domenica 13 aprile 2008

CARTELLE ESATTORIALI PAZZE: UNA ESTORSIONE SISTEMATICA DELLO STATO IN DANNO DEI CITTADINI?



Di Solange Manfredi

Spesso in questo blog abbiamo scritto di vicende gravi (c.d. misteri) che hanno coinvolto direttamente una parte della popolazione in maniera durissima.

Purtroppo altrettanto spesso abbiamo visto come il comportamento tenuto dalle istituzioni sia stato, nel migliore dei casi e per usare un eufemismo, imbarazzante.

Il lettore avrà ricordato, o sarà venuto a conoscenza di fatti che, seppur gravissimi, coinvolgevano altri e avrà fatto i debiti scongiuri sperando di non trovarsi mai in situazioni analoghe.

Il problema che però sfugge al lettore è che, se “nel grande” queste vergogne sono maggiormente visibili, nel piccolo sono quotidiane e lo colpiscono direttamente senza che neanche se ne renda conto derubandolo e lasciandolo praticamente senza difesa.

Abusi a cui siamo così abituati che, in molti casi, non ce ne rendiamo neanche conto.

La situazione, comunque, cambia di poco quando ce ne rendiamo conto perché siamo, nei fatti, privati di adeguato strumento di difesa.

Per chiarire quanto appena affermato si possono esaminare tante, troppe, situazioni.

Esaminiamone una per tutte: lo scandalo delle cartelle esattoriali pazze, e vediamo come la vessazione si è evoluta e perfezionata in questi anni divenendo un meccanismo diabolico.

CARTELLE PAZZE

Innanzitutto chiariamo cosa sia una cartella pazza. E’ una cartella esattoriale che, notificata da una società di riscossioni tributi, vi comunica che siete debitori dello Stato per un determinato importo.

Poiché risulta che siete debitori di tale importo da lungo tempo, alla somma vengono imputati interessi e sanzioni.

Dal giorno della notifica avete 60 giorni per pagare (termine brevissimo) altrimenti vi verranno ipotecati e/o pignorati i beni.

Il problema è che le cartelle pazze sono sbagliate. Voi non dovete quell’importo.

Ma se un computer ha impiegato pochi secondi per rendervi debitori di importi non dovuti l’iter per farsi annullare tali cartelle non solo è laborioso ma anche molto caro.

Inoltre molti non si accorgono neanche che tale importo non è dovuto. Si fidano dell’amministrazione.

Per chi si accorge che qualcosa non va inizia il calvario. Si reca dalla società di riscossioni per ottenere chiarimenti (spesso con scarso successo) con attese eterne e giorni di lavoro persi.

Per farsi annullare la cartella esattoriale sbagliata si deve rivolgere, pagando, ad un professionista per redigere il ricorso da presentare alla commissione tributaria.

Per depositare il ricorso deve pagare bolli (altri soldi allo Stato), ecc..

Ma si possono creare situazioni ancora più gravi.

PERDERE LA CASA.

In una trasmissione televisiva, qualche settimana fa, si è saputo che molte famiglie in Italia, di cui i casi più eclatanti in Campania, hanno saputo che la loro casa era stata venduta all’asta solo quando si sono viste recapitare un avviso di sfratto dal nuovo proprietario.

Il loro immobile era stato venduto all’asta, per un presunto credito di poche centinaia o migliaia di euro vantato da una società di riscossioni, senza che a loro fosse mai stata notificata alcuna richiesta di pagamento.

Tale abuso ha colpito così tante famiglie che si sono costituiti addirittura dei comitati vittime.

Questo probabilmente non è che l’evoluzione del meccanismo. Mi spiego.

Vi sono persone che, se si accorgono che rubare od estorcere denaro non comporta conseguenze, o se le comporta sono minime e trascurabili, mentre il guadagno è enorme, probabilmente non solo continueranno a delinquere, ma escogiterranno un modo per evitare anche quelle minime conseguenze sino ad allora patite.

Negli ultimi 10 anni si calcola che le cartelle pazze notificate ai contribuenti siano state circa 37, 7 milioni. Un numero enorme.

A fronte di questa vergogna non è successo nulla, assolutamente nulla. Alcuni contribuenti hanno accettato di anticipare spese superiori all’importo dovuto per tutelare i propri diritti, i più hanno preferito pagare somme che non dovevano.

Il guadagno, per contro, dello Stato è stato impressionante.

Facciamo due conti. Poniamo che, mediamente, l’importo non dovuto richiesto per ogni cartella sia di 500 euro. Quanto fa 500 euro per 37,7 milioni di cartelle? 18.850.000.000 euro

Tanto ha incassato lo Stato in questi 10 anni per cifre non dovute estorte ai cittadini.

Ora visto l’enorme quantità di cartelle esattoriali sbagliate emesse c’è da chiedersi se tali errori siano casuali o voluti.

Il DUBBIO: ASSOCIAZIONE A DELINQUERE?

Qualche mese fa una società per la riscossione mi notificava due cartelle di riscossione tributi per un totale di più di 3.000 euro.

Ritenendo la richiesta illegittima proponevo ricorso alla commissione tributaria.

Fortunatamente, trattandosi del mio lavoro, non ho dovuto pagare un legale per redigere il ricorso, ma ho dovuto sostenere le spese per le marche da bollo e il domiciliatario. Inoltre il tempo per redigere il ricorso avrei potuto impiegarlo per svolgere altri lavori retribuiti e quindi ho, comunque, subito una perdita.

La società costituendosi correggeva immediatamente gli errori (od orrori) e la richiesta scendeva a circa 1.000 euro (neanche quelli secondo me dovuti).

Comunque ciò che è certo è che la società di riscossioni aveva commesso un errore che aveva portato a chiedermi tre volte tanto, errore ammesso dalla stessa in giudizio.

Passano pochi mesi e mi vedo notificare altra cartella, sempre dalla stessa società di riscossioni, sempre con gli stessi errori (od orrori).

Strano, eppure la società di riscossioni sa perfettamente che tali richieste sono illegittime, lo ha confermato anche davanti alla commissione tributaria. Se è così allora perché continua a chiederle?

Mi assale, dunque, un dubbio. E se la società di riscossione sapesse perfettamente ciò che chiede è illegittimo ma continuasse a farlo forte della sua posizione (se non paghi entro 60 giorni ti posso vendere la casa all’asta, fermare l’auto, ecc..) e delle enormi spese che il cittadino dovrebbe affrontare per far valere i suoi diritti?

Certo che se la società di riscossione sapesse che tali cifre non sono dovute e dolosamente continuasse a chiederle commetterebbe un reato.

Probabilmente sarebbe corretto qualificarlo come estorsione.

L’EVOLUZIONE DEL MECCANISMO: S.R.L.

Da giurista mi sono chiesta quale tutela abbia il cittadino contro questi abusi e che rischio corra chi li commette…. qui arriva la sorpresa: negli ultimi anni la riscossione di questi tributi viene data a società esterne all’amministrazione. Perché? Proviamo a fare una ipotesi.

Poniamo che la società di riscossione abbia sbagliato, volutamente o no, milioni di cartelle.

Poniamo che la società di riscossione, e quindi lo Stato, grazie a questi errori abbia intascato illegittimamente miliardi di euro.

Una volta accertato l’inganno, o l’errore, il cittadino ha diritto al risarcimento del danno.

Ed ecco la sorpresa.

E’ la società di riscossioni, ovvero la società che ha emesso la cartella illegittima e quindi cagionato il danno al contribuente con conseguente obbligo di risarcirlo è in molti casi, è una splendida s.r.l., ovvero società a responsabilità limitata. Ciò significa che risponderà limitatamente al capitale versato ed il capitale versato, probabilmente, sarà di 10.000 euro. Il gioco è fatto. Nessun risarcimento del danno (e in alcuni casi i danni possono essere ingentissimi, si pensi solo ai casi citati in apertura articolo dove persone hanno perso la casa, l’azienda, ecc...).

Ora c’è da domandarsi se queste società a responsabilità limitata (costituite normalmente con delibere comunali e che spesso hanno come socio unico proprio il Comune) alle quali viene conferito il servizio di accertamento e riscossione delle entrate, siano necessarie, o siano solo un escamotage adottato per ottenere illecitamente più soldi senza correre il rischio, una volta scoperti, di dover pagare i danni degli illeciti commessi.

L’IMPROPONIBILE DIFESA

Al di là del dubbio resta comunque un dato certo: il contribuente è lasciato senza una accettabile difesa. Infatti il cittadino che, a fronte di una cartella esattoriale sbagliata, volesse far valere i suoi diritti e pagare il giusto dovrebbe fare:

1. esposto alla Procura della Repubblica (nel caso in cui sospetti il dolo)

2. ricorso alla Commissione tributaria (Una volta stabilito che la richiesta della cartella esattoriale è illegittima il contribuente ha diritto anche al risarcimento del danno. In un paese normale la commissione tributaria che dovesse rendersi conto dell’errore dovrebbe anche stabilire il quantum di risarcimento. In Italia no. Il contribuente deve rivolgersi ad altro giudice e iniziare nuova causa davanti al tribunale civile. Altre spese);

3. azione di risarcimento danni davanti al Tribunale civile contro la società di riscossione ottenere il risarcimento del danno (che difficilmente otterrà essendo la società una s.r.l.)

Nella sostanza dovrebbe azionare almeno 3 procedimenti diversi che, con i diversi gradi, possono arrivare a 9. Il tutto per tutelare i propri diritti violati dall’emissione di una cartella esattoriale illegittima, senza speranza di poter ottenere alcun risarcimento del danno, seppur dovuto, perchè la società di riscossioni è una s.rl..

Tale difesa, sia per tempi che per costi e risultato, equivale a non dare effettiva tutela al contribuente.

DIRITTI COSTITUZIONALI ADDIO

Certo restano ancora dei dubbi sul fatto che questo meccanismo sia voluto.
Non è detto che l’emissione sistematica di cartelle esattoriali pazze sia voluta.
Non è detto che la tutela data al cittadino sia volutamente così complicata.
Non è detto che la riscossione dei tributi venga data a società a responsabilità limitata per non dover risarcire ai contribuenti i danni cagionati dalle cartelle pazze.

Tutto ciò non è detto che sia studiato e voluto. Però una cosa lascia perplessi (ed in diritto penale indizi gravi, precisi e concordanti costituiscono una prova)

Pochi mesi fa una sentenza della Corte Costituzionale ha stabilito che le cartelle esattoriali che arrivano al contribuente prive dell’indicazione del funzionario responsabile sono nulle.

