbe dovuto portare all’ascesa di Berlusconi, e infine alla dittatura di destra post–berlusconiana (cioè l’ultima fase, quella che sta per arrivare).
In segreto, per far partire l’operazione Tangentopoli, viene scelto come bersaglio Craxi; vuoi per punirlo di alcune sue prese di posizione antiamericane (Craxi infatti spesso era stato sostenitore di una politica di emancipazione dall’influenza USA, non gradita ovviamente alla massoneria di vertice); vuoi perché assunse delle posizioni a favore dei Palestinesi e contro Israele, il che nel nostro sistema politico mondiale significa essere rovinati senza pietà; vuoi perché era comunque uno dei simboli del sistema partitico; vuoi, forse, per altre ragioni a noi sconosciute.

Arriva quel fatidico 19 febbraio 1992. I magistrati arrestano Mario Chiesa e sta per partire l’immensa macchina di Tangentopoli, ma Craxi ancora non lo sa. Pensa che sia un caso, che sia uno di quegli avvenimenti, che ogni tanto capitano, in cui si silura un personaggio scomodo, magari perché qualche persona seria prova a giocare al magistrato onesto finché non intervengono loro a raddrizzargli la schiena.

Quindi Craxi prende le distanze da Chiesa e lo definisce un “mariuolo” sostenendo al contempo che il partito socialista è il partito dalle mani pulite e facendo un’affermazione che, letta tanti anni dopo, suona quasi comica: “il partito socialista non ha mai avuto un amministratore condannato per reati contro la Pubblica amministrazione”.
Pensa in tal modo di recitare la parte dell’onesto, come da anni succede in ogni parte d’Italia quando si becca un politico con le mani nella marmellata.

Ma passano poche settimane e Bettino si rende conto che qualcosa non va. Gli arresti proseguono, le polemiche non si placano, e inizia un’operazione mediatica senza precedenti fino a che non viene indagato anche lui.

Bettino riceve decine di avvisi di garanzia e capisce che non può più controllare la cosa; se l'indagine è una sola la si argina, si trasferisce il magistrato, si fanno sparire i fascicoli. Ma venti indagini no. Venti indagini significa che qualcuno vuole fregarlo, che la cosa è più grossa di quel che pensava all’inizio.
Quindi in parlamento, tenta un’ultima, disperata carta. E’ il 3 luglio del 1992; in un discorso che verrà mandato in onda in tutte le televisioni, Craxi afferma che tutto il sistema è corrotto; afferma che è vero, il partito socialista si è macchiato di diverse colpe, ma se è colpevole lui allora lo è tutto il parlamento.
“Capii che il sistema era corrotto fin da quando portavo i pantaloni alla zuava” affermò Craxi poco tempo dopo.
Si tratta di affermazioni corrette, che in teoria dovrebbero aprire un cataclisma e dibattiti a non finire.
Ma i media, ben addomesticati a puntare l’attenzione solo su ciò che serve al piano prestabilito, puntano per poco l’attenzione su questo fatto; passa qualche giorno e i giornali e le tv iniziano nuovamente ad accanirsi nell’accusare singole persone.
Dal canto loro i politici rimangono zitti e commentano poco questa uscita di Craxi in parlamento. Sono silenziosi, perché da una parte non possono parlare a meno di non scoprirsi veramente, e poi perché in quel clima molti sanno che potrebbero fare la stessa fine di Craxi senza saperlo.
E quasi tutti sanno che, ad alzare troppo la voce, a sentirsi troppo potenti, a ribellarsi ai diktat imposti dai burattinai, si finisce suicidati, o magari si muore di un malore improvviso.


Il gioco si fa duro, iniziano arresti eccellenti ovunque, e l’operazione di pulizia invade tutta l’Italia. Craxi viene raggiunto da una ventina di avvisi di garanzia, e più in avanti verrà condannato a diversi anni di galera per vari reati, dalla corruzione.

Il 29 aprile 1993 il parlamento nega l’autorizzazione a procedere richiesta dalla procura, creando un pandemonio.

Tra aprile e maggio in tutta Italia si svolgono manifestazioni contro Craxi, fino ad arrivare alla famosa vicenda del lancio delle monetine quando lui uscì dall’Hotel Raphael, a Roma.
Una scena deprimente, squallida, specie tenendo conto che ci sono altri politici, tanti, che avevano le mani sporche come lui, la cui storia gronda del sangue di innocenti, magistrati, giornalisti, cittadini, poliziotti, testimoni di processi, nonché popolazioni invase senza motivo, dall’Iraq all’Afghanistan.
Ma questi politici facevano e fanno i moralisti in parlamento.

Le vicende giudiziarie in tutta Italia peraltro dimostreranno che Craxi aveva ragione. Il sistema era corrotto ovunque, ed era un meccanismo perfetto come un orologio, oliato alla perfezione, e coinvolgeva tutti, nessuno escluso. Ma a quell’epoca non avevamo gli strumenti per capire quello che diceva Craxi. Io stesso, che all’epoca avevo una ventina di anni, presi le parole di Craxi per un patetico tentativo di salvare la faccia, infangando gli altri. Invece a risentire oggi quelle parole, mi accorgo che sono lucide, precise, ed è uno dei rari momenti in cui un politico stava dicendo la verità.
Ma i mass media, come un esercito il cui compito era sbaragliare l’opinione pubblica, invece di affrontare il problema della corruzione diffusa, invece di indagare le ragioni di tutto questo marcio, che fanno?
Puntano il dito sulle singole persone, e scatenano la polemica sulla magistratura rossa che abusa del suo potere.
Parte la campagna antimagistrati.
Si comincia a dire che il problema è che la sinistra vuole vincere le elezioni per via giudiziaria e che i magistrati sono tutti rossi.
E comincia il solito caos mediatico in cui nessuno ci capisce più nulla.
Soprattutto, il problema non diventa più che siamo governati da una classe politica corrotta. No. Diventano i magistrati.

Ai primi di maggio Craxi si rifugia ad Hammamet. Fa appena in tempo a partire, perché il 12 dello stesso mese gli viene ritirato il passaporto e di lì a poco sarebbe stato arrestato. Evidentemente capisce in tempo che oramai è giunto il suo momento, che il sistema lo ha scaricato, e che sarebbe un errore combattere dall’Italia. Certo, sa bene che per questo la sua immagine pagherà un prezzo molto alto; diranno che perde la faccia, diranno che è un latitante, i suoi avversati lo attaccheranno con maggior forza, ma provenendo tale giudizio da gente con la coscienza anche più sporca di lui, non potrebbe fregargliene di meno. Lui sa quanto conta il giudizio dei politici: zero.
Mentre del giudizio dell’opinione pubblica se ne frega; sa bene che l’opinione pubblica non conta nulla, perché non è in grado di capire il sistema e qualsiasi giudizio proveniente dalla massa è falso, perché si basa su dati falsi.

Dirà infatti Craxi a Pillitteri che parlava di un futuro in cui tutto il caos sarebbe finito: “Paolo, vuoi capire che è finita per sempre?”. Perché in fondo lui era sempre un uomo di sistema, e alla fine aveva capito.
Aveva capito il piano in cui era stato coinvolto, e infatti ironicamente mandava rose rosse ai funerali delle persone coinvolte in Tangentopoli, perché si rendeva conto che non era lui l’unica vittima del sistema; l’operazione Tangentopoli ha fatto una vera e propria strage, anche fisicamente, di persone che prima con quel sistema avevano mangiato a quattro palmenti e che ora si rivoltava contro di loro.

Conclusioni.

Ecco quindi perché molti politici vogliono intitolare una via a Craxi. Perché tutti sanno che Craxi non era né migliore né peggiore di altri; era uno come gli altri, che forse aveva più meriti di altri. In effetti, la statura perlomeno intellettuale di Craxi è da gigante rispetto ai politici di adesso che sembrano completamente incompetenti su tutto.
E francamente, a sentire adesso alcune sue idee politiche, occorre dire che oggi il parlamento è composto solo da nani.

Il cittadino non riesce a capire quindi il motivo della volontà di intitolare una via a Craxi, ma se guardiamo la cosa dal punto di vista politico questa richiesta è perfettamente legittima. I politici sanno perfettamente che Craxi ha solo pagato per tutti, ed è stato l’agnello sacrificale di un sistema che oggi è uguale a ieri.
Quindi, dal loro punto di vista, è perfettamente normale dedicare una via a Craxi, come un giorno la dedicheranno ad Andreotti, Dell'Utri, Berlusconi, Previti, ecc...

Ci sarà anche una via Pannella, probabilmente, e nessuno scriverà sulla targa "Marco Pannella, candidò Licio Gelli, e fondò la Rosa nel Pugno perché probabilmente era uno dei vertici della Rosa Rossa".

Al contrario, molte delle proteste sono in malafede, fatte apposta per creare un gioco delle parti che svii ancora una volta dal reale problema.

Il problema di Tangentopoli non è se dedicare o meno una via a Craxi. Il problema di Tangentopoli è che era stato svelato e portato alla luce un sistema che coinvolgeva, tutti, tutti, tutti, nessuno escluso, e che è ancora vivo e vegeto. Il dibattito dovrebbe essere su questo, cioè sul perché tale sistema continua a vivere più forte che mai.
Ma si sa… se all’imbecille mostri la luna con il dito, quello guarderà il dito, e non la luna.
E Craxi era il dito. Tangentopoli la luna.
E oggi si ripete la stessa storia di allora. Ancora una volta, il problema è Craxi, e se intitolare o meno una via a Craxi.
Ma il problema di via Craxi è il dito. La luna è costituita dal Trattato di Lisbona, dalla crisi finanziaria che si abbatterà ancora peggiore su tutta Europa, dalle leggi dittatoriali che piano piano stanno introducendo in tutti i paesi per togliere le libertà democratiche.
Craxi, dal canto mio, possiamo pure riabilitarlo. Anche perché, sia pure tardivamente, e sia pure perché colpito da 20 avvisi di garanzia, aveva detto molte cose giuste, e per alcune di esse ha pagato un prezzo molto alto, troppo, rispetto agli altri.

E quando ascolto i discorsi di Borghezio, Schifani, Bossi, Prestigiacomo, Maroni, Gelmini, D'Elia, Berlusconi, Rutelli, quasi quasi dico a me stesso "ridateci Craxi, e lunga vita ad Andreotti".

156 commenti:

Anonimo ha detto...

Paolo sei un grande!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

ma cosa scriveranno sulla targhetta?
Socialista?
Statista?
Ladro di fontane?

Bettina ha detto...

Scusa Paolo, ma se Craxi era finito sulla lista nera del potere mi spieghi per quale motivo adesso quello stesso potere vuole celebrarlo (o comunque lo permette)?

beppino ha detto...

ma craxi non era quello che fece comprare tre televisioni nazionali a berlusconi per 2 euro?...
non è quello che scappò all'estero per non finire in galera e durante la
sua latitanza non faceva altro che buttare merda sul suo paese?
e come mai i comunisti non furono coinvolti in tangentopoli se non per una piccolissima parte?
e poi, scusa.. mi devi spiegare come cavolo faranno a instaurare la dittatura in Italia dato che ci sono le basi nato qui apposta per difendere la democrazia?...

ognuno ha i suoi gusti e le sue idee. io non sono favorevole a riabilitare craxi come non sono favorevole a riabilitare andreotti. tu hai una idea divera dalla mia Paolo, ma questa tua idea Paolo mi sembra che sia molto in linea con la mentalità massonica.

Paolo Franceschetti ha detto...

Anonimo delle 18,22, scriveranno statista e politico, come scrivono per tutti gli altri delinquenti, anche del passato.

Un articolo di Antonella randazzo, ad esempio, che trovi a questo link

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=5769

spiega bene come molti politici, anche del passato, erano dei veri criminali, ma la storia di oggi li presenta come eroi. Questo vale anche per Garibaldi e Badoglio, ad esempio.

Anonimo ha detto...

Ci sarà anche una via Pannella, probabilmente, e nessuno scriverà sulla targa "Marco Pannella, candidò Licio Gelli, e fondò la Rosa nel Pugno perché probabilmente era uno dei vertici della Rosa Rossa".

Incredibile, marco pannella e la rosa nel pugno uno dei vertici della rosarossa?
Ecco xche' ora candidano la bonino, ordini dall' alto...

Craxi ha creato i presupposti x l' attuale situazione, infatti fu messo dalla massoneria deviata e da cossiga/gelli a fare il premier, col beneplacito della c.i.a. , quindi e' ovvio che tutti o quasi vogliano dedicargli la via, e' uno di loro, il prototipo, colui che inizio il nuovo corso tanto voluto dalla p2, insomma
UNA PERSONA X BENE, DIREBBERO NEL SUD, UN SIGNORE ...

Il dito ce lo mise lui nel culo, e la luna busso'... e oggi il silvio ci mette pure la mano ...
Di questo passo saremo tutti inculati !!!

MDD

B.S. ha detto...

Commento prima di leggere l'articolo. L'ho conosciuto Craxi, avevo 17 anni, così, per caso, all' E.U.R, ad un congresso, ch'era stata invitata mia zia, grande donna, ci portò, due nipoti, a Roma, ma ci fece pure pagare, viaggio, albergo, etc. .
Un'anima Bella, e il mio cuore, su questo, non si sbaglia. L'uomo, lo statista, il politico..., non so, magari c'è di meglio.

Anonimo ha detto...

Penso che il progetto dietro la caduta di Craxi era quello di un colpo di stato bianco da parte dei poteri forti mettendo un loro uomo al comando, e non è Berlusconi, ma la persona che più fortemente ci ha voluto in europa,la persona che si è battuta per la moneta unica, persona che quando ha perso le elezioni in italia ha ricoperto una alta carica in europa, amico di banchieri e di "noti" industriali avendo praticamente svenduto il patrimonio industriale italiano. Presente annualmente alle riunioni del Bilderberg anche se è uscito di scena "ufficialmete" e che non ha paura a dichiarare pubblicamente di andare alle sedute spiritiche

B.S. ha detto...

