giovedì 6 novembre 2008

Il mistero dei rosacroce. E la Rosa Rossa.






1. Premessa. 2. I Rosacroce. 3. La Rosa Rossa o Golden Dawn. 4. Il problema dei Rosacroce. Il rapporto con il Cristianesimo. 5. Gli omicidi della Rosa Rossa. 6. Il sistema della Rosa Rossa. 7. La Rosa Rossa nel cinema nella letteratura e nelle arti. 8. Conclusioni. Il mistero dei Rosacroce. 9. Bibliografia.


1. PremessaAbbiamo spesso parlato in questo blog dei delitti della Rosa Rossa. A partire dai delitti del mostro di Firenze, per passare da Pantani, Fois, Cogne, Erba, Garlasco, Meredith. Vediamo quindi cos’è e come funziona questa organizzazione.
Prima di capire cosa è oggi, e come essa agisca nella politica e nella finanza, dobbiamo partire dai RosaCroce, per poi parlare specificatamente della Rosa Rossa e imparare a riconoscerla nella politica quotidiana, ma anche nella cronaca.
E’ necessario, per capire bene alcune delle problematiche, leggere anche il nostro articolo “Il trattato di Lisbona e i suoi antecedenti storici e culturali. Breve storia della massoneria dal 1300 ad oggi”. E’ opportuno leggere anche gli articoli “L’omicidio massonico parte 1” e la parte 2, relativa al delitto Pantani e Fois per non ripetere gli stessi concetti (i link li trovate alla fine dell’articolo). Questo articolo dunque presuppone la conoscenza degli altri.
Non saremo brevi, perché tenteremo di riassumere i punti principali di quella che è un’organizzazione che tiene le fila del potere da secoli, e che costituisce al tempo stesso uno dei misteri maggiori dell’umanità, i rosacroce.




2. I RosacroceI rosacroce, con questo nome e come organizzazione autonoma, entrano sul palcoscenico del mondo nel 1614. Prima di allora nessuno ne aveva mai sentito parlare né aveva mai sospettato la loro esistenza.
In quell’anno, a Kassel, in Germania, vennero pubblicati i primi manifesti Rosacrociani: la Fama Fraternitas, e la “Riforma generale e universale del mondo intero”.
L’organizzazione, cioè esce per la prima volta allo scoperto in un modo singolare e destinato a produrre un forte dibattito che durerà in tutti i secoli successivi e che ancora oggi non è del tutto sopito.
In questi manifesti in sostanza essi annunciano al mondo la loro esistenza.
Essi sostengono di essere stati fondati da Christian RosenKreutz, che sarebbe nato in Germania nel 1378 e sarebbe morto a 106 anni, nel 1484; sostengono di avere il dono dell’invisibilità e di poter parlare tutte le lingue. Invitano chi vuole aderire alla loro confraternita a manifestare la loro intenzione, ma affermano che chi vuole diventare dei loro non deve cercarli; saranno loro a trovare il nuovo adepto, qualora lo considerino degno.
Essi hanno un piano di riforma universale, politica, religiosa ed artistica il cui fine è il miglioramento del mondo intero.
Nel manifesto rosacrociano compaiono alcune delle loro regole base:
- Curare i malati senza compenso
- Adattarsi agli usi e costumi e modo di vestire del paese in cui si trovano
- Adottare la sigla RC per le associazioni che essi fonderanno (o anche CR. La Rosa Rossa ovviamente adotterà la RR).

Il loro simbolo è una rosa rossa, incastonata su una croce d’oro. Sotto alla Croce compare un pellicano che dà da mangiare ai suoi piccoli.
La loro sapienza si rifà alla tradizione Cristiana ma anche alla Cabala, all’alchimia, ai Tarocchi e alle dottrine orientali induiste e buddiste.
Se per qualcuno tutto ciò può sembrare un guazzabuglio sconclusionato, probabilmente ha ragione chi dice che la conoscenza e la sapienza dei Rosacroce sono difficilmente eguagliabili. Non solo perché – non a caso – furono Rosacroce le persone più influenti e geniali di tutti i tempi (da Dante, a Paracelso, Leonardo, Comenio, Galileo, Bacone, Shakespeare, Leibniz, Cartesio, ecc...), ma perché, leggendo gli scritti Rosacrociani, si ha spesso l’idea che costoro abbiano realmente un grado di conoscenze più elevate della media. E’ sufficiente leggere un romanzo dell’800, “Zanoni”, scritto da Edward Bulwer Lytton, probabilmente un Rosacroce. Un romanzo semplicemente stupendo in cui si riconosce, al di là della parte di fantasia, un sapere e una conoscenza superiore a quello di molti scienziati di oggi, e vi si trovano risposte soddisfacenti a molti dei più elementari quesiti riguardo alla vita e alla morte, quesiti che tutt’ora la nostra scienza continua a porsi senza dare alcuna risposta convincente.

A questi manifesti seguì un intenso dibattito negli anni successivi, in tutta Europa, che vedeva contrapporsi coloro che sostenevano che i Rosacroce non esistevano, e coloro che invece ne sostenevano l’esistenza.
Umberto Eco, scrivendo una prefazione ad un recente libro “Storia dei Rosacroce” di Paul Arnold, dice che i rosacroce non si sa se effettivamente esistono veramente o se siano una leggenda. Anche perchè - aggiunge lo studioso - i Rosacroce non si manifestano mai all’esterno; un vero Rosacroce non direbbe mai che è un Rosacroce. E se qualcuno dicesse che è un rosacroce, vorrebbe dire che non è un Rosacroce.
Ci sarebbe da chiedere a Eco come mai uno con la sua cultura si scomoda a fare la prefazione ad un libro che parla di un’organizzazione di fantasia, e perché ne parla anche nei suoi libri. Darsi tanto da fare per studiare e capire un’organizzazione inesistente sembra un controsenso, specie per una persona colta come Eco.

La verità è che i Rosacroce esistono, e quando uno conosce un po’ i simboli e la storia di questa associazione, li riconosce immediatamente, specie perché alcuni rosacrociani lasciano dietro di sé tracce di ogni tipo, peggio di Pollicino (Umberto Eco arriva pure a farsi fotografare con una rosa rossa in mano nel libro “i 100 libri che dovete senz’altro leggere prima di morire”; e anche in altre occasioni ha sempre questa rosa tra le mani).

L’esistenza dei Rosacroce è attestata da una vasta letteratura in tema, dalla loro simbologia che compare ovunque, nelle logge massoniche e nella tradizione muratoria in genere (il diciottesimo grado del Rito scozzese prende infatti il nome di “Cavaliere Rosacroce di Heredom”).

Attualmente, sono decine le organizzazioni che dicono di rifarsi ai Rosacroce, dalla AMORC, alla società Rosacrociana in Anglia, alla Golden Dawn e ad altre che ora non è il caso di menzionare.

Come associazione esoterica e segreta i Rosacroce nascono probabilmente attorno al 1200. Taluni la fanno risalire a Raimondo IV conte di Tolosa.

Uno dei padri spirituali dei Rosacroce è Dante; costui apparteneva ai Fedeli D’amore, un gruppo segreto che contestava duramente l’operato del papato e della Chiesa all’epoca, ma ovviamente non lo faceva in modo troppo aperto, perché a quell’epoca andare contro la Chiesa equivaleva a morire (più o meno come oggi occuparsi della Rosa Rossa… quando si dice la regola del contrappasso).
Esiste un legame intenso tra Rosacroce e Templari. Difficile dire se si tratti di due organizzazioni totalmente distinte che poi hanno fuso il loro sapere nei secoli successivi, oppure esistessero elementi comuni già nel 1200.
Comunque, certo è che Dante, nel momento in cui Jacques de Molay fu messo al rogo, era a Parigi e probabilmente fu colpito da quell’avvenimento che poi trasfuse nella sua Divina Commedia.
E altrettanto certo è che il sapere templare e Rosacrociano hanno molti punti di contatto.
Come abbiamo detto nell’articolo “Il Trattato di Lisbona e i suoi antecedenti storici e culturali; breve storia della massoneria dalle origini ai nostri giorni” furono i Rosacroce e i templari a fondare la massoneria ufficiale nel 1717, in modo da creare un’organizzazione complessa, ramificata in tutto il mondo, di cui la massoneria costituisca la base, mentre i Rosacroce costituiscono i vertici.

Non solo i Rosacroce esistono, ma la stessa Fama Fraternitas, affermando che gli iniziati alla RC hanno il dono dell’invisibilità e del parlare tutte le lingue, sotto forma di metafora diceva la verità.
I Rosacroce hanno veramente questi doni.
Parlano tutte le lingue perché comunicano per mezzo dei mass media, dei libri, delle canzoni di successo, veicolando messaggi di vario tipo. E comunicano per mezzo di simboli, quindi un linguaggio universale e riconoscibile da tutti. Se viene ucciso Haider, ad esempio, non c’è bisogno di comunicare ufficialmente lo stop alle indagini; riconoscendo i simboli rosacrociani nel nome della strada in cui Haider è morto (Rosenthalerstrasse) nonché in altri particolari, la matrice del delitto viene recepita da americani, tedeschi, spagnoli o italiani, e chiunque appartenga all’organizzazione sa come comportarsi anche se non gli viene detto esplicitamente: i verbali spariranno, le indagini verranno inquinate, i giudici che eventualmente verranno investiti del caso leggeranno nella vicenda un normale incidente stradale. Un Rosacroce non ha bisogno di parole per riconoscere i simboli rosacrociani nei delitti del Mostro di Firenze.
Sono veramente invisibili, nel senso che non esistono liste, luoghi di riunione periodici, ecc… Per quanto riguarda la Rosa Rossa in particolare, esistono del templi dislocati un po’ in tutto il mondo (49 secondo la Carlizzi) di cui alcuni servono per gli studi teorici, altri per la “pratica” e i riti esoterici; ma al di là di questo non si fanno riunioni ufficiali e periodiche. Un massone che vuole entrare nelle organizzazioni ufficiali come l’Amorc, può farlo; ma nella Rosa Rossa non può entrare se non è avvicinato, perché di propria iniziativa non è possibile.
Curano veramente gli ammalati, sia i Rosacroce tradizionali, sia le deviazioni come la Rosa Rossa. Basti pensare che i feticci umani del mostro di Firenze servivano per preparati curativi da somministrare agli aderenti all'organizzazione che ne facevano richiesta.

Quindi ufficialmente i Rosacroce non esistono. Quelli esistenti ufficialmente sono considerati poco più che un gruppetto di eccentrici dediti all’alchimia. Altri gruppi sono veri Rosacroce, cioè persone dedite al perfezionamento di se stessi e all’aiuto degli altri. Ma chiunque fosse un vero rosacroce, uno di quelli che sta al potere oggi, non potrebbe mai ammettere che i Rosacroce esistono come movimento organizzato e mondialista.
In realtà sono l’organizzazione più vasta e complessa che esista, al di sopra e più potente delle varie massonerie ufficiali.

Ha ragione Jonh Michael Greer, che nel suo dizionario dei misteri alla voce Rosacroce scrive che nella storia delle società segrete occidentali non c’è argomento di maggiore confusione, disinformazione e imprecisione quanto il problema dei Rosacroce. D’altronde i veri Rosacroce non lasciano prove certe della loro esistenza. Di conseguenza è possibile solo trovare degli indizi, disseminati nella storia, nella simbologia, nei mezzi di informazione, ecc.
Inoltre, poco conta il fatto che un gruppo che si dica rosacrociano non sia veramente il successore dei Rosacroce originali; quello che conta è la realtà attuale, cioè il fatto che esistono decine di organizzazioni che si rifanno ai Rosacroce e che il gruppo di criminali che oggi governa il mondo appartiene ad un’organizzazione che si dice Rosacrociana.
Per fare un parallelo… io appartengo ad un’associazione buddista che si chiama Soka Gakkai e che, ovviamente, si ritiene essere la vera portatrice delle idee del Budda e proclama il “vero buddismo”. Essendo nata nel 1200, e traendo i suoi fondamenti teorici dal Sutra del loto, cioè da un testo che è stato compilato secoli dopo la nascita del Budda, è probabile che abbiano ragione i suoi detrattori quando dicono che essa non è affatto aderente al buddismo originario. E tuttavia nessuno negherebbe che la SGI sia un associazione buddista e io non posso certamente non dirmi buddista.
Allo stesso modo, tutte le sottili disquisizioni tra Rosacroce originali e non (Umberto Eco arriva addirittura a delineare una differenza tra un soggetto “Rosacrociano” e uno “Rosicruciano” in un tentativo patetico di confondere le idee al lettore sprovveduto che di fronte a un tale caos non può che rinunciare a capire), sono esclusivamente dibattiti volti a depistare e inquinare la ricerca sui Rosacroce oggi al potere.
A noi infatti non interessa se la Rosa rossa sia o no la discendente dei veri rosacroce. Probabilmente no. Probabilmente no perché i primi Rosacroce, quelli di Dante per intenderci, erano veramente Fedeli D’amore, di nome e di fatto, e puntavano al rinnovamento spirituale e alla propagazione del messaggio cristiano epurato dalle efferatezze della Chiesa di allora che, come quella di oggi, aveva completamente rinnegato il messaggio di Cristo.

In ogni caso quello che ci interessa invece è riconoscerne la simbologia, il modo di parlare, di agire, per capire in quale misura il potere attuale, politico e finanziario, sia in realtà un potere criminale.
Il resto, le sottili disquisizioni tra ordine della Rosa Rossa rettificato e non rettificato, tra Rosacroce e Rosicruce, le lasciamo ai monologhi autoreferenziali di Eco e alle documentatissime ricerche di Introvigne; perché, una volta stabilito, ad esempio, che buona parte della sinistra attuale e degli uomini oggi al potere sono dei Rosacroce, o perlomeno ne conoscono la simbologia, ne deriva che essi non possono non riconoscere la simbologia rosacrociana sottesa ai delitti più efferati della storia italiana e mondiale. E il silenzio è complicità.
E di questo silenzio noi non vogliamo essere complici.


3. La Rosa Rossa, o Golden DawnTanto per capire che tipo di confusione e di disinformazione c’è al riguardo dei Rosacroce basti dire che per Massimo Introvigne (che è uno dei massimi studiosi dei fenomeni religiosi nel mondo e considerato il maggior esperto di satanismo in Italia) la Rosa Rossa è poco più di un gruppetto di poche decine di simpatici mattacchioni in tutto il mondo (nel periodo di massimo splendore questa organizzazione ebbe non più di 500 membri, secondo l’insigne studioso); invece per Michael Greer esso è “la più influente tra le società segrete magiche dei tempi moderni”.
Inoltre la Golden Dawn viene presentata come una cosa diversa dai Rosacroce, mentre ciò è non solo falso, ma volutamente depistante.

La Rosa Rossa nasce a Londra nel 1887 e sul finire degli anni novanta essa aveva templi a Parigi e in molte città americane.
L’organizzazione viene fondata da tre massoni inglesi: Willyam Wyn Westcott (che era membro della Società Rosacrociana in Anglia), Samuel Liddel Mathers e William Robert Woodman.
Essi fondano la Golden Dawn (o Alba d’oro, o Ordine ermetico dell’Alba dorata). Essa comprende tre ordini.
1) L’ordine esterno, chiamato semplicemente Golden Dawn;
2) l’Ordine della Rosa Rossa e della Croce d’Oro, che costituisce il secondo livello organizzativo, quello in cui si pratica la magia e si viene iniziati ai misteri più complessi;
3) l’ordine interno, comprendente i tre gradi superiori riservati ai cosiddetti capi invisibili, o maestri sconosciuti, cioè i membri di cui nessuno mai conoscerà l’identità e che stanno al di sopra di tutti gli altri.

Da questo ordine ne nascono altri. Nel 1903 Arthur Edward Waite fonda l’Ordine della rosa Rossa e della Croce d’Oro indipendente e rettificato, che secondo Gabriella Carlizzi è quello a cui aderiscono i politici e i personaggi più potenti di oggi.
Nello stesso anno venne anche fondata la Stella del Mattino, o Stella mattutina, ad opera di Florence Farr e poi abbiamo l’Astro Argentinum di Crowley che, benché indipendente, aveva comunque molti punti di contatto con la Golden Dawn.
Per capire il profondo legame tra Rosacroce e Golden Dawn, a parte il fatto che il secondo ordine interno si chiama esplicitamente – come abbiamo detto – Rosa Rossa e Croce d’Oro, è sufficiente rendersi conto che i dieci gradi previsti nell’ordine sono gli stessi che troviamo in altre organizzazioni Rosacroce. La Golden Dawn, o la Rosa Rossa, sono quindi un organizzazione rosacrociana. E chiunque sia un Rosacroce non può non conoscere la Rosa Rossa. Questo dato è importante per evitare che quando si parli di qualche politico o personaggio pubblico chiaramente Rosacrociano, arrivino poi i sapienti del momento a precisare e fare sottili distinguo tra le centinaia di associazioni Rosacrociane.
Un po’ come io, da Buddista, non posso non riconoscere un buddista anche se appartiene alla corrente tibetana o hinayana, un Rosacroce non può non riconoscere un appartenente alla Rosa Rossa e i due ordini, purtroppo, non possono essere distinti se non nel senso di dire che l’attuale Rosa Rossa è una deviazione degli originali Rosacroce.

Occorre ora domandarsi come e perché un’organizzazione magica ed esoterica possa in appena un decennio espandersi a dismisura fino a fondare templi in tutta Europa ed America.
La spiegazione data da Greer, secondo cui il successo di questa organizzazione deriva dal fatto che essa ammetteva sia donne che uomini, che le cerimonie erano dignitose e veniva offerto un corso di pratica e teoria occultistica, più che ingenua è semplicemente ridicola (pag. 420).
Il punto è che nella Golden Dawn e nella Rosa Rossa convergono la sapienza esoterica cabalistica e templare. Cioè in altre parole chi entra nella Rosa Rossa entra veramente in un percorso di sapienza e conoscenza superiori a quelli di un essere umano ordinario. Inoltre a tale organizzazione si iscrivono ovviamente in modo riservato i massoni più potenti e più interessati all’esoterismo. In altre parole questa struttura non è un organizzazione creata dal nulla, ad opera di un eccentrico mezzo matto. Al contrario, viene fondata da massoni e rosacrociani, su mandato esplicito dei cosiddetti Superiori Sconosciuti, e fa convergere in essa tutta quella parte della massoneria ufficiale interessata al’esoterismo e alla magia. In altre parole Westcott, Mathers e Waite, furono solo i fondatori ufficiali di un’organizzazione di tipo massonico ma voluta da altri massoni potenti ed interessati all’esoterismo ma destinati a rimanere sconosciuti.
Detto in termini più chiari, la Golden Dawn o Rosa Rossa, altro non è che una delle tante organizzazioni massoniche, al giorno d’oggi la più potente e segreta, e la più crudele.
Quindi è questo il motivo per cui l’organizzazione diventa così potente ed estesa in pochi anni. Perché essa in realtà raccoglie i suoi adepti nelle fila della massoneria ufficiale, di cui costituisce una vera e propria branca.
Ai vertici della Rosa Rossa possono accedere solo le persone selezionate con un grado di intelligenza e cultura assolutamente superiore, probabilmente perché, come diceva Sesto empirico, “un buon intelletto è l’eco della divinità” e il fine ultimo della GD è connettersi al divino fino a percepirlo dentro di sè.
Le basi della Golden Dawn sono costituite da manovalanza che non conosce i vertici e spesso non ne sospetta neanche l’esistenza.
Talvolta vengono manipolati dalla Rosa Rossa anche gruppi come le Bestie di Satana, ovviamente all’insaputa dei componenti del gruppo.
I riti della Rosa Rossa sono pubblicati in Italia dalle edizioni mediterranee con il titolo “La magia della Golden Dawn” di cui esistono tre edizioni diverse. I testi pubblicati ovviamente glissano su tutto ciò che riguarda i sacrifici umani, gli omicidi, e i rituali effettuati con le parti di cadavere delle vittime e con il sangue.

A partire dalla fondazione dell’organizzazione inizia un bagno di sangue in tutto il mondo; delitti apparentemente diversi, ma accomunati dalla simbologia rosacrociana.
Da notare le coincidenze. Il primo marzo 1888 venne fondato il primo tempio della Golden Dawn a Londra, il tempio chiamato Iside-Urania. Dopo poco tempo nello stesso anno iniziano i delitti di Jack lo Squartatore.
Inizia cioè una mattanza in tutta Europa e negli Stati uniti, ma pochi si accorgono delle somiglianze tra i vari delitti.
Pochi hanno notato ad esempio che anche Jack Lo squartatore asportava gli organi delle vittime, come il Mostro di Firenze. Pochi notano che una delle vittime di Jack aveva una rosa rossa in mano e che rose rosse vengono deposte anche in tempi recenti sulla tomba delle vittime sia di Jack che del mostro di Firenze. L’ultima vittima è Jane Kelly; alla donna – che muore al numero civico 13 di di Miller's Court- viene prelevato il cuore e la sua bara e tuttora ornata da rose rosse (vedi la foto all'inizio dell'articolo).

Pochi hanno notato poi che i delitti di Jack lo Squartatore avvengono tutti nel quartiere di WhiteChapel, a Londra; e Whitechapel significa cappella bianca. E uno dei templi della Rosa Rossa in Italia, quello dove Pacciani e i compagni di merende portavano i loro trofei, e che i giornali definirono “la Villa dei misteri” è appunto, completamente bianco, come bianca è la costruzione che vi mostriamo in foto, che però si trova all’estero.

4. l problema dei Rosacroce. Il rapporto con il cristianesimo
Prima di proseguire è necessario che chiarisca una cosa al lettore.
I rosacrociani oggi al potere sono una filiazione dei Rosacroce originali, da cui traggono tuttora molti degli insegnamenti e delle conoscenze.
Queste conoscenze sono veramente particolari, e i Rosacrociani di grado più elevato sono realmente persone fuori dal comune e con una conoscenza superiore. Per quanto possano essere considerati pazzi, o deviati, sta di fatto che chi appartiene alla Rosa Rossa gode realmente di conoscenze particolari superiori a quelle detenute dalla (volutamente ottusa) scienza ufficiale.
Gli antichi rosacroce avevano probabilmente realmente l’intenzione di riformare il mondo. Il loro scopo può essere riassunto ancora una volta con le parole tratte dal romanzo Zanoni: “La mia – dice quello che nel romanzo è l’ultimo dei rosacroce - è la speranza di formare una razza di esseri nobili e saggi, ricchi di forza e di potenza bastante per indicare all’umanità intera le loro magnifiche conquiste e per diventare i veri guidatori di questo pianeta… una razza che possa progredire di gradino in gradino nel suo destino immortale. Verso la gloria celeste e mettersi a pari, alla fine, con ministri che lavorano più vicini al Trono dei Troni? Che importa un migliaio di vittime come tu le chiami, per un solo convertito alla nostra causa?”
Questo fine mondialista, già si trova nelle opere del Rosacrociano Comenio ed è stato trasfuso pari pari nel progetto massonico che ha portato alla creazione dell’ONU e dell’Unione Europea (vedi su questo punto il nostro articolo sul trattato di Lisbona).
Il problema è che i Rosacroce attuali sono una deviazione degli antichi Rosacroce, nel senso che ne hanno utilizzato le conoscenze per piegarle a fini per niente benefici.
E pur di perseguire il loro fine mondialista i Rosacroce non hanno esitato a scatenare due guerre mondiali, tutte le guerre recenti, e quelle future. Quindi i morti non sono un migliaio, come dice il personaggio del romanzo, ma qualche milione.
Non a caso l’organizzazione massonica WWF ha detto di recente che la popolazione del pianeta è in sovrannumero e si dovrebbe ridurre di un terzo. E questo terzo verrà preso dai paesi del terzo mondo o dai paesi arabi, ovviamente.
Inoltre, chi accede al sapere Rosacrociano per arrivare al potere politico e finanziario, tiene per sé questo sapere, tenendo le masse nell’ignoranza; probabilmente molti dei potenti, in un delirio di onnipotenza, pensano realmente che il sacrificio di qualche milione di persone in una guerra, come il sacrificio di poche decine di persone in riti sacrificali umani, siano nulla rispetto al loro progetto.
A chi reputa assurda infatti la pratica dei riti sacrificali umani da parte di personaggi politici, del mondo dello spettacolo, ecc…, è agevole rispondere che è ancora peggio – dal punto di vista numerico – scatenare una guerra e sacrificare milioni di persone – come nella recente guerra in Iraq, solo per realizzare i progetti di potere dei vertici della politica e della finanza internazionali. L’unica differenza è che alle guerre siamo abituati. Ai riti umani no.
L’altra differenza è che le guerre vengono scatenate alla luce del sole. I riti umani vengono taciuti dai media, perché se l’elettore sapesse che il suo politico preferito accetta che i delitti del mostro di Firenze rimangano impuniti, se sapesse che i testimoni di processi apparentemente di banale criminalità seriale, come quelli del mostro di Firenze sono stati ammazzati in nome della causa Rosacrociana, se capisse che i delitti di Cogne, Erba, Garlasco, Serena Mollicone, Meredith sono esclusivamente sacrifici umani, e che i giornali e le Tv ci prendono quotidianamente in giro, la coscienza si sveglierebbe. Quindi da un parte l’informazione ufficiale non passa le notizie; d’altra parte l’elettore medio fa di tutto per evitare di domandarsi il significato di quella “rosa nel pugno”. Meglio non vedere e non sapere.
In altre parole. Saranno pazzi o criminali, dal punto di vista della logica comune , ma senz’altro godono di conoscenze superiori, che nascondono al resto dell’umanità. D’altronde ci sarebbe da interrogarsi se sono più pazzi loro, se lo siamo noi che diciamo queste cose, o quelli che insistono nel non notare le “coincidenze” tra la Rosa Rossa, la politica, e i delitti che continuamente insanguinano il nostro paese.
Inoltre, quando i miei colleghi di studio mi dicono che dovrei smetterla di occuparmi di queste cose, per dedicarmi solo alle cose importanti (intendendo per cose importanti gli sfratti, decreti ingiuntivi, incidenti stradali), nutro qualche dubbio sul fatto che i pazzi siano gli adepti della Rosa Rossa, e mi rendo conto che le gente "comune ed onesta" è spesso la vera causa di questo sistema assurdo.
In questo hanno perfettamente ragione i massoni con uno dei detti da loro preferiti che se non ricordo male risale ad Ermete Trismegisto: "come in alto, così in basso". E questo sistema non è voluto dalla Rosa Rossa, ma dal basso, da tutti noi, dai miei colleghi, parenti, amici...

