venerdì 21 marzo 2008

Petizione politica

In collaborazione con i siti Comedonchisciotte e disinformazione
Le vicende di questi ultimi anni, le informazioni che, specie grazie ad internet, è stato possibile reperire sul sistema in cui viviamo, hanno portato alla luce l’influenza fortissima che la massoneria ha sulla politica. E’ stato possibile capire che spesso, l’immobilismo dei partiti nel cercare soluzioni a problemi in fondo abbastanza semplici, l’assoluta paralisi della giustizia nella ricerca della verità per i casi giudiziari più complessi (Ustica, Moby Prince, Moro, ad esempio, ma tutte le stragi in genere) dipendono dalla rete di collusioni massoniche. La massoneria, in altre parole, costituisce una sorta di stato nello stato e le principali decisioni per la vita politica del paese vengono prese a livello massonico, con accordi anche trasversali tra maggioranza e opposizione. Eppure nelle TV, e nei principali giornali, il problema non viene mai dibattuto, se non per qualche sporadico accenno alla P2. A nostro parere ciò dipende da una precisa volontà politica di non far conoscere i reali termini della questione, affinchè il cittadino rimanga all’oscuro di quali sono i reali centri di decisione politica (in Italia ma anche all’estero). Gli elettori più informati però, avranno capito, seguendo dapprima la vicenda P2, poi le vicende dell’inchiesta Cordova, nonché quelle del centro Scontrino di Trapani e quella recente di De Magistris e della Forleo, che è sempre più irrinunciabile che si affronti ad ogni livello, politico, informativo, giudiziario, il problema della massoneria e dei suoi riflessi sulla politica. Se fino a qualche decennio fa il problema della massoneria non era conosciuto né conoscibile, grazie al silenzio colpevole dei mezzi di informazione, oggi grazie a internet l’interesse per questa tematica si è diffuso, e se ne è potuta comprendere l’importanza e la vastità. Non è quindi più possibile tacere il problema e far finta di niente. Per questo motivo anche il silenzio a fronte di questi problemi diventa un’ammissione di colpevolezza. Esigenze di chiarezza e trasparenza impongono che ogni candidato, e ogni politico, dichiari espressamente cosa pensa dei rapporti tra politica e massoneria, anche solo per dire che non lo ritiene un problema. Ogni elettore trarrà le dovute conclusioni dalla risposta, anche se questa consisterà in una mancata risposta. Abbiamo infatti scritto una lettera di petizione (che trovate qui sotto) pubblicata su petitiononline.com a questo link per raccogliere le firme di voi lettori di Comedonchisciotte, Disinformazione e del blog di Paolo Franceschetti. Quando avremo raccolto un buon numero di firme la invieremo “ufficialmente” ai vari movimenti politici e ai candidati premier delle prossime elezioni per poi pubblicare le risposte che riceveremo. Nel frattempo incoraggiamo tutti a diffondere la petizione tra amici e conoscenti, ma anche a inviarla personalmente ai candidati e/o partiti ai quali sono maggiormente interessati e, naturalmente, metterci al corrente di eventuali risposte. Potete contattarci semplicemente mandando una mail all’indirizzo: petizionemassoneria@yahoo.it
Gentili candidati,con la presente petizione chiediamo, per questa campagna elettorale, una corretta informazione su alcuni temi che molte persone ritengono di grande rilevanza al momento di scegliere i propri rappresentanti in Parlamento e al Governo del paese. In particolare i firmatari dell' appello chiedono: 1) che il partito da voi rappresentato dichiari se i propri candidati al Parlamento della Repubblica siano o no iscritti, in una qualunque forma, a una qualche Loggia di tipo Massonico o di ispirazione massonica. 2) Chiediamo, soprattutto, con forza, che il candidato premier del vostro partito o schieramento dichiari pubblicamente e senza fraintendimenti se appartiene o meno, in qualsivoglia forma, ad associazioni di ispirazione massonica. 3) Chiediamo infine che dichiariate se ritenete importante o meno sollevare la questione del rapporto tra politica e massoneria. Tali informazioni riguardano la vita pubblica e politica dei candidati e numerose vicende del recente passato di questa nazione, e costituiscono quindi un criterio legittimo su cui i cittadini possono voler valutare se esprimere o no un voto per un partito o un candidato premier. Attendiamo con fiducia un vostro responso e porgiamo distinti saluti, I firmatari

82 commenti:

Marcusdardi - Tenore Comico ha detto...

Penso anche io che si dovrebbe fare chiarezza su molte cose.
Ci vorrebbe più trasparenza sulla gestione delle cose pubbliche e delle politiche in genere.
Sembra davvero che tutto sia premeditato e pertanto condivido l'iniziativa.

Anonimo ha detto...

io non credo sia una idea geniale.
nessuno sa niente con esattezza di cosa sia la massoneria, essendo il "segreto" di essa noto solo agli iniziati, e spesso rimane ignoto a questi per primi.
non si puó scegliere un candidato relativamente alla informazione/disinformazione che si ha del fenomeno massonico.
non voglio minimamente sminuire l'ineguagliabile lavoro che portate avanti, tutt'altro, ma se la gente non sa cosa si ala massoneria, e se l'informazione che portate avanti voi é tutta basata sui suoi rami deviati, me lo dite che criterio é il "sapere se uno é massone"
vale tanto quanto sapere che uno é cattolico praticante, in un mondo in cui si confonde cattolicesimo-vescovi/preti pedofili.
mi dispiace, é una battaglia maledettamente sbagliata

cercatore molto lontano dalla veritá

Anonimo ha detto...

sicuramente un' iniziativa che condivido,sottoscriverò,e cercherò di fare sapere il più possibile,anche se, come disse confucio,si può indurre un popolo a seguire una causa,ma non far si che la capisca..io credo il problema principale sia proprio questo..il problema a mio avviso,non è tanto l'ignoranza (nel senso latino), ma il disinteresse delle persone verso la curiosità..possiamo fare firmare mille petizioni e i potenti potrebbero ammetere la qualsiasi pubblicamente in televisione (come fece mastella a matrix ammettendo di essere massone e indicando anche il suo numero di tessera)..ma mi chiedo..quanti saprebbero di cosa effettivamente si sta parlando? e quanti hanno la curiosità di sentire altre "campane"? ad esempio un 10-15 giorni fà dopo l'edizione notturna del tg5 delle 01:20,prima della rassegna stampa,intervenne tremonti (di cui parlerò dopo) per presentare il suo ultimo "capolavoro" letterario,la paura e la speranza,durante questa presentazione che seguii con molta noia,vista l'ora,catturò la mia attenzione un suo passaggio a proposito della crisi economica americana,in cui disse che i tempi sono maturi ormai,viste le vicende economiche e l'inevitabile crisi ,per andare incontro ad un nuovo ordine mondiale..mi creda dott. franceschetti non riuscii a credere alle mie orecchie,saltai dal divano e quasi non riuscii a dormire la notte..avrebbe potuto dire ass.mondiale,org.mondiale,
etc.. ma disse esplicitamente, nuovo ordine mondiale.. spero con tutto il cuore che siano semplici coincidenze e che le mie siano solo paranoie..fatto stà,arrivai alla conclusione che se non avessi avuto un minimo di cultura in "materia", frutto della mia curiosità,sarei rimasto li annoiato a sentire il suo discorso senza pensare ad alcun chè.. mi chiesi.. chissà quante volte in passato avrò sentito cose a cui non davo peso perchè non sapevo a cosa realmente si riferisserò..andando sull'argomento specifico della petizione,ovvero la massoneria,tale organiizzazione,associazione,non sò come definirla,credo sia solo uno strumento e non un fine a se stesso..se paragonata ad un'azienda credo la massoneria appartenga alla getione caratteristica..ma ai vertici,nel consiglio di amministrazione di tale azienda credo ci siano ben altri elementi,nessuno credo sappia lo scopo ultimo,con dati certi e inconfutabili,ma non ci vedo nulla di buono per la collettività..(ma sono solo mie supposizioni,prive di fondamento)..vorrei concludere il mio intervento ricollegandomi a tremonti e all'economia..non sò se lei è a conoscenza di un'associazione che si chiama aspen institute,presente in tutto il mondo il cui scopo,(cito dal loro sito) : Aspen Institute Italia è un'associazione privata, indipendente, internazionale, apartitica e senza fini di lucro dedicata alla discussione, all'approfondimento e allo scambio di conoscenze, informazioni e valori. La comunità Aspen è composta di Soci Sostenitori, Soci Ordinari, Amici di Aspen e, dal 2002 dagli Aspen Junior Fellows. Dai loro contributi l’Istituto trae le risorse necessarie per il proprio funzionamento come è specificato nello Statuto. Il network internazionale Aspen è completato dai centri di attività – indipendenti ma coordinati – con sedi negli Stati Uniti, in Francia, Germania, Giappone, India e Romania. The Aspen Institute nasce negli Stati Uniti nel 1950 per iniziativa di un gruppo di intellettuali e uomini di affari americani; in Italia l'Istituto nasce nel 1984 e ha oggi una sede centrale a Roma e un ufficio a Milano.La missione dell'Istituto è l'internazionalizzazione della leadership imprenditoriale, politica e culturale del paese e la promozione del libero confronto tra culture diverse, allo scopo di identificare e valorizzare idee, valori, conoscenze ed interessi comuni. L'Istituto concentra la propria attenzione verso i problemi e le sfide più attuali della società e della business community, e invita a discuterne leader del mondo industriale, economico, finanziario, politico, sociale, culturale in condizioni di assoluta riservatezza e di libertà espressiva.
Il “metodo Aspen” privilegia il confronto ed il dibattito "a porte chiuse", favorisce le relazioni interpersonali e consente un effettivo aggiornamento dei temi in discussione. Lo scopo non è quello di trovare risposte unanimi o semplicemente rassicuranti, ma di evidenziare la complessità dei fenomeni del mondo contemporaneo e stimolare quell'approfondimento culturale da cui emergano valori ed ideali universali capaci di ispirare una leadership moderna e consapevole.
Questo è ciò che è scritto nel loro sito, (www.aspeninstitute.it ),la cosa più anomala secondo me,non è tanto il dibatitto "a porte chiuse", ma il fatto che se al governo persone di colori politici diversi sono pronti a "scannarsi" , in questa associazione coesistono personaggi contrapposti in armonia..come prodi e tremonti,fedele confalonieri, padoa schioppa, lucia annunziata e john elkann..non la trova una cosa "lodevole"? questo è il link del comitato esecutivo http://www.aspeninstitute.it/AspenWeb/AspenWeb.nsf/esecutivo?OpenForm&Lingua=I&Area=10000 ..a tempo perso..dia un'occhiata..carino anche il logo..concludo,e questa volta veramente,porgendo alla sua attenzione di avvocato e persona competente in materia giuridica un'argomento,ovvero il signoraggio, ho letto una tesi di laurea sul signoraggio (http://bankitaliasignoraggioenwo.blogspot.co) in cui si fà riferimento a materie giuridiche,si indicano processi, si menzionano leggi,e si fanno nomi,una lettura sicuramente interessante,volevo chiederle cosa ne pensa,come ad esempio del fatto che la banca d'italia ( quindi chi batte moneta) e per il 95% privata e per il 5% statale (inps) quando l'art.1 della costituzione recita che il popolo è sovrano..e lo stesso art.1 dello Statuto della Banca d’Italia recita che: “La Banca d’Italia è istituto di diritto pubblico";nell’esercizio delle proprie funzioni, la Banca d’Italia e i componenti dei suoi organi operano con autonomia e indipendenza nel rispetto del principio di trasparenza, e non possono sollecitare o accettare istruzioni da altri soggetti pubblici e privati. La mia ignoranza in materia giuridica(e non solo) mi fà pensare, che se non possono sollecitare o accettare istruzioni da altri soggetti pubblici e privati,e la banca d'italia lo è per il 95% ,evidentemente c'è qualcosa che non ho capito..ma d'altronde sono giovane e ho ancora molto da imparare,a volte penso che forse dovrei concentrarmi più sulle materie da dare che su altre questioni,ma è la mia curiosità che comanda purtroppo..seguo sempre il suo blog,e personalmente credo che ciò che scrive lei e solange sia meglio di ciò che scrivono tg e quotidiani,o almeno..la lettura è "integrale" senza tagli e manipolazioni..anche se haimè i discorsi non sono dei più allegri..sperando di aver insinuato un pò di altra "curiosità" su altri punti che meritano secondo me attenzione,la ringrazio se ha letto fin qui,e mi scusi se ho scritto cosi tanto e toccando più argomenti,(anche se forse quello di fondo è uguale..)

marco.

Anonimo ha detto...

il vero potere è quello economico e i politici sono i suoi servi... la democrazia ovviamente non esiste, il popolo non conta nulla. l'unica soluzione è spazzare via questa casta politica serva e infame.

Anonimo ha detto...

i paesi che hanno bandito la massoneria nella storia sono stati: l'Italia con Mussolini, la Germania con Hitler e la Russia con il comunismo. Preferisco la massoneria con Franklin e Cavour, Garibaldi e Mazzini se non ti dispiace...


p.s. Verde è il colore di Venere

Anonimo ha detto...

