Psyops, 70 anni di guerra psicologica in Italia

Psyops, 70 anni di guerra psicologica in Italia
Dalla prima guerra mondiale al trattato di Lisbona

martedì 9 settembre 2008

Autorità criminali e culti misterici - Parte seconda. I fratelli chiamati a fregare l'Itali



Di Antonella Randazzo



La Massoneria propriamente detta, ovvero quella che permette anche a decine di migliaia di persone di aderire, dal punto di vista ideologico appare come un calderone in cui c’è tutto e il contrario di tutto: si propone come “tollerante” ma di fatto rappresenta un modo efficace per controllare le menti; si presenta come “umanistica” ma risulta soprattutto un modo per spogliare gli umani della loro umanità. Le logge massoniche servono, nonostante il volto rispettabile che può essere dato, non solo a controllare le persone, ma anche ad organizzare e ad attuare una serie di crimini di vario genere: corruzione di funzionari, attentati terroristici, colpi di Stato, eliminazione di personaggi scomodi, ecc. Anche se le società segrete possono acquisire nomi diversi, esse sono controllate da un unico centro di potere, che fa capo agli stegocrati, ovvero a coloro che hanno nelle loro mani il potere finanziario, economico, politico e mediatico. Credere che queste associazioni possano avere scopi positivi sarebbe come credere che le banche operano per il bene dei popoli. Come tutte le creazioni dell’attuale gruppo di potere, la natura evidente della massoneria risulta l’opposto rispetto alla sua verità, ma la maggior parte degli adepti non se ne accorge, ignorando ciò che avviene ai livelli più elevati. Certamente esistono adepti che non sono affatto criminali, e che, anzi, sono persone per bene che credono con sincerità ad un presunto scopo positivo dell’associazione. Ma non dobbiamo dimenticare che se oggi ci troviamo nella situazione in cui siamo è per la credulità e l’ignoranza (intesa come non conoscenza del vero sistema attuale) di molte persone. Non essere capaci di riconoscere i tanti tranelli messi in atto dal gruppo dominante costa caro a tutti.La maggior parte delle persone che aderiscono alla massoneria crede che i precetti della massoneria siano quelli che vengono loro insegnati, e alcuni ignorano persino che esistano alti livelli in cui i principi propagandati si ribaltano. Quasi tutti gli adepti non vanno oltre il terzo o quarto livello. Evidentemente, c’è una doppia faccia nella massoneria: per la maggior parte è un’associazione storica con principi “liberali” e “umanistici”, ma per chi la crea e la manovra è soltanto una fonte per controllare, formare e dirigere coloro che potranno avere ruoli importanti nei settori chiave del potere. Ad oggi, la massoneria è un argomento poco trattato, che viene ammantato di mistero, come se non fosse possibile capire che molte autorità e personaggi che ricoprono ruoli finanziari, economici, mediatici e politici importanti sono quasi sempre massoni di grado elevato. Anche la mafia è stata per molto tempo ammantata da un alone di mistero, anche quando sapevano tutti che esisteva e quale ruolo avesse. Esiste un forte legame fra mafia e massoneria.I vertici mafiosi, per poter meglio coordinare alcune operazioni, sono strettamente collegati ai servizi segreti come la Cia e l’MI6, e alle logge massoniche.L’Italia è stata messa sotto il controllo della massoneria sin dall’Unità, attraverso personaggi come Garibaldi, che era un noto massone di alto livello. Garibaldi ebbe il 33° grado della massoneria, che gli inglesi concedevano ai dittatori Sud Americani o a coloro che si mettevano completamente ai loro servigi. La spedizione dei Mille fu finanziata dalla massoneria inglese con somme enormi, parecchi milioni di dollari attuali. In realtà la Corona inglese ha utilizzato la massoneria, non per unire l’Italia, come è stato detto, ma per imporre a tutti gli italiani il potere (controllato) dei “Fratelli d’Italia”.Lo storico Salvatore Lupo scrisse che "durante la cospirazione risorgimentale esisteva una rete clandestina ispirata alla massoneria".(5) Il pentito Antonino Calderone raccontò anche che la massoneria fungeva da canale per stabilire i contatti fra funzionari statali e mafiosi. Secondo il giudice Agostino Cordova la massoneria è da ritenere "'il tessuto connettivo della gestione del potere". All'interno di essa si trovano i personaggi più disonesti e corrotti. Negli anni Novanta, in Italia, c'erano 146 massoni indagati per mafia e reati politici, 83 dei quali accusati di riciclaggio di titoli rubati. Fra gli iscritti alle logge figuravano anche diversi poliziotti e carabinieri, accusati da Cordova di "impedire le indagini".