La maggior parte dei libri sui rosacroce si interrogano su aspetti assolutamente inutili e marginali. Il vero problema dei Rosacroce, mai da nessuno indagato, è da quale momento tale organizzazione si trasforma da movimento Cristiano, intendendo tale termine come “portatori del messaggio di Cristo”, sia pure trasformato e commisto ad aspetti cabalistici ed orientali, a un movimento quasi satanico, criminale, che perpetra delitti terribili per conservare e potenziare il suo potere.
E’ impossibile dare una risposta, ma è probabile che le infiltrazioni sataniche, ed esoteriche anticristiane, si siano effettuate nei secoli, piano piano, e all’insaputa pure di molti adepti del movimento.
Quel che è certo è che attualmente, la maggior parte dei rosacrociani al potere non segue affatto il messaggio di Cristo né persegue il fine di elevare l’umanità.
Di più.
Il movimento Rosacrociano è un movimento sostanzialmente anticristiano e anticattolico, ma che ha dalla sua parte un arma formidabile: utilizza lo stesso linguaggio dei Cristiani, ma con un senso completamente contrario.
Il metodo è assolutamente geniale.
In pratica i rosacroce di oggi parlano un linguaggio e una simbologia satanista, ma utilizzando termini apparentemente Cristiani. Ogni termine Cristiano usato dalla Rosa Rossa infatti, ha in realtà un significato esattamente contrario.
L’iniziato alla Rosa Rossa, infatti, quando nomina Cristo e dice di “percepire l’essenza cristica e divina dentro di sé” sta dicendo che egli stesso si sostituisce a Cristo e si fa lui stesso Cristo; in altre parole si sostituisce a Dio.
Parlando di Dio, si riferiscono ovviamente al loro Dio, non a quello Cristiano.
Nel linguaggio della Rosa Rossa, Santa Rita rappresenta la Rosa Rossa. Ecco quindi che “consacrare qualcuno a Santa Rita” significa in realtà consacrarlo alla Rosa Rossa. La festa di Santa Rita diventa la festa della Rosa Rossa. Un po’ come la festa di San Giovanni è una festa massonica, ma la maggior parte dei cattolici pensa di festeggiare una festa cattolica.
Molti iniziati alla Rosa Rossa vanno a messa e prendono regolarmente la comunione, perché dal loro punto di vista assumere l’ostia consacrata è uno degli sfregi migliori da fare a danno dei Cristiani.
E’ così che, a meno di non avere un'approfondita conoscenza dei Rosacroce è impossibile spesso riconoscere un Rosacroce da un Cristiano, ed è così che è stato possibile avere dei Papi Rosacrociani, come Paolo VI e Giovanni XXIII.
Lo stesso simbolo dei Rosacroce, la Rosa e la Croce, fa pensare a simboli Cristiani. Ma dal punto di vista della Rosa Rossa, la Croce è invece un simbolo fallico, mentre la Rosa rappresenta l’organo sessuale femminile durante le mestruazioni.
E’ un sistema geniale non c’è che dire. Il colpo di genio è soprattutto quello di aver creato un sistema difficile da smascherare, i cui più strenui difensori sono i cristiani stessi; perché se provate a dire a un cristiano che Paolo VI era un rosacroce, vedrete che il 90 per cento dei Cristiani non sa neanche chi siano questi Rosacroce. E quando glielo spiegate la sua reazione sarà immediatamente di rifiuto, cosicchè i migliori difensori di questo sistema sono le vittime stesse.
In realtà tanto tempo fa – sconvolto da queste scoperte - parlai con un prete molto colto, che è il mio consigliere spirituale in questo viaggio nella follia massonica, che mi disse una cosa illuminante: “figliolo, ma perché ti stupisci? Se il demonio deve colpire qualcuno o qualcosa, da dove dovrebbe cominciare secondo te, se non dal Vaticano? E’ il posto migliore dove può nascondersi il Diavolo, e proprio perché è così ben nascosto è difficile trovarlo. E ricorda che l’astuzia migliore del demonio è di dire che non esiste”.
Questa è l’astuzia più grande dei Rosacroce e della Rosa Rossa in particolare. Che essa non esiste, ufficialmente. Ne avete mai sentito parlare in un Tg o su un quotidiano nazionale? No perché queste notizie possono trovarsi al massimo su qualche giornale locale sfuggito al controllo, o su Internet, o su qualche libro poco conosciuto.
E se anche essi parlano apertamente, parleranno il linguaggio Cristiano, quindi nessuno li scoprirà.
5. Gli omicidi della Rosa Rossa.Una volta capito che il simbolo principale dei Rosacroce è la Croce e la Rosa, che altri simboli sono il pellicano, il giglio, e che nel linguaggio della Rosa Rossa, Santa Rita è sinonimo di Rosa Rossa, e che i loro numeri d’elezione sono il 7, l’8, l’11, e il 13, non è difficile riconoscere tale associazione un po’ ovunque.
Tutti gli omicidi commessi dalla Rosa Rossa sono assolutamente riconoscibili da una serie di simboli numerici ed esoterici. Ne abbiamo parlato già in altri articoli. Qui sottolineiamo solo alcuni punti che negli articoli precedenti non avevamo esplicitato.
Come abbiamo detto i loro delitti avvengono sempre in giorni che, numericamente, danno come somma 7, 8, 11, 13, o multipli di 11.
Inoltre la scena del delitto, i nomi delle vittime, e i nomi dei carnefici, hanno quasi sempre significati religiosi o cabalistici.
Ad esempio nel delitto di Erba, oltre alla data, notiamo che Rosa Bazzi, il cui nome da sposata è Rosa Romano (RR) uccide Valeria Cherubini. La Rosa Rossa ha simbolicamente ucciso un Cherubino.
Nel delitto di Cogne viene ucciso Samuele, nome biblico, che richiama un giudice; e la cornice del delitto è il Gran “Paradiso”. E non a caso Annamaria Franzoni verrà tradotta in carcere nel giorno di Santa Rita, il 22 maggio; cioè nel giorno della Rosa Rossa, tanto per mettere un ulteriore firma alla vicenda.
Nell’omicidio di Maria Geusa a Città di Castello, salta immediatamente agli occhi il nome della vittima, Maria figlia di Gesù.
Nei delitti del Mostro di Firenze i colpi vennero esplosi da una Beretta Calibro 22 serie H. Se 22 è il numero della perfezione per i cabalisti, H richiama la 5 lettera dell’alfabeto ebraico, il cui simbolo è, appunto, una Rosa e una Croce. Ma richiama anche il numero 8, quello della giustizia, simboleggiato cabalisticamente dalla Bilancia.
Sfugge agli inquirenti il collegamento cabalistico tra tutti questi delitti e le comunanze tra essi. La pallottola con cui uccideva il mostro di Firenze era di rame, e nessuno fa caso al fatto che anche l’oggetto che ha ucciso Samuele a Cogne era dello stesso materiale. L’arma del delitto non verrà ritrovata né ad Erba, né a Cogne né nei delitti del mostro, per motivi che abbiamo già spiegato altrove.
L’arma del delitto non verrà ritrovata neanche nel delitto Meredith, i cui funerali verranno celebrati non a caso nella Chiesa di San Giovanni, il patrono della massoneria e sulla sua bara verrà deposta una rosa rossa dal padre.

6. Il sistema della Rosa RossaPossono accedere alla Rosa Rossa solo i più alti gradi della massoneria, persone particolarmente potenti e anche particolarmente intelligenti.
L’organizzazione comunica tra loro per mezzo di giornali, Tv, canzoni, ecc… Tra loro i membri non possono esplicitare la loro appartenenza alla Rosa Rossa, anche perché, con i mezzi di intercettazione esistenti oggi, questo significherebbe la fine dell’organizzazione nel giro di qualche mese, magari ad opera di organizzazioni rivali.
Quando il messaggio è diretto ad una cerchia ristretta si ricorre a libri stampati in edizioni limitate (ad esempio le strenne di Natale che le banche e le ditte sono solite fare ai loro clienti migliori); quando il messaggio è diretto ad una cerchia più vasta si utilizzano i giornali e i Tg.
Ad esempio non è un caso che il cronista del TG 5 che si occupa del delitto Meredith si chiami Remo Croci.
Oppure che dopo la strage da 7 morti sull’autostrada, avvenuto questa estate l’8.8.2008, i Tg abbiano poi intervistato un camionista che si chiamava Carlo Massone.
Ma credo che uno dei casi più eclatanti, cui neanche il romanziere più fantasioso potrebbe arrivare con tutta la buona volontà, sono i messaggi veicolati tramite testi di legge, o atti ufficiali, come l’esame di maturità di quest’anno. C’erano diversi errori nella prova di maturità che la commissione ministeriale aveva preparato quest’anno; uno di essi era relativo ad una poesia di Montale erroneamente attribuita dai funzionari del Ministero come se fosse riferita ad una donna. In realtà la poesia era scritta per un uomo, un ballerino che in arte veniva chiamato K. E nella seconda riga della poesia ricorreva la ripetizione della lettera R. RR, come la Rosa Rossa, e K come il settore operativo di Gladio. Mentre nella versione di inglese uno degli errori riguardava la parola Lodge. Combinando insieme questi dati secondo un sistema di decriptazione predefinito si giunge alla codifica dei messaggi.

Impossibile quindi portare le prove processuali dell’esistenza di questa organizzazione perché è impossibile provare che l’errore agli esami di maturità fu voluto, come è impossibile provare che il film Il mostro veicolasse in realtà un messaggio diverso.
Come dice Eco nel suo libro Il nome della Rosa: “fin qui vi abbiamo dimostrato che i libri parlano tra loro. E una buona indagine poliziesca dovrebbe dimostrare che i colpevoli siamo noi”.
Il testo sembra in realtà una sfida… l’autore sottintende che nessuno riuscirà mai a dimostrare che un libro possa contenere l’ordine di commettere un delitto, di depistare un indagine, di spostare dei capitali, ecc…
In realtà l’autore sbaglia; sarebbe possibile dimostrarlo, se solo si studiasse negli anni la cultura massonica. Così come è possibile dimostrare che un serial Killer si ispira alla Bibbia per commettere i delitti, solo se si ha conoscenza della Bibbia, così è possibile dimostrare la matrice cabalistica e Rosacrociana di tanti delitti, se solo si conoscesse la Cabala, La Golden Dawn, e la massoneria.
Ciò sarà possibile, probabilmente nei prossimi secoli, quando una certa conoscenza sarà non solo accessibile a tutti ma anche conosciuta da tutti.
Per ora, portare in un tribunale articoli di giornale, riferimenti esoterici, libri sui rosacroce, ecc…, equivale a farsi dare del matto, come successe all’avvocato Fioravanti all’epoca del primo processo Pacciani e come succede a me e ad altri che ci occupiamo di queste cose..
E per questo motivo gli investigatori, quando non sono corrotti, brancolano nel buio – come è avvenuto per anni per i delitti del mostro di Firenze, fino all’arrivo del commissario Giuttari - o sono nell’impossibilità di portare le prove di alcuni delitti, come accade per il PM Mignini a Perugia; oppure; nella maggior parte dei casi, si liquida il tutto come frutto di fantasie e suggestioni, ma continuano a rimanere senza risposta le innumerevoli anomalie e contraddizioni in vicende come quella di Cogne, del Mostro di Firenze, ecc….

7. La Rosa Rossa nei film nella letteratura e nelle arti.
Musica
Mozart
nella sua opera il flauto magico utilizza molti simboli rosacrociani e massonici. In generale tutta l’opera, si dice, è in realtà la metafora di un percorso iniziatico. Si dice che avendo rivelato dei segreti massonici, per questo motivo egli fu assassinato, tanto che il musicista, conoscendo bene le regole di questa associazione, avendo intuito che non aveva molto tempo da vivere, scrisse il requiem per se stesso, che infatti rimase incompiuto perché morì avvelenato prima di terminarlo.
Una fine simile toccò in tempi moderni a Rino Gaetano. Le modalità della sua morte le abbiamo descritte altrove e non ci ripeteremo. Diventando famoso – come succede a chiunque arrivi ad avere una certa notorietà - fu avvicinato dal sistema, ma egli a quel sistema si ribellò. Non potendo parlare apertamente, altrimenti lo avrebbero ucciso, come succede a chiunque ne capisce il funzionamento, egli mise diversi messaggi criptati nelle sue canzoni oltre a diversi messaggi espliciti molto forti per l’epoca (inoltre ricordiamo che erano tempi in cui non esisteva Internet e chi disponeva di notizie particolari non aveva mezzi per divulgarle, salvo i mezzi di stampa ordinari, tutti assoggettati al regime massonico). Nelle sue canzoni, seppure in codice, c’è tutta la politica attuale e la Rosa Rossa: la corruzione totale della politica, i disastri della finanza e della globalizzazione, i riti satanici dei potenti, la manipolazione dell’informazione.
Fu ucciso perché aveva osato troppo.

In tempi recentissimi ricordiamo la canzone vincitrice di San Remo “Ti regalerò una Rosa”; il cantante è Simone Cristicchi, e già l’abbinamento del titolo al nome del cantante (che richiama Cristo) fa pensare ai Rosacroce; guardando al testo, poi, si citano i riti satanici, ma soprattutto la canzone si rifà ad un romanzo, il maestro e Margherita; e Margherita è il nome di Santa Rita, ovverosia proprio di quella santa che, nel linguaggio criptato della Rosa Rossa, indica la Rosa Rossa.

Letteratura.Tutta la letteratura di Giulio Verne è intrisa di simbolismo rosacrociano e massonico. Viaggio al centro della terra è in realtà un percorso iniziatico, mentre il simbolismo rosacrociano è evidente già in alcuni titoli delle sue opere come “Robur il Conquistatore” dove compare l’acronimo RC.
Antoine De Saint Exupery nel suo famosissimo “Il Piccolo principe” parla di una rosa rossa che viene mangiata da una pecora. Forse è un allegoria che richiama la lotta tra Rosa Rossa e chiesa Cattolica. Morirà infatti in circostanze misteriose. Il 31 luglio del 1944 partì per una missione di ricognizione nel mar Tirreno e scomparve nel nulla. Molto definiscono poetica la sua morte. Ma non fu poetica, semplicemente, venne applicata la regola del contrappasso perché il protagonista del piccolo principe è, come è noto, un aviatore, e quindi lui doveva per forza morire in aereo, in una data che ha una valenza simbolica: 31.7.1944 (3+1+7+1+9+4+4=29=11, il numero della giustizia).
Per anni la sua morte è stata avvolta nel mistero finchè a sorpresa, proprio nel 2008 (cioè l’anno in cui su alcuni siti si è diffuso il possibile collegamento della sua morte con la Rosa Rossa), è spuntato un ex aviatore della Luftwaffe che si è ricordato di averlo abbattuto. Dopo 44 anni il distratto aviatore si è ricordato di aver abbattuto un personaggio come Saint Exupery.
C’è da pensare che nei prossimi mesi resusciterà – come in Dynasty – l’autista della Mercedes di Lady Diana che dirà “si è vero, ero ubriaco e andavo troppo forte”; e arriverà qualcuno che, pentito, dirà: sono io il mostro di Firenze, essendo un rosacroce ho firmato i delitti con la Rosa, poi avendo il dono dell’invisibilità ho ammazzato tutti i testimoni, Pacciani compreso; ho fabbricato dei documenti che hanno inguaiato Mario Spezi e a suo tempo Alberto Bevilacqua, e fatto sparire molte prove dalla procura; sono io che intercettavo Giuttari e sempre io, esperto nuotatore, ho ucciso Narducci nel lago Trasimeno. Chiedo scusa alla nazione ma era un periodo che ero un po’ nervoso e mi annoiavo.

La palma d’oro attuale dei Rosacroce va a due autori contemporanei; oltre ad Umberto Eco, che intitola il suo libro “Il nome della Rosa” e che altrove parla spesso dei rosacroce, va senz’altro a Stephen King, che scrive la serie Tv The Rose Red, e che nel suo libro “i Lupi del Calla” narra di una rosa protetta da una torre, e della necessità di difenderla, perchè se cade la torre cadrà anche la Rosa rossa, ma se cade la rosa rossa cade anche tutto il mondo circostante. Chiaro riferimento alla necessità di difendere il “sistema” politico finanziario e giudiziario messo in piedi dalla Rosa Rossa.

Esistono poi romanzi minori intrisi di messaggi più o meno evidenti. Ad esempio il libro Piacere mortale, di M.I Rose, in una serie di libri che hanno come simbolo una rosa rossa, narra di un assassino che provoca i delitti mandando messaggi subliminali da un video di PC, il che ricorda alcune vicende recenti, di omicidi di sangue ove gli assassini ripetono sempre agli inquirenti “ero preso da un impulso irresistibile”. Sarebbe interessante indagare i punti di contatto tra questi libri e alcune vicende come Cogne, Erba, e addirittura le vicende di Donato Bilancia. Curioso no? Un serial Killer con il nome che - nell’esoterismo della Golden Dawn - corrisponde all’undici della giustizia; ricordiamo che è la Golden Dawn che nei suoi tarocchi ha invertito la numerologia cabalistica delle carte e ha assegnato l’11 alla giustizia (tradizionalmente invece era l’otto); il serial Killer ha detto: “ero preso da un impulso irresistibile…”; forse lo stesso impulso capitato alla Franzoni, ai coniugi di Erba e l’assassino di quella ragazza in Spagna, El Gordo, che ha ripetuto parole identiche. Delitti apparentemente senza nulla in comune, ma accomunati da parole identiche, dalle Rose sul luogo del delitto o nei nomi degli omicidi o delle vittime.

Cinema
Abbiamo serie minori TV come “La Piovra” ove il cattivo di turno deposita i suoi soldi in un conto svizzero chiamato Rosarossa e serie come “Il Sangue e la Rosa”.
Ma abbiamo opere eccezionali come il film Quarto potere, scritto da Orson Welles. Questo film è considerato dalla critica il capolavoro del cinema di tutti i tempi, in testa a tutte le classifiche della critica più accreditata. Non è mai stato svelato veramente il segreto del nome con cui si chiude il film; nome che è anche il segreto del potere e del successo del protagonista: la parola segreta è “ROSE BUD” ovverosia bocciolo di Rosa. Avendo osato troppo, il regista entrerà in disgrazia dopo quel film. Probabilmente aveva voluto lasciare un messaggio, un segno, qualcosa che i posteri avrebbero raccolto e proprio per questo la sua carriera finì li.
Poi abbiamo il film Il mostro, di Benigni. Anzitutto il film fa chiaramente allusione al mostro di Firenze, e ridicolizza gli inquirenti e la vicenda di quel periodo. I film esce il 22 ottobre del 1994; cioè nella data dell’anniversario dell’omicidio di due vittime del Mostro di Firenze, Susanna Cambi e Stefano Baldi, che vennero uccisi a Calenzano 13 anni prima (tredici, numero della morte e del cambiamento). Vennero uccisi proprio il 22 ottobre. D’altronde il padrone di casa di Benigni – nel film - si chiama Rocca Rotta. Chiara l’assonanza con la Rosa Rossa. Benigni è un esperto di Dante ed è strano che gli sia sfuggito il simbolismo rosacrociano nei delitti del mostro. Una coincidenza notevole, quindi. Tra l’altro Benigni spesso ripete la frase “Ama Dio e fa ciò che vuoi” che è, si, una frase di Sant’agostino, ma è anche il motto del rosacrociano e membro della Rosa Rossa Alistair Crowley la cui biografia più recente (scritta da Lawrence Sutin e pubblicato da Castelvecchi) si intitola, non a caso “Fai ciò che vuoi”. Occorrerebbe quindi chiedere a Benigni a quale Dio si riferisce e, visto che in questi giorni ha pubblicato un libro su Dante con prefazione di Umberto Eco, eventualmente farsi spiegare da quest’ultimo chi sono quei Rosacroce di cui lui non fa mai cenno ma che pure dovrebbe conoscere bene, data la sua passione per il Sommo poeta.
Infine, come non citare Eyes Wide Shut di Stanley Kubrick? L'attore (che ricordiamolo, è l'autore di Arancia meccanica, dove già nella locandina compare una piramide con l'occhio) nel film parla di riti satanici con omicidi commessi da potenti. E' morto improvvisamente di infarto il 7.3.1999 prima dell'uscita del suo film. 7+3+1+9+9+9 = 38 = 11. Anche lui giustiziato per aver osato dire troppo.

Politica
In politica è sufficiente vedere quali e quanti partiti hanno una rosa nel simbolo per rendersi conto di quanto sia vasta l’influenza rosacrociana; in alcuni casi poi compare anche l’acronimo RC, come in Rifondazione Comunista. E alla recenti elezioni la Sinistra arcobaleno voleva chiamarsi “Cosa Rossa”, nome poi abortito forse perché poi la cosa diventa troppo sfacciata e troppe persone potrebbero iniziare a mangiare la foglia. E per chi avesse ancora qualche dubbio sul rapporto tra politica e Rosa Rossa, è sufficiente leggere un libro di Cesare Salvi, senatore diessino, dal titolo “La rosa Rossa, il futuro della sinistra”; relativamente a questo libro Rossana Rossanda fece una recensione sul manifesto, dal titolo “La croce e la Rosa”. Una bella coincidenza!
Con buona pace di tutti quelli di estrema sinistra che ancora si domandano come mai la sinistra in questi ultimi decenni abbia favorito così smaccatamente la destra, con la sua politica demenziale; e che ancora non hanno capito che la sinistra è il burattino della destra attuale, mentre la destra attuale è il burattino di ben altri poteri.
E a chi si domanda come mai Pannella anni fa volle candidare Licio Gelli nel suo partito, sarà sufficiente ricordargli il simbolo del partito di Pannella: La rosa nel pugno.
Chissà perché Pannella, che ha fatto tanto chiasso contro la magistratura già dagli anni 80, in ciò anticipando addirittura Berlusconi, non si è mai occupato delle stragi impunite, a partire da quella del Mostro di Firenze… Forse quella Rosa che ha nel suo pugno gli ha impedito di vedere quella sulla scena dei delitti del mostro.

