giovedì 6 novembre 2008

Il mistero dei rosacroce. E la Rosa Rossa.






1. Premessa. 2. I Rosacroce. 3. La Rosa Rossa o Golden Dawn. 4. Il problema dei Rosacroce. Il rapporto con il Cristianesimo. 5. Gli omicidi della Rosa Rossa. 6. Il sistema della Rosa Rossa. 7. La Rosa Rossa nel cinema nella letteratura e nelle arti. 8. Conclusioni. Il mistero dei Rosacroce. 9. Bibliografia.


1. Premessa
Abbiamo spesso parlato in questo blog dei delitti della Rosa Rossa. A partire dai delitti del mostro di Firenze, per passare da Pantani, Fois, Cogne, Erba, Garlasco, Meredith. Vediamo quindi cos’è e come funziona questa organizzazione.
Prima di capire cosa è oggi, e come essa agisca nella politica e nella finanza, dobbiamo partire dai RosaCroce, per poi parlare specificatamente della Rosa Rossa e imparare a riconoscerla nella politica quotidiana, ma anche nella cronaca.
E’ necessario, per capire bene alcune delle problematiche, leggere anche il nostro articolo “Il trattato di Lisbona e i suoi antecedenti storici e culturali. Breve storia della massoneria dal 1300 ad oggi”. E’ opportuno leggere anche gli articoli “L’omicidio massonico parte 1” e la parte 2, relativa al delitto Pantani e Fois per non ripetere gli stessi concetti (i link li trovate alla fine dell’articolo). Questo articolo dunque presuppone la conoscenza degli altri.
Non saremo brevi, perché tenteremo di riassumere i punti principali di quella che è un’organizzazione che tiene le fila del potere da secoli, e che costituisce al tempo stesso uno dei misteri maggiori dell’umanità, i rosacroce.




2. I Rosacroce
I rosacroce, con questo nome e come organizzazione autonoma, entrano sul palcoscenico del mondo nel 1614. Prima di allora nessuno ne aveva mai sentito parlare né aveva mai sospettato la loro esistenza.
In quell’anno, a Kassel, in Germania, vennero pubblicati i primi manifesti Rosacrociani: la Fama Fraternitas, e la “Riforma generale e universale del mondo intero”.
L’organizzazione, cioè esce per la prima volta allo scoperto in un modo singolare e destinato a produrre un forte dibattito che durerà in tutti i secoli successivi e che ancora oggi non è del tutto sopito.
In questi manifesti in sostanza essi annunciano al mondo la loro esistenza.
Essi sostengono di essere stati fondati da Christian RosenKreutz, che sarebbe nato in Germania nel 1378 e sarebbe morto a 106 anni, nel 1484; sostengono di avere il dono dell’invisibilità e di poter parlare tutte le lingue. Invitano chi vuole aderire alla loro confraternita a manifestare la loro intenzione, ma affermano che chi vuole diventare dei loro non deve cercarli; saranno loro a trovare il nuovo adepto, qualora lo considerino degno.
Essi hanno un piano di riforma universale, politica, religiosa ed artistica il cui fine è il miglioramento del mondo intero.
Nel manifesto rosacrociano compaiono alcune delle loro regole base:
- Curare i malati senza compenso
- Adattarsi agli usi e costumi e modo di vestire del paese in cui si trovano
- Adottare la sigla RC per le associazioni che essi fonderanno (o anche CR. La Rosa Rossa ovviamente adotterà la RR).

Il loro simbolo è una rosa rossa, incastonata su una croce d’oro. Sotto alla Croce compare un pellicano che dà da mangiare ai suoi piccoli.
La loro sapienza si rifà alla tradizione Cristiana ma anche alla Cabala, all’alchimia, ai Tarocchi e alle dottrine orientali induiste e buddiste.
Se per qualcuno tutto ciò può sembrare un guazzabuglio sconclusionato, probabilmente ha ragione chi dice che la conoscenza e la sapienza dei Rosacroce sono difficilmente eguagliabili. Non solo perché – non a caso – furono Rosacroce le persone più influenti e geniali di tutti i tempi (da Dante, a Paracelso, Leonardo, Comenio, Galileo, Bacone, Shakespeare, Leibniz, Cartesio, ecc...), ma perché, leggendo gli scritti Rosacrociani, si ha spesso l’idea che costoro abbiano realmente un grado di conoscenze più elevate della media. E’ sufficiente leggere un romanzo dell’800, “Zanoni”, scritto da Edward Bulwer Lytton, probabilmente un Rosacroce. Un romanzo semplicemente stupendo in cui si riconosce, al di là della parte di fantasia, un sapere e una conoscenza superiore a quello di molti scienziati di oggi, e vi si trovano risposte soddisfacenti a molti dei più elementari quesiti riguardo alla vita e alla morte, quesiti che tutt’ora la nostra scienza continua a porsi senza dare alcuna risposta convincente.

A questi manifesti seguì un intenso dibattito negli anni successivi, in tutta Europa, che vedeva contrapporsi coloro che sostenevano che i Rosacroce non esistevano, e coloro che invece ne sostenevano l’esistenza.
Umberto Eco, scrivendo una prefazione ad un recente libro “Storia dei Rosacroce” di Paul Arnold, dice che i rosacroce non si sa se effettivamente esistono veramente o se siano una leggenda. Anche perchè - aggiunge lo studioso - i Rosacroce non si manifestano mai all’esterno; un vero Rosacroce non direbbe mai che è un Rosacroce. E se qualcuno dicesse che è un rosacroce, vorrebbe dire che non è un Rosacroce.
Ci sarebbe da chiedere a Eco come mai uno con la sua cultura si scomoda a fare la prefazione ad un libro che parla di un’organizzazione di fantasia, e perché ne parla anche nei suoi libri. Darsi tanto da fare per studiare e capire un’organizzazione inesistente sembra un controsenso, specie per una persona colta come Eco.

La verità è che i Rosacroce esistono, e quando uno conosce un po’ i simboli e la storia di questa associazione, li riconosce immediatamente, specie perché alcuni rosacrociani lasciano dietro di sé tracce di ogni tipo, peggio di Pollicino (Umberto Eco arriva pure a farsi fotografare con una rosa rossa in mano nel libro “i 100 libri che dovete senz’altro leggere prima di morire”; e anche in altre occasioni ha sempre questa rosa tra le mani).

L’esistenza dei Rosacroce è attestata da una vasta letteratura in tema, dalla loro simbologia che compare ovunque, nelle logge massoniche e nella tradizione muratoria in genere (il diciottesimo grado del Rito scozzese prende infatti il nome di “Cavaliere Rosacroce di Heredom”).

Attualmente, sono decine le organizzazioni che dicono di rifarsi ai Rosacroce, dalla AMORC, alla società Rosacrociana in Anglia, alla Golden Dawn e ad altre che ora non è il caso di menzionare.

Come associazione esoterica e segreta i Rosacroce nascono probabilmente attorno al 1200. Taluni la fanno risalire a Raimondo IV conte di Tolosa.

Uno dei padri spirituali dei Rosacroce è Dante; costui apparteneva ai Fedeli D’amore, un gruppo segreto che contestava duramente l’operato del papato e della Chiesa all’epoca, ma ovviamente non lo faceva in modo troppo aperto, perché a quell’epoca andare contro la Chiesa equivaleva a morire (più o meno come oggi occuparsi della Rosa Rossa… quando si dice la regola del contrappasso).
Esiste un legame intenso tra Rosacroce e Templari. Difficile dire se si tratti di due organizzazioni totalmente distinte che poi hanno fuso il loro sapere nei secoli successivi, oppure esistessero elementi comuni già nel 1200.
Comunque, certo è che Dante, nel momento in cui Jacques de Molay fu messo al rogo, era a Parigi e probabilmente fu colpito da quell’avvenimento che poi trasfuse nella sua Divina Commedia.
E altrettanto certo è che il sapere templare e Rosacrociano hanno molti punti di contatto.
Come abbiamo detto nell’articolo “Il Trattato di Lisbona e i suoi antecedenti storici e culturali; breve storia della massoneria dalle origini ai nostri giorni” furono i Rosacroce e i templari a fondare la massoneria ufficiale nel 1717, in modo da creare un’organizzazione complessa, ramificata in tutto il mondo, di cui la massoneria costituisca la base, mentre i Rosacroce costituiscono i vertici.

Non solo i Rosacroce esistono, ma la stessa Fama Fraternitas, affermando che gli iniziati alla RC hanno il dono dell’invisibilità e del parlare tutte le lingue, sotto forma di metafora diceva la verità.
I Rosacroce hanno veramente questi doni.
Parlano tutte le lingue perché comunicano per mezzo dei mass media, dei libri, delle canzoni di successo, veicolando messaggi di vario tipo. E comunicano per mezzo di simboli, quindi un linguaggio universale e riconoscibile da tutti. Se viene ucciso Haider, ad esempio, non c’è bisogno di comunicare ufficialmente lo stop alle indagini; riconoscendo i simboli rosacrociani nel nome della strada in cui Haider è morto (Rosenthalerstrasse) nonché in altri particolari, la matrice del delitto viene recepita da americani, tedeschi, spagnoli o italiani, e chiunque appartenga all’organizzazione sa come comportarsi anche se non gli viene detto esplicitamente: i verbali spariranno, le indagini verranno inquinate, i giudici che eventualmente verranno investiti del caso leggeranno nella vicenda un normale incidente stradale. Un Rosacroce non ha bisogno di parole per riconoscere i simboli rosacrociani nei delitti del Mostro di Firenze.
Sono veramente invisibili, nel senso che non esistono liste, luoghi di riunione periodici, ecc… Per quanto riguarda la Rosa Rossa in particolare, esistono del templi dislocati un po’ in tutto il mondo (49 secondo la Carlizzi) di cui alcuni servono per gli studi teorici, altri per la “pratica” e i riti esoterici; ma al di là di questo non si fanno riunioni ufficiali e periodiche. Un massone che vuole entrare nelle organizzazioni ufficiali come l’Amorc, può farlo; ma nella Rosa Rossa non può entrare se non è avvicinato, perché di propria iniziativa non è possibile.
Curano veramente gli ammalati, sia i Rosacroce tradizionali, sia le deviazioni come la Rosa Rossa. Basti pensare che i feticci umani del mostro di Firenze servivano per preparati curativi da somministrare agli aderenti all'organizzazione che ne facevano richiesta.

Quindi ufficialmente i Rosacroce non esistono. Quelli esistenti ufficialmente sono considerati poco più che un gruppetto di eccentrici dediti all’alchimia. Altri gruppi sono veri Rosacroce, cioè persone dedite al perfezionamento di se stessi e all’aiuto degli altri. Ma chiunque fosse un vero rosacroce, uno di quelli che sta al potere oggi, non potrebbe mai ammettere che i Rosacroce esistono come movimento organizzato e mondialista.
In realtà sono l’organizzazione più vasta e complessa che esista, al di sopra e più potente delle varie massonerie ufficiali.

Ha ragione Jonh Michael Greer, che nel suo dizionario dei misteri alla voce Rosacroce scrive che nella storia delle società segrete occidentali non c’è argomento di maggiore confusione, disinformazione e imprecisione quanto il problema dei Rosacroce. D’altronde i veri Rosacroce non lasciano prove certe della loro esistenza. Di conseguenza è possibile solo trovare degli indizi, disseminati nella storia, nella simbologia, nei mezzi di informazione, ecc.
Inoltre, poco conta il fatto che un gruppo che si dica rosacrociano non sia veramente il successore dei Rosacroce originali; quello che conta è la realtà attuale, cioè il fatto che esistono decine di organizzazioni che si rifanno ai Rosacroce e che il gruppo di criminali che oggi governa il mondo appartiene ad un’organizzazione che si dice Rosacrociana.
Per fare un parallelo… io appartengo ad un’associazione buddista che si chiama Soka Gakkai e che, ovviamente, si ritiene essere la vera portatrice delle idee del Budda e proclama il “vero buddismo”. Essendo nata nel 1200, e traendo i suoi fondamenti teorici dal Sutra del loto, cioè da un testo che è stato compilato secoli dopo la nascita del Budda, è probabile che abbiano ragione i suoi detrattori quando dicono che essa non è affatto aderente al buddismo originario. E tuttavia nessuno negherebbe che la SGI sia un associazione buddista e io non posso certamente non dirmi buddista.
Allo stesso modo, tutte le sottili disquisizioni tra Rosacroce originali e non (Umberto Eco arriva addirittura a delineare una differenza tra un soggetto “Rosacrociano” e uno “Rosicruciano” in un tentativo patetico di confondere le idee al lettore sprovveduto che di fronte a un tale caos non può che rinunciare a capire), sono esclusivamente dibattiti volti a depistare e inquinare la ricerca sui Rosacroce oggi al potere.
A noi infatti non interessa se la Rosa rossa sia o no la discendente dei veri rosacroce. Probabilmente no. Probabilmente no perché i primi Rosacroce, quelli di Dante per intenderci, erano veramente Fedeli D’amore, di nome e di fatto, e puntavano al rinnovamento spirituale e alla propagazione del messaggio cristiano epurato dalle efferatezze della Chiesa di allora che, come quella di oggi, aveva completamente rinnegato il messaggio di Cristo.

In ogni caso quello che ci interessa invece è riconoscerne la simbologia, il modo di parlare, di agire, per capire in quale misura il potere attuale, politico e finanziario, sia in realtà un potere criminale.
Il resto, le sottili disquisizioni tra ordine della Rosa Rossa rettificato e non rettificato, tra Rosacroce e Rosicruce, le lasciamo ai monologhi autoreferenziali di Eco e alle documentatissime ricerche di Introvigne; perché, una volta stabilito, ad esempio, che buona parte della sinistra attuale e degli uomini oggi al potere sono dei Rosacroce, o perlomeno ne conoscono la simbologia, ne deriva che essi non possono non riconoscere la simbologia rosacrociana sottesa ai delitti più efferati della storia italiana e mondiale. E il silenzio è complicità.
E di questo silenzio noi non vogliamo essere complici.

3. La Rosa Rossa, o Golden Dawn
Tanto per capire che tipo di confusione e di disinformazione c’è al riguardo dei Rosacroce basti dire che per Massimo Introvigne (che è uno dei massimi studiosi dei fenomeni religiosi nel mondo e considerato il maggior esperto di satanismo in Italia) la Rosa Rossa è poco più di un gruppetto di poche decine di simpatici mattacchioni in tutto il mondo (nel periodo di massimo splendore questa organizzazione ebbe non più di 500 membri, secondo l’insigne studioso); invece per Michael Greer esso è “la più influente tra le società segrete magiche dei tempi moderni”.
Inoltre la Golden Dawn viene presentata come una cosa diversa dai Rosacroce, mentre ciò è non solo falso, ma volutamente depistante.

La Rosa Rossa nasce a Londra nel 1887 e sul finire degli anni novanta essa aveva templi a Parigi e in molte città americane.
L’organizzazione viene fondata da tre massoni inglesi: Willyam Wyn Westcott (che era membro della Società Rosacrociana in Anglia), Samuel Liddel Mathers e William Robert Woodman.
Essi fondano la Golden Dawn (o Alba d’oro, o Ordine ermetico dell’Alba dorata). Essa comprende tre ordini.
1) L’ordine esterno, chiamato semplicemente Golden Dawn;
2) l’Ordine della Rosa Rossa e della Croce d’Oro, che costituisce il secondo livello organizzativo, quello in cui si pratica la magia e si viene iniziati ai misteri più complessi;
3) l’ordine interno, comprendente i tre gradi superiori riservati ai cosiddetti capi invisibili, o maestri sconosciuti, cioè i membri di cui nessuno mai conoscerà l’identità e che stanno al di sopra di tutti gli altri.

Da questo ordine ne nascono altri. Nel 1903 Arthur Edward Waite fonda l’Ordine della rosa Rossa e della Croce d’Oro indipendente e rettificato, che secondo Gabriella Carlizzi è quello a cui aderiscono i politici e i personaggi più potenti di oggi.
Nello stesso anno venne anche fondata la Stella del Mattino, o Stella mattutina, ad opera di Florence Farr e poi abbiamo l’Astro Argentinum di Crowley che, benché indipendente, aveva comunque molti punti di contatto con la Golden Dawn.
Per capire il profondo legame tra Rosacroce e Golden Dawn, a parte il fatto che il secondo ordine interno si chiama esplicitamente – come abbiamo detto – Rosa Rossa e Croce d’Oro, è sufficiente rendersi conto che i dieci gradi previsti nell’ordine sono gli stessi che troviamo in altre organizzazioni Rosacroce. La Golden Dawn, o la Rosa Rossa, sono quindi un organizzazione rosacrociana. E chiunque sia un Rosacroce non può non conoscere la Rosa Rossa. Questo dato è importante per evitare che quando si parli di qualche politico o personaggio pubblico chiaramente Rosacrociano, arrivino poi i sapienti del momento a precisare e fare sottili distinguo tra le centinaia di associazioni Rosacrociane.
Un po’ come io, da Buddista, non posso non riconoscere un buddista anche se appartiene alla corrente tibetana o hinayana, un Rosacroce non può non riconoscere un appartenente alla Rosa Rossa e i due ordini, purtroppo, non possono essere distinti se non nel senso di dire che l’attuale Rosa Rossa è una deviazione degli originali Rosacroce.

Occorre ora domandarsi come e perché un’organizzazione magica ed esoterica possa in appena un decennio espandersi a dismisura fino a fondare templi in tutta Europa ed America.
La spiegazione data da Greer, secondo cui il successo di questa organizzazione deriva dal fatto che essa ammetteva sia donne che uomini, che le cerimonie erano dignitose e veniva offerto un corso di pratica e teoria occultistica, più che ingenua è semplicemente ridicola (pag. 420).
Il punto è che nella Golden Dawn e nella Rosa Rossa convergono la sapienza esoterica cabalistica e templare. Cioè in altre parole chi entra nella Rosa Rossa entra veramente in un percorso di sapienza e conoscenza superiori a quelli di un essere umano ordinario. Inoltre a tale organizzazione si iscrivono ovviamente in modo riservato i massoni più potenti e più interessati all’esoterismo. In altre parole questa struttura non è un organizzazione creata dal nulla, ad opera di un eccentrico mezzo matto. Al contrario, viene fondata da massoni e rosacrociani, su mandato esplicito dei cosiddetti Superiori Sconosciuti, e fa convergere in essa tutta quella parte della massoneria ufficiale interessata al’esoterismo e alla magia. In altre parole Westcott, Mathers e Waite, furono solo i fondatori ufficiali di un’organizzazione di tipo massonico ma voluta da altri massoni potenti ed interessati all’esoterismo ma destinati a rimanere sconosciuti.
Detto in termini più chiari, la Golden Dawn o Rosa Rossa, altro non è che una delle tante organizzazioni massoniche, al giorno d’oggi la più potente e segreta, e la più crudele.
Quindi è questo il motivo per cui l’organizzazione diventa così potente ed estesa in pochi anni. Perché essa in realtà raccoglie i suoi adepti nelle fila della massoneria ufficiale, di cui costituisce una vera e propria branca.
Ai vertici della Rosa Rossa possono accedere solo le persone selezionate con un grado di intelligenza e cultura assolutamente superiore, probabilmente perché, come diceva Sesto empirico, “un buon intelletto è l’eco della divinità” e il fine ultimo della GD è connettersi al divino fino a percepirlo dentro di sè.
Le basi della Golden Dawn sono costituite da manovalanza che non conosce i vertici e spesso non ne sospetta neanche l’esistenza.
Talvolta vengono manipolati dalla Rosa Rossa anche gruppi come le Bestie di Satana, ovviamente all’insaputa dei componenti del gruppo.
I riti della Rosa Rossa sono pubblicati in Italia dalle edizioni mediterranee con il titolo “La magia della Golden Dawn” di cui esistono tre edizioni diverse. I testi pubblicati ovviamente glissano su tutto ciò che riguarda i sacrifici umani, gli omicidi, e i rituali effettuati con le parti di cadavere delle vittime e con il sangue.

A partire dalla fondazione dell’organizzazione inizia un bagno di sangue in tutto il mondo; delitti apparentemente diversi, ma accomunati dalla simbologia rosacrociana.
Da notare le coincidenze. Il primo marzo 1888 venne fondato il primo tempio della Golden Dawn a Londra, il tempio chiamato Iside-Urania. Dopo poco tempo nello stesso anno iniziano i delitti di Jack lo Squartatore.
Inizia cioè una mattanza in tutta Europa e negli Stati uniti, ma pochi si accorgono delle somiglianze tra i vari delitti.
Pochi hanno notato ad esempio che anche Jack Lo squartatore asportava gli organi delle vittime, come il Mostro di Firenze. Pochi notano che una delle vittime di Jack aveva una rosa rossa in mano e che rose rosse vengono deposte anche in tempi recenti sulla tomba delle vittime sia di Jack che del mostro di Firenze. L’ultima vittima è Jane Kelly; alla donna – che muore al numero civico 13 di di Miller's Court- viene prelevato il cuore e la sua bara e tuttora ornata da rose rosse (vedi la foto all'inizio dell'articolo).

Pochi hanno notato poi che i delitti di Jack lo Squartatore avvengono tutti nel quartiere di WhiteChapel, a Londra; e Whitechapel significa cappella bianca. E uno dei templi della Rosa Rossa in Italia, quello dove Pacciani e i compagni di merende portavano i loro trofei, e che i giornali definirono “la Villa dei misteri” è appunto, completamente bianco, come bianca è la costruzione che vi mostriamo in foto, che però si trova all’estero.

4. l problema dei Rosacroce. Il rapporto con il cristianesimo
Prima di proseguire è necessario che chiarisca una cosa al lettore.
I rosacrociani oggi al potere sono una filiazione dei Rosacroce originali, da cui traggono tuttora molti degli insegnamenti e delle conoscenze.
Queste conoscenze sono veramente particolari, e i Rosacrociani di grado più elevato sono realmente persone fuori dal comune e con una conoscenza superiore. Per quanto possano essere considerati pazzi, o deviati, sta di fatto che chi appartiene alla Rosa Rossa gode realmente di conoscenze particolari superiori a quelle detenute dalla (volutamente ottusa) scienza ufficiale.
Gli antichi rosacroce avevano probabilmente realmente l’intenzione di riformare il mondo. Il loro scopo può essere riassunto ancora una volta con le parole tratte dal romanzo Zanoni: “La mia – dice quello che nel romanzo è l’ultimo dei rosacroce - è la speranza di formare una razza di esseri nobili e saggi, ricchi di forza e di potenza bastante per indicare all’umanità intera le loro magnifiche conquiste e per diventare i veri guidatori di questo pianeta… una razza che possa progredire di gradino in gradino nel suo destino immortale. Verso la gloria celeste e mettersi a pari, alla fine, con ministri che lavorano più vicini al Trono dei Troni? Che importa un migliaio di vittime come tu le chiami, per un solo convertito alla nostra causa?”
Questo fine mondialista, già si trova nelle opere del Rosacrociano Comenio ed è stato trasfuso pari pari nel progetto massonico che ha portato alla creazione dell’ONU e dell’Unione Europea (vedi su questo punto il nostro articolo sul trattato di Lisbona).
Il problema è che i Rosacroce attuali sono una deviazione degli antichi Rosacroce, nel senso che ne hanno utilizzato le conoscenze per piegarle a fini per niente benefici.
E pur di perseguire il loro fine mondialista i Rosacroce non hanno esitato a scatenare due guerre mondiali, tutte le guerre recenti, e quelle future. Quindi i morti non sono un migliaio, come dice il personaggio del romanzo, ma qualche milione.
Non a caso l’organizzazione massonica WWF ha detto di recente che la popolazione del pianeta è in sovrannumero e si dovrebbe ridurre di un terzo. E questo terzo verrà preso dai paesi del terzo mondo o dai paesi arabi, ovviamente.
Inoltre, chi accede al sapere Rosacrociano per arrivare al potere politico e finanziario, tiene per sé questo sapere, tenendo le masse nell’ignoranza; probabilmente molti dei potenti, in un delirio di onnipotenza, pensano realmente che il sacrificio di qualche milione di persone in una guerra, come il sacrificio di poche decine di persone in riti sacrificali umani, siano nulla rispetto al loro progetto.
A chi reputa assurda infatti la pratica dei riti sacrificali umani da parte di personaggi politici, del mondo dello spettacolo, ecc…, è agevole rispondere che è ancora peggio – dal punto di vista numerico – scatenare una guerra e sacrificare milioni di persone – come nella recente guerra in Iraq, solo per realizzare i progetti di potere dei vertici della politica e della finanza internazionali. L’unica differenza è che alle guerre siamo abituati. Ai riti umani no.
L’altra differenza è che le guerre vengono scatenate alla luce del sole. I riti umani vengono taciuti dai media, perché se l’elettore sapesse che il suo politico preferito accetta che i delitti del mostro di Firenze rimangano impuniti, se sapesse che i testimoni di processi apparentemente di banale criminalità seriale, come quelli del mostro di Firenze sono stati ammazzati in nome della causa Rosacrociana, se capisse che i delitti di Cogne, Erba, Garlasco, Serena Mollicone, Meredith sono esclusivamente sacrifici umani, e che i giornali e le Tv ci prendono quotidianamente in giro, la coscienza si sveglierebbe. Quindi da un parte l’informazione ufficiale non passa le notizie; d’altra parte l’elettore medio fa di tutto per evitare di domandarsi il significato di quella “rosa nel pugno”. Meglio non vedere e non sapere.
In altre parole. Saranno pazzi o criminali, dal punto di vista della logica comune , ma senz’altro godono di conoscenze superiori, che nascondono al resto dell’umanità. D’altronde ci sarebbe da interrogarsi se sono più pazzi loro, se lo siamo noi che diciamo queste cose, o quelli che insistono nel non notare le “coincidenze” tra la Rosa Rossa, la politica, e i delitti che continuamente insanguinano il nostro paese.
Inoltre, quando i miei colleghi di studio mi dicono che dovrei smetterla di occuparmi di queste cose, per dedicarmi solo alle cose importanti (intendendo per cose importanti gli sfratti, decreti ingiuntivi, incidenti stradali), nutro qualche dubbio sul fatto che i pazzi siano gli adepti della Rosa Rossa, e mi rendo conto che le gente "comune ed onesta" è spesso la vera causa di questo sistema assurdo.
In questo hanno perfettamente ragione i massoni con uno dei detti da loro preferiti che se non ricordo male risale ad Ermete Trismegisto: "come in alto, così in basso". E questo sistema non è voluto dalla Rosa Rossa, ma dal basso, da tutti noi, dai miei colleghi, parenti, amici...