*)

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
democrito ha detto...

fanno una via a craxi? e chissenefrega! per dirla in politichese: sono questioni di lana caprina. hanno fatto una via a mazzini, possono farla anche a pacciani. la solita ipocrisia, delinquente da vivo, santo, e subito, da morto, perchè si sa, i morti non contano nulla, non parlano, non si oppongono, soprattutto non rompono i coglioni.
hanno fatto fuori una classe politica corrotta, ma intelligente, troppo intelligente per i gusti del potere, per sostituirla con una massa di imbecilli, corrotti quanto e forse più degli altri, ma manovrabili e docili, proprio perchè imbecilli. cito lo spessore politico di personaggi come gasparri, la russa, rutelli, veltroni, d'alema, casini, ecc.: inesistente. in questi ultimi 17 anni, solo 3 persone si sono distinte: prodi e ciampi, uomini del sistema messi apposta per indirizzare gli imbecilli di sinistra verso il suicidio, e lo psiconano, messo per realizzare il programma della
p2. tutti gli altri non contano, sono solo dei furbetti opportunisti.
penso, come del resto paolo, che anche l'era berlusconi stia volgendo al termine, dopodichè la crisi economica e la strategia della tensione ci porteranno a una decisa svolta a destra, ma ritengo che questa sarà di stampo socialista, rispolverando vecchie ideologie che sembravano morte, ma che invece saranno di grande attualità, vuoi perchè con la crisi occorrerà dare finti aiuti ai più deboli, vuoi per la forte componente internazionalista del pensiero di sinistra. obama insegna, dai uno straccio di servizio alla popolazione e poi fai quello che ti pare. in europa non sarà diverso, ci manca solo il papa nero e l'unificazione applicata, poi lo steep è concluso, il programma è realizzato, si passa ad altro.
x chi pensa che il socialismo sia una buona cosa, si ricordi che nell'ideale social-comunista si è costruito il mondo moderno, la distruzione dei valori portanti della società tradizionale, e la peggiore dittatura che la storia ricordi, la dittatura del proletariato, rappresentato in modo forzoso da alti esponenti del sionismo massonico. il fascismo ed il nazismo stessi, non sono che esperimenti di una via nazionale al socialismo. craxi da buon socialista era il capo carismatico ed indiscusso del suo partito, pertanto proporrei anche una via a mussolini e, perchè no, a hitler. in fondo la loro unica colpa fu quella di aver perso la guerra, come del resto la ha persa, in vita, bettino crak-si.

beppino ha detto...

in questo video http://www.youtube.com/watch?v=VC2ny06_rFs Indro Montanelli ci spiega come mai i magistrati si scatenarono contro i politici solo dal 92 in poi.

"il caso Chiesa era un caso modestissimo... fece da detonatore perché il momento era maturo per arrivare a tangentopoli che era dovuto a una cosa molto più complessa... che ci fosse la corruzione in italia si è sempre saputo, la classe dominate promanava questo puzzo di fogna che tutti sentivano(il famoso "turarsi il naso"). soltanto che fin quando l'alternativa di questa classe politica allora al potere era un partito comunista, che era un fac- simile di quello sovietico(basato sui carri armati, sulla polizia segreta, sulle delazioni, sui processi), finché c'era questo spettro noi non potevamo prenderci il lusso di mettere sotto processo e mandare in galera la classe politica dirigente allora. fu quando, col muro di Berlino, crollò questo incubo che i tempi furono maturi perché questo avvenisse."

Ginevra ha detto...

Ho letto tempo fa una lettera aperta alla figlia di Craxi che contiene molte analisi interessanti che non si discostano dalle meccaniche esposte nel post di stasera. Ne posto un estratto a mo' di aperitivo:

"...Ma procediamo con ordine. Alla fine degli anni 80 - inizi degli anni 90 in Italia vi era una sola posizione di monopolio già consolidato che era quella della famiglia Agnelli, la quale già negli anni 60 aveva acquisito tutte le marche automobilistiche italiane e quindi si era posta in una posizione di monopolio all’interno del mercato italiano dell’auto. Qui, partendo dalla Fiat, aveva man mano acquisito, soprattutto con il sostegno della Sinistra (sic) acquisito perché Le stampava i giornali, Lancia, Autobianchi, Alfa Romeo, Maserati e Ferrari.

Di contro vi erano tre posizioni di monopolio ancora in itinere.

La prima di queste posizioni era quella di Silvio Berlusconi, il quale aspirava ad assumere posizioni di monopolio nell’ambito del mercato pubblicitario televisivo. A questo scopo egli voleva introdursi nella D.C. dopo aver creato propri spazi all’interno del P.S.I. di Bettino Craxi allo scopo di comprimere e controllare il mercato pubblicitario televisivo della Rai rivale del suo gruppo, onde evidentemente espandere il proprio.

La seconda di queste posizioni era quella di Raul Gardini, il quale attraverso la nota operazione Enimont, ossia la fusione tra Eni e Montedison, anch’essa sponsorizzata dal P.S.I., mirava ad acquisire posizioni di monopolio nella chimica.

La terza posizione era quella del binomio composto da Carlo De Benedetti e da Carlo Caracciolo.

Costoro intendevano portare a termine principalmente due operazioni: la prima, l’acquisto della Casa Editrice Mondadori attraverso la quale essi volevano acquisire posizioni di monopolio nel campo dell’editoria privata e l’altra l’acquisto della SME, un’azienda alimentare dell’IRI, con la quale volevano favorire posizioni monopolistiche della società francese Danone, alla quale successivamente essi avrebbero girato l’azienda.

Va qui precisato che i referenti politici del binomio Carlo de Benedetti-Carlo Caracciolo erano due: Ciriaco De Mita e Romano Prodi. Del primo ha parlato Gianpaolo Pansa, il quale ha espressamente scritto sulla rivista “L’Espresso” che il miglior amico politico del gruppo era proprio l’on.le Ciriaco De Mita. Del secondo invece ha parlato Eugenio Scalfari, il quale, in TV, in un momento di estremo rincoglionimento, ha riferito che Prodi telefonava a lui tutte le sere. E quindi se a lui telefonava le sere, a Carlo De Benedetti e a Carlo Caracciolo telefonava le mattine evidentemente per prendere ordini (a riprova di quanto ho detto e cioè dell’estrema ingerenza nello Stato delle imprese monopolistiche).

Bettino Craxi favorì le prime due operazioni (Montedison e Mediaset-Rai) e osteggiò invece le seconde quelle che interessavano il binomio Carlo Caracciolo - Carlo De Benedetti (Sme e Mondadori).

Ora domando: è così azzardato ipotizzare che nella persecuzione giudiziaria e mediatica prima contro Bettino Craxi e poi contro Silvio Berlusconi (che si è bloccata solo per effetto del c.d. lodo Alfano) nonché negli omicidi di Raul Gardini e di Gabriele Cagliari (dirigente Montedison) c’è stata l’esplosione della rivalità fra due blocchi monopolisti contrapposti, di cui uno (De Benedetti-Caracciolo) aveva però anche una forte presenza in Istituzioni deviate dello Stato?

Perché a pensarci bene c’è un filo sottile che collega una serie di avvenimenti che si sono – tutti - succeduti al diniego di Craxi affinché De Benedetti e Caracciolo portassero in porto le due predette operazioni (Mondadori e Sme) e si sono - tutti - consumati nel triennio 92-94 in cui Ministro degli Interni è stato il sen. Nicola Mancino."

http://oknotizie.virgilio.it/info/11d05069e82d0a58/caso_borsellino_lettera_aperta_all_on.le_stafania_craxi.html

MinT ' Ossico ha detto...

Articolo ottimo, come sempre !
pero' l'ultima riga, anche se ironica, non mi va giu:
"lunga vita ad Andreotti"

AAAAARRRRGGGGHHHHHHH !!!!!!
come disse un mio amico
"quello è il diavolo in persona".

Un'altra persona disse:" sta dando segni di immortalita'"

Nella terribile lotta antirosicruciana non si fanno sconti a nessuno, e l'unico augurio che possiamo farci e che tutti i fetentoni finiscano presto sotto terra.
TIE'

Anonimo ha detto...

UNA VIA PER CRAXI?
Bisognerebbe preoccuparsi di più se gli dedicassero una statua.
Questi parlano in codice e sanno bene che le vie per percorrerle bisogna calpestarle, le vie si infangano, sulle vie si aprono frane, sulle vie ci si ammazza. Questa iniziativa potrebbe voler dire: "Se non mi lasciate in pace dirò la verità sul caso Moro, io che dovetti prestare il mio aereo privato alla moglie di Moro quando era prigioniero, per andare di nascosto a chiedere aiuto a Gheddafi... ecc. ecc."
Forse è l'ultima carta che il "pupillo di Craxi" vuole giocare per i suoi ricatti...
Gabriella Carlizzi

Verticale ha detto...

Credo, e lo dico dal basso della mia ignoranza, che dire la verità sul delitto Moro sarebbe impossibile per il suddetto pupillo, avendo egli incentrato tutta la sua demagogia politica rispolverando lo spettro di un comunismo oramai da tutti abbandonato.
Ce lo immaginate Berlusconi a dire che Moro è stato ucciso dai servizi segreti italiani ed americani e non dai comunisti, proprio perché stava per stringere degli accordi con questi ultimi (ed ovviamente per molti altri motivi che però la gente non comprenderebbe, e che quindi non avrebbe senso mettere in evidenza).

Questa vuole essere una domanda, e non certo una polemica, anche perché sul fattore rituale-simbolico del nome della via (un'evocazione di una certa entità...) mi piacerebbe che si potesse approfondire ancora.

Anonimo ha detto...

bottino craxi era un grande corrotto e grande ladro, altro che grande statista... e oggi il suo caro amico silvio sta al governo ed è ancora peggio di lui... :(

Anonimo ha detto...

Craxi ha pagato duramente per l'opposizione consapevole a quello che tu stesso hai scritto:


...alcune sue prese di posizione antiamericane (Craxi infatti spesso era stato sostenitore di una politica di emancipazione dall’influenza USA, non gradita ovviamente alla massoneria di vertice)...



...leggi dittatoriali che piano piano stanno introducendo in tutti i paesi per togliere le libertà democratiche...

uniche chiavi di lettura di tangentopoli, il resto é cronaca.




Quì non si capisce se tu sia in buonafede o no.

"E quando ascolto i discorsi di Borghezio, Schifani, Bossi, Prestigiacomo, Maroni, Gelmini, D'Elia, Berlusconi, Rutelli, quasi quasi dico a me stesso "ridateci Craxi, e lunga vita ad Andreotti".

La sinistra non aiutò Craxi nel suo progetto di indipendenza dal giogo americano, aiutò invece un'altro progetto che ci ha portato al Trattato di Lisbona.

Anonimo ha detto...

http://www.repubblica.it/misc/corredo_craxi/corredo_craxi/sette.jpg

Anonimo ha detto...

...
Quanto poi alla tesi del povero Bettino “perseguitato” su storie di finanziamento illecito del partito, unico pollo a farsi incastrare tra i tanti che razzolavano male, bè lasciamo perdere. Craxi ha intascato fior di tangenti miliardarie come dimostrano le testimonianze di chi gli portava direttamente il malloppo a casa (Silvano Larini). Soldi che poi finivano sui conti svizzeri del perseguitato. Altro che accuse basate sul “non poteva non sapere”. Veniamo infine ai presunti meriti politici di Craxi. Mi sembra di tornare a tanto tempo fa, alla mia adolescenza, quando sentivo parlare del Mussolini “buono” da qualche mio compagno di scuola che regolarmente se ne usciva con la tiritera della bonifica delle pianure pontine per giustificare i presunti meriti della dittatura. Grande consolazione, le bonifiche, per un paese poi raso al suolo dalla follia del suo duce. Craxi non è Mussolini ma a che serve cercare qualche merito sparso quando a causa di una politica rapace e attenta solo agli interessi del proprio clan si sono buttati a mare gli ideali di tanti socialisti perbene? Come Giuseppe Tamburrano a cui tuttavia forse mi unisce la consapevolezza che se, allora, la politica non avesse lasciato dietro di sé malcostume e tangenti il nostro Paese non sarebbe caduto nelle mani di chi sappiamo.
(antonio padellaro)
da Il Fatto Quotidiano del 13 gennaio 2010

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 19.07:

non ti sbagli affatto.

Gabriele ha detto...

Ciao Gabriella, vorrei chiederti una cosa: a che scopo "il pupillo di Craxi" vorrebbe ricattare, e chi soprattutto?? Tale ricatto servirebbe ad evitare che lo si tolga di mezzo, oppure ad altro??
Grazie di cuore e un cordiale saluto.
Gabriele

Anonimo ha detto...

prossima dittatura di destra??!!? ho letto bene? siccome sei uno che quando parla ha cognizione di causa, ti prego Paolo di spiegarmi bene i tuoi perchè.

Segretius ha detto...

Paolo...mah!... ti ricordi l'arroganza di quell'uomo, insieme a quella di Martelli, nei momenti di massimo fulgore (mi ricordo perfettamente in quel periodo tutti erano per lui, la gente sembrava drogata come per Mussolini) e l'atteggiamento cinico, in tutto quello che diceva. Per me rappresenta più di tutti l'arroganza del potere. E poi, non diverso da Pannella, uno solo apparentemente molto diverso, l'accanimento ed il comportamento, di fatto anti-comunista, il che non fa stupire che fosse servo, magari inconsapevole, degli americani e non avesse altro scopo che distruggere la sinistra. Comunque un grande rappresentante della continuità fascista della classe politica italiana. L'uomo che ha diffuso, ancora di più della "tradizione" democristiana, il concetto che rubare e inculare gli altri per il proprio interesse personale, è la massima delle ambizioni umane. Ha lanciato non solo berlusconi, ma la cultura che consegue al berlusconismo, che sarebbe più corretto chiamare craxismo, dei nostri giorni, che permea ormai la nostra società e la vita della grande maggioranza degli italiani. Quella cultura senza la quale lo squallido berlusconi raccoglierebbe ben pochi consensi......
In queste cose, se non in altre ben peggiori, Craxi era "competente"........