(6) Secondo il pentito Leonardo Messina, la collaborazione fra mafiosi e massoneria non è affatto rara, al contrario, quasi tutti i capimafia frequentano assiduamente le logge massoniche, e l'intero vertice di Cosa Nostra è affiliato alla massoneria. Mutolo parlò delle logge come di "un punto d'incontro per tutti". Ciò fa emergere la consonanza di interessi, di ruoli e di metodi. La stessa strategia di mascherare, occultare o nascondere appartiene sia alla mafia che ai servizi segreti e alle logge massoniche. Si parla di "servizi deviati" o di massoneria "deviata" per proteggere un presunto ruolo corretto di queste organizzazioni, ma in realtà esse sono per loro natura inclini al segreto e al controllo. Se operano per nascondere significa che hanno qualcosa da nascondere. Pur dovendo constatare gli stretti legami fra massoneria e mafia, occorre fare alcune distinzioni. La mafia, avendo come scopo anche quello di soggiogare la popolazione, non può essere completamente occulta, al contrario, essa deve dare chiari segnali alla popolazione della sua esistenza. Tutti sanno chi sono i mafiosi e dove abitano, e molti sono costretti a prendere atto degli omicidi commessi dalle cosche. I mafiosi continuano ad abitare nelle zone di origine, anche quando ormai sono assai noti, gli unici a non sapere chi sono e dove abitano sono le istituzioni, dato che non li fanno arrestare. Molte famiglie mafiose, come ad esempio quella dei Corleonesi, erano state identificate già negli anni Cinquanta, ma soltanto nel periodo del pool si ebbe una vera strategia per abbattere il loro potere. E’ vero che per molti anni le autorità hanno cercato di negare l’esistenza della mafia, ma nel sud le persone sapevano benissimo che c’era, e dovevano saperlo per esserne soggiogati, o perché erano costrette a pagare il pizzo. Persone come Falcone e Borsellino avevano capito i legami fra mafia e massoneria, e per questo sono state condannate a morte. Più recentemente, anche magistrati come De Magistris e Woodcock hanno scoperto stretti legami fra politici, mafiosi e massoni. Talvolta un personaggio può appartenere a tutte e tre le categorie. Esistono reti di grave corruzione scoperte da De Magistris, che per questo è stato messo nelle condizioni di non poter continuare le sue indagini. La massoneria italiana raccoglie molti personaggi del panorama finanziario, economico, mediatico e politico italiano, in totale segreto, anche se per le nostre leggi è illegale creare associazioni segrete. Come molti sanno, in Italia è stato realizzato il piano della cosiddetta Loggia Propaganda 2, per evitare che gli italiani pretendessero una maggiore apertura democratica. La Legge n.17 del 25 gennaio 1982 (detta Legge Anselmi), fu approvata in seguito allo scandalo della Loggia Propaganda Due, con lo scopo di sciogliere la P2 e rendere illegali tutte le associazioni segrete con obiettivi analoghi. La legge ribadiva un principio presente nella Costituzione Italiana, al secondo comma dell'articolo 18, che considera illegali le associazioni segrete con scopi politici e a carattere militare. Questo faceva apparire il pericolo come scampato e dava l’idea che ormai appartenesse al passato. Di fatto però non si fece nulla per impedire che salissero al potere i personaggi che agivano per realizzare il piano della P2. Il sistema agì come un prestigiatore: mostrava una realtà che non esisteva, mentre ne realizzava un’altra, proprio quella che faceva apparire come smascherata e distrutta. Sotto i nostri occhi ci è stata data la fregatura. Secondo la giornalista Concita De Gregorio, che ha intervistato Licio Gelli, la “strana” attività di questo inquietante personaggio non appartiene certo al passato.Spiega la De Gregorio: “(Gelli) è un uomo… (che) lavora a pieno ritmo, ha vari uffici in cui riceve ospiti ogni giorno… ha un’agenda fittissima e una serie di segretarie che lavorano per lui a tempo pieno. Io l’ho incontrato a villa Wanda, ad Arezzo, nella sua abitazione… è in grande attività, riceve personalità straniere, politici, imprenditori… per la gran parte italiani, ed è un uomo… che ha come un crocevia di affari internazionali… stupisce questo disinteresse che c’è attorno alla figura di Gelli, che è come se appartenesse al passato, in realtà appartiene al presente, è lì e lavora… il suo piano si è realizzato, nell’intervista… ha parlato di uomini politici attualmente in carica, fa dei nomi che sono ancora quelli, la classe politica di allora è la stessa di oggi, è difficile immaginare che anche i progetti, i programmi siano cambiati… alla fine il progetto realizzato è quello di Gelli”.(7) Non è difficile immaginare di che “lavoro” si tratti, visti i precedenti, e nemmeno i personaggi che chiedono le sue “consulenze”. Del resto, lo stesso Gelli non nega il potere che la loggia che egli “dirigeva” ha avuto nel creare, com’era nei piani, un sistema dittatoriale dotato di parvenza democratica. Dunque, non c’è dubbio che anche in Italia i gruppi massonici hanno esercitato ed esercitano un potere antidemocratico, attraverso la creazione di una vasta rete sotterranea che riunisce i personaggi più importanti in molti settori, per “affiliarli” e controllarli. Chi è fedele all’affiliazione è colui che ha più probabilità di avere fama, soldi e potere. Chi è affiliato è una pedina (più o meno importante) controllabile, fedele e manovrabile. Il principio di segretezza della massoneria permette di agire in modo illegale e criminale senza essere perseguiti, e spesso senza far capire chi sono i responsabili e come abbiano agito. Come denunciò John Kennedy poco tempo prima di essere ucciso: “La parola ‘segretezza’ è ripugnante in una società aperta e libera, e noi come popolo ci siamo opposti, intrinsecamente e storicamente, alle società segrete, ai giuramenti segreti, e alle riunioni segrete. Siamo di fronte, in tutto il mondo, ad una cospirazione monolitica e spietata, basata soprattutto su mezzi segreti per espandere la sua sfera d’influenza”.