La maggior parte dei libri sui rosacroce si interrogano su aspetti assolutamente inutili e marginali. Il vero problema dei Rosacroce, mai da nessuno indagato, è da quale momento tale organizzazione si trasforma da movimento Cristiano, intendendo tale termine come “portatori del messaggio di Cristo”, sia pure trasformato e commisto ad aspetti cabalistici ed orientali, a un movimento quasi satanico, criminale, che perpetra delitti terribili per conservare e potenziare il suo potere.
E’ impossibile dare una risposta, ma è probabile che le infiltrazioni sataniche, ed esoteriche anticristiane, si siano effettuate nei secoli, piano piano, e all’insaputa pure di molti adepti del movimento.
Quel che è certo è che attualmente, la maggior parte dei rosacrociani al potere non segue affatto il messaggio di Cristo né persegue il fine di elevare l’umanità.
Di più.
Il movimento Rosacrociano è un movimento sostanzialmente anticristiano e anticattolico, ma che ha dalla sua parte un arma formidabile: utilizza lo stesso linguaggio dei Cristiani, ma con un senso completamente contrario.
Il metodo è assolutamente geniale.
In pratica i rosacroce di oggi parlano un linguaggio e una simbologia satanista, ma utilizzando termini apparentemente Cristiani. Ogni termine Cristiano usato dalla Rosa Rossa infatti, ha in realtà un significato esattamente contrario.
L’iniziato alla Rosa Rossa, infatti, quando nomina Cristo e dice di “percepire l’essenza cristica e divina dentro di sé” sta dicendo che egli stesso si sostituisce a Cristo e si fa lui stesso Cristo; in altre parole si sostituisce a Dio.
Parlando di Dio, si riferiscono ovviamente al loro Dio, non a quello Cristiano.
Nel linguaggio della Rosa Rossa, Santa Rita rappresenta la Rosa Rossa. Ecco quindi che “consacrare qualcuno a Santa Rita” significa in realtà consacrarlo alla Rosa Rossa. La festa di Santa Rita diventa la festa della Rosa Rossa. Un po’ come la festa di San Giovanni è una festa massonica, ma la maggior parte dei cattolici pensa di festeggiare una festa cattolica.
Molti iniziati alla Rosa Rossa vanno a messa e prendono regolarmente la comunione, perché dal loro punto di vista assumere l’ostia consacrata è uno degli sfregi migliori da fare a danno dei Cristiani.
E’ così che, a meno di non avere un'approfondita conoscenza dei Rosacroce è impossibile spesso riconoscere un Rosacroce da un Cristiano, ed è così che è stato possibile avere dei Papi Rosacrociani, come Paolo VI e Giovanni XXIII.
Lo stesso simbolo dei Rosacroce, la Rosa e la Croce, fa pensare a simboli Cristiani. Ma dal punto di vista della Rosa Rossa, la Croce è invece un simbolo fallico, mentre la Rosa rappresenta l’organo sessuale femminile durante le mestruazioni.
E’ un sistema geniale non c’è che dire. Il colpo di genio è soprattutto quello di aver creato un sistema difficile da smascherare, i cui più strenui difensori sono i cristiani stessi; perché se provate a dire a un cristiano che Paolo VI era un rosacroce, vedrete che il 90 per cento dei Cristiani non sa neanche chi siano questi Rosacroce. E quando glielo spiegate la sua reazione sarà immediatamente di rifiuto, cosicchè i migliori difensori di questo sistema sono le vittime stesse.
In realtà tanto tempo fa – sconvolto da queste scoperte - parlai con un prete molto colto, che è il mio consigliere spirituale in questo viaggio nella follia massonica, che mi disse una cosa illuminante: “figliolo, ma perché ti stupisci? Se il demonio deve colpire qualcuno o qualcosa, da dove dovrebbe cominciare secondo te, se non dal Vaticano? E’ il posto migliore dove può nascondersi il Diavolo, e proprio perché è così ben nascosto è difficile trovarlo. E ricorda che l’astuzia migliore del demonio è di dire che non esiste”.
Questa è l’astuzia più grande dei Rosacroce e della Rosa Rossa in particolare. Che essa non esiste, ufficialmente. Ne avete mai sentito parlare in un Tg o su un quotidiano nazionale? No perché queste notizie possono trovarsi al massimo su qualche giornale locale sfuggito al controllo, o su Internet, o su qualche libro poco conosciuto.
E se anche essi parlano apertamente, parleranno il linguaggio Cristiano, quindi nessuno li scoprirà.
5. Gli omicidi della Rosa Rossa.
Una volta capito che il simbolo principale dei Rosacroce è la Croce e la Rosa, che altri simboli sono il pellicano, il giglio, e che nel linguaggio della Rosa Rossa, Santa Rita è sinonimo di Rosa Rossa, e che i loro numeri d’elezione sono il 7, l’8, l’11, e il 13, non è difficile riconoscere tale associazione un po’ ovunque.
Tutti gli omicidi commessi dalla Rosa Rossa sono assolutamente riconoscibili da una serie di simboli numerici ed esoterici. Ne abbiamo parlato già in altri articoli. Qui sottolineiamo solo alcuni punti che negli articoli precedenti non avevamo esplicitato.
Come abbiamo detto i loro delitti avvengono sempre in giorni che, numericamente, danno come somma 7, 8, 11, 13, o multipli di 11.
Inoltre la scena del delitto, i nomi delle vittime, e i nomi dei carnefici, hanno quasi sempre significati religiosi o cabalistici.
Ad esempio nel delitto di Erba, oltre alla data, notiamo che Rosa Bazzi, il cui nome da sposata è Rosa Romano (RR) uccide Valeria Cherubini. La Rosa Rossa ha simbolicamente ucciso un Cherubino.
Nel delitto di Cogne viene ucciso Samuele, nome biblico, che richiama un giudice; e la cornice del delitto è il Gran “Paradiso”. E non a caso Annamaria Franzoni verrà tradotta in carcere nel giorno di Santa Rita, il 22 maggio; cioè nel giorno della Rosa Rossa, tanto per mettere un ulteriore firma alla vicenda.
Nell’omicidio di Maria Geusa a Città di Castello, salta immediatamente agli occhi il nome della vittima, Maria figlia di Gesù.
Nei delitti del Mostro di Firenze i colpi vennero esplosi da una Beretta Calibro 22 serie H. Se 22 è il numero della perfezione per i cabalisti, H richiama la 5 lettera dell’alfabeto ebraico, il cui simbolo è, appunto, una Rosa e una Croce. Ma richiama anche il numero 8, quello della giustizia, simboleggiato cabalisticamente dalla Bilancia.
Sfugge agli inquirenti il collegamento cabalistico tra tutti questi delitti e le comunanze tra essi. La pallottola con cui uccideva il mostro di Firenze era di rame, e nessuno fa caso al fatto che anche l’oggetto che ha ucciso Samuele a Cogne era dello stesso materiale. L’arma del delitto non verrà ritrovata né ad Erba, né a Cogne né nei delitti del mostro, per motivi che abbiamo già spiegato altrove.
L’arma del delitto non verrà ritrovata neanche nel delitto Meredith, i cui funerali verranno celebrati non a caso nella Chiesa di San Giovanni, il patrono della massoneria e sulla sua bara verrà deposta una rosa rossa dal padre.

6. Il sistema della Rosa Rossa
Possono accedere alla Rosa Rossa solo i più alti gradi della massoneria, persone particolarmente potenti e anche particolarmente intelligenti.
L’organizzazione comunica tra loro per mezzo di giornali, Tv, canzoni, ecc… Tra loro i membri non possono esplicitare la loro appartenenza alla Rosa Rossa, anche perché, con i mezzi di intercettazione esistenti oggi, questo significherebbe la fine dell’organizzazione nel giro di qualche mese, magari ad opera di organizzazioni rivali.
Quando il messaggio è diretto ad una cerchia ristretta si ricorre a libri stampati in edizioni limitate (ad esempio le strenne di Natale che le banche e le ditte sono solite fare ai loro clienti migliori); quando il messaggio è diretto ad una cerchia più vasta si utilizzano i giornali e i Tg.
Ad esempio non è un caso che il cronista del TG 5 che si occupa del delitto Meredith si chiami Remo Croci.
Oppure che dopo la strage da 7 morti sull’autostrada, avvenuto questa estate l’8.8.2008, i Tg abbiano poi intervistato un camionista che si chiamava Carlo Massone.
Ma credo che uno dei casi più eclatanti, cui neanche il romanziere più fantasioso potrebbe arrivare con tutta la buona volontà, sono i messaggi veicolati tramite testi di legge, o atti ufficiali, come l’esame di maturità di quest’anno. C’erano diversi errori nella prova di maturità che la commissione ministeriale aveva preparato quest’anno; uno di essi era relativo ad una poesia di Montale erroneamente attribuita dai funzionari del Ministero come se fosse riferita ad una donna. In realtà la poesia era scritta per un uomo, un ballerino che in arte veniva chiamato K. E nella seconda riga della poesia ricorreva la ripetizione della lettera R. RR, come la Rosa Rossa, e K come il settore operativo di Gladio. Mentre nella versione di inglese uno degli errori riguardava la parola Lodge. Combinando insieme questi dati secondo un sistema di decriptazione predefinito si giunge alla codifica dei messaggi.

Impossibile quindi portare le prove processuali dell’esistenza di questa organizzazione perché è impossibile provare che l’errore agli esami di maturità fu voluto, come è impossibile provare che il film Il mostro veicolasse in realtà un messaggio diverso.
Come dice Eco nel suo libro Il nome della Rosa: “fin qui vi abbiamo dimostrato che i libri parlano tra loro. E una buona indagine poliziesca dovrebbe dimostrare che i colpevoli siamo noi”.
Il testo sembra in realtà una sfida… l’autore sottintende che nessuno riuscirà mai a dimostrare che un libro possa contenere l’ordine di commettere un delitto, di depistare un indagine, di spostare dei capitali, ecc…
In realtà l’autore sbaglia; sarebbe possibile dimostrarlo, se solo si studiasse negli anni la cultura massonica. Così come è possibile dimostrare che un serial Killer si ispira alla Bibbia per commettere i delitti, solo se si ha conoscenza della Bibbia, così è possibile dimostrare la matrice cabalistica e Rosacrociana di tanti delitti, se solo si conoscesse la Cabala, La Golden Dawn, e la massoneria.
Ciò sarà possibile, probabilmente nei prossimi secoli, quando una certa conoscenza sarà non solo accessibile a tutti ma anche conosciuta da tutti.
Per ora, portare in un tribunale articoli di giornale, riferimenti esoterici, libri sui rosacroce, ecc…, equivale a farsi dare del matto, come successe all’avvocato Fioravanti all’epoca del primo processo Pacciani e come succede a me e ad altri che ci occupiamo di queste cose..
E per questo motivo gli investigatori, quando non sono corrotti, brancolano nel buio – come è avvenuto per anni per i delitti del mostro di Firenze, fino all’arrivo del commissario Giuttari - o sono nell’impossibilità di portare le prove di alcuni delitti, come accade per il PM Mignini a Perugia; oppure; nella maggior parte dei casi, si liquida il tutto come frutto di fantasie e suggestioni, ma continuano a rimanere senza risposta le innumerevoli anomalie e contraddizioni in vicende come quella di Cogne, del Mostro di Firenze, ecc….

7. La Rosa Rossa nei film nella letteratura e nelle arti.
Musica
Mozart
nella sua opera il flauto magico utilizza molti simboli rosacrociani e massonici. In generale tutta l’opera, si dice, è in realtà la metafora di un percorso iniziatico. Si dice che avendo rivelato dei segreti massonici, per questo motivo egli fu assassinato, tanto che il musicista, conoscendo bene le regole di questa associazione, avendo intuito che non aveva molto tempo da vivere, scrisse il requiem per se stesso, che infatti rimase incompiuto perché morì avvelenato prima di terminarlo.
Una fine simile toccò in tempi moderni a Rino Gaetano. Le modalità della sua morte le abbiamo descritte altrove e non ci ripeteremo. Diventando famoso – come succede a chiunque arrivi ad avere una certa notorietà - fu avvicinato dal sistema, ma egli a quel sistema si ribellò. Non potendo parlare apertamente, altrimenti lo avrebbero ucciso, come succede a chiunque ne capisce il funzionamento, egli mise diversi messaggi criptati nelle sue canzoni oltre a diversi messaggi espliciti molto forti per l’epoca (inoltre ricordiamo che erano tempi in cui non esisteva Internet e chi disponeva di notizie particolari non aveva mezzi per divulgarle, salvo i mezzi di stampa ordinari, tutti assoggettati al regime massonico). Nelle sue canzoni, seppure in codice, c’è tutta la politica attuale e la Rosa Rossa: la corruzione totale della politica, i disastri della finanza e della globalizzazione, i riti satanici dei potenti, la manipolazione dell’informazione.
Fu ucciso perché aveva osato troppo.

In tempi recentissimi ricordiamo la canzone vincitrice di San Remo “Ti regalerò una Rosa”; il cantante è Simone Cristicchi, e già l’abbinamento del titolo al nome del cantante (che richiama Cristo) fa pensare ai Rosacroce; guardando al testo, poi, si citano i riti satanici, ma soprattutto la canzone si rifà ad un romanzo, il maestro e Margherita; e Margherita è il nome di Santa Rita, ovverosia proprio di quella santa che, nel linguaggio criptato della Rosa Rossa, indica la Rosa Rossa.

Letteratura.
Tutta la letteratura di Giulio Verne è intrisa di simbolismo rosacrociano e massonico. Viaggio al centro della terra è in realtà un percorso iniziatico, mentre il simbolismo rosacrociano è evidente già in alcuni titoli delle sue opere come “Robur il Conquistatore” dove compare l’acronimo RC.
Antoine De Saint Exupery nel suo famosissimo “Il Piccolo principe” parla di una rosa rossa che viene mangiata da una pecora. Forse è un allegoria che richiama la lotta tra Rosa Rossa e chiesa Cattolica. Morirà infatti in circostanze misteriose. Il 31 luglio del 1944 partì per una missione di ricognizione nel mar Tirreno e scomparve nel nulla. Molto definiscono poetica la sua morte. Ma non fu poetica, semplicemente, venne applicata la regola del contrappasso perché il protagonista del piccolo principe è, come è noto, un aviatore, e quindi lui doveva per forza morire in aereo, in una data che ha una valenza simbolica: 31.7.1944 (3+1+7+1+9+4+4=29=11, il numero della giustizia).
Per anni la sua morte è stata avvolta nel mistero finchè a sorpresa, proprio nel 2008 (cioè l’anno in cui su alcuni siti si è diffuso il possibile collegamento della sua morte con la Rosa Rossa), è spuntato un ex aviatore della Luftwaffe che si è ricordato di averlo abbattuto. Dopo 44 anni il distratto aviatore si è ricordato di aver abbattuto un personaggio come Saint Exupery.
C’è da pensare che nei prossimi mesi resusciterà – come in Dynasty – l’autista della Mercedes di Lady Diana che dirà “si è vero, ero ubriaco e andavo troppo forte”; e arriverà qualcuno che, pentito, dirà: sono io il mostro di Firenze, essendo un rosacroce ho firmato i delitti con la Rosa, poi avendo il dono dell’invisibilità ho ammazzato tutti i testimoni, Pacciani compreso; ho fabbricato dei documenti che hanno inguaiato Mario Spezi e a suo tempo Alberto Bevilacqua, e fatto sparire molte prove dalla procura; sono io che intercettavo Giuttari e sempre io, esperto nuotatore, ho ucciso Narducci nel lago Trasimeno. Chiedo scusa alla nazione ma era un periodo che ero un po’ nervoso e mi annoiavo.

La palma d’oro attuale dei Rosacroce va a due autori contemporanei; oltre ad Umberto Eco, che intitola il suo libro “Il nome della Rosa” e che altrove parla spesso dei rosacroce, va senz’altro a Stephen King, che scrive la serie Tv The Rose Red, e che nel suo libro “i Lupi del Calla” narra di una rosa protetta da una torre, e della necessità di difenderla, perchè se cade la torre cadrà anche la Rosa rossa, ma se cade la rosa rossa cade anche tutto il mondo circostante. Chiaro riferimento alla necessità di difendere il “sistema” politico finanziario e giudiziario messo in piedi dalla Rosa Rossa.

Esistono poi romanzi minori intrisi di messaggi più o meno evidenti. Ad esempio il libro Piacere mortale, di M.I Rose, in una serie di libri che hanno come simbolo una rosa rossa, narra di un assassino che provoca i delitti mandando messaggi subliminali da un video di PC, il che ricorda alcune vicende recenti, di omicidi di sangue ove gli assassini ripetono sempre agli inquirenti “ero preso da un impulso irresistibile”. Sarebbe interessante indagare i punti di contatto tra questi libri e alcune vicende come Cogne, Erba, e addirittura le vicende di Donato Bilancia. Curioso no? Un serial Killer con il nome che - nell’esoterismo della Golden Dawn - corrisponde all’undici della giustizia; ricordiamo che è la Golden Dawn che nei suoi tarocchi ha invertito la numerologia cabalistica delle carte e ha assegnato l’11 alla giustizia (tradizionalmente invece era l’otto); il serial Killer ha detto: “ero preso da un impulso irresistibile…”; forse lo stesso impulso capitato alla Franzoni, ai coniugi di Erba e l’assassino di quella ragazza in Spagna, El Gordo, che ha ripetuto parole identiche. Delitti apparentemente senza nulla in comune, ma accomunati da parole identiche, dalle Rose sul luogo del delitto o nei nomi degli omicidi o delle vittime.

Cinema
Abbiamo serie minori TV come “La Piovra” ove il cattivo di turno deposita i suoi soldi in un conto svizzero chiamato Rosarossa e serie come “Il Sangue e la Rosa”.
Ma abbiamo opere eccezionali come il film Quarto potere, scritto da Orson Welles. Questo film è considerato dalla critica il capolavoro del cinema di tutti i tempi, in testa a tutte le classifiche della critica più accreditata. Non è mai stato svelato veramente il segreto del nome con cui si chiude il film; nome che è anche il segreto del potere e del successo del protagonista: la parola segreta è “ROSE BUD” ovverosia bocciolo di Rosa. Avendo osato troppo, il regista entrerà in disgrazia dopo quel film. Probabilmente aveva voluto lasciare un messaggio, un segno, qualcosa che i posteri avrebbero raccolto e proprio per questo la sua carriera finì li.
Poi abbiamo il film Il mostro, di Benigni. Anzitutto il film fa chiaramente allusione al mostro di Firenze, e ridicolizza gli inquirenti e la vicenda di quel periodo. I film esce il 22 ottobre del 1994; cioè nella data dell’anniversario dell’omicidio di due vittime del Mostro di Firenze, Susanna Cambi e Stefano Baldi, che vennero uccisi a Calenzano 13 anni prima (tredici, numero della morte e del cambiamento). Vennero uccisi proprio il 22 ottobre. D’altronde il padrone di casa di Benigni – nel film - si chiama Rocca Rotta. Chiara l’assonanza con la Rosa Rossa. Benigni è un esperto di Dante ed è strano che gli sia sfuggito il simbolismo rosacrociano nei delitti del mostro. Una coincidenza notevole, quindi. Tra l’altro Benigni spesso ripete la frase “Ama Dio e fa ciò che vuoi” che è, si, una frase di Sant’agostino, ma è anche il motto del rosacrociano e membro della Rosa Rossa Alistair Crowley la cui biografia più recente (scritta da Lawrence Sutin e pubblicato da Castelvecchi) si intitola, non a caso “Fai ciò che vuoi”. Occorrerebbe quindi chiedere a Benigni a quale Dio si riferisce e, visto che in questi giorni ha pubblicato un libro su Dante con prefazione di Umberto Eco, eventualmente farsi spiegare da quest’ultimo chi sono quei Rosacroce di cui lui non fa mai cenno ma che pure dovrebbe conoscere bene, data la sua passione per il Sommo poeta.
Infine, come non citare Eyes Wide Shut di Stanley Kubrick? L'attore (che ricordiamolo, è l'autore di Arancia meccanica, dove già nella locandina compare una piramide con l'occhio) nel film parla di riti satanici con omicidi commessi da potenti. E' morto improvvisamente di infarto il 7.3.1999 prima dell'uscita del suo film. 7+3+1+9+9+9 = 38 = 11. Anche lui giustiziato per aver osato dire troppo.

Politica
In politica è sufficiente vedere quali e quanti partiti hanno una rosa nel simbolo per rendersi conto di quanto sia vasta l’influenza rosacrociana; in alcuni casi poi compare anche l’acronimo RC, come in Rifondazione Comunista. E alla recenti elezioni la Sinistra arcobaleno voleva chiamarsi “Cosa Rossa”, nome poi abortito forse perché poi la cosa diventa troppo sfacciata e troppe persone potrebbero iniziare a mangiare la foglia. E per chi avesse ancora qualche dubbio sul rapporto tra politica e Rosa Rossa, è sufficiente leggere un libro di Cesare Salvi, senatore diessino, dal titolo “La rosa Rossa, il futuro della sinistra”; relativamente a questo libro Rossana Rossanda fece una recensione sul manifesto, dal titolo “La croce e la Rosa”. Una bella coincidenza!
Con buona pace di tutti quelli di estrema sinistra che ancora si domandano come mai la sinistra in questi ultimi decenni abbia favorito così smaccatamente la destra, con la sua politica demenziale; e che ancora non hanno capito che la sinistra è il burattino della destra attuale, mentre la destra attuale è il burattino di ben altri poteri.
E a chi si domanda come mai Pannella anni fa volle candidare Licio Gelli nel suo partito, sarà sufficiente ricordargli il simbolo del partito di Pannella: La rosa nel pugno.
Chissà perché Pannella, che ha fatto tanto chiasso contro la magistratura già dagli anni 80, in ciò anticipando addirittura Berlusconi, non si è mai occupato delle stragi impunite, a partire da quella del Mostro di Firenze… Forse quella Rosa che ha nel suo pugno gli ha impedito di vedere quella sulla scena dei delitti del mostro.

8. Conclusioni. Il mistero dei rosacroce
Per finire… Rimangono molti misteri riguardo ai Rosacroce.
A mio parere il mistero più grande non è se questi esistano davvero, la loro data di nascita, e altre idiozie buone solo per intellettuali che fanno finta di voler capire la realtà, ma che vogliono solo portare i lettori e la gente comune fuori pista.
Il mistero più grande è capire in quale momento un’organizzazione che si rifaceva al messaggio di Cristo e a filosofie meravigliose (filosofie che possono essere lette sia in libri di filosofia rosacrociana, sia in romanzi come “Zanoni”; ma che attraggono anche solo leggendo le presentazioni effettuate nei siti dell’Amorc), si sia trasformata in un’organizzazione criminale che – oltre al potere politico e finanziario – permette ai suoi affiliati di commettere i delitti più impensati, da quelli del Mostro di Firenze a quelli di Cogne o di Haider.
L’altro mistero è quali delle varie organizzazioni rosacrociane oggi esistenti si rifacciano veramente al messaggio di Cristo e non siano solo organizzazioni di facciata per coprire dell’altro. Perché senz’altro molti dei rosacroce attuali, in tempi moderni, sono persone non solo buone, ma anche speciali, dotati di poteri particolari e di conoscenze particolari. Purtroppo molti no.
E il più grosso mistero è capire come sia possibile che molte delle persone oggi al potere possano parlare di pace, fratellanza, possano produrre capolavori letterari e cinematografici spesso intrisi di messaggi bellissimi, per poi aderire ad un’organizzazione come la Rosa Rossa, o, perlomeno, accettare passivamente di veicolare nelle proprie opere dei messaggi rosacrociani e tacere di fronte ad un simile schifo. E’ vero che chi ha provato a parlare, come Rino Gaetano, Pasolini, e in tempi recenti Giuseppe Cosco e Cecilia Gatto Trocchi, sono morti, perché ribellarsi al sistema è praticamente impossibile. Ma è possibile vivere sereni con un simile peso sulla coscienza? E’ possibile tacere ed essere conniventi, solo perché “tanto è tutto inutile! Che parlo a fare?”.
Questo è il vero mistero dei rosacroce.
Capire come possano convivere gli ideali di uguaglianza che avevano alcuni padri storici della sinistra, con la sigla RC di rifondazione comunista.
Capire come si possa parlare di libertà civili, di diritti della donna, e poi fondare "La Rosa nel Pugno" e candidare Gelli, dimenticando i diritti delle vittime del mostro di Firenze, il diritto alla vita di tutte le vittime della Rosa Rossa.
Capire come si siano trasformati dei giovani che senz’altro un tempo avevano creduto a certi ideali, che andavano ai cortei per un mondo migliore, in mostri che prendono in giro il loro elettorato e sono conniventi con delitti innominabili.
Capire come sia possibile avere dei papi rosacroce (su questo punto chi vuole approfondire deve consultare il sito Chiesaviva e leggere i libri di Padre Villa).
Capire come sia possibile produrre capolavori di sensibilità come “La vita è bella” di Benigni, accanto a film come “Il Mostro” il cui titolo non poteva essere più azzeccato, sia per i suoi fini che per i messaggi che veicola.
Capire come si possa produrre capolavori come IT (che parlano della lotta del bene contro il male facendo prevalere l’amore e l’amicizia) accanto a The Red Rose e ai Lupi del Calla.
Capire come sia possibile che i due mazzi più belli di tarocchi mai creati, su migliaia di mazzi, siano considerati all’unanimità proprio questi due: 1) il mazzo creato dal fondatore del rito indipendente e rettificato, Arthur Waite; 2) e il mazzo recente della Golden Dawn creato da Giordano Berti per la ditta “lo Scarabeo”. Questi ultimi, creati nel 2008 forse superano in bellezza pure quelli di Waite (Berti – a detta di molti - è riuscito quindi a raggiungere un risultato che in un secolo nessun altro creatore di mazzi di tarocchi aveva mai raggiunto, perché nessuno fino ad oggi aveva eguagliato in bellezza quelli di Waite).

Forse la risposta è ancora una volta quella contenuta nel romanzo rosacrociano “Zanoni” di Edward Lytton: “Le nostre opinioni sono la parte angelica di noi. I nostri atti la parte terrena”.
La spiritualità di capolavori come “La vita è bella” sono la parte angelica dell’umanità. I delitti del mostro di Firenze, e tutto ciò che si fa per coprirli e addirittura proteggerli, la parte terrena.
E su un punto hanno ragione i Rosacroce. Capire il mistero dei rosacroce, è capire il mistero della vita, ma anche della politica della finanza e della giustizia. Ma una volta capito questo mistero, non è più possibile tornare indietro, e dopo, la vita non è più la stessa. Cosicchè, come dice il protagonista del romanzo, Zanoni, non sempre è una scelta consigliabile quella di arrivare a svelare il mistero dei Rosacroce, e condividerne la conoscenza, che si stia da una parte (cioè dalla parte degli iniziati), o che si stia dall’altra (di quelli che cercano di capirli dall’esterno).
Entrambi, sono in trappola perché capiscono che il loro destino non dipende da loro.



Dedicato a Rino Gaetano, Giuseppe Cosco, e Pier Paolo Pasolini.
Rino disse in un intervista “oggi le mie canzoni non vengono capite ma fra vent’anni le capiranno”.
Ho capito anche a cosa alludevi nell’intervista a Gianni Morandi parlando del “profumo dei ministri”.
Oggi ho capito. E questa dedica te la dovevo.

E a te Giuseppe, che parlasti della Rosa Rossa esplicitamente e troppo presto, quando ancora la conoscevano in pochi. Sei morto senza che nessuno si sia neanche domandato il perché. Anche nel tuo caso, era difficile capire, allora. Ma leggendo i tuoi articoli ho capito il motivo del tuo “malore improvviso”, quel giorno che ti recasti in tribunale per una perizia.
Ora capisco perché dopo aver letto il tuo sito, che è ancora visibile come se tu fossi vivo, non rispondevi al telefono e alle mail e alle mie domande. Ma forse mi hai risposto, anche se in un altro modo.
A Pier Paolo Pasolini. Scusami se, all’epoca anche io, come tutti gli altri cieco di fronte all’assurdità di un potere troppo sofisticato per essere compreso, pensai che te l’eri cercata. Ero piccolo all’epoca e non avrei mai immaginato. Stefania ti ha dedicato un articolo, tempo fa, e spero ti sia piaciuto.
Grazie a tutti e tre di aver seminato. Speriamo di aver raccolto una parte di ciò che avete seminato affinchè altri raccolgano ciò che seminiamo, affinchè infine possa un giorno crescere una foresta.





Bibliografia

I manifesti rosacrociani sono pubblicati per intero dalle edizioni mediterranee a cura di Jean Pierre Bayard, “I rosacroce, storia dottrine simboli”.

Il manifesto della Rosa Rossa, è pubblicato nel libro di F. Ripel La Magia Rossa, Hermes edizioni a pag. 77. Riporto il brano che mi ha colpito di più: “Egli sa. Egli comanda; e il gran maestro è Horus la Bestia. Credi in lui e la vita vedrai. Uccidi i tuoi simili, sventra tua madre, sgozza tuo padre se egli non crede in lui”.