La cosa è stata salutata con favore. Finalmente, il contribuente poteva almeno sapere chi era responsabile di quella cartella pazza. Evviva.

La gioia è durata poco, come la tutela del contribuente.

Immediatamente i nostri politici si sono attivati per privare il contribuente di un suo diritto costituzionale. Infatti con il comma 4 ter dell’articolo 36 delle legge di conversione del Decreto Milleproroghe viene stabilito che: La causa di nullità di una Cartella di pagamento priva dell’indicazione del responsabile del procedimento viene riconosciuta solo dal 1 giugno 2008”.
Come a dire. Questo è un tuo diritto costituzionale, ribadito (visto che l’abbiamo violato) da una sentenza ma, per ora, non se ne fa nulla. Per ora, anche se la cartella è nulla, non puoi impugnarla, devi pagare.

Non voglio scendere nel dettaglio giuridico di questa ennesima vergogna. Di questa ennesima violazione dei diritti costituzionali dei cittadini. E’ solo una delle tante.

Ma la domanda è: perché?

Come abbiamo detto, probabilmente, si tratta di una estorsione sistematica ai danni dei cittadini, organizzata dallo Stato, con i politici che non solo avallano questa situazione, ma addirittura si attivano per perpetrarla in aperta violazione dei diritti costituzionali. Una estorsione che, probabilmente, permette allo Stato di incassare miliardi di euro illecitamente senza dover correre il rischio di pagare neanche i danni delle sue estorsioni. Geniale no?

Questo è solo un esempio degli abusi cui tutti i cittadini sono vittime da parte delle Istituzioni.

Certo i cittadini che si sono imbattuti, spesso a causa del loro lavoro (giornalisti, magistrati, poliziotti, addetti radar, ecc…), in traffici di armi, battaglie aeree, collisioni navali, ecc.. hanno pagato con la vita l’esser stati testimoni.

Certo ci sono cittadini che hanno pagato, e stanno pagando, con la vita il fatto di aver vestito una divisa ed essere andati a combattere senza le protezioni che lo Stato sapeva di dover dar loro perché esposti all’uranio impoverito.

Ma pensare che tutte queste cose siano fenomeni isolati, pensare che basti farsi i fatti propri per non avere problemi (“chi si fa i fatti propri campa cento anni”) ritengo sia un errore.

Pensare che questi potenti si accontentino di guadagnare con grandi reati che toccano solo parte della popolazione, è un errore. Questi potenti, una volta capito che si può fare qualsiasi cosa, capito che il cittadino si può massacrare quotidianamente tanto non succede nulla, continuano a farlo. Ed a farlo sempre più pesantemente e vergognosamente.


83 commenti:

Anonimo ha detto...

agghiacciante...
spero tanto che si sbagli dott. Franceschetti...

triste per gli italiani in Italia, io è gia da un po che sentivo puzza di bruciato...ed ho tagliato la corda.

buon voto allora

(sarei dovuto tornare in Italia per votare...ma c'è Daevid allen a Parigi... in effetti suona anche a pescara..a 5 minuti da casa mia..ma come dire...i miei soldi, è da tanto ormai, non li spendo più in Italia..e voi ?)

Anonimo ha detto...

qui sono le sette del mattino
mi sono alzato da un'ora perche'non riuscivo piu' a dormire per un problema di allergia, mi siedo al computer e leggo prima un articolo su comedonchisciotte e poi questo di Solange...


e adesso??? non so neanche come continuare questo commento..

a far finta di niente non ce la faccio, non ce la faccio..

Advocate ha detto...

Cara Solange,

Avevo visto anche io la notizia su quella famiglia in Campania che si è ritrovata senza casa. Non ci potevo credere.
E' una cosa aberrante!!!

Advocate ha detto...

Se i nostri giudici alzasserro la cresta, potrebbero fare qualcosa loro per promuovere "fairness and justice".
Ma ho sempre visto che i nostri esponenti del potere giudiziario sono troppo timidi...

Solange Manfredi ha detto...

Per Avocate.

Gli esponenti del potere giudiziario che non si allineano se non vengono uccisi, vengono massacrati, accusati, trasferiti, condannati, ecc... E' una realtà di cui si deve prendere atto.

I poteri forti possono fare ciò che vogliono solo se il potere giudiziario e l'informazione sono messi nell'impossibilità di operare.

Un saluto

Anonimo ha detto...

ottimo articolo, concordo pienamente. speriamo che la gente abbia capito che siamo in uno stato veramente marcio e mandi a casa questa casta politica infame. se invece la casta vince ancora, credo che la cosa migliore sia andare via da questa immensa fogna chiamata italia.

Advocate ha detto...

Solange,
Si. E' terribile.

Però questo dato di fatto mi fa sorgere due riflessioni:

1) In Magistratura si entra per pubblico concorso. Bisogna quindi assumere che (I) la stragrande maggioranza di quelli che diventano Giudici, non sono fin dall'inizio corrotti o sottomessi. A meno che (II) il concorso sia truccato.

2) Se (II) è falso, e quindi (I) è vero, direi che non sarebbe così difficile ristabilire l'indipendenza dei Giudici se un GRAN NUMERO di essi si mobilitasse.

Non credi?

Alla fine aveva ragione l'Avvocato Ambrosoli quando diceva che il paese ce lo costruiamo noi.

E' dal nostro privato, dal nostro quotidiano che possiamo ripristinare il Principio di Legalità tra le istituzione e tra le persone.
Non è andando in esisilio che si risolvono i problemi...

p.s. quando ho scritto "ce ne fossero", intendevo "ce ne fossero di partiti che propongono la riforma dei servizi"... scusa lol

Anonimo ha detto...

quando uno vede che il paese è marcio e non cambia fa decisamente bene ad andare via. molti lo hanno già fatto e non hanno alcuna voglia di tornare in questa fogna, giustamente.

cives ha detto...

ma l'esazione non è affidata a equitalia s.p.a.? cioè ad una s.p.a.? perlomeno, a livello nazionale, dal 2006, se non ricordo male.
non so, mi sembra strano,quanto dite. tra l'altro le commissioni tributarie dovrebbero anche condannare alle spese l'equitalia in caso di errore, o sbaglio?

Solange Manfredi ha detto...

Per Cives
La Equitalia non ha il monopolio delle riscossioni in tutta la penisola, pare operi in otto città.

Sono molte le società di riscossione e molte sono s.r.l.

Per quanto concerne la possibilità delle Commissioni Tributarie queste non possono condannare al risarcimento del danno, la competenza è del giudice del Tribunale civile.

La commissione Tributaria può annullare la cartella.

Il contribuente, in caso di vittoria, avrebbe diritto al risarcimento alle spese del giudizio ma, purtroppo, nella quasi totalità dei casi i giudici compensano le spese (ovvero il contribuente si paga l'avvocato).

Per quanto riguarda Equitalia, ex Gestline, sarebbe interessante sapere chi sono i soci. Della Gestline socio unico era il San Paolo IMI.

Solange Manfredi ha detto...

Per Advocate

Concordo e spero con te

Anonimo ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Equitalia

Solange Manfredi ha detto...

Prima di assumere il nome di Equitalia Polis S.p.A, l'azienda nasce come Gest Line il 1° ottobre 2003 dalla fusione di quattro società che da tempo operavano nel settore: Sanpaolo Riscossioni Genova S.p.A, Sanpaolo Riscossioni Prato S.p.A, Gerico S.p.A e Esaban S.p.A..

La concentrazione ha consentito la nascita di un polo esattoriale che è diventato un punto di riferimento per la fornitura dei servizi di riscossione agli enti locali.

Dal 1° ottobre 2006, in base all’art. 3 comma. 1 del D.L. 203/2005, il sistema di affidamento in concessione della riscossione e le relative funzioni sono state attribuite direttamente all’Agenzia delle Entrate.

Quest’ultima opera tramite un nuovo organismo di diritto privato, Equitalia S.p.A., interamente partecipato dalla stessa Agenzia dell’Entrate e dall’I.N.P.S..

Per effetto di tale riforma, Equitalia Polis S.p.A, il cui capitale e' detenuto al 70% dalla holding Equitalia s.p.a. e al 30% dal gruppo IntesaSanpaolo, è diventata “Agente della Riscossione” per le seguenti province:

Bologna - Caserta - Genova - Gorizia - Napoli – Padova - Prato - Rovigo - Venezia

Solange Manfredi ha detto...

TASSE E AFFARI

http://www.disinformazione.it/gestcrime.htm

Anonimo ha detto...

.....sono di una delle città menzionate, e vi assicuro che chi equitalia colpisce nella stragrande maggioranza dei casi è chi la multa o la tassa non può permettersela di pagare, e così gli levano anche quel poco che ha : c/c pignorati, pensioni di invalidità e non, case ereditate, televisioni, biciclette......è una cosa degna del medioevo, da nonarchia assoulta........e notare bene : chi si è già premonito con i suoi belli e consistenti capitali è inattaccabile e non paga neanche mezza lira. Equitalia = Superciuk .....ve lo ricordate su Alan Ford ?

Anonimo ha detto...

ho trovato pure questo:
http://www.disinformazione.it/gestline.htm

Anonimo ha detto...

Proporrei una campagna di sensibilizzazione intitolata " FERMATE SUPERCIUK "

Anonimo ha detto...

...Naturalmente chiedendo l'autorizzazione all'autor del famoso fumetto :-)

cives ha detto...

scusami solange, ma equitalia s.p.a. non si limita a quella che opera in quelle città.quella è equitaliapolis ma ve ne sono altre. credo che non sia presente nella sola sicilia. e poi equitalia è partecipata da agenzia entrate ed inps. discende da riscossione s.p.a. e succede a molte agenzie particolari. e, ripeto, è spa. e per le spese legali, beh però da buona giurista avresti dovuto precisarlo prima, per correttezza e precisione. anche perchè se fossi una tributarista forse sapresti che non si compensa sempre

Anonimo ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Equitalia
avresti semplicemente dovuto se non informarti meglio prima perlomeno, una volta avvertita, clikkare sul sito che anonimo ha postato e che io riposto. scusami ma non hai le idee chiare. perlomeno sul punto

Sandokan ha detto...