(8) La segretezza protegge le attività criminali delle autorità, e dunque conferisce un potere assoluto ad alcune persone, che potranno commettere qualsiasi crimine senza essere perseguite. Quando viene sollevato seriamente il problema della massoneria e della segretezza, alcune autorità intervistate ci scherzano sopra come a prendere in giro e ad additare come bizzarre tutte le persone che si accorgono di queste realtà. Deridere, etichettare come “cospirazionisti” e “paranoici” o trattare come persone strane e sospettose, sono metodi per far cadere nel vuoto le accuse di chi si accorge che c’è un gruppo di potere che utilizza metodi criminali per continuare a dominare. Cercando di screditare coloro che sollevano il problema cercano anche di evitare di fare la dovuta chiarezza.Anche le autorità vaticane si valgono di un’organizzazione che ricalca la struttura e le funzioni tipiche di un’organizzazione massonica, ovvero l’Opus Dei. Per molti autori si tratta di un centro potentissimo, che, insieme alla Curia Romana si occuperebbe di proteggere ed estendere il potere e gli affari del Vaticano, anche attraverso mezzi di arricchimento finanziario ed eliminando tutto ciò che potrebbe intralciare. L’Opus Dei è diffusa in molti paesi del mondo, e si occuperebbe anche di controllare le cariche ecclesiali di alto grado. Secondo alcuni antropologi i culti misterici contengono ideologie che mirano al potere assoggettando persone che poi saranno utilizzate per i propri scopi. Il satanismo appartiene a questa categoria, come anche le sette segrete che professano altre finalità. Ogni tanto alcuni personaggi, come l’ex Gran Maestro Giuliano di Bernardo, denunciano aspetti strani della massoneria, ma queste persone parlano di “massoneria deviata”, facendo credere che la massoneria in quanto tale sarebbe un’organizzazione accettabile. Si trascura di parlare degli aspetti perlomeno strani di questa organizzazione. Non si spiega il persistere di un’organizzazione segreta che nel passato dichiarava di avere motivazioni “cospirative” contro i regimi dittatoriali e assolutistici dell’epoca. Oggi, che ci dicono di essere in una democrazia, quali scopi avrebbe la segretezza? Quale scopo avrebbe la ritualistica, se non si tratta di una religione?Perché gli alti gradi vengono tenuti nascosti alla maggior parte degli stessi adepti?Perché aderiscono alla massoneria generali, giudici, alte cariche dell’esercito, finanzieri, imprenditori e politici fra i più importanti? Quale sarebbe lo scopo di ciò all’interno di una presunta “democrazia”? E perché la maggior parte di essi nasconde di essere massone, specie se si tratta di persone influenti? Esistono, com’è noto, segni e simboli che svelano l’appartenenza alla massoneria, alcuni dei quali sono riconosciuti soltanto dagli stessi massoni, e fungono da segnali segreti per ricondurre persone di diversa nazionalità o sconosciute fra loro ad uno stesso “territorio”. Esistono segnali scambiati mentre si porge la mano, speciali saluti, oppure piccoli oggetti (anelli, spillette, ecc.) che possono essere posseduti soltanto da massoni. La dottoressa antropologa Cecilia Gatto Trocchi scoprì come personaggi che utilizzavano diverse ideologie poi convergevano con disinvoltura nella massoneria o nei culti esoterici: “ Ho scoperto tutta una lunga corrente di persone che sono passate dal marxismo all’esoterismo… nelle logge si legge l’inno a Satana di Carducci… è una visione spiritualista che si contrappone a quella cristiana”.(9) Questo proverebbe la funzione manipolatrice delle ideologie dominanti, al pari con i culti misterici di natura massonica. Che razza di persone sono quelle che si mettono nude in una bara, che fanno pratiche sessuali davanti al gruppo o si fanno umiliare sessualmente? Che promettono segretezza e si fanno manipolare mentalmente da un presunto “maestro occulto”? Cosa penseremmo comunemente di persone che si comportano così? Come minimo che hanno qualcosa che non quadra e che dovrebbero farsi seguire da qualcuno, eppure queste persone non soltanto passano per essere “normali”, ma addirittura ricoprono cariche importantissime. Le domande sono: possiamo continuare ad accettare che questo genere di persone governi il mondo? Perché mai dovremmo accettare che persone così squilibrate esercitino un potere enorme sui popoli del mondo? Ci si augura che molte persone non cedano all’inganno di credere che queste cose non siano vere o che chi le solleva è solo un “paranoico complottista”. Non è chi denuncia tutto questo ad essere squilibrato, ma chi lo crea e lo pratica.Per quanto queste cose appaiano assurde e incredibili, purtroppo sono vere: siamo imprigionati in un sistema guidato da persone mentalmente compromesse, che si spacciano per autorevoli personaggi, e le nostre autorità, essendo loro complici, ce le presentano come tali. Chi volesse approfondire l’argomento troverà molti libri di notevole qualità, che chissà perché non vengono mai discussi nei salotti televisivi.L’unica strada percorribile è quella di divenire coscienti della vera realtà, e rigettare completamente tutti gli attuali criminali al potere.Conoscere la natura dell’attuale potere criminale è il solo modo per poter diventare consapevoli e poterlo distruggere. Come qualcuno ha detto, non c’è libertà finché si è soggetti all’inganno. Copyright © 2008 - all rights reserved.Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale di questo articolo, inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di Antonella Randazzo.