8. Conclusioni. Il mistero dei rosacrocePer finire… Rimangono molti misteri riguardo ai Rosacroce.
A mio parere il mistero più grande non è se questi esistano davvero, la loro data di nascita, e altre idiozie buone solo per intellettuali che fanno finta di voler capire la realtà, ma che vogliono solo portare i lettori e la gente comune fuori pista.
Il mistero più grande è capire in quale momento un’organizzazione che si rifaceva al messaggio di Cristo e a filosofie meravigliose (filosofie che possono essere lette sia in libri di filosofia rosacrociana, sia in romanzi come “Zanoni”; ma che attraggono anche solo leggendo le presentazioni effettuate nei siti dell’Amorc), si sia trasformata in un’organizzazione criminale che – oltre al potere politico e finanziario – permette ai suoi affiliati di commettere i delitti più impensati, da quelli del Mostro di Firenze a quelli di Cogne o di Haider.
L’altro mistero è quali delle varie organizzazioni rosacrociane oggi esistenti si rifacciano veramente al messaggio di Cristo e non siano solo organizzazioni di facciata per coprire dell’altro. Perché senz’altro molti dei rosacroce attuali, in tempi moderni, sono persone non solo buone, ma anche speciali, dotati di poteri particolari e di conoscenze particolari. Purtroppo molti no.
E il più grosso mistero è capire come sia possibile che molte delle persone oggi al potere possano parlare di pace, fratellanza, possano produrre capolavori letterari e cinematografici spesso intrisi di messaggi bellissimi, per poi aderire ad un’organizzazione come la Rosa Rossa, o, perlomeno, accettare passivamente di veicolare nelle proprie opere dei messaggi rosacrociani e tacere di fronte ad un simile schifo. E’ vero che chi ha provato a parlare, come Rino Gaetano, Pasolini, e in tempi recenti Giuseppe Cosco e Cecilia Gatto Trocchi, sono morti, perché ribellarsi al sistema è praticamente impossibile. Ma è possibile vivere sereni con un simile peso sulla coscienza? E’ possibile tacere ed essere conniventi, solo perché “tanto è tutto inutile! Che parlo a fare?”.
Questo è il vero mistero dei rosacroce.
Capire come possano convivere gli ideali di uguaglianza che avevano alcuni padri storici della sinistra, con la sigla RC di rifondazione comunista.
Capire come si possa parlare di libertà civili, di diritti della donna, e poi fondare "La Rosa nel Pugno" e candidare Gelli, dimenticando i diritti delle vittime del mostro di Firenze, il diritto alla vita di tutte le vittime della Rosa Rossa.
Capire come si siano trasformati dei giovani che senz’altro un tempo avevano creduto a certi ideali, che andavano ai cortei per un mondo migliore, in mostri che prendono in giro il loro elettorato e sono conniventi con delitti innominabili.
Capire come sia possibile avere dei papi rosacroce (su questo punto chi vuole approfondire deve consultare il sito Chiesaviva e leggere i libri di Padre Villa).
Capire come sia possibile produrre capolavori di sensibilità come “La vita è bella” di Benigni, accanto a film come “Il Mostro” il cui titolo non poteva essere più azzeccato, sia per i suoi fini che per i messaggi che veicola.
Capire come si possa produrre capolavori come IT (che parlano della lotta del bene contro il male facendo prevalere l’amore e l’amicizia) accanto a The Red Rose e ai Lupi del Calla.
Capire come sia possibile che i due mazzi più belli di tarocchi mai creati, su migliaia di mazzi, siano considerati all’unanimità proprio questi due: 1) il mazzo creato dal fondatore del rito indipendente e rettificato, Arthur Waite; 2) e il mazzo recente della Golden Dawn creato da Giordano Berti per la ditta “lo Scarabeo”. Questi ultimi, creati nel 2008 forse superano in bellezza pure quelli di Waite (Berti – a detta di molti - è riuscito quindi a raggiungere un risultato che in un secolo nessun altro creatore di mazzi di tarocchi aveva mai raggiunto, perché nessuno fino ad oggi aveva eguagliato in bellezza quelli di Waite).

Forse la risposta è ancora una volta quella contenuta nel romanzo rosacrociano “Zanoni” di Edward Lytton: “Le nostre opinioni sono la parte angelica di noi. I nostri atti la parte terrena”.
La spiritualità di capolavori come “La vita è bella” sono la parte angelica dell’umanità. I delitti del mostro di Firenze, e tutto ciò che si fa per coprirli e addirittura proteggerli, la parte terrena.
E su un punto hanno ragione i Rosacroce. Capire il mistero dei rosacroce, è capire il mistero della vita, ma anche della politica della finanza e della giustizia. Ma una volta capito questo mistero, non è più possibile tornare indietro, e dopo, la vita non è più la stessa. Cosicchè, come dice il protagonista del romanzo, Zanoni, non sempre è una scelta consigliabile quella di arrivare a svelare il mistero dei Rosacroce, e condividerne la conoscenza, che si stia da una parte (cioè dalla parte degli iniziati), o che si stia dall’altra (di quelli che cercano di capirli dall’esterno).
Entrambi, sono in trappola perché capiscono che il loro destino non dipende da loro.



Dedicato a Rino Gaetano, Giuseppe Cosco, e Pier Paolo Pasolini.
Rino disse in un intervista “oggi le mie canzoni non vengono capite ma fra vent’anni le capiranno”.
Ho capito anche a cosa alludevi nell’intervista a Gianni Morandi parlando del “profumo dei ministri”.
Oggi ho capito. E questa dedica te la dovevo.

E a te Giuseppe, che parlasti della Rosa Rossa esplicitamente e troppo presto, quando ancora la conoscevano in pochi. Sei morto senza che nessuno si sia neanche domandato il perché. Anche nel tuo caso, era difficile capire, allora. Ma leggendo i tuoi articoli ho capito il motivo del tuo “malore improvviso”, quel giorno che ti recasti in tribunale per una perizia.
Ora capisco perché dopo aver letto il tuo sito, che è ancora visibile come se tu fossi vivo, non rispondevi al telefono e alle mail e alle mie domande. Ma forse mi hai risposto, anche se in un altro modo.
A Pier Paolo Pasolini. Scusami se, all’epoca anche io, come tutti gli altri cieco di fronte all’assurdità di un potere troppo sofisticato per essere compreso, pensai che te l’eri cercata. Ero piccolo all’epoca e non avrei mai immaginato. Stefania ti ha dedicato un articolo, tempo fa, e spero ti sia piaciuto.
Grazie a tutti e tre di aver seminato. Speriamo di aver raccolto una parte di ciò che avete seminato affinchè altri raccolgano ciò che seminiamo, affinchè infine possa un giorno crescere una foresta.




Bibliografia

I manifesti rosacrociani sono pubblicati per intero dalle edizioni mediterranee a cura di Jean Pierre Bayard, “I rosacroce, storia dottrine simboli”.

Il manifesto della Rosa Rossa, è pubblicato nel libro di F. Ripel La Magia Rossa, Hermes edizioni a pag. 77. Riporto il brano che mi ha colpito di più: “Egli sa. Egli comanda; e il gran maestro è Horus la Bestia. Credi in lui e la vita vedrai. Uccidi i tuoi simili, sventra tua madre, sgozza tuo padre se egli non crede in lui”.

Zanoni, è edito in Italia da Tea (una casa editrice che, per coincidenza ha come simbolo una rosa).

Sul rapporto tra Rosa Croce e Giulio Verne si può vedere: Jules Verne e l'esoterismo. I viaggi straordinari, i Rosacroce, Rennes- le-Chateau; di Lamy Michel; Curato da: De Turris; Edizioni mediterranee

Sul Rosa Crocianesimo in Dante: L’esoterismo Rosacroce nella Divina Commedia, editore Bastogi.

Un approccio iniziale alle società segrete, documentatissimo e ben scritto è il Dizionario dei segreti e dei misteri, Mondadori, a cura di Michael Greer. Libro ovviamente anticomplottista, perchè scritto da un massone di grado elevato.


Un libro documentatissimo ma anch'esso rigorosamente anticomplottista è Il cappello del Mago, di Massimo Introvigne, ed. Sugarco. Per l’autore – che ha la biblioteca esoterica e satanica più grande al mondo (50.000 volumi) il satanismo è un fenomeno quasi inesistente e ovviamente quasi nessun delitto in Italia e nel mondo è un delitto esoterico. L’autore arriva persino ad affermare, in un suo sito, che la piramide non è un simbolo massonico.
Probabilmente se scrivesse libri sulla mafia giungerebbe ad affermare che la mafia non esiste ed è solo il frutto di una serie di incredibili coincidenze.

La prima persona a parlare esplicitamente della Rosa Rossa e dei suoi riti esoterici con sacrifici umani è stata Gabriella Carlizzi nel suo libro “Gli affari riservati del mostro di Firenze”, in particolare da pag. 127 in poi.
Un libro un po’ complicato da capire, ma il primo e unico che ha parlato dei delitti della Rosa Rossa.
Consigliamo anche la lettura della stessa autrice del libro “Lettera ad Alberto Bevilacqua sul mostro di Firenze”.

Si consiglia di iniziare la lettura di questi argomenti dal fondamentale “Massonerie e sette segrete. La faccia occulta della storia”, di Epiphanius, ed. Controcorrente.


I riti della Golden Dawn sono pubblicati in Italia da Edizioni mediterranee in due edizioni diverse; la prima, a cura di Sebastiano Fusco, "La magia della Golden Dawn" e la seconda a cura di Israel Regardie.

360 commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   201 – 360 di 360
Paolo Franceschetti ha detto...

Ps. Marcello Pamio - di disinformazione - è mio amico. E abbiamo spesos avuto discussioni... ti confesso che spesso gli ho detto che dovrebbe evitare di usare termini come "finanza giudaico massonica" perchè il fatto che rotschild e rockfeller siano ebrei non significa nulla. Sono uomini, punto e basta.

Serpent of Fire ha detto...

@tomas

Quando si parla di ebrei, non si parla del tizio che ha il negozietto sotto casa e che fa il suo business senza rompere a nessuno. Non è questo il problema.

Stiamo parlando di un ELITE, di persone che muovono immense moli di denaro, controllano l'informazione e la politica, determinando le scelte e la vita stessa della gente comune.

E' chiaro che non giova a nessuno generalizzare ed infatti ho coniato il termine ASHKE-NAZISTI proprio per indicare precisamente tale tipo di elite.

E' indubbio però che le banche che sono alla base del grandissimo buco finanziario, che presto distruggerà la VOSTRA VITA REALE (entro l'estate 2009 secondo Blondet), sono proprio in mano a quell'elite: Rockfeller, Rothshild, JP Morgan, Leheman sono solo la punta dell'aisberg del potere AHSKE-NAZISTA sull'emisfero occidentale.

La lobby ebraica ha tutti gli strumenti per farsi pubblicità. Hollywood è per la maggior parte in mano agli ASHKE-NAZISTI e se ci fate caso, per ogni giorno che manda iddio sulla terra, su tutti i TG nazionali c'è sempre l'angolino dedicato ad Israele. Censurare anche internet significa consegnare al totalitarismo mediatico la penisola.

Per rispondere a Franceschetti sul fatto che gli ebrei, come i rumeni e come gli italani siano uomini, questa è un ovvietà: anche Totò Riina è un uomo ma comunque gli diamo del mafioso e con lui stereotipizziamo tutto il popolo del sud italia. Molte persone del centro-nord sono persuasi dalla televisione che i napoletani sono tutti mafiosi. All'estero fanno ancora di più stereotipizzando l'italiano con mafia, mandolino e pizza.

Allora si dovrebbe utilizzare la stessa 'cura' anche con i tanto bistrattati massoni. Anche loro sono uomini e molti di complotti internazionali non ne sanno probabilmente niente. Perchè li attacchiamo così a cuor leggero? E perchè quelli della Golden Dawn oppure i RC dovrebbero essere dei criminali incalliti? E' vero che si occupano di esoterismo ma per quanto ho letto io i loro esponenti lavoravano per il bene della collettività non per la sua distruzione. Ma forse ho letto di persone che hanno vissuto prima del '68, prima della dissoluzione degli ideali che avevano mosso l'Italia e l'Europa sino ad allora: dopo solo il business ha contato.

Il fatto per il quale si identifica una precisa linea di sangue che detiene il potere sull'intero pianeta non è un invenzione dei complottari ma un dato di fatto: David Icke come Jordan Maxuell si sono occupati di ricostruire e documentare l'albero genealogico delle persone che occupano i posti di comando in USA e in EU scoprendo che i loro avi risalivano addirittura agli antichi Babilonesi passando per i Merovingi. Ne consegue che esiste un elite che, di generazione in generazione, ha sempre occupato tutti i posti di potere stando attenta alla 'purezza del sangue,' definendosi dei 'sangue blu'.

Vi invito a riflettere sull'estremo nepotismo che esiste in politica e più in generale nella pubblica amministrazione. Lo stesso nepotismo lo si incontra anche nelle loggie massoniche nelle quali è più facile aderire se si dispone di un parente già all'interno. La maggior parte dei riti e della simbologia massonica provengono dall'ebraismo, senza il quale il rito scozzese o il rito di york non avrebbero senso. Molti gran maestri sono di solito anche ebrei, mentre è più difficile che un NON ebreo raggiunga un alto grado.

Quindi quando si parla di complotto ebraico-massonico si parla di un network transnazionale che ha i suoi esponenti nei posti chiave delle pubbliche amministrazioni, delle banche, dei media ecc. Un tale network è in grado di condizionare pesantemente la vita democratica degli stati trasformandoli di fatto in DITTATURE MORBIDE. E questo non lo prenderei così sottogamba accontentadomi di definizioni sofistiche e di sottili distinguo, tipiche di quella cultura.

Rozzo ha detto...

Professore, innanzitutto la ringrazio delle molteplici spiegazioni su questa vicenda, e la ringrazio di aver illuminato una buona parte di noi. Purtroppo però, come essere pensante, non posso fare a meno di non notare alcune incoerenze che ci sono in questo articolo, e vorrei porle alcune domande che sicuramente le appariranno scontate e a cui avrà già risposto, ammetto di non aver letto ogni suo interessantissimo intervento, purtroppo.
La prima questione che pongo è questa:
lei spesso dipinge i membri della rosa rossa come discendenti e non come cloni degli originali rosa croce, devo quindi dedurre che anche le modalità di riconoscimento sono state travisate dal tempo? mi spiego: perchè Gelli avrebbe dovuto spiegare la sua posizione con tanta chiarezza, senza venire poi tolto dalle spese, essendo un maltese? forse la pubblica notorietà è un sinonimo di abbandono?
Seconda domanda:
in che modo è possibile catalogare le varie organizzazioni criminali organizzate? è possibile che alcune di loro siano intersecate al nuovo ordine? m'è sorto questo dubbio dalla stretta gerarchia che caratterizza la mafia, e il termine stesso che in un'etimologia presupposta del termine, precisamente quella derivante dall'arabo parlato potrebbe spiegare tante cose:
"mā fī-ha" = "non c'è, non esiste". In attesa di una sua eventuale risposta, la ringrazio.

Rozzo

Arthur ha detto...

X Virginia Lupetta

Mah, a volte con i termini diretti si rende molto meglio l'idea di quello che si vuole dire. Infrociti era il termine migliore che mi è venuto in mente per descrivere una razza che andando contro alla filogenesi spreca il seme su soggetti dello stesso sesso. In linea di massima non sono un grande erudito, ai tempi dell'univesità studiai Antropologia cosìcomme ho un minimo di basi riguardo a quello che sono stati i principali detentori del potere decisionale nella storia che ci è pervenuta in forma di documentazioni scritte e non soltanto elaborata su supposizioni derivate dall'analisi di alcuni reperti come lo è per la storia che tu definisci antica. La linea che mi pare però quella più condivisa dal senso comune ed anche dalla maggior parte degli storici è quella secondo la quale nelle popolazioni poco civilizzate, l'uomo, che è strutturalmente più robusto, abbia avuto un vantaggio rispetto alla donna.
Per quanto riguarda il flusso contemporaneo, mi riesce davvero impossibile credere che donne dalle abitudini alimentari per forza di cose diverse, che si trovavono ad una collocazione diversa, con conseguente esposizione al sole diversa, con un patrimonio genetico diverso, e che potevano andare incontro ad imprevisti diversi, potessero avere il ciclo tutte lo stesso giorno. Sarebbe un pò come dire che l'astrologia sia una scienza perfetta che non sbaglia mai nelle predizioni.
Ho capito che per commentare su questo Blog, sia necessario argomentare ogni affermazione con uno sfoggio di terminologie e conoscenza ricercati, altrimenti si viene presi per deficienti, cosa questa che non mi piace molto, in quanto l'importante non è tanto la forma, ma piuttosto il contenuto di ciò che si dice.

Saluti

P.s. Serpent, tu che hai tutti i chakra aperti e la supercazzola rialzata, potresti dirmi cosa provi in concreto?

Mery ha detto...

Sono stati citati la notte dei cristalli e la caduta del muro di berlino avvenuti tutti il 9 novembre ma mi permetto di far notare che anche il crollo delle torri gemelle è avvenuto l'11/9 ma tale data viene letta negli USA come 9/11 che rappresenta il nostro 9 novembre

Anastasio ha detto...

Personalmente faccio fatica a seguire tutto quello che scrivete, ma un paio di cose desidero dirle ...

1°) Per quel poco che so, ritengo che sia esagerato, pensare che I ROSACROCE siano responsabili di quello che addebitate alla confraternita della Rosa Rossa ... forse qualche Rosacroce è anche piduista, forse come supponete, fra costoro c'è anche qualche soggetto che condivide l'idea di sacrifici umani ... ma come in tutte le congreghe, c'è sempre qualcuno che esagera nelle sue progettualità!

2°) (per il serpente di fuoco) è vero, la 13^ segno dello Zodiaco (poco contemplato dalla moderna astrologia) è il Serpentario ... ma io lo conoscevo come Ofiuco oppure Ophiucus e non Ofiocus!

In quale lingua si dice Ofiocus?

Saluti da Anastasio

Anonimo ha detto...

Per la cronaca Ariel Toaff non è un acerrimo anti-semita ma l'ex rabbino di Roma, esautorato da tutte le cariche dopo la pubblicazione di tale libro.

Per la cronaca vera il Rabbi Toaff è Elio, ex Rabbino Capo di Roma e padre di Ariel, che non è Rabbi. Ariel è professore universitario in Israele (e non so più se come premio per il suo Pasque di Sangue si sia meritato l'allontanamento dagli atenei Israeliani o meno).

Cordiali saluti

FBM

Giovanni ha detto...

Shalom Thomas,
Finalmente qualcun altro che ha detto una voce in difesa del popolo ebraico. Un saluto. Giovanni.

Giovanni ha detto...

Shalom Thomas,
Finalmente qualcun altro che ha detto una voce in difesa del popolo ebraico. Un saluto. Giovanni.

Giovanni ha detto...

Shalom Thomas,
Finalmente qualcun altro che ha detto una voce in difesa del popolo ebraico. Un saluto. Giovanni.

Giovanni ha detto...

Shalom Thomas,
Finalmente qualcun altro che ha detto una voce in difesa del popolo ebraico. Un saluto. Giovanni.

Giovanni ha detto...

Shalom Thomas,
Finalmente qualcun altro che ha detto una voce in difesa del popolo ebraico. Un saluto. Giovanni.

Roberto ha detto...

Per Giovanni non è che se lo scrivi 4 volte siete in 4 persone sei sempre uno solo a vederla così...........

Giovanni ha detto...

Shalom Thomas,
Finalmente qualcun altro che ha detto una voce in difesa del popolo ebraico. Un saluto. Giovanni.

Roberto ha detto...

Se tutti la pensano cosi di israele è anche per questo, non è che la simpatia si conquista con questi metodi

Roberto ha detto...

Giovanni riscrivilo non ho capito bene cosa volevi dire

Serpent of Fire ha detto...

@Federico

Non vedo il motivo che per il fatto di aver aperto i chakra sarei squalificato ai tuoi occhi. L'attivazione dei centri è parallela alla crescita di coscienza e conoscenza dell'individuo.

E' come dire che io sono un centometrista: significa che mi sono allenato tanto lavorando sulla mia muscolatura. I centometristi vengono squalificati solo se si dopano, e questo non è il mio caso.

Ti consiglio di leggere "Frammenti di un universo sconosciuto" e la "Quarta via" di Ouspensky, allievo di Gourdjieff. Il kundalini yoga non è l'unica via iniziatica esistente.

@Anastasio

Il nome corretto è Ophiucus. Ho trasformato il ph in f mentre scrivevo.

@Anonimo su Ariel Toaff

"È figlio dell'ex rabbino capo di Roma Elio Toaff. Insegna presso l'Università di Tel Aviv e in passato ha insegnato Storia del Medioevo e del Rinascimento presso l'Università Bar-Ilan."

Grazie per la correzione.

@Giovanni

Spammare con tutti questi Shalom conferma solo quello che molti pensano sull'argomento. Da una parte una lobby che tutto controlla nel silenzio e dall'altra dei gentili o goym che tifano per il 'popolo eletto', eletto da chi se non da loro stessi. Se sei un GENTILE ti consiglio di dare un occhiatina al Talmud e renderti conto che l'ebraismo E' SOLO PER GLI EBREI E NESSUN ALTRO. Se invece non lo sei stai solo giustamente esprimendo la tua appartenenza ad una cultura, il che non ti autorizza comunque a spammare. Preferire invece leggere da parte tua qualcosa che contraddica nei fatti quanto ho riportato. Questo è il segreto della democrazia. Del tifo da stadio invece ne abbiamo le tasche piene.

Paolo Franceschetti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo Franceschetti ha detto...

Scusate se mi intrometto ma... magari Giovanni ha semplicemente cliccato per sbaglio 4 volte su "pubblica commento", come capita spesso.
perchè dovrebbe voler spammare con 4 messaggi? A che scopo? Capirei ne avesse messi 444. Ma 4 mi sembrano più un errore che altro.

Quante a te serpent... non te la prendere se qualcuno ha da protestare sull'apertura dei chakra.
Come dice benigni nel film la vita è bella... un giorno l'uomo decide di vietare l'ingresso nei negozi agli ebrei; il giorno dopo a quelli con la barba; poi agli elefanti; poi a quelli alti un metro e settanta...
Federico ha qualcosa da ridire sui chakra aperti... magari un altro ha da ridire sui maglioni blu, altri ancora su chi porta il turbante... la vita è varia, oltre che bella. :-)

Serpent of Fire ha detto...

Paolo, io non mi offendo di certo, ma non penso che il discorso sia legato a vietare l'espressione a qualcuno quanto richiedere un minimo di logicità e contributo fattivo agli interlocutori.

Massoneria, esoterismo ed ebraismo sono tutti temi molto complessi in cui è facile essere portati fuori strada da 'cattivi maestri'. Sono sempre disponibile con chi ha da insegnarmi qualche cosa di nuovo che si aggiunga alla mia personale ricerca di verità. Sono molto meno disponibile quando si nega una verità in nome di una qualche ideologia. Ad esempio l'esoterismo è negato dalla chiesa cattolica, il revisionismo dal sionismo. Ma in entrambi i casi siamo di fronte ad una censura preventiva di una re-visione della realtà in nome di un ideologia precostituta, che nella maggior parte delle volte è basata sulla menzogna.

Molti muri sono crollati nel secolo scorso e molti ne crolleranno negli anni a venire specialmente nel campo delle ideologie. Garantito.