Zanoni, è edito in Italia da Tea (una casa editrice che, per coincidenza ha come simbolo una rosa).

Sul rapporto tra Rosa Croce e Giulio Verne si può vedere: Jules Verne e l'esoterismo. I viaggi straordinari, i Rosacroce, Rennes- le-Chateau; di Lamy Michel; Curato da: De Turris; Edizioni mediterranee

Sul Rosa Crocianesimo in Dante: L’esoterismo Rosacroce nella Divina Commedia, editore Bastogi.

Un approccio iniziale alle società segrete, documentatissimo e ben scritto è il Dizionario dei segreti e dei misteri, Mondadori, a cura di Michael Greer. Libro ovviamente anticomplottista, perchè scritto da un massone di grado elevato.


Un libro documentatissimo ma anch'esso rigorosamente anticomplottista è Il cappello del Mago, di Massimo Introvigne, ed. Sugarco. Per l’autore – che ha la biblioteca esoterica e satanica più grande al mondo (50.000 volumi) il satanismo è un fenomeno quasi inesistente e ovviamente quasi nessun delitto in Italia e nel mondo è un delitto esoterico. L’autore arriva persino ad affermare, in un suo sito, che la piramide non è un simbolo massonico.
Probabilmente se scrivesse libri sulla mafia giungerebbe ad affermare che la mafia non esiste ed è solo il frutto di una serie di incredibili coincidenze.

La prima persona a parlare esplicitamente della Rosa Rossa e dei suoi riti esoterici con sacrifici umani è stata Gabriella Carlizzi nel suo libro “Gli affari riservati del mostro di Firenze”, in particolare da pag. 127 in poi.
Un libro un po’ complicato da capire, ma il primo e unico che ha parlato dei delitti della Rosa Rossa.
Consigliamo anche la lettura della stessa autrice del libro “Lettera ad Alberto Bevilacqua sul mostro di Firenze”.

Si consiglia di iniziare la lettura di questi argomenti dal fondamentale “Massonerie e sette segrete. La faccia occulta della storia”, di Epiphanius, ed. Controcorrente.


I riti della Golden Dawn sono pubblicati in Italia da Edizioni mediterranee in due edizioni diverse; la prima, a cura di Sebastiano Fusco, "La magia della Golden Dawn" e la seconda a cura di Israel Regardie.

360 commenti:

1 – 200 di 360   Nuovi›   Più recenti»
alessandro ha detto...

Cazzo! Che botta! ....mi devo riprendere.......

Finalmente hai argomentato delle cose che affermavi da molto ma che non riuscivo a capire. Certe cose sono troppo lampanti per non essere credibili, altre no, ma è ovvio che quando si parla di questo non possono che esserci che poche prove e molte ipotesi. Ma è anche vero che se tre indizi non fanno una prova mille indizi forse la fanno.....

Roberto ha detto...

Grande articolo scritto in maniera chiarissima. Ti posso chiedere una cosa poi? vorrei che quando hai tempo scrivessi un articolo su Giuseppe Cosco; fu il primo che lessi anni fà , il suo sito nei miei albori di internet era sempre visitato, poi vidi che il sito non si aggiornava e lessi casualmente che mori. Ma anche adesso sul web sembra, tranne il suo sito , sia quasi scomparso e neinte si sa della sua morte. Grazie

Paolo Franceschetti ha detto...

Ciao Alessandro.
Le prove ci sono. Basta guardare.
Mi spiego.

Se tu dovessi avere la prova che una famiglia è cattolica, prima dovresti sapere cosa è il Cristianesimo, altrimenti entreresti in quella casa e vedresti solo una donna con una mantello (e non la Madonna) e un tipo appeso a una croce, e non ne capiresti il significato.

Se entri nel mio studio senza conoscere il buddismo, vedrai un quadro che raffigura una donna verde, una statua con un uomo seduto a gambe incrociate, e una tempesta su cui sono incise strani segni. Solo un buddista capisce che ci troviamo di fronte alla tara verde, a un budda, e a un monaco buddista del 1200.

Bene. Se studi la massoneria e i suoi simboli, dopo un po' non hai bisogno di prove. Capisci subito, in TV, chi è massone e chi no, chi rosacrociano e chi no.
Cioè... tutti.
E capisci che, pur provendendo Berlusconi dalla P2, comunque la sinistra ha un numero di Rosacrociani addirittura superiori agli uomini di destra e parlano lo stesso linguaggio, e hanno gli stessi fini (massonici) della destra.

ma finchè non conosci la massoneria rosacrociana, è normale pensi che veramente a loro interessino le discussioni sull'aumento di 50 euro delle pensioni, e pensi che davvero a Veltroni interessa qualcosa di fare marce contro Berlusconi. O le discussioni sull'aborto. Ma andiamo... Ferrara che si batte contro l'aborto è credibile più o meno come se Gelli si battesse per la riforma morale della Chiesa Cattolica.

Paolo Franceschetti ha detto...

Roberto.
Posso scrivere poco su Cosco. E' morto senza che si fosse saputo nulla. Prima di pubblicare questo articolo dicevamo con Solange che noi siamo un gruppetto, sia pure sparuto, che comprende quelli di Come don chisciotte, di disinformazione, io e Solange abitiamo insieme e Stefania Nicoletti, appena ci succedesse qualcosa, pubblicherebbe sul blog o altrove le notizie corrette. Perlomeno se ci uccideranno la cosa avrà un senso.
Ma Cosco doveva essere solo, e quindi l'hanno ammazzato senza rumore e non è possibile reperire alcune fonte. Sono riuscito a sapere solo la data: maggio 2002.

Paolo Franceschetti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Duffy ha detto...

grazie paolo

bellissimo

Anonimo ha detto...

Son tutte cose che mi ero già domandato per intuito magari dopo aver letto o visto documentari...alcune, s'intende....
Su Dante, Leonardo, Mozart ed aggiungo Michelangelo, chissà pico della Mirandola mi son sempre chiesto come facessero, pure un pirla se lo domanda, vedendo la profondità (esoterica difficilmente comprensibile in una vita) delle loro opere, guardando oltre le apparenze intendo...
Così complessa che sentivo ci fosse altro ma tra il sentire e decifrare...c'è di mezzo il mare..
Così nella musica lo pensavo per i Beatles (quantità e qualità musicale sbalorditiva per essere stati i primi), per madonna come detto nel commento al post precedente, ed ora viene da domandarmi... i miei "idoli" "Guns and ROSES" (cantante Axl ROSE con interessi Kabalistici
il cui primo album "Appetite For destruction" raffigura croce in copertina - anche tatuata sul braccio di axl come la rosa del resto..), e se leggiamo la definizione della rosa su wikipedia : "...la vicenda del rabbi Ieschua di Nazareth. In questa simbologia la rosa rosacrociana a cinque petali sta al centro della croce del Cristo rappresentandone così il suo Sacro Cuore. Questa è la quinta rosa essendo le altre quattro poste ognuna alle estremità di ogni ramo della croce. E se il quattro rappresenta la compiutezza, la quinta rosa ne è la sua riapertura al divenire." Andatevi a vedere l'album..la quinta Rosa al centro è Axl ROSE.
Tanto per informarvi, il cd esce il 23.11.08, a distanza di anni d'attesa.... il 23 è un ottimo numero, anche il mio anche se non so per Axl che significato abbia....

'SYG'




o sto diventando esoterista paranoico o mi sto elevando di livello, spero la seconda comunque altrimenti non se ne esce più
www.did-art.fr/images/ORIG_1162295573_Guns_N_Roses__AppetiteForDestruction_front.jpg...)

che loro viaggiavano su piani diversi rispetto al mio e che dovevano essere depositari di una cultura superiore rispetto alla media e di aiuti soprattutto perchè la giornata è per tutti di 24 0re...
Secondo me conoscono il modo per allungare il tempo.....

Anonimo ha detto...

Scusate per sopra se ho scritto male ma sono in velocità, comunque il senso si capisce...
'syg'

Anonimo ha detto...

E' la prima volta che scrivo in questo blog, non so perchè ma leggere i vostri articoli è come aprire gli occhi, mi è sempre sembrato di vivere all'interno di un "big game", una sorta di matrix dove ogni giorno veniamo imbottiti da informazioni false e lontane dalla vera verità...

Anonimo ha detto...

Leggete questo articolo su Luogocomune... sembra parlare di questo blog...

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=2906


Mario

Luka78 ha detto...

Complimenti per l'articolo.
Non so se troverete un'editore, ma un libro ci stà tutto. Eventualmente un e-book. Chi vuole, paga e se lo scarica! Oppure semplicemente un file pdf.
Ancora grazie per le vostre informazioni.

Luka78

Anonimo ha detto...

Seguo da probabilmente troppo poco tempo il tuo incredibile (in senso buono!)blog, per meglio capire il perche' non solo siete ancora in vita, ma come mai il tuo blog e' disponibile in rete? Grazie comunque per cio' che dai.

tomas ha detto...

Solo una precisazione: Stanley Kubrick era un regista, un ottimo regista. Per il resto, molto interessante e per la domanda finale, a me viene una spiegazione molto semplice: perché queste persone sono, appunto, persone. Espressioni di umana miseria e di umana grandezza. Non possono volere solo il bene, altrimenti sarebbero Dio, e non lo sono. L'essere umano aspira, attraverso la Fede, ad essere qualcosa di più di quello che è. Ma rimane sempre un animale, con i pregi e i difetti di un essere vivente. Punto.

Francesco ha detto...

Complimenti per il coraggio e per l'altruismo nel tenere su questo blog e i suoi contenuti.
Invito tutti, ma davvero tutti, a farlo conoscere il più possibile, questo è il primo pensiero che mi viene consapevolmente per via della pericolosità delle persone che si sentiranno tirate in ballo, dalle illuminanti (ahinoi) notizie che Paolo scrive.
Un solo dubbio mi assale: come si possono giustificare eventuali legami riguardanti delitti o elementi che non entrano nella casistica in questione? Ovvero, l'esempio delle pallottole di rame riferito all'oggetto dell'omicio di Cogne e alle pallottole utilizzate dal fantomatico Mostro di Firenze, è lampante, ma anche in altri omicidi si possono trovare delle relazioni;e mi chiedo se questo possa diventare una strada con troppi sbocchi.
Ancora complimenti.
Francesco

Anonimo ha detto...

http://www.hoepli.it/libro.asp?ty=&ib=9788888764870&pc=000000000000000&mcs=0 conoscete? CARPEORO GIOVANNI F.
IL VOLO DEL PELLICANO

davide ha detto...

ottimo....
adesso aspetto che voi o la carlizzi ci aiutate a capire i loro messaggi e i loro metodi di comunicazione....
sarebbe una grande cosa.
ciao e grazie

Roberto ha detto...

Paolo ti ringrazio per la risposta, mi dispiace che Cosco sia rimasto solo e che se ne parli poco , perchè ha fatto un gran lavoro. Lo stesso posso dire della Dott.ssa Cecilia Gatto Trocchi.
Che ne pensi di Etleboro?

Stefania Nicoletti ha detto...

Personaggio bizzarro, questo Carpeoro...
http://www.carpeoro.com/

Mery ha detto...

I miei più vivi complimenti per l'articolo, ho partecipato ad una riunione dei rosa croce tempo fa ed è vero... Non hanno niente a che fare con il Cristianesimo pur usando metafore e linguaggio Cristiani, ho avuto l'impressione che fossero più new age che religiosi. Facevano il lavaggio del cervello dicendo ai presenti che se erano lì era perchè nelle loro vite c'era qualcosa che non andava, un senso di vuoto che niente poteva riempire se non la conoscenza della verità. Spesso parlando con i miei amici degli argomenti trattati sul tuo blog vengo presa in giro e bollata come visionaria, pur essendo persone di una cultura sicuramente elevata non riescono a capire che facendo così fanno il loro gioco. Grazie davvero e complimenti

Paolo Franceschetti ha detto...

Davide... io purtroppo ancora non ho capito bene il sistema di decriptazione. Solo talvolta riesco a capire.
Ad es. tempo fa Italia uno mandò in onda al TG, cinque servizi di fila: Cogne, Garlasco, Erba, Meredith e l'omicidio di una donna morta subito dopo il parto, ove riprendevano il marito che piangeva, che indossava una maglietta col numero 11 stampato dietro. Poi seguì un sesto servizio che parlava dei magistrati che con i loro errori additano dei mostri all'opinione pubblica rovinando la vita delle persone. Il che era un messaggio chiaro: infangare gli inquirenti in tutti questi delitti.

Ma per il resto non ho tempo di dedicarmi alla decriptazione dei codici. Quest'anno non ho perso neanche un minuto sul problema degli esami di maturità, tanto la cosa era lampante, per me. Ma occorrerebbero dei giorni.
Quanto alla Carlizzi... dice che vuole fare un corso di decriptazione. Speriamo lo faccia.

Francesco.
Si hai ragione quando dici che trovare elementi comuni ai vari delitti diventa una pista con troppi sbocchi.
Ma il problema non è nostro bensì degli inquirenti.
Mi spiego.
Io mi limito a sottolinare - in modo e con taglio giornalistico - il problema di fondo. Il problema è che gli inquirenti non riescono a vedere elementi lampanti, come il fatto che, nella vicenda mostro di firenze, muoiano decine di testimoni. Basta questo per non sostenere la delirante tesi di Mario Spezi sul fatto che il mostro sia un killer isolato.
Ma loro non vedono neanche elementi banali come quello.
Il problema è che la cultura massonica non è ancora studiata a fondo nelle università, nelle scuole, ecc..., come se sia una cultura di nicchia, che interessa solo alcuni eccentrici curiosi di esoterismo.
Invece sicocme siamo imbevuti di cultura massonica, e viviamo in una società massonica, quella dovrebbe essere la prima materia di studio, e dovrebbe essere sempre studiata qualunque scienza o materia, dalla letteratura alla storia, tenendo presente la massoneria.

Noi, possiamo permetterci anche di sbagliare, non essendo inquirenti. Se mi sbaglio su Donato Bilancia, non è un problema. Magari in un prossimo articolo lo rettifico, o lo rettificherà qualche lettore.
Ma non vedere sulla scena di un delitto i simboli dell'omicidio rituale, quando stai investigando, è molto più grave.
Dire che l'omicidio rituale non esiste, come fanno molti, e che i delitti del mostro di firenze sono omicidi di un serial killer, non è semplicemente un errore. E' un atto criminale.
Nel nostro blog ci limitiamo a segnalare il problema generale. Poi è ovvio che potremmo pure prendere qualche abbaglio.
Ci mancherebbe.

Anonimo che non capisce perchè siamo in vita.
Leggiti gli articoli "la massoneria deviata è una harley davidson..." e leggi gli articoli sull'omicidio massonico.
Siamo vivi per una serie di coincidenze fortunate, per essere sfuggiti tre volte alla morte (per l'esattezza: due volte accertate Solange, con due sabotaggi di moto; tre volte io (due sabotaggi in moto e un probabile malore che doveva essermi causato il 2 gennaio di quest'anno da un Tizio che, per fortuna, ha commesso un errore prima che mi addormentassi, e quindi sono riuscito a scappare dall'albergo in cui alloggiavo).
Inoltre abbiamo un avvelenamento di Solange che però non sappiamo se fosse volto a uccidere, intimidire, preparare la scena di un suo futuro suicidio, ecc..., perchè chiamai l'ambulanza in tempo.

Quindi se siamo vivi, lo siamo per miracolo, altrimenti non avremmo capito nulla del "sistema". Perchè in realtà il sistema degli omicidi, del simbolismo, ecc., l'ho capito solo quando sono sfuggito a dei tentati omicidi che erano troppo anomali per essere normali, per essere cioè dei semplici tentati omicidi. Troppe cose non tornavano... le circostanze di tempo, di luogo, di modalità...
Ma è ovvio che ritenteranno.

Ma è anche ovvio che ciascuno di noi risponde ad un disegno superiore. E non saranno loro a decidere quando morirò anche se la mano sarà la loro.

Paolo Franceschetti ha detto...

non ho risposto a due domande...

etleboro non lo conosco.

Carpeoro è il direttore di una rivista che si chiama Hera che è interessantissima per gli studiosi di esoterismo.
Tra l'altro mi viene in mente che per coincidenza proprio questo mese di novembre la rivista esce con un saggio sui Rosacroce.

Anonimo ha detto...

Paolo, complimenti davvero per l'articolo.
Mi chiedevo, cosa ne pensi dei libri di Knight e Lomas?
Emil

Barzo ha detto...

Al compleanno della zia ROSINA
il disco suona loro sono lì a giocare
vicino al mare VERDE come la notte
come le mie cotte
al compleanno della zia Rosina
il treno passa qualcuno ha perso un amico
un altro ritrova la donna
ed io ho già bevuto ed io ho già bevuto
ma proprio adesso ho finito
l'ultimo bicchiere l'ultimo RITO
mica l'ho capito che devo ancora bere
il treno non passa ancora eppure io l'aspetto
la canzone più corta di questa anche lei è finita
la vita la vita e RITA s'è sposata
al compleanno della zia Rosina
il mare è calmo ma il mio naso non sente
assapora la mia bocca
l'avventura l'arsura la paura
non ci sarà avventura questo già mi calma
vedo già la mia SALMA portata a spalle
da gente che bestemmia che ce l'ha con me
povera povera povera la mia cara
le racconterò di CLEME e rideremo insieme
è passato il treno m'ha guardato il treno
s'è scordato il treno ma io ho già bevuto
il treno non passa ancora eppure io l'aspetto
la canzone più corta di questa anche lei è finita
la vita la vita e Rita s'è sposata
la vita la vita e Rita s'è sposata
la vita la vita e Rita s'è sposata
la vita la vita e Rita s'è sposata
Rita s'è sposata Rita Rita Rita
s'è sposata Rita e Rita s'è sposata

Barzo ha detto...

Ciao Paolo
grande pezzo da mettere nei libri di educazione civica, storia, filosofia...

una domanda:
come mai San Giovanni è definito patrono dei Massoni?
Nel mio quartiere la parrocchia San Giovanni al collatino appartiene all'Opus Dei.

Anonimo ha detto...

Basta, con questo intervento concludo la mia partecipazione al Blog che ringrazio per aver dato conferma a tante cose che già sentivo a livello inconscio e per avermi aperto gli occhi.
Anche se con gli occhi aperti ora non so proprio dove andare (he he):
però ribadisco
" se male non fai
fai quello che vuole..."
Anche perchè inizio a vedere Rose ovunque (persino nell'inno d'europa etc etc) e si sta trasformando in immotivata paranoia dalla quale non traggo nessun beneficio.
Per molte, tante, troppe cose avrai sicuramente ragione ma..ho visto sull'Albo telematico via del GIGLIO...Franceschetti è di 13 lettere: la "paranoia" ha limiti?..
è come un fotografo, alla fine finisce per vedere tutta la realtà sempre come una foto..
Bye bye
SyG

Ginevra ha detto...

Salve a tutti,

con una capovolta ed un carpiato doppio parto dalla Carlizzi, scivolo in Belgio, e viro su Pasolini,
cosi almeno mi attengo a qualcosa nel post.

Ho letto proprio qualche settimana fa i libri della Carlucci - fortunatamente quelli sono ordinabili,
non altrettanto il libro Il fiore del Male o il saggio di cui Fosca mi consigliava la lettura (qualche suggerimento/aiuto?) e leggendone un articolo sul suo sito fa sempre (meno) piacere ritrovare certi personaggi come il Signor Nihoul anche a Firenze e dintorni. Ed in Toscana, Pisa, mi sembra muore un olandese legato a quello che poi sara' noto come il caso Zandvoort.

Per chi non lo sapesse, tale soggetto e' spuntato all'attenzione delle cronache in relazione alla vicenda Dutroux. Qualche tempo fa ho postato il link di un giornalista olandese che ha publicato un articolo a ruguardo, in inglese - non so se qualcuno ha avuto lo stomaco di leggerlo, ma superando le parti scioccanti che riguardano le testimonianze delle vittime se non di Dutroux stesso della rete di cui egli appare un piccolo pesce (anche se a quanto sembra la sentenza di chiusura afferma che in Belgio non vi e' nessuna rete pedocriminale), il resto dell'articolo mostra come diverse persone indicate dalle vittime ruotassero attorno a circuiti di estrema destra coinvolti anche in indagini rguardanti il periodo della strategia della tensione in Belgio (qualche omicdio politico, una specie di uno bianca etc). Circuiti permeati da nobilta', appartenenti a servizi e forze dell'ordine.
Tanto per ritornare all'articolo, i testimoni morti in circostanze sospette, al momento, sono 30 - l'incidente d'auto strano e' al primo posto...

Piccolo addendum, il console Belga a Milano, Hans de Belder, era anche negli elenchi della P2, tale dato rintracciabile nel libro "De kinderen van Hiram" (pag, 212) anche se il console nego' e Gelli disse che la meta' dei nomi erano solo 'potenziali' membri .

Da quanto si legge dall'articolo e quanto si puo' evincere dal libro di Ganser (Gli eserciti segreti della Nato) e' negli stessi circoli di estrema destra che si e' pescato per la versione belga di Gladio. Non dissimile da come da noi si pesco' tra i repubblichini di Salo'.

E qui torno a Pasolini - di cui in precedene post dicevamo aveva scritto la sua condanna in Petrolio.
Ma il suo utlimo film? Nessun possibile accenno a materie di ricatto?

Perhce' il ricatto (quando non si tratta semplicemente di soddisfare turpi inclinazioni proprie) e' anche lo scopo di certe festicciole, sempre dalle testiomianze delle vittime della rete Belga, le quali venivano spesso istruite su chi 'puntare' per poi arrivare essere fotografati o ripresi insieme. Un coinvolgimento nell'aberrazione a scopo ricattatorio - e visti gli ambienti - politico-finanziario (si fa il nome di un direttore di un grosso gruppo bancario, fratello di un ancor al suo posto sindaco della localita' costiera ricorrente nella testimonianza di X1)
PS nell'articolo in inglese del giornalista olandese ci sono tutti i nomi e cognomi (nel libro de X dossiers - inordinabile ma reperito in pdf - solo le iniziali)

PPS - Riguardo al caso Dutroux ed in particolare alla testimonianza di X1,un feedback in Italia lo diede il partito radicale - dopo la denuncia di un parlamentare belga O. Dupuis ad un congresso a Roma - fu riportata la vicenda sul suo sito. Ma a riguardo sto approfondendo (a partire dalle traduzioni, visto che le info sul loro sito variano a seconda della lingua scelta)

Buona giornata

Ginevra

Paolo Franceschetti ha detto...

Ciao Emil. I libri di cui parli non li conosco.

Barzo... si... credo che quella che indichi sia una delle canzoni criptate... Ma senz'altro lo sono, con molta maggiore evidenza, Gianna. E altre.

Syg. Hai ragione quando dici che poi finisci per vedere rose rosse dapperutto.
Figurati che non solo il mio studio è in via del Giglio, ma nella via successiva abbiamo la "Casa di Santa Rosa", dove abitava la santa.
E ti dirò di più

A quindici anni imparai a leggere i tarocchi sul mazzo creato da Waite, il fondatore del rito rettificato della Rosa Rossa.
E in camera mia ci sono 4 stampe a colori, incorniciate, del mazzo di waite, che sono in camera da una decina di anni e hanno resistito a tutti i traslochi.

Caso? Predestinazione? Segnali del destino? Nulla di nulla?

Non lo so.

Magari è un caso che Benigni abbia fatto uscire il film nella data delle vittime del mostro. E basterebbe una sia dichiarazione per spiegarci bene il tutto, e basterebbe che ci spiegasse come ha fatto a non accorgersi che il suo amato Dante è il padre di quella setta che ha organizzato gli omicidi del mostro. Ma fin qui si risolve con una spiegazione. E sia io che i lettori penso che siamo disposti ad accettare che sia tutto un tragico equivoco.

Ma non sono un caso i trenta "suicidi" tra i testimoni del mostro. Nè sono un caso le decine di testimoni morti nella strage di Ustica e tante altre cose.

Noi è a questo che stiamo cercando di dare una spiegazione. Ed è questo il problema. Non Benigni, che, casomai, è solo una spia dell'immensità del problema e che, qualora si dmostrasse che è tutto un caso, il problema non cesserebbe di essere immenso.

Io - e chiunque - dovremmo usare la simbologia e l'esoterismo per capire la realtà, la politica, i delitti, non per dare una spiegazione a qualsiasi cosa.

Mery ha detto...

Paolo una domanda, spesso coloro che commettono e confessano dei delitti (tipo i coniugi Romano e il gordo) dicono di essere stati colti da raptus inspiegabili, ma come fa l'organizzazione a manipolare le loro menti a tal punto? con quali strumenti riescono a fare tutto ciò? Sono persone che sono in qualche modo legate alla Rosa Rossa o sono semplicemente vittime sacrificali scelte a caso per commettere degli omicidi per i loro comodi? E' questa la cosa più spaventosa di tutte perchè se ciò fosse vero ognuno di noi potrebbe essere un potenziale assassino nelle loro mani. Grazie

cives ha detto...

una notte, una decina di anni fa, precsiamente la notte tra il 7 e l'8 settembre forse del 99. ho sognato di avere disegnata una rosa, meglio una stella, sulla mano. legata al numero 11. poi ricostruendo il sogno ricordavo, forse legati agli orari o date che ricorrevano nel sogno, anche i numeri 3 e 23. nel sogno anche un cartello di segnalazione stradale indicante milano. la mattina ho giocato per la prima volta al lotto in vita mia. ho giocato solo il 3 e il 23. ho vinto. sulla stessa ruota è uscito anche l'11. avrei fatto terno. l'8.9.era l'anniversario della morte di mio nonno. poi ho scoperto che il 23 è un numero importante per tanti. oggi scopro che l'11 e la stella hanno una certa importanza esoterica. chissà forse prima di quel giorno avevo letto qualcosa al riguardo, ma non credo, non ricordo proprio. ma che è???

domanda per chi ha qualche anno più di me, per paolo e gli altri. secondo voi che momento stiamo vivendo? è tutto come prima o avete la sensazione si viva in relativa calma oppure si stia arrivando a uno showdown? magari tra opposte fazioni? ci sono opposte fazioni? una guerra magari tra titani?

ancora mi chiedo. che pensate, talvolta parlate di pauira di essere scoperti, di evitare di mostrarsi troppo. ma scusate paura di che? che potrebbe succedere loro se anche l'opinione pubblica, la gente, dovesse scoprire che fanno quello che si dice facciano? mica li si può fermare, neanche la rivoluzione. le masse nelle piazze hanno fermato forse la guerra in iraq? chi li ferma?

altra cosa. ci sono dei personaggi, magari in televisione o cvmq che parlano da un palco di cui ci possiamo fidare secondo voi? persone che magari stanno cercando di comunicare? qualche politico, il papa o qualche vescovo tipo martini o non so chi. o giornalisti o cantanti? ad esempio che pensate di lucarelli e del suo blu notte?

ancora, ieri vedevo santoro. anno zero. in chiusura vauro parlava di guzzanti e carfagna e ha detto qualcosa che non ho però sentito bene. una cosa del tipo chissà quante rose dovrà darle, o quialche cosa del genere. e santoro ha detto, e credi che bastino le rose? qualcuno ha sentito bene e può ripetere?

Paolo Franceschetti ha detto...

Mary...
è una domanda che mi faccio anche io.
I modi sono diversi.
Ipnosi, sostanze allucinogene, messaggi subliminali mandati via PC e via TV e altro.

Anche perchè, occupandoci di queste vicende, ci siamo accorti che spesso anche noi abbiamo fatto cose che non riusciamo a spiegarci...

Ci sono molte cose nella nostra vicenda che non riusciamo a spiegarci ma quel che è certo è che queste persone hanno dei mezzi notevoli.

Paolo Franceschetti ha detto...