Sono daccordo "Anonimo" troppo facile tirare sempre in ballo la massoneria......ma le guerre nel mondo si combattono a causa di fanatismi religiosi o della massoneria, le stragi di popolazioni intere sono state fatte in nome della massoneria ? ......non risulta.
Questi termini generici, imprecisi creano solo confusione e caccia alle streghe.......guarda caso.

Stefania Nicoletti ha detto...

Ciao a tutti.

Per Marco Bove, che tempo fa aveva chiesto qualcosa a proposito dei rapporti tra fascismo e massoneria: sono quella che farà la tesi di laurea su questo argomento. O meglio, che sta pensando di prepararla: sempre che me lo permetteranno. :-)

Cercherò di riassumere e di riportare le cose più importanti, anche se il tema è molto più complesso di quanto sembri.

Il rapporto fra fascismo e massoneria è a dir poco ambiguo e, al di là dei proclami propagandistici di Mussolini, fu tutt’altro che conflittuale, a cominciare dal finanziamento offerto da alcune logge milanesi alle squadre fasciste che si apprestavano a marciare su Roma. Il programma del movimento, per la parte sociale, si poneva il piano della massonica “democrazia del lavoro” e fu elaborato dal “fratello” Alceste De Ambris. Impossibile elencare qui tutti i fascisti massoni: sono davvero troppi, anche tra gli stessi fondatori dei Fasci di Combattimento nel 1919. Tra i più noti: Italo Balbo, Dino Grandi, Roberto Farinacci, Michele Bianchi, Emilio De Bono, Giacomo Acerbo, Achille Starace. E Licio Gelli, la cui ascesa iniziò proprio in seno al regime fascista.

La Massoneria di Piazza del Gesù (Gran Loggia Nazionale d’Italia, di rito scozzese, separatasi dal Grande Oriente nel 1908), guidata in quegli anni da Raoul Vittorio Palermi, appoggiò l’ascesa del fascismo. Ma anche l’allora Gran Maestro del GOI Domizio Torrigiani augurò il successo al governo di Mussolini dopo la Marcia su Roma. In seguito, Palermi continuò ad appoggiare il fascismo, arrivando a conferire a Mussolini la sciarpa e il brevetto di 33esimo grado. Palermi figurò anche tra gli informatori dell’OVRA, la polizia politica fascista. Torrigiani invece se ne discostò, pur continuando a mantenere presenze massoniche del GOI nei gangli finanziari dello Stato (emblematico il caso del massone Beneduce a capo dell’IRI).

Se è vero ciò che diceva Antonio Gramsci, che la Massoneria fu “il vero e autentico partito della borghesia italiana”, non si fa fatica a capire come mai appoggiò l’ascesa al potere del fascismo. Il movimento di Mussolini, infatti, si presentava sia come anticapitalista (pur ricevendo finanziamenti dai più grandi gruppi industriali e bancari esteri, soprattutto francesi, inglesi e americani; ma, si sa, pecunia non olet), sia come antibolscevico, anticomunista e antiproletario. Mussolini, nei suoi discorsi demagogici, attaccava sia i grandi industriali sia i proletari. Si presentava quindi come il difensore della piccola e media borghesia, che fu infatti il maggiore sostenitore del fascismo, vedendo in pericolo i propri interessi economici dopo l’occupazione delle fabbriche nel cosiddetto “biennio rosso”. Si unirono così gli industriali del Nord e i latifondisti del Sud, che minacciati dalle lotte degli operai e dei braccianti, trovarono nel fascismo un naturale alleato. Nel blocco confluirono elementi dell’esercito e della burocrazia: quindi una parte non indifferente della base massonica italiana.

Nel febbraio del 1923, Mussolini dette però il via a una campagna antimassonica, impartendo agli iscritti del Partito Fascista la direttiva di sciogliere ogni vincolo con le logge. Nel 1925 presentò una legge contro le associazioni segrete, la cosiddetta “Legge contro la massoneria”, che in realtà non cita mai esplicitamente la massoneria, ma parla solo di “associazioni segrete ed operanti anche solo in parte in modo clandestino od occulto e i cui soci sono comunque vincolati da segreto”. Infatti Antonio Gramsci, che in quell’occasione tenne il suo unico discorso alla Camera, ebbe a dire: “La realtà dunque è che la legge contro la massoneria non è prevalentemente contro la massoneria; coi massoni il fascismo arriverà facilmente ad un compromesso”.

Nel discorso alla Camera del 16 maggio 1925, Mussolini affermava che la società italiana era dominata da un manipolo di uomini mediocri, divenuti potenti solo perché massoni. Ma in un’intervista tessé le lodi della massoneria tedesca, inglese e americana. Tre giorni dopo la legge fu approvata dalla Camera, con 289 sì e solo 4 no. Fra gli assenti al voto, i massoni Aldo Finzi e Dino Grandi. Lo stesso Dino Grandi che il 25 luglio 1943, spinto dai massoni americani (che ebbero un ruolo fondamentale nello sbarco degli Alleati in Sicilia), orchestrò la caduta di Mussolini presentando l’ordine del giorno che lo sfiduciò.

E, a proposito di Gran Consiglio del Fascismo, c’è da sottolineare che i quattro quinti del Gran Consiglio che dichiarò fuori legge la massoneria erano formati da massoni. Mussolini sembrava irriducibile nei confronti della libera muratoria: era uno dei pochi socialisti a non aver indossato il grembiulino. Tuttavia affidava i destini finanziari e industriali del Paese a figure come Alberto Beneduce (suocero di Enrico Cuccia), socialista e massone, che il Duce scelse per creare l’IRI, l’Istituto per la Ricostruzione Industriale, e in seguito per riorganizzare la Banca d’Italia.

Dopo la legge del ’25, oltre ai massoni apertamente antifascisti, ci fu anche chi scelse la via della moderazione e del tiepidismo, rinunciando a esprimere qualsiasi forma di dissenso: così facendo, alcuni massoni continuarono a godere nella società italiana di posizioni anche altamente prestigiose. Questo è il caso, per esempio, oltre che del già citato Beneduce, anche del favorito di Giovanni Agnelli: Vittorio Valletta, direttore generale e amministratore delegato della Fiat dal 1929 al 1946, quando ne divenne presidente.

Ma se il Duce, almeno a parole e negli atti pubblici e ufficiali, si scagliava contro la massoneria, non fu così duro nei confronti dei Rosa Croce. Una figura chiave nei rapporti tra Rosa Croce e Mussolini fu Giuseppe Cambareri. Teosofo, rosacruciano ed esoterista, si presentò quale antimassone, giacché i massoni erano ormai troppo invischiati nella politica e quindi contro-iniziati. Fu lui a proporre a Mussolini di utilizzare la “Fraternitas Rosicruciana Antiqua” quale strumento per attenuare l’isolamento dell’Italia, o quantomeno aggirare l’ostacolo delle sanzioni economiche deliberate dalla massonica Società delle Nazioni dopo l’aggressione italiana all’Etiopia. L’Italia era accusata di aver bombardato obiettivi civili, di aver fatto uso di gas asfissianti e di aver colpito bersagli protetti dalla (massonica) Croce Rossa. Il tentativo andò avanti per alcuni anni, almeno fino al 1938. Il 5 marzo 1937 Mussolini ricevette a Palazzo Venezia 120 rosacroce statunitensi dell’AMORC di Harvey Spencer Lewis. Attraverso la mediazione e l’attivismo di Cambareri molti antichi massoni tornarono a ronzare attorno ai poteri forti. Un percorso culminato nella massonica Conferenza di Monaco.

Uno sguardo all’estero: il regime fascista di Mussolini fu sostenuto dagli anglo-americani fino a quando l’Italia entrò in guerra a fianco di Hitler (anch’egli finanziato da capitali esteri). Essere sostenuto dagli anglo-americani significa sostanzialmente essere sostenuto dalla massoneria anglo-americana, che è il vero governo-ombra. Solo per fare alcuni esempi: si sa già tutto sull’ “intensa simpatia” che il massone Winston Churchill nutriva nei confronti di Mussolini. Inoltre l’ambasciatore americano in Italia, William Philips, disse che Mussolini aveva “portato ordine dove c’era il caos”. Frase non casuale, dato che ricalca il motto massonico “ordo ab chao” (=“ordine dal caos”).

Infine, i simboli. Fondamentali per capire sia la massoneria che il fascismo. Solo per fare un esempio, il sigillo del Rito Simbolico Italiano (formatosi ufficialmente a Milano nel 1876), oltre a contenere i soliti simboli massonici (stella, squadra, compasso), è costituito da un aquila che sovrasta un fascio littorio. Molto simile allo stemma della Repubblica Romana del 1848-49, e identico, ripeto IDENTICO all’aquila con il fascio littorio che si trova al centro della bandiera della Repubblica Sociale Italiana, lo Stato fantoccio creato dai nazisti e da Mussolini a Salò, all’indomani dell’armistizio dell’8 settembre 1943. Un caso? Tra l’altro: “Rito Simbolico Italiano”=RSI. “Repubblica Sociale Italiana”=RSI. Ma questo sarà sicuramente un caso… :-)

Spero di essere stata abbastanza esauriente. Per approfondire, consiglio:
- Gianfranco de Turris (a cura di), “Esoterismo e fascismo. Storia, interpretazioni, documenti”, Edizioni Mediterranee, Roma, 2006
- Michele Terzaghi, “Fascismo e massoneria”, Arktos, Milano, 2000
- Gianni Vannoni, “Massoneria, fascismo e Chiesa cattolica”, Laterza, Roma-Bari, 1980

Oltre ai fondamentali:
- Antonella Randazzo, “Dittature. La storia occulta”, Il Nuovo Mondo Edizioni, Padova, 2006
- Ferruccio Pinotti, “Fratelli d’Italia”, BUR-Rizzoli, Milano, 2007

Stefania Nicoletti ha detto...

Per gli ultimi due anonimi.

In realtà la questione è molto più complessa di come dite voi.

Non è vero che le tre dittature europee misero al bando la massoneria. O meglio, cioè avvenne, ma solo a livello ufficiale. In realtà furono tutte e tre appoggiate dalla massoneria, sia nella loro ascesa, sia in seguito. Anche il bolscevismo in Russia. Quasi tutti quelli che hanno fatto la rivoluzione bolscevica nel 1917, poi, erano massoni. Compresi Lenin e Trotsky. Del resto, se vogliamo arrivare alle origini del comunismo, anche Marx, Engels e Bakunin erano massoni.

All'altro anonimo: le guerre e le stragi di popolazioni intere ovviamente non sono fatte IN NOME della massoneria: non sono mica così idioti? Si inventano una scusa, un pretesto, o un casus belli, e uccidono. O, ancora meglio, spingono altri a uccidere per loro. Divide et impera.

Il verde non è solo il colore di Venere. Per i massoni è collegato alla dialettica luce (funzione clorofilliana) e tenebre (la vegetazione affonda le radici nel grembo della terra). Quindi rappresenta la solita contrapposizione vita-morte, luce-ombra. Il verde è anche il colore convenzionale del Grande Oriente d'Italia.

Anonimo ha detto...

secondo lei le malefatte di chi abusa dei contatti e del potere interpersonale che derivano naturalmente da un´associazione iniziatica sono un motivo per parlare della suddetta in maniera negativa?

se sí, mi ritengo autorizzato a considerare la chiesa cattolica una associazione di potenziali pedofili.

il discorso de te riportato, nicoletta, ha da un pregiudizio di fondo, il pregiudizio massone=cattivo imperialista.

lo stesso pregiudizio alla base della petizione nel post.

grazie infinite per il commento, dettagliato e importantissimo.

puoi dire qualcosa del rapporto col nazismo?

cercatore lontano

Anonimo ha detto...

E' giustamente lo si usa per firmare le condanne a morte dato che il conore di rinascita?!?. La massoneria non è un'associazione segreta, ma un'associazione con dei segreti. Se vi andate a leggere invece di sparare cazzate a gogo i pamphlet pubblicitati (perchè si la massoneria fa pubblicità) della Great Lodge of England vedrete che le cose stanno un po' differentemente.
Esistono gruppi di potere e il nostro paese era nel mezzo della guerra fredda con il più grande partito comunista della storia, quindi questi poteri hanno avuto terreno facile in un paese diviso. Alcune logge sono state usate da gli americani, la P2 su tutte, per tenere unito un gruppodi potere e di pressione in ottica anti-comunista. La massoneria è un club, non è una consorteria, ci sono poteri molto più potenti tra cui la chiesa cattolica, in america la massoneria è più una confratenita di mattacchioni che perpetuano le sbevazzate del college. In america le iniziazioni si fanno nei cinema! chissà quali omicidi e colpi di stato staranno tramando. Ma perhè dovrebbero uccidere una nicaraguense e un avvocato di Teramo, quando lo potrebbero semplicemente farlo passare per pazzo.

Poi mi venite a parlare dei Rosa Croce...i rosa croce non esistono, esiste il grado di cavaliere di Rosa Croce nella massoneria di rito scozzese. PUNTO.

Esistono dei gruppi di potere trasversali, createsi per la dissoluzione totale di una grande classe politica, che ha fatto letteralmente risorgere il paese, e che è stata fatta fuori da quella finta rivoluzione chiamata Tangentopoli. Se uccidi la politica, hai solamente bande di farabutti che tentano di accaparrarsi il potere. Non massoneria ma farbutti.