......che paese particolare l'Italia........ci scandaliziamo di cosa succede in Tibet, e poi non ci accorgiamo che in casa nostra stanno introducendo la divisione in caste..........PARIA compresi, i nostri figli....che non possono permettersi nè casa nè lavoro (decente), ....e se faranno qualche errore (MULTE NON PAGATE, TENTATIVI DI DIVENTARE IMPRENDITORI E/O AZIONI "SCONSIDERATE" similari) si trovano pure già in debito a vitae con Superciuk pronto ed attento a portargli via tutto.
Namastè

Anonimo ha detto...

mi scusi Dott.ssa Manfredi le vorrei esporre un problema:
un mio parente ha cartelle a suo carico presso l'agenzia delle entrate; deve delle tasse alcune dal '93...insomma ci sono 20000 euro di roba da dare al fisco...
la Ritrimat (è una S.p.A)gli pignora ogni mese parte della pensione da luglio dello scorso anno...non nego ci possa essere stata un'insolvenza da parte sua(errori del commercialista e sue vere inadempienze)...ma nelle cartelle c'è una bolletta che ricordiamo tutti e due di aver pagato(canone rai del 2006,andai io alle poste)...io gli ho consigliato di vedersi tutti i versamenti fatti, i bollettini e così via...finora non l'ha fatto, da perfetto incosciente...mettiamo il caso che scopriamo che diversi di quei versamenti, presuntamente non effettuati, sono stati in realtà pagati regolarmente, cosa si deve fare?e cosa rischierebbe il mio parente? c'è da dire tra l'altro che di questo pignoramento sulla pensione lui non era stato preavvisato...c'è stato bisogno di una telefonata all'inps per scoprirlo...Claude

Solange Manfredi ha detto...

Per cives

se fai una ricerca in internet troverai molte società di riscossione che sono s.r.l., mi sono capitati decine di ricorsi ove la società di riscossione era una s.r.l. con socio unico il Comune.

Ma, comunque, l'ipotesi di reato per l'emissione con dolo di cartelle pazze non cambia anche con la S.p.a. Forse con una s.p.a si potrebbe sperare di poter ottenere, tra 20 anni visti i tempi della giustizia, un risarcimento del danno (sempre che nel frattempo la società esista ancora).

Per quanto concerne la compensazione delle spese ti assicuro che ho incontrato molti tributaristi (dovendo preparare il mio ricorso mi sono rivolta a colleghi del settore per avere qualche dritta) e la risposta è stata unanime: "tanto la commissione compensa sempre le spese".

A conferma di ciò anche nel mio ricorso, dove vi era stato un errorino nella cartella per cui la società mi aveva chiesto tre volte tanto, la Commissione ha compensato le spese.

Ma ho visto decine e decine di ricorsi finiti nello stesso modo.

Con questo non voglio assolutamente convincerti.


Per Anonimo

La situazione della tua città non mi sorprende. Tutto ciò è allarmante ma noi andiamo tranquillamente verso il disastro con il sorriso sulle labbra. Consoliamoci mangiando una bella mozzarella alla diossina con un bel bicchiere di veleno 

sandokan ha detto...

.....dimenticavo....l'archivio vitae (bollette, fogli, foglini, foglietti degli ultimi 10-15 anni).....Paria e pure archivisti, che bel futuro roseo e tranquillizzante.

Giorgio Mattiuzzo ha detto...

Da assiduo lettore ed ammiratore di questo blog, rimango spesso colpito dalle posizione sia del dott. Franceschetti che della dott.ssa Manfredi.

Grazie alla loro opera scopriamo cosa succede nel nostro Paese, sappiamo che di Stato si muore più che di sigarette, voi stessi siete qui a poter scrivere per il rotto della cuffia.

Eppure alla fine, puntualmente, ve ne uscite con frasi come questa:

Di questa ennesima violazione dei diritti costituzionali dei cittadini. E’ solo una delle tante.

Come se la Costituzione ci proteggesse da qualche cosa e come se i nostri diritti fossero tali quando scritti sul pezzo di carta.

La Costituzione è il primo anello delle nostre catene, ed è anche il più subdolo, perché si maschera da protettore e da garante, per avallare la servitù.

So che dire certe cose in casa di due giuristi forse non è molto educato, ma sono fortemente convinto che se non cominciamo dalle basi non ne usciremo mai.

sandokan ha detto...

no....io me ne vado, nel bel paese non ci resto, e manco i miei figli (sto già preparando i bagagli). D'altra parte l'italia è un paese di navigatori :-) .......e il mondo è grande e vario.

Solange Manfredi ha detto...

Per Claude

Dovrei vedere le cartelle per poter dire qualcosa di preciso.
Gli sono state notificate? Ha avuto la possibilità di opporsi? Le cartelle erano chiare? Le motivazioni? Ci sono precisi termini di prescrizione che variano a seconda del tributo e le società di riscossioni, spesso, chiedono anche pagamenti già prescritti caricandoli di interessi e sanzioni non dovuti.
Vi sono poi anche le direttive della comunità europea che si possono far valere. Ma ciò varia da tributo a tributo.
Così è un pò generico. Rischio di dare risposte errate perchè non ho tutti i dati. Il consiglio che posso dare al Suo parente è di andare da una associazione di consumatori con la documentazione da far esaminare.

Paolo Franceschetti ha detto...

Giorgio Mattiuzzo.

Mi spieghi meglio il tuo pensiero? In linea di massima sono d'accordo con te. E il fatto che siamo giuristi non deve sembrarti maleducato se esprimi il tuo pensiero.
A dirtela tutta, io penso che i tribunali e il diritto siano solo delle gran prese per il culo, che non difendono quasi nessuno, e che servono a dare degli stipendi a dei magistrati che imbrattano tonnellate di carta, e a far guadagnare noi avvocati pèer non fare nulla se non imbrattsre a nostra volta tonnellate di carte.

Salvo qualche rara eccezione.

Ed è detto da me, che ho scritto sei libri di diritto, per un totale di circa 4000 pagine. E ti assicuro che quando ho capito come funzionano i tribunali la mia sensazione è stata la stessa che se avessi scritto per 4000 pagine una frase come "33 trentini entrarono in trento tutti e 33 trotterellando...".
Ho compilato 4000 pagine di nulla. E c'ho impiegato dieci anni per compilarle.

Ciò premesso... non vedo altra soluzione però che quella di far rispettare le leggi e la costituzione, in un futuro che non vedo troppo vicino.

Altrimenti mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero.


Ciao

Giorgio Mattiuzzo ha detto...

Mi spieghi meglio il tuo pensiero?

Eh, sarebbe un po' lunga come cosa :-)

Io ci provo, magari quando ho tempo mi dedico con calma ad un post nel mio blog.

Tu, giustamente, parti dalla tua esperienza "sul campo" e di studio, ed infatti mi dici di quanto male funzionano le cose. Provo a partire da un esempio.

Tu mi dici che c'è una macchina che funziona male. Questo di per sé non indica che l'idea di automobile sia errata, che ci siano errori di progettazione eccetera. La mancanza di corretta manutenzione, un incidente, la rottura di un pezzo sottoposto ad usura... ci possono essere mille cause, individuate le quali possiamo riprendere ad usare la nostra macchina.

Quello che invece dico io è che è il progetto della macchina ad essere (non sbagliato!) ma diverso da quello che viene insegnato nelle scuole di ingegneria.

Cioè, la Costituzione, che qualunque persona di per bene, con fervente spirito civico, amante della libertà e della giustizia considera il bene supremo (alcuni direbbero "la bibbia civile" - e non faccio nomi, solo suoni gutturali: gadu) è invece essa stessa la fonte, se non materiale, certamente ideologica e spirituale, della nostra schiavitù.

Per prima cosa, stabilisce che diritto è ciò che stabilito dalla medesima. E già questo non mi piace: un mio diritto non esiste in quanto stabilito dal legislatore, esiste in quanto tale. Quindi, non solo non è mio diritto ciò che la Costituzione (=un pugno di uomini autonominatisi) non stabilisce come tale, ma ciò che oggi è diritto domani potrebbe non esserlo e viceversa. Nulla vi è di più cangiante della legge scritta.

In ogni caso, ponendo per ipotesi che la Costituzione garantisca i miei diritti, essa contemporaneamente me li nega.

Esempio: la proprietà privata. La Costituzione non solo non la garantisce, ma addirittura sancisce e stabilisce la legittimità della sua violazione. Innanzitutto, perché l'articolo che dovrebbe salvaguardarla (o Gadu perdona la mancanza, non mi sovviene il numero, io non sono religioso e non leggo spesso la bibbia civile), esprime l'esatto contrario, e poi perché stabilisce l'obbligo alla tassazione, che è appunto una violazione della proprietà privata.

Più oltre non mi spingo, per lo meno non nello spazio ristretto di un commento, onde evitare a tutti eventuali ritorsioni (in tempi di guerra al terrorismo anarcoinsurezionalislamista meglio andarci coi piedi di piombo).

Paolo Franceschetti ha detto...

Allora Giorgio, siamo d'accordo. La penso anche io come te.

Ciao

Anonimo ha detto...

a mio parere il vero problema fondamentale di questo paese è la casta politica infame e chi la vota. e siccome la casta purtroppo ha vinto ancora, credo che andrò via pure io da questo paese marcio e decisamente ottuso, per non dire altro.

Pierluigi ha detto...

Per anonimo delle 15:58.

Quindi ritieni, ottusamente (uso le tue parole), che la casta sia solo nel PDL?

Non per altro, perche' i possibili vincitori (secondo logica e medie capacita' cognitive) possono essere o il PDL o il PD.

Poiche' quanto esposto sopra non e' un'opinione, ma un assioma (non e' immodestia, e nemmeno mancanza di rispetto, ma quanto detto e' puramente incontrovertibile), ritengo un bene che vadano via dal paese persone che, pur leggendo blog "illuminanti" come questo, continuano a non capire nulla, e nemmeno ad aver un dubbio.

Perche' solamente chi e' marcio e ottuso puo' pensare che dalle elezioni odierne possa cambiare qualcosa.

Colgo l'occasione per rinnovare i miei complimenti e il mio incoraggiamento a Paolo e Solange.

Paolo Franceschetti ha detto...

Pierluigi, direi che sei stato troppo duro.


L'opinione dell'anonimo in fondo non è diversa dalla mia qualche tempo fa.

Ho votato negli anni sia Bertinotti che Pannella.

Poi ho avuto una serie di incidenti, e sono risalito ai mandanti, e ho scoperto che Pannella non ha chiamato "La rosa nel pugno" per caso, ma perchè è uno dei veritici della Rosa Rossa, a quanto mi hanno detto.

