Psyops, 70 anni di guerra psicologica in Italia

Psyops, 70 anni di guerra psicologica in Italia
Dalla prima guerra mondiale al trattato di Lisbona

venerdì 23 ottobre 2009

IL GRANDE INGANNO: DA MAASTRICHT A LISBONA



Di Solange Manfredi





PREMESSA

Nel corso di questi anni ho scritto diversi articoli sottolineando alcune sentenze o leggi che, a mio parere, presentavano diverse anomalie:

- violazioni costituzionali nell'esercizio della politica monetaria (http://www.altalex.com/index.php?idnot=37819 );

- attentato agli organi costituzionali
( http://paolofranceschetti.blogspot.com/2007/11/attentato-agli-organi-costituzionali.html );

- La costituzione inesistente, abbiamo perso tutto (http://paolofranceschetti.blogspot.com/2009/01/la-costituzione-inesistente-abbiamo.html );

- Il lodo Alfano? Un falso bersaglio, l'Italia ha perso la tutela dei diritti umani (http://paolofranceschetti.blogspot.com/2009/10/il-lodo-alfano-un-falso-bersaglio.html )

Non riuscivo a spiegarmi, allora, perché questi fatti non venissero segnalati, commentati e, soprattutto, perché i media tacessero la “pericolosità” di quanto stava accadendo.

Oggi, probabilmente, ho capito il perché di quell'assordante silenzio.

lunedì 19 ottobre 2009

Cui prodest, il recente romanzo sulla Rosa Rossa. Alcune considerazioni.


Il Libro

Titolo: Cui prodest

Autore: Alessandro Bortolomeoli

Casa editrice: Aiep.


Per ordinarlo, questo è il sito della casa editrice.
http://www.aiepeditore.net/default.asp?cmd=getProd&cmdID=1344&idC=5&pType=-1&idA=6

.


La trama.


I protagonisti del romanzo (che ovviamente reca il numero 13 della collana) sono diversi.


giovedì 15 ottobre 2009

Cui prodest. Il primo romanzo sulla Rosa rossa.


E se questo non fosse solo un romanzo ma la realtà...la domanda che ci dovremmo porre sarà inevitabilmente... Cui Prodest?
Strategia della tensione, delitti del mostro di Firenze e Rennes le Chateau ruotano attorno al personaggio di questo romanzo: Alex, giovane scrittore costretto dal destino a dover smascherare e affrontare il male che accomuna questi eventi, distinti ma collegati tra loro da una “cupola diabolica” denominata Rosa Rossa. Il detto latino Cui Prodest (a chi giova?) è la domanda fondamentale del libro. Dopo anni di ricerche Alex si troverà costretto ad affrontare una realtà sconvolgente, al limite della comprensione umana. Una setta millenaria guida la storia e lo fa attraverso un libro rinvenuto in Francia sud occidentale. È un libro diabolico, scritto da una mano non umana, ma che si serve degli uomini per arrivare allo scopo finale: sacrificare vite umane e richiamare così la protezione degli inferi per costruire un nuovo ordine sociale e politico. Partendo da fatti realomente accaduti le analogie tra il terrorismo e i delitti seriali sembrano ricondurre a un’unica mano omicida.
.
Autore
Alessandro Bortolomeoli si occupa da anni di Rennes le Chateau, piccolo paese situato ai piedi dei Pirenei nella Francia Sud Occidentale. Ha inoltre colaborato con l’artista Alain Feral (nipote di Jean Cocteau) e con Gianni Golfera massimo esperto al mondo sulla funzionalità e sviluppo della memeoria. Questo è il suo primo romanzo.
Per ordinarlo, questo è il sito della casa editrice.

sabato 10 ottobre 2009

Il Lodo Alfano? Un falso bersaglio, l’Italia ha perso la tutela dei diritti umani





Di Solange Manfredi



La polemica che da mesi imperversa sui media circa il Lodo Alfano non è altro che un “falso bersaglio”.

Con la sentenza n. 106/2009 la Corte Costituzionale non ha ritenuto illegittimo porre il segreto di stato su azioni che violano i diritti umani, e noi ci preoccupiamo del Lodo Alfano?
(per la disamina dei problemi giuridici sottesi alla sentenza rinviamo all’ottimo articolo del dott. Giovanni Salvi, pubblicato sul sito associazione dei costituzionalisti, e rintracciabile al seguente indirizzo http://www.associazionedeicostituzionalisti.it/dottrina/garanzie/Salvi-Segreto.pdf)

Ecco la perfetta riuscita di un falso bersaglio, far credere ai cittadini che i loro diritti costituzionali sono difesi quando in realtà, senza neanche accorgersene, hanno perso il diritto alla tutela dei diritti umani.

Ecco come.

venerdì 9 ottobre 2009

Il falso problema del Lodo Alfano


Paolo Franceschetti

In questi giorni i giornali sono stati presi dalla polemica sul Lodo Alfano e sullo scudo fiscale.
Voglio spiegare in queste righe perché questi sono falsi problemi, che servono, tanto per cambiare, per sviare la cittadinanza dai veri problemi e prendere in giro tutti, mirando a ben altro.

lunedì 5 ottobre 2009

03 ottobre 2009: GOLPE BIANCO?


Di Solange Manfredi















Il 03 ottobre 2009 il Presidente Napolitano, prima di firmare il decreto legge 103/2009 (lo scudo fiscale), ad un cittadino che gli ha urlato: “Presidente, non firmi, lo faccia per le persone oneste”, ha risposto: “Nella Costituzione c'è scritto che il presidente promulga le leggi. Se non firmo oggi il parlamento rivota un’altra volta la stessa legge ed è scritto che a quel punto io sono obbligato a firmare. Questo voi non lo sapete? Se mi dite non firmare, non significa niente".

Davanti a questa affermazione del Presidente Napolitano ho sobbalzato come cittadina, prima ancora che come giurista. Ritengo l'affermazione del Presidente delle Repubblica italiana di una gravità assoluta, nonchè foriera di gravi rischi per l’esistenza stessa della democrazia.

Mi spiego.

sabato 3 ottobre 2009

Collaboratore di Luogocomune scompare misteriosamente in mare il 29 agosto


Nicoletta Forcheri dal sito: cose nostre a casa nostra

http://mercatoliberotestimonianze.blogspot.com/2009/09/franco-caddeo-una-scomparsa-sospetta.html


Franco Caddeo, ricercatore della verità ed esperto in scie chimiche, noto ai lettori di luogocomune, di comedonchisciotte, e di altri siti d’informazione, è disperso in mare dal 29 agosto scorso.
Egli ha preso il canotto per andare a pescare, nella sua amata Sardegna, e non è piu tornato.