Psyops, 70 anni di guerra psicologica in Italia

Psyops, 70 anni di guerra psicologica in Italia
Dalla prima guerra mondiale al trattato di Lisbona

martedì 23 giugno 2009

La Rosa rossa e il problema delle prove.




1. Premessa ed un parallelo: la mafia. 2. Le prove del sistema massonico. 3. Le prove dell'esistenza della Rosa Rossa. 4. Conclusioni



1. Premessa ed un parallelo. La mafia.
Questo articolo si salda con il precedente “L’omicidio rituale e le difficoltà di accertamento”. Lo scrivo infatti per rispondere una volta per tutte a quelli che mi ripetono, un giorno si e l’altro pure, che non ci sono prove dell’esistenza della Rosa Rossa. E che non ci sono prove del collegamento con tale ordine, nei tanti omicidi che insanguinano l’Italia. In questo modo ogni volta che qualcuno tirerà fuori il problema delle prove rimanderò a questo articolo.

Iniziamo da un parallelo. La mafia.



La massoneria ha molte cose in comune con la mafia; entrambe sono organizzazioni complesse, strutturate in più livelli compartimentati e secretati all’esterno, con il fine del controllo del territorio e del potere. La grossa differenza tra le due organizzazioni è nella dimensione (la massoneria è un’organizzazione su scala mondiale, le varie mafie invece operano a livello prevalentemente locale, anche se poi la loro potenza si estende in tutto il mondo).

L’altra differenza sta nel fatto che la massoneria è un’organizzazione esoterica; le varie mafie no. Tuttavia le mafie hanno in comune qualcosa con l’esoterismo massonico, in quanto anche queste si esprimono con un loro simbolismo particolare, che può essere riconosciuto e decodificato solo da chi conosce tali organizzazioni; alla persona che parla troppo si taglia la lingua, a chi ha visto troppo si cavano gli occhi, ecc… inoltre per accedere nelle varie mafie ci sono rituali diversi, ma che comunque hanno molto in comune con i rituali massonici (non a caso il rituale di ingresso alla ndrangheta è preso pari pari dal rituale di ingresso alla massoneria

Ora immaginiamo che qualcuno, venuto da un altro paese, e che non sa nulla di vicende italiane, chieda a noi, a un qualunque cittadino italiano informato sulle vicende del nostro paese “mi sai dare delle prove dell’esistenza della mafia?”, quale sarebbe la risposta?

Che di prove ne esistono a bizzeffe. Vediamo quali.

Primo. Il sistema del sud Italia.
Secondo. I processi.
Terzo. La letteratura.
Quarto. L’esperienza diretta.

Cominciamo dal sistema.

Da decenni era palese a chiunque che il sud viveva in un clima diverso rispetto al nord; un clima che era fatto di estorsioni sistematiche ai commercianti, un clima che si traduceva nell’impossibilità di fare qualsiasi indagine perché le attività degli inquirenti si arenavano quasi sempre. La situazione era ben descritta da Sciascia nei suoi libri, e trasposta in numerosi film (confessioni di un commissario di polizia al procuratore della Repubblica, ad esempio).

Fino agli anni 80 però c’era chi, nonostante tutto, negava l’evidenza e sosteneva che la mafia non esistesse, nonostante i rapporti tra politici e mafia fossero stati oggetto degli atti di numerose commissioni parlamentari d’inchiesta.

Dopo il maxi processo di Palermo e le rivelazioni di Buscetta divenne acclarato anche processualmente che la mafia era un’organizzazione piramidale, complessa, e che controllava capillarmente il territorio Siciliano.

C’era cioè un sistema che era visibile alla maggior parte degli osservatori, giornalisti, scrittori, magistrati, ecc… Ma finche non si arrivò al maxiprocesso di Palermo c’era ancora una sorta di dibattito tra i complottisti e non complottisti, cioè tra coloro che dicevano che il sud Italia era in condizioni peggiori del nord per ragioni culturali, per una serie di “coincidenze”, ma che non esistesse un sistema criminale organizzato. Era tutto un caso, e non c’erano prove dell’esistenza della “mafia”.

Poi si potrebbe citare, al nostro interlocutore venuto da lontano, i numerosi libri e le testimonianze lasciate da tutti coloro che si sono occupati del fenomeno mafia. Abbiamo quindi i libri di Falcone, di Caponnetto, Carlo Palermo, Nando Dalla Chiesa, Pino Arlacchi, fino ai recenti libri di Travaglio, Grasso, ecc… Una letteratura vastissima, che racconta, appunto, il sistema mafia.

Infine. Al nostro interlocutore potremmo consigliare di fare esperienza diretta. Di parlare con chi è incappato nelle maglie della mafia, da Benny Calasanzio, a Salvatore Borsellino, Tano Grasso, Maria Falcone, comprese persone meno note, come un mio carissimo amico che ha perso due fratelli a causa della Camorra.

E poi si potrebbe consigliare di andare nei vari posti di mafia e verificare di persona.

Chi c’è stato sa di cosa parlo.

Andando per l’hinterland napoletano, ad esempio, Casavatore, Casal Di principe, Grumo Nevano, Frattamaggiore, Afragola, si respira un’altra aria; sembra di stare in un altro mondo, diverso da quello cui siamo abituati qui al centro e al nord. Servizi pubblici quasi inesistenti. Legalità, almeno all’apparenza, inesistente: ragazzini che girano in tre senza casco sul motorino (e poi ti spiegano che qui, in questi luoghi, se giri col casco rischi che ti ammazzino perché ti prendono per un camorrista); di polizia e carabinieri neanche l’ombra (se poi passi per caso davanti ad una delle poche caserme dei carabinieri, può capitare di trovare il cartello “zona militare limite invalicabile”, che è stato spostato e rivoltato all’interno, in modo che sia visibile solo dai militari e non da chi sta all’esterno della caserma; mi capitò a Nola); non un autobus, spazzatura dappertutto (certe strade sono costellate di spazzatura per chilometri; lo erano prima dell’emergenza rifiuti, e lo sono ancora adesso); e poi centinaia di magazzini grigi, tutti uguali, senza insegne, il verde inesistente, i venditori di pane sul ciglio della strada accanto ai rifiuti anche la domenica (ma il pane qui è buonissimo; anche quello comprato accanto ai rifiuti; nelle pulita Torino, invece, il pane non sa di niente).

Anni fa un mio amico mi acquistò uno scooter da un concessionario del luogo; lo ritirai e partii per Viterbo; quando mi lasciò, il concessionario mi disse “mi raccomando, se la fermano dei rapinatori, accosti subito e non faccia resistenza e non si fermi per nessun motivo”; andai dal benzinaio e mentre quello mi versava la benzina mi disse “bello scooter… è nuovo eh? Si vede che lei viene da fuori… Mi raccomando, non si fermi per nessun motivo e se la fermano, accosti subito senza protestare”.

Insomma. Chi è sempre vissuto in Sicilia, o chi è sempre vissuto in certi posti della Campania, lo troverà normale. Ma chi viene da fuori percepisce immediatamente che in quei posti si respira un clima diverso.

Dopo un po’ non si può negare che da quelle parti esista la mafia, e che essa si respiri anche nei gesti e negli atteggiamenti quotidiani dei singoli cittadini non mafiosi.

2. Le prove del sistema massonico


Bene.

Quali sono allora le prove dell’esistenza della Rosa Rossa? Le stesse che esistono per la mafia. Occorre solo avere un po’ di pazienza in più per cercarle, ma sono le stesse.

In primo luogo il sistema. Troppi morti tutti uguali. Troppi delitti impuniti (v. ad esempio il nostro articolo: dodici donne un solo assassino); troppe stragi tutte uguali e tutte impunite, dove compaiono sempre gli stessi soggetti come protagonisti e registi.

Al posto della Sicilia, o della Campania, lo scenario è l’Italia intera. Al posto di una persona incaprettata troviamo la persona suicidata in ginocchio, il malore che ha colto improvvisamente proprio la persona scomoda.

Al posto dei testimoni omertosi che “nulla vidi e nulla saccio” abbiamo i testimoni che muoiono, i fascicoli che scompaiono, i processi che finiscono nel dimenticatoio di qualche procura, i PM che archiviano come suicidio il caso della tipa morta per una coltellata sul pube, o del giovane che si sarebbe sferrato tre coltellate sul collo, il generale dei carabinieri che non ricorda di aver avuto un’informativa sulla strage, che per errore non piantona la casa di Riina, ecc...

Poi abbiamo le leggi – quelle vere che servirebbero per riformare la giustizia, ad esempio - che non si fanno mai, ma al loro posto se ne fanno di peggiorative.

E allora, se 50 anni fa erano i tempi della mafia che non esisteva, oggi sono i tempi della massoneria che non esiste. C’è qualcuno che dice che tutto questo è un caso. Le stragi impunite? Qualche investigatore incapace. Le leggi fatte a misura di delinquente? Chi afferma ciò è un complottista; le leggi servono a proteggere il cittadino dagli abusi della magistratura. I delitti assurdi impuniti? L’assassini è molto bravo a far perdere le sue tracce.

Poi abbiamo i processi e i vari atti ufficiali. Anzitutto abbiamo la commissione d’inchiesta sulla P2. La P2 era un' organizzazione che mirava a sovvertire il sistema.

Pochi si rendono conto che tutte le persone iscritte nelle liste della P2 oggi hanno fatto carriera e stanno ai massimi vertici dello stato; e pochi si rendono conto che i punti del programma della P2 sono stati praticamente tutti attuati: bipolarismo, controllo dei media e della magistratura, peggioramento del sistema scolastico…

Poi abbiamo le indagini effettuate da Cordova a suo tempo, quelle attuali di Woodcock e De Magistris, per non parlare del recentissimo processo Hiram. Dell’inchiesta di Cordova abbiamo parlato; fu lui a capire che la massoneria è il collante tra mafia, imprenditoria e politica.

Il problema di queste indagini è che sono state bloccate sul nascere e che finiranno tutte nel dimenticatoio. Il che, se per qualcuno rappresenta la prova che la massoneria non esiste, per altri rappresenta la prova che la massoneria è ancora più potente della mafia.

Poi a leggere attentamente, abbiamo altri atti processuali che se non parlano di massoneria in modo diretto, lo fanno comunque in modo indiretto, e forse per certi versi ancora più inquietante. Abbiamo la vicenda di Ustica, in cui fu abbattuto un aereo con 80 passeggeri a bordo; i testimoni furono tutti uccisi, le prove scomparvero, tutti i politici contribuirono in modi diversi ad insabbiare la cosa, fino ad arrivare a cambiare alcune leggi, per confezionarle ad hoc in modo che quei pochi imputati coinvolti nel processo non ricevessero alcun danno.

Tutta questa mole di atti processuali e parlamentari dà un quadro netto e preciso di cosa sia la massoneria, dei poteri che ha, e delle sue ramificazioni.

Poi abbiamo la letteratura. E qui il panorama è sconfinato.

Abbiamo anzitutto libri specifici, sul “problema massoneria” scritti da Pinotti, Chandelle, Icke, Leo Taxil, Panvini, Pamio, ecc…

Ma soprattutto abbiamo una marea infinita, migliaia, anzi, decine di migliaia di titoli, scritti da massoni e per massoni, ma che parlano chiaro, in modo inequivocabile. Sono libri particolari, che si trovano in librerie specializzate, ma, a cercarli, aprono un vero e proprio mondo; i libri di Waite, Paracelso, Wirth, Mola, Mathers, Crowley, l’infinita letteratura sui templari, sui rosacroce, che conta migliaia di titoli.

Qui abbiamo addirittura una grossa differenza rispetto alla mafia; e cioè la mafia non ha lasciato e non lascia grosse tracce di se stessa. La massoneria invece ne ha lasciate un’infinità.

E ancora una volta può tracciarsi un parallelismo tra mafia e massoneria. Entrambe hanno un linguaggio segreto, una specie di codice, fatto di segnali talvolta impercettibili, talvolta invece più macroscopici e più evidenti; una volta che si conosce questo linguaggio, si riesce a identificare chi è massone e chi no, si riescono a capire meglio alcune conversazioni apparentemente incomprensibili e alcune dichiarazioni altrimenti inspiegabili di uomini politici o dello spettacolo.

Solo conoscendo la mafia si può dare un senso, ad esempio, alla dichiarazione di Michele Greco al maxi processo, che augurò la pace ai giudici.

E solo conoscendo la massoneria – e sempre restando in tema di processi - si riesce a capire perché il legale di Rosa e Olindo, al termine dell’arringa del processo di Erba, dichiara “Si chiama Olindo Romano, e ama Rosa, la sua sposa, Rosa sopra ogni cosa”. Soprattutto si capisce perché una dichiarazione così inutile dal punto di vista processuale sia stata riportata da tutti i telegiornali.

Dai libri di storia di Aldo Mola, in cui è delineata l’influenza massonica sulle principali vicende del nostro paese, a testi meno specifici ma comunque espliciti, la letteratura massonica è sconfinata e basta solo avere un po’ di pazienza per leggere i vari aspetti di questa organizzazione, per capire come essa si sia infiltrata in tutti i campi e abbia condizionato le arti la scienza, la letteratura, la musica, e la storia.

Si scopre così che i più grandi artisti e pensatori della storia erano massoni e rosacrociani.

Le chiese, l’architettura delle nostre città, sono massoniche.

A quel punto, come per la mafia, non si deve fare altro che comparare la simbologia massonica con la simbologia di cui sono intrise le cose che ci circondano, dalle Chiese, alle strade, ai palazzi, ecc… E così troveremo il famoso triangolo massonico nel dollaro americano, con la scritta “Novus ordo seclorum”; e addirittura troviamo il triangolo nella pianta della città di Washington; troveremo invece il pentalfa massonico, la stella a cinque punte, addirittura nello stemma della nostre procure della Repubblica.

Il triangolo con l’occhio compare anche sulla bandiera del Nicaragua, che non a caso ospita da decenni tutti i maggiori terroristi italiani.

E’ cosa nota che sono massoni tutti i Presidenti degli Stati Uniti, e tutti i presidenti di tutti gli stati occidentali e orientali; anche Khomeini e Gheddafi sono massoni(fonte: libri di Carlo Palermo).

Troviamo la rosa rossa come simbolo della nazionale di Rugby inglese, ma anche nei simboli dei partiti italiani, messa in bella mostra in modo evidente, come nella “rosa nel pugno”, o esposta in forme meno evidenti, come nella Margherita (altro simbolo della rosa rossa, dato che il vero nome di Santa Rita era margherita).

In altre parole, troviamo i simboli massonici in tutte le manifestazioni più importanti della nostra vita, dalle più piccole alle più grandi.
E non è solo Washington ad avere una pianta della città ispirata al simbolismo massonico ma anche molte nostre città.

Tempo fa mi accorsi che uno degli epicentri dei delitti del Mostro di Firenze, quello che i giornali avevano definito “la villa dei misteri” si trovava proprio vicino a due vie significative poste l’una accanto all’altra: via Dante e via delle rose.

Mentre nella mia città (che non dimentichiamolo ha come santo protettore Santa Rosa) esiste piazza Dante (considerato il padre dei rosacroce). Da Piazza Dante parte via Mazzini (altro rosacroce); al termine di Via Mazzini ci sono due quartieri posti uno accanto all’altro: il quartiere Santa Rosa e il quartiere Crocetta (Rosa+Croce). Una toponomastica davvero singolare. Ma c’è qualcuno che dice che i Rosacroce non sono mai esistiti.

In altre parole, la toponomastica della principali città, italiane e straniere, è massonica.

Il cittadino non percepisce tutto questo perché ci vive dentro fin da piccolo; per giunta nessuno ci spiega il simbolismo quindi fin da bambini noi siamo abituati a vedere le cose attorno a noi come se fossero disegnate dal caso, e gli esperti di simbolismo vengono quasi derisi, considerati dei tipi eccentrici che si occupano di cose fuori dalla realtà.

Poi esiste l’esperienza diretta. Chi vive una vita definibile “normale” può non accorgersene mai. Ma chi si avvicina alle stanze del potere subodora che qualcosa, troppe cose, non vanno, e non possono che essere frutto di un disegno più complesso, diretto dall’alto.

Troppo ignoranti i politici al potere per poter essere saliti dove sono per soli meriti; troppe illegalità in ogni settore dell’amministrazione per poter essere una semplice patologia di un sistema sano; dopo un po’ che si lavora nell’amministrazione ci si rende conto che l’illegalità è la regola, e la patologia è costituita dalla persona che si comporta correttamente.

E poi ci sono le esperienze dirette. Oramai, da quando mi occupo di queste cose, ne sento decine. Persone che sono state rovinate per aver detto “no” ad una richiesta massonica, per aver deciso di non sottostare a nessuna regola, per non voler rispondere a nessuno.

N, che ha perso la gioielleria di famiglia perché il padre ha detto no all’entrata nella P2; M, dirigente di banca che ha perso tutto per aver detto no ad una richiesta di gestione di fondi di dubbia provenienza; G, con 5 processi a carico, tutti fasulli, tutti nulli, il cui unico scopo è piegarne la volontà; e così via….

Insomma. Ad una ipotetica domanda sulle prove che il sistema massonico sia un sistema organizzato a livello mondiale, le risposte sono le stesse che valgono per la mafia.

Primo, il sistema.

Secondo, le prove processuali e parlamentari.

Terzo la letteratura.

Quarto, l’esperienza diretta.

Ma ancora oggi molti sostengono che la massoneria non conta nulla e non è così importante.

In altre parole: le prove ci sono, sono evidentissime, e sono ovunque, nella toponomastica delle strade, nello stile degli edifici, nel dollaro americano e nelle carte intestate delle nostre procure, nelle bandiere, nella letteratura, nella storia…

Il problema è che bisogna vederle; per vederle occorre raggrupparle; per raggrupparle occorre studiarle, ma per studiarle occorre tempo e voglia.

3. Le prove dell’esistenza della Rosa Rossa.

Il passo ulteriore è cercare le “prove” della Rosa rossa.
In primo luogo il giurista in genere cerca le prove documentali. E qui ne abbiamo a iosa. Sono innumerevoli infatti i libri che trattano i rituali e la filosofia dell'organizzazione scritti da persone che si dichiarano esse stesse aderenti all'ordine.
Abbiamo ad esempio "Insegnamenti magici della Golden Dawn" di Israel Regardie, edito da Mediterranee. Sono 4 volumi in cui sono contenute tutte le informazioni essenziali sulla Golden dawn e sulla Rosa Rossa, sui rituali, i gradi, ecc...
Abbiamo poi i testi scritti da Arthur Edgar Whaite, il fondatore dell'ordine della Rosa rossa e della Croce d'Oro indipendente e rettificato. In Italia è stato tradotto solo il suo testo "il libro della magia cerimoniale" edito da edizioni rebis, ma in Inglese si trovano tutti i suoi testi.
Abbiamo inoltre i testi scritti da Mothers, un altro dei fondatori, ecc...
In altre parole, abbiamo decine di libri, scritti da persone che si dichiarano facenti parte dell'organizzazione, che ne svelano alcuni rituali, ma inevitabilmente quando si parla di Rosa Rossa arriva l'idiota di turno che dice "secondo me la Rosa Rossa non esiste".


Una volta studiato il sistema massonico e la sua simbologia, e una volta capito che i Rosacroce non sono un semplice gruppetto minoritario di esaltati, ci si rende conto che templari e rosacroce sono la massoneria dominante che ha creato la massoneria ufficiale.