E Solange ha portato alla magistratura i nastri in cui diverse persone vengono coinvolte nel rogo di primavalle. Molte di esse sono iscritte e fanno politica attiva nei DS. E Solange rischia la vita ad opera di persone che militano nel partito che ha votato, e si è ritrovata pure D'elia come presidente della camera. Un ex brigatista che ha assassinato un poliziotto a sangue freddo.

Insomma... non è facile giudicare, credimi.

Nathan 2000 ha detto...

Avevo intenzione di rifiutare la scheda.... so che molte persone l'hanno fatto, anche se difficilmente ne sentiremo parlare. Alla fine ho dato un voto, un po' a caso (a gruppi che non sarebbero mai entrati in parlamento).... è come se avessi voluto chiamarmi fuori da responsabilità di qualche tipo! Non volevo figurare tra i mandanti di scellerataggini che, inevitabilmente, si compiranno, dall'uno o dall'altro lato. Eppure mi è mancato il coraggio di rifiutare la scheda! Di rimarcare la mia lontananza da tutti costoro. Vincerà il cavaliere? Beh, chiunque andasse a sedere sullo scranno più alto di Palazzo Chigi, avrà delle brutte gatte da pelare. La situazione è prossima al fallimento (Già me lo vedo il futuro Pres del Cons coi libri sotto il braccio, dirigersi verso il tribunale). Difficilmente il leader del Pd avrebbe potuto fare diversamente. L'Argentina è alle porte.... la casta si è soltanto assicurata un po' più di sopravvivenza! A noi, purtroppo, toccherà rimettere in piedi il tutto.
Ma non mi dispiace, tutto sommato, di rimboccarmi le maniche per risollevare le sorti di questo paese.... da una vita lotto contro tutto e tutti, e, vuol dire che ancora per qualche anno, dovrò farmi il mazzo! E se i c.d. Poteri Forti volessero hanno voluto così, probabilmente, hanno qualche disegno che per ora non ci è chiaro. Ma proveremo a scoprire il tutto.... in fondo, un paio di secoli fa, i massoni erano nelle nostre stesse condizioni: oppressi da altri poteri. Domani, probabilmente, ci riuscirà di sconfiggere tali poteri.

Pierluigi ha detto...

Ciao Paolo,
sicuramente sono stato duro.

Certamente sara' stato difficile giudicare nei casi come Pannella e Bertinotti, ma molto piu' facile e', chiaramente, giudicare nei casi di Berlusconi (Dell'Utri, ecc..) e Veltroni (Fassino, COOP, ecc..).

Insomma, non si puo' dichiarare che la casta sia solo nel PDL.
Tutto qui!

Buon lavoro e buon hobby!

Anonimo ha detto...

pierluigi, quando parlo della casta parlo di tutta la casta politica, da destra a sinistra! lo avevo già detto in un altro post tempo fa, ma tu sei de coccio... :(

Anonimo ha detto...

Non mi risulata che i massoni siano mai stati oppressi da alcunchè se non dalla loro arroganza e superbia...

Hanno sempre fatto parte dell'alta società.

Cercatore vanesio

Pierluigi ha detto...

Per anonimo...
Cito:
"e siccome la casta purtroppo ha vinto ancora"

Ho ritenuto che, secondo te, potesse vincere anche la non-casta..

Ma sono felice di essermi sbagliato..

Anonimo ha detto...

Il problema è ancora più grave perchè non solo applicano delle regole obsolete ridefinite da circolari posteriori anche di 20 anni , ma le commissioni tributarie non entrano neanche nel merito delle documentazioni presentate e rigettano i ricorsi senza motivazioni serie.L'unica via di uscita è resistere sino alle prescrizioni, visto che i tempi sono di solito molto lunghi.

Anonimo ha detto...

la non casta in teoria poteva vincere, c'erano pure altri simboli sulla scheda, ma purtroppo la gente ha votato i soliti noti, e io ne prendo atto molto tristemente.

Pierluigi ha detto...

Scusami, ma in una teoria minimamente razionale, fino a ieri poteva vincere solamente o il PD o il PDL.

Il mio punto di vista risiede solamente qui.

Per quanto riguarda il malcontento verso quei poteri forti di cui discutiamo, ritengo serenamente che non possiamo non essere d'accordo.

Anonimo ha detto...

no, in teoria poteva vincere gente nuova, bastava votare un simbolo nuovo! ma la gente ha preferito i soliti simboli della casta e così non è cambiato praticamente nulla. :(

Anonimo ha detto...

tra le cartelle pazze di equitalia e quelle della Telecom sceglier non saprei. Sono stata anch'io una vittima ma ho scelto comunque di difendermi. Ho la sensazione ormai che stiamo toccando il fondo, ora è bene radunare le forze perchè i poteri "forti" scegliendo mezzi così meschini manifestano anche una loro debolezza che sarà ancora più evidente nella ormai imminente congiuntura economica negativa a liv. mondiale. Chiunque governerà dovrà tenere conto di questo perchè sono note dolenti. Robin

Pierluigi ha detto...

Va bene, anonimo, lasciamo stare..

Anonimo ha detto...

ognuno ha le sue idee... la possibilità di mandare a casa la casta in teoria c'era, ma la gente ha votato ancora la casta e allora se la merita. e io spero di andare via presto da questo paese marcio e senza speranze.

Pierluigi ha detto...

Senti, non e' un problema di idee.
E' un problema di raziocinio.

Come ho gia' scritto, non riesco a capire (ammetto i miei limiti) come una persona mediamente intelligente possa esser rimasta sorpresa se ha vinto la casta.

Ti ho chiesto piu' volte di indicare quale sarebbe stata la non-casta, che non ho visto nelle schede elettorali. Magari c'erano simboli nuovi, ma la gente era sempre la stessa. Senza portare fatti a supporto, non giustifichi nessuna tua affermazione.


E' fin troppo facile criticare e minacciare di andare via.
Deve rimanere in Italia solamente gente che ha voglia di migliorare il paese, proponendo e non solo distruggendo, senza, tra l'altro, giustificare le proprie affermazioni.

Comunque, mi scuso con tutti i lettori del blog per queste divagazioni che esulano dal contesto principale.

Anonimo ha detto...

I partiti politici: uno spettacolo di ombre cinesi atto a distrarre il popolo.

La democrazia: il prodotto scadente e non funzionante vendutoci da un piazzista truffatore.

L'ordinamento giuridico: questo è il vero capolavoro!

Cercatore vanesio

Anonimo ha detto...

Le cosidette cartelle pazze erano e sono quelle cartelle emesse in seguito ad accertamento automatico delle diachiarazioni IVA,UNICO ecc. da parte dell'Agenzia delle Entrate. Sulla base della irregolarità riscontrate, l'Agenzia delle entrate forma un ruolo che poi passa a Equitalia Spa, nuova società unica o quasi in tutt'Italia affinchè riscuota le cartelle emesse in seguito a tale iscrizione a ruolo.
E' quindi errato dire che la società di riscossione sia responsabile delle "cartelle pazze" in quanto non entra nel merito dell'imposta o sanzione da incassare, essa funge da cassa per l'Erario ed ha i mezzi, messi a disposizione dallo stato, per riscuotere le somme indicate nelle cartelle, tra cui il fermo dell'automezzo, oppure l'ipoteca legale sull'immobile di proprietà.
Prima di Equitalia Spa, nata nel 2006, le società di riscossioni, dal 1990 erano comunque delle Spa e non delle Srl.
Sicuramente, gli enti locali(comuni, consorzi, ecc...) affidano il compito di riscuotere le loro quote impagate a Società private o costituiscono società proprie che comunque non entrano, come Equitalia, nel merito della richiesta di pagamento da parte dell'Ente, ma si limitano a cercare di incassare con i mezzi che posseggono le somme che hanno preso in carico.
Tutto questo avviene senza l'iscrizione a ruolo, ma tramite ingiunzione.
Solo nel momento in cui un debito, erroneamente viene iscritto a ruolo, possiamo parlare di cartelle pazze e purtroppo succede spesso.

Anonimo ha detto...

non sono sorpreso sono deluso come tanti altri che odiano la casta. e ho già spiegato che mandarla a casa non era impossibile. chi vuole rimanere rimanga pure. la mia pazienza è finita e la mia speranza è morta, ergo voglio andare via, e non sono certo l'unico.

Anonimo ha detto...

ha detto bene anonimo. e l'autore di quest'ultimo articolo sulle cartelle pazze dovrebbe scusarsi perlomeno per la imprecisione e l'aver mancato di documentarsi a dovere prima di fare certe affermazioni. sopratutto perchè parla da giurista - come non manca mai di precisare - ed allora si evitino le imprecisioni di qualsiasi natura. la credibilità del blog ne viene minata senza interventi esterni e maliziosi. questo penso. un giurista non può esprimersi in questo modo e con simile imprecisione ed approssimazione.

Anonimo ha detto...

Anonimo, e cosa ti fa pensare che un simbolo nuovo sia scevro della casta se poi rientra negli stessi meccanismi del “sistema”. Ricorda, il cambiamento non nasce nella rivoluzione delle “forme” ma dalla vera evoluzione di se stessi. Il problema, probabilmente, non si trova quasi mai all'esterno; fissare i problemi che si trovano all'esterno serve, il più delle volte, a distrarre la nostra attenzione da ciò che noi stessi rappresentiamo. Anzi ti dirò di più, il problema in realtà non esiste si tratta solo di una questione di inganno, il più grande inganno che sia mai stato perpetrato (e non parlo di politica); perchè vedi, se un giorno la gente dovesse svegliarsi si accorgerebbe che non sussisterebbe nessun problema e tutto si dissolverebbe cosi come era venuto. Per questo il vecchio saggio pone un'unica questione: svegliatevi! Certo lo so che questi sono concetti che possono sembrare astratti e inapplicabili alla realtà e drammaticità delle cose, ma se ci pensi anche i concetti di libertà, di diritti e di verità sono astratti e poi se rifletti capirai che tutto nasce dal pensiero ............, che il “male” non lo si combatte con le sue stesse armi anzi non lo si combatte affatto ma tutto ciò che dobbiamo fare è svegliarci ed una volta svegli potremo agire di conseguenza divenendo causa e non effetto.
Comunque sia se avessi un'opportunità migliore per me la coglierei se poi questa si trova all'estero e rientra nelle mie possibilità non vedo perchè la dovrei rifiutare.

