sabato 15 agosto 2009

A cosa serve la crisi finanziaria. Parte 2.




Paolo Franceschetti

Sommario. 1. Premessa. 2. Due parole sul sistema fiscale (parzialmente pubblicato in precedenza. 3. E torniamo alla crisi finanziaria. 4. Come ti elimino il rompicoglioni (cioe´ colui che non si adegua al sistema).




1. Premessa.
Tra settembre e ottobre, a dispetto delle rassicurazioni del nostro presidente del consiglio, ci aspetta, pare, una ripresa della crisi, che diventerà sempre più grave per avere il massimo picco nel 2011 - 2012.

Di questi giorni poi è la notizia che nelle scuole hanno diminuito in modo drastico le cattedre, e quindi pare che salteranno circa 100.000 posti di lavoro in tutta italia. Il che è come dire che ci saranno 100.000 persone a spasso, in Italia, che non lavoreranno. Persone che hanno studiato anni, spesso si sono specializzate facendo le famose SSIS (ovvero le scuole di specializzazione per l'insegnamento) pagate a caro prezzo, si ritroveranno lo stesso a girarsi i pollici.

Nel nostro precedente articolo sulla crisi finanziaria ci eravamo occupati dei motivi che hanno provocato questa situazione, soffermandoci sulle dinamiche strettamente economiche; in altre parole avevamo individuato a chi giova, nell’immediato, il tracollo finanziario dei mercati occidentali.

Tuttavia c’è un’altra ragione, meno immediata e meno visibile ma ancora più valida della precedente.
Vediamo quale è questa ragione, non prima però di aver fatto alcune osservazioni.



Avevamo detto che la crisi finanziaria serve essenzialmente ad arricchire i banchieri, perché il fatto che il denaro non valga più nulla (a seguito degli accordi di Bretton Woods del 1944), unitamente al fenomeno dell’acquisizione di beni reali in cambio di beni fittizi, in ultima analisi giova esclusivamente ai proprietari delle grandi banche mondiali e delle multinazionali. E’ un meccanismo che avevano giù descritto e su cui ora non torneremo, che potremo definire “redistribuzione delle ricchezze”. In pratica a seguito della crisi ci sarà una redistribuzione delle ricchezze del pianeta, perché il denaro varrà poco più della carta straccia, e chi aveva basato la sua vita sull’accumulazione del denaro o di prodotti derivati da esso, si ritroverà con un pugno di mosche in mano; in compenso invece conserveranno valore i beni reali (terreni, case, oro, pietre preziose).
Alla fine, essendo la nostra economia basata prevalentemente sul debito, l’effetto ultimo della creazione delle crisi finanziaria, sarà che i privati avranno perso molti dei loro beni per l’impossibilità di coprire i costi dei mutui, e quindi coloro che avranno guadagnato da tutta questa operazione saranno coloro che si ritroveranno proprietari di terre, case, beni di valore, ecc…
In poche parole chi si avvantaggera´da questa situazione sono i grandi gruppi di potere economico.

Tuttavia la logica porta a cercare anche altri motivi a questa crisi.

Le grandi multinazionali e le grandi banche infatti, sono già, di fatto, proprietarie della maggior parte delle ricchezze del pianeta. Poche famiglie, non più di una ventina in tutto, controllano direttamente o indirettamente oltre la metà dei beni della terra e per acquisire l’altra metà non occorre provocare una crisi finanziaria; le grandi multinazionali sono già proprietarie, nella stragrande maggioranza dei casi, delle minierie di diamanti e pietre preziose dell’africa e dell’Asia; le cosiddette sette sorelle hanno il monopolio dell’energia del pianeta, non permettendo alle energie alternative di svilupparsi; controllano di fatto la maggior parte degli stati asiatici, africani, e dell’america latina, mediante governanti compiacenti, allineati, corrotti, o semplicemente incapaci di reagire alla strapotenza del mondo occidentale e dei suoi diktat.
Le grandi superpotenze economiche sono così ricche che potrebbero tranquillamente acquistare tutto il rimamente in modo leciti o illeciti.
Allora…. Perché provocare una crisi finanziaria di questa portata?


Solo per acquistare altri beni, a seguito del fallimento di molti privati e molte aziende?


2. Due parole sul sistema fiscale (la prima parte già pubblicata in precedenza)
La ragione delle crisi è la stessa che regge il sistema fiscale dissennato che abbiamo. Un sistema fiscale assurdo, che però ha una ragione molto profonda. Ripeto qui quello che ho detto nell’articolo sul sistema in cui viviamo con alcuni correttivi.
Il sistema di tassazione deve essere vessatorio e non ci sarà mai un governo che ridurrà le tasse veramente. I soldi, infatti, in realtà ci sono, ma vengono dispersi decuplicando il costo delle opere pubbliche, finanziando società inesistenti grazie all’aiuto della CE, creando fondi neri, spendendo miliardi di euro per una sanità malata.
Il vero scopo del sistema di tassazione attuale, però, non è quello di reperire fondi da spartire tra le elite (ne hanno già a sufficienza senza dover rubare anche pochi spiccioli al cittadino comune) ma quello di costringere il cittadino a non alzare mai la testa; lo scopo è cioè quello di farlo lavorare dodici ore al giorno per sopravvivere. Se non avrà troppo tempo libero, non avrà tempo per riflettere, informarsi e svegliarsi.
Ecco quindi che appena il livello economico della popolazione inizia ad innalzarsi, sopravviene una nuova crisi economica, una nuova necessità finanziaria per cui lo stato chiede nuovi sacrifici…Quello che non ci dicono mai, infatti, è che il 99 per cento dei nostri soldi va allo stato, e quindi non è con un aumento delle tasse che migliorano le condizioni di vita generali, né è in questo modo che lo stato si procura una maggiore disponibilità di risorse. Le tasse infatti non sono il 40 o il 50 per cento, a seconda dell’aliquota. Le tasse coprono invece quasi il 100 per cento dei guadagni dei cittadini. Se sembra assurdo, proviamo a fare questo ragionamento. Se un cittadino guadagna 1000 euro, 300 le da immediatamente allo stato. Ne rimangono 700 che può spendere come vuole.
Queste 700 verranno usate per acquistare dei beni, quindi verranno date ad altri cittadini. Questi cittadini, su queste 700 euro, pagheranno un altro 30 per cento di tasse, quindi ne rimarranno 490. Che verranno utilizzate per acquistare altri beni da altri cittadini che pagheranno altre tasse. Aggiungiamo che ogni bene è gravato da IVA. Cioè un’imposta all’origine che grava i beni di ulteriori carichi fiscali.
Facciamo un esempio con una parcella emessa da un professionista (medico, avvocato, notaio, ecc..). Lo stato ti dice che la tua aliquota è del 50 per cento. Ma è falso. Perché quando io faccio una fattura da 1000 euro, il 50 per cento va in tasse, ma il 20 per cento è l’Iva, a cui si aggiunge l’IRAP (circa il 4 o il 5 per cento) e la Cassa (che per noi avvocati è il 10 per cento). Il che significa che di quelle 1000 euro ce ne rimangono in tasca 200 o 300 circa. Quindi in merito al problema delle tasse sono due le balle che ci raccontano:


1) è falso che il prelievo fiscale, sia del 30, 40 o 50. Il prelievo (quando si calcola Iva, imposte locali e casse) è comunque dal 70 all’80 per cento, a seconda delle aliquote.
2) Quando il cittadino acquista un bene, lo acquista comunque giù gravato da Iva (che, ricordiamolo, fino a qualche anno fa per certi beni era il 40 per cento). E ciò che va allo stato è molto di più anche di quell’ottanta.
E’ una somma molto vicina al 100 per cento.
In pratica tutto ciò che produciamo finisce nelle tasche dello stato, tranne quel poco che uno riesce a risparmiare e mettere da parte senza farne alcun uso. In sostanza: solo i soldi non utilizzati rimangono a noi e non vanno allo stato. Quelli messi in circolazione prima o poi finiscono nelle casse statali.
Insomma, quando lo stato aumenta quindi le tasse del 2 per cento, non incassa realmente quel 2 per cento. Perché il cittadino, guadagnando il due per cento in meno, acquisterà meno beni, e quindi il risultato è che ad un’entrata da una parte, corrisponde un’uscita dall’altra.
Ne consegue che quello che ci raccontano, sulla necessità di aumentare le tasse per far entrare più soldi nelle tasche dello stato, è una balla colossale.
Allo stato va già quasi tutto. L’aumento dell’imposizione fiscale serve unicamente per vessare il cittadino affinché non possa mai godere una vita di reale benessere.
Inoltre un sistema così congegnato aumenta le aree di illegalità e di evasione, quindi si traduce in una ulteriore perdita economica per lo stato.

Che la vera ragione del sistema fiscale non sia quella di reperire fondi, lo dimostra un fatto emblematico. Sotto il governo Prodi venne fuori lo scandalo (di cui ovviamente i media non hanno più riparlato) dei 98 miliardi di euro che i monopoli dello stato dovevano incassare dai gestori di video games e slot machine. Sono state accertate 98 miliardi di euro di evasione, pari a quasi 200.000 miliardi di lire. Il costo di diverse finanziarie. Una somma che si potrebbe (e dovrebbe) recuperare in poco tempo, ma che il governo si guarda bene dal recuperare. Basterebbe una semplice operazione coordinata dalla guardia di finanza per ottenere in poche settimane un somma che consentirebbe allo stato di respirare per due o tre anni senza drenare altro ai cittadini.
Tant’è che l’8 luglio di quest’anno il deputato del Partito Democratico Alberto Fluvi ha presentato un'interrogazione a risposta immediata in Commissione Finanze della Camera per sapere dal Ministero dell'Economia e Finanze "quali misure abbia adottato o intenda adottare in ordine alla presunta, imponente evasione d'imponibile nel settore delle slot machine, eventualmente valutando le ipotesi, prospettate nella richiamata relazione della commissione ministeriale, di ridurre l'aliquota del Preu, di introdurre il divieto per i gestori di assumere la veste di concessionari, nonché di utilizzare la Sogei per effettuare controlli sui dati di gioco, l'imposta conseguentemente dovuta e quella effettivamente dichiarata e versata, e se, considerata la dimensione del problema, non ritenga opportuna una correzione della struttura organizzativa dell'Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, che preveda, a tutela della stessa amministrazione, l'istituzione di una struttura di audit centrale analoga a quella presente in tutte le Agenzie fiscali.

Ma noi sappiamo benissimo quali misuire adotterà il governo. NESSUNA.
In conclusione. Non sono i soldi di cui ha bisogno il governo. Il governo ha bisogno di schiavi che tengano la testa bassa per lavorare dodici ore al giorno e che non si informino, non pensino, non si evolvano.

3. E torniamo alla crisi finanziaria.
Dunque, le ragioni delle crisi finanziaria sono le stesse che valgono per il sistema fiscale, ovverosia abbassare le aree di benessere della popolazione.
Con l’aumentare delle aree di benessere, infatti, aumentano le persone che si informano, che hanno tempo per pensare, che possono fare collegamenti pericolosi. E hanno piu´ tempo per organizzarsi in associazioni che possano contribuire alla vita democratica del paese.
Al contrario, in una situazione di crisi la gente ha meno tempo per riposarsi, pensare, crescere…. Chi lavora dodici ore non ha tempo per fermarsi a riflettere e allora i telegiornali, i giornali, ecc…, è costretto a guardarli di sfuggita, distrattamente, e senza relazionare tra loro fatti il cui legame è invece evidentissimo.
Se le persone avessero tempo per pensare e riflettere succedere questo:
- delitto di Bagno a Ripoli; Lapo Santiccioli uccide la fidanzata, e poi si suicida con tre coltellate sul collo. Non ci sono tracce di sangue della ragazza sul suo corpo, perché dopo averla uccisa si sarebbe lavato e poi si sarebbe suicidato. Tre coltellate sul collo - si domanderebbe il cittadino che ha tempo per pensare - ? Ma come fa uno a suicidarsi con tre coltellate sul collo? E poi perché hanno archiviato subito la cosa anche se non c’erano tracce di sangue sul corpo del ragazzo?

- Tò… è stato realizzato in pieno il programma della P2. Lo trovate qui.
http://www.misteriditalia.it/loggiap2/ilpiano/P2%28piano%29.pdf
Controllo dei giornali, separazione delle carriere nella magistratura, controllo dei mass media, abolizione monopolio RAI, riforma dei rapporti stato-regione, ecc…. E, caso strano, coloro che erano nelle liste della P2 oggi sono ai vertici del ptoere statale. Ma non sarà che…


- Come mai il primo atto del governo Prodi, al momento dell’insediamento, fu quello di nominare sottosegretario alla camera un ex terrorista che aveva scontato anni di galera per l’assassinio di un poliziotto? Si trattava - disse Bertinotti, il leader dei poveri - di un cittadino che aveva pagato il suo debito con la giustizia, quindi poteva tranquillamente stare in una posizione di potere politico. Ma non sarà che c’è un collegamento tra terrorismo e istituzioni? Non sara´che la sinistra di Bertinotti aveva in qualche modo agevolato, se non peggio, quel terrorismo che a parole diceva di non volere. E soprattutto il cittadino si domanderebbe: ma come cazzo e´stato possibile che sia stato eletto un soggetto del genere? Non sara´che la legge elettorale e´una fregatura?


- Perché non recuperano i 98 miliardi dai gestori di slot-machine, ma in compenso se un barista non fa uno scontrino di due euro gli rifilano una multa che questo se la ricorda finchè campa?


- Come mai lo stato permette grandi illegalità a cielo aperto, ospedali iniziati e mai costruiti, strade iniziate e mai costruite ma poi se un cittadino qualunque cambia il tipo di fari montato sull’auto, o costruisce un garage abusivo, patisce conseguenze pesanti?


Queste sono le domande che si farebbe il cittadino che avesse tempo per riflettere, pensare, collegare, senza l´ossessione di arrivare a fine mese.

Questa crisi finanziaria poteva essere evitata. Poteva essere evitata in molti modi. Prima di tutto perchè erano anni che i "complottisti" andavano dicendo che ci sarebbe stata una crisi finanziaria.

Quando Disinformazione nel 2002 diceva che nel 2006 ci sarebbe stato il collasso economico, Pamio (il direttore di Disinformazione) veniva accusato di essere un paranoico complottista.

Ma la verità era che nei centri del potere economico e finanziario queste cose erano risapute.

Una persona che conosco, dirigente di banca, mi ha detto "certo che tutti noi sapevamo... gli esperti di finanza non potevano non accorgersi che i prodotti finanziari piazzati dalle banche erano un flop... un collage di nulla destinato a far saltare il sistema. Così come oggi, le rassicurazioni sulla ripresa sono ridicole, e chi è esperto lo sa, perchè un'economia che piazza prodotti finanziari pari a sei volte il prodotto interno lordo DEL MONDO INTERO, prima o poi è destinato a crollare, perchè vuol dire che le banche stanno piazzando è un prodotto vuoto, senza sostanza e che prima o poi ci sara´un botto di proporzioni clamorose".

La crisi quindi poteva essere evitata con un maggiore controllo dei prodotti finanziari da parte delle banche, con una riappropriazione da parte dello stato della capacità di battere moneta (ricordiamo che oggi lo stato NON batte moneta, perchè questa è emessa dalle banche centrali e dalla BCE, che NON sono sotto il controllo dei governi, e NON dipendono dai governi, ma dalle grandi banche d'affari mondiali).

Ma non è stata evitata.

Nè è stata annunciata, dai governi. Eppure Prodi, solo per fare un esempio, era un economista... avrebbe potuto e dovuto capirlo, ed era suo preciso dovere istituzionale avvertire i cittadini.

Il punto è - lo ripetiamo - che vero scopo della crisi finanziaria è impedire che i cittadini possano un giorno alzare la testa, e riflettendo si accorgano di essere degli schiavi al servizio dei padroni. Le banche e la grande industria. E questa crisi, ovviamente, aumenterà lo stato di sudditanza dei cittadini nei confronti dei “padroni” perchè aumenteranno le persone che andranno a raccomandarsi dal politico, dall’amministratore, dal potente di turno.

La crisi finanziaria non ha altro scopo che renderci ancora più schiavi.
.
4. Come ti elimino il rompicoglioni (ovvero colui che non si adegua al sistema).
La cosa non deve stupire piu´di tanto. E´dall´antichita´che chi governa cerca di mantenere in uno stato di soggezione i sudditi mediante i sistemi piu´diversi. Panem et circenses, diceva il poeta Giovenale, intendendo dire che per tenere soggiogata la popolazione e´sufficiente dargli un po´di pane e farla divertire con il circo.


In periodo Borbonico, a Napoli, l´espressione divenne "feste farina e forca", ma la sostanza era la stessa.
Attualmente i metodi usati per rendere la popolazione una massa di pecore fedeli al potere, sono gli stessi di un tempo; al posto del circo abbiamo la televisione, i media, il calcio, e tutti i miti creati dalla societa´consumistica.

Pochi si rendono conto pero´, che uno degli strumenti piu´formidabili per controllare le masse e´proprio il sistema fiscale e l´attuale crisi finanziaria. Perche´ l´ínformazione puo´essere manipolata quanto si vuole, ma ci sara´sempre qualcuno che capira´l´inganno; le leggi possono essere repressive quanto vogliono, ma per quanto esse siano dure, ci saranno sempre degli spiragli che consentiranno alle persone piu´intelligenti di reagire; ed inoltre, quando le leggi superano una certa soglia di durezza e diventano intollerabili, ci sara´sempre qualcuno disposto a ribellarsi e pagare con la vita la sua ribellione.
L´unica cosa a cui non e´possibile porre rimedio e´la carenza di beni necessari per la sussistenza. Se la persona viene privata dei beni essenziali, per quanto possa essere consapevole, informata, e intelligente, il suo obiettivo principale diventera´sopravvivere, e quindi diventa inoffensiva per il sistema, anche perche´spesso, pur di sopravvivere, scendera´a compromessi con i potenti di turno, specialmente se ha figli.
Aumenteranno cioe´le persone che saranno disposte a rivolgersi al politico di turno, che accetteranno condizioni disumane o patti moralmente illeciti, pur di avere un lavoro.