Anonimo ha detto...

mi piace. si ha la percezione di democrazia su questo blog. onore al professore. due cose. avete letto guerra e pace? lì tolstoj dedica molte pagine a massonoria e numerologia.
e poi. immagino che a breve sarà postato un nuovo articolo dalla redazione. chiedo al professore, è possibile trovare un modo per dare continuità anche alle discussioni che ad esempio facciamo in commento a questo? tipo, ci trasferiamo in blocco sul nuovo articolo o qlcosa di simile?

ah, poi, ancora, visto che sono un praticante avvocato, mi permetto di uscire un po fuori tema. chiedo al professor franceschetti, che se non sbaglio si occupa anche della formazione per gli esami di avvocato, questi esami sono tutta una truffa come dicono tutti quelli che non lo passano o pure faccio bene a spendere ogni anno centinaia di euro per studiare e portare all'esame codici aggiornati? convinto che se non passerò neanche quest'anno sarà perchè non ho studiato a dovere? lei professore ha mai fatto parte di una commissione? e se si, i compiti vengono letti o si da uno sguardo distratto solo a qualche riga per vedere se sono riportati o meno segnali convenuti? tutto controllato anche lì insomma o no??

Anonimo ha detto...

Ciao Serpent,
tu hai scritto: "Ad esempio l'esoterismo è negato dalla chiesa cattolica...", ora, forse quanto dico non calza con la citazione fatta, ma in generale molti di coloro che "negano" in realtà negano agli altri, di modo da avere l'esclusiva.
Non mi stupirei se un giorno scoprissimio che, negli anfratti vaticani, si celebrino rituali "esoterici" (è solo un esempio).

Quanto a questo termine, "esoterico", che in molti rievoca qualcosa di portentoso, magico e quant'altro, sia Pitagora sia Aristotele insegnavano dottrine esoteriche (ovvero non aperte a tutti) e altre essoteriche, aperte a chiunque volesse, al grande pubblico, diremmo oggi.
Quindi "esoterico" (dal greco EXOTERIKOS), lungi dall'essere un termine angusto, significa "interno", da ESO "dentro", ovvero un sapere per chi è dentro, nel caso pitagorico per chi fosse ammesso alla sua scuola.

Federico ha detto...

@ Serpent
se qualcuno avesse anche solo un chakra chiuso non sarebbe vivo perchè l'energia non potebbe raggiungere gli altri chakra e senza energia qualunque organo del corpo non può vivere.
I chakra sono sempre tutti aperti, semmai quello che difficilmente avviene è che siano equilibrati.
Mi spiego: l'energia entra in un chakra e a seconda della condizione del chakra stesso questa energia viene, diciamo così, "colorata" in modo consono al chakra stesso e alle sue problematiche. Se questo chakra ha problemi la purezza iniziale dell'energia viene distorta e raggiunge il successivo già "inquinata" dalle distorsioni del chakra problematico, impedendo quindi anche ai successivi di lavorare bene.
Infatti si può definire la condizione spiritual/evoutiva di un essere esaminando l'output di questa energia dopo che essa è passata da tutti i chakra e ne ha assorbito le distorsioni. L'output avviene dal chakra alla sommità del capo e può essere quindi utilizzato (ovviamente da chi ne ha le capacità) per definire lo status del complesso corpo/anima/spirito.

Nel caso in cui uno, attraverso lavoro interiore, riesce a equilibrare tutti i chakra tra di loro, ecco che allora l'energia può fluire liberamente senza grosse distorsioni. Ma siamo alle soglie della santità in un caso del genere.

In sintesi, se tu avessi detto: "io, che ho tutti i chakra in equilibrio tra di loro..." avrei capito di più. Ho detto che la tua affermazione di squalificava nel senso che, dato che ti presenti come esperto di queste cose, a mio parere, l'affermazione sui chakra dimostra invece una lacuna piuttosto importante.
Posso anche sbagliarmi per carità, ma c'è anche un altro aspetto: ho sempre saputo che pensare di essere un essere più evoluto spiritualmente e affermarlo con la tua sicurezza, di solito è segno di una non eccessiva evoluzione spirituale. Anche perchè di fronte all'infinito non ha senso fare graduatorie: siamo tutti sullo stesso piano. E soprattutto qui stiamo parlando di spirito e non di materia e lo spirito non è soggetto alle dinamiche del tempo lineare in cui ci troviamo noi. Dove non esiste il tempo non ha senso il prima e il dopo e quindi neanche l'essere "più avanti" o "più indietro" rispetto a un altro.
Del resto tu saprai sicuramente che il nostro io superiore vive tutte le vite (che noi consideriamo come passate, presenti e future) contemporaneamente, essendo un essere multidimensionale e atemporale.

Bene, spero di essermi spiegato e, credimi, non c'era astio o altro nella mia affermazione, solo un po' di irritazione di fronte a quella che mi appariva come una affermazione un po' superba, come dire: "io, che sono illuminato mentre voi siete dei poveracci che brancolano nel buio". Ma se mi ha infastidito significa che è un mio problema, non ti preoccupare.
E scusa per la spiegazione non troppo tecnica, ma visto che qui siamo su un forum dove non tutti sono esperti di esoterismo ho preferito tentare di farmi capire il più possibile.

Ciao

Federico

ps a tutti quelli interessati al 2012, le mie ultime news dall'aldilà mi dicono che pare ci sia stato un errore nel calcolo. Il passaggio tra le ere si concluderà non il 21 dicembre 2012 ma qualche mese prima, in estate (data incerta).
Ma non c'è da preoccuparsi, non succederà niente di particolare. Quello che deve succedere sta già accadendo da un po'.
Fonte (in inglese)
http://www.llresearch.org/transcripts/issues/2008/2008_0927.aspx

Paolo Franceschetti ha detto...

Ti chiedo scusa federico.
avevo frainteso anche io il tuo pensiero.
Ciao

Anonimo ha detto...

dispersione del seme, infrocizzazione. che c'entra scusa col matriarcato? anzi nelle società matriarcali le società a me sembra siano più rigide e dure. molte società del meridione sono state dei matriarcati, ma mica a ciò corrispondeva un maggior tasso di omosessualità maschile..

tomas ha detto...

Dunque, grazie mille a Paolo di avermi risposto, anche a Serpent of Fire di aver discusso con me e a Giovanni per avermi così difeso. Poi volevo sottolineare che io non mi sono posto assolutamente come strenuo difensore di nessuno, volevo sottolineare quello che Paolo ha spiegato di nuovo meglio di me, cioè che appunto il fatto che banchieri importanti di dubbia moralità siano ebrei c'entra relativamente. Ci può aiutare per capire certe dinamiche ma non aggiunge nè diminuisce nulla rispetto alla nostra idea rispetto a loro: sono uomini pericolosi per i loro simili, perché assetati di potere e non perché sono ebrei. Così come i mafiosi: mica penso che tutti i siciliani siano mafiosi se alcuni di loro lo sono. Tra l'altro grazie alla globalizzazione (es: riciclo di denaro sporco in attività estere)il confine tra attività mafiosa e legale è così labile anche negli stati esteri che per me è chiaro ormai che la connotazione geografica Sud-Italia ha proprio poco valore. Si genera lì, ma poi si espande grazie anche ai "nostri". Paolo, anch'io mi chiedo sempre più spesso perché il blog non sia ancora stato chiuso o attaccato pesantemente da qualche hacker. Non so se la cosa debba farmi piacere o paura ;)

Serpent of Fire ha detto...

@Francesco

Ho l'impressione, dalle tue espressioni, che ti sia iniziato attraverso il Reiki o qualche pratica similare. Come molte pratiche, il Reiki è solo uno dei punti di vista sulla questione esoterica.

Beh, visto che parliamo di chakra, forse sarebbe il caso di condividere il concetto con quelli che di queste cose non ne sanno niente. Inizierei approcciando il problema secondo la scuola di Gurdjieff anzichè quella induista.

Nella cultura occidentale ermetica i chakra sono 7 'centri' dislocati lungo la spina dorsale che vengono rappresentati simbolicamente col nome di pianeti o di metalli.

I giorni della settimana sono appunto la rappresentazione alchemica di tali centri:
7) Sole (Sun-day): corona
6) Luna (Moon-day): terzo occhio
5) Marte-dì: gola
4) Mercole-dì (mercurio): cuore
3) Giove-dì : plesso solare
2) Vener-dì (venere): plesso sacrale
1) Sabato (Satur-day): osso sacro

L'espessione alchemica di fare l'oro dal piombo significa appunto arrivare alla coscienza superiore partendo dalla materia grezza del corpo umano.

Un 'centro' può essere immaginato come un vortice di energia eterica dalla forma grosso modo di un doppio cono i cui vertici convergono in un punto della spina dorsale. Il centro ruota su se stesso da cui i termini chakra e rune (ruota).

Nella mitologia cristiana, ed in particolare nel libro dell'apocalisse di Giovanni, il testo più alchemico dell'intero vangelo, si parla di 7 angeli con sette trombe. La tromba riassume appunto la forma a cono del centro occulto.

I chakra sono associati ad altrettanti centri nervosi:
1) motore
2) sessuale
3) istintuale
4) emozionale
5) espressivo
6) intellettuale
7) mentale

Mettere in equilibrio i chakra, secondo la cultura induista, equivale nella cultura occidentale a mettere in pace la nostra mente, eliminare il rumore di fondo (lavoro al nero) ed essere capaci di indirizzare i lavoro di tutti i centri verso un solo obiettivo eliminando tutte le contrapposizioni.

Come ho detto prima, l'apertura dei centri va di pari passo con la crescita della consapevolezza e dell'intelletto. Come nella nostra gioventù abbiamo imparato ad usare il corpo per interagire con il piano fisico, successivamente utilizzeremo sempre il corpo per rapportarci con il divino.

Al contrario di quanto pensi, i chakra possono essere anche sempre attivi. Questo è subordinato al grado di coscienza del se che hai raggiunto. Se hai costantemente connessione tra la coscienza e l'intelletto superiore con la coscienza e l'intelletto animale ottieni appunto il risultato di mantere costante l'illuminazione data dalla kundalini, consentendo il flusso dei due principi primari dello yang e dello yin attraverso la spina dorsale passando per la corona e per la radice.

Ritornando alla metafora del centometrista, il problema è che qualcuno arriva al traguardo, altri si fermano durante la gara perchè sfiancati o deviati ma la maggior parte assiste alla gara passivamente senza nessun progresso. Come diceva il Cristo molti sono i chiamati ma pochi gli eletti.

Anonimo ha detto...

non tutti i siciliani. ma il sistema mafioso, intendo quello della mafia internazionale, si basa su una dirigenza siciliana. è un sistema. e i capi non sono tailandesi. brutto andare contro gli ebrei. ma non è neanche del tutto inverosimile poter immaginare che proprio loro, che hanno culturalmente, nei millenni a quanto pare, mantenuto una straordinaria capacità di fare gruppo, appunto un popolo addirittura senza terra, cioè in condizioni straordinarie, bene proprio loro riescano a stare al comando e decidere sorti di miliardi di persone. qui su questo blog è lecito supporlo, non è questa la sede per esprimere solo convinzioni e tesi documentate.

Anonimo ha detto...

Buonanotte ai suonatori.
Anche Obama è massone.
http://www.cephas-library.com/masonry_obama_32nd_degree_prince_hall_mason.html

Anonimo ha detto...

Buonanotte suonatori.
Anche Barack Obama è massone.
http://www.cephas-library.com/masonry_obama_32nd_degree_prince_hall_mason.html

Anonimo ha detto...

ieri 13.11.08 sentenza g8 genova. 13 condanne, 16 assoluzioni.
amaca di serra, repubblica 14.11.

come valutate la posizione della chiesa su aborto, eutanasia etc? furi dalla polemica politica, probabilmente c'è una attenzione alla essenza della vita, anche nel caso concepito di pochi giorni, che fa capo a conoscenze esoteriche, appunto non diffuse (dalla stessa chiesa). caro pinco, si dici bene , ...poi l abisso guarda in chi lo guarda troppo... vorrei poter avere la tua fiducia nella chiesa cattolica, forse ce l'ho. ma il tuo ragionamento non risponde a chi "non sa più di chi fidarsi".

s.o.f. che vuol dire che "le banche che sono alla base del grandissimo buco finanziario, che presto distruggerà la VOSTRA VITA REALE" ??

Anonimo ha detto...

c´è del marcio in questo blog ... da un po´ di tempo sono comparsi molti commmentatori del tutto privi di dubbi, su se stessi e sulle proprie convinzioni in particolare ... classico risultato dell´avere i chakra troppo aperti: si perde il senso della misura, del ridicolo, e dell´umiltà ... e quindi in credibilità (pillole di interesse a parte:)

cercatore lontano dalla verità

Anonimo ha detto...

mi piace. si ha la percezione di democrazia su questo blog. onore al professore. due cose. avete letto guerra e pace? lì tolstoj dedica molte pagine a massonoria e numerologia.
e poi. immagino che a breve sarà postato un nuovo articolo dalla redazione. chiedo al professore, è possibile trovare un modo per dare continuità anche alle discussioni che ad esempio facciamo in commento a questo? tipo, ci trasferiamo in blocco sul nuovo articolo o qlcosa di simile?

ah, poi, ancora, visto che sono un praticante avvocato, mi permetto di uscire un po fuori tema. chiedo al professor franceschetti, che se non sbaglio si occupa anche della formazione per gli esami di avvocato, questi esami sono tutta una truffa come dicono tutti quelli che non lo passano o pure faccio bene a spendere ogni anno centinaia di euro per studiare e portare all'esame codici aggiornati? convinto che se non passerò neanche quest'anno sarà perchè non ho studiato a dovere? lei professore ha mai fatto parte di una commissione? e se si, i compiti vengono letti o si da uno sguardo distratto solo a qualche riga per vedere se sono riportati o meno segnali convenuti? tutto controllato anche lì insomma o no??

Virginia Lupetta ha detto...

@ Barzo
ahahahahaha! me la sono fatta sotto dal ridere :D


@Tomas
Comprendo il fastidio che si prova quando viene attaccato il mondo a cui apparteniamo (da pagana quale sono, ho purtroppo molte esperienze di questo genere alle spalle).
Però è anche vero che ci stiamo dirigendo verso un modo di pensare troppo "corna di lumaca". Non si può più dire nulla di nulla su UN ebreo, nemmeno specificando nome e cognome, che subito arriva qualcuno a dirsi vittima di antisemitismo.
Vorrei ricordare a tutti che gli uomini sono sia buoni che cattivi a prescindere dal colore, dalla religione o dall'orientamento sessuale. (Ah! I 3 gradi di separazione!)
Pensa a quante polemiche ci sono sui cattolici, ma siccome va di moda parlar male della chiesa, allora nessuno ci fa più caso. Però guai a chi tocca un ebreo...
Su, un pochino di elasticità mentale, ragazzi. Che il "popolo perfetto, bello e profumato" non esiste da nessuna parte.
E Dio (o Buddha, Bona Dea, Shiva, ecc...) ce ne guardi!

Serpent of Fire ha detto...

@Anonimo delle 14.35

"che vuol dire che "le banche che sono alla base del grandissimo buco finanziario, che presto distruggerà la VOSTRA VITA REALE" ??"

Ti rispondo con la dichiarazione apparsa su IlSole24ore da parte dallo speculatore finanziaro (ebreo sigh!)George Soros nel suo intervento alla Camera USA, non nascondedo tutta la gravità della crisi:

«Una recessione grave ormai è inevitabile - ha detto - e non è da escludere la possibilità di una depressione».

Se lo dice lui che ha messo in ginocchio la valuta italiana ci possiamo credere, anche perchè questo stato di cose lo hanno determinato proprio speculatori come lui:

http://www.movisol.org/soros1.htm

"Il sig. George Soros, per sua stessa ammissione in molte interviste alla stampa e alla televisione, è stato uno dei principali promotori, organizzatori e beneficiari del gigantesco attacco speculativo contro la lira, la sterlina britannica, il franco francese e altre monete europee nel settembre 1992, che ha costretto alla libera fluttuazione al di fuori del Sistema Monetario Europeo (SME) ponnedo una seria ipoteca sul futuro dello stesso SME.

Secondo resoconti della stampa economica, George Soros avrebbe incassato in pochi giorni almeno 400 miliardi di lire (28 milioni di dollari) nella speculazione contro la lira e ben 1.200 miliardi di lire operando contro la lira sterlina."

Arthur ha detto...

Va bene è inutile fare finta di niente, è come mancare di onestà intellettuale.
x Anonimo: frammi un esempio di società matriarcale che si sia affermata nella storia e che non sia scomparsa brevemente.

X tutti gli altri esoterici:

A) 1+1 fa 2, ma anche no
B) Se anche sarai in armonia con il cosmo intero, ma avrai perso la tua anima, allora che cosa avrai ottenuto?
C) L'amore è la soluzione

Arthur ha detto...

Serpent, per me comunque non sai contare, se devi dare un dato almeno dallo bene: 28 milioni non ha alcun senso:
400 miliardi di lire sono 206 milioni, 28 milioni non ha alcun senso!!!

In linea di massima dici cose che posso condividere, l'operazione di Soros era comunque mirata a fare capire all'Italia ed agli Italiani che la direzione era da prendere era oramai quella della globalizzazione, la privatizzazione di alcune indutrie era lo sviluppo naturale del progetto di globalizzazione che era partito in concreto dalla fine della seconda guerra nmondiale.

Stefania Nicoletti ha detto...

Per l'anonimo che ha postato il link su Obama massone.
Certo che è un massone anche lui. Non puoi diventare presidente degli Stati Uniti d'America (e comandante in capo delle forze armate, ricordiamocelo) se non sei un massone. E' proprio tecnicamente impossibile. Nonostante ci venga da sempre raccontato che l'America è il paese in cui chiunque può diventare presidente. Balle.
Anche ammesso, per ipotesi, che uno sia in buona fede, una volta eletto deve comunque rispondere agli interessi di quelli che lo hanno fatto eleggere.

Anonimo ha detto...

la più antica civiltà in italia è quella sarda, notoriamente matriarcale perlomeno fino a un paio di generazioni fa. e dalla notte dei tempi. e i sardi non mi risulta siano storicamente noti come effeminati o omo.. in ogni caso, sei tu che devi dimostrare eventualmente che tali civilità matriarcali si siano estinte per una supposta omosessualità dei maschi... le popolazioni poi che affidavano le loro sorti (anche) ad eunuchi poi, come quella ottomana, non mi pare abbiano avuto vita o estensione spaziale breve. e neppure mancanza di coraggio. per contro, proprio nelle culture dove la donna è in subordine rispetto al maschio, si ha massima diffusione della omosessualità (vedi islam fondamentalista) e non sono peraltro salde, hanno il fiato corto.. insomma secondo me sbagli a legare matriarcato a omosessualità.

Anonimo ha detto...

http://www.fuorispazio.net/def_show.php?f=/_archivio/Ottobre,Novembre,Dicembre_2003/matriarcali.html

Serpent of Fire ha detto...

@Arthur

In caso è il sito citato da cui ho tratto il testo che non sa contare. E' probabile che il 28 fosse invece un 208, quindi un errore di battitura.

Per quanto riguarda l'operazione di svalutazione della Lira, ritengo che questo vadi inquadrato nel paradigma problema-reazione-soluzione:

1) sono state effettuate tramite il mercato una serie di operazioni finanziarie atte a danneggiare le singole valute dell'area EU

2) come reazione lo stato ha dovuto svalutare la Lira e Giuliano Amato, il dottor sottile, nel suo primo mandato da Presidente del Consiglio nel’11 luglio del 1992 emise un decreto retroattivo al 9 luglio con cui deliberò il prelievo forzoso del 6 per mille dai conti correnti bancari per un “interesse di straordinario rilievo”, in relazione ad “una situazione di drammatica emergenza della finanza pubblica”.

3) l'evento fu pubblicizzato dai media come spunto per rafforzare l'esigenza di aderire al più presto possibile all'area euro, che poi era il fine che ci si era posto prima della creazione del problema stesso.

L'EU è una invenzione della massoneria internazionale, dove i denari possono andare e venire come vogliono mentre le persone NO.

Il termine EURO, viene come dice Agrippa in De Occulta Filosofia dal vento di Oriente, che guarda un pò coincide con l'oriente massonico, ovvero il sole che risorge, ovvero l'OSIRIDE. Il simbolo dell'euro ricorda inoltre il forcone di Nettuno o di Satana, il tridente, utilizzato al posto della spada nella magia cerimoniale per difendersi dagli elementari.

Stefania Nicoletti ha detto...

A parte il fatto che ci sono diverse etnie, in tutto il mondo, che conservano ancora l'organizzazione matriarcale. Popoli che magari non saranno "evoluti", come dici tu Arthur, ma vivono in pace. E senza gerarchie, di solito.
Poi. La società matriarcale non ha NULLA a che fare con la vita sessuale, le tendenze sessuali e la "virilità". E' una forma di governo e di organizzazione sociale, appunto.
Inoltre esistono diverse varianti di matriarcato, così come esistono diverse varianti di società patriarcale.
Arthur, dici di aver studiato antropologia all'università. Allora dovresti sapere che il matriarcato è cosa distinta dalla ginecocrazia. Per esempio, in molte società matriarcali del passato le donne affidavano agli uomini l'esercizio del potere. Inoltre, spesso fu proprio nelle società matriarcali che le donne vennero maggiormente represse soprattutto dal punto di vista sessuale. Società matriarcale non significa necessariamente alta considerazione delle donne. Né significa un semplicistico "girl power", per dirla con le Spice Girls. E' semplicemente una forma di governo. E ribadisco comunque che ci sono diversi tipi di società matriarcale.

Inoltre, dici che le società matriarcali hanno fatto tutte una brutta fine e non sono state capaci di governarsi.
Ma:
1. Tutte le società e le civiltà, in quanto fenomeni umani contingenti, prima o poi muoiono, decadono o implodono.
2. Guardando la nostra "gloriosa" società patriarcale, non è che ci sia molto da essere fieri. Se questi che vediamo ogni giorno sono i risultati...

Anonimo ha detto...

@Serpent,
noto, scusami se mi sbaglio, che molto di ciò che dici è "ispirato" da David Icke. Ovviamente non tutto, perché rilevo, con piacere, un certo eclettismo. Torniamo ad Icke, come lui anche il buon Blondet viene accusato di antisemitismo, spesso e volentieri da chi poco conosce la cultura ebraica.
Gli ashkenaziti non sono l'unica etnia ebraica, sono però l'elite, e lo sono a scapito delle altre etnie (sempre che si possa parlare di etnie, uso questo termine, e me ne scuso, accetto correzioni in merito). Quindi in un certo senso non è correttissimo parlare tuot court di ebrei, ma cercherei anche di non fare le pulci su ogni singolo vocabolo.

@anonimi vari
Dice bene chi afferma che omosessualità e matriarcato poco o nulla abbiano a che fare. Così come, aggiungo, l'omosessualità non è sinonimo di effeminatezza. Giulio Cesare, sebbene sposato, era omosessuale, ma non era certo effeminato; non confondiamo le cose seguendo gli stereotipi attuali.
La passione di Socrate per i giovinetti, era assai diffusa in Grecia, e non era sinonimo di effeminatezza, ciò non toglie che Socrate fu un valoroso oplita, o che amasse il bello anche nelle donne. Ai greci, come ai romani non mancava certo la virilità, che non era da dimostrare (almeno non solo) sotto le lenzuola, ma nel campo di battaglia e in una certa "nobile" condotta.

Federico ha detto...

@ Serpent

sì, ho fatto anche reiki, ma non è da quello che deriva il discorso che ho fatto (è stato tempo fa e onestamente non mi ricordo molto).
La fonte è quella dei link che ho postato sopra e alcune esperienze personali.
Cmq basta con chakra ecc. qui siamo OT e non mi sembra giusto aprofittare oltre misura dell'ospitalità di questo blog.

@ Paolo
no problem
non mi ero mica offeso :)

anonimo vario ha detto...

si ho scritto effeminati O omo. appunto, ho distinto i due concetti, che ho citato entrambi proprio per rispondere a chi che parla di 'frocizzazione'delle civiltà (poi non so se cesare avesse movenze di un vespa o meno). vai e spiegalo alla condyrice o alla tatcher alle malvinas..