Per capire chi sono gli stegocrati si veda:



http://antonellarandazzo.blogspot.com/2008/03/lipotesi-stegocratica-parte-prima-il.html3) Millennium 2000, filmed in 1993http://it.youtube.com/watch?v=BVzmKq0aaUg&feature=related4)






Lupo Salvatore, "Storia della mafia", Donzelli Editore, Roma 1996, p. 59.6)



Nicastro Franco, Mafia, 007 e Massoni, Edizioni Arbor, Palermo 1993, p. 186.7)









Discorso pronunciato il 27 Aprile 1961 dal Presidente John Fitzgerald Kennedy al cospetto dei massimi rappresentanti della Stampa USA (la American Newspaper Publishers Association) riuniti presso l’Hotel Waldorf-Astoria di New York.9) http://it.youtube.com/watch?v=_YNo1AO92Q4&feature=related









BIBLIOGRAFIA






Gatto Trotti Cecilia, “Storia esoterica d’Italia”, Piemme 2001.



Lupo Salvatore, "Storia della mafia", Donzelli Editore, Roma 1996.



Nicastro Franco, “Mafia, 007 e Massoni”, Edizioni Arbor, Palermo 1993.



Pantaleone Michele, “Mafia e politica”, Einaudi, Torino 1962.



Pinotti Ferruccio, “Fratelli D’italia”, BUR, Milano 2007.



Tranfaglia Nicola, “La mafia come metodo”, Laterza, Roma-Bari 1991.

14 commenti:

beppe ha detto...

Ho guardato il filmato e mi è sorto un dubbio. Nel video appare il nome di Enrico Cuccia, sepolto a Meina(Novara), quando si parla della tomba di un banchiere che è stato sepolto nello stesso luogo di Guglielmina la Boema cioè Chiaravalle, dove è la tomba di Raffaele Mattioli.
L'errore è originale o il nome di Cuccia, che ripetutamente in trasmissione dicono di non voler svelare, è stato aggiunto dopo? Non riuscendo a rintracciare la trasmissione originale vorrei sapere cosa ne pensate.
Grazie per il lavoro che fate e per le informazioni che coraggiosamente diffondete
Beppe

Paolo Franceschetti ha detto...

credo che il nome sia stato aggiunto, e quindi è possibile che sia stato aggiunto sbagliato...

Anonimo ha detto...

12-9-2008
1+2+9+2+8= 22

Multiplo di 11.

Anonimo ha detto...

Confermo: la tomba è quella di Mattioli, non di Cuccia (il nome sembra essere stato aggiunto), come ho scritto nei commenti alla prima parte dell'articolo. L'editore è, invece, Adelphi. Il libro di Bondet: Gli Adelphi della Dissoluzione.

Cordiali saluti

FBM

Anonimo ha detto...

fuggite all'estero se potete, in questo paese marcio e mafioso non ci sono speranze...è un paese davvero troppo marcio! saluti

alessandro ha detto...

Vero che Garibaldi era massone, ma a quanto ne so io non era uno che ci credeva particolarmente e il 33°lo aveva ottenuto non tanto perchè aveva "studiato" quanto perchè gli fu attribuito in quanto personaggio importante(inoltre era troppo giovane per quel livello o sbaglio?).Il renderlo alto massone dava lustro al grande oriente, tanto chè fu anche messo a capo del GOI, ma abbandonò la carica pochi giorni dopo schifato dall' ambiente.

Un' altra cosa: siamo qui a parlare di massoneria perchè grazie ad internet possiamo scambiarci informazioni liberamente e SENZA FILTRO, altrimenti staremmo ancora a goderci la nostra beata ignoranza.
Quindi,cara Randazzo, perchè dopo un articolo così bello e interessanti mi devi concludere con "tutti i diritti sono riservati...è vietata la riproduzione anche parziale senza consenso scritto,ecc,ecc..." ???
Che scivoloni...

Anonimo ha detto...

Quindi,cara Randazzo, perchè dopo un articolo così bello e interessanti mi devi concludere con "tutti i diritti sono riservati...è vietata la riproduzione anche parziale senza consenso scritto,ecc,ecc..."???
Che scivoloni...


Quoto, ma d'altra parte c'è uno schifo più schifo: quel grand'uomo di Blondet fa ora pagare per LEGGERE i suoi articoli...