P.S.
Per queste ed altre ragioni Franceschetti non concordo quando leggo:

“..............la massoneria era un passaggio necessario per poter transitare dallo stato assoluto ad un'altra forma di stato. Solo una società segreta infatti, come è la massoneria, poteva rovesciare le monarchie. Quindi ciò che siamo oggi, nel bene e nel male, lo dobbiamo alla massoneria.................
................Ma so anche che il "“”dialogo””" è essenziale, perchè penso che la massoneria sia così forte nel mondo che la sola speranza per l'umanità provenga dalla massoneria stessa, in particolare da quelle basi, generalmente pulite, dei gradi più bassi. Quelli interessati al progresso dell'uomo, alla consapevolezza di se stessi, e al miglioramento della civiltà.................
Quindi ciò che penso è che le istanze di rinnovamento della società un giorno dovranno pervenire dalla massoneria stessa, e dal dialogo interno ad essa........
......................forse, uno dei problemi degli stati contemporanei, è che non si dovrebbe "“”dialogare””" con la mafia.............”.

Oramai dovremmo averlo capito tutti che gli “ismi” non cambiano nulla anzi servono ad infervere gli animi e quindi ad accecarli.
Alle volte mi lasci perplesso..........

Anonimo ha detto...

i simboli nuovi si presentavano appunto contro la casta e alcuni secondo me erano fatti da persone serie e oneste. se avessero vinto ora avremmo un parlamento ben diverso! ma purtroppo ha vinto la casta, ergo il cambiamento che speravo non c'è stato e io ne prendo atto e farò ciò che ritengo giusto. tutto qui.

Solange Manfredi ha detto...

Per Anonimo delle ore 14.00
Dovesti essere così cortese da chiarirmi in cosa io sarei stata imprecisa.
Anzitutto mi parli di equitalia, ma io non ho parlato di equitalia nel mio articolo. L’anonimo precedente ha precisato alcune cose che non mi sembra siano state disattese dal mio articolo. Forse mi sarò spiegata male ma nell’articolo parlo delle società di riscossione (costituite normalmente con delibere comunali e che spesso hanno come socio unico proprio il Comune con incarico di riscuotere tributi locali) e che spesso sono s.r.l. Ce ne sono tante, sicuramente più piccole di equitalia e quindi senza sito, sicuramente costituite per riscuotere le imposte locali, ma ci sono …altrimenti si sarebbero costituiti in giudizio dei fantasmi...
Nell’articolo ho affermato che la cartella esattoriale viene notificata da una società di riscossioni. Ho detto anche che molti pagano proprio perché si fidano dell’amministrazione.
Se citi in giudizio la società di riscossioni sopra detta questa si costituisce e, ove vi siano degli errori (come mi è successo in diversi giudizi) li corregge (magari togliendo interessi e le sanzioni). Chi sta in giudizio è la società di riscossioni. Se citi il Comune questo dichiara la sua carenza di legittimazione a stare in giudizio. Io mi domando nell’articolo (nonché da titolo) se questa non sia altro che l’ennesimo escamotage studiato dallo Stato per estorcere denaro agli italiani con il sistema delle deleghe, delle scatole cinesi e quant’altro. Mi domando se, funzionari che lavorano per la società di riscossioni che richiedono cifre che sanno non dovute, ma che hanno incarico di riscuotere (e dopo un po’ lo sai se la cifra che chiedi non è dovuta perché qualcuno che ricorre c’è e tu ti costituisci in giudizio) non siano penalmente responsabili (associazione a delinquere) appunto. Nell’articolo mi domando se la costituzioni di s.r.l. non possa essere un escamotage studiato dal comune per non rispondere dei danni.
Ripeto l’articolo non parla di equitalia s.p.a.

Paolo Franceschetti ha detto...

Vorrei rispondere all'anonimo che è perplesso dalle mie affermazioni. Diciamo che leggendo quello che scrivi concordo molto con ciò che dici. La soluzione è svegliarsi.
Poi mi domando se sono davvero sveglio, io.
E comunque anche io sono perplesso su ciò che dico. ;-)

Scherzi a parte... i temi che trattiamo sono complessi e difficili. Il mio pensiero è in costante evoluzione perchè mi sono "svegliato" da poco.

Fino a poco tempo fa ancora stavo li a ragionare in termini di "Berlusconi è un mafioso" "Travaglio è uno che dice la verità"
Poi quando mi stavano per ammazzare e ho capito chi c'era dietro mi sono "svegliato". Ma sto ancora stropicciandomi gli occhi e devi iniziare la colazione. :-)

Anonimo ha detto...

www.controtuttelemafie.it/testimonianze%2520insabbiamentopoli.htm+maritati+bari+villa+orrori&hl=it&ct=clnk&cd=3&gl=it

Anonimo ha detto...

Caro Paolo,

complimenti per il tuo coraggio e per l' encomiabile opera di informazione rivolta a noi profani.
Leggendo sempre con vivo interesse quanto viene scritto su questo prezioso blog, spesso mi imbatto nella Rosa Rossa e non avendo capito bene di che cosa si tratta, chiedo se è possibile spiegarne la natura e le finalità in un futuro articolo.
Con profonda stima,

Roberto

Pierluigi ha detto...

Io non resisto, non ce la faccio..
Mi ero ripromesso di non perpetuare questa conversazione orami surreale..
Ma DEVO farlo..

Ormai carissimo anonimo delle caste, continuo a citarti:
"i simboli nuovi si presentavano appunto contro la casta e alcuni secondo me erano fatti da persone serie e oneste. se avessero vinto ora avremmo un parlamento ben diverso!"

MA QUALI SIMBOLI??
Su quali persone serie ed oneste potevi riporre tali importanti speranze??

Parli di delusione e non di sorpresa..
Bhe', la delusione si ha dopo essersi creati un'aspettativa.. E, se si e' saggi, o quantomeno furbi, le aspettative si creano razionalmente..

Sono contento di aver potuto appurare di non essere il solo di coccio...

Paolo, ti esprimo tutta la mia stima per una cosa che ormai difficilmente si vede: hai dato "ragione" ad un'altra persona, in maniera umile e autoironica.

E forse e' la piu' grande "lezione" di tutto il post (senza nulla togliere al lavoro/hobby di entrambi!)

Anonimo ha detto...

ho già spiegato la mia posizione fino alla nausea. e di coccio non sono certo io. per fortuna gli altri hanno capito e rispettano la mia opinione.

alfa ha detto...

Ancora state ad ascoltare questi due??
C'è addirittura chi fa i complimenti!!
Un avvocato che parlasse come Francescetti (o come si chiama)passerebbe guai seri con l'Ordine professionale di riferimento(vds. considerazione della gente e degli organi istituzionali).
In Italia non esiste alcun avvocato che si chiami Solange Manfredi iscritto allo stesso Ordine(fonte www.ordineavvocati.it).

Paolo Franceschetti ha detto...

Alfa...

non esiste nessuna solange manfredi nell'albo avvocati perchè infatti lei è praticante e ha dato l'esame quest'anno.
Credo che il tuo tempo potresti impiegarlo meglio indirizzando le tue energie al miglioramento di te stesso, anzichè a controllare i titoli altrui, per quel che valgono poi...

Pierluigi...
ti ringrazio. Vedi, questo è un campo in cui nessuno può dire di sapere tutto. E le maggiori informazioni, le notizie più importanti, forse ci sono state date proprio dopo l'apertura del blog, da gente più informata di noi, o comunque con maggiore esperienza in alcuni campi.
Con Abate vella, Piselli, e altre persone che magari ci hanno scritto privatamente, c'è stato uno scambio di notizie e informazioni reciproche, che contribuiscono reciprocamente alla conoscenza di ognuno.
Ricordo in uno dei primi articoli, per esempio, scrissi che la massoneria era la causa dell'espansione della mafia al nord.
Ricordo che Abate fece una critica garbata ma molto precisa, in cui mi disse che era il contrario, ovverosia era la massoneria ad aver portato la mafia al sud.
E devo ammettere che non capii cosa voleva dire. Tuttavia leggendo il suo blog e rendendomi conto che era una persona molto preparata e che sapeva molte cose, la frase mi rimase impressa.
Ma dopo qualche mese di ricerche ci sono arrivato. E in effetti aveva ragione. Non che la mia lettura fosse del tutto sballata, ma la sua era solo più profonda.

alfa ha detto...

Questa cosa (...ha dato l'esame quest'anno-guardacaso!) l'ho già sentita. Fammi sapere quando "Solange Manfredi" sarà iscritta all'Albo.
Quanto a te, smetti di vedere rose rosse dappertutto, gente imbecille, poliziotti orchestrati da poteri forti, Tribunali che siano "prese per il culo", eccetera.
Farà del bene a te e a chi ti frequenta.

Advocate ha detto...

Alfa,
Paolo con quello ti ha spiegato che non potevi trovarla sull'albo degli avvocati, perchè Solange NON è ANCORA un avvocato.

Questo è un blog di riflessione temi importanti, e dove cerchiamo di discernere la verità tramite il dialogo.

Se non ti piace sei libero di andartente, ma non schernire Franceschetti, che ha sofferto molto stress per queste vicende; altrimenti risulti offensivo.

alfa ha detto...

Advocate, ma tu conosci personalmente "Paolo" e "Solange" (quelli di questo blog)?
Si chiamano realmente così?
Se la risposta fosse affermativa, sarebbe già un importante passo avanti (a proposito, sarebbero gradite altre testimonianze in tal senso).

Oppure tu sei uno pseudonimo dei due?

Advocate ha detto...

Accidenti Alfa, mi hai beccato.
Si, io sono Paolo, Solange e Advocate: siamo una santa Trinità.

Era questo il terzo segreto di Fatima

Per le testimonanianze, chiedi a Medjugorie, appariamo solo lì. Fatima ormai è OUT.

Era già stato spiegato in precedenza che questo è in realtà un Blog Comico.
Chi chiamerebbe la propria figlia SOlange?!?!

Paolo Franceschetti ha detto...

Senti Alfa...

in sostanza tu insinui che Solange non abbia fatto l'esame da avvocato. E magari che anche io non sia avvocato.

Rispondo anche per Solange, anche se in genere la pensiamo in modo diverso su parecchie cose.

Devi essere giovane, e quindi ti rispondo.
Vedi...
Io vado sul sito di Abate Vella. Non so lui chi sia e cosa faccia, se abbia la terza media, o 4 lauree. Mi limito a constatare che il suo blog è pieno di cose utili e che da come lui parla sembra sapere molte cose. Mi basta questo.