Duffy ha detto...

vado un po' fuori tema... ma non troppo

suggerisco a tutti questo documentario interessante che ho appena "scovato" sul blog di antonella randazzo

http://it.youtube.com/watch?v=q7UCe3XojRE

Stefania Nicoletti ha detto...

A proposito dell'omicidio di Robert Kennedy, di cui parla anche il video postato da Duffy.
Il suo assassino, Sirhan Sirhan, era un Rosa Croce ed era controllato mentalmente.

Duffy ha detto...

almeno scopro di non essere andato troppo off topic :)

stefania scusa hai qualche informazione in piu' su quanto hai appena detto

sono un profano... è ovvio che una frase come la tua mi incuriosisca :D

Stefania Nicoletti ha detto...

Ciao Duffy.
Sirhan Sirhan si interessava di pratiche occulte ed era un Rosa Croce "praticante", regolarmente iniziato e affiliato all'AMORC (Antico e Mistico Ordine della Rosa Croce).
Ne parlarono già i giornali dell'epoca.
http://www.time.com/time/magazine/article/0,9171,840003,00.html

Qui puoi trovare un articolo abbastanza completo:
http://pseudoccultmedia.blogspot.com/2008/08/sirhan-sirhan-first-mind-controlled.html

Nel sito c'è anche l'immagine della sua tessera di iscrizione all'AMORC.
L'articolo è in inglese, ma la sostanza è che era controllato mentalmente.
Tra le partiche dell'AMORC c'è anche l'autoipnosi. C'è chi sostiene che Sirhan avesse usato proprio l'autoipnosi per l'omicidio di Bob Kennedy.

Duffy ha detto...

grazie mille, gentilissima

cives ha detto...

in televisione in questi giorni ricorre in maniera (quantitativamente) impressionante il numero 4. che vuol dire secondo voi?

Anonimo ha detto...

qualcuno di voi pochi giorni fa citava la clinica santa rita, la clinica degli orrori... avete sentito chi era il primario? "Pierpaolo Brega Massone, il primario della chirurgia toracica della clinica Santa Rita, accusato addirittura di omicidio aggravato da crudeltà, ..."

Gitano Borghese ha detto...

Meraviglioso questo articolo,come del resto tutto il suo Blog,resto veramente colpitodalle ricerche e dal modo di spiegare.
Volevo sottoporle 2 casi da non sottovalutare : il primo lo "strano" incidente e morte del comico francese (con aorigini italiane) COLUCHE ;
e il secondo le strane morti attorno al caso CLEARSTRAM ( non guardi wikipedia italia ma wiki francia..)
Saluti

Anonimo ha detto...

un sitino http://rosacroce.info/


dica33

Anonimo ha detto...

"David Icke come Jordan Maxuell si sono occupati di ricostruire e documentare l'albero genealogico delle persone che occupano i posti di comando in USA e in EU scoprendo che i loro avi risalivano addirittura agli antichi Babilonesi passando per i Merovingi."

ma che è questa follìa ?
leggete meno martin mystere ... ma per favore, esoteristi di accatto!
mancano solo i Grandi Antichi di Lovecraft.
vogliamo contenerci e dare affermazioni provabili? è sempre il sito di un avvocato, dopotutto.

smettete di rendere ridicolo uno dei siti più interessanti, per favore, e qualcuno ri-tappi i chakra, la cui "apertura" (senza equilibrio) ha portato a mancanza di senso del ridicolo.

cercatore lontano dalla verità

Anonimo ha detto...

"c´é qualcosa di magico" riferito al ciclo sincronizzato...
che c`è di strano in un organismo che si regola dinamicamente in base a stimoli ambientali e sociali?
si chiama "ricezione dei feromoni"
non serve magia a spiegare due legami chimici. i feromoni prodotti delle donne nello stesso ambiente vengono recepiti dalle stesse che lo usano "naturalmente" per risincronizzare il ciclo - come tutti gli animali, mica i branchi hanno un "demone-orologio" che guida il ciclo elle femmine ...

cercatore

goober ha detto...

Il nuovo canale satellitare Rai si chiama Rai 4 ed è ROSA!!!

Paolo Franceschetti ha detto...

Cercatore lontano dalla verità...

in realtà tutti noi siamo lontani dalla verità, credo, e proprio perchè la cerchiamo non possiamo far tacere anche chi parla di Ufo, extraterrestri e rettili. In fondo, è vero che la teoria dei rettili di icke non è mai stata provata, ma è altrettanto vero che non è stato provato il contrario, e dunque chi è lontano dalla verità, come me e te, possiamo solo rimanere in ascolto in attesa di capire.

D'altronde... se vent'anni fa mi avessero fatto leggere l'articolo che ho scritto oggi, sui rosacroce, su benigni, i papi, ecc.... bè avrei detto che l'autore doveva essere matto.
Invece l'ho scritto.
E l'idea che benigni, eco e Bevilacqua fossero coinvolti a vario titolo e con posizione diverse, nella Rosa Rossa, mi pare(va) assurda come quella dei rettiliani... :-)

A parte questo...

all'anonimo che mi chiede del corso da avvocato...

Studia e non preoccuparti. Ci sarà modo di capire anche il sistema dell'esame da avvocato. Ma studiare non fa mai male.

Ti invito ad uno dei miei corsi, dove si parla di come superare l'esame, i criteri di ammissione e correzione, ecc... e li approfondiremo la questione. Ovviamente per te, visto che ti ho invitato io, il corso sarà gratuito.

Un saluto
Paolo

cives ha detto...

grazie, sono lusingato per l'invito. ovviamente non approfitterò. sono d'accordo studiare non fa male, tutt'altro. diciamo che lì sono circondato da colleghi complottisti, ma io che complottista non sono, non perlomeno a livello esasperato, non credo ad una messinscena generalizzata. è un fatto però, purtroppo, che il business su e corsi e sopratutto testi che necessariamente devono essere aggiornati e sono costosissimi, ha qualche inquietante analogia con aòtri come quello del 'monopolio' obbligato di farmaceutico o assicurativo... va bè, in fondo questa professione l'ho scelta io di mia sponte. grazie ancora comunque per l'invito, come ricevuto.

Anonimo ha detto...

Vorreo fare una piccola rettifica.

In realtà ELEMENTARE si dice ELEMENTALE... giusto? Magari sbaglio...

Mario

Anonimo ha detto...

http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080906111302AAN3ivY

Serpent of Fire ha detto...

@ Anonimo cercatore lontano dalla verità (illusoria)

Mi sembra che sei più preoccupato di chiudere la bocca al sottoscritto. Evidentemente la realtà TI (o VI) fa male e usi le stesse armi che usano i massoni: ridicolizzare i propri nemici.

Non mi fai paura. Sono avvezzo a persone come te che da una parte cercano di sviare il discorso o sul confronto personale oppure sul sofismo e poi dall'altra scopri che seguono il tuo stesso filone esoterico.

Ho fatto molte conferenze in rete con skype e con paltalk, e spesso sono apparsi personaggi come te che avevano l'arroganza di tappare la bocca ai partecipanti con i loro sofismi del cavolo: questo non è così, a questo non ci credo, tu non puoi dire questo ecc. Poi dopo qualche serata si scopriva che una era membro del Easter Star, quell'altro del GOI ed un altro ancora dei RC. Se hai qualcosa da ridire riguardo quanto espresso ESPONI TU DEI FATTI, se no sei solo RUMORE DI FONDO.

Anche sul discorso del ciclo femminile hai espresso una marea di menzogne non ricordoti il carattere 'magico' che anche l'ebraismo associava al mestruo.

Tutti i meccanismi legati alla materia sono legati anche al tempo, e non a caso i 12 segni astrologici, i 7 sette giorni della settimana e le due mezze giornate di 12 ore sono legate indissulubilmente agli elementi come ben documentato nell'alchimia e nella magia. Non mi stupisce il fatto che il mestruo si sincronizzi in cicli di 29 giorni che cabalisticamente riporta al numero 11 della giustizia e al 2 del dualismo divino. Vi ricordo infine che in nome del dio Kronos (Lucifero per i più digiuni) tutte le operazioni sulla materia devono essere legate al tempo.

simone ha detto...

Da quando ti leggo, Paolo, osservo e vaglio le notizie in un certo modo. Poco fa al TG1 è stato trasmesso un servizio su un'operazione militare simulata il cui scopo dichiarato è quello di contrastare l'azione di gruppi d'"insorti"... Del perché si stia allestendo una cosa del genere, nemmeno una parola, ma, a detta di un ufficiale intervistato, le guerre del futuro si combatteranno così... Ora, dico io, con tutto il buon senso possibile, che senso può avere informare su un fatto del genere? Una notiza come questa mi sembra "strana" anche per i telegiornali nazionali. Dici che si tratta di un messaggio massonico? A me è venuto di pensarlo.

Anonimo ha detto...

non era mia intenzione tappare la bocca ad alcuno ...
e non sono io a negare la validità dei discorsi esoterici (tutt´altro, direi)
dico solo che la numerologia, di cui qui si discute, deriva dal fatto che la natura si manifesta secondo leggi QUANTITATIVE... quindi NON nego manco un po´ i tuoi discorsi.
ti dico che la MAGIA ... beh ... è una parola contestuale :)
la scienza di pochi di ieri era detta magia al tempo, oggi è scienza.
non era per magia che si profetizzavano le eclissi fino a galileo (in europa), era per conoscenza (eosoterica = per pochi) astronomica.
conoscenza QUANTITATIVA = NUMERI.

i rapporti quantitativi ricorrenti, sembrano - e senz´altro SONO - simbolicamente legati... da qui la "magia"

il sofista-pauroso non sono io.

credo che definire le cose non spiegate dalla scienza di oggi come "magia" sia il più grande peccato di rinuncia a capire che si possa fare.

ma vuoi credere di avere tutti i chakra stappati per motivi slegati al mondo fisico?
sei padrone di crederlo e giustamente di dirlo in giro.

fine della questione.

ricorda che la frase "ci sono più cose in cielo e terra di quante ne sogni la tua filosofia" non significa "non limitarti alle tue formule, che esistono la magia e gli spiriti dei morti", ma piuttosto "la tua filosofia naturale è ancora incompleta, ti devi spiegare razionalmente tante altre cose, orazio"

me li chiami sofismi, è un tuo diritto& dovere, sono alla ricerca continua, senza pregiudizi, con un rasoio come criterio

cercatore

PS:
perdona l´impressione di volerti tappare la bocca, la do sempre al mio primo intervento, sto cercando di limitarmi:) ma quando di punto in bianco si cacciano fuori discorsi importanti&ridicolizzabili ... beh, il ridicolizzabile, va investigato con rigore finchè non dimostra la sua validità

(non puoi negare che certi discorsi siano normalmente passabili di tale interpretazione, ce devi sta´, sennò sei un puro e semplice dissociato :)

Serpent of Fire ha detto...

@Mario

L'appunto che fai è dovuto alla confusione che si ritrova in diversi libri di esoterismo. La versione di Franz Bardon (White Lodge) è la seguente:

1) le LARVE sono entità prodotte dall'azione psichica sull'AKASHA. Vengono realizzati incoscientemente attraverso uno stress psichico dal soggetto una sorta di contenitori eterici che però non hanno una vera e propria coscienza ma assomigliano più a delle zecche che succhiano energia da uno dei suoi centri.

2) gli ELEMENTALI sono entità che sono sempre generati dall'AKASHA ma hanno uno scopo di vita. Al termine di tale scopo si autodissolvono.

3) gli ELEMENTARI sono entità create da uno degli elementi (aria, fuoco, acqua, terra) e che al contrario dei primi due assumono una coscienza propria ereditata dal mago che li ha creati. Il mago generalmente quando li crea attraverso un atto terugico ne determina la scopo, compatibile con la sua sfera di esistenza, ed una data di dissolvimento.

Purtroppo nel corso dei secoli e dei millenni, molti ELEMENTARI sono sfuggiti al controllo dei maghi divenendo molto potenti tanto da influenzare il piano fisico.

Nella letteratura esoterica di parla di quatto legioni di entità che si contraddistinguono con i seguenti nomi ALLEGORICI:
1) ARIA - SILFIDI o ARIANI
2) FUOCO - SALAMANDRE o DRAGHI
3) ACQUA - ONDINE o SIRENE
4) TERRA - GNOMI o TROLL

Quindi nelle quattro sfere al disotto della sfera dell'AKASHA esistono delle coscienza collettive, dette anche EGREGORE, che popolano il mondo astrale. Questo significa che sono entità mortali disincarnate (spiriti) che non hanno una corrispondenza nel mondo mentale (anima).

Gli elementari sono le entità che i nostri antenati chiamavano DIAVOLI, da distingure dai DEMONI che sono invece entità del piano mentale e che regolano l'esistenza della materia (vedi il significato greco della parola DEAMON o daimones e non quello latino).

Di tutte queste figure ALLEGORICHE, simboli di un qualcosa che esiste nel mondo astrale o mentale, troviamo traccia nell'ebraismo e nel medioevo come draghi, nell'induismo come NAGAS, nei maya con il SERPENTE PIUMATO. I rettiliani di Icke non sono altro che le salamandre di Agrippa. Gli ariani e i grigi di Malanga non sono altro che le silfidi e gli gnomi. Stesse allegorie ma solo con nomi differenti.

Serpent of Fire ha detto...

@Cercatore

La MAGIA è una scienza, come ben saprai, soltanto che è stata tenuta nascosta al volgo proprio per evitarne la dissacrazione e la profanazione.

Parole come 'stappare' fanno parte di tale tattica. Ridicolizzare le tesi degli avversari per sminuirne l'autorevolezza: gli americani sono diventati esperti nel deleggittimare i loro avversari politici ed hanno fatto scuola ai politicastri de noaltri (vedi il duo comico Belusconi-Prodi).

E' puittosto complicato parlare di cose come chakra, spiriti, demoni, elementari scientificamente in senso stretto poichè il metodo scientifico è basato sull'osservazione, la documentabilità e la ripetibilità dell'esperimento da parte di terzi.

Questo non può essere realizzato in magia semplicemente per il fatto che certi effetti si realizzano in funzione dell'individuo che ne genera etericamente la causa prima nel mondo mentale, poi in quello astrale ed infine nel mondo fisico.

Tale difficoltà ha costretto la SCIENZA dei MAGI a creare delle scuole iniziatiche e a selezionare attentamente i suoi membri in funzione dell'attitudine a rapportarsi con i piani non fisici.

Tali scuole iniziatiche sono oggi presenti solo come reminescenza allegorica dei riti scozzese, di york e menphis-misraim nella massoneria moderna, divenuta come la religione troppo materialista. Il Gran Maestro oppure il Vescovo corrispondevano al Gran Sacerdote egizio, ovvero il latore della scienza che poteva essere comunicata solo verbalmente e nel segreto da maestro ad allievo.

Anonimo ha detto...

ok, smetto di usare la terminologia "ridicolizzante", ma concedimi il mio rasoio-senza-pregiudizi

tomas ha detto...

@ Virginia:
non è stata per niente attaccata la mia origine. Io non sono ebreo, sono cristiano. Ma cmq non mi piace neanche questa definizione, che non dice quasi niente su di me. Sono un essere umano, come tutti voi qui, interessato ad alcune cose che non mi quadrano.

cives ha detto...

buongiorno.
- riguardo le sparizioni/sequestri di bambini e donne, e quei film in cui li si ammazzerebbe in diretta, che ho trovato solo citati in alcni articoli di questo blog,
chiedo ai redattori se mi possono segnalare il link dove trovare l'articolo specifico dedicato alla questione sul blog o altri siti dove se ne parli. credo se ne parli troppo poco, è la mostruosità più abominevole cui si possa pensare.

2 - professor franceschetti, ma se non pensa lei a creare un movimento politico..possiamo partire con raccolta firme?

Anonimo ha detto...

@ Serpent

Grazie x la delucidazione :)

@ Tutti

Una cosa non mi è chiara e continuo a sbatterci la testa, forse è ancora la mia profonda ignoranza a crearmi questi dubbi, ma se i più alti vertici della massoneria mondiali sono ebrei, xè è stata fatta tutta quella strage di ebrei in passato?

Anonimo ha detto...

Dimenticavo la firma :)

Mario

cvs ha detto...

le contraddizioni sono tante. se la massoneria controlla tutto, come mai teme i processi e le sentenze dei giudici, come mai si pubblicano libri, addirittura BUR, che ne descrivono molti segreti che ne parlano, come mai si permette a livello internazionale lo scambio di informazioni internet? probabilmente si combattono lotte sotterranee, probabilmente internet diventerà dal giorno alla notte il grande fratello ed anzi fino ad ora è forse servito per approfondire la conoscenza dell'umanità e di ogni singolo uomo in capo a chi prima o poi concentrerà nelle sue mani tale conoscenza e quindi potrà avere un potere enormemente superiore a quello che potrebbe avere oggi. probabilmente le battaglie della chiesa per la vita, per le forme di vita, anche quelle che appaiono non dignitose, anche quelle che, come nell'appena concepito, non appaiono forme di vita tout court hanno un senso ed una 'utilità' che ci sfugge.
forse un giorno riusciremo a rileggere gli avvenimenti e le politiche di oggi con altra coscienza.

però mi chiedo. se la madonna appare a fatima a dei pastorelli e non in vaticano, perchè poi il vaticano tiene per se quello che la madonna ha inteso dire evidentemente a dei pastorelli,e perciò quindi a tutti e non solo al papa, chè altrimenti sarebbe apparsa direttamente al papa. non credete sia una contraddizione del vaticano tenere tutto segreto e rivelare a suo piacimento? qualcuno di voi conosce le risposte che il vaticano dà in merito a tale atteggiamento di esclusiva?

Paolo Franceschetti ha detto...

Anonimo...
i più alti vertici della massoneria sono ebrei, e hanno massacrato - e lasciato massacrare - gli ebrei proprio perchè non è un problema di razza, ma di esseri umani.
Inoltre, l'olocausto è stato il capolavoro di ingegno della massoneria ebrea. Perchè dopo il massacro di milioni di ebrei innocenti, se oggi ti azzardi a usare la parola "massoneria ebraica" immediatamente ti viene dato dall'antisemita, del nazista, ecc... oggi parlare male degli ebrei equivale ad essere immediatamente screditato.

Cives...

La tua idea di fondare un partito sarebbe ottima in teoria. Ma poi ci ritroveremmo in poche decine. Possiamo al massimo fondare un associazione.

Paolo Franceschetti ha detto...

Cives... per quanto riguarda i bambini spariti parti dal sito ufficiale della polizia di stato.
Poi cerca notizie sull'affare Dutroux di qualche anno fa in Belgio.
Poi vai sul sito http://www.aisjca-mft.org/ che è un vero casino... ma se riesci con un po' di pazienza a trovare le notizie giuste c'è da rabbrividere.

oppure vai su www.troviamoibambini.it

Tieni presente che quando si tratta di questo tema, il problema è delicatissimo... molte organizzazioni statali prepposte alla tutela dei bambini sono in realtà quelle che li fanno sparire.

Basti pensare che al vertice delle organizzazioni internazioni dipendenti dall'ONU, che si occupano di infanzia e tutela dei minori, ci sono ex terroristi, massoni, e delinquenti vari.

In altre parole... la maggior parte di queste organizzazioni sono delle trappole.

Advocate ha detto...

Per Anonimo:

I Protocolli dei Savi di Sion sono una lettura fondamentale.
Nei Protocolli, i sionisti scrissero chiaramente che il sacrificio di molti era funzionale al successo del loro progetto...

Per tutti:

Sarebbe cosa buona e conveniente, d'ora in poi, usare il termine "sionisti" per parlare dell'elite ebraica che sta dietro alla massoneria.

Anonimo ha detto...

@paolo:

non so, mi sembra ci sia troppa dietrologia non supportata da fatti in questa conclusione della massoneria ebraica e del capolavoro dell´olocausto.

il "cui prodest" non può essere usato come unico criterio di valutazione, sennò quando mi si rompe qualcosa e devo ricomprarla sarei portato a dire che è il negoziante che ha complottato per farmela rompere ...

non voglio ridicolizzare, voglio solo dire che in tutti questi discorsi c´è un rischio di paranoia assurdo

andiamo, questi ragionamenti sono supportati solo da argomenti di plausibilità ... dubbi peraltro, seppure fascinosi, e cmq a volte in disaccordo tra loro.
e per superare il disaccordo si costruisce la campata superiore, tipo
- "ma ... e tutti gli ebrei morti"
- "appunto!!! è stato fatto apposta, per coprire i massoni ebrei e parargli il culo per i successivi 100 anni"

cercatore

Anonimo ha detto...

il fatto è che non si comprende come mai pur essendo ebrei quelli che muovono i fili (al limite dovresti pretendere che si provi questo)questi stessi abbiano permesso l'olocausto del loro popolo. quella data da paolo può essere una spiegazione. e paolo dava questa spiegazione appunto dando per certo che i capi della massoneria siano ebrei. al limite dovresti chiedergli conto di questa certezza. insomma se si suppone che non tutto sia legato al caso ma invece pianificato ed eterodiretto allora si deve concepire che chi dirige abbia un piano. e che questo piano può oggi aver dato i suoi frutti dato che, ad esempio, oggi esiste israele, lo stato di israele. prima, e per millenni israele non esisteva o è esistito sporadicamente.
stesso discorso per l'11/9. alla fine è andata proprio bene a bush e cheney, non trovi? e agli americani che si sono infilati legittimamente o meno in una area altamente strategica da tanti punti di vista (oggi che cina e india entrano in competizione con gli usa, come pure la russia). io per natura non credo troppo ai complotti,ma effettivamente a seguito di quello che è successo l'industria petrolifera (e quella dell'estrazione in particolare, in cui credo neanche tu contesti che cheney e bush abbiano forti interessi privati... mai visto m. moore? )e degli armamenti (secondo me qualche azioncina anche li la avevano, sia loro che i loro amici, ma tu mi insegni che a dubitare si fa peccato...), insomma, dicevo, quei settori ed altri contigui, un qualche beneficio ne hanno tratto. così pure l'america ha potuto muovere truppe ed occupare - per carità legittimamente - l'afghanistan, e forse meno legittimamente l'iraq. scusa cercatore ma quando cerchi prova anche ad avvicinarti dove si sente obiettivamente puzza di bruciato altrimenti che investigatore sei?

cvs ha detto...

piuttosto quello che ancora non capisco è, che bisogno abbiano questi di pianificare manovre per giungere a certi risultati quando invece le proteste delle masse sono tanto inutili. ricordate la protesta per la guerra in iraq ad esempio? inutile. voglio dire, se in questi regimi sedicenti democratici da un giorno all'altro si decidesse di non indire più elezioni,mmagari comunicato a reti unificate da una annunciatrice gaudente con le tette al vento, davvero proteste sommesse e manifestazioni potrebbero bloccarli? se possono fare quello che hanno fatto a genova, davanti agli occhi di tutti, perchè non vanno avanti e portano a compimento il loro disegno di dominio??

Anonimo ha detto...

http://www.sisde.it/Gnosis/MainDb.nsf/HomePages/CronoTerrore

Ivan Fedorovic ha detto...

e come non citare Rosemary's Baby? cosa è successo al regista un paio di mesi dopo? coincidenza?

Anonimo ha detto...

Ciao.
Leggendo gli interventi sul perche' dell'olocausto (dove anche ebrei abilmente camuffati hanno ucciso ebrei) mi sono tornate in mente le parole greche Aitia (causa reale) e Profasis (causa apparente).
In genere la Profasis nasconde l'Aitia, che e' in genere guidata da un desiderio immorale e spesso disumano.
Ad esempio, prendiamo Pearl Harbor: gli americani sapevano benissimo che sarebbero stati attaccati, si sono lasciati bombardare per poi dare un motivo di autodifesa alle bombe atomiche di Hiroshima e Nagasaki (mi sorge il dubbio che sia lo stesso meccanismo accaduto con le Torri Gemelle/attacco all'Iraq).
A me le morti dell'olocausto, quelle delle torri, quelle di Nagasaki sembrano tutte un enorme sacrificio umano. Come potrebbe una persona con sentimenti causare deliberatamente tanta distruzione?
Dov'e' l'Aitia dell'olocausto? Io credo possa essere spiegata solo se si considera l'interesse di Hitler per l'esoterismo.