Bello vedere internet così proficuamente sfruttata alla vigilia del NWO.

Anonimo ha detto...

la randazzo ha spiegato la questione del copyright sul suo blog.
blondet fa gli articoli a pagamento e questo mi dispiace.

Stefania Nicoletti ha detto...

A proposito della tomba di Mattioli a Chiaravalle.
L'abbazia in cui è sepolto è stata fondata da San Bernardo in persona. (Infatti prende il nome dalla Clairvaux francese).
Ovvero il monaco cistercense che codificò la Regola dei Cavalieri Templari.
Sarà un caso? O sarà proprio per questo che Mattioli è sepolto là e che "i soliti noti" vi si riuniscono una volta all'anno?

Giovanni ha detto...

Per conoscere meglio questa Antonella Randazzo, e i suoi modi di agire, consiglio a tutti una occhiata qui: http://www.lecensurediantonellarandazzo.blogspot.com

Paolo Franceschetti ha detto...

Ciao Giovanni.

Nel sito dela randazzo compare la scritta in cui invita ad attenersi alla regola del blog.
I siti o blog dove si può veramente scrivere di tutto sono pochi. Logico che chi la critichi in modo pesante o con argomenti provocaori possa essere censurato.

Nel nostro caso abbiamo scelto di non censurare nulla, e infatti fino ad oggi non lo abbiamo mai fatto. Ma ti assicuro che quando leggo minacce, provocazioni, o altro, la tentazione mi viene anche se poi la cosa va contro tutti i miei principi, e ritengo il principio della libertà altrui, e della trasparenza, superiore a qualsiasi altro principio.

Giovanni ha detto...

Ciao Paolo
Su questo argomento penso due cose;
uno: ognuno è libero nel suo blog di fare quello che vuole;
due: ognuno deve essere libero di dire quello che vuole ( ma non minacce, diffamazioni o qualunque cose vada palesemente contro la legge).
Ma detto ciò, nel caso in questione a me non sembra di aver ravvisato nel sito che ho segnalato alcuna minaccia o diffamazione, ma solo la tesi e la testimonianza del “predicare bene e razzolare male” di A. Randazzo, oltre che delle critiche alle sue argomentazioni.
Randazzo, che nella sua nicchia web ha una sua certa visibilità poichè scrive libri criticando la censura, può certamente gestire il suo blog come vuole, anche escludendo le voci che la criticano o che non sono allineate al suo pensiero (voci che in verità nel suo blog sono curiosamente quasi assenti), ma poiché credo che la caratteristica della rete sia la libertà e la pluralità delle voci, credo anche che sia bene si possano esprimere pareri discordi ai suoi, che però nel suo blog sembra non trovino spazio, oltre che far notare queste sue contraddizioni ed il modo di fare di questa scrittrice.
Ciao

Anonimo ha detto...

Ma che cosa mangiate e fumate in questo blog?

gradi esoterici, cospirazioni, una marea di SUPPOSIZIONI prese da libri ROMANZATI, Teorie autovalidate da internet (se scrivo una stronzata ben argomentata di sicuro trovo dei fessi che me la citano e via che la cazzata gira che e' un piacere----

Vi leggo per caso, ma evitero' di tornare a leggere questo accumulo di baggianate scritte da malati di mania di persecuzione e simili.

POVERETTI, SE VIVETE MALE VOI, PERCHE? FARE VIVERE MALE PURE GLI ALTRI FESSI CHE CREDONO A QUELLO CHE DITE?

Anonimo ha detto...