Hai detto in altre occasioni che potresti condividere qualcosa anche con forza nuova? Allora perchè non condividere anche la contestazione dei rottinculo del Pd ?....

Una via a Craxi non si fà! Dai....

B.S. ha detto...

In segreto, le persone realmente al potere, preparavano l’operazione Tangentopoli, che a sua volta avrebbe dovuto aprire la strada al sistema bipartitico, che a sua volta avrebbe dovuto portare all’ascesa di Berlusconi, e infine alla dittatura di destra post–berlusconiana (cioè l’ultima fase, quella che sta per arrivare).

Temo che tu abbia ragione, anche su i "nani", va da sé che auspicabile sarebbe non avere né nani né giganti, ma un mondo migliore, senza segreti*)

Anonimo ha detto...

Concordo con segretius, quello che ha scritto e' giusto e logico!

Mi stavo preoccupando, tutti gli altri vogliono riabilitarlo, era un delinquente artefice dell' attuale situazione politica, di cui forza Italia ne e' la logica prosecuzione, altro che strada, un tirassegno con la sua faccia e le freccette da tirare, ci vorrebbe ...

Io proporrei una statua x il ministro brunetta, un bonsai...

MDD

Anonimo ha detto...

ciao paolo,questa volta non appoggio quello che hai scritto,non credo che tangentopoli sia stata architettata per evolvere un disegno ben determinato,craxi non è una vittima predestinata.nello scacchiere mondiale i poteri forti impartiscono la linea da seguire,delineano il campo di battaglia,i governi devono solo assicurarsi di non sconfinare,che sia economia,energia o politica,non gli importa basta che stai nei tuoi confini,in questo caso l'italia è sempre rimasta dentro i suoi,il disegno globale non lo ha alterato, seguiamo sempre schiavi delle banche, dipendiamo dai combustibili fossili,non abbiamo un sistema politico che esca dai parametri,e siamo piegati a 90 dinnanzi al NWO.quello che è successo negl'anni 90 è stato solo il frutto di una esasperazione di ruberie da parte dei politici,da un semplice consigliere comunale a il presidente del consiglio,tutti fottevano a più non posso.la cosa era diventata troppo sfacciata,tutti sapevano,anche i bimbi delle elementari!tangentopoli è stato frutto di persone che hanno voluto reagire al sistema,che oggi siamo immersi più profondamente nella merda è vero,stiamo peggio,la gente che indignata tirava monetine a craxi oggi è rassegnata,i politici non sentono più il peso delle vergogne,craxi è vero,aveva più dignità rispetto a questi di adesso,però lui è il simbolo di una prima republica corrotta,pulirgli il nome è legittimare i politici del presente a seguire con ruberie.credo che se oggi nel panorama politico e mediatico non esistessero persone come dipietro grillo e travaglio potremmo dire di essere a mio parere più schiacciati all'angolo di quanto non lo siamo adesso.ps.i tuoi articoli mi sono sempre piaciuti....tranne questo....ciao paolo

Anonimo ha detto...

"Un colpo al cerchio ed uno alla botte!" Cioè articolo senza sostanza. Fra l'altro questo proverbio era spesso usato proprio da Craxi stesso! Gli unici due illuminati (nel senso buono) sono, come spesso, Segretius ed MDD...per fortuna che non è apparso il "venditore di anime" (SoF)...Craxi è stato un delinquente abituale che per vari motivi è diventato Presidente del Consiglio Italiano e da quella posizione ha continuato a fae i suoi sporchi affari di LADRO e DELINQUENTE. Che poi ci siano anche altri politici corrotti ecc... è una cosa ovvia -caro Paolo- e fa parte dell'umanità, infatti i corrotti, i ladri ed i delinquenti (ma anche gli assassini) sono presenti in tutte le ere, in tutti i secoli, in tutte le società umane ed a tutti i livelli... Ma è proprio la questione dei "livelli" il punto...i ladri e delinquenti, una volta individuati e giudicati con compiutezza (come nel caso di Craxi) andrebbero allontanati recisamente dalla società, Hammamet -ad esempio- è abbastanza lontano dall'Italia per contenere ladri allontanati da essa...I livelli, ripeto, sono la cosa più importante, se un operaio ruba il danno per la società è limitato a lui ed al derubato, se ruba un impiegato, il danno si può estendere anche al suo ufficio, se ruba un primario, all'ospedale ed ai pazienti, se ruba un ministro il danno è per buona parte dello Stato, se ruba il capo del governo... Queste ovvietà sono stato costretto a scriverle, visto che un articolo del genere, pieno di false ovvietà ed opportunismo, potrebbe confodere le idee a chi lo legge con poca attenzione.

salutations

RA

Anonimo ha detto...

e poi, scusa.. mi devi spiegare come cavolo faranno a instaurare la dittatura in Italia dato che ci sono le basi nato qui apposta per difendere la democrazia?...
Stai scherzando vero??????

X anonimo 10.25 ha detto...

AHAHHAHHAHHAHAHAHHAHAHHAHHAA

grazie a te mi sono fatto la prima risata della giornata !!!!!!

non mi dire che ti aspetti che qualcuno proclami la dittatura in maniera ufficiale e magari metta pure la scritta a caratteri maiuscoli sulla bandiera italiana ?!?!??!?!??!?!?!?
e poi arrivano i soldatini buoni della Nato a difenderci e liberarci ?!!??!?!?

AHAHAAHAHAHAHHAHHAHHAHHAHAHHAH

messier ha detto...

Quel raduno a Milano non è stato "organizzato" da Grillo e Di Pietro, ma da Ricca. Loro sono solo intervenuti. Informazione facilmente reperibile, questa. Lo so sembra una cavolata ma alla seconda riga già incappi in una sprecisione. La storia si ricostruisce coi dettagli, ed è strano che spesso e volentieri scivoli sui dettagli, Paolo.

Il resto del pezzo mi può trovare d'accordo. Sicuramente Craxi è stato spappolato dal sistema e sei molto acuto quando dici che giustamente Craxi dell'opinione pubblica se ne fotteva. Del resto, anche se fosse andato in galera, l'opinione pubblica non lo avrebbe mai perdonato ugualmente, non gli avrebbe dato il modo di redimersi.

Io però ho anche letto cosa ci faceva il socialista Craxi coi soldi che rastrellava in giro, e mi ha fatto sorridere e incazzare. Lo so, sono eventi e comportamenti che non vanno letti alla lettera: egli in realtà accumulava beni mobili e immobili non per ingordigia, ma per qualche piano di cautela personale nei confronti del sistema. Nonostante ciò, la cosa turba, te lo assicuro, il cassaintegrato o disoccupato che viene a conoscenza di quei maneggi facili... Gli devi dare una risposta sincera, non solo "lo fanno tutti".

Comunque, Craxi ha dato l'impressione che ci si possa allontanare dal sistema che ti ha nutrito. Non per questo divenne una persona limpida, ma perlomeno rappresentò uno squarcio nella cupola. Ecco, oggi persone come Prodi, Berlusconi, D'Alema o Fini.... non ce li vedo proprio a "disconnettersi" dal Sistema. Il loro organismo biologico morirebbe all'istante.

Anonimo ha detto...

il popolo italiano e diventato un popolo di pecore senza dignita,sono d'accordo con la tua analisi,ma discordo su un fatto,tra 2 corrotti non si deve scegliere nessuno,la cultura del meno peggio ci sta portando alla deriva,e difficile spiegare questi meccanismi alla gente,ma avendo le televisioni e altro perche non lo fanno?perche sono uomini inferiori,corrotti come li vogliono per assicurarsi i burattinai che non facciano passi falsi,perche altrimenti li fanno fuori in mille modi,la politica e solo un'altra illusione,ma affermo che questo popolo si e fatto dominare da uomini inferiori,essi sono diventati uomini inferiori meritano tutto quello che sta arrivando,e solo quando arriveranno tra poco nel fondo piu oscuro e profondo alcuni di loro o periranno o risorgeranno,ormai non si puo fare piu niente per loro

Conte Senza Palazzo ha detto...

Tanto per far capire ai soliti ingenui pecoroni che intervengono su questo blog dividendosi in centro-destra e centro-sinistra (commenti tipo "Il vero protagonista de golpe e' Prodi, non Berlusconi", ecc.), vorrei ricordare loro che sia Prodi che Berlusconi fanno parte della Trilateral Commission (emanazione del CFR di Rochefeller, fondata da quest'ultimo e Agnelli), insieme a tanti loro sodali di ambo le "parti", effettivi, "in sonno" o "all'orecchio".
Servono cognomi? Eccoli: Ciampi, Monti, Ruggiero (ex ministro degli esteri Berlusconi ed ex direttore generale del WTO, Del Turco, Levi e Romano (Corriere della Sera), Siglienti (Banca Commerciale), De Benedetti, La Malfa, De Michelis, Benvenuto e molti altri di "destra" e di "sinistra", inclusi come detto sia Prodi che Berlusconi.
Percio', ingenui pecoroni "di parte", pro o contro Berlusconi, svegliatevi una buona volta, leggete e documentatevi, che mi state facendo perdere il senso dell'umorismo.

sR ha detto...

chiediamoci quanti Craxi sono vivi al giorno d'oggi...e non mi riferisco a bobo e stefania

Anonimo ha detto...

Sig.ra Carlizzi,
lei dice che la storiella della via è un messaggio in codice, ora io posso anche crederci, e so che di prove Lei ne ha raccolte parecchie sui codici, e cmq la mia opinione non è importante, ma quello che proprio non concepisco è come i nostri politici che vediamo in tv siano in grado sia di elaborare e lanciare, che di capire questi messaggi! cioè a me sembrano quasi tutti degli imbecilloidi e alcuni quasi senza un briciolo di cultura cultura...

in sostanza sono io che mi sono lasciato ingannare e in realtà qusti personaggi fanno solo finta di essere tonti, oppure il mittente e il destinatario dei messaggi in codice sono "altre" persone che non vediamo abitualmente in parlamento??

mi aiuti a capire

TD

Anonimo ha detto...

A proposito di craxiani..
avete notato come si è ripreso bene Berlusconi?
Guarito perfettamente, non male per un'uomo di 74 anni che poco più di un mese fa si era fratturato le gengive e si era rotto due o tre denti, non ricordo bene.
Paolo avevi ragione, era una farsa.

Paolo Franceschetti ha detto...

Anonimo delle 11,50.

Non ho detto che tra due corrotti ne scelgo uno.
Il mio articolo è tra l'ironico e il provocatorio.
E quello che volevo dire è che tra due corrotti, è uno schifo che uno dei due si metta a fare la morale all'altro.
E che il PD possa parlar di male di Craxi, vale più o meno come se Pacciani parlasse male di Jack lo Squartatore.

E il mio articolo non è di riabilitazione a Craxi, come qualcuno ha capito.

Il problema è che la maggior parte della gente vede le cose o bianche o nere. Se dici una cosa a favore dei comunisti sei comunista; se la dici a favore dei fascisti sei fascista; se dici qualcosa con cui critichi i comunisti sei fascista e se dici qualcosa di critica a Berlusconi sei comunista.

Se parlo contro la massoneria sono antimassone. Se dico una cosa a favore della massoneria sono massone.

Credo che in questo articolo l'unica cosa positiva che ho detto di Craxi sia che era intellettualmente superiore a certi decerebrati oggi al potere, che non sono capaci neanche di mettere due parole in fila che abbiano un senso logico.
E immediatamente chi legge capisce che sono a favore di Craxi. E qualche genio dice pure che il mio è un articolo opportunistico.

Anonimo ha detto...

@anonimo 10:45
Spero avrai capito che stavo riprendendo un commento piu' su,la prossima volta leggi piu' attentamente.,

B.S. ha detto...

(digitato "rabbideve" maunlipiaceva, uff! 'stiaccount,s)

Operazione via Craxi

Spostare l'attenzione, serve a Q uello, caproespiatorio di ogni tangentopoli.
Spostare l'attenzione nel passato, poco remoto - Mazzini è un eroe, Garibaldi tambien e poi... - Craxi: non troppo lontano, abbastanza vicino.
Così le masse "mangiano" meglio.
Tipo "Il pasto nudo".
Chissà se qualcuno lo capisce.
Ma certo che sì!*)

p.s. Certo Bettino era colpevole di "rubare". Dove "rubare" si può/ yes, we can/ quando si ruba tanto, non i polli. (Bel sistema giuridico!) Ma è una vecchia S,toria. Mi viene da pensare (con Leibniz) "rubare nel miglior dei modi possibili".
Certo è peccato.
E' reato.
E' giusto? Magari tipo Robin Hood etc. etc. etc.
E' sbagliato!*)

beppino ha detto...

...nel tuo articolo dici chiaramente che tangentopoli fu un'opera dei poteri occulti per buttare giù craxi in quanto gli era scomodo. su quali basi affermi questo? mi piacerebbe tanto saperlo. perché la verità che sapevo io è che la magistratura (forse in questo anche sostenuta dai poteri forti) si peritava molto ad intervenire perchè ciò significava consegnare il governo ai comunisti.
su quali basi affermi che tangentopoli fu un'opera dei poteri forti?

ps
io penso che la maggior parte dei magistrati non siano dei venduti, non dico che facciano correttamente il loro mestiere(per paura che uccidano loro o persone a loro care), ma sicuramente non sono dei venduti.

ghost ha detto...