Anonimo ha detto...

la politica italiota è piena di farabutti che devono essere mandati a casa e poi forse avremo una vera democrazia. per ora la democrazia in questo paese marcio non esiste e molta gente per fortuna lo ha capito.

Anonimo ha detto...

Il tirar in ballo sempre il fantasma della massoneria, dei poteri occulti ecc..... sembra più congeniale a chi vuol far apparire più potenti e inarrestabili certi personaggi....un pò come in natura quando certi animali si gonfiano per sembrare più grossi. Esiste un termine nella nostra Legislazione che racchiude perfettamente tutti quei comportamenti illeciti compiuti in gruppo : ASSOCIAZIONE A DELINQUIERE che sia perpretata da Appartenenti a comunità religiose a massonerie a mafie varie a associazioni sportive culrurali fino ai Boyscouts.....un termine equilibrato laico e non discriminante.
Buona Pasqua a Tutti ( in senso religioso e laico)

Anonimo ha detto...

Leggere un blog di questo tipo è molto, molto triste. M'è capitato di conoscere gente che riceveva tranquillissime telefonate notturne di persone che avevano sbagliato numero e pensavano fossero in realtà agenti CIA che spiavano. M'è capitato anche di incontrare gente che quando passava loro davanti una macchina rossa montavano un castello di congetture sul fatto che rosso è il colore del sangue e quindi sarebbero rimasti coinvolti in un incidente. Anche a chi non arriva a questi estremi fa comunque comodo trovare un colpevole a cui attribuire i propri fallimenti. Come fare allora a districarsi in un crogiuolo dietrologico come gli articoli qui pubblicati e scoprire se sono puri vaneggiamenti o nascondono barlumi di verità? Un metodo c'è: cercare di individuare negli scritti alcuni punti che siano evidentemente sbagliati. E qui se ne trovano diversi. Chiudendosi dietro il "non so di esoterismo" si omette di spiegare, ma altrove viene riportata una certa interpretazione "simbolica" dei fatti. Allora mi chiedo: o la simbologia la si conosce o non la si conosce. Chi sa anche poco della Massoneria, come il sottoscritto, non può tuttavia esimersi dal rilevare delle importanti imprecisioni e sono queste le cartine di tornasole che portano a concludere che il valore complessivo di questo blog finisca per essere assolutamente modesto se non dannoso. La storia della rosa è ridicola. I moderni Rosa+Croce sono una piccola associazione completamente estranea alla Massoneria. Il grado Rosa+Croce del Rito Scozzese Antico e Accettato non va confuso con l'associazione omonima. A tirar per i capelli le cose di possibili spiegazioni dietrologiche se ne trovano a iosa, ma la realtà è diversa. Perchè non considerare allora tutta l'altra simbologia della rosa legata alla tradizione mariana (Rosa Mystica)? O risalire fino al "Roman de la Rose" per concludere che la Massoneria condizionava le sorti del mondo fin dal Medioevo? O ancora vedere come capo occulto di tutto il complotto mondiale il povero storico ASOR ROSA (reo di avere un cognome che è addirittura simbolicamente palindromico!) Se l'autore di questo blog e i suoi seguaci osservassero il mondo con meno pregiudizi forse riuscirebbero a comprendere che i simboli hanno un valore archetipico il cui modo di fissarsi e trasmettersi è ancora oggetto di mistero. Quello che è certo è che molti simboli hanno una valenza pressochè universale ed è quindi facile attribuire ad una qualsiasi cosa un significato simbolico o rituali. Il simbolo è come il numero: se lo manipoli bene puoi dimostrarci pressochè tutto. Il mio consiglio personale, a tutti coloro che leggeranno queste mie righe, è di pensare con la propria testa, di incolpare prima di tutto noi stessi per i nostri fallimenti e non attribuire le colpe di ciò che non è come vorremmo a fantomatiche istituzioni o agli extraterrestri. Continuando così saremo bambini che mai crescono. E' invece necessario rimbocarsi le maniche ed essere testimoni di un modo autonomo, libero ed incondizionato di vedere le cose. Troppo semplice dire "è colpa della Massoneria, degli omini verdi, del papa e così via". No, signori, in questo modo ci si piange addosso e non si cresce. La petizione ai politici è quanto di più ILLIBERALE abbia mai letto: perchè dichiarare l'appartenenza alla Massoneria e non all'Opus Dei, al circolo del golf, ai donatori di sangue, agli ex combattenti o ai boy scout? Facciamo anhe che uno debba dichiarare ilproprio orientamento sessuale e raccontare le sue storie di letto, se frequenta circoli a luci rosse e via dicendo? Ma se svolge onestamente e bene il compito di amministratore che importanza ha? A proposito, se fossi massone e leggessi tutte queste cose mi verrebbe davvero voglia di conquistare il mondo...anche solo per darvi ragione.

Abate Vella ha detto...

X Stefania Nicoletti,

sarei interessato ad avere notizie circa il ruolo della massoneria americana nello sbarco alleato in Siiclia.

Puoi indicarmi qualcosa?
Esiste qualcosa in rete? Oppure puoi darmi qualche ragguaglio tu stessa?

Grazie!

X anonimo che ha scritto la seguente:

"Esistono dei gruppi di potere trasversali, createsi per la dissoluzione totale di una grande classe politica, che ha fatto letteralmente risorgere il paese, e che è stata fatta fuori da quella finta rivoluzione chiamata Tangentopoli. Se uccidi la politica, hai solamente bande di farabutti che tentano di accaparrarsi il potere. Non massoneria ma farbutti."

Non mi sembra che qualcuno qui abbia detto che Massone = farabutto.

La massoneria peró favorisce il formarsi di quei "grumi" di potere che poi delinquono. Non solo la massoneria. Anche associazioni come l'Opus Dei (visto che qualcuno l'ha nominata...) possono fungere da "coagulatori".

Stefania Nicoletti ha detto...

Grazie Abate, non avrei saputo trovare una risposta migliore per l'anonimo! :-)

Il ruolo della massoneria americana nello sbarco degli alleati in Sicilia: non so se si trova qualcosa in rete. Molte informazioni interessanti si trovano in "Fratelli d'Italia" di Ferruccio Pinotti. La figura fondamentale è Frank Bruno Gigliotti: massone (di rito scozzese), pastore protestante americano ma di origine calabrese, agente della sezione italiana dell'Oss e quindi della Cia. Fu lui a preparare lo sbarco degli americani in Sicilia, attraverso i rapporti con la mafia e la massoneria siciliana, che tramite lui era direttamente collegata a quella americana scozzesista. Lo sbarco degli alleati in Sicilia fu quindi un'operazione dei servizi segreti americani, che si servirono della mafia e della massoneria siciliane. Il tutto con la regia della massoneria americana attraverso Gigliotti.

Questo in soldoni, ma di cose da dire ce ne sono molte, e sicuramente approfondirò! :-)

Anonimo ha detto...

Non vi viene in mente che le menti "illuminate" tradurranno la Vs. richiesta (petizione) nei soliti termini di PROBLEMA-REAZIONE-SOLUZIONE avendo ben piacere di far concentrare il bersaglio su un unica forza in campo avendo il totale controllo delle restanti forze avvalendosi cosi del mezzo del ricatto verso i controllati "fratelli minori"?

Paolo Franceschetti ha detto...

Per l'anonimo che invita a pensare con la propria testa e che sostiene che questo blog sia un cumulo di idiozie.

Guardi che questo blog nasce proprio perchè pensiamo con la nostra testa.
Non mi pare di aver mai letto da nessuna parte della legge del contrappasso e dei rosa croce ad esempio.
E' proprio perchè non pensiamo nè con la testa di Berlusconi nè di Veltroni, nè con quella dei giornalisti delle TV e dei giornali nazionali, che nasce questo blog.

E visto che dice che di possibili spiegazioni ad alcuni fenomeni ce ne sono a iosa, perchè non ce ne dice qualcuna?
Lo sa ad esempio che è stato approvato il trattato di Lisbona? E mi può dare una possibile spiegazione, diversa da quella massonica, per giustificare il perchè non si parli di un trattato che introduce la pena di morte per tutti gli stati dell'Unione, e trasforma l'europa in uno stato federale? Per giunta dando poteri quasi assoluti al consiglio e sottraendoli al parlamento europeo?
CI dica lei quale è la spiegazione.
Si sono distratti i giornalisti? Si sono distratti i nostri politici?

Anonimo ha detto...

.....a Lei risulta che la massoneria "in generis" sia favorevole alla pena di morte ? Mi sa dire invece quale sia la posizione ad esempio del Vaticano su tema della pena di morte ? Se il testo è quello.... e se anche è stato ratificato i cittadini Europei sono abbastanza vigili (a quanto pare molto più di alcuni che li governano) e coscienti per fermare certe sortite imbecilli.......... non masssoniche, imbecilli.

Anonimo ha detto...

Mi spiega come è compatibile il trattato di Lisbona con l'art.11 della Cost. Italiana? Inoltre con quali modalità dovrebbe essera applicata la pena di morte nel sistema italiano dato che essa è bandita? Soprattutto mi spiega il verde(perchè sei lei dice che con esso si suggellano le condanne a morte deve avere delle basi per supportare le sue asserzioni)? Adesso, lei parla di e conosce sicuramente meglio di me la giurisprudenza e sostiene che con gli indizi non si va da nessuna parte, ci vogliono prove...lei di prove non ne adduce nessuna, fa solo castelli in aria infangando un'Istituzione centenaria che coi suoi membri ha lottato contro le tirannie, mettendo sempre l'uomo al centro dell'azione. Inoltre, non capisce o non vuole capire che nella massoneria ci sono le mele marce come ci sn nelle chiese e in tutte le associazioni umane, ma la sua egregora risulta sempre illuminata e tesa al perfezionamento umano. Certo lei mi dirà la P2...ma la P2 è una sola loggia ed era una loggia politica usata dagli americani per combattere la minaccia comunista. Frank Gigliotti era un massone ma era soprattutto un agente segreto e come tale agiva, non in quanto massone. La signorina "sotuttoiodimassoneria", non capisce che se ci si prepara ad invadere un paese si parla con tutte le forse o movimenti presenti nel paese, quindi massoneria, chiesa, partiti, mafie etc. Sicuramente gli americani avranno usato un vescovo per parlare con la chiesa siciliana(e non ci trovo nulla di male in questo), ma perchè questo non suscita scalpore? Perché prima di perdere tempo nel vostro complottismo e partorire una petizione Illiberale e Reazionaria come questa, non provate a dialogare con l'altra parte? vi consiglio la lettura prima di tutto di: http://www.freemasonry.bcy.ca/anti-masonry/anti-masonry01.html
sembrate tanti piccoli Leo Taxìl...

Anonimo ha detto...

http://www.freemasonry.bcy.ca/anti-masonry/anti-masonry01.html

Giame ha detto...

Videmus nunc per speculum et in aenigmate

Stefania Nicoletti ha detto...

Caro signor "mipermettodigiudicarechivoglio",

mi sembra che qui chi dice di sapere tutto è Lei, non io.

Io non ho mai detto di sapere tutto di massoneria, non ho questa presunzione. Tanto più che nemmeno i massoni dei gradi più bassi sanno cosa sia la massoneria e quali siano i suoi fini ultimi. Sono semplicemente una che cerca di leggere e informarsi. Le cose che dico sono tutte prese da libri o articoli di altri giornalisti e scrittori (alcuni anche massoni dichiarati, tipo Aldo Mola). E dico sempre da dove le ho prese. Cosa che Lei invece non fa. Facile dare dei complottisti, ma Lei ad esempio dove l'ha presa la notizia degli americani che hanno dialogato con la Chiesa? Eppure dice "Sicuramente gli americani avranno usato un vescovo per parlare con la chiesa siciliana". Beh, è un'affermazione forte. Molto più forte di altre che sono apparse su questo blog. Può supportarla con delle prove, dato che nel Suo post fa la filippica a uno che di prove ne sa più di Lei? Per quanto mi riguarda può anche essere vera. Ma, vede, io a differenza Sua lascio aperte tutte le porte e non ho la presunzione di usare parole tipo "sicuramente". "SICURAMENTE", a casa mia, vuol dire che non esiste alcun margine di dubbio.

Anche quando parla di Gigliotti. Beh, io ho detto dove ho l'letto. Lei dice "Frank Gigliotti era un massone ma era soprattutto un agente segreto e come tale agiva, non in quanto massone". Ah sì? E come fa a esserne così sicuro? Poi dice a me che so tutto io! A parte il fatto che l'ho detto che era un agente segreto, e se rilegge bene il mio post vedrà che ho anche detto chiaramente che lo sbarco degli alleati in Sicilia è stata un'operazione dei servizi segreti americani.

Saluti dalla signorina "sotuttoiodimassoneria"

Stefania Nicoletti ha detto...

Per Cercatore Lontano.

Mi chiedi del rapporto col nazismo.