E dopo aver studiato il sistema rosacrociano, lo si ritrova dappertutto, dai delitti che quotidianamente la TV ci propina al telegiornale, al linguaggio parlato da politici e giornalisti, alla toponomastica delle strade.

Poi basterebbe scorrere i vari delitti. Se si va nel nostro forum, alla sezione “delitti recenti” si troverà un elenco infinito di delitti, ciascuno con la sua rosa come firma.

Cito a caso.
Nel delitto di Erba abbiamo l’omicida che si chiama Rosa Bazzi, coniugata con Olinda Romano. Rosa Romano. RR.

Nel delitto di Cogne scopriamo che il paese si trova proprio di fronte al monte Rosa. E non a caso la signora Franzoni viene tradotta in carcere proprio il 22 maggio, giorno di Santa Rita, la santa della Rosa Rossa.

Piero Maso uccide il padre; e la madre si chiama Rosa.

Erika, insieme al suo amico Omar, uccide la madre Susy Cassini. Susy, diminutivo di Susanna, che viene dall’ebraico Sosan, che significa Rosa, ma anche Giglio.

I 2 bambini morti in tempi recenti, Ciccio e Tore, la cui madre si chiama Rosa Carlucci.

Se la Rosa non è nel nome, la troviamo comunque nei giornali, in bella mostra; così nel delitto Meredith Repubblica e altri giornali titolano “una rosa rossa per Meredith”.Stesso titolo per Giovanna Reggiani: una rosa rossa per Giovanna Reggiani. Titoli uguali. Coincidenze, per gli anticomplottisti che irriducibilmente chiedono prove.

Talvolta la rosa compare nei TG. Chi è incuriosito vada a vedere il video del delitto di Canino, e guardi come finisce il TG1- La cronista dice “e tutti in paese si domandano perché”. E dopo il perché… una rosa rossa, a tutto schermo.

Mi sono domandato a lungo dove fosse la firma della Rosa Rossa nei delitti del Mostro di Firenze. Me lo sono domandato a lungo perché ho scoperto questa organizzazione proprio occupandomi del Mostro di Firenze ma per lungo tempo non avevo mai trovato rose sui giornali o nei TG; finche un bel giorno non ho scoperto che la firma è in quella pallottola di Beretta calibro 22, serie H. la 22 esima lettera dell’alfabeto ebraico è infatti la Tav, o Tau, e significa Croce; e al centro della croce c’è il cuore di Gesù, che simbolicamente rappresenta la Rosa Rossa. Nei delitti, quindi, il 22 simboleggia anche la Rosa Rossa.
.
Poi ricordo il caso di Massimo Carlotto, che viene accusato di aver ucciso con 59 coltellate Margherita Magello, il 20.1.1976. Una vicenda processuale che dura circa 20 anni, fino alla grazia concessa nel 1993, e che ebbe risonanza in tutto il mondo. Ma nessuno si accorge di quella data rituale (la somma è infatti 8) e del nome della vittima, due buoni punti di partenza per sospettare che si tratti di un omicidio di tipo diverso e che quel poverino non c'entrasse nulla.
La grazia gli viene concessa il 7 aprile 1993 (7+4+1+9+9+3= 33).

Poi abbiamo delitti più recenti.

Ricordo un caso curioso: Rosa Scarlata, morta a 67 anni nel suo Ape (e casualmente il motto dei rosacroce è “Dat Rosa Mel Apibus”).

Poi abbiamo Rosaria Pericone, uccisa con 33 coltellate lo scorso 1 giugno.

Poi Lapo Santiccioli che uccide la ex fidanzata, Giulia Giusti, di 22 anni. Lapo è, per chi non lo ricordasse, l’amico di Dante Alighieri della famosa poesia “Guido, io vorrei che tu Lapo ed io…”. E Giulia, guarda caso, è un nome che festeggia l’onomastico proprio il 22 maggio, giorno di Santa Rita e quindi della rosa rossa.
Rosa Tanà, di 88 anni, uccisa nel suo appartamento il 17 febbraio.

Pochi giorni fa a Gradoli, un paesino del viterbese, scompaiono due donne. I giornali si premurano di precisare che la loro villa era circondata da rose in fiore…
Poi ci sono i delitti in cui il collegamento con la Rosa non è così immediato. Christian Bovi uccide a maggio la moglie Marianna. Qui occorre qualche secondo per trovare il collegamento, che sta in quel nome (Cristiano, che ricorda Cristo) e Bovio, che si ricollega alla prima lettera dell’alfabeto ebraico, Aleph. Ma ci vuole un libro di 500 pagine che spieghi l’alfabeto ebraico per vedere il collegamento; il libro, che avevo appena finito quando lessi di questo omicidio, spiega che la prima lettera significa Bue; siccome il bue ara la terra per prepararla alla fioritura, simbolicamente rappresenta colui che dà la vita. E – spiega il testo – di conseguenza Aleph significa anche Rosa Rossa, perché è questo il segreto della vita e della morte. Quindi alla 22 esima lettera dell’alfabeto ebraico (che significa Croce) dobbiamo associare la Rosa Rossa. Ma anche alla prima lettera; perché è la Rosa che costituisce il segreto della vita e della morte.

E occorre un po’ buona volontà per cercare le origini del nome Marianna che significa “amata dal Dio Amon” (il primo tempio della Rosa Rossa fu dedicato, appunto, ad Amon).

Poi abbiamo il delitto di Garlasco, con la vittima, Chiara Poggi; il fiore di Santa Chiara è, guarda caso, il giglio.

Ma ovviamente non sono i collegamenti simbolici con la Rosa che colpiscono. Questo è solo il primo collegamento, quello più immediato che può fare chiunque, da solo e in pochi secondi.

L’altra cosa è la superficialità delle indagini, le assurdità dette dagli inquirenti, i depistaggi, la falsità delle notizie giornalistiche.
Solo per fare alcuni esempi a caso, preso dagli ultimi fatti di cronaca.

Nel delitto di Bagno a Ripoli, secondo la fantasiosa ricostruzione degli inquirenti, siccome sul corpo del ragazzo non sono state trovate tracce di sangue dalle ragazza, costui avrebbe dapprima ucciso la fidanzata; poi si sarebbe lavato; infine si sarebbe dato tre coltellate alla gola (cosa impossibile nella pratica) e poi avrebbe anche avuto la forza di scagliare il coltello lontano da sé.

Nel delitto di Canino, nel viterbese, il padre avrebbe ucciso la moglie perchè non poteva vederla soffrire. Quindi, siccome non voleva vederla soffrire l’avrebbe uccisa nientemeno che a roncolate (quindi facendola soffrire indicibilmente perché ha dovuto colpirla più volte e ripetutamente); dopodichè si sarebbe impiccato. Ora, il signore in questione era un gioielliere, quindi aveva una pistola in casa; ma secondo gli inquirenti è logico che costui abbia deciso di non usare la pistola e abbia usato due metodi così incredibili, come la roncola per la moglie e l’impiccagione per se stesso. Parlando con persone di Canino poi, apprendo che il biglietto trovato dal figlio, e in cui c’era scritto “non ho avuto il coraggio di uccidere mio figlio” pare non fosse stato scritto con la grafia del padre. Ma tutti questi elementi non fanno avere alcun dubbio agli inquirenti: Bagno a Ripoli viene liquidato dopo poche ore come un “omicidio-suicidio”; stessa sorte per il delitto di Canino.

Nei delitti più eclatanti di personaggi famosi, invece, basta citare il caso di Pasolini, che sarebbe stato ucciso da un ragazzetto di 17 anni che di corporatura era la metà di Pier Paolo, e che non aveva neanche la camicia macchiata di sangue; e il delitto Pantani, che muore suicidandosi con una ventina di dosi di cocaina all’hotel Le rose, anche se l’autopsia accerterà che il cuore del “pirata” era in perfette condizioni, e dunque lui non era un drogato come invece hanno riportato tutti i giornali.

Ricostruzioni dei vari delitti, insomma, che non reggono, e che fanno a pugni con la logica.

Ora, queste cose, in realtà, sono chiare. Ma il problema è che per capirle occorre studiare alcuni concetti di Cabala e l’alfabeto ebraico.
E comunque occorrerebbe la buona volontà di leggersi perlomeno i 4 volumi di Regardie.

Dopodichè, oltre ai delitti insoluti, diventa svelato anche un altro mistero; cioè si capisce il perché un personaggio come Borghezio, che tutto richiama fuorché cultura e sapere, sia anche un “esperto di Cabala”; e si capisce perchè molti personaggi pubblici, come Madonna, si dichiarino esperti di Cabala, e altri compaiano in pubblico con il braccialetto rosso della Cabala, come il PM Caselli nella foto che mostriamo qui sotto.

Poi ci sarebbero i film. Abbiamo già citato il film Il Mostro, di Benigni, The Red Rose, di Stephen King, e il film Quarto potere.

Qui ne cito altri due che ho visto di recente. O meglio. Li ho rivisti alla luce delle mie conoscenze attuali, perché certi particolari non possono essere notati se non si ha un minimo di conoscenza in questo campo.
V per vendetta e Jack lo squartatore.

In Jack lo squartatore la trama è intrisa di simbolismo. E il collegamento che l’autore fa, con i delitti della Rosa rossa e in particolare del mostro di Firenze, è evidentissimo per chi si è occupato anche solo un poco di questa organizzazione.
Intanto sulla bara di una delle vittime viene gettata una rosa rossa.

Il vestito di un’altra donna uccisa, che viene inquadrato bene mentre Jack la uccide, è costellato di rose rosse.

Più volte viene mostrato l’anello di Jack lo squartatore, un anello con simbolo massonico, come il simbolo massonico della squadra e del compasso compaiono anche nella scatola degli attrezzi di Jack.

Poi ci sono altri riferimenti, meno immediati, e comprensibili solo da coloro che si sono occupati di questi casi; ad esempio il quartiere degli omicidi si chiama Whitechapel, e guarda caso anche il delitto del mostro di Firenze avvenuto a Scandicci, fu eseguito in località “Villa Bianca”.

Palesi sono poi gli altri riferimenti; dall’ispettore che vuole fermare le indagini perché colluso con gli assassini, che porta al collo il simbolo massonico e che partecipa ad una riunione massonica, ad una serie di altri riferimenti il cui messaggio è chiaro ed univoco: i delitti di Jack lo squartatore erano delitti massonici, firmati Rosa Rossa. Non a caso colui che nel film viene indicato come il colpevole dei delitti, ovverosia il medico della regina, quando si trova davanti al tribunale massonico che lo condanna dirà: “voi non vi rendete conto, ma io con il mio comportamento, un giorno sarò considerato il precursore del ventesimo secolo”.
Infatti è con i delitti di Jack lo squartatore che inizia la mattanza europea di serial killer e delitti familiari firmati “Rosa Rossa”. In tal senso il protagonista dice una cosa giusta; dice cioè una cosa che può sembrare il delirio di un pazzo, ma che è la verità.

Poi abbiamo V per vendetta. Il protagonista uccide e sulle vittime depone una rosa rossa; alla sua morte il suo corpo è circondato di rose rosse. E ad un certo punto il protagonista dice: “mi sono accorto che tanti fatti, apparentemente scollegati, erano in realtà uniti da un filo unico; un’unica regia che dirige fatti apparentemente scollegati tra loro”; mentre lo dice, compare all’improvviso per qualche istante una rosa rossa.

Andando a spulciare in un altro settore molto particolare, è importante dare un’occhiata al settore dei tarocchi. Anche qui, quando uno ha un minimo di cultura massonica, ci vuole poco per rendersi conto che esistono centinaia di mazzi di tipo diverso, la maggior parte creati in questi ultimi decenni. E tantissimi risentono dell’influenza rosacrociana, e della Golden Dawn. A parte il tarocco più famoso, il Rider - Waite, creato proprio da colui che della Rosa Rossa è il fondatore, abbiamo i tarocchi Crowley (sul cui retro ogni carta recando dipinte una rosa e una croce) i tarocchi universali, i tarocchi dello zodiaco, i bellissimi (ma anche inquietanti) tarocchi della Golden Dawn di Berti (pieni di teste tagliate), i tarocchi disegnati da Israel Regardie, i tarocchi dell’alba dorata, i tarocchi della chiave pittorica e una marea di altri mazzi; tutti dichiaratamente ispirati agli insegnamenti della Golden Dawn, troppi per essere effettivamente un semplice caso. Troppi perché non si capisca che nell’ambito della organizzazioni magiche ed esoteriche del mondo moderno la GD ha un posto di primo piano.

Ma ovviamente non sono queste le prove… questi sono solo indizi, che possono essere rilevati da chiunque dopo aver letto qualche articoletto banale come quelli da noi pubblicati nel nostro blog.

Le prove, intese in senso più corposo, sono ben altre, più profonde, e si trovano dopo aver letto e capito a fondo Cabala, Tarocchi e Astrologia. Soprattutto però sono la Cabala e l’alfabeto ebraico fondamentali per la comprensione del linguaggio massonico.
Mentre le prove definitive sarebbero i libri di Regardie, Waite e Mathers che nessuno si prende la briga di leggere.


4. Conclusioni

Spero di chiudere qui definitivamente la questione con tutti i miei interlocutori che mi sollecitano “le prove”. Anche perché la Rosa Rossa, in quanto massimo vertice della massoneria mondiale, non conosce fuoriusciti o pentiti.

Le prove ci sono, ma siccome a livello ufficiale ancora non ci sono sentenze o atti parlamentari che ne dichiarino ufficialmente l’esistenza, esse vanno cercate altrove. Atti processuali, soprattutto, e letteratura massonica.
E i libri scritti dagli appartenenti alla Rosa Rossa, che, processualmente, valgono addirittura più di una confessione resa davanti ad un magistrato, in quanto sono prove documentali inattaccabili.

Il lavoro non è semplicissimo e richiede qualche tempo, da qualche settimana a qualche anno, a seconda dell’intuito personale e della propria capacità; ma alla fine si trovano, sono tante, in bella evidenza davanti ai nostri occhi ogni giorno della nostra vita.

E dopo un po’, come accade per la mafia, non si potrà negare che la massoneria esiste, e che tutto il nostro sistema è un sistema “massonico”, che si respira e percepisce fin nei più piccoli atteggiamenti dei singoli cittadini. E non solo la massoneria ma anche la Rosa Rossa diventano una realtà quotidiana, con cui abbiamo a che fare tutti i giorni, tanto che dopo qualche tempo, quando si parla di prove, viene quasi da ridere.

E viene da pensare agli “scettici del Cicap”, il centro di controllo del paranormale. E’ membro onorario del Cicap Umberto Eco, colui che ha scritto Il nome della Rosa, un titolo assolutamente senza nesso con la trama del libro. Eco nella prefazione al libro Storia dei Rosacroce, scrive che l’esistenza dei Rosacroce è dubbia. E nel libro il Nome della rosa scrive: fin qui abbiamo dimostrato che i libri parlano tra loro; ma una vera indagine poliziesca dovrebbe dimostrare che i colpevoli siamo noi”. Ma i libri, i simboli, i film, attualmente, non costituiscono prova processuale.

E quindi, ne siamo sicuri, per i membri del Cicap la Rosa Rossa non esiste. Garantisce Umberto Eco.

345 commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   201 – 345 di 345
Serpico ha detto...

(Scusa Paolo ma utilizzo il tuo perchè non riuscivo a farlo attraverso quello di Fabio)

Ciao Fabio,

Penso che sei a conoscenza del fatto che a gennaio di quest’anno Lega Ambiente aveva reso noto e denunciato che il relitto della Moby Prince era stato smaltito illegalmente dalla Camorra nella discarica So.ge.ri di Castelvolturno, in provincia di Caserta ?

Avete inviato qualcuno li per cercare di recuperare qualche particolare sfuggito precedentemente (rottami o altro)?
Hanno investigato anche da quelle parti?

Perche proprio a Napoli a Castelvolturno? Coincidenze o tutto programmato alla perfezione ?

Certo che in quelle zone tra Caserta e Napoletano DI BASI AMERICANE E DI ORGANIZZAZIONI che di armi ne hanno bisogno.....CE NE SONO A IOSA..........e allora perchè non fare un piccolo
favore a qualcuno (smantellando illegalmente Moby Prince cosi che le armi qualcuno te le regali in casa senza fare trasferte marittime con la barca ??(sigh!)

ipotesi assurda? mah! di questi tempi e visto il passato nulla è da escludere.

Ti riporto ora un passo letto da un libro :

"La società italiana non ha accettato un processo al sistema, ai rapporti fra politica e imprenditoria, che poi è diventato un processo a un'intera società, dal momento che una fetta consistente di questo Paese vive nell'illegalità. Non è una illegalità violenta e questo basta talvolta per ritenerla non punibile, limitando l'illegalità da punire solo ai reati brutali, alla criminalità anche minima ma aggressiva(.......)
La maggior parte degli italiani non ha ancora compreso che la legalità si può pretendere dai politici solo se la si pratica in prima persona(...)
Il recupero di credibilità della politica e dell'impresa rispetto alla magistratura, è diventato cultura non isolata ma PARTECIPATA al consenso della maggioranza dei cittadini."

è tutto inutile quindi quello che stai facendo ?

Il passo lo concludo ancora con :

" No, persone come noi sono essenziali, ma non devono illudersi di poter cambiare le cose da sole, col loro operato.Se non c'è consenso ampio la nuova strada si chiude presto, anzi puo addirittura provocare un passo indietro"

Quindi ti consiglio di farti aiutare nel tuo cammino da altre persone ma solo da persone fidate e oneste come te che non si vendono al primo che CApita.

P.S.

mi dispiace per quello che è successo a tuo cugino, per quello che è successo a te e per tutto quello che hai dovuto subire in questi anni........... stai sempre in Guardia.

Anonimo ha detto...

Vi segnalo questo interessante articolo dal titolo, "La nuova p2 paneuropea":http://www.stampalibera.com/?p=4144
l'articolo comincia così:"Chi l’avrebbe detto che Gianfranco Fini, Presidente della Camera dei Deputati, frequentasse un’organizzazione che promuove il Nuovo Ordine Mondiale?"
E poi vorrei chiedere a chiunque sia disponibile una risposta alla mia domanda di qualche giorno fa sul significato del simbolo della farfalla nella massoneria e dell'appello di 4 docenti universitarie alle first lady per non venire al G8 il cui gruppo su Facebook ha come simbolo una rosa rossa.
Grazie!

Anonimo ha detto...

Buonasera, ho appena finito di leggere il trattato teorico sulla scienza dei magi di Serpent...
Serpent!credi veramente a quello che hai scritto o ti pagano profumatamente per scrivere certe cose?la prima parte, inerente alla fisica e metafisica, è interessante, ma poi degeneri: L'UOMO è L'UNICO ANIMALE CONSAPEVOLE...ESISTONO 3 TIPOLOGIE DI PERSONE(VISIVI, UDITIVI, CENESTESICI)...TUTTI GLI ESSERI ASTRALI SONO GENERATI DALL'UOMO E PER L'UOMO...L'UOMO è DIO DEL MONDO ASTRALE...NON TUTTI NASCONO CON UN'ANIMA, ANZI CERTI NON CE L'AVRANNO MAI(CONTENITORI VUOTI)...alla faccia dell'amore che citi come sentimento positivo...e poi...YHVH E SATANA CREATI DA MOSè (questione di identità del popolo ebreo)...
che dire...sei antropocentrico fino al midollo...