Concordo appieno con mdd.

Anonimo ha detto...

la carlizzi parla di craxi e di Moro in un suo post precedente, e con incredibile attualità oggi si parla di Moro

http://www.corriere.it/politica/10_gennaio_15/napolitano-bari-riforme_d0d54f08-01c0-11df-866a-00144f02aabe.shtml

poi falso dossier o vero dossier su Dipietro agente Cia?


fatti collegati


Collegatore

Verticale ha detto...

Paolo, non te la prendere, hai fatto un articolo intelligentissimo (come al solito) ed anche le risposte che dai sono veramente degne di un uomo che "comprende" oltre a capire.
Anche a me prende una forte tristezza (...non poi così forte) quando leggo gente che, sinceramente o facendolo a posta, semplifica e riduce il discorso all'esatto contrario di quello che volevi dire.
Tu punti ad andare in altro, molti dei commenti tirano in basso nuovamente, ma tant'è.
Spero solo che questo in qualche modo non ti scoraggi, perché grazie a te e a persone come te riusciamo veramente ad andare oltre al pensiero, per creare qualcosa di nuovo, riguardo il mondo in cui viviamo.
Continua a chiederci questo sforzo, continua a provocare, ed a ribaltare sempre e comunque ciò che la maggioranza vuole sentirsi dire, consapevole che se la maggioranza va da una parte... vuol dire che da quella parte c'è qualcosa che non va. Vuol dire che lì sta il mondo meccanico.

Sei una delle persone più intelligenti che mi è mai capitato di leggere (altro che barnard, come dicevi tu)... e dire che a vederti nei video uno non ti darebbe una lira! :-)

Anonimo ha detto...

Ghost e mdd, arrivate tardi:
"Faranno di tutto, la prossima vittima mediatica sara' DI PIETRO ..."

già è in corso
http://www.antoniodipietro.com/2010/01/tempo_di_infamare_12_bufale.html

Anonimo ha detto...

ooopps...

http://www.antoniodipietro.com/2010/01/tempo_di_infamare_12_bufale.html

Paolo Franceschetti ha detto...

No Verticale non mi scoraggio certo per questo.

Vedi, occupandomi di queste cose, mi sono accorto che il problema di fondo del sistema in cui viviamo non è la Rosa Rossa, ma la gente.

Se la gente capisse come funziona realmente il potere, certi poteri occulti non potrebbero esistere.

D'altronde, se la gente capisse come funziona il potere, io invece di scrivere articoli del genere mi occuperei solo di buddismo e motociclette.

Anzi, a dirla tutta, mi stupisco del numero di persone che capiscono le cose che diciamo, che seguono il nostro blog, che ci aiutano in quello che facciamo, ecc.

Quindi non sono pessimista, ma ottimista.

Tra l'altro alcune persone spesso non capiscono i miei articoli perchè magari non li leggono fino in fondo, o li leggono velocemente, quindi magari possono fraintendere.

Grazie delle cose che dici (e sorvolo su quel "a vederti nel video non ti si darebbe una lira". Credo che sia stato un errore di digitazione, vero? ;-)

Paolo Franceschetti ha detto...

Ps... quanto a Barnard non sottovalutarlo. E' molto intelligente. E' solo un po' stronzo. ;-)

Anonimo ha detto...

Intelligente!?
Forse furbo.
Ad uno che dice di essere disposto, costi quel che costi, a fare inchieste a 360° e poi è disposto ad ignorare e sorvola candidamente su un piccolo dettaglio come l'11/Settembre (dato anche il fatto che ha scritto un libro sul “perchè ci odiano” e che quindi l'argomento ci starebbe pure bene), ad uno così gli si può dare al massimo del bugiardo.


ayarbor

Anonimo ha detto...

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3471

!!!
LA VERSIONE ALTERNATIVA DELL'11/9 ARRIVA SU UNA RIVISTA DEL MAINSTREAM TEDESCO
!!!

wow

Paolo Franceschetti ha detto...

Rispondo a chi mi ha chiesto perchè affermo che dopo Berlusconi verrà una dittatura.

In realtà i motivi li abbiamo esposti in diversi post scritti nei mesi precedenti, che si possono così riassumere: le nmerose leggi in senso sempre più illiberale e autoritario, con un totale svuotamento dei poteri della magistratura; la propaganda mediatica sempre più spinta; le manovre, anche estere, dei vari governi che sembra si stiano preparando ad affrotnare una guerra civile o un colpo di stato (gli USa ad esempio hanno preparato un milione di soldati in vista di una possibile guerra civile, a causa della crisi economica).

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6557


e altro ancora....

Anonimo ha detto...

Sì sono d' accordo , tuttavia ritengo che purtroppo la massa non sia in grado ci cogliere la corretta posizione di questo ragionamento lineare, quindi ritengo giusto che chi si rivolge ad una massa di persone poco consapevoli usi argomenti forti, perchè sono nella sostanza l' unico modo di veicolare un messaggio di opposizione. Grazie , Ben.

Anonimo ha detto...

Mi sa che mi tocchera' tornare a votare, anche se avevo giurato di non farlo piu'...

Questo governo e' talmente satanico che qualcosa bisognera' pur fare, votero' forse di pietro, nonostante io sia garantista e molto piu' a sinistra RISPETTO a lui ed il suo movimento.

Stanno esagerando...
Va bene il silvio uomo della cia e della p2, va bene le 100 leggi ad personam come un monarca, va bene aver indebolito il potere monetario delle classi meno agiate, va bene l' abbassamento del livello culturale mediatico, va bene far soldi col nostro culo, va bene impoverire e sputtanare l' italia, va bene non investire nella ricerca, va bene essere il collante con la mafia, va bene avere deputati mafiosi in numero piu' alto rispetto al passato, va bene andare con minorenni, va bene spiare gli italiani, va bene educare la massa all' effimero, va bene non pagare i diritti d' autore nelle sue televisioni, va bene distruggere la costituzione, va bene aver promosso mediaticamente il razzismo nelle sue tv ...
ma tornare ad investire nel nucleare sotto protezione militare, nonostante un referendum popolare abbia gia' deciso x il NO, e' troppo, veramente troppo...

Considerando che il nucleare soddisfa solo il 4% del fabbisogno nazionale di energia e nonostante le scorie radioattive che non si sa dove andranno a smaltirsi, ed infine l' alto tasso di contaminazione e di malattie relative alla presenza delle centrali, come si fa ad essere daccordo su questa obsoleta merdata???

Capisco quel mafioso di scajola e della sua truppa che ne traggono benefici economici, ma un cristiano normale come fa, se ha un minimo di senno, ad essere daccordo?

X me e' un mistero della fede...
Idem x la privatizzazione dell' acqua pubblica...

Basterebbero queste due porcate x decidere di scegliere un altro schieramento politico!

Poi daccordo, sono tutti o quasi corrotti, anche la sinistra fa cacare, non bisognerebbe votare, e' vero...
ma difronte al ritorno del nucleare non si puo' rimanere indifferenti, se lo si e' significa che ci meritiamo tutto e siamo pure dei coglioni masochisti...

Fosse anche solo x questo motivo, saro' costretto a tornare a votare !!!

MDD

Anonimo ha detto...

grazie della risposta paolo, spero di avere le forze di suicidarmi prima... dico davvero

Anonimo ha detto...

"Visita del Papa negativa",
secondo il Rabbino Laras
«La visita del Papa alla sinagoga di Roma è un fatto negativo». È una posizione dura quella espressa dal presidente dell'Assemblea rabbinica italiana Giuseppe Laras, che domenica non parteciperà alla storica cerimonia nel Tempio maggiore di Lungotevere De' Cenci. Secondo il presidente dei rabbini italiani, che ha rilasciato un'intervista al Juedische Allgemeine Zeitung, giornale della comunità ebraica tedesca, nulla di positivo può derivare dalla visita di Benedetto XVI, «né per il dialogo ebraico-cattolico, né per il mondo ebraico in genere. L'unica che potrà trarne vantaggio sarà la Chiesa, in particolare nelle sue correnti più retrive. Qualora si verificasse un nuovo motivo di attrito con il mondo ebraico, potrà servirsi di questo evento per ribadire ed esibire la sua sincera amicizia nei nostri confronti». Aggiungendo: «Durante l'attuale pontificato, il 'rapporto fraterno' è diventato sempre più debole». E l'ambasciatore israeliano presso la Santa Sede, Mordechai Lewy, ha rincarato la dose: «L’antigiudaismo cattolico esiste ancora».
Per la cronaca: il presidente della Comunità ebraica romana Riccardo Pacifici, che accoglierà il Papa insieme al rabbino capo della Comunità Ebraica di Roma, Riccardo Di Segni, ha dichiarato recentemente di avere da anni la tessera del partito radicale… È proprio una bella compagnia.
......
http://www.fattisentire.org/modules.php?name=News&file=print&sid=3358
___

ps Giacinto Pannella "in arte" Marco
http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&file=print&sid=1978

Eli ha detto...

Paolo

negli USA stanno preparando anche vasti campi di detenzione per centinaia di migliaia di persone...

Sicuramente Craxi e molti socialisti appartenevano alla massoneria. Ricordo il palco di un congresso a Rimini, ed era una porta con a lato due colonne, sembrava la Porta del Tempio di Gerusalemme!!
Ricordo la piramide dell'architetto Panseca, in un famoso congresso a Milano...
Ma se hanno deciso di "bruciarlo", un motivo ci dev'essere. Non ha fatto tutto quello che si aspettavano? Si è rifiutato di spartire i soldi? Si è rifiutato di fronte a qualcosa di grosso (e di pericoloso per lui) che gli era stato richiesto?
Questo mi piacerebbe sapere, ed un giorno forse sapremo.
Di certo, come ha già evidenziato qualcuno degli amici bloggers qua sopra, è stato l'iniziatore di quel cinismo umano e politico, di quegli stili di vita tutti apparenza, donne e lusso, con cui poi ci ha sommerso il suo emulo ed epigono, Papy, il faraone di Arcore.

Craxi a Roma manteneva Anja Pieroni (e frequentava anche altre escort d'alto bordo, come Moana Pozzi).
Anzi, ad Anja Pieroni, cui aveva comprato un appartamento di lusso, comprò anche una televisione. La stazione televisiva, non il televisore!
Era una bellissima donna bionda con gli occhi verdi. Chissà la poverina, dopo l'esilio volontario ad Hammamet, altrimenti detto latitanza, avrà dovuto perfino lavorare!
Nel 1991, sul conto della Società di Banca Svizzera (SBS), riconducibile a Mauro Giallombardo,
uomo di fiducia di Craxi per i fondi neri, fu trasferita da Marcinkus la seconda tranche della maxi-tangente Enimont, definita dai giudici "La madre di tutte le tangenti". Solo quel versamento era di 9,8 miliardi di lire. La banca vaticana serviva a "risciacquare" le tangenti;i soldi entravano allo IOR come contanti o titoli italiani, ed uscivano come bonifici perfettamente legali.

Per dire, Andreotti ebbe "solo" 2,5 miliardi, e Luigi Bisignani "solo" 2,7 miliardi.
E questo era solo un conto corrente all'estero. Poi, lui e De Michelis avevano conti a Manila ed a Hong-Kong, e probabilmente anche negli USA. Certo, per prepararsi una fuga. Ed anche per pagare bambinetti tunisini sulla spiaggia di Hammamet.
Non c'è proprio nulla da riabilitare. Non giudico, non provo disprezzo, perché come diceva Seneca, "Homo sum, nil humani a me alienum puto", però non voglio manco sentirlo nominare.

Ho appena letto "Vaticano S.p.A, di Nuzzi. Che si capisce? :-D

B.S. ha detto...

"la propaganda mediatica sempre più spinta; le manovre, anche estere, dei vari governi che sembra si stiano preparando ad affrotnare una guerra civile o un colpo di stato"

Sono d'accordo, non l'hanno ancora fatto perché in occidente la massa non è quella dei secoli passati, abituata a non mangiare, i polli d'allevamento oggi sono grassi - tanto più in USA. Quando una pancia così imbeccata ha fame - e non solo la pancia, ma anche quel che resta loro della "mente, tra giochini come hordog e "sons et lumières" chi più ne ha più ne metta - o ammazzano tutti o la vedo dura anche per chi dà le carte*)

Anonimo ha detto...

Jacques de Molay conta molto in massoneria... "cavaliere kadosh" 30esimo grado, pugnale sulla corona e sulla tiara (uccidi il re, uccidi il Papa). Al re hanno già tagliato la testa...(ed hanno poi fatto fuori tutte le monarchie cattoliche e gli zar) l'obiettivo rimasto è la distruzione del papato.
Per cui attenzione che non sia proprio l'italia la nazione dove cercheranno di creare le condizioni del caos (una specie di rivoluzione come sempre voluta dalle elite).
Il clima laicista (no laico)che si sta istaurando va in quella direzione.
(da segnalare anche la candidatura della Bonino alla regione Lazio)

Anonimo ha detto...

http://www.pieroricca.org/2010/01/14/il-santo-patrono/
ottimo post di piero.

Anonimo ha detto...

Non dimentichiamo poi che quanto successo a Craxi è stato uno degli ultimi atti che hanno portato alla morte della sinistra e alla sua delegittimazione. Come credere in un partito di gente che ruba? E'ridicolo come la gente possa accanirsi così contro una persona sola.. mi ricorda tanto un certo concetto di folla..

Anonimo ha detto...

Tutta questa nostalgia del monarca perduto o ritrovato, rappresenta quella italica voglia di RE, voglia di essere comandato, e in ultima istanza, una richiesta di protezione.