Qui ci sarebbe tutto il discorso sull'esoterismo, che era molto presente nel nazismo. Invece, per quanto riguarda la massoneria come istituzione, conosco molto meglio la situazione italiana e il fascismo. Ma anche in Germania Hitler faceva proclami contro la massoneria. A differenza di Mussolini, a cui interessava soprattutto che i massoni non interferissero con il suo potere (per questo, in sostanza, ha fatto quella legge, che in realtà mirava a colpire e a tenere sotto controllo le associazioni, ed è erroneamente passata alla storia come "legge contro la massoneria"), Hitler denunciava il complotto "giudeo-massonico", discorso che si inseriva nel più generale attacco contro gli ebrei. Salvo poi essere finanziato, nella sua ascesa e nel consolidamento del suo potere, dai più grandi banchieri ebrei.

Comunque approfondirò l'argomento. :-)

Paolo Franceschetti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo Franceschetti ha detto...

Guardi... non ho infangato un istituzione centenaria.
Se leggerà il mio articolo sulla legittimità costituzionale della massoneria vedrà che ho scritto che la massoneria era un passaggio necessario per poter transitare dallo stato assoluto ad un'altra forma di stato.
Solo una società segreta infatti, come è la massoneria, poteva rovesciare le monarchie.

Quindi ciò che siamo oggi, nel bene e nel male, lo dobbiamo alla massoneria.

La massoneria però ha instaurato una forma di stato poco trasparente, in cui il cittadino viene preso quotidianamente per il culo, perchè le reali decisioni per il paese non vengono prese in sede politica, ma in sede massonica.
E le decisioni più importanti vengono fatte passare sotto silenzio.
Come appunto, questo Trattato di Lisbona adottato da poco.

Come viene reintrodotta la pena di morte? Semplicemente con la ratifica da parte dell'Italia (per ora ancora non avvenuta per via delle elezioni... ma la Francia già l'ha ratificato) perchè il trattato prevale sulla Costituzione italiana.

Inoltre guardi... lo so che i miei articoli sono molto forti e sembrano una condanna della massoneria nel suo insieme.
Ma so anche che il dialogo è essenziale, perchè penso che la massoneria sia così forte nel mondo che la sola speranza per l'umanità provenga dalla massoneria stessa, in particolare da quelle basi, generalmente pulite, dei gradi più bassi. Quelli interessati al progresso dell'uomo, alla consapevolezza di se stessi,e al miglioramento della civiltà.

Ad esempio, sono sicuro che se facessimo un indagine tra tutte le decine di migliaia di persone iscritte alla massoneria, nessuno saprebbe dirmi che cosa è il Trattato di Lisbona. E sono sicuro che la maggioranza non lo approverebbe.

Quindi ciò che penso è che le istanze di rinnovamento della società un giorno dovranno pervenire dalla massoneria stessa, e dal dialogo interno ad essa, il giorno in cui gli stessi massoni si renderanno conto delle conseguenze del sistema attuale.

Cosa che sta già avvenendo, come mi dimostra questo scritto della gran loggia di Sicilia.

Infine, non voglio difendere la signorina "sotuttoiodimassoneria", però credo che la signorina sappia perfettamente che quando si invade un paese si dialoga con tutti, comprese mafie e massonerie...
E credo che la signorina "sotuttoiodimassoneria" le risponderebbe che forse, uno dei problemi degli stati contemporanei, è che non si dovrebbe dialogare con la mafia, caro signore "sicapisceperfettamentechesonomassoneecheprobabilmentecredoinquestaistituzionemanonhoneancheideadiciòchecombinanoaivertici".
:-)

Mi perdoni l'ironia. Ma sa, anche a me mi soprannominano "untempoerocattolicoenonimmaginavoaffattociòchecombinavanoiverticidellachiesaquindicapiscoperfettamenteimassoni".

Anonimo ha detto...

cara nicoletta.
i legami nazismo-esoterismo - senza falsa umiltá - li conosco abbastanza bene.
Il libro di Giorgio Galli é un medio compendio, il piú interessante volume di René Alleau é ben piú importante. Dietrich Eckart, la Thule Gesallshaft, Himmler che si credeva la reincarnazione di Enrico l'Uccelatore.
é proprio a tale punto che mi interessa il rapporto con la massoneria, e lo scontro col complotto "giudeo-massonico".
perché che questo esista o meno, andando a naso direi che le idee alla base della massoneria (i LandMarks) sono assolutamente opposte alla filosofia pagana di Wewelsburg.

(quindi dovessi essere posto di fronte ad una scelta, sarei definitivamente al fianco dei giudeo-massoni)

il "clash" é quantomai interessante, dato che probabilmente il nazismo ha le sue orgini profonde negli Illuminati di Weishaupt, ai quali peró vengono accostati allo stesso tempo Bnai-Brith e Massoneria in genere, facendo spesso un minestrone-calderone in cui é difficile distinguere chi é cosa, soprattutto dal momento che se non si é degli "iniziati" (non esclusivamente alla massoneria, intendo) non credo si possa aver modo di capire che tipo di "battaglia" sia stata combattuta, e chi la abbia in realtá vinta soprattutto.
ma qui potremmo aprire una pagina triste...

cercatore lontano dalla veritá

Abate Vella ha detto...

Volevo fare una precisazione:

qualcuno diceva che gli unici paesi nella storia che hanno bandito la massoneria sono Germania, Italia, Russia in certi momenti storici.

Per quanto ne so io, la massoneria é bandita attualmente in tutti gli stati islamici eccetto due o tre (uno é il Marocco, gli altri due non ricordo).

Anonimo ha detto...

.....credo che l'unico vero problema che rifuarda la massoneria è il vincolo di segretezza, che nei tempi in cui viviamo non ha più alcun senso, non solo permette ad inquinatori di agire su terreno fertile.Sarebbe utile, alla massoneria stessa, la massima trasparenza ed esposizione/diffusione della propria filosofia, visione della vita.Lancio una provocazione: fondate il Partito massonico europeo......con tanto di esposizione di idee programmi e quant'altro.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 12:01, sarebbe interessante una maggiore chiarezza nei concetti che esprimi. Che intendi con "...facendo spesso un minestrone-calderone in cui é difficile distinguere chi é cosa, soprattutto dal momento che se non si é degli "iniziati" (non esclusivamente alla massoneria, intendo) non credo si possa aver modo di capire che tipo di "battaglia" sia stata combattuta, e chi la abbia in realtá vinta...". Davvero credi che esistano battaglie di tipo "superiore"? in che senso? Filosofico? Magico? Politico? Soprannaturale?. A me pare che il nazismo la guerra l'abbia persa in in quanto sistema economico impossibile da mantenere in una situazione di guerra perenne in cui la parte produttiva del paese viene mandata al macello contro potenze economiche superiori. Spiega, per favore.

Anonimo ha detto...

Mi piacerebbe sapere a quale "trattato di Lisbona" si fa riferimento e se si tratta del trattato firmato a Lisbona il 13 dicembre del 2007. In questo caso mi piacerebbe ancor più sapere dove introduca la pena di morte. Mi sono preso la briga di leggerlo per intero e francamente di questi pericoli non ne ho trovati. Così com'è lo ratificherei subito. Riporto testualmente "ispirandosi alle eredità religiose, culturali, unamistiche dell'Europa da cui si sono sviluppati i valori universali dei diritti inviolabili ed inalienabili della persona, della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza e dello Stato di diritto". E più avanti: "L'Unione si fonda sui valori del rispetto della dignità umana, della libertà, della democrazia,
dell'uguaglianza, dello Stato di diritto e del rispetto dei diritti umani, compresi i diritti delle
persone appartenenti a minoranze. Questi valori sono comuni agli Stati membri in una società
caratterizzata dal pluralismo, dalla non discriminazione, dalla tolleranza, dalla giustizia, dalla
solidarietà e dalla parità tra donne e uomini". Se poi il potere viene trasferito al Consiglio invece che al parlamento, beh io sono d'accordo. Se l'Europa diventa una federazione, beh IO sono d'accordo. E se questo è prodotto della Massoneria, se quelli sono i suoi valori, allora qualcuno mi dice come si fa a fare domanda per affiliarsi?
Mi sembrano discorsi molto più sensati che vaneggiare sui Rosa Croce o sulle moto che si guastano o sul colore verde per firmare...
Alla signorina che scrive di massoneria e fascismo e che si pregia di riportare le fonti (a giustificazione di un metodo encomiabile per quanto riguarda la ricerca storica) vorrei far presente che le uniche fonti efficaci a questo proposito sono i DOCUMENTI ORIGINALI, non le conclusioni che altri autori han tratto sugli argomenti in discussione. Mi spiego con un esempio: se riporto a sostegno delle mie ipotesi sulla Massoneria gli scritti di Franceschetti sarei giudicabile come storicamente attendibile sull'argomento?
Secondo me avete tutti fatto domanda d'ammissione ma l'hanno rifiutata (e han fatto benissimo).

Anonimo ha detto...

Il probelma di fondo è l'approccio italiano alla massoneria. Un partito massonico, non esiste e non esisterà perchè nella Massoneria Regolare è proibita la discussione di tematiche politiche nei lavori di Loggia e l'utilizzo delle Loggie per fini politici. La P2 allora mi direte voi cari miei amici complottisit? Innanzitutto poche Grand Lodges mondiali hanno considerato la Massoneria Italiana come Regolare, e quest'ultima e 400 e 406 Loggie del G.O.I. votarono la cancellazione della P2 come Loggia Regolare. La P2 d'ora innanzi è da considerare come un club privato. Oltretutto la P2 per composizione, finalità e anche modalità d'iniziazione ha poco o nulla di Massonico. Lo stesso Gelli, per sua ammissione ha sempre trovato noiosi i lavori di Loggia.
Cmq, con sta storia che nei ranghi elevati della Massoneria si sappia tutto e i Fratelli "inferiori"?!? siano dei perfetti coglioni che credono alle favole avete un po' stufato.
Per la Sig.na Nicoletti:
"Anche quando parla di Gigliotti. Beh, io ho detto dove ho l'letto. Lei dice "Frank Gigliotti era un massone ma era soprattutto un agente segreto e come tale agiva, non in quanto massone". Ah sì? E come fa a esserne così sicuro? Poi dice a me che so tutto io! A parte il fatto che l'ho detto che era un agente segreto, e se rilegge bene il mio post vedrà che ho anche detto chiaramente che lo sbarco degli alleati in Sicilia è stata un'operazione dei servizi segreti americani." Si rende dell' organicità del suo pensiero? Cmq, io non so quali siano le origini del suo odio anto-massonico e del suo velato anti-semitismo( hitler finanziato dagli ebrei, lol), ma mi dispiace. Mi dispiace perché questi sentimenti sono la base del proclama, di questa sorta di "petizione politica" che state portando avanti. E' Illiberale e odora di progrom. Perché non lo fate anche per l'Opus Dei o per la Chiesa Cattolica? Perché la Chiesa Cattolica resta impunita per l'emissioni delle antenne di Radio Maria per esempio?
Purtroppo, la Massoneria non è forte come pensate, l'Italia è un paese diviso e tetro di una lotta fratricida per decenni che ha fatto sì che diversi poteri si siano scontrati nel corso degli anni.

all' avv. Franceschetti:

Ribadisco anche a lei il concetto preoccupante di illiberalità di questa folle petizione. Come fa a dialogare con la Massoneria se vuole bandire e ostracizzare i suoi membri con la sua petizione?
Inoltre, mi dice dato che è un giurista dove nel Trattato di Lisbona o nella Carta fondamentale dei Diritti dell'uomo si è a favore della pena di morte? http://it.wikisource.org/wiki/Trattato_di_Lisbona_che_modifica_il_trattato_sull%27Unione_europea_e_il_trattato_che_istituisce_la_Comunit%C3%A0_europea_-_Trattato%2C_Lisbona%2C_13_dicembre_2007
le allego il testo così le sarà più veloce la lettura, che cmq non le sarà difficile in quanto esperto in contrattualistica giusto?
E le chiedo di nuovo una spiegazione logica dell'uso del verde per le condanne a morte, io userei il blu, dato che il verde è colore di Venere e come ha già detto la Sig.na Nicolelli è colore di rinascita?

stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus

p.s. Nicoletti la tesi non l'accetteranno, poi le spiegherò il perché

Stefania Nicoletti ha detto...

Per Cercatore lontano dalla verità:

Interessante quello che dici. Vedo che sei molto informato su questo tema. Io so qualcosa, ma non ho ancora letto libri specifici. Anzi, grazie per i consigli sui libri. Di Giorgio Galli immagino che tu intenda "Hitler e il nazismo magico". Non l'ho letto ma provvederò, anche perché l'argomento m'interessa molto.
Se hai informazioni e consigli, sono bene accetti. :-)
Per quanto riguarda i rapporti con la massoneria, so che è stata messa al bando da Hitler nel 1935. Una delle logge sopravvisse rinunciando praticamente a tutte le sue caratteristiche specifiche e impegnandosi a verificare le orgini tedesche degli affiliati. E il nome venne cambiato da Ordine Massonico a Ordine Cristiano Germanico. Il che contrasta con il professato paganesimo di moltissimi (e tra i più influenti) membri del NSDAP. Tra cui Himmler, che tu hai citato, e che diceva che è meglio essere pagani che cristiani. Ma del resto questo rapporto ambiguo e controverso con la religione cristiana è sempre presente nel nazismo. Alcuni auspicavano un ritorno allo gnosticismo, altri erano pagani, altri ancora atei... Hitler credeva in una sorta di Cristo "ariano", ma non si sa bene come la pensasse, probabilmente perché in realtà non pensava, nel senso che non aveva un'idea precisa a riguardo, e perché era un pazzo. Nel vero senso della parola. Psicoprogrammato nelle cliniche fin dalla gioventù.