Trovo interessante, oltre che comico il sito di Grillo. Non mi interessa che studi abbia fatto. Lo leggo e lo trovo utile.

Sono convinto che Eco abbia una cultura eccezionale, ma trovo rivoltante quello che scrive e non lo leggo quasi mai perchè quando mi accingo a leggerlo mi senti quasi male per il disagio che provo.

Fai conto che io invece di fare l'avvocato faccia il cameriere, tanto l'ho fatto per molti anni in passato. E immagina che solange sia una casalinga.

Va bene così. Le persone si giudicano da quello che dicono, non dal titolo, che il più delle volte è carta straccia.

Vedi di apportare critiche costruttive al sito.
Se trovi degli errori segnali. Se non sei d'accordo dillo pure.

Se trovi che questo sito contenga una marea di cazzate, invece, ti invito semplicemente a cambiare sito.

Mica te l'avrà ordinato il dottore di dedicarti a criticare il nostro sito con tanto impegno, no?

Anonimo ha detto...

beh...perlomeno un "paolo franceschetti esiste", se é un avvocato, e non é il "nostro" paolo, denunciará il sito per falso, o che altro, no?
comunque...bagarre a parte:
non siete gli unici a parlare di pena di morte introdotta subdolamente.
per quanto blondet esprima costantemente un anti-israelianesimo eccessivo, l'articolo fa il paio col commento di paolo la settimana scorsa...
http://www.effedieffe.com/content/view/2870/165/

orrido mondo quello in cui ci si butta

Solange Manfredi ha detto...

Caro Alfa,

so che ci sono persone che, essendo in difficoltà a manifestare i propri sentimenti, spesso diventano aggressivi. Non ti preoccupare ti capisco.

Il tuo affetto per me traspare da ciò che scrivi, come la confusione causata dalla forte emozione di poterti rapportare con me.

La stima poi è chiaramente infinita.

Ti dirò, superando Paolo nelle risposte che ti ha dato, e confidandoti un segreto...non ho neanche finito le elementari, sono un autodidatta e ringrazio ogni giorno l'invenzione dei nuovi software che correggono automaticamente gli errori d'ortografia.

Anche io ho provato subito, leggendo le tue parole, una forte attrazione nei tuoi confronti e non posso più nasconderla.

Certo manifestare questi miei sentimenti in un post mi mette non poco in imbarazzo ma se mi prometti di portarmi fuori a cena giuro che mi iscrivo alle serali per prendere almeno la licenza di terza media. Che ne dici?

Un forte abbraccio

Paolo Franceschetti ha detto...

Scusa Solange, già che ci sei oltre al correttore ortografico usa anche un programma che ti metta le virgole e i punti. Che li metti da far schifo

Solange Manfredi ha detto...

Paolo non mi mortificare, abbiamo parlato tante volte del disagio che provo circa il fatto che non abbiano ancora inventato un software per la punteggiatura.
Cattivo. Inoltre ti ricordo che mi devi ancorfa spiegare la differenza tra azione civile ed azione penale. Poi mi fai fare brutte figure sul blog. Tutta colpa tua

Advocate ha detto...

lol! ^_^

Anonimo ha detto...

lo so che questo sito é casa vostra...ma potremmo non scadere?

cercatore lontano

Anonimo ha detto...

Non mi dispiace un momento di leggerezza dopo tanti temi pesanti... Un cercatore vanesio li apprezza particolarmente.

In base agli esiti del suo esame sapremo quanto è invisa ai poteri forti.;)

...Ma se va, come io sono convinto, dialogheremo con un avvocato di più!:)

Cercatore vanesio

Anonimo ha detto...

io invece francamente, trovo che questo sito abbia poche donne nude. E ne dovrebbe avere di più per destare maggiormente l'interesse

Cercatore vicino e modesto.

Anonimo ha detto...

@cercatore modesto:
Dato che questo sito, parla di massoneria, potremmo fare una petizione affinché, si apra l'iscrizione alle donne. Non c'è pericolo che questo possa sovvertire l'ordine genealogico e patriarcale di dette società, visto che, avrebbero solo la funzione di "Veline" sapiens.
D'altronde, non occorre molta fantasia, per immaginare come certi "uomini" (massoni o no) vivono(o fanno morire) il corpo femminile.

fosca

Paolo Franceschetti ha detto...

Fosca... la massoneria è, in sostanza, aperta alle donne. La massoneria ufficiale no. Ma la Rosa Rossa, e i templari si. Non so se le donne siano ammesse ai cavalieri di malta.

Inoltre esiste la Stella d'Oriente, che è nient'altro che la massoneria femminile.

http://www.ordinestelladoriente.it/

Anonimo ha detto...

Grazie Paolo.
Che bello...
Stavolta,almeno,mi risparmio l'ennesima firma a favore delle donne(sic!).

Anonimo ha detto...

Per carità!

Anelo dal desiderio di vedere gli uomini liberi dalla massoneria e voi ci volete imprigionare pure le donne!

Confido nel buon senso femminile.

Cercatore vanesio

Stefania Nicoletti ha detto...

E le donne sono ammesse anche nella Gran Loggia d'Italia degli ALAM (massoneria di Piazza del Gesù, legata alla massoneria francese).

Anonimo ha detto...

Alla dott. Solange Manfredi,
le scrivo in merito all'articolo sulle cartelle pazze, il mio è uno sfogo , la prego di prenderlo come tale e di avere pazienza.

Premetto che anni fa ho avuto una particolare lezione sulle cose della giustizia che se da una parte avvengono malversazioni di ogni tipo, dall'altra ho creduto che forse la giustizia in fondo funziona.

In seguito mi sono ricreduto.

In breve, io opero da sempre in hardware e software.

In passato avevo ordinato ad una ditta dei materiali, mi sono arrivati non conformi all'ordine e li avevo quindi respinti bloccandone il pagamento.

Il fornitore, con una protervia mai vista prima, passa direttamente all'ingiunzione fallimentare per la mia presunta inadempienza.

Il tribunale decreta il fallimento senza neanche sentirmi ed io vengo a conoscere la circostanza solo perché il curatore fallimentare aveva sequestrato e svuotato il mio conto in banca.

Ovviamente ero impossibilitato a lavorare, usare la macchina , ecc . Che fare ?

Ho fatto causa al tribunale fallimentare ed ho vinto,ottenendo la cancellazione del fallimento, ma ho perso i soldi del conto, perché il curatore, che non ha fatto niente, ha inventato delle spese fasulle, i soldi dell'avvocato, il tempo perso ed il disagio .
Ma alla fine mi è stata riconosciuta la ragione anche se a caro prezzo.

Veniamo ad oggi.

Due casi .

Il primo: l'INPS mi contesta il mancato pagamento di contributi per 6 anni, era vero, ma io non li avevo versati perché non ero iscritto ad alcun albo e secondo la legge non ero tenuto a farlo. Ma l'INPS ha forzato una interpretazione secondo cui chi è iscritto ad una camera di commercio deve pagare i contributi anche se non è né artigiano né commerciante.
Fare causa all'INPS è ovviamente una cosa ardua, anche perché ci sono molte migliaia di persone nelle mie condizioni, quindi ho deciso di pagare, perché in ogni caso ne avrei avuto un vantaggio in seguito, anche se tecnicamente l'INPS non può esigere pagamenti per periodi oltre i due anni passati.

Vado da loro, concordo il pagamento e lo eseguo regolarmente a rate, sino ad estinguere l'importo richiesto.
Nel frattempo vendo la mia villa; passato un po' di tempo mi viene comunicato mediante raccomandata che il concessionario esattore aveva ipotecato la mia proprietà perché non avevo pagato l'INPS.

Cioè ipotecata una proprietà non più mia per una cartella pagata regolarmente da tempo.

Sono tornato all'INPS a discutere la cosa, mi hanno dato ragione e mi hanno dato un documento che ingiungeva al concessionario di effettuare la cancellazione.

Ma io ho perso 4 mattinate di lavoro ed il mio commercialista 2 .
E a che pro ?

Secondo caso, da ridere per non piangere.
Nella dichiarazione dei redditi del 1999 avevo messo in bilancio l'acquisto di software industriale fatto all'estero presso alcune ditte americane.
La merce mi era arrivata via e_mail ed il pagamento era stato fatto via carta di credito.

Non c'era dazio, in quanto il software ne è esente.

L'agenzia delle entrate mi manda un accertamento secondo cui la mia posizione era irregolare perché, secondo loro, avevo utilizzato un plafond di iva cui non avevo diritto non essendo esportatore abituale. L'importazione non c'entra niente con l'esportazione. Faccio il ricorso interno d'ufficio, dichiarando che non avevo chiesto rimborsi di iva e che la merce provenendo dall'estero non ha naturalmente iva, e che comunque nella rivendita avevo regolarmente versato l' iva.

Accettano il chiarimento e mi comunicano per raccomandata l'accettazione del ricorso .
Tutto finito? No appena cominciato.
Dopo qualche mese la stessa funzionaria che mi aveva comunicato l'accettazione del ricorso , mi dice con lettera raccomandata che io ero comunque in difetto perché secondo una circolare del 1974 avrei dovuto fare una autofattura.

Ora, se mi fai un accertamento per una irregolarità e poi accetti il ricorso…..se trovi un'altra irregolarità devi fare un altro accertamento, insomma devi seguire le regole.
Se poi vai a cercare una circolare del 1974, verifica che, almeno, questa parli dell ' argomento in questione, cioè software (in quegli anni non esisteva nemmeno la parola).

Mi vedo arrivare una cartella di iva evasa, sanzioni incomprensibili e multa per omissione di versamento iva per oltre 50.000 euro, senza nemmeno avere la possibilità di oppormi.

Naturalmente faccio ricorso alla commissione tributaria, che come si poteva prevedere respinge il ricorso. Perché ? Perché mancava l'accertamento fatto dall'agenzia delle entrate. Ma come facevo a presentarlo se non c'era ?

Dovevate riconoscere questa irregolarità ed accogliere il ricorso subito.

Faccio il ricorso di secondo grado, questa volta entrano nel merito, ma mi danno torto.