Piu' e' infame il CAPO piu' e' richiesto il suo CONTENIMENTO, e quando CADE il capo ci si sente soli ed abbandonati...

Questo e' il progetto PANSESSUALISTA della P2, riesumare quella omosessuale voglia di bastone e di comando che tanto desiderano i nostri compatrioti, vogliosi di leader con le palle e che prendano decisioni forti...

In psicologia, ma non solo, questa e' una sindrome molto pansessuale indotta, che ci sta se interpretata da una donna, ma che uomini vogliano essere comandati mostrando il loro lato passivo e femmineo e' tristissimo ...

Craxi come icona GAY, come simulacro ancestrale del fallo di comando perduto, TUTTI VOGLIOSI DI ATTACCARSI AL FALLO DEL CAPO ...

ALLA RICERCA DEL FALLO (PSI...PSI...) PERDUTO...

MDD

Anonimo ha detto...

l'italia non è nemmeno uno stato laico, altro che clima laicista... :(

Anonimo ha detto...

teoria "gender" made in onu.,...
http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&file=print&sid=1700

http://www.fattisentire.org/modules.php?name=News&file=print&sid=2186

http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&file=print&sid=1770

Anonimo ha detto...

Il "problema" è: perché via Craxi ora. Cosa vuole significare?

Anonimo ha detto...

Il Fabianesimo e la Finestra dell'inganno

"Questa nuova e completa Rivoluzione che noi contempliamo può essere definita in poche parole. è socialismo mondiale assoluto, scientificamente pianificato e diretto.."
tratto da 'The New World Order' (1939) di H.G. Wells


http://santaruina.splinder.com/post/22005427/Il+Fabianesimo+e+la+Finestra+d
M.

Anonimo ha detto...

La vetrina e la bottega

Di Gianfranco La Grassa.
Dietro all'inutile distinzione destra/sinistra, si nasconde la truffa di un classe dirigente venduta.
http://www.cpeurasia.org/?read=44212

Anonimo ha detto...

Ciao.
Consiglio assolutamente questo:

http://www.rinascita.info/cc/RQ_Analisi/EkFyypEuVlStWVBDen.shtml

Anonimo ha detto...

Eccolo, PAN-SECA, grazie x avermelo fatto ricordare, le scenografie con la piramide e l' occhio, le statue massoniche...
Il trionfo di quella massoneria che ha dato il via a forza italia ...

Bei tempi, in quel periodo ci fu il famoso salto di qualita', si preparava il terreno al silvio, dopo che i governi craxi gli regalarono le frequenze del bel paese...
TUTTO SECONDO LE DIRETTIVE DELL' AMICO LICIO GELLI E COSSIGA...
BRUTTA ZENT...

Bei tempi, lui si che era uno statista...
Fu lui a regalare al paese la nuova cultura di destra che poi e' arrivata puntualmente, fu lui ad affossare la sinistra trasformando il gloriso partito socialista in un covo di malaffare, in un partito moderato e piduista e di destra...

Bei tempi, hanno proprio ragione i massoni al governo, bisogna dedicargli una via ed almeno una bella statua di bronzo, magari d'oro no!
troppo costosa, meglio di BRONZO...

MDD

Anonimo ha detto...

la masso è ben rappresentata in entrambi gli schieramenti.

Anonimo ha detto...

"...Lettura meditata della storia della Prima Repubblica? Via, non scherziamo. La beatificazione di Bettino è semplicemente funzionale a quella di Silvio.
Perché se si porta sull’altare uno che rubava, a maggior ragione si scioglieranno inni e canti a chi è accusato di corrompere e malversare a tutto spiano.
I due, non è un mistero, hanno fatto a lungo comunella considerando la cosa pubblica come cosa loro e scambiandosi dritte e suggerimenti.
Anche il loro nemico è sempre lo stesso: le malefiche toghe rosse che complottano al fine di sovvertire il libero responso elettorale attraverso la persecuzione dei galantuomini. Si dice viva Craxi ma in realtà si grida viva Berlusconi. Il quale tuttavia manda avanti la servitù in attesa di capire, sondaggi alla mano, se gli conviene unirsi al piagnisteo sul povero Bettino"

Da Antefatto - Antonio Padellaro

Anonimo ha detto...

a

Anonimo ha detto...

Condivido gran parte del ragionamento di Franceschetti, soprattutto dove si afferma che quanto è successo durante tangentopoli e ciò che è avvenuto in seguito, fanno parte di un progetto a lunga scadenza di cui oggi si compie l'ultima e più importante fase.
Tuttavia ci sono due questioni, di non poco conto, dalle quali mi sento di prendere le dovute distanze:
1)non condivido una certa benevola esaltazione del leader del PSI ancorchè paragonato al nanismo politico contemporaneo; se Craxi era consapevole del funzionamento del sistema fin da quando portava i pantaloni alla zuava, questo fatto semmai aggrava la sua posizione, non lo scagiona, in quanto non ha indirizzato la propria azione politica per il suo superamento.
2)Credo che sia sbagliato affermare che tutti, nessuno escluso, erano infettati dal sistema; questa affermazione è inconfutabilmente vera nella situazione politica attuale, nella quale maggioranza e opposizione giocano, pur con ruoli diversi, nella stessa squadra (indifferentemente se siano presenti o meno in Parlamento).
Ai tempi di Craxi, invece, il sistema era centrato in una precipua azione anticomunista e antiberlingueriana, poichè l'esperienza del PCI poteva davvero rappresentare, in Italia e nel mondo, un'alternativa moltp pericolosa per il sistema capitalistico.
Mi sbaglierò, ma la funzione prevalente, se non esclusiva dei poteri occulti e della massoneria in generale, è stata ed è in funzione anticomunista.

B.S. ha detto...

"1)non condivido una certa benevola esaltazione del leader del PSI ancorchè paragonato al nanismo politico contemporaneo; se Craxi era consapevole del funzionamento del sistema fin da quando portava i pantaloni alla zuava, questo fatto semmai aggrava la sua posizione, non lo scagiona, in quanto non ha indirizzato la propria azione politica per il suo superamento."

Come non darti ragione? - in assoluto.
Stretto tra cia e kgb la vedo un po' difficile - si fa per intenderci.
Il sistema si supera solo se cambia la mente degli uomini, di tutti, la mente collettiva e qui si arriva al cane (serpente) che si morde la coda, se l'élite non si ritrova nei valori della condivisione e della sacralità di ogni vita, ma nello sciacallo, o. nella migliore delle ipotesi nel "do ut des", opporsi al sistema è impossibile se lo vuoi sovvertire totalmente.
Allora uno si accontenta di un bene minore che, purtroppo, è un bene che si accompagna necessariamente a un male.
Craxi a parte non mi sembra che uno come Kennedy abbia fatto una bella fine ad opporsi...al sistema.
O Lincoln o... .

B.S. ha detto...

*)

Anonimo ha detto...

veramente penoso questo intervento..riabilitiamo anche bin laden xk' l'america finanzia e ha finanziato la maggior parte dei regimi latino americani anti comunisti.Viva Solange Manfredi impara da lei mi fa ridere il fatto che in ogni articolo ammetti la tua ignoranza nelle vicende la tua scarsa esperienza e al contrario poi ti vanti di avere le verità in pugno. pensi di essere sopra tutti

B.S. ha detto...

"Viva Solange Manfredi impara da lei mi fa ridere il fatto che in ogni articolo ammetti la tua ignoranza nelle vicende la tua scarsa esperienza e al contrario poi ti vanti di avere le verità in pugno. pensi di essere sopra tutti".

Se dicevi a me non mi vanto proprio di niente.
Se l'intervento è penoso, pazienza.
Che abbia da imparare, anche da Solange, non ne dubito.*)

E comunque, l'intervento, seppur penoso, non era per riabilitare nessuno, se così è stato è stato inteso, mi sono spiegata male.

*)

Anonimo ha detto...

c'è un governo infame e c'è una finta opposizione. c'è anche una opposizione vera, ma per ora è una minoranza e conoscendo il popolo italiota non sono ottimista... cmq auguri alla gente onesta.

Anonimo ha detto...

bs, credo che l'anonimo dicesse a paolo...

democrito ha detto...

o si vede la globalità del progetto, o non la si vede. una via di mezzo non è possibile. se il progetto parte da lontano, è possibile che si sacrifichino dei pezzi importanti del progetto, come in una partita a scacchi. per poi riabilitarli successivamente, sempre nell'ottica di un progetto globale. parlare di onestà come valore assoluto, non ha nessun senso. si è onesti o leali sempre rispetto a qualcosa o a qualcuno. per esempio, un magistrato che si sforza di far applicare le leggi, è una persona onesta rispetto al sistema. la base dell'onestà è che lui condivida il sistema, creda quindi nella legge e perciò cerchi di farla rispettare. se non credesse nel sistema o pensasse che le leggi sono tutte sbagliate, sarebbe onesto se si facesse i cazzi suoi. il progetto globale prevedeva il sacrificio di un pezzo, e questo è stato fatto. doveva iniziare una nuova fase e pure questo è stato fatto. non ci trovo niente di scandaloso a glorificare il sacrificato, perche tutti i salmi finiscono in gloria.
se poi si vuole fare facile retorica, accomodatevi, ma per lo meno con voi stessi chiedetevi da che parte state, perche oggi simpatizzare con qualunque parte politica, oppure anche solo approvare l'operato della magistratura, significa simpatizzare con il potere ed approvarne il progetto, senza nemmeno sapere cosa si stia approvando.

Anonimo ha detto...

io sto dalla parte della gente onesta, ergo mi fanno skifo craxi, berlusca e moltissimi altri politici...

B.S. ha detto...

Se diceva a Paolo, risponde lui, se vuole.
Tuttavia, al problema, mosso dall'artiolo aveva, disperatamente, risposto, un altro Paolo:
http://www.youtube.com/watch?v=NGuyh079rX4
E, disperatamente, uno cerca la misura del possibile, perché sulla scacchiera del potere, ti accorgi, puoi mettere molti nomi, via via, a seconda delle mode (Guglielmo, Emanuele, Benito, Giuseppe...), ma la scacchiera ha 64 caselle e allora le puoi numerare, tipo A1 B3 C8 etc. etc. etc.*.
E non solo del potere, umanamente, se guardi alla tv gli abitanti di Haiti che si scannano per l'acqua tra assetati, il pane tra affamati.
Perché se si vogliono gli assoluti, allora, bisogna cercarli, umanamente in tutte le occasioni umane, tra i ricchi e tra i poveri.
L'anima non fa distinzioni*) e nemmeno cerca l'assoluto in questo mondo. Solo se stessa.

Anonimo ha detto...

>Se diceva a Paolo, risponde lui, se vuole.
certo, ho solo detto la mia in base a quello che ha scritto...

B.S. ha detto...

">Se diceva a Paolo, risponde lui, se vuole.
certo, ho solo detto la mia in base a quello che ha scritto..."
Bè, anche io, ma star a dirsi così è come dirsi "Buongiorno" la mattina e "Buonanotte" la sera.

Allora, buon pomeriggio, secondo me:*)

wulfy ha detto...

Paolo vorrei chiederti se ipotizzando Pannella com e uno dei vertici della R.R.
è perchè hai degli indizi o se è una tua convinzione.
Ciao.

Anonimo ha detto...

ripeto, ho solo detto la mia...cmq saluti

wulfy ha detto...

...."E dire che a vederti dal vivo non ti avrei dato una lira".Come osa costui dire questo?! Farabutto rosicruciano!
Paolo ha un fascino tutto suo e guarda che bella capoccia liscia e candida,
un vero figo!...
Baciotti.

Michele ha detto...

Ciao Paolo, volevo farti notare che l' articolo che citi per sostenere le tue tesi (quello su comedonchischiotte) è una bufala, basta leggere i commenti sotto per capirlo....

michele

Anonimo ha detto...

asti?

Anonimo ha detto...

Craxi, non mi è stato mai simpatico, ma ora mi dispiace ke tutti gli siano contro, ma non si vergognano!!! Parliamo della Caterina Caselli....parlimo del caro...Berlusca dell'atha hotel del....bravo...ligresti...per finire all' oro di Gelli di villa Wanda...nei vasi e sottovasi....BASTA!!!!!!DOVETE FINIRLA....VERGOGNA...SPERO KE TUTTA LA GENTE SI SVEGLI.....E ALLORA...
Grazie Paolo per questa opportunità.

Anonimo ha detto...

magari fossero tutti contro bottino... invece è ovvio che non è così, purtroppo.

novus ha detto...

I cinque livelli di beatificazione sanciti dal piano di rinascita del Governo:

Raul Gardini - un modello imprenditoriale vincente

Cardinale Marcinkus - un gigante della finanza vaticana

Licio Gelli - maestro del dialogo (fra i potenti)

Totò Riina - icona della cultura popolare italiana

Pietro Pacciani - impagabile merendaio

L'ultimo beato è anche detto "finale", perché rappresenta l'estremo fondo del barile sospeso sul baratro delle nostre coscienze. Raschiato questo, non ci sarà più nulla tra noi ed il vuoto.

Eli ha detto...

Novus

mi piace il tuo "Piano di beatificazione".
Penso proprio che abbiano intenzione di attuarlo!

A coloro che chiedono perché Bertinotti e Pannella dovrebbero appartenere alla Rosa Rossa :
e allora perché mettere una rosa nel simbolo del proprio partito?
Paolo ha affermato più volte che i partiti che usano la rosa come simbolo, o che abbiano le iniziali RC, come Rifondazione Comunista, hanno quell'origine.
E non è neanche difficile da ipotizzare.
Quanto a Pannella, forse non ha rubato, ma ha osservato tutti gli altri farlo, dunque è connivente. E se prendesse soldi dal suo adorato Israele?

Anonimo ha detto...