In altre parole. Noi viviamo in un´illusione di democrazia. Una vera democrazia implicherebbe il governo del popolo ma invece sappiamo bene che non abbiamo alcun potere, neanche di scegliere i nostri governanti. Il mezzo migliore per imporre una dittatura non e´la forza (perche´prima o poi qualcuno si ribellera´) ma dare al popolo l´illusione di essere libero, e quindi creare una dittatura mascherata, facendo si´che la gente chieda esattamente quello che i potenti vogliono imporre.

Non ci si ribella a qualcosa di cui non si sospetta l´esistenza e in questo modo il controllo sulla popolazione puo´andare avanti all´infinito.

Ed e´tempo di rendersi conto che il mezzo di controllo piu´potente e´, appunto, il sistema fiscale e finanziario, che puo´essere riassunto cosi´:
1) sistema fiscale ai limiti della tollerabilita´, in modo che ciascuno lavori dodici ore al giorno per poter sopravvivere;
2) leggi fiscali e controlli strutturati in modo tale che sia impossibile mettersi in regola, di modo che i contr0lli fiscali siano diretti a vessare il cittadino (a cui verra´controllato l´emissione di uno scontrino da due euro) e a favorire i potenti (non verranno mai richiesti i 98 miliardi di euro ai gestori di video-games);
3) sistema economico che garantisca sempre un´alta percentuale di disoccupati, e un´alta percentuale di lavoratori che vivano al livello di sussistenza.

Se, nonostante tutti gli sforzi, il benessere aumenta (il che e´inevitabile perche´ogni societa´tende naturalmente, nel lungo periodo, a migliorare le sue condizioni di vita) si crea una bella crisi finanziaria... e voila´... l´equilibrio e´ristabilito.

In pratica, negli stati dittatoriali in cui la dittatura e´conclamata si usano le uccisioni di massa per eliminare i possibili dissidenti.
Nella nostra "democrazia" si usano le tasse e la crisi finanziaria. Gli eventuali dissidenti che non venissero resi innocui con questo sistema, perche´troppo in vista, troppo potenti, o troppo vicini al sistema per non capirlo fino in fondo, avranno un incidente d´auto come Rino Gaetano, un malore improvviso come Berlinguer (che peraltro qualche anno prima si salvo´per miracolo proprio da un incidente d´auto); oppure si suicideranno, come Luigi Tenco. Oppure, quando la tesi del suicidio o dell´incidente sarebbe cosi´ridicola che pure Emilio Fede, Mentana, e Liguori si rifiuterebbero di accettarla, arrivera´un pazzo isolato e fara´fuoco, come accadde a Gandhi, Martin Luther king, Jonh Lennon, Jonh Kennedy o Papa Giovanni Paolo II.
La gente sara´troppo occupata a far quadrare i conti di casa per capire che si tratta di omicidi programmati dal sistema.


180 commenti:

piso fabielli ha detto...

this article magna strunzata est.
Articuls fabii pisellonii eram strozatam, ma articulus crisis finanziarae facere beaucoup cagare.
Rosa rossa vobis facit saltare cervellum, oltre che pisellum piselli.
Solange il etre very very orange.
Stronzi

Anonimo ha detto...

Piso Fabielli, ma vedi di andartene a fanculo tu e tutti i tuoi fratellini, pezzo di merda!

puliga ha detto...

Franceschetti ai tuoi clienti fai pagare il 10% di cpa?

complimenti ci fai una bella cresta sopra,
la cassa avvocati è il 2%

siete del tutto inaffidabili.

purtroppo c'è gente che si beve come un bicchier d'acqua la farneticante affermazione che "il mondo è controllato da 20 famiglie".

**attenzione!
il messaggio qui sopra nasconde un'importante informazione criptico-esoterico-satanica rivolta a tutti gli adepti della RR; il momento è giunto, agite come indicato.

Anonimo ha detto...

A proposito della problematica contenuta nel punto 4 dell'articolo, proprio l'altro giorno stavo per l'appunto leggendo un'altro tipo di articolo sullo strano caso capitato a Carlo Vulpio durante l'ultima campagna elettorale alle europee in cui il famoso giornalista si è visto epurato (nella visibilità) dalla terna che lo vedeva candidato nell'idv insieme a Luigi De Magistris e Sonia Alfano.

Dalle parole di Carlo Vulpio:
“....perchè questa sparizione così scientifica e così consecuenziale e perchè anche gli altri due membri della coppia [Alfano/De Magistris] non hanno detto nulla su questo, si qualche cosina così quando gliel'ho fatto ntare, poi ho capito che era fiato sprecato, ad un certo momento ho anche pensato di ritirare la mia candidatura convocare una conferenza stampa e di ritirare la mia candidatura, ero amareggiato per questo soprattutto perchè con i due, umanamente, era nata un'amicizia e non han detto nulla........”

L'articolo è intitolato Delitto perfetto/2, reperito su bamboccioni-alla-riscossa.org (e che per altro, come dice l'autore stesso, questo post -curiosamente ed inspiegabilmente- si era autotagliato vale a dire che è stato postato completo ma poi dopo qualche ora una parte si è cancellata da sé problema per altro davvero curioso che come semplice dato statistico non si era mai verificato):
http://bamboccioni-alla-riscossa.org/?p=3318


ayarbor

Nick Carter ha detto...

x piso fabielli:
non sai ne' il latino, ne' l'inglese ne' il francese;non fai ridere,non fai paura a nessuno e sei senza argomenti.
Che ci stai a fare qua ?

A - Tossico ha detto...

Complimenti al Franceschetti per l'articolo !
Insieme al GALEAZZO DELLE LIBERTA' ritroveremo presto le nostre ali e la nostra dignita' :)

p.s. anche il Piselli avra' le ali, cioè tornerà a volare l' Uccello Padulo e non ce ne sarà piu' per nessuno

Rosa Rozza hai i giorni contati

Anonimo ha detto...

oppure si usa una bella pandemia creata il laboratorio.....etc etc etc....namaste

Duffy ha detto...

grazie paolo !
un abbraccio

Fabio Piselli ha detto...

forse sarò strano ma non credo sia giusto invitare alla cacciata di tale "Piso Fabielli"...in fondo ha il diritto di esprimere quel che ritiene, sia che abbia un contenuto o meno..

l0offesa gratuita rappresenta il suo spessore..

posso solo invitarlo a concentrarsi meglio per offrirci il suo pensiero sicuro che appena supererà la fase di latenza magari sarà capace di illuminarci, chissà...

male che vada avrà intasato questo blog con qualche messaggio...

F

Tua madre Ornella ha detto...

X Paolo

Ho fatto un post dove ti ho nominato e pari pari è stato riportato su un giornale a San Marino!! Vienilo a leggere
http://nikiaprilegatti.blogspot.com/2009/08/niki-aprile-gatti-e-i-ringraziamenti.html

Ti abbraccio (un bacio a Solange)
Ornella

sR ha detto...

Le pecore hanno sempre di che belare.

Bravo Paolo, analisi ottime

Paolo Franceschetti ha detto...

Ciao Ornella...

Un bacio

B.S. ha detto...

"- Come mai lo stato permette grandi illegalità a cielo aperto, ospedali iniziati e mai costruiti, strade iniziate e mai costruite ma poi se un cittadino qualunque cambia il tipo di fari montato sull’auto, o costruisce un garage abusivo, patisce conseguenze pesanti?"

Se le fa le domande un cittadino qualunque, ma la risposta comincia ad essere: "La guerra è pace", "L'ignoranza è forza, "La libertà è schiavitù"...perché sa che può finire come il Michael Kohlhaas di Kleist, che rincorre giustizia come un criceto sulla ruota.*)

O forse ha solo fame, chissà?... .

Il potere imprigiona l'anima in un carcere che si chiama "paura" e taglia le ali, ne annulla persino il ricordo, perché: "Non c'è nulla di più pericolosa dell'iniziativa personale. Se dietro di essa c'è del genio, tale iniziativa può creare più danni di quelli che possono fare i milioni di persone tra le quali abbiamo seminato il disaccordo." (Protocolli)

Temo, tuttavia, che il sistema funzioni in virtù di una considerazione semplice:

«Pochi comprenderanno questo sistema, coloro che lo comprenderanno saranno occupati nello sfruttarlo, il pubblico forse non capirà mai che il sistema è contrario ai suoi interessi».
Sherman Rothschild, banchiere

“coloro che lo comprenderanno saranno occupati nello sfruttarlo”, ecco il segreto del successo di ogni piramide!

Anonimo ha detto...

x Piso Fabielli.

Fabio Piselli se non altro fa qualcosa di utile ed importante per gli altri, mentre tu sei un ignorate ed inutile niente.

Fabio, hai tutto il mio supporto morale, per quanto poca cosa possa essere.

nemesis

Anonimo ha detto...

marò... ma come siete seriosi...
supporto morale?
ancora non avete capito che sta scherzando?
come siete scaltri...

Anonimo ha detto...

@Paolo Franceschetti

L'analisi può essere corretta e condivisibile.

Personalmente sono d'accordo sul fatto che gli effetti siano quelli descritti, ho dei dubbi sulla volontà "organizzata" i certi gruppi e/o persone.

Sono portato a credere a un "concorso di interessi", più che ad una organizzazione, e conoscendo un poco certe "mentalità dirigenziali" e ricordando quanto citato da BS

“coloro che lo comprenderanno saranno occupati nello sfruttarlo"

penso piuttosto che "il gioco" a volte sfugga di mano ai giocatori :-))

Anonimo ha detto...

Ottima analisi, Paolo. Durante queste ferie, in un momento di riflessione, sono giunto [roprio alla tua stessa conclusione (purtroppo).

Megamind ha detto...

Bravo Paolo articolo con i fiocchi... quanti imbecilli quà dentro... fanno una pena...

Giuseppe ha detto...

Analisi condivisibile in molte parti. Grazie per il post interessante, Paolo. A volte penso pero' che sapere come vadano certe cose serva solo ad irritarsi e nulla piu'. Il "sistema" e' troppo potente, cosa si puo' fare?
Giuseppe, UK

B.S. ha detto...

"Il "sistema" e' troppo potente, cosa si puo' fare?"
Sì può cantare:
"Inno nazionale della Repubblica italiana dal 1947

Fratelli d'Italia,
l'Italia s'è desta;
dell'elmo di Scipio
s'è cinta la testa.
Dov'è la Vittoria?
Le porga la chioma;
ché schiava di Roma
Iddio la creò.
Stringiamci a coorte!
Siam pronti alla morte;
Italia chiamò.

Noi siamo da secoli
calpesti, derisi,
perché non siam popolo,
perché siam divisi.
Raccolgaci un'unica
bandiera, una speme:
di fonderci insieme
già l'ora suonò.

Stringiamci a coorte!
Siam pronti alla morte;
Italia chiamò.

Uniamoci, amiamoci;
l'unione e l'amore
rivelano ai popoli
le vie del Signore.
Giuriamo far libero
il suolo natio:
uniti, per Dio,
chi vincer ci può?
Stringiamci a coorte!
Siam pronti alla morte;
Italia chiamò.
Dall'Alpe a Sicilia,
dovunque è Legnano;
ogn'uom di Ferruccio
ha il core e la mano;
i bimbi d'Italia
si chiaman Balilla;
il suon d'ogni squilla
i Vespri suonò.

Stringiamci a coorte!
Siam pronti alla morte;
Italia chiamò.

Son giunchi che piegano
le spade vendute;
già l'aquila d'Austria
le penne ha perdute.

Il sangue d'Italia
e il sangue Polacco
bevé col Cosacco, ma il cor le bruciò.

Stringiamci a coorte!
Siam pronti alla morte;
Italia chiamò."

Magari in dialetto, c'è solo il problema di scegliere Q uale*)

Anonimo ha detto...

X Paolo F.

Concordo col fatto che il sistema serve a renderci tutti schiavi.

Però c'è una parte del tuo ragionamento cha mi pare sbagliata e rischia di minare la validità dell'intero discorso. Mi spiego:

Quando dici che "Le tasse coprono invece quasi il 100 per cento dei guadagni dei cittadini", il discorso è proprio sbagliato e si confonde la massa monetaria con la circolazione del denaro, per semplificare al massimo:

se al mondo esistessero solo una moneta e due persone,

e queste persone comprassero beni/sevizi l'un l'altro per il prezzo di una moneta

e lo facessero 10 volte in un anno,

ognuno di essi avrebbe avuto un reddito di 10 monete in quell'anno,

nonostante la massa monetaria consista in una sola moneta.

Tornando al discorso della tassazione, è vero che a ogni passaggio lo stato ne preleva una quota, ma poi la quota prelevata viene rimessa in circolazione con la spesa pubblica e il ciclo continua.

Dunque se il denaro circola velocemente e lo stato spende velocemente, in un anno, le entrate (e anche le spese) dello stato potrebbero benissimo superare l'ammontare della massa monetaria.

Addirittura, in caso di deficit, lo stato deve spendere più di quanto preleva, dovendo così creare nuovo denaro, che poi nel nostro sistema è oberato dal debito (signoraggio) che contribuisce ulteriormente a spremere i cittadini.

L'indicatore che conta è il rapporto tra l'ammontare delle entrate fiscali e l'ammontare del reddito (PIL), credo che si stia intorno al 40%, che è comunque troppo per troppa gente.

Detto ciò torno sull'aspetto del signoraggio: pare che circa il 18% del bilancio dello stato vada per il pagamento degli interessi da debito (signoraggio = soldi che vanno alla banca centrale, cioè ai banchieri privati).

La prima cosa da fare per un governo che volesse seriamente fare qualcosa per invertire la rotta, sarebbe quella di nazionalizzare (a costo zero) la banca d'italia, così da interrompere il ciclo perverso del debito pubblico.

Poi il governo dovrebbe imporre tasse serie al reddito enorme che le banche traggono dal meccanismo della riserva frazionaria.

Infine, il governo dovrebbe creare una grossa mole di denaro esente da debito e spenderlo per la creazione di beni e servizi, per esempio per il consolidamento antisismico degli edifici, un'enorme opera pubblica composta da milioni di piccole opere, senza i danni per l'ambiente tipici delle grandi opere.

A chi obbietta che se lo stato stampasse una montagna di soldi da sè si creerebbe inflazione, bisogna rispondere che ciò è errato: l'inflazione si genera solo se all'aumento della massa monetaria non corrisponde un proporzionale aumento della quantità di beni e servizi.

Dunque lo stato dovrebbe fare questa enorme iniezione di liquidità per comprare beni e servizi.

Lo stesso che fece Abramo Lincoln e che gli permise di vincere la guerra di secessione americana, stampò le famose banconote "greenback".

Tra l'altro è lo stesso metodo applicato anche da Hitler e che gli permise di trasformare in pochi anni la germania post- prima guerra mondiale, da quello stato derelitto oberato dai debiti di guerra con un inflazione astronomica e farla diventare la prima potenza economica ed industriale d'Europa.

Poi però Hitler era pazzo e sappiamo tutti e condanniamo cosa fece. Anche gli orologi rotti dicono l'ora giusta due volte al giorno.

Saluti,
Max

Segretius ha detto...

"Poi però Hitler era pazzo e sappiamo tutti e condanniamo cosa fece. Anche gli orologi rotti dicono l'ora giusta due volte al giorno"

Se uno paga i danni che fà gli restano solo debiti, e Hitler ne ha fatti che stiamo pagandoli ancora tutti noi anche se, a quanto pare, i soldi li ha presi da banche tedesche e americane....
altrimenti danni non ne faceva proprio, anche con tutta la follia del mondo.

B.S. ha detto...

"altrimenti danni non ne faceva proprio, anche con tutta la follia del mondo"

Appunto!*)

B.S. ha detto...

"se al mondo esistessero solo una moneta e due persone,

e queste persone comprassero beni/sevizi l'un l'altro per il prezzo di una moneta

e lo facessero 10 volte in un anno,

ognuno di essi avrebbe avuto un reddito di 10 monete in quell'anno,

nonostante la massa monetaria consista in una sola moneta."

A parte la progressione "geometrico-matematica" della mente a me 'sti due mi sembran du' cretini!*)

Anonimo ha detto...

L' esimio "Puliga" a suo modo sorveglia...:con un pizzico di educazione in piu' che non Piso Fabielli. Senz' altro anch' Ella,"Paluga",ha letto Daniel Estulin,ottimo reporter internazionale (percio' il suo nome rimaneva fino a ieri quasi del tutto ignorato, qui in Italia): e difatti, le Famiglie non son 20 ma 300, una piu' una meno : Bilderberg Club docet. NON E' VERO, "Puliga" ?... (Taurus)

piso fabielli ha detto...

Anonimo delle 14,02...

ego non scherzo. Il riso est cosa vile, difesa sempliciorum, misterus dissacratus per plebe.

B.S. ha detto...

Dipende da chi è il comico*)

Anonimo ha detto...

ma vi siete accorti che piso fabielli è l'anagramma di Fabio Piselli???
mah !!!!
non sa proprio che fare questa gente !!!!

Anonimo ha detto...

ahahahahah!!! ma che scoperta!
compimenti anonimo qui sopra, tu sì che sei un genio!

Anonimo ha detto...

non io semmai, piso le' un genio!!!!!!!

B.S. ha detto...

"ma vi siete accorti che piso fabielli è l'anagramma di Fabio Piselli???"

No! Non ce ne siamo accorti, noi si conta, solo, da uno a nove e 10 con riporto, oppure 12 con una mano sola e poi...la musica, $/4*)

Anonimo ha detto...