Salve, sono Aldo Acquistapace, noto come il donnaiolo falcone sniffato di Credit Suisse. E' vero, lo ammetto, e me ne strafotto dei giudizi altrui. Mi piace la coca, e anche la f…, e allora? Fatevi i ..z.. vosti, oooooo. Sono anche un massone di altissimo grado ( Gli Illuminati di quell porcone porcun di Giuliano Di Bernardo in Roma), e il furbone Pierluigi Mantini e' pure massone come me, sia della mia stessa Loggia, come anche di altre. Siamo poi entrambi sia del Rotary, come pure dei Lions clubs. Pe finire sono chief dello storico “Cesare Previti e Valerio Bitetto fans club” presso il Circolo Mozart, in via Mozart a Milano, massonissima zona di Palestro. Io e il massone furbacchione Perluigi Mantini, siamo coppia affiatitissima. Siamo ovviamente in ben piu’ di due, quindi siamo un gruppo affiatatissimo, insieme all’altro massone super cuccadores maninpastone Carlo Alberto Vanzini e ai due pupilli di Michele Sindona ( come cosi' anche di tanti mafiosi italo americani attuali), Giorgio Magnoni della Mafia Usa Camorra e di Sopaf e Ruggero "Ruggiero" Magnoni della Mafia Usa, Ndrangheta e Nomura Londra. Lo ammetto in pieno: non ci facciamo mai scappare easy girls, champagne, polverina giusta, soldi facili....ci siam capiti, no? Insomma amiamo la "Milano da bere e da fot.ere" ci siam capiti di nuovo, no? Ho trovato questo commento sulla rete che parla del mio fratello massone furbastro furbacchione Pierluigi Mantini, per l’ appunto, e lo volevo qui, ora, proporre, aggiungendo di mio: corrotto satanista Piero Fassino steccatissimo pappone fascista ( di fatto), super prezzolato da Giovanni Consorte e dal porco ladrun massonissimo del Goi Vittorio Casale di Operae, ma vaf.........va', giu le mani dal massone mio fratello intimo Pierluigi Mantini. Never forget. Aaaa, in questo commento, tra l'altro, si cita anche del satanistone king of pizzini parimenti massone incappucciatone scaltro ciupaciupa Nicola La Torre, come anche dei due altri massoni neonazifascistissimi Ignazio La Russa e Gianfranco Fini. Il primo enorme mega riciclatore di danaro mafioso, da decenni ( attivita’ eredita’ dallo sciacquone di soldi di Cosa Nostra, Antonino La Russa; e i Ligresti, tantissimo vicini ai La Russa, sanno di che sto scrivendo; vero? Imprenditore preferito di Matteo Messina Denaro, mafiosissimo chiclefreak Paolo Ligresti?) . Il secondo ex enorme cocainomane, satanistissimo, pagliaccietto in mano alle Loggie che contano in tutto il mondo.
Ecco comunquq qua, il commento di cui scrivevo, per feed backs contattatemi pure presso Il Credit Suisse di Zurigo o di “Melano aaaaaa”, ossia Milano alla Corleonese.Ultimamente sono molto preso anche nel seguira le aperture del Credit Suisse a Palermo, Corleone, Trapani, Locri, Gioia Tauro, Napoli zona Scampia, Caserta, Bari vecchia, Bogota’, Medellin, Cali’, Citta’ del Messico, Bangkok vecchia, Ankara, Isatnbul, si ciam capiti, via, I soldi facili son da quelle parti no? Ciao dal vostro fratello massone super donnaiolo sniff sniff Aldo Acquistapace di Credit Suiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiisse
///
Italia, da sempre paese del contrario assoluto, specie in questioni di etica, correttezza, democrazia, concorrenza leale, trasparenza, onesta’ e buongoverno. Specie se cio’ connesso a massoni prepotenti luridi di tipo nazifascista, di tipo neold piduista: per intenderci. Infatti: critichi un porco, un Al Pappone, un Al Scrofone, un mafioso, un camorrista, un sacra corona unentone, un maf....ascista, un nazindranghetaro, un modernazista, un assassin mandante ( Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Virgilio De Giovanni, Corso Bovio, Adamo Bove e tantissimi meno noti altri) come Silvio Berlusconi, anzi, come Silvio Berlusxuxluxkloni, e ti son tutti addosso: moscisti, ronfisti, perdentisti, sbadiglisti Veltruscones in primis, tipo, il per me, massone, king of pizzini, super prezzolato Nicola La Torre, o l’altro maninpastone incappucciato bipartisan astutissimo Pierluigi Mantini o addirittura tipo lo schifosissimo verme steccato via Giuliano Giulianzi Ferra, il massone vicinissimo a tanti mafiosi, il lurido corrottissimo topo di fogna Francesco Costa di www.francescocosta.net. Fai incvece da sua " oratrice non parlante", tipo Mara Carfagna, the pomping queen, ooops, the dancing queen of mignottocrazia, o, come prima ancora fatto di certo dalla cosciona, anzi, dalla cosciona..zi Michela Brambilla e divieni "a'mmmministra" o la "sotto il tavolo sottoministraaaaa" della putocracia dei Berluscones. Esempio piu' pratico: un altro massone, il filo nazistissimo Claudio Giovanardi un po’ di tempo fa’ critico’ pesantemente i politici che sniffano. Come ad esempio, i due che ho appena sopracitato. Il massonissimo pieno di conti in Liechtenstein, Pierluigi Mantini tira di coca, l’altro incappucciato satanista corrotto come se in un porcile, il piu’ mafioso dei pddini, Nicola La Torre, tira di coca. Il “Mario Chiesa” del Pd, lo schifoso massone e affiliato mafioso Francesco Costa di www.francescocosta.net, spaccia la coca. Andiamo