Mi rrendo conto che ho risposto a Mary troppo velocemente.

In teoria hai ragione. Ciascuno di è potenzialmente manipolabile. Ma è anche vero che molto dipende dalla ricettività di ognuno.
L'ipnosi, ad esempio, non fa a tutti lo stesso effetto, e su qualcuno non ha nessun effetto.
Le persone che poi commettono i delitti sono spesso psichicamente fragili e predisposte.

Roberto ha detto...

Paolo ti pongo un 'altra domanda forse ingenua forse stupida; c'è qualche organizzazione che combatte la Rosa rossa? e non solo lei? di solito dove c'è il bene che anche il male. C'è una omologa segreta ma che combatte tutto questo male?

Barzo ha detto...

certo Roberto sennò Paolo e soci come si sono salvati finora.. ;)

Joseph ha detto...

Paolo ma secondo te è possibile che queste potenti organizzazioni fanno in modo ed attuano strumenti tali che ci fanno vivere un mondo "virtuale" o meglio una sorte di matrix? Alle volte mi sembra che ci sia una sorte di pensiero dominante a cui tutti si omologano e chi pensa con la propria testa invece viene mal visto....

Serpent of Fire ha detto...

Ho appena finito di leggere il tuo articolo, molto interessante.

Purtroppo Franceschetti vedi la magia in maniera esterna, senza comprenderne la potenza sul mondo e sugli uomini. Si può fare del male ma anche del bene.

I sacrifici umani non servono a guarire in senso stretto, ma ad alimentare le larve che si nutrono della sofferenza e della paura/terrore delle vittime. I tessuti sono utilizzati per simpatia alchemica, ma si possono utilizzare anche minerali e piante a seconda della lunazioni.

Il motivo legato all'uso di organi umani o animali è legato anche al fatto che esistono egregore telluriche che sovrassiedono al funzionamento dei singoli organi, o come dicono in magia li 'proteggono' o li 'curano'.

I demoni sono entità che si occupano della coagulazione della quintaessenza e che implementano dei meccanismi che poi noi chiamiamo 'natura'. I demoni sono organizzati in gerarchie e legioni che si strutturano in funzione dei meccanismi a cui sono deputati.

L'analisi sulla simbologia sui RC è troppo spinta. La simbologia dei numeri frutto della somma teosofica mostrano solo che il mondo sottile ha eseguito quanto richiesto dal mago imponendo il suo 'marchio' sull'evento (nomi, date, ecc.).

Ricordati che viviamo in un illusione continua, ma c'è chi può variare e plasmare l'illusione.

Per uccidere una persona non è necessario manomettere la sua auto come pensi che sia successo ad Heider, ma è sufficiente inviare un elementare appositamente creato che come un automa eseguirà senza pietà l'ordine di morte impartito dal mago che l'ha creato. Il tutto in silenzio e senza prove.

Personalmente attribuisco i vari omicidi rituali citati alle seguenti casistiche:

1) i carnefici sono stati preventivamente ipnotizzati ed hanno eseguito un comando post ipnotico. Poi è scattata l'amnesia. Nel caso di Cogne la colpevole potrebbe essere la stessa psicologa che l'aveva in cura mentre la Franzoni è stata l'esecutrice ignara ed il capro espiatorio. A mio avviso il sacrificio di Cogne è servito per consentire a Prodi di ascendere nuovamente alla guida del governo (la Franzoni è lontana parente del mortadellone bolognese) per la regola del contrappasso che prevede che se una creatura sale nella scala di Giacobbe contemporaneamente ne deve scendere un altra.

2) i carnefici sono stati 'posseduti' temporaneamente da un elementare che ha interrotto le loro facoltà intellettive e si è sostituito al comando come se fossero dei robot biologici. Il funzionamento è riconducibile al punto 1 con la differenza che il carnefice è stato influenzato a distanza da un mago attraverso la magia cerimoniale GOEZIA. Ti rimando al MESMERISMO per comprendere tale tematica.

3) i carnefici hanno eseguito il rituale in pieno possesso delle facoltà mentali per evocare un elementare ed ottenerne benefici per se o qualcun altro. Ad esempio nell'omicidio di Meredith, secondo la mia opinione, il sacerdote del rito era Lubumba, figlio del dittatore del Congo implicato con la CIA. Appena hanno potuto, i sgherri dei servizi segreti italiani hanno provveduto ad estradare Lubumba e trovare un colpevole alternativo. Il periodo dell'omicidio è legato allo Scorpione che si rifà alla mitologia di Tifone (o Seth) fratello omicida di Osiride.

Ricordo infine che i rituali di sangue sono sempre stati eseguiti da Babbilonia sino ad oggi. Ariel Toaf in Pasque di Sangue descrive abbastanza dettagliatamente i rituali ebraici per l'estrazione della polvere di Drago dal sangue dei bambini cristiani per utilizzarlo come polvere taumaturgica oppure nella manifattura della tre piadine da consumare durante la pasqua ebraica.

L'arte Goezia attribuisce al sangue la proprietà di attirare le larve mentre allo sperma quelle di rivitalizzarle (vedi la mitologia di Lilith). Per esempio La Donna Scarlatta è una coppa che contiene sangue, di solito mestruo, e sperma per formare un linquido rosaceo utilizzato durante la magia cerimoniale durante la creazione di un elementare di tipo acqua.

Mery ha detto...

Grazie mille per le tue risposte

Anonimo ha detto...

Gran bell´articolo,
completo ed esauriente.
Solo due considerazioni personali:
- Anche io quando ho visto Eyes wide shut ho pensato, guardando i riti che vengono compiuti nella casa con tutta la gente in maschera, a riti massonici. Di fatto si trattava di orge a sfondo esoterico, con il rituale iniziale particolarmente impressionante. Tra l´altro il fatto che Tom Crusie venga riconosciuto subito, nonostante sia estito come gli altri la dice lunga sulla chiusura e conoscenza del gruppo.
- Stephen King ha scritto una saga che si intitola La Torre Nera. "I lupi del Calla" è solo un libro della saga (che ho letto tutta). Ti consiglierei di leggerla perchè come saga fantasy probabilmente, anzi certamente contiene una forte simbologia che io da profano ignorante è impossibile che riconosca ma tu o Solange o la Carlizzi probabilmente si.
Ed è anche una gran bella saga da leggere nel tempo libero, è molto appassionante.
saluti
Sam

Paolo Franceschetti ha detto...

Si, Joseph.
Certo che viviamo in un mondo virtuale. Perchè, nel 1200 vivevano in un mondo reale? I potenti hanno smerpe manipolato le persone, con mezzi diversi, adeguati ai tempi., ma la storia è sempre la stessa.

Serpent of fire.

Ti ringrazio tantissimo perchè, anche se ho cpaito poco di ciò che hai scritto, mi hai dato qualche indicazione da studiare in futuro.

Comunque non penso che la magia sia qualcosa di esterno. Avendo studiato abbastanza i rosacroce ;-) ho capito che è altro rispetto a ciò che si pensa nomalmente e che non è il tocco di una bacchetta magica con cui si fa apparire un piccione.
E avendone subito gli effetti, e avendo dovuto imparare come contrastarli, alcune idee me le sono fatte.
Ma non so molto e non ci capisco molto.
Quanto alle tue idee su Cogne e su altri delitti...
il problema è che i miei articoli vanno poi in mano a colleghi giuristi che di queste cose non capiscono assolutamente nulla, allora ciò che so, o che penso realmente, non lo dico. Mi limito a far vedere alcune coincidenze e cercare di far riflettere le menti troppo razionali, inducendo qualche dubbio.

Anche perchè, come ripeto spesso, da giurista il problema non è se la magia funzioni e come funzioni.
Il problema è processuale.

Nel mostro di firenze non si possono archiviare decine di suicidi come tali.
Non si può arcchiviare l'incidente di Haideri come un incidente.
Al di là poi del fatto se abbiano usato la magia, uno strumento di controllo del computer di bordo, oppure si siano limitati a sabotare lo sterzo, come aveva fatto a me tempo fa.

Detto questo.
Parto per un viaggio e non sarà al PC per un po'.
Speriamo che per strada non incappi in qualche elementale, anche perchè, essendo giorni non rituali non dovrebbe succedermi nulla. :-)
E grazie. Veramente.

Paolo Franceschetti ha detto...

Roberto....
ha ragione Barzo. Certo che c'è. Se come saremmo vivi in questo caos? :-)
Grazie Barzo. Ciao.

Anonimo ha detto...

Paolo, sei eccezzionale. Ti devo semplicemente RINGRAZIARE per quello che fai e per avermi aperto gli occhi.
Ogni volta che leggo un tuo nuovo articolo dico (ovviamente con ironia) "basta, con questo so già anche troppo, posso smetterla di interessarmi a queste brutte cose" e invece resto sbalordito e compiaciuto di sapere la verità, o quantomeno di avere una risposta seria a quelli che sono i miei dubbi.

Riguardo a Rino Gaetano, provo anche io ammirazione profonda per lui.Guarda mesi fa cosa trovai su di lui:
-----
Ad un concerto del 1979 Rino, prima di cantare "nuntereggaepiù" disse:
"C'è qualcuno che vuole mettermi il bavaglio. Io non li temo. Non ci riusciranno. Sento che in futuro le mie canzoni saranno cantate dalle prossime generazioni. E che grazie alla comunicazione di massa, capiranno cosa voglio dire questa sera! Apriranno gli occhi e si chiederanno cosa succedeva sulla spiaggia di Capocotta."
-----
Quest'uomo era un genio come pochi, altro che non-sense.
Grazie ancora e continua così. Ti auguro il meglio.

Michele R.

Anonimo ha detto...

mitico questo articolo !!

Serpent of Fire ha detto...

Magia e tribunali: due antitesi. La prima è basata sull'immaginazione (IMAGO -> MAG -> MAGO) la seconda sul dettaglio e sul sofismo.

Se io ti ipnotizzo e mi faccio dare da te 10.000€ in contanti è considerato furto?

Tecnicamente non lo è e non è neanche dimostrabile in aula di tribunale. Ma eticamente sono un ladro.

La stessa cosa dicasi se fabbrico un elementare con lo scopo di soffocarti nel sonno questa notte. Di fatto non ti ho sfiorato con un dito e la tua dipartita sarà attribuita ad una qualsiasi altra causa dal medico legale che accerterà la tua morte.

Ma eticamente sono un omicida.

Facciamo il caso emblematico del venerabile Al Tappone, emulo di Osiride (vedi il mausoleo egizio che si è costruito e che ha mostrato all'epoca a Montanelli), lui usa i media per illudere e manipolare la popolazione nonchè il sistema di problema-reazione-soluzione per ottenere i cambiamenti legislativi necessari a portare avanti il piano di rinascita nazionale messo a punto da Gelli. E' supportato dai CAVALIERI DI MALTA che a loro volta controllano, come i vecchi templari , il Fondo Monetatio Internazionale e si coordinano (o sono coordinati?) dal Vaticano.

Tecnicamente è stato eletto dal popolo, ma eticamente è un deliquente totalitarista alla stregua di Pinochet.

Ma vi siete scordati tutti del nazismo esoterico della Thule e la società Teosofica ed il Gruppo di UR capitanato da Julius Evola che supportava esotericamente il fascismo?

Anche il potere dei nostri giorni è sostenuto da gruppi analoghi come negli USA come ad es. gli Skull&Bones del senatore Kerry (futuro vice di Obama?) o dell'ex presidente Bush. I Rosa Croce sono solo uno dei riti iniziatici in cui viene insegnata la magia cerimoniale.

La massoneria non è altro che un percorso iniziatico dove i vari gradi corrispondono alle varie operazioni alchemiche che dovrebbero portare all'illuminazione dell'individuo. Il problema è che a molti scatta il delirio di onnipotenza e sono vittima degli stessi elementari che hanno utilizzato per arrivare al potere.

Da uomo-Dio il massone si trasforma in schiavo-automa dello stesso mondo sublunare creato dalla coscienza collettiva della loggia come divinità protettiva e offensiva.

Stefania Nicoletti ha detto...

Caro Cives,
hai sentito bene, purtroppo.
Ho seguito tutta la puntata, e infatti mi chiedevo come mai questa volta non lanciano nessun messaggio.
Invece alla fine piazzano un servizio sul capo dell'Arian Nation che parla di Obama.
Il giornalista Corrado Formigli presenta il servizio dicendo: "È un fatto molto importante che siano stati arrestati (i due ragazzi neonazisti). C'è una paura diffusa negli Stati Uniti... C'è chi teme per la vita di Barack Obama".
Questa, più che un'espressione di timore, sembrava un presagio. O meglio... una profezia.

Impressione confermata dal tono dell'intervista al neonazista, che dice: Le persone mi scrivono "Adesso cosa facciamo? Bisogna fermarlo". Tutti mi dicono "Se qualcuno non lo fa fuori ci penso io".

Domanda di Formigli: "Secondo lei Obama verrà assassinato?"
Risposta: "Molto, molto probabile.
Oltretutto lui si fida molto dei servizi segreti che lo proteggono. Ma alla fine, quanti saranno pronti a dare la loro vita per proteggerlo?"

Domanda: "E se Obama verrà assassinato, come verrà ucciso?"
Risposta: "Come? La nostra razza sa sparare molto bene. A farlo fuori sarà un cecchino".

Insomma, sembrava un'intervista "guidata", che mirava a far dire all'uomo determinate cose. Forse l'uso dell'intervista era un... espendiente, per dire delle cose mettendole in bocca ad un "fanatico".
Infatti poi, al rientro in studio, Santoro dice: "Chiaramente questa è una cosa delirante..."


Nel finale, Vauro fa una vignetta che ritrae Berlusconi a Guantanamo, e commenta: "C'è chi c'è finito per meno a Guantanamo... Poi forse questo è più illuminato".

Quanto a Guzzanti, Vauro dice: "Poi ha dovuto dare (alla Carfagna) una rosa di risarcimento... La figlia un po’ di più".
E Santoro: "Sta attento tu, che una rosa non basta".


Michele R., GRAZIE per la frase del '79. Questo era Rino. Lo stesso che cantava "Io scriverò, sul mondo e sulle sue brutture". L'ha fatto, ed è morto per questo.
Allora già che ci sono mi unisco anch'io alla dedica, soprattutto a Rino e a Pier Paolo... "voce umana vestita di bellezza", come ti definì il tuo amico Alekos Panagulis. Un altro che è morto per mano della Rosa Rossa. E che sul muro della sua minuscola cella scrisse IO DOCUMENTERO'.
Perdonate il sentimentalismo, ma glielo dovevo. A Rino e a PPP.

Barzo ha detto...

serpent grazie pure a te!
hai qualche sito di riferimento o blog in cui seguirti?

Anonimo ha detto...

A proposito di Stephen King, c'è un suo splendido racconto molto rivelatore su "Cuori in Atlantide", in cui un giovane misteriosamente versato in simbolismi viene cooptato da personaggi ignoti. Questi gli offrono montagne di denaro e tutto ciò che desidera purché li serva: dovrà creare e inviare periodicamente via email, a liste di persone che gli vengono fornite, frasi apparente sconnesse ma di profondo significato simbolico.
Il giovane a poco a poco scopre, leggendo i giornali, che molte di queste persone il giorno dopo si sono suicidate o hanno commesso omicidi, e capisce che le sue frasi ricche di simbolismi sono in realtà un "trigger" esoterico per gli interessi dei suoi mandanti.

Ma il ragazzo alla fine si ribella... ;-)

PS Serpent of fire: ...ancora, ANCORA!! :D

Serpent of Fire ha detto...

A grande richiesta vi posto un mio piccolo libretto sull'alchimia sul quale troverete tutte le info che chiaramente non posso mettere qua:
http://files.meetup.com/294043/Alchimia.pdf

Io sono presente sui seguenti forum:
http://www.davidicke.com/forum/
http://dicke.meetup.com/18/messages/boards/

Sul meet-up italiano di Icke discutiamo spesso dei contributi di questo ottimo blog.

Riguardo i post su Obama, per diventare presidente sono necessari miliardi di dollari, un monte di denaro che solo le multinazionali posso stanziare. Nessuna raccolta fondi può fare tanto. Ne consegue che Obama è l'ennessimo pupazzetto mosso dagli illuminati della Goldman Sach e JP Morgan, suoi principali contribuori, che guiderà il gregge verso gli obiettivi che si sono posti le lobby, ebraica prima tra tutti. Obama è stato posto al governo per rappresentare la parte più diseredata. Ma sarà proprio lui che darà il colpo di grazia a questa larga fetta di popolazione.

Riassumendo abbiamo un keniano cripto-mussulmano come presidente e l'ebrea Hillary come vice-presidente. Insomma abbiamo un bel duetto OSIRIDE-ISIDE. Si è parlato di un possibile attentato contro l'OBAMA-OSIRIDE da parte di facinorosi di estrema destra. Mi ricorda tanto la storiella di ISIDE ed OSIRIDE. Riuscirà HILLARY-ISIDE a ritrovare il fallo di OBAMA-OSIRIDE? E chi sarà TIFONE? Leo Zagami con i suoi neo-nazi? Vedremo...

Obama comunque si è già circondato di un ebreo che fa riti di magia nera, ovvero Rahm-(bo) Emanuel come capo di gabinetto alla Casa Bianca, e di un membro della Skull&Bones, ovvero John Kerry per il dipartimento di Stato.

Come inizio non c'è male per il presidente-faraone 'abbronzato'.

Anonimo ha detto...

Be, allora non mi sbagliavo piu di tanto quando pensavo che l'autore dei vari delitti (Cogne, Garlasco, Perugia...) fosse Bruno Vespa per avere dei temi da trattare nella sua penosa trasmissione....

Complimenti per l'articolo, é di una chiarezza rara.

Angela

Anonimo ha detto...

A Serpent

Quindi hai letto i libri di Icke?
Anxch'io ho iniziato ad interessarmi ai complotti di stampo massonico leggendo Icke e ti quoto in toto..

Hai un indirizzo mail dove posso scriverti?

Barzo ha detto...

buoni con Icke qua sennò iniziamo a far crollare tutta la credibilità :)

Serpico ha detto...

Per Paolo :

Vorrei solo capire il motivo di alcuni delitti!!
es.garlasco,cogne,etc....

Vengono fatti con lo scopo preciso di mandare un messaggio a qualcuno/gruppo e quindi il delitto nel suo senso stretto poteva capitare a chiunque oppure i delitti sono commessi per pura malvagità della massoneria deviata?

Per fare un breve riassunto : l'insieme di messaggi nascosti mandati per vari canali uniti tra di loro tramite un codice ben preciso compongono il messaggio in chiaro che viene letto e percepito da quelli che possono capire.

Quindi tornando al discorso su Haider....

è stato l'ambasciatore inconsapevole di un messaggio oppure ha fatto qualcosa a qualcuno e quindi è stato ammazzato tramite il rito RosaCroce o RosaRossa?


Un saluto

Anonimo ha detto...

Icke non mi piace, descrive una situazione orrorifica facendo intuire che non c'è nulla da fare se non subire, la soluzione "volemose bbene" mi pare deboluccia e buttata lì. Quando ho letto Icke ho avuto solo una sensazione di angoscia, pesantezza e oscurità e questo non può essere un bene.

Quanto a Leo Zagami, scusate la franchezza: ma giusto dei pazzoidi americani possono credere a un DJ con le velleità gotiche...

Altri esempi? Magari positivi? Qualcuno che non sia "cattivo" e che sia vivo esiste? Perché sennò, cari miei, hanno bell'e vinto "loro"...

Anonimo ha detto...

PS A proposito di Bohme, guardate qui: un articolo del Manifesto dove si parla di lui, scritto da Augusto Illuminati e Cecilia Muratori!!!

Ma allora ci prendono proprio per i fondelli! :D
http://materialiresistenti.blog.dada.net/post/1206939090/Jakob+Bohme

Anonimo ha detto...

A Paolo, chiedo se ha mai letto i libri del Cerchio Firenze 77 e, in caso affermativo mi piacerebbe sapere cosa ne pensa. Perdonate il tenore - forse un po troppo fuori tema - della domanda
Mario Vallone - Palermo

Anonimo ha detto...

Attenzione, lasciate perdere l'Icke ufologo e prendete l'Icke complottista. Leggete bene quello che scrive Serpent, Icke non dice "volemose bbene e namose a fà na birretta in compagnia", lui sa esattamente cosa dice quando parla di amore...

Anonimo ha detto...

mizzica che articolo da paura! complimenti al Prof.Franceschetti! Credo sia il migliore e il più chiarificante degli altri pubblicati..ora una storiella:
oggi pomeriggio stavo al pc quando suonano alla porta...due testimoni di geova che mi lasciano un volantino e che mando cortesemente subito via...non so perchè ma ho trattenuto il volantino, il fascicoletto di 4 pagine con le solite cavolate ed eresie(ci sarebbero anche quelle...),e scruto tra le frasi e le immagini qualcosa...ebbene cosa trovo?
Foto: una bambina con il faccino triste, gli occhi puntati sull'obiettivo come se guardasse dal basso verso l'alto, vestitino lilla o rosa ,le mani al petto stringono qualcosa in primo piano...sì è quello che pensate voi che leggete...
Titolo del paragrafetto affianco alla foto: "C'è qualche speranza per i morti?"
(azz...c'è davvero da fare gli scongiuri...)
e riprende passi della Bibbia (la loro versione naturalmente...)
Gli evangelisti citati: Giovanni (Barzo grazie molte...) e Luca (che chissà perchè si chiama proprio così il collega a cui confido della massoneria,tra l'altro in maniera molto superficiale, cosa a cui lui non crede affatto...coincidenza?)...
Allla fine del paragrafetto dice vedi anche Giobbe ecc ecc (Grazie Serpent of fire...)...
Secondo voi sono diventato paranoico? o questo era un messaggio per chissà chi...(tenendo presente che non pubblico su nessun sito e che mi limito a leggere e a chiedere qualche volta qui qualcosa...)o forse semplicemente grazie a questo sito sto vedendo cose che prima mi sfuggivano...che ne pensate? Barzo, Serpent ditemi qualcosa su Giovanni patrono dei massoni e su Giobbe e la sua scala...
Ho scordato qualcosa? Ah sì...La bambina, che ha uno sguardo sì triste ma inquietante, stringe per chi non l'avesse capito una rosa rossa...
Claude

Anonimo ha detto...

PS: lasciate perdere Icke, è un cavallo di troia...cercare per dettagli l'articolo su disinformazione.it

Claude

Anonimo ha detto...

ciao a tutti...
ho avuto l'impressione che sia voi che la Carlizzi siate vivi per un motivo spirituale.
Hai detto che fai parte della Soka-gakkai?
E da quello che leggo la Carlizzi dovrebbe essere una cristiana dei carismatici?
Da profano che sono, leggendo solo quanto avete scritto qui e avendo persone vicine che aderiscono ad entrambi i credo mi e' venuta in mente l'immagine di un pellicano.
Vi mando molto affetto e prego per la vostra perenne incolumita'.

David

Roberto F. ha detto...

Ho letto attentamente l'articolo di Paolo e i post finora scritti...Vorrei quindi suggerire la lettura del libro del dottor Angelo Bona "il palpito dell'uno". può sembrare off topic questo suggerimento, ma in realtà non lo è in quanto vi è trattato diciamo da un altro punto di vista l'aspetto del controllo e influenzamento del pensiero e delle emozioni...Bona si occupa di ipnosi regressiva da oramai credo più di 20 anni...Nel libro si parla anche di "chi" potrebbe stare ai vertici di organizzazioni così potenti come appunto è la RR. Concludo solo che personaggi come Icke o simili anche a me lasciano un senso di angoscia e credo che quando ci sono emozioni negative, c'è qualcosa che non quadra...
Buon lavoro e continuazione a tutti.

Anonimo ha detto...

Invito Franceschetti a leggere una volta tanto un libro serio: "L'illuminismo dei Rosa-croce", di Frances Yates, Einaudi. Scoprirà che la fantomatica setta è un'invenzione dell'intellettuale tedesco Johann Valentin Andreae. Dopo il successo dei manifesti rosacrociani (che aprono anche l'arcinoto "Il mattino dei maghi" di Pauwels e Bergier) faceva tanto figo buttar là qualche detto e non detto sulla propria appartenenza alla setta. Così abbiamo tanti sedicenti rosacrociani dal Seicento in poi. Il bello (o il brutto) di queste fantasie complottiste è che costituiscono le tipiche asserzioni non falsificabili: non esiste la possibilità di dimostrare con i metodi della scienza e della ragione che sono vere o sono false, un po' come se io dicessi che una caffettiera orbita tra Giove e Saturno: dimostratemi il contrario! Eco è troppo intelligente per non giocare con queste cose. In fondo basta leggere il suo "Pendolo di Foucault" per capire la grande presa in giro di queste panzane. Introvigne, l'esperto di sette, appartiene a una setta cattolica fondamentalista, basta fare una capatina sul sito Kelebek dell'ottimo Rodrigues per convincersene.

Anonimo ha detto...

L'ultimo anonimo ha risolto il caso Franceschetti....quindi lei ha subito i tre attentati da personaggi che non sapevano cosa fare, così tra una sguardata al pendolo di Focault di Eco e una lettura al "manuale del sedicente rosacrociano" si sono ritrovati davanti alla sua moto e hanno deciso di manometterla....ma che mattacchioni!!! Ah...non escludo la birretta e qualche tiratina di coca....

Anonimo ha detto...

Ma se gli appartenenti alla rosa rossa non li conosce nessuno,i nomi citati nell'articolo chi li ha fatti? In particolare come viene fuori l'appartenenza dei due Papi?

Serpent of Fire ha detto...

Il personaggio David Icke mi ha sicuramente 'iniziato' in un mondo estraneo al mio sino da quando dopo il 2002 ho visto su google video il documentario "LA PIRAMIDE DELLA COSPIRAZIONE GLOBALE".

Sino ad allora non avevo preso coscienza del mondo che mi circondava. Avevo notato nella mia azienda, ed anche in quelle precedenti, cose che non mi quadravano e persone che facevano carriera a razzo mentre il sottoscritto si faceva il mazzo. Avevo associato il fatto al solito network nepotista che ancora sopravvive in Italia nonostante che il feudalesimo sia finito da un pezzo.

Anche io dopo avere visto il video di Icke l'ho bollato come l'ennesimo cazzarone che gira su internet intortando bufale per fare un pò di soldi con i DVD e i libri.

Quello che non mi aspettavo era che tutto quell'armamentario di simboli massonici era già sotto i miei occhi, nei loghi e nei nomi dei prodotti della mia azienda. Anche i vari CEO che si sono succeduti obbedivano alla stessa logica di detenzione e spartizione del potere all'interno della piramide massonica.

Allora ho approfondito l'argomento sino al settembre del 2007. Qualche mese prima di allora avevo incominciato a scambiare informazioni su forum e in particolare su una blacklist canadese. Non so se per questo mio interesse oppure un certo fatto che è successo nella mia azienda nel quale un alto dirigente era stato mandato via a causa mia, fatto sta che un elementare mi è venuto a farmi visita e due giorni dopo ho avuto un brutto incidente stradale proprio mentre andavo in moto al lavoro.

Durante il lungo periodo di degenza durato 6 mesi, passato prima in ospedale e poi a casa, ho meditato parecchio sull'accaduto e ho deciso di approfondire la tematica della magia, quella nera bianca e rossa. Sono riuscito a trovare gente su skype che mi ha aiutato ed indirizzato verso le letture più idonee.

Ho compreso che il fulcro del discorso è legato al rapporto dell'uomo immerso nei piani di realtà di cui noi viviamo nella vita normale solo una sezione. Ho imparato l'alchimia e da buon tecnico informatico ed elettronico ne ho decodificato i significati.

Adesso ho sviluppato quelle contromisure necessarie per combattere etericamente con le creature del livello sublunare che possono essere inviate da un mago attraverso un rito teurgico. Ma ho fatto di più: a forza di studiare e soprattutto praticare ho compreso come impiegare le mie capacità e piegare la matrix-maya alla mia volontà.