@ Serpent of Fire: hai circa trent'anni?

@ cercatore: per essere uno scettico mi sembri molto interessato! Cosa ci guadagni a voler redimere Serpent con la tua logica razionale (scienza=l'altra faccia della gnosi)?Il lettore puo' comunque decidere da se' come rapportarsi ai suoi commenti senza il bisogno della tua critica destruens, grazie.

Abbracci da David

Anonimo ha detto...

Caro Paolo lei diche che "in fondo, è vero che la teoria dei rettili di Icke non è mai stata provata, ma è altrettanto vero che non è stato provato il contrario", beh ma a questo punto è vero che l'esistenza di Babbo Natale (o dei puffi) non è mai stata dimostrata, ma nemmeno il contrario.
Ragionando così potrebbe esser valida qualsivoglia ipotesi bislacca.

Io credo che esista qualcosa che, al momento, non so spiegarmi, e credo che esista qualcuno che abbia conoscenze tali da potermi illuminare, quanto meno più di quanto io non possa.

La magia, intesa come scienza occulta, nascosta, come vera scienza, è cosa plausibile, ovvero è verosimile che al volgo vengano nascoste le parti più importanti e sbalorditive della scienza.

Ma oggettivamente, se qualcuno mi dicesse di poter volare (è un esempio, forse stupido, me ne scuso) beh personalmente non amo stupirmi, e non sono solito dare le cose per scontate, ma vorrei proprio vederlo volare costui, non basta dirlo, come non basta affermare che esistono i puffi. Io non posso affermare il contrario, ma l'onere della prova non spetta a me, spetta a chi afferma che i rettiliani ci siano, che la magia esista e quant'altro.
Il mio è un sano scettiscismo, nel senso che non nego a priori, mi astengo dal giudizio, ma attendo una prova prima di convergere.

Saluti.

PincoRamone ha detto...

Qualcuno di voi ha letto "Trance-formation of America", sconvolgente resoconto delle tecniche di manipolazione mentale (Mk-Ultra etc..) usate dal NWO?

Anche lì si parla di un 'Ordine della Rosa' di simboliche 'Rose Rosse' e di ciondoli a forma di 'rosa + croce'....

Il libro presenta per altro eloquenti analogie con il diario di Clotilde Bersone "L'Eletta Del Dragone" ove si parla dei disgustosi rituali delle logge degli Illuminati intorno alla fine dell'800. La Bersone, divenuta suora, fu individuata e crocifissa.

Virginia Lupetta ha detto...

@ Artur
1 - hai detto "l'uomo, che è strutturalmente più robusto, abbia avuto un vantaggio rispetto alla donna". A questo proposito posso citarti almeno 10 libri di antropologia in cui viene dimostrato che fu proprio per imposizione violenta che l'uomo prevaricò il potere femminile sociale e religioso. Non con la valenza delle capacità o con la dimostrazione di una superiorità intellettuale. No. Usarono violenza, così come avviene oggi in molte case. Alla ribalta dei giornali, solo uomini che uccidono la propia moglie-amante-fidanzata-figlia-sorella.
E, conseguentemente, usò la violenza fisica anche per controllare quello che desiderava (regni, ricchezze, uomini) cosa che fino ad allora non era mai avvenuta: la guerra.
2 - il flusso mestruale, che tu ci creda o no (ma sarebbe come "credere" al postino) ancora oggi si verifica negli stessi giorni (giorno più, giorno meno) in donne che vivono a stretto contatto per almeno un tot di tempo. E se te lo dice una donna, dovresti solo stare zitto e convenire. Non vedo perché tanta avversione contro un argomento che palesemente non conosci. Non ti verrò a fare lezioni sulla prostata, ma sulle mestruazioni, mollami!
Sono i feromoni che generano questo fenomeno. Nulla di sovrannaturale. Solo che a quei tempi non sapevano dell'esistenza dei feromoni in termini tecnici.
3 - Non fare la vittima dicendo che se uno non parla forbitamente viene preso per cafone. Perché è esattamente a questo che serve il linguaggio: a farsi capire. Se te ne esci con "infrociti" non puoi pretendere di passare per raffinato e acculturato. Certo, il linguaggio non pregiudica la veridicità dei concetti espressi, ma visto che anche quelli facevano acqua un po' da tutte le parti...

@ Tomas
Siamo tutte persone. Esattamente come dici tu. Ed è proprio per questo che se si indica una persona come possibile pericolo, non si può e non si deve puntare il dito sui possibili coinvolgimenti religiosi, anziché sul problema esposto.
Se dico che, a mio avviso, Bush è un guerrafondaio massone, nessuno ha il diritto di uscirsene fuori e dirmi che non devo attaccare "gli americani", perché sarebbe fuori luogo e cmq non sarebbe stata la mia intenzione.

@ cercatore
idem con patate. Il termine "magico" è riferito a qualcosa che va oltre la fisicità-chimicità del fenomeno in sé. E' ovvio che i motivi sono fisici, ma il risultato è certamente qualcosa di "magico" (che ho messo a posta fra virgolette), esattamente come generare la vita. Voi uomini-scienziati avete portato tutto sul livello terreno per spiegare il mistero della creazione, e quindi avete scoperto solo la parte fisica della cosa, ma ancora non vi appare chiaro il fatto che da due entità se ne generi una sola, con una propria coscienza, una propria personalità, una propria mente. E non c'è nulla da spiegare. E' magia.
So di aver toccato ancora una volta un concetto che non puoi fare tuo (mica perché sei cretino, ma solo perché sei uomo), quindi risparmia pure i commenti, so già che stiamo parlando due lingue diverse.
Senza rancore. Il mio è realismo allo stato puro.

cvs ha detto...

ma cos'è sta vicenda del britannia e di prodi che ci stava sopra?

Anonimo ha detto...

http://limprenditore.blogspot.com/2007/05/conflitti-di-interessi3.html


sappiamo qualcosa di questo pm, geremia?

Stefania Nicoletti ha detto...

Cvs.
Sul Britannia, nel 1992, pochi giorni dopo la strage di Capaci, fu decisa una vera e propria svendita dell'Italia. C'erano tutti i più grandi banchieri e l'élite economico finanziaria mondiale.
Praticamente si decisero a tavolino le privatizzazioni e la vendita, anzi la svendita delle più grandi aziende italiane, tra cui Ferrarelle, Buitoni, Perugina... Tutte acquisite dalle multinazionali angloamericane.
Si pianificarono anche l'attacco speculativo alla lira (con conseguente svalutazione) e il crollo del sistema politico italiano. Infatti nei giorni successivi si insediò al governo Giuliano Amato, che iniziò le privatizzazioni trasformando gli enti statali in società per azioni.
Tutto questo contornato da Mani Pulite...

C'è un ottimo articolo di Antonella Randazzo su Disinformazione che spiega bene la vicenda e le conseguenze:
http://www.disinformazione.it/svendita_italia2.htm

cvs ha detto...

grazie per la pronta risposta, sn. mi fa pensare all'aneddoto di la pira che chiama mettei perchè prenda a cuore la vicenda del nuovo pignone dicendogli che aveva era lo spirito santo ad averglielo chiesto. cmq in tutti gli articoli e saggi che ho letto io, ad esempio un testo sulla costituzione economica di cassese (cassese che franceschetti cita nel suo articolo shangri la, come professore degno di stima e di ascolto) in cui si spiegava come inevitabile tale svendita.certo per le normative europee, ma anche perchè l'italia non poteva più stare al mondo come ci stava prima. insomma, il sistema delle partecipazioni pubbliche era una anomalia italiana, benchè credo non possa valutarsi una esperienza del tutto negativa. ma una esperienza, sopratutto a seguito del crollo urss, destinata a concludersi. quei soldi sono stati usati per avviare il risanamento, come credo amato e ciampi abbiano fatto. voglio dire, non potete non tenere conto del fatto che l'argentina è collassata, che la cina è entrata nel wto, che le regole del mercato cambiano, che mastodontiche banche d'affari americane sono state spazzate via dalle varie crisi. se ci impoveriamo, anzi, meglio, se larghi strati della popolazione sprofondano sotto la soglia di povertà, in italia e non solo, non credo sia per le decisioni prese sul britannia. c'è l'invecchiamento della popolazione, il peso del sistema pensionistico e assistenziale sulle imposizioni fiscali e mille altre cose ovviamente, e il fatto che prima eravamo una economia mista adesso, per necessità, sempre meno. di tanti benefici noi non ci rendiamo conto credo. io li realizzo quando vado fuori, e visito economie poco più arretrate rispetto alla nostra e altre più avanzate. l'evoluzione che abbiamo avuto noi, specie negli ultimi anni è sensibile, ovviamente non ci fossero gli squali e vivessimo in un mondo perfetto staremmo ancora meglio.

Anonimo ha detto...

@Lupetta:

"magia", non magia.
d´accordissimo.l´ho scritto qualche giorno fa ... ci sono dei rapporti quantitativi non scientifici che originano-sono originati da rapporti simbolici.
questa è Scienza per me (non la fisica-chimica-biologia, che non arrivano alla comprensione totale perdendosi il lato come dici tu "magico" del fenomeno.
ho visto&vissuto troppe "coincidenze" per credere solo a newton&galileo...
il newton dei Principia ovviamente ... dovremmo sempre ricordare che newton è stato il miglior alchimista del suo tempo...

e senza rancore, ma non credo che l´accesso a certe cose sia limitato alle donne, credo invece che tale accesso per le donne sia più facile (certe donne, non tutte, ce ne sono molte di digiune)

nun te scorda´ che il discorso dei feromoni l´ho introdotto io :D

cercatore

Solange Manfredi ha detto...

@ picoramone

Il progetto Mk-Ultra si riferisce ad attività CIA degli anni '60. I documenti in originale è possibile scaricarli in diversi siti, uno dei quali è http://www.unknown.it/controinformazione/progetto-mkultra/

Oggi, purtroppo, siamo molto più "avanti" con queste tecniche e torture.

Anonimo ha detto...

un dubbio buttato lí, magari per rompere le uova nel paniere delle costruzioni pindariche:)

ma se l'olocausto è il capolavoro della massoneria "ebraica"
ashke-nazista come qui è stata identificata
(ho i miei dubbi, `sta tredicesima tribú non mi ha mai convinto al punto da prenderla per oro colato)
... allora il duce era un attivo "braccio" di tale cospirazione perfetta?
non ne fa un personaggio ancora più orrendo? (assieme al suo austro-tedesco caporale compagno di avventure 193* - 1945 ?)

cercatore

uroam ha detto...

scsuate ma, posso comprare una rosa rossa o comperarla si diventa complici di qualcosa?

Virginia Lupetta ha detto...

@ cercatore.
Ahahahah, è vero li hai nominati tu per primo i feromoni.

Concordo anche sul fatto che molte donne siano a digiuno di certi argomenti. Ma sui motivi potremmo parlarne per giorni... quindi rimandiamo :p

Infine, per mia personale esperienza, devo dire che l'approccio maschile è completamente differente da quello maschile. Tutti gli uomini che ho conosciuto tendono a voler raggiungere il controllo di ciò che studiano, come se per loro il concetto di magia fosse riducibile solo al "potere assoluto". A dirla tutta non mi meraviglia affatto che i massoni siano in gran maggioranza uomini.

novus ha detto...

Dalla rubrica "carta canta" di Marco Travaglio:

"Avevo una rosa, ora è caduto un petalo e mi restano le spine"
(Silvio Berlusconi dopo il no di Di Pietro per l'incarico di Ministro, 7 maggio 1994)

http://www.repubblica.it/2003/k/rubriche/cartacanta/19-nove/19-nove.html

lulu ha detto...

scusa paolo, quello che non capisco è che se davvero la rosa rossa è responsabile di questi omicidi, allora non sarebbero stati amanda e sollecito, la franzoni, rosa e olindo a compierli. oppure la Rosa li avrebbe compiuti per mano loro? e in questo caso come avrebbe potuto pretendere da una madre che uccidesse il figlio? e poi non hai detto che sono persone estremamente intelligenti e capaci? e allora per quale motivo dovrebbero desiderare la morte di una persona solo per via del nome (cherubini, samuele)?

Spiderweb ha detto...

Allora,
io è un po di tempo che sono venuto a conoscenza di come in realtà gira il mondo. Circa due anni fa ero un individuo qualunque che andava a votare credendo di sostenere un po quelli che sono i miei interessi. Poi grazie alla rete tutto è cambiato. Banche, Ordini massonici, corporations, presidenti, uomini di potere, sportivi, scienziati. Qualunque persona con un minimo di visibilità ha a che fare con gente che vuol fare suo il mondo rimanendo nell'uscurità dalla gente. Questo con guerre, falsità, distruzione economica, sotterfugi, traffici. Qualsiasi mezzo immorale(secondo la moralità che ci è stata insegnata). Questo è scandaloso ma a quanto pare esiste. Bene. Molti pensano che per cercare di combattere il mostro si debba parlarne e dare voce. Ovvero fare proprio quello che loro combattono, la voce e la visibilità dell'informazione reale. Franceschini mi rivolgo a te e a tutti i tuoi lettori. Non si fa così. Questa opzione loro la aspettano e hanno i mezzi per contrastarla. Canali informativi, televisioni, testate giornalistiche. Passiamo solo per pazzi! La soluzione è un'altra essere invisibili come loro. Creare una rete di persone che vogliano cambiare la situazione e ribaltare le cose. Come? Infiltrarsi, giocare sporco. Mirare ed eliminare i capi. Come fanno loro con noi. E davvero impossibile? Pensateci.

Anonimo ha detto...

mamma mia.. mi è venuta la pelle d'oca.. ma scusa paolo alcune cose nn mi sono chiare.. ma devono essere davvero ovunque queste persone, per addirittura arrivare a scegliere per es. su un servizio in tv, il giornalista col nome adatto (remo croci) o una inquadratura di un uomo con scritto il numero 11 sulla maglietta!! vuol dire che siamo le loro pedine inconsapevoli? e riguardo agli omicidi, credo che la franzoni e i coniugi romano siano davvero psicpatici, quindi la massoneria si è servita della loro follia? o gli assassini sono consapevoli? e a cosa servirebbero i sacrifici umani? un'ultima domanda: c'è qualche sito dove trovare qualche simbolo, giusto per iniziare a capirci qualcosa? grazie anticipatamente..magari se vuoi puoi risp via email (anche altre persone che hanno pazienza di spiegarmi): angelitaprincy@libero.it
angela

Anonimo ha detto...

Effettivamente tutto torna, anche se è facile (volendo)incappare nella RR tutte le volte che mettiamo il naso fuori di casa. Come in matematica: se vogliamo dire che 1+1 fa tre dimostreremo VOLENDO che fa tre.
Ciononostante condivido anch'io, sebbene non in maniera così esasperata,il fatto che il mondo sia governata da "semidei", demoni, uomini le cui conoscenze vanno oltre qualsiasi immaginazione.
Hai visto a proposito di Pasolini la croce che si intravede nelle porte delle villa nel film "salò e le 120 giornate di Sodoma"? Quanlcuno non solo poi ammazzò il poeta ma rubò le pizze della pellicola, e fu ritrovato un anello accademico militare americano. Pino Pelosi pare fosse in contatto con la banda della magliana e se si parla di quella banda sia parla di servizi segreti e massoneria; e se si parla di massoneria di che si parla???? Ta-daaan!!!
Nei Beatles... nella copertina del "sergent Pepper" fra le mille facce impresse ne risultava una di Crowley, Lennon fu mica poi seccato?
Per La RR comunque volevo consigliarti il libro di cathy o'brien e mark phillips "trance formation of america" leggilo tutto e vedi quando parla della RR, fai due più due. Dal canto tuo però vorrei mi dessi una dritta: dove posso prendere i libri della Carlizzi che non sia in rete?
Grazie e spero in una tua risposta.
...Mauro...

Anonimo ha detto...

"Ciononostante condivido anch'io, sebbene non in maniera così esasperata,il fatto che il mondo sia governata da "semidei", demoni, uomini le cui conoscenze vanno oltre qualsiasi immaginazione."

Il mondo è dominato dagli "angeli decaduti" (=demoni), ma fra poco il loro potere sarà definitivamente sconfitto.

Anonimo ha detto...

Me lo auguro... è tutto un ciclo. Saranno sconfitti,regnerà un po' di armonia e proseguendo si rimanderà a puttane il tutto con nuove cospirazioni e il rispolverare di quelle conoscenze uniche ed universali che alimentano i poteri dell'uomo. Si avrà forse una reminescenza della RR e si ripiomberà nel caos... fino ad una sua successiva ri-sconfitta...e così via.
Purtroppo è antipatico ammettere cheper mantenere una sorta di equilibrio cosmico, anche il male deve esistere per forza, come il bene; a cicli, prevalendo prevalentemente uno sull'altro a periodi.
...Mauro...

Paolo Franceschetti ha detto...

Rispondo alle domande.
I libri dell carlizzi li puoi comprare dal suo sito www.lagiustainformazione2.it

A parte che mi chiamo Franceschetti e non Franceschini, l'idea di infiltrarsi segretamente in queste associaizoni la trovo una mezza follia. E' esattamente così che è nata la massoneria, per infiltrarsi segretamente nella chiesa cattolica, secoli fa... e poi ecco ciò che è successo.

Quanto alle altro domande... i carnefici (olindo, rosa romano, la franzoni) vengono spesso ipnotizzati, o drogati, o semplicemente pagati (come Pacciani). Dipende dai casi.Ma la maggior parte delle volte neanche i carnefici sanno di essere uno strumento di questi poteri.

La maggior parte delle persone non sa di essere coinvolta nel veicolare messaggi. Ad esempio, se rossana Rossanda nel manifesto sa certamente quello che sta facendo, spesso capita che persone come remo Croci (ma sto solo ipotizzando) non sappiamo di essere messi li per firmare un delitto.
In questo sta il genio di questa organizzazione e l'impossibilità di farla venire alla luce.

hermetophilus ha detto...

Anton LaVey, il fondatore della Chiesa di Satana, conclude il suo libro principale, "Satanical Bible",con le parole "Yankee Rose".Egli ha sempre sostenuto che il significato di queste due parole fosse un mistero.
Hermetophilus

Anonimo ha detto...

"(...)E Olindo Romano ama Rosa Bazzi, Rosa sopra ogni cosa"
così recita parte conclusiva dell'arringa difensiva dell'avvocato Di Olindo Romano, sentita alla radio dalle labra dell'avvocato stesso al notiziario svizzero (rsi). Perché trasmettere proprio quelle poche frasi, che sono anche un po' fuori luogo per chi non conoscesse il mistero dei rosacroce...?

Anonimo ha detto...

Non amo partecipare a blog e non sono un frequentatore del cyberspazio. Ho ricevuto l’articolo sui RC ed ho seguito gli scambi di questo gruppo di ricercatori della verità. Mi piace la sollecitazione di Serpente e la provocazione di Paolo. Faró un intervento breve ma chiarificatore di alcuni temi emersi.

Personalmente sono un propugnatore del tradizionalismo, ossia di un modello ideale e sovratemporale di società, attuato storicamente in alcune delle antiche civiltà, caratterizzato in senso aristocratico. Queste antiche società erano suddivise gerarchicamente sulla base della qualità naturale degli individui, di carattere ereditario e genetico piuttosto che su criteri economici e materiali. In queste società antiche era fondamentale inoltre il senso del sacro, tradotto in simboli e riti ossia la Regalità Divina, l’Iniziazione, l' Azione eroica o la Contemplazione, il Rito e la Fedeltà, la Legge tradizionale, la Casta, l'Impero.

Questo Stato e civiltà ritenuti superiori, basati sulla più elevata sfera metafisica e spirituale invece che sull'ordine fisico e materiale, sono state cancellati secondo Evola e Righini dalla decadenza attualmente visibile nella civiltà occidentale (secondo lo schema delle quattro età di Esiodo: oro, argento, bronzo e ferro). La distruzione degli antichi valori arrivó attraverso le tanto decantate idee illuministiche massoniche espresse nella Rivoluzione Francese e di una visione della realtà basata esclusivamente sull'esperienza corporea, che avrebbe impedito il superamento e la purificazione della natura umana nel divino e la sua liberazione dal divenire contingente.

Il mio pensiero ricerca il carattere eroico e la metafisica comune a tutte le tradizioni antiche. Mi sforzo di ritrovare attraverso l'interpretazione dei simboli delle civiltà la presenza di una antica casta guerriera. Questa, deve essere collocata in cima alla gerarchia sociale, trascurando le caste sacerdotali e la loro supremazia.

Dalla Tradizione derivo un certo differenzialismo, ossia la concezione di una naturale diseguaglianza degli esseri umani - ovvero delle loro potenzialità innate, che possono o non possono in seguito essere sviluppate. Ne è conseguenza l'antidemocrazia , accompagnata dalla critica al totalitarismo, anch'esso considerato espressione della società di massa. Il pensiero di filosofi quali Guenon ed Evola, in virtù della loro avversione all'ugualitarismo, era profondamente e radicalmente anticonformista.

Ci sono differenze innate tra gli individui e tra le razze. La razza interiore di cui parla Righini, è definita come un patrimonio di tendenze e attitudini che a seconda delle influenze ambientali giungono o meno a manifestarsi compiutamente. L'appartenenza ad una razza si individua dunque sulla base delle caratteristiche spirituali, e solo in seguito fisiche, diventandone col tempo queste ultime il segno visibile. Evola criticava una concezione razziale che si basasse esclusivamente sui dati naturali e biologici perché, come scriveva, "la razza esiste sia nel corpo, sia nello spirito".

In quest'ambito si inserisce anche l'antisemitismo, sfumato nella accezione astratta che caratterizza il suo pensiero. Evola si contrappone alla Ebraicità, intesa come tendenza spirituale antitradizionale, la quale si sarebbe manifestata nella storia nel popolo ebraico, convertendo il suo spirito tradizionale degli inizi in una mentalità anti-tradizionale di tipo sovversivo in seguito a vicende di numerose sconfitte e sventure patite nella storia antica.

Concordo con Evola quando attribuisce il carattere di superstizione e irrazionalità al Cristianesimo come religione devozionale, opponendogli invece una conoscenza superiore, con aspetti esoterici (il nocciolo nascosto dalla scorza, concezione influenzata anche dalle tradizioni orientali). Questa conoscenza si raggiungerebbe attraverso un'ascesi che non costituisca tuttavia una mortificazione di sé, ma piuttosto una piena realizzazione dell'Io, secondo la concezione dell'individuo assoluto. Costui non subisce, infine, i condizionamenti del contingente, ma lo domina e trova autarchicamente in sé il centro di tutto, nel quale è compreso anche il mondo esterno, venendo così a coincidere con il divino.

Credo che Serpent abbia cercato – inter alia - di esprimere alcuni di questi concetti, che sono purtroppo generano spesso fraintendimenti pressi i moderni.

marcocosti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Paolo spero tu mi risponda..
Hai visto il telegiornale di oggi 25 novembre 2008?
L'avvocato difensore di Olindo Romano e Rosa Bazzi parla di una sua Rosa, che avrebbe difeso strenuamente, poi parla di cherubini, non solo intesa come la testimone e per finire dice di Olindo Romano "ricordatevi che è nato ad Albaredo e che ama la sua Rosa, ma soprattutto che è innocente"
Il bello è che il TG e le agenzie di stampa invece di far sentire altri punti della difesa, sicuramente più giurisprudenziali, concentrano l'attenzione solo su queste parole e su riferimenti biblici fatti dagli avvocati.
Oggi sono rimasto sconvolto, dimmi tu se l'hai sentito.

Mark

Anonimo ha detto...

vorrei invitarti a vedere questo sito: www.larosarossa.it

mai visto un sito a fini commerciali richiedere il login per contattare il personale o per la sezione "Chi Siamo"

Paolo Franceschetti ha detto...