Per Abate Vella:

Mi sapresti dire qualcosa sull'islam e sugli stati islamici? Grazie. :-)

Anonimo ha detto...

p.p.s. nel discorso sulla P2 ho dimenticato di scrivere che la sua irregolarità è stata dichiarata nel dicembre 1975.


fraterni saluti

Stefania Nicoletti ha detto...

ixuahAll'anonimo delle 16:42:

Infatti io non cito gli scritti di Franceschetti. Cito studiosi e storici, tra cui anche Aldo Mola, che non mi sembra sia antimassone. E ho parlato di FATTI STORICI, non di conclusioni degli studiosi. Per quanto riguarda i documenti originali: infatti ho parlato della cosiddetta "legge contro la massoneria" e se vuole gliela scrivo tutta, dato che si mette in dubbio la ricerca storica. Tutto quello che ho detto su fascismo e massoneria sono dati ufficiali e fatti storici, non opinioni.


All'altro anonimo delle 16:55

Che c'è, ha deciso di gufare contro la mia tesi sulla massoneria? Tanto non si preoccupi, che se non me l'accettano non mi metto certo a piangere a dirotto. Ho anche altre idee, e se non mi passano questa non è la fine del mondo. Tanto continuerò a parlarne, non si preoccupi.

Come volevasi dimostrare: quando qualcuno non ha argomenti (se ne ha, per favore li tiri fuori, anziché offendere e basta), cominciano a volare paroloni come antimassone e antisemita. Scommetto che se Le dicessi che sono contro la politica dello Stato di Israele, mi accuserebbe subito di essere antisemita. D'altronde l'ha già fatto, e per molto meno. Io su questo neanche Le rispondo. Non merita. Le dico solo che in me non c'è odio. Non odio nemmeno Lei per le cose che mi dice, guardi un po'.
Non ho detto che Hitler è stato finanziato DAGLI ebrei, ma dai banchieri ebrei (il che è un dato di fatto, mi vuole contestare pure questo?). E' molto diverso. Le parole sono importanti, lo sa? Perciò si legga bene quello che scrivo, prima di attaccare.
E, per quanto riguarda la frase su Gigliotti, mi spiega dove starebbe la presunta non organicità del mio pensiero?

Solange Manfredi ha detto...

Per Anonimo.
Lei ha delle capacità veramente straordinarie e di questo me ne complimento. In poche ore è riuscito a leggere non solo un trattato di Lisbona che consta di ben di 279 pagine ma, visto che sono 279 pagine di modifiche a trattati precedenti in cui si legge solo: “le seguenti modifiche... articolo 1, comma b... la frase tot sostituisce la frase tot.., l’art…è abrogato, modifiche orizzontali…modifiche speciali…ecc..”, è riuscito ad analizzare tutte queste modifiche (ovviamente avendo sotto mano anche i trattati precedenti, la Carta europea, ecc..) Veramente notevole. Pensi che vi sono giuristi che ci lavorano ininterrottamente da settimane dalla mattina alla sera, tra trattati, allegati, protocolli, ecc.. Lei invece in poche ore a letto tutto, capito tutto (comprendendo ovviamente anche la portata pratica delle varie clausole) e ratificherebbe domani.
Comprendo il Suo desiderio di affiliarsi. Non è difficile basta anche in questo caso che faccia una veloce ricerca in internet e provi a contattare qualche loggia.
Un saluto

Paolo Franceschetti ha detto...

Caro anonimo

non risponderò alle sue domande perchè la risposta è contenuta in articoli precedenti che si può leggere da solo.

Mi limito a domandare invece il motivo per cui viene su questo sito.
Mi spiego.

Io non condivido la massoneria come istituzione. Ma non vado nei siti della varie logge a dire "voi siete dei cretini. Ma vi rendete conto che siete manipolati da chi vi sta sopra ecc...".
Come non vado in siti satanisti per dir loro che potrebbero impiegare meglio il loro tempo, nè vado nei siti in cui si parla di moda a dir loro che sono dei frivoli e che ci sono problemi più importanti al mondo.
Allora mi piacerebbe molto sapere cosa la spinge a venire in un sito come questo e scrivere cose del tipo "ho letto il trattato di Lisbon ed è meraviglioso" "la massoneria è una bella cosa" "Franceschetti dice un mucchio di cazzate".
Per me può scrivere ciò che vuole.
Ma capire la ragione del suo comportamento per me costituisce una fatica superiore a quella della comprensione dei meccanismi della massoneria.
E rinuncio all'impresa.

Abate Vella ha detto...

"poche Grand Lodges mondiali hanno considerato la Massoneria Italiana come Regolare, e quest'ultima e 400 e 406 Loggie del G.O.I. votarono la cancellazione della P2 come Loggia Regolare. La P2 d'ora innanzi è da considerare come un club privato"

E difatti guarda caso di lí a qualche anno la P2, se non erro esistente da piú di un secolo, fu messa alla gogna... ;)

(e riallacciandomi ad un post precedente di Paolo, direi che in quest'ambito forse si dovrebbe guardare per il caso Sindona)

Per Stefania Nicoletti:

Riguardo ai paesi islamici, non é difficile capire il perché la massoneria sia messa al bando. Essa si pone di fatto come un qualcosa di anti-islamico, un cammino verso la libertá che non coincide con gli insegnamenti del profeta. Questo ovviamente vale per il popolo.

I motivi sono anche politici. Innanzitutto (e qui mi riferisco agli stati della penisola arabica, escluso lo Yemen) da quelle parti chi comanda ha nome e cognome e comanda veramente ed in modo assoluto.

Quando si vuole conquistare il potere non si fanno le gogne mediatiche, le tangentopoli etc etc. Si fa un colpo di stato in famiglia, e chi perde muore.

Ad esempio l'attuale sceicco del Qatar (colui che ha creato Al Jazeera per intenderci) ha spodestato lo zio qualche anno fa, il quale era in visita in Arabia Saudita, e lí é dovuto rimanere.

Una associazione come la P2 (dato che ci siamo...) non avrebbe senso, visto che i componenti sarebbero poi... la famiglia reale! D'altronde se vi fossero componenti diversi, allora sarebbero dei ribelli e dei traditori. E diciamo che la pena non sarebbe solo qualche decina di frustate.

Attualmente i gruppi finanzari anglosassoni stanno tentando di penetrare nell'economia, una specie di cavallo di troia del sistema "democratico" occidentale. Persino in Arabia Saudita i McDonald o i Carrefour stanno spuntando come funghi.

Riusciranno a "democratizzare" il paese? O meglio: riusciranno a prendere in ostaggio il potere degli sceicchi? La paura di colossi come l'Iran e la Cina li sta spingendo sempre di piú verso l'occidente... e verso la massoneria ;)

Anonimo ha detto...

Mi dite dove si parla di pena di morte nel trattato di Lisbona? Voi dite che l'avete letto, cio' implica che sapete citarmelo. Adesso Sig.na Manfredi o Dott. Franceschetti, mi dite esattamente dove(perché se l'avete letto saprete anche velocemente appuntarlo) nel trattato di lisbona si parla a favore della pena di morte? Perchè altrimenti non solo fate la figura di mistificatori ma anche quella di pessimi giuristi.
Inoltre ripropongo il problema del verde?
non mi sembrano delle obiezioni provocatorie, ma delle logiche domande che fino ad adesso non hanno ricevuto risposta.
Nicoletti, senta, quando dice banchieri ebraici, mi sa dire quali? dove sono i documenti su cui si basa la sua affermazione? dove sono le prove storiche. Altrimenti, cara Nicoletti, usando il suo metodo d'indagine storica si puo' arrivare ad attenuare la serponsibilità della cultura occidentale nel genocidio ebraico. Perché cara la mia dottoranda in questo modo si puo' facilmente arrivare a tesi negazioniste, e lì si che c'è antisemitismo, e lasciamo state la politica non condivisibile dello Stato d'Israele per favore, nel nostro discorso non centre.
Questo blog manca di fonti testuali o citazioni necessarie per corroborare una qualsivoglia tesi.
dott. Franceschetti, le mie non sono provocazioni ma sono normali richieste di approfondimento. Invece di parlare delle rose o dei cactus, parli di fonti, documenti precisi o testimonianze affidabili, altrimenti non scriva. Alle tre menti che gestiscono il blog consiglio di rileggersi i metodi di ricerca storici dalla base, Erodoto e Tucidide in primis.

Fraterni saluti

Stefania Nicoletti ha detto...

Senta.

Non risponderò più alle Sue provocazioni/offese.

Solo una cosa, sui banchieri ebrei: i Rothschild su tutti.

Anonimo ha detto...

uhhhh i Rothschild!!! ogni buon sito complottista che si rispetti non puo' mancare di citare i Rothschild! Sa nella sua ricerca storica chi li citò per primo come tra gli ideatori della Seconda Guerra Mondiale? Il buon vecchio pazzo antisemita di Ezra Pound! Non mi risponde perché non sa come rispondermi Nicoletti. Non cita le fonti, Nicoletti. Nicoletti le sarà facile laurearsi se continua così. Che mette nella sua bibliografia come fonte attendibile " I Protocolli dei Savi di Sion"?

Dove sono le fonti, please?

fraterni saluti

Anonimo ha detto...

per l'anonimo delle 16.24

sí potevo essere piú chiaro, hai ragione.
personalmente non so, non posso avere la certezza che esistano reali battaglie di tipo "magico", quello che so é che lo scontro esiste, ed é esistito, almeno da parte hitleriana, a livello esoterico.
eccome.

quando dico che serve avere l'esperienza di una qualche iniziazione per capire di cose si stia parlando, parlo del capire un segreto.
un segreto non si capisce dall'esterno, perché é segreto, o meglio, "secreto" .. .participio passato di "secernere" ovvero qualcosa che esce da te, dopo che lo hai assimilato, ci hai riflettuto, lo hai vissuto. non si puó dire, perché non si é proprio in grado di comunicarlo :)
senza contare che varia da persona a persona, perché ognuno assimila la veritá in maniera unica...quindi non c'é nulla che la massoneria tramandi oralmente, tranne la ritualitá, che aiuta la "secrezione" della propria veritá.
e per questo i veri massoni non sono quelli in alto, perché spesso e volentieri il potere sul prossimo degli alti gradi porta a scordare il "segreto" una volta posseduto.
un po' come diventare cardinale porta a fregarsene della caritá e della fede:)

e per questo pochi sono davvero iniziati.
i massoni che leggono questo e non capiscono o non sono d'accordo sono piú lontani di me. auguri, spero si lavori bene nell'ignoranza crassa:)

nicoletta:

la filosofia hitleriana non é di impossibile accesso. vi sono una moltitudine di opere sulla mitologia "artica", in cui é ben spiegato il collegamento logico tra la germania ariana e la cultura dei Veda nell'India braminica (ergo Aria), passando per le divinitá NordPolari (i libri di un certo autore che non ricordo tipo "La dimora artica dei Veda" -Edizioni ECIG sono "polpettoni" affascinanti).
non parlo di Odino o Wotan, ma di mitologia ben meno "infantile")

il fatto che ci siano elementi di cristianesimo nella propaganda nazista credo personalmente fosse dovuto semplicemente al fatto di non voler precorrere i tempi di una successiva rivoluzione pagana, i cui riti di stato erano giá dal 1933 i raduni di Norimberga.
Fondamentale é il libro "le origine occulte del 3o Reich di René Alleau, per quanto sia stato contestato non poco, non so quanto a ragione. (faccio il fisico, non il filologo)

a proposito, congratulazioni a chi ha letto il trattato di Lisbona in 2 ore:)

scusate il tono saccente, che sicuramente fa a botte col mio nick...
riferisco quel che sono arrivato a sapere, senza la pretesa che sia finita qui, anzi, sperando di venire contestato e ribattuto e convinto magari del contrario.
é tutto work in progress, come (spero) il contenuto di questo blog

cercatore lontano dalla veritá

re Abdallah di Giordania e Arafat erano massoni, ciononostante c'é ufficialmente una Fatwa, analogo islamico alla scomunica cattolica, nei confronti della massoneria:)

Abate Vella ha detto...

X cercatore lontano della veritá:

Non sapevo che Arafat ed il Re di Giordania fossero massoni. Ma non mi meraviglio.

Credo infatti che persino membri delle famiglie regnanti nei vari staterelli della penisola arabica siano vicini a massoni o si "trastullino" un pó con la massoneria.

Ma chi provasse ad aprire una sede da quelle parti non se la passerebbe tanto bene nelle loro prigioni.

Uso il verbo "trastullare" non per spregio, ma nel tentativo di indicare il loro punto di vista. Un pó come gli occidentali che vanno in India a fare Yoga...

Inoltre ripeto vi é una immensa differenza tra la penisola arabica ed il resto del mondo arabo.