Ora nei ricorsi io presento una circolare del 1991 che regola la materia riguardante il software, vengono distinti bene i casi di software commissionato ad un fornitore straniero con un contratto, che richiede l'autofattura, dai casi di software venduto come prodotto finito, cioè sul mercato, equiparando il software ai prodotti industriali veri e propri, e questo non richiede autofattura. Come il mio caso.
O il giudice non conosce l'italiano, o fa il finto tonto per perseguitare il povero contribuente, ma il giudice della commissione nemmeno si accorge che se il mio agire nel 1999 era un reato tributario, questo è ormai caduto in prescrizione da almeno 3 anni, quindi il ricorso andava accolto se non altro per questo.

Ora faccio il ricorso in cassazione, dopo, fra qualche anno, presenterò una causa al TAR, se non basta farò causa all' agenzia delle entrate, alla funzionaria che, o è incapace o ha agito con animosità, al giudice tributario di primo grado perché o è superficiale o incapace, al giudice di secondo grado perché dovrebbe almeno conoscere l'italiano per capire cosa c'è scritto sulle circolari, e via di seguito.

Sempre che io riesca a trovarne i nomi. Intanto il presunto reato è estinto per prescrizione, l'anno prossimo si estinguerà la pratica amministrativa, ma io non posso avere una proprietà né auto né casa per paura di un sequestro, né posso avere un conto corrente perché questi sono capaci di venire a prenderti i soldi, anche se sei sotto ricorso, lo fanno anche se hai già pagato con liberatoria firmata dal creditore.

Secondo me c è una precisa volontà di spremere il limone finché da sugo, è così che ottengono i soldi per i loro lauti stipendi, questa gentaglia non è lì per controllare le evasioni , no, è lì per trovare pretesti per estorcere e grassare il denaro ai malcapitati , questo a casa mia è un reato, dei più odiosi, tipico della mafia.
Naturalmente ho anche una bella collezione di cartelle pazze, che mi sono arrivate arbitrariamente anche se a suo tempo avevo aderito ai condoni pagando fior di soldi, non ne parlo nemmeno, voglio proprio vedere se riusciranno ad estorcermi qualcosa.

Anonimo ha detto...

Emigranti.....bisogna tornare ad essere emigranti, questa è la soluzione. Lasciare che questo nefasto fenomeno arrivi alla sua naturale conclusione.........magnarsi tutto, quando si saranno magnati tutto il fenomeno si esaurirà, e forse potremo tornare.

Anonimo ha detto...

Nè Destra nè Sinistra nè centro nè Leghe Varie risolveranno mai il problema .....perchè per loro........ non è un problema ma la loro linfa vitale, una rendita (ma a tempo determinato.....fino ad esaurimento scorte).

dario trivelli ha detto...

paolo franceschetti = m.e.r.d.a.


D r o g a e P r o s t i t u z i o n e

gerri scotti and giuseppe merola tel 0974 65027 = m.e.r.d.a. = m.o.n.n.e.z.z.a.

italia = m.e.r.d.a. = m.o.n.n.e.z.z.a.


http://www.labirra.it/news.cfm = m.e.r.d.a. = m.o.n.n.e.z.z.a.

http://www.viavai.com/locali/pub.php = m.e.r.d.a. = m.o.n.n.e.z.z.a.

www.daccapo.org

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Daniele_Interrante = m.e.r.d.a. = m.o.n.n.e.z.z.a.


PUB IN EMILIA ROMAGNA
NOME CITTA' INDIRIZZO TEL www DESCRIZIONE e/o EVENTI
GOBLIN'S PUB BOLOGNA Via Riva Reno, 39 mappa 051/231551 -- 11/4 h22.30 A.Vasumi 18/4 h18 Festival nazionale cabaret 25/4 h22.30 Paco D'Alcatraz
GARBO BOLOGNA Via Toscana, 42/8 mappa 051/477688 --
FUORI PORTA HOSTARIA BOLOGNA Via della Beverara, 8 mappa 051/6342191 --
FILLMORE BOLOGNA Via Matteotti, 2 - Cortemaggiore (PC) mappa 0523/836471 --
FARMAGIA BOLOGNA Via S.Isaia 4 mappa 051/6449561 http://www.farmagia.it/
FARAONE PUB BIRRERIA BOLOGNA Via Ferrarese, 113 mappa 051/360440 --
ESTRAGON BALERA SKA BOLOGNA Via Calzoni 6/H mappa -- http://www.estragon.it/ ( dal merc. al sab dalle 21 a tarda notte )
ERASMUS BOLOGNA Via Pontevecchio, 25/e mappa --
ENOTECA DES ARTS BOLOGNA Via S.Felice, 9 mappa --
ENGLISH - PUB BOLOGNA Via Emilia Levante, 137/7 mappa -- Chiuso la domenica
ELFI BOLOGNA Via Andrea Costa, 84 mappa --
DU MADON BOLOGNA Via San Vitale, 75 mappa --
DRAGON PUB BOLOGNA V.le della Repubblica, 16 mappa --
DOWNTOWN CAFE BOLOGNA Via delle Moline, 16 mappa -- Cafe, pub live music.
DOOM GENERATIONS BOLOGNA Via Emilia Ponente, 188 mappa --
DON CAMILLO BOLOGNA via San Gervasio, 5/d mappa --
DODI'S BOLOGNA Via della Barca, 24/3 mappa --
DISCO PUB CAIPIRINHA BOLOGNA Toscanella di Dozza (BO) mappa -- Lunedì e martedì karaoke
DI DU BOLOGNA Via Treves, 19 mappa --
IL DERO' BOLOGNA P.zza Mickiewicz,4 mappa --
DELL'ORSA BOLOGNA Via Mentana, 1/f mappa -- dalle 20.00 alle 03.00 tranne il lunedi'
DELLO SCORPIONE BOLOGNA Via Santa Caterina, 75 mappa --
DELLA FONDAZZA BOLOGNA Via Fondazza ,35 mappa --
DELLA TIGRE BOLOGNA Via Orfeo ,5 mappa --
DELLA CHIESA BOLOGNA Via Massarenti, 37 mappa --
DELL¹INFEDELE BOLOGNA Via Gerusalemme, 5 mappa --
DEL TEMPO PERSO BOLOGNA Via Murri, 168 mappa --
DEL SAN CARLINO BOLOGNA Via San Carlo, 16 mappa --
DEL PALAZZO MALVEZZI BOLOGNA Via Zamboni, 24 mappa --
DEL MORETTO BOLOGNA Via San Mamolo ,5 mappa --
DEL MONTESINO BOLOGNA Via del Pratello, 74/b mappa --
DEL LEGIONARIO BOLOGNA Via Massarenti, 270 mappa --
DEL CUORE BOLOGNA Via Valdonica, 5 mappa --
DEL CASINO VECCHIO BOLOGNA Via Bertiera ,10 mappa --


= m.e.r.d.a. = m.o.n.n.e.z.z.a.



PAOLA PEREGO = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

FABRIZIO CORONA = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A. = M.O.R.T.E.

fabio volo = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A. = M.O.R.T.E.

NINA MORIC = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A. = M.O.R.T.E.

http://blog.libero.it/Buonadomenica/view.php?reset=1&id=Buonadomenica = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A. = M.O.R.T.E.

http://blog.libero.it/Buonadomenica/ = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A. = M.O.R.T.E.

daniele interrante = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

pietro taricone = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

pasquale la ricchia = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

pippo baudo = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

piero chiambretti = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

domenica in = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

mike bongiorno = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.


alessia marcuzzi= M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

grandefratello.mediaset.it= M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.



http://www.domenicain.rai.it/ = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

http://it.wikipedia.org/wiki/Domenica_In = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

http://www.tvblog.it/categoria/domenica-in = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

http://www.buonadomenica.mediaset.it/ = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.


bruno vespa vs enrico mentana = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

rai vs mediaset ascolti tv = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

http://www.youtube.com/watch?v=XGdVCZx8uzU = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.

http://www.youtube.com/watch?v=pJBZVhjT6Sg = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.


soubrette,attricette,modelle,ecc. = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.= M.O.R.T.E.





NOME CITTA' REGIONE INDIRIZZO TEL. FAX URL NOTE
DEL BRANCALEONE BOLOGNA Emilia Romagna Via Santa Caterina, 51
cerca con la mappa 051/585111 CUCINA ABRUZZESE
TREBBI BOLOGNA Emilia Romagna via solferino 40
cerca con la mappa 051/583713 Chiusura Sabato
TRE LEONI BOLOGNA Emilia Romagna via Turati 112
cerca con la mappa 051/6143643 ------
TONY BOLOGNA Emilia Romagna via righi 1
cerca con la mappa 051/232852 ------
TARABUSI BOLOGNA Emilia Romagna via tanari 28
cerca con la mappa ------
SPIGA BOLOGNA Emilia Romagna via broccaindosso 21
cerca con la mappa ------
TAVERNA DEL POSTIGLIONE BOLOGNA Emilia Romagna via marchesana 6
cerca con la mappa ------
SERGHEI BOLOGNA Emilia Romagna via Piella 12
cerca con la mappa 051/233533 Chiusura sabato sera e domenica
SARAGOZZA BOLOGNA Emilia Romagna via saragozza 91
cerca con la mappa 051/6447760 Chiusura Domenica
SABATTINI BOLOGNA Emilia Romagna via emilia ponente 68
cerca con la mappa ------
ROVERI BOLOGNA Emilia Romagna via e.mattei 72
cerca con la mappa ------
S.ORSOLA BOLOGNA Emilia Romagna via albertoni 23
cerca con la mappa ------
ROMILIA BOLOGNA Emilia Romagna vle pietramellara 15
cerca con la mappa Chiusura Domenica
RE DI COPPE BOLOGNA Emilia Romagna via Scandellara 7/2
cerca con la mappa 051/513294 Chiusura domenica e sabato a pranzo
PARADISINO BOLOGNA Emilia Romagna via Vighi 33 -
cerca con la mappa 051/566401 Chiusura martedì
PAPPA E CICCIA BOLOGNA Emilia Romagna via Emilia levante (prima del ponte)
cerca con la mappa ------
MULINO BRUCIATO BOLOGNA Emilia Romagna via selva pescarola 50
cerca con la mappa ------
MELONCELLO BOLOGNA Emilia Romagna via Saragozza 240
cerca con la mappa 051/6143947 Chiusura lunedi' sera e martedi'
LUISA BOLOGNA Emilia Romagna Via Bentini 10
cerca con la mappa 051/320404 Chiusura Sabato
LOCANDA DELLO STERLINO BOLOGNA Emilia Romagna v.murri 71
cerca con la mappa 051/342751 chiuso martedi' sabato sera
LEONE BOLOGNA Emilia Romagna via terrapieno 24
cerca con la mappa 051/512034 Chiusura Martedi'
LE SETTE SPECIALITA' BOLOGNA Emilia Romagna Via Jacopo della quercia 2
cerca con la mappa 051/379395 Chiusura Domenica
LE PADELLE D'ORO BOLOGNA Emilia Romagna v.delle fonti 45
cerca con la mappa ------
L'ANGOLINO BOLOGNA Emilia Romagna via Piave 31
cerca con la mappa Chiusura mercoledi'
LA TRAVIATA BOLOGNA Emilia Romagna via urbana 5/c,
cerca con la mappa 051/331298. Chiusura Domenica
LA TAVERNA DEI PICARI BOLOGNA Emilia Romagna via Emilia Ponente 259
cerca con la mappa 051/6190367 Chiusura domenica e sabato a mezzogiorno
LA SOSTA BOLOGNA Emilia Romagna v.due madonne 55
cerca con la mappa ------
LA MONTANARA BOLOGNA Emilia Romagna via a. righi 15
cerca con la mappa ------
LA MATTA BOLOGNA Emilia Romagna mura di porta Galliera 11
cerca con la mappa 051/240177