Chiaramente Icke in tutto questo non centra, ma non ci sarei mai arrivato senza il suo iniziale intervento. Per quanto mi riguarda Icke e persone similari sono agenti utilizzati cosciamente o incosciamente dalla piramide massonica per scovare e successivamente reclutare nuovi fratelli.

Il problema è legato al fatto che nonostante tutte le possibili analisi chimiche e biologiche che si possono effettuare su di un individuo, non è possibile facilmente individuare un soggetto potenzialmente 'risvegliabile'. E' meglio buttare l'esca e poi pescare coloro che grazie all'esca si risvegliano e incominciano autonomamente il loro tragitto verso il nero (cercate V.I.T.R.I.O.L.V.M.).

Per quanto riguarda rettiliani & co. basta prendere un qualsiasi trattato di Agrippa piuttosto che di Bardon oppure della Blawansky per comprendere che si sta parlando degli elementari utilizzando nuovi nomi e nuove mitologie. Storie vecchie riproposte al pubblico di oggi sotto forma di alieni proventi dalla spazio.

In realtà sono sempre stati qui da quando esiste l'uomo per il semplice motivo che è stato l'uomo a crearli attraverso la teurgia.

Anonimo ha detto...

"Santa Rita è sinonimo di Rosa Rossa". Sai, Paolo, che la chiesa oggi sconsacrata di Roma nel cui sotterraneo secondo la Carlizzi sarebbe stato tenuto prigioniero Moro era al tempo dedicata a Santa Rita?
Luca

Serpent of Fire ha detto...

Il mistero dei RC è legato come dice Giuliano Kremmerz al significato del nome di Dio.

Quale è il nome di Dio? Non certo l'ebraico YHVH che proviene da Jeova ovvero dal greco Giove.

Occorre partire dal nome del Dio egizio AMON-RA e cancellare un paio di lettere. Si ottiene il nome AMOR che letto al contrario è ROMA.

Il Gianus bifronte rappresenta proprio AMOR - ROMA.

AMON-RA rappresentava per gli egiziani il demiurgo, alla stregua di Jeova per gli ebrei. Non è un caso che il Padre Nostro termina con AMEN che è uno dei nomi di OSIRIDE, ovvero AMEN-RA. AMON-RA è un aspetto del dio solare.

Il simbolo di ROMA è una lupa. In egitto SETH, fratello di OSIRIDE, era rappresentato come un cane. Osiride portò la civiltà agli uomini, insegnò loro come coltivare la terra e produrre il vino e fu molto amato dal popolo. Seth, invidioso del fratello, cospirò per ucciderlo. Egli costruì in segreto una bara preziosa fatta appositamente per il fratello e poi tenne un banchetto, nel quale annunciò che ne avrebbe fatto dono a colui al quale si fosse adattata. Dopo che alcuni ebbero provato senza successo, Seth incoraggiò il fratello a provarla. Appena Osiride vi si adagiò dentro il coperchio venne chiuso e sigillato. Seth e i suoi amici gettarono la bara nel Nilo, facendo annegare Osiride. Questo atto simboleggerebbe l’annuale inondazione del Nilo. Iside con l’aiuto della sorella Nefti riportò Osiride alla vita usando i suoi poteri magici. Prima che si potesse vendicare, Seth uccise Osiride, fece a pezzi il suo corpo e nascose le quattordici (secondo alcune fonti: tredici o quindici) parti in vari luoghi. Iside e Nefti trovarono i pezzi (eccetto i genitali, che erano stati mangiati dal pesce Ossirinco). Ra mandò Anubi e Thot ad imbalsamare Osiride, ma Iside lo riportò in vita. Successivamente Osiride andò negli inferi per giudicare le anime dei morti, e così venne chiamato Neb-er-tcher ("il signore del limite estremo").

Il condotto meridionale della camera della Regina della piramide di Giza è indirizzato verso Sirio, tramite il quale sarebbe arrivato al successore di Cheope l’investitura divina, quale nuovo Horus. La stella Sirio è chiamata anche "Stella del Cane".

Quindi ROMA = CANE = SETH

Ma a noi interessa l'altra parte del Giano bifronte ovvero AMOR. Il termine Amor è legato alla dea principale di Roma a cui era dedicato un tempio sull'Aventino: la dea DIANA o ARTEMIDE.

Casualmente sopra la chiesa di S. Eustachio all'Aventino a Roma c'è proprio una testa di cervo sotto la croce. Sempre casualmente sull'Aventino verso il tevere sorge il palazzo dei Cavalieri di Malta.

Sembra che i Cavalieri Templari si siano insediati alla Rocca Circea (già dipendente dalla precettoria di Santa Maria dell'Aventino in Roma) nell'anno 1230 circa a seguito di un ordine di papa Gregorio IX.

ROMA si trova nel LAZIO ovvero il LATIUM: Il Latium fu una regione storico-geografica costituita dalla parte meridionale dell'attuale Lazio, a sud del fiume Tevere, che lo divideva dai territori etruschi dell'Etruria meridionale (attuale Lazio settentrionale) e a nord del fiume Garigliano che lo divideva dalla Campania, limitato dalla costa tirrenica e esteso sulle propaggini degli Appennini verso l'interno. La mitologia ci insegna che Kronos ( per i latini Saturno), il minore dei Titani, era figlio di Gea e di Urano; evirò il padre per aiutare la madre tagliando di netto con un colpo di falce i genitali e lanciandoli in mare (dalle acque così fecondate nacque AFRODITE). Una certa mitologia vuole che cacciato dall’Olimpo, Saturno (Kronos) si rifugiò in Italia e precisamente si nascose nel Lazio (Latium), il cui nome deriva dal verbo latino latère, nascondersi. Saturno alias Kronos è il Lucifero ebraico. Il simbolo del Lazio era l'aquila ed il simbolo di HORUS, il dio sole o AMON-RA, era manco a farlo a posta il falco (le acquile non ci sono mai state in egitto mentre in Italia si).

La dea DIANA o ARTEMIDE è connessa all'amore attraverso altri personaggi mitologici greco-romani come CUPIDO, AFRODITE, EROS, DIONISO. DIANA è legata all'elemento LUNA, all'argento (ovviamente) ed il suo nome proviene da DIUS = DELLA LUCE. AFRODITE-DIANA era considerata dai romani MADRE NATURA. Quindi se 2 + 2 = 4 ne consegue che AFRODITE rappresenta il LUCIFERO ebraico.

Per completezza di informazione OSIRIDE, è rappresentato come un ariete, che non a caso è il primo segno dello zoodiaco. OSIRIDE re del mondo dei morti viene anche chiamato BA, che equivaleva alla nostra odierna anima, da cui proviene il termine BA-FOMETTO dei templari associato anche alla divinità PAN, mezzo uomo e mezzo ariete.

Insomma AMOR ci porta a DIANA che a sua volta riassembla la divinità di ISIDE madre di OSIRIDE come la MARIA cristiana è madre di CRISTO. Da questo comprendete il perchè la maggior parte delle chiese a Roma sono votate al culto di MARIA.

Per quanto dice Kremmerz (rosa-croce) la Myriam o Maria del cristianesimo è rappresentazione della quintaessenza dell'alchimia ovvero dell'energia generatrice ed intermediatrice tra energia e materia. In questo senso la frase che "Maria è madre di Dio" è vera ossia Dio è generato dalla quintessenza.

Riepilogando

ROMA = Morte (Roma o morte? vedi il primo G.'.M.'. del GOI Garibaldi)

AMOR = Generatività

ovvero SOLVE ET COAGULA.

A corollario di quanto detto nella Reggia di Caserta, monumento sicuramente di origine massonica, c'è la raffigurazione mitologica di Diana che trasforma in cervo Atteone. Inoltre Artemide è un altra raffiguraione di Semiramide. Napoli è stata una delle città utilizzate dai templari per la rinascita dopo le persecuzione della chiesa. Inoltre proprio Napoli ha una tradizione millenaria nel culto di Iside. Non a caso Giuliano Kemmerz al secolo Ciro Formisano ha fondato a Napoli "La Fratellanza di Myriam", rito iniziatico di tipo Martinista.

Miriam (Maria) è l'Iside, l'anima umana perfetta che concepisce il Kristos (il Verbo divino), ma è anche la "Minerva medica" che guarisce. Il vertice della magia "osiridea" consiste tuttavia nella "pratica del separando", una operazione alchemica interna o di trasmutazione in cui l'elemento "solare" dell'uomo è progressivamente separato dagli elementi fisico, astrale e mentale. La chiave di questa alchimia - il cui risultato dovrebbe essere la creazione di un corpo di gloria, che garantisce l'immortalità - è una forma di alchimia sessuale legata alle pratiche tantriche necessarie per il risveglio della KUNDALINI.

Anonimo ha detto...

Serpent, una precisazione...YHWH non significa affatto geova anzi col nome geova (che non vuol dire niente, neanche giove)non ha nulla a che fare.
E' un errore che si protrae da secoli.

YHWH è il nome ineffabile con il quale Dio si fece conoscere a Mosé, quando gli disse di tornare in Egitto e di andare dal Faraone per chiedere di lasciare libero il popolo d'Israele. Gli Ebrei non osavano pronunziare questo nome, sostituendolo nella lettura del testo biblico con ‘Adhonay (Signore, mio Padrone).

Con questo artifizio evitavano che anche gli stranieri pronunziassero il nome impronunciabile di Dio. Impronunciabile perché troppo santo e puro: l'uomo, peccatore, non è degno.

I Masoreti posero sotto YHWH i segni vocalici di ‘Adhonay.
Per effetto di una regola grammaticale della lingua ebraica che vuole un suono chiuso perché YHWH non inizia con alef (prima lettera dell'alfabeto ebraico), il simbolo vocalico che appare sotto la prima lettera del tetragramma (W) identifica un suono incolore (come per esempio nella parola francese renard).
Quando il tetragramma YHWH è preceduto, nel testo biblico, da ‘Adhonay, le vocali sono quelle di Elhoim per evitare all'ebreo, durante la lettura, di ripetere due volte ‘Adhonay.

Il lettore non ebreo, e solo lui, vedendo il tetragramma con i segni vocalici riportati, legge Y'HoWaH. Questo errore di lettura cominciò a diffondersi nel XV secolo d. C. Il lettore ebreo mentre leggeva il testo biblico non commetteva errori, perché sapeva di avere davanti agli occhi due parole in una: una tutta consonanti, l'altra tutta vocali. Egli non pronunciava mai Y'HoWaH, ma ‘Adhonay.

Barzo ha detto...

confermo in toto l'ultimo anonimo (ho seguito qualche lezione di ebraico).
l'unico appunto: io sapevo che il termine YHWH in realtà avesse come significato qualcosa, ovvero "colui che è essendo" in inglese I'm being what i'm being.
quindi l'essenza di tutte le cose che sono

Serpent of Fire ha detto...

Rispetto le credenze di ognuno. Se volete potere credere a ciò che l'ebraismo vi racconta su YHWH, come potere credere che Obama salverà i diseredati americani e Al Tappone salverà l'Italia dall'implosione economica.

Ognuno ha diritto ad illudersi con la Maya che vuole. Non sto scrivendo qua per 'salvare' nessuno.

Provante però per un momento a pensare a qualcosina di differente da quello che vi viene raccontato 'ufficialmente' dalle religioni. Dopo tutto nessuno ha mai appurato la reale provenienza nè del vecchio e nè nuovo testamento.

Molti sanno che la Torah non è altro che una collezione di una serie di mitologie ereditate da vari popoli dell'asia minore e antecedenti diversi secoli. La Genesi ad esempio non è altro che la copia della mitologia di An, Enlil ed Enki.

Provate ora a considerare che 2000 o 3000 anni fa sistemi di criptazione informatici non esistevano. Gli antichi sapevano benissimo che talune informazioni sensibili potevano cadere nelle mani sbagliate, specialmente se si parlava di rituali e procedure che potevano potenzialmente rendere l'uomo un Dio.

Gli antichi inventarono l'ERMETISMO ovvero incominciarono ad utilizzare delle similitudini e delle allegorie per rappresentare delle operazioni alchemiche da realizzare sull'organismo umano al fine di liberare ed indirizzare le sue energie occulte.

L'induismo, la Torah, il nuovo testamento in particolare per quanto riguarda l'Apocalisse di Giovanni sono trattati alchemici che si prestano a tre interpretazioni: quella letterale, quella metaforica e quella alchemico-cabalistica.

L'interpretazione letterale è lasciata al volgo che viene illuso con una serie di storielline messe insieme allo scopo di relegarlo ad un esistenza di sottomissione e paura per un Dio che tutto castiga.

L'interpretazione metaforica è destinata a chi comprende l'utilizzo delle similitudini, processo propedeutico ad intuire le vere similitudini tra il mondo del macrocosmo e quello del microcosmo.

Infine esiste l'interpretazione alchemica dove parole come zolfo, sale, mercurio, fuoco, acqua, aria e terra assumono significati profondi e possono essere utilizzati solo dagli iniziati che posseggono la chiave per decodificarne le allegorie, chiave alcune volte fornita dalla stessa divinità ma più spesso dalla sola bocca del maestro di una scuola iniziatica.

Ritornando a YHWH, per quanto ne so io questa parola (come le altre 71 a esso associate) è di fatto un mantra utilizzato nella magia cerimoniale esattamente come le parole DOMINUS e JESOUS.

Non sto qui a rivelarvi come i mantra agiscono, ma sappiate che esiste un piano di realtà inferiore al nostro dove esistono gli elementari e che è possibile conglobarli in un insieme o legione al fine formare quella che viene comunemente chiamata egregora. Ogni loggia massonica ha ad esempio la sua egregora formata dalla coscienza collettiva o catena magica dei membri della loggia per fini protettivi o offensivi.

YHWH e Shaitan non sono altro che due legioni composte da 72 spiriti del piano mercuriale. Ognuno di questi spiriti può essere richiamato singolarmente attraverso sigilli, suffumigazioni e parole di potenza. Di più è meglio non dire.

Sappiate però che entrambe le egregore sono state create dal 'bastone-serpente' del mago egizio (Ra-)Moses attravero rito teurgico. Tale mago ha utilizzato le due entità sia per soggiogare che per proteggere il popolo ebraico.

Lo scopo era quello di continuare attraverso quel popolo la scuola iniziatica della 'VIA DI HORUS' mettendola al riparo dal potere dei sacerdoti egizi che oramai dominavano lo stesso faraone.

Al tempo di Gesù coloro che continuarono tale via erano chiamati ESSENI o TERAPEUTI, popolo della Siria palestinese avverso ai farisei.

Per i RC il Cristo sarebbe stato iniziato secondo alcuni in Egitto e secondo altri in India, imparando la teosofia e l'uso delle arti magiche avanzate. Secondo Gurdjieff a quel tempo le informazioni erano state così distribuite: in India la teosofia, in Egitto la teoria e in Medio Oriente la pratica.

Oggi per fortuna abbiamo tutto alla distanza di un click. Per gli uomini del nostro tempo è solo questione di VOLERE informarsi.

Anonimo ha detto...

@paolo: bell'articolo.

@serpent of fire: interessante quello che posti, e pure quello che hai scritto su Alchimia.pdf. praticamente ti discosti parecchio dalle conclusioni di malanga anche se qualcosa in comune c'e'.

grazie a tutti

Barzo ha detto...

serpent, mi interessa molto quello che dici ma la premessa che fai allora dovrebbe valere anche per i tuoi discorsi: perchè dovremmo credere a te e non a tutto il resto :)

Anonimo ha detto...

tra i testi citati non c'è il corano. quale la posizione dell'islam e del sufismo? ed il libro della scala su dante?

Anonimo ha detto...

"Oggi per fortuna abbiamo tutto alla distanza di un click".
Sacrosante parole, la rete ha dato a tutti il mezzo ideale per condividere e sviluppare le proprie psicopatologie in pubblico.

Piuttosto, nessuno mi ha ancora parlato di Cthulhu, Azathot, Shub-Niggurat, Nyarlathotep e Yog-Sothoth. Mi stupisce che sia stato trascurato un pilastro fondamentale come il Necronomicon.

Auguri.

Anonimo ha detto...

http://www.beppegrillo.it/2008/11/niki_non_ce_piu.html

NON HO PAROLE... :(

Serpent of Fire ha detto...

"la rete ha dato a tutti il mezzo ideale per condividere e sviluppare le proprie psicopatologie in pubblico"

Effettivamente internet è divenuto il grande confessionale globale. Questo non significa che ciò che si confessa non sia reale. Questo tipo di reazioni è ciò che ha spinto all'estrema segretezza i vari riti iniziatici. Il volgo non è MAI ammesso ai grandi e piccoli misteri. Viene inoltre ammonito in questi riti iniziatici di non tentare MAI di spiegare come stanno le cose al volgo e di rispettare le sue illusioni religiose.

"quale la posizione dell'islam e del sufismo?"

Il sufismo e' la corrente gnostica dell'islam esattamente come i RC lo sono per il cristianesimo. Diversi RC si sono convertiti all'islam o comunque hanno sviluppato contatti con i sufi.

"il libro della scala su dante?"

Dante sicuramente è un autentico RC. La sua divina commedia indica allegoricamente i passaggi del nigredo, albedo e rubedo utilizzando la similitudine con l'inferno, il purgatorio ed il paradiso. Dante viene supportato da uno spirito guida simbolizzato da Virgilio nel suo VITRIOLVM. Nel paradiso Dante viene accompagnato da Beatrice che rappresenta la quintaessenza vergine e mediatrice con il divino.

Mentre l'Inferno ed il Purgatorio sono luoghi presenti sulla terra (primo chakra), il Paradiso è un mondo immateriale, etereo, diviso in nove cieli: i primi sette prendono il nome dai pianeti del sistema solare (nell'ordine Luna, Mercurio, Venere, Sole, Marte, Giove, Saturno), gli ultimi due sono costituiti dalla sfera delle stelle fisse e dal Primo mobile. Il tutto è contenuto nell'Empireo. Il rapporto tra Dante e i beati è molto diverso rispetto a quello che il poeta ha intrattenuto coi dannati e i penitenti: tutte le anime del Paradiso, infatti, risiedono nell'Empireo, e precisamente nel catino della Candida Rosa (o Rosa Mistica) dal quale essi contemplano direttamente Dio.

"perchè dovremmo credere a te e non a tutto il resto"

Come dice anche Kremmerz, al contrario di qualsiasi altra religione non devi credere a me, ma solo a te stesso. Se un bambino passa dalla posizione a carponi a quella eretta è perchè esprime la precisa volontà di camminare. Nessuna descrizione sofistica o ingegneristica potrà insegnare al bambino a camminare. Quindi se hai le gambe impara a camminare da solo. Io ti ho solo fatto intravederne la possibilità.

Piccola precisazione, in un precente post ho scritto erroneamente che OSIRIDE è figlio di ISIDE, mentre è HORUS che è figlio di ISIDE mentre OSIRIDE ne era il marito.

Anonimo ha detto...

A PROPOSITO DI SETTE...
http://www.fiorediloto.org/sokagakkai.htm

Anonimo ha detto...

Il libro della Scala di Maometto http://www.ibs.it/code/9788877106957/libro-della-scala

parlavo di questo libro della scala. si sostiene dante abbia attinto a piene mani. comunque grazie per la risposta

Arthur ha detto...

Mi domando, ma se l'arma del delitto di Cogne non è stata trovata, lei come faceva a sapere che era di Rame?

Confessi, l'omicida è lei.

Anonimo ha detto...

cosa ne pensate dell'omicidio delle due filippine?

-giorno 8

(in molte tradizioni, ebraica ed islamica ad esempio, il giorno comincia dal tramonto del giorno prima, per cui potrebbe essere così anche nell'occultismo)

- mese 11

e il filippino, secondo quanto riferito al tg2, avrebbe detto..."non so perchè l'ho fatto"...

Serpent of Fire ha detto...

Il rame è il metallo filosofico che si riferisce a Venere ed al secondo chakra ed al segno filosofico di acqua.

Intepretando questo indizio potrebbe essere stato utilizzato un elementare di tipo acqua (ondina/sirena) per mettere KO la coscienza della Franzoni ed utilizzarla come papessa nel rituale di sangue necessario al suo più famoso parente. Il sangue, lo sperma e gli umori in generale sono legati a questa sfera del mondo astrale.

Anche l'indizio dei 17 colpi sul corpo di Samuele per analogia porterebbe alla data di rifondazione della massoneria avvenuta il 1717. Anche il nome Samuele che viene dall'ebraico Shemu-el che significa "nominato da Dio" fa pensare. Un capro espiatorio preordinato?

Il tutto rimane ovviamente nel campo dell'ipotesi non conoscendo approfonditamente la vicenda.

La Scala di Maometto ha niente a che fare con la scala di Giacobbe?

"(Giacobbe) fece un sogno: una scala poggiava sulla terra, mentre la sua cima raggiungeva il cielo; ed ecco gli angeli di Dio salivano e scendevano su di essa.". (Genesi 28, 12)

Anonimo ha detto...

Serpent,

riprendi le teorie di Icke con la storia di Enlil ed Enki e con i "piani della realtà"....

Per quanto riguarda il Necronomicon sembra sia stato inventato da Lovecraft (infatti la prima apparizione del libro maledetto avviene proprio in un'opera di Lovecraft)....quindi finzione letteraria...

Se fosse esistito davvero un libro del genere bisognerebbe informare la Rosa Rossa che se qualcuno ne entra in possesso potrebbe fargli i baffi....

Serpent of Fire ha detto...

"riprendi le teorie di Icke con la storia di Enlil ed Enki e con i "piani della realtà"...."

Veramente la storia di An, Enlil ed Enki l'ho appresa da FLYING SERPENTS AND DRAGONS by R.A. Boulay

http://www.slowmotiondoomsday.com/boulay-index-en.html

Per quanto riguarda ai piani o sfere di realtà ti rimando a Franz Bardon in "Inziazione all'Ermetica"

http://it.wikipedia.org/wiki/Franz_Bardon

Icke ha solo scopiazzato da altri.

Anonimo ha detto...

Serpent ho bisogno del tuo indirizzo mail per scambiare delle opinioni...

Serpent of Fire ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

serpent,
dicci un po': in pratica tu avresti ormai il dominio delle forze eteriche?
E a ciò saresti arrivato tutto da solo? (Tipo l'eroina dei fumetti Gea...;-))
Ma lo sai che senza Maestro si rischia di fare brutte esperienze?
E che potresti essere pesantemente indotto in tentazione ad usare le tue conoscenze per il tuo personale interesse?

Come rispondi a questo?

Arthur ha detto...

Si ma non divaghiamo voi altri, con misteri eleusini, papessa, e minchiate varie. Dove c'era scritto che l'arma era di rame? hanno trovato frammenti? Mi pare logico specificare

Anonimo ha detto...

Su quasi tutto quello che dici non metto bocca, ne so troppo poco... Anche se, ad essere sincero, molte mi sembrano conclusioni un pò azzardate, a volerlo qualsiasi cosa si potrebbe far risalire a quello che dici.
Di politica, però, un pò ne capisco e so bene che il nome "cosa rossa" non è quella che poi è stata la "sinistra arcobaleno" a sceglierlo ma sono stati i mezzi di informazione che, non sapendo come chiamare il soggetto che andava costituendosi, hanno scelto quel nome per definirlo. E la scelta non è stata casuale e non come magari penseresti tu per lanciare un segnale ma perchè si rifaceva alla "cosa" cioè al termine che veniva usato nei primi anni '90 per definire il soggetto politico che occhetto voleva creare dopo lo scioglimento del Pci, prima ancora che si fosse deciso di chiamarlo Pds. A volte era usato a livello spregiativo perchè "cosa" rappresentava anche un soggetto senza identità e senza prospettive. E' richiamandosi a quella "cosa" che la stampa ha scelto il nome di "cosa rossa", nessun dirigente di nessun partito si sognerebbe mai di chiamare "cosa" il proprio soggetto politico. E' bruttino, non pensi? Se ci fai caso nello stesso periodo si parlava anche di "cosa bianca", cioè del soggetto cattolico cui voleva dar vita casini aggregando le forze di centro...
Però mi hai fatto sorgere un dubbio: come mai non ci hai messo di mezzo anche la Croce Rossa? L'acronimo è sempre CR anzi in inglese addirittura RC (Red Cross)...

Anonimo ha detto...

Su quasi tutto quello che dici non metto bocca, ne so troppo poco... Anche se, ad essere sincero, molte mi sembrano conclusioni un pò azzardate, a volerlo qualsiasi cosa si potrebbe far risalire a quello che dici.
Di politica, però, un pò ne capisco e so bene che il nome "cosa rossa" non è quella che poi è stata la "sinistra arcobaleno" a sceglierlo ma sono stati i mezzi di informazione che, non sapendo come chiamare il soggetto che andava costituendosi, hanno scelto quel nome per definirlo. E la scelta non è stata casuale e non come magari penseresti tu per lanciare un segnale ma perchè si rifaceva alla "cosa" cioè al termine che veniva usato nei primi anni '90 per definire il soggetto politico che occhetto voleva creare dopo lo scioglimento del Pci, prima ancora che si fosse deciso di chiamarlo Pds. A volte era usato a livello spregiativo perchè "cosa" rappresentava anche un soggetto senza identità e senza prospettive. E' richiamandosi a quella "cosa" che la stampa ha scelto il nome di "cosa rossa", nessun dirigente di nessun partito si sognerebbe mai di chiamare "cosa" il proprio soggetto politico. E' bruttino, non pensi? Se ci fai caso nello stesso periodo si parlava anche di "cosa bianca", cioè del soggetto cattolico cui voleva dar vita casini aggregando le forze di centro...
Però mi hai fatto sorgere un dubbio: come mai non ci hai messo di mezzo anche la Croce Rossa? L'acronimo è sempre CR anzi in inglese addirittura RC (Red Cross)...

Anonimo ha detto...

Vedete un po'se potete decodificare "qualcosa" con questo testo, a me pare chiarissimo:

RARE TRACCE - 1977 - Rino Gaetano

Rare tracce di signori
benpensanti e non creduti
traffichini grossi e astuti
ricchi forti e incensurati
Rare tracce di vita su Marte
Venere e Plutone
rare tracce di un cannone
che ha sparato ha ucciso
ha fornicato
Rare tracce di peccato
di sevizie di ricchezza
rare tracce di tenerezza
in un mondo che si nasconde
nella propria incolumità
Rare tracce di un passato
che è passato e che ritorna
lascia un segno e poi sparisce
dove andrà ?
Rare tracce di un treno
che parte veloce e spedito
rare tracce di un perito
di finanza e di evasori
rare tracce di buoni gestori
nella nostra società.
Ma io conosco le mie virtù
i miei difetti la mia volontà
ed io riconosco che ci sei tu
e faccio tutto, penso scrivo rubo mangio
per conoscerti di più
Rare tracce di gente
che lavora che produce
quando chiede nulla scuce
a un sistema che non va
Rare tracce di fortune
che si perdono alla sera
da teppaglia ammanicata
capace solo di
opinare ponderare deliberare prevedere
escogitare ideare meditare concepire
elucubrare congetturare arbitrare giudicare
disserrare spalancare strombazzare armeggiare
appagare tracce rare
di chi è capace di operare
agire realizzare effettuare avverare
concretare esercitare lavorare addestrare
assuefare applicare elaborare manipolare
arrischiare rinunciare smanovrare ammansare
smandrappare detestare adorare esecrare

Michele R.

Anonimo ha detto...

Stanotte, dopo il concerto di Saviano, è morta la cantante Miriam Makeba.
Non era la Carlizzi ad aver detto che la sacerdotessa della RR si chiama Miriam? E oggi, non è 10.11.2008, = 13?
Può essere un segnale che uccideranno Saviano?

Anonimo ha detto...