Anonimo 16 agosto 2009 22.35:
"la quota prelevata viene rimessa in circolazione con la spesa pubblica e il ciclo continua. "

Ragazzi, io mi scompiscio! "Spesa pubblica"... da piegarsi in due dalle risate!
Conte Senza Palazzo

Anonimo ha detto...

Paolo, approfitto della tua citazione dell’anno 2012 in testa al tuo articolo per porti una domanda. Premetto che, come saprai, da tempo gli esoteristi sbandierano il mese di dicembre 2012:
come fase di passaggio dall’era zodiacale dei pesci a quella dell’acquario, la quale implicherebbe una nuova dimensione cosmica e culturale;
come conclusione di un lungo periodo storico prevista dagli antichi astronomi maia e foriera di stravolgimenti paurosi;
come momento di inversione nientemeno che del magnetismo dei poli terrestri ... con conseguenze sconosciute ma inquitanti …
insomma, come il momento opportuno per rivoluzionare quanto ancora esiste di riconoscibile del vecchio mondo ereditato dalla civiltà.
Tu che ne pensi, e ne sai qualcosa ? Dai nostri Cleptocrati invasati di magia dobbiamo aspettarci la fase recrudescente dell’avvento del nuovo ordine mondiale in corrispondenza, od a partire, da tale data? Di mezzi ne hanno: le guerre in cui controllano entrambi i contendenti, la finanza globale, il terrorismo “false flag”, le epidemie preparate in laboratorio, nonché quel mostro ambientale che è HAARP …

Ermanno

Anonimo ha detto...

allora siete proprio bravi!!!!!!

Anonimo ha detto...

Ma non è meglio occuparsi di massoni e non parlare di aconomia,dove non ci capite nulla?

B.S. ha detto...

"Ma non è meglio occuparsi di massoni e non parlare di aconomia,dove non ci capite nulla?"

L'economia non mi sembra un gran che difficile, a parte la variabile incognita, che tanto incognita non è, cioè l'essere (magari!) umano, si potrebbe ridurre tra due poli magnetici))), Pareto e Nash. Povero Nash gli hanno dato il nobel chiamando la sua teoria "teoria dei giochi".
E, poi ci s'ha pure il dilemma del prigioniero a confondere le acque.
Più ardita mi sembra la finanza da capire, è un po' come questo racconto di Kafka:
http://www.romanzieri.com/archives/001385.php
E fondamentalmente ingannatorio m'appare quel "Principio del piacere", più o meno freudiano, per cui, tra una mente e quell'altra, s'arriva qui:
http://www.youtube.com/watch?v=HyJAytr1ebc&feature=related

...and so on*)

Anonimo ha detto...

@ anonimo che ha fatto la rivelazione scottante su piso fabielli scoprendo l'acqua calda:
guarda che ero ironico dicendo che sei un genio.
ma sei talmente "un genio", che non hai capito neanche quello.

@ anonimo delle 16,57
"Ma non è meglio occuparsi di massoni e non parlare di aconomia,dove non ci capite nulla?"
ma non è meglio studiare l'italiano e imparare a scrivere, anzichè dire cazzate?
aconomia...

Anonimo ha detto...

e comunque sì, piso fabielli è geniale.
ma non per il nick. bensì perchè perchè vi sta prendendo per il culo tutti quanti.
:)))))

Paolo Franceschetti ha detto...

Anonimo delle 16,57... dici che non capiamo nulla di economia ma almeno di massoneria si.
Lo prendo come un complimento. C´e´chi dice che non capiamo nulla di massoneria... in genere sono massoni, ovviamente.

Paolo Franceschetti ha detto...

Ermanno... francamente del 2012 ho letto molto ma non so che dire. Aspettiamo a vedremo. Che altro possiamo fare?

PS. Anche a me pare evidente che Piso fabielli prende in giro Fabio Piselli. E forse ha preso in giro il latino di fabio...

Galeazzo Gargiulo ha detto...

Condivido al 111% quanto affermato da Franceschetti sul rapace sistema tributario che tanto opprime noi onesti cittadini, e faccio di più: propongo urbis et orbis il mio esempio personale.

Sono un onesto imprenditore, che dà lavoro a qualche decina di dipendenti - gente che se non l'avessi tirata su IO dalla strada non sò nemmeno dove sarebbe ora ...

A causa di cotale bontà d'animo, nonchè dei continui boicottaggi della RR, non ho mai prodotto utili e, dunque, mai pagato 1 € di tasse.

Ebbene lo sapete cosa ha avuto l'ardire di dirmi un mio operaio, l'altro giorno?
Che lui paga più tasse di me, ma io viaggio in Mercedes, e lui su una Punto del '96!

Maledetto operaio rosicruciano, ma non lo sai che I fungo da sostituto di imposta, che se non ci fossi IO lo Stato non incasserebbe le tue tasse, che se non ci fossi IO, tu, fetentissimo evasore in pectore, la faresti franca?!?

Ma io ti levo la pelle a forza di ritenute di imposta sulla busta paga!!! Ed in cambio, il simpatico Stato mi garantisce la giusta franchigia personale ... eh eh eh

Operaio? PRRRRRRRRRRR!!!!!!!

Megamind ha detto...

Piso Fabielli...?!? E chi è? Una larva dall'astrale?

MagusIncognito ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=Lcc1gmrXD94

guardate cosa dice travaglio in questo video in merito agli illuminati e al signoraggio...

Anonimo ha detto...

@ piso fabielli

... tana Franceschetti !!

Anonimo ha detto...

ottimo articolo! e come disse qualcuno, i politici sono i camerieri dei bankieri...

Fabio Piselli ha detto...

latino? come latino? io ho scritto in ladino, in sappadese...
F

Anonimo ha detto...

Maddai Fabio,
si riconosceva chiaramente l'accento Arabbico,con qualche deviazione Selvatica ;-)))

Tua madre Ornella ha detto...

x Paolo

vieni a leggere da me!!
importantissima notizia!!
SAN MARINO HA FATTO UNA ROGATORIA INTERNAZIONALE PER ACCERTARE LE CAUSE DELLA MORTE DEL MIO ADORATO NIKI!! E' LA PRIMA VOLTA CHE SAN MARINO FA UNA COSA DEL GENERE

Un bacio
Ornella

10100 ha detto...

quello che ho letto ha un senso.

però potrebbe anche esserci qualche coincidenza, in tutte le magagne dei potenti...o no?

mi prendo la libertà segnalare questa notizia BOMBA:

al vertice sulle politiche amibentali di copenaghen verrà DICCUSSA UFFICIALMENTE LA "GEOINGEGNERIA"

cosa è la "geoingegneria": sono tutta una serie di modificazioni ambientali su scala globale che dovrebbero rallentare il riscaldamento globale e l'effetto serra.

ora come ora, però, geoingegneria significa una cosa sola: SPARGERE ZOLFO, METALLI E ALTRE SOSTANZE NEL CIELO, CON GLI AEREI.

non stò scherzando, ma sembra che questo tipo di notizie vengano fatte passare in sordina

ecco qualche link per chi conosce l'inglese:

http://en.wikipedia.org/wiki/Geoengineering

http://en.wikipedia.org/wiki/Stratospheric_sulfur_aerosols_%28geoengineering%29

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/raffreddiamo-la-terra/2081848/15

http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/ambiente/nuvole-artificiali/nuvole-artificiali/nuvole-artificiali.html?rss

se scrivete "geoengineering" o "geoingegneria" o "solar radiation menagement" su google, troverete TONNELLATE di materiale:documenti, studi ufficiali, ecc.

questo, invece, è il pezzo forte, e riguarda SPECIFICATAMENTE le opzioni PRESE IN CONSIDERAZIONE che verranno discussi a dicembre, a copenaghen

leggetevi questo STUDIO UFFICIALE!!

http://www.aei.org/docLib/AP-Climate-Engineering-Bickel-Lane-v.3.0.pdf

ve lo riassumo in due parole: l'unica possibilità, per costi e tecniche, di abbassare la temperatura del pianeta, sarebbe quella di SPARGERE CON GLI AEREI SOSTANZE NEL CIELO, così da schermare il sole e rendere il cielo bianco e riflettente!!!

se non mi credete andatevi a leggere il documento ufficiale che verrà "discusso" a copenaghen.

non si usano mezzi termini, il testo è chiaro: si ipotizzano flotte di grandi aerei cargo e simili per effettuare delle operazioni di copertura atmosferica!!

CONTINUA---->

10100 ha detto...

io non so come siete messi verso roma, ma in toscana e sul tirreno in generale la situazione è disastrosa: non passa giorno che questi aerei militari"imbianchino" il cielo con le loro scie, che mi dispiace dirlo, sono tutto meno che normale condensa di un motore a getto.....

spero che il signor Paolo Franschetti ci possa dare una sua opinione sul testo ufficiale che verrà "discusso" a copenaghen.
è un testo in inglese, a tratti anche interessante.

io dico che questa storia di coprire il cielo con gli aerei è già iniziata da qualche anno.

anche nel testo, si ricorda più volte di come "le decisioni(sulla geoingegneria)dovranno essere prese nel giro di mesi, MASSIMO UN ANNO.

seguendo nella lettura, però si legge che "SARA' EFFETTUATO UN TEST GLOBALE DI 5-7 ANNI, PER COMPRENDERE MEGLIO GLI EFFETTI INDESIDERATI DEGLI AEROSOL AEREI".

capito? dai cinque ai sette anni di copertura atmosferica GLOBALE, così, per testare come reagisce il pianeta ad una modificazione climatica su scala globale.

http://www.aei.org/docLib/AP-Climate-Engineering-Bickel-Lane-v.3.0.pdf

lo ripeto, se non mi credete leggetevi questo documento.

adesso è il momento di cominciarsi a preoccupare davvero.

quando notate dei velivoli che con la loro scia imbiancano, letteralmente, il cielo, pensate alla parola magica: "geoingegneria".

qua sulla costa toscana è un continuo: tutto il giorno la stessa storia. passano questi aerei, molte volte IN FORMAZIONE MILITARE, e con le loro scie modificano le condizioni atmosferiche.

voi vi chiederete: come possiamo sapere se non si tratta di normale condensa, ovvero le famose "scie di condensa"?

è semplice: la condensa in questione è condensa DI VAPORE ACQUEO, o al limite sono cristalli di ghiaccio.

quello che vediamo sul tirreno, invece, è tutta un altra cosa: queste scie DISSOLVONO letteralmente le nuvole naturali.
le dissolvono in pochi minuti!!

ed immediatamente dopo si crea come uno "scudo" un "mantello" formato da queste scie in espansione che schermano il sole.
però ripeto, non sono nuvole, perchè le nuvole VERE spariscono appena entrano in conttatto con queste STRANISSIME e FILAMENTOSE scie.

scie, oltre tutto, rilasciate da velivoli in formazione militare

adesso, ditemi voi in che casino siamo....

Galeazzo Gargiulo ha detto...

Boh, io forse, quale supereroe antirosicruciano, ho sviluppato un metabolismo diverso daquello del comune mortale ... fatto stà che tutte queste scie non mi provocano alcun fastidio ... al contrario dell'inquinamento acustco, delle polveri sottili e di altre amenità che il sistema ci propina e ci propala!

E intanto sono qui, a mezzanotte passata, a cercare di far quadrare i conti della fabbrichetta ...

Un milione agli amici degli amici, uno alla finanza, uno all'assessore ...

Uei, ma quanto nero ci vuole per fare andare la fabricchetta?

Paolo Franceschetti ha detto...

Anonimo delle 21,01.
A furia di leggere siti complottisti la tua fantasia fa troppi voli pindarici. Da cosa deduci che Piso Fabielli sarei io? Ci vogliono le prove per accusare qualcuno di un delitto... e tu che prove hai?
Ti consiglio di leggere il sito di Bruno Vespa d´ora in poi, e lasciar perdere i siti come questo. Vedrai che non ti verranno piu´queste brutte idee. (anzi... piu´in generale direi che non ti verranno piu´idee, in senso assoluto). :-)

Anonimo ha detto...

maledette scie skifose
http://www.sciesardegna.it/

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=371688

Anonimo ha detto...

@ anonimo che ha fatto la rivelazione scottante su piso fabielli scoprendo l'acqua calda:
guarda che ero ironico dicendo che sei un genio.
ma sei talmente "un genio", che non hai capito neanche quello.

tranquillo anonimo delle 17,35 del 17/08/09 era ironico anche il mio messaggio..
per quanto riguarda l'articolo di Paolo sono d'accordo su tutti punti,finche' esiste il signoraggio ci sarà sempre questo sistema finanziario e fiscale .
purtroppo chi tocca queta materia non viene preso sul serio ,peraltro è anche molto complesso come argomento da spiegare alla gente comune ,e tante persone ci hanno rimesso anche la pelle (vedi Auriti, Cosco ,e tanti altri ..) che ne pensi paolo ?

Anonimo ha detto...

@Paolo Franceschetti

l' ho capito perché hai scritto "strozatam" senza la "n" !!! :-)

ciao e la mia personale solidarietà a tutti voi.

anonimo delle 21.01

Anonimo ha detto...

Relativamente al programma P2 ci sono punti che potrebbero essere discutibili, è vero, ma l'idea di "dissolvere" la RAI è veramente eccezionale, assolutamente approvabile. Peccato però che sia un punto ancora non messo in pratica, mah! strano! Sarà mica che alla RAI... a buon intenditor... A proposito: ma il CAP non era il 2%?

silvio berlusconi ha detto...

"ma se poi un cittadino[...] costruisce un garage abusivo, patisce conseguenze pesanti?"

...ma Paolo, l'Italia è la patria dell'abusivismo, e se sono così severi non fanno altro che bene!

Anonimo ha detto...

Buonasera Paolo,

desidero approfondire alcune osservazioni a integrazione di ciò che spiega nell'articolo.

Lei scrive:
“Le grandi superpotenze economiche sono così ricche che potrebbero tranquillamente acquistare tutto il rimanente in modo leciti o illeciti.
Allora…. Perché provocare una crisi finanziaria di questa portata?”

La volontà e il disegno, si manifestano nella modalità e nel tempo in cui calano le reti (espansione economica), ma dopo, l'unica loro opzione è decidere, all'interno di una finestra temporale ben definita (ne troppo presto, ne troppo tardi), quando tirarle su (contrazione economica).

La crisi finanziaria (o in alternativa la guerra) non è una opzione per chi ha in mano i fili, è una necessità senza la quale il sistema smetterebbe di funzionare (per implosione, esplosione o spegnimento, a seconda di differenti situazioni).

Ricorderà gli antichi treni dei film western, ricorderà quel fischio caratteristico che affascina i bambini; come sicuramente saprà, quello non era un vezzo del macchinista, ma la necessità di tenere in giusta pressione la caldaia della locomotiva. Semplificando, la mancata fuoriuscita del vapore farebbe esplodere la caldaia.

Quindi la domanda: “Allora…. Perché provocare una crisi finanziaria di questa portata?”
Forse è retorica, essendoci una risposta scontata.
Come dire,“Allora.... Perché liberare il vapore tutto insieme?”
Perché la caldaia, l'hanno messa così sotto pressione, che altrimenti scoppia.

L'unica differenza dell'esempio della caldaia e del vapore, è che il sistema ha più elementi da scaricare per poter sopravvivere nelle sue forme occulte, attuali.
Alcuni di questi prodotti di scarico, li ha già descritti nei sui articoli; in questo caso mi sento in dovere di aggiungerne uno in particolare, forse il principale tra quelli che hanno bisogno di essere scaricati regolarmente: “l'usura”.

L'usura, intesa come ricevere un compenso a fronte di denaro imprestato, è un'attività proibita da tutte le religioni non distruttive, fin dalla notte dei tempi.
Sarebbe interessante chiedersi come mai.
I nostri antenati erano tutti cretini probabilmente, in caso contrario, i cretini, che si fanno prendere in giro, siamo noi.

Natale
(continua)

Anonimo ha detto...

(continuazione)
Oggi lo “stato italiano”, ufficialmente separa “l'usura” dai “tassi di interesse legali”, tramite una tabella ufficiale che indica ciò che è considerato usura ...
Nella tabella, i tassi usurai sono in media del 15-20% all'anno, con punte del 5% e del 24,50 % a seconda del tipo di operazione, ciò che è al di sotto questi tassi (variabili nel tempo) è considerato “interesse legittimo”.
Un poco come dire, se si ammazza un uomo con 15 coltellate è omicidio; se si ammazza con 3 coltellate, non è omicidio; ma puó essere che tra un anno anche le 15 coltellate non siano piú considerate omicidio ...

L'usura è la truffa per eccellenza, la più antica truffa, quando ancora non esistevano ne Signoraggio privato ne Riserva Frazionaria.
Bisogna pensare che il Signoraggio è diventato veramente lucrativo in tempi recenti, da quando si usa la carta - a corso forzoso e convertibile in niente -, al posto del metallo, legno, sale, riso, certificati degli stessi, etc.
Lo stesso dicasi della Riserva Frazionaria che diventa lucrativa solo nel momento in cui una sovrastruttura come uno stato sovrano, crea la sicurezza giuridica perché prosperi.
Comunque a titolo informativo, a tutt'oggi, nonostante sia tallonata dalle altre due, l'Usura rimane la truffa principale per accumulare ricchezze, tramite lo sfruttamento altrui.

Natale
(continua)

Anonimo ha detto...

(continuazione)
Fa più scalpore spiegare, come ci venga “venduto” un pezzo di carta, a un valore decine di volte superiore; o è più facile capire come, attraverso una legge, un soggetto possa “moltiplicare” il denaro di cui è in possesso; piuttosto che comprendere il sottile inganno che nel caso di un prestito (oltrettutto sempre garantito), l'interesse che si deve corrispondere, non solo, non ha giustificazioni in quanto é basato su uno scambio momentaneo (alla la pari), ma oltrettutto, tale quota di denaro-interesse, non é stato mai creata (messa in circolazione, stampata etc.), rendendo di fatto tale obbligazione impossibile da onorare.
Questa è la ragione perché, “usura” è una parola che si incontra difficilmente, nel suo vero significato, anche ai giorni nostri.