= m.e.r.d.a. = m.o.n.n.e.z.z.a.




http://directory.myadmin.it/ricerca.php?categoria=bar,_birrerie_e_pubs&dove=italia


Il Terzo Girone
Il Terzo Girone rappresenta oggi il motore di ricerca della ristorazione italiana. Il database contiene oltre 180.000 attività commerciali legate al mondo del food nazionale.
visita il sito web vai al catalogo



My Admin
My Admin è una giovane azienda operante nel mercato dell'Information Tecnology. Costituita da professionisti vanta numerosissime realizzazioni sia di piattaforme web oriented, sia di software web based.
visita il sito web



= m.e.r.d.a. = m.o.n.n.e.z.z.a.



www.daccapo.org



daccapo è nata perchè alcune persone hanno vissuto sulla propria pelle l'inadeguatezza dell'assistenza post-ospedaliera per le vittime di trauma cranico nella Provincia di Padova.

I soci di "Daccapo Associazione Trauma Cranico" hanno cominciato dal 1999 a tessere rapporti di scambio di informazioni che si sono fatti sempre più solidi e costruttivi con altre associazioni padovane del settore socio-sanitario.

Il passaparola ha facilitato l'incontro tra famiglie che hanno vissuto il medesimo problema; ognuno di noi si era autonomamente rivolto, prima della reciproca conoscenza, a qualche specialista, a qualche ospedale o associazione che avevano fornito consigli o servizi riabilitativi ma lontani da casa e in modo spesso parziale, non esaustivo. Tutti avevamo scoperto la frammentarietà geografica dei servizi e la mancanza di continuità temporale e coerenza metodologica nella lunga e complicata fase riabilitativa.

Conscia che ogni singolo traumatizzato costituisce tragicamente un caso a sè stante, daccapo intende fare collaborare in modo coerente e continuativo nel tempo gli specialisti del settore che, ad oggi, non hanno un punto di riferimento comune.

daccapo si occupa prevalentemente di giovani vittime di trauma cranico che hanno superato un incidente e il coma, cercando di coordinare ruoli per guidarli a ricominciare "daccapo" in modo cosciente e ottimista una vita il più simile possibile a quella di prima.

Favoriamo la collaborazione tra familiari e specialisti del settore per creare tutti assieme una banca dati condivisa cui partecipare attivamente ed attingere liberamente.

Stimoliamo i nostri assistiti e le loro famiglie a realizzare programmi a tappe di riabilitazione e di reinserimento che gli operatori dei diversi settori continuano ad aggiornare scambiando informazioni su ogni ragazzo.
Tutti i percorsi riabilitativi sono sviluppati a partire dalla rianimazione sino al ritorno agli studi o al lavoro.

Il fine ambizioso è realizzare un programma codificato di interventi medici ed extra-medici che segua passo passo i soggetti lesi e le loro famiglie attraverso la collaborazione delle diverse figure professionali utili a fornire un servizio completo e senza interruzioni temporali.



NEWSBOX

19/02/2008
Il Forum germoglia
Inverno prossimo alla fine, sbocciano le prime violette ed anche il nostro Forum comincia a presenta...

continua

14/01/2008
Estrazione Biglietti
Grandissima serata all'insegna del divertimento quella di sabato scorso 12 gennaio, quando una nutri...

continua

14/01/2008
Befana a Polverara
Il giorno della Befana, alcune socie in rappresentanza dell'Associazione sono state a Polverara a ca...

continua

08/01/2008
Report Banchetti
Grande successo di pubblico ai banchetti natalizi: il banchetto di Daccapo si è distinto per illumin...

continua





Daccapo - Associazione Trauma Cranico - ONLUS
via S.Maria in Vanzo, 27 - 35100 PADOVA - tel. 049.7967474 fax 049.7964874
Cod.Fisc. 92170370289 - R.Reg.Ass.Vol. n°PD0681 - info@daccapo.org
donazioni sul c.c.p. n.68857424 (ABI 0461, CAB 12100, CIN G, IBAN IT36G076011210000068857424)
intestato a DACCAPO - ASSOCIAZIONE TRAUMA CRANICO



http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/cronaca/rep_cronaca_n_2935919.html



INCIDENTI STRADALI: 31 VITTIME NEL FINE SETTIMANA
Tra venerdi' scorso e ieri su strade e autostrade italiane si sono registrati 24 incidenti mortali con 31 vittime: nel fine settimana corrispondente dell'anno scorso gli incidenti mortali erano stati 29 e le vittime 38. A renderlo noto e' il dipartimento della pubblica sicurezza, sottolineando una diminuzione anche del numero complessivo dei sinistri, scesi dai 1.048 del 23-25 febbraio 2007 ai 985 dell'ultimo weekend. Sempre tra venerdi' scorso e ieri, il 29% degli incidenti mortali e' derivato da perdita di controllo del veicolo da parte del conducente, il 29% ha visto coinvolti veicoli a due ruote, il 12,5% si e' registrato in centro abitato. I sinistri mortali verificatisi tra le 22 e le 6 sono stati 4, con altrettanti morti: delle 31 vittime, 6 avevano meno di 30 anni. Polizia stradale e Carabinieri hanno impegnato nei servizi di prevenzione e vigilanza 39.324 pattuglie, che hanno proceduto alla contestazione di 25.630 violazioni al Codice della strada, con 50.573 punti decurtati, 1.098 patenti di guida e 937 carte di circolazione ritirate.




http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/e/e1/Car_crash_1.jpg/300px-Car_crash_1.jpg

http://www.vvf-levicoterme.it/images/DSC01904.JPG

http://www.irlandiani.com/cms/images/stories/Agosto/crash_dublin_1.jpg

http://www.nuovacosenza.com/cs/06/luglio/foto/incidentegrisolia4.jpg

http://www.repubblica.it/2007/05/motori/motori-maggio-2007/motori-incidenti-gravi/este_04180657_07120.jpg

http://gallery.panorama.it/albums/userpics/10027/normal_incidente.jpg

http://www.allaguida.it/img/image5.jpg

ANTONELLO GUIDA = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.

WWW.ANGELISMARRITI.IT = M.E.R.D.A. = M.O.N.N.E.Z.Z.A.

http://www.agneseginocchio.it/FotoNotizieGiorn/Auto%20dei%20Carabinieri%20sul%20luogo%20dell'incidente.jpg

http://www.allaguida.it/wp-galleryo/incidenti-stradale-italia-un-disastro/incidentestradale.jpg

http://sviluppo.centrodiascolto.it/2007/07/16/foto/172442.jpg

http://www.nuovacosenza.com/cs/06/luglio/foto/incidentegrisolia5.jpg

http://www.cempi.it/incidente_big.jpg

http://www.dsp-auslbo.it/dsp/mappe/incidenti.htm






italia = m.e.r.d.a. = m.o.n.n.e.z.z.a

= m.e.r.d.a. = m.o.n.n.e.z.z.a.



COSA NE PENSA HORST TAPPERT?

COSA NE PENSA ARNOLD SCHWARZENEGGER?

WWW.SCHWARZENEGGER.COM

WWW.TERMINATOR3.IT


cosa ne pensa Bolo yeung?

cosa ne pensa ivan drago?

cosa ne pensa abdel qissi?

http://www.youtube.com/watch?v=47ztHgPfGDQ

http://www.youtube.com/watch?v=oO9sDcpKh2E

http://digilander.libero.it/minikame/tigermask/1/gallery/uomo210.jpg

http://digilander.libero.it/minikame/tigermask/1/gallery/uomo247.jpg

http://www.leechvideo.com/video/view2626085.html

http://www.xtutto.com/option,com_seyret/task,videodirectlink/Itemid,2/id,440.html


http://www.imdb.com/name/nm0702678/

http://imagecache2.allposters.com/images/pic/MG/204203~Lion-Heart-Posters.jpg


http://www.karate-contact.eu/admin/images/upload/attila.gif


http://www.karate-contact.eu/admin/images/upload/vandamme11.jpg


http://images.amazon.com/images/P/0783114885.01.LZZZZZZZ.jpg

http://www.bsospirit.com/comentarios/images/lionheart/lionheart.jpg

http://www.mouseketeerlonnieburr.com/New_Folder/Copy_of_LIONHEART2SHOTwbs.jpg

ulpiano ha detto...

alfa sei proprio un piccolo borghese frustrato.misuri gli individui dai titoli accademici..come se questi fossero qualcosa di piu' che lettera morta...la legge ( non il diritto..per chi conosce il discrimen..)e' solo "instrumentum regni", serva del potere politico il quale e' rappresentato da individui animati da appetito di potere e prestigio sfrenato..bulimia, eccesso."mitologie giuridiche della modernita'"come scriverebbe il grande giurista Paolo Grossi.i quattro codici,le norme giuridiche extravaganti sono solo sollazzo per individui che giocano, in una societa' di giocatori.l'individuo moderno e' individuo che gioca, ma non ha ben chiaro quale sia l'autorita'.in natura vince il piu' forte ed il piu' adatto:e' questa la verita', le forme possono anche vederci come individui lberi e sovrani (sul piano giuridico formale)ma la verita' e che nulla si crea e nulla si distrugge, e da quando esiste il mondo sono sempre esistiti sudditi e sovrani.
Grazie prof e grazie Solange per la lodevole opera di infomazione.