ora a destra, anzi ad estrema destra ( come se prima eravamo a centrosinistra: ma dove?): il masso..n..azista verme coi forti e Pinochettianissimo coi deboli, il lecchino del puerco di Arcorleone, Gianfranco Fini, tira di coca, Il mafioso schizzato Gianfranco Micciche’ tira di coca, tutti I fasci e Berlusxuxluxklones, da sempre, tirano di coca. Ad esempio quell’altro massone mega riciclatore di danaro criminale, Romano La Russa, o l’altro massone porcone traviato sessuale parimenti mega sciacqua danaro assassino Ignazio La Russa ( che ha ereditato questo “guddo jobbo” dal padre, il malavitosissimo nazimafioso Antonino La Russa, delinquente nazista e maximo sciacquone di danaro mafioso nei 50s 60s e 70s con Salvatore Ligresti, Michele Sindona, e, guarda caso, Luigi Berlusconi e tutta la sua fogna puzzona di Banca Rasini, chiusa infatti, a inizio anni 80, per mega riciclaggio di danaro di Cosa Nostra), super stra pippa da sempre montagne di coca oltre ad essere da decenni un assoluto alcolista. Torniamo comunque all’Hitlerianissimo Claudio Giovanardi che sarebbe contro tutte le droghe. Bravo, massone fascistissimo Claudio Giovanardi, anzi Giovanazi, bravo, de stra verdad. Sapete pero’ chi e' il suo principale portaborse? Un criminalissimo dell'Emilia Romagna: il Luiferiaco cesso massonicchio delinquentissimo drogatissimo Pier Paolo Pedriali di Rimini, codardissimo satanista super cocainomane affiliato, infatti, ai Casalesi. Un mega cocainomane,ok, c.z.i suoi, ma specialmente uno tra i massimi spacciatori di cocaina tra Pavia e Riccione.......ovviamente, tra una borsa e l'altra da portare al Pinochettianone Claudio Giovanardi, anzi, Claudio Giovanazi stesso. Il porco diabolico e demoniaco sniffone nonche’ pusher emiliano Pier Paolo Pedriali residente a Rimini ( figlio di altrettanto porco Luciferiaco Dino Pedriali), si spaccia per reporter, ma spaccia in realta’, solo quintali di cocaina. Ecco l'Italia attuale: dai tempi dei migliori film di Alberto Sordi, nada e' cambiato, anzi, col suin.....azista assassino Silvio Berlusconi, meglio dire, Silvio Berlusxuxluxkloni, "in goppa" e' cambiata la stessa, ma in super peggio, de stra verdad.
Ancora un paio di storie emblematiche, direi: sapete chi e’ in consiglio Mafiaset Nazistset Assassiniset Mediaset da un paio di anni in qua? Un altro massone, il pedofilo omosessuale satanistissimo pazzo Attilio Ventura, ex agente di cambio riciclante vagoni di danaro mafioso per tutti gli anni 70,80, 90. Qs pedofilo vicino alla Ndrangheta, Attilio Ventura, fu beccato in Cambogia, Laos, Singapore e Vietnam ad abusare di ragazzini, e ora e’ in consiglio NaziGelliset CamorraFascistset Mediaset. In Irlanda vi e’ un famoso proverbio " alla fine tutti i porci si ritrovano sempre nei porcili". Parlando del nazifascio massone pedofilo Attilio Ventura, e Camorraset Ndrangaset Mediaset, direi che ci siamo. Altra piccola cosa che trovo strabilitante. Vi e’ un sito di una mandante di assassini assoluta, la camorrista, sanguinaria, stra abusante di sex machines, la massona deviata sessuale morosita di www.morosita.it, che pe campa’…..che pe’ campa’, che pe' kampa’, che fa’? Cerca di sedurre via web i migliori antiBerlusconiani della rete, facendo finta di essere innamorata di loro, chiedendo loro indirizzo e numero di telefono, come cosi’ pure numero di targa e tipo di automobile in possesso, per poi mandare propri guappi della Camorra, ad ammazzare qs fieri antiBerlusconiani stessi, o a incendiarli l’auto in questione, o a fargli sparare alle gambe ( come successe con un ragazzo napoletano nel 2003, abbindolato da sta carogna bastarda assassina lurida morosita di www.morosita.it e ora ucciso, o reso disabile). E incredibilmente, il tutto continua ad avvenire, senza che nessuno le dica nulla. La porca massona satanistissima, usante mattarelli a fini autoerogenei la zozza fallita morosita di www.morosita.it, abusante di sex machines che ha centinaia, per sua stessa ammissione, continua a delinquere, a far ammazzare, ma tutti se ne fregano. Ma che paese e’ diventato quello dei miei avi, Tino Pignatracozza, Gino Pignatracozza, Lino Pignatracozza e Rino Pignatracozza ( in famiglia, da noi, in Argentina, sempre si diceva: nomi simili, famiglia piu’ unita: l’unico ribelle sono io, infatti, Carmelo Pignatracozza, contro le ingiustizie e I soprusi dei potenti quando di tipo assassino e nazimafioso, da siempre y de stra verdad)? Volete sapere chi trama dietro le schifezze di quella latrina mafiosa di morosita, www.morosita.it? Quel porco schifoso fascista bastardissimo dentro schifoso naziciarolo killer di Giuliano Giulianazi Ferrara, ossia uno che paga tre volte alla settimana, gigolo’ albanesi, turchi o balcanici in genere, per vedere gli stessi penetrare sessualmente la propria specie dii, ormai, supermignottona mugghiera, Anselma Dell’Olio. Perche’ qs? Perche’ il puzzone rattone di fogna complottardissimo assassin mandante corrotto merd.ne puzzone Giuliano Giulianazi Ferrara, gia’ nudista omosessuale ( ggogle Giuliano Ferrara nudo, se hai voglia di