Ho letto da qualche parte che anche in Egitto vi é una forte presenza massonica.

Paolo Franceschetti ha detto...

Il trattato di Lisbona modifica precedenti trattati. Si deve innanzitutto aver letto la Costituzione europea del 24.10.2004. All’art. II-62 c’è scritto che: “Nessuno può essere condannato alla pena di morte, né giustiziato”. Se nel trattato di Lisbona non vi sono modifiche a tale articolo, come in questo caso, si deve ritenere valido tale articolo.
Bene. A questo punto si deve avere la pazienza di leggere la Costituzione europea in versione intergale, ovvero comprensiva delle note. A questo punto, avendo la versione che comprende anche le note agli articoli, vi troverà che vi è un rimando al protocollo n. 6 del CEDU al cui art. 2 paragrafo 2 della CEDU (la Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali) vi può leggere che: per eseguire un arresto, per reprimere una sommossa od una insurrezione, in caso di guerra o in caso anche solo di pericolo di guerra, la morte non si considera cagionata in violazione del presente articolo.
Traduco. La pena di morte è abolita tuttavia tale divieto non vale in casi di guerra, pericolo di guerra, di disordini, di insurrezioni, arresti legali se qualcuno tenta di fuggire dalla polizia, ecc."

COMMENTO.
Insomma la pena di morte è introdotta in modo surrettizio e furtivo, con un complicato sistema di rimandi fatto apposta per non far capire niente neanche ad un giurista esperto, a meno che non ci si dedichi ore.

E' il sistema massonico, questo, ovverosia quello dell'inganno, in modo tale da non far capire come stanno le cose neanche agli iniziati.
Sono sicuro che neanche i politici che firmeranno questo trattato vergognoso sapranno cosa andranno a firmare.

Come le ho detto, caro anonimo che mi cita la frase di Umberto eco nel nome della Rosa, neanche voi massoni sapete esattamente cosa fate, e cosa combinano alle vostre spalle i fratelli dei gradi più alti.

Per questo ritengo che la speranza venga, un giorno, dagli stessi massoni che si renderanno conto di essere presi in giro e di star ein un sistema che è contro i loro stessi interessi.

Anonimo ha detto...

Se qualche sprovveduto avesse avuto bisogno di prove per giudicare quanto meno opinabile il metodo d'analisi dietrologico e complottista seguito da alcuni personaggi del presente blog adesso credo non ci siano più dubbi. S'è insinuato, con evidente sfumatura ironica, che il sottoscritto avesse letto il Trattato di Lisbona in poche ore semplicemente per la mia affermazione "mi sono preso la briga di leggermelo tutto". Ora, in questa affermazione non c'è alcun riferimento al tempo che ci ho messo. Per quello che ne sanno gli autori dei suddetti post potrei persino essere qualcuno che ha partecipato alla sua stesura (tranquilli non lo sono, non sono mica massone!) e questo spiegherebbe anche perchè lo condivido. Più probabilmente potrei essere un giurista che per professione ha dovuto seguire il suddetto trattato. E quindi in possesso degli strumenti per capire gli omissis e i riferimenti. Quello che è sorprendendente è che vi siete presi la briga di attaccarvi ad una vostra ipotesi che trovavate semplice e vi faceva comodo (quella di uno che si è letto il trattato in poche ore solo per controbattervi) ma non avete fatto l'unica cosa che, se le vostre argomentazioni fossero vere, andava fatta. E cioè dire DOVE SI TROVA l'introduzione della pena di morte in suddetto trattato. Bastava poco per smascherare uno che l'avesse letto superficialmente: "guardi, caro signore, l'introduzione della pena di morte nel trattato è..." riportando la citazione del testo. E' stato anche trascurato ciò che del trattato avevo trascritto, dove si dimostra che l'idea dell'introduzione della pena di morte è alquanto estranea a quei principi ispiratori. Se questo è il modo di esaminare la realtà allora volentieri rispondo a Franceschetti che si domanda perchè io sia intervenuto su questo blog: perchè penso che se lei ritiene di avere dei motivi per non essere in accordo coi massoni dovrebbe andare in un blog massonico e cercare un confronto. Se si parla esclusivamente con chi la pensa come noi (e si liquidano tutti gli altri con banali scuse tipo "non risponderò a queste illazioni")alla lunga ci onvinciamo che le nostre idee sono assolutamente giuste. Forse è quello che vi piace, ma come dicevo non fa crescere.
Per la signora/signorina che deve fare la tesi, mi permetto di rispondere che le fonti da lei citate erano saggi di altri storici, non i documenti originali. Le consiglierei di leggere l'interessante saggio di Hobsbawm e Ranger dal titolo "l'inenzione della tradizione". Troverà lì a livello metodologico degli spunti molto interessanti e s'accorgerà che se uno storico inizia a dire che Dante era cinese (anche in buona fede, semplicemente per errata interpretazione di un documento) e vi costruisce una ipotesi interpretativa coerente basta uno storico posteriore che riprende la stessa cosa senza consultare a sua volta la fonte originale per perpetrare l'errore; e poi se ne aggiunge un altro e un altro ancora e alla fine Dante sarà cinese per tutti.

Anonimo ha detto...

Per anonimo delle 18:41

ma a che serve questa "secrezione interiore"? A raggiungere livelli di conoscenza più elevati di che? Come fare soldi? Se c'è un dio? Diventare immortali? fare le pozioni maggiche? A stare piu' tranquilli?. Nell'ultimo caso, a che serve la guerra fra secreti?

Paolo Franceschetti ha detto...

Forse non ha letto il post precedente al suo.
Dove si trova l'introduzione della pena di morte l'abbiamo detto. Con articoli, riferimenti e tutto.

Mi viene il sospetto che ci stia prendendo in giro. Mi sta quasi simpatico per le trovate che ha. Difficilmente avevo riso tanto, sul nostro blog.
Chi l'ha detto che occuparsi di omicidi, suicidi, mostro di firenze e altre amenità è una cosa triste?

Anonimo ha detto...

Dott. Franceschetti come potrà controllare dal mio I.P. siamo due diversi anonimi, io sono quello che scrive con l'I.P. americano e conclude coi "fraterni saluti". Chiaramente io sono il Massone, la Bestia Nera. Adesso, io non vorrei risultare saccente o offensivo, ma o lei è un mistificatore o la sua laurea l'ha avuta in modi poco chiari. La CEDU "Convenzione per la salvaguardia dei Diritti dell'Uomo e delle Libertà fondamentali"( per chi non lo sappia è il trattato che stabilisce la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo)è una convenzione ratificata senza riserve dal nostro paese il 26/10/1955, quindi non si parla di cose nuove e l'art.2 è cosa nota e arcinota. Brevemente, la CEDU tutt'ora è la convenzione internazionale che dona la più alta protezione ai diritti dell'uomo; addirittura con l'entrata in vigore del protocollo 11, la CEDU dona la possibilità ai singoli individui di adire la corte contro i loro propri Stati di appartenenza, qualora questi avessero violato i diritti tutelati dalla Carta.
Adesso, le spiego perché lei è un mistificatore o un ignorante- io a questo punto propongo una combine dei due termini. L'art. 2 del protocollo 6 della CEDU non dice:"la morte non è considerata inflitta in violazione di questo articolo quando deri­vasse da un ricorso alla forza reso assolutamente necessario:

a. per assicurare la difesa di qualsiasi persona dalla violenza illegale;

b. per effettuare un regolare arresto o per impedire l’evasione di una persona le­galmente detenuta;

c. per reprimere, in modo conforme alla legge, una sommossa o una insurre­zione.

Questo qui sopra è il testo originale della Convenzione ratificato nel 1955, questo articolo è stato successivamente riformato dal Protocollo 6(entrato in vigore in Italia il 1/1/1989) e 13(quest'ultimo abolisce in toto la pena di morte e non ratificato dall'Italia perché non vi è bisogna come spiegherò sotto ).
L'art.2 del Protocollo 6 del CEDU invece recita:"Uno Stato può prevedere nella sua legislazione la pena di morte per atti commessi in tempo di guerra o di pericolo imminente di guerra; una tale pena sarà applicata solo nei casi previsti dalla detta legislazione e conformemente alle sue disposizioni. Questo Stato comunicherà al Segretario Generale del Consiglio d’Europa le dispo­sizioni in materia della suddetta legislazione." Quindi lascia aperta la possibilità per ogni singolo Stato ratificante se adottare o meno la pena di morte in caso di guerra (l'Italia non è tra questi stati ed è contraria alla pena di morte anche in tempo di guerra). Quindi se fossero così le cose secondo il trattato di Lisbona “Nessuno può essere condannato alla pena di morte, né giustiziato”, con l’eccezione della possibilità di poter applicare quest’ultima estrema sanzione in caso di conflitto armato a discrezione di ogni singolo Stato Membro.
Allora se questo Trattato dovesse essere stato voluto dall’Istituzione allora gran pregio all’Istituzione, caro mio. I fratelli muratori sono anche tra i firmatari di quel grande esempio di libertà che è la Costituzione Americana. Ma caro Franceschetti, le tolgo il dott. Perché dovrebbe riprendersi la laurea in legge, questo Trattato è voluto da uomini liberi per uomini liberi, che hanno fatto tesoro delle tribolazioni passati e vogliono così evitare di ricadere negli orrori del passato quali Olocausto ebraico e armeno, nazismo e fascismo, comunismo reale, inquisizione.

Adesso Franceschetti aspetto la sua risposta, se non è capace nel campo giuridico di cui lei dovrebbe essere esperto non oso immaginare in quello esoterico di cui lei dice di non saper nulla, quindi è meglio che taccia.

FRATERNI SALUTI

http://conventions.coe.int/Treaty/Commun/ListeTraites.asp?MA=3&CM=7&CL=ITA

http://en.wikipedia.org/wiki/Capital_punishment_in_Europe#European_Union

http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:C:2007:303:0001:0016:EN:PDF

Anonimo ha detto...

p.s. Dimenticavo:
Il metodo Massonico e il metodo di vita diretto alla tensione verso il raggiungimento della conoscenza e quindi della libertà. Le carte europee sui diritti umani possono essere espressione dell'Istituzione in quanto tutelanti la libertà e la dignità umana. Le parole suttettizie e furtive le lasci a chi tenta di distorcere la realtà anche quando è chiara e decifrabile.

Stefania Nicoletti ha detto...

Grazie Cercatore! :-) M'interessano molto le cose che sai sul nazismo.

Sì, Arafat era un massone. C'è anche una foto che lo ritrae insieme all'ex segretario di stato americano Colin Powell (membro del CFR e massone del 33esimo grado), in cui Powell inserisce la mano destra dentro la giaccia e con l'altra tiene per mano Arafat. Ma ora mi si dirà che questa non è una prova storica e che comunque la foto può essere stata modificata dai complottisti. :-)

Comunque grazie Abate, per le notizie sull'islam.

E grazie anche all'anonimo che mi consiglia il libro. Concordo su ciò che dice sugli storici. Ma, vede, è proprio qui il punto: è così che è stata fatta la storia ufficiale finora. Citando e ripetendo all'infinito ciò che è già stato detto da altri. Ed è per questo che non conosciamo la VERA storia: perché è stata sempre mascherata con quella ufficiale. Questo succede anche nel presente. Uno dice terrorismo islamico e subito tutti intorno a lui prendono per vera la sua affermazione, e da quel momento per tutti diventa una verità assodata che non c'è bisogno di dimostrare né di verificare. Se il primo avesse detto "è stato Topo Gigio", sarebbe stata la stessa cosa.
Per quanto riguarda le fonti, ho citato degli storici. Ma, lo ripeto anche se l'ho già detto, ho anche letto i documenti originali: la legge sulla massoneria, i discorsi di Mussolini, le dichiarazioni dei Gran Maestri.

Anonimo ha detto...

Ho trovato il vocabolo "egregora" molto interessante.

Per il Cercatore:

Veda "nordici" riguarda forse la corrispondenza tra "guerrieri Arias" e "berseker"?

Solange Manfredi ha detto...

No, non è così. Ma per capirlo si dovrebbe andare oltre una breve ricerca in internet:
1. aver letto, e capito, tutti i trattati (così si avrebbe contezza delle regolamentazioni proprie che il consiglio Europeo può introdurre e che prevalgono su quelle degli Stati aderenti);
2. capire, al di là del dato letterale, a cosa portano nella pratica gli enunciati degli articoli combinandoli tra loro;
Poi comprendo che molte persone possano leggere due righe e pensarla come Lei, è stato scritto apposta per indurre la gente a capire questo e solo questo…due belle frasette che colpiscono e tranquillizzano.
Il prof. Franceschetti, a cui Lei vuole togliere anche il dott, ha un numero di pubblicazioni ed un curriculum che neanche immagina, ma mi creda per capire, avendone voglia, cosa si nasconde dietro questo trattato è sufficiente un bravo studente di legge.
Inoltre noi non diciamo niente di nuovo mi creda. In tutti i paesi d’Europa ci sono fior di giuristi che denunciano l’oscenità di questo trattato nelle Università (compreso il fatto che viene reintrodotta la pena di morte). La Francia l’ha già ratificato (non hanno voluto rischiare un altro referendum come nel 2005) e la popolazione si è già organizzata per promuovere un’azione al Tribunale dell’Aia (ottimo esempio di democrazia). Non a caso la Francia ha definito questa ratifica “colpo di Stato”.
Sa io comprendo che Lei massone facendo parte di un gruppo di uomini liberi e rispettabili che si impegnano a mettere in pratica un’ideale di pace, amore, fratellanza e, soprattutto, tolleranza, un uomo che fa parte di una elite ritenga di potersi rivolgere a noi con tale arroganza. Ma io non perderò un secondo in più del mio tempo a rispondere alle Sue domande se non si rivolgerà a noi con il rispetto che si deve avere per chiunque.