Qiundi MDD = Matto Da Dimenticare

Eulalia ha detto...

Incredibile!!!

Incredibol for the animol!!!

Galeazzo l'ha rifatto, un approfonditissimo post sulle origini rosicruciane del terremoto haitiano!!!

Ragazzi, io non sono credente, ma meno male che il buon Dio ci ha mandato sulla Terra il mitico Galeazzo Gargiulo.

Eccovi il link ... eh eh eh

http://galeazzogargiulo.blogspot.com/2010/01/la-rosa-rossa-ha-provocato-il-terremoto.html

Segretius ha detto...

MDD....pannella, che a questo punto potresti essere anche tu?! e il partito radicale, sono stati DECISIVI nella politica italiana, in molte situazioni. Una volta nel centro destra, quando si rischiava di andare veramente a sinistra, una volta a nel centro "sinistra" quando tale schieramento rischiava di essere tanto debole da garantire una governabilità, una volta pacifista in mimetica contro il "dittatore" di turno Milosevic in veste schifosamente proamericana e anticomunista(il suo vero volto).......e adesso vai con la Bonino a capo della destrorsissima regione lombardia.... che problema sarebbe che fosse un r.r.?
.... se penso che da ragazzo votavo radicale .....

Anonimo ha detto...

Interessante e chiaro l'articolo ma paolo franceschetti quando dici che si sta preparando la prossima fase cioè la dittatura di destra del post berlusconi tu devi spiegare perchè dici che questo avverrà e in basa a quali elementi tu vedi in preparazione una dittatura. Io non posso dire se sia vero o meno ma voglio che ti spieghi tutto questo.

Anonimo ha detto...

questa settimana un militare a roma a piazza indipendenza durante un turno di guardia si è sparato in petto , la notizia non è stata data dai tg , come al solito si dice motivi d'amore

Anonimo ha detto...

Ed intanto un altro "gran maestro" della politica italiana viene omaggiato, per il conseguimento della "venerabile" età di 91 anni, dichiarando alla trasmissione di Uno Mattina le catartiche parole:

"Tanti miei compagni di scuola non ci sono piu'. Io capisco e gli altri capiscono quello che io dico."



ayarbor

Anonimo ha detto...

p.s.
....ovviamente si tratta di andreotti.


ayarbor

Conte Senza Palazzo ha detto...

Devo ammettere che, quando ci fu il "lancio delle monetine", quella mattina fui tentato di andare all'Hotel Raphael anch'io. Anzi, con i miei amici e un paio di chitarre volevamo cantare a Craxi "Bad Moon Rising" dei Creedence, una canzone folk dal testo decisamente minaccioso... Poi desistemmo.
Allora non capivo che dietro Mani Pulite (e non sto dicendo che i processi non fossero dovuti, ma sarebbero dovuti cominciare 40 anni prima) c'era la tecnocrazia internazionale e la Banca Mondiale (uno o piu' giudici di allora fa parte di Transparency International). Per questo non mi fido del poliziotto Di Pietro.
Intanto il PCI-PDS di Occhetto, seppure esso stesso corrotto, decideva di cavalcare l'onda della moralizzazione e di "flirtare" con gli ambienti tecnocratico-massonici internazionali. Infatti, subito dopo mani pulite ci furono i governi tecnocratici (Ciampi, Amato ecc.).
Insomma, Craxi non e' un santo e una via a suo nome e' inutile, ma io non dedicherei una via nemmeno agli "eroi" di tangentopoli.

Anonimo ha detto...

Paolo ti segnalo questo articolo sui magistrati massoni. Vorrei tanto sapere cosa ne pensi.

http://www.lavocedellevoci.it/inchieste1.php?id=249

Pris

Anonimo ha detto...

mi fa piacere vedere come non ci si metta mai ad analizzare il caso p2 dal suo inizio.
il fatto che si sia trovata una lista di membri durante una banale perquisizione non fa pensare nessuno?
vi rendete conto di quanto sia imbecille l'idea di programmare un colpo di stato bianco e sottile come quello sbandierato riguardo la p2 ... e queste menti sottili lasciano una lista di membri e il piano di rinascita in bella vista ?

non puzza un po' ?
-nella piu' semplice e ingenua delle ipotesi c'era qualche infiltrato-monitoratore della finanza in quella lista, e si sapeva benissimo che gioco facevano, e qualcuno ha deciso di prenderli al momento giusto.
-in una visione piu' carina hanno deciso di bruciarli perche' i tempi non erano maturi, approfittando intanto di mettere certe idee in giro (d'altra parte, molte idee della p2 sono oggi pubblicamente dibattute, e lo sappiamo tutti bene)
-in un'altra visione si potrebbe dire che c'e' e c'e' sempre stato uno scontro tra poteri forti, emergenti e non, e la p2 -ben nota a molti fratelli del grande oriente- e' stata bruciata sul nascere perche' da alcuni nemici.

mi ripeto, a costo di sembrare noioso:
ma a voi pare plausibile che i cospiratori di un NWO si fanno beccare nomi e piani durante una perquisizione ?

cercatore

Anonimo ha detto...

la via a bottino craxi sarebbe ovviamente l'ennesima porcata. e i magistrati di mani pulite fecero solo il loro lavoro e lo fecero bene.

Anonimo ha detto...

amen.

Conte Senza Palazzo ha detto...

Anonimo 16.10,

Conosci Transparency International? Sai che fa parte della Banca Mondiale? Sai cos'e' e cosa fa la Banca Mondiale? Sai che almeno uno (se non piu') degli allora giudici di Mani Pulite fa parte di Transparency International?
Ragazzi, documentiamoci e smettiamola con i dogmi.

B.S. ha detto...

Ieri, dopo i post, mi è arrivata su facebook email che così si conclude: "Vi ricordo inoltre che per il giorno 1 febbraio 2010 è prevista l'uscita del nuovo singolo in vendita su ITUNES Europa e Usa."
Posto il link
http://www.youtube.com/watch?v=uGcBcAzNNAY
*)

Conte Senza Palazzo ha detto...

Cercatore,
Non credi che magari quella piccolissima lista dei membri P2 sia stata fatta trovare per dare in pasto qualcosa all'opinione pubblica, temporaneamente bruciando (solo temporaneamente: guarda ad esempio B, Cicchitto e Costanzo, piu' ricchi e potenti che mai) alcuni membri per proteggere altre migliaia e migliaia di apparteneti all P2, dei quali non si doveva assolutamente sapere nulla?

democrito ha detto...

meno male che qualcuno capace di ragionare ancora c'è. la magistratura, come la politica e la mafia, è un istituzione nelle mani della massoneria. i magistrati sono spesso onesti...massoni. tutto il sistema è stato creato allo scopo di blindare la società e impedire a chiunque di ribellarsi. lo scontro tra le toghe rosse e berlusconi mi da l'impressione di un ennesimo balletto, come quello tra destra e sinistra, o quello tra le istituzioni e la mafia. ebbene si, fa tutto schifo, perchè è stato tutto creato ed ideato con l'intenzione di fare una porcheria, indorarla e poi presentarcela come il migliore dei mondi possibile. fesso chi ci crede. infantilismo? forse, ma il re era nudo, e tutti a glorificare la bellezza della sua veste. qui siamo alla scoperta dell'acqua calda, il sitema è marcio all'origine, dai tempi della rivoluzione francese e ancora prima, dalla nascita delle monarchie assolute, e c'è ancora chi ci crede, o meglio, fa finta di crederci, perchè è sotto gli occhi di tutti che il re è nudo, ma si sa, alla fin fine conviene farne parte e sostenere che il re è vestito di rosso, per poi naturalmente litigare, in modo più convinto possibile, con chi invece sostiene sia vestito di nero, o di verde.

Anonimo ha detto...

Ma perchè è stato censurato mdd 2 volte?
Erano discorsi ragionevoli e interessanti i suoi ultimi post, ma forse è meglio così, meglio rimanere nel brodo dell' irrazionalità!

Anonimo ha detto...

Nel 1994, il Governo Berlusconi I inviò degli ispettori per indagare su eventuali scorrettezze commesse dai magistrati della Procura di Milano, tra cui quelli del pool di Mani pulite. Nella loro relazione finale, presentata il 15 maggio 1995, gli ispettori riferirono al nuovo Governo affermando che:
« Nessun rilievo può essere mosso ai magistrati milanesi, i quali non paiono aver esorbitato dai limiti imposti dalla legge nell'esercizio dei loro poteri »

(relazione finale degli ispettori inviati dal Governo Berlusconi I, 15 maggio 1995)

io mi documento e non ho alcun dogma...

Conte Senza Palazzo ha detto...

Anonimo 18.21 dice:
"io mi documento e non ho alcun dogma..."

Il tuo commento dimostra l'esatto opposto della frase sopra riportata.

Anonimo ha detto...

no, sei tu che neghi l'evidenza... io ho solo riportato una cosa vera...

Anonimo ha detto...

e chi difende l'infame corrotto bottino craxi si merita questo governo infame e tutta la casta politica marcia.

Roberto ha detto...

Fox nel bouquet di sky in questi mesi e ora tutti insieme sta trasmettendo
fiction sul mostro di firenze, fiction whitechapel su jack lo squartatore e una miniserie white hands dove si trovano mani mozzate seppellete di vecchi delitti

Paolo che ne pensi?

Anonimo ha detto...

del resto il sindaco di milano è quello che è... :(
http://it.wikipedia.org/wiki/Letizia_Moratti

Anonimo ha detto...

La vetrina e la bottega
http://www.cpeurasia.org/?read=44212

http://blogghete.blog.dada.net/post/1207121649/MANI+PULITE%3A+COME+EBBE+FINE+L%27ITALIA#more

Transparency International
http://www.movisol.org/transpa.htm

Anonimo ha detto...

L'uomo del colpo di mano
http://conflittiestrategie.splinder.com/post/22062737/L%27UOMO+DEL+COLPO+DI+MANO+di+G.

bufale e rivoluzioni "colorate" (la viola?)
http://blogghete.blog.dada.net/archivi/2009-06

Anonimo ha detto...

no, conte, non credo sia come dici tu.
infatti ci sono voci sulla presenza del nome di dalla chiesa nella famosa lista, e di altri nomi altrettanto noti, che il capo del governo decise di non divulgare.
qualcuno decise di bruciarli (ovviamente con informazioni tramite un insider) ma la regia e' ovviamente esterna alla p2.
p2 che, e qui sto con montanelli, mi pare piu' un piano per far soldi sfruttando i canali preferenziali dati dall'appartenenza a una loggia (peraltro coperta) e acquistare potere.
non mi pare certo un superpiano NWO, quello p2, dato come sono stati bruciati.
lo vedo tra l'altro come una "prova", da parte del sistema, di iniziare a propagandarci certe idee. un primo assaggio, per vedere la reazione e trovare contromisure ad essa.

sono solo idee in liberta' ... ovviamente

cercatore

e direi che la lotta tra poteri forte stia andando tranquillaemnte in onda, vedi dipietro che disinnesca in anticipo certe idee internettiane, no ?

Anonimo ha detto...

per fortuna ci sono le sentenze dei giudici su bottino craxi, e quelle sono cose serie, non sono opinioni...

TDP ha detto...

Capperi, chi l’avrebbe mai detto! Oggi, stando a quanto dicono i giornali (non tutti, solo i soliti due compagni di merende), ho scoperto di essere stato, e forse di esserlo ancora, un importante agente dei servizi segreti italiani ed internazionali, in particolare del SISMI e della CIA.
Non ero mica uno qualsiasi. In veste di agente Sismi, mi sarei recato, quatto-quatto, alla fine del 1994, nelle lontane isole Seychelles, in compagnia di una conturbante “bionda”, come nei migliori film di James Bond, per arrestare il noto latitante Francesco Pazienza, in combutta anch’egli con i servizi di mezzo mondo e ricercato dalla magistratura italiana proprio perché aveva creato un SuperSismi cattivo e segreto che voleva sconfiggere quello buono. Ma, dicono i nostri cronisti, grazie a Dio, quello buono - agli ordini dell’ammiraglio Martini e dell’allora Presidente del Consiglio Craxi - poteva contare su di me, super agente senza macchia e senza paura che, armato di macchina fotografica e cavalletto, ero andato a stanarlo nel suo rifugio segreto.

Non è finita, ho fatto di più: nel 1992, questa volta su ordine e disposizione della CIA, ho messo in piedi l’operazione Mani Pulite, ben più articolata e pericolosa della tua Operazione Tuono, caro collega James.

M.P. (nome in codice di Mani Pulite) consisteva nella volontà dei Presidenti degli Stati Uniti dell’epoca di volersi sbarazzare della classe politica italiana, che loro consideravano corrotta ed inaffidabile e, soprattutto, contraria agli interessi americani, dopo il rifiuto di Craxi di prestarsi all’operazione Sigonella. In pratica, i massimi strateghi USA, dopo aver a lungo riflettuto su come fare per liberarsi del CAF italiano (Craxi-Andreotti-Forlani) e dei loro portaborse e sodali a tutti i livelli, e non potendo più ricorrere alla bomba atomica, escogitarono un piano diabolico (evidentemente in accordo con una parte della intellighenzia italiana:
richiamarono un loro super-agente segreto, dislocato in Germania sotto le mentite spoglie di operaio metalmeccanico. Costui si faceva chiamare “Tonino” ed era un agente così segreto, ma così segreto, che non sapeva nemmeno parlare bene l’italiano, figurarsi l’inglese. Gli spioni d’oltreoceano e nostrani però lo indottrinarono per bene, ma così per bene che riuscì a laurearsi in pochissimo tempo (praticamente quasi un anno prima di quanto facevano i migliori studenti italiani).
Superò - sempre grazie ai servizi segreti, si intende - dapprima il concorso da segretario comunale, perché doveva capire come muoversi nei meandri della Pubblica amministrazione italiana. Poi vinse anche il concorso da Commissario di Polizia e fu immediatamente inviato, così tanto per farsi le ossa, nei reparti antiterrorismo del generale Dalla Chiesa e del questore Plantone, mica scherzi (non fa niente se le date non tornano)! Quando l’intelligence americana ritenne che oramai il nostro uomo era pronto, Tonino fu mandato a fare il concorso in magistratura, che ovviamente vinse (d’altronde non ci voleva niente per vincere un concorso presieduto dall’allora giudice Corrado Carnevale, bastava convincerlo con un piccolo piagnisteo).