Torniamo alla nostra caldaia, e vediamo come rischia di esplodere a causa dell'usura.

L'usura ha un eccellente pregio per chi la usa: permette di ottenere flussi di ricchezze in veloce crescita esponenziale, senza sforzo, ma tramite lo sforzo/schiavitù del debitore.
L'usura ha un deprecabile difetto per chi la usa: permette di ottenere flussi di ricchezze in veloce crescita esponenziale, tanto veloce e tanto in crescita che dopo un certo periodo diventa evidente l'impossibilità del debitore di pagare.
Problema: diventa evidente anche al debitore.

La necessità del sistema di far accadere qualcosa, prima di arrivare alla situazione di cui sopra, è esattamente la necessità di tenere nascosto il trucco e perpetuare il sistema (o piramide), che in caso contrario crollerebbe.

Basta pensare ai debiti pubblici degli stati, a quelli privati di imprese e famiglie, al fatto che il valore delle quotazioni delle valute e basato sui differenziali dei tassi di interesse, etc. per rendersi conto che il nostro sistema è basato sull'usura.

Se consideriamo Usura, Signoraggio privato, Riserva Frazionaria, rendite di posizione, truffe e ruberie in generale, da una parte; e necessità di tenere occupata la popolazione dormiente, ipnotizzata dai mass media, dominata tramite il sistema giuridico, insicura a causa di abusi impuniti, terrorizzata in quanto isolata e divisa, alienata tramite eventi non compresi, violentata a causa di razionalizzazioni produttive, drogata tramite la medicina e la scienza, dall'altra; ci si rende conto come una crisi finanziaria sia il momento in cui la schiavitù aumenti di intensità e si estenda, come si evince chiaramente dalla spiegazione fornita dall'articolo; e come il sistema guadagni nuovi adepti e difensori tra le stesse vittime, tramite l'egoismo e il cinismo, derivanti dalla lotta all'ultima briciola per la sopravvivenza … combattuta nella cecità, dagli stessi schiavi presi in giro… tra le abbondanze e l'opulenza del nostro paradiso terrestre.

Natale

Anonimo ha detto...

Concordo pienamente con questo articolo. Mi permetto di aggiungere che un mare di soldi pubblici viene anche donato a vassalli e valvassori perche ci giochino e si divertano. Una prestigiosa associazione culturale tra amici, (ma con fondatori importanti e illuminati massoni) un prestigioso festival (sempre tra amici), una presentazione di un libercolo, sempre fra compagnucci di gioco, con (ab)buffet finale, un film che mai uscira' in sala, una rivista che non e' in edicola...un mare di nostri soldi, sprecato per far giocare i pupi.
Conte Senza Palazzo

B.S. ha detto...

"...La necessità del sistema di far accadere qualcosa, prima di arrivare alla situazione di cui sopra, è esattamente la necessità di tenere nascosto il trucco e perpetuare il sistema (o piramide), che in caso contrario crollerebbe...."

Temo che abbia ragione,
anche in virtù del fatto che la "guerra" è stata definita, magari a furor di popolo, "lavacro dei popoli"da tempi punici sebbene c'avessero avuto solo cavalli e poco vapore*)i western non so.

Hapi ha detto...

hello... hapi blogging... have a nice day! just visiting here....

Anonimo ha detto...

bisogna spazzare via la casta politica marcia e mettere al suo posto gente seria e onesta, al servizio del popolo, altrimenti il sistema criminale continuerà e la gente sarà sempre + schiava...

piso fabielli ha detto...

anonimus ventuni et zero uni.
Sed quid cazzu dicit?

Dubbiosa ha detto...

Buonasera a tutti. A parte il fatto che alcune tesi proposte in questo blog mi trovano d'accordo, compreso il tema sull'economia, mi chiedo e vi chiedo quanto segue. Ho letto il libro di Daniel Estulin Il Club Bilderberg. Senza voler fare considerazioni di sorta, perchè mi pare scontato che il mondo sia da sempre stato governato da sette segrete o meno ( comprese quelle religiose. Di unami risulta che si suddivida in Capitoli, proprio come la Massoneria. Non solo, parteggia per Il PD e a questa pare prometta soldi, oltreche di avere il Karma pulito, strofinando i cessi del Centro "Culturale"...) Ecco, di Estulin mi sono chiesta: come mai la Politoskajia ( perdonate l'italianizzazione, di russo me ne importa poco) e molti altri ( vedi affaire Mitrokhin ecc) sono stati fatti fuori senza tanti complimenti e questo ragazzino qui ne scrive a josa vedendosi offrire addirittura un assegno in bianco? Insomma, chi le cose le sa, lo ammazzano, lui che pretende di aver fatto la rivelazione del secolo, invece... ma non vi sembra una bufala? Scusate il disturbo. Cordialità.

Dubbiosa ha detto...

errata corrige: prometta voti , non soldi.

Anonimo ha detto...

Caro Paolo, la crisi finanziria come hai detto serve a redistribuire la ricchezza mondiale : tale trasferimento ( di denaro) va dal basso all'alto, cioè da moltissimi a pochissimi.Gli effetti distruttivi non sono ancora dispiegati ed il peggio deve arrivare . Dopo questo quadro " stimolante" la buona notizia . chi ha creato la crisi pensa di poterla controllare ma non è così, la controlla un'altro e quest'altro non ha gli stessi obiettivi di chi la creata .

Dubbiosa ha detto...

Suggerisco di indagare anche su questa Setta Buddista Internazionale, che di vessazioni ne fa parecchie a quanto pare.. inoltre, il suo "decalogo" sembra preso pari pari dal regolamento massonico.. Bisognaerebbe sapere, ad esempio, dove finiscono i soldi dati da chi ne fa parte; perchè alcuni ci lavoirano a tempo pieno ( alcuni pare si sianolicenziati da lavori ben remunerati per lavorare , pagati , in questa setta pseudo religiosa). Quando parliamo di controllo delle menti, bisognaerebbe allargare la propria visuale, a mio avviso. Bisognerebbe sapere come mai, in questa setta, vengono bandite le persone che "pensano", oppure professando questa la Pace nel Mondo, annovera invece personaggi di pubblica fama, che dell'odio e del disprezzo ne fanno un vessillo senza venir mai ammoniti dalla Setta in questione... che, ovviamente, parteggia PD, da sempre e ha pure suoi membri che, entrati in politica, si sono schierati dalla parte di Prodi, facente parte del gruppo Bilderberg... Signor Franceschetti, gradirei indagasse. Non è tutto oro quello che luccica.Infaghi e mi faccia sapere, che la seguo sempre con interesse. Non ravvisi però, in questo interesse, alcunchè di sospetto: sono una maestra elementare di Nola di Bari. Pensi un po'.

Anonimo ha detto...

Concordo con l'anonimo delle 17.05

Alessia ha detto...

Anch'io ho letto il Club Bildeberg e se da un lato mi ha aperto gli occhi su alcune cose dall'altro mi sembra strano che questo qui sia ancora vivo e che si metta a parlare tranquillamente in un vicolo buio con due emissari del Bildeberg senza che questi lo prendano, lo sparino e lo seppeliscano chissà dove. Boh.

Alessia ha detto...

Errata corrige: gli sparino

B.S. ha detto...

"Errata corrige: gli sparino"

macchevuoi sparare. che so? l'imbecillità statistica di quell'
Amon Göth in Schindler's list.
Proprio Amon Göth si chiamava quello, mah!? O a quella bambina col cappottino rosso? Rosso? (sic!)
O quella bella citazione dal Talmud:
"Chiunque salva una vita salva il mondo intero" - può darsi pensasse alla propria come Isaia nel deserto, clamantis.
Sarà vera quella citazione?
Chissà?
O queste? Che se quella bambina aveva più di tre(!) anni era messa male anche senza l'amon - non facciamo l'anagramma perché siamo di qua dall'Appennino essendo qua -:
"E' giusto per una bambina di tre anni avere rapporti sessuali.
(Talmud, Abodah Zarah, 37a, Kethuboth, 11b, 39a, Sanhedrin, 55b, 69a,b, Yebamoth,
12a, 57b, 58a, 60b)."
In effetti messa così è colpa sua*)
Non ci fosse stato Yeshoua o il Beccaria avremmo dovuto spararle.
Beh! Ciao!*)

Anonimo ha detto...

crisi creata dalle banche, ovviamente. e i governi sono proprio amici e servi delle banche, non certo del popolo, che sta sempre peggio...

B.S. ha detto...

B.S.
"Anch'io ho letto il Club Bildeberg e se da un lato mi ha aperto gli occhi su alcune cose dall'altro mi sembra strano che questo qui sia ancora vivo e che si metta a parlare tranquillamente in un vicolo buio con due emissari del Bildeberg senza che questi lo prendano, lo sparino e lo seppeliscano chissà dove. Boh."

Non l'ho letto, ma è altamente probabile che codesto costì faccia coSSì: due piccole verità e una grande corbelleria che s'ammanta di verità per l'effetto alone.
Povera verità!
Poveri filosofi, che a detta del Severino, son nati pure grandi, o meglio, la filosofia: neonata e già alla ricerca della verità.
Poveri noi sempre così necessariamente contemporanei*)
p.s. spero sia abbastanza chiaro per chi lo capisce. bye.

Davide ha detto...

Per Alessia.

Ho appena letto "Loro" di Jon Ronson. e anche in quel libro l'autore intervista membri del Bilderberg - non senza quale difficoltà iniziale.
Non credo ricorrano a delitti segreti di giornalisti semplicemente perchè non hanno bisogno di farlo: è l'indifferenza della massa che li rende invulnerabili.

Uno di loro ha la faccia tosta di rispondere a Ronson, che lo interroga circa l'assente copertura mediatica del convegno: "Ma mica vengono Pitt e la Jolie, a cosa vuoi che interessi alla gente di 4 vecchietti che parlano di politica internazionale?".
E sai qual è il problema, Alessia?
Temo davvero che abbia ragione.

Paolo Franceschetti ha detto...

Ciao Dubbiosa.
Mi puoi dire quali sono questi personaggi di cui parli annoverati dalla setta di cui parli (che presumo sia la soka gakkai, ma se non la e´allora indica qule e´).
e di espressamente cosa pensi in modo piu´esplicito altrimenti non posso rispondere.

ben ha detto...

Caro Paolo Franceschetti, ho letto l' articolo sulle tasse. Condivido pienamente, anzi l' obiettivo dei gruppi di potere è di creare il N.W.O. che è il nuovo ordine mondiale, alle loro dirette dipendenze. Con uno stato unico ed una moneta unica. Avevano iniziato questo programma durante il nazismo, lo sanno tutti infatti. Ma non ci sono riusciti proprio e paradossalmente per colpa o merito di Hitler che ad un certo punto si è ribellato ai manovratori e questi gli hanno fatto perdere la guerra. Così è stato preparato il piano della conquista dell' America e ci sono riusciti dopo l' omicidio di Kennedy con il cartello Clinton, Bush, ecc ( gli altri nomi non pubblici è meglio non farli). La manovra del disastro finanziario è l' ultima carta che stanno giocando per raggiungere questo scopo e non bisogna farsi illusioni con Obama, oltre a perché anche lui è parte del gioco: viene controllato a vista dai consiglieri che sono tutti parte dei gruppi di potere. Hanno già il controllo completo dell' energia, ci sono molte fonti alternative e non inquinanti già in funzione, ma le usano esclusivamente per loro. La ricerca spaziale della Nasa è un enorme spreco di soldi dei contribuenti che serve unicamente a mascherare il vero programma spaziale, come la guerra fredda è stata soltanto un gioco delle parti per tenere terrorizzata la popolazione, come è anche accaduto con l' attacco alle torri. Non è il luogo per dilungarsi, ci sarebbero una infinità di cose da dire e di prove da mostrare, volevo solo fare un appunto per l' argomento della evasione dei gestori di gioco. L' informazione non è esatta, io opero in quel settore e so che il sig. Grillo ha preso un abbaglio nel presentare questa vicenda. Non si tratta di evasione, ma di sanzioni comminate all' italiana e che giustamente i gestori della rete si sono rifiutati di pagare. Nessuno di loro avrebbe potuto mai pagare simili cifre, il loro giro di affari è lungamente inferiore. Ed hanno fatto pressioni per avere il riconoscimento delle loro istanze ritardando i versamenti degli incassi dei giochi. Si tratta di cifre molto diverse, centinaia di volte inferiori. Le sanzioni erano state comminate per una presunta inosservanza di normative tecniche poco chiare ed era stata elevata la sanzione moltiplicando il valore della singola infrazione per l' intero numero di operazioni eseguite. E' come se la stampante del registratore di cassa sbagliasse a scrivere un carattere e fosse applicata una sanzione di evasione dell' iva per tutti gli scontrini emessi anche se il versamento dell' iva era corretto. (Caso che è successo !) Dico questo solo per amore della verità, non certo per fare un appunto al testo, molto ben presentato. In fede, Ben Boux

Anonimo ha detto...

@ Franceschetti

c'è anche Moon, solo per fare un esempio, ma lì è sufficiente Steve Hassan....

B.S. ha detto...

"Non credo ricorrano a delitti segreti di giornalisti semplicemente perchè non hanno bisogno di farlo: è l'indifferenza della massa che li rende invulnerabili."
Sì, ma non sempre, per esempio:
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6176
Sarà il cognome (sic!, l'indifferenza della massa c'è comunque.
"La manovra del disastro finanziario è l' ultima carta che stanno giocando per raggiungere questo scopo"

Infatti ci fanno un film, a proposito di masse...:
http://www.apcom.net/newscultura/20090819_230800_4cf21bc_68713.html
Sezione cultura? Maha!?

E poi chissà che stanno combinando:
http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/economia/news/2009-08-19_119406458.html

Magari poi ci fanno un film "Per 4450 nomi", peccato Leone sia morto!

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/economia/news/2009-08-19_119406458.html

*)

Nick Carter ha detto...

x "dubbiosa"
Nola di Bari non esiste.
O lei e'una fan di Nicola Di Bari oppure
la sua credibilita' equivale a zero...

Galeazzo Gargiulo ha detto...

E guardate qui che bel filmetto in uscita ...

http://www.letredicirose.it/

eh eh eh

Dubbiosa ha detto...

Intanto signor NIck Carter, è un errore di battitura come mi sembra è solito si facciano. IO sono di Mola di Bari.
Al Signor Franceschetti dico che non c'è bisogno di altre precisazioni. Ma quel che dico è frutto di riflessioni. Mi sbaglio? Può darsi. Ma chi non sbaglia?
In quanto al signore che ha postato qualcosa su Schindler e sugli ebrei, ricordo che lo sterminio è stato pianificato per i sepharditi, ma non per gli askenaziti( non cavilliamo sul come si scrive che non ho tempo di guardarci). Grazie per le vostre risposte, comunque

B.S. ha detto...

"In quanto al signore che ha postato qualcosa su Schindler e sugli ebrei, ricordo che lo sterminio è stato pianificato per i sepharditi, ma non per gli askenaziti( non cavilliamo sul come si scrive che non ho tempo di guardarci)."

Sono una signora!
Sì, sì, ho letto. Nomi! Allora chiamiamoli "criminali" o "costruttori di muri".
Il Machiavelli, comunque, all'Albergaccio giocava a carte con gli amici*)

Anonimo ha detto...

L'INDIRIZZO GIUSTO PER SCARICARE LO STUDIO UFFICIALE SUGLI AEROSOL AEREI E' QUESTO


http://fixtheclimate.com/fileadmin/templates/page/scripts/downloadpdf.php?file=/uploads/tx_templavoila/AP_Climate_Engineering_Bickel_Lane_v.3.0.pdf

Anonimo ha detto...

la rosa del farmacista

autrice Candace Robb

Anonimo ha detto...

Leggete quest'articolo interessante:

IL SEGRETO DEL MIRACOLO ECONOMICO CINESE: IL GOVERNO POSSIEDE LE BANCHE ANZICHE’ IL CONTRARIO

[...]
Com’è possibile che il progetto cinese di ripresa economica funzioni così bene, mentre i nostri non funzionano per nulla? Forse la risposta è semplice: la Cina non ha mai permesso al proprio sistema bancario di sottomettere l’economia produttiva. Le banche cinesi lavorano per il popolo, anziché il contrario.
[...]

Max

Anonimo ha detto...

...peccato che poi la cina sia il prototipo del nuovo ordine mondiale, il paese in cui stanno mettendo in pratica e "facendo le prove" per il nwo...
(vedere endgame di alex jones)

MicheleR. ha detto...

Come sempre, perfetto.
Grazie Paolo anche per questo articolo, condivido tutto!

Michele

Anonimo ha detto...

in una vera democrazia il denaro è creato dallo stato, non certo da una banca privata! e infatti siamo in un folle sistema infame, dove il popolo è schiavo, altro che sovrano! :(

Bet ha detto...

Ciao Paolo,
condivido la tua analisi ed aggiungo (per esperienza diretta), che la crisi economica oltre a vessare i poveri cristi, rende schiavi anche coloro che ricoprono ruoli importanti nei quadri dirigenziali. Molti di loro non alzano la testa, lavorano oltre le 12 ore giornaliere perchè temono di perdere il loro status quo. Li vedi che si affannano, non dormono la notte, cercano tutte le situazioni possibili per non perdere i propri privilegi a scapito, ovviamente, di altri esseri umani. E così il gioco è fatto...rimangono in pochi ad aver la possibilità di porsi domande!
Bet!

Anonimo ha detto...

Hai ragione, Bet. Nell'antica Roma questi individue si chiamavano 'clientes': nulla e' cambiato. Persone cui viene dato qualche privilegio, scelti solo per la loro fedelta', l'obbedienza e spesso la ricattabilita'. A proposito, succede lo stesso in politica.
Conte Senza Palazzo

Anonimo ha detto...