Serpent of Fire ha detto...

--L'UOMO è L'UNICO ANIMALE CONSAPEVOLE...--

Ne conosci altri? Facceli conoscere pure a noi.

--ESISTONO 3 TIPOLOGIE DI PERSONE(VISIVI, UDITIVI, CENESTESICI)...--

Lo afferma una branca della psicologia che si chiama Programmazione Neuro Linguistica. La PNL studia il sistema decisionale umano attribuendo ai sistemi rappresentazionali un ruolo attivo nella formazione del pensiero conscio ed inconscio.

--TUTTI GLI ESSERI ASTRALI SONO GENERATI DALL'UOMO E PER L'UOMO...--

Basta leggere un pò di occultismo e di magia per comprendere la verità di quanto affermato. E' l'umanità la sorgente generatrice delle entità che abitano il piano astrale, vibrazionalmente inferiore a quello fisico. Fare un viaggio astrale significa scendere negli inferi come fece Dante Alighieri o altri grandi iniziati antichi e moderni.

--L'UOMO è DIO DEL MONDO ASTRALE...--

Per quello che ho detto sopra è la logica conseguenza.

Nella Genesi è detto ai versetti 21-22: “Il Signore Dio disse allora: ‘ Ecco, l’uomo è diventato come uno di noi, per la conoscenza del bene e del male. Ora,
egli non stenda più la mano e non prenda anche dell’albero della vita, ne
mangi e viva sempre!”

Quindi l'uomo è allo stesso livello degli ELOHIM, unione di carne e spirito. Lucifero ha consentito all'umanità di evolvere dal mondo dei meccanismi (piano astrale) verso quello delle idee (piano mentale). Per fare questo era necessaria la 'caduta' in un corpo fisico. Cristo ha completato l'opera consentendo agli uomini di stendere la mano anche verso l'albero della vita.

--NON TUTTI NASCONO CON UN'ANIMA, ANZI CERTI NON CE L'AVRANNO MAI(CONTENITORI VUOTI)...--

Per quello che ho detto prima l'uomo è sicuramente dotato di un corpo fisico più un corpo spirituale, che è la sua ombra nel piano astrale. Lo spirito si produce dalla carne come evidenziato dal vangelo di Tommaso:

29. Gesù disse, "Se la carne fosse nata a causa dello spirito sarebbe una meraviglia, ma se lo spirito fosse nato a causa del corpo sarebbe una meraviglia delle meraviglie.Eppure mi stupisco di come questa grande ricchezza si sia ridotta in tale miseria."

In merito invece all'anima nel vangelo di Tommaso viene detto:

23. Gesù disse, "Sceglierò fra voi, uno fra mille e due fra diecimila, e quelli saranno come un uomo solo."

Questa frase rende bene l'idea della proporzione tra figli di Dio e figli dell'Uomo.

--alla faccia dell'amore che citi come sentimento positivo..--

L'amore sta nella generazione cosmica. Basta vedere la natura come si comporta per compredere quali sono le sue leggi immutabili. La natura (se vuoi chiamarla ELOHIM fa lo stesso) ha fatto evolvere dei contenitori biologici attraverso una serie di passi evoluzionistici che hanno portato alla realizzazione dell'uomo come lo conosciamo oggi. Ma l'evoluzione non è terminata. L'uomo è solo un carro, come quello di Apollo. Quel carro mosso, dallo spirito, deve sorreggere l'anima che risplende nel cosmo come un sole d'oro. Quell'oro è stato donato a chi ha seguito il Cristo durante la pentecoste cristiana:

“Mentre stava per compiersi il giorno di Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all’improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo e riempì tutta la casa dove si trovavano.
Apparvero loro lingue di fuoco, che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, come lo Spirito dava loro di esprimersi."

Il cristiano (quello vero, inziato al Verbo) è la versione 2.0 dell'umanità, destinata a soppiantare l'uomo antico composto di sola carne e spirito.

Serpent of Fire ha detto...

--YHVH E SATANA CREATI DA MOSè (questione di identità del popolo ebreo)...--

Anche qui basta studiare i 72 nomi del dio degli ebrei come i 72 nomi del suo avversario, per comprendere che il tutto è un sistema basato sulla magia teurgica. E' quindi chiaro che quel sistema è stato creato da Mosè, sacerdote egizio ed iniziato ai misteri, per fornire da un lato un supporto e dall'altro un pungolo eterico al popolo ebraico. Le logge massoniche fanno la medesima cosa quando danno vita alle loro eggregore.

--che dire...sei antropocentrico fino al midollo...--

Non vedo perchè no. Basta dare un occhiatina a come la pensavano gli inziati del tempio di Athena, come i vari Platone, Plotino, Aristotile, Pitagora e così via.

L'uomo non è quell'essere dipinto da una falsa cristianità, espressione del modo di vedere totalmente ebraico, nel quale esso è succube dei suoi peccati, del suo dio, dei demoni e così via.

L'uomo è invece, secondo l'Alchimia, il Dio di se stesso e di tutto il creato se compie la grande opera, dominando sui tre regni. Secondo l'alchimia anche chi non dispone dello spirito e dell'anima li può fabbricare, trasmutando il piombo in oro.

Secondo me questo modo di vivere è quello che dà più speranza al genere umano, lo eleva e lo rende consapevole della sua importanza cosmica. Le religioni monoteistiche hanno invece sempre tentato di relegare l'umanità a comparsa, a burattino dei voleri di un dio barbuto e geloso. Quale immensa menzogna!!!

Serpent of Fire ha detto...

A proposito...non mi paga proprio nessuno. Il libro è gratuito e scaricabile da chiunque. Io vivo del mio onesto lavoro e utilizzo il mio tempo libero studiando alchimia, teosofia e teurgia. Quando posso metto insieme tutte queste conoscenze per renderle più accessibili anche a chi non ha tempo e voglia per dedicarsi a questo tipo di approfondimenti.

Anonimo ha detto...

Serpent, hai guardato troppa pubblicità...il mondo non gira attorno all'uomo!!! l'uomo è solo una sua componente, che ha la stessa valenza delle altre. Non ho studiato come te alchimia, ecc. ma certo non vado a pensare che l'uomo sia così superiore!!! se Dio si vanta di averci creato, dopo tutta la degenerazione che siamo stati capaci di dimostrare, sta fresco!!!

Anonimo ha detto...

e poi non capisco che idea tu abbia di consapevolezza. Io la intendo come concetto di percepire sè stessi, e secondo me gli animali percepiscono sè stessi, percepiscono la loro esistenza e vita, vivono con il loro beneamato istinto di soppravvivenza e se li osservi un pò noti che anche loro hanno comportamenti simili al nostro e talvolta vita sociale (fra di loro intendo)

Anonimo ha detto...

Se la tua teoria riguardo Satana e Yhvh fosse giusta, ci sarebbero state un sacco di stragi e una marea di sofferenza a causa di Mosè.....morto chi sa quanti anni fa....tutto a causa di un uomo....l'idea è difficile da digerire...

Anonimo ha detto...

Mai fidarsi della psicologia...ho studiato un pò Freud...la prima cosa che il mio INTUITO mi ha suggerito era che era pazzo pure lui...probabilmente non ho un'anima che mi illumina, tu ce l'hai o te la stai fabbricando?

Anonimo ha detto...

in più ci tengo a chiederti una cosa: non ti sei mai posto il problema che le conoscenze su cui ti basi siano state influenzate e mutate? Infondo sono idee che vengono tramandate da tantissimo tempo e sono passate di bocca in bocca...

Anonimo ha detto...

A Serpent of Fire:

non ti viene mai il dubbio che alchimia, teosofia e teurgia contengano insegnamenti fraudolenti?

Come puoi pigliare per oro colato discipline che basano la loro credibilità quasi esclusivamente sul fatto di volerci credere?

Come puoi garantire che in esse si trovino delle verità riconoscibili e valide per tutti?

Serpent of Fire ha detto...

-- ...il mondo non gira attorno all'uomo!!! l'uomo è solo una sua componente, che ha la stessa valenza delle altre. --

L'umanità è il punto di convergenza tra i tre regni. E' il culmine dei mondi minerale, vegetale ed animale. Contiene in se le sette sfere astrali.

Non mi sembra proprio che l'uomo sia solo una componente, ma il soggetto stesso del creato.

-- se Dio si vanta di averci creato, dopo tutta la degenerazione che siamo stati capaci di dimostrare, sta fresco!!! --

Infatti coloro che sguazzano ancora nel fango primordiale degli istinti sono destinati ad estinguersi in favore dell'uomo nuovo, l'oltre-uomo di Nietzsche, che va oltre le barriere della sua fisicità.

-- Io la intendo come concetto di percepire sè stessi, e secondo me gli animali percepiscono sè stessi... --

Anche l'uomo è un animale, ma oltre alla coscienza e alla conoscenza animale è dotato di una consapevolezza superiore. L'animale è consapevole delle sua esistenza in funzione dei sui istinti. L'uomo è consapevole di se stesso in funzione delle sue idee, frutto di un evoluzione che è continuata oltre la sua fisicità.

Io sono quindi esisto

Nessun animale è in grado di formulare un pensiero di questo tipo. Altrimenti saremo portati a pensare prima o poi che anche il nostro laptop è consapevole.

-- Se la tua teoria riguardo Satana e Yhvh fosse giusta, ci sarebbero state un sacco di stragi e una marea di sofferenza a causa di Mosè..... --

Basta che leggi qualche passo del vecchio testamento per averne conferma. Il dio degli ebrei è un entità sadica verso il suo popolo 'el-etto' e razzista verso i gentili (goym=bestie da cortile). Qualsiasi altro popolo avrebbe ripudiato un dio di questa risma. Invece YHWE è fatto ad immagine e somiglianza del popolo ebraico. Basta vedere le conseguenze di tale teocrazia a Gaza, in Iraq e in Afganistan dove gli USraeliani hanno esportato 'democrazia' e 'libertà'.

-- Mai fidarsi della psicologia...ho studiato un pò Freud...la prima cosa che il mio INTUITO mi ha suggerito era che era pazzo pure lui... --

La piscologia è la porta di ingresso per la magia e l'alchimia. Jung ad esempio era un alchimista e Froid un membro del B'nai B'rith (massoneria per soli ebrei).

http://www.disinformazione.it/freud_e_la_cabala_ebraica.htm

-- non ti sei mai posto il problema che le conoscenze su cui ti basi siano state influenzate e mutate? Infondo sono idee che vengono tramandate da tantissimo tempo e sono passate di bocca in bocca... --

La verità iniziatica è immutabile. I segreti sono stati diffusi criptandoli all'interno di mitologie, favole e sacre scritture, le stesse che hai studiato a scuola ma che nessuno ti ha spiegato realmente. Questo perchè molti ne hanno perso la chiave di decifrazione.

Solo lo Spirito Santo consente al cristiano di penetrare i segreti iniziatici dei vangeli attraverso l'intuizione delle allegorie. Arrivare a certi livelli è solo uno sforzo di volontà. Fallire significa solo una nuova reincarnazione per lo spirito, un nuovo cammino di conoscenza dopo essersi immersi di nuovo nel fiume Lete, il fiume dell'oblio (parlo per allegorie pure io, mica mi avrei preso alla lettera?)

Serpent of Fire ha detto...

-- non ti viene mai il dubbio che alchimia, teosofia e teurgia contengano insegnamenti fraudolenti? --

Da persona razionale li ho analizzati e li ho comparati con le mie precendenti esperienze. Sempre l'esperienza mi ha confermato la veridicità e l'efficacia di certi insegnamenti. Se no, non starei qua a perdere tempo del sottoscritto e di chi legge raccontando fandonie al prossimo.

-- Come puoi pigliare per oro colato discipline che basano la loro credibilità quasi esclusivamente sul fatto di volerci credere? --

Non è affatto vero. Questo cose si possono solo sperimentare. E si possono solo imparare orizzontalmente o verticalmente. Nel primo caso chi le insegna è un 'fratello' o maestro, nel secondo caso è una o più divinità. Solo attraverso l'esperienza si ottiene la conoscenza superiore tramite la quale si sviluppa una coscienza superiore che a sua volta spinge l'individuo a ricercare nuova conoscenza.

L'individuo può comprendere tutto ciò che è inferiore o uguale al suo livello di consapevolezza, tutto il resto che viene sopra è sistematicamente ignorato. Questo significa che per raggiungere stadi di consapevolezza superiori è necessaria una guida terrena o astrale (o entrambe). Io per mia fortuna ho ricevuto entrambe.

-- Come puoi garantire che in esse si trovino delle verità riconoscibili e valide per tutti? --

Di cosmogonie ne puoi trovare a bizeffe, tante quanti sono i punti di un circonferenza. Tutti i punti guardano verso il centro che è la rappresentazione della verità unica, ma di punti di vista ne esistono un infinità. Del resto, come detto, i punti di vista dipendono dal livello di consapevolezza di chi osserva. C'è chi osserverà alcuni dettagli, altri tanti altri.

Ci sono due modi per comprendere la verità assoluta:
1) studiare tutti i possibili punti di vista, ma per farlo non basterebbe una sola vita
2) penetrare le verità attraverso l'astrazione della vita terrestre

Un tale metodo è quello utilizzato da Pitagora attraverso lo studio dei numeri e delle figure geometriche. Grazie all'ellenizzazione della palestina, queste nozioni si sono trasformate nella Kabbalah e nella gematria.

Il resto lo conoscete già tramite Franceschetti.

Anonimo ha detto...

Scusa se insisto Sof, ripeto la richiesta di qualche giorno fa.
Toglieresti per favore la pag 114 dal tuo "manuale?

Se vuoi ti spiego perchè, ma preferirei di no :-))

Anonimo ha detto...

mamma mia...... ho scoperto di essere un massone e un rosacrociano!!!! e tutto grazie a te paolo .... se non era per il tuo articolo non lo avrei mai saputo!

Serpent of Fire ha detto...

LOL... un anonimo che non si firma nè mette un indirizzo di e-mail mi chiede di rimuovere un immagine largamente diffusa in internet da un opuscolo distribuito gratuitamente e che non pubblicizza nessuna attività commerciale per un motivo non specificato. Sono sicuro che qualcuno tra poco accamperà diritti di copyright pure sulla Rosa Rossa e sugli Illuminati.

Anonimo ha detto...

A Serpent
Andiamo sul pratico!
In sostanza,secondo te,Dio,Cristo e Lucifero(oppure chiamalo come vuoi),esistono?Sono entità spirituali reali o no?

Anonimo ha detto...

Serpent, dunque tu hai sia una guida astrale che terrena, però non penso che tu abbia mai avuto un animale domestico...Froid era un massone...bene!legittimato dai confratelli a sparare fregnacce per imbambolare la gente (tengo a precisare che non tutto ciò che ha detto è da buttare, però certe cose fanno ridere i polli)...di alla tua guida terrena di smettere di prenderti in giro:l'uomo non sta al centro dell'universo!!!se ha delle potenzialità, e a questo ci credo, ebbene ANCHE TUTTO IL RESTO CE LE HA!se capiti in una situazione dove sei da solo, nudo e senza niente, in mezzo alla giungla o savana o qualsiasi altra situazione selvaggia, credi di riuscire a soppravvivere? secondo tre chi avrà la meglio? la tua famosa potenzialità o un leone affamato?(naturalmente non ti auguro di ritrovarti così :))

Serpent of Fire ha detto...

-- In sostanza,secondo te,Dio,Cristo e Lucifero(oppure chiamalo come vuoi),esistono?Sono entità spirituali reali o no? --

In tutti i casi stiamo parlando di principi metafisici. Le religioni li hanno antopomoformizzati per renderli più umani, ma di fatto non hanno una forma come li intendiamo noi.

Parlando per esperienza personale, quello che chiamate Lucifero è un entità di pura luce. La sua visione se troppo prolungata può portare rapidamente alla pazzia. E' la massima espressione di conoscenza e nessun cervello umano è in grado di sondarne la profondità senza esserne fulminato dalla sua lucentezza.

Per quanto riguarda il Padre Celeste potete immaginare una enorme sfera d'oro che squarcia le tenebre del mondo astrale come un sole. Il varco al Padre Celeste è come un cono di luce che si proietta sul nostro mondo e guida l'anima per la sua ascensione.

Ma sul percorso si pone in mezzo il Guardiano della Soglia, un entità che deve essere sconfitta con la volontà. La porta del paradiso soffre la violenza e l'ascensione è solo per coloro che si prendono con la forza questo diritto.

In merito al Cristo non possiamo dire se è esistito un uomo fisico o meno, come del resto è molto difficile dire la stessa cosa per i personaggi del Vecchio Testamento come Mosè o Elia. Stessa cosa potremmo dire per Ermete Trimegisto oppure Hiram Abiff.

Ma cosa importa? Quello che è a noi necessario è il messaggio che questi personaggi (fisici o meno che siano stati) hanno lasciato all'umanità come VERITA' INIZIATICA.

Del resto Cristo è il prototipo dell'uomo nuovo, dell'Adamo che attinge nuova linfa vitale dagli alberi della vita e della conoscenza.

Anonimo ha detto...

A Franceschetti: quello che hai studiato di cabala, ecc. e le tue varie esperienze, confermano quello che professa Serpent nel suo scritto dei magi? e cioè: il creato gira attorno all'uomo?!?!?

Anonimo ha detto...

Chiedo scusa per l'OT ma credo possa interessare sia a Franceschetti che ai lettori del blog: in edicola è stato pubblicato un doppio CD con brani inditi di Rino Gaetano; se non erro è uscito con sorrisi e canzoni.
Nel primo brano cantato in spagnolo, Rino canta: "Donde sta el grano, donde sta la rosa"

Anonimo ha detto...

Chiedo scusa per l'OT ma credo possa interessare sia a Franceschetti che ai lettori del blog: in edicola è stato pubblicato un doppio CD con brani inditi di Rino Gaetano; se non erro è uscito con sorrisi e canzoni.
Nel primo brano cantato in spagnolo, Rino canta: "Donde sta el grano, donde sta la rosa"

Paolo Franceschetti ha detto...

Su rino Gaetano grazie della segnalazione... Sapevo della canzone, anche perchè me la fece ascoltare la sorella di Rino prima che uscisse sul mercato.

Sull'uomo e il creato.
Il creato comprende miliardi di mondi. Pensare che il creato giri attorno all'uomo è una affermazione che non può essere neanche commentata.
Sa... probabilmente i cani pensano che il mondo giri attorno a loro, e le formiche pensano che il mondo giri attorno a loro. Magari su qualche pianeta lontano ci saranno altre entità viventi che pensano la stessa cosa chi lo sa.
Il solo pensare di dare una risposta a queste domande è un approccio sbagliato a mio parere.

Anonimo ha detto...

La sua risposta mi consola!

Anonimo ha detto...

A serpent
Rubare esiste! non importa se esiste o non esiste il ladro?Dove sta il merito di colui che fa il bene invece che il male?E poi,in nome di chi o di cosa,devo agire in un certo modo?credere o non credere?Ragione o fede?Esistenza reale autonoma o inesistenza? Agire In nome di un qualcosa che non esiste?Sentiamo sete dentro il nostro corpo,perché c'è sete dentro di noi, o è solo una proiezione mentale o spirituale la sete,invece che un bisogno naturale,vero e concreto?
Grazie

Stefania Nicoletti ha detto...