Due cose. La prima, c'è una teoria, non mia, su Icke, secondo cui lui dica cose vere, ma poi esageri di proposito sfociando nel delirio, alcuni vedono in questo un modo di dire la verità, ma poi autoscreditarsi di modo che i più trattino tutte queste faccende come "roba da Icke", e quindi come fantasie cospirazioniste.

La seconda cosa. Ho l'impressione che il percorso prefigurato da Karl Marx si stia rivelando corretto. Marx elogiava il capitalismo come un momento necessario, secondo la sua visione lineare (tipicamente messianica) della storia. Vedeva il capitalismo come un momento inevitabile, un epoca di grandi invenzioni e anche di grande buio, alti e bassi, un'epoca che poi sarebbe stata superata.
Ora, un verosimile futuro potrebbe essere quello in cui i pochi veri possessori delle risorse (idriche, energetiche, ecc.) si riveleranno dndo il LA ad un mondo globale, collettivizzato e gerarchico, più o meno il mondo che si prefigurava Marx (qualcuno sostiene ch eMarx appartenesse alla Loggia di Apollo, a Colonia, ma non trovo conferme).
In pratica il comunismo dal basso non esiste, esiste una forma di collettivismo gerarchico ch appunto parte dall'alto, in pratica il governo mondiale dei cosiddetti Illuminati, e ciò è molto vicino a quanto Marx vaticinava.

Saluti

Serpent of Fire ha detto...

Per una migliore comprensione di Marx, comunismo, massoneria ed ebraismo consiglio l'attenta lettura del libro di Jury Lina "Architect of deception":

http://www.scribd.com/doc/7528278/Architects-of-Deception-by-Juri-Lina

luca ha detto...

E io che mi annoiavo ... adoro l' irrazionale ma l' idea che una Franzoni o una Rosa Bazzi o una Amanda possano serenamente difendersi affermando " in realtà sono vittima di un omicidio rituale voluto fa forze più grandi di me" e che l' estensore annuisca comprensivo è davvero troppo per me.
Cordiali saluti.

beppe ha detto...

@ Luca
concordo con ciò che dici però
mi domando se fosse possibile che qualcuno sia manovrato da forze oscure e incomprensibili sarebbe giusto punirlo? Fino a che punto può arrivare, sempre se è possibile, l'inconsapevolezza di un'azione?

luca ha detto...

Beppe non può esservi altro principio che quello della responsabilità personale. Le forze "oscure e incomprensibili" non hanno cittadinanza nel codice penale a meno che uno sia incapace di intendere e volere.
L' oscuro appartiene ad un' altra dimensione (intrigante ma favolistica. Nulla più.

Serpent of Fire ha detto...

Luca, se certe cose le sperimenti direttamente sulla tua pelle diventano molto meno 'favolistiche'.

Il motivo per il quale molti omicidi rituali sfuggono alla giustizia terrena è dovuto proprio al fatto che un bel pezzo di 'scienza' umana, che tu potresti definire occultismo, è sconosciuto ai più, ma questo non significa affatto che non esista.

Prendi ad esempio le onde radio. Chi avrebbe scommesso un centesimo, prima di Marconi, nella possibilità di scambiare informazioni senza muovere fisicamente un oggetto fisico, come un plico cartaceo, da una parte all'altra del globo. Eppure per tutti noi adesso il dialogare da casa o dall'ufficio attraverso la virtualità di internet è divenuto una consuetudine.

Mai dire mai, secondo me.

Barzo ha detto...

Serpent, Paolo o la Carlizzi una domanda

G.Sandri è stato ucciso 11-11-2007
due 11 e la somma fa 13.

e la foto che ha fatto il giro della stampa è lui con un simbolo V che fa con le dita.

Caso?

PincoRamone ha detto...

Bene, anzi, Male...
ora anche voi avete una "'serpe' in seno".

"E se tu riguarderai a lungo in un abisso, anche l'abisso vorrà guardare dentro di te". Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male.

Anonimo ha detto...

mi sembra inverosimile che rfondazione comunista abbia a che fare con la rosa rossa visto la fine che ha fatto alle ultime elezioni....

Anonimo ha detto...

Guardate un po' che trionfo di rose (rosse) per i due Presidenti USA...
http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/esteri/obama-casa-bianca/22.html

;-)

Serpent of Fire ha detto...

Dal libro II di Agrippa "De Occulta Filosofia":
Il numero undici, oltrepassando il decimo che è quello della legge e dei precetti e restando manchevole rispetto al dodicesimo, che è quello della grazia e della perfezione, vien chiamato il numero dei peccati e delle penitenze. Perciò era stabilito che il tabernacolo contenesse undici cilici, che erano le vesti dei penitenti e di coloro che piangevano i loro peccati. Così questo numero non ha alcun rapporto con le cose divine e con le celesti, ne attrazione, ne scala che lo guidi verso le cose superiori. Pur non avendo alcun merito, esso ottiene però talora alcuna grazia gratuita dal cielo, come di colui che fu
chiamato a undici ore alla vigna del signore e che s'ebbe la ricompensa di
coloro che avevano sofferto tutto il dì la fatica e la caldura.

davide ha detto...

@ serpent
Adesso che la frequenza vibrazionale si sta rialzando al massimo, solo la
super-specie umana, sopravvissuta all'età del ferro, sarà in grado di sopravvivere
alla mutate condizioni energetiche. Questo è alla base dei racconti che vi fanno
sul genocidio del 90% degli umani della terra.
quindi il resto della specie umana è destinato a soccombere secondo te?
e se si c'è modo di crearsi una "fiammella" che consenta di sopravvivere o questo è deciso sostanzialmente dall'albero genealogico?

grazie
e complimenti per gli studi

Serpent of Fire ha detto...

"quindi il resto della specie umana è destinato a soccombere secondo te?"

Questo è quello che sostengono diversi complottari come Alex Jones e David Icke. Anche il WWF parla di situazione insostenibile e auspica una riduzione della popolazione mondiale. In Africa ci stanno riuscendo distribuendo gratuitamente l'AIDS (non il suo vaccino). In occidente invece si ritiene che faranno fuori gran parte della popolazione proprio grazie all'assuefazione con i vaccini e gli antibiotici. Tanto di virus ne possono fabbricare quanti ne vogliono in laboratorio e distribuirli dove vogliono grazie alle chemical trails.

"e se si c'è modo di crearsi una "fiammella" che consenta di sopravvivere o questo è deciso sostanzialmente dall'albero genealogico?"

L'alchima dice che in assenza di oro, lo si può fabbricare partendo dal piombo. Traslando dall'ermetismo significa che partendo dal corpo animale si può sviluppare un intelletto e una coscienza superiore. Purtroppo Agrippa diceva pure che può fabbricare l'oro solo chi ha già l'oro. Quindi francamente non saprei chi ha ragione.

Quello che è da considerare è che un centrometrista oltre ad essersi allenato per tantissimi anni ha pure delle caratteristiche che lo rendono differente dagli altri.

Quindi è vero che si possono sviluppare delle doti a patto che ci sia una qualche base di partenza. Niente si crea e niente si distrugge, tutto si trasforma. Ritengo che questa legge sia valida anche per il mondo sottile.

Barrabas ha detto...

Salve Paolo.
Da poco ho scoperto il suo blog e mi complimento con lei .
Nell'ultimo post ha scritto che i rosacroce sono stati colpevoli degli omicidi del mostro di Firenze; ma perchè uccidere coppie di amanti e turisti appartati? a che scopo? per certi "rituali"?
cercherò di documentarmi e leggerò anche il resto dei suoi post.
Cordiali saluti

Barrabas

Paolo Franceschetti ha detto...

Rispondo alle domande, sperando di non scordarne nessuna.

Arthur chiedeva come faccio a sapere che l'arma di cogne era di rame? Lo dice la perizia, ed è riportata sia nella sentenza di appello che di Cassazione.

Barzo... su Gabriele Sandri... no non credo proprio sia un caso.
Guarda poi il nome dell'agente che ha sparato e altri particolari di quella vicenda e vedrai il genio di questa organizzazione... Ti preciso però che non mi sono mai dedicato alla vienda Sandri... oramai certi collegamenti mi vengono in automatico ma non leggo più i giornali nè guardo la TV.
Piuttosto Barzo... rileggendo la canzone di Rino che avevi segnalato, in effetti mi pare proprio un chiari riferimento alla Rosa rossa che si è trasformata in Santa Rita. Sarebbe interessante fare un articolo su Rino Gaetano e sui messaggi in codice contenuti nella sue canzoni.

Anonimo ha detto...

scusate se mi intrometto...
sono un frequntatore abituale di questo blog (da quasi un anno) e volevo solo fare un saluto ed un ringraziamento al prof Franceschetti e a tutta la compagnia. (grazie di cuore, veramente)
Complimenti anche per il "nuovo entrato" serpent, sempre pronto per qualsiasi risposta... notevole.
Riguardo le previsioni catastrofiche, volevo dare un piccolo contributo alla discussione dicendo (per quello che sò io nella mia personale ricerca) che le probabili future catastrofi sono da considerarsi al pari della inondazione ai tempi di noè.
Mi spiego meglio:
quell'inondazione dovrebbe essere considerata come "la prova dell'acqua", mentre le future (più o meno prossime) dovrebbero essere considerate come "la prova del fuoco".
I maggiori esperti di esoterismo/occultsmo frequentatori di questo blog potrebbero aiutarmi a spiegare meglio la cosa (credo).
non lo faccio io perchè sarei troppo grossolano nel farlo e sicuramente lo sono già stato nel cercare di dare il mio contributo.
Grazie a tutti. Vi voglio un gran bene.

Francesco

Serpent of Fire ha detto...

@Francesco

"quell'inondazione dovrebbe essere considerata come "la prova dell'acqua", mentre le future (più o meno prossime) dovrebbero essere considerate come "la prova del fuoco"."

I cicli evolutivi hanno cadenza astronomica ciclica e sono divisi in quattro periodi chiamati yuga:

*Il primo periodo è l'Età dell'Oro o della Verità (Satya Yuga), nel quale l'umanità ha una spontanea saggezza data dalla propria vicinanza al divino;
* Il secondo è l'età dell'Argento (Tetra Yuga);
* Il terzo è l'Età del Bronzo (Dvapara Yuga);
* l'ultimo è l'Età del Ferro (Kali Yuga).

In questo momento siamo alla fine del Kali Yuga che secondo i Maya terminerà il 21 dicembre 2012 in congiunzione con il picco di macchie solari che ha invece una rivoluzione di 11.1 anni (11,07 per la precisione).

Da quanto ho potuto capire questi quattro periodi corrispondono ad altrettanti scalini energetici. Quindi noi siamo allo scalino più basso e il prossimo passo lo faremo allo scalino più alto di tutti, ovvero passeremo all'età dell'oro.

Ad ogni scalino corrisponde una frequenza di vibrazione della materia di questo universo. Noi viviamo in un multiverso in cui infiniti universi condividono lo stesso spazio-tempo a condizione di avere frequenze di vibrazione della materia differenti. Per non uscire troppo dal discorso sappiate che la massa è energia e che questa energia si cristallizza in punti di singolarità dello spazio assumendo uno spin e nel caso degli atomi una funzione d'onda stazionaria che determina la configurazione della nuvola elettronica intorno al nucleo. Vi rimando alla teoria delle superstringhe e dello spazio a 11 dimensioni (M-Theory).

Da quello che ho intuito, sembrerebbe che come in ogni passaggio repentino da uno stato energetico all'altro (vedi ad es. le funzioni di onda quadra in ambito elettronico) si creino sempre delle perturbazioni che necessitano di un certo tempo di assestamento.

Ne consegue che la mitologia di Noè dovrebbe essere stata legata appunto ad uno di questi passaggi, ovvero dall'età del bronzo a quella del ferro. Il diluvio non è stato altro che la perturbazione della quintaessenza che si è abbattuta sull'umanità. Secondo la Torah questo ha comportato la scomparsa della maggior parte dei "figli degli Dei" o Nephilim o Titani, i semi-dei nati dall'unione con le figlie dell'uomo e gli angeli caduti (nelle nostre frequenze vibrazionali, ovvio).

Questo è stato dovuto al fatto che gli esseri con l'occhio ciclopico o ciclico (terzo occhio) avevano una frequenza vibrazionale più vicina a quella del mondo astrale di quella attuale. Il passaggio all'età del ferro ha spezzato buona parte della precedente connessione con il divino. Stiamo parlando di circa 11.000 anni fa.

In questo momento, secondo alcuni, stiamo terminano il ciclo astrale legato al segno astronomico dei Pesci (vedi il simbolo del Cristo) per passare a quello dell'acquario.

Negli anni che ci separano dal fatidico 2013 un onda anomala di quintaessenza colpirà questo universo portando tutta la massa ad una frequenza vibrazionale più alta.

Ritornando quindi a quanto riportato da Francesco, si pensa che la maggior parte della popolazione non sia predisposta a questo nuovo stato vibrazionale. Adesso non ho ben capito se saranno gli 'el-etti' o 'illuminati' a far fuori la restante popolazione o questa sarà vittima sempicemente della transizione energetica.

Ci rimane che aspettare e vedere. Intanto c'è qualcuno che si dà un gran da fare per imporre un nuovo ordine mondiale nell'economia, nella politica e negli eserciti. La Fondazione Rockefeller, insieme a Monsanto e Syngenta, ha costruito un ARCA nell'artico dove conservare tutte le semenze della terra. Mi risulta infine che molti figli della vedova si siano costruiti dei bunker sulle montagne.

La ricostruzione del tempio di Salomone incombre....

Barzo ha detto...

Paolo, per capire ancora meglio i messaggi in codici nelle canzoni forse bisognerebbe conoscere la ragione per cui li ha scritti e cosa abbia a che fare lui con la RR. Chi può darci una mano?

Riguardo Sandri: Spaccarotella mi fa venire in mente la perdita della ragione.. e dove faceva servizio? alla Polstrada di Battifolle.
Qualcuno ci sta Gabbando?

Anonimo ha detto...

Serpent, è da un po'di tempo che mi interesso anche io dei temi da te appena trattati.
Devo dire che li hai collegati davvero bene (anche se alcuni punti mi sono di difficile comprensione data la mia modesta preparazione in materia) e che ora infatti tutto ha un senso più chiaro.

Ho legato il discorso dei "11.000" anni fa riguardo alla divinità dell'era dell'uomo con le piramidi egizie. Tu hai considerazioni in merito? Io sono convito che abbiano appunto circa 12/13.000 anni e che avessero una funzione legata a qualcosa di divino o cmq a noi sconosciuto, a qualcosa legato all'energia. Coincide poi la sfinge con l'era del Leone e l'imminente era Acquario.

Riguardo al 21/12/2012 ritieni che i Maya (cosa che ritengo anche io) ci hanno visto giusto, o sono plausibili altre date, come spesso viene detto?

Michele R.

Anonimo ha detto...

parole sante pinco. perchè non aggiungi qualche parola in proposito?

Barzo ha detto...

un elenco di crimini irrisolti..

http://www.grandinotizie.com/daz/1191.htm

fra cui quello della spiagg di capocottt.. stessa spiaggia in cui anni dopo cadde un elicottero dei pompieri pare "per mano" della scorta di scalfaro.

Anonimo ha detto...

Barzo:

Riguardo a Rino, dopo aver letto il testo di "Ahi Maria", si nota che:
-"quando tramonta il sol" = indica morte o l'ovest
-"da Baja Slavador" = ad ovest di Salvador di Baja si trova la Bolivia luogo in cui Che Guevara muore
-"presentator della radio" = dialoghi in codice via radio tra CIA e i suoi destinatari
-"Ahi Maria chi mi manca sei tu" = si rivolgeva quindi al Che (?)

Questa considerazione è frutto di considerazioni, potrebbe anche significare tutt'altro.

Michele R.

PincoRamone ha detto...

Perchè non sarebbe opportuno.
Chiedetevi solo, quando si parla di studi 'tradizionali' di QUALE tradizione sapienziale si tratta. Attenti ai 'falsi profeti', ricordatevi del simbolismo del 'labirinto' e della falsa promessa "sarete come dei".

“"Ecco, il Cristo è qui, ecco è là", non ci credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e portenti per ingannare, se fosse possibile, anche gli eletti. Voi però state attenti! Io vi ho predetto tutto.” (Luca 13:21-23).

Stefania Nicoletti ha detto...

Date un'occhiata ai "nomi in codice" dati alle famiglie Obama e Biden dai servizi segreti...

http://www.corriere.it/esteri/08_novembre_11/obama_michelle_nomi_codice_e168a10a-afc1-11dd-981c-00144f02aabc.shtml

Federico ha detto...

Ciao a tutti. E' un po' che seguo il blog e noto che molti si fanno prendere dal panico a sapere queste cose e che una delle sensazioni che molti hanno è quella del "tanto non c'è niente da fare".
Paolo, Solange, attenzione. Seminando paura si fa solo il loro gioco. Non dico che lo fate apposta ma questo è un danno collaterale.
La massoneria, la rosa rossa e chiunque basi la sua vita sul potere e sul controllo stanno morendo. E loro lo sanno.
Lo sanno perchè sono a conoscienza di quello che sta avvenendo a livello energetico. Il tipo di energia che supporta la separazione, la creazione di elite e il controllo di esse sul resto della popolazione è finito
Questo è il senso del 2012. Non finisce il mondo ne incomincia di botto l'età dell'oro. Semplicemente il 21/12/12 è il momento in cui la transizione tra la vecchia energia e quella nuova si completa. Il 22 dicembre non sarà diverso dal 21 così come il 31 dicembre non è diverso dal 1 gennaio anche se è un altro anno.
E la nuova energia non permette più certe pratiche: infatti lo sporco sta venendo alla luce, opera necessaria per poi poter procedere alla pulizia.
Le ore più buie sono sempre quelle che precedono l'alba.
Per cui su con la vita. L'unica cosa è non perdere la fiducia.... mai.
Per chi volesse approfondire può chiedere qui sul blog o anche leggersi il ra material http://www.stazioneceleste.it/ra.htm
che spiega bene chi siamo cosa stiamo a fare qui e qual'è la fondamentale funzione del "lato oscuro"

Anonimo ha detto...

Serpent che connessione c'è tra le tue teorie e Ramtha?

Serpent of Fire ha detto...

"Ho legato il discorso dei "11.000" anni fa riguardo alla divinità dell'era dell'uomo con le piramidi egizie. Tu hai considerazioni in merito?"

Qualcuno dice che le piramidi siano di molto antecedenti alle datazioni fissate tra il 2700 e il 2200 a.C. ma ovvero ben 15.000 anni fa, prima dell'ultima glaciazione. Magari le piramidi non stavano esattamente in mezzo al deserto come lo sono oggi ma forse in mezzo una foresta come lo sono le piramidi dei Maya in Messico.

Tale datazione sarebbe compatibile con quella bibblica della genesi dove il mondo fisico è stato creato 10.000 anni fa.

La piramide di Giza non è un monumento funerario ma una perfetta macchina per l'iniziazione. Le tre camere rappresentano i tre stati del nigredo, albedo e rubedo e nelle quali gli iniziandi venivano messi a meditare per ottenere le qualità divine per il sacerdozio di OSIRIDE ed ISIDE. La stessa cosa avveniva nel rito iniziatico della Thule Nazista presso il castello di Burg Werfenstein.

"Riguardo al 21/12/2012 ritieni che i Maya (cosa che ritengo anche io) ci hanno visto giusto, o sono plausibili altre date, come spesso viene detto?"

Francamente non faccio l'astrologo ma quello che posso dirti che il sole, la terra e la luna influenzano realmente l'uomo. E' probabile che l'influenza dei rimanenti astri influenzi la terra, la luna ed il sole che a loro volta influenzano noi.

I Maya hanno inventato dei sistemi rivoluzionari sulla determinazione del tempo che vanno oltre le conoscenze attribuibili a semplici tribù del centro america. La stessa cosa si potrebbe dire delle opere architettoniche egizie di cui si ignora ancora la tecnologia di costruzione. Provate a scalfire con un attrezzo di rame una parete di granito e poi ne riparliamo. Attualmente per tagliare il granito è necessario far lavorare per una settimana una macchina che taglia la roccia tramite un filo diamantato. Conosco una persona che lavora nel settore a Carrara e mi dice che non esiste nessuna possibilità di lavorare con strumenti paleolitici il granito come invece possiamo ammirare nella valle dei templi.

Ritornando all'astronomia,è stato recentemente scoperto che ci sono flussi di energia elettromagnetica tra sole e terra assimilabili a 'tubi' spaziali (notizia NASA). Ma gli antichi ne conoscevano già l'esistenza e li chiamavano i chakra della terra oppure VORTICI. Stonenge ad es. è posto su uno di questi vortici, ma sulla terra ce ne sono molti con effetti sullo spazio-tempo notevoli. Date un occhiata all'OREGON VORTEX:

http://www.oregonvortex.com/

Dal punto di vista eterico il sole influenza il corpo con il campo elettrico, la terra con il campo magnetico e la luna con il campo gravitazionale (frutto della distorsione dello spazio-tempo dovuta alla sua rotazione intorno alla terra). In occultismo il campo elettico è associato all'anima, il campo magnetico allo spirito ed il campo gravitazionale ovviamente al corpo. Quando si parla di entità sublunari si intende quindi elementari scaturiti dal corpo del mago, ovvero dai suoi elementi.

L'influenza dei campi elettrici e magnetici sull'organismo umano è basata non sulle onde EM tradizionali ovvero quelle trasversali o TEM, ma quelle longitudinali o LEM conosciute anche come onde TESLA.

Le onde LEM sono assimilabili alle onde di pressione che si propagano negli abissi marini, mentre le onde TEM a quelle che si propagano in superficie. Come tutti abbiamo sperimentato le onde di pressione o corrente marina sono più efficaci delle onde superficiali.

Inoltre le onde LEM sembrano che si propaghino come quando si prende un panno da due lembi e se ne tira uno. L'altro lembo riceve immediatamente la forza esercitata sul primo lembo, dovuta alla tensione del panno. La stessa cosa non succede se si fa oscillare uno dei due lembi, originandosi un onda che si propaga verso il secondo lembo.

La differenza quindi sembra che stia nella velocità di propagazione: le onde TEM si propagano alla velocità della luce, le onde LEM sembrerebbe che si propagano ingannando il fattore tempo analogamente come riscontrato anche negli interferometri ottici usando delle onde a cognugazione di fase utilizzando materiali ottici non lineari (YARIV - QUANTUM ELECTRONICS - pag. 510 - effetto di "Time reversal"). Per vostra informazione esiste un gigantesco interferometro in Toscana chiamato VIRGO del INFN (virgo = vergine = quintaessenza).

http://www.virgo.infn.it/

Secondo quindi quanto detto il macrocosmo ed il microcosmo si influenzano più strettamente di quanto possiamo pensare.

Serpent of Fire ha detto...

Non conoscevo Ramtha e la Ramtha's School of Enlightenment ma mi sembra molto simile nei concetti che promulga alla scuola mesmerica a meno del lemuriano Ramthha, che mi sa tanto essere un elementare di tipo aria o ariano (di Agarhti?).

Ho visto i video del sito ufficiale e i tizi paiono dei veri truffatori che usano il mesmerismo come cavallo di troia per vampirizzare sia soldi che energia eterica ai malcapitati.

PincoRamone ha detto...

"Stonenge ad es. è posto su uno di questi vortici" ...peccato che sia stato 'traslocato' e ricostruito tra il 1919 e il 1964....con buona pace di tutte le interpretazioni astrologiche millimetriche della 'New Age'.
Confrontate le affermazioni di Guenòn sulla possibilità di restaurare Tradizioni morte e sepolte, sulla 'Nuova Era' e sulle “spiritualità alla rovescia”.

Virginia Lupetta ha detto...

@ serpent of fire

Ho bisogno di parlarti. Dove posso scriverti? Se vuoi mi trovi su yt, puoi scrivermi un pvt lì? http://www.youtube.com/user/VirgoLupa

beppe ha detto...

Dal corriere della sera
del 10/11
Pecoraro Scanio dice:
"Barack Obama ha citato più volte nei suoi discorsi Gioacchino da Fiore, ispiratore di un mondo più giusto...."
aiuta a comporre il quadro?

PincoRamone ha detto...

scusate, ma scrivo di fretta.

Gioacchino profetizzò la venuta di una terza e ultima età del mondo, quella dello Spirito Santo.
Con una nuova Chiesa 'spirituale, tollerante, libera, ecumenica' che prendesse il posto della vecchia Chiesa dogmatica,
gerarchia e troppo materiale.

per qualcuno questo potrebbe sembrare giusto, di fatto è un'apertura all'"anomia", l'abolizione di ogni regola,
una Nuova Era in cui l’ "amore prenda il posto della legge”.

Cito De Lubac: "Il gioachimismo non è solo riconoscibile in contesti completamente secolarizzati. Esso ispira, come forza ancor viva, movimenti spirituali che non vogliono uscire dai confini del cristianesimo. [...] Nella seconda parte del secolo XX assistiamo al suo risveglio nel cuore stesso della Chiesa. Sembra perfino volervi effettuare un ritorno in forze. Però, rispetto allo stesso Gioacchino, i suoi odierni araldi non annunciano lo sboccio dello Spirito per l’indomani; lo vedono e lo dicono già presente in loro; essi ne sono gli organi. Forse più di Gioacchino, accentuano la cesura tra la Chiesa proveniente dal passato, dichiarata ormai invecchiata, e quella del futuro, che sorge oggi stesso in qualche luogo privilegiato, raggiante di giovinezza. [...] Si osserva alla base una concezione lineare del tempo, che crede di non poter accogliere nulla di nuovo se non attraverso il rifiuto dell’antico".

La stessa deviazione del Marxismo, una nuova era guidata dai pochi che conoscono la verità segreta che promette la fine della storia in una palingenesi di felicità tutta terrestre, dove non ci saranno più doveri ma solo piaceri. Una «liberazione» radicale, nella, abolizione di ogni legge anche morale. Una teologia dionisiaca che unisce Evola a Cacciari.

il codice digitato per postare è reetical (anagramma di eretical)...mah....

PincoRamone ha detto...

Mi scoccia fare il 'profeta di sventure' ma questo è un chiaro segnale 'Anti-Cristico'.

PincoRamone ha detto...

Sono i segnali di Shiva e Kalì, la via della Mano Sinistra, la salvazione attraverso la trasgressione, delle energie infere.

Che Dio ce la mandi buona....

Tripp Darling ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Barzo ha detto...

ragazzi stiamo calmi e intoniamo tutti insieme

MACHECCEFREGAAAAAAAaa
MACHECCEMPORTA!!!!!!!1

Stefania Nicoletti ha detto...

:-)))
Sono d'accordo Barzo!
Tanto il cielo è sempre più blu. :-)

Mimì ha detto...

Federico: grazie per aver scritto quel che hai scritto....stavo proprio pensando di segnalare Stazione Celeste ai lettori di questo blog. Nessuno di noi può sapere quel che accadrà veramente, però è vero che c'è in atto una sorta di epurazione e le vibrazioni energetiche stanno salendo. E' importante divulgare in questo momento affinché tante persone possano cominciare a capire, a ri-svegliarsi.
Paolo grazie per non aver fermato il blog.
Un abbraccio a tutti

Anonimo ha detto...

Scusate vorrei dire che io sono andato a parcheggiare la macchina in una viuzza, solo che mi sono accorto che la stavo parcheggiando di fronte ad una sede della cgil, ora le persone che stavano lì di fronte hanno preso a guardarmi male con grande sospetto come se stessi facendo chissà cosa, manco fossi una spia o peggio un attentatore. Insomma ma perchè tutta questa tensione secondo voi?

davide ha detto...