Per il momento mi auguro che gli irlandesi il prossimo 02/10/2009 confermino il loro "NO" al Trattato di Lisbona, anche in considerazione del fatto che a noi italiani non ci è stato concesso il DIRITTO di esprimere la nostra opinione (funziona molto bene la nostra pseudo-democrazia).
Logicamente a livello di stampa questo non viene nemmeno ricordato, cosa che accadrà in seguito per "colpevolizzare" il popolo irlandese reo di decidere le sorti di tutto il blocco europeo quando sono solamente 1% della popolazione europea, qualora (come sembra) il "NO" prevalesse sul "SI".
Non centrerà nulla rispetto all'oggetto della discussione, ma credo che debba essere ricordato anche questo evento.
Colgo l'occasione di salutare tutta l'utenza del blog, in primis ovviamente Paolo e Solange, mi ha fatto molto piacere ritornare qui dopo alcuni problemini.
A presto, Moreno

B.S. ha detto...

(funziona molto bene la nostra pseudo-democrazia)

Avevo commentato prima di ri.ri...registrarmi*)

Riformulo: predicato di diritto naturale "falso" di democrazia, ma l'hanno già detto, d'altra parte fa rima con de.mag.gog.ia

Anonimo ha detto...

e che ne pensate dell obbligo di vaccinazione in italia per i ns ragazzi dai 2 ai 28 anni?? io sono ASSOLUTAMENTE contraria fa sempre parte del piano oscuro....RIFIUTATEVI..ci sono ottmi vaccinazioni e cure omeopatiche oscillococcinum, influenthia 200 ch e gelsemium 40 ch...bastano a proteggere e curare...Namaste

Dubbiosa ha detto...

Buongiorno. In riferimento ai miei precedenti post, suggerisco al Signor Franceschetti una ricerca semplice ed illuminante. Oltre alla costante attività politica in sostegno dei prodiani sinistresi ( si badi, io non sono di destra, sono democratica di quella democrazia che non c'è) vada a vedere chi è Aurelio Peccei che dialoga "simpaticamente" con qualche capo buddista, e chi è Gorbaciov, portato in trionfo come totem e salvatore di non si capisce cosa dal solito capo buddista. Se lei indaga sul Nuovo Ordine Mondiale, Massoneria e compagnia bella, e stila conclusioni interessanti, non può esimersi dal fare un'approfondita ricerca sul vero volto di certa gente e il loro decalogo per controllare le menti che, dediti a pulire i cessi del centro culturale, non si accorgono di stare nella cacca fino al collo. Si informi, ne scoprirà delle belle. Un saluto cordiale

Dubbiosa ha detto...

L'obbligo di vaccinazione non c'è ancora, è previsto un massicio acquisto per vaccinare tutte le fasce di età ad sclusione, pare, degli ultra settantenni: tanto quelli, muoiono di altro...

Anonimo ha detto...

e' una notizia di ieri sul tg 1....comunque l influenza uccide sotto i 50 anni al 80 per cento...e dato che e' stata creata in laboratorio...mi sembra chiaro lo scopo, vaccinazioni di massa per un influenza ch nel 90 per cnto dei casi si risolve senza uso di medicine in modo benigno....e ch ha una mortalita' inferiore alla comunissima influenza stagionale...be carefully namaste

Dubbiosa ha detto...

Le facilito il compito con una traccia: Club Bilderberg ( lei ne pubblicizza il libro) , Il Club di Roma. Sono la stessa cosa, come stessa cosa è Club di Roma e NATO. Chi è il Capo e fondatore del Club di Roma?... Aurelio Peccei. Proprio quello portato in trionfo dai buddisti e dal suo Capo. Una ciurma di ignoranti dediti a leggere solo e soltanto i libri indicati dalla Setta, il resto non lo leggono, sono troppo impegnati a fare lezioncine di vita.. non a caso per sapere come vivere la propria, hanno delle Guide e guida vanno a chiedere per imparare a vivere. Insomma, sono dei lobotomizzati. Quelli che si accorgono di qualcosa o che non si piegano, sono emarginati e non hanno mai una responsabilità all'interno, mentre coloro i quali mostrano genuflessione ai capi, hanno la resonsabilità di un gruppo oppure sono sempre promossi, fanno carriera veloce.. magari anche "praticando" da pochi mesi.. Indaghi e si interroghi.

Dubbiosa ha detto...

E se c'è l'obbligo della vaccinazione, come ci si rifiuta? Se la notizia è del tg 1 di ieri, che cosa bisogna fare? In america dicono che si può chiedere di diritto di scegliere la quarantena. A vaccinarmi non ci penso nemmeno....

Anonimo ha detto...

bisogna vedere cosa dice la legge..si puo sempre chidere un certificato medico per allrgia sai componenti della vaccinazione, mercurio in primis ed e' qullo che faro' per evitare a mio figlio la vaccinazione,dato che rientra nelle fasce di eta' previste...lui gia si e' vaccinato omeopaticamente e lottero' con tutte le forze per impedire la vaccinazione ci sono anche siti e petizioni da firmare se ne trovo le linko qui namaste

Anonimo ha detto...

http://www.thepetitionsite.com/1/a-universal-declaration-of-resistance-to-mandatory-vaccinations namaste

Dubbiosa ha detto...

Grazie, linkerò anche io se troverò qualcosa in merito. Però dubito che in Italia sarà obbligatorio. Da quel che so sono i francesi, svizzeri, inglesi e americani a volere obbligatorio il vaccino. Direi che diventa importante a questo punto un aggiornamento costante: troviamoci qui quando sappiamo qualcosa. Lo farò volentieri.

Anonimo ha detto...

ok namaste

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=gvBKkk1Rs-8 namaste

Dubbiosa ha detto...

Comunque, è strano che il tg1 abbia dato una notizia del quale non parla nessun giornale, cioè che il vaccino sia diventato obbligatorio.

Dubbiosa ha detto...

Ho visto i link, ma questo si riferisce all'america soprattutto. In Italia non è stato ancora dichiarato l'obbligo. In ogni caso, male non fa organizzarsi in merito :))

Anonimo ha detto...

HO POSTATO il link dl tg 1 2 post sopra guardalo

Dubbiosa ha detto...

il video si riferisce al 23 luglio; infatti nessun giornale di oggi riporta la notizia. Io credo ci sia un equivoco. Perchè i tg non parlano più del vaccino? Non credi che se fosse obbligatorio, punterebbero invece a far vacinare tutti con una campagna mediatica a 360°? Come intrpreti questo silenzio? Non sono convinta dell'obbligo per i cittadini di quella fascia di età. Piuttosto per il personale medico. E anche qui ho dei dubbi: chi controlla se effettivamente si vaccinano? e pur facendoci vedere eventuali riprese in tv, chi ci dice che nela siringa non cia invece "acqua e zucchero"? Propendo per la tesi del "terore", coltivando l'ignoranza col beneplacito deimedici, in maggioranza imbecilli o asserviti. Mi informo da amici medici di riguardo, cioè non-schiavi e vi saprò dire, appena possibile, qualcosa.

Dubbiosa ha detto...

http://www.agoravox.it/Eventuale-vaccinazione.html

Anonimo ha detto...

http://intermatrix.blogspot.com/2009/08/manifesto-universale-di-resistenza-alla.html ,,,namaste

Anonimo ha detto...

Esordisco dicendo che è stato un quasi piacere leggere i commenti a questo articolo ed è sempre utile tenere d'occhio questo blog.
In tanto tempo che seguo il lavoro del dottor franceschetti non ho mai commentato per ragioni di privacy e anche oggi lo faccio in maniera anonima anche se solo all'apparenza come chi si intende un minimo di informatica saprà infatti che rintracciare un pc è facile più che rintracciare un ufficio postale, ma vorrei evitare di rendere il compito troppo patetico per chi di dovere.
Le informazioni contenute nell'articolo con i compendi del signor Max sono piuttosto accurati, indicativi, ma comunque interessanti anche se tali informazioni sono note agli addetti ai lavori da quasi un secolo e più. Ma mi duole di dover dire che questi articoli si riferiscono ad un tipo di crisi economica passata, desueta e non ci riguarda più ormai. Si è diffusa infatti nelle nuove generazioni dei regnanti l'idea che ci si avvicini a un momento fondamentale della storia dell'umanità (del controllo dell'umanità) in cui i vecchi metodi e i vecchi sistemi stanno per essere messi in crisi dalle moderne tecnologie ed il solito controllo di matrice capitalista ha visto allargarsi troppo le maglie della sue rete, consentendo in potenza a troppi individui di passarci in mezzo e costituire delle comunità indipendenti e sostanzialmente libere ed autoalimentate, un discreta minaccia per la solita classe dirigente. Preferisco vedere rimanere questo blog aperto e quindi non entro nel dettaglio su come questo potrebbe avvenire. Rimane di fatto che occorreva invertire la tendenza e da un ventennio era in preparazione una sontuosa guerra mondiale che avrebbe permesso di protrarre il sistema nel 21° secolo come nel 20°, cioè mendiante una scarsità di beni provocata artificialmente da un decennio di guerra intensa e molto sanguinolenta. (le prime avvisaglie si sono registrate nella intermittente pubblicizzazione delle guerre intestine all'africa e degli scontri in medio oriente e il tutto è culminato nell'autoattentato dell 11/09 molto simile all'omicidio dell'arciduca ferdinando e all'attacco di perl harbour)e infatti si è giunti a vedere scrivere sul documento per il nuovo secolo americano "partecipazione americana alla democratizzazione della cina" (che per chi interpreta equivale ad una guerra planetaria) e alla presa di posizione della russia accanto all'iran. Come sappiamo neanche i regnanti sono tutti d'accordo fra loro e alcuni hanno probabilmente sostenuto che questa soluzione avrebbe potuto essere molto dispendiosa e il problema avrebbe potuto ripresentarsi molto facilmente e ingigantito.

Anonimo ha detto...

Si è quindi proceduto con un secondo sistema ovvero la crisi economica di gravità assoluta e soprattutto di portata mondiale perpetrata tramite (oltre ai soliti movimenti di alta finanza che sono fatti a tavolino e sono praticamente solo pubblicità)l'apertura di prestiti così detti a margine a persone chiaramente indigenti o che sarebbero diventate indigenti già dopo la prima parte della crisi. L'apice dovrebbe essere intorno al 2011 quando lo stato dovrà prendere attivamente il controllo della circolazione del denaro nel paese e dovrà finanziare massicciamente le banche per evitare che cadano fragorosamente. Chiaramente a questo segue la chiamata massiva dei prestiti a margine della bce e della federal reserve che causerà probabilmente l'insurrezione da parte della popolazione dei ceti bassi e medio bassi che si troveranno senza nulla. Qui L'europa dovrebbe vedere stabilizzarsi le cose per far fronte alla crisi la Ue diverrà con tutte le probabilità un solo paese dall'economia unica piuttosto in fretta in antitesi con il blocco orientale.Gli Stati Uniti vedranno la carestia già programmata per il 2013 aggiungersi all'insurrezione della popolazione e non potranno risolverla per via della povertà delle casse stremate dalla istituzione di una sanità pubblica. Ovviamente tutto questo è fittizio, è una grande manovra pubblicitaria, in realtà gli stati uniti saranno poveri perchè l'elite si trasferirà nuovamente in europa sogno che coltiva dalla partenza degli ultimi anni del 19° secolo e porterà con se i suoi preziosi capitali che verranno reinvestiti nella bce e facendo così dell'europa una delle due o tre super potenze che si formeranno.

Anonimo ha detto...

Con una mossa già in preparazione da un decennio messico canada e stati uniti diverranno progressivamente un solo stato con moneta unica: l'amero ovviamente dopo la soppressione violenta di una o dell'altra parte che rimarranno coinvolte nella guerra civile(che non sarà popolo contro banchieri ma ovviamente popolo contro polizia e l'esito dello scontro sarà deciso da che parte sarà presa dalle forze militari). Così si avrà cambiamento di confini in quattro massimo sei zone compatte di gestione del potere senza troppa spesa di infrastrutture ma con grande ridimensionamento della popolazione che sono entrambe cose positive per chi gestisce il potere. L'onda lunga della rivoluzione genererà un decennio di terrore mondiale che porterà la grande massa a supplicare per avere un microchip rfid impiantato nel cranio. Questo sopprimerà la possibilità di costituirsi in comunità indipendenti dal potere centrale. Questa è la distorta globalizzazione che hanno in mente.
Comprendo che detta così senza prove e senza molti dati a sostegno questa ipotesi sia vista come la solita tesi complottista da quattro soldi ma il non poter addurre prove è il solo motivo per cui io e tanti altri come me sono ancora vivi ed un buon vantaggio per tutti noi voi e soprattutto loro. Saluti.

Emanuele De Matteis ha detto...

Se la lotteria o il superenalotto, quindi la speranza di cambiamenti impossibili legati a fattori di una fortuna disegnata nei telegiornali di ogni giorno, se questa speranza, questa immaginata vita fatta di grossi numeri dentro un conto corrente, di beni creati per un lusso mai provato, di dimore più grandi e più calde dell'amore che ci vive dentro, se questa nuvola di fumo a forma di sorriso smagliante a 100 denti, se questa voglia di sentirsi vivi solo nell'idea di essere uno di quei s-fortunati vincitori, che vincitori non sono, perchè solo i vinti si attaccano a questi sogni a pagamento settimanale, che non hanno il coraggio di cambiare, di passare dalla parte opposta per scoprire veramente chi sono, SE loro stessi capissero di essere essere umani dotati di un cuore, bene allora scoprirebbero che il jackpot più alto del mondo non potrebbe mai superare il loro valore.
Siamo arrivati a questo? un falegname che scolpisce il legno ad arte, un sarto che imbastisce un abito con dita danzanti, un bambino che impara a camminare, una donna che si lascia andare, un vecchio che racconta la sua storia, un uomo che impara un mestiere, un gruppo di amici che ride a crepapelle, un medico che cura con dolcezza.... non c'è più nulla che possa interessarci in queste azioni.. tutto è spazzato via... da immagini di fila di gente che spende i soldi in lotterie, schedine etc.... hai bisogno di più tasse? Porta il tuo popolo a pagarle con il sorriso, con la speranza che forse avrà indietro qualcosa. Trasforma i debiti in sogni da comprare. La tua gente non ha tempo per fare sogni profondi e importanti, falle fare sogni superficiali, facili, economici.. falli durare a lungo. Non farli spezzare subito. Hai bisogno di loro. E loro hanno bisogno di te per continuare a sperare.. falli lavorare..... 12, 13 ore........ falli sognare 10minuti a settimana al costo di un caffè.. non farli pensare, non farli imparare.. falli rincoglionire.

Anna Sofia ha detto...

X Emanuele De Matteis
Hai tradotto in parole il mio pensiero e penso (e spero) quello di molti altri. Nei miei sogni non ci sono ville vuote d'amore, rispetto, risate e cultura. Nei miei sogni (che inseguo ogni giorno e che riuscirò a realizzare) c'è un oceano immenso fatto di cose ancora da imparare, scoprire, apprezzare, gustare. Amo la lettura, amo la musica, amo tradurre gli attimi in un unico eterno...
Ciao e grazie

Anonimo ha detto...

A proposito di crisi economica: sentivo l'altro giorno un noto politico, durante un invito in senato, dopo aver detto poche parole ai pochissimi accanto a lui sulla presunta/aleatoria attuale crisi economica, le seguenti parole: sugatemi tutti u paddu! I licenziamenti? In tempi apparentemente più opulenti ce ne sono molti di più.

A - Tossico ha detto...

http://ethelweis.splinder.com/

con tanto di signorina pronta per essere sacrificata !

Anonimo ha detto...

si paolo...
è vero..
più una persona è presa dalla sua piccola (e sempre dignitosa) quotidianità meno avrà tempo per un ulteriore "evoluzione".
a questo ci ho pensato molto in quest'ultimo anno.
cosa possiamo fare quando l'uomo, già individualista per natura, non può divincolarsi da un sistema , una società che altrimenti lo scarterebbe?
muoversi collettivamente è pressochè impossibile perchè ci sono persone (e molte) che nonostante certe "verità a loro scomode" abbassano la testa e vanno avanti; altre addirittura mi darebbero del ciarlatano, del cantastorie, perchè è inutile negarlo.... finchè non si prova FAME non si combatte; e i vertici questo lo sanno benissimo.. infatti loro sapranno sempre quanto possono stringere la nostra cintura.
..é quello che temo. ne vale la pena? gente facciamo veramente qualcosa. un saluto a tutti coloro che amano la vita e la verità

BARRABAS

Anonimo ha detto...

la crisi in italia è molto grave e non oso pensare ai prossimi mesi... ma ovviamente il ducetto infame e i suoi moltissimi servi se ne fregano, tanto loro non hanno certo problemi economici, mentre molti milioni di persone li hanno eccome, purtroppo.

Anonimo ha detto...

SCUSATE NON C'ENTRA NULLA COL POST PERO':
a ROMA esiste una società chiamata LA ROSA ROSSA srl in via DEI GEORGOFILI...
capito? una societa chiamata cosi in una via cosi importante per note vicende!!

qualcuno lo sapeva gia oppure ha qualche info in piu?
grazie

Anonimo ha detto...

ahahah c'ha ragione piso fabielli

Anonimo ha detto...

Dopo un assedio durato mesi l'Islanda si è arresa!!!!

L'Islanda verso l'Unione Europea
24-08-2009

Ratificata dal Parlamento la richiesta di adesione, ora all'esame della Commissione Europea.


La crisi economica, l'impennata spettacolare della disoccupazione e il crollo della moneta nazionale hanno spinto il governo islandese a chiedere l'adesione all'UE, ed il parlamento a ratificarla con uno scarto ridotto tra favorevoli e contrari. La candidatura è ora all'esame della Commissione Europea. Il percorso è facilitato, rispetto a candidati come la Croazia o la Turchia, dal fatto che l'Islanda è già membro dell'Area Economica Europea e dello spazio Schengen.