farti una enorme vomitata), poi maniaco pedopornografico, quindi masturbatore compulsivo, e’ ora impotente da decine di anni, spera che vedere quella strega cessa di sua moglie cesso, nuda, Anselma Dell’Olio penetrata sessualmente da tre o quattro giglo’ turchi, possa sistemare detti suoi propri problemi di impotenza, come ovviamente, mai avviene. Per finire: sapete chi e’ l’amante gay di Giulio Tremonti? Il marchettaro fascistissimo ex eterosessuale ora solo omosessualissimo Marco Brotto di Centrosim, sposato con una ex attice porno e prostituta veneta di night clubs ( fatta passare ovviamente per "solita ballerina"), e che lavora ora in una sim ( societa’ di internediazione mobiliare), la fascistissima Centrosim, nota, non per niente, a tutto il mondo, come Centronazistsim ( guidata da un porco ciapastecche a valanga, un vero e proprio pappone prezzolatissimo; manco egli fosse il nuovo pappone "Valerio Bitetto" della Borsa di Milano, l’acchiappatangenti, el puerco super corrotto Michele Calzolari di Centrosim/Centrofascistsim stessa), e posto in detto covo di padanazisti dal suo protettore omosessuale citato in questione: Giulio Tremonti. Marco Brotto di Centrosim e’ un praticamentre un prostituto omosessuale, un viscido calcolatore, gay alla bisogna ( un po’ come quello che andava con Jorg Haider), ex naziskin ( che ha pure assassinato un senza tetto in un occasione, per sua stessa ammissione e, incredibimente, anzi, direi, mostruosamente, vanto ) e che da’ il suo sfondato di dietro a Giulio Tremonti, che si fa’ fottere da Giulio Tremonti, per poter fottere a scrocco uno stipendio e bonus. Tutti sanno di cio’, in Borsa, a Milano, ma tutti se ne stra fregano, per non rischiare di cadere nelle assassine, distruggi vita, distruggi tutto, nazistissime liste di proscrizione Berlusxuxluxkloniane. Storie obriobriose di qs Italiicchia mafiosa e nazifascista Berlusconazi attuale, che vede infatti il btp crollare sempre piu’ di fronte al bund tedesco ( a parte qualche reazione teleguidata da banche fascistissime internazionali tipo Morgan Stanley o Hsbc, su richiesta di Banca Nadrangolanum Camorranum Riciclanum Sciacquolanum Sindonanum MafiaColombianum Mediolanum dei corruttori porci mega riciclatori di danaro assassino, Paolo Sciume’, Massimo Doris, Edoardo Lombardi, Giorgio Pirovano y Ennio Doris), e che fa’ quindi schifo a investitori istituzionali finanziari in maniera sempre crescente, e che sembra essere destinata a divenire, quindi, sempre piu', una palude neo Pinochettiana piduistica, vomitevole. Obama Barack, pls save this world, and especially, the nation of my skin, bones and blood: Italy. Let’s do it, pls, even though Silvio Berlusxuxluxkloni called you "suntanned", meaning, but not ( cowardly) really saying it: " dir.y bas.ard negro". Obama Barack, I supported you all the way, since your name and photos, first, appeared, two years ago. All the way on internet, in Argentina, Italy and Us, till your fights with Hillary Clinton ( and the bast.rd mafascist Berluscones wanted her to win and not you, since you were too brown for their bastard Berlusxuxluxklones tastes). Obama Barack, I really feel you’re making a great job at the moment ( not more russian missiles close to Poland, for example; more dialogue with the Muslim another example; not more secrets covered by the Cia neo nazist like Bob Seldon Lady or Jeff Casteli, actually Jeffascist Castelli: third example ) to not talk to the heavily corrupted nazifascio stinky rat Gianni Castellaneta, but let’s do much more now, pls. Let’s destroy completely, Silvio Berlusxuxluxkloni, poltically and on the business side, or Italy will die, and Italy is the nation where my roots come from: Carmelo Pignatracozza from Rosario Argentina, but my relatives Tino, Gino, Lino, Rino Pignatracozza came from Pozzuoli, Naples area, I hope you wd understand. Pls, Obama, I believe a lot in you, a lot, since first I saw you, I cried with all thoose fantastic people of Chicago the night you got elect to save this world by the idiot nazifascismodern disasters of Bush junior: junior really in everything. And pls, take care as well of this bastard killng fascist mason too: the super Xuxluxklanist, extremely corrupted, the big abuser of financial markets, the trader ahead, the mafioso stinky half pig half rat Daniel Hegglin of Morgan Stanley Hong Kong. This is a dirtily nazifascist guy, a bast.rd super racist that is heavily conspiring you ( he’s part of a Xuxluxklanist Lodge in Georgia, in Atlanta and when you won, he said, "we must get Obama Barack ki..ed"), pls, be careful to this ditry stinky name: nazist pig, the extreme abuser of financial markets, the superextreme trader ahead via his personal swiss ( he is a fascist swiss too) accounts, the megacorrupted pig Daniel Hegglin of Morgan Stanley Hong Kong, even called as if the new dirty Augusto Pinochet of the international finance. Give me a feed back, if you like, too.
Carmelo Pignatracozza de Rosario Argentina
Gruppo di emigranti italiani
"Italia iamm bell" Democrats si, ma de verdad!