TDP ha detto...

Così l’operazione M.P. può finalmente partire. Dapprima viene usato come esca l’ignaro Luca Magni, (quello della mazzetta a Mario Chiesa, ricordate?). Poi, mano a mano, con precisione chirurgica e pazienza certosina, il nostro Tonino (che nel frattempo ha assunto il nome di Antonio Di Pietro e le sembianze di Sostituto Procuratore della Repubblica a Milano) risale la china fino a quando tutti gli esponenti politici italiani della famigerata Prima Repubblica non graditi agli americani (e nemmeno ai russi, che nel frattempo, a causa della caduta del muro di Berlino erano diventati amici) non vennero messi in condizione di non nuocere (perchè arrestati o rifugiati all’estero e anche, se proprio era necessario “lasciati suicidare”, tanto gli agenti segreti hanno licenza di uccidere, che diamine). Ovviamente ToninosuperBond non fece tutto da solo ma si servì anche di diversi stretti collaboratori (consenzienti o raggirati lo scopriremo alla prossima puntata), del calibro di Francesco Saverio Borrelli, Piercamillo Davigo, Gherardo Colombo e una miriade di selezionatissimi collaboratori ed investigatori.

Capperi!, mi sono detto! Tutto questo sono stato io e nemmeno me ne sono accorto! Quasi, quasi, non smentisco nulla e lo lascio credere:
finirei nella storia come il più grande agente segreto di tutti i tempi! Peccato che – a finire nella storia – rischia di esser la più grossa balla del secolo, inventata dai soliti noti pennivendoli berlusconiani ed oggi rilanciata perfino dagli amici di Craxi in pellegrinaggio ad Hammamet. Come si fa a spiegare a questi quattro mentecatti che la verità è molto, ma molto più semplice e banale?

Nel 94 mi trovavo sì alle Seychelles ma per le vacanze natalizie insieme a mia moglie (sì è vero, era ed è bionda e bella, ma era ed è pur sempre e solo mia moglie). Ci siamo fermati una sera a casa di un amico fotografo italiano e qui conoscemmo anche altre persone che segnalarono – fra una chiacchiera e l’altra - che nell’isola c’era anche un noto latitante italiano, appunto Francesco Pazienza. Io appuntai la notizia e quando tornai in Italia feci quello che avrebbe fatto e dovrebbe fare qualsiasi cittadino italiano, specie se Pubblico Ufficiale (ed io ero addirittura un magistrato): informare immediatamente le competenti Autorità.

TDP ha detto...

Fu solo per questa ragione che scrissi una relazione e la inviai al Dr. Sica, che era il magistrato che stava indagando proprio su Francesco Pazienza e che ne aveva disposto la cattura e le ricerche.
Ma ve lo immaginate un agente segreto del “SISMI ufficiale” della portata sopra descritta che si mette a fare una relazione scritta con tanto di nome e cognome, alla fine di un lavoro fantasioso?
Recarsi in terra straniera per intercettare un altro agente del “SISMI deviato”, rischiando di morire ammazzato, se non fosse intervenuto lo stesso agente “deviato” a salvarlo (sì, perché anche quest’altra panzana hanno raccontato i nostri autori di fotoromanzi che si sono bevuti le fantasticherie di un imbroglione del calibro di Pazienza che, come tutti sanno, una ne faceva e 100 ne inventava!).

Quanto all’inchiesta Mani Pulite quel lavoro è ed è stato sotto gli occhi di tutti, perché tutti hanno potuto seguire in diretta l’evolversi dell’inchiesta. Le tangenti non le abbiamo inventate noi del Pool Mani Pulite, c’erano davvero. Ed io ed i miei colleghi, proprio e solo perché facevamo i magistrati, non potevamo fare altro che il nostro dovere. A meno che non si voglia far credere che anche gli oltre 2.000 miliardi di vecchie lire che sequestrammo, mi furono dati sottobanco dagli americani, perché appunto non solo scoprimmo che all’epoca di Tangentopoli giravano tante tangenti, ma ne sequestrammo anche un bel po’ e quei soldi stanno lì come pietre a dimostrare la bontà del nostro lavoro.

Morale della favola: ma perché “due giornali, due” , con tutte le tragedie che succedono nel mondo, terremoto ad Haiti compreso, bruciano le prime 3-4 pagine del quotidiano per sparare simili cavolate? Attendo risposta (dagli altri, ovviamente, non da quei due che non hanno nemmeno il senso del ridicolo)

Anonimo ha detto...

Craxi, cognome di origine albanese, ma in realtà greco trapiantato nell' italia meridionale da secoli.

Craxi, è più specifico della parte orientale dell'isola siciliana, ed è una forma arcaica, dovrebbero derivare dal vocabolo greco κρασί (vino) ad intendere probabilmente che il capostipite di mestiere facesse il vinaio.
I suoi avi erano dei vinai greci, ma c'è chi afferma derivi da Craixto, macedone antico di Cristo ...
Vi do queste chicche...!!!

MDD

Anonimo ha detto...

tonino o non tonino... la questione del "britannia" è vera o no?

Anonimo ha detto...

SVENDITA ITALIA: L'ABC - PANFILO BRITANNIA
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=5040

http://www.stampalibera.com/?p=6210

Verticale ha detto...

@ wufli, che mi da simpaticamente del rosicruciano per aver a mia volta simpaticamente preso in giro paolo.

Ti rispondo seriamente, anche se in realtà lo scherzo è uno scherzo ed è giusto che rimanga tale, ma un po' di chiarezza può far bene.

La fratellanza della Rosa+Croce, chiamiamola come vogliamo, è stata in un determinato periodo storico per l'Europa, e per il mondo occidentale, l'unico rappresentante di quel cerchio interno dell'umanità che porta da sempre avanti quell'insieme di conoscenze sull'uomo e sul cosmo che di volta in volta, nel corso della storia, si sono manifestate, in forma oggettiva, attraverso le religioni, le arti, le conoscenze che ci hanno portato fin dove siamo.
Magari potersi dire realmente appartenente alla suddetta fratellanza. E' sufficiente leggere i tre testi originali, a partire dalle nozze chimiche, per comprendere (se si ha un minimo di conoscenza a riguardo) quanto questi testi siano scritti da individui con una consapevolezza superiore, da Iniziati reali, non "iniziati" attraverso qualche ritualuccio di sorta.
E ci vuole poco per vedere l'enorme distanza presente tra questo tipo di influenze e, ad esempio, i testi della golden dawn. Si può sentire dalle prime righe che la qualità delle vibrazioni è esattamente all'opposto.
Il lavoro di ricerca di Paolo ha portato alla luce un'importante realtà, ma per chi ne legge solo l'aspetto più immediato può portare ad una nuova cecità, quella che non ci fa vedere dove realmente nella storia si sono aperte le porte per chi ne aveva un reale bisogno.
La fratellanza dunque era una scuola iniziatica reale, al pari di altre scuole (buddista in tibet, sufi in medio oriente, sciamanica nel nord dell'asia e nell'america, ermetico-misterica nella grecia (e l'italia) di Pitagora e Platone, cristiana (gnostica) nel mondo latino ecc.). Non aggiungo qui le prove, ma con un minimo di ricerca esse sono sotto gli occhi di ogni persona libera da pregiudizi.
Ed anche Paolo, ne sono sicuro, questo lo sa bene, o per lo meno lo intuisce.

Anonimo ha detto...

MANI PULITE: COME EBBE FINE L'ITALIA

http://mercatoliberonews.blogspot.com/2010/01/mani-pulite-come-ebbe-fine-litalia.html

Anonimo ha detto...

Caro Tonino ho letto appassionatamente i tuoi interventi come all'epoca seguii appassionatamente mani pulite, sembrava come clima la primavera di Praga, da poco era caduto il muro di Berlino e i regimi dei Paesi cuscinetto cadevano come tasselli del gioco del domino. I giorni dei lanci delle monetine che non piacciono a Paolo erano per me lo sfogo di una situazione, ero euforico, il sogno di un Paese onesto dove si sarebbe potuto vivere delle proprie capacità e non delle clientele delle raccomandazioni e del do ut des. Ma il sogno durò poco purtroppo, ma non ero ancora disilluso, seguii la tua discesa nell'agone politico.
A causa di MP persi il lavoro due volte, la prima perchè l'edilizia si paralizzò per qualche mese, dato che chi comandava aveva paura, anzi terrore, chi lavorava non sapeva più su quali conti depositare le tangenti, ma soprattutto doveva creare una notevole quantità di "nero" perchè le transazioni totalmente occulte erano di gran lunga più sicure, per un periodo si passò dai soldi al baratto, le tangenti venivano pagate in merce, una nuova pavimentazione alla villa dell'assessore, un portatile per il figlio ecc. Poco male mi dissi, meglio doversi trovare un nuovo lavoro in un Paese pulito che tenersi il vecchio in un Paese malato, ovviamente lo trovai, più scomodo ma meglio retribuito, in una società nuova che proprio grazie a MP riusciva a espandersi in Veneto, i grandi chiudevano o licenziavano e finalmente mettevano fuori la testa le energie sane del Paese, lavorai per quella ditta due anni, e non accettai mai le tangenti che portavano regolarmente gli artigiani il lunedì mattina ogni settimana, pratica che mi era nuova ma che appariva consolidata come le 50 mila lire che ogni volta i camionisti lasciano distrattamente nei documenti del mezzo quando la stradale li vuole vedere. Ma MP finì e persi anche quel lavoro perchè la ditta venne messa in crisi dal rialzare la testa delle grandi società, a poco valse il fatto che dei 5 cantieri che la ditta aveva il nostro fosse l'unico gestito con la "glasnost" e che fu l'unico a chiudere in attivo, io e il mio collega dovemmo trovarci un nuovo impiego, furono tenuti solo i due geometri più corrotti perchè poverini "tenevano famiglia". Allora iniziai a chiedermi a cosa fosse servito il fuoco di paglia MP, dato che il "sistema Italia" non era per nulla cambiato, le tangenti sono restate, anzi sono aumentate da un 7 - 10% a punte del 20%, all'epoca del fascismo quando passammo dalla gestione imperiale a quella italica si iniziò a conoscere la pratica della tangente, in una tesina universitaria un mio amico studiando la contabilità di cantiere di alcune opere pubbliche fatte in città riuscì a capire dalle discrepanze che la tangente all'epoca non era mai superiore al 2.5 %. Quindi MP non servì a cambiare costumi, ma anzi nonostante gli intenti si rafforzarono, non servì nemmeno a cambiare lo stile e i contenuti dell'agone politico, perchè cambiarono i soggetti (in peggio come dice Paolo). 1/2
jj

Anonimo ha detto...

A che servì dunque ? Servì come spiega Montanelli a uscire da un sistema economico politico da guerra fredda, che dopo il piano Marshall e le sostanziose e costanti sovvenzioni agli apparati politici da una parte degli americani e dall'altra dai russi si trovò di colpo privato di questi sostegni, gli economicamente spensierati anni 80 erano definitivamente tramontati e MP fu come il cucù dell'orologio svizzero che segna un nuovo giorno. La rissosità politica è sempre inversamente proporzionale alla disponibilità finanziaria che il sistema offre e guarda caso ora è alle stelle, mai negli anni 70 ci si sarebbe sognati di tirar fuori scandali sessuali perchè un politico che non avesse avuto almeno un'amante sarebbe stato considerato solo un pirla. Dopo Sigonella cambiò l'atteggiamento degli americani che finora ci avevano vezzeggiato anche per un'altra ragione, a metà degli anni 80 la strategia imperialista americana varò il cosiddetto progetto "deep Strike" con il quale l'Italia perdeva definitivamente l'importanza strategica nell'area del "vicino oriente" a vantaggio di un dislocamento decisamente maggiore nel sud est asiatico per controllare meglio la tigre cinese, quale miglior momento per vendicarsi di una classe politica non più supina ? Quindi caro Tonino sei simpatico e intelligente ma soprattutto capace, estremamente capace ed efficace (vedere Forlani con la bava alla bocca è stato scioccante), ma al di là della tua contestazione sul blog riguardo a date SISMI non sismi ecc, sei stato consapevolmente o meno un meccanismo dell'ingranaggio inesorabile che è l'orologio della storia.
I rabbini sapevano che negli archivi vaticani erano custoditi documenti fondamentali della cultura ebraica dei quali conoscevano l'esistenza ma non il contenuto, venne selezionata allora una famiglia con un figlio maschio, venne fatta emigrare in Italia, venne fatta convertire al cattolicesimo, questo bambino venne eudcato nel più stretto cattolicesimo poi venne fatto studiare con il preciso intento di farlo diventare uno dei conservatori dell'archivio, lo divenne e i testi di interesse vennero microfilmati e trasferiti in Israele via Mossad. Con questo cosa voglio dire ? Semplicemente che il potere ha tempo di organizzarsi e nulla è per caso.
Non cade foglia che b'nai b'rit non voglia (ovvero non cade politico che al burattinaio non piaccia). 2/2

jj

Anonimo ha detto...

Dopo le discussioni sull'intitolare o meno una via a Craxi...
stamattina vedo per strada un manifesto con la sua faccia, assorta tra sudate carte, con sotto scritto "un grande italiano"...!!!!!????!!!
Donovan

Anonimo ha detto...