Anonimo ha detto...

brontolo: ottimo articolo, anche se alcune cose sono ripetute, perché presenti nel precedente articolo; ammetto per esperienza diretta che è davvero così, ma vorrei far notare che sarebbe interessane un articolo scritto da lei, professore, e volto a smascherare un altro grande trucco del sistema ovvero le “categorie professionali”. Sarebbe interessante una sua analisi dei fatti che ora proverò a illustrarle pur nella pochezza del mio linguaggio e, per farmi comprendere, farò alcuni esempi di quello che intendo dire citando alcune categorie professionali.
Inizio dai farmacisti: ora sicuramente nessuno se la sente di dire che quelle persone pulite, educate in camice bianco che gentilmente ti ascoltano dietro un bancone di una farmacia, vendano del veleno; nessuno ma di fatto è così. Per diventare farmacisti bisogna studiare anni e anni materie difficili, sostenere esami complicati e poi cosa vai a fare? Vai a vendere veleno dietro un bancone! L'80% dei medicinali è puramente tossico distrugge l'organismo, lo indebolisce e, in molti casi, provoca la morte. Basti pensare al “Vioxx”, eppure non conosco farmacisti che hanno avuto crisi di coscienza anzi lo vendevano alla grande! E poi, i vari morti ammazzati da questo farmaco che fine fanno? la colpa è di tutti e di nessuno. Altro caso grave sono i vaccini: sono tremendi contengono mercurio, danneggiano la salute e pregiudicano la qualità della vita delle persone. Malgrado ciò vengono, venduti tranquillamente e le famiglie sono galvanizzate per iniettarli ai propri cari e ai loro figli perché cosi fan tutti. Conosco indirettamente persone che hanno avuto la nascita di figli autistici a causa dei vaccini eppure non vogliono vedere, pensare e accettare che è stata, in parte, la loro cieca fiducia nel sistema a portare questa orrenda conseguenza nella loro vita, sanno che in questi casi si è soli. Comprendo che i farmacisti dopo aver studiato anni e anni non se la sentono, pur sapendo benissimo che alcune cose sono nocive, di mettersi contro il sistema farmaceutico che letteralmente li mantiene in vita a patto che loro, però, distribuiscano, sorretti dalla credibilità degli studi fatti, prodotti mortali che ammazzano - lentamente o velocemente - le persone. Questa è, secondo me, una delle cose più astute che il sistema abbia elaborato: incastrare le persone nel meccanismo delle professioni! Semplicemente geniale avvolgere le persone della vanità e del confort che alcune categorie professionali danno per non mettersi contro nessuno, visto quello

Anonimo ha detto...

2 parte brontolo:che si perderebbe. Far sì che uscirne abbia un costo di vita personale ed economico elevatissimo tale da rendere, non conveniente farlo.
Quando poi si parla di altro, del tipo di uomini dello Stato che sanno troppo e che vengono fatti fuori ma che prima erano riccamente stipendiati, c’è da dire che, purtroppo, il diavolo non ha amici.
Altro esempio parliamo dei giornalisti. Essi sono una figura terribile e retorica, si frappongono tra la verità e le persone quindi la loro funzione è filtrare la prima dicendo ciò che il potere vuole che si sappia, impostando alcune interpretazioni di comodo degli assoluti. Il principio è più o meno quello della “diceria di paese”: si ripetono menzogne affinché divengano verità. Pochi giornalisti si sono ribellati al sistema e, quei pochi che lo hanno fatto, sono misteriosamente scomparsi. Un altro compito del giornalista è quello di renderti impotente spettatore, di farti sembrare Golia sempre molto, molto grande, nel senso di riempirti di sfiducia in te stesso. Spesso trasmissioni tipo report che Barnad ha definite “la fabbrica del dissenso” ti fanno credere che questa gente sia potente e immortale, invincibile e indistruttibile e che metterti contro di loro nulla accade perciò si può solo denunciare e tremare. Ma non è cosi. Riempire di sfiducia la gente è un metodo forte per controllarla, Ghandi senza fare guerra a nessuno mise gli inglesi alla porta. Quello che conta però è che nessuno si senta importante che tutti si sentano piccoli e impotenti, miseri e bisognosi della protezione del potere. I giornalisti incentivano questa visione. Di fatto spesso indicano soluzioni, incanalano, preconfezionano la protesta, ti contengono nel senso di dire: tu se devi protestare lo puoi fare solo così. Anche quando trasmettono trasmissioni di denuncia.
Altra cosa, nel tempo il sistema di sfruttamento che lei, professore, ben spiega (anche se a mio avviso avrebbe dovuto maggiormente evidenziare la questione del signoraggio della moneta) si compone di un’ altra perla di rara intelligenza. Dopo aver letto il suo blog sono andato a rileggermi alcuni autori e mi sono reso conto che erano strane le cose che dicevano, ambigui chiaro scuro. Alcuni facevano più o meno velate allusioni alla massoneria. Le faccio l’ esempio di James Joyce in “Gente di Dublino”. Rilegga il capitolo “Gran bazar Arabia” e vedrà una citazione qua e là e mi sono giustamente chiesto: perché si studiano queste persone? perché

Anonimo ha detto...

la massoneria vuole che si studino? Vede tutti questi autori, come anche Carducci, hanno strane connotazioni esoteriche. Essi vengono esaltati a pilastri della letteratura italiana, vengono studiati e viscerati ma, sinceramente, chi mi dice che questi siano i migliori di quel tempo? Chi mi dice che questi non veicolino dentro di loro strani messaggi? Perché sono così famosi? Alcuni vantano premi Nobel ma le persone, nella stragrande maggioranza dei casi, neanche sanno che lurida persona fosse Nobel e come mai fosse cosi ricco.
Veniamo alla categoria degli avvocati, la più tremenda di tutte poiché è la più esposta. Un mio amico avvocato mi diceva che man mano che stava facendo pratica si rendeva conto di quanto questa categoria professionale si esponga alla corruzione. In nome di un supposto principio di difesa non viene messo nessun guinzaglio morale, nulla di nulla. L'avvocato deve fare di tutto per liberare il suo assistito, il lecito e l’illecito, mentire o ingannare fa parte della tecnica difensiva; è così che gli avvocati di Berlusconi giustificavano alla Lega le varie leggi ad personam, leggi che venivano sempre confezionate per slavare il loro assistito e che moralmente si giustificavano con la suprema regola che la persona va difesa dall'avvocato indipendentemente della sua colpevolezza. Non so se vi è mai capito di guardare in faccia gli avvocati penalisti; hanno un viso orrendo, sporco, occhi bui di chi è abituato alle maggiori sporcizie morali di chi è immerso nel buio. È una professione tremenda! Davvero, poiché molti avvocati penalisti sono corrotti e sinceramente non ci mangerei nemmeno un panino insieme. Un autore russo diceva che ogni uomo è responsabile della faccia che si ritrova, nel senso di espressione. Talvolta il sistema di potere, dopo aver usato questi avvocati li fa fuori, con certi strani, stranissimi suicidi di legali. Ma mi si contesterà che nel processo esiste una terza parte - un giudice - al di sopra dell'accusa e della difesa che sovrintende. E qui viene il bello, chi sono questi giudici ??? Se andiamo a leggere i loro curriculi vitae, nella maggior parte dei casi, questi sono figli di giudici e la cosa è interessante perché ti chiedi se esista un gene che fa diventare una persona un giudice. Mi pare curiosa la cosa.
Altra stranezza in merito a tale professione, ultimamente, non so se lo ricordate c'è stato un grande scandalo perché all'esame di magistrato hanno dovuto bocciare quasi tutti i candidati non perché

Anonimo ha detto...

brontolo:non conoscessero la materia (questo era scontato) ma perché faticavano a scrivere in un italiano decente. Non riuscivano a scrivere in un italiano elementare e qui ti spaventi e parecchio e ti chiedi come sia possibile che questi, avendo sostenuto esami universitari con esito positivo, addirittura dottorati e nientemeno alcuni sono pure avvocati, che abbiano fatto strada.
Un altro caso curioso è avvenuto nella provincia di Napoli dove un giudice donna, che faceva parte della commissione esaminatrice, volendo far passare una sua protetta che era stata bocciata si è introdotta nella notte in cancelleria, ha cambiato nella busta il testo scritto in modo da giustificare il ricorso ma, essendo mostruosamente cretina, invece di fare una sola fotocopia del testo ha premuto il tasto sbagliato e ne ha fatte tantissime, facendo il giorno dopo scoprire tutta la truffa. Un giudice di Napoli lo hanno dovuto sospendere perché la tipa andava in barca a vele, partecipava a gare internazionali piuttosto che essere puntuale alle udienze e quando le hanno chiesto conto della sua condotta anomala lei ha risposto che difendeva l'Italia in quella azione e che i mali della giustizia sono altri. Potrei continuare all'infinito con questi aneddoti se leggete un libro intitolato “la Casta” ne avrete una vaga idea. A questo punto però si fa strada una mia ipotesi semplice, semplice ma proprio perché semplice mai detta e confessata da nessuno e cioè quella che i giudici siano scelti, di proposito, tra le persone meno capaci e intelligenti poiché essendo basso il loro livello culturale e morale siano esposti a sentenze shock e ce ne sono parecchie. Mi sembra che in Russia durante il periodo di Lenin si facesse cosi. Quando capita quel raro caso di giudici onesti e intelligenti si è visto che fine fanno questi. Nella Bibbia Mosè riceve l'ordine da Dio di nominare dei giudici, questi dovevano essere persone sagge che godevano di una grande reputazione presso il popolo; ciò fa capire l'essenzialità della giustizia nella vita umana e quanto inquinare e storpiare questo meccanismo sia un danno alla vita sociale. Ci sono conflitti che richiedono una soluzione equa sennò si bloccano e si rovinano le vie delle persone. Da un lato la giustizia italiana permette che si facciano cause stupidissime e inutili che, ovviamente, ingolfino e blocchino il sistema in modo che cause importati non vengano mai celebrate fino in fondo, dall’altro lato gli avvocati campano grazie a cause pretestuose e inutili laddove tranquillamente un avvocato e un poliziotto potrebbero

Anonimo ha detto...

brontolo:risolvere la cosa. Inoltre succede spesso che i giudici vengano seppelliti da carte e questi, così sommersi, giustamente secondo loro, non si leggono nulla relativamente a memorie difensive o quant'altro e quindi buona parte del processo; di conseguenza emettono sentenze degne di un ubriaco. Altra cosa grave, succede che spesso il migliore dei giudici sia comprabile in un modo o nell'altro e, se emette sentenze giuste, lui stesso se ne meraviglia, in alcuni di questi casi egli se ne scusa come fece un giudice di Bari che aveva definito mercenari quei tre tipi che si erano fatti catturare in Iraq e che si fece un gran trambusto per liberarli. Quando poi la cosa è inevitabile poiché forte è la pressione sociale, allora vengono fuori le sentenza della scuola Diaz, assolutamente miti, visto i fatti gravissimi dimostrati e accertati e vedete questa è davvero la cosa più grave di tutti poiché, alla popolazione, viene insegnato che in pratica se si fa del male si viene assolti ma se si fa del bene si è ignorati e puniti, o meglio tenersi nell'illegalità intanto sei tranquillo. Non mi ha stupito che Cesare Previti comprasse il giudice mi ha stupito che la cifra per comprarlo fosse così bassa tanto che qualunque cittadino vendendosi una casa potrebbe anche lui comprare un giudice. Lo so che mi ritenete assurdo in questo ragionamento ma riflettete con me: di quante sentenze giuste ed eque avete sentito parlare ??? Per queste mie osservazioni sono stato, pesantemente, attaccato in un post che avevo scritto ed ovviamente sarò ignorato in questo ma mi sento di voler dare un mio piccolo contributo al pensiero. Questa è la verità e la tocchiamo con mano tutti i giorni. Per cambiare il sistema sinceramente non c'è bisogno di molto ma dobbiamo cominciare da noi stessi e in noi stessi. Un tempo mi dicevo che da grande avrei voluto fare l'avvocato ma quando mi sono reso conto di quanto, per molti versi, fosse lurida la cosa ci ho rinunciato. Certo sono un fallito agli occhi di molti ma mi sento tranquillo con la coscienza, so che nessuno verrà mai indotto a pagarmi per poi credersi, falsamente, da me aiutato.
Vedete ognuno di noi è messo in una situazione in cui deve per forza finire a fare la fine del topo, nel senso correre in una gabbietta per un pezzo di formaggio; si può lamentare ma deve correre anzi la lamentela lo aiuta a tirare avanti come dire mal comune mezzo gaudio. Ma se il topo si fermasse non corresse e accettasse tutto il vituperio che ne deriva dal correre di sicuro le cose cambierebbero.

Anonimo ha detto...

brontolo :Cito un esempio stupido, stupido ma non sono intelligente quindi non vi aspettate grandi cose: una volta una ragazza all'università venne da me urlando e distribuendo volantini e dicendo che volevano fare una riunione dove contestavano la Comunità europea e le multinazionali, era vagamente comunista credo. La guardo e lei si aspetta da me lunghi discorsi di geopolitica economica ma le dico unicamente: vuoi contestare le multinazionale semplice non bere più la Coca cola, vuoi contestare la Comunità europea non andare a votare cosi non sarai partecipe dei loro misfatti, non voti e consigli ad altri di fare così. Vedete mandare De Magistris al Parlamento europeo è stato un colpo da geni del sistema è come averlo messo dentro la mafia per cambiarla è ridicolo ma geniale, più o meno come fa Grillo a manipolare il sistema del dissenso controllandolo e addomesticandolo, facendo sfogare le persone nelle loro frustrazioni, in pretese stupidissimi cosi da tenerle quiete, quiete dando loro un contentino. Sapete se andate a vedere il video dei funerali degli agenti della scorta di Borsellino vi renderete conto di quanto i politici siano andati vicino al linciaggio. Dunque perché il potere consente alcune cose meramente perché, in realtà, non le consente solo che gli sfuggono di mano. Una banale verità è che non si può controllare tutta l'umanità, non si può tenere al guinzaglio sei miliardi di uomini, è impossibile e non è mai prevedibile la vita loro. Questo quelli del sistema lo sanno ma vogliono farvi credere che voi siete formiche che potrete essere schiacciate e controllate quando e come si vuole. Ma non è cosi! Se così fosse non avrebbero da spendere tutti questi soldi, queste energie e questo tempo per portate avanti il loro satanico progetto. Sappiate un’altra cosa, Dio non si sta mordendo le unghie dal nervoso per tutte le loro furberie e - di questo Dio - loro hanno enorme timore. Sapete, tante cose nella storia sono andate storte. Riporto un esempio, Mussolini non doveva essere ucciso ma imprigionato però non si riuscì a salvarlo difatti il partigiano corrotto, il quale lo doveva salvare, arrivò in ritardo e per questo motivo ebbe un esaurimento nervoso.
Potrei menzionare molti altri esempi pertanto coraggio Dio è sempre seduto sul Suo Trono! Credo di aver detto tutto.

Anonimo ha detto...

l'articolo dice cose vere purtroppo e qui siamo quasi tutti d'accordo. i pochi troll vadano pure a trollare altrove.

Anonimo ha detto...

brontolo:?

Anonimo ha detto...

brontolo, non era per te...

frittomister ha detto...

Concordo pienamente che il denaro possa/debba essere considerato carta straccia.
Ma in generale è tutta la proprietà privata ad essere "solo" una convenzione sul possesso.
Cosa vuol dire che tizio possiede dei terreni (cioè beni solidi, tangibili)? Che c'è un pezzo di carta (contratto) che sancisce questo diritto di possesso. Ma se noi ci svegliassimo dalla catalessi e non riconoscessimo più l'autorità che ha stabilito questa condizione? I padroni del mondo che possiedono appunto i beni reali (terreni, immobili, materie prime) in un secondo non possiederebbero più nulla. E' tutto un gioco di manipolazione mentale. Anche se immagino che gli avvocati inorridiscano all’idea di fregarsene dei contratti:)

Kat ha detto...

Ovazione per Brontolo.

Anonimo ha detto...

la proprietà privata va bene, è un diritto quasi dovunque, il problema è questo sistema criminale, dove il popolo non è affatto sovrano, altro che democrazia...

Anonimo ha detto...

L'Associazione italiana per la difesa degli animali e dell'ambiente (Aidaa) ha inviato alla Procura della Repubblica di Verbania un esposto in cui si chiede di indagare sulla sparizione di 142 gatti, avvenuta tra il 1 luglio e il 22 agosto scorsi nei pressi delle cittadine di Stresa, Baveno e Verbania. Secondo l'associazione, i gatti, tutti maschi castrati e di cui ben 84 di colore nero, potrebbero essere stati rapiti per venire utilizzati in riti esoterici

cives ha detto...

Facciamo un esempio con una parcella emessa da un professionista (medico, avvocato, notaio, ecc..). Lo stato ti dice che la tua aliquota è del 50 per cento. Ma è falso. Perché quando io faccio una fattura da 1000 euro, il 50 per cento va in tasse, ma il 20 per cento è l’Iva, a cui si aggiunge l’IRAP (circa il 4 o il 5 per cento) e la Cassa (che per noi avvocati è il 10 per cento). Il che significa che di quelle 1000 euro ce ne rimangono in tasca 200 o 300 circa.


scusa paolo ma la cassa è il 2%. poi tu il profesionista è soggetto passivo iva che per il gioco della rivalsa non è inciso di quel 20% di iva. per cui se il tuo compenso è mille, ci aggiungi 200 di iva (che alla fine pagherà il cliente) più il 2% cpa. su irap non so, io sono contribuente minimo. ma credo dovrerst rettificare, te lo dico con tutta la stima di chi ti segue da anni...ma non capisco come possa dire queste cose

Galeazzo Gargiulo ha detto...