Il cd di Rino è uscito 3 mesi fa, ne avevamo parlato qui:


http://poteriocculti.mastertopforum.biz/rino-gaetano-nuovo-cd-con-7-inediti-vt588.html


Contiene anche "La Ballata di Renzo", il brano che descrive la sua morte.

Però non sapevo che adesso fosse uscito anche in edicola.

Anonimo ha detto...

paolo che fortuna,che hai,sei riuscito a parlare con la sorella di rino gaetano che bello.ma come hai fatto,lei e'una persona molto riservata e non e'facile parlarle grazie

Fruit Flavoured ha detto...

Caro Avv. Franceschetti,
caro Serpent,

anche se prima il mio commento non è stato seguito da una risposta (capisco che rispondere a tutti è davvero difficile), mi ripropongo di scrivere ponendovi un quesito:

Ma tutta questa lotta tra esseri di dimensioni diverse, amorfi e divoratori di anime ed energia, e , volendo essere ancora più immanenti, tra Massoneria e Chiesa Cattolica (ammesso che tale disputa sia ancora in corso e che la Massoneria non abbia già vinto),
che senso avrebbe?

Preciso che non sono scettico riguardo l'argomento "Esoterismo", bensì da ignorante totale in materia, mi permetto di porre quesiti legittimi che vadano oltre il semplice "come"...in questa sede mi chiedo "perchè"?

Perchè ci dovrebbero sottoporre a programmi di controllo di massa?

Perchè tutti i vertici di comune accordo, dovrebbero permettere omicidi seriali su coppie, donne e infanti?

Spero sia chiaro che il mio perchè sia una domanda onesta e spontanea, fiducioso in una risposta convincente.

Grazie!

Nello

Anonimo ha detto...

Gesù è veramente esistito

di Gianpaolo Barra

[Da "il Timone" n. 12, Marzo/Aprile 2001]

Pubblichiamo il testo della conversazione che Gianpaolo Barra, direttore de "il Timone", ha tenuto a Radio Maria il 7 dicembre 2000, durante la "Serata Sacerdotale", condotta da don Tino Rolfi. Conserviamo lo stile colloquiale e la divisione in paragrafi numerati, utilizzata per i suoi appunti dall’autore.

1. In questa conversazione ci interroghiamo sulla esistenza storica di Gesù Cristo.

2. Si tratta di un tema importante per la credibilità storica del Cristianesimo. Infatti, se Gesù non fosse esistito, la nostra fede sarebbe costruita su un mito, senza basi storiche.

3. Noi non abbiamo dubbi sull’esistenza di Gesù; ma ci chiediamo se questa certezza vale anche per chi non crede in Dio. È vero che la Sacra Scrittura è esplicita in proposito, e non mancheremo di interrogarla, ma chi non crede chiede di esaminare altri documenti. Documenti che non nascono, per esempio, in ambiente cristiano.

4. È vero che fino al XVIII secolo nessuno, nemmeno i nemici più agguerriti del Cristianesimo, aveva mai negato l’esistenza di Gesù. Ma in tempi recenti essa è stata ritenuta mitologica e fantastica. Dalla Grande Enciclopedia sovietica, per esempio.

5. Oggi le cose sono mutate e ia caduta di quel Muro di Berlino, vergogna del nostro tempo perché simbolo di quel regime comunista che ha tentato di costruire una civiltà senza Dio, ha trascinato con sé anche le sicurezze di quella Enciclopedia.

6. Veniamo alla nostra riflessione e ricordiamo la prima fonte di carattere storico sulla esistenza di Gesù Cristo.

7. Se diamo retta ad un ex esattore delle tasse (Matteo), ad un medico (Luca), ad un giovane segretario dell’Apostolo Pietro (Marco) e ad un altro testimone oculare di Gesù (Giovanni), tutti vissuti in Palestina nel primo secolo, l’esistenza di Gesù di Nazareth deve considerarsi un dato di fatto incontestabile.

8. Questi testimoni hanno messo per iscritto nei Vangeli la storia di ciò che è accaduto 2.000 anni orsono in Palestina, lasciandoci così le testimonianze più preziose, più ricche di dati e più attendibili riguardo l’esistenza storica di Gesù.

9. Ma qualcuno potrebbe obiettare che si tratta di testimonianze in qualche modo interessate.

10. E allora vogliamo concentrare la nostra attenzione sulle tracce che provengono da ambienti non cristiani.

Anonimo ha detto...

11. I riferimenti a Gesù nelle fonti documentarie non cristiane dei primi secoli sono rari. Il mondo romano lo ha sostanzialmente ignorato e quello ebraico lo ricorda raramente e lo fa con disprezzo e con offese.

12. Questa scarsità di informazioni storiche che provengono da ambienti non cristiani è comprensibile. Ricordiamo che 2000 anni fa nessuno immaginava a quale straordinario sviluppo sarebbe andato incontro il Cristianesimo, in effetti, la fine ingloriosa del Fondatore del Cristianesimo non suscitava l’interesse degli storici pagani di quell’epoca.

13. Tuttavia, alcuni dei cronisti dell’Impero, sebbene solo con cenni e spesso con intenzioni non benevole, di Cristo e dei Cristiani qualche cosa dicono. I loro ricordi, pochi e talvolta superficiali, meritano attenzione.

14. Una prima traccia non cristiana della esistenza di Gesù la troviamo in Flavio Giuseppe. Nato a Gerusalemme verso il 3739, quindi pochissimi anni dopo la morte di Gesù, questo storico ebreo mostra di conoscere bene i fatti di cui parla, per averli vissuti in prima persona.

15. Alla fine del primo secolo Flavio Giuseppe scrive le Antichità giudaiche, cioè la storia del popolo ebraico dalle origini fino al 66 d.C. In questa opera, troviamo tre riferimenti importanti a Gesù e ai Cristiani: il primo riguarda la morte di Giovanni Battista (XVIII, 116-119); il secondo la morte di Giacomo, che Flavio Giuseppe qualifica come "fratello di Gesù chiamato il Cristo" (XX, 200); il terzo, il più noto, è conosciuto come "Testimonium Flavianum" e ci interessa particolarmente.

16. Sentiamo che cosa ha scritto Flavio Giuseppe: "Ora, ci fu verso questo tempo Gesù, un uomo sapiente, seppure bisogna chiamarlo uomo: era infatti facitore di opere straordinarie, maestro di uomini che accolgono con piacere la verità. E attirò a sé molti Giudei, e anche molti dei Greci. Costui era il Cristo. E avendo Pilato, per denuncia degli uomini principali fra noi, punito lui di croce, non cessarono coloro che da principio lo avevano amato. Egli infatti comparve loro al terzo giorno nuovamente vivo, avendo già detto i divini profeti queste e migliaia d’altre cose mirabili riguardo a lui. E ancora adesso non è venuta meno la tribù dì quelli che, da costui, sono chiamati i Cristiani" (Antichità giudaiche, XVIII, 63-64).

17. Se stiamo a questa testimonianza antichissima, Flavio Giuseppe sarebbe stato a conoscenza non solo della esistenza di Gesù, ma anche dei suoi poteri, della sua funzione messianica e della sua risurrezione dai morti.

18. Va detto che tutto questo è apparso eccessivo a molti studiosi, che considerano improbabile anche il tono elogiativo nei confronti di Gesù usato da un ebreo. Per questa ragione, si pensa che questo passo sia stato manipolato da una ignota mano cristiana prima di giungere a Eusebio di Cesarea, il grande storico deila Chiesa del IV secolo, che lo riporta nella sua celeberrima Historia Ecclesiastica (I, II).

19. In ogni caso, quello che a noi interessa, per ora, è un dato: questo ebreo del primo secolo ha sentito parlare di Gesù e, da storico, non mette in dubbio la sua esistenza. E tutto questo ricordiamolo in ambiente non cristiano.

20. C’è un’altra notizia interessante. Qualche anno fa, uno studioso ebreo è riuscito a scoprire la probabile versione originale del Testimonium Flavianum. Ce ne ha dato notizia Vittorio Messori, nel suo capolavoro intitolato "Ipotesi su Gesù".

Anonimo ha detto...

21. Nel 1972, il prof. Shlomo Pinès, professore all’Università Ebraica di Gerusalemme, ha scritto un articolo sul quotidiano International Heraid Tribune intitolato significativamente "Gli ebrei portano le prove dell’esistenza di Gesù".

22. Pinès aveva scoperto per primo che del testo di Giuseppe Flavio c’era un’altra versione, diversa da quella giudicata inquinata dagli storici. Questa versione è contenuta in un’opera araba del X secolo, la Storia Universale di Agapio, vescovo di Hierapolis in Siria. Agapio riporta il Testimonium Flavianum senza quelle espressioni elogiative che lo facevano rifiutare dagli studiosi.

23. Ora, il professore Pinès osserva che sembra impossibile che un vescovo cristiano abbia minimizzato volontariamente il testo di Flavio Giuseppe, togliendogli (se c’erano) i termini elogiativi su Gesù. Allora, possiamo pensare che il professore ebreo contemporaneo ha davvero scoperto la versione originale della testimonianza di Flavio. Se è così, dice Pinès, "abbiamo qui la più antica testimonianza scritta, di origine non cristiana, che riguardi Gesù".

24. Ecco il brano di Flavio Giuseppe, così com’è riportato da Agapio, nella versione dell’Università Ebraica di Gerusalemme; "A quell’epoca viveva un saggio di nome Gesù. La sua condotta era buona, ed era stimato per la sua virtù. Numerosi furono quelli che, tra i Giudei e le altre nazioni, divennero suoi discepoli. Pilato lo condannò ad essere crocifisso e a morire. Ma coloro che erano divenuti suoi discepoli non smisero di seguire il suo insegnamento. Essi raccontarono che era apparso loro tre giorni dopo la sua crocifissione e che era vivo. Forse era il Messia di cui i profeti hanno raccontato tante meraviglie" (V. Messori, Ipotesi su Gesù, XV edizione, SEI, Torino 1977, pp. 238-239).

25. Anche in questa versione, non manipolata da mano cristiana, risulta che l’ebreo Flavio Giuseppe dava per scontato l’esistenza storica di Gesù.

26. Il dato è di fondamentale importanza, perché ci è offerto da uno storico quasi contemporaneo a Gesù e proviene da un ambiente che è sicuro dell’esistenza di Cristo, anche se non ne accoglie il messaggio: è quindi un ambiente non interessato a mentire, inventandosi l’esistenza di Cristo.

27. Proseguiamo la ricerca e giungiamo ad un documento antichissimo, datato verso il 112 d.C. Proviene da Plinio il Giovane, console e governatore della Bitinia, in Turchia, il quale è autore di una lettera indirizzata all’imperatore Traiano.

28. In questa lettera non si parla direttamente di Gesù, ma dei cristiani i quali, scrive Plinio il Giovane erano "abituati a radunarsi prima del levare del sole, per cantare un carme a Cristo come a un Dio" (X, 96).

29. Plinio chiede consigli su come deve comportarsi con i cristiani. Ci informa che sono numerosi nelle città e nelle campagne, ritiene innocue le loro riunioni, sa che con giuramento si obbligano a non commettere furti, a non commettere adulterio, a restituire i prestiti e a non tradire la Fede.

30. La lettera di Plinio all’imperatore Traiano "è la più antica testimonianza pagana sulle assemblee liturgiche dei Cristiani primitivi e sull’Eucaristia" (Marta Sordi, I cristiani e l’impero romano, Jaca Book, Milano 1984, p. 67).

Anonimo ha detto...

31. La risposta di Traiano non si fa attendere e costituisce il "più antico documento ufficiale sui rapporti fra il Cristianesimo e lo stato romano" (Marta Sordi, op cit., p 67).

32. Traiano dispone che i Cristiani non devono essere ricercati dalle autorità, ma possono essere perseguitati solo se denunciati da qualcuno, purché non anonimo, salvo che, sacrificando agli dei dell’impero, non rinneghino la loro fede.

33. La lettera di Plinio impone una riflessione. Nei primi anni del II secolo vi erano Cristiani che si radunavano per rendere gloria a Cristo come a Dio. Riflettiamo: se anche l’esistenza di Gesù fosse stata inventata, tale invenzione doveva risalire almeno al 1º secolo, quindi in epoca assai vicina alla presunta esistenza terrena del Nazareno, quando potevano insorgere molti testimoni in grado di smascherare l’inganno.

34. Invece, di questi non abbiamo notizia. Plinio dà per scontato quello che ai suoi tempi era pacificamente accettato: un certo Gesù era realmente esistito qualche decennio prima e aveva lasciato dei discepoli e seguaci.

35. La storia ci offre un’altra antichissima traccia della esistenza di Gesù. Cinque anni dopo, nel 117, lo storico Tacito scrive nei suoi Annali che Nerone, per evitare di essere accusato dell’incendio di Roma del 64 d.C., "ne presentò come rei e colpì con supplizi raffinatissìmi coloro che il volgo, odiandoli per i loro delitti, chiamava Crestiani. L’autore di questa denominazione, Cristo, sotto l’impero di Tiberio (imperatore dal 14 al 37 d.C.), era stato condannato al supplizio dal Procuratore Ponzio Pilato; ma, repressa per il momento, l’esiziale superstizione erompeva di nuovo, non solo per la Giudea, origine di quel male, ma anche per l’Urbe, ove da ogni parte confluiscono tutte le cose atroci e vergognose" (Annales, XV, 44).

36. È una testimonianza straordinaria. Tacito è uno storico, e aveva nei confronti dei Cristiani e della loro religione una pessima opinione. Ma questo non è sufficiente per accusare i Cristiani di essersi inventati l’esistenza di Cristo. Eppure, ricordiamolo, questa accusa sarebbe valsa a screditare definitivamente quella "esiziale superstizione".

37. Tacito offre un altro dato interessante: già nell’anno 64 a Roma vivevano seguaci di quel Gesù che era morto poco più di 30 anni prima.

38. Riflettiamo: se l’esistenza di Cristo fosse stata inventata, qualcuno l’avrebbe contestata e a Tacito di tale inganno sarebbe giunto l’eco. Invece, significativamente, lo storico non ne fa notizia.

39. Un altro storico, Svetonio, verso l’anno 120, ci lascia una indicazione sui Cristiani i quali, a suo dire, come aveva rilevato Tacito, sotto Nerone furono "sottoposti a supplizi (...), razza di uomini d’una superstizione nuova e malefica" (Nero, 16).

40. Il giudizio di Svetonio è negativo e sprezzante. Avrebbe avuto buon gioco a svergognare quella "superstizione nuova e malefica" se avesse saputo che era fondata su un personaggio mai esistito. Invece, non troviamo accuse siffatte.

Anonimo ha detto...

41. Svetonio ci informa che durante l’impero di Claudio (41-54), predecessore di Nerone, furono "espulsi da Roma i Giudei i quali, ad impulso di Cresto, facevano frequenti tumulti" (Claudius, 25). Con tutta probabilità, l’espulsione citata da Svetonio avvenne tra il 49 e il 50 d.C.

42. A noi, qui, interessa la conferma di un dato storico: meno di 20 anni dopo la morte di Gesù, a Roma vi è già una comunità di suoi seguaci. È passato troppo poco tempo per inventare l’esistenza di un Messia senza rischiare di essere scoperti e denunciati.

43. Andiamo avanti. Qualche tempo fa è emerso un altro documento. È una lettera che uno storico siriaco, di nome Mara Bar Sarapion, indirizza a suo figlio nell’anno 73 d.C. In essa viene ricordato come i Giudei avrebbero messo a morte il loro "saggio re", dove il riferimento a Gesù, del quale non si fa il nome, sembra essere di una evidenza lampante.

44. Anche gli avversari più accaniti del Cristianesimo antico non contestarono l’esistenza storica di Gesù. Ricordiamo il filosofo Gelso.

45. Tra il 178 e il 180, Gelso mise mano ad uno scritto polemico nei confronti del Cristianesimo. Egli accusa i cristiani di ignoranza, di fanatismo, di superstizione e Gesù di essere stato un ciarlatano, in possesso di arti magiche con le quali si spiegherebbero i miracoli che gli vengono accreditati.

46. Nonostante questa avversione, Gelso non mette in dubbio l’esistenza storica di Cristo.

47. Per attaccare i Cristiani, egli si avvale di tutti gli argomenti a sua disposizione, ma non dell’unico che avrebbe avuto valore ultimamente definitivo: l’invenzione dell’esistenza di Cristo.

48. Bene, la storia conferma che duemila anni fa è vissuto un uomo chiamato Gesù. Per noi è il Figlio di Dio, nato, vissuto, morto in croce per salvarci e risuscitato.

49. Grazie e a risentirci, a Dio piacendo, la prossima volta.

Pino Palladino ha detto...

@ Serpent

l'uomo non è l'unico essere consapevole di sé su questa terra.
In realtà tutte le piante e gli animali sono consapevoli di esistere.
Diciamo che la differenza con l'uomo è che quest'ultimo è autoconsapevole, cioè consapevole di sé stesso come individuo.
Ma anche qui non è solo: autoconsapevoli sono anche i delfini, per esempio, e alcuni tipi di orche e balene. Stanno percorrendo una storia evolutiva parallela a quella umana. Ce ne sono poi anche altri e non è difficile scoprirli... basta guardarli neglio occhi ;)
Poi c'è tutto un discorso a parte che riguarda gli animali domestici. Questi sono all'ultimo stadio dell'evoluzione animale e, proprio grazie al contatto ravvicinato con l'uomo, sono ormai alle soglie dell'autoconsapevolezza.

Vecchio novizio ha detto...

Ciao, bella gente.

Sbaglio o associato a questo brano (e al gruppo che lo esegue) c'è una bella eggregora che cerca di chiuderti il chakra n. 7 durante e dopo l'ascolto? Per molto tempo dopo l'ascolto ...

http://www.youtube.com/watch?v=AG8fugqFn9Q

Se qualcuno potesse dare riscontro, gliene sarei grato.

Vecchio novizio

Anonimo ha detto...

A Serpent:
"L'uomo è stato fatto evolvere dalle stesse gerarchie astrali, che l'ebraismo chiama ELOHIM."
L'uomo si è evoluto perchè l'unica arma che poteva usare per non soccombere alle leggi di natura era il suo cervello; a differenza di altri esseri più dotati fisicamente, non possedeva altro. Grazie ad un grosso encefalo è riuscito a creare un proprio ambiente, staccato dagli altri ecosistemi. E' per questo che si è affermato sul resto, perchè vive fuori dagli schemi, se ne è creati altri su misura. Dunque non si è evoluto grazie a gerarchie astrali, ma perchè altrimenti, molto probabilmente, non sarebbe più qua o al massimo poco diffuso.

Vecchio novizio ha detto...

Stesso dicasi per:

http://www.youtube.com/watch?v=BZtFJQEdswo

Pare proprio che i gruppi Indie, almenop in parte, veicolino queste eggregore che ti stampano nel cranio le note delle canzoni, ti mandano in confuzione e ti succhiano energia.
Occhio, quindi.

Riscontri graditi.

Vecchio novizio

Anonimo ha detto...

Da Repubblica:

La Cei: "Libertinaggio gaio e irresponsabile
atti gravi, non sono affari privati"

Il segretario generale dei vescovi, monsignor CROCIATA: "Gravità di comportamenti soprattutto quando sono implicati minori"

Che nome per il prete che esterna queste cose: Crociata

Ma vi prendono per il ... naso?