Forse questa storia del Craxi sta tornando di moda perché certi poteri stanno provando il bis...
"rivoluzione viola...."

Lettera a chi vuole controllare la rivoluzione colorata viola
di Pino Cabras
>
http://www.megachipdue.info/component/content/article/42-in-evidenza/1285-lettera-a-chi-vuole-controllare-la-rivoluzione-colorata-viola.html

LE RIVOLUZIONI COLOR MERDA
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=6050

Anonimo ha detto...

Tonino tieni duro, i corrotti piacciono tante al popolino stolto e volgare!

Anonimo ha detto...

risposta a p.f. da anonimo 11:50

la mia non era una critica nei tuoi confronti ho capito il senso del tuo discorso,ho voluto sottolineare che purtroppo per i popoli che ormai sono arrivati a livello di demenza questi tipi di compromessi stanno costando caro a tutti,non vi puo essere la cultura del meno peggio,i figli di dio non meritano questi servi del male,va sottolineato e ribadito come un mantra che gli uomini piu inferiori vengono scelti apposta,perche corrotti e per questo ricattabbili da tenere al guinzaglio,a parere mio meritano tutto questo,come i politici odierni piu corrotti di prima e ormai marci presto saranno dati in pasto alle masse dai loro burattinai,hai ragione che stanno preparando una dittatura ma non verra dall'italia ma sara globale,questi governi fantoccio lascieranno le rovine quando cadranno,ma attenzione ci aspettiamo molte soddisfazioni da questi esseri loro faranno uscire un vomito marcio e putrido,e i molti capiranno e comincera la vera resistenza,l'unica vera critica che ti faccio e' quella di perderti negli ingranaggi del meccanismo invece di vedere oltre questo meccanismo che ormai e' arruginito,il volere di dio non puo essere contrastato sono solo una illusione come il mondo che hanno creato l'illusione cadra con loro

novus ha detto...

Per me è ovvio che MP sia stata un'operazione gestita dall'alto per ridisegnare la situazione politico/economica d'Italia.

Tre elementi mi portano a pensare questo:

1) il fatto che con il "processo Cusani" (il vice di Raul Gardini) si spengono i riflettori su MP, quando invece le indagini potevano tranquillamente proseguire

2) l'avvio dell'inchiesta, cominciata grazie alla solita e provvidenziale "denuncia anonima" http://archiviostorico.corriere.it/1993/settembre/07/superispettori_del_Fisco_sapevano_dal_co_0_9309079435.shtml

3) la privatizzazione galoppante iniziata nel 93/94 e gestita dalla Goldman Sachs sulle ceneri dell'apparato amministrativo appena distrutto

Anonimo ha detto...

.... Tonino tieni duro, i corrotti piacciono tante al popolino stolto e volgare!

18 gennaio 2010 12.36

ma che stai a dì ? ma statte zitto e impara l'itagliano

Verticale ha detto...

come al solito o è tutto bianco o è tutto nero.
MP o è stata gestita dai poteri forti, o è stata gestita da persone oneste.

Impariamo a vedere quali sono le forze in campo, e che c'è sempre uno scontro tra il biano e il nero, in tutto quello che accade, e che bianco e nero non sono mai così facilmente distinguibili, e che quello che è bianco per un livello diventa nero per l'altro e così all'infinito.

In tutto quello che accade ci sono sempre più influenze, tra di loro contrastanti (in senso fisico), che entrano in gioco. Gli uomini non possono nulla, sono solo strumenti di tali influenze.
Mettersi a fare nuovamente gli schieramenti tra i favorevoli a MP ed i contrari, è l'ennesima divisione tra le parti, che porterà sempre e comunque ad una visione parziale delle cose.

E poi credevo che, almeno in questo blog, fosse stato compreso: è ovvio che ogni cosa che accade, fosse anche la più onesta e pura del mondo, il gruppo dominante in un modo o nell'altro saprà sfruttarla a proprio vantaggio, trasformandola nel suo opposto. ancora si parla di queste cose? Non è quello che è accaduto a tutte le religioni, le ideologie, le scoperte scientifiche e tecnologiche?

Palla al centro, inizia il secondo tempo della partita.

Anonimo ha detto...

A Tonì, tieni duro ahò, qui so tutti romani e nun te capiscono!

Conte Senza Palazzo ha detto...

Come dice Verticale, vorrei anch'io ricordare che non esiste solo il bianco o il nero e in quasiasi cosa o persona c'e' dualismo. Ma da molti commenti che vedo, si preferisce parteggiare, parlare per frasi fatte e dogmi invece di prendere in considerazione altri punti di vista oltre al proprio. Si tratta di "pre-giudizio" nel senso letterale del termine, che significa anche: pigrizia mentale.

democrito ha detto...

verticale, avrai anche letto le nozze chimiche, ma da questo a capire cosa sono i rosacroce ce ne passa. se fosse solo questione di leggere un libro e, come dici tu, sentirne le vibrazioni, allora a cosa servirebbero le iniziazioni? leggiti un libro e saprai tutto quello che ti serve, peccato che certe conoscenze non possano, per loro natura essere trasmesse, e nemmeno capite, in ambito intellettuale. certo che non è che tutto sia o bianco o nero, ma dobbiamo anche considerare la manipolazione delle persone a cui viene fatto credere quello che chi manipola vuole che credano. i compagni del 68 e dintorni, credevano veramente che la rivoluzione culturale cinese fosse l'esempio da seguire, l'alba di un nuovo mondo migliore. per i cinesi l'alba di un nuovo mondo lo è stata davvero, ma sul migliore ho dei seri dubbi. fatto sta che qualche anno dopo, mentre i nostri inneggiavano ancora a mao e al libretto rosso, che ai tempi avevo letto e già allora mi sembrava una porcata assurda, loro (i cinesi) trasformavano la loro rivoluzione nel più grande busisness capitalistico-fascista di tutti i tempi. semplice revisionimo o prosecuzione logica del piano iniziale? per me delle due è la seconda, quindi, se quello che penso è vero, anche se qualcuno ci credette davvero, e magari ci versò del sangue o ci lasciò la pelle, posso dire, senza paura di sbagliarmi, che la rivoluzione cinese fu una porcheria dall'inizio alla fine, con tanti auguri a chi ci ha creduto ed ha pagato affinchè potesse affermarsi.
come dice il proverbio: finita la festa, gabbato lo santo.
ma poi, le vere iniziazioni non sono rivolte alla realizzazione spirituale, percorsi di apprendimento individuale, di ricerca interiore? ci si trova un maestro che sia minimamente vero, si viene iniziati, dopodichè si pratica l'insegnamento ricevuto e ci si allontana, perlomeno interiormente, dal mondo. io la sapevo così, perchè quindi darsi tanto dafare e tanta pena, per dominare il mondo, se attraverso l'iniziazione ricevuta, si è capito che la vita è solo illusione e, per dirla con il vangelo, molto meglio accumulare tesori nel mondo del padre suo, dove tutto è per sempre?
queste domande mi assillano da un po di tempo, ma non trovo una risposta, se non quella di considerare la massoneria alla stregua di una qualunque S.P.A. senza alcun valore veramente iniziatico, ma semplicemente dei furbi, forse un po più astuti degli altri, ma pur sempre dei poveracci, destinati alla fin fine a pigliarselo in culo.

Anonimo ha detto...

Craxi, cognome di origine albanese, ma in realtà greco trapiantato nell' italia meridionale da secoli.

Craxi, è più specifico della parte orientale dell'isola siciliana, ed è una forma arcaica, dovrebbero derivare dal vocabolo greco κρασί (vino) ad intendere probabilmente che il capostipite di mestiere facesse il vinaio.
I suoi avi erano dei vinai greci, ma c'è chi afferma derivi da Craixto, macedone antico di Cristo ...
Vi do queste chicche...!!!

MDD

18 gennaio 2010 01.00
****ma comunque nel cognome non era implicito che diventasse anche un furfante prima e latitante poi.
Nel cognome non c'era nemmeno scritto che non dovesse mai pagare per il sistema che aveva messo in piedi assieme ai suoi tirapiedi e che dovessero pagarlo i pensionati mentre in parlamento si assumono cani e porci, si raddoppiano le spese ...alla faccia della popolazione.
Più che una chicca....il cognome rimane sempre una disgrazia per la penisola.
Prima C., adesso B. e sempre A.
E noi a pagarli, anche....

Anonimo ha detto...

A proposito di ciò che scrive Travaglio , mi permetto di suggerire di leggere :

http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/2010/01/18/passaparola_del_18012010_alle.html

Qui non si tratta solo di stabilire che Craxi era un malfattore, era anche un pessimo politico che ha contribuito a portare l'Italia dove è ora, grazie ai suoi amici che l' hanno poi seguito.
Grazie, Ben.

Anonimo ha detto...

bottino craxi era veramente un essere infame, come il suo amico corruttore. spero che almeno a milano vinca il buonsenso, almeno in questo caso.

Anonimo ha detto...

WATH'S AMERICA?

http://conflittiestrategie.splinder.com/post/22071649/WATH%27S+AMERICA%3F+a+cura+di+G.P.

Anonimo ha detto...

ho visto il video di travaglio, molto interessante... bottino è veramente indifendibile. maledetto lui e chi lo difende.

Anonimo ha detto...

bottino craxi era veramente un essere infame, come il suo amico corruttore. spero che almeno a milano vinca il buonsenso, almeno in questo caso.
****con la Moratti sindaco? improbabile....
Aspettiamo che oltre al parco dedicato a Craxi si dovranno fare delle aree dedicate anche a B.
Magari piazza duomo diventerà piazza B. cioè il luogo della duomata. I posteri sapranno dalla targa che un uomo politico nel ventunesimo secolo ha preso una statuina in faccia senza riportarne la minima cicatrice.
Tale personaggio aveva inventato un partito che era un urlo da stadio e nessuno si era scandalizzato di questo anzi, lo riteneva una 'innovazione' alla stessa stregua dell'unto del signore che beveva l'amaro calice.
Il buonsenso è da tempo che è in ferie.

Anonimo ha detto...

provocazione:
ma come, non dovreste essere tutti procraxi, mr. anti-NWO USraeliano ashkenazista ?

cercatore

Anonimo ha detto...

Craxi era un brav' uomo, lui si che aveva le palle, se non ci fosse stato lui come avrebbe fatto il silvio???

Era pure un bel uomo, la figlia poi, e' di un simpatico che AMMAZZA!!!

Anonimo ha detto...

Craxi e disinformazione
http://www.stampalibera.com/?p=8657#more-8657

Documentazione riepilogativa
sul complotto del Britannia
http://www.movisol.org/09news177.htm

privatizzazioni in Italia
http://www.movisol.org/draghi3.htm

Anonimo ha detto...

Craxi era un brav' uomo, lui si che aveva le palle, se non ci fosse stato lui come avrebbe fatto il silvio???

Era pure un bel uomo, la figlia poi, e' di un simpatico che AMMAZZA!!!

19 gennaio 2010 10.36
***** quindi Craxi doveva avere le palle anche per silvio?....interessante....
e le escort allora andavano con qualcuno che non aveva palle? (ora che si penso poteva essere che anche con loro raccontava palle...oppure a scelta, la barzelletta sulla gnocca),

La figlia di Craxi la dobbiamo pagare come sottosegretario agli esteri...mi pare.
Forse sarebbe meglio che lo stipendio ce lo restituisse in acconto a quello che chi portato via il padre che diventa ogni anno che passa più bianco del bianco.
Andrà a finire che il Benedetto(16) lo farà santo insieme a silvio.La data dei festeggiamenti non potrà essere che il primo di aprile: due pesci, appunto.

Anonimo ha detto...

non si tratta di "fare santo" o riabilitare una classe politica corrotta... (quella di ora invece?)ma di capire il perché si innescano certi processi... e la questione privatizzazioni - britannia in questa storia è centrale.

Anonimo ha detto...

non si tratta di "fare santo" o riabilitare una classe politica corrotta... (quella di ora invece?)ma di capire il perché si innescano certi processi... e la questione privatizzazioni - britannia in questa storia è centrale.

19 gennaio 2010 16.14

++++quella di ora è il proseguo di Craxi.....
la questione privatitizzazioni-britannia è il tipico caso in cui a volte lo stato non esiste e quindi l'italia diventa terra di nessuno oppure una torta da spartirsi a merenda.....con i compagni...niente più---

Conte Senza Palazzo ha detto...

Anonimo 16.53,

Spero che il tuo commento sia solo sarcastico. Viceversa, vuol dire che non capisci la gravita' inaudita dello scandalo Britannia.

Anonimo ha detto...

Spero che il tuo commento sia solo sarcastico. Viceversa, vuol dire che non capisci la gravita' inaudita dello scandalo Britannia.

19 gennaio 2010 21.55
**** conte......e tu che ci puoi fare, oltre al sarcasmo per lo scandalo del britannia?
che fai per gli altri scandali italiani...dopo che li hai capiti?

Anonimo ha detto...

http://www.voglioscendere.it/2010/01/19/mangano_e_craxi_i_loro_eroi.html
maledetto bottino craxi e maledetti i suoi amici e difensori.

Anonimo ha detto...

sof ha ucciso il blog

Anonimo ha detto...

Il cognome Craxi non è di origine albanese, ma è di origine greca da un punto di vista linguistico! Questa presunta origine albanese della famiglia Craxi è una delle tante bufale che girano sul web. Tornando in tema, sul problema della via da intestare a Craxi sono d'accordo con chi è assolutamente contrario.

Anonimo ha detto...

A Craxi dedichiamo una via... d'acqua, che Biscardini vuole costuire buttando all'aria Milano, come si trattasse di restyling del garofano. Megalomania e spettacolarizzazione del craxismo vivono ancora