Eh eh eh ragazzi,

il trucco c'è e ne parlerò in un prossimo, sempre più prossimo, imminente, scoppietante post sul mio blog ...

occorre diventare sostituti di imposta

stay tuned ... eh eh eh

Paolo Franceschetti ha detto...

Cives...

il 2 per cento e' quello che noi professionisti chiediamo al cliente.
Ma versiamo alla cassa il 10 per cento del fatturato.
Bada... il 10 per cento non del guadagno, o dell'imponibile. Ma del FATTURATO che e' una cifra altissima perche', a seconda dei costi che hai avuto, si traduce in una somma molto piu' alta del dieci per cento di tasse.
Infatti alcuni professionisti pagano piu di cassa che di tasse.

Ti faccio un esempio.

Se hai incassato 100.000 euro, ma hai avuto spese per 100.000 euro, non darai allo stato nulla, ne' di Iva nè di tasse.
ma darai sempre il dieci per cento del fatturato.
Quindi quell anno avrai incassato 100 e speso 110.
Una follia, specie a fronte di quello che si ha in cambio di questi versamene esosi.

fd esq. ha detto...

grazie paolo. se passo l'orale mi servirà :)
però sull'iva non chiarisci

Segretius ha detto...

Concordo pienamente che il denaro possa/debba essere considerato carta straccia.
Ma in generale è tutta la proprietà privata ad essere "solo" una convenzione sul possesso.
Cosa vuol dire che tizio possiede dei terreni (cioè beni solidi, tangibili)? Che c'è un pezzo di carta (contratto) che sancisce questo diritto di possesso. Ma se noi ci svegliassimo dalla catalessi e non riconoscessimo più l'autorità che ha stabilito questa condizione? I padroni del mondo che possiedono appunto i beni reali (terreni, immobili, materie prime) in un secondo non possiederebbero più nulla. E' tutto un gioco di manipolazione mentale. Anche se immagino che gli avvocati inorridiscano all’idea di fregarsene dei contratti:)"

hai colto l'essenza del...tutto.

Come il "debito pubblico":il parlamento, o meglio il popolo, con altri metodi, a scelta, decide che viene annullato. Si puo' decidere tutto, in democrazia, purchè sia la maggioranza che lo decide.
E l'Imps?
Vogliamo parlare dell'Imps? Cosa si nasconde dietro quello che si vuole fare passare per un ente di previdenza? Cosa si può dire di un ente che obbliga operai, commercianti artigiani (NON I PROFESSIONISTI!) a pagare, pena sanzioni usuraie, un valore che oggi è considerevole, al punto da cambiare la vita a chi lo versa, ma quando la pensione verrà percepita, a patto di essere ancora in vita, non permetterà di vivere nemmeno dignitosamente? E chi gode di questo valore che mensilmente ci viene estorto? Insieme alle pensioni sociali e alle reali prestazoni previdenziali l'Imps, correggettemi se sbaglio, paga pensioni di centinaia di migliaia di euro a centinaia di migliaia di persone, sulle quali sarebbe opportuno saper di più: cos'hanno fatto, che incarichi avevano certi personaggi, chi ha versato per loro e quanto, perchè hanno maturato tali pensioni? Non mi stupirei se tra queste persone trovassimo dirigenti di enti pubblici, più o meno inutili, magari uomini dei servizi segreti, e chissà chi altro, cui lo stato ha garantito, oltre che inviolabiltà e protezione, anche una pensione d'oro.......

Emanuele De Matteis ha detto...

La colpa non è dei dittatori, dei presidenti, delle aziende che sfruttano la gente.. Se ti innamori di questa persona e quest'ultima ti tradisce, o meglio tradisce ciò che per te non andrebbe fatto ma per lei no... di chi è la colpa? di chi soffre o di chi fa soffrire? se esistono dittatori è perchè c'è gente che ne permette l'esistenza.. Non possiamo dire che il mondo sia nato nella gentilezza dato che gli stessi animali si ammazzano per vivere... il sangue esce sempre purtroppo .. ma il cervello ci è stato dato per questo no? per trovare l'equilibrio. cosa che gli animali hanno ma senza evoluzione. QUANDO LA CONSAPEVOLEZZA RAGGIUNGERA' OGNI SINGOLO INDIVIDUO IL MONDO PASSERA' ALL'EVOLUZIONE DELLA MENTE IN SFERE PIù ALTE..

LEONIDA ha detto...

mitico articolo e mitico Brontolo. Standing ovation

Anonimo ha detto...

La proprietà privata, intesa come possesso di terreni, nasce con la violenza del piu' forte quando l'uomo scopre l'agricoltura: da nomade l'uomo si ferma a coltivare il suo orticello. All'inizio c'era tanto spazio, ma la vita dei campi era dura: il neoliticontadino si scelse un bel posticino in riva al fiume, disboscò, arò e rese vivibile il suo campo che bastava a mantenere la sua famiglia; così fece il suo amico vicino di campo che scelse un terreno adiacente per avere un aiuto in caso di emergenza (a quei tempi c'erano anche molti animali feroci in giro). In giro però c'era anche il solito scanzafatiche intelligente e violento circondato da suoi idioti scagnozzi senza scrupoli: vide che i campicelli erano belli e produttivi e allora pensò di appropriarsene e prendere lì dimora. Arrivò, spaccò un po' di teste, terrorizzò tutti e "inventò" così la proprietà privata e la schiavitù. Poichè anche altri balordi avevano avuto la sua stessa idea con altri poderi nei paraggi, si mise d'accordo con loro per non avere troppe grane. Quando i capetti furono in molti, si organizzarono per fare razzie intorno a suon di pietrate (il ferro ancora non c'era), ma il piu forte però costrinse gli altri ad "eleggerlo" capo (nacque così il nuovo ordine mondiale). Il capo iniziò a fare leggi (ovviamente tutte a suo vantaggio), iniziò a manipolare le masse, iniziarono i primi intrighi di palazzo (o meglio di palafitta) e vissero tutti infelici e scontenti...
+c.s.p.b.+

Anonimo ha detto...

il cancro economico del mondo sono le banche e non a caso questa grave crisi è stata causata proprio da quelle. la proprietà privata si può limitare, ma abolirla mi pare assurdo, ormai lo hanno capito pure in cina... l'importante è togliere alle banche il loro enorme e infame potere.

frittomister ha detto...

Personalmente ritengo utile riconoscersi vicendevolmente un diritto al possesso di determinati beni. Ma bisogna rendersi conto che è appunto un riconoscimento reciproco, che dovrebbe essere finalizzato all'interesse collettivo, quindi all'equilibrio. E non un dogma intoccabile come dall'alto si vuol far credere.
Nessuno è autosufficiente, chiunque per mangiare e soddisfare tutti i bisogni primari necessita degli altri. Chi è in cima alla piramide ha bisogno della base per campare. Se la base capisse il suo ruolo potrebbe chiudere il rubinetto che alimenta il malefico occhio luminoso e spegnerlo.

Anonimo ha detto...

per fortuna la proprietà privata è un diritto fondamentale in tutto il mondo o quasi. il problema non è quello...
"meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione."
(henry ford)

Anonimo ha detto...

>per fortuna la proprietà privata è un diritto fondamentale in tutto il mondo o quasi. il problema non è quello...

E' un diritto fondamentale sancito da chi è proprietario. Il Problema è proprio quello...
Bada bene, non sto parlando della proprietà dei beni di uso quotidiano, ma della proprietà delle risorse (suolo acqua energia aria)
+c.s.p.b.+

Anonimo ha detto...

Slim: segretius, giuste osservazioni, ne so qualcosa per esperienza personale. Ma nn si dice Inps?

Segretius ha detto...

Lapsus...probabilmente intendevo istituto massonico di previdenza selettiva!

Anonimo ha detto...

io parlo del diritto sancito dalla costituzione! e ovviamente il problema non è quello...

Tello ha detto...

@ Segretius

Da ex inpsiano devo correggerti. L'Inps restituisce in prestazione una cifra molto superiore a quella accantonata con la contribuzione. Il break even (IN MEDIA, per il FPLD) è all'undicesimo anno di pensione. Dall' undicesimo anno in poi, il sopravvissuto, godrà di un reddito superiore alla riserva matematica attualizzata accantonata con la contribuzione.

Questa la matematica. Ed è per questo che l'Istituto ogni anno scopre e rifiuta i "falsi dipendenti". In genere sono mogli che i mariti assumono al fine di garantire loro la pensione pubblica. Pagando un tozzo di pane come contributo dipendenti. Il fenomeno si è attenuato con il contributivo (break even all'undicesimo anno): con il retributivo era una cosa semplicemente scandalosa.

Anonimo ha detto...

Come ci si impicca nella spalliera del letto?

Vi sembra un "caso completamente delineato"?

----------------------------

ANSA:

MADRE UCCIDE FIGLIO NEONATO E SI IMPICCA A GENOVA

GENOVA - Una donna ha strangolato il proprio figlioletto di appena due settimane e poi si è tolta la vita impiccandosi. L'omicidio-suicidio si è consumato in un'abitazione di corso Martinetti a Genova. Sul posto sono intervenuti gli investigatori della squadra mobile che stanno conducendo un sopralluogo ed i sanitari del 118. Secondo le prime informazioni trapelate in questura il bambino è stato ucciso nel letto con un cavetto di alimentazione per telefoni cellulari. Madre e figlio erano in casa da soli.

Secondo prime sommarie informazioni, il cadavere della donna, sarebbe stato trovato vicino a quello del figlioletto. La donna si sarebbe infatti impiccata alla spalliera del letto. A trovare i due corpi privi di vita sembra sia stato il padre della donna, che aveva le chiavi di casa, preoccupato perché la figlia da ieri sera non rispondeva al telefono.

Si era trasferita da poco a vivere nell'appartamento nel seminterrato di una palazzina di pochi piani di corso Martinetti, nel quartiere di Sampierdarena, Sabrina Ricci, di 35 anni, la donna che stamani intorno alle 8 é stata trovata morta impiccata vicino al suo figlioletto di appena 19 giorni, strangolato. I vicini di casa per ora preferiscono non parlare, ma quei pochi che si lasciano sfuggire qualche parola, raccontano di una donna che viveva da sola col proprio bimbo.

Secondo indiscrezioni raccolte, sembra inoltre che il padre del piccolo non avesse voluto riconoscere il neonato, elemento questo che potrebbe aver aggravato la depressione post partum. Intanto il medico legale che ha fatto la prima ispezione sui due cadaveri, Andrea Leoncini, farebbe risalire la morte a ieri, tra il tardo pomeriggio e la sera. La donna si è impiccata alla spalliera del letto usando un cordino di nylon, mentre il piccolo è stato strangolato con un cavo di alimentazione per telefoni cellulari.

Dopo il sopralluogo, gli investigatori della squadra mobile si sono allontanati col padre di Sabrina Ricci, che è stato accompagnato in questura per ulteriori accertamenti ed in particolare per ricostruire il contesto in cui la tragedia si è consumata. Del caso si occupa il sostituto procuratore Vittorio Ranieri Miniati.

PM, RAPTUS LEGATO A DEPRESSIONE - Sarebbe stato un raptus legato alla depressione post partum all'origine del gesto di Sabrina Ricci, che dopo aver strangolato il figlio di appena 19 giorni, si è tolta la vita impiccandosi alla spalliera del letto nel suo appartamento, in un seminterrato di una palazzina di corso Martinetti, nel ponente di Genova.

E' quanto ipotizza il pm Vittorio Ranieri Miniati che si occupa del caso. Domani il sostituto procuratore, che per atto dovuto ha aperto un fascicolo per l'omicidio volontario del bimbo (fascicolo destinato ad essere archiviato data la morte della responsabile), conferirà l'incarico dell'autopsia sui due cadaveri al medico legale Andrea Leoncini. Intanto gli investigatori della squadra mobile stanno ascoltando i familiari di Sabrina Ricci. Oltre a questi sarà ascoltato anche il padre del bambino (informato con una telefonata), che non aveva riconosciuto il figlio alla nascita.

Dagli elementi raccolti emerge una situazione di disagio, dovuta anche al fatto che Sabrina Ricci era disoccupata. Ma non di degrado: l'appartamento dove si è consumata la tragedia era pulito e ben ordinato ed il bambino ben curato. Non sono stati ravvisati segni che lasciassero presagire quanto è avvenuto. Ma la vicenda, almeno sotto il profilo investigativo e giudiziario viene definita come ormai "completamente delineata".

Anonimo ha detto...

Slim: grazie della spiegazione segretius. :)

Segretius ha detto...

Tello senz'altro non ti sbagli.

Ma temo che vi siano cose poco chiare anche se il sistema è diventato contributivo invece che retributivo come suol dirsi. Perchè il punto che toccavo era quello diciamo così dell'attualizzazione del valore dei contributi, lo si può capire facendosi fare un preventivo di accantonamento a fini pensionistici da un'assicurazione privata:pur con il capitale "garantito" e un minimo di interessi anch'essi garantiti, diciamo un 2- 2,5 %, i denari versati in 20 o 30 anni alla fine saranno un "capitale" che non vale un cazzo. Quando li versi hanno un potere d'acquisto (sopratutto te li puoi godere immediatamente, o ci puoi comprare-cosa sempre consigliata-qualcosa che un valore reale ce l'ha !), dopo si riducono ad una miseria, alla faccia dell'attualizzazione. Il fatto è che chi versa oggi non versa per la propria pensione di domani, ma per la pensione, e non solo, di altri che ne godono oggi i vantaggi. Con la svalutazione pazzesca del denaro questo è inaccettabile e nonostante il sistema sia cambiato diventando appunto di tipo contributivo (fermo restando che i coefficienti non sono uguali per tutti)sarebbe ora che i versamenti pensionistici e la loro destinazione fosse una scelta dei singoli, e non di meccanismi pseudo-matematici completamente slegati dal valore reale delle cose.

Ma vorrei sapere nome e cognome e attività svolta da coloro, e sono tanti, che percepiscono pensioni da centinaia di migliaia di euro..
così, una curiosità, tanto per sapere.......

Tello ha detto...

No, non mi sbaglio. E parlo con piena cognizione di causa.

Il discorso che fai tu, Segretius, è un discorso generale, sul rendimento degli investimenti finanziari da accumulazione. Va bene quando si parla di fondi privati. Ma non si applica ai trattamenti pubblici dell'Istituto.
Il fallimento del terzo pilastro a favore del trattamento pubblico dovrebbe significarti qualcosa.


E' un discorso complesso. Ma il trattamento che assicura l'Istituto non è dipendente da un risultato finanziario dell'investimento del montante, pur se eventualmente garantito in un minimo. L'Istituto non investe nulla in nessun mercato. E' un trattamento che è direttamente ancorato alla retribuzione e che è finalizzato ad assicurare una quota parte dell'ultima retribuzione. Costante (con la rivalutazione) e perpetua (anche se si arriva a centoventi anni...).

E' un sistema balordo. Destinato a generare debito pubblico. Troppo generoso e del tutto svincolato dalla realtà. E questo nessun fondo privato potrebbe mai assicurarlo. Nel tuo primo post mi era sembrato che parlassi contro l'Istituto. Ed ho pensato: "ecco. Un altro sapientone che crede che le banche o le assicurazioni private rendono più dell'Istituto". Ora capisco che facevi un discorso più generale.

Segretius ha detto...

Non è proprio una questione di generosità.
Un qualsiasi fondo, quale è l'Inps, che gestisce capitali nel lungo periodo, come anche i fondi privati, è una fogna atta a togliere fondi più che a darne. Come dicevo, che generosità si può attribuire a un fondo che mi fa pagare oggi cento per restituirmi dopo tanti anni il valore di cinquanta (PARLO DI POTERE DI ACQUISTO). L'inps non investe nulla in nessun mercato ma è proprietario di parte della Banca d'Italia, non so se mi spiego, ma quell'"investimento" potrebbe essere un'enorme buco per tutti noi, chi lo sa!
Non sono a favore dei fondi privati perchè il concetto della "liquidità" da me espresso, si applica ancora di più ad un "gestore" privato che, se usa al mio posto i miei soldi, mi sta ancor di più sul cazzo. Ma ti rendi conto di quanto sia preziosa la disponibilità del denaro, e non è un caso che appena in banca vedono che hai tre euro di troppo sul conto ti costringano quasi ad investirli, vincolarli, così hanno loro la DISPONIBILITA' DEL TUO DENARO. La disponibilità del denaro è potere, anche i tuoi tre euro marci che hai sul conto sono il tuo potere. Inps, banche e lo stato italiano ladro di contendono questa disponibilità del denaro dei cittadini per utilizzarlo nel peggiore dei modi, e comunque sempre a sfavore dei legittimi proprietari. Se pensi che hanno tolto anche la disponibilità del tfr, con l'assenso dei sindacati, una sicurezza in caso di perdita del lavoro che ora non c'è più........
infine la questione del terzo pilastro: se non è partito è perchè dopo che uno ha pagato, parlo di uno stipendiato "base", 500,00 euro al mese di inps, più le varie imposte, costi di affitti o mutui, non gli restano neanche pane e cipolla!

p.s.
Nonostante la svalutazione del denaro,prova a mettere in un fondo, anche il più ladro, che ti da il 2 % composto e il capitale garantito, 500,00 euro al mese per trentacinque anni e guarda il capitale finale che ti salta fuori.... e allora tu mi dirai, ma tra trentacinque anni quel capitale non varrà più nulla....ma almeno li puoi avere disponibili TUTTI subito dopo i trentacinque anni, invece la pensione saranno i tuoi soldi già decurtati e poi centellinati fino alla tua morte!

Modi diversi per vedere la stessa cosa.....

Dubbiosa ha detto...

Ma non avete nulla da dire sulla Vaccinazione di massa h1n1 / Nuovo Ordine Mondiale/ Massoneria?, siete tutti tranqui?

Anonimo ha detto...