Anonimo ha detto...

anche Tiziano Sclavi, autore di "Dylan Dog" è membro del CICAP!!

Anonimo ha detto...

Sono l'anonimo che ti fa ridere Sof .

Forse...avrai notato che nell'angolo in alto a sinistra c'è una c con un cerchietto intorno :-) esattamente come questa ©

Poi all'mmagine manca un pezzo, fatalità, proprio la parte destra dove è scritto in 3 (tre) ligue questo: (riporto solo l'inglese)

"Published by iokai shiatsu center

All right reserved including the right to reproduce this chart or portions of it in any form wifhout the written permission of the publisher".


Per quanto riguarda l'anonimato, dopo la tua affermazione di praticare magie (anche cartacee:-)))) capirai la mia ...reticenza.


Aggiungo una cosa: ho scritto qui e non a te personalmente proprio perchè questo è un blog gestito da un Avvocato, anzi forse due.


Cari saluti

Serpent of Fire ha detto...

Nel Testo della Direttiva 2004/48/CE il Parlamento europeo ha votato, in seduta plenaria la relazione che accoglie la proposta della Commissione ma, nello stesso tempo propone una serie di emendamenti. Con uno, in particolare, sulla base del FAIR USE prima esistente solo nel diritto americano, si stabilisce che la riproduzione in copie o su supporto audio o con qualsiasi altro mezzo, a fini di critica, recensione, informazione, insegnamento (compresa la produzione di copie multiple per l'uso in classe), studio o ricerca, «non sia qualificato come reato».

Serpent of Fire ha detto...

-- l'uomo non sta al centro dell'universo!!! --

...Nella cultura greca c’è sì il concetto di somiglianza fra gli dèi e gli uomini, però non è una convergenza «verso l’alto», ma «verso il basso», cioè ottenuta concependo una divinità con una natura simile a quella dell’uomo corrotto. In altre culture si riconosce che nell’uomo c’è qualcosa di divino, ma questo elemento divino non gli è esclusivo, perché lo si vede in tutte le cose, fino al punto che certi animali, a volte, sono considerati più vicini alla Deità dell’uomo...se si considera che Dio stesso arrivò poi, in Gesù, ad assumere una forma umana. E ciò non avvenne «travestendosi» momentaneamente da uomo, ma percorrendo il comune sentiero degli uomini: prima nelle viscere di una donna e poi sottomettendosi ai genitori nel crescere in sapienza, in statura e in grazia (Lc 1,31.42; 2,52), portando infine il suo corpo umano risorto con sé nel cielo, per sempre (At 1,9; Ap 4,6)....Ne deriva che l’umanità, presente in Gesù, è ora strettamente integrata nell’intera Deità. E ciò vale addirittura come anticipo che apre la porta a tutti i cristiani, come si può vedere dalle parole di Gesù: «Quelli che credono in me […] siano tutti uno. E come tu, o Padre, sei in me e io sono in te, anch’essi siano in noi» (Gv 17,21). Queste sono parole che, se ci si riflette a fondo, danno un senso di vertigine....L’uomo non è una «via di mezzo» fra immagine di Dio, animali, piante ed elementi chimici: è tutte queste cose insieme. L’essere immagine di Dio, però, è ciò che lo distingue da tutto il resto del creato; è pure ciò che ha, di gran lunga, di più prezioso, pertanto è ciò che deve essere più salvaguardato.

http://www.creazionismo.org/articolo.asp?id=138

Serpent of Fire ha detto...

-- Rubare esiste! non importa se esiste o non esiste il ladro?Dove sta il merito di colui che fa il bene invece che il male? --

Male e bene sono sempre misurati relativamente all'osservatore. Generalmente un soggetto fà sempre il suo bene, o quello della sua famiglia o comunità o popolo. Quel bene però va a discapito di altri individui:ad es. per alimentare l'opulenza di 400 milioni di americani si rende invivibile l'esistenza a 4 miliardi di persone che vivono nei vari terzi mondi sparsi sulla terra.

L'unico che ha consentito che fosse fatto del male a se stesso per fornire giovamento ad una nuova umanità è stato solo il Cristo. Ai materilisti di ogni tempo questa è una lezione che non sarà mai digerita e soprattuto compresa.

-- E poi,in nome di chi o di cosa,devo agire in un certo modo? --

Cristo è stato un sovvertitore della legge mosaica, un anarchico di altri tempi. Quindi non è certo la cristianità pura a porre dei limiti nel modo di fare dell'umanità. Solo la cristianità essoterica ha posto una selva di regole e regolette assurde, volte solo al capillare controllo sociale. Ma questa non è la via del Cristo, ma solo il potere teocratico di un elite di malfattori.

L'etica è dell'individuo e non esiste legge umana che la possa determinare. La via per la quale l'individuo assume un etica che lo innalza a Dio passa per una serie di tappe 'terrene' che realizzano l'accrescimento delle consapevolezza superiore.

-- credere o non credere? Ragione o fede? --

La fede non esclude la ragione. Einstein disse: La scienza senza la religione è zoppa. La religione senza la scienza è cieca.

-- Esistenza reale autonoma o inesistenza? Agire In nome di un qualcosa che non esiste? --

E chi lo dice che non esiste?? Il sottoscritto ha evidenza del contrario. E sembra che la cosa sia pure condivisa da milioni di individui su questa terra che, con consapevolezze differenti, riconoscono un ruolo ad un qualcosa che non può essere afferrato dai sensi ordinari.

Serpent of Fire ha detto...

-- Perchè ci dovrebbero sottoporre a programmi di controllo di massa? --

Per poter disporre di un massa di individui non pensanti, ubriacati e ullusi dai media, alimentati artificialmente con cibi OGM in modo da essere dipendenti dalla multinazionali delle sementi, che bevono acqua contaminata da fluoride per renderli più docili, che assumono medicine che non servono spinti da supposte pandemie a cui necessitano 'vaccinazioni di massa' obbligatorie.

-- Perchè tutti i vertici di comune accordo, dovrebbero permettere omicidi seriali su coppie, donne e infanti? --

Perchè un elite possa ascendere è necessario per la legge del contrappasso che una larga fetta di popolazione affondi. Analogamente nel mondo degli affari, perchè 13 famiglie detengano il 90% della ricchezza mondiale è necessario che il 90% della popolazione detenga solo il 10% della ricchezza del pianeta.

Anonimo ha detto...

Serpent non hai ancora risposto:"se capiti in una situazione dove sei da solo, nudo e senza niente, in mezzo alla giungla o savana o qualsiasi altra situazione selvaggia, credi di riuscire a soppravvivere? secondo tre chi avrà la meglio? la tua famosa potenzialità o un leone affamato?(naturalmente non ti auguro di ritrovarti così :))" e poi riconfermo:"L'uomo si è evoluto perchè l'unica arma che poteva usare per non soccombere alle leggi di natura era il suo cervello; a differenza di altri esseri più dotati fisicamente, non possedeva altro. Grazie ad un grosso encefalo è riuscito a creare un proprio ambiente, staccato dagli altri ecosistemi. E' per questo che si è affermato sul resto, perchè vive fuori dagli schemi, se ne è creati altri su misura. Dunque non si è evoluto grazie a gerarchie astrali, ma perchè altrimenti, molto probabilmente, non sarebbe più qua o al massimo poco diffuso."

Serpent of Fire ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Serpent of Fire ha detto...

-- l'uomo non è l'unico essere consapevole di sé su questa terra. --

E' un problema di definizioni. Se consideri una pianta consapevole lo è anche il mio frigorifero.

La consapevolezza umana ha portato alcuni individui a percepire Dio. Questa è la fondamentale differenza con i mondi animale, vegetale e minerale.

Nessun animale si è mai elevato a guardare in faccia Dio e soprattuto a comprendere di poter essere Dio a sua volta.

-- L'uomo si è evoluto perchè l'unica arma che poteva usare per non soccombere alle leggi di natura era il suo cervello; --

L'uomo si è evoluto grazie a delle entità che ne hanno accompagnato l'evoluzione sin dal brodo primordiale.

La scienza non ha mai dimostrato:

- come si possa formare il DNA e il RNA dal brodo primordiale

- come certe specie si siano evolute in 'salti' che non hanno lasciato traccia di specie intermedie

- la vera genesi della specie umana a che ha condotto alla creazione della parola e del pensiero evoluto, per non parlare delle incongruenze sui ceppi dei primati da cui sarebbe disceso l'uomo.

Serpent of Fire ha detto...

-- se capiti in una situazione dove sei da solo, nudo e senza niente, in mezzo alla giungla o savana o qualsiasi altra situazione selvaggia, credi di riuscire a soppravvivere? --

Ci sono molte persone che sopravvivono proprio nella condizione che descrivi. Noi occidentali abbiamo purtroppo disimparato come si domina la natura selvaggia. Ma come ho detto prima è solo un problema di conoscenza.

Ho letto che gli antichi reali possedevano animali feroci come leoni o giaguari proprio per esercitarsi nell'arte della dominazione della natura selvaggia attraverso il controllo psichico. Ad esempio Giglamesh e Nimrod venivano rappresentati come grandi domatori di leoni.

Anonimo ha detto...

l'uomo NON POTRA'MAI ESSERE DIO!come fai a pensare una cosa del genere?non sei l'unico essere a possedere DNA e RNA!ci sono teorie che spiegano la complessità della cellula: essa è il risultato dell'assimilazione tra vari organismi avvenuta all'alba dei tempi! i salti nella cronostoria dell'evoluzione di alcune specie...grazie tante: sono passati milioni di anni, sai com'è, non è che tutti gli esemplari si mantengono intatti per farti vedere come si sono evoluti!E' vero che ci sono incongruenze fra i primati e l'uomo ma:(1)è comunque VERO che l'uomo è un mammifero, dunque animale come gli altri, il cui corpo funziona come quello di ogni altro animale!(2)ammettendo l'inverosimile, e cioè che Dio abbia voluto l'uomo e lo considera suo pupillo, lo ha fatto comunque partire dal brodo primordiale e lo ha creato come animale che ha le stesse esigenze deglia ltri organismi!!!se non fose vero saremmo già tutti belli che soddisfatti senza aver bisogno di mangiare, dormire, ecc. Per quanto riguarda il linguaggio:ANCHE GLI ALTRI ORGANISMI HANNO UN LORO LINGUAGGIO, SOLO CHE TU NON LO CAPISCI!sono cose ovvie...ed ancora non hoi capito se vinci tu o il leone:)

Anonimo ha detto...

scusa non avevo più letto...avevi già risp sul leone

Anonimo ha detto...

comunque è vero che ci sono delle popolazioni perfettamente in grado di vivere a più stretto contatto con la natura rispetto all'uomo occidentale, però sempre creando un sistema a sè anche se rispettano di più la natura.Come hai detto tu stesso cercano di 'dominare'

Serpent of Fire ha detto...

-- ANCHE GLI ALTRI ORGANISMI HANNO UN LORO LINGUAGGIO, SOLO CHE TU NON LO CAPISCI! --

Che paciamanista incallito. :-))

La natura è regolata dalle forze dell'astrale. Tutto ha uno spirito, un ombra che si proietta in un piano inferiore a quello fisico. Senza quello spirito non esisterebbe la natura stessa con tutti i suoi meccanismi.

Ma il mondo dei meccanismi è inferiore a quello della carne. E quello della carne è inferiore a quello delle idee. Sono mondi che si compenetrano e che si alimentano l'un l'altro come una grande matrioska. L'uomo è la rapprensentazione perfetta di tale cosmogonia.

Connettersi al mondo delle idee significa parlare il linguaggio del vero Dio, elevando se stessi dal mondo dei meccanismi e della carne giungendo in quel piano in cui si creano e si distruggono universi interi, dove l'individuo è padrone del suo destino e si è affrancati dal ciclo karmico.

Ma questo discorso può essere compreso solo da chi ha raggiunto un certo livello di consapevolezza e non certo da chi si considera alla stregua del mondo animale e vegetale.

Se il tuo mondo si ferma al piano fisico che così sia. E' solo un tuo problema e una tua libera scelta perchè non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere.

Anonimo ha detto...

"Nel Testo della Direttiva 2004/48/CE il Parlamento europeo ha votato, in seduta plenaria la relazione che accoglie la proposta della Commissione ma, nello stesso tempo propone una serie di emendamenti. Con uno, in particolare, sulla base del FAIR USE prima esistente solo nel diritto americano, si stabilisce che la riproduzione in copie o su supporto audio o con qualsiasi altro mezzo, a fini di critica, recensione, informazione, insegnamento (compresa la produzione di copie multiple per l'uso in classe), studio o ricerca, «non sia qualificato come reato»."

Grazie Avvocato

Alberto ha detto...

Ma beati i vostri occhi perchè vedono e i vostri orecchi perchè sentono. In verità vi dico: molti profeti e giusti hanno desiderato vedere ciò che voi vedete, e non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, e non l'udirono (Mt 13,16-17)

Serpent lascia che i morti seppelliscano i morti...e dimmi piuttosto...come mai nel tuo trattato alchemico salti l'opera al giallo?

Anonimo ha detto...

il cieco sei tu che non vedi niente al di fuori di te stesso...almeno ti sei fabbricato l'anima?non sia mai che ne resti senza...forse ti aiuterà a vedere.Comunque non nego che l'uomo ha delle potenzialità, lo penso pure io, ma visto che fa parte del creato, pure il resto del creato ha potenzialità!se hai studiato ingegneria questo piccolo ragionamento non dovrebbe essere difficile per te. Quello che hai scritto di fisica e metafisica è molto interessante, ma l'uomo non è "la rapprensentazione perfetta di tale cosmogonia", ne è solo una piccolissima parte. C'è stato qualcuno che ti ha dimostrato questa fantomatica superiorità dell'uomo? hai mai visto qualcuno dominare ciò e chi gli sta attorno?
ps: mi sto guardando i video di zagami, grazie per averlo nominato

Serpent of Fire ha detto...

-- come mai nel tuo trattato alchemico salti l'opera al giallo? --

Se non ricordo male è la fase intermedia tra l'albedo e il rubedo. Quindi l'inizio della tintura dello spirito al rosso della rosa mistica.

Nel trattato ho cercato di non addentrarmi troppo nel linguaggio ermetico per non appesantire troppo il discorso. Ho cercato di far comprendere al lettore che il segreto è che... non c'è segreto.

Il vaso, il fornello, lo zolfo, il mercurio e il sale sono solo allegorie per rappresentare degli stati mentali, delle operazioni sulla spiche e sulla fisiologia umana.

Serpent of Fire ha detto...

-- C'è stato qualcuno che ti ha dimostrato questa fantomatica superiorità dell'uomo? hai mai visto qualcuno dominare ciò e chi gli sta attorno? --

Ci sono persone che addomesticano le masse, altri che mutano il tempo metereologico e soggiogano le forze del sottosuolo. Ci sono maestri che viaggiano da una parte all'altra del pianeta in un lampo, mentre altri possono mettersi in contatto con altri uomini con la sola forza del pensiero. Poi c'è chi resuscitava i morti, guariva gli infermi ed ha salvato dagli inferi l'umanità che ha creduto in Lui.

Anonimo ha detto...

Ci sono, ma li hai mai visti? sei stato testimone diretto di certe cose o te le ha raccontate la tua guida terrena?
che stupendo accento italiano ha zagami:)

Anonimo ha detto...

Tranquillo Serpent, adesso abbasso la cresta: da ignorante ti chiedo se quello che dice zagami è vero oppure no.

Anonimo ha detto...

"Invisibile"
Domanda per Paolo Franceschetti o Serpent: la farfalla è un simbolo massonico? E che significato ha? Io ho letto che lo è ma vorrei una vostra conferma. Avrete letto che il segno distintivo delle elette di Berlusconi era un ciondolo con una farfalla al collo, volevo sapere se c'era un nesso.Inoltre Fini ha parlato di "paese-farfalla" riguardo all'Italia.

In relazione a questo, vi segnalo un articolo dal titolo "La nuova P2 Paneuropea" . L'articolo comincia così_"Chi l’avrebbe detto che Gianfranco Fini, Presidente della Camera dei Deputati, frequentasse un’organizzazione che promuove il Nuovo Ordine Mondiale? Stiamo parlando del CFR Consiglio delle Relazioni Estere), la fondazione privata dei Rockefeller, che dal 2007 ha aperto anche in Europa.

Sul sito ufficiale troviamo la lista dei membri:

http://www.ecfr.eu/…

In Italia spiccano i nomi di Giuliano Amato (ex-primo ministro), Massimo D’Alema (ex-primo ministro), Marta Dassù (Direttore Generale per le attività internazionali dell’Aspen Institute), Gianfranco Dell’Alba (dirigente di Confindustria), Emma Bonino (vicepresidente del Senato), Tommaso Padoa-Schioppa (ex-presidente dell’FMI ed ex-primo ministro dell’economia e della finanza), Giuseppe Scognamiglio (responsabile delle Relazioni Internazionali ed Istituzionali di Unicredit).

E' la quarta o quinta volta che posto un commento su questo blog e non ho mai ricevuto alcuna risposta.Alcune volte, anzi, la stessa mia segnalazione è stata ripresa successivamente da qualcun'altro ed è stata regolarmente commentata. Devo essere io che non riesco a rendermi visibile:)))

M. Barbagli ha detto...

L'uomo al centro.

L'universo non ha un centro, questo significa che ogni punto può essere preso secondo la teoria della relatività non einsteiniana, come centro. Io sono ciò che sono. che senso ha pensare alle piante o a tutto il creato. Io sono il centro di ogni mia percezione, io sono il centro di tutto ciò che esiste, che esiste solo in quanto mia percezione. Tutto esiste solo perché io esisto, tutto è creato da me istante per istante. Dalla dottrina segreta alle filosofie più disparate questo concetto da sempre risuona, e ancora c'è chi si stupisce se l'uomo viene messo al centro del creato. e ci sarà sempre chi contesta senza tentare di comprendere, perché grazie a lui a qualcun altro è possibile capire. Il ruolo di chi contesta meccanicamente, di chi crea subito un'opposizione è indispensabile, tramite lui altre persone possono ascendere ad un differente livello di percezione. dunque ringrazio chi, anonimo, ciecamente, si oppone a delle realtà che ci vengono prospettate, verso le quali dovremmo come minimo tentare un'apertura.
Ma attenzione, ha completamente ragione chi contesta serpent: lui parla dell'Uomo, non di quelle macchine malfunzionanti che siamo tutti noi. Noi non siamo l'Uomo, e non abbiamo la più pallida idea di cosa sia un uomo.
Mi chiedevo per quale motivo serpent scrivesse sul blog, creare piccoli eggregora? nutrire semplicemente il proprio ego? meccanicità narcisistiche? forse tutto questo e altro ancora, però poi ho visto l'effetto che ha su di me (il centro), un effetto sicuramente benefico, perché apre molte domande non solo mentali. ed ho capito che è giusto così.

Pino palladino ha detto...

Serpent of Fire ha detto...

Nessun animale si è mai elevato a guardare in faccia Dio e soprattuto a comprendere di poter essere Dio a sua volta.


Ma è ovvio!!!! Non ne hanno bisogno: lo sanno già.
Il velo che nasconde all'uomo la realtà per loro non c'è.

Pino Palladino ha detto...