Anonimo ha detto...

oh Arafat era massone e quindi?

Paolo Franceschetti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo Franceschetti ha detto...

Caro anonimo massone, il fatto che lei ritenga importante l'anteporre i titoli di dott o prof ad un nome, ed il fatto che ritenga un insulto il fatto di togliermi il titolo la dice lunga sui valori su cui lei si basa.

Eppure se lei è un massone vero, dovrebbe sapere che una laurea offre solo un insieme di conoscenze tecniche specifiche e nient'altro.
La vera conoscenza è ben altro.

Anche perchè il sistema massonico delle raccomandazioni (praticamente la maggior parte dei professori universitari sono massoni o collegati ad un massone) ha abbassato la qualità delle università ad un livello indecoroso.
Perchè, come dice giustamente Di Bernardo, i migliori devono restare per ultimi.

E più la gente resta nell'ignoranza, più chi governa può fare quello che vuole.

25 marzo 2008 8.33

Gianni ha detto...

Salve dott. Franceschetti e dott.ssa Solange..vi scrivo per chiedere se anche dietro la morte di pasolini secondo voi si nasconda la mano di qualche massone...anche in questo caso sembra che vi sia una sorta di legge del contrappasso...ho cercato su internet ed in giro...ma non trovo nulla di chiaro apparte le recenti (nemmeno tanto) rivelazioni del Pelosi...
comunque visto che ci possa essere il loro zampino nel caso Pantani (che nemmeno contava troppo) allora immagino che c'entrino qualcosa anche con la fine di Pasolini...
Comunque bel blog...commenti fantastici (anche quelli filomassonici, che non approvo) mannaggia che tra un post e l'altro si deve aspettare troppo (capisco, gli impegni).

Vi ringrazio in anticipo della risposta

Paolo Franceschetti ha detto...

Sul caso di Pasolini non so molto e non mi pronuncio.

Tieni presente comunque che dire "omicidio massonico" è come dire "omicidio di mafia". Cioè significa tutto e niente perchè significa che è commesso da appartenenti ad un organizzazione che comprende migliaia di persone.

Poi occorre sempre individuare movente, esecutori e mandanti, il che non sempre è semplice.

Nel caso Pantani è tutto abbastanza evidente.
La caratteristica principale dell'omicidio massonico comunque è il regolare depistaggio delle indagini, in genere ad opera dei servizi segreti.
E spesso l'apparente facciata da suicidio, da incidente, o da delitto comune.

Roberta ha detto...

Vorremo diffondere queste indagini puramente informali su di una nuova testata giornalistica, prima telematica poi cartacea.
Ma abbiamo bisogno di chi, come il proprietario del blog, vede e sente cose che gli altri ignorano.
L'inchiesta nata da poco ha bisogno di approfondimenti diversi e contigui.
Chi volesse darci una mano e aiutarci in questo progetto potrà dare una occhiata qui:

http://www.fainotizia.it/inchiesta/dentro-le-segrete-dello-stato.

Grazie e scusate lo spam.
Roberta Lemma

Anonimo ha detto...

l'idea di berseker é violentata dai fumettari giapponesi ignoranti.
se non mi riferisco a odino e wotan, stia sicuro non intendo neanche i facili accostamenti alla martin mystere (comunque interessante:)

il libro cui facevo riferimento era di TILAK GANGADHAR "La dimora artica dei Veda"

il contatto germania-oriente va cercato nella storia dell'esoterismo europeo di fine 800, Teosofia, Golden Dawn, e come certe idee fossero ben presenti nei circoli nobiliari tedeschi, in cui la societá Thule.

Tutto ció esula dalla realtá effettiva della magia, caro anonimo delle pozioni:)

segreto reale o meno, la storia é determinata a volte da personaggi per cui QUESTE COSE sono importanti, psicofollia o meno, e che in base a ragionamenti del genere agisce.

Cattedrali furono costruite con enorme sforzo in determinati punti della superficie terrestre, perché le energie telluriche vi sfociavano...
e lo stesso per numerosi templi greci (sei mai stato a segesta? non ha senso costruire un tempio del genere nascosto alla costa, su un montarozzo circondato da un rivolo d'acqua sul quale domina a strapiombo su 3 lati...)

quindi sinceramente posso anche fregarmene dell'esistenza effettiva di tale potenza del sottosuolo: una determinata classe di persone importanti agisce secondo schemi mentali e sistemi di credenze lontani da quelli "normali".


non mi interessa se poi qualcuno riesce effettivamente a bolllire 3 radici per fare la pozione di panoramix o riesce a fondere il decino numero 1 nel vesuvio per forgiare l'amuleto per diventare ricchi.

mi interessa sapere che in base a ragionamenti "magico-esoterici" avvengono crimini orrendi, per studiarne le cause.

magari il satanismo come descritto da polansky in rosemary baby non esiste, non lo so e non mi interessa, ma ció non ha impedito alla moglie sharon tate di venir massacrata&sottoposta a un rito orrendo poco dopo l'uscita di quel film.

e allo stesso modo le vittime di firenze...vero o no, qualcuno le ha uccise e ha asportato pube ed altre parti private, questo é un FATTO.
e come tale va analizzato.

cercatore

Anonimo ha detto...

Franceschetti, ma cosa dice?
Il sistema Massonico delle raccomandazioni? ma lei sta fuori del tutto? E' il sistema Italiano delle raccomandazioni!
Io che le confuto la sua tesi citando gli articoli e la "sua assitente" che mi risponde che lei è un professore insigne e ci sono dei nomini che sono insorti sulla questione della pena di morte...come citato del credibilissimo sito movisol.org, o disinformazione.it, che tra una minaccia aliena e una telefonata ai servizi per sapere cosa pubblicare, si inventano la nuova panzana del giorno. Poi con sta storia del 33°, già da questo si capisce che non avete ben chiaro alcune cose. E poi
la studentessa con i Rothschild e la "riprogrammazione in clinica" di Hitler(sic)... adesso esce il nuovo Indiana Jones magari trova qualche nuova teoria per la sua tesi. Siete banali, ripetitivi, privi di fonti, destrorsi, con qualche venatura più o meno velata di anti-semitismo e anti-americanismo. Sa che voi complottisti avete molto in comune con i giovanotti di Forza Nuova?Mi date dell'arrogante, ma voi vi prendete il lusso di indire liste di proscrizione e di insultare un'Istituzione che ha lottato per portare luce nelle tenebre, ha firmato le più grandi Costituzioni, ha promosso la fratellanza e la solidarietà tra le nazioni!


Sig.na Solange o Prof. Franceschetti, perché non spiegate qual è l'interpretazione ufficiale del Testo del Protocollo 6 della CEDU e il suo rapporto col Trattato di Lisbona? Perché il testo del Protocollo 6 è contro la pena di morte, se non in caso di guerra, e cmq lascia libertà di scelta ai singoli Stati?

Su quale testo(e lo citi da insigne professore)vi è la piccola nota!?! che differisce dal testo pubblicato dall'European Council....


Fraterni saluti

Marco Bove ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marco Bove ha detto...

Cara Stefania Nicoletti, ti ringrazio.

Sei stata molto esaustiva nella tua spiegazione.

In più pensa che Aldo Alessandro Mola è proprio delle mie parti... ehehehe non sapevo che fosse massone.

Giuro. Se lo è lui, lo è anche il mio ex professore delle superiori.

Lo avevo intuito, ma non fino a questo punto!

Per il resto.

Dott.sa Manfredi, Dott. Franceschetti la vostra petizione è molto importante.

Mi ricorda una campagna fatta dal Primo Ministro Inglese (?) per richiedere a tutti i giudici e deputati se appartenessero alla massoneria.

Paolo Franceschetti ha detto...

Anonimo massone...

può darmi dell'ignorante. Ed è vero che ignoro tante cose.
Può darmi del ripetitivo. In effetti molte cose le ripetiamo.

Può togliermi il dott. e il prof, e non è un dramma.

Può darmi del visionario, e qui non posso contestarla. Anche i matti che si credono Napoleone pensano di essere nel giusto. Quindi non sta a me giudicarmi. Magari sono visionario. Ho notato poi che le persone più stupide sono quelle che si credono più intelligenti e quelle che dicono "io sono molto oggettivo" sono i più cretini, in genere.

Destrorso passi, anche se non ho mai votato a destra.

Ma banale no. Suvvia, almeno mi conceda che la storia della Rosa nel pugno che sarebbe la rosa dei rosa Croce non è banale perchè credo di non averla mai letta da nessuna parte. Ho solo avuto modo di ascoltarla in alcuni ambienti e l'ho riportata, dopo che me ne sono convinto anche io.

Per il resto... aspetti qualche giorno prima di tornare sul trattato di Lisbona.
Lo stiamo analizzando e le nostre conclusioni le pubblicheremo fra qualche giorno.
E' un tale casino, questo trattato, che spero vivamente di sbagliarmi e magari dopo un approfondimento di vedere che sulla pena di morte ha ragione lei.
Anche perchè guardi, non è la pena di morte la norma più grave introdotta dal trattato. A mio parere ci sono cose molto più gravi, come la sottrazione di competenze al Parlamento europeo per rafforzare l'esecutivo e la sottrazione di molte competenze agli stati nazionali.

Ci lasci lavorare in serenità.

PS. Se poi lo desidera, e se vuole pubblicare un contro-articolo, in cui eventualmente lei ha idee diverse sull'interpretazione di alcune norme, ce lo scriva pure e lo posi qui, come messaggio. Magari noi potremmo riprendere il messaggio, e pubblicarlo nel blog, nella pagina principale.

Il mio scopo è capire, non prendere posizioni preconcette e convincere gli altri.
E ben vengano le opinioni contrarie, se documentate.
Quindi non si arrabbi, non insulti, ed eventualmente prepari delle controdeduzioni al nostro prossimo articolo.

Paolo Franceschetti ha detto...

Per Roberta.

Puoi prendere tutti gli articoli che vuoi da questo blog, liberamente e senza preventiva richiesta.
Il nostro scopo è unicamente quello di informare, quindi va benissimo se prelevi gli articoli e li ripubblichi da altre parti, citando la fonte.
Ciao.

Anonimo ha detto...

per favore...

i rettiliani no.
manca solo che ci mettiamo le intuizioni di Lovecraft.

comunque, tutti i discorsi sulla massoneria possona andare pure bene, ma da qui a dire che si debba dichiarare la propria affiliazione, questo no.
voi per primi, cari Franceschetti e Manfredi, non sapete cosa sia, e lo affermate.
la stessa analisi di pinotti mostra solo fatti marginali al fenomeno massonico, nonché deviati.
come potete credere quindi che gli elettori possano far buon uso di una lista simile?
poi come la volete?
con nome-cognome-osseŕvanza-grado-date&sedi di lavoro?

cercatore

Paolo Franceschetti ha detto...

Guarda cercatore...

è lo stesso dubbio che avevo io rispetto a questa petizione, la cui idea è stata di Comedonchisciotte.
La mia idea è che a questa petizione seguirà un silenzio tombale.
Ma magari dal colloquio con qualche politico potranno venire altre idee per una petizione futura più mirata.

E' però un primo tentativo di smuovere le acque e io ho aderito.
Vediamo cosa succede.

Anonimo ha detto...

dott. Franceschetti il Trattato di Lisbona che sia, parafrasando Fantozzi, "una cagata pazzesca" ci siamo e non ci piove. L'art. 2 però del Protocollo 6 pare parli chiaro. Ma la cosa che non capisce è questa fondamentalmente e speri di tentarla di fargliela capire. E' vero ci sono e ci sono state loggie deviate, logge segrete etc. Ci sono dei Massoni che hanno una condotta anti-massonica e sicuramente sono notorie le vicende della P2 e del mostro di Firenze. Ma queste vicende, queste distorsioni non hanno nulla a che fare con l'ortodossia massonica. Nella Chiesa Cattolica ci sono stati dei grandi orrori e barbarie, ma la sua egrogora, la sua entità resta pura e lo riconosco anche da anti-clericale. Lo stesso dicesi della Massoneria, siamo esseri umani, certo l'Istituzione è un nucleo di potere, ma vede non è l'unico e non è il più potente e non è il peggiore. Dalla lettura di questo blog(che non sbaglia quasi sempre) però, pare che la Massoneria sia la Pandora del 2000 e non è assolutamente così. Da studioso del diritto non puo' non riconoscere il grande apporto dei Fratelli nel corso dei secoli verso una maggiore dei diritti umani e la creazione delle prime Costituzioni. Non puo' non notare la ricerca in tutti i campi dello scibile e l'apporto dato alla scienza alla musica all'arte in generale. Ma soprattuto lo sforzo verso la fratellanza tra i popoli e la lotta contro le ortodossie. Il metodo Massonico, quello vero, è il più liberale di tutti, teso alla lotta contro chi vuola far vivere in schiavitù l'umanità.
Adesso se lei dice che la Massoneria è la Pandora, mi scusi, ma sbaglia perché non è così se no lei starebbe ancora studiando la Pandette invece che la CEDU.
La Rosa nel Pugno non centra nulla con quello che lei possa pensare, non so i suoi amici, ma le dico che in quanto a socialisti me ne intendo molto di quello che lei possa lontanamente immaginare. I socialisti Massoni, ahimé, sono transfughi in Forza Italia e la rimangono. Su questo blog ha parlato invece di Beppe Grillo, sa che io non posso dirle nulla in questo senso, ma la sua tesi non è una tesi perché è palese come è palese, perché reso noto da loro stessi(e quindi ne posso parlare)la loro vicinanza o iniziazione( controlli meglio chi scrive- a parte la Casaleggio che è propio...) Ma questo dona meno peso al messaggio che mandano? E come dire che le Costituzioni fanno schifo...capisce?