Tranquillo fece 'na brutta fine.
Conte Senza Palazzo

Tranquillo ha detto...

bruttissima fine, me lo ricordo come fosse ieri !
ma come quel famoso uccello di fuoco (?) rinasco dalle mie polveri sottili (scia-chi-mistiche) e sono ancora al Vostro fianco nella lotta al fottuto rosicrucianesimo ! ! !

EEEE VVAAAAIIIIIIIIII !!!!!!!!

democrito ha detto...

Caro Franceschetti,

Seguo da qualche tempo il suo lavoro, che trovo decisamente interessante.

Naturalmente non so quanto ci sia di vero in ciò che lei afferma, ma di certo c’è che spesso la realtà è molto più inverosimile della più sfrenata delle immaginazioni.

Non so molto della massoneria, se non qualche cosa letta, qui e lì in qualche libro, per la maggior parte di estrazione cattolica o cristiana, dove si dimostra che costoro, non solo vedono il diavolo dappertutto, tranne che in casa loro dove non si sono certo risparmiati nel combinarne di tutti i colori, ma anche di una completa ignoranza in materia di simbolismo (metafisica che e all’origine di tutte le religioni, compresa la loro e quelle loro antagoniste, quali la massoneria stessa).

In quest’epoca di confusione, i simboli metafisici sono interpretati in modo degenerato, come nel caso più famoso, che è quello della svastica.
Il simbolo dei rosa-croce, la croce d’oro e la rosa rossa, è un simbolo molto antico, la cui origine si perde nella notte dei tempi ed è presente, in varie forme, in tutte le culture del mondo. Acquisito dall’esoterismo medioevale, in particolare riguardo la leggenda del Santo Graal, si rifà al Sacrificio Divino. In chiave cristiana potremmo dire che la croce rappresenta Gesù Cristo, che si offre in sacrificio per la remissione dei peccati, mentre la rosa è il calice che ne raccoglie il sangue (pertanto la rosa e rossa). La croce è anche l’intersezione dei raggi di una ruota (il mulino di Amleto) che rappresenta il movimento dell’universo nello spazio e nel tempo, ovvero il divenire, mentre il suo centro rappresenta il motore immobile che tutto muove, pur rimanendo fermo, ovvero la Divinità o, meglio ancora, il Sacro Cuore di Gesù.
Non si tratta quindi un simbolo satanico, ma metafisico, che ci porta un messaggio di antica sapienza.
Ora, che un’organizzazione criminale quale la rosa rossa, faccia proprio un simbolo esoterico, come già successo nella vicenda del nazional-socialismo, allo scopo di giustificare, ai suoi stessi occhi, il proprio operato, è il segno evidente della degenerazione dei tempi in cui viviamo.
Il sacrificio divino, che indica all’uomo la strada del sacrificio interiore (dell’ego), diventa la giustificazione dell’esatto contrario, poveracci!

Mi piace pero pensare che, vi sia un tempo in cui la Tradizione venga restaurata. Ma quel tempo rimane al di fuori della Storia, intendendo per Storia l’insieme dei documenti scritti, con i relativi studi critici sui testi. La vera Metafisica è, e può essere solo trasmessa, in modo orale, da essere umano ad essere umano. In questo caso, ma solo in questo caso, gli scritti si deteriorano, ma le parole restano.

Certo, che però la paranoia esiste. Lei stesso si dichiara Buddista, e tutti noi sappiamo che Buddha significa Illuminato (illuminati di Baviera, illuminismo, lucifero come portatore di luce, ecc.). Lei dichiara di fare della meditazione, che noi sappiamo (per averlo letto nei libri cattolici) essere, insieme a tutto il movimento new-age, uno dei maggiori veicoli di Satana per far credere all’uomo di potersi elevare fino a Dio e quindi indurlo a peccare di orgoglio. E per ultimo, ma non come ultimo, lei dichiara che le piace, e consuma, la nutella, prodotta dalla Nestlè, una delle peggiori organizzazioni criminali a livello planetario. Quindi come fare a crederle del tutto?

Scherzi a parte, penso che in ogni epoca, accanto alla degenerazione ci possa essere spazio per l’integrità. Il serpente è spesso rappresentato con 2 teste e vale la pena cercare anche l’altra faccia della medaglia, se non altro x evitare di contrapporre alla paura, la noia.

democrito ha detto...

Per ritornare nel tema del presente post, devo concordare con chi dice che la proprietà è soltanto una convenzione, stabilita da chi detiene il potere, a proprio vantaggio. Prova ne sia che il reato di usura è applicabile nei confronti del comune cittadino, che presta del denaro a qualcun’altro, ma evidentemente non è applicabile a banche e società finanziarie, che inventano prodotti (vedi carte revolving ecc.) che hanno il preciso scopo di fregare il prossimo, ma sono perfettamente legali, pur facendo intascare alle società emittenti interessi, per l’appunto da usura.
Mi ricordo anche di un caso di qualche anno fa, dove una tribù pellerossa, fece causa allo stato americano, rivendicando il possesso di un isola che avrebbe dovuto appartenerle, in virtù di un trattato firmato dallo stesso presidente degli stati uniti oltre 100 anni prima, ma mai rispettato. Naturalmente persero la causa.
La legittimità, nella Storia, è un abuso del più forte ai danni del più debole, in modo che il primo, oltre a godere i frutti della propria posizione, possa accusare il secondo di illegittimità e in caso questi si ribelli, di terrorismo.
D’altra parte al cambiare delle condizioni, si ha un cambiamento del senso del diritto e ciò che prima era assolutamente legittimo, dopo non lo è più. A volte i proprietari diventano servi e viceversa, mentre a volte tutto cambia, proprio affinché nulla cambi realmente.
Di certo c’ è che la tanto osannata democrazia, sta producendo frutti avvelenati. La corruzione, l’affermazione degli elementi peggiori nelle stanze dei bottoni, l’ingiustizia diffusa, il ribaltamento dei ruoli naturali, sono insiti nel sistema. Si potrebbe quasi dire che il sistema è stato creato apposta per facilitare una dissoluzione di qualunque valore umano, morale o etico che dir si voglia. Non esistono valori o ideali a cui valga la pena di appartenere o credere. Tutto è marcio e allora ci si dedica a se stessi, non nel senso alto del termine ovvero alla ricerca del sé, ma nel senso più deteriore, all’esaltazione dell’ego, che poi è l’esatto contrario del simbolismo del vero significato della croce con la rosa.

Anonimo ha detto...

in realtà il sistema attuale non è affatto democratico e la gente infame che è al potere non è certo al servizio del popolo...ormai dovrebbe essere ovvio...

Anonimo ha detto...

@ democrito

la Nutella è prodotta dalla Ferrero non dalla Nestlè. La Ferrero non è proprietà di nessuna multinazionale e quest'anno ha ricevuto il riconoscimento di prodotto equo e solidale e particolarmente attento all'ambiente (ha rinunciato all'olio di palma perchè lo sfruttamento delle palme porta ad un danno ecologico rilevante ed uso un altro olio più costoso, senza peraltro aver aumentato i prezzi al consumatore).

Anonimo ha detto...

E' prerogativa di qualsiasi azienda presente sul mercato mondiale trattare affari sporchi:
di Gabriella Meroni

In breve, la notizia è questa: la Ferrero è sotto processo in Gran Bretagna e in Italia con l’accusa di truffa. Avrebbe, secondo l’accusa, avallato la “sparizione” (ovvero la trasformazione) di un’azienda turca che commercia in nocciole per evitare di pagare a due banche, una giapponese e l’altra belga, circa 23 milioni di euro. La sentenza è attesa all’Alta Corte di Londra per fine mese (o al massimo per inizio giugno); in Italia le cose sono un po’ più complicate perché non si riesce a saperne molto: nessun giornale ne ha scritto, le bocche sono cucite ovunque. Incredibile no? Mica tanto.

La Ferrero è da anni l’azienda che più investe in pubblicità sui mass media in Italia. Si è confermata al vertice della classifica anche nel 2008 (seguita da Vodafone e Wind), e pure nei primi due mesi del 2009. Ecco perché non leggerete nulla di questo processo su nessun giornale, mentre avete letto dappertutto lo scorso 8 maggio che la Ferrero è l’azienda «più affidabile al mondo» secondo l’annuale inchiesta del Reputation Institute. La ricerca - ci hanno informato i mass media nostrani - è stata condotta intervistando più di 60 mila persone in 32 Paesi, che hanno appunto indicato il colosso di Alba come l’azienda mondiale più degna della loro «fiducia, ammirazione, rispetto e stima». Certo, probabilmente nessuno di loro sapeva che è accusata di truffa, altrimenti forse i risultati sarebbero cambiati (o forse no, la Nutella è troppo buona, o chi lo sa, comunque il quadro informativo a oggi non è completo). Vi chiederete: come ho fatto a sapere del processo contro la Ferrero? Semplice, l’ho letto sulla Bbc, l’unica che ne abbia parlato. Ho anche chiamato il giornalista che ha scritto l’articolo, Anthony Reuben, che si è molto stupito di apprendere che in Italia nessun mezzo di informazione abbia dato la notizia, dal 2002 (quando il processo è iniziato) a oggi.

Poi, insieme al collega Riccardo Bagnato ho telefonato a un famoso giornalista di Torino che da anni segue le vicende di Ferrero scrivendone per uno dei maggiori quotidiani del paese. Stranamente, ce lo hanno passato subito. Sapeva del processo? Certo, anche se «non se ne occupava personalmente». Ne ha mai scritto una riga? No. Perché? «Ma scusate, la Ferrero è l’inserzionista numero uno della stampa», ha risposto. Ah, ecco. Che domanda stupida, eh?

Anonimo ha detto...

Il peggio è che i soldi presi dallo stato invece di usati per i cittadini munti) rifiniscono in un particolare circuito di economia pivata, che a sua volta controlla lo stato e che a sua volta potenzialmente minaccia su diversi fronti il cittadino.
Ciò che lo stato prende in tasse/imposte viene dato alle Banche, alle industrie farmaceutiche (i vaccini per la suina chi li pagherà? E da dove proviene il virus?),ad incentivi molto mirati, alla "sicurezza" pubblica volta ad incrementare lo stato Orwelliano (es.le telecamere ovunque) e così via........
Che tristezza inltre la lettura di un articolo a proposito della donazione degli organi e del prevedibilissimo traffico che c'è dietro. E' un ultteriore aspetto del cittadino-mucca da mungere che merita la tua attenzione. Cittadini poveri in paesi poveri, sani ma in stato di bisogno per pochi soldi vendono i loro organi, rivenduti a loro volta a cifre astronomiche....Mi sembra che oltre i tre quarti degli organi donati hanno questa provenienza...
Syg

Anonimo ha detto...

brontolo:sono lieto che le mie riflessioni vi siano piaciute, ho intenzione di sviluppare meglio alcuni punti, ci sto lavorando. Un caro saluto a tutti

Anonimo ha detto...

Molto interessante e ben scritto.

Vorrei aggiungere una precisazione:

invece di lamentarsi di tanti docenti che perderanno la cattedra, speriamo innanzitutto che sia un incentivo agli studenti di domani che facciano meno gli idealisti andando a studiare lettere per poi finire a fare i professori disillusi e frustrati; inoltre, una volta per diventare docente avevi esami su esami in cui dovevi preparare tutto lo scibile, adesso, grazie alla SSIS, che forse finalmente la Gelmini elimina, ogni esame porti la stessa tesina di 20 pagine e oltre quella i ragazzi non sanno niente.

Saluti, Domenico

matteo ha detto...

Il tipo si è messo il passamontagna perchè si vergogna delle stronzate che dice vero?

Anonimo ha detto...

LONDRA - Un tribunale britannico ha prosciolto il gruppo Ferrero da tutte le accuse che erano state mosse a suo carico in merito al suo coinvolgimento su una presunta truffa sulle forniture di nocciole in Turchia. Con una corposa motivazione, di oltre 270 pagine, il giudice Justice Briggs ha respinto le tesi che erano state sollevate da due banche, per una vicenda che risale al 2002 e che lo stesso magistrato britannico ha riconosciuto esser stata molto lunga. apcom

Anonimo ha detto...

11 settembre e crisi finanziaria
consiglio a tutti di leggere l' investigazione fatta da Cristopher Bollyn
in cui fornisce nomi e volti dell' organizzazione coinvolta nell' 11 settembre.

certo, ancora non si hanno abbastanza elementi per inchiodare i mandanti,
ma un notevole passo avanti è stato fatto per smascherare gli esecutori dell' 11 settembre
e dell' attuale crisi finanziaria

Solving 9/11 : Complete Book Now Online
stefano1

Anonimo ha detto...

"Oppure, quando la tesi del suicidio o dell´incidente sarebbe cosi´ridicola che pure Emilio Fede, Mentana, e Liguori si rifiuterebbero di accettarla, arrivera´un pazzo isolato e fara´fuoco, come accadde a Gandhi, Martin Luther king, Jonh Lennon, Jonh Kennedy o Papa Giovanni Paolo II"

io ci metterei pure michael jackson, che scriveva dei testi improntati sui temi dell'amore universale (we are the world, heal the world...), dell'autodeterminazione dell'individuo (man in the mirror) del no al razzismo (black or white), dell'informazione manipolata (tabloid junkie, xscape) del riscaldamento globale (earth song), della guerra (we've had enough) e potrei continuare...

nel momento in cui era al massimo della popolarità globale - andando a toccare fasce sociali ed etnie che nessun musicista aveva mai raggiunto - scattarono le accuse di pedofilia, molto dubbie - per usare un eufemismo -
ora è morto in circostanze misteriose, alla vigilia del suo rientro.
mi sono interessato alla sua vicenda, da inguaribile complottista, e la sua vita e ciò che ha dovuto subire sono un'ottima scuola per carpire i segreti della manipolazione mediatica e la paura che ha il sistema di queste figure mondiali che propagandano valori universali come la fratellanza, l'uguaglianza e la pace.

dacci un occhio paolo se ne hai tempo perchè è interessante.

un tuo affezionato lettore.

Stefania Nicoletti ha detto...

Anonimo delle 16:56

Tutto il topic su Michael Jackson sul forum:

http://poteriocculti.mastertopforum.biz/morto-michael-jackson-vt1044.html

E' completo e ricco di informazioni, e quindi un po' lungo... 10 pagine :-)

Alberto ha detto...

Cos'è lo stato?

Se siamo noi vuol dire che siamo dei masochisti, incapaci, idioti per almeno il 50% dei risultati ottenuti.

Se invece lo Stato è un'istituzione completamente predata dai pochi privilegiati, tutto si spiega.

Si possono trovare argomenti a favore dell'una o dell'altra ipotesi, a non finire.

La verità sta necessariamente in mezzo, ma non al centro, ed è in continua variazione d'equilibrio.

Invidio gli avvocati per la loro cultura sul diritto, che giudica responsabilità e sancisce il valore della legge. Tuttavia da profano sento puzza d'ignoranza, ipocrisia, approssimazione e soprattutto alienazione dal buon senso, da quel difficile equilibrio del giudizio sulle cose del mondo, spesso attribuito a figure modeste e concrete come il padre di famiglia.

Quando il re è nudo e tutti lo vedono, il diritto mostra le sue crepe, ma non le alternative. Non avremo mai la cultura sufficiente a depurare il giudizio da ogni stortura, bisogna accontentarsi di approssimazioni al meglio, senza stancarsi di urlare che quando è troppo è troppo, come ora.

Anonimo ha detto...

puliga ha detto nel 2009:
purtroppo c'è gente che si beve come un bicchier d'acqua la farneticante affermazione che "il mondo è controllato da 20 famiglie".

è vero! in effetti magari è una sola :D
http://www.informarmy.com/2010/06/i-rothschildpadroni-del-mondo.html

grazie paolo. di tutto, davvero, perseveranza inclusa.

claudio

Anonimo ha detto...

Ti segnalo, gli ultimi video di Paolo Barnard, forse anche qui si può trovare qualche buon spunto per capire cosa sta succedendo nel mondo e nel nostro paese.
http://www.youtube.com/watch?v=tb9yN1WVpFw&NR=1
C'è ancora una cosa che mi crea perplessità. Se il lavoro sta diminuendo a vista d'occhio, come farà a risollevarsi l'Italia, il prelievo delle tasse su quali s tipendi verrà fatto?
Insomma un gatto che si morde la coda

Anonimo ha detto...

Sembrerà un "caso"..ma le previsioni fatte in questo articolo 2 anni fa, si stanno (purtroppo) avverando...alla faccia di quelli che dicono che i Complottisti siano tutti dei paranoici..o_O

Emil ha detto...

Ho letto con molto interesse tutti i tuoi post. Complimenti, sei una persona in gamba.
Io ho un blog che parla ti motivazione, crescita personale e spirituale, che di questi tempi penso possa servire a tutti per trovare il giusto approccio alle sempre piu crescenti difficoltà. Passate a farci un giro =)
www.faibrillarelatuavita.com

Anonimo ha detto...

Fermo restando che non scarterei mai a priori nessuna ipotesi o teoria complottista, finora, documentandomi nel corso degli anni, ne ho dedotto per che molti eventi straordinari particolari famosi ci sono sia gli indizi, che le prove di un complotto. Tuttavia non vedo le prove, né indizi schiaccianti per tutti i complotti economici di cui si parla in più sedi. L'Occidnete sta declinando e invecchiando rapidamente, con crescita della popolazione nulla o negativa, non può più sfruttare il resto del mondo a suo piacimento: i primi a farne le spese sono le masse occidentali e la medio, piccola borghesia. I cosiddetti "cattivoni", le elite finanziarie, altro non fanno che gestire le immense ricchezze accumulate dai propri paesani occidentali: fonsi pensione, risparmi, assicurazioni, fondi neri, ecc. O dove vanno a investirli? Dove c'è crescita economica e sfruttamento della mano d'opera da parte delle multinazionali. Insomma: quanti cazzi volete, "NOI OCCIDENTALI?

Firmato: CRITICVS