... e per quanto riguarda la consapevolezza, no... il tuo frigorifero non è consapevole come una pianta.
Ma ci arriverà.

MBarbara ha detto...

Anonimo ha detto...
l'uomo NON POTRA'MAI ESSERE DIO!

E se fossimo dei frattali di Dio? Leggendo il vivace e stimolante scambio mi avete suscitato questo pensiero...

Serpent of Fire ha detto...

-- Ci sono, ma li hai mai visti? sei stato testimone diretto di certe cose o te le ha raccontate la tua guida terrena? --

Ho tentato ben tre volte a risponderti su questa domanda ma il computer (Linux) si è piantato ed ogni volta ho perso tutto. Quindi è chiaro che per adesso non ti debba rispondere.

Serpent of Fire ha detto...

-- la farfalla è un simbolo massonico? E che significato ha? --

Il significato è la trasformazione

bruco->crisalide->farfalla

a significare gli stati alchemici

nigredo->albedo->rubedo

-- Ma è ovvio!!!! Non ne hanno bisogno: lo sanno già. Il velo che nasconde all'uomo la realtà per loro non c'è.
... il tuo frigorifero non è consapevole come una pianta.
Ma ci arriverà. --

Bene quindi significa con questo che una pianta o un ornitorinco è più consapevole di un uomo. E probabilmente lo sarà pure il mio frigorifero.

Ma le pensate la notte ste minchiate o vi escono così di getto??

-- E se fossimo dei frattali di Dio?--

Hai colto esattamente il punto. Dio è la manifestazione dell'assoluto. Siccome l'assoluto tutto include, noi siamo all'interno di Dio e quindi per proprietà transitiva siamo pure noi Dio. Ma per diventarlo effettivamente dobbiamo sviluppare una coscienza e una coscenza superiore tali da elevarci al suo trono, altrimenti rimarremo solo creature all'interno dell'assoluto senza capacità di potere sul kosmos e sul kaos.

Nico G. ha detto...

Ho trovato piu' risposte alle mie domande interiori nei post di Serpent che in qualunque libro e articolo letto fino ad oggi.
ritengo la sua opera preziosissima e difficilmente attaccabile.
Arrivare ad affermare poi che le piante hanno piu' consapevolezza dell'uomo mi sembra davvero pretestuoso.
Se non si riescono ad afferrare certi concetti ci dovrebbe preoccupare di comprenderli ponendosi delle domande non di smontarli con inutili sofismi.... tanto e' inutile...

Anonimo ha detto...

Serpent scrive:
"Siccome l'assoluto tutto include, noi siamo all'interno di Dio e quindi per proprietà transitiva siamo pure noi Dio."

Sono d'accordo con te,
questo è un concetto che ritroviamo anche nei Veda nella frase "tat tuom asi", ovvero tu sei la Totalità.

Anche noi siamo Dio o se preferite Dio è in noi come le scintille fanno parte del fuoco.
Donovan

Anonimo ha detto...

Maledetto Linux...sono in attesa di risposte. In più c'è chi come te ritiene di essere superiore...sei tu a pensare o sognare di notte ste cose!pecchi di presunzione...se dai un'occhiata al mondo ti accorgerai che l'uomo, che tanto elogi, è in forte disequilibrio, sia con la natura sia con se stesso, e non dirmi che tu l'equilibrio l'hai raggiunto, perchè se hai queste idee significa che non sai nemmeno cosa sia equilibrio. Comunque ho terminato di vedere i video di Zagami, quì mi fido di te:ciò che dice è attendibile?attendo risposta grazie

Serpent of Fire ha detto...

--- ...se dai un'occhiata al mondo ti accorgerai che l'uomo, che tanto elogi, è in forte disequilibrio, sia con la natura sia con se stesso, e non dirmi che tu l'equilibrio l'hai raggiunto, perchè se hai queste idee significa che non sai nemmeno cosa sia equilibrio. ---

Se non avessi raggiunto un equilibrio non sarei nemmeno in grado di operare. In alchimia questa fase e chiamata CALCINAZIONE, e rappresenta uno dei primi passi nell'opera. Come qualcun altro ti ha già spiegato esistono due tipi di uomo: l'Adam Kadmon e l'Adam Belyya (mi sembra che si scriva così, chiedo conferma). Comunque il primo è l'uomo puro vicino a Dio, il secondo è l'uomo caduto nel piano materiale.

Questo significa che l'umanità deve risalire la china ritornado allo stato di Adam Kadmon (ammazza quanto sono Kabalista sta mattina!!!)

--- Comunque ho terminato di vedere i video di Zagami, quì mi fido di te:ciò che dice è attendibile? ---

Conosco personalmente Zagami e qualche suo compagnuccio di merende. Zagami è che un doppio agente: su 10 cose che dice 8 sono piccole verità e 2 sono enormi menzogne volte a raggiungere lo scopo di coloro che sono dietro di lui (specialmente sull'argomento Gesuiti). Quindi è un personaggio da prendere con le pinze.

Pino Palladino ha detto...

Serpent of Fire ha detto...

Bene quindi significa con questo che una pianta o un ornitorinco è più consapevole di un uomo. E probabilmente lo sarà pure il mio frigorifero.

Ma le pensate la notte ste minchiate o vi escono così di getto??


Per tua sfortuna, Serpent, ste minchiate escono a te di getto. Infatti non ho mai sostenuto che una pianta o un ornitorinco siano più consapevoli di un uomo (rileggere post please).
Questo l'hai detto tu, ed è appunto una minchiata.
Io sostengo che il frigorifero, la pianta, l'ornitorinco e l'uomo possiedono tutti diversi gradi di consapevolezza. Non ho fatto classifiche perchè sarebbe da idioti.
Ognuno di questi gruppi sta lavorando, oltre che per altre cose, anche per affinare il proprio grado di consapevolezza ma non ha senso dire che uno è più consapevole di un altro.
Non ha senso perchè a livello spirituale non esiste una cosa come il progresso nel tempo. Il tempo è un'illusione e tutte le esperienze che noi consideriamo come passate presenti o future, in realtà "avvengono" nello stesso istante.
Una parte del tuo spirito sta facendo esperienza come serpent ma contemporaneamente altre parti stanno vivendo le tue vite passate e future.
Tutto avviene in contemporanea perchè non può essere altrimenti.
Il tempo lineare non esiste per lo spirito. Esiste l'eterno momento presente che racchiude tutto.
Ciò significa che una parte del tuo spirito "in questo momento" sta pure facendo l'esperienza del frigorifero, che ti piaccia o meno, con il grado di consapevolezza adatto a un frigorifero.
Per essere più precisi i vari elementi che compongono il frigorifero stanno facendo l'esperienza del fatto di essere stati aggregati a formare un frigorifero.
E ti dirò di più: se riesci a voler bene al tuo frigorifero come puoi voler bene a un tuo amico o amante o anche al tuo cane o gatto o pesce rosso, bene, questo amore sarà in grado di accellerare l'evoluzione della consapevolezza del tuo frigorifero.
Incredibile, non trovi? E fantastico nello stesso tempo.

Vedi Serpent, l'impressione che dai, al di là dell'insopportabile saccienza, è che nonostante tutto tu non abbia le idee chiare riguardo chi siamo e cosa stiamo facendo qui. Parlo di tutto, uomo, animali, piante, minerali ecc.
Tu sarai anche istruitissimo, ma sei sicuro che tutto questo nozionismo non ti faccia perdere di vista la bellezza e la semplicità di questa avventura?
Perchè se riesci a vedere la bellezza e la magnificenza del creato, la sua perfetta funzionalità ed efficienza, se riesci a coglierne l'essenza che è di amore sconfinato e diffuso a tutti i livelli fino al più piccolo essere, animato o meno, che abita questa terra, be' allora non hai più bisogno di libri e trattati ne hai più bisogno che qualche "esperto" ti spieghi la vita.
La vita ti appare improvvisamente per quella che è e ti garantisco che è uno spettacolo grandioso.
Spero con tutto il cuore che un giorno anche tu e tutti gli altri riusciate ad aprirvi e a godervi tutto questo, senza essere incupiti e sviati da menate su spiriti, spiritelli, egregore, elementari/li, rose rosse, tulipani gialli e cagate varie.

Anonimo ha detto...

Grazie per l'intervento su Zagami. Lui accenna alle entità e al satanismo: ma quelli come lui come considerano veramente il diavolo? Ti spiego meglio: ho letto quello che hai scritto tu nel tuo trattato riguardo alle entità; se non ho capito male, queste per te sono degli esseri creati da noi e da noi assoggettati, in caso contrario, se loro divengono abbastanza forti, saremo noi a cadere nelle loro trame.Però ancora non ho capito la differenza fra Lucifero e Satana: non sono la stessa identità?Secondo la credenza comune cristiana sì ed è stato creato da Dio prima dell'uomo insieme ad altri angeli e demoni, e sono esseri superiori all'uomo. Perdona la confusione, ma è quella che ho in testa. in poche parole è vera la favola che ci hanno sempre raccontato di Dio versus Lucifero per la conquista della nostra anima?(io non ho problemi del genere perchè secondo le tue idee sono un contenitore vuoto:))

Anonimo ha detto...

Pino Palladino sei un grande!!!!!

Serpent of Fire ha detto...

-- Lui accenna alle entità e al satanismo: ma quelli come lui come considerano veramente il diavolo? --

Zagami si è creato una propria legione di entità utilizzando la teurgia di OTO, di cui era membro.

-- Lucifero e Satana: non sono la stessa identità? --

Il primo rappresenta il principio metafisico della conoscenza nel mondo mentale. Il secondo invece è un eggregora, ovvero un ammasso di 72 spiriti descritti nel Grimorio (Ars GOETIA).

-- Io sostengo che il frigorifero, la pianta, l'ornitorinco e l'uomo possiedono tutti diversi gradi di consapevolezza. --

Fa molto NEW AGE!!! Secondo la definizione di consapevolezza:

In psicologia biologica, con il termine consapevolezza (inglese awareness) si intende la percezione e la reazione cognitiva di un animale al verificarsi di una certa condizione o di un evento. La consapevolezza non implica necessariamente la comprensione.

Il concetto di consapevolezza è relativo. Un animale può essere parzialmente consapevole, oppure può essere consapevole a livello subconscio o anche profondamente consapevole di qualcosa. La consapevolezza può essere individuata in uno stato interno, quale ad esempio una sensazione viscerale o la percezione sensoriale di eventi esterni.

La consapevolezza fornisce il materiale "grezzo" a partire dal quale gli animali possono sviluppare delle idee soggettive circa la loro esperienza, il passo successivo alle idee è arrivare a scoprire la parte inconscia, diventando totalmente conscia, questa è l'illuminazione. L'uomo è l'unico animale che può raggiungere questo stato (il picco più alto di consapevolezza).



-- Il tempo è un'illusione e tutte le esperienze che noi consideriamo come passate presenti o future, in realtà "avvengono" nello stesso istante --

Questo è vero ma solo per il corpo mentale (che io chiamo anima) che esiste in tutti i tempi contemporaneamente, senza inizio e senza fine.

Il corpo astrale (che io chiamo spirito) invece ha una sua durata in funzione di che cosa lo alimenta (essendo un meccanismo del piano astrale). Infatti lo spirito necessita di reincarnarsi proprio per essere alimentato dalla materia. In caso contrario si dissolve.

A Roma c'è VIA DEI CESSATI SPIRITI sulla Via Appia, non a caso.

Anonimo ha detto...

"La consapevolezza fornisce il materiale "grezzo" a partire dal quale gli animali possono sviluppare delle idee soggettive circa la loro esperienza, il passo successivo alle idee è arrivare a scoprire la parte inconscia, diventando totalmente conscia, questa è l'illuminazione. L'uomo è l'unico animale che può raggiungere questo stato (il picco più alto di consapevolezza)."
Ma chi ti ha dimostrato una cosa del genere? E' la tua guida terrena che ti da la paghetta settimanale per dire ste cose? hai mai visto qualcuno raggiungere l'illuminazione? mettiamo caso che si possa fare...chi ti dice che anche gli animali, piante, ecc. raggiungano lo stesso stadio per altre vie, anzi non siano già illuminati?tanto tu non capisci il loro linguaggio

xyz ha detto...

Vorrei esprimere tutta la mia stima a Serpent per la pazienza, la costanza e l’educazione con la quale risponde a tutte le domande, anche alle provocazioni. Ritengo la sua presenza una ricchezza per il blog. Premetto che non lo conosco, ma le sue idee, condivisibili o meno, mi hanno aperto una finestra su tematiche fino a poco tempo fa, per me, sconosciute.

Serpent of Fire ha detto...

-- hai mai visto qualcuno raggiungere l'illuminazione? --

SI


-- mettiamo caso che si possa fare...chi ti dice che anche gli animali, piante, ecc. raggiungano lo stesso stadio per altre vie, anzi non siano già illuminati?tanto tu non capisci il loro linguaggio --

A Tarzan, scendi dalla liana!!!

Per ottenere l'illuminazione è necessario il THELEMA, la massima volontà. Senza di essa nessuna opera può essere compiuta. La volontà è caratteristica solo degli esseri pensanti e sulla terra esiste solo l'uomo che ha raggiunto questo stadio di evoluzione (su altri mondi nin zo).

La volontà di cui parlo è quella che riesce a far compiere al corpo umano ATTI CONTRO-NATURA, ovvero che sovverte il normale funzionamento della psicologia e della fisiologia e lo asserve a raggiungere lo stato di divinità.

Solo l'uomo è dotato di THELEMA, IMAGO e LOGOS ovvero di volontà, immaginazione e verbo. E' tale trinità che rende l'uomo un Dio sulla terra.

Pino Palladino ha detto...

Fa molto NEW AGE!!!

e allora?

Secondo la definizione di consapevolezza:....

definizione di chi?

Anonimo ha detto...

Che cosa intendi per atti contro natura?mi ricordo che ne hai accennato nel tuo trattato...specifica please!

Anonimo ha detto...

http://nuke.mariospezi.it/Default.aspx

Anonimo ha detto...

http://nuke.mariospezi.it/Default.aspx

Anonimo ha detto...

"Il modo per controllare
consciamente un plesso è l'INVERSIONE della sua funzionalità. La croce rovesciata
attribuita al martirio di S.Pietro, apostolo simboleggiante la pietra filosofale, ha per
significato metaforico proprio l'inversione della fisiologia del corpo (la pietra).

Se per il plesso cocigeo il normale funzionamento è l'espulsione delle feci, il suo
inverso è trattenerle oppure inserire meccanicamente qualcosa attraverso l'ano." alludevi a questo con atti contro natura?
"Se per il plesso solare la normale funzione è l'elaborazione dei cibi
per la successiva digestione, il suo inverso sarà agire con opportune diete su tale
funzionamento"...credo bene!!!dopo quello che è stato fatto all'apparato escretore!!!
Serpent, dopo aver letto e studiato cose del genere, non ti è mai venuto il dubbio che fossero delle prese in giro?

Serpent of Fire ha detto...

-- non ti è mai venuto il dubbio che fossero delle prese in giro? --

Prendiamo ad esempio il chakra della radice. Per ottenere il suo funzionamento è necessario effettuare delle stimolazioni del plesso cocigeo. Puoi verificare che l'allenamento del muscolo sfinterico è parte della scuola del kundalini yoga.

Vecchio novizio ha detto...

"Prendiamo ad esempio il chakra della radice. Per ottenere il suo funzionamento è necessario effettuare delle stimolazioni del plesso cocigeo"

E' solo uno dei modi per atttivarne il funzionamento. E, soprattutto, non è necessario: se fatto male può anche portare problemi di prostata.

Veccchio novizio

Anonimo ha detto...

Martoriare il proprio colon è per te normale?non prendere per oro colato certi insegnamenti!!!se qualcuno ti dice che per raggiungere l'illuminazione devi farti inserire qualcosa nel di dietro, gli dai ragione?
ti stai fabbricando l'anima con questi metodi?attento alla tua guida terrena:).Penso invece che quella astrale si stia facendo delle grasse risate!:)

Serpent of Fire ha detto...

Per chi interessa approfondire l'argomento ho trovato un articolo in italiano:
.
Prana–Apana e le tre Contrazioni. Una Tecnica per il Risveglio della Kundalini (Yogi Bhajan)

Anonimo ha detto...

"Che paciamanista incallito. :-))"
perdonami ma non conosco il termine 'paciamanista'? puoi illuminarmi per favore?

MBarbara ha detto...

Ma se la volontà (Thelema) è abbastanza forte e salda, non è sufficiente il pensiero per raggiungere l'illuminazione? Il pensiero è creazione energetica: allorché, senza mostrare incertezza, lo utilizziamo per i nostri scopi, allora pieghiamo la "realtà" al nostro volere, diventiamo quindi perfetta realizzazione del Dio in noi. Quindi per atti contro natura si intendono quegli atti che vanno contro le leggi naturali (per es la gravità), senza scomodare pratiche fisiche. O sbaglio? (alla faccia di non dover mostrare incertezza...)

Serpent of Fire ha detto...

-- Ma se la volontà (Thelema) è abbastanza forte e salda, non è sufficiente il pensiero per raggiungere l'illuminazione? --

Si ma all'inizio non si sa bene con che cosa si ha a che fare. Quindi è necessaria una certa stimolazione fisica. Inoltre i centri dal cardiaco al cocigeo sono regolati prettamente dall'inconscio e quindi consciamente sono di difficile accesso. La ginnastica evidentemente aiuta a prendere coscienza di tali centri. Ad esempio chi ha fatto un pò di Body Building si sarà accorto di riuscire dopo un pò di tempo a contrarre muscoli di cui ne ignorava prima l'esistenza. Stessa cosa per le zone interne del corpo che sono regolati dai nervi spinali e dal nervo vago.

Serpent of Fire ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

In questa estate calda, forse troppo
PER IL PM MIGNINI SPEZI UCCISE NARDUCCI
PERCHE' E' LUI IL VERO MOSTRO DI FIRENZE

Nonostante l' archiviazione dell' esplicita accusa di avere ordinato l' uccisione del dottor Francesco Narducci, il pm perugino Giuliano Mignini non solo ne resta convinto, ma lo scrive in documenti ufficiali. Accusando questa volta Mario Spezi di calunnia verso personaggi come Gabriella Pasquali Carlizzi, per le frasi contenute in un documento di autodifesa che il giornalista lesse in aula, il magistrato ha, infatti, aggiunto: "commettendo i fatti in questione al fine di occultare l' omicidio di Francesco Narducci".
Alla base della granitica convinzione del magistrato è un esplosivo documento, non per niente da lui secretato "stante l' importanza e la delicatezza", da cui risulta che Spezi è il vero Mostro di Firenze e che nei suoi delitti sono coinvolti direttamente Piero Luigi Vigna, ex capo dell' Antimafia e ora, paradossalmente, responsabile della sicurezza a Firenze; il pm Francesco Canessa; l' anchorman Maurizio Costanzo e sua moglie Maria Filippi; l' ex questore Forleo, che si occupava di importare bambini dall' Albania da sacrificare in orge sataniche che si svolgevano alla fattoria Il Forteto, protetta da un cordone di polizia, stante i Vip partecipanti; dalle famiglie dei marchesi Del Turco e dei principi Corsini nel loro complesso; di altri magistrti del Tribnale di Firenze.
Il documento, che gode della totale fiducia del giudice Mignini, rivela anche che i delitti del Mostro sono collegati a quelli commessi dai poliziotti della "Uno bianca"; alla bomba messa agli Uffizi; a Totò Riina e alla mafia, nonché alla rete internazionale di pedofili.
Anche se non si possono escludere clamorosi colpi di scena, per il momento, però, il solo indagato è il giornalista e non si sa perché.
Contemporaneamente il pubblico ministero di Perugia mostra che nella vicenda il suo teste di riferimento è stato e rimane Gabriella Carlizzi, da lui descritta come "la nota scrittrice", ovvero la signora romana guidata dalla Madonna di Fatima e che, in almeno un paio di occasioni, incontrò anche Gesù e ci scambio quattro chiacchiere. Fu infatti la donna - e Mignini lo conferma - ad andare in un carcere vicino ad Avellino a ritirare il documento dalle mani del suo autore, tal Domenico Rizzuto, detenuto per truffa, calunnia e per essersi spacciato per avvocato, per sua stessa ammissione drogato fino all' osso. La Carlizzi - e Mignini conferma ancora - consegnò quindi il documento nelle mani del magistrato umbro nel suo ufficio di Perugia.
La data dell' udienza preliminare per la discussione delle nuove accuse a Spezi è stata fissaa al 19 novembre. Per quel giorno dovrebbe essere nota la sentenza, attesa per il 24 settembre, che il tribunale di Firenze adotterà nei confronti del comissario Giuttari e del pm Mignini, dal pubblico minitero Turco indicato come "complice" del poliziotto.
Per Giuttari sono stati richesti due anni e mezzo di reclusione; per Mignini, 10 mesi.