@serpent
La Fondazione Rockefeller, insieme a Monsanto e Syngenta, ha costruito un ARCA nell'artico dove conservare tutte le semenze della terra. Mi risulta infine che molti figli della vedova si siano costruiti dei bunker sulle montagne.
bhè questa notizia di gossip penso sia proprio interessante :))
penso che si abbia paura dell'effetto delle macchie solari che incombe... d'altronde se tu mi dici che sta arrivando il periodo dell'acqua lo tengo ben presente :)))
una domanda che mi serve per andare avanti nei miei "studi"...
il giorno 21-12-20012 si avra in teoria il picco di minor vibrazioni possibili... vibrazioni che poi torneranno a crescere .... giusto?
ciao a tutti

Anonimo ha detto...

davide ma io ho letto che le macchie solari si sono rimesse ad apparire come al solito però...quindi sembra pericolo scampato...
ricordo che quando ero piccolo ero in un posto dove c'era gente adulta ed ad un certo punto è arrivato uno che disse : nessuno può aiutare il figlio della vedova? e io non capivo che cazzo stava dicendo hahahahahahaahahahah

beppe ha detto...

Sono alcuni anni che visito regolarmente il sito http://soho.esac.esa.int/
purtroppo quelle che i giornali annunciano e riannunciano come le macchie che segnano l'inizio del nuovo ciclo solare sono poco meno che nei, riconoscibili solamente dal numero sovraimposto. E l'attività solare è bassa da molto.
Non sono uno scienziato ma per capire che le cose non sono come le raccontano si può cominciare a guardare le fotografie attuali e quelle d'archivio.

davide ha detto...

bhè io non sono uno scienziato.... e sono partito da un presunto gossip cercando di spiegarmelo...
mettiamo che fosse vero(il fatto che i figli della vedova si siano costruiti dei bunker sulle montagne) voi come ve lo spieghereste? :))))

Anonimo ha detto...

come ce lo spiegheremmo...con una possibile inondazione? o altra catastrofe?

davide ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=5zH9C15o2ls&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=3pBB3NNo71k&feature=related
potrebbe essere una buona partenza :)))

Anonimo ha detto...

ma a me sembra solo un artefatto di google earth quello

Federico ha detto...

@ Mimi
attenzione alla stazione celeste. Io l'ho segnalata solo perchè c'è la versione italiana del ra material. Per il resto, secondo me, c'è anche tanta fuffa su quel sito. X chi sa l'inglese conviene andare direttamente alla fonte: www.llresearch.org dove tra l'altro si trova spiegata molto bene e in maniera molto logica la situazione attuale.
Comunque, per tutti, ve lo ripeto: l'unica cosa da temere veramente è la paura stessa. Niente può farci veramente male, ne i maghi che scagliano elementari ne la rosa rossa ne nessuna mafia o potere che sia. Il buio non può scacciare la luce, può solo esistere dove luce non c'è: se tu diventi la luce è fisicamente impossibile essere al buio.
La paura è un vortice che ti tira giù e spegne la tua luce.
E' l'unica arma che hanno per mantenere il controllo. Ma ormai è un'arma spuntata e il controllo lo stanno perdendo.
Sono tempi stupendi questi e io sono onorato di essere qui adesso.
Buona giornata a tutti

Anonimo ha detto...

Dunque, Franceschetti dice che in un certo senso questi rosacrociati si "nutrono" delle nostre paure, e allora non bisogna avere paura, o meglio la via che tanti con parole ermetiche da sapienzali de noantri consigliano si potrebbe tradurre con "autocontrollatevi, state calmi, ravanate dentro di voi, non abbiate paura, non buttatevi giù".
Insomma siate spavaldi, se un massone dovesse anche torturarvi, ridetegli in faccia, non abbiate paura ovvero toglietegli gli alimenti (visto che si nutrono dei nostri sentimenti negativi), sarà una risata che li seppellirà, diceva un detto anarchico, ora sto capendo che significa!

Anonimo ha detto...

Gent.mo Professore, sono il "solito" anonimo che irrompe con i suoi dubbi.

Chissà in quanti glielo hanno detto.

Però ... mi permetta di segnalarLe che talora la Sua impostazione ricalca la stessa ideologia massonica che combatte.

La massoneria è cattiva? La risposta è una massoneria buona, fatta di pochi super-intelligenti che, in spirito costruttivo (come i primi massoni?) portino il mondo verso il bene e non verso il male.

La Chiesa invece, oggi come allora, ha tradito il messaggio di Cristo.

Mi permetta di ritenere, invece, la sola lotta - da sempre - fra Chiesa e tutto il resto, come diceva don Bosco.

Lotta cioè tra ciò che è esoterico e ciò che è essoterico.

Tra ciò che è per pochi e ciò che è "cattolico" (= universale).

In ciò c'è un'irriducibilità di fondo tra Chiesa e mondo - come dice il Vangelo di Giovanni.

I difetti umani nell'esercizio del potere, che sempre ci sono e sempre ci saranno, sono fumo negli occhi usato unilateralmente per discreditare, ancora una volta, l'unica vera Speranza di salvezza.

Penso sinceramente che né il Medio Evo né l'Inquisizione (la peggiore era quella gestita dagli Stati, non certo quella ecclesiale) fossero veramente così come (la Massoneria) ce li racconta oggi.

Cordialità

Michele R. ha detto...

Riallacciandomi a Federico e al successivo anonimo, devo dire che la massa è tenuta sotto controllo da due fattori principali: ignoranza e paura.

IGNORANZA: quanti conoscono la massoneria? il signoraggio? il fatto che nel mondo c'è una ricchezza (in termine di denaro e risorse) enorme (e che viene sperperata per il profitto di pochi e per far star male 3/4 di mondo) e che i 6 miliardi di uomini su questa terra potrebbero vivere TUTTI agiatamente.
Quanti sanno che siamo presi in giro dal "dividi et impera" su tutti i fronti (religioni, politica, bandiera, razza...)? Quanti sanno che passiamo la vita a correre dietro a cose inutili che ci hanno stampato in testa fin da piccoli? Che le religioni ufficiali sono distorte? Che i media sono tutti di regime?.....

PAURA: ormai abbiamo paura anche della nostra ombra perchè NON SAPPIAMO, o tutto ciò che sappiamo non è vero. Io personalmente non ho paura nè nei confronti del mondo esterno, nè riguardo a me stesso, ma questo è dovuto al fatto che nella vita sto imparando a riconoscere il falso dal vero, vedi anche questo interessante blog.

Concludo dicendo che chi è consapevole di ciò che succede, chi conosce la (o quantomeno alcune) verità, non può avere paura di niente. Anzi fa paura a quella pazza punta della piramide.

Basterebbe che tutti avessero un pizzico di consapevolezza per far saltare tutto il sistema, senza che nessuno muova un dito.

Roberto ha detto...

Rieccolo mister Cordialità, dove trova il tempo di scrivere anceh su questo blog , se nel suo forum ci sono tantissimi interventi e deve rispondere agli interventi di tante persone ?( Marco , sig. Rossi ecc.......)

Marco P ha detto...

Domani è 13.11.2008
Somma: 7.
Prepariamoci a un bel po' di sangue...

Anonimo ha detto...

@ roberto:
Se parli a me (anonimo delle 10.15) secondo me mi hai confuso con un altro.

Ho scritto su questo blog solo un'altra volta, su Haider.

Non gestisco forum.

Chiudo abitualmente le mie lettere con "Cordialità" ma anche con "Cordiali saluti" o "Distinti saluti" o anche con "i migliori saluti"...

Nessun codice!

Duffy ha detto...

vorrei ringraziare Serpent of Fire per la dedizione nel rispondere e le preziose informazioni

sei rintracciabile da qualche parte ? per esempio su youtube ?

mi puoi raggiungere qui
http://it.youtube.com/user/duffyMM

grazie mille ciao

Mimì ha detto...

Federico.
Grazie x la precisazione. Guarderò il sito che hai segnalato.
Bye

Anonimo ha detto...

Domanda: che mi dite di www.rosarossa.it?

Il dominio è registrato a nome di Margherita Marcheselli? Qualcuno la conosce?

Anonimo ha detto...

Una mia riflessione... cito il seguente passo dell'articolo:

"E’ un sistema geniale non c’è che dire. Il colpo di genio è soprattutto quello di aver creato un sistema difficile da smascherare, i cui più strenui difensori sono i cristiani stessi; perché se provate a dire a un cristiano che Paolo VI era un rosacroce, vedrete che il 90 per cento dei Cristiani non sa neanche chi siano questi Rosacroce. E quando glielo spiegate la sua reazione sarà immediatamente di rifiuto, cosicchè i migliori difensori di questo sistema sono le vittime stesse."

Penso che questa cosa sia vera, e aggiungo inoltre che paradossalmente sono persone come lo stesso Franceschetti e la Carlizzi che involontariamente finiscono per essere difensori di questo sistema. Penso che la stragrande maggioranza delle persone prende per vagheggiamenti visionari e complottistici le loro riflessioni.

Se si fossere rivelate essere una minaccia al sistema a quest'ora sarebbero già sotto terra...

Anonimo ha detto...

Ho fatto una ricerca su questa Margherita Marcheselli, magari è famosissima e, scusate lignoranza, solo io non la conosco.
Comunque, ho trovato molti riferimenti ad una certa Margherita Marcheselli nel sito "Golem l'indispensabile2, un magazine culturale on-line nel cui comitato direttivo compare (tadààà)Umberto Eco.
Questa Marcheselli sembra occuparsi di temi psicologici, neurologici, introspettivi eccetera.
Ora, magari prendo una cantonata, ma qualora si rivelasse psicologa o psicqualcosa, è vero che psicologia, psichiatria ecc sono tutt'altro che scienze, ma solo sistemi per poter far internare o bollare come "pazzi" coloro che capiscono le trame del Sistema rivelandosi potenzialmente pericolosi?

Cangrande ha detto...

Buon giorno.

Ieri guardavo su History Channel un documentario sull'ULTIMO giorno della (massonicissma.....) prima Guerra Mondiale.

Il giorno 8 novembre la Germania era già disposta a lasciare le armi e a firmare l'armistizio.


Il cessate il fuoco è stato stabilito dai vincitori, invece, l'11 novembre,(mese 11), alle ore......11.00.

E questo senza spiegazione logica. Solitamente si adducono spiegazioni solo in parte plausibili (incompetenza dei generali, voglia di raccattare le ultime briciole di "gloria", etc.).
Per colpa di questo assurdo procrastimameto, ci furono ulteriori 8.000 morti solo negli ultimissimi giorni. Assolutamente inutili.

A guerra già vinta...

Ma A TUTTI I COSTI dall' "alto" si è voluto, ripeto, il cessate il fuoco il giorno 11 del mese 11 alle ore 11 !!!!!!

Sentendo questi numeri, mi si sono "drizzate le antenne".

CHI e a QUALE SCOPO ha voluto fermamente questo ?

Qualcuno può dare lumi ?

Grazie.

Stefania Nicoletti ha detto...

Il sito www.rosarossa.it è un vero messaggio in codice.
Lo spiega bene e lo decripta Gabriella Carlizzi nel suo libro "Gli affari riservati del Mostro di Firenze".

Non ho il libro qui sottomano, ma più tardi posso copia-incollare il passo.

Cito un po' a memoria (dato che il libro l'ho letto molte volte):
"E' firmato da uno dei tre capi dell'organizzazione, che col messaggio intende parlare agli altri. Il carattere usato per scrivere la prima parola è uguale al fondino di prima pagina di un quotidiano, il quale nacque proprio per far giungere messaggi in codice".

Segue la decriptazione di tutta la poesia.


Anonimo delle 15:55... Liberissimo di pensarla come vuoi. Ma a me invece sembra che sia proprio grazie alle persone che la pensano come te se il sistema sopravvive.

Barzo ha detto...

L’undicesima ora, secondo Wikipedia, è un’espressione idiomatica che si riferisce agli ultimi momenti prima di una scadenza, o comunque all’imminenza di un avvenimento decisivo. L’uso di questo termine può farsi risalire alla Bibbia (la parabola dei lavoratori della vigna, in cui i lavoratori che iniziarono a lavorare nel vigneto all’undicesima ora ricevettero la stessa ricompensa di quelli che avevano iniziato a lavorare alla prima ora) o anche agli ultimi momenti della Prima Guerra Mondiale, che finì l’undicesima ora dell’undicesimo giorno dell’undicesimo mese del 1918.

http://www.serialmente.com/2008/10/12/eleventh-hour-1x01-resurrection/

Stefania Nicoletti ha detto...

Cangrande,
la risposta è nella tua stessa domanda.
Inoltre il giorno 11 del mese 11 alle ore 11... sembra tanto una firma. 3 volte 11, quindi 33. 33esimo grado.
Come a dire, se ce ne fosse bisogno: questa guerra è della massoneria.

Giovanni ha detto...

sei un grande! finalmente un blog che parla di massoneria in maniera seria!
lunga vita all'informazione..........quella sana!

www.carlodevisu.blogspot.com
www.carlodevisu.blogspot.com
www.carlodevisu.blogspot.com

Anonimo ha detto...

In aggiunta a quato detto da molti.
Come si chiama quella clinica milanese in cui ti operano pure se non hai niente, e così come nulla fosse ti levano un rene, se ti va bene... si chiama SANTA RITA!!!

Stefania Nicoletti ha detto...

Già.
E il primario si chiama Pier Paolo Brega MASSONE.

ricla ha detto...

Se parliamo di storia della Germania, come non citare le giornate 8 e 9 novembre? L'8/11 finisce la prima guerra mondiale, la notte del 9 novembre 1938 "notte dei cristalli", la notte del 9 novembre 1989, caduta del Muro di Berlino. Devo ricordare che la bandiera della DDR (Germania dell'Est) aveva al centro un bel compasso? Incredibile, con tutti i 365 giorni a disposizione, certi eventi focalizzati solo in due giorni nel mese 11. E poi i moti del 1848, scoppiati negli stessi giorni in Germania, Italia e Ungheria? A parte, come curiosità, vorrei ricordare anche l'11/11 come giornata di S. Martino e inizio del Carnevale (sì, del Carnevale, ex festa pagana assimilata dal Cristianesimo). Beh, a Colonia e in città vicine del Nord-Reno Westfalia il periodo del Carnevale inizia ufficialmente l'11 novembre alle ore 11 e 11.

Stefania Nicoletti ha detto...

Vero. Me lo ricordo bene, perché anni fa passai due settimane proprio a Colonia.
Il Carnevale inizia alle ore 11:11:11.
E se non ricordo male, il momento colu è il Rosenmontag, il Lunedì delle Rose...

Virginia Lupetta ha detto...

.

@ serpent of fire

Ho bisogno di parlarti. Dove posso scriverti? Se vuoi mi trovi su yt, puoi scrivermi un pvt lì? http://www.youtube.com/user/VirgoLupa


@ Francesco
Leggo sempre il tuo blog con molto interesse.

Non posso che concordare su quanto da te esposto.
Non avevo mai pensato neanche da lontano che la Golden Dawn e la Rosa Rossa potessero essere la stessa cosa, pur conoscendo la prima in maniera discreta.
Grazie, come sempre, per i tuoi contributi.

Anonimo ha detto...

pregasi leggere

http://www.loggia-rene-guenon.it/
sito/Studi/rgmassoneria/RG%20e%20Massoneria.htm

"inquadra" l'attuale fase mondiale nei "cicli" cosmici

Anonimo ha detto...

"....la prima parola è uguale al fondino di prima pagina di un quotidiano, il quale nacque proprio per far giungere messaggi in codice".
quale quotidiano si può sapere?

Serpent of Fire ha detto...

@Virginia Lupetta
La mia e-mail è serpent.fire.777@gmail.com
Il mio account skype è serpent_of_fire

Anonimo ha detto...

Ragazzi grazie a tutti davvero!
Questa è informazione!

Mario

Anonimo ha detto...

'I saw the power at the top'

"I saw the power at the top controlling everything. Towards the end of the investigation, I received a letter. It said: 'You have come to the door of power. If you try to enter through that door, we do not know what may happen.' Even if we could see something, this would only represent part of the whole. This power is much greater. I pushed that door ajar and saw what was inside. But I did not have time to go to the end. There was a power behind that door. But you cannot see the people who individually represent it. I don't think a prosecutor or a judge can enter through that door because they need evidence or proof of acts or offenses. But offenses can be tools. It is difficult for a judge to have access to what is behind that door because he has to act in reliance with concrete evidence at all times. Things are complicated inside. Perhaps a parliamentary commission may be useful in order to understand the goal and phenomena."

Stefania Nicoletti ha detto...

A proposito di stragi e rose rosse...
http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/italia/news/2008-11-12_112303474.html


Interessante anche questa notizia:

» 2008-11-12 16:20
EX MINISTRO FRANCIA,
HO INVENTATO FI
Incontri con Berlusconi nel 1993 e consulenti d'oltralpe
(ANSA) - ROMA, 12 NOV - La nascita di Forza Italia ha avuto un padrino finora sconosciuto: Charles Pasqua, ex ministro dell'Interno francese. Nel libro 'Ce que je sais... Un magnifique desastre, 1988-1995', che uscira' il 20 novembre in Francia, Pasqua riferisce di aver contribuito alla nascita del partito nel 1993, con una serie di incontri con Silvio Berlusconi a Macherio e attraverso la consulenza di due dei suoi consiglieri: William Abitbol e Jean-Jacques Guillet.


Giusto per capire chi è quello che l'Ansa definisce semplicemente "ex ministro"...

Charles Pasqua è un malavitoso corso e un vecchio resistente. Ha sposato la figlia di un contrabbandiere di alcolici canadese che aveva fatto fortuna durante il proibizionismo. Dirige la società Ricard che, dopo aver commercializzato assenzio, un alcool proibito, è diventata rispettabile vendendo anisetta. Tuttavia, la società continua a servire da copertura per ogni sorta di traffico in relazione con la famiglia italo-newyorkese dei Genovese, quella di Lucky Luciano.

Nello stesso periodo, Nicolas Sarkozy aderisce al partito gollista. Ben presto vi frequenta Charles Pasqua in quanto questi non è solo un leader nazionale, ma anche il responsabile delle sezione dipartimentale delle Hauts-de-Seine.
Nel 1982, Nicolas Sarkozy, terminati i suoi studi di diritto ed iscrittosi all’avvocatura, sposa la nipote di Achille Peretti. Il suo testimone di nozze è Charles Pasqua.

Malgrado il suo passato scottante, Charles Pasqua diviene ministro dell’Interno. Conserva il controllo della marijuana marocchina, e approfitta della sua situazione per legalizzare le altre sue attività, prendendo il controllo dei casinò, dei giochi e corse nell’Africa francofona. Intreccia anche dei legami in Arabia Saudita e in Israele e diventa ufficiale d’onore del Mossad.

Charles Pasqua, e con lui il giovane Nicolas Sarkozy, tradiscono Jacques Chirac per riavvicinarsi alla corrente Rothschild.

http://www.disinformazione.it/sarkozy.htm

Serpent of Fire ha detto...

Riporto alcuni estratti dal sito che vi invito a leggere integralmente:

Operation Sarkozy: the CIA agent at the presidency of the European Union

http://www.wariscrime.com/2008/10/04/news/operation-sarkozy-the-cia-agent-at-the-presidency-of-the-european-union/

"Nicolas Sarkozy. Born in 1955 he is son to a Hungarian catholic nobleman, Pal Sarkösy of Nagy-Bosca, who sought refuge in France after fleeing the Red Army, and to Andree Mallah, a Jewish commoner from Thessalonica.
...
He wove ties with Saudi Arabia and Israel and became an officer of honour to the Mossad.
...
The new element was that Charles Pasqua and along with him, the young Nicolas Sarkozy, betray Jacques Chirac in order to join the Rothschild current.
....
Way before the Iraqi crisis, Frank Wisner Jr. and his colleagues at the CIA plan the destruction of the Gaullist current and the coming to power of Nicolas Sarkozy."

Mi risulta che Sarkozy sia un massone-ebreo del Grande Oriente di Francia.

Invece Tony Blair, nostro futuro presidente nel 2009 della EU grazie al trattato di Lisbona che tra gli l'altro accorpa la NATO, è un ebreo-templare.

Tanto per terminare sono ebrei anche il presidente della Germania Angela Merkler e della Georgia Saakashvili, quello che è stato preso a calci nel deretano dai Russi per aver tentato di creare una base di Israele per attaccare l'Iraq.

Opss ma lo è anche Frattini e pure il vice di Obama ovvero Rahm(-bo) Emanuel ex direttore della fallita Freddie Mac ed il cui papà è stato un famoso sterminatore di palestinesi in patria (così inquadrate chi è veramente Obama).

Ma come mai tutti questi ebrei nei posti chiave del potere? Il nuovo tempio di Salomone è sempre più vicino...

Marco P ha detto...

Dalla mezzanotte inizia il giorno 13.11.2008. Somma 7. Ricorrono tutti i numeri rituali della RR: giustizia, morte, rosa rossa.
E oggi la storia siamo noi, proprio alla 23,30, si incentrerà tutti su maurizio Costanzo.
Un bel caso non vi pare

Serpent of Fire ha detto...

Un altro ebreo si sta occupando in questi giorni di azzittire blog come questo. Preparatevi alla clandestinità (usate nick name e spostate i siti in Russia):

PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa del deputato LEVI

Nuova disciplina del settore dell'editoria e delega al Governo per l'emanazione di un testo unico delle disposizioni legislative in materia di editoria

Presentata il 9 giugno 2008

http://www.camera.it/_dati/leg16/lavori/schedela/apriTelecomando_wai.asp?codice=16PDL0014370

Dal blog di Grillo:

Legge che va ribattezzata in Levi/Veltroni grazie alle nuove clausole.
In sostanza:
- ogni blog è equiparato a un prodotto editoriale
- ogni blog che pubblica Adsense di Google o banner può risponderne all'Agenzia delle Entrate
- ogni blog deve iscriversi al ROC (Registro degli Operatori di Comunicazione)
- ogni blog è soggetto alle norme sulla responsabilità connessa ai reati a mezzo stampa
- ogni blog che non si iscrive al ROC può essere denuciato per il reato di "stampa clandestina": due anni di carcere e sanzioni economiche

Stefania Nicoletti ha detto...

In realtà quel disegno di legge, passato "alla storia" (purtroppo) come Legge Levi-Prodi, è di un anno fa. Elaborato ad agosto 2007 e approvato ALL'UNANIMITA' dal Consiglio dei Ministri. Alcuni dei quali - e non faccio fatica a crederlo - non l'avevano neanche letto.

In pratica la legge considera i blog (TUTTI i blog) come prodotti editoriali e, tra le altre cose, li obbliga ad avere una società editrice e un giornalista iscritto all'albo come direttore responsabile.

Antonella Randazzo lo spiegò molto bene nel suo blog:
http://antonellarandazzo.blogspot.com/2008/04/informazione-e-internet.html

Stefania Nicoletti ha detto...

Dimenticavo...
Approvato all'unanimità il 12.10.2007. Data a somma 13. Ma sarà un caso.

Stefania Nicoletti ha detto...

E dimenticavo un'altra cosa...
Il Beppe nazionale deve smetterla di lamentarsi e di sbraitare proprio come un Grillo cantarino. Questa legge non toccherà minimamente il suo blog. Lui può stare tranquillo, non avrà alcun problema. Con i mezzi finanziari e mediatici che ha... Per non parlare del suo editore, la Casaleggio Associati.

Anonimo ha detto...

valgono anche gli anagrammi e gli altri giochi?

Anonimo ha detto...

gul. con due puntini sulla u. vuol dire rosa.

Anonimo ha detto...

Scusate ma le informazioni andrebbero verificate prima di essere postate. Altrimenti una ca**ata come quella contenuta nel copiaincolla da disinformazione.it qui sopra rischia di inficiare il valore della discussione.

La Ricard (e così TUTTE le altre storiche etichette, come Pernod, che oggi vendono anice) ha iniziato a produrre distillati a base d'anice quando le auorità vietarono l'uso di assenzio (che pare dia assuefazione. Questo era il distillato preferito dagli artisti del Romanticismo parigino, ad esempio.) e non il contrario, come l'articolo, abilmente devo dire, tenta di far credere. Non conoscendo la realtà dei fatti, si è portati a credere che la Ricard abbia prodotto e venduto illegalmente distillato di assenzio, cosa che è del tutto falsa. Il fine è quello di dipingere con tinte ancora più fosche il Sig. Pasqua. Che potrà benissimo essere un losco figuro, ma non ha guidato una società in passato dedita al contrabbando di sostanze vietate. Il dubbio, quindi, sorge spontaneo: quante altre ca**ate del genere, abilmente spacciate per controinformazione, sono presenti in quanto viene riportato?

Cordiali saluti
FBM

Anonimo ha detto...

FBM, quel che lei dice necessita di esser prrovato come quel che riporta Disinformazione, lei ha modo di dimostrarci che la sua obiezione sia veritiera?

Anonimo ha detto...

Certo: perchè la mia famiglia viene dal lato svizzero del confine Franco-Svizzero. E lassù l'assenzio era bevanda comune, prodotta anche a livello casalingo (un po' come la grappa, o ancor meglio il genepy qui in Italia). Le stesse famiglie fornivano distillato e/o foglie e fiori di assenzio ai grandi produttori (che si approvvigionavano pure autonomamente). Tutto finì nel 1915, quando l'assenzio venne messo fuori legge. I contadini smisero l'autorpoduzione e il rifornimento ai grandi, i grandi intrapresero la produzione di anice. Fu un'economia che morì così, da un giorno all'altro, in quelle zone.

Aggiungo che una certa produzione di assenzio (a livello davvero casalingo) esiste a tutt'oggi. E che ci sono recenti studi che tenderebbero a smentire le accuse a suo tempo formulate contro l'assenzio. Si diceva che portasse alla pazzia, per via dell'assuefazione. Se non erro sono stati intrapresi pure dei passi ufficiali a livello europeo per, quantomeno, richedere l'effettuazione di studi aggiornati. Chissà che non si torni, un giorno, ad avere l'autentico Pernod? :-)

Cordiali saluti

FBM

Giovanni ha detto...

A FBM,
Complimenti per il Suo intervento documentato. Dico documentato perché avendo rapporti con la Francia conosco un pochino anch’io la storia dell’assenzio. Che pena però vedere in altri interventi i soliti argomenti triti e ritriti contro gli ebrei. Un saluto. Giovanni.

Arthur ha detto...

Mah, mi sembrava che l'ipotesi dell'arma del mestolo di rame fosse stata più volte ufficialmente smentita e ho letto adesso che la traccia di rame era infinitesimale e che potesse derivare da un cantiere del vicino.

Ufficilamente in effetti si è poi parlato del fatto che non fossero stati usati gli zoccoli ma qualcosa d'altro, quindi potrebbe avere ragione anche lei.

L'unica cosa che davvero mi sono sempre chiesto io è questa: in generale, COME FUNZIONA LA TECNOLOGIA DELLE PROVE DA SATELLITE???? Con quale frequenza, con quanta precisione riprendono un luogo???
Se davvero sai che nessuno è entrato e nessuno è uscito, allora quali dubbi ti possono rimanere???

Questo è il punto più importante di tutte le questioni e mai nessuno che lo spieghi chiaro e tondo.

Ultima cosa, riguardo a quello che lei dice su Massoneria e Religione.
Provi a riguardarsi un sacco bello con Verdone:
All'inizio del dialogo con il prete Mario Brega chiede al figlio se è entrato in una setta di Carbonari o Masoni, e subito il prete lo corregge, "Semmai Massoni Mario". Alla fine del dialogo però, il prete non si ricorda neanche più con chi Ponzio Pilato si lavò le mani (Gesù Cristo).

Giovanni ha detto...