Fraterni e cordiali saluti

perché bisogna stemperare un po' i toni no?

Anonimo ha detto...

scusate i molteplici refusi ed errori ma scrivo non una tastiera italica ed ho una ferita alla mano...

Anonimo ha detto...

Per il cercatore:
strano che tre vocaboli abbiano provocato una pagina d...spiegazioni.

Per il dott. Franceschetti:
Credo (mia opinione) che l'unico Vero Massone nel blog sia il Cercatore.

Per la sig,na Solange Manfredi:
Sono completamente d'accordo con Lei; stiamo completamente perdendo la capacità di distinguere tra bene e male.

Buona fortuna.

Anonimo ha detto...

Basta controllare gli I.P. se per questo.

Anonimo ha detto...

P.P.S.

La Rosa la volle Mitterand per il PSF e poi ebbe successo.

Anonimo ha detto...

Allora.

Cercavo la verita' ed ero molto curioso.

Ho frequentato le Massonerie, (forse vi manca questa informazione, ma solo in Italia ci sono piu' di 50 comunioni massoniche...) sia regolari che non, il Vaticano, i suoi ordini, i RosaCroce del Lectorium, Gli AMORC, i Rosacroce d'oro, I Martinisti, quelli della Leviathan e chi piu' ne ha piu' ne metta.

Tutto questo in una trentina d'anni (ne ho quasi 50 adesso) e ancora oggi mi rendo conto che non ho capito un c...zzo!

Dovevo leggere questo blog per capire che c'era qualcuno che faceva i suoi interessi approfittando del posto di potere conquistato! (cosa che non fa NESSUNO nei regimi democratici e non!)

Sapete che vi comunico?

E' TUTTO VERO QUELLO CHE DITE!

E' VERISSIMO che esistono dei DEFICIENTI che fanno oscuri riti anche sanguinosi per ottenere chissa' che cosa...

E' VERISSIMO che molti potenti si fanno fare l'oroscopo, i tarocchi e non passano sotto le scale...

E' VERISSIMO che i Massoni vogliono il potere!!! A TUTTI I COSTI!

Bravi, CONTINUATE COSI!! TIRATE FUORI IL MARCIO della Massoneria, della chiesa Cattolica, Degli Islamici, DEi COMUNISTI, Dei FASCISTI, DEI NAZISTI, DEI DEMOCRATICi etc.

Vi sembro ironico?

NON LO SONO AFFATTO.

La vostra discussione potrebbe initolarsi "IL NULLA ILLUSTRATO" perche' fate solo illazioni e presentate solo il vostro punto di vista.

David Icke (che ho conosciuto) se la ride sotto i baffi sicuramente, a vedre quello che ha scatenato la serie dei suoi libri idioti e dei suoi imitatori.

Tra parentesi, sono stato (e sono ancora per certi versi) un massone di alto grado, e questo e' il motivo per cui ho frequentato quasi la totalita' delle piramidi iniziatiche grazie al fatto che ho sempre e solo studiato esoterismo e degli affari non me ne e' mai fregato NULLA.

In compenso ho conosciuto tantissime persone, anche qualcuna che vedo da voi citata a sproposito.

Insomma. non sono qui a difendere niente e nessuno, pero' il clima di CACCIA ALLE STREGHE e' sempre stato una cosa che ho poco gradito, ed e' quello che state lanciando qui.

E non mi sento colpevole di nessuna delle accuse lanciate.

Paolo Franceschetti ha detto...

Caro anonimo massone, vede che alla fine la pensiamo allo stesso modo?

Il trattato di Lisbona è una cagata, dice lei. Io direi di più. E' una specie di colpo di stato.

Poi parla dei meriti della massoneria.
Se ha la pazienza di leggersi il mio articolo sulla legittimità costituzionale della massoneria, vedrà che dico le stesse cose che dice lei.
La massoneria ha fatto grandi cose, e se non era per lei a quest'ora eravamo ancora alla monarchia.
Solo una società segreta infatti, poteva per sua natura rovesciare una monarchia.
Così come solo le società segrete potevano, nel medio evo, far crescere le arti e la scienza,a ltrimenti la Chiesa lo avrebbe impedito.

Quindi la massoneria e le società segrete in generale sono state assolutamente indispensabili alla storia.

Ora però è venuto il momento di rendersi conto che non c'è più bisogno di società segrete per governare.
Che Berlusconi, Prodi, e Veltroni, appartengano a società segrete non è un bene per la democrazia perchè questa cosa si risolve in una presa per il culo ai danni dei cittadini.
Perchè questo paralizza le indagini, essendo la magistratura in mano a questa benedetta Rosa Rossa, e la prova di ciò che dico è nei 50 anni di storia d'Italia in cui non si è MAI risaliti ai colpevoli delle stragi neanche per sbaglio.

Per il resto, la massoneria sarebbe una cosa stupenda se veramente venisse applicato alla lettera il suo messaggio.

Alcune delle persone più sagge e profonde che conosco sono massoni. La prossima settimana andrò a cena con un mio amico che è una delle persone più profonde che conosco e forse quella con cui parlo più volentieri.

La dottrina dei Rosa Croce è affascinante e quando vedo il sito dell'AMORC mi verrebbe da iscrivermi. E uno dei testi più illuminanti che ho letto in vita mia è l'Iside Svelata della Blavatsky, che è una lettura fondamentale della massoneria.

Per non dire che dall'età di venti anni (e ne ho 43) in camera mia sono appese 4 stampe di 4 carte dei tarocchi, di un mazzo disegnato da whirte, un Rosa Croce e appartenente alla Golden Dawn.

Non tutto ciò che è massoneria è da buttare. Tutt'altro. Però è ora che la gente prenda coscienza di quel che significa massoneria, quando il vincolo massonico e il giuramento sono utilizzati per creare uno stato nello stato.
Un antistato, lo chama qualcuno.
Però purtroppo è un antistato che prevale sullo stato, in quanto a potenza, perchè ai vertici più alti non si muove nulla se non c'è il consenso della massoneria.

Le dirò di più.

Se fossi vissuto nell'800 sicuramente avrei cercato di entrare nei Rosa Croce.
Ma oggi, che siamo in democrazia e in teoria uno dovrebbe essere libero di fare ciò che vuole, non mi iscrivo, perchè una società che ha dei segreti vuol dire che ha qualcosa da nascondere, altrimenti non sarebbe segreto.
La conoscenza dovrebbe essere a portata di tutti. Tanto poi è noto che anche quando è li, davanti agli occhi, la maggior parte della gente si volta dall'altra parte, e quindi sarà sempre un privilegio di pochi.

Barzo ha detto...

e basta con sta fissa dell'indirizzo IP, ci vuole poco a falsificarlo o a cambiare pc..

Anonimo ha detto...

si ma io non lo faccio e franceschetti lo sa

Anonimo ha detto...

Vede, Franceschetti, il segreto massonico e' tale perche' il 99.9 percento dei massoni non ne e' al corrente.

La "parola" e' stata perduta molte volte e a ritrovarla sono sempre stati in pochissini, anche perche', e' IMPOSSIBILE comunicarla.

Tutto qui.

Purtroppo oggi si ha la deplorevole convinzione che la conoscenza appartenga a tutti, e che basti una formuletta scientifica per replicare qualunque cosa.

Non e' cosi'.

Semplice, no? NON SIAMO TUTTI UGUALI, possiamo provarci tutti ma pochissimi raggiungernanno la meta.

Niente di piu', niente di meno.

Anonimo ha detto...

lo dicevo io che Franceschetti ha provato ad affiliarsi ma gli han respinto la domanda!!!
Certo che per essere uno che di esoterismo non si occupa ha letto la Blavatsky, tiene in casa i tarocchi etc etc...ehhhhh

Paolo Franceschetti ha detto...

:-)

Confermo che non mi intendo di esoterismo.
I tarocchi li leggevo a quindici anni ma poi mi sono stufato perchè non ero molto bravo.
La blavatsky si. Ma molte parti mi hanno annoiato e le le saltai. Mentre altre le trovai moderne e progredite.

Le mie conoscenze di numerologia ad esempio si fermano col sapere che il 666 è il numero del demonio e che il 13 è il numero della morte.

Ho comprato dei libri di numerologia tempo fa, ma stanno ancora li non aperti. E ho anche tutti i volumi della "magia della golden dawn". Anch'essi rigorosamente incollati, con le pagine ancora da aprire con il tagliacarte, anche se mi riprometto di leggerli prima o poi, perchè sono sicuro che serviranno per capire meglio la dinamica e la motivazione di alcuni fatti recenti.
Ma poi

Anonimo ha detto...

spero che non abbia trovato interessanti la parte anti-semita della Blavatsky

Anonimo ha detto...

in realtá la parte antisemita della blavatsky, presentissima nell'alta societá tedesca ed europea di inizio 900 é fondamentale per capire le occulte origini del nazismo, e soprattutto i suoi scopi.

cercatore

Anonimo ha detto...

questo è cosa nota cercatore.... intendevo interessante nel senso di ispiratore

Anonimo ha detto...

signori...
essendo voi gente di cultura, a quanto pare, vorrei consigliarvi una lettura quantomai attuale.
sto leggendo l´opera di Edward Gibbon "Declino e Caduta dell´Impero Romano", il metodo amministrativo-legale con cui Ottaviano prese il potere, e i suoi successori lo mantennero sembra molto simile alle critiche che qui si muovono alla Commissione Europea:
apparente legalitá, continua ratifica a-democratica delle decisioni di colui che é simultaneamente Imperator-Censor-Tribunus Plebis-etc etc periodica re-investitura (apparente ma legalmente "valida") da parte di un senato controllato e servo...

le crisi economiche e alimentari innescate da imperatori successivi a Ottaviano, gente con meno spessore morale e meno senso dello stato (Caligola dopo augusto e tiberio, Domiziano dopo Vespasiano e Tito, per giungere al declino con Commodo dopo l´oculata gestione di Traiano-Adriano-Marco Aurelio) sembrano identiche, anche se "spalmate" su un periodo piú lungo, al declino dell ímpero di cui siamo nel bene (tanto) e nel male (ehh, che c***o sti americani) sudditi...

probabilmente sono riflessioni note a tutti,
ma il Signor Gibbon, essendo acuto osservatore e contemporaneo della Rivoluzioni Americana e Francese (probabilmente massone, non v´é motivo perché non lo fosse:) andrebbe letto con un occhio di riguardo

buon lavoro (buoni lavori;) paolo, solange, nicoletta et. al.

cercatore

Pierluigi80 ha detto...

Ritornando al tema principale del post, che fa fatto nascere una querelle di quelle rare, ritengo che la petizione politica sia una emerita... sciocchezza.
Mi spiego.
Siamo tutti concordi che la poca chiarezza esistente all'interno degli organi istituzionali debba essere debellata.
Pero' bisogna essere coerenti.
In primis coloro i quali si sono prefissi tale obiettivo, come voi che tanto vi impegnate in nome dell'informazione libera, ecc.. (cosa che non puo' non essere condivisibile).
Ma, se da una parte, come in tanti post, e' stata affermata e a proprio modo giustificata l'incostituzionalita' della massoneria, anzi, dell'essere massone ed al contempo ricoprire cariche di interesse pubblico, una petizione del genere (nella quale si chiedono opinioni e non si chiede la non candidabilita' di coloro i quali si dichiarano massoni) risulta incoerente e inutile, andando al contrario a legittimare il loro (ingiusto) potere.

Inoltre, in un paese nel quale i votanti non ricercano maggiori informazioni riguardo gli interventi di carattere primario che i candidati intendono effettuare (parlo chiaramente della maggioranza che non si degna di leggere il programma, per quello che possa valere), che importanza potrebbe avere questa petizione nel quadro generale?

Fermo restando che si chiederebbe l'autorevole e necessaria lealta' e sincerita' di candidati ad elezioni lapalissianamente incostituzionali.

In ogni caso, vi auguro un buon lavoro.
Trovo sempre molto interessante la lettura del vostro blog: ogni spunto ad una riflessione a piu' ampio respiro rimane fondamentale.