(http://nuke.mariospezi.it/Default.aspx)

Anonimo ha detto...

In questa estate calda, forse troppo
PER IL PM MIGNINI SPEZI UCCISE NARDUCCI
PERCHE' E' LUI IL VERO MOSTRO DI FIRENZE

Nonostante l' archiviazione dell' esplicita accusa di avere ordinato l' uccisione del dottor Francesco Narducci, il pm perugino Giuliano Mignini non solo ne resta convinto, ma lo scrive in documenti ufficiali. Accusando questa volta Mario Spezi di calunnia verso personaggi come Gabriella Pasquali Carlizzi, per le frasi contenute in un documento di autodifesa che il giornalista lesse in aula, il magistrato ha, infatti, aggiunto: "commettendo i fatti in questione al fine di occultare l' omicidio di Francesco Narducci".
Alla base della granitica convinzione del magistrato è un esplosivo documento, non per niente da lui secretato "stante l' importanza e la delicatezza", da cui risulta che Spezi è il vero Mostro di Firenze e che nei suoi delitti sono coinvolti direttamente Piero Luigi Vigna, ex capo dell' Antimafia e ora, paradossalmente, responsabile della sicurezza a Firenze; il pm Francesco Canessa; l' anchorman Maurizio Costanzo e sua moglie Maria Filippi; l' ex questore Forleo, che si occupava di importare bambini dall' Albania da sacrificare in orge sataniche che si svolgevano alla fattoria Il Forteto, protetta da un cordone di polizia, stante i Vip partecipanti; dalle famiglie dei marchesi Del Turco e dei principi Corsini nel loro complesso; di altri magistrti del Tribnale di Firenze.
Il documento, che gode della totale fiducia del giudice Mignini, rivela anche che i delitti del Mostro sono collegati a quelli commessi dai poliziotti della "Uno bianca"; alla bomba messa agli Uffizi; a Totò Riina e alla mafia, nonché alla rete internazionale di pedofili.
Anche se non si possono escludere clamorosi colpi di scena, per il momento, però, il solo indagato è il giornalista e non si sa perché.
Contemporaneamente il pubblico ministero di Perugia mostra che nella vicenda il suo teste di riferimento è stato e rimane Gabriella Carlizzi, da lui descritta come "la nota scrittrice", ovvero la signora romana guidata dalla Madonna di Fatima e che, in almeno un paio di occasioni, incontrò anche Gesù e ci scambio quattro chiacchiere. Fu infatti la donna - e Mignini lo conferma - ad andare in un carcere vicino ad Avellino a ritirare il documento dalle mani del suo autore, tal Domenico Rizzuto, detenuto per truffa, calunnia e per essersi spacciato per avvocato, per sua stessa ammissione drogato fino all' osso. La Carlizzi - e Mignini conferma ancora - consegnò quindi il documento nelle mani del magistrato umbro nel suo ufficio di Perugia.
La data dell' udienza preliminare per la discussione delle nuove accuse a Spezi è stata fissaa al 19 novembre. Per quel giorno dovrebbe essere nota la sentenza, attesa per il 24 settembre, che il tribunale di Firenze adotterà nei confronti del comissario Giuttari e del pm Mignini, dal pubblico minitero Turco indicato come "complice" del poliziotto.
Per Giuttari sono stati richesti due anni e mezzo di reclusione; per Mignini, 10 mesi.

(http://nuke.mariospezi.it/Default.aspx)

Anonimo ha detto...

Dopo cotanta disserzione, posso immaginare il contenuto del precedente post eliminato...
Conte Senza Palazzo

L'ALLIEVO MIGLIORE DI G.G. ha detto...

Eccomi finalmente di ritorno da un lunghissimo giro delle frasche e fraschette della misteriosa viterbo, città rosicruciana per eccellenza !
detto questo espongo i miei accurati studi :
Altitudine di Viterbo: 326 m s.l.m.
3+2+6= 11 !!! per diana !!!
nulla è a caso in questo mondo
a presto gente

Anonimo ha detto...

serpent

cosa sai del palazzo in via de cessati spiriti a roma, dove oggi sorge una scuola di musica, ma che ha tutta l'aria di una residenza particolare dal punto di vista esoterico, sia per i simboli presenti nella struttura, che per la struttura stessa ed il giardino?

Anonimo ha detto...

una leggenda tramandata fino ai giorni nostri racconta di “strane presenze” lungo questa via.

Secondo la leggenda, sulla strada vi era una osteria (nella foto sopra un disegno dell’antica osteria) nella quale molti viaggiatori si fermavano a prendere un sorso di vino. Ma puntualmente tutti i viaggiatori venivano derubati del carro “parcheggiato” davanti al locale (forse era in divieto di sosta, chissà!).

I proprietari si accorgevano solamente all’ultimo momento del furto, quando i ladri erano ormai lontani e irraggiungibili. Poichè nessuno è mai riuscito a salvare il proprio carro e a vedere con i propri occhi questi furfanti, si attribuì la responsabilità dei furti agli spiriti che infestavano la valle.

http://www.06blog.it/post/3850/misteri-di-roma-via-dei-cessati-spiriti

FabioTheNewOrder ha detto...

Per amor di completezza (sempre dal blog riportato nel commento precedente):

La credenza che ci fossero fantasmi e spiriti erranti è sopravvissuta fino nel 1800 quando per “esorcizzare” il luogo, sulla facciata di uno degli edifici fu collocata una immagine della Madonna, da cui si poté dire che “gli spiriti erano cessati”. Questa statuetta si è conservata fino a pochi anni fa, quando è stata abbattuta a sassate.

Cheers

Anonimo ha detto...

2 Testi fondamentali per capire la centralità dell'uomo.

Fabrizio Coppola - Il segreto dell'universo

F.C. è un fisico ed affronta la questione in modo scientifico.
Gurdacaso Coppola è stato bannato da Wikipedia e si NON vuole far divulgare le sue rivoluzionarie teorie, come Ighina, Tesla, Reich.

Altro libro fondamentale
Three Magic Words - Andersen
(mi pare che non esita la traduzione italiana)

Prima leggete e poi postate le repliche a S.O.F.

TSOGR

Anonimo ha detto...

"Gli spiriti, pero', sono cessati!"
(quel massone di Toto', nel film "Toto', Peppino e la Dolce Vita")
Conte Senza Palazzo

Galeazzo Gargiulo ha detto...

Caro Franceschetti aka "miglio allievo di G.G.", è inutile che tenti di titillarmi, il simpatico e leggero Galeazzo che il mondo conosceva è ormai defunto e, come i più grandi profeti, è rinato ed accresciuto a nuovo vita.

Oggi sono un raffinato economista, tant'è il prossimo architrave del pensiero antirosicruciano si intitolerà "ABOLIZIONE DEL SISTEMA PENSIONISTICO".

Un mesto saluto ...

lucio refrattario ha detto...

TERRA: mia madre oggi ha piantato in giardino delle rose rosse, poco prima aveva recitato il rosario insieme alla sua amica Rosita, che abita in via di Roseto di fronte alla pasticceria da Rosalba.Sono un po' preoccupato, che dite voi, sopratutto perche' il tutto e' avvenuto alle 17:17.Infatti se decriptiamo 1+7+1+7+7(luglio)+2+0+0+9=7
7 come le mie sorelle che hanno tutte i capelli rossi, o come sette puntini che mi sono venuti sulle braccia(no quelle so' le zanzare)(...aspetta..guardiamo cosa posso inventare, intanto questi se le bevano tutte....)etc. etc....................

Anonimo ha detto...

ma anche PUTIN è un massone?

Anonimo ha detto...

Serpent, non sono d'accordo con te,
se tendiamo al divino e a renderci divini non facciamo mai assolutamente atti contro natura, ma esaltiamo la normale tendenza del tutto a convergere verso il principio di tutto, una tendenza tanto naturale quanto normalmente distorta dall'asimmetria dei nostri corpi di cui nn siamo consapevoli. anche lo sbagliare è cmq naturale, la natura non segue una direzione sola ed esclusiva, gli atti contro natura sono ben altri e per chi ci crede vengono usati per evadere dal dharma di questa realtà, ovviamente senza risultati totali. dimmi che ne pensi

beppe grillo ha detto...

ma anche Putin è un massone?

Anonimo ha detto...

In qualità di "anonimo delle 18.09", mi sento chiamato in causa perché ben tre persone mi hanno risposto, ed è già qualcosa.
Rispondo a mia volta sempre ringraziando dello spazio che cerco di occupare il meno possibile perché non mio.
a) per Conte senza Palazzo: molto divertente...ma io di solito scrivo meglio a mano, mi perdonerai spero. D'altronde le letterine che vedi sullo schermo sono solo un significante. Se ne cogli il significato lo scriverle è stato sufficiente, anche se sgrammaticato, come spesso mi capita di scrivere usando la tastiera.
b) per Fra: e che ne so io che è stato già messo un un altro post? (vorrà dire che altri hanno idee simili alle mie, il che mi conforta) Complimenti per la capacità di memorizzare!
c) Per Serpico: ringrazio sentitamente. In rete è raro trovare persone civili. Vedi, io conosco (non di persona, sia chiaro) Franceschetti da quando stava a Perugia e sono - come, questo sì, già scritto altrove, dispiaciuto del fatto che partendo da spunti interessanti (vd. gli articoli sulla Banca d'Italia e sulla Banca Europea che consiglio a tutti) l'autore di questo Blog ha preso una singolare deriva, che caratterizza, secondo me, TUTTI i blogs e i siti che trattano di complotti, verità nascoste ecc.... Deriva ben spiegata nel link che ho messo nel precedente messaggio. Ogni tanto torno a leggere questo blog e sono seriamente preoccupato del cibo che alcune affermazioni danno ad alcune menti paranoidi che come noto, alle volte, sono presenti in TUTTI i blogs e i siti predetti.
Sarebbe opportuno fermarsi a riflettere sulle proprie responsabilità....
Questo in generale.
In particolare osservo che - è un meccanismo psicologico abbastanza comune - l'insoddisfazione porta alcuni soggetti a vedere un complotto mondiale dietro il fatto di non avere abbastanza soldi, o abbastanza gnocca o potere.
In altri casi alcuni soffrono di manie paranoidi cui, alle volte, delle parole o dei concetti, come cennato, danno la stura.
Ecco mi pare che tale deriva sia qui particolarmente evidente e me ne dispiaccio perché le basi di partenza della discussione, gli argomenti ecc.. erano seri, sensati, ma ormai definitivamente distorti, per finalità che io immagino chiaramente.
Da ultimo. Che ci sia scarto tra apparenza e sostanza, sin da Socrate, è noto, come pure è nota la malvagità umana e la tendenza di molti a cercare il potere con ogni mezzo. Ma questo che c'entra con quanto detto? Mettere insieme fatti e cose del tutto sconnessi pensando di aver trovato una connessione tra gli stessi non è andare in profondità, ma masturbarsi mentalmente!
(faccio un esempio: lavorandoci un pò vi trovo il rapporto costante tra le dimensioni del colosseo e la distanza terra-luna, o quella del tetto di palazzo giustiniani se preferite. Ho trovato la connessione così facendo?
Ne faccio un altro: Un medico massone impianta valvole cardiache difettose. Lo fa perché è un delinquente o perché massone? e perché rileva il fatto che sia massone e non di Forza Italia oppure socio della Confraternita di non mi ricordo che santo?)

segue...

Anonimo ha detto...

segue...

In tutti i blog simili a questo, doppo un pò, si finisce a fare schermaglie retoriche avulse dal fatto o dal contesto che l'ha generate: ci si settarizza, dando dell'ingenuo - almeno - a chiunque la pensi diversamente. Si diventa integralisti perché si pensa di avere le chiavi della verità nascosta.
Negare che ciò succeda in questo blog è essere in malafede.
Poi si può credere a ciò che si vuole.
C'è gente, molta più di quella che posta qui, che crede che se un tizio con una tunica pronuncia parole magiche, ogni domenica un pezzo di pane secco e del vino di scarsa qualità divengono corpo e sangue reali di un tizio presuntamente morto 2000 anni fa... corpo e sangue di cui bisogna ritualmente cibarsi...
sono gusti
Liberissimi di credere che la Rosa Rossa governi il mondo, che Franceschetti ne abbia violato gli arcani segreti e che la ragione delle miserie di alcuni risieda nel fatto che molti potenti hanno il grembiulino.
Liberissimi...ma non venitemi a dire che avete trovato la sostanza e io l'apparenza però!
Invito a studiare i libri di storia ed economia e ad osservare il mondo non attraverso uno schermo di computer, chiusi nelle proprie stanzette....si possono fare scoperte reali.
Chiedo preventivamente scusa se, nonstante la mia attenzione, ho usato espressioni offensive o di compatibilità dubbia con il Devoto-Oli ma ripeto...questi segnetti sono solo un veicolo, basta che ci capiamo.
Grazie e buona vita a tutti
Luca.

Anonimo ha detto...

OT ma non saprei dove postare, scusatemi

E'la prima volta che scrivo in questo blog, mi ci sono "ritrovato" capitandoci per caso da altri siti e navigando di link in link....morale è da 15 gg che vi seguo e ho letto tutti i vostri articoli.
sabato 27 giugno sfogliavo, sotto l'ombrellone, "iodonna" inserto del corriere della sera, e la mia attenzione è stata attirata da una fotografia di una rosa rossa e accanto l'articolo su "Neda uccisa in Iran"......niente di strano se non avessi appena iniziato a frequentare questo blog....
morale, al momento non ci penso troppo, ma, dopo qualche giorno, cerco l'articolo on line ma non c'è, il sito di iodonna è "in manutenzione".
la cosa mi turba e mi dico "vuoi vedere che gatta ci cova e Paolo non dice tutte cazzate? (:P)"
lascio cadere un po' la cosa poi oggi incuriosito vado a leggere un po' di articoli on line sulla vicenda e mi imbatto in questi che vi linko

http://www.nexusedizioni.it/apri/Argomenti/Nuovo-ordine-mondiale/La-piu-potente-banca-del-mondo---di-Gianluca-Freda/

e

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=16869

e

http://www.cloroalclero.com/?p=1609

non so + cosa pensare...certo che la cosa mi turba
sono diventato anch'io un "visionario" o qualcosa non quadra anche a voi?

confuso

Serpent of Fire ha detto...

-- gli atti contro natura sono ben altri e per chi ci crede vengono usati per evadere dal dharma di questa realtà, ovviamente senza risultati totali. --

Bene, in questa ottica il Tantrismo come lo collochi? (...dato che parli di dharma) Do per scontato che conosci a che cosa serve in realtà tale pratica, non quello che viene propagandato in occidente.

Serpico ha detto...

Notizia :
Clinica Santa Rita, le lacrime della paziente:
«Il mio seno rovinato senza motivo»

Testimonianza choc di una 28enne operata tre volte dal chirurgo Brega Massone per una formazione benigna......


- Santa Rita
- Massone


solo coincidenze???

non saprei...certo che è strano.

saluti

Serpico ha detto...

Notizia :
Clinica Santa Rita, le lacrime della paziente:
«Il mio seno rovinato senza motivo»

Testimonianza choc di una 28enne operata tre volte dal chirurgo Brega Massone per una formazione benigna......


- Santa Rita
- Massone


solo coincidenze???

non saprei...certo che è strano.

saluti

Anonimo ha detto...

ciao Serpent, e' vero...dopo aver praticato yoga ho spesso sogni lucidi.
Basta pensare d essere nati da un padre e una madre per arrivare alla certezza dell'esistenza di Dio.
Anche il bambino di pochi mesi sa di essere ancora un tutt'uno con la madre.


Saluti da nemesis

Anonimo ha detto...

A Serpent: scusa se per svariati post ti ho fatto perdere tempo attaccandoti sulle tue idee e i tuoi studi. il fatto è che di te avevo letto poco oltre al tuo trattato. adesso ho dato un'occhiata in giro e ho visto come la pensi...non ti disturberò più.

Anonimo ha detto...

ehm.... il problema è che serpent non pensa, copincolla.

Anonimo ha detto...

... e quando non trova da copincollare non risponde

Paolo Franceschetti ha detto...

Per confuso...

come sarebbe a dire "stai a vedere che Paolo non dice tutte cazzate?". In altre parole, prima pensavi che io dicessi "tutte cazzate" ora penserai che dico solo "qualche cazzata".
Se fossi suscettibile ci sarebbe da censurarti... :-)

Anonimo ha detto...

Paolo...
mettiamola così....speravo che dicesi tutti cazzate....
speranza, ahimè, vana

confuso

Anonimo ha detto...