Caro Mark... si l'ho saputo. Non guardo mai i Tg ma mi hanno informato i miei amici. Il fatto è che prima di sapere certe cose, questi particolari non li notavamo. Ma l'informazione è sempre stata così.
L'unica differenza è che ora noti i particolari. Anche io, fino a pochi anni fa, non sospettavo nulla di tutto questo.

Quanto all'anonimo... Si... il sito l'avevo notato. Mi pare -- da un occhiata superficiale - un perfetto caso di sito creato solo per veicolare messaggi. Ma potrei sbagliarmi.

Paolo Franceschetti ha detto...

per l'anonimo...

ho sbagliato sito. Il sito che tu hai indicato è di un ristorante. Io pensavo invece che tu alludessi al sito www.rosarossa.net.

Certo, questo ristorante è inquietante. Se guardi la cartina del posto poi... è vicino a "via dei sepolcri"....
Un nome una garanzia...

hermetophilus ha detto...

Una curiosità.
Andate su youtube e cercate "Stay", video di una canzone cantata da Bonie Bianco e Pierre Cosso.Bene, innanzi tutto vedrete che la coppia di cantanti , in quanto tale, ha un unico nome :"United Angel", secondo me chiaro riferimento all'androgino.Ma questa non è certo la cosa più importante; non poteva mancare infatti la nostra Rosa. Per tutta la durata del video si susseguono, quasi ossessivamente, diverse immagini di una rosa rossa solitaria.

Anonimo ha detto...

guarda che quello non è il video originale, ma un video fatto dall'utente che l'ha caricato.
poi uno si chiede perchè la rosa rossa operi indisturbata e perchè gli stessi massoni dei gradi bassi, quelli che contano poco, non ne sanno nulla. se sono tutti come te...

Anonimo ha detto...

questo è il video originale: http://it.youtube.com/watch?v=hs2-4aDd2xk
mentre invece united angel non è il nome della coppia di cantanti, ma è il nick dell'utente che ha caricato l'altro video!!! complimenti massone

Cristiano ha detto...

Ciao, Paolo, grazie mille per il tuo articolo illuminante ed illuminato.
Io a Catania, con immenso ed attento spirito autocritico, sto frequentando il Lectorium Rosicrucianum, e debbo dirti che per il momento non mi sembrano malaccio, tutt'altro.
Tu però m'insegni la dialettica hegeliana, ed il gioco degli inscatolamenti, e magari c'è qualcosa sotto, o dietro, nelle gerarchie sopraelevate, di luciferino.

Io sto conducendo una linea di ricerca sulla differenza tra carboneria e massoneria, e m'incuriosiscono oltremodo i Beati Paoli, e quella che si dice Onorata Società.
Ora, m'interrogo se potessi tu aiutarmi con quella che è conosciuta la seconda notte dei vespri, nell'11 Settembre del 1931, quando Salvatore Lucania/Lucky Luciano ne massacrò i vertici gerarchici, dando origine alla cosa nostra attuale, più simile alla Camorra, come Francis Ford Coppola descrisse nella trilogia rivelatrice de Il Padrino.

Anonimo ha detto...

Domanda de "chi vuol essere milionario..." di questa sera.

Che cosa pronunciò in punto di morte il protagonista del film "QUARTO POTERE", di Orson Wells?

... ROSEBUD....bocciolo di ROSA!!

Hermetophilus ha detto...

Touchè!
Comunque, il problema non è che ho sbagliato a vedere poco ma troppo in termini di rosa rossa.Per quanto riguarda il mio status massonico, io mi sono limitato a riportare la mia esperienza positiva, senza vantare affatto particolari conoscenze sul tema della rosa rossa.E se Anonimo legge bene il post che ho inviato a commento del penultimo articolo di solange Manfredi, può constatare che io on ho affatto inteso negare che possano esistere consorterie segrete di cui non ho alcuna conoscenza, ma avanzavo semplicemente delle perplessità rispetto alle quali chiedevo ulteriori chiarimenti.
Saluti

manuele ha detto...

tornando ai rosacroce;
dopo aver letto questo articolo ho guardato con altri occhi ai delitti della "clinica degli orrori di Milano", che si chiama guarda caso SANTA RITA e dove, sempre per pura coincidenza, il medico primario implicato ed arrestato si chiama invece Pier Paolo(come Pasolini..) Brega MASSONE !
riguardo invece al delitto di Erba, mi sono fatto questa idea cioè che i coniugi Romano sono stati usati e/o incastrati (magari controllati mentalmente come scritto) e dietro al delitto ci sia però anche il padre Azouz che, magari in cambio di fama, ricchezza e visibilità, ha "sacrificato" e "venduto" il figlio e la moglie ai rosacroce_
cosa ne pensate, potrebbe essere andata così ?

Paolo Franceschetti ha detto...

manuele...
si potrebbe pure essere andata così. Con la precisazione che il delitto non è dei Rosacroce, ma della Rosa Rossa. Che è il ramo deviato dei rosacroce.

Cristiano.
E' interessante il tuo percorso... io sono sicuro che molti rosacroce sono persone eccezionali e in buona fede.
ma non riesco a capire una cosa.

Perchè - se la rosa rossa è un ramo deviato dei rosacroce - nessuno parla, e nessuno denuncia la rosa rossa? Eppure la dovrebbero /potrebbero riconoscere.

Parlo con molte persone informate su questi argomenti... e tutte mi dicono la stessa cosa... "attenzione alla differenza tra rosacroce e rosa rossa". E io rispondo. "Ok. Sono diverse. ma se la rosa rossa è un ramo deviato dei rosacroce, perchè nessun rosacroce li denuncia? Il silenzio, non è complicità?".

E a questa domanda non ho risposta.

Hermetophilus ha detto...

Mi permetto di intervenire.Il perchè credo sia presto detto : le organizzazioni pubblicamente sedicenti rosicruciane sono , anche solo in termini esclusivamente operativi, molto al di sotto della Rosa Rossa, della quale forse non rappresentano neppure un potenziale vivaio.
Inoltre , mi permetto di dare al Prof. Franceschetti qualche indicazione su organizzazioni rosicruciane , sempre pubbliche, ma più "rilevanti" di quelle riportate sul sito; in particolare la "Societas Rosicruciana in Anglia"( di cui alcuni membri fondarono prima la Golden Dawn e poi il secondo Ordine della Rosa Rossa e della Croce d'Oro...)www.sria.info e la "Societas Rosicruciana in America"(www.sria.org), derivante dall'organizzazione precedente e che si definisce in un documento non presente su internet , ma che io ho avuto : Santissimo Ordine della Rosa Rossa e della Croce d'Oro.
Ripeto, sono solo circoli esterni , ma con legami piu interessantidi quelli del "Lectorium" o dell'"Amorc".
Saluti

Cristiano ha detto...

Io ho ben appreso a distinguere tra il Bene Supremo, che è Dio-Amore, ed i due "servizi segreti", alias il Male Estremo ed il Bene Estremo.
Possiamo usare, credo, come paragone, la Rosa Rossa che è il primo, ed i RosaCroce, il secondo.

Se il Bene Estremo, il compiere il male a fin di bene, il fine che giustifica i mezzi, agisse allo scoperto, verrebbe forse meno il principio del Libero Arbitrio, e soprattutto sarebbe più facilmente attaccabile ed eliminabile fisicamente.

Mentre il Bene Estremo si fa molti scrupoli ad annientare un Figlio di Dio, la Rosa Rossa non ci penserebbe due volte.

Poi, è una lotta intestina nascosta, fatta dal Male Estremo per corrompere concetti puri e giusti, come il comunismo di Jeshua ben Joseph il Christus o di Francesco d'Assisi detto il Santo, o lo stesso Aurobindo, sporcati e macchiati e pervertiti da Stalin.


Potresti dirmi nulla a proposito, sulla seconda notte dei Vespri, avvenuta a Mahnattan, l'11 Settembre 1931, in cui Salvatore Lucania massacrò i 40 seguaci degli ormai defunti Masseria e Maranzano?

Lo trovo un nodo di svolta fondamentale nella storia del mondo, visto che lo stesso film Il Padrino contiene rimandi del genere, in primis descrivendo il personaggio di Bonanno.

Paolo Franceschetti ha detto...

Scusa Cristiano.
Mi pare che avessi già fatto questa domanda ma mi era sfggita.
Purtroppo però non so nulla di questa vicenda.

Hermetophilus ha detto...

Per carità , una semplice associazione d'idee..
Il nome d'arte della celeberrima cantante italiana, Mina, è uguale a quello vero, anagrafico di Moina Bergson,sorella del celebre filosofo francese Henry Bergson, artista, occultista e sacerdotessa della Golden Dawn e dell'Ordine della Rosa Rossa e della Croce d'Oro....

Canzone Rose su Rose
"Piu di cosi divertirti non puoi
Amico si, sei in alto e lo sai
rose su rose, tutti premi per te
non aver dubbi sei un re.."

Hermetofilus ha detto...

Forse un 'indicazione interessante...
Andate sul sito :"alenassuato.altervista.org", dalla home page cercate il link "news", premetelo ed entrate, quindi cercate tra i titoli degli articoli presenti....

hermetophilus ha detto...

"hermetophilus" , volevo scrivere..

Scathach ha detto...

Ho scoperto da poco questo blog (grazie al link su Disinformazione.it), mi piace molto: gli articoli del prof. Franceschetti sono di una rara chiarezza e poi hanno suscitato la mia curiosità anche gli interventi di Serpent of Fire e, conseguentemente, dei suoi detrattori: il confronto è interessante. Esprimo ora il mio parere su alcune questioni:

“con un rasoio come criterio” Anonimo 15/11/08 h 14:36

Chi ti dice che Okkham avesse ragione? Forse la strategia del rasoio non è quella giusta, la realtà è complessa. Chi ti dice che la natura sia governata da “leggi semplici”? Chi ti dice che la natura sia governata da “leggi scientifiche”? Magari va a sentimento proprio come a volte facciamo noi umani (o perlomeno, io molto spesso vado più “a sentimento”…)? Non sono un’”anti-scienza”, anzi, ma forse si danno per scontate troppe cose.

“la natura si manifesta secondo leggi QUANTITATIVE...” Anomimo 15/11/08 h 14:36
“il metodo scientifico è basato sull'osservazione, la documentabilità e la ripetibilità dell'esperimento da parte di terzi.” Serpent of Fire 15/11/08 h 15:20

Va molto di moda ora dire che qualcosa è “scientifico”, tale aggettivo regala prestigio al sostantivo al quale viene associato. Il sapere scientifico viene considerato più affidabile.

Però dire che una tesi è scientificamente dimostrata non vuol dire che essa che sia vera nel senso di reale. Si ricorre spesso a questa uguaglianza scientifico = vero/reale, dire che qualcosa è “scientificamente provato” è diventato nel linguaggio comune sinonimo di “certezza”, ma non è così semplice. Bisognerebbe prima far chiarezza sul significato dei termini scientifico e scienza.

LE SCIENZE E LE LORO TEORIE
La geometria (euclidea, quella che abbiamo studiato a scuola) ad esempio è considerata una scienza esatta, poiché da alcuni postulati (4 + 1) si determinano necessariamente (in senso matematico) i corollari e i teoremi. Ma non si può certo dire che sia reale: quando mai si sono visti un punto, una retta o un piano (gli enti fondamentali della geometria)? Questi concetti si possono solo pensare nella nostra mente e tutt’al più associare a enti reali.
La geometria euclidea è vera in teoria, ma non si può certo dire che sia vera nel senso di reale.
Una teoria non fa conoscere il mondo, ma dice la verità su se stessa.

La chimica, scienza sperimentale, utilizza modelli teorici per spiegare e prevedere i fenomeni. Questi modelli a volte non sono veri/reali, ma funzionano = hanno corrispondenze con la realtà.
Ad esempio la simbologia utilizzata per rappresentare il doppietto di elettroni di legame (simbologia di Lewis) nelle molecole non è vera/reale (gli elettroni non sono fermi posizionati tra i nuclei che tengono legati, ma si muovono velocemente in tutto lo spazio, non si sa con esattezza dove sono, si possono trovare nello spazio compreso fra i due nuclei con una certa probabilità).
La simbologia di Lewis non è vera/reale, però funziona (si utilizza per spiegare il meccanismo di una reazione e quindi ne prevede il decorso).

PER QUANTO RIGUARDA LE TEORIE CHE ESPONE SERPENT OF FIRE IO NON SO SE ESSE SIANO VERE/REALI (SONO COMUNQUE SENZA DUBBIO MOLTO AFFASCINANTI), CREDO PERÒ CHE ESSE POSSANO AVERE CORRISPONDENZE NELLA REALTÀ E SPIEGARE E PROBABILMENTE PREVEDERE I FENOMENI (UN PO’ COME LA SIMBOLOGIA DI LEWIS).

METODO SCIENTIFICO = OSSERVAZIONE?
Galilei stesso ha elaborato una teoria sulle maree alquanto bizzarra, che non si basava affatto su osservazioni, ma su congetture (vedi il libro Flussi e riflussi di Lucio Russo).
A volte le teorie scientifiche nascono da elucubrazioni mentali, altre volte da dogmi religiosi (ad esempio la teoria geocentrica, che comunque prevede meglio le eclissi rispetto a quella eliocentrica), da sogni [Kekulè ha preso spunto dal sogno di un serpente che si mordeva la coda (l'Ouroboros?) per la sua rappresentazione delle molecole aromatiche, il matematico indiano Ramanujan sosteneva che le idee gli venivano portate in sogno dalla dea Namagiri].
Non credo che importi molto da dove nasca una teoria, magari dal genio creativo di qualcuno (a questo punto dov’è la distinzione tra arte e scienza? Le teorie scientifiche sono piene di fantasia), sicuramente comunque non dai dati sperimentali.
L’esperimento viene considerato il punto di partenza, ma esso non è altro che un progetto nel quale si sfida il sistema a dare la risposta che ci si aspetta, quindi si ha già una teoria in mente, allora l’esperimento non è il punto di partenza. La teoria precede l’esperimento.

IL PROBLEMA DELL’INTERPRETAZIONE DEI DATI
L’interpretazione dei dati sperimentali è soggettiva. Cito un esempio:
Il giovane matematico Keplero (copernicano convinto) nel 1600 diventa assistente di Ticho Brahe (l’astronomo più illustre dell’epoca e non copernicano). Quest’ultimo dà incarico al primo di calcolare l’orbita di Marte da dati sperimentali interpretandoli secondo la teoria tolemaica, ma Keplero interpreta gli stessi dati secondo la teoria copernicana: decide innanzitutto che Marte ruota attorno al Sole secondo orbite circolari, poiché i dati sperimentali non combaciano perfettamente (c’è una discrepanza di circa 8’) opta per le orbite ellittiche.
Un esperimento dice quello che vuoi leggerci, a seconda di che teoria hai a disposizione.

“il mio rasoio-senza-pregiudizi” Anonimo 15/11/08 h 15.20 e h 15:50
È impossibile non avere pregiudizi. Quando si osserva e si interpreta un fenomeno si ha già in mente una teoria.

RIPETIBILITÀ DELL’ESPERIMENTO
Heisemberg ha dimostrato che non è possibile fare un’osservazione oggettiva poiché l’esperimento è influenzato dall’osservatore. Questo a livello microscopico. Ma il microscopico influenza il macroscopico (ad esempio lo stato di aggregazione di una sostanza, solido, liquido o aeriforme, proprietà macroscopica, dipende dalla disposizione delle particelle, proprietà microscopica). Perciò è lecito supporre che il principio di indeterminazione, valido a livello microscopico, abbia conseguenze anche sul piano macroscopico.
Quindi siamo poi così sicuri che un esperimento sia ripetibile?

“in magia […] certi effetti si realizzano in funzione dell'individuo” Serpent of Fire 15/11/08 h 15:20
Anche nelle scienze a quanto pare, stando a quanto dice Heisenberg con il suo principio.

“per superare il disaccordo si costruisce la campata superiore” Anonimo 16/11/08 h 14.22
Sì, è un po’ come nella psicoanalisi o nell’astrologia: non sono falsificabili (come direbbe Popper), perciò non sono scienze. Ma non credo che il prof. Franceschetti o qualcun altro voglia definire queste teorie sulla massoneria “scientifiche”.

Scusate se mi sono dilungata e se intervengo con un mese di distanza dai discorsi a cui mi riferisco, ma non ho sempre l’accesso a internet.

Scathach

^^^MAESTRO DI DIETROLOGIA^^^ ha detto...

IL MONDO E' UNA ILLUSIONE...CORRISPONDE IN TERMINI UMANI ALLO SPECCHIO DI DIO...POTREMMO MEGLIO DIRE UNA PROIEZIONE AD ALTO LIVELLO...

LA GRANDEZZA NON STA NELL' INFINITO UNIVERSO, MA NEL MINUSCOLO E INSIGNIFICANTE CERVELLO UMANO, O MEGLIO IN TUTTO CIO' CHE E' MICROSCOPICO...

LA VERITA' RISIEDE NELLE PICCOLE COSE, NEI DETTAGLI, IN QUALCHE GENE IN PIU' CHE STABILISCE LA SESSUALITA'DI UN ESSERE VIVENTE...

LA VERITA', O MEGLIO LA/LE REALTA'
SONO TANTE PICCOLE COSE...
L' INTIMITA' E IL PENSIERO ASTRATTO RISIEDONO NEL NOSTRO CERVELLO NON IN CIELI SCONFINATI...
TUTTO IL RESTO SONO SOLO FORME MENTIS, FROIDIANAMENTE, PROIEZIONI CHE CREANO LA REALTA'...

DIO ESISTE SOLO COME CONCETTO NON COME ESSERE SUPERIORE...
DIO E' DELL' IO, O MEGLIO APPARTIENE ALL' IO...
QUINDI DIO ESISTE VERAMENTE..COME ESISTONO REALMENTE I NOSTRI PENSIERI E LE NOSTRE EMOZIONI...

DIO, E' ENERGIA PRIMORDIALE CHE MUOVE ATTRAVERSO L' AMORE LA NECESSITA' DI EVOLVERSI IN ALTRE FORME DI REALTA'...
LA NOSTRA REALTA' E' L' EMANAZIONE DI QUELLA ENERGIA...O MEGLIO LA SUA PROIEZIONE...

CIO' CHE VEDIAMO E' UN ' ILLUSIONE,
UNICA VERITA' IN QUANTO REALMENTE ESISTENTE...

NOI SIAMO IL SOGNO DI DIO CHE SI " MATEREALIZZA" ATTRAVERSO LA NOSTRA " FEDE".
NOI CI AFFIDIAMO E DELEGHIAMO LA NOSTRA ANIMA AD UN PENSIERO E FACENDOLO NOSTRO CREIAMO DIO...

QUINDI DIO CREA LA REALTA' MA AL TEMPO STESSO HA BISOGNO DELLA STESSA REALTA' X ESISTERE...
NON POTREBBE ESISTERE DIO SE NON ESISTESSE LA REALTA' CHE LO SOGNA E LO PROIETTA...
UN DIO IMMOBILE SAREBBE FINITO E NON INFINITO...

ESSENDO DIO IL CONCETTO CHE RACCHIUDE IL TUTTO, E X TUTTO INTENDO IL MONDO, INFINITI UNIVERSI, LE IDEE, I CONCETTI, LE VIBRAZIONI, I SOGNI , LE NUMEROSE POSSIBILITA' MAI ACCADUTE MA IN POTENZA POSSIBILI, E TUTTO CIO CHE NON POSSIAMO COMPRENDERE,
CREDERE IN DIO NON SIGNIFICA VOLGARMENTE CREDERE ALLE RELIGIONI O AD UN ESSERE SUPERIORE MA CREDERE IN NOI STESSI E COMPIERE IL BENE...

NON E' UN DISCORSO GERARCHICO, DIO
E' INFINITAMENTE GRANDE IN QUANTO E' INFINITAMENTE PICCOLO...
OGNI COSA NELLA NOSTRA REALTA' EMANA ENERGIA ED E' POSITIVA...

L' OVVIO SI TRASCURA ...MA LA VERITA' E' IN TUTTE LE COSE E BASTA AMARE ED IDENTIFICARSI CON CHI SOFFRE X CAPIRE CHE SIAMO EMANAZIONE DELLA STESSA ENERGIA...
FARE IL BENE AL PROSSIMO E' CONVENIENTE ED INTELLIGENTE PRIMA CHE UNA BUONA AZIONE...
CHI CONOSCE O INTUISCE LA VERITA' LAVORA PER IL PROSSIMO E GIOISCE DEL FATTO CHE POSSA TRARNE VANTAGGIO...

LA VERITA' NON RISIEDE IN ALTRI MONDI MA DENTRO DI NOI...
SIAMO NOI CON LE NOSTRE ENERGIE CHE MUOVIAMO LE COSE E LE CREIAMO...

L' ARTE E' ELEVAZIONE DELLO SPIRITO ED AVVIENE QUANDO LO SPIRITO SI SINTONIZZA NEL MONDO DELLE IDEE PLATONICO COGLIENDO MEDIANICAMENTE "PEZZI DI VERITA' E BELLEZZA" X PORTARLI NELLA NOSTRA REALTA' MATERIALE...

DIO E' UNA NOSTRA FORMA MENTIS IN DIVENIRE, ESSENDO INFINITO E NON IMMOBILE, NOI SIAMO LA SUA PROIEZIONE...
LA REALTA' E' LA MANIFESTAZIONE SUBLIME DI QUESTO ATTO E FA SI CHE DIO ESISTA...

NON ESISTEREBBE DIO SENZA LA SUA MANIFESTAZIONE...SAREBBE COME RIDURLO AD UN PRINCIPIO FINITO E QUINDI ALLA SUA NON ESISTENZA...


AD UN LIVELLO PIU' ALTO SI POTREBBE ANCHE DIRE CHE NON IMPORTA SE DIO ESISTA OPPURE NO...
PERCHE' DIO COME FORMA MENTIS INFINITA' ESISTE E CONTEMPORANEAMENTE NON ESISTE...

O MEGLIO CONTEMPLA LA POSSIBILITA' QUANTISTICA DI ESSERE E NON ESSERE,
SE ESITESSE E BASTA SAREBBE FINITO.

PARADOSSALMENTE DIO ESISTE ANCHE PERCHE' NON ESISTE...
DIO RAPPRESENTA UNA POSSIBILITA' CHE QUESTO ACCADA, ED E' LA POSSIBILITA' DEL FATO/DESTINO/CASO CHE SI CONTORCE SU SE STESSA INFINITAMENTE E CIRCOLARMENTE PER SEMRE E "PER" MAI...



SALUTI E BUON NATALE A TUTTI
DAL VOSTRO...
^^^ MAESTRO DI DIETROLOGIA^^^

Deadlock ha detto...

Salve,

complimenti per il blog e complimenti a chi vi partecipa. Volevo solo chiedere: secondo voi esiste qualcosa di peggio della RR? Ossia: esistono, secondo Voi, organizzazioni più occulte, più pericolose, meno pubblicizzate della RR? E, ammesso che esistano, si fanno la guerra o si appoggiano?

Grazie per l'attenzione e buone feste a tutti.
Deadlock

leila ha detto...

Grazie per aver permesso che tante singole note acquisissero un senso compiuto,Il mio interesse ha subito varie oscillazioni per svariati motivi ma dentro di me "qualcosa" risuonava a volte più forte a volte fievole ma senza mai spegnersi del tutto.Qualcuno conosce i romanzi della compianta Marion Zimmer Bradley?

Anonimo ha detto...

Grazie!!!

Anonimo ha detto...

Tengo a sottolineare che sono d'una regione che in fatto di massoneria e affini la sa lunga,il mio interesse per ciò ha subito varie fasi ma dentro di me ho sempre avvertito un richiamo a volte fievole a volte no che mi ha sempre accompagnato come un lumicino o una fiammella in questi meandri non facili,grazie mi sento come avessi trovato una sorta di famiglia visto che questo mio interesse non l'ho mai condiviso appieno con qualcuno per una serie di motivi facilmente capibili

Anonimo ha detto...

In effetti Mozart fu il primo e l'unico musicista ad utilizzare la sequenza di Fibonacci nelle sue musiche.