A FBM,
Per quanto riguarda l’assuefazione le cronache parigine della Belle Epoque riportavano comunque che gli effetti devastanti dell’assenzio sulla psiche umana si differenziavano nettamente dalle altre bevande alcoliche (Toulouse-Lautrec descrisse in alcune lettere questi effetti e non dimentichiamo Baudelaire e Rimbaud) e, con il senno di oggi e leggendo appunto gli effetti descritti a quei tempi sui giornali, Le dirò che non noto molta differenza fra l’assenzio e le droghe attuali, in specie quelle sintetiche. Un saluto. Giovanni.

Serpent of Fire ha detto...

@Giovanni

Infatti qui non si sta parlando del popolo israeliano (evidentemente non vedi l'ora di dare dell'anti-semita a qualcuno), ma di quelli che vengono chiamati in Germania, Polonia ed in Inghilterra ASHKE-NAZI. Prendiamo ad esempio Tony Blair:

http://en.wikipedia.org/wiki/Tony_blair

"Blair was born at the Queen Mary Maternity Home[1] in Edinburgh, Scotland on 6 May 1953,[2] the second son of Leo and Hazel Blair (née Corscadden). Leo Blair, the illegitimate[3] son of two English actors, had been adopted by a Glasgow shipyard worker named James Blair and his wife Mary as a baby. Hazel Corscadden was the daughter of George Corscadden, a butcher and Orangeman who had moved to Glasgow in 1916 but returned to (and later died in) Ballyshannon in 1923, where his wife Sarah Margaret née Lipsett gave birth to Blair's mother Hazel above her family's grocery shop.[4][5] The Lipsett family in Donegal supposedly originated with a German Jewish immigrant to Ireland prior to the 18th century.[6] George Corscadden was from a family of Protestant farmers in County Donegal, Ireland,[7] who descended from Scottish settlers that took their family name from Garscadden, now part of Glasgow."

Siccome l'ebreo è tale solo per linea matriarcale, Tony è figlio di Hazel Corscadden che è figlia di Sarah Lipsett che era una famiglia ebrea ashke-nazista...ops ashkenazita. Potrete trovare la medesima connessione nella famiglia reale dei Winsor.

http://en.wikipedia.org/wiki/Ashkenazi

Se un ebreo si accoppia con una non ebrea il figlio NON è ebreo. Questo è legato al DNA mitocondriale che si propaga solo con l'ovulo materno. Quindi il DNA di base rimane costante se si segue la linea di sangue materna.

http://en.wikipedia.org/wiki/Mitochondrial_DNA

"In sexually reproducing organisms, mitochondria are normally inherited exclusively from the mother."

A Tony Blair (un templare) è stato concesso di passare 'ufficialmente' dalla religione protestante a quella cattolica con la benedizione del papa-nazi Ratzingher per il buon lavoro effettuato con Bush (membro della Skull&Bones) nel genocido iraniano nella seconda guerra del golfo e per poter divenire presidente della EU nel 2009.

Sono secoli che gli ebrei si infilano nelle maglie del potere utilizzando le loro donne come cavalli di troia e cambiandosi il loro cognome per mascherare la loro provenienza. Nel medioevo gli ebrei accettavano di buon grado il battesimo cattolico considerandolo da una parte nullo e dall'altra un occasione per penetrare le maglie della società dove le colonie ebraiche si insediavano. Medicina, banche, commercio al dettaglio, media e politica sono i settori che generalmente presidiano e dai quali prendono controllo della società civile.

Vi rimando al libro di Ariel Toaff "Pasque di Sangue" per un esaudiente relazione sulle quello che combinavano gli ebrei nel medioevo (che è poi quello che continuano a fare tutt'ora).

http://www.vho.org/aaargh/fran/livres7/pasque.pdf

Per la cronaca Ariel Toaff non è un acerrimo anti-semita ma l'ex rabbino di Roma, esautorato da tutte le cariche dopo la pubblicazione di tale libro.

Il nuovo capo della comunità ebraica di Roma, Riccardo Di Segni, va a braccetto con il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia Gustavo Raffi come potete verificare su questo sito:

http://www.parvapolis.it/page.php?id=17368

Per chi volesse approfondire invece chi era veramente Adolf Hitler vi rimando a questo sito:

http://holywar.org/italia/txt/antinazi.html

Stefania Nicoletti ha detto...

FBM.
Intanto Disinformazione ha solo riportato un articolo di Thierry Meyssan (questo è link originale: http://www.voltairenet.org/article157210.html ) che, potrà piacere o meno, ma è un giornalista piuttosto documentato. Personalmente, ad esempio, non condivido molte delle cose che sostiene, ma non per questo rifiuto tutto quello che scrive. Anzi, trovo fondamentali molti suoi libri e articoli.

Poi. Non mi sembra che una sola frase possa inficiare il valore di quanto viene riportato.
A me, sinceramente, poco importa se l'assenzio fosse o meno illegale. Se poi vogliamo soffermarci solo su un particolare, cioè solo su "ha guidato o no una società in passato dedita al contrabbando di sostanze vietate?"... facciamolo pure. Ma non è questo il punto.
Il punto è che il signor Pasqua è un criminale. Finora pensavamo che Forza Italia fosse stata fondata da "soli" tre criminali (Berlusconi, Dell'Utri e Previti). Ora invece se ne aggiunge un quarto, stavolta di caratura internazionale e con un passato (passato?) non certo dei migliori.

Virginia Lupetta ha detto...

@ FBM

Ecco come ci inculano.

"ci sono recenti studi che tenderebbero a smentire le accuse a suo tempo formulate contro l'assenzio. Si diceva che portasse alla pazzia, per via dell'assuefazione."

Tutto il gran vociare dell'epoca non era contro l'assenzio in sé, perché l'artemisia absinthium contiene una minima dose di tujone e anche con l'osmosi in alcool non se ne ricava granché.

Venne messo fuori legge più che altro perché per dare il famoso sguardo dei "bevitori di assenzio" vi si aggiungevano 3 gocce di laudano, che è un derivato dell'oppio.
E quello si che da assuefazione.
Mettere fuori legge l'assenzio fu una delle tante leggiucole prive di efficacia che combattono il sintomo invece della causa.
Infatti gli oppiacei sono tutt'oggi un problema, mentre l'assenzio viene tranquillamente venduto in qualsiasi bar. Anche se l'artemisia absinthium (non le altre) è di difficile reperibilità, conosco personalmente chi se lo fa in casa e non è affatto assuefativo.

Insomma. Fu la solita caccia alle streghe, come ogni epoca vuole. Si fa credere alla massa che c'è qualcosa di mostruoso in quella cosa, la si demonizza e la si rende "negativa"... invece di fare qualcosa di concreto contro l'oppio, si sguinzagliano i cani contro l'assenzio per dare a bere alla gente comune "abboccona" che le autorità combattono le droghe...

Idem nei primi del 900 contro la marijuana che minacciava molti settori industriali quali: petroliferi, tessili, automobilistici con una fibra a basso costo. Si disse che TUTTA la marijuana era dannosa vietandone qualsiasi produzione, glissando però sul fatto che un tipo di marijuana NON contiene THC e quindi è una semplice piantina da cui si può estrarre una fibra resistentissima a costi ridicoli.

Oggi ce l'hanno con la stevia rebaudiana: una pianta le cui foglie contengono una sostanza dolcificante 100 volte più dello zucchero e a zero calorie... una minaccia troppo grossa per le case farmaceutiche che producono aspartame (dimostrato causa o concausa di malattie degenerative o mortali quali leucemia, cancro, distrofia, amnesie croniche e perdita delle capacità mentali).
Meglio sguinzagliare i NAS ad irrompere nelle erboristerie per sequestrare prodotti naturali contenenti stevia e dichiararla illegale a suon di mazzette.

Meglio continuare a far mangiare alla gente prodotti "senza zucchero" come la Cocacola Zero, sbandierando che "non ha conservanti e mai li avrà".... sorvolando però sul fatto che la coca cola non ha conservanti perché gli ingredienti contenuti non ne hanno bisogno e non perché è naturale. E sorvolando anche sul fatto che contiene aspartame, un ingrediente che uccide.

Dire l'ovvio - tacere lo sconveniente

Problema - reazione - soluzione

A me sembrano molto simili.

Serpent of Fire ha detto...

Per vostra informazione le sostanze come l'aspartame e il sodio fluoride sono causa oltre che di malattie fisiche anche del blocco della capacità 'astrali'.

In particolare il sodio fluoride si va a fissare, come dimostrato da diversi studi, nella ghiandola pineale andando ad influenzare la regolarità del sonno e delle attività sessuali. Sia il sonno che le attività sessuali sono utilizzate in magia per il risveglio della kundalini e gli esercizi per staccare il corpo astrale dal corpo fisico.

E' quindi chiaro che ci mette il sodio fluoride nei dentifrici e nei colluttori mira a bloccare i possibili soggetti che si potrebbero 'risvegliare' e dare fastidi all'elite attraverso il loro occhio ciclopico o ciclico o terzo occhio (ricordate la mitologia dei titani Golia e Polifemo?).

Barzo ha detto...

BUONGIORNO A TUTTI!!
Nonostante la data nefasta, ricordatevi di cantare macheccefrega macheccemporta.

e smettetela di correre ogni due minuti sui siti per cercare qualche strage o morte importante :)

Virginia Lupetta ha detto...

@ Serpent

Esatto! E non solo. Pensa solo al fatto di bere il latte di animali di specie diverse dalla nostra, che veicola informazioni sul dna destinato ai vitelli (e non certo agli umani di pochi mesi). Ci sono moltissimi sistemi per bloccare il risveglio della kundalini. Ad esempio le frequenze della musica, della tv, delle campane... Parte delle sostanze contenute nelle chemtrails si fissano nel nostro corpo. Senza tenere conto delle polveri sottili che respiriamo ogni giorno.
Infine, quando ormai abbiamo passato un'esistenza con le ali tarpate, dirottati a focalizzare le cause sbagliate dei falsi problemi, costretti ad ingerire cibi malati e farmaci chimici, sentendo ogni giorno che "qualcosa non quadra, ma cosa?" veniamo sistemati in una specie di cassa magnetica al contrario, che impedisce alla nostro corpo sottile di uscire.

Penso che al giorno d'oggi è bene conoscere l'esoterismo, non tanto per cultura personale o per sostenere una conversazione filosofica, bensì per sapersi difendere.

Anni fa lavoravo per uno strano personaggio, ammanicato un po' ovunque. In casa sua notai alcuni libri... uno fra tutti "difesa magica". Poi venni a sapere che era un massone dichiarato.
All'inizio non capivo perché ce l'avesse tanto con me... poi capii: essendo pagana indossavo simboli che lui conosceva bene... Fatto sta che alla fine - nonostante l'ottimo lavoro svolto - fui gentilmente licenziata.

Vabè, grazie per l'indirizzo, poi ti scrivo con calma :)

novus ha detto...

Ciao a tutti e ancora complimenti per questo illuminante post.

Vorrei aggiungere una cosa su Dante e il suo rapporto con i Templari.

Secondo il Boccaccio, Dante risiedette a Ravenna dal 1318, anno in cui conclude la Divina Commedia, fino alla morte avvenuta nel 1321.

In quegli anni Ravenna aveva una particolarità unica: l'arcivescovo Rainaldo nel 1310 aveva dichiarato che, contrariamente alla bolla inquisitoria sentenziata da CLemente V che voleva mandare al rogo i Templari come eretici, nelle zone sotto la giurisdizione dell'arcivescovado di Ravenna i Templari invece potevano liberamente vivere e ritrovarsi.

Per alcuni anni questa particolarità legislativa rimane, tanto che si fecero svariati concilii tra cristiani e Templari, di cui però non c'è praticamente rimasta traccia. Forse in questi incontri la setta ha deciso quale percorso intraprendere per il suo futuro, dato che era l'unico luogo in cui i Templari di tutta Europa potevano vivere.

Non penso sia un caso che Dante abbia vissuto a Ravenna proprio in questi anni.

Grazie di tutto!

Anonimo ha detto...

Serpent ti ringrazio, involontariamente hai confermato quanto appresi da un "maestro" di yoga kundalini, ovvero che la pineale viene, diciamo così "calcificata" da additivi e sostanze presenti nei prodotti di uso quotidiano, come ad esempio il fluoro nei dentifrici (oltre ad altre cose).
Io personalmente da ormai qualche anno uso esclusivament eil miele per dolcificare e utilizzo dentifricio senza fluoro, tra l'altro ne uso poco lo stesso, poiché l'azione meccanica delle spazzole è più che sufficiente.
Purtroppo consumo carne, una volta la settimana, sebbene (ma non sono un nutrizionista) pare che anc'essa abbia caratteristiche "negative".

Anonimo ha detto...

Ok, Nicoletta, perfetto.

Ma se il Sig Pasqua è, come dite, un criminale, perchè cercare di eggiorarne ancora l'immagine attraverso l'uso di frasi ad effetto, in definitiva false? Tutti qui il problema che sollevavo. Perchè poi uno, sapendo che la storia della vendita di "alcool proibito" è falsa, potrebbe essere portato a credere che pure tutto il resto dell'articolo è, per così dire, scricchiolante quanto a rispondenza al vero.

Per il resto, mi riferisco agli altri interventi, è vero: l'assenzio pagò il conto per tutti. Tant'è che chi ancora se lo produce e lo beve, non è folle, né lo diventa, né soffre di allucinazioni eccetera (naturalmente non bisogna abusarne, come per qualsiasi superalcoolico).

Cordiali saluti
FBM

Virginia Lupetta ha detto...

13 - un numero niente male

Vorrei sottolienare alcune cose. Trovo scandalosa la confusione che regna anche fra chi sostiene tesi esoteriche.

Premessa.
I simboli sono ciò di cui li incarichiamo. Mi spiego. Il distintivo della polizia, da solo, non sgomina i banditi. Ci vuole che il poliziotto sia ligio, che creda nel suo lavoro e che sia ben addestrato.

Così il 13, il pentacolo, la croce, il triangolo e anche il simbolo della squadra di calcio.

Facciamo un po' di storia.
Vi siete mai chiesti perché il 13?
Anticamente i culti religiosi erano tutt'uno con la magia, non c'era differenza concettuale fra l'uno e l'altro. E dall'epoca preistorica fino a quella arcaica, il potere centrale era femminile. Le donne, cioè, gestivano la società, i rapporti con le altre tribù e anche le pratiche esoterico-religiose. Perciò i culti rispecchiavano la sfera femminile. Le donne antiche avevano un ciclo mestruale collettivo (tutte negli stessi giorni) e perfettamente a ritmo con le lunazioni. Quindi 12 lunazioni annuali più una (che avviene ogno anno e mezzo) chiamata Luna Blu.
La tredicesima luna è quella più importante, quella più esotercamente parlando, più potente.
Così anche i gruppi iniziatici femminili cominciarono ad osservare il numero 13, perché strettamente legato al concetto di potere creativo e generativo, perciò positivo.
Ancora oggi molte congreghe stregonesche rispettano il 13 e utilizzano questo numero per la magia creativa (cioè non distruttiva).

Solo più tardi, quando l'uomo, riscrisse la storia al maschile, cancellando secoli di magia positiva e pacifici rapporti fra i popoli, si notarono nuove connotazioni.

Pensate adesso ai 12 apostoli + il Cristo.
Ai 13 cavalieri della tavola rotonda.
E, più recentemente, ai primi 13 stati americani che diedero vita agli USA.
E oggi ai primi 13 stati che hanno dato vita all'UE.

Il 13 quindi ha subito un radicale cambiamento di simbolismo, da positivo-creativo-costruttivo a negativo-degenerativo-distruttivo.

Ora.
Nei secoli c'è stato un sistema di marketing per far sì che la gente evitasse questo numero, facendole credere che porta sfiga, il famoso "13 a tavola che porta sfortuna".
Invece lo scopo era allontanare la massa-bue da un numero potente e materialmente generativo.
(Stessa politica adottata per tutto ciò che può elevarci, mica solo per il 13)

Perciò, davvero credete che per combattere il male puro dovremmo temere il 13? Al contrario dobbiamo riappropriarcene, restituendogli il giusto valore. Usarlo in quanto strumento positivo. Fare cose costruttive, azioni positive proprio in giorni che cadono col 13.

Casualmente oggi è 13 di luna piena ;)

Barzo ha detto...

http://www.repubblica.it/ultimora/24ore/RAI-DONADI-(IDV)-NIENTE-ROSA-RESTA-ORLANDO/news-dettaglio/3407528

Anonimo ha detto...

"Le donne antiche avevano un ciclo mestruale collettivo (tutte negli stessi giorni) e perfettamente a ritmo con le lunazioni"

Non so su che base poggi questa asserzione, detta così si può dire tutto ed il contrario di tutto, come possiamo sapere che tutte le donne antiche (quanto antiche poi?) avessero il mestruo tutte contemporaneamente? Suona bizzarro, magari è pure vero, ma sulla base di cosa dovremmo convincercene, esistono studi storici, testimonianze ecc...?

Anonimo ha detto...

Una componente da non sottovalutare è il sesso, soprattutto il fatto che con immagini subliminali ecc... si cerchi di correompere i bambini, di farli crescere con turbe e disturbi vari...
http://www.corriere.it/cronache/08_novembre_13/libro_erotico_bambini_03a58d20-b178-11dd-a7b7-00144f02aabc.shtml

Arthur ha detto...

Virgina Lupetta,

"Facciamo un pò di storia: le donne anticamente..."

Ma anticamente quando? Già parti male.
Si dice che gli Etruschi fossero una civiltà per alcuni tratti matriarcale, perchè tenevano le donne in grande considerazione, a differenza dei Greci e dei Romani, si è visto poi come sono andate le cose.

Tutti le civiltà che si sono infrocizzate troppo o che si sono lasciate comandare da donne od eunuchi sono finite in breve tempo. Riflettici sopra.

Arthur ha detto...

Dell'epoca preistorica puoi dire quello che vuoi, tanto tutti possono dire tutto.

Serpent of Fire ha detto...

@Anonimo non nutrizionista

Se pratichi la kundalini (e stai parlando con uno che ha tutti i chakra aperti e la kundalini rialzata), sappi che la nutrizione ha impatti sui centri in funzione dell'alimento utilizzato.

Ad esempio acqua, cereali, farina,verdura e frutta impattano sul quarto e terzo chakra corrispondenti rispettivamente ad aria e fuoco. Vino, sangue e carne impattano su i chakra secondo e primo corrispondenti ad acqua e terra. Il sangue e lo sperma, specialmente il mestruo, sono utilizzati nella magia nera (vedi la Donna Scarlatta di Aleister Crowley). Vi faccio riflettere pure sulla pratica giapponese del bukkake.

Quindi in funzione di che cosa mangi, il potere trasmutatorio dell'elemento fuoco ovvero del presso solare (stomaco), oltre a convertire il cibo in grassi, vitamine e proteine converte l'energia astrale associata al cibo ingerito in energia eterica necessaria ad alimentare uno o più dei centri occulti.

Quindi ti consiglio di alimentarti in funzione del lavoro che intendi svolgere su te stesso.

@Virginia Lupetta

I numeri nella cabala esoterica sono associabili a delle idee divine. Il numero prodotto dalla somma teosofica è un inidicazione per il mago che la sua volontà è stata eseguita dal mondo astrale o mentale. Questo è il motivo della precisione maniacale sulle date e sulle ore. In funzione del numero, a cui tramite la gematria si associa un ben preciso significato, si può trarre gli asuspici per un buon affare o un cattivo evento. E' quindi allo stesso tempo un sistema di divinazione e di comunicazione allegorico tra il mondo astrale/mentale ed il mondo fisico.

Grosso modo i numeri hanno il seguente significato:
1) l'assoluto
2) la pipolarità (Uranos-Kronos)
3) la trinità spirito-anima-corpo
4) gli elementi (aria, acqua, fuoco, terra) ed il tetragrammaton
5) il microcosmo (il corpo fisico) e la quintaessenza
6) il macrocosmo (il corpo astrale)
7) i centri occulti e la somma perfetta del 3 e del 4
8) il mondo mentale (animico)
9) il mondo astrale (elementari, spiriti)
10) il mondo fisico

I numeri vanno per importanza dal numero 10, che rappresenta il regno, al numero 1, che rappresenta la Corona. Tutti gli altri numeri dopo il 10 vanno sommati per ottenere un numero da 1 a 10. Ad esempio 29 = 2 + 9 = 11 = 1 + 1 = 2.

I numeri sono anche legati alla geometria (triangoli, quadrati, pentagrammi, esagrammi, ...) ed alle lettere come conosciuto prima dai greci (Pitagora) e successivamente dai cabalisti. Ogni lettera è messa in relazione ad un numero e la somma dei numeri di una parola fornisce un idea divina.

Quello che ho detto non esaurisce ovviamente l'argomento che è molto più vasto.

Riguardo il numero 13 suggerirei anche il fatto che lo zoodiaco è composto da 13 anzichè 12 segni. Il tredicesimo segno è l'Ofiocus posto tra lo scorpione ed il saggittario chiamato anche il SERPENTARIO:

http://it.wikipedia.org/wiki/Ofiuco_(costellazione)

Inoltre sempre al numero 13 legherei i pezzi in cui fu suddiviso mitologicamente OSIRIDE, ucciso dal fratello SETH e successivamente ricomposto e riportato alla vita da ISIDE a meno del fallo, rappresentato nei templi egizi con l'OBELISCO (ed a Roma ce ne sono di obelischi, altro che religione cristiana!!!)

Riguardo alla protezione contro gli elementari, per la gioia della Golden Dawn, vi ricordo che tutto ciò che immaginate si proietta sul mondo astrale che è inferiore al nostro.

Quindi per tenere a distanza un elementare, piuttosto che disegnare un cerchio con un pentagramma, vi mettete a letto ed immaginate una sfera intorno a voi con il centro grosso modo all'altezza del vostro ombellico. Funziona esattamente come il pentagramma e lo potete estendere anche ai famigliari che vivono nello stesso appartamento.

Stessa cosa per quanto riguarda la spada. Gli elementari e le larve hanno paura della punte perchè avendo una consistenza instabile possono essere dissolti moto facilmente con una spada o un GLADIO. Senza utilizzare una spada potete immaginarne una in mano da utilizzare contro l'elementare.

Per finire questo piccolo bignami sulle protezioni eteriche, vi consiglio l'esorcismo utilizzando il nome di Gesù che però deve essere pronunciato nella sua accezione grega ovvero Iēsoûs (mi raccomando di marcare le vocali se no non funziona) sussurato per almeno 3 volte.

Virginia Lupetta ha detto...

@ artur

Mi dispiace tantissimo che tu non abbia mai aperto un libro di antropologia in vita tua, ma ti assicuro che l'epoca preistorica è ben documentata e non è affatto vero che si può dire qualsiasi cosa. Dire "dalla preistoria all'epoca arcaica" è molto specifico sul lasso di tempo che si sta analizzando.

Sorvolo poi sul pensiero clava-in-testa col quale affermi che "Tutti le civiltà che si sono infrocizzate troppo o che si sono lasciate comandare da donne od eunuchi sono finite in breve tempo." perché dimostra quanto poco sai sulla storia.




@ Serpent
Sì! il 13° segno :D
Quello mi era proprio sfuggito al momento.

E, a proposito della pineale, se non sbaglio è anche chiamata la lancia del destino, c'è un bell'articolo che ti segnalo a riguardo: http://www.fantapolitik.com/2008/03/31/la-lancia-del-destino/

Anonimo ha detto...

@Lupetta
ti appoggio riguardo la bassezza del discorso di tale arthur sulle civiltà "infrocite".

Resto davvero scettico, fino a prova contraria, in merito al fatto ch elibri di antropologia possano asserire che in antichità le donne avessero il mestruo tutte nel medesimo giorno.

Virginia Lupetta ha detto...

@ anonimo
Ehehehe lo so che è dura da capire, ma ti assicuro che accade tutt'oggi ai gruppi di donne che lavorano insieme ad esempio o che convivono per lunghi periodi.
E' capitato anche alla sottoscritta con una mia cara amica e un'altra volta quando ho lavorato per 6 mesi in un'azienda di cosmetici dove eravamo solo donne.
E' un'esperienza molto strana, e testimonia quanto il ciclo mestruale abbia qualcosa di "magico", che trascende dal malinteso tabù odierno.
La società tende a far sì che sia nascosto (assorbenti invisibili con cui puoi anche buttarti col paracadute e nessuno sospetterà nulla...) e quindi lo ha fatto diventare un argomento imbarazzante, di cui è meglio non parlare. Insomma: da sacro elemento rituale offerto agli Dei, a sgradevole funzione fisica, sinonimo si scocciature e stati d'animo "lunatici"... appunto.
Che tristezza -___-

Grazie per l'appoggio :)

Anonimo ha detto...

Lessi tempo fa su qualche quotidiano di una ricerca scientifica che dimostrava come le donne che vivono a stretto contatto sincronizzino i loro cicli mestruali.
Ricordo infatti che, quando ero ragazza, io mia madre e mia sorella avevamo il ciclo tutte e tre sempre negli stessi giorni. Mi accadde anche in seguito quando, all'università, vivevo con altre ragazze.
Nulla di campato per aria quindi, che le donne che vivono in comune abbiano i cicli sincronizzati.

anonima

Barzo ha detto...

@ lupetta:
io lo uso come sistema per pagare l'affitto: ogni volta che trovo un assorbente in giro x il bagno lasciato dalla coinquilina, mi ricordo che è passato un mese :)

tomas ha detto...

Caro Paolo, Solange e Stefania, io vi consiglio di fare molta attenzione quando persone come Serpent of Fire cominciano a scrivere nei vostri blog e argomentano contro gli ebrei e il complotto ebraico ecc ecc Allora, un conto è discutere di cose che effettivamente sono sotto gli occhi di tutti (ci sono famiglie di banchieri importanti come i Rothschild che sono personalità dubbie, costituiscono una lobby fortissima e sono anche ebrei), un conto è sempre questa storia dell'ebreo brutto e cattivo. Io penso che sia insostenibile dal punto di vista umano e non sempre supportata da prove. In più poi si offre una bella mano a chi vorrebbe trovare degli argomenti per chiudere il vostro blog. Basta con queste generalizzazioni, anch'io ho discusso con un ex-compagno d'università, ebreo, cose che non mi piacciono dell'ebraismo contemporaneo e della politica di Israele ma lo faccio dal punto di vista di uomini. Ci sono ebrei stronzi, certo! Così come ci sono cristiani, finanche buddisti cattivi. Prendere di mira un popolo ci allontana, però, dal pensiero che qui si discute di uomini che giocano a fare Dio e che sono pericolosi per l'umanità in generale. Dell' origine di alcuni di loro (alcuni, mica tutti!)ci può interessare per capire certe dinamiche, ma solo in questo senso relativo. Ripeto: attenzione, anche perché certi discorsi alimentano odio e secondo me sono psicologicamente dannosi. Shalom

Federico ha detto...

@ Serpent

Dici:
Se pratichi la kundalini (e stai parlando con uno che ha tutti i chakra aperti e la kundalini rialzata), sappi che...

ma dai!!!!! tutti i chakra aperti.... scusa ma con questa affermazione ti sei totalmente squalificato, a mio parere.
Mi spieghi come puoi dire una cosa simile? E cosa significa per te avere tutti i chakra aperti?

Paolo Franceschetti ha detto...

Tomas anche io non penso che il problema siano gli ebrei, ma gli uomini.
Tuttavia è anche vero che spesso rifacendosi alla storia del passato è necessario andare per categorie, ed è inevitabile che la storia del mondo venga scritta attraverso la storia dei popoli, ebreo, cinese, pellerossa, americano ecc...

Per il resto, abbiamo deciso di non censurare nulla e manterremo questa linea. Abbiamo scritto cose ben più gravi di qualche generalizzazione sul popolo ebreo, e non credo che il blog chiuderà per questo.
Ti devo dire che per me è ancora un mistero il motivo per cui esso rimane aperto tuttora.
Comunque, le cose che dice Serpent le trovo molto interessanti anche se alcune le devo approfondire perchè non le capisco.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 360   Nuovi› Più recenti»