- Lucio Refrattario, fossi in te mi preoccuperei dei 7 minuti che hai perso alla tastiera.
- Per Luca, parafrasando Nanni Moretti: "Chi scrive male pensa male", anche se riconosco che esistano delle eccezioni a questa regola.
Inoltre, tu dici:
"In particolare osservo che - è un meccanismo psicologico abbastanza comune - l'insoddisfazione porta alcuni soggetti a vedere un complotto mondiale dietro il fatto di non avere abbastanza soldi, o abbastanza gnocca o potere."
Io, per esempio, sono conte e mi ritrovo senza palazzo, potro' essere ancora un po' incazzato pe' sto fatto? Ma, scherzi a parte, tu dici anche:
"Liberissimi di credere che... la ragione delle miserie di alcuni risieda nel fatto che molti potenti hanno il grembiulino."
Purtroppo, le miserie di quasi tutti sono causate proprio da grembiulini piu' o meno illuminati, e da sempre. Per esempio, qui in Italia (ma con varianti anche nel resto del mondo) il potere politico e' nelle mani di tre gruppi: massoneria ex P2 legata ad ambienti conservatori USA in combutta (ma non sempre) con l'Opus Dei, contro (ma non sempre) i cosiddetti massoni tecnocrati, o illuminati, o laici, o "amici del mondo" come li chiamava Scalfari, con passaporto della City di Londra. Insomma, sempre massoni sono, qualche volta vanno tutti d'amore e d'accordo e qualche volta si fanno la guerra come succede adesso: tipico voltafaccia massonico. Fanno tutto cio' dietro la farsa dei partiti. E ricevono anche tanti soldi pubblici dalle nostre tasche per i loro giocattolini (associazioni, fondazioni, giornali che nessuno legge...), ma questo e' un'altro discorso.
"Il potere logora chi non cel'ha": sara' anche vero. Ma cio' non toglie che siamo quasi tutti (tranne loro) in balia di un gruppo di delinquenti.
Conte Senza Palazzo

Anonimo ha detto...

ciao serpent sono l'anonimo che aveva scritto il post circa natura , contro natura dharma etc. cerco di spiegare il mio pensiero. hai citato il tantrismo, bene. il tantrismo, come molte discipline orientali cerca di sfruttare il potenziale dei sensi ( in occidente in effetti si sottolinea troppo il lato sessuale di tale pratica che cmq c'è ma ne rappresenta la minima parte) di concentrare la mente per permettere all'individuo di invertire la normale tendenza dell'energia a fluire verso l'esterno e spingerla assieme alla coscienza verso l'io e l'interno. bene questa inversione non credo sia un andare contro natura quanto un cambiare la polarità, il verso dell'energia.tempo fa ho letto un racconto, non ricordo come si chiamava purtroppo ma faceva parte del libro il mattino dei maghi, non so se conosci, in cui la capacità di andare contro natura era paragonato a un cane che parla con voce umana, un fiore che canta, o una strada che all'improvviso diventa viva. quello che voglio dire è che quando si inizia un cammino di autoconsapevolezza esso rappresenta il destino naturale dell'universo, è in tale naturale processo rientra anche la caduta, dovuta a ignoranza, che copre con maya i nostri occhi. è una via dura, una via che che la maggior parte di noi preferisce nn seguire perchè implica responsabilità costante, anche se in verità non immaginiamo quanto sia facile far cadere tutta questa illusione, un pò come dice castaneda nei suoi libri. in tutto questo probabilmente ci sn persone che pensano di poter evadere da questa realtà, quasi personaggi presi da un racconto di philip dick che cercano un buco nella realtà, credendo di poter evadare da qualsiasi regola universale. lo so, in effetti tutto ciò che ho scritto è una miscela di tante idee, sn fatto così, cerco per collegamenti e fin'ora cmq nn credo di aver trovato nulla se non la possibilità di cercare. mi sembrava giusto intervenire per produrre un pò di idee che possano servire a ciascuno di noi per farsi le sue personali opinioni in merito. buonasera

Anonimo ha detto...

@ Sof

dato che ci sei perchè non ci parli anche dell'8^ CK e del 9^ Ck e della Stella Nucleo?

Anonimo ha detto...

Come mai cancellate tutti i post che parlano di Franceschetti?

Anonimo ha detto...

caro ultimo anonimo... come mai qualcuno ha cancellato il software dell'intelligenza dal tuo cervello?

Anonimo ha detto...

Guerra tra anonimi!!
A quello del software manco rispondo...c'è un piacere sublime nell'esser considerato idioti da un imbecille.

Ottimo invece quello delle 22.13 dell'8 luglio (Conte senza Palazzo): il riferimento a Nanni Moretti è molto divertente... le mie due lauree non mi sono bastate..la stupidità e la sciatteria, come vedi, sono sempre in agguato.
Nel merito, tolte alcune ovvietà (con le quali non si può che essere d'accordo) e tolte alcune stramberie (perché i massoni dovrebbero essere dei voltafaccia?) replico solo dicendo che il male è banale, stupido, evidente e non ha bisogno di tecnici e riti.
E' pericoloso colpevolizzare le categorie (i massoni sono delinquenti, gli ebrei pure, i comunisti anche ecc...) ed è una scusa molto comoda. Insisto a dire che leggere un buon libro di storia (Mack Smith per esempio...l'avro scritto bene? boh) serve a capire l'italia e la realtà in cui viviamo molto meglio di 50 libri esoterici.
Poi, ribadisco, si è tutti liberi...almeno un pò

Anonimo ha detto...

Per anonimo del 16 luglio ore 19.51
Sono d'accordissimo sul fatto che leggere libri di storia sia un'ottima idea. Personalmente, sono avido lettore della materia: mi piace capire l'origine delle cose. Per esempio, ho appena letto un libro sulla storia della massoneria in Italia dal Risorgimento ai giorni nostri, non un libro esoterico: proprio il tassello che di solito manca (guardacaso) ai comuni libri di storia di quel periodo.
Per quanto riguarda i massoni di tutte le parrocchie, di sicuro non sono gli unici voltafaccia. Ma certamente esiste un modo di pensare massonico che comporta disinteresse verso i principi e forte interesse verso la convenienza immediata. Ad esempio, un massone puo' essere prima fascista, poi antifascista, poi rivoluzionario marxsista, poi socialista, poi conservatore senza porsi problema alcuno, se gli conviene. La storia Italiana degli ultimi 60 anni e' piena di questi personaggi. Ne parla anche Pasolini nel suo "Petrolio".
Detto questo, a proposito di categorie qualcuno disse: "Non tutti i massoni sono delinquenti, ma non conosco nessun delinquente che non sia massone" (mi si perdoni la citazione approssimativa). Una provocazione? Forse.
Conte Senza Palazzo

Anonimo ha detto...

Ciao Conte.
Mi scuso ma dissento. Sono gli italiani - come noto a tutti i diplomatici europei, e agli studiosi, seri, italiani (Di Nolfo) ad essere voltafaccia, non i massoni i quali, per definizione, non ragionano per immediata convenienza. (per diventare Maestro, e contare qualcosa all'interno di un'area locale servono almeno 6 anni, quindi difficilemente si può ragioanre nel breve). L'italia non è piena di massoni, ma solo di furbetti, rubagalline, leccapiedi e zoccolette...la realtà - secondo la mia personalissima opinione - è banale, banalissima..null'altro.
Ciao

painburn ha detto...

ma se ste rose sono ovunque(nel senso che sono a tutti i livelli delle istituzioni....che senso ha denunciarli?di metterci in un ulteriore pericolo?

Non sarebbe il caso di organizzarci da soli per fare giustizia?Questo non vuol dire agire d'istinto,di rabbia e generare altra violenza,ma vuol dire cercare di combattere il problema per"vie non legali"e quindi il tutto potrebbe essere meno controllabile da parte degli stessi massoni che sono infilitrati ovunque...

Anonimo ha detto...

forse ne avete gia parlato...
mi incuriosisce sto sito:

www.rosarossa.it

quello di cui si parla è a dir poco enigmatico

mi piacerebbe qualche commento a tal proposito

grazie
davide di bologna

halnovemila ha detto...

Consiglio a tutti gli interessati all'argomento sollevato da Paolo Franceschetti di leggersi l'opera scritta da Umberto Eco intitolata "Il pendolo di Foucault".
Un racconto sublime che fa sperimentare al lettore quanto sia illusoria l'essenza della Verità umana.
Ovviamente nel racconto ambientato oggi e nel medioevo, tra cabala, massoneria e templari c'è spazio pure per i Rosacroce.
Saluti.

@lice ha detto...

Ciao a tutti,
sono @lice del blog Oltrelospecchio
http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com

Seguo da tempo questo blog, anche se purtroppo solo saltuariamente (il tempo è poco e i blog interessanti sono tanti..poi mi serve pure un po' di tempo x mandare avanti il mio di blog e la mia ML..)

- volevo provare a rispondere all' "anonimo" del 3 luglio 2009 16.50:

[sto che la risposta è lunga la divido in 2 parti: parte 1]

L'anonimo in questione chiedeva lumi sul simbolismo della FARFALLA, in particolare riferendosi al fatto che pare che Berlusconi regali ciondoli-farfalla alle sue "amichette minorenni" (chiamiamole cosi') , e in particolare si chiedeva se la Farfalla fosse simbolo Massonico essendo Berlusconi noto Massone e affiliato alla P2..

Io non so se la Farfalla sia un simbolo Massonico, e non mi pare, almeno non mi pare che sia fra i simboli + tradizionali (ma non sono un'esperta di massoneria e simboli: mastico da poco questi lidi)..ma di certo è un simbolo associato al concetto di Morte-Rinascita (la farfalla compie metamorfosi in cui il corpo da bruco si decompone quasi totalmente! Il bruco è un'animale che striscia a terra mentre la Farfalla vola..anche qui c'è del simbolismo mi pare..)associato al concetto di Iniziazione Esoterica: nei riti iniziatici (e massoneria e RR ecc sono gruppi esoterici con riti iniziatici) infatti c'è sempre il concetto della Morte-Rinascita (vedi ad es il rito del 3°grado della Massoneria Regolare con la Morte e Rinascita di Hiram Abif)..
Inoltre la Farfalla è associata alla psiche, la mente o meglio..l'ANIMA: i greci usavano la farfalla come simbolo dell'anima, e probabilmente è proprio dalla tradizione greca che la farfalla è diventata simbolo di Morte-Rinascita iniziatica con la sua metamorfosi (i gruppi iniziatici occidentali, fra cui la massoneria, si rifanno almeno in parte alle religioni iniziatiche greche di cui un'esempio sono i Riti Eleusini, quelli Orficoi o quellii Dionisiaci, e ora ometto quelli egizi che c'entrano meno con le farfalle..)..

[fine parte 1]
(la seconda parte è quella + importante...)

by
@lice

@lice ha detto...

[inizio parte 2]
..è la parte + importante..

(continuazione del commento sul simbolismo della farfalla, in particolare nel caso di Berlusconi che regala ciondoli farfalle alle sue "amichette minorenni")
----------
Inoltre la FARFALLA è il simbolo del progetto Monarch (dal nome della farfalla Monarca), un sottoprogetto dell'MKultra (quei progetti di CIA-NSA-NASA ecc che studiavano il controllo mentale su vittime inconsapevoli con efferati esperimenti, e che NON si sono mai fermati: hanno solo cambiato nome..).
Il progetto Monarch si basava sulla creazione di schiavi sessuali controllati mentalmente (quindi incapaci di opporsi alle richieste e di roicordare cosa avevano fatto: l'ideale x politici perversi e x pedopornografia e simili..), grazie al "mind control trauma-based", cioè una forma di controllo mentale ottenuta creado personalità multiple già in bambini piccoli (ottimi x la pornografia infantile) grazie a traumi come abusi sessuali ripetuti e torture, tutto ciò condito con tecniche ipnotiche atte a manipolare i frammenti di personalità così creati (nel disturbo dissociativo d'identità, cioè il disturbo da personalità multipla i vari frammenti di personalità creati dai traumi hanno ogniuno una propria memoria e un oproprio comportamento ben definito).
[potete trovare + info sul mind control sul mio blog, e presto aprirò anche un'altro blog+ML tutto dedicato al mind control; notizie sul progetto Monarch le trovate oltre che in rete sul libro "TRANCEformation of America" di c.O'Brien e M.Phillips; nel libro della O'Brien si parla pure di ciondoli con rosa e croce regalatio alle schiave sessuali e di rose rosse come simboli delle missioni governative + segrete..e i ciondoli erano regalati alle schiave con programmazione iniziale fatta dai...GESUITI...]

..già quando era scoppiato il caso Noemi mi era venuto il sospetto che Noemi e le altre ragazzine che spesso si intrattenevano con Berlusconi potessero essere schiave controllate mentalmente (di queste cose sentiamo soprattutto riguardo agli USA, ma esistono sicuramente anche qui in Italia...e sembra che i politici USA spesso abbiano schiave sessuali, perciò ritengo probabile che pure alcuni politici italiani le possano avere)...ma erano sospetti (è strano che il premier inviti nella sua villa decine di ragazzine solo x chiaccherare..e il rapporto fra lui e noemi mi puzzava)..adesso che mi hai detto che Berluscono regala a ste ragazzine ciondoli farfalla e che ha una stanza piena di sti ciondoli..beh, ho + pochi dubbi...

[please, mi dai il link originale da cui hai preso la notizia di Berlusconi e i ciondoli farfalla..]

..quinbdi IMHO la farfalla nel caso di Berlusconi era un simbolo + che altro del mind control da schiave sessuali di ste povere ragazze..ma in altri casi potrebbe avere altri significati connessi alla morte-rinascita iniziatica...

by
@lice (Oltre lo Specchio)
______________________
..segui il Coniglio Bianco!
-----------------------
Email: aliceoltrelospecchio@gmail.com
Blog: http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com
MailingList: http://groups.google.com/group/teorici-del-complotto?hl=it
______________________

Serpent of Fire ha detto...

Non è un caso che il logo della RAI sia una farfalla. Notare che i bordi delle ali rappresentano due profili umani.

Anonimo ha detto...

Buonasera Paolo,

sono capitato tempo fa sul tuo bel blog mentre dragavo informazioni sul Nuovo Ordine mondiale e tutte le tematiche correlate. volevo sapere se avevi mai sentito parlare (io credo proprio di sì) delle Georgia Guidestones. mi farebbe paicere se volessi parlarne dal tuo punto di vista, casomai tu lo ritenga opportuno. te lo chiedo perchè ci sono un paio di indizi che mi sembra possano interessarti: il monumento è stato eretto il 22 marzo 1980 (marzo 22 = 322, ma non credo c'entri la Skull&Bones, quanto piuttosto l'equinozio di primavera) da un certo R.C. Christian (sic), come si legge nell'incisione, sotto la quale si precisa che è uno pseudonimo (ma è scritto 'pseudonyn', uno strano refuso che ha portato alcuni a credere che NON si tratti di uno pseudonimo affatto...)
la cosa più inquietante, tra le varie, di quel monumento, è il primo dei dieci comandamenti che vi sono scolpiti: 'mantenete la popolazione mondiale sempre sotto le 500.000.000 unità, in costante equilibrio con la natura.
nell'agenda del NWO sembra abbastanza chiaro esserci un piano di depopolazione mondiale, forse già in corso, forse preparantesi al suo atto finale. secondo te ci sono punti in comune con l'ordine dei Rosacroce? anch'esso segue o partecipa ad un progetto depopolazionista?
ti ringrazio in anticipo e continua(te) così.

e.b.

Anonimo ha detto...

ho letto con attenzione tutto quello che hai scritto.. anche i commenti.. la cosa mi ha suscitato sempre di piu un piacere particolare nell'informarmi sulla cosa.. mi chiedo però.. se tutti quelli che parlano della Rosa Rossa.. sono in pericolo di vita o addirittura sono morti.. potresti esseRe in peRicolo anche tu.. ;) le due R era per rendere la cosa piu interessante ahaahahah in realta è uno scherzo non temete :p

Anonimo ha detto...

Qualcuno ha una nozione sicura sull'origine della parola 'mafia'?

A - Le maffie sono piccole grotte usate dai briganti in sicilia

B - Acronimo: Mazzini Autorizza Furti Incendi (et) Assassini

Anonimo ha detto...

Ma secondo quello che tu scrivi: non dovremmo nemmeno fidarci della nostra Ombra. anche se parecchio di quello che affermi trova riscontri oggettivi.

Anonimo ha detto...

Bè stavo leggendo un articolo dell'Unita'...
http://www.unita.it/news/italia/92771/garlasco_alberto_stasi_assolto_con_formula_piena

dove non è stata trovata l'arma del delitto e il Pm si chiama Rosa Muscio :s

Anonimo ha detto...

Salve,
nuovo di questo blog, mi intriga una cosa: qual'è il nesso dell'omicido di Meredith con la RR? E quele quello della vecchietta di 88? Oppure quale quello di Padova ne 76?

Insomma se la RR è infiltratati e decide cosa e come suppongo che sia relativo ai giochi di potere nell'economia, finanza ecc.ecc., ma nelle questioni, basse, del volgo farebbe pensare ad un eccesso di fantasmi. Sbaglio?

Insomma, il nesso con i vari casi irrsiolti di Ustica, Piazza della Loggia ed altri eclatanti, in cui comunque un certa "elezione" negli avvenimenti si può anche trovare, visti gli accordi internazionali pre-seconda guerra mondiale, in quelli del popolo minuto mi riesce difficile assimilare un delitto all'esecuzione dei rosacrociati, a meno che anche il vulgo non sia affiiato e si avvalga di questa cosca malavitosa per compiere i suoi atti illegamente. Come dire, mi associo ad ad AMORC, faccia una bella rapina in banca, dopo itanto ho loro che mi tirano fuori dalle peste.

LINK ha detto...

Sono un appassionato di massoneria da anni ed ho letto innumerevoli testi attinenti ed ho anche collezzionato svariati incontri con membri. Posso assicurare, riguardo ai delitti che porti in esame e specialmente a quello di Bagno a Ripoli di cui conoscevo personalmente entrambi i ragazzi, che nn ho mai sentito tante minchiate messe tutte insieme in una sola pagina. Non solo le informazioni sono inesatte ma tu trovami un qualsiasi argomento a piacere ed entro 2 giorni ti trovo una connessione con una rosa...
Cmq tanto eliminerai il mio commento ma per lo meno te lo leggerai e a me questo basta...

Anonimo ha detto...

Ma c'è veramente qualcuno che crede a queste "cose"?
Sembrano congetture di un bambino di 6 anni...

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo!Sapresti dirmi qualcosa in più sull'omicidio di Margherita Magello? Ho letto solo ora il tuo post...e sarei interessata visto che era una grande amica di mia zia!

Anonimo ha detto...

Se la Rosa non è nel nome, la troviamo comunque nei giornali, in bella mostra; così nel delitto Meredith Repubblica e altri giornali titolano “una rosa rossa per Meredith”.

Eh si! Anche sulla Gazzetta Dello Sport!

Anonimo ha detto...

Se la rosa rossa non c'entra in questa vicenda io sono Napoleone:
http://www.laprovinciadicomo.it/stories/Cronaca/354827/

Questo è per gli scettici: secondo voi se le notizie non servissero agli adepti per comunicare, vi verrebbero inseriti dei particolari così stupidi?

Anonimo ha detto...

l'attacco di breivik in norvegia

era tutto piene di rose

non può essere che la rosa è il fiore più comune per manifestare un sentimento

se succede qualcosa e uno va in fioreria che fiore gli vendono?

qale è l'alternativa alla rosa?


se avessero scelto la genziana, il ranuncolo o il cardo mariano andrebbe meglio

ti occupi anche di quello che fa rosa rossa in europa?

Anonimo ha detto...

Per Paolo Franceschetti la stimo e le consiglio di dare un occhiata al delito dell olgiata 10-07-1991
vittima contessa alberica filo della torre
in Mattei
al funerale sulla bara rose rosse
alla fine incolpato giardiniere.
mi faccia sapere
Oscurato7

Anonimo ha detto...

Capito adesso su questo blog, tutto molto interessante, se non fosse che collegare forzatamente i delitti di erba, cogne, garlasco e novi ligure mi pare un po' troppo. Allora anche io che mi chiamo Rosalia devo guardarmi bene le spalle da oggi XD

Per quanto riguarda Cogne la mia idea e' che e' stato un raptus di gelosia del fratello maggiore e che la madre ha coperto il figlio... Ma credo non lo sapremo mai :)

«Meno recenti ‹Vecchi   201 – 345 di 345   Nuovi› Più recenti»