Marco ha detto...

Fino a poche settimane fa non ci avrei trovato nulla di male, e invece adesso lo vedo per quel che realmente è ---> http://www.facebook.com/event.php?eid=49943768513&ref=nf

Anonimo ha detto...

Buonasera, complimenti per l'articolo, però vorrei una precisazione: lei dice che dopo Quarto Potere la carriera di O. Welles è praticamente finita, mentre invece vedo che è stata una delle sue prime opere, in una lunga serie.

Grazie, Beppe

Roberto(Torino) ha detto...

Ragazzi che bell'articolo!
Da mal di stomaco pero'...
Grazie per averlo scritto!

Anonimo ha detto...

che coincidenza...c'erano giusto 333 commenti in questo articolo, per rompere il numero "sfigato" sono "obbligata" a postare :-)...vabbe, passo al dunque. Prima di tutto vedo che i commenti censurati non sono ancora ripristinati. Fa niente, va bene cosi. Poco importante.
Se non erro qualche lettore di questo blog aveva chiesto delle fonti per capire il fenomeno dei cosidetti poteri occulti. Io tento di mettere questa informazione, non so se il mio IP è bloccato per fare piacere a qualcuno. Comunque, a tutti quelli che vogliono informarsi seriamente sul fenomeno indicato consiglio di leggere i lavori di Corrado Malanga - scienziato chimico, ufologo, ex-collaboratore del CUN, docente di Università di Pisa che ha studiato le vere origini antichi del problema in modo scientifico senza eccessi inutili di fanatismo religioso, esoterismo o dichiarazioni populiste www.sentistoria.org. Vorrei riportare una frase bellissima di Falcone a questo punto: "Ogni fatto umano ha un inizio ed una fine, la mafia è un fatto umano, quindi non è imbattibile e anche la mafia avrà la sua fine".
Anche le sette, poteri occulti vari sono dei fatti umani, quindi voglio solo tranquillizzare ed incoraggiare le anime che li temono: non temete, anche questi fatti umani sono combattibili ed avranno una fine. Tutto è molto semplice e comprensibile se è spiegato in modo lucido e chiaro come lo fa Prof. Malanga. Gli studi di Malanga a suo turno si appoggiano alle teorie di Bohm, Jung, Einsten, fisica quantistica ecc. In particolare gli studi di Jung sono consiglabili per comprendere in modo semplice le capacità della mente umana e dei cosidetti poteri paranormali che in realtà sono del tutto comuni e presenti in ogni essere umano, soltanto qualcuno riesce ad attivarli ed usarli e qualcuno no, ma è sempre la questione di ignoranza nella materia, niente di particolare.
Inoltre consiglio vivamente di leggere i lavori del grande ricercatore criminologo defunto Giuseppe Cosco quale è stato il primo esperto a prendere seriamente la pista esoterica nella storia del mostro di Firenze, a scoprire le origini legati al culto di Iside , analogie tra il caso di Jack lo Squartatore ed il Mostro di Firenze ed analizzare dal punto di vista esoterica il caso di Cogne, infine il primo ricercatore coraggioso a denunciare apertamente il legame tra satanismo, pedofilia e poteri occulti. Lui è stato uno di pochi veri esperti con le conoscenze scientifiche necessari e profondi per indagare sui poteri occulti razionalmente attraverso i fatti e ricerche documentate. http://cosco-giuseppe.tripod.com/

Anonimo ha detto...

I suoi articoli sono ancora visibili e disponibili sul suo sito per chi vuole leggerli in diretta, ma per ogni caso ho cominciato salvare i suoi lavori in box.net visto che il suo sito ed indirizzo email sono tristemente abbandonati (qualche giorno fa ho tentato di contattare la manutenzione del sito per segnalare una preoccupazione, ma l'indirizzo email era ormai scaduto forse perchè inutilizzato da lungo tempo) e dei sciacalli cominciano ad arrivare a puzza di cadavere per strapparne qualcosa...
ecco il link dei file condivisi che metto nella cartella "Cosco" su box.net http://www.box.net/shared/m8ia3brsny
Per entrare a scaricare i file sarebbe sufficente cliccare sul download. Per ora ho salvato solo la sezione esoterismo, man mano metterò anche tutto il resto disponibile online gratuito in modo che tutti possano riconoscere ed apprezzare i lavori di Cosco. Si può diffondere questo link liberamente cosa che farò io. Ho visto che proprio in questo articolo uno di lettori di nome Roberto il 6 novembre 2008 alle 17.40 ha chiesto a Franceschetti di scrivere un articolo su Giuseppe Cosco che è morto nelle circostanze misteriose, peccato che la sua richiesta è caduta nel vuoto. La rinnovo io e mi appello a Franceschetti: per favore, scrivi 2 righe nel rispetto ed in memoria di questo ricercatore che merita ogni ringraziamento per il lavoro neutrale, equilibrato, dettagliato e molto importante che ha fatto per diffondere le verità scomode...
Spero che questa volta accoglierai la nostra richiesta, caro avvocato...
Ti ringrazio in anticipo per l'attenzione. Del resto, oggi sono passata da queste parti in speranza di vedere qualche miglioramento in relazione agli ultimi accaduti. Vedo che le acque sono un pò calmate e forse tutti tornano a focalizzare l'attenzione sulle cose davvero importanti. Sono contenta perciò. Non so se avete riaperto il forum, ma onestamente non mi interessa più. Devo confessare che lo leggevo più che altro per interventi di Serpent of Fire e di Stefania. Complimenti a Serpent per le sue conoscenze interessanti quindi.
Giusto per cronaca, in questi giorni sono stata anche io su una di questi aerei/treno/navi in "pericolo"...il mio aereo ha fatto un brutto volo, sembrava di essere sulle montange russe e c'era brutto tempo, un freddo cane...Però per dispiacere di qualcuno sono ancora qui. Credo che in fondo il destino appartiene solo a noi, siamo solo noi inconsciamente o consciamente attraverso i nostri atti, modo di vivere, le scelte a decidere quando e come andare via...
Quindi come già avevo deciso, me ne vado da qui, augurando un sincero "in bocca al lupo" a tutti. Ritenevo di dovere lasciare qualche fonte utile prima di andare via. Del resto non si può biasimare nessuno per le cose che fa, come dicevano i Queen "the show must go on", ogni uno ha il suo ruolo da esibire in questo show di vita. Paolo, se mi censurate questi ultimi commenti per qualche motivo (non si sa mai, a volte lo fate anche cosi...), portate i miei saluti a quelli che restano.

saluti
maya

P.S. mah...c'è qualcuno dei miei vicini che ama ascoltare a quest'ora Rino Gaetano...in ogni caso è sempre piacevole ascoltarlo, in qualsiasi ora...

Anonimo ha detto...

P.S. ieri si vede che era un orario troppo tardivo, il sonno mi ha fatto dimenticare di scrivere una cosa importante: riguarda il simbolo del fiore ovvero rosa rossa secondo me si intende il secreto - patto di sangue, giuramento con dedicazione si potrebbe chiamarlo anche... Se ci fate caso la rosa rossa quando è fiorita pienamente sembra un sigillo rosso fatto di goccia di sangue. Guardate il link del libro di Ronda Byrne che si chiama proprio "The Secret" , cioè il segreto http://www.macrolibrarsi.it/libri/__the_secret.php?gclid=CL3b95OZ9ZoCFQUTzAodUAFhdA sulla copertina c'è il sigillo rosso - simbolo di patto di sangue, patto di silenzio che forse si dichiarerà quando la rosa fiorirà pienamente. Il libro in se è molto strano come il suo autore, parla delle cose a doppio senso. Chi vuole usare questa mia idea sul sigillo, chiedo solo di non deviarla o non usarla in modo appopriato. Del resto è solo un mio intuito. Il sangue che fa il patto appartiene alle vittime sacrificatei per allevare questa rosa che dovrebbe crescere e dichiararsi gloriosamente coprendo col suo profumo tutto un giorno proprio come nel mito di rosa bianca e rosa rossa.
Consiglio di dare anche una attenzione profonda alla città Vienna, la sua storia, passato e presente, i suoi monumenti che sono dedicati a quelli che cercate. Qualche giorno fa ho visto anche il libro di Lisa Smith "Il diario del vampiro", guardate la sua copertina http://www.booksblog.it/post/4707/il-diario-del-vampiro-il-ritorno-di-lisa-jane-smith-anticipazione
A volte non c'è nemmeno bisogno di commenti.
Infine ho letto in un quotidiano riguarda la morte recente di alcuni operai nelle prime righe della notizia sulla loro morte: "c'erano delle rose rosse e bianche legate al posto di incidente in memoria alle vittime di un ennesimo incidente di lavoro".

Rinnovo i miei saluti e auguri
in bocca al lupo
maya

Anonimo ha detto...

sono daccordo con le idee di Federico riguarda non seminare paura (anche senza volere o accorgersene) riguarda tali poteri occulti, perchè paura è il primo nemico di essere umano, poi in verità niente vale di paura. Sono daccordo con Federico anche sul dover essere umili, perchè solo attraverso umiltà è possibile purifcazione ed evoluzione spirituale vera. Chiedo a Federico se per caso passa da queste parti lasciare un email per poter contattarlo e condividere le opinioni che farei con grande piacere. Grazi in anticipo

saluti
maya

Anonimo ha detto...

scusate, mi è partito l'ultimo commento e ho dimenticato di lasciare il mio contatto per Federico nel caso se vorrà ciaccherare maya_heaven777@yahoo.com

Anonimo ha detto...

Voglio segnalrvi una cosa...leggete quà:

Rose rosse per te
Ho comprato stasera
E il tuo cuore lo sa
Cosa voglio da te
D'amore non si muore
E non mi so spiegare
Perché muoio per te
da quando ti ho lasciato
Sarà perché ho sbagliato
Ma io vivo per te

Ormai non c'è più strada
Che mi porti indietro
Amore sai perché
Nel cuore del mio cuore
Non ho altro che te
Forse in amore le rose non si usano più
Ma questi fiori sapranno parlarti di me

Rose rosse per te
Ho comprato stasera
E il tuo cuore lo sa
Cosa voglio da te
D'amore non si muore
Ma chi si sente solo
Non sa vivere più
Con l'ultima speranza
Stasera ho comprato
Rose rosse per te
La strada dei ricordi
É sempre la più lunga
Amore sai perché
Nel cuore del mio cuore
Non ho altro che te

Forse in amore le rose non si usano più
Ma questi fiori sapranno parlarti di me
Rose rosse per te
Ho comprato stasera
E il tuo cuore lo sa
Cosa voglio da te.

Iquietante vero??? Massimo Ranieri 1969.
Notare: 1+9+6+9 = 25 ; 2+5 = 7

Che ne dite?

Anonimo ha detto...

"La maggior parte dei libri sui rosacroce si interrogano su aspetti assolutamente inutili e marginali. Il vero problema dei Rosacroce, mai da nessuno indagato, è da quale momento tale organizzazione si trasforma da movimento Cristiano, intendendo tale termine come “portatori del messaggio di Cristo”, sia pure trasformato e commisto ad aspetti cabalistici ed orientali, a un movimento quasi satanico, criminale, che perpetra delitti terribili per conservare e potenziare il suo potere."

Una parte che segue gli ideali dei padri fondatori persiste tutt'oggi e combatte contro chi ha sottratto le nozioni della vita per i propri scopi egoistici. Come in ogni religione ci sono individui che si comportano male, altri che si comportano bene, altri ricoprono cariche spirituali, ebbene, anche tra i Rosacroce non sono tutti sulla retta via. I Rosacroce originali sono per il libero culto, per tanto sono numerosi anche i cristiani che vi appartengono.
Per quanto riguarda le conoscenze dei Rosacroce: essi sono solo persone che accettano di rompere gli schemi imposti al genere umano fin dalla nascita; ciò non implica che ognuno di voi non possa effettuare questa scelta.

Ti auguro il meglio dalla Vita.

Frida ha detto...

Guardate questo sito! che ne pensate?

http://www.ordinerosarossa.altervista.org/

Maurizio ha detto...

Scusa ma non riesco a vedere così chiaro il nesso tra la Rosa Croce e questa "Rosa Rossa"...forse è spiegato meglio in qualche tuo libro...più che altro mi domandavo...se questa Rosa Rossa è così segreta che non si sa neppure se esista...se i suoi membri sono "intoccabili" per tanto potere che hanno...e non rivelerebbero mai nulla a nessuno...tu come fai a sapere così tante cose e così tanto nel dettaglio? Ne sei un membro tu stesso? Forse è spiegato in qualche tuo libro? Lo devo comprare?...
E scommetto che i rosacrociani non studiano la legge del karma...o si? E se si...Come mai decidono ugualmente di crearsi un karma così tanto negativo?
Sono idioti?
O lo è la gente?

Se io vedo un affamato, non gli do un pesce, ma gli insegno a pescare.

Se si vuole "davvero" aiutare le persone, si deve insegnare loro ad avere una propria coscienza critica. E i movimenti cospirazionisti invece danno alle persone frustrate proprio ciò di cui hanno bisogno: un capro espiatorio.

Così non si fa un servizio ai deboli, ma si seppellisce la loro mente sotto un oceano di pensieri altrui, gettando anche un po' di fumo sugli occhi nel processo.

Non entro nel merito se i cospirazionisti siano in buona fede o meno, e neppure se tra le cose che dicono possa esserci del vero, ma solo sull'utilità di quello che fanno, che non solo è nulla ma finisce per danneggiare chi ci si lascia avvolgere...

Anonimo ha detto...

interi brani di questo articolo sono stati copiati qui:
http://www.misteri-occulto.com/2010/03/il-mistero-dei-rosacroce_10.html

Paolo Franceschetti ha detto...

rispondo all'ultimo anonimo.
Eventualmente è il contrario, è il sito che citi che ha preso spunti da me, tanto che lo dice anche nella bibliografia.

Anonimo ha detto...

Dante asserisci che sia appartenuto alla Rosacroce, ma la fondazione dell'associazione è successiva alla vita di Dante Alighieri.

Anonimo ha detto...

Tutto molto interessante!!! a tal proposito mentre leggevo questa pagina mi è venuto in mente un nome Tupac Shakur notissimo rapper....morto in circostante misteriose, il 13/9/1996 la somma fa 38=11 stando a quanto letto sul blog. In più scrisse anch'èegli una canzone dove3 cantava di chi lo avesse sparato e di come sarebbe morto. Infine intitolò un suo album "Killuminati" con chiaro riferimento agli Illuminati, una loggia massonica. Su youtube girano video che parlano del rapporto tra Illuminati e 2pac, voi mi sapreste dire qualcosa in più al riguardo di questa setta e se questa può ricollegarsi alla Rosa Rossa??

Amagda ha detto...

Ho letto solo la premessa e già devo fare una correzione: Dante non era un RosaCroce ma un Figlio del Divino Amore, l'Ordine Laico dei Cavalieri del Tempio o Templari. Ora ritorno alla lettura ^__^

Amagda ha detto...

Ok ho trovato di Dante e dei Fedeli d'Amore ma ripeto quello che ho già detto altrove, Dante era un Templare Laico e i RosaCroce sono nati dopo. Un'altro appunto che vorrei fare riguarda i due Papi citati, che sono come l'Oro e il Piombo. Papa Giovanni XXIII era un RosaCroce probabilmente, ma dell'Ordine originale, secondo il libro di Pier Carpi "Le Profezie di Papa Giovanni" fu contattato da loro stessi quando era Nunzio Apostolico (se non ricordo male a Cipro) e fu in seguito visitato da Entità Extraterrestri nei Giardini Vaticani quando era già Papa. Anche la "guerra" contro Padre Pio fu montata ad arte ed orchestrata da personaggi dietro di lui, dato che non avrebbe alcun senso che due membri della Fratellanza Bianca si combattessero fra di loro. La stessa cosa che è successa con il falso Terzo Segreto di Fatima divulgato non da Papa Giovanni Paolo II ma dall'allora Cardinale Ratzinger, che è il Papa Nero delle Profezie. E a proposito del Terzo Segreto (quello vero) un passo dice "Satana marcerà nei più alti vertici della Chiesa" come dice qualcuno giustamente nell'articolo. Riguardo Papa Montini, Paolo VI, lui era un Gesuita e probabilmente anche Massone (e non RosaCroce come detto nell'articolo) e con ciò trai le tue conseguenze. Anche i Gesuiti fanno parte di ciò che è deviazione dal messaggio originario purtroppo. Blessed Be )O(

Amagda ha detto...

La parte dei delitti insoluti o strani o con colpevole "sospetto" invece è interessante. Io ho sempre dubitato della colpevolezza di Maria Franzoni, anche xché mi è stato detto dalle mie Guide che Samuele si è reincarnato nell'ultimo bambino che ha avuto, e se fosse stata lei ad ucciderlo la cosa non avrebbe molto senso secondo me. Vorrei, se tu avessi tempo o voglia, che analizzassi un caso insoluto da molti anni che purtroppo è passato nel dimenticatoio e che è stato (forse a torto) collegato con il delitto di un personaggio di cui si è invece parlato di più xché era imparentato con un politico della DC, Severino Citaristi. Il fatto che mi interessa è avvenuto nel paese di Sant'Alessandro (BG) il giorno 26/11/1999, il ragazzo ucciso era nato il giorno 8/11/1968 e si chiamava di battesimo Marco Giovanni (in onore di Papa Giovanni XXIII che è il patrono del paese dove è nato, Cenate Sotto) e abitava in Via dei Morti. Il delitto è tuttora insoluto, sono stati interrogati diversi sospetti (ma non tutte le persone informate dei fatti) e ci sono di mezzo pezzi grossi e cose poco pulite. Purtroppo non ho potuto sapere molto del caso xché è difficile indagare su una cosa privatamente e se non sei parente la famiglia non si sbottona (io ero amica di lui ma i suoi li ho conosciuti solo dopo che è morto). So solo che le modalità dell'esecuzione rimandano a un delitto di mafia e che non tutti i giornali hanno raccontato le stesse cose (x esempio si parla di un colpo di grazia alla nuca su un quotidiano... io so che è vero ma la sorella dice che sul referto dell'autopsia non ce n'è traccia)

Amagda ha detto...

Cavolo, sono arrivata a leggere i commenti solo al 9 novembre 2008 !!^__^ ma sono troppo interessanti... adesso vado a dormire, continuerò domani... vorrei dire che le cose che ha scritto Serpent of Fire sono davvero interessanti, anche se lui è chiaramente un Satanista e quindi in qualche modo è di parte... eh sì anche se dice che ha iniziato a studiare la magia x difendersi, chi pratica la Magia Nera alla fine lo diventa automaticamente, non c'è niente da fare... il Lato Oscuro della Forza ti corrompe, come diceva il Maestro Yoda nella mia saga cinematografica preferita (ma sono anche una fan di Star Trek della prima ora ^__^) X quanto riguarda Dante e i dantisti, non mi piace molto Benigni (anche se ammetto che è affascinante sentirlo recitare in toscano antico) ma conosco uno studioso che ci ha fatto un lavoro serio, si chiama Roberto Calvi, ha fatto delle conferenze negli anni passati, ho visto una sua DVD (potete trovarla nel sito di Saras www.associazionesaras.it ma forse anche sul canale YouTube, so che negli ultimi mesi hanno pubblicato parecchi video del loro materiale). E poi fra gli esperti di Dante cito con sicurezza il cantante Morgan, al secolo Marco Castoldi, che probabilmente è anche un esoterista da quel poco che sono riuscita a capire dalle sue interviste

Anonimo ha detto...

Gentile Paolo Franceschetti,

non potendo inserire il commento a motivo di certe lungaggini che hanno superato lo spazio concesso, l'ho postato nel Suo forum di discussione. Eccone il link:
http://poteriocculti.mastertopforum.biz/delitti-a-stampo-pseudo-massonico-e-pseudo-rosacrociano-vt2662.html

Ringrazio anticipatamente di qualunque contributo o risposta.

denny ha detto...

ciao volevo solo dirti che il numero 11 non centra una mazza
;-))

Stefano ha detto...

leggo oggi un articolo del genere. cose ne pensate?

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-03-03/dalla-giorno-saluti-aperta-095411.shtml?uuid=AaLpWQ1E

daniele ha detto...

ho scoperto il blog per caso, cercando info su rino, leggendo mi è venuto in mente questo video:

http://www.youtube.com/watch?v=F3CnwSnhW3E

secondo me le domande che fa non sono buttate li a caso, forse qualcuno di voi può interpretarle al meglio.
ciao

Anonimo ha detto...

vorrei solo sapere se questi galantuomini che hanno il potere a livello mondiale fanno sacrifici umani per ottenere favori da entità malvage extradimensionali o si tratta solo di pazzoidi sadici. Gravissimo comunque in tutti i casi

Anonimo ha detto...

Non so se qualcuno ha già citato questo:

http://neovitruvian.wordpress.com/2010/11/17/georgia-guidestones-i-comandamenti-del-nwo/

Mi sembra comunque una conferma che gli argomenti trattati in questo Blog non sono scaturiti da fantasie o paranoie.
Che il controllo delle masse,della popolazione mondiale e della natura tramite manipolazione genetica,scie chimiche o quant'altro,riconducibili ad un unica tendenza promotrice che si identifica nel nome dei Rosa Croce,sia ormai realtà confermata e lasciata in forma testamentale ai posteri.
Al genere umano nella sua totalità sta lo scegliere quale via seguire,è dovere di ciascuno diffondere l'informazione e quindi la conoscenza,è diritto di tutti fare la propria scelta,ma solo a Dio il giudizio finale.

Anonimo ha detto...

E la Costa Concordia (2 volte "C"), nave da CROCiEra, affondata nelle acque dell'isola del GIGLIO?

Medwyn ha detto...

bellissimo, ma perche' l'ho letto solo ora!.. ho scoperto don Luigi Villa e la sua casa editrice a due passi da casa mia, mi sarebbe piaciuto conoscerlo..

Anonimo ha detto...

Quanta ignoranza e malafede...La Rosa Croce è stato un fenomeno di alta spiritualità, l'ultimo vero rigurgito di sapienza Tradizionale esoterica in Occidente...Non c'ntra NULLA con l'occultismo moderno, con le massonerie deviate e con tutti quei gruppi che, in modo inattendibile ( Golden Dawn ecc.), pretendono erronamente di rifarsi ad essa-
Quanta ignoranza !!!! Ma voi pseudo-catto-integralisti siete tutti così superficiali ???

Anonimo ha detto...

Vedo che l'articolo è stato scritto nel 2008 ma lo leggo solo ora. Apprezzo il suo entusiasmo nella ricerca ma ritengo questo articolo troppo di parte. Il mondo è una "foresta di simboli" ovunque ci voltiamo ci troviamo a contatto con essi. Alcune delle sue conclusioni mi sembrano un pò tirate per i capelli e fanno perdere di credibilità l'intero articolo. I confini non sono cosi netti. Molto spesso chi sta al potere ci sta e basta senza bisogno di simboli e molto spesso a chi guarda risulta più facile credere o costruire teorie cospirative rispetto a dover affrontare fatti reali quali l'assoluta negligenza dell'uomo di affrontare la propria evoluzione sottraendosi a meccanismi di potere. La forza può essere esplicitata anche senza nessun esoterismo,mi creda. Di nuovo, credo che i confini non siano cosi netti, le influenze cosi persistenti. Non nego ordini mondiali ma non affermo nemmeno il loro totale potere. Non nego la decaduta dell'esoterismo e delle loro scuole come non nego la presenza di rami ancora incontaminati, anche nei rosacroce o nei massoni. Negarne l'evidenza sarebbe come dire che tutti i cristiani sono in un modo o che tutti i buddisti sono in un altro eccetera. Credo nel potere della comunicazione ed è importante che chi legge non venga fuorviato da preferenze ed inclinazioni personali ma che la moderazione ne sia maestra perchè come si dice "la verità sta nel mezzo".

Cordiali saluti
da una studiosa scevra da qualsiasi preferenza o appartenenza

Stefania

«Meno recenti ‹Vecchi   201 – 360 di 360   Nuovi› Più recenti»